Cellulari, le brevissime di oggi

Maxxi TIM Web Facile, 400 MB in 30 giorni - In arrivo l'iPhone / disponibile la Connect Card Vodafone per Mac - Niente 2in1 per abbonamenti con WelcoMusic

Maxxi TIM Web Facile, 400 MB in 30 giorni
400 MB al costo di 20 euro da utilizzare in 30 giorni è la nuova offerta Maxxi TIM Web Facile, attivabile fino al 28 febbraio sia per carte prepagate che per abbonamenti. Mentre per le prepagate la durata è di 30 giorni dall’attivazione, per gli abbonamenti invece vale il mese del calendario e i MB che compongono l’offerta vengono proporzionati in base al numero di giorni tra l’attivazione e la fine del mese. Oltre i MB disponibili con la promozione, ogni KB in più verrà fatturato alla tariffa TIM: 0,6 centesimi di euro. Maxxi TIM Web Facile si rinnova automaticamente salvo disdetta da dare almeno 24 ore prima della conclusione del periodo. Tutti i dettagli nelle apposite pagine del sito TIM.

In arrivo iPhone / disponibile la Connect Card Vodafone per Mac
Potrebbe sbarcare nei prossimi mesi il telefonino targato Apple nel cui cuore batterà tecnologia Motorola. Secondo alcune indiscrezioni, l’iPhone oltre a fornire i servizi di telefonia conterrà anche un hard disk per la conservazione e l’ascolto di file MP3.
Vodafone ha fatto sapere di aver reso disponibile il software necessario per permettere agli utenti dei sistemi operativi Mac OS X di Apple l’utilizzo della Connect Card. Il software è scaricabile dal sito Vodafone .

Niente 2in1 per abbonamenti con WelcoMusic
Quanti possiedono un abbonamento TIM con attivato il servizio WelcoMusic dedicato alla fascia TIM Turbo non potranno attivare contemporaneamente l’opzione 2in1. WelcoMusic consente di selezionare una musica al posto del segnale di libero per alcuni o tutti i numeri che chiamano il cellulare. 2in1 permette di avere due numeri sulla stessa SIM.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Roberta scrive:
    CHI HA VISTO LA MIA CRITI??
    Ciao Michele, scusa se approfitto delle tue giustissime osservazioni riguardo ai collegamenti internet in Italia (io e mio marito abbiamo trascorso un'estate al telefono nel tentativo di ottenere una linea ADSL a tariffe non proibitive!), ma sono capitata per caso...navigavo cercando notizie di Zipolite dove si trova ormai da più di un anno la mia cara amica Cristina. Gestisce una posada nella vostra meravigliosa spiaggia e ci sentiamo così di rado!!! Perchè non viene un po' a trovarti nel tuo internet cafè?? Se l'hai conosciuta dille che aspettiamo sue notizie altrimenti dovremo rivolgerci a "Chi l'ha visto?". Grazie e scusa ancora l'intrusione. Roberta da Rapallo
  • Anonimo scrive:
    Re: Opinione di una messicana in Italia
  • Anonimo scrive:
    Re: Messico = Preistoria
    - Scritto da: Anonimo
    DI nuovo io LA MESSICANA...ma tu sei stato
    in messico? ok, cè poverta, è
    terzo mondo, ma ci sono delle cose che
    quà in Italia sognarebbero di
    averle...cinema che quà, almeno nelle
    piccole città, non ci sono, ADSL cia
    cavo, tv via cavo, una sala concerti
    certamente dl primo mondo. Ok, so che non
    sono per tutti e che il paese con la
    diferenza tra i povveri e ricchi più
    orribile al mondo..ma attento a dire che
    Messico è uguale a preistoria perche
    non E VERO..sicuramente quello que sai del
    Messico lo sai grazie alla publiccità
    del ESTATHE...scusate il mio italiano...Lasciali perdere, non ti daranno mai ragione, sono indottrinati da una scuola che non insegna geografia, dalla mancanza di viaggi e da una televisione di luoghi comuni.In Italia tanti credono che nel resto del mondo, a parte USA, Fancia, UK, Germania e Giappone, tutti vivano nelle capanne, credono che in Africa non esistano università, che in Sud America ci sia solo il carnevale di Rio, in Asia solo indiani poveri e cinesi contadini, in Australia null'altro che canguri.
  • Anonimo scrive:
    Re: Opinione di una messicana in Italia
    A me piu' che Messicana sembri Africana. :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Messico = Preistoria
    DI nuovo io LA MESSICANA...ma tu sei stato in messico? ok, cè poverta, è terzo mondo, ma ci sono delle cose che quà in Italia sognarebbero di averle...cinema che quà, almeno nelle piccole città, non ci sono, ADSL cia cavo, tv via cavo, una sala concerti certamente dl primo mondo. Ok, so che non sono per tutti e che il paese con la diferenza tra i povveri e ricchi più orribile al mondo..ma attento a dire che Messico è uguale a preistoria perche non E VERO..sicuramente quello que sai del Messico lo sai grazie alla publiccità del ESTATHE...scusate il mio italiano...
  • Anonimo scrive:
    Opinione di una messicana in Italia
    Ciao, ed io sono una messicana che abita in Italia e vorrei dirvi che ancora non posso credere che in Italia per avere l' ADSL per forza serve la linea telefonica. In Messico in qualche grande città puoi avere ADSL via cavo, senza usare la tua linea telefonica...Italia certamente è primo mondo, Messico certamente è terzo mondo e povvero, ma in qualche cosa è più svilupato...Saluti da Bolzano...
  • Gatto Selvaggio scrive:
    Re: BONI...!
    Questo thread sta degenerando.Stavamo discutendo sull'opportunità di rispettare l'ortografia e mi rammarico di non esser riuscito a convincerlo.Comunque imparare e migliorare non è mai male. In merito all'uso della tastiera, col tempo ho migliorato la mia velocità, magari potrei persino partecipare ai campionati di battitura stile "indice e pollice".
  • Anonimo scrive:
    Re: dettagli
    - Scritto da: Anonimo

    il Guinness dei primati della velocità di

    battitura è regolarmente detenuto da utenti

    di tastiere Dvorak

    Guarda che ti sbagli e di grosso, il
    Guinness dei primati ce l'abbiamo noi
    perché qui son tutti professoroni e
    Grandi Visir dell'Informatica, tastiere
    comprese ( e copia incolla da google a
    pappagallo ).Sei in grado di smentire oppure ti celi solo dietro la beffa? No, perche', sai, il Guinness dei Primati di dattilografia lo detiene la dattilografa Barbara Blackman che usa la Dvorak. Suvvia, umiltà ragazzo quasi campione di dattilografia a Montecatini, umiltà, o almeno fatti.
  • Anonimo scrive:
    Re: dettagli
    - Scritto da: Anonimo
    Addirittura le tastiere sono costruite
    correlando la posizione di ogni singola
    lettera alla frequenza della lettera nella
    lingua del paese per cui si sta costruendo
    la tastiera.Uella'. addirittura.. altro che fisica planetaria.E pensare che noi tutti credevamo che le tastiere crescessero nel terreno assieme alle patate.
  • Anonimo scrive:
    Re: dettagli
    - Scritto da: Anonimo
    Nel 1872 l'inventore Christopher Sholes
    decise quella disposizione per evitare che
    le aste delle lettere più utilizzate
    potessero incrociarsi tra di loro se battute
    quasi contemporaneamente o a poca distanza
    l'una dall'altra.

    Leggi bene: "le lettere più
    utilizzate", io ti ho detto che c'è
    una correlazione ma non ti ho detto
    qual'èOps, salto mortale carpiato!Dai sentiamo la lezione:
    Per quanto riguarda il resto, infatti, nei
    paesi europei la disposizione delle prime
    sei lettere in alto a sinistra è
    leggermente diversa: in Italia si è
    sostituito la w con la z.


    La tastiera Dvorak ad esempio,
    sviluppata

    già negli anni 30, permette di

    battere piú velocemente e
    confortevolmente;

    Proprio la tastiera Dvorak che tu citi, usa
    un layout simile a quello delle tastiere
    QWERTY, ma dispone le lettere secondo uno
    studio accurato della frequenza delle
    lettere nelle parole inglesi con lo scopo
    di:

    - Favorire leggermente la mano destra (56%
    delle pressioni) e le dita forti (il 70%
    delle parole vengono scritte con indici e
    medi)

    - Fa alternare le mani il più
    possibile, e minimizza l?esigenza di
    spostarle: il 90% delle parole inglesi
    può essere scritto senza muoversi
    dalle righe intermedie

    Quindi anche qui c'è la nozione di
    "frequenza" delle lettere e c'è pure
    il vincolo della lingua inglese piuttosto
    che italiana.E allora? Come dicevo io, la Dvorak permette di scrivere piu' velocemente.
    E non tiro in ballo la disposizione delle
    vocali accentate sulla tastiera italiana
    perché confido nel fatto che tu creda
    che siano lì dove sono o per
    rispettare qualche dettame imperiale ( quei
    cattivi degli imperialoni ) oppure sono
    lì a caso, ho indovinato vero???
    Forse non hai mai visto una tastiera
    tedesca, una tastiera francese... guarda,
    perfettamente UGUALI!!!Imperialoni? Straparli, ma a chi stai rispondendo? Continua, il tempo e' tuo.
    La prossima volta informati, e non
    dimenticare: un pizzico di umiltà.Invita alll'umilta' chi si pavoneggia? "Mi sono pure posizionato ai primi posti del concorso nazionale per dattilografi di Montecatini, ai miei tempi"Un bel "chi se ne frega".

    il Guinness dei primati della

    Guarda che ti sbagli e di grosso, il
    Guinness dei primati ce l'abbiamo noiNoi? Siete un clan?
    perché qui son tutti professoroni e
    Grandi Visir dell'Informatica, tastiere
    comprese ( e copia incolla da google a
    pappagallo ).Tu qui invece sei l'unico pennuto istruito vero, merlo?
  • Anonimo scrive:
    Re: dettagli
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Ho studiato dattilografia e assumo la
    giusta

    posizione di battutura dopo avere
    imparato a

    battere ( sulla tastiera ) con la
    tastiera

    cieca ( cioè sovrapponendo un
    foglio

    di carta tra me e le mie mani ).



    Addirittura le tastiere sono costruite

    correlando la posizione di ogni singola

    lettera alla frequenza della lettera
    nella

    lingua del paese per cui si sta
    costruendo

    la tastiera.


    Guarda che ti sbagli e di grosso.No caro, prima di rispondere leggi almeno tre volte ciò che ti accingi a rispondere.Tu confermi quanto io ho detto, cioè che "le tastiere sono costruite correlando la posizione di ogni singola lettera alla frequenza della lettera nella lingua del paese per cui si sta costruendo la tastiera".
    La tastiera italiana è una variante
    della qwerty, detta anche tastiera Sholes.
    Questa tastiera è stata sviluppata
    nel tardo 800 per impedire che le prime,
    rudimentali macchine da scrivere meccaniche
    si inceppassero rallentando la battitura
    attraverso una disposizione particolare dei
    tasti; inutile dire che è uno schemaNel 1872 l'inventore Christopher Sholes decise quella disposizione per evitare che le aste delle lettere più utilizzate potessero incrociarsi tra di loro se battute quasi contemporaneamente o a poca distanza l'una dall'altra.Leggi bene: "le lettere più utilizzate", io ti ho detto che c'è una correlazione ma non ti ho detto qual'è ( sennò passo da quello che complica sempre le cose semplici ).Per quanto riguarda il resto, infatti, nei paesi europei la disposizione delle prime sei lettere in alto a sinistra è leggermente diversa: in Italia si è sostituito la w con la z.
    La tastiera Dvorak ad esempio, sviluppata
    già negli anni 30, permette di
    battere piú velocemente e confortevolmente;Proprio la tastiera Dvorak che tu citi, usa un layout simile a quello delle tastiere QWERTY, ma dispone le lettere secondo uno studio accurato della frequenza delle lettere nelle parole inglesi con lo scopo di:- Favorire leggermente la mano destra (56% delle pressioni) e le dita forti (il 70% delle parole vengono scritte con indici e medi)- Fa alternare le mani il più possibile, e minimizza l?esigenza di spostarle: il 90% delle parole inglesi può essere scritto senza muoversi dalle righe intermedieQuindi anche qui c'è la nozione di "frequenza" delle lettere e c'è pure il vincolo della lingua inglese piuttosto che italiana.E non tiro in ballo la disposizione delle vocali accentate sulla tastiera italiana perché confido nel fatto che tu creda che siano lì dove sono o per rispettare qualche dettame imperiale ( quei cattivi degli imperialoni ) oppure sono lì a caso, ho indovinato vero??? Forse non hai mai visto una tastiera tedesca, una tastiera francese... guarda, perfettamente UGUALI!!!Mi pare quindi non aver sbagliato, e tantomeno di grosso.La prossima volta informati, e non dimenticare: un pizzico di umiltà.
    il Guinness dei primati dellaGuarda che ti sbagli e di grosso, il Guinness dei primati ce l'abbiamo noi perché qui son tutti professoroni e Grandi Visir dell'Informatica, tastiere comprese ( e copia incolla da google a pappagallo ).
  • Anonimo scrive:
    Re: dettagli
    - Scritto da: Anonimo
    Ho studiato dattilografia e assumo la giusta
    posizione di battutura dopo avere imparato a
    battere ( sulla tastiera ) con la tastiera
    cieca ( cioè sovrapponendo un foglio
    di carta tra me e le mie mani ).

    Addirittura le tastiere sono costruite
    correlando la posizione di ogni singola
    lettera alla frequenza della lettera nella
    lingua del paese per cui si sta costruendo
    la tastiera.Guarda che ti sbagli e di grosso.La tastiera italiana è una variante della qwerty, detta anche tastiera Sholes. Questa tastiera è stata sviluppata nel tardo 800 per impedire che le prime, rudimentali macchine da scrivere meccaniche si inceppassero rallentando la battitura attraverso una disposizione particolare dei tasti; inutile dire che è uno schema ampiamente superato, ma che è sopravvissuto a lungo per inerzia, come il sistema di pesi e misure imperiale in uso negli USA (e si spera in via d?estinzione nel Regno Unito).Esistono altre tastiere di gran lunga più ergonomiche ma che non hanno mai avuto successo di mercato.La tastiera Dvorak ad esempio, sviluppata già negli anni 30, permette di battere piú velocemente e confortevolmente; il Guinness dei primati della velocità di battitura è regolarmente detenuto da utenti di tastiere Dvorak; inoltre, piú recentemente, alcuni calcoli numerici hanno messo in evidenza come la Dvorak, se non è la perfezione assoluta, ci sia comunque molto vicina.
  • Anonimo scrive:
    Re: dettagli
    - Scritto da: The_GEZ
    Ciao Anonimo !


    persino sui giornali)... Se uno scrive

    pò cosa farà quando si
    mette a

    programmare in PHP? Cosa
    succederà se

    mette le mani sulla valigetta nucleare?

    Nulla.
    Non e' importante come uno scrive ma cio'
    che uno pensa.vuoi io cioè che, anche se avevo andati ma
    Non sto dicendo che lo scrivere in italiano
    corretto sia una cosa di poca importanza
    solo non e' questa la sede per discuterne.perché no? è così che si impara, un pò alla volta, sai che noia iscriversi a un corso di italiano o un ng di lingua italiana? d'altronde l'utilizzo corretto ( quindi digitare usando i tasti corretti ) di un dispositivo informatico ( la tastiera appunto ) penso sia in topic, quindi non vedo perché non debba essere questa la sede per discuterne.
    Stai facendo esempi che non stanno in piedi,
    stai giudicando il modo di premere i tasti
    sulla tastiera !!!Per me l'autore dell'intervento ha ragione.Ho studiato dattilografia e assumo la giusta posizione di battutura dopo avere imparato a battere ( sulla tastiera ) con la tastiera cieca ( cioè sovrapponendo un foglio di carta tra me e le mie mani ).Addirittura le tastiere sono costruite correlando la posizione di ogni singola lettera alla frequenza della lettera nella lingua del paese per cui si sta costruendo la tastiera.E non è un concetto banale, tieni anche conto che le lingue cambiano infatti da non molto tempo ( un anno? due anni? non ricordo ) i tedeschi hanno rivisto alcune regole della loro lingua, per esempio la lettera contraddistinto dal simbolo della Beta è stata eliminata e sostituita con le lettere che corrispondono al suono della Beta, cioè la doppia esse "ss" ( ora ristampare i libri è un bel business ).( Sono vago ma il succo comunque si capisce, per chi sa, la Beta è quella lettera chiamata "sciarfessess" )L'hanno cambiata alla faccia tua che dici che non ha importanza come uno scrive.Ma tu sai tutto vero?Da come parli dimmi, tu quando scrivi usi solo il dito indice?Non ci sarebbe niente di male, ma se uno deve usare una tastiera prima o dopo dovrebbe cominciare ad avere la volontà o trovarsi a suo agio per usarla in modo molto più proficuo che con il solo dito indice.Mi sono pure posizionato ai primi posti del concorso nazionale per dattilografi di Montecatini, ai miei tempi, ma nonostante questo non definisco chi usa la tastiera con meno disinvoltura di me un "utonto", ma stando a certe correnti di pensiero e ideologie sarei obbligato a farlo, anche se è giusto che si sappia che la parola "perchè" non esiste ( se non eventualmente nei copioni teatrali...... ).Tu invece, sei un utilizzatore di tastiera "utonto" ?
    Perferisco mille parole di tolleranza
    scritte con l' accento sbagliato che una
    sola dichiarzione di guerra scritta senza la
    minima sbavatura !Tipo le parole di guerra santa di Linux contro Windows?
    Ah ! Non so da quanto tempo tu usi il
    computer, ma storicamente in telematica le
    accentate erano VIETATE !!
    ;)No, semplicemente la telematica era rimasta indietro, dato che c'erano troppe differenze tra ogni lingua e forse anche dato che l'inglese non ha accenti ( se non mi sbaglio, io almeno ignoro completamente l'uso di accenti nella lingua inglese, in questo senso sono ignorante ) e l'inglese è una lingua molto diffusa negli apparecchi informatici.Anche tu sei rimasto indietro?Sbagliare è umano, perseverare è diabolico!!! ( diabolico come uinzozz quindi d'ora in poi tutti a scrivere bene! )
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè l'italia va male?
    - Scritto da: Anonimo

    . Ad esempio la Rai

    fa di tutto per giustificare se stessa

    avviando sempre nuove iniziative e nuove

    produzioni, con nuovi costi... ma a chi

    interessano???

    Tentano di far nascere qualcosa visto che le
    produzioni snobbano e le scritture languono.
    Poi vabbe' il risultato ....
    Mi sembra la trasmissione tv di Rai Tre, "Report", abbia indagato su questo.Non è che si stanziano giustamente dei soldi per dare uno stimolo al cinema italiano, e poi in modo meno giusto si cercano di spenderli a tutti i costi?
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè l'italia va male?
    - Scritto da: Anonimo
    non ce l'ho con i volontari veri, ma con
    quelli finti e con i finti volontari manager
    che ci sono dietro di loro (vi farei vedere
    alle cene di beneficienze quanti sporchi
    politici ci sono....).La legge che regola il volontariato in Italia dice che praticamente il volontario non esiste.Un individuo, per adempiere alla mansione che ha volontariamente scelto di svolgere, riceve delle somme di denaro inferiori a chi svolge la stessa mansione in ambito professionale e vengono versate delle somme all'INPS per il trattamento pensionistico.Questo, obiettivamente, non è un volontario, a me pare che sia un meccanismo per sfruttare la gente, e gli sfruttati sono quelli che prestano il proprio servizio, gli sfruttatori un pò tutti quelli che gli stanno dietro che lucrano sulla sua attività e/o risparmiano piuttosto che usufruire di un servizio professionale più costoso.Secondo me potrebbero togliere le scritte adesive "VOLONTARIO" da tutte le macchine, furgoncini e furgoni che si dedicano alle mille attività di volontariato ( trasporto malati da e verso gli ospedali per esempio ).( Lo stesso concetto per me vale anche per i paladini della libertà, gli sviluppatori volontari open source, anche se è un ambito e interessi completamente diversi ).
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè l'italia va male?
    - Scritto da: Anonimo
    quindi ecco xkè abbiamo 1000 e 1000
    dipendenti pubblici (per fare un esempio la
    piu grande azienda della regione XYZ
    è la provincia di xyz questo la
    dice lunga no?)
    sono le ricompese per gli scambi di
    favori,di parentele etc etc...Confermo in quanto io ho avuto una brutta esperienza sulla mia pelle, in regione e provincia diverse da quelle da te indicate, in un'assicurazione ( quindi un settore tipo para statale ) per il solo fatto di non essere raccomandato, di non essere il figlio di qualche dirigente di un'ente, e così via, e di non essere neanche abituato a trafficare nella melma ( non che io possa fare molti favori, ma ingegnandomi qualche lavoro sporco da fare lo avrei potuto trovare ).Lo dico perché sono abbastanza sveglio da accorgermi di quello che accadeva intorno a me e di come funzionavano le cose ( insomma, non ci vuole proprio tanto ); sembra che questa sia una superdotazione che non tutti hanno, io invece la pensavo come una cosa molto comune, è comune invece capire dove e quando cominciare a trafficare, uhhh se non è comune quello!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè l'italia va male?
    - Scritto da: zobia
    Ed è anche vero che negli USA i
    cittadini se la fanno sotto al pensiero di
    avere quelli dell'IRS (la nostra Guardia di
    Finanza) che gli controlla la dichiarazione
    dei redditi!!!Diciamo che anche noi ce la facciamo molto sotto all'idea di avere la GdF che ci controlla.La differenza è che negli Stati Uniti ( paese che non ho mai ammirato, specialmente negli ultimi tempi ) i cittadini sono uguali e se ti beccano ad evadere le tasse ( e vari reati ) paga sia il dirigente multimilionario come il disgraziato che non ha pagato le tasse per sbarcare in lunario, pagano entrambi.Qui da noi la mia sensazione a giudicare da ciò che leggo sui quotidiani è che c'è sempre l'amico che salva l'amico e non c'è questa uguaglianza, assolutamente.Quindi secondo me qualcuno se la fa doppiamente sotto perché dovrà pagare anche per gli altri.Qualcuno (di solito chi sta dalla parte buona) afferma che sia pure giusto così, è colpa del disgraziato che non sa farsi rispettare ( non si capisce mai bene secondo quale logica diversa da "amici/clientelismo/mafietta & co" ma preferisco lasciar perdere dato che certe verità inconfutabili sono impresse a fuoco nella mente di alcuni )Forse ultimamente in America con Giorgetto è un pò diverso, lui ha tentato di favorire i dirigenti multimilionari, quelli a cui parla dicendo "voi siete i miei cari amici", ma comunque, alla fine, a quelli della Enron hanno fatto un popò grande come una casa.
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè l'italia va male?
    - Scritto da: Anonimo
    i motivi possono essere tanti, ma uno
    è sotto gli occhi di tutti eppure
    nessuno sembra accorgersene: il costo della
    vita gonfiato artificialmente.
    In itaglia si sono create nel corso degli
    anni situazioni assurde dal punto di vistaSono d'accordo, non parliamo dell'avvento dell'euro che praticamente ovunque non ha portato aumenti, a volte diminuizione dei prezzi dei prodotti, e l'Italia è l'unico paese in cui i prezzi sono aumentati e alcuni addirittura raddoppiati, e questi sono FATTI non chiacchiere, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
    costi-benefici, che hanno portato vantaggi
    alle lobby che gestiscono queste situazioni,
    ma solo costi inutili per i cittadini.Concordo appieno.
    famiglie. Vengono modificati leggermente di
    anno in anno cambiando i numeri di pagina e
    poche altre cose per scoraggiare l'uso dei
    testi di seconda mano. Le spese per i libri
    di testo pesano in modo rilevante sulle
    famiglie.E' vero, uno scandalo.
    Andiamo avanti: provate a comprare un'auto
    usata: se non sbaglio dovrete pagare 350
    euro al notaio anche se l'auto ne vale meno
    di 1000. Perchè non basta una firma
    allo sportello del P.R.A.?Qualcuno dice che gli albi sono l'eredità del ventennio fascista perché dividendo la società in classi sociali si controlla qualsiasi dittatura, a pensarci bene sembra proprio così.La divisione in classi ( quelle privilegiate e quelle non ) alcuni paesi non ce l'hanno ma riescono andare avanti lostesso, chissà perché.
    Ancora... le forze dell'ordine. AbbiamoLe uniche volte che ho avuto bisogno di loro ( per sporgere querela o far fare un verbale ), ho trovato molta professionalità ( ed in entrambi i casi si è sistemato tutto per il meglio, dato che avevo spudoratamente ragione ), sono inoltre particolarmente fiero dell'arma dei carabinieri perché è una "polizia del popolo" che altri paesi non hanno ( sì, è una delle pochissime cose per cui sono fiero di essere italiano ), ne sono fiero anche se certi personaggini con certi caratterini non se lo meriterebbero.Poiché mi reputo una persona onesta, e non avendo ancora commesso crimi ( :-) ), non posso parlare dal punto di vista dei "cattivi" che stanno dall'altra parte, ma a giudicare dalle condanne, dagli anni di carcere, dai premi ai detenuti buoni e dalle assoluzioni ( specialmente certe ultime in questi recentissimi tempi ), beh, che dire, siamo il primo paese al mondo per la qualità della vita.
    Cosa manca? Ah si, il cosiddetto "stato
    sociale". Andate a vedere, nel bilancioStato sociale? In italia vive bene solamente chi è POVERISSIMO perché ti danno tutto, o chi è ricchissimo perché hai tutto, la quasi totalità della popolazione, quella che sta nel mezzo di questi due estremi, è tartassata senza molte possibilità di cambiamento.Mi verrebbe anche da dire che in Italia vive benissimo chi non rispetta la legge ( vedi condoni ) a discapito di chi la rispetta, ma non lo dico altrimenti passo da comunista forcaiolo.
    caso. Invece le lobby che ne traggono
    benefici lottano ogni giorno con le unghie e
    i denti per difendere ed espandere queste
    situazioni parassitarie. Ad esempio la RaiVero, ma molta gente c'ha le fettine di prosciutto sugli occhi.
    grottesche: hanno 3 reti che danno le
    previsioni del tempo con 3 diversi servizi
    meteo: ma che ca**o, il tempo dovrebbe
    essere sempre lo stesso no? perchè
    pagare 3 servizi meteo quando basterebbe
    replicare lo stesso servizio sulle 3 reti?Vabbeh questo non lo so, della gestione di un'azienda non mi impiccio fino a qst punto!! non vorrei scadere nella polemica :)CiaoFrancesco
  • Anonimo scrive:
    Re: Esagerati
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Bravo, è ora di finirla con
    questa

    ignobile abitudine dell'autolesionismo e

    della denigrazione della Patria.

    Certo, ci sono situazioni scandalose. ma

    allora denigriamo telecom, siae, o chi
    per

    loro, e non la nazione nella sua

    generalità.

    mamma mia che pena leggere queste cose...
    qui (in itaglia) c'è ancora gente
    legata alle "glorie??? ed ai fasti????" diParlando di glorie e fasti mi hai fatto venire in mente una citazione che è bene sbattere educatamente in faccia ogni qualvolta tali glorie diventano specchietto per le allodole e argomentazione patriottica per sostenere d'autorità un qualsiasi discorso.La citazione è pure autorevolissima, di uno scrittore che ha amato l'Italia quindi il sostenitore di "glorie e fausti" deve inchinarsi ad essa oltre che ai suoi altarini dove già pratica le sue genuflessioni:"Roma mi fa pensare a un uomo che si mantenga mostrando ai viaggiatori il cadavere di sua nonna", James Joyce....e Joyce la sapeva lunga.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma perchè questo livore ???
    - Scritto da: Anonimo
    Concedimi di dire che è un pò
    come se fossimo un insieme algebricamente
    chiuso: uno individuo nato da due persone inErrore: "un individuo" al posto di "uno individuo"Ok, mi scuso qui per tutti gli altri eventuali errori.Francesco
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono scelte
    - Scritto da: Anonimo
    Andare in Messico a lavorare!
    Bella scelta o cattiva scelta????Dipende, io non conosco il Messico quindi non saprei se è il posto per me, l'importante è capire se esiste e qual'è il posto migliore ( p.es. potrebbe coincidere con il posto in cui già si vive ).Il fatto di poter cambiare paese, secondo me, origina dal fatto che le aspettative che ha una persona e ciò che offrono i luogo/culture/popolazioni sono diversi.Questo significa che, fissato un punto di vista su ciò che è "vantaggio" e ciò che è "svantaggio", un individuo può scegliere il posto più vantaggioso per lui solo.Per me inoltre le cose "belle" e le cose "brutte" non sono equamente distribuite nel globo, non c'è una presunta conservazione di energia, quindi esiste sicuramente un posto che da un certo punto di vista è meglio che un'altro.Conosco inglesi che vorrebbero venire a vivere in Italia ( senza sapere cosa pensano gli italiani di loro, anzi, questo devo ricordarmelo di dirglielo ogni volta che parlerò con loro ), e viceversa, non c'è niente di male.Conosco anche qualche inglese che dopo essere venuto a vivere in Italia, dove tutto è bello, tutto è buono ( insomma, gli inglesi hanno dell'Italia la stessa immagine che hanno gli Albanesi, arrivano semplicemente da due terre diverse ), se ne è ritornato nella sua patria senza Bidet.Evidentemente la vita non è solo avere:-il telefonino-il macchinone-la casa in muratura piuttosto che in legno-belle scarpe borsette-calcio, politica-mangiar bene-il Vaticanoe sopratutto avere:-il Bidet(tutte cose, le prime, che comunque si fanno pagare)
  • Anonimo scrive:
    Non ci sono parole!!
    Un ex monopolista, ora privatizzata che mantiene comunque il monopolio sull'ultimo miglio e sulla copertura ADSL in tutto il nostro paese e che aumenta il canone telefonico almeno una volta l'anno, in misura direttamente proporzionale al numero di utenti che perde per passaggio ad altri gestori, di questo passo tra qualche anno, pagheremo un canone di 100 ? al mese solo per il semplice fatto di avere la linea telefonica a casa. Mi domando, ma chi comanda in italia: una compagnia telefonica o il Ministero delle telecomunicazioni.Se il Messico fa scuola, non credo, a questo punto, siamo molte evoluti come qualcuno ci vuole far credere. Se l'ex monopolista non vuole portare l'adsl in paesini sperduti perchè non gli conviene, allora gli si tolga il monopolio, in modo tale che se ci dovessero essere altre compagnie che vogliono farlo siano libere di investire. Nell'attuale situazione, si sta solo ritardando lo sviluppo del paese con conseguenti danni nella competitività del nostro paese rispetto ad altri nazioni, e come sempre poi,saremo costretti a comprare tecnologia da loro perchè non abbiamo saputo programmare lo sviluppo delle comunicazioni in modo corretto.Non mi sembra, siamo molto evoluti, se in un paese democratico una sola società spadroneggia, dettando regole e tempi dello sviluppo di questo importantissimo e delicatissimo settore.SalutiIl gatto
  • Gatto Selvaggio scrive:
    Re: [OT] dettagli
    Non è questo che intendo dire. Battendo sulla tastiera gli errori si producono a iosa, poi uno rilegge e corregge e qualcuno comunque resta. Per non parlare quando ci dà dentro di DEL e riscrive, e ne risulta una frase che comincia in un modo e finisce in un altro.Se vedo scritto e' invece di è in un messaggio di posta elettronica, so che si tratta di un uso invalso perché i caratteri ASCII non comprendevano le accentate, non più necessario oggi che i programmi (*) sono compatibili Unicode ma giustificato dall'abitudine.Un altro discorso è l'errore sistematico dovuto alla negligenza di chi dovrebbe occuparsene.Se vedo pò su un giornale significa che nessuno s'è degnato di passare l'articolo nel correttore di Word (o che l'articolista s'è chiesto: che sono tutte ste righe rosse? BOH! o manco le ha viste o se n'è fregato o è sottopagato e lo fa apposta) e comincio a nutrire dubbi sulla professionalità con cui si lavora lì dentro.Se vedo scritto pò sedici volte nella stessa pagina su Tiscali mi inc... adonto perché mi viene da dire: ma perché non assumete me che così compro l'OQO per natale?* Bè, non tutti. A tempo perso dò una mano a un programmatore a rendere un suo script compatibile con i caratteri Unicode, ed è un lavoraccio (non immagini quanti caratteri può mostrare un browser - ضطظ eh?).Quel che intendo dire è che la precisione è indice di pulizia mentale e alla correttezza nello scrivere corrisponde in genere la qualità del pensiero.Indice, non condizione necessaria o sufficiente: può esistere il genio distratto e pasticcione, ma la valigetta, la macchina fotografica, la collezione di porcellane Ming e cristalli Swarowski e i bimbi da accompagnare all'asilo preferirei affidarli a un altro.Può esistere l'agente delle tasse precisissimo e carognetta.Se sbagli un apice in PHP o Javascript l'interprete ti tira un Warning: e giù dietro una bestemmia.Mica lo si invita a essere più tollerante? Se fai un errore e per qualche motivo te ne accorgi, lo correggi e impari a non ripeterlo.Ad esempio non sono tanti anni che ho imparato che si deve scrivere "qual è" e non "qual'è": prima non lo sapevo (anzi per me erano corrette entrambe le forme, ma per non entrare in diatribe con l'Accademia della Crusca mi adeguo ai dettami riconosciuti).In realtà che tanti oggi non sappiano scrivere correttamente non è forse neppure colpa loro, ma indizio della qualità dell'istruzione scolastica dopo anni di riforme "progressiste e moderniste" tese a livellare.
    Non e' importante come uno scrive ma cio'
    che uno pensa.
    Stai facendo esempi che non stanno in piedi,
    stai giudicando il modo di premere i tasti
    sulla tastiera !!!
    Ah ! Non so da quanto tempo tu usi il
    computer, ma storicamente in telematica le
    accentate erano VIETATE !!
    ;)
    Ciao Anonimo !Ah sì? Adesso mi firmo.==================================Modificato dall'autore il 12/12/2004 2.04.06
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Anonimo
    Spero proprio chhe tutti voi, denigratori
    del vostro Paese emigrati in paesi - non so
    come - ritenuti migliori del vostro (il
    Messico, poi...) incappiate in una delle
    tante rivoluzioni che periodicamente
    sconvolgono queste repubbliche delle banane
    e che col cavolo le ambasciate italiane vi
    facciano rientrare nel Paese di origine, sul
    quale avete sputato.
    Vergogna!Chi scrive queste cose deve essere qualcuno che se la passa piuttosto bene (ho ha seri problemi mentali). L'italia fa parte dell'EU o no? Se si si adegui altrimenti ne esca. E' assurdo che le cose quì salgano misteriosamente di prezzo mantre in altri paesi Eu no. Se per te questo è normale...Ricordo inoltre che i salari sono rimasti gli stessi ma alcune categorie hanno fatto i furbi coi prezzi.Tornando all'articolo, visto che tanti "eminenti" dicono che l'italia è ai vertici in molti campi (tariffe telefoniche più basse d'Europa, tecnologia all'avanguardia, etc.), ci si aspetta un servizio adeguato ai proclami mentre la realtà è quella che tutti sappiamo. Ecco cosa da "fastidio".
  • The_GEZ scrive:
    Re: dettagli
    Ciao Anonimo !
    persino sui giornali)... Se uno scrive
    pò cosa farà quando si mette a
    programmare in PHP? Cosa succederà se
    mette le mani sulla valigetta nucleare?Nulla.Non e' importante come uno scrive ma cio' che uno pensa.Non sto dicendo che lo scrivere in italiano corretto sia una cosa di poca importanza solo non e' questa la sede per discuterne.
    Dalle microscopiche brutte abitudini alla
    macroscopica imbecillità di un mondo
    che si sta facendo preoccupante c'è
    un nesso coerente e ininterrotto.Stai facendo esempi che non stanno in piedi, stai giudicando il modo di premere i tasti sulla tastiera !!!Perferisco mille parole di tolleranza scritte con l' accento sbagliato che una sola dichiarzione di guerra scritta senza la minima sbavatura !Ah ! Non so da quanto tempo tu usi il computer, ma storicamente in telematica le accentate erano VIETATE !!;)
  • TADsince1995 scrive:
    Re: Esagerati

    Al contrario, vivo e lavoro in Italia, e
    conosco gente che vive e lavora in italia
    serenamente, senza trafficare, arrangiarsi o
    altro, ma semplicemente facendo il proprio
    lavoro, la spesa al supermercato, i regali
    di Natale ... sinceramente molti degli
    sfoghi che leggo mi sembrano anche una
    mancanza di rispetto per tutte queste
    persone che, tutto sommato, in Italia ci
    stanno bene. Sì, ma dove in Italia? Non per fare i soliti discorsi, ma prova a venire quì in Sicilia e a trovare lavoro. O sei il figlio/nipote/amicostretto del titolare e ogni Natale gli devi portare ceste coi cioccolati e gli spumantini, o sei davvero fortunato (e possibilmente bravo) e trovi un lavoro decente, che poi questo lavoro ti piaccia è un lusso, un "dettaglio" a cui ormai nessuno fa più caso... Specialmente nel nostro campo.TAD Che ha fatto anni di gavetta, ma che ha avuto anche un pizzico di fortuna
  • Anonimo scrive:
    Re: dettagli


    Sono i dettagli che creano il quadro

    complessivo.
    O possono essere usati per distrarre dal
    vero nocciolo della questione ...Non posso che darti ragione. Però uno scrive perchè, l'altro pò (questo sì che dilaga dappertutto, è una delle prima cose che insegnavano alle elementari insieme alla differenza tra ha ed a, e ora lo si vede persino sui giornali)... Se uno scrive pò cosa farà quando si mette a programmare in PHP? Cosa succederà se mette le mani sulla valigetta nucleare?Dalle microscopiche brutte abitudini alla macroscopica imbecillità di un mondo che si sta facendo preoccupante c'è un nesso coerente e ininterrotto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Esagerati
    - Scritto da: The_GEZ
    Ciao Anonimo !


    lavoro, la spesa al supermercato, i
    regali

    di Natale ... sinceramente molti degli

    sfoghi che leggo mi sembrano anche una

    mancanza di rispetto per tutte queste

    ??????????????????
    Ma sei sicuro avere scritto nel posto giusto
    ??
    controlla l' indirizzo, guarda cha hai
    sbagliato forum ...

    Raga ma quelli che scrivono certe cose oltre
    che a leggere (ammesso che lo abbino fatto)
    la lettera hanno idea su cosa verte la
    discussione o vi limitate a scgliere un
    forum a caso e a scriverci quello che avete
    pensato dopo avere magiato la peperonata ?
    Sù, stiamo tranquilli, ti faccio alcune precisazioni:1. non sono anonimo, ho firmato il mio intervento (certo ..non sono un utente registrato)2. se ho sbagliato forum, non sono stato nè il primo nè l'unico in questa discussioneIo ho semplicemente voluto dare il mio contributo alla discussione scaturita dalla lettera relativa all'ADSL in Messico: chi ha scritto la lettera ha voluto fare una riflessione anche sul fatto che, per diversi motivi, in Italia la copertura ADSL non raggiunge diverse zone, anche discretamente abitate (e forse non le raggiungerà mai) mentre in Messico si è trovato di fronte a questa piacevole sorpresa.A questo punto è scaturita una polemica esterofila in cui sembra che l'Italia sia l'unico paese assurdo dove dall'ADSL in poi tutto va male, mentre USA, UK oltre che Messico e perfino Romania siano paradisi senza problemi dove c'è lavoro ben retribuito, spese più basse che in Italia e ADSL per tutti ... Mi sembrava di essere in linea con la discussione :-) per la peperonata ... beh dovresti leggere quello che scrivo dopo aver mangiato Messicano ;-)Ciao,Michele (BS)
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    ....Perchè qui guadagnano molto di più visto che in Romania lo stipendio medio è di 200-300 ? ( quando va bene )....Ma chi rimane ed investe, vive bene!Fatevi gli occhi con questo Pub che presto andrò a frequentare:www.inout.roTanti saluti al Belpaese......
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    Grazie
  • Anonimo scrive:
    Re: Messico meglio dell'Italia? :lol:
    - Scritto da: Anonimo
    Questo cosa ha a che vedere con l'articolo?
    Qui c'e' gente che e' convinta che in
    Messico la banda larga sia una realta' e che
    l'Italia sia "arretrata" perche' legge la
    "letterina" su punto informatico che glielo
    fa credere/pensare. Quando vai a controllare
    i dati scopri che la copertura ADSL Italiana
    e' +4100% (e non e' una cifra sparata a
    caso). Lamentiamoci (giustamente) di
    problemi veri, ma non andiamo a cercare
    "paragoni messicani" dove il 98% della
    popolazione non sa nemmeno cos'e' la banda
    larga!Pero' si mettono in testa un filtro gaussiano, 'sti incongruenti!
  • The_GEZ scrive:
    Re: Esagerati
    Ciao Anonimo !
    lavoro, la spesa al supermercato, i regali
    di Natale ... sinceramente molti degli
    sfoghi che leggo mi sembrano anche una
    mancanza di rispetto per tutte queste??????????????????Ma sei sicuro avere scritto nel posto giusto ??controlla l' indirizzo, guarda cha hai sbagliato forum ...Raga ma quelli che scrivono certe cose oltre che a leggere (ammesso che lo abbino fatto) la lettera hanno idea su cosa verte la discussione o vi limitate a scgliere un forum a caso e a scriverci quello che avete pensato dopo avere magiato la peperonata ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Esagerati
    Fesso due volte allora! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè l'italia va male?
    sei l'ithaljano non lo sa scrivere più nessuno e anche i politici di Allenza Nazionale parlano di taxday e welfare warfare, gap, cip e ciop... è perchè l'elite(l33t) si è sempre divertita a umiliare l'uomo di strada per la sua forma riempendolo di discrsi senza contenuti
  • Anonimo scrive:
    Ministro
    Ma il ministero delle meraviglie è informato su questa cosa ??? Nooo l'Italia è sicuramente meglio... sicuramente c'è un sacco di gente che ha bevuto qui e scrive spropositi, noi abbiamo dei geni come governanti, non c'è il monopolio, siamo liberi e abbiamo di tutto, o siamo un paese di babbei ?
  • Sky scrive:
    Re: perchè l'italia va male?
    L'Italia va male (anche... MOLTO) perchè "vanno male" gli italiani.Provate a chiedervi una cosa, praticamente un piccolo "esame di coscienza" estemporaneo: un tizio (ditta) mi vende una cosa (fornitura di servizio) dal costo non proprio indifferente (diciamo 2-3mila euro) e, alla fine, mi fa "ehrrr.... uhmmmp... vuole la fattura o la ricevuta?" (lasciando BEN intendere che, più che di "ricevuta", trattasi di "pezzo di carta del bloc-notes con scribacchiata una cifra").Voi, quando è stato il vostro turno (qualche spesa "importante" l'avrete pur fatta, no?), cosa avete risposto?Per cortesia... evitiamo i soliti trollismi del "e tu?" oppure le comode genericità del "tantosonotuttiladri"... la domanda "dovrebbe" avere un senso (almeno per me ne ha) e, dalla risposta, spiegare il motivo per cui siamo un pò tutti in ${roba_fetida_e_marrone}.
  • Anonimo scrive:
    Re: Esagerati
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo



    No, solo munti.

    Fesso tu che ti fai mungere. :DNon vivo mica in Italia.
  • Anonimo scrive:
    Re: Esagerati
    - Scritto da: Anonimo

    No, solo munti.Fesso tu che ti fai mungere. :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Messico meglio dell'Italia? :lol:
    Giustissimo, ma converrai che da qui a dire che in Messico la situazione della banda larga e' migliore che in Italia ce ne passa! L'articolo puo' essere fuorviante (cosi' pure come il titolo) perche' lascerebbe intendere una situazione "migliore" di quella del nostro paese, cosa che non e' (e sotto nessun punto di vista):- La copertura ADSL in Messico e' assolutamente "insignificante" nonostante sia in veloce espansione;- Il caso del lettore di P.I. che ha inviato quella missiva e' un caso isolato e fortunato, come ne avvengono anche in Italia: io l'ADSL l'ho avuta in 3 giorni lavorativi 7 giorni dopo che il mio comune e' stato coperto dall'ADSL ...altri hanno dovuto aspettare mesi.- Che vi sia l'ADSL in un paese di quattro anime in Messico e che non ci sia in un grosso centro abitato, e' un problema "mondiale" (il paesino vicino al mio di meno di mille persone e' coperto da ADSL; a Roma alcune zone sono totalmente scoperte!)... non e' solo un problema Italiano ma mondiale (succede lo stesso in UK, Francia o qualsiasi altro paese).Fa sempre piacere leggere di un nostro connazionale che fa "fortuna" all'estero e che gli vadano le cose bene, ma aveva il 2% di possibilita' che gli andassero come gli sono andate (la linea dove e' installata la sua ADSL fa capo a quelle 360mila di cui sopra, a fronte di 15 milioni di utenze telefoniche).Quindi il senso della missiva e' da intendersi come un: "Saluti dal Messico, io mi ci trovo bene" e non: "In Messico abbiamo l'ADSL e in Italia no!". :)
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    - Scritto da: Anonimo
    e qual'è allora?
    fai bene ad emigrare, di gente come te il
    Paese non ha bisogno.
    Non tornare però. Dove, qui?Rai Click, settimana dal 6 al 12 dicembre 2004questa settimana: PORTA A PORTA - A CHI DA' FASTIDIO IL PRESEPE?Quando il Bambinello diventa ingombrante: il Presepe è una tradizione da mettere in discussione nell'Italia multiculturale? PORTA A PORTA - BELLI A QUALE PREZZO?I rischi della chirurgia estetica nel talk-show di Bruno Vespa. Fino a che punto si è disposti ad arrivare per apparire giovani e belli? Rispondono medici, psicologi, personaggi del mondo dello spettacoloBALLARO' - A COSA SERVE LO STATO?Lo Stato serve? E noi lo usiamo bene? Ospiti di Giovanni Floris: Domenico Fisichella, Piero Fassino, Marco Taradash e Gerardo D'Ambrosio SFIDE - I GOLEADORI campioni di ieri e di oggi. Da Diego Maradona a Marco Van Basten, a Owen: giocatori dai quali si aspetta il tocco magico che può cambiare il corso di una partita. Puntata dell'8 gennaio 2001No grazie.
  • Gatto Selvaggio scrive:
    Re:
    Della tua analisi sottolineo due punti, che condivido in pieno:
    il costo della vita
    gonfiato artificialmente.Da quando mi trovo a contare minuscole monetine di rame e ottone nel portafogliuccio, ho provato anch'io a rifletterci.L'economia moderna si basa pressoché per intero sul montare a panna il costo della vita con tutti i possibili artifici: si chiama crescita economica.Il principio di base si può illustrare col seguente modello: se io coltivo le mie patate e tu le tue, entrambi mangiamo patate; se vendo le mie a te e tu le tue a me, tramite un intermediario che ad ogni passaggio ne raddoppia il prezzo, creiamo un'economia.
    la maggior parte di quei soldi si perde
    per finanziare la stessa struttura
    che dovrebbe gestirliAppunto.Per finire aggiungo una frase,"Il mio prof. d'informatica fa uno sgorbio rettangoloide, senza curarsi che sia chiuso, o che nella chiusura della linea vi sia sbavatura o apertura.Questa è la manifestazione di molte cose. L'incomprensibilità delle sue lezioni ad esempio."copiata tempo fa da un post di avvelenato (l'originale dovrebbe essere sul blog dell'autore) che mostra che alla base dei malanni italici - ma ormai non solo - c'è una questione di mentalità.
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...

    e qual'è allora?
    fai bene ad emigrare, di gente come te il
    Paese non ha bisogno.
    Non tornare però. Non so se il Paese abbia bisogno o meno di persone come lui. Sicuramente ha bisogno di un'agenzia per la salvaguardia della lingua italiana: le 'e' di 'quale', davanti a una vocale, non si elide, si tronca, ossia non richiede l'apostrofo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Fiamel

    Vai, vai all'estero... e restaci!

    Rimani, rimani in Italia...

    Auguri!AHAH Ben detto! Oggi sul sito di Repubblica:Finanziaria, governo battuto, E l'Authority: "Bollette su"(WoW!! Che novita' eh?)Confermate le stime sul Pil nel terzo trimestre più 0.4%(WoW!! Sale sempre, ma lo stipendio non sale mai)Ecco la polizia vista da Oliviero Toscani(WoW!! Non sto nella pelle)Ladri e belli. Fan in delirio a Roma per la banda di "Ocean"(WoW!! La Dolce Vita!)
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Anonimo
    Spero proprio chhe tutti voi, denigratori
    del vostro Paese emigrati in paesi - non so
    come - ritenuti migliori del vostro (il
    Messico, poi...) incappiate in una delle
    tante rivoluzioni che periodicamente
    sconvolgono queste repubbliche delle banane
    e che col cavolo le ambasciate italiane vi
    facciano rientrare nel Paese di origine, sul
    quale avete sputato.
    Vergogna!Hihihihi!!!! Resta pure a Osteria del Gatto a leggere l'Eco di Fossato di Vicohttp://www.protadino.it/20020310/11ostpiazza.htmlmentre noi giriamo il mondo!
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Anonimo
    Non rinuncerò alla cittadinanza
    italiana solo per due motivi: egoistica e
    opportunistica comoditàNon puoi rinunciare alla cittadinanza italiana. Anche se un paese traniero te lo chiede per darti la propria e tu fai un documento di rinuncia, per lo stato italiano non ha valore e acquisisci una doppia cittadinanza.
    Ma dove lo trovi un MARE come il nostro,Sicuramente in Grecia :)
    Poi all'estero ti sfruttano, tutti che
    lavorano come matti, mamma mia che
    scandalo!!!Oddio, ogni tanto questo succede davvero...
  • Anonimo scrive:
    Re: Esagerati
    - Scritto da: Anonimo
    Al contrario, vivo e lavoro in Italia, e
    conosco gente che vive e lavora in italia
    serenamente, senza trafficare, arrangiarsi o
    altro, ma semplicemente facendo il proprio
    lavoro, la spesa al supermercato, i regali
    di Natale ... sinceramente molti degli
    sfoghi che leggo mi sembrano anche una
    mancanza di rispetto per tutte queste
    persone che, tutto sommato, in Italia ci
    stanno bene. Cosa siamo tutti tonti? Furbi?
    Raccomandati?No, solo munti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Messico meglio dell'Italia? :lol:
    Aggiungo un po' di dati a quanto gia' detto.Il Messico non e' allo stesso livello tecnologico dell'Italia ma non e' un paese del terzo mondo. Ovviamente si puo' vivere bene in qualunque paese, e anche in un paese del terzo mondo certi servizi possono essere molto buoni. La lettera pubblicata qui su PI e' la prova che non siamo i primi su tutto e i dati che seguono mostrano che non siamo gli ultimi su tutto.Dal Libro dei Fatti:Mexicohttp://www.cia.gov/cia/publications/factbook/geos/mx.htmlPopulation:104,959,594 (July 2004 est.)Telephones - main lines in use:15,958,700 (2003)Telephones - mobile cellular:28.125 million (2003)Telephone system: general assessment: low telephone density with about 15.2 main lines per 100 persons; privatized in December 1990; the opening to competition in January 1997 improved prospects for development, but Telemex remains dominant domestic: adequate telephone service for business and government, but the population is poorly served; mobile subscribers far outnumber fixed-line subscribers; domestic satellite system with 120 earth stations; extensive microwave radio relay network; considerable use of fiber-optic cable and coaxial cable international: country code - 52; satellite earth stations - 32 Intelsat, 2 Solidaridad (giving Mexico improved access to South America, Central America, and much of the US as well as enhancing domestic communications), numerous Inmarsat mobile earth stations; linked to Central American Microwave System of trunk connections; high capacity Columbus-2 fiber-optic submarine cable with access to the US, Virgin Islands, Canary Islands, Morocco, Spain, and Italy (1997)Internet hosts:1,333,406 (2003)Internet users:10.033 million (2002)--------------------------------------------Italyhttp://www.cia.gov/cia/publications/factbook/geos/it.htmlPopulation:58,057,477 (July 2004 est.)Telephones - main lines in use:26.596 million (2003)Telephones - mobile cellular:55.918 million (2003)Telephone system: general assessment: modern, well developed, fast; fully automated telephone, telex, and data services domestic: high-capacity cable and microwave radio relay trunks international: country code - 39; satellite earth stations - 3 Intelsat (with a total of 5 antennas - 3 for Atlantic Ocean and 2 for Indian Ocean), 1 Inmarsat (Atlantic Ocean region), and NA Eutelsat; 21 submarine cablesInternet hosts:1,437,511 (2004)Internet users:18.5 million (2003)
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè l'italia va male?

    Un altro esempio: i libri di scuola. [...]
    fanno schifo e sono
    costosissimi. [...]. Vengono modificati leggermente di
    anno in anno cambiando i numeri di pagina e
    poche altre cose per scoraggiare l'uso dei
    testi di seconda mano.A quanto pare vengono cambiati in peggio, in particolare le grammatiche, visto che si sta diffondendo l'uso di scrivere 'perché' con l'accento grave sulla e (è), anziché con quello acuto (é).
  • Anonimo scrive:
    Sono scelte
    Andare in Messico a lavorare!Bella scelta o cattiva scelta????Dipende, ognuno ha una visione tutta sua della propria situazione lavorativa, amorosa, familiare e più in generale della propria vita!Ogni situazione viene vissuta e vista in modo diverso. Inoltre la stessa situazione non è detto che venga vissuta nella stessa identica maniera da tutti.Se una struttura sociale, uno stato d'animo e tutta una serie di fattori concorrenti portano una persona a fare una scelta del genere significa che quella scelta per questa persona è la migliore. Non è detto che lo sia per il resto della comunità, infatti dalle risposte c'è chi interpreta tutto ciò come una fuga e chi al contrario lo considera come un atto di coraggio e chi come un atto di protesta contro un fantomatico avversario politico/sociale.Non focalizziamo l'attenzione su una semplice attivazione di ADSL cerchiamo di vedere più a fondo, io lo sfogo di questa persona lo interpreto come una manifestazione di insoddisfazione per un paese che non gli ha dato quello che sperava, paese nel quale ha riposto comunque molta fiducia, con l'effetto di sentirsi tradito.Spero comunque che il Messico sia per lui un Eldorado come lo è l'Italia per molte altre persone.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    che dirti vivo da 6 mesi a Londra... e gudagno ho 22 anni e guadagno 1000 sterline al mese..... non che siano molte dato l'elevato costo della vita che c'e' qui ( soprattutto le case), infatti vivo a fincheley
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    - Scritto da: Anonimo
    Facciamo veramente cagare. Ed è un
    mistero come riusciamo a sopravvivere
    nonostante la totale disorganizzazione e
    diffusa mancanza di senso civico. Siamo un
    paese ridicolo.Al contrario!Vivendo all' estero ti posso dire che il più diffuso sentire che ho incontrato in cittadini di altri paesi è di stupore e, in un certo senso, di ammirazione per come gli italiani riescano, malgrado tutto, a sopravvivere! :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Anonimo
    Non so voi, ma sto seriamente considerando
    l'idea di andarmene...Io mi sono trasferito da poco in Spagna, e mi trovo molto bene.Secondo me emigrare è un' esperienza che uno dovrebbe fare, nella vita: poi stà ai singoli decidere se... si stava meglio quando si stava peggio e tornare arricchiti di nuove esperienze o semplicemente continuare la propria vita in un paese in cui ci si trova più a proprio agio di quello in cui si è nati.Auguroni per il futuro :)PS: forse potrai trovare qualche spunto quihttp://www.escapeartist.com/
  • Anonimo scrive:
    Re: Messico meglio dell'Italia? :lol:
    Questo cosa ha a che vedere con l'articolo? Qui c'e' gente che e' convinta che in Messico la banda larga sia una realta' e che l'Italia sia "arretrata" perche' legge la "letterina" su punto informatico che glielo fa credere/pensare. Quando vai a controllare i dati scopri che la copertura ADSL Italiana e' +4100% (e non e' una cifra sparata a caso). Lamentiamoci (giustamente) di problemi veri, ma non andiamo a cercare "paragoni messicani" dove il 98% della popolazione non sa nemmeno cos'e' la banda larga!
  • JackMauro scrive:
    Re: Messico meglio dell'Italia? :lol:

    Ci piace autodefinirci la feccia tecnologica
    del mondo per spirito masochista? Non ci
    vedo nulla di intelligente.Neanche nell'aspettare l'adsl per anni solo perché telecom ritiene che il mio comune non sia redditizio non ci vedo nulla di intelligente però...Piuttosto, Telecom ha ancora il divieto ad installare HDSL nelle zone non coperte ADSL? no.. perché se ha ancora questo divieto, so per certo che ne ha installate 2 nel mio comune... Posso denunciare telecom? Mi devo rivolgere ad una associazione consumatori? E poi... mettono l'ADSL a me o tolgono le HDSL ai 2 clienti che ce l'hanno?--Jackhttp://jack.logicalsystems.it/homepage
  • Anonimo scrive:
    Messico = Preistoria
    Senza offendere nessuno, restando nell'ambito della "banda larga", il Messico rispetto all'Italia e' un paese, nemmeno del terzo, ma del quarto, quinto e sesto mondo.Dall'articolo si potrebbe intuire il contrario, ma non e' affatto cosi', l'ADSL in Messico e' un affare per poche centinaia di migliaia di utenti.
  • JackMauro scrive:
    Re: perchè l'italia va male?

    semplicemente perchè in italia esiste
    una "democrazia tribale" cioè il
    rapporto tra stato e persone è
    regolato da rapporti di conoscenza,
    parentela, potere nn da rapporti di
    onestà, rispetto e merito......infatti... siamo proprio in italja e non ci smentiamo mai...--Jackhttp://jack.logicalsystems.it/homepage
  • JackMauro scrive:
    ADSL...
    In italia consigliano l'adsl sat per gli sfigati non coperti......a parte che sul satellite non è una adsl......a parte che paghi la telefonata......a parte che la latenza è notevole......a parte i problemi con le window tcp...a parte questo... beh... mi sembra proprio un'ottima ideasi... all'italiana!--Jackhttp://jack.logicalsystems.it/homepage
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè l'italia va male?

    . Ad esempio la Rai
    fa di tutto per giustificare se stessa
    avviando sempre nuove iniziative e nuove
    produzioni, con nuovi costi... ma a chi
    interessano??? Tentano di far nascere qualcosa visto che le produzioni snobbano e le scritture languono.Poi vabbe' il risultato ....
  • fabri.80 scrive:
    Re: Esagerati
    ecco allora tu che ci fai ancora qui!vai a vivere in un paese di serie A, visto che là sono tutti ricchi, felici e senza problemi... :|
  • Anonimo scrive:
    Messico meglio dell'Italia? :lol:
    Solito articolo sensazionalista per animare coloro i quali non perdono occasione per sottolineare il fatto che l'Italia sia il peggior posto in cui "vivere" nel mondo, come se essi stessi non fossero Italiani, ma alieni costretti a vivere nel "belpaese" da chissa' quale forza misteriosa. A queste persone (e quindi chiudo con questa premessa) rinnovo il mio solito invito: andatevene in Messico (questa volta e' il Messico, domani sara' il Burundi... e cosi' via).Torniamo quindi "in topic" e sforniamo un po' di cifre VERE. In Messico a Giugno 2004, le linee predisposte alla tecnologia ADSL erano il 2% delle linee telefoniche attive nel paese: 369.000 su 15 milioni di linee telefoniche! In Italia avevamo nello stesso periodo 26 milioni di linee telefoniche di cui l'83% predisposte alla tecnologia ADSL, cioe' piu' di 20 milioni di linee telefoniche predisposte, di cui circa 3,3 milioni effettivamente attive.Alla luce di questi dati come si puo' pensare di definire il Messico (con tutto il rispetto per chi ci abita e ci lavora) un paese tecnologicamente (almeno dal punto di vista di accessibilita' in banda larga) piu' avanzato dell'Italia?Ci piace autodefinirci la feccia tecnologica del mondo per spirito masochista? Non ci vedo nulla di intelligente.Fonti: Telmex (http://www.telmex.com)Telecom Italia (http://www.telecomitalia.it)
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    ah! adesso da sarcastica è diventata ironica.hai ragione non posso capire, meno male che c'è gente come te in giro
  • Anonimo scrive:
    Re: Esagerati
    Secondo me vi siete concentrati troppo sulle vostre opinioni non prendendo in considerazione quello che ci può capire dal mess originale!Semplicemente, qui nessuno denigra l'italia ma parlando di ADSL chiaramente chi si deve sentire chiamato in causa sono le società di telecomunicazioni.Si è semplicemente voluto rapportare come in un paese in cui pensiamo che lo sviluppo tecnologico o di broad band non sia così sviluppato ci sono delle situazioni risolte con scioltezza mentre da noi in alcune città alcuni quartieri ancora non hanno l'ADSL.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Anonimo
    cos'è? hai già dimenticato
    quello che hai scritto?
    te lo riporto:

    "hai detto bene almeno li si fanno le
    rivoluzioni...
    da noi nn c'è nemmeno questa
    possibilità
    e la gente lo prende solo al c*lo!!!!!"

    era sarcasmo?ooooooohhh :o ma DAVVERO?
    ma allora è un'osservazione
    ESTREMAMENTE costruttiva.

    (e ti lamenti pure del quaquaraquà...
    ma va va)


    certo era la risposta ironica ad un commento deficiente...ma tu nn puoi capire......
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    - Scritto da: Anonimo
    mi intrometto:
    Perchè vedi solo le cose cattive? e
    non dai conto a quelle buone? se credi che
    non ce ne siano allora un viaggio fuori ti
    farà bene per capire come funziona
    altrove, però la tua mi sembra una
    visione simile a quella che si aveva
    dell'unione sovietica, pensata come il
    'paradiso dei lavoratori' senza averne
    esperienza diretta.

    Invece di denigrare e poi cercare il 'favore
    tribale', perchè alla fine
    così è, non è
    più costruttivo mantenere la propria
    posizione
    e cercare di 'imporre' un modo diverso di
    vivere?mi piace molto la tua pacatezza,ti rispondo con ordine..-nn vedo solo le cose cattive ma anche quelle buone....e ce ne sono.....-credo che il paragone con l'urss nn sia tanto azzeccato ....ha vissuto e lavorato all'esero per piu di un anno poi sono dovuto rientrare per problemi familiari....quindi conosco anche altre realtà e grazie a questo che posso permettermi di fare un paragone.....sennò farei come tanti nel forum che parlano senza sapere o peggio sancora enza capire quello che leggono e che scrivono..- infine nn cerco nessun favore tribale xkè queste cose mi stanno porprio sil caz*o, cerco di vivere la mia vita in modo diverso senza imporlo a nessuno e per questo....per nn aver mai chiesto aiuto e nn aver mai fatto combutta con brutti personaggi che per lavorare sono fouri da casa per 14 ore al giorno......ma nn mi lamento...xkè nn sono sceso mai a compromessi ne con la mia coscienza ne con nessuno....e posso camminare a testa alta e dire quello che dico...ci vogliono palle e coerenza....due doti assai scarse nelle italiche genti...salutiRibo
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    cos'è? hai già dimenticato quello che hai scritto? te lo riporto:"hai detto bene almeno li si fanno le rivoluzioni...da noi nn c'è nemmeno questa possibilitàe la gente lo prende solo al c*lo!!!!!"era sarcasmo?ooooooohhh :o ma DAVVERO?ma allora è un'osservazione ESTREMAMENTE costruttiva.(e ti lamenti pure del quaquaraquà... ma va va)
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    mi intrometto:Perchè vedi solo le cose cattive? e non dai conto a quelle buone? se credi che non ce ne siano allora un viaggio fuori ti farà bene per capire come funziona altrove, però la tua mi sembra una visione simile a quella che si aveva dell'unione sovietica, pensata come il 'paradiso dei lavoratori' senza averne esperienza diretta.Invece di denigrare e poi cercare il 'favore tribale', perchè alla fine così è, non è più costruttivo mantenere la propria posizione e cercare di 'imporre' un modo diverso di vivere?
  • jollyjumper scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    Ecco cosa ci vuole qua in Italia,una bella rivoluzione!Bisogna far pulizia della "sporcizia" che abbiamo in Italia.Siamo un popolo di accomodatori... prima o poi ci facciamo andare bene qualsiasi cosa.Oramai il senso patriottico e quelle menate li non le sente qusi più nessuno, in USA hanno Capitan America e qui in Italia chi abbiamo? Il folletto di Arcore?
  • Fiamel scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Anonimo
    senti, perchè non lo segui?
    così tu ti vai a fare le tue belle
    rivoluzioni e noi ci leviamo da torno
    l'ennesimo quaquaraqàDi "quaquaraqua" ce ne sono tanti in Italia. Il governo ne è pieno, ma la differenza è che quelli lì non si schiodano. Contento tu...
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Anonimo
    senti, perchè non lo segui?
    così tu ti vai a fare le tue belle
    rivoluzioni e noi ci leviamo da torno
    l'ennesimo quaquaraqàscusa ehhma tu che vuoi???hai letto da qualche parte che voglio fare ua rivoluzione???NO ho semplicemente risposto a TONO a questo post Scritto da: Anonimo
    Spero proprio chhe tutti voi, denigratori
    del vostro Paese emigrati in paesi - non so
    come - ritenuti migliori del vostro (il
    Messico, poi...) incappiate in una delle
    tante rivoluzioni che periodicamentee mi dai del quaquaraqà???ma sarai tu un fancazzista raccomandato intrallazzone....e senza senzo del sarcasmo....
  • Fiamel scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...

    Vai, vai all'estero... e restaci!Rimani, rimani in Italia...Auguri!
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...


    Sei tu che fai pena.
    Dovresti essere nato, che so, in brasile, in
    iran o chissà dove.
    non meriti l'Italia.la classica risposta di gente senza argomenti!!!!!nn vale la pena sprecare bytes x te
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    senti, perchè non lo segui? così tu ti vai a fare le tue belle rivoluzioni e noi ci leviamo da torno l'ennesimo quaquaraqà
  • Anonimo scrive:
    Re: Esagerati


    L'italia sarà di serie B e anche
    serie C finchè ci saranno i perdenti
    come te che accettano tutto.
    Che pena vedere che c'è gente
    così mediocre1° io nn sono assolutamente un perdente2° accetto tutto?? sei davvero un persona di basso spessore3° credo proprio che tu sia un dipendente statale...mi sbaglio????se si....... cosa fai tu super uomo vincente salvatore della patria?????ahahahapena
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...

    Io non provo invidia e rancore verso altri
    paesi (se è questo che intendevi),
    nè verso di te che non conosco...
    Però denigrare la propria patria
    è sbagliato, vigliacco, disonorevole.perchè scusa??mettiamo sul piatto della bilancia cosa io ho dato allo stato e cosa lui ha dato a me....senza andare nello specifico, credo che l'ago penda molto dalla parte mia.In un corretto stato liberale (nn l'aberrazione all' italiana) un uomo raggiunge i propri obiettivi attraverso lo stato, quello che gli offre le possibilità che gli mette a disposizione quindi "sfrutta" tutto quello che ha intorno, dalle persone alle istituzioni.Vedi qualche riscontro di quello che ho detto nella situazione italiana ???? certo tutto questo nn vale per chi fa parte di una "tribu" o di un di un "clan tribale".quindi nella mia ottica proprio nn ti capisco
    E' parte della tua identità, è
    ciò che ti ha fornito
    un'identità, è come insultare
    la prorpia madre.
    Non va bene.e se mia madre ha fatto degli errori nn devo dirgli niente perchè è mia madre????continuate a ragionare cosi vedrai che progressi!!!!!!!Ribo
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Spero proprio chhe tutti voi,
    denigratori

    del vostro Paese emigrati in paesi -
    non so

    come - ritenuti migliori del vostro (il

    Messico, poi...) incappiate in una delle

    tante rivoluzioni che periodicamente

    hai detto bene almeno li si fanno le
    rivoluzioni...
    da noi nn c'è nemmeno questa
    possibilità
    e la gente lo prende solo al c*lo!!!!!


    che pena leggere commenti come il tuo...
    è a causa di gente come te che sto
    posto va male

    RiboSei tu che fai pena.Dovresti essere nato, che so, in brasile, in iran o chissà dove.non meriti l'Italia.
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    - Scritto da: Anonimo


    e qual'è allora?

    fai bene ad emigrare, di gente come te
    il

    Paese non ha bisogno.

    Non tornare però.

    infatti il paese ha bisogno di berlusconi
    buttiglone gasparri ruini prodi dalema
    rutelli (questo è davvero comico) una
    miriade di dipendenti statali e parastatali
    etc etc etc.......


    infatti gente presumo onesta e lavoratrice
    come te nn fa bene ma fa benissimo a
    partire.....

    e solo l'invidia e il rancore che li fa
    parlare....

    RiboIo non provo invidia e rancore verso altri paesi (se è questo che intendevi), nè verso di te che non conosco...Però denigrare la propria patria è sbagliato, vigliacco, disonorevole. E' parte della tua identità, è ciò che ti ha fornito un'identità, è come insultare la prorpia madre.Non va bene.
  • Anonimo scrive:
    Re: Esagerati

    mamma mia che pena leggere queste cose...
    qui (in itaglia) c'è ancora gente
    legata alle "glorie??? ed ai fasti????" di
    un passato che nn abbiamo mai avuto...
    la gente deve rendersi conto una volta per
    tutte che siamo una nazione di serie B se nn
    C.
    basta tutto qui....
    basta farsene una ragione e vivere scondo le
    proprie possibilità....cioè
    quelle di un paese di serie B....

    nn si tratta di autolesionismo o
    denigrazione della patria...
    basta semplicemente accettare la
    resltà...
    è dura lo so.....ma è
    questa!!!!!
    quindi max rispetto per chi vuole lasciare
    sto posto ed andare a cercare fortuna in un
    paese di serie A.

    Saluti

    RiboL'italia sarà di serie B e anche serie C finchè ci saranno i perdenti come te che accettano tutto.Che pena vedere che c'è gente così mediocre
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...

    e qual'è allora?
    fai bene ad emigrare, di gente come te il
    Paese non ha bisogno.
    Non tornare però. infatti il paese ha bisogno di berlusconi buttiglone gasparri ruini prodi dalema rutelli (questo è davvero comico) una miriade di dipendenti statali e parastatali etc etc etc.......infatti gente presumo onesta e lavoratrice come te nn fa bene ma fa benissimo a partire.....e solo l'invidia e il rancore che li fa parlare....Ribo
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    - Scritto da: albaholic

    - Scritto da: Anonimo



    Non voglio aspettare che crepi, crepo
    prima

    io, per cui vado via!

    Addio... e non tornare, non pensare
    all'Italia quando sei via.
    Non ci mancherai.Bravo, quoto la tua risposta in pieno.Che vada... il suo paese è il mondo...:Dma fino a che età si possono pensare (e dire) certe fesserie?
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Non aggredirei così tanto il
    nostro

    paese, non è andandosene che si

    risolvono i problemi, dal momento che si

    tratta del NOSTRO PAESE.

    Tuo.

    Io sto già emigrando.


    150 anni di unità non bastano a
    dare

    a una nazione lo spirito unitario, lo

    spirito nazionale... facciamo qualche
    passo

    assieme però.

    Arrangiati!

    Io devo vivere di vita mica patire ( la
    "passione" cristiana ) in nome di cosa poi,
    della Patria? Quale? Non è questa la
    mia patria, mi dispiace, ti sbagli.e qual'è allora?fai bene ad emigrare, di gente come te il Paese non ha bisogno. Non tornare però.
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    Noi italiani non abbiamo il culto della venerazione del proprio Stato e delle proprie istituzioni.Proprio nei paesi dove troverete ospitalità, paesi che probabilmente venerate, i loro abitanti amano e adorano la storia del popolo.Ma noi Italiani non siamo Italiani... siamo un po' spagnoli, un po' francesi, un po' greci, un po' austriaci... siamo un po' tutto!L'Italia è stata per poco tempo (paragonando alla ciclicità della storia) una realtà UNITA e COESA... e proprio quando dovremmo fare del nostro meglio per ottenere più unità, più orgoglio nazionale... la gente se la fa sotto, e va via... solo per prese di posizione!!!Siamo una striscia di terra piena di risorse, siamo uno stato piccolo ma potente, che conta e conterà sempre di più e ha sempre contato.Sta a noi far diventare l'Italia uno stato ancora più grande e capace economicamente e socialmente.La politica fa schifo perchè il cittadino medio vive di inerzia.Posso comprendere la disperazione e la delusione per Tangentopoli, per i politici che si pestano in Parlamento, nelle trasmissioni....Ma finiamola, interessiamoci alla Politica, senza rimbecillirsi, guardando con occhio critico cosa accade... le strumentalizzazioni della Destra e della Sinistra... andarsene però... no, non è la cosa giusta.Andate pure in quei bei paesi, bellissimi anzi... come Francia, UK, Germania.. belli, ma che hanno TANTI, TROPPI problemi, Gran Bretagna in testa, a partire dal rapporto umano... a partire di come vi considereranno quando vi chiederanno "sei straniero? sei italiano?".. e subito ti squadreranno dalla testa ai piedi, pensando "mafia pizza mandolino friarielli berlusconi calcio italiano venduto".Stiamocene in Italia e rendiamo grande il Paese con la RICCHEZZA che sappiamo MEGLIO DI TUTTI produrre.Sì... è un discorso profondamente nazionalista, sono nazionalista.Basterebbe smuovere il meridione, e spronare parte della sua gente a produrre ricchezza, a sanare i problemi e le schifezze fatte coi governi precedenti...Siamo un Paese, in costruzione.Chissà quanti Abolizionisti, inorriditi dalla schiavitù e dal modello sudista, avrebbero voluto andarsene via... ma non lo hanno fatto!!!Dimentichiamo troppo spesso l'UNITA', la gioia di essere italiani. E se in TV a volte, io stesso, inorridisco all'idea di far parte di questo popolo (es. mi chiedo... ma com'è possibile che due vaccone come le Lecciso possano stare in Tv... e non solo loro certo!!! Come fanno ascolti? Io spengo la TV.. ma c'è chi la guarda!!!)... guardiamo tutto con spirito più critico, e vediamo di cambiare e contestare ciò che non ci piace.Facile prendere e andare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Anonimo
    Spero proprio chhe tutti voi, denigratori
    del vostro Paese emigrati in paesi - non so
    come - ritenuti migliori del vostro (il
    Messico, poi...) incappiate in una delle
    tante rivoluzioni che periodicamentehai detto bene almeno li si fanno le rivoluzioni...da noi nn c'è nemmeno questa possibilitàe la gente lo prende solo al c*lo!!!!!che pena leggere commenti come il tuo...è a causa di gente come te che sto posto va maleRibo
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    Non capisco perchè te la prendi tanto - gli italiani emigrati perchè non c'era lavoro qui hanno costruito un bel pezzo di Stati Uniti, Argentina, Brasile, e altrettanti pezzettini seri di Germania, Belgio e similia.Oggi possiamo emigrare per cercare un benessere maggiore e più ordine di quelli che ci sono qui, cosa c'è di male? Personalmente io andrei più che volentieri a vivere a Londra, nonostante tutti i suoi problemi (non sono il tipo da spiagge tropicali, ma capisco benissimo chi preferisce un paesino sulla costa messicana.....), anche per me l'Italia sta diventando un posto insopportabile - e credo che chiunque abbia fatto l'esperienza che sto facendo io con a carico una persona totalmente disabile ed un altra anziana, possa capire cosa intendo..................
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    - Scritto da: Anonimo
    ....Sentito che roba?Anche un mio amico in
    ROMANIA ha messo su un Internet
    cafè.......Ma non con ADSL....CON LA
    FIBRA OTTICA a meno di 10 ? al mese.......

    VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA!!Chissà perchè allora in Romania fanno a gara per venire in Italia. Non ti sorge il dubbio?
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    - Scritto da: Anonimo
    Facciamo veramente cagare. Ed è un
    mistero come riusciamo a sopravvivere
    nonostante la totale disorganizzazione e
    diffusa mancanza di senso civico. Siamo un
    paese ridicolo.Parla per te, disfattista.Abbi il coraggio di andartene, allora, invece di insultare l'italia e gli italiani.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    Spero proprio chhe tutti voi, denigratori del vostro Paese emigrati in paesi - non so come - ritenuti migliori del vostro (il Messico, poi...) incappiate in una delle tante rivoluzioni che periodicamente sconvolgono queste repubbliche delle banane e che col cavolo le ambasciate italiane vi facciano rientrare nel Paese di origine, sul quale avete sputato.Vergogna!
  • Anonimo scrive:
    Re: Esagerati
    - Scritto da: Anonimo
    Bravo, è ora di finirla con questa
    ignobile abitudine dell'autolesionismo e
    della denigrazione della Patria.
    Certo, ci sono situazioni scandalose. ma
    allora denigriamo telecom, siae, o chi per
    loro, e non la nazione nella sua
    generalità.mamma mia che pena leggere queste cose...qui (in itaglia) c'è ancora gente legata alle "glorie??? ed ai fasti????" di un passato che nn abbiamo mai avuto...la gente deve rendersi conto una volta per tutte che siamo una nazione di serie B se nn C.basta tutto qui....basta farsene una ragione e vivere scondo le proprie possibilità....cioè quelle di un paese di serie B....nn si tratta di autolesionismo o denigrazione della patria...basta semplicemente accettare la resltà...è dura lo so.....ma è questa!!!!!quindi max rispetto per chi vuole lasciare sto posto ed andare a cercare fortuna in un paese di serie A.SalutiRibo
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Anonimo


    Non so quanti anni di esperienza hai, ma

    prova lo UK e vedrai che trovi da
    guadagnare

    ben di più anche in posti in cui
    il

    costo della vita non è tanto

    più alto che qua.



    pensavo che dicessi Svezia o Danimarca...
    appena in UK ti mandano via a calci
    perchè non avrai voglia di fare
    un'ora di straordinario non retribuita
    vediamo come torni con moglie mobili e tre
    gatti in Italia...Infatti. Dopo aver detto che l'Italia fa schifo, io non lo farei più tornare. Vai, vai all'estero... e restaci!
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè l'italia va male?
    ho sempre pensato che lo stato dovesse dare i soldi per il sociale direttamente alle famiglie e poi sono le famiglie stesse (sicuramente molto più attente a spendere i soldi) a usare questo aiuto per vivere meglio.mi fa rabbia che noi dobbiamo finanziare un'associazione che si prende cura di un handicappato con tutto il magna magna che c'è, invece di dare i soldi alla famiglia di un handicappato che senz'altro nel 99% terrà a suo figlio molto di più di un finto volontario qualsiasi.e i soldi che prendono queste associazioni sono veramente tanti.non ce l'ho con i volontari veri, ma con quelli finti e con i finti volontari manager che ci sono dietro di loro (vi farei vedere alle cene di beneficienze quanti sporchi politici ci sono....).ciao.
  • Anonimo scrive:
    Re: Esagerati
    Bravo, è ora di finirla con questa ignobile abitudine dell'autolesionismo e della denigrazione della Patria. Certo, ci sono situazioni scandalose. ma allora denigriamo telecom, siae, o chi per loro, e non la nazione nella sua generalità.
  • albaholic scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    - Scritto da: Anonimo

    Non voglio aspettare che crepi, crepo prima
    io, per cui vado via!Addio... e non tornare, non pensare all'Italia quando sei via.Non ci mancherai.
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Non aggredirei così tanto il
    nostro

    paese, non è andandosene che si

    risolvono i problemi, dal momento che si

    tratta del NOSTRO PAESE.

    Tuo.

    Io sto già emigrando.


    150 anni di unità non bastano a
    dare

    a una nazione lo spirito unitario, lo

    spirito nazionale... facciamo qualche
    passo

    assieme però.

    Arrangiati!

    Io devo vivere di vita mica patire ( la
    "passione" cristiana ) in nome di cosa poi,
    della Patria? Quale? Non è questa la
    mia patria, mi dispiace, ti sbagli.Buon viaggio! Facci però il favore di non approfittare del diritto di voto per Italiani all'estero..... è la NOSTRA Patria e ci pensiamo noi. OK?
  • Anonimo scrive:
    Re: splendido
    sicuro che stia peggio? :
  • Anonimo scrive:
    Esagerati
    Io sono perplesso: ho qualche esperienza all'estero, conosco gente che vive e lavora all'estero e ho seri dubbi che fuori sia il paradiso, mentre in Italia ci sia l'inferno.Al contrario, vivo e lavoro in Italia, e conosco gente che vive e lavora in italia serenamente, senza trafficare, arrangiarsi o altro, ma semplicemente facendo il proprio lavoro, la spesa al supermercato, i regali di Natale ... sinceramente molti degli sfoghi che leggo mi sembrano anche una mancanza di rispetto per tutte queste persone che, tutto sommato, in Italia ci stanno bene. Cosa siamo tutti tonti? Furbi? Raccomandati?Non dico che in Italia non ci siano problemi, e non dico nemmeno che sia sbagliato cercare alternative e soluzioni all'estero, ma non denigriamo troppo un paese che dubito sia peggio di tanti altri.Michele (BS)
  • Fiamel scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...

    pensavo che dicessi Svezia o Danimarca...
    appena in UK ti mandano via a calci
    perchè non avrai voglia di fare
    un'ora di straordinario non retribuita
    vediamo come torni con moglie mobili e tre
    gatti in Italia...Non ho detto che sia il posto migliore del mondo, ma voglio proprio vedere se è così: ci sei stato? Ed in Italia non succede?
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè l'italia va male?
    - Scritto da: Anonimo
    i motivi possono essere tanti, ma uno
    è sotto gli occhi di tutti eppure
    nessuno sembra accorgersene: il costo della
    vita gonfiato artificialmente.
    In itaglia si sono create nel corso degli
    anni situazioni assurde dal punto di vista
    costi-benefici, che hanno portato vantaggi
    alle lobby che gestiscono queste situazioni,
    ma solo costi inutili per i cittadini.
    Inoltre hanno sottratto manodopera e tecnici
    alle industrie, che sono le uniche vere
    creatrici di ricchezza.
    Un esempio: la Rai. Da servizio pubblico
    utile come era all'inizio, è
    cresciuta a dismisura diventando un mostro
    con un'incredibile numero di dipendenti
    strapagati e con spese enormi per realizzare
    vere e proprie schifezze indegne di un
    servizio pubblico (vedi gli show "reality"
    della D'Eusanio o l'isola dei fetusi). Per i
    cittadini è un costo enorme: Pensate
    ad un pensionato a 500 euro al mese che ne
    deve pagare 100 ogni anno per il canone.
    Inoltre viene finanziata anche con le tasse.
    Un altro esempio: i libri di scuola. Sono
    obbligatori per legge (i docenti sono
    OBBLIGATI) ad adottare uno dei testi
    approvati dal ministero), ma li avete mai
    guardati ultimamente? fanno schifo e sono
    costosissimi. Esistono case editrici che
    vivono SOLO per fare queste porcherie di
    libri per venderli a caro prezzo alle
    famiglie. Vengono modificati leggermente di
    anno in anno cambiando i numeri di pagina e
    poche altre cose per scoraggiare l'uso dei
    testi di seconda mano. Le spese per i libri
    di testo pesano in modo rilevante sulle
    famiglie.
    Andiamo avanti: provate a comprare un'auto
    usata: se non sbaglio dovrete pagare 350
    euro al notaio anche se l'auto ne vale meno
    di 1000. Perchè non basta una firma
    allo sportello del P.R.A.?
    Ancora... le forze dell'ordine. Abbiamo
    Carabinieri, GdF, Polizia di stato, Polizia
    stradale, Guardie Forestali, Vigili urbani,
    Digos... Secondo una stima in itaglia
    abbiamo un "tutore dell'ordine" ogni 7
    lavoratori. Bah, i delinquenti non avrebbero
    neppure il tempo di respirare! Invece questa
    frammentazione e duplicazione di competenze
    provoca un tale spreco e inefficienza che
    alla fine il risultato è penoso. Ma
    ai cittadini costa 2 volte: la prima con le
    tasse, la seconda a causa della
    criminalità.
    Cosa manca? Ah si, il cosiddetto "stato
    sociale". Andate a vedere, nel bilancio
    dello stato, la quota di finanziamento
    destinata al cosiddetto stato sociale.
    Dividete la cifra per il numero di famiglie
    povere stimato in italia... Miracolo!
    Potremmo eliminare in un colpo solo il
    problema della povertà. Invece no: la
    maggior parte di quei soldi si perde per
    finanziare la stessa struttura che dovrebbe
    gestirli: uffici, personale, enti, bla, bla,
    bla... Ma a noi costa sotto forma di tasse.
    Ad ogni modo le cose più subdole sono
    quelle come i libri di scuola, Rai, notai e
    tasse inutili... perchè ormai ci
    siamo abituati e non ci facciamo più
    caso. Invece le lobby che ne traggono
    benefici lottano ogni giorno con le unghie e
    i denti per difendere ed espandere queste
    situazioni parassitarie. Ad esempio la Rai
    fa di tutto per giustificare se stessa
    avviando sempre nuove iniziative e nuove
    produzioni, con nuovi costi... ma a chi
    interessano??? Certe cose sono anche
    grottesche: hanno 3 reti che danno le
    previsioni del tempo con 3 diversi servizi
    meteo: ma che ca**o, il tempo dovrebbe
    essere sempre lo stesso no? perchè
    pagare 3 servizi meteo quando basterebbe
    replicare lo stesso servizio sulle 3 reti?

    Aiutooooooo.........

    CYA
    semplicemente perchè in italia esiste una "democrazia tribale" cioè il rapporto tra stato e persone è regolato da rapporti di conoscenza, parentela, potere nn da rapporti di onestà, rispetto e merito......quindi ecco xkè abbiamo 1000 e 1000 dipendenti pubblici (per fare un esempio la piu grande azienda della regione Umbria è la provincia di Perugia questo la dice lunga no?)sono le ricompese per gli scambi di favori,di parentele etc etc...questa è l'itaja è questa è la sua democrazia tribale......Mr Rps nn capisco una cosa.....come mai bombardiamo l'iraq per esempio per portargli la nostra democrazia..... quando loro gia hanno una democrazia tribale...mah misteri!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    Non è detto che il mio PAESE sia quello dove nasco e cresco, il mio paese è il mondo!L'Italia è stato un parcheggio per me, sempre spinto dalla voglia di fare esperienze all'estero.La politica mi disgusta, ormai tutte le decisioni economiche passano tutte per la mente del "nano", è diventato TROPPO potente.Non voglio aspettare che crepi, crepo prima io, per cui vado via!SalutiFab- Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Non aggredirei così tanto il
    nostro

    paese, non è andandosene che si

    risolvono i problemi, dal momento che si

    tratta del NOSTRO PAESE.

    Tuo.

    Io sto già emigrando.


    150 anni di unità non bastano a
    dare

    a una nazione lo spirito unitario, lo

    spirito nazionale... facciamo qualche
    passo

    assieme però.

    Arrangiati!

    Io devo vivere di vita mica patire ( la
    "passione" cristiana ) in nome di cosa poi,
    della Patria? Quale? Non è questa la
    mia patria, mi dispiace, ti sbagli.
  • zobia scrive:
    Re: perchè l'italia va male?
    Ed è anche vero che negli USA i cittadini se la fanno sotto al pensiero di avere quelli dell'IRS (la nostra Guardia di Finanza) che gli controlla la dichiarazione dei redditi!!!
  • marcocavicchioli scrive:
    splendido
    splendido sia il contributo del lettore messicano di PI, sia sapere che c'è chi nel mondo sta peggio di noi ma, almeno, ha l'ADSL. e TELECOM? peggio di puertoescondidocom...!
  • Anonimo scrive:
    Re: colpa e merito degli italiani

    E' un concetto perverso e difficile da
    spiegare, ma spero che abbiate afferrato.no puoi spiegarmelo meglio???altrimenti io la intendo chesiamo un popolo di masochisti....riguardo la mentalità italiana io nn mi arrabbio piu.......sto diventando anch'io cosi.....semplicese nn puoi batterli fatteli amici.....quindi anch'io faro il furbo, evaderò le tasse, guarderò al mio orticello etc etc....insomma in poche parole mi comporterò in linea con lo stereotipo dell'italiano.......
  • Anonimo scrive:
    Re: perchè l'italia va male?
    tutto vero... insieme a Rai, notai e compagnia io metterei anche la siae e in qualche modo la telecom.Recentemente alla radio ho sentito che negli u.s.a. gli impiegati dei vari uffici riscossione tributi sono 9000, per un paese di 240 milioni di abitanti, mentre in italia sono 60000 per 54 milioni. Fate un pò voi.- Scritto da: Anonimo
    i motivi possono essere tanti, ma uno
    è sotto gli occhi di tutti eppure
    nessuno sembra accorgersene: il costo della
    vita gonfiato artificialmente.
    In itaglia si sono create nel corso degli
    anni situazioni assurde dal punto di vista
    costi-benefici, che hanno portato vantaggi
    alle lobby che gestiscono queste situazioni,
    ma solo costi inutili per i cittadini.
    Inoltre hanno sottratto manodopera e tecnici
    alle industrie, che sono le uniche vere
    creatrici di ricchezza.
    Un esempio: la Rai. Da servizio pubblico
    utile come era all'inizio, è
    cresciuta a dismisura diventando un mostro
    con un'incredibile numero di dipendenti
    strapagati e con spese enormi per realizzare
    vere e proprie schifezze indegne di un
    servizio pubblico (vedi gli show "reality"
    della D'Eusanio o l'isola dei fetusi). Per i
    cittadini è un costo enorme: Pensate
    ad un pensionato a 500 euro al mese che ne
    deve pagare 100 ogni anno per il canone.
    Inoltre viene finanziata anche con le tasse.
    Un altro esempio: i libri di scuola. Sono
    obbligatori per legge (i docenti sono
    OBBLIGATI) ad adottare uno dei testi
    approvati dal ministero), ma li avete mai
    guardati ultimamente? fanno schifo e sono
    costosissimi. Esistono case editrici che
    vivono SOLO per fare queste porcherie di
    libri per venderli a caro prezzo alle
    famiglie. Vengono modificati leggermente di
    anno in anno cambiando i numeri di pagina e
    poche altre cose per scoraggiare l'uso dei
    testi di seconda mano. Le spese per i libri
    di testo pesano in modo rilevante sulle
    famiglie.
    Andiamo avanti: provate a comprare un'auto
    usata: se non sbaglio dovrete pagare 350
    euro al notaio anche se l'auto ne vale meno
    di 1000. Perchè non basta una firma
    allo sportello del P.R.A.?
    Ancora... le forze dell'ordine. Abbiamo
    Carabinieri, GdF, Polizia di stato, Polizia
    stradale, Guardie Forestali, Vigili urbani,
    Digos... Secondo una stima in itaglia
    abbiamo un "tutore dell'ordine" ogni 7
    lavoratori. Bah, i delinquenti non avrebbero
    neppure il tempo di respirare! Invece questa
    frammentazione e duplicazione di competenze
    provoca un tale spreco e inefficienza che
    alla fine il risultato è penoso. Ma
    ai cittadini costa 2 volte: la prima con le
    tasse, la seconda a causa della
    criminalità.
    Cosa manca? Ah si, il cosiddetto "stato
    sociale". Andate a vedere, nel bilancio
    dello stato, la quota di finanziamento
    destinata al cosiddetto stato sociale.
    Dividete la cifra per il numero di famiglie
    povere stimato in italia... Miracolo!
    Potremmo eliminare in un colpo solo il
    problema della povertà. Invece no: la
    maggior parte di quei soldi si perde per
    finanziare la stessa struttura che dovrebbe
    gestirli: uffici, personale, enti, bla, bla,
    bla... Ma a noi costa sotto forma di tasse.
    Ad ogni modo le cose più subdole sono
    quelle come i libri di scuola, Rai, notai e
    tasse inutili... perchè ormai ci
    siamo abituati e non ci facciamo più
    caso. Invece le lobby che ne traggono
    benefici lottano ogni giorno con le unghie e
    i denti per difendere ed espandere queste
    situazioni parassitarie. Ad esempio la Rai
    fa di tutto per giustificare se stessa
    avviando sempre nuove iniziative e nuove
    produzioni, con nuovi costi... ma a chi
    interessano??? Certe cose sono anche
    grottesche: hanno 3 reti che danno le
    previsioni del tempo con 3 diversi servizi
    meteo: ma che ca**o, il tempo dovrebbe
    essere sempre lo stesso no? perchè
    pagare 3 servizi meteo quando basterebbe
    replicare lo stesso servizio sulle 3 reti?

    Aiutooooooo.........

    CYA
  • Anonimo scrive:
    perchè l'italia va male?
    i motivi possono essere tanti, ma uno è sotto gli occhi di tutti eppure nessuno sembra accorgersene: il costo della vita gonfiato artificialmente.In itaglia si sono create nel corso degli anni situazioni assurde dal punto di vista costi-benefici, che hanno portato vantaggi alle lobby che gestiscono queste situazioni, ma solo costi inutili per i cittadini. Inoltre hanno sottratto manodopera e tecnici alle industrie, che sono le uniche vere creatrici di ricchezza.Un esempio: la Rai. Da servizio pubblico utile come era all'inizio, è cresciuta a dismisura diventando un mostro con un'incredibile numero di dipendenti strapagati e con spese enormi per realizzare vere e proprie schifezze indegne di un servizio pubblico (vedi gli show "reality" della D'Eusanio o l'isola dei fetusi). Per i cittadini è un costo enorme: Pensate ad un pensionato a 500 euro al mese che ne deve pagare 100 ogni anno per il canone. Inoltre viene finanziata anche con le tasse.Un altro esempio: i libri di scuola. Sono obbligatori per legge (i docenti sono OBBLIGATI) ad adottare uno dei testi approvati dal ministero), ma li avete mai guardati ultimamente? fanno schifo e sono costosissimi. Esistono case editrici che vivono SOLO per fare queste porcherie di libri per venderli a caro prezzo alle famiglie. Vengono modificati leggermente di anno in anno cambiando i numeri di pagina e poche altre cose per scoraggiare l'uso dei testi di seconda mano. Le spese per i libri di testo pesano in modo rilevante sulle famiglie.Andiamo avanti: provate a comprare un'auto usata: se non sbaglio dovrete pagare 350 euro al notaio anche se l'auto ne vale meno di 1000. Perchè non basta una firma allo sportello del P.R.A.?Ancora... le forze dell'ordine. Abbiamo Carabinieri, GdF, Polizia di stato, Polizia stradale, Guardie Forestali, Vigili urbani, Digos... Secondo una stima in itaglia abbiamo un "tutore dell'ordine" ogni 7 lavoratori. Bah, i delinquenti non avrebbero neppure il tempo di respirare! Invece questa frammentazione e duplicazione di competenze provoca un tale spreco e inefficienza che alla fine il risultato è penoso. Ma ai cittadini costa 2 volte: la prima con le tasse, la seconda a causa della criminalità.Cosa manca? Ah si, il cosiddetto "stato sociale". Andate a vedere, nel bilancio dello stato, la quota di finanziamento destinata al cosiddetto stato sociale. Dividete la cifra per il numero di famiglie povere stimato in italia... Miracolo! Potremmo eliminare in un colpo solo il problema della povertà. Invece no: la maggior parte di quei soldi si perde per finanziare la stessa struttura che dovrebbe gestirli: uffici, personale, enti, bla, bla, bla... Ma a noi costa sotto forma di tasse.Ad ogni modo le cose più subdole sono quelle come i libri di scuola, Rai, notai e tasse inutili... perchè ormai ci siamo abituati e non ci facciamo più caso. Invece le lobby che ne traggono benefici lottano ogni giorno con le unghie e i denti per difendere ed espandere queste situazioni parassitarie. Ad esempio la Rai fa di tutto per giustificare se stessa avviando sempre nuove iniziative e nuove produzioni, con nuovi costi... ma a chi interessano??? Certe cose sono anche grottesche: hanno 3 reti che danno le previsioni del tempo con 3 diversi servizi meteo: ma che ca**o, il tempo dovrebbe essere sempre lo stesso no? perchè pagare 3 servizi meteo quando basterebbe replicare lo stesso servizio sulle 3 reti?Aiutooooooo.........CYA
  • Anonimo scrive:
    Come darti torto....
    Ciao Michele hai ragione no comment sopratutto su ALICE.... telecom ma vaf......... prima mi dicono che non c'è e a 50m ho un internet point con ADSL poi tre mesi per installarla ed inseguito va a colpi.Grande posto il Messico :) sono stato nello Yucatan l'anno scorso ma spero di tornarci presto per poterlo visitare meglio.A proposito anch'io dell'hiterland di BS.... di dove sei (se non sono indiscreto of course)..... ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Anonimo
    Non so voi, ma sto seriamente considerando
    l'idea di andarmene...Due miei vicinissimi amici se ne sono già andati da tempo, un terzo se ne sta andando, io che non sono ancora andato via solo perché da anni ho un legame affettivo ( e niente altro, è la sola cosa che mi blocca ) ho comunque deciso di andarmene ( perché sembrerebbe che ora il legame riesco a portarmelo dietro, speriamo bene ) e lo sto già facendo.Non rinuncerò alla cittadinanza italiana solo per due motivi: egoistica e opportunistica comodità ( se ne avessi bisogno per qualsiasi motivo e per votare dall'estero ), e per quel motivo per cui, anche se mi potrebbe piacere, non mi farei mai un tatuaggio; ma mi piacerebbe molto rinunciarci, sarebbe la ciliegina sulla torta.
    Io vivo e lavoro in provincia di Torino e mi
    devo sbattere per 400 euro nette al mese...Accipicchia, è molto grave, analizza bene e cerca di capire perché.
    ma che cactus... perche' dovrei rimanere in
    questo paese deludente, arretrato, che si
    dedica unicamente al calcio e a guardare la
    televisione in poltrona ?La politica, dimenti la politica! e il Vaticano?Devi rimanere perché noi siamo il BelPaese.Ma dove lo trovi un MARE come il nostro, dove? noi abbiamo l'unico mare più bello del mondo, noi siamo il paese più bello del mondo, la mamma, la pizza, la mozzarella di Bufala, il mare, le Alpi, ma che altro vuoi?Fuori è tutto più brutto, all'estero sono tutti sporchi brutti e cattivi, i negozi all'estero sono carissimi, molto molto cari, i prodotti sono costosi e di pessima qualità, le cose brutte che trovi qua le trovi fuori né più né meno, la mafia c'è in tutto il mondo ( chiaramente queste sono tutte affermazioni false ).Poi all'estero ti sfruttano, tutti che lavorano come matti, mamma mia che scandalo!!! Non è mica come qua che basta darsi da fare per diventare traffichino e campi più che bene.
    Faccio siti web, programmo asp e php, so
    fare anche un po' di grafica con Maya e
    Lightwave. Sono anche tecnico hardware e so
    anche montare reti.Beh diciamo che qui il settore è inflazionato e stanno arrivando tempi cupi.Se sei giovane cerca una borsa di studio all'estero, ti consiglio di provare ad andare all'estero, è importante che scegli il paese giusto per te ( si, il mondo è vario ), il che pare una cosa banale e scontata ma in realtà non lo è.Decidi, in futuro, preferisci avere rimpianti oppure rimorsi?
  • Anonimo scrive:
    Re: colpa e merito degli italiani
    - Scritto da: ElfQrin
    Ne parlavo con un mio amico già
    alcuni anni fa. Abbiamo concluso che
    l'Italia è in questo stato per colpa
    della mentalità italiana, ma questa
    stessa mentalità riesce comunque in
    un modo o nell'altro a far andare avanti il
    paese. In pratica gli italiani riescono a
    sopravvivere malgrado sé stessi.

    E' un concetto perverso e difficile da
    spiegare, ma spero che abbiate afferrato.E un pò un paradosso, a me pare un equilibrio funambolico, e vedrai che quando cadi ti accorgi che era solo un paradosso.
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    - Scritto da: Anonimo
    Non aggredirei così tanto il nostro
    paese, non è andandosene che si
    risolvono i problemi, dal momento che si
    tratta del NOSTRO PAESE.Tuo.Io sto già emigrando.
    150 anni di unità non bastano a dare
    a una nazione lo spirito unitario, lo
    spirito nazionale... facciamo qualche passo
    assieme però.Arrangiati!Io devo vivere di vita mica patire ( la "passione" cristiana ) in nome di cosa poi, della Patria? Quale? Non è questa la mia patria, mi dispiace, ti sbagli.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...

    Non so quanti anni di esperienza hai, ma
    prova lo UK e vedrai che trovi da guadagnare
    ben di più anche in posti in cui il
    costo della vita non è tanto
    più alto che qua.
    pensavo che dicessi Svezia o Danimarca...appena in UK ti mandano via a calci perchè non avrai voglia di fare un'ora di straordinario non retribuita vediamo come torni con moglie mobili e tre gatti in Italia...
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    - Scritto da: Anonimo
    Il vero problema è lo stile Borbonico
    di condurre la vita, fenomeno radicato in
    tutta la Penisola, in maniera più
    marcata nel centro-meridione.

    Non per fare razzismo, ma la situazione
    è questa, diamo pure la colpa alla
    storia e alle dominazioni poco illuminate,
    che hanno reso tanto grave la situazione al
    Sud...
    Questa è la causa del vero divario,
    aggravata poi dalla vetustità mentale
    di certi italiani.

    Non fate paragoni di prezzo, tutto è
    relativo.
    In Grecia una macchina che da noi costa 9000
    ? lì costa 3000 ?, è tutto
    proporzionato.
    Se vai a mangiare fuori, te la cavi con 10 ?
    a testa, dall'antipasto al caffè...
    Se vai in Italia, in un ristorante greco,
    spendi MINIMO ? 30,00 ed esci a stomaco
    vuoto.

    Non aggredirei così tanto il nostro
    paese, non è andandosene che si
    risolvono i problemi, dal momento che si
    tratta del NOSTRO PAESE.
    150 anni di unità non bastano a dare
    a una nazione lo spirito unitario, lo
    spirito nazionale... facciamo qualche passo
    assieme però.Non ho capito cosa volevi dire.
  • Anonimo scrive:
    Re: harakiri...!!!
    Vero!!! ROTFL, Ma Vero!!! :D
  • ElfQrin scrive:
    colpa e merito degli italiani
    - Scritto da: Anonimo
    Facciamo veramente cagare. Ed è un
    mistero come riusciamo a sopravvivere
    nonostante la totale disorganizzazione e
    diffusa mancanza di senso civico. Siamo un
    paese ridicolo.Ne parlavo con un mio amico già alcuni anni fa. Abbiamo concluso che l'Italia è in questo stato per colpa della mentalità italiana, ma questa stessa mentalità riesce comunque in un modo o nell'altro a far andare avanti il paese. In pratica gli italiani riescono a sopravvivere malgrado sé stessi.E' un concetto perverso e difficile da spiegare, ma spero che abbiate afferrato.
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    Il vero problema è lo stile Borbonico di condurre la vita, fenomeno radicato in tutta la Penisola, in maniera più marcata nel centro-meridione.Non per fare razzismo, ma la situazione è questa, diamo pure la colpa alla storia e alle dominazioni poco illuminate, che hanno reso tanto grave la situazione al Sud... Questa è la causa del vero divario, aggravata poi dalla vetustità mentale di certi italiani.Non fate paragoni di prezzo, tutto è relativo.In Grecia una macchina che da noi costa 9000 ? lì costa 3000 ?, è tutto proporzionato.Se vai a mangiare fuori, te la cavi con 10 ? a testa, dall'antipasto al caffè... Se vai in Italia, in un ristorante greco, spendi MINIMO ? 30,00 ed esci a stomaco vuoto.Non aggredirei così tanto il nostro paese, non è andandosene che si risolvono i problemi, dal momento che si tratta del NOSTRO PAESE.150 anni di unità non bastano a dare a una nazione lo spirito unitario, lo spirito nazionale... facciamo qualche passo assieme però.
  • Anonimo scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    Quali sono i recruiters a cui hai spedito il curriculum perchè mi sono rotto di star qui?
  • Fiamel scrive:
    Re: Questo paese inizia a rompermi...
    - Scritto da: Anonimo
    Non so voi, ma sto seriamente considerando
    l'idea di andarmene...Io l'ho fatto ed il 9 Gennaio me ne vado per sempre. Ho moglie, 3 gatti (sono il vero problema del trasloco per problemi che è inutile specificare) e me ne vado con anche i mobili; non dite che non lo potete fare, perché in molti casi sono balle (se avete figli di almeno 3 anni ne riparliamo).Fallo anche tu.

    Io vivo e lavoro in provincia di Torino e mi
    devo sbattere per 400 euro nette al mese...
    ma che cactus... perche' dovrei rimanere in
    questo paese deludente, arretrato, che si
    dedica unicamente al calcio e a guardare la
    televisione in poltrona ?

    Faccio siti web, programmo asp e php, so
    fare anche un po' di grafica con Maya e
    Lightwave. Sono anche tecnico hardware e so
    anche montare reti.

    mah...Non so quanti anni di esperienza hai, ma prova lo UK e vedrai che trovi da guadagnare ben di più anche in posti in cui il costo della vita non è tanto più alto che qua.Io ho mandato il mio curriculum a vari "recruiters". Uno mi ha risposto e mi ha assunto (dopo 2 colloqui in Italia). Così in Gennaio parto.L'Italia fa schifo.
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    Aggiungo che siamo una "Repubblica delle banane da culo"
  • Anonimo scrive:
    Re: IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    Facciamo veramente cagare. Ed è un mistero come riusciamo a sopravvivere nonostante la totale disorganizzazione e diffusa mancanza di senso civico. Siamo un paese ridicolo.
  • Anonimo scrive:
    Questo paese inizia a rompermi...
    Non so voi, ma sto seriamente considerando l'idea di andarmene...Io vivo e lavoro in provincia di Torino e mi devo sbattere per 400 euro nette al mese... ma che cactus... perche' dovrei rimanere in questo paese deludente, arretrato, che si dedica unicamente al calcio e a guardare la televisione in poltrona ?Faccio siti web, programmo asp e php, so fare anche un po' di grafica con Maya e Lightwave. Sono anche tecnico hardware e so anche montare reti.mah...
  • Anonimo scrive:
    IL VERO TERZO MONDO SIAMO NOI...
    ....Sentito che roba?Anche un mio amico in ROMANIA ha messo su un Internet cafè.......Ma non con ADSL....CON LA FIBRA OTTICA a meno di 10 ? al mese.......VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA!!
  • Anonimo scrive:
    harakiri...!!!
    Questa è una delle tante realtà che si propongono all'estero.Se qui in Italia fossimo nel Giappone del 19° secolo, il parlamento sarebbe un enorme loculo con i corpi dei nostri politici, suicidatosi per scusarsi con il popolo italiano.Tutto sommato...se lo facessero risparmieremmo di dare a ogni testa di c***o una pensione principesca ogni legislatura.Uhm...può essere una proposta per risanare il debito pubblico:$
  • Anonimo scrive:
    CVD
    Siamo un paese di peracottari :sma non c'era bisogno di conferme dal messico lo sapevamo già basta leggere le notizie di questi giorni... telecom, sky etc :@
  • Anonimo scrive:
    Figo!
    Mica male come vita.... :o
Chiudi i commenti