Celeron saluta Duron e vola a 1,2 GHz

Il chippettino economico di Intel si scrolla di dosso il pressing ravvicinato di AMD e rimette strada fra sé e il Duron
Il chippettino economico di Intel si scrolla di dosso il pressing ravvicinato di AMD e rimette strada fra sé e il Duron


Santa Clara (USA) – In un rapido susseguirsi di botte e risposte, Intel e AMD stanno battagliando intensamente sulla fascia bassa del mercato.

Intel, che lo scorso mese era riuscita a sfornare un Celeron che superava, in frequenza di clock, il più veloce Duron sul mercato, pochi giorni fa è stata nuovamente ripresa da AMD con il rilascio del nuovo Duron a 1,1 GHz .

Oggi Intel preme ancora sull’acceleratore e introduce sul mercato il nuovo Celeron a 1,2 GHz, una CPU costruita con un processo a 0,13 micron ed equipaggiata con 256 KB di cache L2 ed un bus di sistema di 100 MHz.

Il nuovo chip costa, per ordini di 1.000 unità, 103$, un prezzo che rimane dunque invariato rispetto a quello del suo predecessore ed in linea con quello dell’attuale Duron a 1,1 GHz.

Al momento, i modelli di Celeron ancora in commercio sono, oltre all’1,2 GHz, l’1,1 e l’1 GHz, e il 950, 900, 850 e 800 MHz (tutti con bus a 100 MHz)

Anche su questa fascia di mercato i megahertz stanno progressivamente perdendo il loro valore comparativo con il progressivo divergere delle architetture e delle soluzioni tecnologiche adottate da Intel e AMD. Sebbene fra Duron e Celeron i megahertz possano considerarsi, in linea di massima, un’unità di misura ancora comparabile – al contrario di quanto succede per Athlon e Pentium 4 – non è un segreto che il Duron, a parità di frequenza, offra da tempo qualcosina in più del Celeron: una superiorità ora assottigliatasi con l’arrivo dell’ultima generazione di chippetti Intel.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 10 2001
Link copiato negli appunti