Cellulari/ Funzionerà l'alleanza contro i furti?

I quattro operatori di telefonia mobile italiani bloccheranno i cellulari rubati, che diverranno così inutilizzabili. Purtroppo non tutto è risolto


Roma – Ripresa da giornali e televisioni, fa rumore in Italia la notizia di una “santa alleanza” tra i quattro operatori di telefonia mobile contro i furti di cellulare, una vera e propria piaga per gli italiani, ai quali vengono sottratti circa 100mila telefonini all’anno.

L’idea è quella di cui si è a lungo dibattuto: sfruttare il numero di serie unico di ogni cellulare, l’IMEI, per impedire che un cellulare rubato possa essere riutilizzato sulle reti dei gestori. Fino ad oggi, un telefonino rubato poteva essere facilmente riutilizzato dal ladro o dall’acquirente-ricettatore semplicemente utilizzando una nuova SIM. D’ora in poi questo non sarà più possibile.

I quattro operatori hanno infatti intenzione di realizzare una “lista nera” dei numeri IMEI dei telefonini rubati, cellulari che a tutti gli effetti diverranno inutili. La speranza è che questo induca i ladri di telefonini a non rubarli.

È però presto dire se questo funzionerà, anche perché lo stesso cellulare, qualora venga immesso su un mercato diverso da quello italiano, tornerebbe a funzionare. Per ovviare anche a questo, ci vorrebbe un accordo internazionale tra tutti gli operatori GSM, un’intesa che però sembra ancora di là da venire, nonostante in tutto il mondo i furti di cellulari siano più numerosi di quelli di computer portatili.

Ma non c’è solo questo: se il “ladruncolo” può essere efficacemente fermato dall’iniziativa dei carrier, un’organizzazione tecnicamente preparata può riuscire a modificare il numero IMEI, di fatto bypassando il blocco voluto dai carrier. Basteranno comunque pochi mesi per capire quale impatto sul numero di furti avrà l’iniziativa, recepita con interesse dalle comunità wireless organizzate in rete.

Ieri, intanto, è arrivata in redazione la prima email girata a numerosi indirizzi che avverte del nuovo meccanismo di protezione e chiede di segnare da qualche parte l’IMEI del proprio cellulare. Invitando coloro che la ricevono a rispedire lo stesso messaggio a tutti i propri conoscenti…

Per visualizzare l’IMEI del proprio cellulare è sufficiente utilizzare il codice: *#06#

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    provate pure...
    Signori provate pure ma ancora questo nuovo servizio di TIM non funziona! E per l' esattezza non funziona con tutti i cell. con prefisso 335 (evidentemente quelli con contratto) e con qualche pregapato...provare per credere!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: MA....
    al chiamante sarà data la possibilità di registrare il proprio nome che verrà fatto ascoltare al ricevente.
  • Anonimo scrive:
    Potrà essere utile!
    Potrà essere utile in caso di emergenza (Credito esaurito)per chiamare un proprio familiare! Utilissimo questo servizio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Potrà essere utile!
      Non so come funziona Tim, (io ho Blu) ma credo che a credito esaurito non si possa usare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Potrà essere utile!
      - Scritto da: Giovanni
      Potrà essere utile in caso di emergenza
      (Credito esaurito)per chiamare un proprio
      familiare! Utilissimo questo servizio.Utile per le emergenze sicuramente, ma pensa agli abusi che ne verranno fatti, poi non bisognerebbe mai andare a credito 0.
  • Anonimo scrive:
    387Lire al minuto?
    Se devo scegliere, con la mia Autoricarica190 di spendere più di quanto spenderei io oppure ricaricarmi il telefonino, beh... State tranquilli che non accetto la chiamata manco fosse il Padre Eterno!
  • Anonimo scrive:
    a mio avviso un servizio che scoccerà
    Era meglio se questo servizio non lo avessero attivato, passi che per le emergenze potrebbe risultare utile, ma pensate a quanta gente ne abuserà pur di non spendere una lira.Già mi rompre che se chiamo un tim con una scheda tim mi viene sempre il dubbio che l'altro abbia autoricarica 190 e mi tenga al telefono apposta per ricaricarsi ora c'è anche questa " scocciatura".
    • Anonimo scrive:
      Non ho parole...
      Quanti problemi ragazzi miei.... mai che vediate qualcosa di buono nelle novità! Nessuno vi obbliga ad accettare chiamate e se gli amici che chiami ti tengono apposta al telefono per ricaricarsi, beh, ti consiglio di cambiarli....Fra avere la possibilità di accettare o rifiutare una chiamata o non averla proprio sarà meglio la prima, no???Su con la vita..... e pensate positivo!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ho parole...
        Te devi aver tanti soldi da buttar via vero?Se le novità fossero utili sarei d'accordo con te, ma mi pare che le uniche novità mirino a sfavorire i rapporti umani.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non ho parole...
          Di positivo ci vedo poco.........l'emergenze già erano gratis!L'unica cosa che vedo bene è che dovrò andare a spiegare BENE a mia nonna di 88 anni la storia di NON accttare le chiamate,sperando la comunicazione di richiesta tim sia a misura d'uomo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non ho parole...
        Non sono daccordo, tale servizio dovrebbe essere attivato su richiesta del possessore del cell, e solo per specifici numeri a cui devono mandare una lettera con su' scritto se accettano o meno di essere chiamati con sto sistema, nel momento in cui accettano, ecco allora il servizio sara' attivo solo per quei numeri, e se per caso digito male, una gentile signorina mi dice che il numero da me chiamato non e' nella lista da me fornita, secondo me e' cosi' che si deve fare, come al solito, la TC non sa' a cosa attaccarsi pr fare stare in piedi il carrozzone e quindi cerca di raschiare il fondo del barile, come la storia che ti mandano il telefono fisso a casa, e tu lo paghi, ma scusa, l'ho mica chiesto? A mio modo cerco di non dargli manco una lira quando possibile
Chiudi i commenti