CD ai cereali da Sanyo

No, non servono per fare una colazione ricca di carboidrati ma per risolvere il problema dello smaltimento dei CD di plastica: i dischi al mais sono completamente biodegradabili

Tokyo (Giappone) – Biodegradabili al cento per cento. E’ questa la caratteristica chiave dei MildDisc, un nuovo tipo di compact disc che potrebbe risolvere, nel prossimo futuro, il problema dello smaltimento dei CD tradizionali.

Sviluppati congiuntamente dalle giapponesi Sanyo Mavic Media e Mitsui Chemicals, i MildDisc vengono prodotti con un polimero (acido poli-lattico) derivato dal mais che, una volta sotterrato o incenerito, non rilascia residui tossici. In media, con una pannocchia di granturco è possibile produrre 10 dischi da 12 cm conformi allo standard CD.

Biodegradabili, oltre al disco, saranno anche la custodia e la pellicola protettiva. Questa caratteristica permetterà a Sanyo di vendere i propri CD con il bollino standard “GreenPla” , che certifica i prodotti basati su materiali plastici non inquinanti.

Sanyo, che commercializzerà i MildDisc a partire dal prossimo dicembre, sostiene che i suoi sono i primi dischi in plastica vegetale a poter essere utilizzati come alternativa commerciale ed ecologica ai supporti ottici in policarbonato usati per i CD audio, i CD-ROM e i Video CD. L’azienda assicura poi che i MildDisc hanno una durata, a temperature normali, paragonabile a quella degli attuali CD.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    PDA alla frutta
    con l'avvento di smartphone sempre più potenti, ormai i PDA strapotenti sono riservati ad una nicchia sempre più ristretta (già lo è ora, almeno in europa...) di appassionati hi-tech che vogliono gustarsi filmatini (e abbiamo capito tutti di che tipo...) su un gingillo tascabile. Per trascrivere appuntamenti e indirizzi ormai basta un semplice telefonino, il resto è solo fuffa per per chi vuol far il manager in metro o tram...
    • avvelenato scrive:
      Re: PDA alla frutta
      o magari invece arriveranno PDA con modulo gprs incorporato, capaci anche di fare telefonate.ps: il mio prof. d'informatica usa un palmare per avere sempre sottomano le valutazioni di ogni studente. E' scemo? doveva usare uno smartphone?
      • Anonimo scrive:
        Re: PDA alla frutta
        - Scritto da: avvelenato
        o magari invece arriveranno PDA con modulo
        gprs incorporato, capaci anche di fare
        telefonate.

        ps: il mio prof. d'informatica usa un
        palmare per avere sempre sottomano le
        valutazioni di ogni studente. E' scemo?
        doveva usare uno smartphone?che discorsi puoi usre entrambi, certo che con un p800 ce ne puoi mettere di voti e di studenti, ma magari preferisce avere un cell leggero x tutti i giorni e un palmare solo per la scuola, cmq il mercato è in covergenza (ma verso i produttori di telefonini)
        • Anonimo scrive:
          Re: PDA alla frutta
          - Scritto da: Anonimo...
          per la scuola, cmq il mercato è in
          covergenza (ma verso i produttori di
          telefonini)Purtoppo. Io non capisco come mai ci siano pochissimi smartphone (e palmari in genere) con la tastiera integrata. Eppure mi sembra un accessorio indispensabile. Mi fanno ridere quelli che dicono che con graffiti si trovano meglio. La tastiera e` indispensabile sui palmari.
          • Anonimo scrive:
            Re: PDA alla frutta
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo
            ...

            per la scuola, cmq il mercato è in

            covergenza (ma verso i produttori di

            telefonini)

            Purtoppo. Io non capisco come mai ci siano
            pochissimi smartphone (e palmari in genere)
            con la tastiera integrata. Eppure mi sembra
            un accessorio indispensabile. Mi fanno
            ridere quelli che dicono che con graffiti si
            trovano meglio. La tastiera e`
            indispensabile sui palmari.se tu avessi un Newton forse non diresti così:-)peccato che abbiano dismesso Newton 5 anni fa:-(peccato perché montava un processore risc a 160MHz upgradabile a 220Mhz, aveva 4 mega di Ram incorporata.in compenso io me lo sono comprato usato negli states, gli ho messo una bella scheda ethernet e navigo in internet, scarico la posta e quant'altro direttamente dal Newton, c'è gente che gli ha montato una scheda wi-fi, gente una scheda GPRS, chi invece i driver ata e usa i microdrive da 1 giga di memoria, si un palmare con un 1giga di memoria :-Dho il modem 33.2 e posso usarlo sempre per scaricare/navigareho una scheda di memoria da 8megail livello raggiunto dal riconoscitore di scrittura è altissimo e inoltre posso anche usarlo per fare i disegni!finisco dicendo che è stato il primo PDA presente sul mercato e forse è ancora uno dei più potenti e versatili PDA presenti sul "mercato".Ovviamente prodotto da Apple che è una delle ultime grandi aziende che innovava e che continua ad innovare, frecciatina ai winari sembra che il Dock che è la barra presente in Mac Os X verrà implementata anche in Longhorn, Bill non si smentisce mai arriva sempre dopo e come sempre copia:-(ciaoigor
          • Anonimo scrive:
            Re: PDA alla frutta
            - Scritto da: Anonimo...
            se tu avessi un Newton forse non diresti
            così:-)Tutto bello, kazzi e mazzi ma,,, la tastiera. Se tu avessi provato la differenza nello scrivere con tastiera e graffiti.... Non c'e` paragone, con la tastiera si scrive al doppio della velocita`. Ed e` per questo che non capisco come mai ci sono pochi palmari/smartphone con tastiera.
          • Anonimo scrive:
            Re: PDA alla frutta
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo
            ...

            se tu avessi un Newton forse non diresti

            così:-)

            Tutto bello, kazzi e mazzi ma,,, la
            tastiera. Se tu avessi provato la differenza
            nello scrivere con tastiera e graffiti....
            Non c'e` paragone, con la tastiera si scrive
            al doppio della velocita`. Ed e` per questo
            che non capisco come mai ci sono pochi
            palmari/smartphone con tastiera.certo graffiti è un'implementazione schifosa della tecnologia di rilevamento e riconoscimento della scrittura, se tu avessi provato un Newton adesso saresti qui a maledire al tastiera:-)ciaoigor
          • Anonimo scrive:
            Re: PDA alla frutta
            - Scritto da: Anonimo...
            provato un Newton adesso saresti qui a
            maledire al tastiera:-)Mah, io dico che qualsiasi mezzo di scrittura (a parte la telepatia e la stenografia) e` piu` lento e piu` scomodo (la stenografica e` piu` veloce ma molto piu scomoda) di una tastiera.
  • Anonimo scrive:
    I PDA AMD parleranno linux....
    ...cosi' mi sembra corretto :)
  • Anonimo scrive:
    ottimo
    Buone notizie.Poi voglio vedere chi comprerà più quei pocketpc m$ con ogni programmino da 100$ in più..OpenPDA... stupendo!!!(linux)
    • avvelenato scrive:
      Re: ottimo
      vai a vederti i prezzi dello zaurus prima di trollare... avvelenato che non vuole che il (linux) faccia una figuraccia per colpa di certi suoi fans troppo (troll)
Chiudi i commenti