Celavano cellulari nel proprio corpo. Ricoverati

Sette ospiti delle prigioni pakistane sono stati sottoposti ad un singolare intervento chirurgico: la rimozione di un cellulare occultato nel retto

Roma – Il divieto di utilizzare telefoni cellulari ha stimolato i prigionieri dei penitenziari del Pakistan ad aguzzare l’ingegno e ad aggirare l’ostacolo. Ma come nascondere un telefonino agli occhi delle guardie carcerarie? La soluzione più efficace deve essere sembrata l’ occultamento anatomico . Ma alcuni fra i prigionieri che hanno nascosto un cellulare nel proprio corpo hanno incontrato non pochi problemi e sono stati operati chirurgicamente.

Secondo quanto riferito da Cellular News , in seguito ad alcune perquisizioni effettuate da parte del Dipartimento Penitenziario, è emerso che molti detenuti – per effettuare telefonare senza subire le restrizioni imposte dal regime carcerario – hanno escogitato lo stratagemma di nascondere un telefonino nel proprio corpo, inserendolo nell’unica cavità in grado di accoglierlo, l’ ano .

Dalle prime ispezioni – effettuate su alcuni detenuti con l’impiego di metal detector – sono emersi ben 30 telefonini, accuratamente occultati nel singolare nascondiglio. Un escamotage impegnativo e non privo di complicazioni, dal momento che per sette persone è stato necessario un intervento chirurgico per la rimozione degli apparecchi. Le cronache non ne riportano modelli e dimensioni, né se fossero spenti o accesi, né se fossero dotati di antenna esterna o integrata.

Le autorità hanno deciso di pubblicare sul bollettino dell’istituto penitenziario le generalità dei sette scrupolosi occultatori, che sono stati poi trasferiti in chakkis , piccole celle di dimensioni di poco inferiori ad un loculo, in cui una persona può solo sedersi o stare in piedi.

I carcerati – ma anche i loro visitatori – che nascondono oggetti nel proprio corpo per aggirare i vincoli imposti ai detenuti non sono una rarità e purtroppo non lo sono neppure gli interventi chirurgici resi necessari da persone troppo zelanti: lo scorso giugno, nel Regno Unito, per un detenuto che non era più riuscito ad espellere un cellulare infilato nel retto era stato necessario un intervento di urgenza. Le conseguenze sul suo corpo non sono state trascurabili: 200 punti di sutura interni e la rimozione di parte della vescica.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Francesco Florio scrive:
    errore nel link youtube
    nel link rimandate all'esplosione del challenger del 1986. In realtà nel 2003 è esploso il columbia...
  • Andrea scrive:
    Intanto in Italia
    spenderemo 2 miliardi per pagarei debiti dell'Alitalia, compagnia aerea di linea, lì almeno quei miliardi li usano per esplorare lo spazio...
    • Deng Chang Wu scrive:
      Re: Intanto in Italia
      - Scritto da: Andrea
      spenderemo 2 miliardi per pagarei debiti
      dell'Alitalia, compagnia aerea di linea, lì
      almeno quei miliardi li usano per esplorare lo
      spazio...Mbeh? Pure in Italia quei soldi finiranno in esplorazioni: l'esplorazione delle tasche dei contribuenti!
  • hari scrive:
    Re: un po' di competizione non fa male...
    Affermazione triste ma sensata.
    • v1doc scrive:
      Re: un po' di competizione non fa male...
      - Scritto da: hari
      Affermazione triste ma sensata.Quoto, potrebbe essere l'inizio del rilancio dell'esplorazione spaziale.
  • beo scrive:
    La fine del 2012
    Ma dai di che si preoccupano?Dicono che il mondo finirà nel 2012 no? :DIo ho rimandato un sacco di impegni al 2013... :D
  • tazmanian devil scrive:
    ma se.....
    la smettessero di mandare macchine nello spazio e cominciassero a preoccuparsi dei problemi che abbiamo qui sulla terra molti dei quali provocati dalla loro politica estera impicciona?? Non fraintendete non sono ne antiamericano ne fondamentalista ma semplicemente penso che visto i costi esorbitanti sarebbe meglio investire per la terra piuttosto che per lo spazio. Del resto sto mondo sta andando a catafascio...e tra i paesi piu' inquinanti del globo ci sono proprio gli usa che hanno sempre rifiutato di firmare gli accordi per diminuire l'inquinamento. Pensate quanti soldi spendono per lo sforzo bellico ( mezzi, personale , addestramento e azioni militari) e per lo sforzo spaziale. Con tutti quei soldi potrebbero aiutare 1 miliardo di persone a vivere una esistenza degnitosa
    • MegaJock scrive:
      Re: ma se.....
      E perchè? Cmq il budget per la NASA è relativamente ridotto rispetto alle vere cose inutili, tipo autostrade che non vanno da nessuna parte.E tu cosa fai? Con il prezzo di uno smartphone puoi mantenere un bambino in Africa per diversi anni, ci hai pensato? Sfortunatamente è pieno di Maurizi Costanzi che berciano sulla "generosità" e poi con il prezzo delle loro camice potresti mantenerci interi villaggi.
      • beo scrive:
        Re: ma se.....
        - Scritto da: MegaJock
        E perchè? Cmq il budget per la NASA è
        relativamente ridotto rispetto alle vere cose
        inutili, tipo autostrade che non vanno da nessuna
        parte.

        E tu cosa fai? Con il prezzo di uno smartphone
        puoi mantenere un bambino in Africa per diversi
        anni, ci hai pensato? Sfortunatamente è pieno di
        Maurizi Costanzi che berciano sulla "generosità"
        e poi con il prezzo delle loro camice potresti
        mantenerci interi
        villaggi.Cavolo, anche questo è vero!
    • krane scrive:
      Re: ma se.....
      - Scritto da: tazmanian devil
      la smettessero di mandare macchine nello spazio e
      cominciassero a preoccuparsi dei problemi che
      abbiamo qui sulla terra molti dei quali provocati
      dalla loro politica estera impicciona?? Non
      fraintendete non sono ne antiamericano ne
      fondamentalista ma semplicemente penso che visto
      i costi esorbitanti sarebbe meglio investire per
      la terra piuttosto che per lo spazio. Del resto
      sto mondo sta andando a catafascio...e tra i
      paesi piu' inquinanti del globo ci sono proprio
      gli usa che hanno sempre rifiutato di firmare gli
      accordi per diminuire l'inquinamento. Pensate
      quanti soldi spendono per lo sforzo bellico (
      mezzi, personale , addestramento e azioni
      militari) e per lo sforzo spaziale. Con tutti
      quei soldi potrebbero aiutare 1 miliardo di
      persone a vivere una esistenza degnitosaUazzz !!!! Non ci aveva mai pensato nessuno !Perche' non vai da Bush a dirglielo ?
    • beo scrive:
      Re: ma se.....
      - Scritto da: tazmanian devil
      la smettessero di mandare macchine nello spazio e
      cominciassero a preoccuparsi dei problemi che
      abbiamo qui sulla terra molti dei quali provocati
      dalla loro politica estera impicciona?? Non
      fraintendete non sono ne antiamericano ne
      fondamentalista ma semplicemente penso che visto
      i costi esorbitanti sarebbe meglio investire per
      la terra piuttosto che per lo spazio. Del resto
      sto mondo sta andando a catafascio...e tra i
      paesi piu' inquinanti del globo ci sono proprio
      gli usa che hanno sempre rifiutato di firmare gli
      accordi per diminuire l'inquinamento. Pensate
      quanti soldi spendono per lo sforzo bellico (
      mezzi, personale , addestramento e azioni
      militari) e per lo sforzo spaziale. Con tutti
      quei soldi potrebbero aiutare 1 miliardo di
      persone a vivere una esistenza
      degnitosaQuesto è vero.
      • beo scrive:
        Re: ma se.....
        Wow hanno cancellato il mio post!Mi rivolgo allo staff: Cos'è, non si può dire??
        • ndr scrive:
          Re: ma se.....
          - Scritto da: beo
          Wow hanno cancellato il mio post!

          Mi rivolgo allo staff:
          Cos'è, non si può dire??Non preoccuparti, su questo forum la censura arbitraria è una pratica comune. Sai quanti ne han cancellati a me senza alcun motivo o argomentazione...
    • hari scrive:
      Re: ma se.....
      E' il triste mondo in cui viviamo ma sbagli a reputare la ricerca spaziale come tutte le altre forma di ricerca qualcosa di superfluo se abbiamo sulla nostra Terra gente che muore di fame. Il problema sta nell'errata distribuzione della ricchezza e nel mancato sfruttamento delle LORO risorse da parte dei paesi sottosviluppati. La ricerca genera progresso e in quanto tale non possiamo che reputarlo un aspetto positivo se il mondo fosse equo tale progresso sarebbe a vantaggio di tutti e non dei soliti noti ma non per questo blocchiamo la ricerca e dirottare tali fondi verso i "poveri" della Terra non cambirebbe nulla con lo stato attuale delle cose. Qundi piuttosto che puntare il dito contro i fondi destinati alla ricerca mettiamoci tutti una mano sulla coscienza specie quando scegliamo i nostri governanti......poi mi chiedo ma quali dovremmo scegliere se sono tutti con la stessa faccia?
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: ma se.....
      - Scritto da: tazmanian devil
      la smettessero di mandare macchine nello spazio e
      cominciassero a preoccuparsi dei problemi che
      abbiamo qui sulla terra molti dei quali provocati
      dalla loro politica estera impicciona?? Non
      fraintendete non sono ne antiamericano ne
      fondamentalista ma semplicemente penso che visto
      i costi esorbitanti sarebbe meglio investire per
      la terra piuttosto che per lo spazio. Del resto
      sto mondo sta andando a catafascio...e tra i
      paesi piu' inquinanti del globo ci sono proprio
      gli usa che hanno sempre rifiutato di firmare gli
      accordi per diminuire l'inquinamento. Pensate
      quanti soldi spendono per lo sforzo bellico (
      mezzi, personale , addestramento e azioni
      militari) e per lo sforzo spaziale. Con tutti
      quei soldi potrebbero aiutare 1 miliardo di
      persone a vivere una esistenza
      degnitosaLa solita visione miope! La conquista dello spazio ha ricadute sulla vita di ogni giorno!Il teflon delle padelle antiaderenti sai da dove viene?I satellitti per le telecomunicazioni o metereologici non ti servono?Una stazione spaziale consente di eseguire esperimenti altrimenti impossibili da realizzare sulla Terra e aiuta ad ampliare le nostre conoscenze!Mille volte meglio spendere soldi inprogetti del genere piuttosto che in armamenti.... quello che altrimenti farebbero con quei soldi! Certo non li darebbero per sfamare i bambini del terzo mondo!
  • kattle87 scrive:
    una cosa non ho capito
    Costa tanto rifarne uno uguale da capo???Cavolo i progetti non li avranno bruciati, no? E anzichè comprarsi 5 o 6 nuovi bombardieri e una 20ina di caccia per "soccorrere" la georgia potrebbero tranquillamente rifare uno shuttle da capo...Senza contare che la tecnologia oggi è abbastanza avanzata e credo gli costerebbe molto di meno costruirlo......bah...
    • HAL scrive:
      Re: una cosa non ho capito
      Il problema è che lo shuttle non ha più senso, costa di più portare il solo shuttle in orbita che il suo carico. E la manutenzione rispetto una navicella tipo Soyuz è estremamente più gravosa
    • Nieve scrive:
      Re: una cosa non ho capito
      - Scritto da: kattle87
      Costa tanto rifarne uno uguale da capo???per poi trovarsi a piedi di nuovo? :

      Cavolo i progetti non li avranno bruciati, no? E
      anzichè comprarsi 5 o 6 nuovi bombardieri e una
      20ina di caccia per "soccorrere" la georgia
      potrebbero tranquillamente rifare uno shuttle da
      capo...
      a parte che con quei soldi ci paghi a malapena la riverniciatura, sarebbe come se al girono d'oggi la fiat si rimettesse a costruire 127.Avrebbe qualche senso, ma sarebbero progetti obsoleti e superati, quindi nuovi costi di manutenzione e così via...
      Senza contare che la tecnologia oggi è abbastanza
      avanzata e credo gli costerebbe molto di meno
      costruirlo...

      ...bah...Gli costa "meno" buttare via tutto e rifarlo da zero.Infatti lo stanno facendo, solo che stavolta invece di costruire un bombardiere nucleare orbitale (lo scopo primario "non scritto" dello shuttle) si fanno anche loro le capsule riutilizzabili.E chiamalo scemi, i russi ci fanno ca$h con le soyuz...
      • il signor rossi scrive:
        Re: una cosa non ho capito
        - Scritto da: Nieve
        Avrebbe qualche senso, ma sarebbero progetti
        obsoleti e superati, quindi nuovi costi di
        manutenzione e così
        via...probabilmente non avrebbero neanche più la possibilità di costruire certi pezzi, magari per la mancanza di certi macchinari o di certi chip...
      • Giacomo Boschi scrive:
        Re: una cosa non ho capito
        - Scritto da: Nieve

        La USAF partecipò al progetto STS con

        l'intenzione di usare lo Shuttle, lanciato da

        Vandenberg in orbita polare, per mettere in

        orbita satelliti da ricognizione e rientrare IN

        UNA SOLA ORBITA.Che è molto diverso da quello che avevi scritto prima.
      • MegaJock scrive:
        Re: una cosa non ho capito
        - Scritto da: Nieve
        bla bla bla :-o
        Sai qual'è un altro problema di PI?
        Gli ingegneri che fanno i saccenti, credete con
        la vostra grande sapienza di compensare con la
        vostra mancanza di
        socialità.
        "il cane che si morde la coda" in pratica.
        Quindi tu compensi la tua ignoranza con la "socialità"? ROTFL. Hai dimostrato che non sai di cosa parli, quando ti si confronta con la realtà cambi argomento, se ti si portano dati tecnici berci di "wikipedia". Sei solo un bambino piccolo con la testa grossa. Non è colpa di nessuno se sei idrocefalo, fattene una ragione.

        E adesso parla pure da solo, ci sarai abituato
        immagino.In realtà no. Ma adesso non abbatterti e non correre su MySpace a piangere e minacciare di farti male da solo. :D
      • hari scrive:
        Re: una cosa non ho capito
        Stai dicendo a un po troppa gente che non sa di cosa parla, buona educazione se ti rendi conto che qualcuno sbaglia o dice cose errate è esporre pacatamente le proprie conoscenze con la consapevolezza che anche quello che crediamo di sapere potrebbe essere errato.
    • Paolino scrive:
      Re: una cosa non ho capito
      - Scritto da: kattle87
      Costa tanto rifarne uno uguale da capo???Si, costa troppo! Ogni lancio e' troppo costoso e richiede troppa manutenzione. Inoltre non e' adatto per altre missioni per cui costellation e' pensato!
      Cavolo i progetti non li avranno bruciati, no? E
      anzichè comprarsi 5 o 6 nuovi bombardieri e una
      20ina di caccia per "soccorrere" la georgia
      potrebbero tranquillamente rifare uno shuttle da
      capo...Si, candidati quale amministratore della NASA e facci ridere ancora! :D
      Senza contare che la tecnologia oggi è abbastanza
      avanzata e credo gli costerebbe molto di meno
      costruirlo...La mutenzione e le capacita' del veicolo non sono adatti!Bah... pensare prima di scrivere??? :D
    • OldDog scrive:
      Re: una cosa non ho capito
      - Scritto da: kattle87
      Costa tanto rifarne uno uguale da capo???

      Cavolo i progetti non li avranno bruciati, no? I progetti no, ma centinaia di componenti non sono più in produzione da anni: le linee produttive sono state smantellate e sostituite o addirittura non esistono più le aziende che li producevano. Per mettere le cose nella prospettiva giusta, prova a cercare il pezzo di ricambio di un televisore del 1980... Anche l'integrazione nel vecchio progetto di un componente ricostruito con nuove tecnologie non è un processo banale come avvitare un ripiano nuovo al vecchio armadio... :)Comunque l'argomento è stato spesso dibattuto in siti USA dedicati al mondo aerospaziale (per es. space.com ), ed è chiaro che la NASA ha fatto scelte prudenti nel nuovo progetto, anche perché dopo diversi progetti abbandonati, non ha ricevuto il denaro sufficiente per portare avanti idee rivoluzionarie in tempi ristretti.
  • hari scrive:
    Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
    Il problema è che la maggior parte delle persone ignora cosa sia davvero lo Space Shuttle basterebbe leggere un po di numeri e dati tecnici per capire quale meravigliosa macchina sia. In origine la navetta era stata progettata per decollare come un aereo, portarsi in quota stratosferica, (cosa che alcuni aerei negli anni 70 già facevano vedi SR-71) e da li inserisi in orbita con l'aiuto di razzi in modo molto "soft" diciamo. I soliti tagli ai fondi per la ricerca spaziale hanno portato ad abbandonare l'idea e ad optare per un sistema di decollo di tipo "tradizionale", più economico e di gran lunga più rischioso con l'ausilio di enormi SRB con la messa in gioco in fase di decollo di potenze spaventose (attualmente la potenza erogata dai motori dello Shuttle in fase di decollo resta un record ineguagliato) Oggi tutti i problemi di sicurezza della navetta sono legati solo ed esclusivamente al sistema di lancio, la poca lungimiranza dei politici ha portato alla situazione attuale che li costringe a causa di una imminente ricaduta in un clima di guerra fredda a dover sborsare quantità enormi di fondi per tenere in piedi un sistema così rischioso di lancio. Se non avessero tagliato quei fondi all'inizio oggi si ritroverebbero con una navetta funzionale e con costi di gestione di gran lunga più contenuti.
    • il signor rossi scrive:
      Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
      l'unico post sensato in mezzo ai soliti post nonsense degli espertoni del forum di PI.
    • krane scrive:
      Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
      - Scritto da: hari
      Il problema è che la maggior parte delle persone
      ignora cosa sia davvero lo Space Shuttle
      basterebbe leggere un po di numeri e dati tecnici
      per capire quale meravigliosa macchina sia.Si, ma a trovarli i numeri: qui e' da un po' che ci si chiede che costi ha uno shuttle nuovo e nessuno sa dirlo.
      In origine la navetta era stata progettata per
      decollare come un aereo. I soliti tagli ai
      fondi per la ricerca spaziale hanno portato
      ad abbandonare l'idea e ad optare per un
      sistema di decollo di tipo "tradizionale",E via, anche il Buran sarebbe stata una figata se avessero avuto i soldi per realizzarlo, alla fine il problema e' sempre il solito : $$$$$
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: hari

        Il problema è che la maggior parte delle persone

        ignora cosa sia davvero lo Space Shuttle

        basterebbe leggere un po di numeri e dati
        tecnici

        per capire quale meravigliosa macchina sia.

        Si, ma a trovarli i numeri: qui e' da un po' che
        ci si chiede che costi ha uno shuttle nuovo e
        nessuno sa
        dirlo.


        In origine la navetta era stata progettata per

        decollare come un aereo. I soliti tagli ai

        fondi per la ricerca spaziale hanno portato

        ad abbandonare l'idea e ad optare per un

        sistema di decollo di tipo "tradizionale",

        E via, anche il Buran sarebbe stata una figata se
        avessero avuto i soldi per realizzarlo, alla fine
        il problema e' sempre il solito :
        $$$$$No la Buran era solo la copia mal fatta di uno Shuttle, dopotutto erano solo Russi non Giapponesi!E la abbandonarono dopo che gli esplose in volo nel primo lancio sperimentale!
        • Ciccio di Nonna Papera scrive:
          Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
          - Scritto da: Enjoy with Us
          No la Buran era solo la copia mal fatta di uno
          Shuttle, dopotutto erano solo Russi non
          Giapponesi!
          E la abbandonarono dopo che gli esplose in volo
          nel primo lancio
          sperimentale!Uhm... e questa dove l'hai sentita?La Buran è regolarmente partita e rientrata senza nessun incidente.
    • 1977 scrive:
      Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
      - Scritto da: hari
      Il problema è che la maggior parte delle persone
      ignora cosa sia davvero lo Space Shuttle
      basterebbe leggere un po di numeri e dati tecnici
      per capire quale meravigliosa macchina sia. In
      origine la navetta era stata progettata per
      decollare come un aereo, portarsi in quota
      stratosferica, (cosa che alcuni aerei negli anni
      70 già facevano vedi SR-71) e da li inserisi in
      orbita con l'aiuto di razzi in modo molto "soft"
      diciamo. I soliti tagli ai fondi per la ricerca
      spaziale hanno portato ad abbandonare l'idea e ad
      optare per un sistema di decollo di tipo
      "tradizionale", più economico e di gran lunga più
      rischioso con l'ausilio di enormi SRB con la
      messa in gioco in fase di decollo di potenze
      spaventose (attualmente la potenza erogata dai
      motori dello Shuttle in fase di decollo resta un
      record ineguagliato) Oggi tutti i problemi di
      sicurezza della navetta sono legati solo ed
      esclusivamente al sistema di lancio, la poca
      lungimiranza dei politici ha portato alla
      situazione attuale che li costringe a causa di
      una imminente ricaduta in un clima di guerra
      fredda a dover sborsare quantità enormi di fondi
      per tenere in piedi un sistema così rischioso di
      lancio. Se non avessero tagliato quei fondi
      all'inizio oggi si ritroverebbero con una navetta
      funzionale e con costi di gestione di gran lunga
      più contenuti.Quanto hai ragione, quanto ti quoto..Lo Shuttle è una macchina straordinaria in tutto e per tutto.
    • hari scrive:
      Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
      L'attuale sistema di decollo dello Space Shuttle è imparagonabile con l'SR-71, il sistema originario in fase di progetto della navetta era invece molto simile, decollava da una pista come un aereo e non in verticale! Raggiungeva la quota stratosferica e da li azionando dei razzi a propellente (impossibile usare normali reattori a causa dell'assenza di atmosfera) avrebbe eseguito la manovra finale di messa in orbita raggiungendo la quota stabilita. Qualcosa di molto simile allo Space Ship One e il probabile sistema di decollo delle prossime generazioni di navette. Circa il record sulla potenza dei motori comprendo di essermi espresso male e "attualmente" il sistema più potente in funzione. In quanto ai record di potenza lo Shuttle è il sistema più potente ad aver mai volato. Il Saturno V sviluppava una potenza al primo stadio di 33.400 kN il razzo ENERGIA sovietico nella sua variante più potente che avrebbe sviluppato ben 46.000 kN non ha mai volato, il sistema Space Shuttle 2SRB + 3SSME sviluppa la decollo 34.800 kN.
      • MegaJock scrive:
        Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
        Ottima risposta. :)http://www.orbitersim.com... Se non sei già del gruppo, unisciti a noi. ^_^
        • hari scrive:
          Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
          Conosco bene il simulatore in questione ma non ho mai approfondito troppo magari ci facci un pensierino, mi permetto di segnalarti: http://www.space-shuttle-mission.com/
    • icy scrive:
      Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
      Il progetto iniziale fu abbandonato anche per motivazioni tecniche, dato che un propulsore monostadio non può raggiungere una quota orbitale ;)
  • Paolo scrive:
    Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
    - Scritto da: Mr.Bil
    In questi giorni accenderanno l'acceleratore di
    particelle al CERN di Ginevra...per studiare il
    big bang...ma se anziche spendere tutti quei
    miliardi per un progetto seppur interessante...ma
    probabilmente inutile allo stato attuale della
    vita, avessero investito per rinnovare il parco
    macchine spaziali?Il problema è sostanzialmente di costi. Non basterebbero tutti i soldi spesi per il nuovo acceleratore di particelle per produrre un altro shuttle vecchio modello. Dalla fine della guerra fredda non ci sono fondi illimitati da spendere, al contrario... ne vengono stanziati il minimo indispensabile per "sopravvivere".Quando negli anni '60 (in piena guerra fredda) iniziò la corsa allo spazio tra americani e russi, l'america da un giorno all'altro impiegò 200'000 persone e mise a disposizioni fondi illimitati, e infatti in 9 anni arrivò sulla luna, partendo da zero.
    • Zappatore scrive:
      Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
      - Scritto da: Paolo
      - Scritto da: Mr.Bil

      In questi giorni accenderanno l'acceleratore di

      particelle al CERN di Ginevra...per studiare il

      big bang...ma se anziche spendere tutti quei

      miliardi per un progetto seppur
      interessante...ma

      probabilmente inutile allo stato attuale della

      vita, avessero investito per rinnovare il parco

      macchine spaziali?

      Il problema è sostanzialmente di costi. Non
      basterebbero tutti i soldi spesi per il nuovo
      acceleratore di particelle per produrre un altro
      shuttle vecchio modello.


      Dalla fine della guerra fredda non ci sono fondi
      illimitati da spendere, al contrario... ne
      vengono stanziati il minimo indispensabile per
      "sopravvivere".
      Quando negli anni '60 (in piena guerra fredda)
      iniziò la corsa allo spazio tra americani e
      russi, l'america da un giorno all'altro impiegò
      200'000 persone e mise a disposizioni fondi
      illimitati, e infatti in 9 anni arrivò sulla
      luna, partendo da
      zero.quotoperò nn confondere lo sbarco con lo shuttle.sono due programmi diversi.
    • Nieve scrive:
      Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!

      Dalla fine della guerra fredda non ci sono fondi
      illimitati da spendere, al contrario... ne
      vengono stanziati il minimo indispensabile per
      "sopravvivere".
      Quando negli anni '60 (in piena guerra fredda)
      iniziò la corsa allo spazio tra americani e
      russi, l'america da un giorno all'altro impiegò
      200'000 persone e mise a disposizioni fondi
      illimitati, e infatti in 9 anni arrivò sulla
      luna, partendo da
      zero.E i russi no? :Fino a 12 mesi mprima dello sbarco lunare, i sovietici erano in netto anticipo, gli americani erano ancora a terra che rivedevano i protocolli in caso d'incendio mentre i russi già facevano doking orbitali che era uno spettacolo... 8)
      • MegaJock scrive:
        Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!

        Immagino che penserai che sono corso a leggerlo
        su Wikipedia, E infatti è così.
        • MegaJock scrive:
          Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
          - Scritto da: MegaJock

          Immagino che penserai che sono corso a leggerlo

          su Wikipedia,

          E infatti è così.Trucco da bimbo piccolo. Sai, mi registrerei solo per il gusto di vedere come fai a fare i tuoi piccoli giochetti da grande acaro dopo. ;)
          • MegaJock scrive:
            Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
            - Scritto da: MegaJock
            - Scritto da: MegaJock


            Immagino che penserai che sono corso a
            leggerlo


            su Wikipedia,



            E infatti è così.

            Trucco da bimbo piccolo. Sai, mi registrerei solo
            per il gusto di vedere come fai a fare i tuoi
            piccoli giochetti da grande acaro dopo.
            ;)Trucco da bimbo piccolo. Sai, mi registrerei solo per il gusto di vedere come fai a fare i tuoi piccoli giochetti da grande acaro dopo. :
          • ndr scrive:
            Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
            ...mi fate quasi tenerezza...
      • precisino scrive:
        Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
        - Scritto da: MegaJock
        funzionava ancora con la CLI. La Vostok non
        Voshkod. Il primo veicolo spaziale capace diehm, e' Vostok
        • MegaJock scrive:
          Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
          - Scritto da: precisino
          - Scritto da: MegaJock

          funzionava ancora con la CLI. La Vostok non


          Voshkod. Il primo veicolo spaziale capace di


          ehm, e' VostokHai letto tutto il messaggio o solo le prime tre parole?La Vostok è stata la prima capsula spaziale. La Voshkod era una Vostok allargata, con la capacità di trasportare fino a tre cosmonauti. Nessuna delle due aveva capacità di manovra orbitale.
    • fox82i scrive:
      Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
      Ti credo! Spendevano quanto il PIL italiano di oggi...
  • Alvaro Vitali scrive:
    Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
    Basterebbe rivolgersi ad un bravo piastrellista ...
    • Trollalero scrive:
      Re: Ma se perde pezzi tutte le volte!!!
      No,semplicemente porteranno la salva di padre pio in missione per evitare incidenti...
  • tuba scrive:
    e quando c'era la mir?
    e quando c'era la mir che facevano? non dipendevano da loro per una stazione orbitante? (rotfl) mccain, se fossi americano, col cavolo che avresti il mio voto!
    • George scrive:
      Re: e quando c'era la mir?
      - Scritto da: tuba
      e quando c'era la mir che facevano? non
      dipendevano da loro per una stazione orbitante?
      (rotfl) mccain, se fossi americano, col cavolo
      che avresti il mio
      voto!Per questo ogni tanto navicelle spaziali americane andavano a dar manforte alle bagnarole sovietiche, non cambiamo le carte in tavola rosso
      • SkZ scrive:
        Re: e quando c'era la mir?
        1) la mir era l'unica stazione orbitale esistente, ergo TUTTI dovevano dipendere dai russi2) le bagnarole russe atterrano sul suolo, cosa che gli americani non ci sono mai riusciti con capsule, solo con lo shuttle, perche' e' in sostanza un aereo. E tuttora sono quelle bagnarole che fanno il lavoro di routine. E senza colpo ferire.
        • ... scrive:
          Re: e quando c'era la mir?
          Curioso che la NASA e' del parere contrario... Ma evidentemente tu ne sai di piu'...
          • Madgax scrive:
            Re: e quando c'era la mir?
            - Scritto da: ...
            Curioso che la NASA e' del parere contrario... Ma
            evidentemente tu ne sai di
            piu'...Teniamo in considerazione il fatto che probabilmente anche gli americani siano gelosi della ISS e sopratutto dello shuttle, come lo erano i russi con la MIR prima e tuttora con le navette Sojuz.Bisogna inoltre dire che la gran parte delle persone non conosce la storia della corsa allo spazio: anche i russi avevano realizzato una navetta come lo shuttle, la Buran(http://it.wikipedia.org/wiki/Programma_Buran) poi abbandonata dai russi perchè (dopo lo scioglimento del urss) risultò troppo costosa e soprattutto pericolosa, ritornando alle vecchie (per quella volta, figuriamoci ora) Sojuz.I russi hanno trovato sicuramente la giusta soluzione per i viaggi spaziali a breve termine, con una navetta leggera e economica.Gli americani dal canto loro, se pur con una navetta costosa e ingombrante e difficile da gestire, hanno realizzato la stazione spaziale, in nemmeno un decimo del tempo impiegato dai russi per la MIR e con meno difficoltà, a parte l'incidente del Columbia (il challenger non ha partecipato alla costruzione dell'iss).Comunque c'è da dire che per gli americani è una bella gatta da pelare. Bush voleva andare su marte entro il 2030... ma se vanno così slitterà ancora la data del primo AMMARTEGGIO (me lo sono inventato)...
          • krane scrive:
            Re: e quando c'era la mir?
            - Scritto da: ...
            Curioso che la NASA e' del parere contrario... Ma
            evidentemente tu ne sai di piu'...Modestamente qui su PI possiamo abbiamo i migliori tuttologi del pianeta, che neanche Pico De Paperinis sa tanto... 8)
          • ciko scrive:
            Re: e quando c'era la mir?

            che neanche Pico
            De Paperinis sa
            tanto...
            8)infatti si chiama Pico de Paperis :DDD
          • krane scrive:
            Re: e quando c'era la mir?
            - Scritto da: ciko

            che neanche Pico

            De Paperinis sa

            tanto...

            8)
            infatti si chiama Pico de Paperis :DDDOops, hai ragione.http://it.wikipedia.org/wiki/Pico_de_Paperis
        • MegaJock scrive:
          Re: e quando c'era la mir?
          La Soyuz NON è riutilizzabile. Se ne costruisce una per ogni impiego. E' solo molto, molto economica rispetto allo Shuttle che va ricondizionato da capo e rimontato per ogni missione. Inoltre, dopo l'incidente del Challenger le misure di sicurezza sono state riviste, aggiungendo costi extra e aumentando il tempo di turnover. Sono stati annullati anche molti progetti interessanti, tra cui quello di poter riportare a terra interi satelliti (Hubble compreso) o trasportare stadi aggiuntivi Centaur per missioni lunari.Non sai di cosa parli. L'unica capsula "riutilizzabile" sarà la Orion, se verrà mai costruita.
          • Nieve scrive:
            Re: e quando c'era la mir?
            - Scritto da: MegaJock
            La Soyuz NON è riutilizzabile. ups, è vero!ad essere riciclati sono gran parte degli "interni"
            Se ne costruisce
            una per ogni impiego. E' solo molto, molto
            economica rispetto allo Shuttle che va
            ricondizionato da capo e rimontato per ogni
            missione. Inoltre, dopo l'incidente del
            Challenger le misure di sicurezza sono state
            riviste, aggiungendo costi extra e aumentando il
            tempo di turnover. Sono stati annullati anche
            molti progetti interessanti, tra cui quello di
            poter riportare a terra interi satelliti (Hubble
            compreso) o trasportare stadi aggiuntivi Centaur
            per missioni
            lunari.
            Purtroppo per gli americani credo non ci riusciranno, è finito il loro tempo.
            Non sai di cosa parli. L'unica capsula
            "riutilizzabile" sarà la Orion, se verrà mai
            costruita. se è corretto.
          • MegaJock scrive:
            Re: e quando c'era la mir?
            - Scritto da: Nieve
            Purtroppo per gli americani credo non ci
            riusciranno, è finito il loro
            tempo.
            E' una cosa che sento ripetere dal 1968. Indovina un po', è sempre sbagliata.
Chiudi i commenti