Cellulari, le brevissime di oggi

Nuova flat GPRS per utenti Wind - La TV sul telefono? Ci prova TIM - Wind raddoppia la ricarica sulle nuove SIM - Dettaglio chiamate anche per le prepagate - Mobile Alliance in Europa

Nuova flat GPRS per utenti Wind
Wind ha annunciato una nuova versione dell’offerta Libero Mobile No Limit, che ora permette la connessione GPRS al costo di 19 euro per 30 giorni consecutivi, sia in GPRS che GSM, attraverso l’accesso sul numero 4488. Una volta sottoscritta l’opzione, questa sarà automaticamente rinnovata di mese in mese, salvo disdetta.

La TV sul telefono: TIM e la Mobile TV
TIM ha presentato ieri alla stampa il nuovo servizio di Mobile TV, un sistema che permette di ricevere la televisione sul telefonino. Il servizio viene offerto dal maggiore gestore italiano gratuitamente fino al 31 dicembre 2003 e comprende quattro canali: MTV, CFN, La7 e Coming Soon. Per accedere al servizio è necessario collegarsi alle pagine WAP di TIM e selezionare l’opzione “Mobile TV”.

Wind raddoppia la ricarica sulle nuove SIM
Attivando una nuova Personal SIM di Wind è possibile ottenere un bonus pari al 100 per cento della ricarica effettuata nello stesso giorno di acquisto della SIM, fino ad un massimo di 30 euro. Il bonus sarà erogato entro il 15 dicembre 2003. Inoltre, qualora si eseguisse un’operazione di number portability sulla nuova SIM si riceveranno ulteriori 15 euro di bonus.

Dettaglio chiamate anche per le prepagate
L’Autorità Garante per la privacy ha sancito il diritto anche per i clienti con SIM prepagate di telefonia mobile di conoscere gratuitamente il dettaglio delle chiamate effettuate dalla propria scheda. L’Autorità è intervenuta in seguito al ricorso di un utente che si è visto rifiutare il dettaglio delle chiamate dal proprio gestore. Il provvedimento cita testualmente: “I dati relativi alle telefonate in uscita devono considerarsi dati personali dell’interessato: è quindi legittima la richiesta di accesso formulata ai sensi della legge sulla privacy”.

Un’Europa più unita con la Mobile Alliance?
Nove operatori di telefonia mobile europei hanno deciso di costituire la Mobile Alliance, un’alleanza che ha per obiettivo primario la cooperazione interna, come la condivisione delle best practice, dei test, degli acquisti e delle vendite. La Mobile Alliance porterà anche benefici per gli utenti aziendali e quelli consumer fin da subito, grazie ad una filosofia di trasparenza nelle telefonate in roaming con i vari protocolli in uso. Inoltre già per la fine dell’anno sono allo studio nuovi piani tariffari capaci di rendere più semplice la vita agli utenti che si spostano per l’Europa.
La Mobile Alliance è stata siglata a Monaco di Baviera dalle seguenti compagnie: Amena (Spagna), O2 (Inghilterra, Irlanda e Germania), One (Austria), Pannon (Ungheria), Sunrise (Svizzera), Telenor (Norvegia) e Wind (Italia).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Confermo paranoia e pedofobia
    Pedo-fobia, paura dei bambini. Ieri approvato un folle emendamento di rifondazione comunista che vietera' che minori di anni 14 facciano pubblicita' televisive. Ci aspettano pubblicita' con 30enni che indosseranno pannolini per bambini e mangeranno omogeneizati. Che manica di idioti, che stato di m3rd4.
  • Anonimo scrive:
    Utonti in erba...
    Come da titolo. Ed insegnargli a non dare confidenza su internet no eh?Tra l'altro credete veramente che tutti quei bambini abusati sulla rete siano stati contattati via internet?
  • Anonimo scrive:
    Si con il DRM
    pensate un po voi a cosa puo servire il DRMcmq condannando la violenza (qualunque e su qualunque essere vivente) faccio notare che esistono SW per la ciffratura dei dati, abuso del DRM:(un file con il drm non puo essere registrato, quindi possonoimpedire la raccolta di prove)Internet non e' un giocattolo, il pc non e' un elettrodomesticoquindi che i genitori incomincino a fare da genitorie a seguire i figli e che si tengano intenet per loro e non diano il pc in mano ai bambiniinternet non e' per i bambini.internet a misuara di bambino NO grazie, troppa censurain rete.
  • Anonimo scrive:
    Il PC non è un giocattolo.
    I bambini giochino con i giocattoli. Oppure gli comprino una console e non scassino più i coglioni.Il mondo non può essere a misura di bambino, lo volete capire o no?
  • nasoblu4 scrive:
    Ma state parlando dell'UTMS. vero ?

    Puoi connetterti con i tuoi complici in tutto il
    mondo - ha spiegato il funzionario - e dar loro
    appuntamento alle ore 20, dicendo che hai un
    bambino da offrire". A quel punto, secondo
    McCulloch, chi lo sa si collega, chatta e
    partecipa all'abuso.Nessuno ha capito McCulloch lui parlava dell'Umts non di Internet.Perchè il mezzo descritto da Mc assomiglia maledettamente al telefono, al cellulare, al video telefono , dove si fanno, si possono fare , si potranno fare tutte le cose "terribilissime " descritte da Mc.A questo punto il presidente del consigliointerverrà a rete unificate su tutte le reti del nostro paese che per difendere i nostri bimbi dagli orchi cattivi, (sic!) bisogna intercettare preventivamente tutte le comunicazioni telefoniche fisse e mobili.Qualcuno potrà risentirne ma vuoi mettere l'aumento della nostra sicurezza e poi i bimbi vivranno finalmente in pace non molestati più da nessuno e sulla pedofilia cadrà una lapide tombale come lo è stata negli ultimi venti secoli.Gli italiani cosi affezionati ai lori cellulari ed alle loro lunghe ed allegre conversazioni, estastiati da cosi tanto spirito altruistico verso le genti e verso le giovani generazioni ringrazieranno opportuamente i loro munifici benefattori esprimendo il loro libero consenso nel rito sciamanico del voto popolare.Nasoblu4
  • Anonimo scrive:
    paranoia, censura, caccia alle streghe..
    ho detto tutto..
    • Anonimo scrive:
      Re: paranoia, censura, caccia alle streghe..
      - Scritto da: Anonimo
      ho detto tutto..manca ... "multinazionale condannata per monopolio, consolida la sua posizione dominante con la scusa della sicurezza..."
Chiudi i commenti