Cellulari, le brevissime di oggi

50% in meno per le SIM Vodafone - Wind Summer Collection - In arrivo anche l'UMTS Wind - Provare il cellulare: Sony K700i - Oltre 2.300 i telefonini bloccati in Italia

50% in meno per le SIM Vodafone
Fino al 31 luglio è possibile acquistare una SIM prepagata Vodafone alla metà del suo prezzo: 10 euro per una nuova SIM con 10 euro di traffico, 15 euro per una SIM Alter Ego con 10 euro accreditati. Non sono comprese nella promozione la Carta Internet Ricaricabile, le SIM Bis Ricaricabile e le SIM vendute nelle confezioni Facile e Superfacile. Tutti i dettagli nelle apposite pagine del sito Vodafone .

Wind Summer Collection
Si tratta di un pacchetto dal costo di 9,99 euro comprendente una SIM ricaricabile con 5 euro di traffico, una compilation su CD e un bonus da 60 euro di traffico verso altri numeri mobili Wind da sfruttare in tre mesi, con la classica formula Wind che prevede un bonus di 20 euro al mese. La presentazione della Summer Collection nel sito Wind .

In arrivo anche l’UMTS Wind
Il servizio sarà lanciato in ottobre ma già dal prossimo 26 luglio i clienti Wind potranno prenotare il telefonino Z1010 della Sony o la PC Card Merlin per le connessioni UMTS attraverso computer portatili. Il servizio UMTS di Wind sarà lanciato con una promozione, che durerà per tutto il 2004, basata su 500 euro di traffico gratuito verso altri cellulari Wind e 500 MB di traffico dati gratuito, sia verso Internet che verso i servizi i-Mode. Inizialmente, le tariffe per le chiamate e le videochiamate saranno le stesse già previste nei piani tariffari GSM.

Provare il cellulare: Sony K700i
Entro il mese di luglio, attraverso i punti vendita SIM e WAP di Megatel è possibile provare il telefonino Sony Ericsson per due giorni. Quanti decideranno poi di acquistare il K700i entro agosto, potranno contare su 10 stampe gratuite 10×15 cm. presso qualsiasi punto vendita Kodak.

Oltre 2.300 i telefonini bloccati in Italia
Dopo due settimane sono già 2.372 i telefonini inseriti nella lista nera unica, voluta dal Garante delle Comunicazioni e costituita all’inizio di luglio per bloccare i cellulari rubati o smarriti in Italia attraverso l’identificazione del codice IMEI. In testa con le denunce si trova Vodafone (1484), segue TIM (539), quindi Wind (120) e 3 (24).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: perchè solo in italia?
    - Scritto da: Anonimo
    Quoto tutto e sottoscrivo.
    Che panorama desolante. Mi rendo conto che
    per l'Italia non c'e' speranza.
    Fregare il prossimo: ce l'abbiamo nel dna.
    Chi piu' chi meno ma siamo tutti cosi.
    E alla fine della fiera ad essere fregati
    siamo proprio noi....meno male che qualcuno lo ammette...incredibili programmi televisivi come grande fratello e incredibili politici "magna magna" esistono in gran parte del mondo occidentale e non... ma in Italia per una serie di motivi che avete in parte evidenziato paghiamo di più per tutto!ma come si fa a migliorare le cose??? come ?
  • Anonimo scrive:
    Re: TELECOM=WIND=STATO!
    - Scritto da: Anonimo


    Poi vai in un ospedale ... guarda a chi
    sono affidate le pulizie, a chi sono
    affidate le mense etc. ti troverai di fronte
    ad una selva di cooperative che impiegano
    dozzine di persone poco motivate, gente che
    crede di essere in diritto di ricevere uno
    stipendio per il solo fatto di esistere, che
    si permettono un libero torpiloquio, che si
    permettono una fiacca di chi non teme alcun
    licenziamento...e le spese salgono a
    dismisura ... ...poi se vai in tutte le aziende italiane ci sono i nostri grandi manager che non fanno letteralmente un ca**o pero' hanno stipendi da favola, liquidazioni da PIL di piccolo stato, bmw e/o mercedes, palmare, portatile ultimo grido, cellulare illimitato, voli gratis e pure qualche ciulino anti-stress... eh bè saranno gli 800 euri di questi sfaticati lavativi delle cooperative che non ci fanno vivere sonni tranquilli...
  • lucriz scrive:
    il valore della libertà
    a questo punto mi viene da chiedere:Quanto vale la nostra libertà?Probabilmente 100 MMS gratis + una foto della figa di turno nuda.La colpa è, come sempre, del sonno in cui siamo caduti, il sonno della mente naturalmente. Ormai vaghiamo inermi in deserto, dove neri avvoltoi volano e aspettano il momento opportuno per buttarsi sul malcapitato di turno. E quando qualcuno finisce tra le grinfie dei neri uccellacci non può più fare a meno di sborsare soldi, guadagnati col sudore della fronte, per acquistare i loro miracolosi prodotti. A raccogliere i frutti sono biechi individui le cui malefatte sono pari alla loro ricchezza e al loro potere. Uno in particolare mi va di citarlo, il Nano Pelato.Il Nano Pelato sta sempre chiuso nella sua tana ed è sorvegliato a vista dai suoi guardiani, che hanno il compito di vegliare sulla sua inutile vita, la sua attività preferita è ammucchiare tesori, di cui la tana è piena.Tra un'ammuchiata (di tesori, ma anche di altro) il Nano Pelato spia, sempre ben nascosto, l'operato della sua immonda progenie, per assicurarsi che nessuno dei suoi neri pargoli approfitti della sua magnanimità per guadagnare potere al dilà del consentito.Non sarà mica venuto il momento di spegnere la TV per tirare uno scherzaccio al Nano Pelato?io l'ho gia fatto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche le banche...
    - Scritto da: 3p
    attenzione però alle spese di
    chiusura conto! :|10 Euro. Mai spesi meglio! ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: E' uno scandalo!
    - Scritto da: Aspide
    Una volta (se non erro) per Wind non si
    pagava nulla alla ricarica... si vede che
    poi hanno notato che stavano perdendo troppi
    $$$$ ed ecco il balzello!!!Infatti sto preparando la lettera per disdire il fisso Wind (che si ricarica con le stesse schede dei cellulari) e tristemente si ritorna a Telecom. Tanto ormai una vale l'altra
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè solo in italia?
    Quoto tutto e sottoscrivo.Che panorama desolante. Mi rendo conto che per l'Italia non c'e' speranza. Fregare il prossimo: ce l'abbiamo nel dna. Chi piu' chi meno ma siamo tutti cosi.E alla fine della fiera ad essere fregati siamo proprio noi....
  • Anonimo scrive:
    Re: Paga e taci, somaro telefonico
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho una tariffa TIM senza canone, ma
    proprio senza (pago solo la tassa
    governativa) e puramente a consumo, che non
    è più in vendita da almeno 5
    anni. Dato che uso il telefono solo per vere
    emergenze, le mie ultime due bollette
    (sempre escluso le tasse,
    ahimè.........) erano precisamente di
    0.92 e 0.87 Euro - intendo proprio 92
    centesimi e 87 centesimi in due mesi!
    E' così che si deve fare, usare i
    telefonini solo quando VERAMENTE servono e
    non come un interlocutore virtuale..........Io credo che ti batto, spendo all'anno 5-7 Euro. Chiamo solo quando ho forato o mi si e' finita la benzina in auto. Poi non lamentiamoci che ci sono pochi soldi nelle tasche quando si spende e si spande.
  • Anonimo scrive:
    Re: Verra' un giorno in cui...
    hai fatto una battuta, vero??eddai, dimmi di si, dimmi che hai fatto una battuta........
  • Anonimo scrive:
    Re: Verra' un giorno in cui...

    se non sapete una cippa di quel che dite,
    postare non e' obbligatorio.su P I ?
  • LockOne scrive:
    Re: Verra' un giorno in cui...
    - Scritto da: Anonimo


    Come no. Di impastare la pizza ce lo

    proibiranno perchè ruba clienti
    alle

    loro industrie alimentari (conosci
    HACCP?[cut]
    quoto..... e il fatto che non siano
    riusciti, nonostante una strenua (ma quando
    mai....) battaglia (sì, come no...),a
    tutelate la D.O.C. [stracut]se non sapete una cippa di quel che dite, postare non e' obbligatorio.
  • Anonimo scrive:
    Buttate a mare il cellulare
    ... e vivrete meglio, credetemi !:@per quanto attiene al "cartello", chiunque (come me) abbia lavorato in un gestore di telefonia mobile sa che è assolutamente vero, i vari capetti del marketing che preparano i nuovi piani tariffari:1) fanno in modo che la bolletta media sia più alta rispetto ai piani "civetta" usati per acquisire i nuovi clienti (cioè i piani non solo del 2002, ma anche degli anni precedenti), in questo modo cresce l'ARPU (average revenue per user)2) concordano in pratica i piani con la concorrenza, si avete capito bene, stando attenti che NON erodano i margini di profitto minimi prestabiliti.Nell'ambito delle regole 1) e 2) possono inventarsi qualunque piano tariffario, anche con autoricarica manuale a manovella ... :@e l'utonto medio che fa ? paga 1 euro per un MMS o per una suoneria ! Che pollo !tutto chiaro no?
  • Anonimo scrive:
    Re: La mia bolletta negli USA
    E si lo so ci ho vissuto e so anche che a prezzo conveniente ti arriva cable + telefono digitale + internet veloce ... Ma piu' che di prezzi quello che ti fa veramente sentire bene quando vivi in USA e' il modo in cui viene fatta rispettare la legge, dopo un po' ci si abitua e ci si sente a proprio agio, ci si comporta piu' educatamente, si e' piu' rilassati e disponibili verso gli altri ... tornare in Italia e' stato come andare che so ... in un paese del terzo mondo arabo ... i furbi che non rispettano le file, i clacson ed il nervosismo degli incroci, i medici che fumano in ospedale, gli impiegati statali che ti trattano come una pezza da piede ... certo in questo marasma generale nessuno puo' dire nulla nessun'altro ... oltreoceano puoi protestare e far licenziare l'impiegato cafone ...
  • Anonimo scrive:
    Re: TELECOM=WIND=STATO!
    - Scritto da: Anonimo
    Sei rimasto un poco indietro. Se enel
    è solo parzialmente privatizzata
    Telecom lo è quasi del tutto (a parte
    forse le golden share) e vodafone non lo
    è mai stata (prima omnitel olivetto
    poi ceduta a proprietari esteri). No non sono rimasto indietro ... Telecom/SIP rimane statale nella filosofia di conduzione, nel monopolio delle infrastrutture, ma soprattutto rimane statale nel personale, quelli fatti entrare a tempo debito! Enel e' ancora piu' statale, e di conseguenza Wind ed Infostrada ... e gli utenti Infostrada se ne sono ben accorti della differenza ... chiedi in giro! E dato che ci sei chiedi come funziona un grosso centro TIM, chied ia chi ci lavora dentro ... una mentalita' che al confronto i bulgari sono degli illuministi liberali! Quanto ad Olivetti ... e' parastatale come la Fiat ... lo sai che quando Olivetti doveva licenziare il governo di allora tramite un ministero ha diramato una circolare che imponeva alle Universita' di assumere il personale che fuoriusciva da Olivetti? E precedentemente a questo sempre un ministro imponeva alla pubblica amministrazione di comprare computer Olivetti, visto con i miei occhi, perfino negli uffici che lo avevano gia' ... Poi vai in un ospedale ... guarda a chi sono affidate le pulizie, a chi sono affidate le mense etc. ti troverai di fronte ad una selva di cooperative che impiegano dozzine di persone poco motivate, gente che crede di essere in diritto di ricevere uno stipendio per il solo fatto di esistere, che si permettono un libero torpiloquio, che si permettono una fiacca di chi non teme alcun licenziamento...e le spese salgono a dismisura ...
  • soulista scrive:
    Re: E' uno scandalo!

    A parte i costi "puri" delle chiamate, mi
    spiegate a cosa cavolo servono le varie
    tasse di ricarica oppure gli
    scatti alla risposta ? Solo a succhiar
    $oldi, secondo me!!!!! :'(Credo seriamente che i servizi telefonici potrebbero essere gratuiti o, al limite, pagati un tot "una-tantum"Che spese ci sono? stipendi di operatori hotline? manutenzione antenne? spedire ogni tanto nello spazio qualche satellite?Ciao
  • soulista scrive:
    Re: ovvio....

    Heh, una delle cose belle dell'Italia....Direi che sotto certi aspetti tutto "il mondo é paese".Nonostante tutto sono fiero di essere italiano.(non sono fascista):-)
  • AndreaMilano scrive:
    Re: La mia bolletta negli USA
    Mitico!!! sarebbe forse la fine degli squilli... forse...- Scritto da: Anonimo
    La struttura tariffaria per l'uso dei
    cellulari negli Stati Uniti e' completamente
    diversa da quella Europea/Italiana, qui le
    telefonate vengono addebitate (al minuto):CUTTONE:
    cellulare e' quindi molto piu' attento (a
    parte chiaramente per gli utilizzi business)
    e piu' o meno sai sempre quanto spenderai
    alla fine del mese ..
    A voi le considerazioni del caso
  • ElfQrin scrive:
    Re: Paga e taci, somaro italiano
    Io ormai acquisto quasi tutto dall'estero tramite eBay.
  • 3p scrive:
    Re: Anche le banche...
    attenzione però alle spese di chiusura conto! :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Verra' un giorno in cui...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: LockOne

    verra' un giorno in cui ci comanderanno

    definitivamente dall'europa.

    la banca centrale europea, burocrati di

    strasburgo, francesi e tedeschi. e noi

    italiani la finiremo di vedere questo

    scempio, e faremo solo quel che ci
    riesce

    meglio: impastare la pizza e suonare il

    mandolino.

    ma le regole, le faranno gli altri. e
    allora

    ci salveremo.

    Come no. Di impastare la pizza ce lo
    proibiranno perchè ruba clienti alle
    loro industrie alimentari (conosci HACCP?
    è una direttiva europea che con
    l'intento di salvaguardare il consumatore da
    prodotti "poco igienici" può
    cancellare tonnellate di prodotti tipici, la
    cui qualità e gusto non può
    essere raggiunta dai prodotti industriali e
    allora "meglio eliminare questi pericolosi
    concorrenti").
    Credi che chi gestisce il potere in europa
    lavori per il benessere tuo? E' una guerra
    tra bande anche lì. Solo che
    c'è una maggiore attenzione a non
    esagerare perchè gli europei, gli
    altri, sono più attenti a non farsi
    calpestare troppo.
    Santa Pazienza....quoto..... e il fatto che non siano riusciti, nonostante una strenua (ma quando mai....) battaglia (sì, come no...),a tutelate la D.O.C. sui prodotti tipici ne è la prova più lampante....così chiunque potrà commercializzare un "Brunello di Montalcino" strettamente derivato dal metanolo senza che i produttori di quello vero possano dire nulla....che dire.... VIVA L'EUROPA.....
  • Anonimo scrive:
    FATTO BENE!Se non scioperate di + pagate
    !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche le banche...
    - Scritto da: pandavr
    Che figata! Un tappo davanti ed uno dietro!
    Siamo veramente furbi noi itaGliani.Sei sicuro che sia più itaGliano chi fa scelte intelligenti per risparmiare o chi fa il mutuo centennale perché deve farsi vedere col BMW 525 da 8Km/litro e cambiare un cellulare al mese?
  • ilmusico scrive:
    A quanto pare
    A quanto pare,lo sciopero riguardante l'uso del cellulare,non ha avuto l'effetto sperato. Ma è tradizione radicata che lo sciopero ,in Italia ,sia diventato meno consistente di una bolla di sapone. D'altronde,uno sciopero dei cellulari in fase estiva,cosa volevate,che avesse conseguito lo scopo? Ormai, si è creata una specie di simbiosi tra uomo e cellulare,non lo si può negare. Quindi ,come si poteva sperare in un'adesione di massa? Ieri ,ho solo ricevuto telefonate e inviato 2 sms.Non credo sia molto ma se si estendono questi piccoli numeri a tutti (o gran parte) dei possessori di cellulari ,si raggiungono livelli piuttosto alti. E' inutile che Altroconsumo faccia inchieste ,verifiche ,confronti: tanto,le Compagnie o Agenzie telefoniche ,sanno di giocare sul facile e andranno avanti imperterrite alla faccia dei prezzi troppo alti e altri negativi aspetti ,che le riguarda. Non dimentichiamo mai,che si vive in Italia, dove l'Assurdo e l'Ingiustizia,hanno ormai residenza fissa. C'è qualcuno che possa dire il contrario? E anche fosse,non sarebbe di consolazione!
  • Anonimo scrive:
    La mia bolletta negli USA
    La struttura tariffaria per l'uso dei cellulari negli Stati Uniti e' completamente diversa da quella Europea/Italiana, qui le telefonate vengono addebitate (al minuto) sia alla chiamata che alla risposta, partendo dal concetto che chi utilizza il servizio del portatile deve sostenerne le spese. Quindi da fisso a mobile, per esempio, il costo del wireless lo paga il mobile, per il fisso e' una chiamata qualunque addebitata (o no, se locale) a seconda del prefisso chiamato.La strategia di marketing delle compagnie telefoniche, quindi, si basa sulla offerta del maggior numero di minuti al minor prezzo. Alcuni esempi :Cingular Rollover : 400 minuti/mese, no limite weekend, minuti non utilizzati accreditati al mese successivo = $ 40/meseAT&T No Limits : Nessun limite $ 100/meseIl mio contratto : T-Mobile 300 minuti/mese, no limite weekend $ 30/meseQuindi pago $0,1 per minuto di utilizzo (se utilizzo tutti i minuti, altrimenti ovviamente pago di piu'), senza sovraprezzo per roaming in tutti gli USA e senza sovraprezzo per chiamate in tutti gli USA . SMS sia ricezione che trasmissione = $ 0,5Pagando anche quando ricevi, l'utilizzo del cellulare e' quindi molto piu' attento (a parte chiaramente per gli utilizzi business) e piu' o meno sai sempre quanto spenderai alla fine del mese ..A voi le considerazioni del caso
  • JackMauro scrive:
    Re: tariffa rossa?

    e invece è+ proprio un operatore a
    farlo, vodafone, con "alter ego" offre una
    sim su cui mettere due numeri e relativi
    piani.Ti sbagli: Alter ego sono 2 numeri telefonici con lo stesso piano telefonico e lo stesso credito...Io vorrei sullo stesso cellulare la buona vecchia rossa (chiamate lunghe di notte), wind quando (chiamate brevi di sera e brevissime di giorno) e vodafone autoricarica ricevi (solo per ricevere...)Nel tempo si sono abbassate le tariffe della fascia alta (le 2000 lire di tim rossa) ma si sono alzate le tariffe nella fascia bassa (le 95 lire della rossa) portando una tariffa alta di 600 lire ed una bassa di 300).... così non posso più dire "telefono dopo, per risparmiare, oppure uso un'altra sim, con tariffa bassa diurna e alta notturna. Queste tariffe vanno bene solo se il telefono non lo paghi tu (vedi telefonino aziendale)
  • Anonimo scrive:
    Re: TELECOM=WIND=STATO!
    Sei rimasto un poco indietro. Se enel è solo parzialmente privatizzata Telecom lo è quasi del tutto (a parte forse le golden share) e vodafone non lo è mai stata (prima omnitel olivetto poi ceduta a proprietari esteri).
  • Anonimo scrive:
    Re: tariffa rossa?

    IO ho ancora proprio quella tariffa, per
    chiamare la sera. Insieme ad un altra SIM
    per chiamare di giorno, se proprio devo.
    Credi che sia un caso che nessun produttore
    di telefonini abbia mai lanciato un telefono
    con la gestione di SIM multiple?
    Gli operatori lo farebbero a pezzi. e invece è+ proprio un operatore a farlo, vodafone, con "alter ego" offre una sim su cui mettere due numeri e relativi piani.
  • Anonimo scrive:
    Re: tariffa rossa?
    - Scritto da: Anonimo
    Dai, però siamo un po' obiettivi:
    come si fa a tirare in ballo veramente la
    tariffa rossa oggi come oggi?
    Ma ve li ricordate i prezzi? Di giorno dalle
    7 fino alle 20.00 costava piu' di un 166.IO ho ancora proprio quella tariffa, per chiamare la sera. Insieme ad un altra SIM per chiamare di giorno, se proprio devo. Credi che sia un caso che nessun produttore di telefonini abbia mai lanciato un telefono con la gestione di SIM multiple?Gli operatori lo farebbero a pezzi. Ma si sa, i genovesi sono tirchi. O forse sono gli altri ad essere fessi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Paga e taci, somaro italiano
    - Scritto da: ElfQrin
    - Scritto da: Aspide

    Parole sante, sarà forse che noi

    Italiani siamo un tantino "pecoroni",
    capaci

    solamente di lamentarsi e rilamentarsi
    ma

    mai di prendere di petto la situazione??

    In effetti, non capisco come mai gli
    italiani siano visti come mucche da mungere:
    moltissimi prodotti, come anche i CD,
    vengono venduti in Italia a un prezzo
    più caro che altrove, anche in area
    euro...
    E questo a fronte di stipendi medi
    più bassi, quindi con un ulteriore
    riduzione del potere d'acquisto!Il problema tutto italiano è il maggior costo della rete distributiva. Tanti piccoli negozi (=meno capacità di strappare buoni prezzi, viste le piccole quantità in gioco) guidati da commercianti abituati a stili di vita che negli altri paesi non appartengono a quel ceto sociale (considerato alla stregua di middle class) che lottano per mantenere la loro posizione privilegiata. E vai con i ricarichi del 300%.Poi aggiungiamo l'ignoranza delle più comuni leggi di mercato, prima fra tutte: meno fatturato richiede prezzi più bassi per aumentare di nuovo. Quì si risponde a colpi di meno compri, più aumento. Con il risultato che io compro di meno (perchè il mio potere d'acquisto non fa che diminuire) e tu fatturi ancora meno.Personalmente ho preso l'abitudine di comprare durante i viaggi di lavoro negli Stati Uniti. Indumenti di bassa qualità costano un terzo o un quarto che in Italia (stesso oggetto). Quelli italiani uguale, o oggi grazie al cambio anche meno. E trovi articoli che in Italia (almeno nei negozi che conosco io) non si trovano, dalle scarpe fatte a mano alle pelli migliori, ai vestiti di marca. E sei sicuro della qualità scelta perchè compri in negozi con garanzia soddisfatti o rimborsati. E ci sono altri paesi dove trovi a prezzi davvero concorrenziali.Prima o poi in Italia gli intermediari dovranno chiudere per la concorrenza dei supermercati sui prodotti a basso prezzo e la loro incapacità di fornire prodotti di qualità medio-alta a prezzi ragionevoli (proprio quello che i supermercati non possono fare, concentrandosi sulla grande distribuzione). Incapaci.
  • Anonimo scrive:
    Re:Buoni quelli ...
    mai sentito parlare di svezia, finlandia, danimarca, olanda, norvegia.no eh?paga somaro lombardo, che è l'unica cosa che il tuo intelletto è in grado di fare
  • TPK scrive:
    Re: perchè solo in italia?
    Ed ovviamente le aziende ci marcianoAssicurazioni, benzina, cd, telefono, medicinali... tutto piu' caro che nel resto d'Europa (e di buona parte dell'occidente)A questo si aggiunga che le associazioni dei consumatori hanno poco potere e che non esistono enti di controllo seri...
  • Anonimo scrive:
    Re:Buoni quelli ...
    Si buoni i burocrati francesi e tedeschi ...buoni quelli ...stanno trascniando l'Europa alla rovina con le loro politiche pressapochiste ... ed intanto la GB guadagna terreno, difende la sterlina, la competizione, il liberismo ....A proposito ... la Francia ha definitivamente buttato nel cesso la stupidaggne bertinottiana delle 35 ore ...ahahahahah ... chi se la ricorda ... "lavoriamo meno lavoriamo tutti" ... ahahahahah, piuttosto che lavori chi merita e a casa gli altri!Anche la Germania che aveva tentato la stessa strada deleteria fa marcia in dietro ma per recuperare almeno parte ll danno subito decide che ... si torna a lavorare 40 ore, ma con lo stipendio di 35! Aaaaahahahahahahahhaha bellissima questa eh? :-)Eddai ammettete che e' divertente vedere lottare questi avanzati teorici dell'assistenzialismo contro la realta', bella, dura, cruda ... un secolo e mezzo che combattono contro i mulini a vento e non gliene va dritta una che sia una ahahahahha ... hanno tentato con le buone e con le cattive (molto cattive) ... ma nulla ... non c'e' niente da fare, la natura si ribella e riafferma la sua legge sovrana da miliardi di anni, mutazione e selezione :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: E' uno scandalo!
    non è vero wind non ti obbliga a pagare la ricarica.guarda qui:queste sono le tariffe di ricarica wind60 euro (IVA inclusa), con 60 Euro di traffico45 euro (IVA inclusa), con 40 Euro di traffico e 5 Euro di costo di ricarica25 euro (IVA inclusa), con 20 Euro di traffico e 5 Euro di costo di ricaricaSe scegli le Miniricariche, potrai trovare carte da:10 euro con 8 Euro di traffico e 2 Euro di costo di ricarica4 euro con 3 Euro di traffico e 1 Euro di costo di ricaricacome vedi qui almeno c'è la scelta
  • lucriz scrive:
    perchè solo in italia?
    diciamocelo, in italia la concorrenza non abbassa le tatriffe.Perchè? La risposta è sicuramente molto complessa, e non si può non chiamare in causa una quantità di fattori geografici, storici e politici, ma volendo essere un tantino superficiali si potrebbe argomentare quanto segue.Il fatto che in italia ci siano tariffe elevate quando sia presente una situazione di monopolio, vedi telecome, è normale. Non è normale il fatto che le tariffe siano altrettanto elevate anche nei mercati aperti, come quello della telefonia mobile. Questò, secondo me, è dovuto al discreto bagaglio di pigrizia, ignoranza e superficialità che l'italiano medi si porta dietro, questo fa si che l'italiano medio sia un pessimo consumatore, che va dietro le mode molto più dei suoi colleghi europei e che faccià propri tutti i peggiori concetti trasmessi in TV.Questo si traduce nella poca o nessuna attenzione, posta verso i consumi, degli italiani. Del resto se la nostra attenzione è volta verso l'ultimo modello di cellulare, l'ultimo modello di occhiali da sole o verso le vicissitudini dei poveracci nella casa del grande fratello, poi, di attenzione, ne resta poca da usare per cercare di migliorare la società.
  • Anonimo scrive:
    quisicambiatuttopernoncambiareniente
    comincia il mio viaggio nel mondo dei cellulari anni fa con la Omnitel Pronto Italia, avevo una tariffa che si chiamava "valore ricaricabile" all'epoca era la più interessanta a mio modo di vedere, e costava 395 lire al minuto.oggi (dopo oltre 5 anni) ho una tariffa di Vodafone Italia (ex O P I) che si chiama "autoricarica chiama" dal costo di 19 cent al minuto.395 lire...... convertite al tasso attuale sono 20 centesimi.tutto sommato pensando che all'epoca la birra la pagavo 5.000 lire e oggi la pago 4.50 euro, non c'è da lamentarsiVIVA IL BELPAESEpsultima noticina.la tariffa autoricarica immediata con eurobonus è stata la miglior cosa mai fatta da omnitelvodafone, peccato che non abbiano proseguito, quello si che era un reale tentativo di migliorare le cose
  • Anonimo scrive:
    Re: Verra' un giorno in cui...
    - Scritto da: LockOne
    verra' un giorno in cui ci comanderanno
    definitivamente dall'europa.
    la banca centrale europea, burocrati di
    strasburgo, francesi e tedeschi. e noi
    italiani la finiremo di vedere questo
    scempio, e faremo solo quel che ci riesce
    meglio: impastare la pizza e suonare il
    mandolino.
    ma le regole, le faranno gli altri. e allora
    ci salveremo.Come no. Di impastare la pizza ce lo proibiranno perchè ruba clienti alle loro industrie alimentari (conosci HACCP? è una direttiva europea che con l'intento di salvaguardare il consumatore da prodotti "poco igienici" può cancellare tonnellate di prodotti tipici, la cui qualità e gusto non può essere raggiunta dai prodotti industriali e allora "meglio eliminare questi pericolosi concorrenti").Credi che chi gestisce il potere in europa lavori per il benessere tuo? E' una guerra tra bande anche lì. Solo che c'è una maggiore attenzione a non esagerare perchè gli europei, gli altri, sono più attenti a non farsi calpestare troppo.Santa Pazienza....
  • Anonimo scrive:
    Re: E' uno scandalo!

    Allo stato attuale delle cose, dover versare
    2 Euro ogni 10 (il 20%, ce ne rendiamo
    conto???) oppure 5 ogni 50, secondo me
    è solo un furto legalizzato. Non
    ditemi che i gestori hanno tali (elevate)
    "spese di ricarica".... :@ passi per le
    tesserine stile "gratta e vinci", la cui
    produzione ha sicuramente un costo (pochi
    cent, credo), ma le operazioni via bancomat
    gli costano così care???? No ragazzo mio quei soldi sono l'ennesimo furto dello Stato illiberale che dobbiamo sopportare! Sono la tassa per la radiotrasmissione, come la paghi per un CB cosi' la paghi per un cellulare ... lo Stato trova mille modi per succhiare soldi da riversare poi ai milioni di fedeli servitori che lavorano per esso in un posto sicuro e cementato! Non cambiera' mai nulla finche' questa privilegiocrazia dominera' incontrastata.
  • pandavr scrive:
    Re: Anche le banche...
    Che figata! Un tappo davanti ed uno dietro! Siamo veramente furbi noi itaGliani.
  • Anonimo scrive:
    TELECOM=WIND=STATO!
    Ma chi credete che sia Telecom? E Wind-Infostrada(Enel)? Lo Stato!!! Non fatevi ingannare da consigli di amministrazione, scatole cinesi, pubblicta' ... sono compagnie di Stato, hanno una mentalita' statalista di soppruso e vessazione dell'utente che viene considerato suddito! Chi credete che controlli acqua, luce, gas, comunicazioni, poste, trasporti, sanita', scuola, etc.? Lo Stato, si, quello che ci fa pagare un abbonamento per la TV pubblica su cui poi fa pubblicita', quelo che amministra Alitalia e ci vorrebbe far pagare il doppio per un servizio scadente ... ma d'altronde li dovranno pure tirare fuori da qualche parte i soldi per pagare 'sti milioni di statali. Percio' scordatevi tutte le sirene che ci facevano sognare la liberizzazione, la guerra dei prezzi, la fine dei monopoli statali, la competizione .... ahahahahah ma ve la immaginate la competizione in Italia? Ahahahaha ma ve li vedete fare i barboni sotto un ponte gli innetti, i ladri, i raccomandati? Ve lo immaginate il sacrosanto licenziamento di qualche decina di migliaia di dipendenti Alitalia (per inciso pare che 50'000 siano originari del Lazio, quando si dice raccomandazioni e posto statale sicuro in Italia mica si scherza eh?!), ve lo vedete un cittadino che va dal "supervisor" dell'ufficio postale per la maleducazione di un impiegato che dopo 2-3 richiami viene licenziato in tronco! Dai ... basta sognare ad occhi aperti ... torniamo alla fangosa realta', amen!
  • soulista scrive:
    Re: L'anti-trust
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    dormeeeeeee........................

    anche se fossero svegli possono fare ben
    poco a quanto pare basta guardare il settore
    RC auto. sanzionati e poi assolti , come di
    che ci hanno fatto cornuti e mazziati. si
    dice cosi' ?A questo punto bisognerebbe andare contro le direttive dell'unione europea: che lo stato ponga un tetto ai premi e alle tariffema sarebbe troppo... stalinista!"In Unione Sovietica non esiste assicurazione: stato paga per tutto"(Danko)
  • Anonimo scrive:
    Trovato Bug in punto-informatico...
  • LockOne scrive:
    Verra' un giorno in cui...
    verra' un giorno in cui ci comanderanno definitivamente dall'europa. la banca centrale europea, burocrati di strasburgo, francesi e tedeschi. e noi italiani la finiremo di vedere questo scempio, e faremo solo quel che ci riesce meglio: impastare la pizza e suonare il mandolino. ma le regole, le faranno gli altri. e allora ci salveremo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Paga e taci, somaro telefonico
    Io ho una tariffa TIM senza canone, ma proprio senza (pago solo la tassa governativa) e puramente a consumo, che non è più in vendita da almeno 5 anni. Dato che uso il telefono solo per vere emergenze, le mie ultime due bollette (sempre escluso le tasse, ahimè.........) erano precisamente di 0.92 e 0.87 Euro - intendo proprio 92 centesimi e 87 centesimi in due mesi! E' così che si deve fare, usare i telefonini solo quando VERAMENTE servono e non come un interlocutore virtuale..........
  • Anonimo scrive:
    i gestori di telefonia cosa dicono?
    vodafone e Tim hanno espresso la loro sullo sciopero dicendo che non è servito a niente e Tim a detto: "non ha sortito nessun effetto e abbiamo ricevuto un milione in più di chiamate" insomma, berlusconi fa pure le dichiarazioni per la tim?apparte gli scherzi, Wind non si è espresso in propostio.ps: la fonte e il tg 1 economia quindi non so se crederci ho meno.c'era una volta il tg 1.....
  • Anonimo scrive:
    Re: L'anti-trust
    - Scritto da: Anonimo
    dormeeeeeee........................anche se fossero svegli possono fare ben poco a quanto pare basta guardare il settore RC auto. sanzionati e poi assolti , come di che ci hanno fatto cornuti e mazziati. si dice cosi' ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Paga e taci, somaro italiano
    - Scritto da: ElfQrin
    In effetti, non capisco come mai gli
    italiani siano visti come mucche da mungere:Forse perché negli altri paesi le autorità di controllo fanno il loro dovere?
  • Anonimo scrive:
    Re: Paga e taci, somaro italiano
    - Scritto da: ElfQrin
    In effetti, non capisco come mai gli
    italiani siano visti come mucche da mungere:
    moltissimi prodotti, come anche i CD,
    vengono venduti in Italia a un prezzo
    più caro che altrove, anche in area
    euro. Ricordo servizi televisivi riguardo a
    medicinali o latte per bambini che in Italia
    costano 3/4 volte di più rispetto ad
    altri paesi. Mi risulta che la stessa
    Nutella costi meno in Germania che in
    Italia, dove viene prodotta.

    E questo a fronte di stipendi medi
    più bassi, quindi con un ulteriore
    riduzione del potere d'acquisto!Perche' siamo somari noi italiani che la compriamo. A noi ci basta vedere una bella gnocca in pubblicita' che si lecca le dita con la nutella e noi corriamo a comprarla.Forse gli altri sono piu' intelligenti di noi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche le banche...
    - Scritto da: Anonimo
    Anche le assicurazioniCompagnie telefoniche e auto piccole
    Anche l'eletricita'Lampade a basso consumo, elettrodomestici classe-A, pannelli solari per l' acqua calda
    Anche il gasDoppi vetri, isolamenti termici
    Anche la benzinaDiesel o GPL, niente slalom tra gli autovelox, il consumo come scelta principale quando si compra un' auto

    E' tutto un Magna Magna :|E noi usiamo l' arte di arrangiarsi... l' unica arma che c'é rimasta. E chi se ne frega se poi l' economia non gira? Girano già abbastanza le palle.
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche le banche...
    - Scritto da: ElfQrin
    Mezzo off-topic, ma avete notato che da
    circa un anno sono lentamente scomparsi i
    conti a spese zero (compresi i zero spese
    zero interessi), perfino quelli online come
    Fineco che non hanno costi di filiali
    fisiche sparse per il territorio.Fineco era l'unica vera Banca, con la B maiuscaola, in Italia. Da quando e' stata acquisita sta diventando come le altre. :p
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche le banche...
    Anche le assicurazioniAnche l'eletricita'Anche il gasAnche la benzinaE' tutto un Magna Magna :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Anche le banche...
    - Scritto da: ElfQrin
    Mezzo off-topic, ma avete notato che da
    circa un anno sono lentamente scomparsi i
    conti a spese zero (compresi i zero spese
    zero interessi), perfino quelli online come
    Fineco che non hanno costi di filiali
    fisiche sparse per il territorio.
    Io ho un conto fineco che uso limitatamente e devo dire che era VERAMENTE un conto senza spese, mai speso nulla!! Devo proprio essere un cliente rimessa per loro quindi a me (e ad altri milioni che hanno aderito proprio perché senza spese) presto metteranno un canone di 6,25 Euro al mese. Con questa astuta mossa io passerò a Banco-Posta e PostePay. Certo perdere i miei magri risparmi in deposito da voi vi farà un baffo. Ma contenti voi.
  • Anonimo scrive:
    Number portability, ma chi la vuole?
    Qualche benestante sfaticato (ma se è benestante che la cambia a fare tariffa/gestore?) che si debilita troppo a dare il nuovo numero agli amici? Passi per i contratti affari, per chi deve lavorarci e chi ha tanti clienti ma gli altri?In realtà come al solito queste presunte "comodità" si pagano e anche care con costi nascosti: vanificando tutte quelle tariffe che godono di sconti all' interno di uno stesso gestore. Se chiamo da un TIM con Autoricarica190 un telefono con prefisso 338,333 ecc... mi aspetto di pagare meno, come da piano sottoscritto, ma se il chiamato è passato a Wind senza cambiare numero a me chi mi avverte? Un messaggio preregistrato? Figurarsi...Al solito prima ti vendono la poltrona e solo al momento di sedertici ti accorgi che c'è un paletto proprio nel mezzo.
  • Anonimo scrive:
    tariffa rossa?
    Dai, però siamo un po' obiettivi: come si fa a tirare in ballo veramente la tariffa rossa oggi come oggi?Ma ve li ricordate i prezzi? Di giorno dalle 7 fino alle 20.00 costava piu' di un 166.Diciamo che il prevalentemente di altro consumo vuol dire: di giorno faccio solo gli squilli e parlo con il codice morse.Sicuramente le tariffe sono studiate per beccare piu' soldi, però bisogna anche riconoscere che si è cercato di fare in modo che si potesse telefonare un po' quando si vuole senza stare li troppo a guardare l'orologio. Prova ne è che sempre piu' gente spesso non attiva una linea fissa quando va ad abitare da sola.Io fossi stato altroconsumo mi sarei invece piu' arrabbiato sul protezionismo che più o meno tutti gli operatori cercano di spingere con almeno un profilo tariffario in cui spendi "poco" solo se chiami numeri dello stesso operatore. Peccato che con la "number portability" non è più possibile sapere se un numero è di un certo operatore o di un altro, almeno non guardando il prefisso come si faceva in passato.
  • ElfQrin scrive:
    Re: E' uno scandalo!
    - Scritto da: Aspide
    Una volta (se non erro) per Wind non si
    pagava nulla alla ricarica... si vede che
    poi hanno notato che stavano perdendo troppi
    $$$$ ed ecco il balzello!!!In effetti, all'inizio la loro pubblicità si basava proprio sul fatto che loro non ti vendessero l'arancia a metà o la mela già morsa, poi hanno scoperto che conviene anche a loro.C'è da dire che gli italiani sono dei caproni incapaci di farsi i conti, per cui probabilmente non riuscivano a comprendere che le tariffe TIM e Omnitel erano solo apparentemente più economiche di Wind, ma che diventavano molto più care aggiungendo costo di ricarica e scatto alla risposta, per cui Wind non riusciva a reggere tale confronto viziato e ha dovuto adeguarsi.
  • ElfQrin scrive:
    Paga e taci, somaro italiano
    - Scritto da: Aspide
    Parole sante, sarà forse che noi
    Italiani siamo un tantino "pecoroni", capaci
    solamente di lamentarsi e rilamentarsi ma
    mai di prendere di petto la situazione??In effetti, non capisco come mai gli italiani siano visti come mucche da mungere: moltissimi prodotti, come anche i CD, vengono venduti in Italia a un prezzo più caro che altrove, anche in area euro. Ricordo servizi televisivi riguardo a medicinali o latte per bambini che in Italia costano 3/4 volte di più rispetto ad altri paesi. Mi risulta che la stessa Nutella costi meno in Germania che in Italia, dove viene prodotta.E questo a fronte di stipendi medi più bassi, quindi con un ulteriore riduzione del potere d'acquisto!
  • Aspide scrive:
    Re: Paga e taci, somaro telefonico
    - Scritto da: ElfQrin
    Io ho ancora la mia vecchia tariffa Wind
    senza scatto alla risposta che non ho mai
    cambiato, nonostante le lusinghe e le
    minacce dell'operatore, che nel frattempo,
    ha scoperto che vendere la mela già
    morsa conviene anche a lui, contrariamente a
    quello che dichiarava nelle prime
    pubblicità (ma tanto chi se ne
    ricorda....?)Pensa che io pago ancora 12 cent/SMS, un mio collega che ha una scheda più vecchia della mia ne paga 10...
    Finché la gente sarà disposta
    a pagare, le aziende aumenteranno (questo
    vale un po' per tutto, inclusa la benzina e
    le assicurazioni).Parole sante, sarà forse che noi Italiani siamo un tantino "pecoroni", capaci solamente di lamentarsi e rilamentarsi ma mai di prendere di petto la situazione??Guarda, basterebbe una bella raffica di scioperi che facciano perdere tanti bei $$$ ad un po' di aziende. Ti garantisco che se ci sarà un'altra maxi-protesta per i cellulari io sarò il primo ad aderire!Questa è l'unica arma che noi consumatori abbiamo, per difenderci da questo "sistema" che oramai ci munge da tutte le parti. Ma la pazienza ha un limite!Saluti,Aspide.==================================Modificato dall'autore il 16/07/2004 3.22.17
  • ElfQrin scrive:
    Anche le banche...
    Mezzo off-topic, ma avete notato che da circa un anno sono lentamente scomparsi i conti a spese zero (compresi i zero spese zero interessi), perfino quelli online come Fineco che non hanno costi di filiali fisiche sparse per il territorio.L'importante sembra essere che per qualunque cliente possano comunque prelevare qualche euro dal suo conto ogni mese.
  • ElfQrin scrive:
    Paga e taci, somaro telefonico
    Io ho ancora la mia vecchia tariffa Wind senza scatto alla risposta che non ho mai cambiato, nonostante le lusinghe e le minacce dell'operatore, che nel frattempo, ha scoperto che vendere la mela già morsa conviene anche a lui, contrariamente a quello che dichiarava nelle prime pubblicità (ma tanto chi se ne ricorda....?)Finché la gente sarà disposta a pagare, le aziende aumenteranno (questo vale un po' per tutto, inclusa la benzina e le assicurazioni).
  • Aspide scrive:
    E' uno scandalo!
    In una realtà in cui si sfiora il rapporto 1:1 tra persone e cellulari (non è raro trovare chi ne ha due o tre!), le attuali tariffe sono diventate una vera e propria truffa ai danni dei consumatori, nonchè una selva impraticabile che non fa altro che disorientarli!A parte i costi "puri" delle chiamate, mi spiegate a cosa cavolo servono le varie tasse di ricarica oppure gli scatti alla risposta ? Solo a succhiar $oldi, secondo me!!!!! :'(Allo stato attuale delle cose, dover versare 2 Euro ogni 10 (il 20%, ce ne rendiamo conto???) oppure 5 ogni 50, secondo me è solo un furto legalizzato. Non ditemi che i gestori hanno tali (elevate) "spese di ricarica".... :@ passi per le tesserine stile "gratta e vinci", la cui produzione ha sicuramente un costo (pochi cent, credo), ma le operazioni via bancomat gli costano così care????Ricordo che con quasi tutte le banche molte operazioni online sono *gratis*, grazie al fatto che tramite Internet non si hanno praticamente costi vivi. Non potrebbe essere così anche per i cellulari???Una volta (se non erro) per Wind non si pagava nulla alla ricarica... si vede che poi hanno notato che stavano perdendo troppi $$$$ ed ecco il balzello!!!Vabbè, raga, vado a nanna altrimenti mi rodo il fegato....Saluti,Aspide.(linux)
  • Anonimo scrive:
    ovvio....
    E' scontato, basta guardare i proprietari delle grandi aziende italiane.... non ricordo esattamente le spartizioni, che a suo tempo ho letto sui quotidiani, ma, a titolo di esempio:i proprietari di wind possiedono un pezzo di tim, i proprietari di omnitel possiedono un pezzo di wind, etcetcetc..... inoltre, queste persone si alternano al governo, e scoraggiano e impossibilitano la nascita di nuove aziende per una vera concorrenza.Heh, una delle cose belle dell'Italia....
  • Anonimo scrive:
    Re: L'anti-trust
    è più sveglio che mai... :@
  • Anonimo scrive:
    L'anti-trust
    dormeeeeeee........................
Chiudi i commenti