Carta regionale dei servizi? Solo per Windows

Ne parla Diego Zanga, esperto di PA e software: chi vuole adottare driver della CRS per Mac o Linux o li compra a caro prezzo o li fa da sé. Indagine in corso

Roma – Vi segnalo la prossima causa/motivo per cui gentilmente la Pubblica Amministrazione vi chiederà di usare Windows e vi impedirà di usare Linux (ma anche Mac e quant’altro vi venga in mente). Varie regioni stanno sviluppando tramite aziende pubbliche o su gara d’appalto tramite terzi, delle soluzioni per la CRS: Carta regionale dei servizi.

Non è che sia una iniziativa partita oggi: è oramai in corso da tempo (grazie al dpr 117 del 2 marzo 2004) e molti l’hanno già ricevuta a casa. Persino “Striscia la notizia” ha avuto modo di occuparsene ad ottobre 2007, grazie al fatto che la Regione Sicilia le ha pagate e consegnate, ma non si potevano usare in alcun modo.
In termini generali è un’ottima cosa fornire servizi nuovi via smartcard, per cui una CRS permette di autenticarsi a siti web della PA, permette di gestire alcune attività connesse ai servizi sanitari, etc. (man mano che si diffonderà).

Il problema nasce nel momento in cui una regione “si trova” con un servizio Windows-only:
1) dico “si trova” perché a fronte di domande specifiche rimane oscuro il perché sia accaduto, parrebbe che sia semplicemente capitato, come fosse una cosa piovuta dal cielo;
2) è un servizio SOLO per Windows perché le smartcard sono scelte con furbizia incredibile, fornendo solo quei modelli che hanno “driver” per Windows (niente Mac e Linux o magari standard aperti), ed i cui driver per Linux e Mac sono “acquistabili” o realizzabili con costi assurdi da aziende che vivono proprio grazie alle brillanti idee avute in fase di progettazione dei servizi (e pensare che telefonando ovunque per due settimane chiamando contatti raccolti via internet, qualche produttore che avesse già i driver io l’ho trovato).

In questo ambito il LUG di Trieste spicca per aver chiesto lumi alla propria regione e cercato possibili soluzioni .

Quella che sta partendo ora è una indagine su quanto sta avvenendo in tutte le regioni italiane. Chiunque abbia informazioni a proposito li può inviare al sottoscritto, in modo anche da dare il giusto risalto a quei casi che eventualmente si distinguano. Così che si diventi noi stessi tramite per quella PA che non parla con se stessa .

Diego Zanga
eLawOffice.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • franco scrive:
    Era tutta una bufalaaaaaaa
    http://punto-informatico.it/b.aspx?ticks=633371410517184152&i=2173306&m=2173318#p2173318http://punto-informatico.it/b.aspx?ticks=633371410517184152&i=2173306&m=2173318#p2173318http://punto-informatico.it/b.aspx?ticks=633371410517184152&i=2173306&m=2173318#p2173318Leggete va!poi venitemi ancora a dire che questa cazzata era la killer application... ahaaahaha che massa di buffoni!Regalate pure loro tutti i vostri preziosi soldini
  • HCK scrive:
    Utilizzassero pure il DRM
    Per togliermi i diritti. Scaricherò, metterò play e ri-registrerò la tracia con la scheda audio. Se mi sorbisco la pubblicità maledetta piena di subliminali voglio ascoltare quella musica dove mi pare. E WMA è un formato scarso.
    • Sandro scrive:
      Re: Utilizzassero pure il DRM
      Se lo tieni in formato loseless si altrimenti comprimere da una fonta già compressa non ti conviene
  • Sempre io ma non me logga scrive:
    MAJOR SMENTISCONO QTRAX
    http://www.repubblica.it/2007/11/sezioni/scienza_e_tecnologia/p2p3/contrordine/contrordine.html
    • GNAM scrive:
      Re: MAJOR SMENTISCONO QTRAX
      LOLIo ve l'avevo detto che era una cosa rivoluzionaria e innovativa, e questa ne è la prova.
      • Sempre io ma non me logga scrive:
        Re: MAJOR SMENTISCONO QTRAX
        - Scritto da: GNAM
        LOL

        Io ve l'avevo detto che era una cosa
        rivoluzionaria e innovativa, e questa ne è la
        prova.Rivoluzionaria e innovativa? al primo giorno ha gia' fatto una figura di merXa !!! forse si da questo punto di vista si... altre volte almeno certe figure si fanno dopo periodi piu' lunghi (rotfl)
        • il peccatore scrive:
          Re: MAJOR SMENTISCONO QTRAX
          guard che non è una buona notizia che abbiano sospeso....per quanto fosse azzoppata era un ottimo tentativo....vabbè dai, rimettiamo PG e buona notte, sarà per la prossima volta
  • Noss scrive:
    Non e' durato molto! (per la redazione)
    "Labels back away from Qtrax"http://www.news.com.au/story/0,23599,23121891-1702,00.html
  • Katoblepa scrive:
    Re: Hmmm non va bene
    E' vero che c'è qualche vincolo. Ma a tendere sarà leggibile anche su Ipod ad esempio....E' un bel passo avanti. Prima ascolti e se ti va ti compri il CD. Mica poco.Il punto è che che chi ama veramente la musica ed il bel suono non ci acconteterà mai di un file...ma questo è un altro discorso...
  • firefox scrive:
    downlovers.it
    Provate a dare un'occhiata a questo sito www.downlovers.it
    • Alessandro scrive:
      Re: downlovers.it
      - Scritto da: firefox
      Provate a dare un'occhiata a questo sito
      www.downlovers.itRidicolo, se qtrax è a questo livello è meglio lasciar perdere...
      • Katoblepa scrive:
        Re: downlovers.it
        Bè ho dato un'occhiata ultra veloce.....può essere meglio ma non è nemmeno male. E' in wma a 192kbs. Diciamo almeno dignitoso. A livello di lettore portatile è più che accettabile. Il DRM? Bè se è gratis, è suonabile sul lettore chissenefrega...
      • firefox scrive:
        Re: downlovers.it
        A me non sembra poi così male...a parte il database che non è immenso (ma aumenta di giorno in giorno), la qualità è buona e l'unica limitazione è che con il DRM:"è possibile masterizzare il file per altre 5 volte""è possibile sincronizzare il file per altre 5 volte"
    • giobbe scrive:
      Re: downlovers.it
      - Scritto da: firefox
      Provate a dare un'occhiata a questo sito
      www.downlovers.itma infatti. Li si possono pure masterizzare i cd. La faccenda e' sempre la solita: dato che questi qui di qtrax c'hanno la puutenza della grancassa mediatica sembra che si inventino per primi chissa che cosa. Un po' come con Skype, che e' bello caro quando chiami fuori internet rispetto ad altri operatori voip. Ma fortuna che i cercatori la roba buona la trovano.
    • XeM scrive:
      Re: downlovers.it
      appena provato, grazie per la segnalazione!Scaricato un intero album trenne l'ultima traccia.Il sito ora non mi si carica più...C'è forse tutta la communiti di PI ora a scaricare?!?!;-)XeM
    • anonymous scrive:
      Re: downlovers.it
      ooops! ho postato la stessa cosa sull'altra notizia sul qtrax.... effettivamente downlovers non è male male per quello che offre, chissà perchè non se ne è parlato per nulla!?
  • Katoblepa scrive:
    E la qualità del download?
    Non sembra malaccio. Anzi.....il DRM così come descritto mi pare largamente sopportabile....Non si dice niente però sul bitrate del download. Sotto una certa soglia la differenza con un CD è largamente percepibile....
  • il moralizzat ore scrive:
    Segnerà la storia del p2p
    Bah secondo me questo software potrebbe avere una sua parte importante nella storia del p2p senza dimenticare che metodi per aggirare i drm ci sono ...Ora bisogna vedere se la storia della pubblicità funzioni... Per chi usa linux ancora non si sa se ci sarà la possibilità di emularlo con wine ma potrebbe essere possibile...attendiamo l'uscita della beta e vedremo
    • il peccatore scrive:
      Re: Segnerà la storia del p2p
      - Scritto da: il moralizzat ore
      Bah secondo me questo software potrebbe avere una
      sua parte importante nella storia del p2p senza
      dimenticare che metodi per aggirare i drm ci sono
      ...Ora bisogna vedere se la storia della
      pubblicità funzioni... Per chi usa linux ancora
      non si sa se ci sarà la possibilità di emularlo
      con wine ma potrebbe essere
      possibile...attendiamo l'uscita della beta e
      vedremoper linux nada.... il problema non è l'eseguibile in sè (che magari va pure con wine) ma il sistema di DRM che si può usare SOLO con software proprietario (in questo caso MS), quindi credo che la MS non rilascerò mai il proprio DRM per linux mentre lo farà per MAC (i wmv porno che uso e sono protetti con DRM Wm vanno con media player su Mac ma non su Media Player sotto wine)infatti il software sarà disponbile da stanotte per per Win e da Marzo per Mac.....
  • Rockonomics scrive:
    Qualche riflessione
    1) Le major dimostrano apertura verso il "nuovo", seppelliscono il cd e vanno all'assalto dei P2P sul mercato e non nelle aule giudiziarie. Questo è indubbiamente un fatto positivo.2) La rivoluzione è nella fine della major e dell'oligopolio, non nella fine del cd. Cambia il terreno, ma se rimangono le major il mercato, con le sue regole e i suoi prezzi, rimarrà sempre oligopolista.3) I brani sono con DRM. Dietrofront?4) Quale sarà il prossimo passo. Un abbonamento flat sul modello "celestial juke box" ipotizzato mesi fa da Rick Rubin?Altre riflessioni, qui. http://rockonomics.wordpress.com/2008/01/28/la-presa-della-bastiglia/
  • LaNberto scrive:
    70-75%
    meno male lo hanno fatto in WMA, così è incompatibile col 70-75% dei lettori mp3 in giro, che sono tutti ipod.Un'altra operazione lungimirante
    • ISerializab le scrive:
      Re: 70-75%
      E'ovvio. Non li puoi manco masterizzare, forse nn hai letto con attenzione... Ti è tanto difficile capire perchè hanno usato Wma? A questo punto usa il file sharing
      • LaNberto scrive:
        Re: 70-75%
        - Scritto da: ISerializab le
        E'ovvio. Non li puoi manco masterizzare, forse nn
        hai letto con attenzione... Ti è tanto difficile
        capire perchè hanno usato Wma? A questo punto usa
        il file
        sharingNon tutti ritengono normale rubare la musica
        • Sgabbio scrive:
          Re: 70-75%
          si condivide...non si ruba....
          • LaNberto scrive:
            Re: 70-75%
            - Scritto da: Sgabbio
            si condivide...non si ruba....non meniamoci per il naso. Se ottieni per vie "non canoniche" oggetti che dovresti pagare questo si chiama furto.Il fatto che nel caso specifico venga considera colpa veniale non cambia l'approccio
          • yogurt scrive:
            Re: 70-75%
            Il fatto è che se io RUBO qualcosa, qualcuno non possiederà più qualcosa. Il furto è SOTTRAZIONE.Qui nessuno dei due perde nulla, anzi.L'unico che ci perde dovrebbe essere l'autore, perchè vede venir meno la retribuzione dei suoi sforzi. Però nella maggior parte dei casi non sono gli autori a lamentarsi, quanto le società tipo SIAE e RIAA, a capo delle quali ci sono i distributori.My 2 cents.
          • LaNberto scrive:
            Re: 70-75%
            - Scritto da: yogurt
            Il fatto è che se io RUBO qualcosa, qualcuno non
            possiederà più qualcosa. Il furto è
            SOTTRAZIONE.
            Qui nessuno dei due perde nulla, anzi.
            L'unico che ci perde dovrebbe essere l'autore,
            perchè vede venir meno la retribuzione dei suoi
            sforzi. Però nella maggior parte dei casi non
            sono gli autori a lamentarsi, quanto le società
            tipo SIAE e RIAA, a capo delle quali ci sono i
            distributori.
            Il tuo discorso presupporrebbe una filiera semplificata musicista-fruitore che nella realtà dei fatti quasi non esiste. E' chiaro che non comperando la musica invece ne soffra tutta la filiera musicista-studio di registrazione-replicazione-discografico - distributore - venditore finale.
          • Anonimo scrive:
            Re: 70-75%
            Quindi se entri di straforo al cinema, ad una mostra o ad un concerto non commetti un atto illecito (a meno che non ti freghi un seggiolino o un quadro), giusto? Il concerto, i quadri, il film sono ancora li', quindi...
          • eaman1 scrive:
            Re: 70-75%
            Non e' una merce in quantita' ristretta.
          • Umi-Bozu scrive:
            Re: 70-75%

            non meniamoci per il naso. Se ottieni per vie
            "non canoniche" oggetti che dovresti pagare
            questo si chiama
            furto.che vuoldire "non canoniche"? che tipo di "oggetti" sono quelli di cui si parla? che cosa, in realtà, io "pago" quando ne acquisto uno? che diritti mi conferisce l'acquisto?
            Il fatto che nel caso specifico venga considera
            colpa veniale non cambia
            l'approcciogiusto
          • LaNberto scrive:
            Re: 70-75%
            - Scritto da: Umi-Bozu che
            diritti mi conferisce
            l'acquisto?quelli specificati sulla confezione
          • joe tornado scrive:
            Re: 70-75%
            - Scritto da: LaNberto
            - Scritto da: Sgabbio

            si condivide...non si ruba....
            giusto.
            non meniamoci per il naso. Se ottieni per vie
            "non canoniche" oggetti che dovresti pagare
            questo si chiama
            furto.falso. Prego leggere l'art. 624 c.p. per una definizione di furto.

            Il fatto che nel caso specifico venga considera
            colpa veniale non cambia
            l'approccioE' un altro reato, l'approccio cambia, ed anche la punibilità.
          • LaNberto scrive:
            Re: 70-75%
            ma non il fatto che la cosa sia reato, e quindi punibile come da legge
          • joe tornado scrive:
            Re: 70-75%
            Esatto, si tratta di una diversa fattispecie. Pertanto, i vostri strali, nonchè la propaganda dei discografici, che cerca di far percepire il fatto come "furto", non hanno ragione di essere.Volendo ampliare il discorso, chiedo : mi si dimostri il danno.
          • LaNberto scrive:
            Re: 70-75%
            nell'ottemperanza della legge la dimostrazione del danno non mi pare sia prevista
          • joe tornado scrive:
            Re: 70-75%
            No, lo so. E' una questione "morale" !
          • Sgabbio scrive:
            Re: 70-75%
            No, tu non sai come funziona il p2p allora per dire una cosa del genere.
          • LaNberto scrive:
            Re: 70-75%
            so anche come si spellano i conigli, ma questo non vuol dire che faccia il macellaio
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: 70-75%
            - Scritto da: LaNberto
            non meniamoci per il naso. Se ottieni per vie
            "non canoniche" oggetti che dovresti pagare
            questo si chiama furto.Cosa, per la precisione, si dovrebbe pagare? Il 'diritto di copia' serve a garantire che l'editore proprietario di quel diritto possa recuperare dall'opera riprodotta abbastanza denaro da ripagare la spesa della riproduzione e per investire nella produzione di nuove opere. Tutto questo a beneficio del numero di opere diffuse, per il pubblico vantaggio. Le leggi che regolano la materia sono nate quando la riproduzione di opere era cosa costosa ed alla portata di pochi. Tanto che la copia a mano di libri non è punita: non può fare concorrenza all'editore pur non essendo una copia autorizzata.Ovvio che oggi la situazione è diversa. Chiunque può riprodurre perfettamente un'opera praticamente senza spese. Editore compreso. Se riproduco dieci copie di un brano, l'editore non subisce alcun danno, e l'artista nemmeno: l'uno non ha spese di (ri)produzione, l'altro non percepirebbe un centesimo in più di quel che ha già avuto dall'editore (i contratti a percentuale sono riservati a pochi artisti di 'grido').
          • LaNberto scrive:
            Re: 70-75%
            Attenzione! un conto è la possibilità di fare una cosa, l'altra è la sua legalità.Le due cose non vanno mescolate, se non quando il comune sentire riesce a far mofdificare la legge. Fino ad allora, se la legge non lo permette la cosa è illegale
          • www.aleks falcone.or g scrive:
            Re: 70-75%
            - Scritto da: LaNberto
            Attenzione! un conto è la possibilità di fare una
            cosa, l'altra è la sua legalità.
            Le due cose non vanno mescolate, se non quando il
            comune sentire riesce a far mofdificare la legge.
            Fino ad allora, se la legge non lo permette la
            cosa è illegaleNon ho messo in discussione la legalità di certe pratiche, ma l'inadeguatezza delle leggi attuali, nate per regolamentare una situazione diversa da quella di oggi. La legislazione sul 'diritto di copia' è nata per garantire la più ampia diffusione delle opere e della cultura. Oggi quelle stesse leggi finiscono per ostacolare quella stessa diffusione alla portata di tutti.
        • Lulu scrive:
          Re: 70-75%
          - Scritto da: LaNberto
          - Scritto da: ISerializab le

          E'ovvio. Non li puoi manco masterizzare, forse
          nn

          hai letto con attenzione... Ti è tanto difficile

          capire perchè hanno usato Wma? A questo punto
          usa

          il file

          sharing

          Non tutti ritengono normale rubare la musicaMi sa che non hai capito bene come funziona....Il DRM serve a taggare i file come "qtrax" in modo che sul p2p qtrax possano girare solo file qtrax. E' un meccanismo per tenere sotto controllo il p2p, e inoltre per controllare le canzoni piu' scaricate ed ascoltate (e in teoria pagare gli artisti in modo equo). Quindi un bel p2p gratis e tutto legale. Il problema del formato invece e' quasi obbligatorio, secondo te hanno scelto loro di non essere compatibili con gli iPod, o gli sara' stato impedito dalla Apple che giustamente non vede di buon occhio la cosa (che se fosse compatibile con l'iPod affosserebbe iTunes Store in un nanosecondo)? Non e' che questi sono stupidi e non hanno pensato al problema iPod, e noi i piu' svegli del mondo....Se vuoi essere compatibile con l'iPod, l'unico DRM che puoi usare e' quello proprietario Apple (e quindi che NON puoi usare), e l'unico altro modo per essere compatibile e' il non DRM. Ma visto che sono costretti ad usare un DRM....scelta obbligata.
          • LaNberto scrive:
            Re: 70-75%
            - Scritto da: Lulu....scelta
            obbligata....e zappa sui piedi
          • Boo scrive:
            Re: 70-75%
            e io ho creative :De cominceranno a fare radio qtrax..
          • Boo scrive:
            Re: 70-75%
            e credo che mi riscaricherò tutto (quello che è già WMA e rippato da miei CD) legalmente a qualità superioreche figata... non ci credo...
          • ISerializab le scrive:
            Re: 70-75%
            A mio parere, forse a causa dell'eccessivo sarcasmo hai capito male quello che volevo dire che è proprio quello che hai detto tu.
  • DeMilitariz ed_Zone scrive:
    Re: Hmmm non va bene
    A me non sembra così drammatica l’iniziativa, certo chi c’è dietro a qtrax prima di convincermi che finalmente stanno adattandosi al "Nuovo Mondo Digitale (TM)"deve farne delle belle, ma non li casserei così negativamente.Io mi immagino i discografici con i capelli bianchi che si sono guardati intorno per vedere come si muovono le cose su internet ed hanno trovato last.fm, si sono accorti che è uno dei servizi musicali che ha più successo e visto che il modello business di last.fm ha molte affinità con quello che volevano (pubblicità e non-controllo sui file audio da parte dell’utente) si sono ispirati a quello.Certo gli è mancato qualcosa come considerare l’interoperabilità e bisogna vedere anche quanto la nuova piattaforma sia aperta ai contenuti immessi dagli utenti (penso agli artisti poco famosi in cerca di pubblicità) e quanto la pubblicità che metteranno sia invasiva, eppure qualcosa si muove.Ora quello che io auspico veramente è che dopo questa iniziativa le major aprano i loro archivi a tanti potenziali player che potrebbero creare un nuovo mercato di gente tipo questo qtrax che potrebbero offrire la musica in download in cambio di introiti pubblicitari (così magari questo ipotetico nuovo player non si dimentica di Mac/Linux/Ipod).Se questo succedesse e le major cominciassero a guadagnare di più da questi introiti che da altro da lì a togliere definitivamente i DRM sarebbe questione di pocoche senso avrebbe infatti tenere il DRM se il CD originale con libretto e tutto lo compra a 35 euro solo l’appassionato/collezionista/fan sfegatato?che senso avrebbe il DRM se cmq ti è più comodo scaricare gli mp3 senza DRM dai siti dei vari ipotetici player (beccandoti quindi la pubblicità con cui verrebbe pagata la musica) piuttosto che dal mulo che ciuccia tante risorse/satura la banda/distrugge gli hard disk? Anche se gli mp3 DRM-free finissero sul mulo non gliene fregherebbe niente a nessuno visto che puoi scaricarli da internet con + comodità.Ma secondo voi collegandomi io tramite un firewall sulla mia LAN casalinga se collego il firewall ad internet tramite un proxy americano riesco a testare il servizio da qui?
    • DeMilitariz ed_Zone scrive:
      Re: Hmmm non va bene
      la logica è che se cel'hai già su cd poi non vedi + la pubblicità del loro programmino quindi niete introito.ovvero gli inserzionisti pagano troppo poco e bisogna massimizzare le visualizzazioni degli ads per avere dell'utile (i numeri non li conosco, sto immaginando sperando che non vogliano a tutti i costi un utile stratosferico)la cosa stupida IMHO è che se io visito il tuo sito regoalrmente perchè ascolto musica anche se l'mp3 che scarico oggi me lo metto su cd e lo ascolto per un mese in macchina la settimana successivo sarò cmq sul tuo sito per scaricare altra musica o magari fare solo un po di "scrobbling" a mo di last.fm...ma capirano anche questo.vedrai che + il sistema guadagna popolarità più gli inserzionisti dovranno pagare e quindi anche se tenessero i DRM solo per questioni economiche li toglieranno
      • DeMilitariz ed_Zone scrive:
        Re: Hmmm non va bene
        - Scritto da: DeMilitariz ed_Zone
        (i numeri non li conosco,
        sto immaginando sperando che non vogliano a tutti
        i costi un utile
        stratosferico)come non detto, arrivata la smentita, ad occhio e croce direi che se last.fm campa ma qtrax no vuol dire che l'utile che potevano farci non bastava.bella roba, ora i numeri vorrei veramente conoscerli e vedere con che utile lavorano
    • MegaLOL scrive:
      Re: Hmmm non va bene
      - Scritto da: Marco
      Comunque ragazzi non so se vi rendete conto...ma
      quello che sta succedendo ha una portata storica,
      noi abbiamo CAMBIATO IL MONDO!!! Alla faccia di
      chi dice che le nuovi generazioni non hanno fatto
      un cacchio
      asdNon hai cambiato un bel niente, scendi dal catino che usi come piedestallo.Tu e le "giovani generazioni" non avete fatto niente: non avete inventato i computer, non avete inventato internet, non avete inventato il web.Altri l'hanno fatto, voi ne usufruite soltanto e vi credete grandi perchè utilizzate un servizio.Poveri fessi. :D
      • Sgabbio scrive:
        Re: Hmmm non va bene
        questa è la tipia risposta da chi non vuol sentire.Se non era per il p2p, di sicuro non avrebbero cercato di fare una cosa simile.
      • Manolo scrive:
        Re: Hmmm non va bene
        fino a prova contraria chiunque abbia tenuto il mulo acceso anche (e sopratutto) quando si ha avuto bisogno di PG ha fatto il suo: la banda e gli IP ce li abbiamo messi tutti.OTdici VOI opposto a NOI quindi capisco che tu di anni ne hai 50-60circa (??) e fai parte delle generazioni che hanno inventato quello che elenchi (tutti americani, neppure una delle cose che hai elencato sono state inventate in EU) ed allora dovresti VERGOGNARTI di cosa hai permesso che succedesse all'Italia quando potevi avere peso politico (generazionalmente parlando). Di dove sei: Napoli? i ragazzi campani hanno manifestato contro la mafia e non la vogliono +, quando eri ragazzo tu siete stati zitti e buoni e vi siete trasferiti al nord per lavorare nelle fabbriche senza fiatare.Di Dove sei: Milano?allora hai permesso che le nostre grandi aziende venissero distrutte da 4 ladroni che in cambio vi hanno dato qualche pensione da finto invalido e si sono venduti tutto il resto tra le solite 4-5 famiglie (hai letto bene: FAMIGLIE fatte di cognomi)grazie di cuore se oggi io devo trasferirmi all'estero per trovare lavoro e casa
  • eheheh scrive:
    sarà un servizio migliore
    E questo sarebbe un servizio migliore?
    • pippo scrive:
      Re: sarà un servizio migliore

      E questo sarebbe un servizio migliore?Beh, ti evita la galera :D
      • franco scrive:
        Re: sarà un servizio migliore
        Si certo infatti si va in galera per il p2p....Senti non parlare se non sai le cose,lo scaricamento è un reato punito con sanzione amministrativa,quindi ti prendi una multa(forse milionaria) ma in carcere non ci finisci manco avendo condivisio un tera di file
        • pippo scrive:
          Re: sarà un servizio migliore

          Si certo infatti si va in galera per il p2p....
          Senti non parlare se non sai le cose,lo
          scaricamento è un reato punito con sanzione
          amministrativa,quindi ti prendi una multa(forse
          milionaria) ma in carcere non ci finisci manco
          avendo condivisio un tera di
          fileSe non ci finisce clemente... :D
  • gerry scrive:
    Può essere utile
    Se non è pachidermico come iTunes e non istalla troppa cacca allora può essere anche carino come strumento di preview.Ma da qui a dire che ammazzerà il cd ne passa di acqua sotto i ponti...
  • giovi85 scrive:
    Esiste già un servizio simile in Italia
    Ciao a tutti, tempo fa ho trovato un sito dove è possibile scaricare musica LEGALE e GRATIS. Anche qui i brani sono protetti però a differenza del servizio offerto da Qtrax, potete masterizzarli su CD massimo 5 volte. Una volta masterizzati su CD potete convertirli in mp3 e riversarli sul computer o qualsiasi altro apparecchio.Forse già lo conoscete il sito: http://www.downlovers.it/Ci sono molti brani, anche italiani. Per il momento però sono disponibili solo quelli distribuiti dalla Warner Music Italia S.r.l.Ciao
    • scicchi scrive:
      Re: Esiste già un servizio simile in Italia
      Grazie. E' interessante...
    • longinous scrive:
      Re: Esiste già un servizio simile in Italia
      Li avevo contattati per chiedere delucidazioni riguardo la possibilità di ascolto dei brani su GNU/Linux.Non si sono nemmeno degnati di rispondermi.Non dico che mi hanno risposto male o non mi hanno saputo rispondere.Ignorato.Per me possono morire fulminati mentre cambiano un server che si è fritto!
  • Nilok scrive:
    La speranza è l'ultima...a morire...
    Ave.E' proprio vero che ognuno vive delle sue illusioni...Come ci si può illudere che un sistema DRM sia invalicabile?Quando anche l'Italia potrà raggiungere quei "babbei"... vedremo....Certo, anche io vivo delle mie illusioni...A presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/http://it.youtube.com/Nilok1959
    • gerry scrive:
      Re: La speranza è l'ultima...a morire...
      - Scritto da: Nilok
      E' proprio vero che ognuno vive delle sue
      illusioni...
      Come ci si può illudere che un sistema DRM sia
      invalicabile?In particolare questo... line out
      line in e stai a posto.
  • asvero panciatici scrive:
    Serve a legare gli artisti...
    Le majors cominciano a capire che la battaglia contro il p2p è persa. Hanno trasformato loro stessi la musica in un prodotto commerciale di basso valore, un prodotto usa e getta, la percezione del suo valore da parte del pubblico si è modificata di conseguenza e nessuno ormai ha più voglia di spendere molto per comprare musica. L'idea che la musica si ascolta per lo più gratis, comprando solo pochissime cose a cui si riconosce un alto valore, è diffusa e impossibile da estirpare. Varando un sistema del genere si prende atto del fenomeno e si cerca di cavalcarlo al meglio: si tira fuori qualche introito dalla pubblicità, col DRM si evita di interferire con quel poco che rimane della vendita di CD, si lega l'utente ad una piattaforma il cui produttore in cambio darà (immagino) supporto tecnologico gratis.Ma sopratutto, con questo giochino si evita quello che sarebbe il vero danno, per le majors, del P2P libero: la produzione e distribuzione diretta di musica da parte degli artisti, senza la loro intermediazione.Questo è il vero scopo dell'iniziativa; che tuttavia non funzionerà.
  • xspark scrive:
    L'ennesima str++zata
    ...delle major. La loro musica DRMmata se la possono ficcare dove sanno. Voglio proprio vedere quanti insulsi compreranno musica con lucchetto.
  • nome cognome scrive:
    Ma su YouTube ...
    ... ci sono tutte le canzoni e compresi i video ^_^ e senza fare p2p ! è una cosa che non comprendo ...
    • rocco tanica scrive:
      Re: Ma su YouTube ...
      - Scritto da: nome cognome
      ... ci sono tutte le canzoni e compresi i video
      ^_^ e senza fare p2p ! è una cosa che non
      comprendo
      ...la qualita' non e' paragonabile, se vuoi musica gratis esistono cmq gia' siti come jamendo che da anni lo fanno legalmente.Io continuero' a pagare 99c su itunes per potermi masterizzare i brani su cd senza pubblicita'
      • franco scrive:
        Re: Ma su YouTube ...
        Sai che quando acquisti su i-tunes nessun centesimo dei tuoi soldi va a finire nelle tasche degli artisti?Prendi i radiohead,sono l'icona del rock moderno eppure il loro contratto non aveva una voce relativa agli introito delle major sulla vendita della loro musica.Quando compri su i-tunes non paghi la musica al suo creatore bensi a qualche vecchio approfittatore di qualche casa discografica...poi magarai non te ne frega niente ma magari non lo sapevi e la cosa ti scoccia un pò ;)
        • sadasd sdasd scrive:
          Re: Ma su YouTube ...
          - Scritto da: franco
          Sai che quando acquisti su i-tunes nessun
          centesimo dei tuoi soldi va a finire nelle tasche
          degli
          artisti?
          Prendi i radiohead,sono l'icona del rock moderno
          eppure il loro contratto non aveva una voce
          relativa agli introito delle major sulla vendita
          della loro
          musica.
          Quando compri su i-tunes non paghi la musica al
          suo creatore bensi a qualche vecchio
          approfittatore di qualche casa discografica...poi
          magarai non te ne frega niente ma magari non lo
          sapevi e la cosa ti scoccia un pò
          ;)il vecchio profittatore paga dei contratti a questi artisti che cedono i diritti di distribuzione sulla loro arte.Quindi sono gli artisti che vogliono l'intermediario con tutti i suoi pro e contro... e si arrangiano.
      • nome cognome scrive:
        Re: Ma su YouTube ...
        - Scritto da: rocco tanica
        - Scritto da: nome cognome

        ... ci sono tutte le canzoni e compresi i video

        ^_^ e senza fare p2p ! è una cosa che non

        comprendo

        ...
        la qualita' non e' paragonabile, se vuoi musica
        gratis esistono cmq gia' siti come jamendo che da
        anni lo fanno
        legalmente.
        Io continuero' a pagare 99c su itunes per potermi
        masterizzare i brani su cd senza
        pubblicita'Ok ma non è sempre la stessa cosa? Anche se la qualità è inferiore (di alcuni pezzi la qualità è alta comunque).
      • anonymous scrive:
        Re: Ma su YouTube ...
        - Scritto da: rocco tanica
        - Scritto da: nome cognome

        ... ci sono tutte le canzoni e compresi i video

        ^_^ e senza fare p2p ! è una cosa che non

        comprendo

        ...
        la qualita' non e' paragonabile, se vuoi musica
        gratis esistono cmq gia' siti come jamendo che da
        anni lo fanno
        legalmente.Ma su jamendo c'è solo roba di artisti che distribuiscono la loro musica con licenza CC.
  • Gunny35 scrive:
    Idea interessante
    Comunque un passo nella giusta direzione. Forse le major hanno trovato la strada giusta per utilizzare Internet? Certo l'utilizzo dei brani scaricati è limitato, ma d'altronde sono regalati...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 gennaio 2008 01.52-----------------------------------------------------------
    • joe tornado scrive:
      Re: Idea interessante
      risparmio
      soldi che spendero' per altre cazzate"). tipo il mutuo della casa
      • Giulio Guidetti scrive:
        Re: Idea interessante
        - Scritto da: joe tornado
        risparmio

        soldi che spendero' per altre cazzate").

        tipo il mutuo della casaA tuo parere l'importanza di spendere il proprio denaro, tra pagare il mutuo e comprare beni superflui e' la medesima? Visto che la "musica" e' un bene che mi pare accessibili a tutti (basta accendere la radio) non mi pare proprio che compiere un illecito per acquisire un bene non di primaria importanza sia in qualche modo giustificabile (ne' legalmente, ne' moralmente). Io allora mi metto a rubare le ferrari perche' posso permettermi solo una cinquecento, visto che il resto dei soldi mi serve per pagare la bolletta della luce.
        • joe tornado scrive:
          Re: Idea interessante
          - Scritto da: Giulio Guidetti
          - Scritto da: joe tornado

          risparmio


          soldi che spendero' per altre cazzate").



          tipo il mutuo della casa

          A tuo parere l'importanza di spendere il proprio
          denaro, tra pagare il mutuo e comprare beni
          superflui e' la medesima? certamente no.Visto che la "musica"
          e' un bene che mi pare accessibili a tutti (basta
          accendere la radio) in larga parte, spazzaturanon mi pare proprio che
          compiere un illecito per acquisire un bene non di
          primaria importanza sia in qualche modo
          giustificabileehhhh come sei preciso ! Sai che anche tu, ad esempio, non fermandoti alle strisce pedonali con l'auto, realizzi un illecito ? (ne' legalmente,ok, anche se il danno è tutto da dimostrare ne' moralmente).la moralità me la gestisco da me.
          Io allora mi metto a rubare le ferrari perche'
          posso permettermi solo una cinquecento, visto che
          il resto dei soldi mi serve per pagare la
          bolletta della
          luce.Oh che palle, almeno cambiate esempio !
    • roberto di scrive:
      Re: Idea interessante
      - Scritto da: Giulio Guidetti
      PS: io appartengo alla seconda categoria, quelli
      che scaricano (probabilmente circa 10 canzoni
      l'anno e un paio di film: ascolto quasi sempre la
      radio; i film li prendo quasi esclusivamente in
      DVD perche' non e' sempre semplice trovarne di
      ottima qualita' sul mulo: video e audio DTS e in
      videoteca mi costano 4 euro a fronte di un pacco
      di tempo per scaricarmeli) ....sono pero'
      CONSAPEVOLE che sto "sbagliando"... non che me ne
      freghi piu' di tanto (la mia "moralita' civica"
      e' pari a zero) ma quantomeno non accampo scuse
      improbabili per giustificare i miei
      "errori".Hai anche il coraggio di dare il tuo nome e cognome? Se no é facile fare "Outing dietro uno pseudonimo.
      • Giulio Guidetti scrive:
        Re: Idea interessante
        - Scritto da: roberto di
        - Scritto da: Giulio Guidetti

        Hai anche il coraggio di dare il tuo nome e
        cognome?
        Se no é facile fare "Outing dietro uno
        pseudonimo.Dovrei postare il mio nome e cognome su un forum pubblico ammettendo di compiere un illecito? Non ho mai affermato di essere "migliore" di molti altri, ho solo detto che non mi metto a cercare improbabili scuse per giustificare il mio operato. Tra l'altro non mi pare di aver scritto chissa' quale incredibile verita', quindi la pubblicazione del mio nome e cognome dovrebbe servire a cosa? A dare piu' credibilita' alle mie affermazioni?Sono solo giunto alla naturale conclusione che chi diceva di scaricare illegalmente per valutare l'acquisto, adesso non ha piu' (almeno parte di essi) questa scusa, quindi stiamo a vedere cosa altro si inventeranno pur di non ammettere la "verita'".
        • jank scrive:
          Re: Idea interessante
          Beh, io ho detto che lo faccio davvero di scaricare per valutare l'acquisto, ma sui siti che ho segnalato nella precedente risposta.Prezzi più bassi e autori spesso non reperibili nemmeno nei negozi di musica più forniti (e cmq dai prezzi notevolmente più elevati).
        • www.aleksfa lcone.org scrive:
          Re: Idea interessante
          - Scritto da: Giulio Guidetti
          Dovrei postare il mio nome e cognome su un forum
          pubblico ammettendo di compiere un illecito? Non
          ho mai affermato di essere "migliore" di molti
          altri, ho solo detto che non mi metto a cercare
          improbabili scuse per giustificare il mio
          operato. Tra l'altro non mi pare di aver scritto
          chissa' quale incredibile verita', quindi la
          pubblicazione del mio nome e cognome dovrebbe
          servire a cosa? A dare piu' credibilita' alle mie
          affermazioni?
          Sono solo giunto alla naturale conclusione che
          chi diceva di scaricare illegalmente per valutare
          l'acquisto, adesso non ha piu' (almeno parte di
          essi) questa scusa, quindi stiamo a vedere cosa
          altro si inventeranno pur di non ammettere la
          "verita'".Non hai detto nulla di sensato. C'è chi si vergogna di compiere reati e trova delle 'scuse'? Lo sappiamo, e dunque?Tu non ti vergogni e dichiari apertamente di compiere quegli stessi reati? E allora? Probabilmente questo servizio non ti interessa, ma a che serve il tuo commento? Vuoi che qualcuno ti dica bravo perché la tua immoralità è tanto completa da disprezzare chi cerca scusanti?
        • roberto di scrive:
          Re: Idea interessante
          Hai anche il coraggio di dare il tuo nome e cognome?Se no é facile fare "Outing dietro uno pseudonimo.Voleva essere una provocazione al fatto che ti sei dato peruno che scarica, "occasionalmente".A me hai dato l'impressione che volevi darti piú credibilitá in quanto "anche tu sei uno di.....quelli/noi/loro/"Io sono uno di "quelli che...." ma non ho mai detto che scarico perché i prezzi sono alti.Scarico perché in rete trovo cose, e non solo musica, che da altre parte non troverei mai.Certo che chi "Crea" arte /musica/ o che altro, ha diritto sulla sua opera di guadagnarsi il pane quotidiano.Ma non sono certo gente come es:Bono-U2, che é favorevole al "Diritto d'autore" fino a 90, dico NOVANTA!!!!!! anni dopo la morte dell'autore, che hanno bisogno di questi "PRIVILEGI"Io vivo in Germoney, e conosco un ragazzo che é stato obbligato ad iscriversi, dico obbligato, alla SIAE di qui:GEMA per poter vendere i suoi CD e in piú paga per ogni CD venduto onlineDeve pagare la GEMA per suonare la sua musica etc .... stai pur certo che se mai una sua canzone un qualche cosa guadagnerá, non ne sará certo il beneficiario.Ora su Qtrax: dimmi che passo avanti é se per ascoltare la musica offerta devi scaricare il lettore per poterla sentire,(non voglio sapere che ci sará li dentro oltre al lettore) che si puó usare solo su Windows, come se altri OS non esistessero.A me non sembra una buona idea ne tantomeno un passo avanti.Semplicemente una prova per testare il terreno, solo che con la formula DRM é destinata a fallireChi ci rimetterá saranno i poveri fessi di QTRAX che ci hanno creduto.Le major invece avranno visto che non funziona e cercheranno altre vie.
  • ScaccoMatto scrive:
    Haha..e chi si fida ???
    E chi si fiderebbe di mettere in condivisione quello che desidero, sapendo che le major hanno stipulato accordi con loro... Rimango sulla mia. Pago un dollaro ai russi su mp3festa.com e sto tranquillo...
    • GNAM scrive:
      Re: Haha..e chi si fida ???
      In che senso?Mica devi mettere in condivisione i tuoi files mp3,credo solo quello che hai scaricato da loro
    • tiecc scrive:
      Re: Haha..e chi si fida ???
      mi associo tutto quanto e anche di più: è solo uno dei tanti modi per venire a ficcare sempre di più il naso nei miei affari: sapere che musica mi piace,quali compilation faccio,quali pubblicità clicco e cosa mi piace di più...sempre la stessa storia,il gioco della canna da pesca e dell'esca,e le persone continuano a cascarci in tutte le ere..
    • Alessandro scrive:
      Re: Haha..e chi si fida ???
      - Scritto da: ScaccoMatto
      Rimango sulla mia.
      Pago un dollaro ai russi su mp3festa.com e sto
      tranquillo...rotfl
  • GNAM scrive:
    Dovrebbe uscire alle 6 di mattina
    Mezzanotte ora EST
  • GNAM scrive:
    Re: Hmmm non va bene
    Meglio la musica a pagamento o la musica gratuitamente su uno specifico software windows?Decidi tu, tanto la musica a pagamento ci sara' ancora.Io penso a installazioni DI MASSA di qtrax.
    • franco scrive:
      Re: Hmmm non va bene
      Meglio la musica gratuita diffusa come cazzo ci pare e che se valida porti all'acquisto del brano/cd/compilation previa valutazione/ascolto/giudizio per non buttare via i propri soldi pagando il pizzo a qualche discografico o intermediario vario.
      • sadasd sdasd scrive:
        Re: Hmmm non va bene
        io non ho capito dove sta il problema...le majors impacchettano il lavoro di un artista o uno pseudo artista con 3.000 cazzate e ti fanno provare l'ebrezza di un sistema pachidermico.L'artista non è allo scuro di ciò.L'artista è d'accordo. Si prende i soldini del suo contratto e poi vende la sua arte alle majors.Se odi le majors dovresti, a fil di logica, odiare anche gli artisti che ci fanno affari.Esistono etichette indipendenti e opere protette da Creative Common.La verità è che alla gente piace la musica fatta dagli artisti che consenzientemebte usano le majors, però non vogliono comprare alle condizioni (assurde) imposte dalle majors e allora scaricano "illegalmente" (ricordiamo che in Italia già paghiamo la tassa per archiviare ed eseguire le opere coperte da copyright, quindi a rigor di logica, sarebbe legale).Se boicottate le majors, boicottate anche gli artisti che ci si appoggiano.
        • franco scrive:
          Re: Hmmm non va bene
          Ed io infatti non acquisto più nessun CD,quello dei radiohead però l'ho preso,il resto lo prendo via CC come per esempio le canzoni degli "eretici" ;)
        • www.aleksfa lcone.org scrive:
          Re: Hmmm non va bene
          - Scritto da: sadasd sdasd
          Se boicottate le majors, boicottate anche gli
          artisti che ci si appoggiano.Manca un elemento: se gli editori musicali fallissero, non si estinguerebbero gli artisti. E nemmeno mancherebbero i mezzi per diffonderne le opere.
      • Lulu scrive:
        Re: Hmmm non va bene
        - Scritto da: franco
        Meglio la musica gratuita diffusa come cazzo ci
        pare e che se valida porti all'acquisto del
        brano/cd/compilation previa
        valutazione/ascolto/giudizio per non buttare via
        i propri soldi pagando il pizzo a qualche
        discografico o intermediario
        vario.AHAHAHAHAHAHSei proprio un buffone, se te ti prendi per il culo da solo, non significa che puoi prendere per il culo anche gli altri.Vuoi ascoltare il brano per valutazione/ascolto/giudizio?Vai da Ricordi, ascolti tutti i brani che ti pare, giudichi tutto quello che ti pare, e compri tutti i cd che ti pare.Ma forse il problema e' che non vuoi pagare????
      • shezan74 scrive:
        Re: Hmmm non va bene
        Il problema è che nel tuo "universo" non hai lasciato spazio per una cosa non trascurabile:-la musica deve essere gratis-le major devono scomparire-io devo poter scaricare la musica e ascoltarla dove mi pare.ok.e adesso spiegami, per cortesia, come paghi:1) l'artista o la band2) i fonici3) tutte le persone necessarie per realizzare il prodotto audiogli mandi un panettone a Natale? o pensi che siccome la musica è gratis è uno scandalo che chi canta debba guadagnare dal suo LAVORO?Credo che si stia ASTRAENDO un po' troppo la REALTA'. Credi forse che un brano musicale appaia sul P2P dal nulla, creato dal caos nell'hard disk del primo condivisore?maddai...
        • franco scrive:
          Re: Hmmm non va bene
          Hai presente il progetto dei radiohead??L'artista si paga cosi,le major e chi lavora per loro chi ha detto ceh vanno pagate!!io non voglio dare un centesimo a loro!!possono fallire e sicuramente avremo più musica di qualità in giro.Gli artisti,se veramente si definiscono tali e il loro obiettivo non è solo spennare qualche pollo come i dementi che pertecipano a questo thread, creano o compongono per loro stessi e affinchè la loro opera ed il loro pensiero venga diffuso il più possibile.Il p2p ed internet permettono una diffusione delle proprie opere che trascende le possibilità che questi neo-artisti avrebbero stando sotto un etichetta discografica,va da se che se saranno bravi sempre grazie alle nuove tecnologie sapranno distribuire musica a pagamento come i radiohead saltando gli intermediari.In caso contrario a lavorare come fanno tutti...
      • gerry scrive:
        Re: Hmmm non va bene
        - Scritto da: Giulio Guidetti
        *SE* compri un CD... ma tu NON LO HAI COMPRATO.Il problema è che non ci sono mezze misure.Se imponi il DRM non potrai utilizzarlo nemmeno se l'hai comprato.Se non lo imponi potrai comunque utilizzarlo anche se non l'hai comprato.Binario :D
    • rockroll scrive:
      Re: Hmmm non va bene
      - Scritto da: GNAM
      Meglio la musica a pagamento o la musica
      gratuitamente su uno specifico software
      windows?

      Decidi tu, tanto la musica a pagamento ci sara'
      ancora.
      Io penso a installazioni DI MASSA di qtrax.Decido io:Nessuna della due proposte, anche se la seconda è la meno peggio.La terza soluzione è ... il crack della seconda... Ed ora decidi tu: vuoi essere libero o schiavo?
      • GNAM scrive:
        Re: Hmmm non va bene

        Ed ora decidi tu: vuoi essere libero o schiavo?Esiste la libertà mia e anche la libertà dell'artista.QTRAX mi sembra il compromesso perfetto.
        • sadasd sdasd scrive:
          Re: Hmmm non va bene
          - Scritto da: GNAM

          Ed ora decidi tu: vuoi essere libero o schiavo?

          Esiste la libertà mia e anche la libertà
          dell'artista.

          QTRAX mi sembra il compromesso perfetto.La tua libertà di non pagare l'equo compenso esiste?
        • www.aleksfa lcone.org scrive:
          Re: Hmmm non va bene
          - Scritto da: GNAM
          QTRAX mi sembra il compromesso perfetto.Non mi pare. Gli editori continuano a prendere i loro soldi, mentre i fruitori non possono utilizzarne il prodotto, i dischi continueranno ad essere venduti, ed agli editori arriveranno soldi anche dal canale tradizionale. Mi pare che a perderci siano solo gli utenti, attirati da una finta gratuità, indotti a rinunciare ad essere liberi. Continuerò ad acquistare direttamente la musica: costa meno.
    • GNAM scrive:
      Re: Hmmm non va bene
      BOHMeglio masterizzabile ovunque, copiabile ovunque e illegale o funzionante solo dentro QTRAX e legale?Direi la seconda
      • gerry scrive:
        Re: Hmmm non va bene
        - Scritto da: GNAM
        BOH

        Meglio masterizzabile ovunque, copiabile ovunque
        e illegale o funzionante solo dentro QTRAX e
        legale?

        Direi la secondaCosa me ne faccio di un brano che non posso ascoltare in treno? :DNon mi passa mai sui vagoni, mi vuoi togliere anche la musica?
        • qualcuno scrive:
          Re: Hmmm non va bene
          - Scritto da: gerry

          Meglio masterizzabile ovunque, copiabile ovunque

          e illegale o funzionante solo dentro QTRAX e

          legale?



          Direi la seconda

          Cosa me ne faccio di un brano che non posso
          ascoltare in treno?
          :DO in macchina...
          Non mi passa mai sui vagoni, mi vuoi togliere
          anche la
          musica?prova a farti il Brennero ascoltando le radio austriache o bavaresi ;)
        • shezan74 scrive:
          Re: Hmmm non va bene
          - Scritto da: gerry
          Non mi passa mai sui vagoni, mi vuoi togliere
          anche la
          musica?No...comprati il CD o ascolta la radio.La radio vive DA ANNI sul principio di questo "QTRAX". Musica e pubblicità. Niente di nuovo sotto il sole...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Hmmm non va bene
            Non sapevo che un CD potesse entrare in un lettore mp3 :DChe risposta semplicistica la tua Oo
          • gerry scrive:
            Re: Hmmm non va bene
            - Scritto da: shezan74
            No...
            comprati il CD o ascolta la radio.Giusto. di Qtrax non me ne faccio (quasi) niente.
            La radio vive DA ANNI sul principio di questo
            "QTRAX". Musica e pubblicità. Niente di nuovo
            sotto il
            sole...A parte che Qtrax sarebbe on-demand...A me la radio da noia, non c'è quasi più nessuno che trasmetta musica, c'è troppo entertainment.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Hmmm non va bene
            Virgil radio trasmette quasi solo musica.
          • gerry scrive:
            Re: Hmmm non va bene
            - Scritto da: Sgabbio
            Virgil radio trasmette quasi solo musica.sta seguendo il percorso di tutte le nuove radio.Inizia trasmettendo solo musica, poi piano piano inserisce l'entertainment...Io scommetto che fra un po' sarà indistinguibile dalle altre ;)EDIT: cmq rimane lontana da un modello scarico quello che voglio e/o ascolto on-demand.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 gennaio 2008 14.39-----------------------------------------------------------
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Hmmm non va bene
            - Scritto da: shezan74
            La radio vive DA ANNI sul principio di questo
            "QTRAX". Musica e pubblicità. Niente di nuovo
            sotto il sole...Non è la stessa cosa. Della radio posso registrare un brano, scaricare il podcast, ascoltarla dove preferisco e con tutti gli apparecchi che voglio.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Hmmm non va bene
        - Scritto da: GNAM
        BOH

        Meglio masterizzabile ovunque, copiabile ovunque
        e illegale o funzionante solo dentro QTRAX e
        legale?

        Direi la secondaIo dico di no. Per le mie esigenze multimediali su win uso solo 2 software, ovvero Winamp e VLC, il primo lo uso per i file audio, il secondo per i video visto che integra dentro di se tutti i codec necessari. Però posso sempre guardarmi i video con Winamp (avedo installato i codec che mi servono) e sentire l'audio con VLC indistintamente. Qua invece mi propongono una soluzione che mi lega a loro con un DRM che m'impedisce di sentire i brani scaricati su altri software e dispositivi.Poi tu hai tirato fuori il masterizzabile! Ti girerebbero le balle se tu ti compri il CD che ti piace tanto, ma sei costretto a sentirlo con un determinato lettore imposto dalla casa discografica.....
        • Lulu scrive:
          Re: Hmmm non va bene
          Secondo me non e' male invece, intanto e' utilizzabile su Windows e su Mac (a partire da Marzo). Quindi l'unica vera limitazione e' per gli utenti Linux.Secondo aspetta 1 mese e vedi come arriveranno i software per renderli compatibili con tutti dispositivi portatili, (lettori mp3, cellulari ecc ecc). L'unico punto dolente e' la compatibilita' con gli iPod, che il buon vecchio Jobs non fara' mai, se non vuole rinunciare al suo 80% di mercato di iTunes Store.Ma se e mai riusciranno a renderlo compatibile con gli iPod, stai sicuro che ci sara' un boom di questo Qtrax
          • Sgabbio scrive:
            Re: Hmmm non va bene
            solo per la limitazione all'uso del software specifico, non credo che avrà successo.
          • Lulu scrive:
            Re: Hmmm non va bene
            Beh pure iTunes Store e'limitato all'utilizzo di iTunes-iPod.....pero' funziona.Sempre che tu possa comunque usare questo software come lettore musicale preferito, anche con gli altri mp3 che hai nel pc (che non potrai condividere ma mi auguro potrai ascoltare). Poi essendo wma, sara' ben presto compatibile con wmp, e non credo passera' molto prima che arrivi la compatibilita' con cellulari Nokia, Motorola, Sony.Insomma ripeto, secondo me l'unico vero problema (e neanche piccolo)rimane la compatibilita' con l'iPod
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Hmmm non va bene
            - Scritto da: Lulu
            Insomma ripeto, secondo me l'unico vero problema
            (e neanche piccolo)rimane la compatibilita' con l'iPodDovresti dirlo coniugato al futuro: ora come ora è estremamente limitato ad una piattaforma e non trasferibile su altri supporti.
      • www.aleksfa lcone.org scrive:
        Re: Hmmm non va bene
        - Scritto da: GNAM
        BOH

        Meglio masterizzabile ovunque, copiabile ovunque
        e illegale o funzionante solo dentro QTRAX e
        legale?

        Direi la secondaMolto meglio l'acquisto tradizionale. La mia libertà non vale così poco.
    • www.aleksfa lcone.org scrive:
      Re: Hmmm non va bene
      - Scritto da: GNAM
      Meglio la musica a pagamento o la musica
      gratuitamente su uno specifico software
      windows?Meglio a pagamento. La libertà non ha prezzo.
  • GNAM scrive:
    E' una KILLER APPLICATION?
    Non avrei mai immaginato che si sarebbe trattatodi un P2P supportato dalle major.Ho il sospetto che questa sia la KILLER APPLICATION che stavamo aspettando.CIAO CIAO LINUX
    • franco scrive:
      Re: E' una KILLER APPLICATION?
      Tornatene nel tuo mondo ad immaginare un mondo di stupidi a tua immagine e somiglianza...
      • GNAM scrive:
        Re: E' una KILLER APPLICATION?
        LOL e che ho detto di stupido?Io credo che ogni LINARO vorra' avere la musica GRATIS, anche perche' i LINARI sono notoriamente SCROCCONI.Prevedo una riconversione in massa.
        • franco scrive:
          Re: E' una KILLER APPLICATION?
          Uff mai un giorno che si possa stare in pace senza qualche trollone rompipalle...
        • Nicola scrive:
          Re: E' una KILLER APPLICATION?
          Io prevedo invece che i linari come me rimarranno ad usare il mulo; il mulo rimarrà imprescindibile per anni ancora, anche per i winari, perché semplicemente non è pensabile il non permettere la masterizzazione su cd.O meglio, è pensabile, e capisco le major, ma vedrai che dopo un po' non se lo cagheranno in troppi.Ovviamente è tutto un "secondo me".P.s.: io sono diventato linaro proprio per smettere di scroccare dato che prima avevo un XP piratato, ma le tue trollate sono divertenti.
          • GNAM scrive:
            Re: E' una KILLER APPLICATION?
            Mi sembra il servizio piu' innovativo dai tempi di NAPSTER :P
          • franco scrive:
            Re: E' una KILLER APPLICATION?
            Certo noi linari siamo totalmente scrocconi!Siamo anche un pò stronzi sai!?perchè parlare di software open source e gratuito quando si può avere il leggendario e gratuito:WinXP.Pro.SP2+Crack.isoTanto è tutto gratis anche li!ma chi ce l'ha fatto fare di migrare da un altra parte!sai che quasi quasi mi stai convincendo??
          • Sgabbio scrive:
            Re: E' una KILLER APPLICATION?
            - Scritto da: franco
            Certo noi linari siamo totalmente scrocconi!
            Siamo anche un pò stronzi sai!?perchè parlare di
            software open source e gratuito quando si può
            avere il leggendario e
            gratuito:

            WinXP.Pro.SP2+Crack.iso


            Tanto è tutto gratis anche li!ma chi ce l'ha
            fatto fare di migrare da un altra parte!sai che
            quasi quasi mi stai
            convincendo??Dovevi mettere "Corporate" in quel nome :D
        • sadasd sdasd scrive:
          Re: E' una KILLER APPLICATION?
          - Scritto da: GNAM
          LOL e che ho detto di stupido?hai detto "ciao ciao linux" come se linux dipendesse da un software delle majors.. e questa ti assicuro è una delle + grandi minchiate sentite nel 2008.

          Io credo che ogni LINARO vorra' avere la musica
          GRATIS, anche perche' i LINARI sono notoriamente
          SCROCCONI.
          Scrocconi.. già..infatti crackano il sistema operativo, l'ultimissimo gioco per linux e gli antivirus..per non parlare delle suite da ufficio e tutte le utilities.
          Prevedo una riconversione in massa.mago Thelma ha parlato
    • MeX scrive:
      Re: E' una KILLER APPLICATION?

      CIAO CIAO LINUXvmware no eh?
      • franco scrive:
        Re: E' una KILLER APPLICATION?
        Bè certo devo essere costretto a virtualizzare xp per poter usare sta cosa??ci sarà un motivo no se son voluto passare a gnu/linux?
        • MeX scrive:
          Re: E' una KILLER APPLICATION?
          se non puoi farne a meno melgio farlo con XP virtualizzato che "subire" XP per ogni tuo task... no? in fondo non si fa già lo stesso per i videogiochi? killer applcation di windows per i 15enni?
          • Sgabbio scrive:
            Re: E' una KILLER APPLICATION?
            per usare le "killer app" di windows e i giochi, si utilizzano altri software tipo Wine che non virtualizzano niente ma emulano le api di windows (hmmm spero di non aver detto cose errate)... Comunque cosi come è stato concepito questo Qtrax, non va bene.
          • MeX scrive:
            Re: E' una KILLER APPLICATION?
            qtrx missà di flop... la mia era solo una provocazione per smontare il fatto che se diventa una "killer app" allora tutti Pinguini tornano a Redmond
          • Sgabbio scrive:
            Re: E' una KILLER APPLICATION?
            Ok, comunque con queste pretese questo servizio non sfondera mai... ma dico io non s'impara dai propi errori.
      • GNAM scrive:
        Re: E' una KILLER APPLICATION?
        Ah beh, sarete costretti a tenere VIRTUALBOX con copia illegale di win per sempre.Peccato, c'è chi sperava non fosse necessario.
        • MeX scrive:
          Re: E' una KILLER APPLICATION?
          - Scritto da: GNAM
          Ah beh, sarete costretti a tenere VIRTUALBOX con
          copia illegale di win per
          sempre.

          Peccato, c'è chi sperava non fosse necessario.ma infatti non è necessario... e non capisco cosa ci sia di illegale nell'installare la mia copia OEM del poartatile sul mio portatile... :)
        • www.aleksfa lcone.org scrive:
          Re: E' una KILLER APPLICATION?
          - Scritto da: GNAM
          Ah beh, sarete costretti a tenere VIRTUALBOX con
          copia illegale di win per sempre.

          Peccato, c'è chi sperava non fosse necessario.Sei del tutto fuori strada. E' insensato usare software libero per essere liberi e poi entrare in questa prigione dorata solo per risparmiare pochi euro. Ma tu ragioni senza esperienza della vera libertà, per cui non puoi capire.
    • DeMilitariz ed_Zone scrive:
      Re: E' una KILLER APPLICATION?
      infatti non è P2P (tu mica condividi la tua banda, scarichi dai loro server) e se tu non te ne fossi accorto esiste già da tempo last.fm che fà + o - la stessa cosa ed infatti è diventata una cosiddetta killer app.averlo in streaming cosa ti cambia se tanto non puoi trasferirlo sul lettore / cd?certo su last.fm se scrvi britney spears ti fà ascoltare mariah carrey ma siamo lì.....già dai termini che usi cmq mi sà che tu di linux e internet ne sai poco e devi essere molto giovane (dire sui 15-16 anni).cmq continua a cercare che da internet si impara.Inoltre ricordo che la MS non voleva permettere la virtualizzazione di Vista proprio perché virtualizzando si riescono ad aggirare i DRM in un battibaleno, tutt'ota infatti si possono virutalizzare (secondo l'EULA, non c'è nessuna limitazione software) solo le versioni business.
      • GNAM scrive:
        Re: E' una KILLER APPLICATION?
        - Scritto da: DeMilitariz ed_Zone
        infatti non è P2P (tu mica condividi la tua
        banda, scarichi dai loro server) e chi te lo ha detto?
        • DeMilitariz ed_Zone scrive:
          Re: E' una KILLER APPLICATION?
          - Scritto da: GNAM
          - Scritto da: DeMilitariz ed_Zone

          infatti non è P2P (tu mica condividi la tua

          banda, scarichi dai loro server)

          e chi te lo ha detto?ok ho guardato sul sito, è vero si tratta di P2P perchè il software è basato su Gnutella.bisogna vedere come mettono loro i file sul network, hanno client che mettono in release???boh.....appena metto sul il proxy ci provoio cmq starei attento a cosa condividere sul loro network perchè sull'EULA c'è scritto che possono usare tutti i dati che raccolgono per fornirti pubbliclità miglioreciao
    • Funz scrive:
      Re: E' una KILLER APPLICATION?
      - Scritto da: GNAM
      Ho il sospetto che questa sia la KILLER
      APPLICATION che stavamo
      aspettando.

      CIAO CIAO LINUXQuindi tutti gli utenti Linux passeranno a Windows per poter usufruire di questa ca*ata di servizio?Convinto tu...
      • GNAM scrive:
        Re: E' una KILLER APPLICATION?
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: GNAM


        Ho il sospetto che questa sia la KILLER

        APPLICATION che stavamo

        aspettando.



        CIAO CIAO LINUX

        Quindi tutti gli utenti Linux passeranno a
        Windows per poter usufruire di questa ca*ata di
        servizio?

        Convinto tu...Perchè, ti viene in mente una KILLER APPLICATIONpiu' persuasiva?La musica gratis mi sembra il massimo.Ok, in attesa dei film :P
        • Sgabbio scrive:
          Re: E' una KILLER APPLICATION?
          a stopunto c'è bittorent e compagnia.
        • DeMilitariz ed_Zone scrive:
          Re: E' una KILLER APPLICATION?
          io aspetterei prima di chiamarla killer app. nessuno lo ha visto per ora, da stanotte a mezzanotte (EST USA) sarà scaricabile in USA.vedremo se riesce a fare concorrenza a last.fm ed ai siti russi visti i DRM.ciao e speriamo che nasca un nuovo mercato legale ed alla luce del sole!per il resto (tipo show TV, fansub, ridoppiaggi demenziali, indipendenti) c'è il caro vecchio mulo e/o BT
        • www.aleksfa lcone.org scrive:
          Re: E' una KILLER APPLICATION?
          - Scritto da: GNAM
          Perchè, ti viene in mente una KILLER APPLICATION
          piu' persuasiva?

          La musica gratis mi sembra il massimo.Ma ti pare che dopo aver usato Amarok, con tutti i servizi migliori per la rete, Last.fm compreso, uno possa sia pur lontanamente pensare anche solo per un istante di passare a Windows per legarsi mani e piedi ad un servizio di finanziamento per le industrie come questo?Ti sembra che sia il massimo vendersi la libertà personale per qualche centesimo? Io preferisco continuare ad acquistare e restare libero. D'altronde ragiono diversamente da chi è schiavo di Windows.
        • Sergio scrive:
          Re: E' una KILLER APPLICATION?
          Guarda,sono su Linux in questo esatto istante e Amarok mi sta mandando una selezione musicale basata sui miei gusti appoggiandosi a last.fm - il tutto gratis, legalmente e senza pubblicità.In alternativa potrei usare deezer, oppure Jango oppure pescare dalla mia collezione di CD legali o ascoltare qualcosa scaricato altrettanto legalmente da Jamendo o Archive o acquistato per pochi dollari su Amiestreet o Magnatune.Posso addirittura agganciarmi allo stream di una webradio qualunque.E se proprio non ne posso fare a meno mi sembra che le darknet funzionino ancora no?Quindi la musica gratis NON è una killer app di windows.
    • Sempre io ma non me logga scrive:
      Re: E' una KILLER APPLICATION?
      ma anche no, infatti le major hanno SMENTITO al volo !
    • HCK scrive:
      Re: E' una KILLER APPLICATION?
      CIAO CIAO WINDOWS VISTA FANBOY
  • ... scrive:
    Link errato
    Il primo link dell'articolo punta a http://www.qtrax.com/index.jsp mentre in realtà basta http://www.qtrax.com/ o a limite http://www.qtrax.com/index.phpCiao :)
  • franco scrive:
    Ma per gnu/linux??
    Come sempre noi siamo considerati la feccia???Personalmente me ne frego,come sempre gli intermediari delle major ci devono mettere il becco... intanto artisti come i radiohead nel loro contratto non avevano nessuna voce che prevedesse il guadagno su soldi provenienti dall'acquisto di loro musica su i-tunes.Perchè anche in questo caso dovrei pagare qualcuno che non sia un artista???
    • www.magiesv elate.medu saworks.it scrive:
      Re: Ma per gnu/linux??
      - Scritto da: franco
      Come sempre noi siamo considerati la feccia???

      Personalmente me ne frego,come sempre gli
      intermediari delle major ci devono mettere il
      becco... intanto artisti come i radiohead nel
      loro contratto non avevano nessuna voce che
      prevedesse il guadagno su soldi provenienti
      dall'acquisto di loro musica su
      i-tunes.
      Perchè anche in questo caso dovrei pagare
      qualcuno che non sia un
      artista???quanto ti quoto. qua la liberta' e' nulla in tutti i sensi (OS e non solo)...e poi sbaglio o ci sono centinaia di servizi analoghi e migliori? deezer.com e' uno di questihttp://laforgia.medusaworks.dehttp://osiris.kodeware.net
    • BLah scrive:
      Re: Ma per gnu/linux??
      Ma voi di Linux siete così avanti, che non ne avete bisogno giusto? Programmatelo, sarà superiore a ciò che va su Windows, come sempre!
      • Ettore scrive:
        Re: Ma per gnu/linux??
        Certo, hai centrato come sempre il bersaglio.Non c'è per linux semplicemente perchè linux non ama il DRM che è una porcheria.
        • pinco pallino scrive:
          Re: Ma per gnu/linux??
          o forse solo perche' il mondo linux sa solo copiare e rubare (idee e materiale) da chi lo produce...
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma per gnu/linux??
            hmmm trollata media
          • Caprone ignorante scrive:
            Re: Ma per gnu/linux??
            Un po' come fai tu per i luoghi comuni vero?Ma ammazzati.
          • ISerializab le scrive:
            Re: Ma per gnu/linux??
            - Scritto da: pinco pallino
            o forse solo perche' il mondo linux sa solo
            copiare e rubare (idee e materiale) da chi lo
            produce...Straquoto. Su Linux dovrete accontentarvi di qualche programmino scritto da qualche studente rimbecillito, magari con poca esperienza senza alcuna procedura di ingegneria del Software.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Ma per gnu/linux??
            ma i troll oggi fanno gli straordinari... ?
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Ma per gnu/linux??
            - Scritto da: ISerializab le
            Straquoto. Su Linux dovrete accontentarvi di
            qualche programmino scritto da qualche studente
            rimbecillito, magari con poca esperienza senza
            alcuna procedura di ingegneria del Software.Vallo a raccontare in IBM, in Sun, in Intel, in AMD, ecc.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Ma per gnu/linux??
            - Scritto da: pinco pallino
            o forse solo perche' il mondo linux sa solo
            copiare e rubare (idee e materiale) da chi lo produce...ECCOLO!Oggi c'era di turno un pinco pallino qualunque.Ora che hai scritto la stupidaggine del giorno, come da contratto, puoi tornare ad infilare i cubi nei buchi tondi e viceversa.
        • DeMilitariz ed_Zone scrive:
          Re: Ma per gnu/linux??
          linux è un pinguino di peluche quindi la tua afferamzione "linux non ama" ha pochissimo senso, chi razzo è linux? stallman oppure linus oppure il CEO della Red Hat oppure io che mantengo un repository per la mia distro preferita????forse stavi parlando per te e ti sei dimenticato di scriverci che quella è la tua opinione.cmq il DRM su linux si può mettere senza problemi di sorta, tra l'altro questo è uno dei punti che + è stato discusso riguardo alla gplv3 e mi pare che la versione deifnitiva infatti permetta l'esistenza di DRM per file e quant'altro ma semplicemente impedisca la "tivooization" (che alla fine è una forma di DRM)
      • Andrea scrive:
        Re: Ma per gnu/linux??
        [...] previo download e previa installazione del software basato su Songbird [...]Songbird... programma notoriamente sviluppato da Bill Gates!Và, invece di trollare, leggi un pochino di codice! http://developer.songbirdnest.com/
    • DeMilitariz ed_Zone scrive:
      Re: Ma per gnu/linux??
      secondo me è molto + semplice e si tratta semplicemente della non esistenza di un sistema DRM standardizzato per linux.visto che vogliono DRM a tutti i costi sennò non dormono la notte e su linux non esiste un sistema di DRM Mulimediale standardizzato come su MAC e WIN (sistemi diversi e non compatibili tra loro) allora lo hanno escluso a cuor leggero così come hanno escluso il MAC (e quelli del mac sono sempre di + qundi una buona fetta di clienti che perdono)se fosse esistito un sistema di DRM compatibile con tutto (chessò magari fatto dalla realnetwork) avrebbero usato quello IMHO, così invece hanno scelto uno di quelli disponibili e quindi si sono orientati al + diffuso e standardizzato.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ma per gnu/linux??
        a dire il vero la sun aveva fatto un procetto per uno standard del DRM che non ti costringe a stare su una piattaforma grazie alla interpolarità, però l'hanno schifato in molti.
      • www.aleksfa lcone.org scrive:
        Re: Ma per gnu/linux??
        - Scritto da: DeMilitariz ed_Zone
        secondo me è molto + semplice e si tratta
        semplicemente della non esistenza di un sistema
        DRM standardizzato per linux.Il motivo è altrettanto semplice: non è possibile rilasciare i sorgenti del sistema di protezione DRM che, per definizione, non può essere libero.E comunque una qualsiasi implementazione DRM in un sistema libero sarebbe semplicemente eliminabile per la natura stessa del software libero.
        • www.aleks falcone.or g scrive:
          Re: Ma per gnu/linux??
          - Scritto da: DeMilitariz ed_Zone
          ah ecco qual'era il problema, quindi si possono
          usare a livello di distro ma non sono includibili
          nel kernel ufficiale (o in altro software Gpl2/3,
          certo se volesse una società potrebbe rilasciare
          un modulo proprietario no?, ci si troverebbe però
          il messaggino "DRM module taints kernel licence")Ci sono già alcuni moduli proprietari inclusi in (pochi) driver. Possono quindi essere installati nelle diverse distribuzioni, come hai giustamente detto. Ma ho l'impressione che pochi lo farebbero.
          se ti riferisci al fatto che questi meccanismi
          siano + bucabili in un abiente open No, non intendevo questo. Più semplicemente in un sistema 'libero', il software 'non libero' non può essere integrato per motivi legali.
          anzi secondo me su linux le API crittografiche
          sono molto + robuste che su win o macosx quindi
          sarebbe + facile fare un sistema DRM.Ma non potrebbe essere integrato, a meno che non venga rilasciato il codice dei moduli con licenza libera. Ma questo non è possibile, va contro la stessa funzione dei moduli DRM.
          Io stesso troverei molto utile un sistema (alla
          fine si tratterebbe di un DRM) che controlli se
          un binario possa essere eseguito o meno e logghi
          di conseguenza ed è fattibilissimo.Il DRM non controlla l'esecuzione dei programmi, ma l'uso e la riproduzione dei contenuti.
Chiudi i commenti