Cellulari, le brevissime di oggi

C'è un problema sicurezza nel mondo della telefonia mobile? Ne parla un rapporto McAfee. Dal mondo GPRS in arrivo due aggeggini interessanti


Roma – Allarme sicurezza per le reti mobili
Ne parla McAfee, secondo cui a partire dal 2005, se non si faranno pesanti investimenti, i network wireless degli operatori di telefonia mobile potranno essere soggetti a ripetuti e relativamente facili attacchi. Un rapporto commissionato dall’azienda sostiene che gli operatori europei rischiano di ritrovarsi con danni fino a 10,5 miliardi di dollari. La base di partenza dello studio, i cui risultati hanno però già suscitato polemiche, è nell’evoluzione della telefonia wireless che consentirà a crackers e virus writer di portare sui cellulari una serie di minacce di nuova concezione, figlie dei pericoli già ben noti agli utenti di computer connessi ad internet.

Una nuova PC Card GPRS
Questa la creatura che, a quanto pare, sarà sul mercato entro febbraio lanciata da Vodafone Omnitel. Il suo nome piuttosto scontato è “Vodafone Mobile Connect Card”, una Option Globetrotter dal colore rosso che consentirà di connettersi via GPRS da qualsiasi computer che supporti le schede PCMCIA.
Sul piano tecnico, la card è un terminale GSM Tri Band con supporto GPRS di classe 10, e consente naturalmente di trasmettere e ricevere messaggini nel corso della navigazione internet.
Il prezzo non è stato ancora annunciato.

Arriva il Siemens SL55
Pesa 79 grammi, è alto solo 81,6 millimetri, spesso 44,5 e largo 21,9 il nuovo cellularino Siemens che mette a disposizione un display a 256 colori CSTN del tutto invidiabile: 101×80 pixel. Con un software avanzato da utilizzare tramite un menù ad icone. Notevoli le possibilità di personalizzazione, dalle suonerie polifoniche agli sfondi di… “scrivania”.
Sebbene ancora non siano noti con certezza né il prezzo dell’apparecchio né la data di sbarco sul mercato, Siemens con questo GSM Tri Band con GPRS di classe 8 punta chiaramente alla fascia alta del mercato.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Vorrei vedere la loro faccia quando...
    quando riusciranno a far chiudere i file-sharing e...... e non venderanno un dvd o cd di piu'.Perche' diciamocelo chiaro, la gente scarica 200 film o 3000 mp3 perche' sono gratis.Ma nessuno si sognerebbe di comprare 200 dvd a 30 euro l'uno.Come ai miei tempi, che la gente non comprava le musicassette, ma si limitava a registrare le canzoni dalle radio private.E se non trasmettevano una canzone, si faceva semplicemente senza.
  • Anonimo scrive:
    che importanza ha, ormai ... :-(
    tanto, chi se ne frega :-(se quanto riportato nella notizia di ieri( http://punto-informatico.it/p.asp?i=42829 ) proseguirà ... che importanza può avere?Tanto, nessuno farà più sharing.:-(--melomane
  • Anonimo scrive:
    Quali responsabilità ?

    ....le imprese del p2p che operano senza rispetto per il copyright "saranno poste dinanzi alle proprie responsabilità".Quali ?Quelle di aver creato un software che permtte lo scambio di dati?Ma cosa dice ?????
    • avvelenato scrive:
      Re: Quali responsabilità ?
      se non erro (correggetemi altrimenti, grazie ^^ ) napster è partito come impresa, audiogalaxy pure... forse anche kazaa, ma non ne sono certo...beh, non voglio certo polemizzare sui motivi attuali o passati di chi è stato utente del p2p, ma non scordiamoci che il tutto è partito sempre dal desiderio di guadagnarci qualcosa (usando i beni di qualcunaltro illegittimamente in questo caso).avvelenato
      • Anonimo scrive:
        Re: Quali responsabilità ?
        - Scritto da: avvelenato
        beh, non voglio certo polemizzare sui motivi
        attuali o passati di chi è stato utente del
        p2p, ma non scordiamoci che il tutto è
        partito sempre dal desiderio di guadagnarci
        qualcosa (usando i beni di qualcunaltro
        illegittimamente in questo caso)....i beni sono di quelli che si connettono ai sistemi. Se dei ladri fanno una rapina in banca utilizzando un'auto, chi vende/fabbrica auto non possono fare nulla se vengono utilizzate per far rapine.
Chiudi i commenti