Cellulari e salute, si indaga in Giappone

Quattro grandi della telefonia mobile nipponica decidono di collaborare ad uno studio per valutare l'impatto delle emissioni dei cellulari
Quattro grandi della telefonia mobile nipponica decidono di collaborare ad uno studio per valutare l'impatto delle emissioni dei cellulari


Tokyo (Giappone) – La comunità scientifica non offre prove convincenti e sono molti i consumatori che temono che l’uso del telefono cellulare possa avere conseguenze negative sulla propria salute. Per tentare di offrire una risposta in qualche modo “definitiva”, i quattro grandi della telefonia mobile nipponica hanno deciso di collaborare alla realizzazione di uno studio sulla questione.

La notizia, dunque, è che J-Phone, KDDI e Tu-Ka Cellular Tokyo si uniscono alla leader del settore, NTT DoCoMo, nel dare vita ad un lavoro di analisi sulle emissioni dei cellulari e sui possibili effetti di una esposizione a tali emissioni sulla struttura biologica.

Fino a questo momento, molti scienziati hanno prodotto in diversi paesi studi più o meno convincenti sull’impatto delle emissioni dei telefonini ma la situazione appare sempre incerta. La stessa Organizzazione mondiale per la Sanità ha affermato che non si possono escludere rischi e che è necessario approfondire.

Un portavoce di DoCoMo ha spiegato che i risultati dello studio non potranno arrivare prima di quattro anni. E ha sottolineato che la ricerca attuale è stata commissionata dal “Mitsubishi Chemical Safety Institute”, una divisione di ricerca del colosso “Mitsubishi Chemical Corp”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 11 2002
Link copiato negli appunti