Certificazione Microsoft Office in Luiss

Riguarda chi vuole far sapere al mondo di essere capace di usare il pacchetto da ufficio Office di Microsoft. Corsi gratuiti...


Milano – Viene prospettata come “opportunità” per gli studenti di economia della Università Luiss Guido Carli la possibilità di ottenere una certificazione MOUS, cioè “Microsoft Office User Specialist”.

In pratica, gli studenti iscritti al corso di laurea di economia dell’Università possono seguire gratuitamente corsi per il conseguimento della certificazione che attesta “a livello internazionale la capacità di usare gli applicativi di Microsoft Office”. Ullallà.

Afferma una nota rilasciata dall’ateneo: “La scelta della certificazione MOUS rivela, da parte dell’Università, un approccio alla formazione basato su standard industriali ampiamente riconosciuti dalle aziende italiane ed internazionali. Con la certificazione MOUS, l’Università Luiss Guido Carli darà agli studenti una credenziale in più per proporsi con competitività sul mercato del lavoro, dimostrando di aver acquisito le competenze necessarie per utilizzare al meglio il PC ed essere più produttivi.”

Produttività su PC via Microsoft Office? Lo sostiene anche Michele Landi, responsabile della divisione IT della Luiss, secondo il quale “si tratta di un’iniziativa pilota mirata a introdurre corsi di informatica di standard internazionali che permettano allo studente di conseguire certificazioni riconosciute a livello mondiale. L’università Luiss prevede di ampliare questa iniziativa per il prossimo anno accademico alle altre facoltà e alla Scuola di Giornalismo”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Per forza...
    Alla fine quelli che "cacciano i soldi" imho hanno capito che su internet puoi fare tutta la pubblicità che vuoi ma non ha la stessa forza che sulla tv e simili.... il diverso target per forza di cose è meno recettivo e "tonto", io i banner che (pochi) non mi filtra WebWasher manco li vedo ormai!
  • Anonimo scrive:
    Per PI
    So che continuate a guardare con timore quel cassetto chiuso a chiave.So cosa contiene quel cassetto.Contiene la Soluzione Finale.Cioe' Punto Informatico a pagamento.Io capisco la situazione, capisco voi e accetto tutto questo.PI a me piace e sono disposto a pagare per leggerlo.MA PER CARITA' non fate l'errore che stanno facendo i molti che lasciano il gratis su Internet.Non mi potete venire a chiedere un abbonamento forfettario per 15 ANNI ad un prezzo stracciato!Anche se fossero solo 10 mila lire non ve le darei per principio!Siete un quotidiano.Come Il Corriere di Poggio Scuro.E io un quotidiano vado all'edicola e lo compro giorno per giorno quando lo voglio leggere, non mi ci abbono.Trovate un sistema, inventatevelo, fatelo inventare a qualcuno, fate come vi pare....MA NON FATE ABBONAMENTI perche' perderete clienti tra cui il sottoscritto.Statemi bene, occhio agli spifferi, mettetevi la maglina di lana quando uscite e non accettate caramelle dagli sconosciuti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per PI
      Credo che sia giusto che P.I. faccia un abbonamento, penso che la soluzione migliore sia con un unico pagamento di 61.999.000 sassi di ghiaia ogni 2 secoli... pagamento posticipato ovviamente.Saluti.- Scritto da: Un Mostro Aniba
      So che continuate a guardare con timore quel
      cassetto chiuso a chiave.
      So cosa contiene quel cassetto.
      Contiene la Soluzione Finale.
      Cioe' Punto Informatico a pagamento.

      Io capisco la situazione, capisco voi e
      accetto tutto questo.
      PI a me piace e sono disposto a pagare per
      leggerlo.

      MA PER CARITA' non fate l'errore che stanno
      facendo i molti che lasciano il gratis su
      Internet.

      Non mi potete venire a chiedere un
      abbonamento forfettario per 15 ANNI ad un
      prezzo stracciato!
      Anche se fossero solo 10 mila lire non ve le
      darei per principio!

      Siete un quotidiano.
      Come Il Corriere di Poggio Scuro.

      E io un quotidiano vado all'edicola e lo
      compro giorno per giorno quando lo voglio
      leggere, non mi ci abbono.

      Trovate un sistema, inventatevelo, fatelo
      inventare a qualcuno, fate come vi pare....
      MA NON FATE ABBONAMENTI perche' perderete
      clienti tra cui il sottoscritto.

      Statemi bene, occhio agli spifferi,
      mettetevi la maglina di lana quando uscite e
      non accettate caramelle dagli sconosciuti.
  • Anonimo scrive:
    pensieri
    Internet fino a qualche anno fa era un luogo di scambio al 90% gratuito, dove qualsiasi persona poteva accedere alle informazioni di cui aveva bisogno, semplicemente per accrescere la sua cultura e le sue passioni.La rete abbondava di "smanettoni" orgogliosi dei loro siti web personali, le pagine erano povere graficamente ma ricche di idee e di "dritte".Nel 1998 orde di navigatori impreparati (non per colpa loro) invasero la rete e non avendo idea di come utilizzarla, si misero ad usarla nel peggiore dei modi: chat ed sms.Le societa' commerciali favorirono? sfruttarono? annusarono le potenzialita' di questo nuovo mercato? o l'importante era esserci, come non si sa?fatto sta che anche queste accorsero senza idee e in massa a colonizzare gli spazi della rete (in Italia accadde dal 1998), piantarono paletti a destra e a sinistra, seminarono gratis cio' che gratis lo era gia' e soprattutto fotocopiarono siti e proposte (sms - email gratis - spazio web - loghi nokia - suonerie...).Siccome chi ha seminato vuole giustamente raccogliere, non vivendo di passioni ma di utili da moltiplicare ha pensato che sia giunta l'ora della mietitura, perche' crede che i consumatori siano talmente abituati ad usare questi servizi che saranno ben felici di pagare per continuare ad averli.Il concetto e' chiaro: uno offre un servizio, l'altro che ne usufruisce paga il corrispettivo.Peccato che quello che paga non sia piu' un utente ma un "utonto" dal momento che, di fronte al peggiorare progressivo della qualita' del servizio, sia ben felice di pagare per avere almeno la meta' della qualita' che aveva prima, con l'aggiunta della pubblicita' asfissiante.Un esempio per tutti? il WAP: non so voi, io navigavo nel '94 con il lynx che era ne piu' ne meno la copia esatta del WAP, solo che avevo un terminale grande come un monitor e non come lo specchietto del trucco, ma non lo usavo al bar con gli amici.Poi col tempo sono arrivate le immagini, l'audio, i video... ma l'utonto non e' contento, lui vuole il WAP, lui e' felice di stare mezzora a pigiare i tastini del cellularino per scrivere due "cazzate" messe in croce alla sua ragazza che sarebbe piu' felice se la andasse a trovare per farci qualche cosa.Ma l'utonto nella sua mediocrita' culturale ha speso solo 200 lire, gia' il tanto costa e il poco costa molto di piu' in proporzione.Spero che l'ideale della concorrenza perfetta faccia molte vittime, cosi' ci scrolleremo di dosso dei siti web tanto costosi ma altrettanto inutili, per godere finalmente della qualita' tanto cercata pagandola il giusto.In conclusione voglio applicare un criterio molto "siciliano".La Palermo - Reggio Calabria e' un'autostrada, solo che a differenza delle altre autostrade NON e' a pagamento, ebbene un mio amico molto "siciliano" mi disse: "quell'autostrada e' piena di buche, che la devo anche pagare?"credo di avergli dato ragione.Scarlight
  • Anonimo scrive:
    GMX
    www.gmx.com / it / bohfunziona ed è impostato in maniera molto seria.E' roba tedesca, ma c'è tutto, in italiano.Ve lo stra consiglio.ad ogni modo... per restare in-topic ... ragazzi... i provider tradizionali, adesso, torneranno a respirare... preferisco andare qui vicino, se devo pagare, che contattare uno di new York ... lo so che tutti pensano alla clientela businness... ma il mercato user in questo periodo, credo che non sia proprio da buttare... la gente ha imparato ad usare l'e-mail e la ama (checché se ne dica) ...se si tratta di chattare ogni tanto... beh, ci si può pensare... forse è il caso di usare i net-café.
  • Anonimo scrive:
    "Quasi" fine...
    Usa.net è a pagamento, ma non per tutto (per il momento, almeno...)Gli utenti di amexmail.com possono utilizzarla ancora gratis. Forse perché hanno la carta AmEx?Chi è titolare ha i suoi privilegi... ;-)... con quello che paga!Saluti
  • Anonimo scrive:
    Finalmente...
    ..la soluzione al mio problema: ho un account su usa.net che non mi serve più a nulla, cercando e ricercando non avevo mai trovato da nessuna parte come farlo revocare. Improvvisamente.. problema risolto.
  • Anonimo scrive:
    Aridaje co' 'sta "fine del gratis"...
    Sorvolo sul fatto che il passaggio da serviziofree a servizio a pagamento di usa.net e' una non-notizia. Contesto invece la sindrome da "internet-scoop"che affligge non solo i media piu' blasonati maora anche una testata come puntoinformatico.Un amica avvocato cercava di spiegarmi,obnubilata da articoli come questo, che "ormai"la rete e' destinata a cambiare volto in brevetempo. Nulla sara' piu' "gratis", e' finita lapacchia ed amenita' varie.Aime' nel suo caso, e non solo, questo e'assolutamente falso visto che ci sono leggi cheimpongono (non conosco i dettagli ma e' solo unesempio) la pubblicazione online del materialea lei utile professionalmente (leggi, sentenzeetc).Insomma, un' altra vittima di servizi giornalistici televisivi e non, prodotti da chidovrebbe occuparsi di altro o articoli come ilvostro che non fanno che alimentare la falsanotizia con titolo: "Internet, la fine delgratis".Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Aridaje co' 'sta
      Un'altro che sta a guardare ed e' ben felice di aprire il portafoglio per niente.- Scritto da: Keynote
      Sorvolo sul fatto che il passaggio da
      servizio
      free a servizio a pagamento di usa.net e'
      una non-
      notizia.
      Contesto invece la sindrome da
      "internet-scoop"
      che affligge non solo i media piu' blasonati
      ma
      ora anche una testata come puntoinformatico.

      Un amica avvocato cercava di spiegarmi,
      obnubilata da articoli come questo, che
      "ormai"
      la rete e' destinata a cambiare volto in
      breve
      tempo. Nulla sara' piu' "gratis", e' finita
      la
      pacchia ed amenita' varie.

      Aime' nel suo caso, e non solo, questo e'
      assolutamente falso visto che ci sono leggi
      che
      impongono (non conosco i dettagli ma e' solo
      un
      esempio) la pubblicazione online del
      materiale
      a lei utile professionalmente (leggi,
      sentenze
      etc).

      Insomma, un' altra vittima di servizi
      giornalistici televisivi e non, prodotti da
      chi
      dovrebbe occuparsi di altro o articoli come
      il
      vostro che non fanno che alimentare la falsa
      notizia con titolo: "Internet, la fine del
      gratis".


      Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Aridaje co' 'sta
        - Scritto da: Genko
        Un'altro che sta a guardare?
        ed e' ben felice
        di aprire il portafoglio per niente.Ah, adesso capisco.Ascolta, io rispetto sempre le opinioni altrui,ma e' evidente che tu non hai capito un tubazzodi quel poco che ho scritto. ;-)
  • Anonimo scrive:
    ...raccolta di email da altri account (?, ndr)...
    "...raccolta di email da altri account (?, ndr)..."E' una funzione utile quando si consulta la posta di Net@addres non dal software del pc (Outlook ecc.) ma dalla sua interfaccia web (webmail).Dalla webmail e' infatti possibile rilevare - dopo naturalmente avere impostato una prima volta tutti i dati relativi (nome utente, password, SMTP, POP ecc) - anche la posta che ci e' stata inviata ad altri indirizzi da noi posseduti e precedentemente attivati.Una funzione molto utile quando si hanno tre o quattro account di posta elettronica contemporaneamente (la maggior parte dei casi) e non si e' avuto il tempo di comunicare a chi ci scrive che nel frattempo abbiamo cambiato indirizzo.
  • Anonimo scrive:
    P.I. FATE VERAMENTE PENA !!!
    E I VOSTRI UTENTI VI LASCERANNO AFFOGARE NELLA MERD@ CHE VI STATE CREANDODA QUALCHE MESE A QUESTA PARTE.P.I. = A TUTTI GLI ALTRI
  • Anonimo scrive:
    PI: siete veramente ridicoli
    Il modo con cui strillate ormai da mesi "la fine del gratis online" è la triste fotocopia dei titoloni sulla pedofilia che i quotidiani generalisti (quegli stessi che tanto schifate) usavano fino ad un paio di anni fa ogni volta che parlavano di Internet. Se anche voi volete diventare un sito a pagamento, ditelo chiaramente invece di ricorrere a certi sotterfugi. Siete proprio dei bresciani...
    • Anonimo scrive:
      Re: PI: siete veramente ridicoli
      si' si', tra poco migreremo tutti sul forum di ziobudda, qua piu' che lanciare polemiche (per aizzare ridicoli forum da bar) piu' che:- Linux VS Win- Flat rate- Fine del gratische palleeee!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: PI: siete veramente ridicoli
      C'e' un lungo elenco di testate di informazione, servizi e siti che ieri erano gratuiti e oggi sono a pagamento. Questo non ti dice niente?A me dice che in citta' c'e' qualcosa di nuovo, una tendenza da tenere d'occhio e che arriva, evidentemente, da una rete che sta cambiando.Da qui tirare fuori che PI e' ridicolo, firmato "vergogna", sinceramente lo trovo del tutto ingiusto.
      Se anche voi volete diventare un sito a
      pagamento, ditelo chiaramente invece di
      ricorrere a certi sotterfugi. Non dubitare, se mai dovesse essere presa una decisione del genere sarai il primo a saperlo
      Siete proprio dei bresciani...E non siamo di Brescia. Ciao!
      • Anonimo scrive:
        Re: PI: siete veramente ridicoli
        l' ho scritto qualche mese fa e lo ribadisco... se PI richiedera' un abbonamento, saro' ben lieto di pagarlo! c'e' chi paga quotidianamente per leggere Il Resto del Carlino qui a Forli', o Topolino in tutta Italia.Buon lavoro a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: PI: siete veramente ridicoli
      Evidentemente non vivi su questo pianeta.Io ho un'account su Net@Address da 3 anni e ora houn mese di tempo per smobilitare il tutto, oppure sono obbligato a pagare.Ma non pago per avere la pubblicità + spam regalo.A te non freghera' un bippo, a me crea grossi problemi il dover avvisare tutti che cambio email.Aldila' di questo, tanti servizi che erano gratuiti ora non lo sono piu' (sms online solo per i registrati, x esempio).Fra poco cominceremo di nuovo a pagare la connessione ad internet (fine dell'internet gratis, o quasi), li vorrei proprio gustarmi la tua faccia.Scarlight- Scritto da: vergogna
      Il modo con cui strillate ormai da mesi "la
      fine del gratis online" è la triste
      fotocopia dei titoloni sulla pedofilia che i
      quotidiani generalisti (quegli stessi che
      tanto schifate) usavano fino ad un paio di
      anni fa ogni volta che parlavano di
      Internet.

      Se anche voi volete diventare un sito a
      pagamento, ditelo chiaramente invece di
      ricorrere a certi sotterfugi.

      Siete proprio dei bresciani...
    • Anonimo scrive:
      Re: PI: siete veramente ridicoli
      Ok, ok, dopo Netaddress si pagherà Mail.com, poi Xoom, Tripod e compagnia digitalizzante, finirà la flat, ci ruberanno i monitor, bruceranno i cd-rom, taglieranno i backbone, deorbiteranno i satelliti, violenteranno la Playstation ma dopo tutto ciò la Microsoft vivrà ancora. Viva Bin Laden, bomba, G8, Genova, fogne, Palazzo Ducale, Antimperialista, attentato, Bush: questo per Echelon.
      • Anonimo scrive:
        Re: chi è veramente ridicolo?
        Non credo che Punto informatico abbia bisogno della mia difesa però un paio dicose vorrei dirle anch'io. Sono oltre due anni che sono abbonata e devodire che per me è fondamentale avere la puntualità e la serietà sugli argomenti più importanti per chi sta su internet per lavorare e informarsi come me.Detto questo: io faccio parte degli utenti di Galacatica e devodire che effettivamente di sera, ormai da 5,6 mesi, è praticamente impossibile navigare. Dopo un anno mi sono riabbonata perchè non ero convinta da Aruba, non volevo dare altri soldi alla Telecom e tutto sommato collegandomi durante il giorno non ho avuto problemi.Che ci sia una involuzione su certe proposte come le email gratuite, la flat ecc, mi sembra evidente, come è evidente che Bill Gates fa soldi a vagonate: ma non è offendendo o istigando alla violenza che si risolvono i problemi.Non so se resterò con Galactica, e di certo, visto che ha ridotto di un ottavo circa il tempo di collegamento... avrebbe dovuto almeno dimezzare i prezzi.. ma mi sa che siamo alla serie.. o così o pomì...
    • Anonimo scrive:
      PI a pagamento? MAGARI!
      Cosi finirò di perdere tempo, anche se solo quell'oretta al mese, per leggere ste news che ...lasciamo perdere, e sti forum che....sono ridicoli...
      • Anonimo scrive:
        Re: PI a pagamento? MAGARI!
        - Scritto da: INN

        Cosi finirò di perdere tempo, anche se solo
        quell'oretta al mese, per leggere ste news
        che ...lasciamo perdere, e sti forum
        che....sono ridicoli...e a me che mi frega di questa cosa?
      • Anonimo scrive:
        Re: PI a pagamento? MAGARI!
        Paghi tu per tutti?- Scritto da: INN

        Cosi finirò di perdere tempo, anche se solo
        quell'oretta al mese, per leggere ste news
        che ...lasciamo perdere, e sti forum
        che....sono ridicoli...
  • Anonimo scrive:
    Ma...
    Scusate, ma usa.net non era già a pagamento? Oppure anni fa rimasi senza e-mail per 2 settimane solo perchè non avevo capito una mazza?Saluti :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma...
      Infatti, era gia a pagamento da anni..- Scritto da: MaurizioB
      Scusate, ma usa.net non era già a pagamento?
      Oppure anni fa rimasi senza e-mail per 2
      settimane solo perchè non avevo capito una
      mazza?

      Saluti :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma...
        Hanno solo rincarato il prezzo. Io pagai 14$ ora siamo a 30-40.- Scritto da: mmmm
        Infatti, era gia a pagamento da anni..

        - Scritto da: MaurizioB

        Scusate, ma usa.net non era già a
        pagamento?

        Oppure anni fa rimasi senza e-mail per 2

        settimane solo perchè non avevo capito una

        mazza?



        Saluti :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma...
          - Scritto da: §o§e
          Hanno solo rincarato il prezzo. Io pagai 14$
          ora siamo a 30-40.

          - Scritto da: mmmm

          Infatti, era gia a pagamento da anni..



          - Scritto da: MaurizioB


          Scusate, ma usa.net non era già a

          pagamento?


          Oppure anni fa rimasi senza e-mail per
          2


          settimane solo perchè non avevo capito
          una


          mazza?





          Saluti :-)Era a pagamento se lo volevi usare come pop per consultazioni non in linea,se lo usavi per consultazioni viaweb era gratis fino a ieri!Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma...
      Si pagavano i servizi aggiuntivi... o no?- Scritto da: MaurizioB
      Scusate, ma usa.net non era già a pagamento?
      Oppure anni fa rimasi senza e-mail per 2
      settimane solo perchè non avevo capito una
      mazza?

      Saluti :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma...
      Era gratuita per i servizi base.Comunque se vai su www.netaddress.comleggerai sulla prima pagina i dettagli dell'operazione, c'e' scritto che il servizio di email free non e' piu' disponibile dal 1 luglio.Scarlight- Scritto da: MaurizioB
      Scusate, ma usa.net non era già a pagamento?
      Oppure anni fa rimasi senza e-mail per 2
      settimane solo perchè non avevo capito una
      mazza?

      Saluti :-)
Chiudi i commenti