Cepheus, algoritmo imbattibile a poker

Ricercatori canadesi sostengono di aver creato l'algoritmo più sofisticato per vincere a Texas hold'em. Cepheus non può perdere, statisticamente parlando, e la sua intelligenza artificiale servirà scopi meno ludici

Roma – La University of Alberta lancia la sfida con <a href="<a href="Texas hold'em<a href="sul sito ufficiale http://poker-play.srv.ualberta.ca/” target=”_blank”>https://en.wikipedia.org/wiki/Texas_hold_%27em” target=”_blank”>http://poker.srv.ualberta.ca/” target=”_blank”>Cepheus , intelligenza artificiale pensata per giocare una partita perfetta a una variante del gioco di poker noto come ; l’algoritmo è talmente sofisticato da non poter perdere contro avversari umani, sostengono i ricercatori.

Cepheus – con cui ci si può confrontare online , traffico permettendo – ha passato due mesi a giocare a Texas hold’em contro se stesso, macinando 24 milioni di miliardi di “mani” di poker ogni secondo. Si tratta di un numero di partite che quelle sin qui giocate dall’intera specie umana, sostengono i suoi creatori, e che alla fine ha portato Cepheus a concepire la “strategia perfetta” per vincere sempre e comunque.

Gli algoritmi software capaci di vincere contro avversari umani non sono più una novità dai tempi della sfida scacchistica fra Garry Kasparov e Deep Blue del 1997, ma la specificità di Cepheus consiste nel fatto che la nuova IA è in grado di vincere in un gioco come il poker, in cui, diversamente dagli scacchi, esiste sempre un margine di incertezza dovuto all’impossibilità di conoscere le carte in mano all’avversario (umano).

Cepheus potrebbe quindi perdere qualche mano contro un giocatore in carne e ossa, ma sul lungo periodo la strategia perfetta dell’algoritmo canadese gli permette di vincere senza fallo tutte le partite. Esiste una percentuale di rischio di sconfitta, avvertono i ricercatori, ma si tratta di un numero statisticamente insignificante.

Quali potrebbe essere l’utilità di Cepheus, al di là di una inutile vittoria a un gioco di carte? Gli esperti ipotizzano di poter applicare le capacità della loro IA ad ambiti come i sistemi di sicurezza automatici negli aeroporti, uno scenario in cui la possibilità di far fronte al fattore dell’incertezza dovuta alla mancanza di informazioni migliorerebbe l’efficienza delle macchine preposte al controllo.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luppolo scrive:
    Yahoo in Firefox
    Non ho capito bene come funziona la storia di Yahoo, perché in effetti aggiornando Firefox, ho visto che è cambiata la ricerca, ma a me cerca ancora dove cercava prima (poi si può cambiare al volo).L'unico che effettivamente ha cambiato le impostazioni del mio browser una volta, è stato Clement con la LMDE che impostava effettivamente YAHOO (e cancellava GOOGLE dall'elenco dei motori di ricerca @^ ) su una installazione già in atto. Se l'effetto si vede solo sulle nuove installazioni di firefox, stupisce sia così rilevante.
    • IgaRyu scrive:
      Re: Yahoo in Firefox
      Probabilmente accade a chi installa da zero FireFox: io che lo avevo già installato e già variato il motore di ricerca ad un'altro motore non ho avuto modifiche dopo l'aggiornamento: mi è rimasto il motore che avevo selezionato manualmente.I.R.
      • Luppolo scrive:
        Re: Yahoo in Firefox
        - Scritto da: IgaRyu
        Probabilmente accade a chi installa da zero
        FireFox: io che lo avevo già installato e già
        variato il motore di ricerca ad un'altro motore
        non ho avuto modifiche dopo l'aggiornamento: mi è
        rimasto il motore che avevo selezionato
        manualmente.

        I.R.Il che, sostanzialmente, fa riflettere.Perché Yahoo da risultati di ricerca abbastanza diversi da Google, quindi chi sa installare Firefox ed è abituato ad usare un certo motore di ricerca, non dovrebbe avere difficoltà a sceglierlo (visto che la nuova interfaccia gli semplifica anche molto la vita).Se fosse colpa del browser come si dice nell'articolo, il tutto si ridurrebbe a quei sistemisti che arrivano e installano macchine ex novo mettendoci firefox e di utenti che non si accorgono o non possono per vari motivi cambiare motore di ricerca, oppure che scoprono per la prima volta che esistono motori alternativi a Google.Resta fuori chi lo fa consapevolemente, sia perché si è rotto le scatole di Google (utente skillato e paranoico), sia perché scopre che c'è vita su altri mondi (utente in erba), e questo indurrebbe comunque quel 2% non solo a consolidarsi ma ad aumentare.
        • Osvy scrive:
          Re: Yahoo in Firefox

          quindi chi sa installare
          Firefox ed è abituato ad usare un certo motore di
          ricerca, non dovrebbe avere difficoltà a
          sceglierlo (visto che la nuova interfaccia gli
          semplifica anche molto la vita).ti riferisci alla nuova interfaccia di Firefox o di Google?giusto per capire di preciso
          • Luppolo scrive:
            Re: Yahoo in Firefox

            ti riferisci alla nuova interfaccia di Firefox o
            di
            Google?
            giusto per capire di precisoNo, parlavo della nuova barra di ricerca di Firefox che mentre digiti propone tutti i motori di ricerca più le fonti locali con la possibilità di cambiare anche il motore di default.
          • Osvy scrive:
            Re: Yahoo in Firefox
            - Scritto da: Luppolo

            ti riferisci alla nuova interfaccia di Firefox o

            di

            Google?

            giusto per capire di preciso

            No, parlavo della nuova barra di ricerca di
            Firefox che mentre digiti propone tutti i motori
            di ricerca più le fonti locali con la possibilità
            di cambiare anche il motore di default.ok, grazie
    • Andrea Favero scrive:
      Re: Yahoo in Firefox
      Non noti il cambiamento perchè l'accordo con yahoo è stato siglato solo per il nord america. Sono quindi i cittadini americani ad avere Yahoo come motore di ricerca predefinito. Per l'Europa questo rimane google, in Russia e Cina ce ne sono altri di predefiniti.
Chiudi i commenti