Cellulari, la pirateria provoca danni miliardari

Questo il verdetto dell'istituto d'analisi Frost and Sullivan: i danni provocati dai pirati delle suonerie ammonterebbero a 2,6 miliardi di euro. Sistemi DRM interoperabili, questa la risposta delle major

Roma – Il fenomeno della cosiddetta pirateria mobile è il più grande problema che si pone di fronte ai membri del Mobile Entertainment Forum , l’associazione internazionale che riunisce i produttori di contenuti multimediali per piattaforme mobili. Se è vero che le major discografiche puntano al rilancio economico grazie alle suonerie ed altri prodotti per cellulari e PDA, allora l’ultimo rapporto diffuso dall’istituto Frost and Sullivan è per loro assai preoccupante: secondo una ricerca condotta negli ultimi mesi, i danni della pirateria mobile ammontano ad oltre due miliardi e mezzo di euro .

Il dato si riferisce soltanto ai paesi dell’Unione Europea, dove il commercio di canzoni e videoclip per cellulare è particolarmente diffuso ed apprezzato tra i più giovani. Stando agli analisti di Frost and Sullivan, circa l’ 80% dei contenuti per cellulari è stato piratato e diffuso abusivamente.

Patrick Parodi, direttore del MEF , ha immediatamente lanciato l’allarme: l’unica soluzione possibile, dice Parodi, è l’adozione di sistemi DRM interoperabili da parte dei produttori di hardware e dei distributori di contenuti multimediali. “L’arena del mercato mobile offre ampi margini di profitto”, ha specificato Parodi in un comunicato ufficiale, “ma abbiamo assolutamente bisogno di piattaforme tecnologiche sicure che offrano un’adeguata protezione dei contenuti coperti da copyright”.

Parodi spinge per un approccio ragionevole che non vieti arbitrariamente la condivisione, indicata come “soluzione istintiva che rischia di danneggiare irrimediabilmente il mercato”. La posizione ufficiale di MEF è invece di “promuovere l’uso di standard DRM condivisi, proprietari oppure open source, che permettano il controllo della condivisione abusiva ed al tempo stesso aprano le porte a nuovi modelli di business”.

In pratica, Parodi non vuole sbarrare la strada alla possibilità di modelli di distribuzione P2P per cellulari o più semplicemente agli utenti che desiderino utilizzare la suoneria acquistata contemporaneamente su più dispositivi mobili. “Siamo bene intenzionati a supportare la creazione di un sistema robusto di mobile Digital Rights Management “, dicono i portavoce del MEF, “che possa garantire il rispetto della proprietà intellettuale ed al tempo stesso offrire interoperabilità e dinamicità ai consumatori”. Ma unire le due cose, come ripetono da tempo gli esperti , potrebbe rivelarsi impossibile.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma almeno...
    Tromba?
  • Anonimo scrive:
    Terminator
    BRAVI complimenti a tutti andate avanti cosi' scienziati che la robotica ci risolverà tanti problemi vero? Leggetevi un po' di JOY invece. La cecita' degli umani è incredibile
    • Anonimo scrive:
      Re: Terminator
      Troppi libri di fantascienza?eheheh- Scritto da:
      BRAVI complimenti a tutti andate avanti cosi'
      scienziati che la robotica ci risolverà tanti
      problemi vero? Leggetevi un po' di JOY invece. La
      cecita' degli umani è
      incredibile
      • MandarX scrive:
        Re: Terminator
        - Scritto da:
        Troppi libri di fantascienza?novedrai col trusted computing! il robot non lo controlli nemmeno tu!esattamente come in "Io robot" di Asimov. Nel film, non nel libro, si mostra la nuova generazione dei robot, che non obbedisce al padrone ma alla casa madre...esattamente come nel trusted computinge poi cosa ci vorrà ad inserire un'arma in un robot? nulla!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 maggio 2006 11.05-----------------------------------------------------------
        • deltree scrive:
          Re: Terminator
          - Scritto da: MandarX
          - Scritto da:

          Troppi libri di fantascienza?

          no

          vedrai col trusted computing! il robot non lo
          controlli nemmeno
          tu!

          esattamente come in "Io robot" di Asimov.
          Nel film, non nel libro, si mostra la nuova"Io, Robot" (il film) non è di Asimov né c'entra nulla con la letteratura a lui connessa. Mi fa piacere constatare che il revisionismo letterario del cinema e della tv spazzatura cominci a dare i suoi frutti. Un po' meno che inizi a piegare anche le leggi della logica del ragionamento di base.
          • Anonimo scrive:
            Re: Terminator
            http://it.wikipedia.org/wiki/Io,_Robot_(Asimov)Si dice:Nel 1950 esce l'antologia Io, Robot, che prende il titolo dal racconto di Eando Binder contro il volere di Asimov. Comunque l'autore ne approfitta per rivedere e correggere Uno strano compagno di giochi e per restituirgli il titolo originale di Robbie. Da notare come le due edizioni dello stesso racconto abbiano una grande differenza: nella prima versione sono assenti le tre leggi della robotica che hanno reso famoso Asimov.- Scritto da: deltree

            - Scritto da: MandarX

            - Scritto da:


            Troppi libri di fantascienza?



            no



            vedrai col trusted computing! il robot non lo

            controlli nemmeno

            tu!



            esattamente come in "Io robot" di Asimov.

            Nel film, non nel libro, si mostra la nuova

            "Io, Robot" (il film) non è di Asimov né c'entra
            nulla con la letteratura a lui connessa. Mi fa
            piacere constatare che il revisionismo letterario
            del cinema e della tv spazzatura cominci a dare i
            suoi frutti.


            Un po' meno che inizi a piegare anche le leggi
            della logica del ragionamento di
            base.
          • MandarX scrive:
            Re: Terminator

            "Io, Robot" (il film) non è di Asimov né c'entra
            nulla con la letteratura a lui connessa. Il film "Io Robot" è inspirato al libro di Asimove non è vero che non è connesso ad essoLa storia incentrata sul robot che prende coscienza di se e che viola le leggi della robotica è uguale.In ogni caso quello che volevo dire io è che nel film i Robot non erano controllati dai padroni ma dalla casa produtriicecome nel trusted computing...quindi se un domani ci saranno robot domestici e i compunter saranno tutti "trusted" perche i robot non dovrebbero esserlo pure?
        • Anonimo scrive:
          Re: Terminator
          - Scritto da: MandarX
          - Scritto da:

          Troppi libri di fantascienza?

          noDecisamente no, se tu avessi letto, un minimo di cultura scientifica ti sarebbe arrivata.
          vedrai col trusted computing! il robot non lo
          controlli nemmeno tu!Non ne abbiamo, per cui... c'e' poco da non controllare.
          esattamente come in "Io robot" di Asimov.
          Nel film, non nel libro, si mostra la nuova
          generazione dei robot, che non obbedisce al
          padrone ma alla casa
          madre...
          Guarda che e' un film non un trattato di robotica, e' fatto per stupire, illudere e far scalpore, c'entra molto con il botteghino e poco con la ricerca.Non ti far illudere, e' una fiabetta per adulti.
          esattamente come nel trusted computingChe ancora non c'e' per cui fai il confronto con le bolle di sapone.
          e poi cosa ci vorrà ad inserire un'arma in un
          robot?
          nulla!Nulla?Gia', e' per questo che gli eserciti non esistono piu' e ci sono solo robot.
          • Anonimo scrive:
            Re: Terminator
            don't feed the troll!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Terminator

            don't feed the troll!!!che trollino, lascialo perdere
          • Anonimo scrive:
            Re: Terminator


            esattamente come in "Io robot" di Asimov.

            Nel film, non nel libro, si mostra la nuova

            generazione dei robot, che non obbedisce al

            padrone ma alla casa

            madre...

            Guarda che e' un film non un trattato di
            robotica, e' fatto per stupire, illudere e far
            scalpore, c'entra molto con il botteghino e pocomannaggia, perche' devi raccontare la verita', lui ci credeva.
      • Anonimo scrive:
        Re: Terminator
        - Scritto da:
        Troppi libri di fantascienza?

        ehehehNon hai colto la citazione eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Terminator
      - Scritto da:
      BRAVI complimenti a tutti andate avanti cosi'
      scienziati che la robotica ci risolverà tanti
      problemi vero? Leggetevi un po' di JOY invece. La
      cecita' degli umani è
      incredibilecome disse un pò di tempo fa Tylden a Bill Joy: "Hey Bill, get a life!".....la realtà è che gli umani sono violenti, aggressivi e criminali perchè questa è la loro natura istintiva.....i robot possono essere basati su istinti diversi e quindi essere di fatto pacifici.....certo che se i militari impongono di costruire un robot il cui istinto primario è massacrare ogni forma di vita, allora in quel caso possono nascere dei mostri....insomma il segreto è di tenere i militari il più lontano possibile dai robot
      • Anonimo scrive:
        Re: Terminator

        forma di vita, allora in quel caso possono
        nascere dei mostri....insomma il segreto è di
        tenere i militari il più lontano possibile dai
        robotNon e' una gran risposta, visto che quasi tutti i piu' importanti progetti di robotica sono finanziati dal Pentagono
        • Anonimo scrive:
          Re: Terminator
          - Scritto da:

          forma di vita, allora in quel caso possono

          nascere dei mostri....insomma il segreto è di

          tenere i militari il più lontano possibile dai

          robot

          Non e' una gran risposta, visto che quasi tutti i
          piu' importanti progetti di robotica sono
          finanziati dal
          PentagonoNon e' una gran risposta perche' i robot non hanno istinti.La tua invece e' falsa. Ci sono progetti di robotica importantissimi in tutto il mondo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Terminator
      - Scritto da:
      BRAVI complimenti a tutti andate avanti cosi'
      scienziati che la robotica ci risolverà tanti
      problemi vero?Vero, ma non ci liberera' mai dalla stupidita'.Ma grazie a te ci facciamo il callo.
      Leggetevi un po' di JOY invece. La
      cecita' degli umani è
      incredibileCosa c'entra terminator con la robotica?Forse che Titanic c'entra con la siderurgia navale?
      • MandarX scrive:
        Re: Terminator
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        BRAVI complimenti a tutti andate avanti cosi'

        scienziati che la robotica ci risolverà tanti

        problemi vero?

        Vero, ma non ci liberera' mai dalla stupidita'.
        Ma grazie a te ci facciamo il callo.ragazzi ma perche siete cosi aggressivi?
        Cosa c'entra terminator con la robotica?terminator era un robot ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ever, il primo androide coreano
    http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/scienzaetecnologia/robot-corea/1.html
Chiudi i commenti