Cellulari, la prudenza è d'obbligo

Gli scienziati avvertono: mancano prove definitive in un senso o nell'altro ma chi non usa con prudenza il cellulare sbaglia e potenzialmente rischia. Ritirati alcuni modelli


Londra – Dal Regno Unito ancora una volta gli scienziati si fanno sentire per cercare di trasmettere un messaggio essenziale: si usi il cellulare in tranquillità ma lo si faccia con prudenza . Si utilizzino alcuni accorgimenti, dicono i ricercatori britannici, e non lo si consideri aprioristicamente uno strumento innocuo.

L’invito alla prudenza e a nessun allarmismo, ossia al buon senso, arriva dai risultati di una indagine condotta in UK proprio tra i ricercatori dalla NRPB , National Radiological Protection Board, un organismo di consulenza indipendente. “Noi – ha spiegato il chairman sir William Stewart – raccomandiamo un approccio cauto perché non ci sono ancora prove concrete che la salute della gente sia stata menomata dall’uso delle tecnologie della telefonia mobile”.

Stando alla NRPB, sono i bambini gli utenti di telefonia mobile che potrebbero risultare più colpiti degli altri e si raccomanda quindi un uso il più possibile limitato dei cellulari da parte loro nonché l’adozione di telefonini col più basso valore SAR disponibile sul mercato, il valore che quantifica la quantità di assorbimento delle emissioni da parte dell’organismo. “Dobbiamo essere prudenti – ha spiegato Stewart – non possiamo dire che non ci saranno effetti”.

I risultati dello studio, che invita anche i governi a monitorare le emissioni delle stazioni base di telefonia mobile, vengono considerati con grande attenzione in queste ore, tanto da aver indotto la società Communic8 a ritirare dal mercato alcuni modelli di telefonino pensati proprio per i bambini. “La decisione di ritirare il prodotto – ha spiegato l’azienda – viene presa alla luce di queste nuove evidenze secondo cui una esposizione prolungata può danneggiare la salute, soprattutto nel tessuto cerebrale non ancora sviluppato dei bambini più piccoli”.

L’industria di settore ha accolto con favore lo studio NRPB. Secondo Mike Dolan della Mobile Operators Association “l’elemento essenziale dei consigli della NRPB è che non vi sono informazioni sicure che associano l’uso del cellulare con effetti nocivi sulla salute”.

Va detto che non è la prima volta che la Board di Stewart ammonisce sull’uso sconsiderato del cellulare. Nel 2000 lo stesso Stewart aveva spiegato che “ci sono prove preliminari che l’esposizione alle radiazioni può produrre effetti nascosti sulle funzioni biologiche, incluse quelle del cervello”.

Lo studio NRPB arriva a poca distanza da un altro importante rapporto denominato Reflex che parla di un possibile legame tra uso del cellulare e danneggiamento del DNA. Pur con molte cautele, negli anni sono numerosi i ricercatori che hanno messo in guardia dall’abuso del cellulare , ad esempio perché potrebbe danneggiare l’udito o, per dirne un’altra, perché potrebbe alterare le funzionalità della barriera emato-encefalica.

Una serie di studi e notizie sull’argomento sono reperibili qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    feeeeekooo
    kome halflife
  • Anonimo scrive:
    Re: Quante energie...
    - Scritto da: Anonimo
    Quando uno è mago, è mago...Scusa, mi spieghi che vuol dire questo post completamente quotato con una sola riga incomprensibile di "commento" ? :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Quante energie...
    - Scritto da: Anonimo
    Il "progresso etico" dell'umanità
    è una figura totalmente utopica, non
    meno della Città del Sole di
    Campanella. Richiederebbe una
    omogeneità culturale che non pare
    neppure connaturata con l'uomo in quanto
    tale, e questo è realmente uno dei
    pochissimi punti su cui antropologi e
    filosofi sembrano essere d'accordo quasi
    come i fisici sono d'accordo sulle
    unità di misura. Per chi vede
    più rosa degli altri rappresenta un
    limite a cui tendere, ma comunque
    irraggiungibile su questa terra.

    La mera definizione di cosa sia realmente
    "etico" causerebbe (o sta causando ?) una
    serie di guerre mondiali: per alcuni
    è etico infibulare delle bambine, per
    altri è un dovere morale lasciar
    morire chi ha violato un certo tabù,
    altri ancora compulsano il loro "libro
    sacro" (più etico di così,
    parola del loro Dio) e ci trovano scritto in
    modo più o meno figurato di mozzare e
    sgozzare e castrare e amputare a più
    non posso per guadagnarsi il paradiso, e se
    proprio non ce lo trovano scritto -
    perché sono analfabeti come la
    stragrande maggioranza della popolazione
    mondiale - c'è sempre qualche
    soi-disant interprete ispirato disposto a
    leggerglielo a modo suo...

    Siamo seri, non si penserà davvero
    che la "nostra" etica etnocentrica
    occidentale, ossia quella giudeo-cristiana e
    protestante (già strapiena di
    distinguo) sia per forza "migliore" di altre
    e come tale imponibile tout-court, in primo
    luogo ai nostri reprobi, e quindi ad altri
    popoli che la disconoscono in toto ? Non
    sarebbe neppure "etico"...Quando uno è mago, è mago...
  • Anonimo scrive:
    Re: Quante energie...
    - Scritto da: Segfault
    Che uccidere sia sbagliato sarà anche
    vero... ma del resto non avere un esercito
    significherebbe semplicemente essere prima o
    poi invasi e non avere modo per difendersi.Certo che se a S.Marino s'incazzano...
  • Anonimo scrive:
    Re: Stringiamo la cinghia
    - Scritto da: MisterEmme
    Qui tutti si stringe la cinghia e lo stato
    va a rotoli e poi andiamo a comperare sti
    giocattoli.....
    Vabbe' sara' contento lo zio George che si
    ritrova con qualche euro in piu' in tasca...Se non sbaglio il costo di un "giocattolo" come questo non solo è vantaggioso perché il suo uso non può causare morti *italiani* ma è anche inferiore al costo di un aereo dotato di pilota e quindi più pericoloso.In parole povere si risparmia e si aumenta la sicurezza del personale che ci lavora... non vedo proprio il perché del tuo commento.Scommetto che se tu fossi un militare preferiresti di gran lunga "radiocomandare" un giocattolino simile piuttosto che guidare il tuo culetto in mezzo a lanciamissili stranieri.Bye, Luca
  • Anonimo scrive:
    Re: Quante energie...
    - Scritto da: NeutrinoPesante
    ... spese per ideare nuovi modi con cui
    ammazzare altre persone.In realtà l'uso di questa tecnologia mi sembra molto più sicuro che mandare persone "vere".Credo debba essere una priorità dell'esercito quella di trovare modi per proteggere i propri soldati... e questo mi sembra un modo eccellente.Che uccidere sia sbagliato sarà anche vero... ma del resto non avere un esercito significherebbe semplicemente essere prima o poi invasi e non avere modo per difendersi. Ben vengano quindi tecnologie in grado di difenderci e al tempo stesso essere sicure per chi deve usarle.Bye, Luca
  • Anonimo scrive:
    Re: Quante energie...
    - Scritto da: Anonimo

    Sarò cinico, ma realista: il progresso
    tecnologico è sempre stato spinto da
    necessità belliche, compresi* i
    computer.Questo è un dato di fatto storicamente arcinoto, il "cinismo" è davvero irrilevante in queste considerazioni. L'approccio scientifico impone distacco, anche e soprattutto nelle "scienze dell'uomo". Il giudizio morale, ammesso che sia rilevante per ciò di cui si parla, va a lato, ben separato dai fatti.Tra l'altro, non vi è alcunché di intrinsecamente "negativo" nella costruzione di armi (che servono alla difesa tanto quanto all'eventuale offesa, e non solo: studiare un po' di game theory aprirebbe molto gli occhi sul potere dissuasivo e sull'asimmetria informativa, e leggere qualche antropologo di vaglia aiuterebbe a capire meglio la naturale aggressività umana) o nella ricerca di tecnologie multifunzionali, che hanno sempre effetti collaterali di ricaduta industriale e civile. Gli è che la spinta della supremazia nazionale, della conservazione dell'incolumità collettiva, in qualche caso associata anche all'espansione del territorio, si è storicamente dimostrata la molla più potente, assai più potente della mera e naturale spinta al guadagno, in grado di mettere in moto i finanziamenti più cospicui e di coinvolgere (volenti, nolenti o - nella stragrande maggioranza dei casi - palesemente indifferenti alle questioni etiche) i migliori cervelli. Sì, in astratto esisterebbero mille possibili alternative, tutte molto colorite e folkloristiche, ma i fatti stanno così da diecimila anni più o meno e nessuna forza umana è stata in grado di andare oltre altisonanti petizioni di principio e vibranti proclami retorici, cumuli di parole che sono ben lungi dal cambiare lo status quo.
  • Anonimo scrive:
    Re: l'11 settembre sarà più facile...
  • Anonimo scrive:
    Re: Novità?
    - Scritto da: sigsegv
    L'Esercito ha disposizione da diversi anni
    arei da
    ricognizione. Questi cosa
    hanno di nuovo?Un UAV costa meno sia come costoiniziale che come costo di utilizzo.Puo stare in volo molto piu a lungoanche senza aerei cisterna che lo riforniscanoin volo (senza contare che un pilotaha limiti fisiologici ben precisi, mentreper un UAV fin che ha carburante sta in volo).Li si puo utilizzare in missioni suicide(in punti dove le difese aere sono troppo pericolose o per missioni oltre il range entro cui e' possibile il rientro ad una base amica).Non sostituisce in pieno i ricognitori conpilota a bordo ma in un sacco di situazionie' molto piu economico e "spendibile".
    • sigsegv scrive:
      Re: Novità?
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: sigsegv

      L'Esercito ha disposizione da diversi
      anni

      arei da

      ricognizione. Questi
      cosa

      hanno di nuovo?

      Un UAV costa meno sia come costo
      iniziale che come costo di utilizzo.Mea culpa. Intendevo arei da ricognizione senza pilota, ma mi è rimasto nella tastiera.
  • Anonimo scrive:
    Re: Quante energie...
    - Scritto da: NeutrinoPesante
    Se il progresso tecnologico dell'umanita'
    avesse proceduto alla stessa velocita' di
    quello etico oggi avremmo in mano una clava,
    e non un mouse.Sarò cinico, ma realista: il progrsso tecnologico è sempre stato spinto da necessità belliche, compresi* i computer.* quelli per primi
  • Anonimo scrive:
    Re: Quante energie...
    Il "progresso etico" dell'umanità è una figura totalmente utopica, non meno della Città del Sole di Campanella. Richiederebbe una omogeneità culturale che non pare neppure connaturata con l'uomo in quanto tale, e questo è realmente uno dei pochissimi punti su cui antropologi e filosofi sembrano essere d'accordo quasi come i fisici sono d'accordo sulle unità di misura. Per chi vede più rosa degli altri rappresenta un limite a cui tendere, ma comunque irraggiungibile su questa terra.La mera definizione di cosa sia realmente "etico" causerebbe (o sta causando ?) una serie di guerre mondiali: per alcuni è etico infibulare delle bambine, per altri è un dovere morale lasciar morire chi ha violato un certo tabù, altri ancora compulsano il loro "libro sacro" (più etico di così, parola del loro Dio) e ci trovano scritto in modo più o meno figurato di mozzare e sgozzare e castrare e amputare a più non posso per guadagnarsi il paradiso, e se proprio non ce lo trovano scritto - perché sono analfabeti come la stragrande maggioranza della popolazione mondiale - c'è sempre qualche soi-disant interprete ispirato disposto a leggerglielo a modo suo... Siamo seri, non si penserà davvero che la "nostra" etica etnocentrica occidentale, ossia quella giudeo-cristiana e protestante (già strapiena di distinguo) sia per forza "migliore" di altre e come tale imponibile tout-court, in primo luogo ai nostri reprobi, e quindi ad altri popoli che la disconoscono in toto ? Non sarebbe neppure "etico"...
  • Anonimo scrive:
    Servirebbe...
    Servirebbe un'invenzione, un'invenzione utile...in campo militareLA BOMBA INTELLIGENTE cioè quella che ritorna al mittenteIl Maramaldo Antimilitarista(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Servirebbe...
      - Scritto da: Anonimo
      Servirebbe un'invenzione, un'invenzione
      utile...in campo militare
      LA BOMBA INTELLIGENTE cioè quella che
      ritorna al mittenteHmmm... mi piacerebbe tanto vedere se faresti lo stesso commento se un paese ci dichiarasse guerra e dovessimo difenderci usando tali bombe intelligenti.La realtà è che le così dette "bombe intelligenti" che ai "pacifisti" piace tanto deridere hanno in realtà risparmiato molte vite che usando bombe convenzionali sarebbero andate perse.Ma naturalmente i "pacifisti" non sono in grado di capire questo concetto... preferiscono coprirsi il volto con un passamontagna e andare a disfare vetrate di negozi e pestare carabinieri che non c'entrano nulla con il loro bravo manganello.Bye, Luca
      • ammatwain scrive:
        Re: Servirebbe...

        La realtà è che le così
        dette "bombe intelligenti" che ai
        "pacifisti" piace tanto deridere hanno in
        realtà risparmiato molte vite che
        usando bombe convenzionali sarebbero andate
        perse.Risparmiato in che senso?Si chiama bomba "intelligente"perche si avvicina all'obiettivopiu' delle armi convenzionali.Non e' che si mette a fareconversazione con quelli chesono nei paraggi.Prima della 2a guerra mondialemorivano soprattutto i soldati, ora quelliche muoino sono quasi tutti civili.
        • Anonimo scrive:
          Re: Servirebbe...

          Risparmiato in che senso?
          Si chiama bomba "intelligente"
          perche si avvicina all'obiettivo
          piu' delle armi convenzionali.
          Non e' che si mette a fare
          conversazione con quelli che
          sono nei paraggi.

          Prima della 2a guerra mondiale
          morivano soprattutto i soldati, ora quelli
          che muoino sono quasi tutti civili.Senza offendere, ma prima di dire certe ca***te informati!Primo : le "bombe intelligenti" ovvero bombe teleguidate/guida laser/ GPS ecc. , vengono chiamate così perchè hanno un margine di errore che varia dai 10cm a pochi metri. Quindi con una di quelle bombe si può colpire direttamente l'obbiettivo (che sono postazioni radar, bunker, aeroporti... e non case civili o monumenti come dicono i "pacifisti" che con la pace non centrano nulla, io preferirei chiamarli "ciarlatanisti") senza provocare ulteriori danni (soprattutto ai civili appunto).Secondo: ke stronzata è questa che prima della 2guerra mondiale morivano piu i soldati che i civili? Hai mai aperto un libro di storia in vita tua? Be, se in casa tua ne possiedi uno datti un'occhiata alle tabelle con la stima dei morti...Poi a logica, nel passato i bombardamenti venivano fatti a tappeto, spero che sai cosa vuo dire. Non badavano troppo alla precisione, e spesso veniva ordinato di bombardare nelle citta.... Quanti monumenti e città italiane sono state distrutte dai bombardamenti delle Grandi Guerre del Passato???Ecco, quelle erano bombe "deficenti", proprio come te!
      • Anonimo scrive:
        Re: Servirebbe...
        - Scritto da: Segfault
        - Scritto da: Anonimo

        Servirebbe un'invenzione, un'invenzione

        utile...in campo militare

        LA BOMBA INTELLIGENTE cioè
        quella che

        ritorna al mittente

        Hmmm... mi piacerebbe tanto vedere se
        faresti lo stesso commento se un paese ci
        dichiarasse guerra e dovessimo difenderci
        usando tali bombe intelligenti.

        La realtà è che le così
        dette "bombe intelligenti" che ai
        "pacifisti" piace tanto deridere hanno in
        realtà risparmiato molte vite che
        usando bombe convenzionali sarebbero andate
        perse.

        Ma naturalmente i "pacifisti" non sono in
        grado di capire questo concetto...
        preferiscono coprirsi il volto con un
        passamontagna e andare a disfare vetrate di
        negozi e pestare carabinieri che non
        c'entrano nulla con il loro bravo
        manganello.

        Bye,
        Lucanon si scrive "pacifisti" ma pacifinti
      • Anonimo scrive:
        Re: Servirebbe...
      • Anonimo scrive:
        Re: Servirebbe...
    • Anonimo scrive:
      Re: Servirebbe...
      - Scritto da: Anonimo
      Servirebbe un'invenzione, un'invenzione
      utile...in campo militare
      LA BOMBA INTELLIGENTE cioè quella che
      ritorna al mittenteE dotato di lanciamissili intelligente che ritorna in garage da solo. Ma almeno si potrebbe inventare il commento intelligente.
  • Anonimo scrive:
    ti sei scordato della marmotta!
    e la marmotta incartava la cioccolata
  • Anonimo scrive:
    Re: Quante energie...
    - Scritto da: NeutrinoPesante
    ... spese per ideare nuovi modi con cui
    ammazzare altre persone.Già. Ma così va il mondo.
  • Anonimo scrive:
    Re: SVEGLIAAAAA
    - Scritto da: Anonimo

    Ci risulta che vincere o perdere una
    guerra

    sia un problema serio.

    Soprattutto quando si tratta di petrolio.
    Pensa che bello, non ci sarà
    più bisogno di sporcarsi con le bombe
    radioattive umanitarie. Si portà fare
    tutto comodamente da remoto.Contento tu...
  • Anonimo scrive:
    Re: SVEGLIAAAAA
    - Scritto da: Anonimo



    Ci risulta che vincere o perdere una
    guerra

    sia un problema serio.

    Ed io che credevo che il problema serio
    fosse se farla o no (la guerra) ma
    soprattutto PERCHE' farla !!Quelli sono altri problemi. Anchessi molto molto seri.
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    "Ma va di che ti preoccupi?

    Dammi soldi che la mia azienda ti
    produce in

    3 giorni un bel robottone che non si
    ferma

    mai. Si nutre delle sue vittime

    (preferibilmente bambini ancora vivi) ed

    è innarestabile su qualsiasi
    campo.



    Saluti

    G.W.B. "



    ********



    pesante realtà, ma le
    multinazionali

    ragionano cosi, tutto per i soldi.

    lo si vede nel mondo ogni giorno, dai

    farmaci salvavita alle canzoni, dalle
    armi

    ai cellulari.

    Accidenti, non farò più uscire
    il gatto di casa per andare a gattine!
    Ma non potrebbero inventarne uno che si
    nutre di merda, così si risolverebbe
    anche il fastidioso problema delle cacche di
    cane tanto diffuso nella mia città?
    Accidenti, questa sì che sarebbe una
    buona idea: un robot mangiamerda per pulire
    le strade dalle deiezioni canine,
    con la paletta al posto della mitragliatrice!Ottiimo, corro subito a brevettarla!:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Novità?
    il radar ad apertura sintetica ad alta risoluzione, la possibilita di essere armati con dei missili hell fire che ne fa dei veri e propri 'robot da guerra' (hanno gia' ammazzato dei membri di al-quaeda in jemen)ulteriori info:http://en.wikipedia.org/wiki/RQ-1_Predator
    • Anonimo scrive:
      Re: Novità?
      - Scritto da: Anonimo
      il radar ad apertura sintetica ad alta
      risoluzione, la possibilita di essere armati
      con dei missili hell fire che ne fa dei veri
      e propri 'robot da guerra' (hanno gia'
      ammazzato dei membri di al-quaeda in jemen)
      ulteriori info:
      en.wikipedia.org/wiki/RQ-1_Predator me cojoni...:|
      • Anonimo scrive:
        Re: Novità?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        il radar ad apertura sintetica ad alta

        risoluzione, la possibilita di essere
        armati

        con dei missili hell fire che ne fa dei
        veri

        e propri 'robot da guerra' (hanno gia'

        ammazzato dei membri di al-quaeda in
        jemen)

        ulteriori info:

        en.wikipedia.org/wiki/RQ-1_Predator


        me cojoni...:|ROTFL
  • Anonimo scrive:
    X quello che ha scritto [OT] per la reda
  • Anonimo scrive:
    Re: l'11 settembre sarà più facile...
    ..... e poi c'è la marmotta che incarta la cioccolata ....
  • Anonimo scrive:
    Re: l'11 settembre sarà più facile...
    - Scritto da: sigsegv

    - Scritto da: Anonimo


    E la guerra in iraq non esiste, e gli

    americani hanno gia' steso un tubo che
    passa

    dal nucleo terrestre per portare il
    petrolio

    in pipeline direttamente dall'iraq ai
    pozzi

    americani che stanno riempiendo da 30
    anni

    iniettando il petrolio per poi
    rivenderlo a

    caro prezzo quando finira', tra 30 anni
    nel

    1970 (al ritmo del 1970).

    E non dimentichiamo che non sono mai andati
    sulla luna, per favore.E Elvis Presley e Marylin Monroe sono ancora vivi, anzi si sono sposati e hanno avuto 2 figlie: le sorelle Lecciso...
  • sigsegv scrive:
    Re: l'11 settembre sarà più facile...
    - Scritto da: Anonimo
    E la guerra in iraq non esiste, e gli
    americani hanno gia' steso un tubo che passa
    dal nucleo terrestre per portare il petrolio
    in pipeline direttamente dall'iraq ai pozzi
    americani che stanno riempiendo da 30 anni
    iniettando il petrolio per poi rivenderlo a
    caro prezzo quando finira', tra 30 anni nel
    1970 (al ritmo del 1970).E non dimentichiamo che non sono mai andati sulla luna, per favore.
  • sigsegv scrive:
    Novità?
    L'Esercito ha disposizione da diversi anni arei da ricognizione. Questi cosa hanno di nuovo?
  • Anonimo scrive:
    Re:Sarebbe bello avere dei link....
    - Scritto da: Asmodeo......
    Come curiosità segnalo che ci sono
    anche dei progetti di bio-robot, ancora non
    c'è un progetto uitario, ma i
    prototipi sono piu che buoni. ........Sarebbe bello avere anche dei link....o comunque sapere le tue fonti....tanto per dare un occhiata.....
  • Anonimo scrive:
    Per la redazione
    Gentile redazione il degrado del forum è evidente a tutti da diverso tempo. Credo che pubblicare frammenti di notizie riguardanti applicazioni militari vecchie di anni, in un forum la cui frequentazione è evidententemente girotondina, non faccia che generare flames.Prova ne è che non c''e' un solo commento sulla notizia in sè.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot

    Come curiosità segnalo che ci sono
    anche dei progetti di bio-robot, ancora non
    c'è un progetto uitario, ma i
    prototipi sono piu che buoni.
    Un bio-robot è un robot capace di
    trarre energia da sostanze biologiche, in
    pratica non ha bisogno di ricaricarsi con l
    energia elettrica. Il robot in questione
    ottiene energia tramite la trasformazione di
    componenti biologiche in qualsiasi forma, i
    primi esemplari utilizzano zucchero ma ci
    sono anche alcuni progetti un po piu
    lugubri... Alucinantehttp://punto-informatico.it/p.asp?i=38406
  • Anonimo scrive:
    Re: Delegare all'ennesima potenza
    - Scritto da: Anonimo
    già.... tu invece ammazzi solo quelli
    che conosci ;)[...]
    hehehe..... sembri il bue che dà del
    cornuto all'asino :DLe pillole! devi deglutirle, non spararle con la cerbottana!
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
    - Scritto da: Anonimo
    "Ma va di che ti preoccupi?
    Dammi soldi che la mia azienda ti produce in
    3 giorni un bel robottone che non si ferma
    mai. Si nutre delle sue vittime
    (preferibilmente bambini ancora vivi) ed
    è innarestabile su qualsiasi campo.

    Saluti
    G.W.B. "

    ********

    pesante realtà, ma le multinazionali
    ragionano cosi, tutto per i soldi.
    lo si vede nel mondo ogni giorno, dai
    farmaci salvavita alle canzoni, dalle armi
    ai cellulari.Accidenti, non farò più uscire il gatto di casa per andare a gattine!Ma non potrebbero inventarne uno che si nutre di merda, così si risolverebbe anche il fastidioso problema delle cacche di cane tanto diffuso nella mia città?Accidenti, questa sì che sarebbe una buona idea: un robot mangiamerda per pulire le strade dalle deiezioni canine,con la paletta al posto della mitragliatrice!
  • NeutrinoPesante scrive:
    Quante energie...
    ... spese per ideare nuovi modi con cui ammazzare altre persone.Se il progresso tecnologico dell'umanita' avesse proceduto alla stessa velocita' di quello etico oggi avremmo in mano una clava, e non un mouse.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: SVEGLIAAAAA
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo
    In genere la differenza sta nella ricchezza
    di compiti e nel livello di sofisticazione
    raggiunto per cui non a caso si dice "questa
    macchina fotografica ha mille funzioni,
    sembra un robot", intendedo che è
    sofisticata.

    Tuttavia le differenze non si limitano a
    questo, e la questione è difficile da
    dirimere.Non più di tanto, in realtà. E' sufficiente quantificare "l'autonomia decisionale" dell'oggetto, ovvero il grado di apertura logica del controllo automatico, prendendo spunto dalla sistemica (Minati, Pessa, Klir etc), che ha già contribuito a seppellire definitivamente nel dimenticatoio altre faccende di IA, a partire dalla sbronza della "IA forte" che vent'anni fa ci ha fatto tanto ridere con gli improbabili scontri a distanza tra Hofstadter e Penrose. Usando questa metrica, tra l'altro, si distinguono le capacità "automatiche" di esseri viventi e senzienti dalle macchine, dunque non c'è motivo per non estendere la classificazione ai vari sistemi automatici, fino ai più triviali (sempre dal punto di vista sistemico) con apertura logica zero - che poi coincidono in larga misura con il fronte superiore dei "sistemi adattivi" di buona memoria, cioè l'embedded critico assolutamente deterministico.
    • Anonimo scrive:
      Re: SVEGLIAAAAA
      - Scritto da: Anonimo

      Tuttavia le differenze non si limitano a

      questo, e la questione è
      difficile da

      dirimere.

      Non più di tanto, in realtà.
      E' sufficiente quantificare "l'autonomia
      decisionale" dell'oggetto, ovvero il grado
      di apertura logica del controllo automatico,Ah interessante grazie!
  • Anonimo scrive:
    Re: Stringiamo la cinghia
    - Scritto da: MisterEmme
    Qui tutti si stringe la cinghia e lo stato
    va a rotoli e poi andiamo a comperare sti
    giocattoli.....
    Vabbe' sara' contento lo zio George che si
    ritrova con qualche euro in piu' in tasca...In verità lo stato italiano, in termini percentuali sul prodotto interno lordo (PIL), investe assai poco in spese militari. Lo stesso fanno altri paesi della NATO.Se lo può permettere perché sono gli USA a spendere una rilevante parte del loro PIL in forze armate che possono intervenire in difesa degli alleati se necessario.Tratto da «La Repubblica» del 24 novembre 2003:"Oggi il capo della Casa Bianca ha firmato il bilancio della difesa per l'anno fiscale 2004, che stanzia fondi per 401,3 miliardi di dollari e prevede, fra l'altro, un aumento medio del 4,1 % della retribuzione dei militari. A quegli oltre 400 miliardi di dollari vanno aggiunti i circa 87 miliardi stanziati per la guerra in Iraq e in Afghanistan e per la ricostruzione dei due Paesi e i 9,3 miliardi di una legge per la realizzazione d'installazioni militari. Si arriva così sulla soglia dei 500 miliardi, il che significa che le spese militari degli Stati Uniti sono confrontabili con il prodotto interno lordo di un Paese del G7, il Canada. E sono superiori al prodotto interno lordo globale della Russia. "
    ps.
    E poi, ridicolo, dallla pagina del ministero
    della difesa:
    "... I primi quattro aerei senza pilota
    italiani sono entrati in servizio presso il
    28° Gruppo Velivoli Teleguidati del 32°
    Stormo di Amendola "
    Italiani? :DMah, se li hanno pagati e li usano gli italiani, sono italiani...
    • Anonimo scrive:
      Re: Stringiamo la cinghia
      - Scritto da: Anonimo

      In verità lo stato italiano, in
      termini percentuali sul prodotto interno
      lordo (PIL), investe assai poco in spese
      militari. Lo stesso fanno altri paesi della
      NATO.
      Se lo può permettere perché
      sono gli USA a spendere una rilevante parte
      del loro PIL in forze armate che possono
      intervenire in difesa degli alleati se
      necessario.
      Tratto da «La Repubblica» del 24 novembre
      2003:

      "Oggi il capo della Casa Bianca ha firmato
      il bilancio della difesa per l'anno fiscale
      2004, che stanzia fondi per 401,3 miliardi
      di dollari e prevede, fra l'altro, un
      aumento medio del 4,1 % della retribuzione
      dei militari.
      ma che benefattore sto giorg' dabbliù...
      • Anonimo scrive:
        Re: Stringiamo la cinghia
        - Scritto da: Anonimo
        ma che benefattore sto giorg'
        dabbliù...A fatti rispondi con sarcasmo. Molto costruttivo, direi quasi illuminante. Restiamo comunque in attesa dei fatti.
  • rem scrive:
    Re: Stringiamo la cinghia
  • rem scrive:
    Re: Progresso
    - Scritto da: Anonimo
    Possibile che il progresso sia arrivato al
    punto di creare un aereo che non ha bisogno
    del pilota ma non si arrivato al punto di
    non fare più le guerre?La tecnologia e' molto piu' avanti se e' per quello,ma come ben dici il vero progresso,quello etico e interiore e' ben distante dall'uomo,o meglio da questo genere di uomini,capaci di applicare la conoscenza per distruggere,anziche' per progredire
  • Anonimo scrive:
    Re: SVEGLIAAAAA
    - Scritto da: Anonimo
    Gli aerei senza pilota esistono dalla guerra
    del vietnam.

    In Italia sono usati per missioni di
    spionaggio e rilevamento almeno dal 1990

    Non so chi mandi in giro ste bufale: ma sono
    notizie ultravecchie e non c'e' niente di
    eccezionale.

    CoDe come no',infatti hanno la stessa tecnologia di dieci anni fa..............secondo te chi deve svegliarsi!A parte che se la tecnologia la usassero per migliorare le condizioni della gente e del pianeta invece di pensarea giocare alla guerra,magari si risolvererbbero dei problemi seri
    • Anonimo scrive:
      Re: SVEGLIAAAAA
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Gli aerei senza pilota esistono dalla
      guerra

      del vietnam.



      In Italia sono usati per missioni di

      spionaggio e rilevamento almeno dal 1990



      Non so chi mandi in giro ste bufale: ma
      sono

      notizie ultravecchie e non c'e' niente
      di

      eccezionale.



      CoD


      e come no',infatti hanno la stessa
      tecnologia di dieci anni
      fa..............secondo te chi deve
      svegliarsi!
      A parte che se la tecnologia la
      usassero per migliorare le condizioni
      della gente e del pianeta invece di
      pensare
      a giocare alla guerra,magari si
      risolvererbbero dei problemi seriCi risulta che vincere o perdere una guerra sia un problema serio.
      • Anonimo scrive:
        Re: SVEGLIAAAAA
        - Scritto da: Anonimo
        Ci risulta che vincere o perdere una guerra
        sia un problema serio.Ci risulta che sarebbe meglio evitare di provocarla, visto che serve solo a fare business sulla pelle della gente...
        • Anonimo scrive:
          Re: SVEGLIAAAAA
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo


          Ci risulta che vincere o perdere una
          guerra

          sia un problema serio.

          Ci risulta che sarebbe meglio evitare di
          provocarla, visto che serve solo a fare
          business sulla pelle della gente...Ok, tutto vero e giusto, ma non smentisce il fatto che quando una guerra c'è - e c'è spesso purtroppo - l'esito è sicuramente rilevante.
        • Anonimo scrive:
          Re: SVEGLIAAAAA
          - Scritto da: Anonimo
          Ci risulta che sarebbe meglio evitare di
          provocarla, visto che serve solo a fare
          business sulla pelle della gente...Una simpatica puttanata. Nel mondo ci sono MIGLIAIA di guerre tra poveri, di cui i media si disinteressano totalmente. Guerre in cui l'oggetto del contendere si potrebbe comprare con poche decine di euro, o anche meno. Guerre di religione, di pulizia etnica, guerre per spostare i confini di dieci metri, guerre ataviche e conflitti tribali regolati a clavate e colpi di machete. "Fare business" un par di zebedei... le guerre guerreggiate fatte sotto i riflettori, con i sergenti maggiori pettinatissimi e sbarbati che sorridono a 64 denti, i soldatini che si mettono in posa prima di sparare un missilino sulle case disabitate da un pezzo e le croniste in pashmina che fanno il tifo per i cattivi "a prescindere", sono eccezioni scenografiche confezionate a uso del pubblico regolarmente diviso in due fazioni (come in qualsiasi incontro calcistico), non sono certo la regola.
          • Anonimo scrive:
            Re: SVEGLIAAAAA
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Ci risulta che sarebbe meglio evitare di

            provocarla, visto che serve solo a fare

            business sulla pelle della gente...

            Una simpatica puttanata. Nel mondo ci sono
            MIGLIAIA di guerre tra poveri, di cui i
            media si disinteressano totalmente. Guerre
            in cui l'oggetto del contendere si potrebbe
            comprare con poche decine di euro, o anche
            meno. Guerre di religione, di pulizia
            etnica, guerre per spostare i confini di
            dieci metri, guerre ataviche e conflitti
            tribali regolati a clavate e colpi di
            machete.
            "Fare business" un par di zebedei... le
            guerre guerreggiate fatte sotto i
            riflettori, con i sergenti maggiori
            pettinatissimi e sbarbati che sorridono a 64
            denti, i soldatini che si mettono in posa
            prima di sparare un missilino sulle case
            disabitate da un pezzo e le croniste in
            pashmina che fanno il tifo per i cattivi "a
            prescindere", sono eccezioni scenografiche
            confezionate a uso del pubblico regolarmente
            diviso in due fazioni (come in qualsiasi
            incontro calcistico), non sono certo la
            regola.E' anche vero quello che dici, ma non spiega micaperché NON sarebbe comunque meglio evitarle..L'unica cosa che cambia tra il combatterle con le fiondeo con armamenti supertecnologici è il ricavo dell'industria bellica.. che generalmente non appartiene mai ai paesi interessati da queste guerre tra poveri.
      • Anonimo scrive:
        Re: SVEGLIAAAAA

        Ci risulta che vincere o perdere una guerra
        sia un problema serio.Soprattutto quando si tratta di petrolio. Pensa che bello, non ci sarà più bisogno di sporcarsi con le bombe radioattive umanitarie. Si portà fare tutto comodamente da remoto.
      • Anonimo scrive:
        Re: SVEGLIAAAAA

        Ci risulta che vincere o perdere una guerra
        sia un problema serio.Ed io che credevo che il problema serio fosse se farla o no (la guerra) ma soprattutto PERCHE' farla !!In effetti questa tecnologia risolve alla radice dubbi come i miei: un robot non si chiede il perche' ed eventualmente un soldato da remoto non si pone il problema del rischio: puo' uccidere senza temere nulla (pardon, non uccidere ma pacificare portanto liberta' e giustizia visto che si tratta di militari occidentaliche fanno guerra solo in questo caso) . Al massimo un cazziatone dal capo perche' ha perso il mezzo (ma un premio dalla ditta che li fabbrica!!).Poi finalmente metteranno mezzi di questo genere nelle fabbriche, negli uffici pubblici nei campi ... pensate: un mondo con solo pochi dirigenti e qualche generale.Naturalmente ci sara' il problema della ricollocazione di qualche miliardo di inutili umani ma, pazienza !!
    • Anonimo scrive:
      Re: SVEGLIAAAAA
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Gli aerei senza pilota esistono dalla
      guerra

      del vietnam.



      In Italia sono usati per missioni di

      spionaggio e rilevamento almeno dal 1990



      Non so chi mandi in giro ste bufale: ma
      sono

      notizie ultravecchie e non c'e' niente
      di

      eccezionale.



      CoD


      e come no',infatti hanno la stessa
      tecnologia di dieci anni
      fa..............secondo te chi deve
      svegliarsi!
      A parte che se la tecnologia la
      usassero per migliorare le condizioni
      della gente e del pianeta invece di
      pensare
      a giocare alla guerra,magari si
      risolvererbbero dei problemi serivero.... è un peccato però che la maggior parte delle tecnologie che oggi ti arricchiscono la vita derivino da applicazioni militari ;)
  • Anonimo scrive:
    SVEGLIAAAAA
    Gli aerei senza pilota esistono dalla guerra del vietnam.In Italia sono usati per missioni di spionaggio e rilevamento almeno dal 1990Non so chi mandi in giro ste bufale: ma sono notizie ultravecchie e non c'e' niente di eccezionale.CoD
  • ammatwain scrive:
    Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot

    Un bio-robot è un robot capace di
    trarre energia da sostanze biologiche, in
    pratica non ha bisogno di ricaricarsi con l
    energia elettrica. Il robot in questione
    ottiene energia tramite la trasformazione di
    componenti biologiche in qualsiasi forma, i
    primi esemplari utilizzano zucchero ma ci
    sono anche alcuni progetti un po piu
    lugubri... Pensi che siano anche in grado di votare???
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot


      Pensi che siano anche in grado di votare???e di farsi condizionare dalla televisione come noi attuali elettori?
      • ammatwain scrive:
        Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot


        Pensi che siano anche in grado di
        votare???
        e di farsi condizionare dalla televisione
        come noi attuali elettori?LOL!non penso siano cosi fessi... :D
  • MisterEmme scrive:
    Stringiamo la cinghia
    Qui tutti si stringe la cinghia e lo stato va a rotoli e poi andiamo a comperare sti giocattoli.....Vabbe' sara' contento lo zio George che si ritrova con qualche euro in piu' in tasca... ps.E poi, ridicolo, dallla pagina del ministero della difesa:"... I primi quattro aerei senza pilota italiani sono entrati in servizio presso il 28° Gruppo Velivoli Teleguidati del 32° Stormo di Amendola "Italiani? :D==================================Modificato dall'autore il 13/01/2005 6.45.29
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
    perdonami, ma cono tutta la biomassa che si può trovare in natura, proprio di umani in decomposizione si deve alimentare sto robot?non sarebbe più logico alimentarlo con la ben più abbondante cellulosa?
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
      - Scritto da: Anonimo
      perdonami, ma cono tutta la biomassa che si
      può trovare in natura, proprio di
      umani in decomposizione si deve alimentare
      sto robot?
      non sarebbe più logico alimentarlo
      con la ben più abbondante cellulosa?O i rigatoni con la pajata...
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
    - Scritto da: Anonimo
    brrrr...

    la tecnologia ci sta sempre più
    portando verso la creazione di cose sempre
    più "umane"...

    il ccd è terribilmente simile alla
    retina umana, solo per fare il primo esempio
    che mi viene in mente, questa storia poi dei
    bio robot mi fa accapponare la pelle....

    brrrrrrUna volta era lo stesso per le trasfusioni e i trapianti di organi.Adesso guai senza.
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
    - Scritto da: Anonimo
    il ccd è terribilmente simile alla
    retina umana, solo per fare il primo esempio
    che mi viene in mente, questa storia poi dei
    bio robot mi fa accapponare la pelle....

    brrrrrrFrancamente il tuo stomaco in grado di sciogliere ossa, carni, fibre e molti altri materiali mi fa più raccapriccio di una trasformazione di zuccheri in energia dentro una vaschetta.
    • Anonimo scrive:
      Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo


      il ccd è terribilmente simile
      alla

      retina umana, solo per fare il primo
      esempio

      che mi viene in mente, questa storia
      poi dei

      bio robot mi fa accapponare la pelle....



      brrrrrr

      Francamente il tuo stomaco in grado di
      sciogliere ossa, carni, fibre e molti altri
      materiali mi fa più raccapriccio di
      una trasformazione di zuccheri in energia
      dentro una vaschetta.godi: http://punto-informatico.it/p.asp?i=38406
      • Anonimo scrive:
        Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
        - Scritto da: Anonimo

        Francamente il tuo stomaco in grado di

        sciogliere ossa, carni, fibre e molti
        altri

        materiali mi fa più raccapriccio
        di

        una trasformazione di zuccheri in
        energia

        dentro una vaschetta.
        godi: punto-informatico.it/p.asp?i=38406 Grazie di averci dato una nuova occasione di leggere questo interessante articolo.
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
    Beh, un po di ragione ce l hai ma il business è business e comunque priam ci sono ricerche di anni ed anni, niente è cotto e mangiato. Però non bisogna restringere il campo alle sole multinazionali ed al business. Nel corso della storia molti stati hanno compiuto ricerche ai limiti dell umano o peggio...l URSS ha sperimentato di tutto sui suoi soldati, la Cina ha un programma di clonazione che *probabilmente* ha origine decine di anni prima rispetto ai progetti USA, gli USA stessi hanno provato su civili e militari diverse cosette...
  • Anonimo scrive:
    Re: l'11 settembre sarà più facile...
    non è che si vociferasotto il secondo volo si è notato un POD per la guida a distanza dei missili e ci sono tanto di foto e filmati a provarlo.ma 'ste cose la gente comune non le vuole sapere, è meglio vivere in un mondo ovatato fatto di falsità e burloni da circo che sguazzano in TV come sui quotidiani.Meglio vedere un bel culo e tette alle 17.00 su Rai2 che le vittime delle armi made in "freedom land"
    • Anonimo scrive:
      Re: l'11 settembre sarà più facile...
      - Scritto da: Anonimo
      non è che si vocifera

      sotto il secondo volo si è notato un
      POD per la guida a distanza dei missili e ci
      sono tanto di foto e filmati a provarlo.si' si'.... e il terremoto in asia e' colpa degli americani che hanno messo una bomba atomica sotto il mare. E comunque e' stata una punizione del grande dio allah aqua' asu' agiu' ai porci americani (che erano a migliaia di kilometri, ma sono dettagli).. e allora ai porci turisti americani.e tunguska e' un esperimento atomicoe i dinosauri si sono estinti perche' hanno messi in dubbio i sacri principi della democrazia dei mammiferi.e i due aerei erano teleguidati e quindi alla torre di controllo in fase di decollo ha risposto pippo che ha detto "gosh!" e poi la manetta e' partita da sola.e il pentagono e' esploso da soloE alla fine gli aerei non si sono schiantati e' solo un montaggio video che e' stato uploadato su tutte le telecamere accese del luogo dalla CIA. Poi e' stato spruzzato un gas che ha introdotto dei sogni veritieri che tutti ricordano per accaduti, le torri gemelle sono state fatte sparire grazie a uri geller e david copperfield, coordinati dal mago casanova.E la guerra in iraq non esiste, e gli americani hanno gia' steso un tubo che passa dal nucleo terrestre per portare il petrolio in pipeline direttamente dall'iraq ai pozzi americani che stanno riempiendo da 30 anni iniettando il petrolio per poi rivenderlo a caro prezzo quando finira', tra 30 anni nel 1970 (al ritmo del 1970).e i viaggi nel tempo esistono gia'e nell'area 51 c'e' un alieno.
    • Anonimo scrive:
      Re: l'11 settembre sarà più facile...
      - Scritto da: Anonimo
      non è che si vocifera

      sotto il secondo volo si è notato un
      POD per la guida a distanza dei missili e ci
      sono tanto di foto e filmati a provarlo.

      ma 'ste cose la gente comune non le vuole
      sapere, è meglio vivere in un mondo
      ovatato fatto di falsità e burloni da
      circo che sguazzano in TV come sui
      quotidiani.

      Meglio vedere un bel culo e tette alle 17.00
      su Rai2 che le vittime delle armi made in
      "freedom land"E la marmotta incartava la cioccolata!!!
    • sigsegv scrive:
      Re: l'11 settembre sarà più facile...
      - Scritto da: Anonimo
      sotto il secondo volo si è notato un
      POD per la guida a distanza dei missili e ci
      sono tanto di foto e filmati a provarlo.

      ma 'ste cose la gente comune non le vuole
      sapere, è meglio vivere in un mondo
      ovatato fatto di falsità e burloni da
      circo che sguazzano in TV come sui
      quotidiani.Per fortuna che c'è gente come te al mondo che ci spiega come vanno davvero le cose.Per sdebitarmi: Interessa una fontana, a Roma, zona centro? Ti faccio un prezzaccio.
    • Masque scrive:
      Re: l'11 settembre sarà più facile...
      - Scritto da: Anonimo
      non è che si vocifera

      sotto il secondo volo si è notato un
      POD per la guida a distanza dei missili e ci
      sono tanto di foto e filmati a provarlo.sì, eccolo il tuo Pod:http://www.attivissimo.net/antibufala/11settembre_pod/oggetto_sotto_boeing.htmmeglio se riconsideri il "POD" della Ubisoft, piuttosto che queste teorie complottistiche...
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
    brrrr...la tecnologia ci sta sempre più portando verso la creazione di cose sempre più "umane"...il ccd è terribilmente simile alla retina umana, solo per fare il primo esempio che mi viene in mente, questa storia poi dei bio robot mi fa accapponare la pelle....brrrrrr
  • Anonimo scrive:
    Progresso
    Possibile che il progresso sia arrivato al punto di creare un aereo che non ha bisogno del pilota ma non si arrivato al punto di non fare più le guerre?
  • Anonimo scrive:
    Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot

    primi esemplari utilizzano zucchero ma ci
    sono anche alcuni progetti un po piu
    lugubri... cioè? i prossimi si mangiano gli umani? :)
    • Asmodeo scrive:
      Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
      touche... potrebbero. Ci sono studi in merito, la tecnologia necessaria è allo studio gia un bel po di tempo, ma per ora sembra che si punti di piu sullo zucchero poichè è facilmente trasformabile in energia e poi motivazioni etiche, politiche, morali non hanno mai portato ad una reale creazione del primo prototipo...(spero) Comunque ci sono convenzioni internazionali in merito al trattamento dei feriti e dei corpi dei caduti sul campo di battaglia, superarle sarebbe difficile sia dal punto di vista giuridico che (per fortuna) dal punto di vista umano.***** devo scrivere una piccola postilla, ho detto che non esistono prototipi che si "cibano di carne umana" però ce ne sono alcuni che ottengono energia da mosche ed insetti morti.... è una precisazione che vi fa capire quanto poco siamo distanti dal peggio.*****==================================Modificato dall'autore il 13/01/2005 2.32.57
      • Anonimo scrive:
        Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
        "Ma va di che ti preoccupi?Dammi soldi che la mia azienda ti produce in 3 giorni un bel robottone che non si ferma mai. Si nutre delle sue vittime (preferibilmente bambini ancora vivi) ed è innarestabile su qualsiasi campo. Saluti G.W.B. "********pesante realtà, ma le multinazionali ragionano cosi, tutto per i soldi. lo si vede nel mondo ogni giorno, dai farmaci salvavita alle canzoni, dalle armi ai cellulari.
      • Anonimo scrive:
        Re: C'è di piu... ci sono i Bio-robot
        - Scritto da: Asmodeo
        ***** devo scrivere una piccola postilla, ho
        detto che non esistono prototipi che si
        "cibano di carne umana" però ce ne
        sono alcuni che ottengono energia da mosche
        ed insetti morti.... è una
        precisazione che vi fa capire quanto poco
        siamo distanti dal peggio.*****Quanto poco? Un bel po'...
  • Anonimo scrive:
    l'11 settembre sarà più facile...
    ...eh già... Barone dello Zwanlandshire(linux)ps: "si vocifera" che tale tecnologia sia stata adottata per il 09/11/01... ma bin laden esiste davvero????
  • Anonimo scrive:
    Speriamo che costruiscano anche gli UC
    (Unarmed Civilian) per sostituire quelli in carne ed ossa.:s
  • Anonimo scrive:
    Re: Delegare all'ennesima potenza
  • Anonimo scrive:
    Re: Da noi
    - Scritto da: Anonimo
    si chiamerà 'o uccielloanzi ... 'o ca@@o volante
  • Anonimo scrive:
    Da noi
    si chiamerà 'o ucciello
  • Anonimo scrive:
    Delegare all'ennesima potenza
    "muoversi da sé e che disporrà di una mitraglietta che però, assicurano i generali, sarà controllata a distanza da un soldato in carne ed ossa"Insomma un pupazzo di metallo, senza cervello, che riceve ordini da un deficiente senza cervello, che li riceve a sua volta da un plurigallonato senza cervello.
    • Anonimo scrive:
      Re: Delegare all'ennesima potenza
      - Scritto da: Anonimo
      "muoversi da sé e che disporrà
      di una mitraglietta che però,
      assicurano i generali, sarà
      controllata a distanza da un soldato in
      carne ed ossa"

      Insomma un pupazzo di metallo, senza
      cervello, che riceve ordini da un deficiente
      senza cervello, che li riceve a sua volta da
      un plurigallonato senza cervello.
      GRANDE!
Chiudi i commenti