CES 2011/ NVIDIA e la SuperPhone revolution

Tutto gira intorno al mobile. Che sia in auto o in uno smartphone, il chipmaker un tempo specializzato in GPU vede il software desktop migrare verso nuovi lidi. Anche fuori dal cerchio Wintel. Dal nostro inviato a Las Vegas

Las Vegas – La conferenza stampa di NVIDIA al CES 2011 non poteva che concentrarsi sulla piattaforma Tegra 2. Se n’era parlato, l’avevamo sentito e anche vista in azione ma ora è ufficiale e NVIDIA si è apprestata subito a coniare un nuovo termine che ne indica l’immediata collocazione: SuperPhone. La sua prima incarnazione è nello smartphone LG 2x definito, questa volta dal vicepresidente di LG, Yongseok Jang, “bello fuori, potente dentro”.

Il lancio ufficiale di Tegra 2 L’importanza della definizione di NVIDIA non è tanto racchiusa nel termine stesso, quanto in quello che esso rappresenta: un superphone permette di fare tutto (o quasi) quello che oggi facciamo con il PC ed allo stesso modo. Se da una parte perciò il mondo del computing si avvicina a quello della telefonia, dall’altra gli smartphone diventano sempre più potenti e capaci. Ad accomunare i due mondi è il browser con la sua capacità di interpretare Internet.

La presentazione dell'LG 2x

Con tanta potenza a disposizione ed un sistema operativo Google Android, il SuperPhone è in grado di offrire la migliore esperienza di navigazione, compresa quella nei siti web Flash. Per rafforzare questo concetto, quel Huang che inizialmente era parso un po’ maliconico quando ha parlato della linea di confine che il CES 2011 è chiamato a tracciare, ha invitato sul palco il presidente e CEO di Adobe, Shantanu Narayen.

Con Tegra 2 c'è Flash I milioni di siti web, i giochi dedicati ai caual gamers, le applicazioni video, di advertising ed enterprise realizzate con Flash sono servite perciò a riaccendere il sorriso del portavoce di NVIDIA che non ha mancato di sottolineare questa forte mancanza nelle soluzioni Apple. E lo ha fatto non senza una punta di sarcasmo mostrando un iPad che apre il sito web Barbie.com senza successo, e così quello di PBS Kids, il WSJ e le quotazioni di borsa di Google.

Il SuperPhone LG 2x permetterà anche di giocare e di farlo allo stesso modo in cui oggi lo facciamo con il PC o con la console, magari giocando online con altri utenti che usano queste piattaforme. Huang ha invitato anche alcuni sviluppatori di videogame per mostrare l’efficienza del porting sulla piattaforma Tegra 2.

videogiocare transpiattaforma con tegra 2

Tegra 2 può costituire la base anche per altri sistemi che probabilmente diverranno sempre più pervasivi, in un futuro non così lontano come potrebbe sembrare. L’auto prodotta da Tesla ne è un chiaro esempio: peccato che per accordi particolari con NVIDIA non sia stato possibile vederla dall’interno.

uno scatto rubato alla berlina Tesla che incorpora Tegra 2

Più tangibile, nel verso senso della parola, il navigatore integrato in una più “comune” BMW.

BMW con sistema di navigazione basato su chip Nvidia

particolare del sistema di navigazione BMW con chip tegra 2 Lo scenario dipinto da Huang per NVIDIA porta, ovviamente, acqua al suo mulino: vita digitale incentrata su dispositivi hardware portatili basati su soluzioni tecnologiche realizzate da quello che un tempo era solo un produttore di GPU. Piattaforme incentrate su soluzioni NVIDIA, con NVIDIA stessa a fare da hub tra sviluppatori, aziende interessate a incorporarle, utenti finali. Quello proposto da NVIDIA è un cambio di abitudini e paradigmi: una spinta, per altro anticipata proprio da Apple, verso il computing ubiquo incarnato in device più integrati che mai nella vita e nelle attività comuni dei consumatori.

Dino Fratelli

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ciucciolo scrive:
    provato e cestinato
    Ho avuto modo di provare questa ultima iCagata.Apro e vedo alcuni applicativi interessanti freeware, tento di scaricarli ma mi si apre una finestra chiedendomi subitonome, indirizzo ed udite udite..... i dati della mia carta di credito!Ma che bella faccia tosta questo Steve dei miei Stivali: ti chiede la carta di credito obbligatoriamente per scaricare qualcosa che doveva essere gratis. ma se è gratis perchè me la chiedi?Se devo in secondo momento scaricare una app a pagamento la inserirò in quel secondo momento, ma vi pare?non ho esitato 2 secondi in + a chiudere l' applicazione e cestinarla .... caro Steve, tu verrai ricordato come il più grande produttore di specchietti per le allodole.
    • francoecicc io scrive:
      Re: provato e cestinato
      Potevi usare l'account iTunes.Se non ce l'hai, comunque la carta di credito la chiede per verificare che l'account appartiene a una persona, non a un robot.Se scarichi un'applicazione gratuita, gratuita rimane.Comunque, non sentiranno la tua mancanza.
    • kinder scrive:
      Re: provato e cestinato
      - Scritto da: ciucciolo
      non ho esitato 2 secondi in + a chiudere l'
      applicazione e cestinarla .... Ciao
      caro Steve, tu
      verrai ricordato come il più grande produttore di
      specchietti per le
      allodole.Da te sicuramentePS: Se dovevi venire qui a sparare minchi@te tanto valeva neanche scaricarlo. La tua conclusione sarebbe comunque stata la medesima.
    • Ciuccellone scrive:
      Re: provato e cestinato
      Più che altro suona strano un Mac User senza accoumt iTunes... Qui c'è puzza di troll... E anche di qualche altra cosa...
    • FDG non loggato scrive:
      Re: provato e cestinato
      - Scritto da: ciucciolo
      Ma che bella faccia tosta questo Steve dei miei
      Stivali: ti chiede la carta di credito
      obbligatoriamente per scaricare qualcosa che
      doveva essere gratis. ma se è gratis perchè me la
      chiedi?Perché così ti si distingue da un boot spara spam, mio caro ignorante informatico (nel senso che ignori le più rudimentali precauzioni che un gestore di un servizio come questo deve prendere).
      • marcus scrive:
        Re: provato e cestinato
        un normalissimo captcha come fa tutto il mondo no?
        • pippo scrive:
          Re: provato e cestinato
          Comodo, cosí se voglio acquistare qualcosa devo seguire il captcha , dare le credenziali del mio accounr iTunes e poi inserire i dati della carta di credito.Proprio comodo (rotfl)
    • ruppolo scrive:
      Re: provato e cestinato
      Veramente, caro trollino, ciò che ti viene chiesto è il login ad un account iTunes. Se poi non sai come creare un account iTunes senza carta di credito, son XXXXX tuoi.
    • frank681 scrive:
      Re: provato e cestinato
      http://tinyurl.com/6xenxd8non ci voleva un genio...
      • francoecicc io scrive:
        Re: provato e cestinato
        Vuoi mettere il brivido di scrivere una cretinata qui, cercando l'appoggio morale dei detrattori, piuttosto che saper usare un po' meglio il cervello?
  • FDG scrive:
    Due notizie
    Una positiva e una negativa.Effetti positivi dell'App Store sui download del software:http://bit.ly/ghKXN9Incompatibilità tra GPL e Apples ToS:http://r2.ly/6k5eLascio a voi i commenti e il trollaggio.
  • Non Autenticat oh scrive:
    Sarà ...
    ... ma io mi trovo tanto bene con gli installer che non sono per niente galvanizzato da questa nuova tendenza. E poi i vari download.com ecc, ecc, non sono già dei repository affidabili? Quindi? Cos'è che vi spinge a perdere tempo a parlare di questa ennesima "mano di bianco" tirata sul web 1.0 per farlo diventare 2.0? Un pò come myspace che nessuno se lo cacava e da quando è nato facebook tutti a sperticarsi in applausi per elogiare quello che già esisteva da un pezzo.
  • Il Profeta scrive:
    Linux un passo avanti. Sempre.
    Sulle varie distribuzioni esiste da una vita la possibilità di installare SW direttamente dai repository, con pochi comandi da terminale o con pochi click da GUI. Apple c'è arrivata ora (e ci sono problemi), M$ (che come sempre è l'ultima) ci arriverà forse Con Winzozz 8.Su Linux il meccanismo funziona senza intoppi (tanto che ormai ho dimenticato i vari "configure" e "make install"). Però è vero, Linux è avvantaggiato: non ci sono infatti da gestire i meccanismi di acquisto dei SW a pagamento!! Tuttavia chi usa i SW closed non si deve lamentare: già sa che, oltre al prezzo, dovrà spesso fronteggiare piccoli (o grossi)inconvenienti... :D
    • Jacopo Monegato scrive:
      Re: Linux un passo avanti. Sempre.
      ammetto di non aver provato negli ultimi 6-8 mesi ma mi capitava di eviscerare moccoli a iosa perché il gestore paccheddi per motivi sconosciuti si rifiutava di installare un pacchetto, per installare dei software mi chiedeva di rimuovere system-base (senza installare poi altro), se invece le varie dipendenze le risolvevo installando a mano non me le trovava -.-' spero abbiano risolto, di solito mi capitava con giochi o programmi audio
      • Pallepiene scrive:
        Re: Linux un passo avanti. Sempre.
        forse perché non hai la minima idea di quello che stai facendo?
        • FDG scrive:
          Re: Linux un passo avanti. Sempre.
          - Scritto da: Pallepiene
          forse perché non hai la minima idea di quello che
          stai facendo?"con pochi comandi da terminale o con pochi click da GUI"C.V.D. :D
        • Jacopo Monegato scrive:
          Re: Linux un passo avanti. Sempre.
          già, in quel caso ero l'utente proveniente dal mondo windows, purtroppo
          • zuzzurro scrive:
            Re: Linux un passo avanti. Sempre.
            Ma perchè arrendersi subito?
          • pippo scrive:
            Re: Linux un passo avanti. Sempre.
            Perché sbattersi ? Il 99% degli utenti "normali" si arrendono ancora prima. Da qui il sucXXXXX planetario di Linux desktop.
      • vuoto scrive:
        Re: Linux un passo avanti. Sempre.
        Su debian i problemi con i pacchetti sono rari. Con le versioni unstable, che sono in continuo aggiornamento, e' il caso di esplorare tutte le ipotesi che il gestore pacchetti propone, spesso la prima e' troppo conservativa.
      • lellykelly scrive:
        Re: Linux un passo avanti. Sempre.
        no!! non è linus che è ostico e non è user-friendly. no! sei tu che non sei degno di usarlo! e non vogliamo che parli male della nostra ragazza, smettila!!
      • Funz scrive:
        Re: Linux un passo avanti. Sempre.
        - Scritto da: Jacopo Monegato
        ammetto di non aver provato negli ultimi 6-8 mesi
        ma mi capitava di eviscerare moccoli a iosa
        perché il gestore paccheddi per motivi
        sconosciuti si rifiutava di installare un
        pacchetto, per installare dei software mi
        chiedeva di rimuovere system-base (senza
        installare poi altro), se invece le varie
        dipendenze le risolvevo installando a mano non me
        le trovava -.-' spero abbiano risolto, di solito
        mi capitava con giochi o programmi
        audioMa non è che provavi a fare come su Windows: scarichi il pacchetto dal sito e ci clicchi sopra? Certo che così rischi di tirarti dietro i problemi delle dipendenze.Su Linux è enormemente più semplice usare il gestore dei pacchetti integrato con la distribuzione, che si occupa di tutto. Almeno, su Ubuntu non mi è mai capitato di avere problemi simili.
    • pippo scrive:
      Re: Linux un passo avanti. Sempre.
      Ecco perché sta spopolando in tutte le case del mondo (rotfl)
      • lellykelly scrive:
        Re: Linux un passo avanti. Sempre.
        ma infatti... perfino windows (xp) è più semplice da gestire quando tutto va bene.
        • Il Profeta scrive:
          Re: Linux un passo avanti. Sempre.
          - Scritto da: lellykelly
          windows (xp) è più semplice
          da gestire quando tutto va
          bene. Ovvero mai.
    • lellykelly scrive:
      Re: Linux un passo avanti. Sempre.
      eh, voglio skype. ok. ah ma devo aggiungere un repository. ok. come si fa? google. ok. fatto. ah, ma io sono un akker che uso linux, in tv hanno detto tor. beeeellloooo. eh ma non c'è. vidalia? una cipolla? eh? bo. e adesso? cheppalle... su mac lo cerchi e in 2 minuti funziona qua su linus dopo mezz'ora non va ancora mi da errori, le porte ufff....e il terminale, uff e scrivi e copia e incolla e qua o non va e manca una cosa e installala... ah ma di qua ho un dmg... lo apro, copio il programma e, cribbio, funziona!!
      • pippo scrive:
        Re: Linux un passo avanti. Sempre.
        Basta poco , "checcevo'"? :D
      • Il Profeta scrive:
        Re: Linux un passo avanti. Sempre.
        Spera solo che con OSX Lion, Steve Jobs non ti imponga di installare solo ed esclusivamente tramite il Mac Apple Store, se no poi installi solo quello che vuole lui ;)
        • Il Profeta scrive:
          Re: Linux un passo avanti. Sempre.
          Ad esempio potresti non poter più usare VLC (http://punto-informatico.it/3067116/PI/News/vlc-cacciata-app-store.aspx)... beh c'è ancora MPlayer, ma chissà se Apple non decide bannare pure lui? :D
          • lellykelly scrive:
            Re: Linux un passo avanti. Sempre.
            quello era per l'ipad. comunque se avverrà come dici te vedrai che non tutti faranno quello che vuole "lui". ricordati degli utenti mac di vecchia data, una volta traditi del tutto si faranno sentire...
    • ruppolo scrive:
      Re: Linux un passo avanti. Sempre.
      Esattamente il contrario, chi usa software closed non deve fronteggiare inconvenienti, che deve invece affrontare chi usa software open. Non è un segreto ed è PIÙ che logico.
      • strattolo scrive:
        Re: Linux un passo avanti. Sempre.
        ehhhhhhhh????????? perché allora?http://opensource.apple.com/ruppolo sei sempre il numero 1!
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Linux un passo avanti. Sempre.

        Esattamente il contrario, chi usa software closed
        non deve fronteggiare inconvenienti, che deve
        invece affrontare chi usa software open. Non è un
        segreto ed è PIÙ che
        logico.E windows, allora? L'utente windows non deve fronteggiare inconvenienti, forse? E windows non mi sembra affatto open.EPIC FAIL, ruppolo!
        • Steve Robinson Hakkabee scrive:
          Re: Linux un passo avanti. Sempre.
          e il bello è che usa un browser e un SO opensource...
          • pippo scrive:
            Re: Linux un passo avanti. Sempre.
            E che fine fa allora il "giardinetto Apple" , la chiusura Apple o , c'é chi lo dice, la dittatura di Jobs.Insomma ragazzi decidetevi , OSX é Open o Closed ? Oppure, piu' credibile, spostate l'asticella open/closed a dipendenza del prodotto e del soggetto del contendere cosí che possiate essere sempre dalla parte ragione ?Dopo avervi letto devo andare a ritroso a ricercare la mia braccia :o
  • uno qualsiasi scrive:
    Ruppolo, dove sei?
    Avevi scritto che appstore non era mai stato craccato:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3064069&m=3066027#p3066027http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3064069&m=3064679#p3064679http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3064069&m=3064682#p3064682Non è che porti sfiga? ;-)
    • FinalCut scrive:
      Re: Ruppolo, dove sei?
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Avevi scritto che appstore non era mai stato
      craccato:

      http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3064069&m=306
      http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3064069&m=306
      http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3064069&m=306

      Non è che porti sfiga? ;-)Tecnicamente non hanno crackato AppStore:http://www.macitynet.it/macity/articolo/Mac-App-Store-e-la-pirateria-del-copia-e-incolla/aA48438 come avviene similmente su iPhone e iPad, ogni volta che un software viene scaricato dovrebbe eseguire la verifica della ricevuta d'acquisto e confrontarla con l'UUID della macchina, in modo da assicurarsi che si tratti della stessa in possesso dell'utente originale. Purtroppo, nonostante Apple abbia indicato questa procedure nelle proprie linee guida consigliate, non tutti gli sviluppatori sembrano averla implementata, pubblicando su Mac App Store una serie di software tranquillamente piratabili: basta scaricare la versione completa da un sito di terze-parti e sostituire il file riguardante la licenza con uno già presente sul proprio computer, ottenuto scaricando prima un'applicazione gratuita. Sono gli sviluppatori che non hanno implementato il DRM secondo le linee guida di Apple.(apple)(linux)
      • fabio scrive:
        Re: Ruppolo, dove sei?
        infatti! era meglio che non si sapeva :Dmeno sbattimento di dover scaricare il sw, poi il crack e poi il serial number, così era tutto più semplice :D :D
      • lordream scrive:
        Re: Ruppolo, dove sei?
        http://gizmodo.com/5727080/mac-app-store-cracked-for-piracyera giusto per rivederti applecorinato sai.. hahahaha
        • Ciuciachi scrive:
          Re: Ruppolo, dove sei?
          - Scritto da: lordream
          http://gizmodo.com/5727080/mac-app-store-cracked-f

          era giusto per rivederti applecorinato sai..
          hahahahaBravo, hai scritto appecorinato per la centesima volta e hai vinto la bambolina col pinguino!Sei un esperto in appecorinate, hai imparato nel tuo ovile sardo?
          • lordream scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: Ciuciachi
            - Scritto da: lordream


            http://gizmodo.com/5727080/mac-app-store-cracked-f



            era giusto per rivederti applecorinato sai..

            hahahaha

            Bravo, hai scritto appecorinato per la centesima
            volta e hai vinto la bambolina col
            pinguino!
            Sei un esperto in appecorinate, hai imparato nel
            tuo ovile
            sardo?guardo nel recinto apple.. comunque ho amici che hanno dei montoni se ti interessa
          • Ciuciachi scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: lordream
            guardo nel recinto apple.. comunque ho amici che
            hanno dei montoni se ti
            interessaA me no ma sicuramente interessano alla tua croce.
          • Pallepiene scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            Sei un nuovo schiavo della mela o sei uno vecchio con un nuovo nome?
          • Ciuciachi scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            Sei un nuovo schiavo della mela o sei uno vecchio con un nuovo nome?
        • fabio scrive:
          Re: Ruppolo, dove sei?
          ah! Estiqaatsi, pensa che pecora è gran bel animale.(cit. 610 radio2, lillo&greg)
    • francoecicc io scrive:
      Re: Ruppolo, dove sei?
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Avevi scritto che appstore non era mai stato
      craccato:Difatti NON è stato craccato.Leggi l'articolo, non affrettarti a fare brutte figure.
      • lordream scrive:
        Re: Ruppolo, dove sei?
        http://gizmodo.com/5727080/mac-app-store-cracked-for-piracy
        • francoecicc io scrive:
          Re: Ruppolo, dove sei?
          Interessante.Praticamente, uno ha scritto di aver craccato il Mac App Store, e ha anche dato un nome al crack MA non è interessato a rilasciarlo, quindi IN REALTÀ nessuno lo ha potuto provare.Davvero interessante.
          • lordream scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: francoecicc io
            Interessante.

            Praticamente, uno quell'"uno" come lo chiami non è ruppolo.. ne finalcut.. e non ha la skill media degli applefan.. quell'uno appartiene ad una crew che non è certo composta di newbies.. o non stai capendo bene il problema o cerchi di minimizzare in difesa della apple..ha scritto di aver craccato il
            Mac App Store, e ha anche dato un nome al crack
            MA non è interessato a rilasciarlomi sa che NON hai letto bene.. ha scritto che non intende rilasciarlo in questo momento per evitare di dare problemi a sviluppatori in un momento di lancio dello store.. quando lo store sarà avviato rilascerà in crack.. si chiama etica.. ma lo hai letto almeno?, quindi IN
            REALTÀ nessuno lo ha potuto
            provare.

            Davvero interessante.sigh.. un altro applefan.. ma che fate scappate da macity per far notare la skill superba degli ipeople qui su PI?
          • francoecicc io scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: lordream
            - Scritto da: francoecicc io

            Interessante.



            Praticamente, uno

            quell'"uno" come lo chiami non è ruppolo.. ne
            finalcut.. e non ha la skill media degli
            applefan.. quell'uno appartiene ad una crew che
            non è certo composta di newbies.. o non stai
            capendo bene il problema o cerchi di minimizzare
            in difesa della
            apple..Ma tu lo conosci e l'hai visto scrivere o dare quelle dichiarazioni?

            ha scritto di aver craccato il

            Mac App Store, e ha anche dato un nome al crack

            MA non è interessato a rilasciarlo

            mi sa che NON hai letto bene.. ha scritto che non
            intende rilasciarlo in questo momento per evitare
            di dare problemi a sviluppatori in un momento di
            lancio dello store.. quando lo store sarà avviato
            rilascerà in crack.. si chiama etica.. ma lo hai
            letto
            almeno?Giusto.Scusami.È una persona di grande etica, non lo avevo capito.Nel caso esista questo crack, sicuramente non darà problemi agli sviluppatori quando la gran parte avrà pubblicato nel Mac App Store e lui rilascerà il crack, permettendo a tutti di scaricare liberamente.Non l'avevo capito.La cosa mi stupisce poiché l'iTunes Store non è stato mai craccato e mi chiedo allora come mai sia craccabile questo.

            , quindi IN

            REALTÀ nessuno lo ha potuto

            provare.



            Davvero interessante.

            sigh.. un altro applefan.. ma che fate scappate
            da macity per far notare la skill superba degli
            ipeople qui su
            PI?Un altro Applefan?Mi sembra che quello che da per scontato sia vero una notizia senza prove sei tu.In ogni modo, col tuo discorso ti stai facendo autogol.Per caso non hai mai scritto che con questo store, o in generale Apple decida cosa uno può installare nel proprio Mac, togliendo di fatto libertà?Adesso mi sembra che Apple abbia creato un sistema facilmente crackabile che permetta proprio il contrario, e tu lo critichi?Critichi o deridi Apple che avrebbe fatto un sistema facilmente crackabile e allo stesso tempo chiami etico il rilasciare una crack quando lo store sarà pieno di programmi da crackare?Deciditi.Secondo logica, o dovresti ringraziare Apple per ciò che ha combinato, o dovresti contrariati per ciò che combina "quell'uno che non ha la skill media degli applefan".
          • FDG scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: francoecicc io
            La cosa mi stupisce poiché l'iTunes Store non è
            stato mai craccato e mi chiedo allora come mai
            sia craccabile questo.Ma di fatto il crack, se c'è, è sulle applicazioni installate, non sullo Store. Quindi... grazie al xazzo!
          • francoecicc io scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: francoecicc io


            La cosa mi stupisce poiché l'iTunes Store non è

            stato mai craccato e mi chiedo allora come mai

            sia craccabile questo.

            Ma di fatto il crack, se c'è, è sulle
            applicazioni installate, non sullo Store.
            Quindi... grazie al
            xazzo!Si parla di questo fantomatico crack che permetterà il download aggratis dal MAS.
          • FDG scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: francoecicc io

            Ma di fatto il crack, se c'è, è sulle

            applicazioni installate, non sullo Store.

            Quindi... grazie al

            xazzo!

            Si parla di questo fantomatico crack che
            permetterà il download aggratis dal
            MAS.Secondo me sono fantasie.Tra l'altro, se fosse vero, tutto lo Store sarebbe craccato, mica solo quello delle App per mac.
          • francoecicc io scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            È quello che, appunto, sto dicendo.Mah, vedremo quando uscirà tale crack.
          • FDG scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: francoecicc io
            È quello che, appunto, sto dicendo.

            Mah, vedremo quando uscirà tale crack.Secondo me è un crack per le applicazioni scaricate. Ma questo è prevedibile. Ci sono sempre stati e sempre ci saranno.
          • lordream scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: francoecicc io
            - Scritto da: lordream

            - Scritto da: francoecicc io


            Interessante.





            Praticamente, uno



            quell'"uno" come lo chiami non è ruppolo.. ne

            finalcut.. e non ha la skill media degli

            applefan.. quell'uno appartiene ad una crew che

            non è certo composta di newbies.. o non stai

            capendo bene il problema o cerchi di minimizzare

            in difesa della

            apple..

            Ma tu lo conosci e l'hai visto scrivere o dare
            quelle
            dichiarazioni?non lo conosco personalmente.. al massimo ci ho chattato qualche volta.. conosco bene la crew e conosco personalmente alcuni membri incontrati tempo fa alle javaconferencela cosa ti disturba?




            ha scritto di aver craccato il


            Mac App Store, e ha anche dato un nome al
            crack


            MA non è interessato a rilasciarlo



            mi sa che NON hai letto bene.. ha scritto che
            non

            intende rilasciarlo in questo momento per
            evitare

            di dare problemi a sviluppatori in un momento di

            lancio dello store.. quando lo store sarà
            avviato

            rilascerà in crack.. si chiama etica.. ma lo hai

            letto

            almeno?

            Giusto.

            Scusami.

            È una persona di grande etica, non lo avevo
            capito.

            Nel caso esista questo crack, sicuramente non
            darà problemi agli sviluppatori quando la
            gran parte avrà pubblicato nel Mac App Store e
            lui rilascerà il crack, permettendo a tutti di
            scaricare
            liberamente.lol.. continuo a dire che non hai letto l'articolo o non sai leggere l'inglese

            Non l'avevo capito.sei un applefan è normale

            La cosa mi stupisce poiché l'iTunes Store non è
            stato mai craccato e mi chiedo allora come mai
            sia craccabile
            questo.certo come no itunes non è mai stato crackato.. e non è mai stato usato per scaricare gratis la musica e non è mai stato usato per svuotare carte di credito e non è mai stato usato come testa di ponte per installare sul sistema programmi malware.. e magari apple ti ha anche detto che osx è un sistema sicuro




            , quindi IN


            REALTÀ nessuno lo ha potuto


            provare.





            Davvero interessante.



            sigh.. un altro applefan.. ma che fate scappate

            da macity per far notare la skill superba degli

            ipeople qui su

            PI?

            Un altro Applefan?

            Mi sembra che quello che da per scontato sia vero
            una notizia senza prove sei
            tu.vabbè lascia perdere tanto non vuoi capire

            In ogni modo, col tuo discorso ti stai facendo
            autogol.non mi piace il calcio

            Per caso non hai mai scritto che con questo
            store, o in generale Apple decida cosa uno può
            installare nel proprio Mac, togliendo di fatto
            libertà?non ancora e non con questa versione dello store.. aspetta almeno un paio d'anni perchè questo avvenga.. al momento sta fondendo osx in ios

            Adesso mi sembra che Apple abbia creato un
            sistema facilmente crackabile che permetta
            proprio il contrario, e tu lo
            critichi?ti sembra o è cosi?.. non sai deciderti neanche avendone l'evidenza?.. io non sono mai contento di un sistema facilmente crackabile.. significa che tanti anni passati a cercare di rendere sicuri software e sistemi operativi non sono serviti in casa apple e cio significa altro tempo perso inutilmente

            Critichi o deridi Apple che avrebbe fatto un
            sistema facilmente crackabile e allo stesso tempo
            chiami etico il rilasciare una crack quando lo
            store sarà pieno di programmi da
            crackare?critico E derido apple per la sicurezza dei propri sistemi.. rilasciare un crack è una cosa normale e risulta etica quando il crack viene avvertito tempo prima per far si che chi puo scrivere la patch lo faccia.. in apple il bugfix ha tempi geologici e sicuramente arriverà prima il crack della patch

            Deciditi.

            Secondo logica, o dovresti ringraziare Apple per
            ciò che ha combinato, o dovresti contrariati per
            ciò che combina "quell'uno che non ha la skill
            media degli
            applefan".
          • francoecicc io scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            Sei più falso di te stesso.
          • FinalCut scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: lordream
            non lo conosco personalmente.. al massimo ci ho
            chattato qualche volta.. conosco bene la crew e
            conosco personalmente alcuni membri incontrati
            tempo fa alle
            javaconference
            la cosa ti disturba?se...se...se.... tu conosci sempre un sacco di gente.... come quella volta che asserivi di essere in contatto con l'IED e poi sei sparito quando ho detto che se volevi ti presentavo la direttrice dell'IED di Roma che è una mia cara amica...dai su... che sei un pallonaro lo sappiamo tutti qui dentro quindi evita di millantare conoscenza che non hai perché aggiungi ridicolo al grottesco....Comunque io aspetto sempre che tu mi risponda con un software che faccia tutto quello che fa ARD qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3066054&m=3066467#p3066467Così ti rendi ridicolo per l'ennesima volta..(apple)(linux)
          • francoecicc io scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            Anche tu hai studiato all'IED?
          • FinalCut scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: francoecicc io
            Anche tu hai studiato all'IED?No, mi ci hanno chiamato come ospite per fare dei workshop agli studenti e portare qualche case study reale e di sucXXXXX.(apple)(linux)
          • Ciuciachi scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: lordream
            quell'"uno" come lo chiami non è ruppolo.. ne
            finalcut.. e non ha la skill media degli
            applefan.. quell'uno appartiene ad una crew che
            non è certo composta di newbies.. o non stai
            sigh.. un altro applefan.. ma che fate scappate
            da macity per far notare la skill superba degli
            ipeople qui su
            PI?Puoi anche scrivere le tue XXXXXXXte in italiano, sembri Nando Moriconi.Le tue tre parole d'inglese non impressionano nessuno, sei conosciuto.
          • lordream scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: Ciuciachi
            - Scritto da: lordream

            quell'"uno" come lo chiami non è ruppolo.. ne

            finalcut.. e non ha la skill media degli

            applefan.. quell'uno appartiene ad una crew che

            non è certo composta di newbies.. o non stai


            sigh.. un altro applefan.. ma che fate scappate

            da macity per far notare la skill superba degli

            ipeople qui su

            PI?

            Puoi anche scrivere le tue XXXXXXXte in italiano,
            sembri Nando
            Moriconi.
            Le tue tre parole d'inglese non impressionano
            nessuno, sei
            conosciuto.azz.. devi proprio essere messo molto male se pensi che le parole skill crew e newbies debbano impressionare qualcuno su un forum di informatica.. capisco che sui forum apple non vengano usate ma servono per velocizzare e rendere il discorso piu attinente.. sai anche la parola attinente adesso non è stata usata per impressionare.. solo una domanda.. chi è Nando Moriconi
          • Ciuciachi scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: lordream
            impressionare.. solo una domanda.. chi è Nando
            MoriconiHai già l'endotelio danneggiato.Ti sei dimenticato che sta sul tuo blog?http://cazzaronero.splinder.com/tag/nando+moriconi
          • Padellas scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: lordream
            impressionare.. solo una domanda.. chi è Nando
            MoriconiAuanaganahttp://www.youtube.com/watch?v=MV8AdNNQYrw
          • FinalCut scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: lordream
            solo una domanda.. chi è Nando
            Moriconi Sorvoliamo sulla tua triste infanzia se non lo conosci....ma un ana-lista che non sa nemmeno usare Google...http://www.google.it/#hl=it&biw=1168&bih=526&q=nando+mericoni(apple)(linux)
          • francoecicc io scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            Strike-out! :D
          • kinder scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            Ma sei proprio un C O G L I O N E :(
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            in realtà lordream è[img]http://arietone.files.wordpress.com/2007/02/cracker.jpg[/img]
          • lordream scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: Jacopo Monegato
            in realtà lordream è

            [img]http://arietone.files.wordpress.com/2007/02/cmai stato.. mentre voi siete http://t1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcSNV6BpB_RiLTbf6AGi73ul8I5e3ck4kOnflknia3PAOJXMwiSzXg
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            [img]http://bit.ly/fxRTJL[/img] [img]http://bit.ly/dRADB3[/img]
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            andiamo su 4chan valà xD
          • Ciuciachi scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            - Scritto da: kinder
            Ma sei proprio un C O G L I O N E :(Spiegati meglio, non essere così vago... (rotfl)(rotfl)
          • Ciuccellone scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            Ma parli solo per fare cattiva figura?
          • Ciuccellone scrive:
            Re: Ruppolo, dove sei?
            Very very coglion
  • francoecicc io scrive:
    Alla TG5
    Claudio Tamburrino prima parla di problemi di alcuni software, poi conclude dicendo: "Non si tratta, per altro, dell'unico problema per il nuovo store di Cupertino".Mah.Come il servizio del TG5 su Wikipedia che in sostanza sostiene: "Wikipedia è modificabile da tutti ma non consente la modifica degli articoli".
    • fabio scrive:
      Re: Alla TG5
      hahah...geniali al tg5
      • francoecicc io scrive:
        Re: Alla TG5
        L'hai visto il servizio?[yt]RygPOmuTBc0[/yt]
        • francoecicc io scrive:
          Re: Alla TG5
          Per inciso, ascolta al minuto 0:38"Con l'avvento di Internèt" (rotfl)D'altronde, il suo capo dice "Gogòl" (rotfl)
          • Kazachev scrive:
            Re: Alla TG5
            - Scritto da: francoecicc io
            Per inciso, ascolta al minuto 0:38

            "Con l'avvento di Internèt" (rotfl)Ah, perché tu invece metti l'accento (si fa per dire) sulla i?http://www.merriam-webster.com/dictionary/internetin-ter-net, non inter-net. C'è pure l'audio, per ipocapenti non audiolesi.
          • francoecicc io scrive:
            Re: Alla TG5
            - Scritto da: Kazachev
            - Scritto da: francoecicc io

            Per inciso, ascolta al minuto 0:38



            "Con l'avvento di Internèt" (rotfl)

            Ah, perché tu invece metti l'accento (si fa per
            dire) sulla
            i?

            http://www.merriam-webster.com/dictionary/internet

            in-ter-net, non inter-net. C'è pure l'audio, per
            ipocapenti non
            audiolesi.Essendo una parola anglofona, l'accento fonico va sulla I.Vorrei ricordarti che l'ortografia inglese non prevede l'accento grafo.Se tu fossi in grado di leggere i caratteri fonetici, vedresti un apostrofo prima della i, a indicare l'inspirare al momento della pronuncia.Se poi tu ascoltassi anche l'audio, sentiresti che l'accento va sulla i.Insomma, se tu sei ignorante (malattia ben peggiore di qualsiasi handicap), questo è problema tuo.
          • fabio scrive:
            Re: Alla TG5
            si lo avevo già visto, spassoso!
          • Finalmente un commento sensato scrive:
            Re: Alla TG5
            - Scritto da: francoecicc io
            Per inciso, ascolta al minuto 0:38

            "Con l'avvento di Internèt" (rotfl)Ma siamo sicuri che certe cose non le dicano apposta per sfregio, per insulto, per far finta di minimizzare la portata di Internet? Perché è davvero inconcepibile che nel 2011 un giornalista non sappia pronunciare Internet correttamente. Non è possibile. Anche le massaie 80enni lo sanno pronunciare correttamente.E badate che non sto scherzando. Il dubbio viene davvero.
          • francoecicc io scrive:
            Re: Alla TG5
            - Scritto da: Finalmente un commento sensato
            - Scritto da: francoecicc io

            Per inciso, ascolta al minuto 0:38



            "Con l'avvento di Internèt" (rotfl)

            Ma siamo sicuri che certe cose non le dicano
            apposta per sfregio, per insulto, per far finta
            di minimizzare la portata di Internet? Perché è
            davvero inconcepibile che nel 2011 un giornalista
            non sappia pronunciare Internet correttamente.
            Non è possibile. Anche le massaie 80enni lo sanno
            pronunciare
            correttamente.

            E badate che non sto scherzando. Il dubbio viene
            davvero.Secondo me non c'è dubbio.Schernire fa parte della disinformazione.
    • lordream scrive:
      Re: Alla TG5
      è che non volevano essere troppo cattivi con apple sopratutto il fine setimana altrimenti ce ne sarebbero state di cose da dire.. si sa che PI si è ben app(l)ecorinata per fortuna tamburrino rimane piu obbiettivo di molti pennivendoli fedeli della mela
      • fabio scrive:
        Re: Alla TG5
        si infatti il tg5, nota trasmissione obiettiva
      • francoecicc io scrive:
        Re: Alla TG5
        In realtà non vedo cosa ci sia di peggio da dire al Mac App Store.La prima cosa che si avrà è il vantaggio di prezzi più bassi.Oppure sbaglio.Scommettiamo che tra poco Microsoft si creerà uno store identico?
        • lordream scrive:
          Re: Alla TG5
          - Scritto da: francoecicc io
          In realtà non vedo cosa ci sia di peggio da dire
          al Mac App
          Store.che se assicurera la sicurezza degli utenti come succede adesso su ios la cosa diventerà molto brutta ad esempio.. e magari come farà a garantire che i programmi inseriti non siano pericolosi se già su ios che si presume blindato e le app controllate riescono a far circolare i dati degli utenti come nulla fosse.. e magari anche come garantire la sicurezza degli accounts vista la compravendita degli stessi su internet.. in queste ore taobao ne vende qualche decina di migliaia

          La prima cosa che si avrà è il vantaggio di
          prezzi più
          bassi.

          Oppure sbaglio.
          o magari software che prima trovavi gratis adesso che ci sta lo store diventa magicamente a pagamento ne ho gia trovati alcuni
          Scommettiamo che tra poco Microsoft si creerà uno
          store
          identico?già lo fece e falli nmiseramente.. lo strano è come lo store apple abbia l'interfaccia uguale a quello di ubuntu
          • francoecicc io scrive:
            Re: Alla TG5
            - Scritto da: lordream
            che se assicurera la sicurezza degli utenti come
            succede adesso su ios la cosa diventerà molto
            brutta ad esempio.. e magari come farà a
            garantire che i programmi inseriti non siano
            pericolosi se già su ios che si presume blindato
            e le app controllate riescono a far circolare i
            dati degli utenti come nulla fosse.. e magari
            anche come garantire la sicurezza degli accounts
            vista la compravendita degli stessi su internet..
            in queste ore taobao ne vende qualche decina di
            migliaia
            Giusto.Ma chi ti assicura le stesse cose che chiedi quando usi un programma comprato in un negozio?



            La prima cosa che si avrà è il vantaggio di

            prezzi più

            bassi.



            Oppure sbaglio.



            o magari software che prima trovavi gratis adesso
            che ci sta lo store diventa magicamente a
            pagamento ne ho gia trovati
            alcuni
            O magari.Quindi non neghi la mia teoria.Comunque, un esempio di quel che asserisci?

            Scommettiamo che tra poco Microsoft si creerà
            uno

            store

            identico?

            già lo fece e falli nmiseramente.. lo strano è
            come lo store apple abbia l'interfaccia uguale a
            quello di
            ubuntuSarà mica il contrario?Ubuntu è la distro di Linux che ha ripreso dall'ergonomia e dalla GUI di Mac OS X, e tu vieni adesso a dire che il MAS si assomiglia a Ubuntu?Vabbe', buonanotte.
          • francoecicc io scrive:
            Re: Alla TG5
            Attendo l'esempio dei programmi che costano di più.Per inciso, come avrai fatto a trovarli... (newbie)
          • frank681 scrive:
            Re: Alla TG5
            semplice, le spara a caso!
          • francoecicc io scrive:
            Re: Alla TG5
            - Scritto da: frank681
            semplice, le spara!Fixed ;)
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: Alla TG5
            se tu devi pagare per tenerli sullo store (una tantum è giusta... loro forniscono host, banda e pubblicità per un mucchio di persone... troppe per fare beneficenza temo) un minimo farai pagare chi le compra se lo vuoi, giustissimo
          • FDG scrive:
            Re: Alla TG5
            - Scritto da: lordream
            che se assicurera la sicurezza degli utenti come
            succede adesso su ios la cosa diventerà molto
            brutta ad esempio.. e magari come farà a
            garantire che i programmi inseriti non siano
            pericolosi se già su ios che si presume blindato
            e le app controllate riescono a far circolare i
            dati degli utenti come nulla fosse...A parte che la cosa la stai assicurando solo tu, ma secondo te ora è meglio?L'unica cosa che mi aspetto che sia una fonte di software a portata di tutti e con un minimo di controllo. Una cosa diversa da quando scarico il software in giro e quando entro nel sito di una software house mi chiedo "e questi chi sono?".
            e magari
            anche come garantire la sicurezza degli accounts
            vista la compravendita degli stessi su internet..
            in queste ore taobao ne vende qualche decina di
            migliaia"Since that time the iTunes security policy has improved, requiring more complex passwords in addition to increasing the frequency of credit card confirmations."http://www.cbc.ca/technology/story/2011/01/07/hacked-itunes-accounts-sale-china.html#ixzz1ARag1H3iSinceramente, non vedo perché mi dovrei preoccupare se fottono gli account agli utenti che usano come password "pippo12".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 12.57-----------------------------------------------------------
        • Francesco_Holy87 scrive:
          Re: Alla TG5
          Beh, già da molto tempo è in circolazione la roadmap di Windows 8 che includerà un app store con repository
          • francoecicc io scrive:
            Re: Alla TG5
            Non lo sapevo.Ma giusto per chiarire: Microsoft tende sempre ad "anticipare" le idee, di come sarà il futuro, di questo e quell'altro, ma alla fine è l'ultima ad arrivare o, come altre volte, le idee rimangono tali.Un marketing alla Minority Report.
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: Alla TG5
            Diciamo che non vuole "rischiare" per innovarsi, è un difetto risaputo. Però anche se in questo modo non rischia di fare cattivi investimenti, dall'altro canto è sempre un passo indietro rispetto agli altri nell'innovazione.
        • Anonymous scrive:
          Re: Alla TG5

          Scommettiamo che tra poco Microsoft si creerà uno
          store
          identico?Parli del Windows Store di Win8? E' già nel calderone, ma tutto sto Cloud che c'han ficcato dentro, tanto per svenare la gente, si ritocerà contro di loro.Anche il MacOSX 10.7, da quel che ho visto, non sarà niente di che. Tutta grafica per i babbioni, in stile iPad/iOS.
          • francoecicc io scrive:
            Re: Alla TG5
            - Scritto da: Anonymous

            Scommettiamo che tra poco Microsoft si creerà
            uno

            store

            identico?

            Parli del Windows Store di Win8? E' già nel
            calderone, ma tutto sto Cloud che c'han ficcato
            dentro, tanto per svenare la gente, si ritocerà
            contro di
            loro.
            CVD
            Anche il MacOSX 10.7, da quel che ho visto, non
            sarà niente di che. Tutta grafica per i babbioni,
            in stile
            iPad/iOS.E chi ha parlato del 10.7?E secondo te Apple si mette a pubblicizzare cosa ci sarà di più? O te lo viene a dire a te?E perché te la prendi con tutta sta "grafica per babbioni" (?), se poi Ubuntu, Windows, Chrome OS e Android riprendono da Mac OS X e iOS?Se vuoi tornare a UNIX puro, o al DOS, o anzi al CP/M, accomodati pure.
        • FDG scrive:
          Re: Alla TG5
          - Scritto da: francoecicc io
          Scommettiamo che tra poco Microsoft si creerà uno
          store identico?Tra poco = almeno tre anni (rotfl)
  • Sgabbio scrive:
    ho visto il mac app store
    A parte la scarsità di software iniziale e che le uniche applicazioni di richiamo sono per ora quelle di ilife 11.Mio fratello si è comprato questi tre applicativi, spendendo tipo 11 euro l'uno. Mi sorge un dubbio, quando costa il DVD di ilife 11 ?Sul sito della apple store sta a 48.99 circa se non erro.
    • FDG scrive:
      Re: ho visto il mac app store
      - Scritto da: Sgabbio
      A parte la scarsità di software iniziale e che le
      uniche applicazioni di richiamo sono per ora
      quelle di ilife 11.Mah, io ho scoperto Alfred. TextWrangler mi era ben noto, come Evernote, KidPix, Pixelmator, Comic Life...Ci sono diverse App portate da iOS, la maggior parte delle quali sembrano un po' "poverelle" su OSX. Ma costano anche come le versioni iOS.Ancora è presto.
    • kiolp scrive:
      Re: ho visto il mac app store
      iLife costa 79 euro in scatola. Su MAS costa 48 in totale ma con la possibilità di prendere i tre pacchetti.Comunque anche Aperture che nella versione in scatola costerebbe 199, su MAS costa 62 euro.Io da ex win user scettico verso Apple accolgo questa notizia con positività perché credo sia un modo per spingere anche altre compagnie a far calare il costo del software a fronte di una distribuzione maggiore e più snella. Vendere di più a meno prezzo = più guadagni reali.Benvenuto Mac AppStore.
      • Sgabbio scrive:
        Re: ho visto il mac app store
        A parte che nello stesso apple store lo scatolato costa 49 euro tondi tondihttp://store.apple.com/it/product/MC623T/A/iLife-11?afid=p219%7CGOIT&cid=OAS-IT-KWG-GO_IT_Software-ITNotoriamente la apple a sempre cercato di far vendere a meno i suoi software, basti pensare al costo di Snow leopard, di 29 euro !Comunque sono molto scettico su questo store, visti i limiti che impone, almeno hanno deciso di non far pagare la permanenza dello store a chi fa app gratuite...mi sembra una cosa al quanto intelligente...
        • MeX scrive:
          Re: ho visto il mac app store
          - Scritto da: Sgabbio
          A parte che nello stesso apple store lo scatolato
          costa 49 euro tondi
          tondi

          http://store.apple.com/it/product/MC623T/A/iLife-1
          si ma non puoi comprare solo iMovie o solo iPhoto etc...
          • Sgabbio scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Vabbè ovvio che ti tiri dietro gli altri software che sti babbioni non hanno voluto aggiornare.Comunque sinceramente preferirei aggiornare tutta la suite che prendere solo i signoli programmi, anche perchè il bello di ilife e tutta la suite.
          • MeX scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            mah... dipende, io per esempio non sono interessato al nuovo iPhoto ma mi stuzzica il nuovo iMovie
          • Sgabbio scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Bhe a me interesserebbe tutto il pacchetto, poi se non erro la stessa apple usa molto ilife per pubblicizzare come OSX sia adatto per la propria "vita digitale".
          • MeX scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            per una volta che ti lasciano scegliere e ti fanno spendere meno non ti va bene?
          • Sgabbio scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Forse, però uno solitamente è interessato a tutto ilife non solo ad un software in particolare, no ?
          • MeX scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            no... almeno questa è la mia esperienza, mi sembra una cosa carina e apprezzabile che permettano di "spezzare" una suite... come d'altronde fa l'ADOBE per esempio
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: MeX
            no... almeno questa è la mia esperienza, mi
            sembra una cosa carina e apprezzabile che
            permettano di "spezzare" una suite... come
            d'altronde fa l'ADOBE per
            esempioUh? Eri ironico o mi sono perso qualcosa? quando mai Adobe ti permetterebbe di scegliere solo alcuni software della suite in modo da farti risparmiare?Le suite costano intorno ai 2.000 e contengono generalmente 5 software importanti, (Illustrator, Photoshop, InDesign, Flash, Acrobat Pro, Dreamweaver) ogni software venduto singolarmente costa intorno agli 800 .Quindi ottieni un vero risparmio apprezzabile SOLO se ti serve 1 solo software perché già con due 800+800= 1.600 inizia a convenire la suite completa...Ladri che non sono altro...(apple)(linux)
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Sgabbio
            Vabbè ovvio che ti tiri dietro gli altri software
            che sti babbioni non hanno voluto
            aggiornare.

            Comunque sinceramente preferirei aggiornare tutta
            la suite che prendere solo i signoli programmi,
            anche perchè il bello di ilife e tutta la
            suite.Si, ma se usi Aperture perché la tua macchinetta consumer oramai supporta i RAW puoi essere interessato a prendere solo iMovie dato che Aperture ha lo stesso identico grado di interazione a tutti i livelli di iPhoto (e molto di più).(apple)(linux)
          • Sgabbio scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Ma aperture se non erro è un software professionale :D
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Sgabbio
            Ma aperture se non erro è un software
            professionale
            :DDefiniamo "professionale", cosa significa per un software?Professionale sono i risultati che genera, il prezzo (fino a ieri) e i tool a disposizione.L'interfaccia utente non può essere professionale o amatoriale, al massimo è ben fatta e semplice oppure ben fatta e complessa oppure ancora fatta male e confusionaria.L'interfaccia di Aperture è estremamente simile per concetti ad iPhoto e ti posso garantire che conoscendo iPhoto in mezz'ora padroneggi Aperture.Certo questo non ti rende un professionista, non userai Aperture al 100%, ma farai le stesse cose che fai con iPhoto, forse qualcosa in più, ottenendo risultati decisamente migliori sulle tue foto.Da 12 a 62 sono 50 di differenza. Io personalmente lo sto consigliando ad almeno 3 amici. Ovviamente sono tutte persone che sanno capire la differenza tra un RAW ed un Jpeg altrimenti è tempo perso.(apple)(linux)
          • Sgabbio scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: FinalCut

            Definiamo "professionale", cosa significa per un
            software?

            Professionale sono i risultati che genera, il
            prezzo (fino a ieri) e i tool a
            disposizione.A dire il vero, un software "professionale" lo si definisce cosi, quando fornisce degli strumenti SPECIFICI ed avanzati pensati esclusivamente alle persone che professano un determinato mestiere a cui servono quegli strumenti Specifici avanzati.
            L'interfaccia utente non può essere professionale
            o amatoriale, al massimo è ben fatta e semplice
            oppure ben fatta e complessa oppure ancora fatta
            male e
            confusionaria.Non c'entra nulla con quel che ho detto.
            L'interfaccia di Aperture è estremamente simile
            per concetti ad iPhoto e ti posso garantire che
            conoscendo iPhoto in mezz'ora padroneggi
            Aperture.Ma non c'entra nulla con quel che ho detto.
            Certo questo non ti rende un professionista, non
            userai Aperture al 100%, ma farai le stesse cose
            che fai con iPhoto, forse qualcosa in più,
            ottenendo risultati decisamente migliori sulle
            tue
            foto.Ma sinceramente, se non sei un fotografo opti per qualcosa di gratuito, invece che reperirti un software professinale (almeno che non sei un appasionato del p2p :D)
            Da 12 a 62 sono 50 di differenza. Io
            personalmente lo sto consigliando ad almeno 3
            amici. Ovviamente sono tutte persone che sanno
            capire la differenza tra un RAW ed un Jpeg
            altrimenti è tempo
            perso.

            (apple)(linux)Bhe se è gente che fa il fotografo o ci capisce qualcosa sull'argomento, bhe ovvio...ma per la maggioranza delle persone (almeno che non vogliano imparare, sia chiaro) è al quanto superfluo un software come aperture :D
          • MeX scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: FinalCut




            Definiamo "professionale", cosa significa per un

            software?



            Professionale sono i risultati che genera, il

            prezzo (fino a ieri) e i tool a

            disposizione.

            A dire il vero, un software "professionale" lo si
            definisce cosi, quando fornisce degli strumenti
            SPECIFICI ed avanzati pensati esclusivamente alle
            persone che professano un determinato mestiere a
            cui servono quegli strumenti Specifici
            avanzati.
            infatti Aperture è un'applicazione "professionale" come Photoshop, che però viene anche usata dai tredicenni per fare i fotomontaggi da mettere su Facebook
          • Sgabbio scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Bhe se hai letto tutto il mio post, l'eventualità degli "appasionati del p2p" non l'ho mica scartate, poi considera che la maggioranza dei software apple non hanno una protezione che sia una, nemmeno il seriale! Se la mia memoria non mi fa difetto ovviamente :D
          • Ciuccellone scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Aggiorniamo anche la lingua italiana.... ;-)Tieni anche in considerazione che comprando dal MAS hai il vantaggio di comprare la licenza una sola volta e renderla sfruttabile per tutte le tue macchine. Io ho acquistato un mesetto fa iFlicks e, se avessi aspettato, avrei potuto, allo stesso prezzo, utilizzarlo sugli altri due mac.
          • Sgabbio scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Quindi ne vale la pena stare in un ricinto ? Per le licenze naziste che fanno alcuni ?
          • pippo scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Sgabbio
            Quindi ne vale la pena stare in un ricinto ? Per
            le licenze naziste che fanno alcuni
            ?Puoi anche affiancarlo ad un recinto MS o Linux, l'uno non esclude gli altri
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Ciuccellone
            Aggiorniamo anche la lingua italiana.... ;-)

            Tieni anche in considerazione che comprando dal
            MAS hai il vantaggio di comprare la licenza una
            sola volta e renderla sfruttabile per tutte le
            tue macchine. Io ho acquistato un mesetto fa
            iFlicks e, se avessi aspettato, avrei potuto,
            allo stesso prezzo, utilizzarlo sugli altri due
            mac.Che mi hai fatto scoprire!! Bellissimo aggiunge le trame, gli attori e le copertine a tutti i video!!!Grazie!(apple)(linux)
      • Steve Robinson Hakkabee scrive:
        Re: ho visto il mac app store
        si certo con il 30% di tassa della apple...
        • MeX scrive:
          Re: ho visto il mac app store
          tassa? hosting e transazioni con carta di credito?
        • FinalCut scrive:
          Re: ho visto il mac app store
          - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
          si certo con il 30% di tassa della apple...Hosting, transazione con carte di credito, abbattimento della pirateria (salvo bug), campagna marketing, sono gratis a casa tua?Senza contare che un retailer tradizionale si prende dal 40% al 60% del costo da banco...Chiaramente non sai di che stai parlando....(apple)(linux)
          • strattolo scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            macche 40... è un miracolo se si arriva al 20% di ricarico, il 40% lo pigliano i ladri come te
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: strattolo
            macche 40... è un miracolo se si arriva al 20% di
            ricarico, il 40% lo pigliano i ladri come
            teLadro ci sarai tu, non voglio insultarti per non far cancellare il post così che tutti leggano la cretinata che hai scritto.Quanto costa una licenza di Windows 7 OEM e quanto costa una versione retailer?(apple)(linux)
          • strattolo scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            le licenze OEM sono frutto di accordi con il produttore, un po come le licenze multiple degli antivirus per es. che puoi comprare a pacchetti di 10 pagandole la metà
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: strattolo
            le licenze OEM sono frutto di accordi con il
            produttore, un po come le licenze multiple degli
            antivirus per es. che puoi comprare a pacchetti
            di 10 pagandole la
            metàWindows 7 Professional costa circa 100 OEM la versione retail costa 329 circa.Se Microsoft le vende al 50%+ di sconto secondo te ci rimette? oppure toglie semplicemente la parte destinata al retailer di turno?Anzi peggio... visto che si trovano in vendita licenze OEM... significa che a quel prezzo c'è sempre qualcuno che ci guadagna sopra lo stesso.Inoltre è cosa ben risaputa che l'impero di Microsoft non si regge sulla vendita Retail ma sulle OEM quindi di sicuro Windows NON viene venduto in perdita.Comunque se trovi un link che dimostri quello che tu affermi sarò ben felice di ammettere che mi sono sbagliato.(apple)(linux)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 gennaio 2011 19.42-----------------------------------------------------------
          • FDG scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: FinalCut
            Senza contare che un retailer tradizionale si
            prende dal 40% al 60% del costo da
            banco...Ah, gia! :D
        • ruppolo scrive:
          Re: ho visto il mac app store
          - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
          si certo con il 30% di tassa della apple...30% è niente. Quando compri un paio di jeans stai pagando dal 50 al 90% al negozio che te lo vende.
          • strattolo scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            coglionata del giorno
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: strattolo
            coglionata del giornoma in che mondo vivete? ma vi guardate in giro o state sempre davanti al computer a farvi le p***e? Il ricarico è 120 % (inclusa IVA)Vale quasi per tutti i marchi. http://forum.alfemminile.com/forum/beaute2/__f91274_beaute2-Percentuale-ricarico-prezzi-dei-marchi.html(apple)(linux)
          • strattolo scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            capito niente come al solito: si stanno confrontando pere con mele!che centra il settore dell'abbigliamento con la distribuzione di SW?nulla!porelli
          • FDG scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: strattolo
            capito niente come al solito: si stanno
            confrontando pere con
            mele!
            che centra il settore dell'abbigliamento con la
            distribuzione di
            SW?
            nulla!
            porelliAmante delle sparate campate in aria: tu su che cosa ti basi?
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            [img]http://spinningbeachballofdeath.com/sbbod.gif[/img]
        • FDG scrive:
          Re: ho visto il mac app store
          - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
          si certo con il 30% di tassa della apple...Basta fare i conti. Non ti caga nessuno e guadagni x, oppure acquisisci visibilità e, per esempio, se guadagni x * 2 e devi il 30% di x * 2 ad Apple, alla fine guadagni x * 1,33. Ti conviene comunque, no? Chiaro che se non ti cambia nulla non ti conviene.Quindi, qual'è il senso del tuo commento?p.s: come hanno scritto altri, non è che poi se non vai da Apple spendi tanto meno...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 gennaio 2011 14.37-----------------------------------------------------------
      • vuoto scrive:
        Re: ho visto il mac app store
        Sono d'accordo sul fatto che l'app store, come per esempio il software distribuito in edicola, puo' facilmente far guadagnare di piu' a fronte di una riduzione di prezzo.Detto questo pero' mi terrei il piu' possibile aperti canali alternativi ad Apple per la distribuzione, visto che se vi ricordate episodi del passato recente la Apple e' abbastanza "prepotente" nei confronti di utenti, sviluppatori, fornitori.
    • FinalCut scrive:
      Re: ho visto il mac app store
      - Scritto da: Sgabbio
      A parte la scarsità di software iniziale e che le
      uniche applicazioni di richiamo sono per ora
      quelle di ilife
      11.

      Mio fratello si è comprato questi tre
      applicativi, spendendo tipo 11 euro l'uno. Mi
      sorge un dubbio, quando costa il DVD di ilife 11
      ?

      Sul sito della apple store sta a 48.99 circa se
      non erro.iLife costa di meno della versione in scatola, iWork ha lo stesso costo (se compri tutti i software però ne puoi anche comprare solo uno o due ad esempio).Aperture 3 costa addirittura un terzo rispetto alla versione in scatola: 62,99 euro invece che 199 euro.Apple Remote Desktop (Unlimited clients): 62,99 euro invece che 499 euro.Pixelmator 23 GraphicConverter 30 Le occasioni e i software buoni ci sono, poi oggi è solo il primo giorno, chi si ricorda il primo giorno di iPhone App Store?(apple)(linux)
      • lordream scrive:
        Re: ho visto il mac app store
        - Scritto da: FinalCut
        - Scritto da: Sgabbio

        A parte la scarsità di software iniziale e che
        le

        uniche applicazioni di richiamo sono per ora

        quelle di ilife

        11.



        Mio fratello si è comprato questi tre

        applicativi, spendendo tipo 11 euro l'uno. Mi

        sorge un dubbio, quando costa il DVD di ilife 11

        ?



        Sul sito della apple store sta a 48.99 circa se

        non erro.


        iLife costa di meno della versione in scatola,
        iWork ha lo stesso costo (se compri tutti i
        software però ne puoi anche comprare solo uno o
        due ad
        esempio).

        Aperture 3 costa addirittura un terzo rispetto
        alla versione in scatola: 62,99 euro invece che
        199
        euro.io direi costo 0 devo provarla anche questa

        Apple Remote Desktop (Unlimited clients): 62,99
        euro invece che 499
        euro.anche qui direi costo 0 ma non ne sono sicuro perchè non l'ho provato.. mi sembrava inutile un simile software

        Pixelmator 23
        GraphicConverter 30 anche questi a costo 0 ma anche molti altri li sto prendendo tutti a costo 0 compresi i giochi

        Le occasioni e i software buoni ci sono, poi oggi
        è solo il primo giorno,lol non ci sta dubbio che come occasioni sono ottime.. software come dire.. regalato si.. e pensa che è solo il primo giorno :D chi si ricorda il primo
        giorno di iPhone App
        Store?quello delle webapp o quello rifatto con le app come oggi?
        • Jacopo Monegato scrive:
          Re: ho visto il mac app store
          ma quanto sei adorabile pupazzetto di troll (love) rosiki come un criceto (love)
        • FinalCut scrive:
          Re: ho visto il mac app store
          - Scritto da: lordream

          Apple Remote Desktop (Unlimited clients): 62,99

          euro invece che 499

          euro.

          anche qui direi costo 0 ma non ne sono sicuro
          perchè non l'ho provato.. mi sembrava inutile un
          simile
          softwaretanto per fare un esempio, ti sembra inutile impartire comandi da shell a tutti i computer della LAN contemporaneamente?Creare report automatici, alert, e tuttoquello che ti viene in mente?Complimenti bell'ana-lista che sei....(apple)(linux)
          • Ciuciachi scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: lordream



            Apple Remote Desktop (Unlimited clients):
            62,99


            euro invece che 499


            euro.



            anche qui direi costo 0 ma non ne sono sicuro

            perchè non l'ho provato.. mi sembrava inutile un

            simile

            software

            tanto per fare un esempio, ti sembra inutile
            impartire comandi da shell a tutti i computer
            della LAN
            contemporaneamente?

            Creare report automatici, alert, e tuttoquello
            che ti viene in
            mente?

            Complimenti bell'ana-lista che sei....

            (apple)(linux)In effetti non ha ancora superato il periodo anale...Da quando è stato sodomizzato con una mela è diventato così. Abbiate pietà.
          • lordream scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Ciuciachi
            - Scritto da: FinalCut

            - Scritto da: lordream





            Apple Remote Desktop (Unlimited clients):

            62,99



            euro invece che 499



            euro.





            anche qui direi costo 0 ma non ne sono sicuro


            perchè non l'ho provato.. mi sembrava inutile
            un


            simile


            software



            tanto per fare un esempio, ti sembra inutile

            impartire comandi da shell a tutti i computer

            della LAN

            contemporaneamente?



            Creare report automatici, alert, e tuttoquello

            che ti viene in

            mente?



            Complimenti bell'ana-lista che sei....



            (apple)(linux)

            In effetti non ha ancora superato il periodo
            anale...
            Da quando è stato sodomizzato con una mela è
            diventato così. Abbiate
            pietà.periodo anale.. sodomizzazioni con una mela.. wow quanta esperienza.. deve essere brutto vivere da applefan eh?
          • Ciuciachi scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: lordream
            periodo anale.. sodomizzazioni con una mela.. wow
            quanta esperienza.. deve essere brutto vivere da
            applefan
            eh?Bellissimo, abbiamo il meglio.
          • Pallepiene scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Mele piú grosse ? :)
          • lordream scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: lordream



            Apple Remote Desktop (Unlimited clients):
            62,99


            euro invece che 499


            euro.



            anche qui direi costo 0 ma non ne sono sicuro

            perchè non l'ho provato.. mi sembrava inutile un

            simile

            software

            tanto per fare un esempio, ti sembra inutile
            impartire comandi da shell a tutti i computer
            della LAN
            contemporaneamente?

            Creare report automatici, alert, e tuttoquello
            che ti viene in
            mente?

            Complimenti bell'ana-lista che sei....

            (apple)(linux)lol.. non pensavo che si pagasse un software cosi.. sono abituato diversamente a dire il vero.. dovresti esserlo anche tu visto che nella tua firma ci sta il cuoricino con linux o è jobs vestito da pinguino accanto alla mela? hehehehe
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            se suse avesse offerto tanto quanto mi offre osx l'avrei pagato -.-' ( e incidentalmente osx costa meno di windows e versioni linux a pagamento)
          • lordream scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Jacopo Monegato
            se suse avesse offerto tanto quanto mi offre osx
            l'avrei pagato -.-' ( e incidentalmente osx costa
            meno di windows e versioni linux a
            pagamento)per favore non fare paragoni tra osx e linux qualsiasi sia la distro.. non ha senso.. sia come software che come prestazioni che come sviluppo.. stai parlando di 2 sistemi operativi diversi come il giorno e la notte.. quello che tu paghi per avere su osx io lo ho gratis (brutto dire gratis ma è per spiegare)su linux.. se ho un bug in poche ore viene patchato e non mesi.. se ho bisogno di un software apro un repo e me lo scarico.. mi dirai che per usare linux devi sapere quello che fai.. diverso da osx che non hai bisogno di sapere quello che fai perchè tanto hai la mela morsicata
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            accetto l'ultima frase, è il bello/brutto di linux in fondo perché per l'utente a meno che non ci sia un servizio che lo fa in automatico (negli ultimi 2 mesi ho cmq avuto 2 aggiornamenti di sistema che ufficialmente "aumentavavno la stabilità"e tra le altre cose correggeva problemi con il collegamento a proiettori uno e aggiungeva il mac app store e un altro paio di cose l'altro) è dura stare a ricompilare ogni volta, si so che in ubuntu ecc. c'è l'aggiornamento automatico, dicevo è dura perché appena manca una dipendenza o c'è un errore è pronto a buttare giù tutto per il gabinetto e a rimettere windows. ammetto che quando ne sapevo ZERO mi comportavo così, ora ne so poco e poco più e spesso me la cavo, ma quando non ci riesco cambio programma direttamente -.-'personalmente non avrei problemi ad usare linux, non fosse che-strumenti virtuali, vst e DAW non ne riesco a trovare-driver per schede audio ed interfacce midi ne trovo ancora meno-configurare l'audio è un supplizio e ci ho rinunciato per almeno 3 voltepiccolo inconveniente per uno che il computer lo usa anche per suonare :D, in win non ho trovato nulla come garage band di gratis col sistema operativo :D e in win XXXXXXX che incompatibilità di schede programmi e latenze.. cpu al massimo quando non faceva una mazza brrrrr tutte cose che su mac NON HO punto e basta
          • francoecicc io scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Latenza, quel mistero dei winari.Loro "devono" risolvere con schede in più, adattatori, pedaliere, ecc.Noi no.Attacchi al Mac, suoni, hai audio in tempo reale, registri, mixi, masterizzi, e basta.Tutto direttamente nel computer da mille euro.Ma che te ne frega cosa usa quel falso lì? ;)
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            in realtà quando faccio le combo tra più schede posso avere problemi di latenza se non regolo correttamente buffer e sample rate... piuttosto le probabilità che mi si incanti nel bel mezzo di un solo per sovraccarico di risorse è tendente a zero :D
          • Pallepiene scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Guarda che ormai i mac in sala di registrazione sono solo in burundi.... Aggiornati!
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Pallepiene
            Guarda che ormai i mac in sala di registrazione
            sono solo in burundi....
            Aggiornati!Mi citi almeno un paio di studi di registrazione a Roma (di quelli che lavorano per Rai, Sky ed altri) che NON usano Mac in sala registrazione?Così tanto per capire se sai di cosa stai parlando...(apple)(linux)
          • Ciuciachi scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: FinalCut
            Così tanto per capire se sai di cosa stai
            parlando...E' evidente che non lo sa.
          • zuzzurro scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            E' evidente che non vive a Roma, magari?E' evidente che si è stufato di parlare con voi di cose che non capite?E' evidente che in studi di registrazione (intesi studi che registrano musica) nuovi di pacca voi non ci siete mai entrati ma che per esigenze di scalabilità ahimè non usano più Mac (ovvero: non ne acquistano di nuovi).Ne conosco almeno 3 in Piemonte e 2 in Lombardia. Ma non quest'anno eh, già da qualche anno!Perchè? Perchè Mac va meglio ma non così meglio. Fine dei giochi!Saluti.
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: zuzzurro
            E' evidente che non vive a Roma, magari?E allora cosa ne sa del mondo della sale di registrazione professionali? Perché sai nel nostro paese stanno quasi tutte a Roma e qualcuna a Milano + pochi altri sparsi qua e la.
            E' evidente che si è stufato di parlare con voi
            di cose che non
            capite?È più evidente che sia un troll. Inoltre come puoi ben notare su Mac siamo capaci di usare tranquillamente È al posto della tua sbagliatissima E' con l'apostrofo al posto dell'accento.
            E' evidente che in studi di registrazione (intesi
            studi che registrano musica) nuovi di pacca voi
            non ci siete mai entrati ma che per esigenze di
            scalabilità ahimè non usano più Mac (ovvero: non
            ne acquistano di
            nuovi).
            Ne conosco almeno 3 in Piemonte e 2 in Lombardia.
            Ma non quest'anno eh, già da qualche
            anno!Ok perfetto fammi i nomi (magari in privato) così vediamo chi sono, che clienti hanno e che tipo di professionisti sono. Se lavori con RAI, Mediaset e SKY devi fornire un livello di qualità minima ben precisa.Se invece lavori per Radio Maria o Radio Radicale te ne freghi se il tuo prodotto non è proprio il massimo o se il PC ti si inchioda e devi ripartire durante una sessione... Perché a dirla così allora io ti posso rispondere che i grafici professionisti usano tutti Photoshop crackato e CorelDraw perché conosco un paio di studi a Roma che lo fanno.Tanto per fare dei mezzi nomi, una famosa società di doppiaggio Romana che lavora tantissimo con cinecittà fino a 10 anni fa non usavano nemmeno i computer in tutte le loro sale, ma andavano con i vecchi macchinari "analogici"... quindi come vedi si trova di tutto e di più...
            Perchè? Perchè Mac va meglio ma non così meglio.
            Fine dei giochi!Fine dei giochi un corno, è stata fatta una affermazione e dovete dimostrarla che è vera, sennò siete due cantastorie.(apple)(linux)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 gennaio 2011 13.58-----------------------------------------------------------
          • pippo scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: FinalCut
            Così tanto per capire se che NON sai di cosa stai
            parlando...Fixed 2 !
          • Darwin scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Pallepiene
            Guarda che ormai i mac in sala di registrazione
            sono solo in burundi....
            Aggiornati!Guarda che il Mac offre prodotti di alta qualità per la registrazione.Io ho visto usare Logic e ti posso assicurare che prodotti di quel calibro ce ne sono pochi.Esiste anche ProTools della AVID che è ottimo.Quindi non direi che si usa solo nel burundi...
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            protools è ottimo anche sotto windows, ricordando però che fino alla versione scorsa richiedeva il suo hardware per funzionare e -parola di quello dello studio- il computer serviva solo per allocare dati e vedere quello che l'hardware stava facendo
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Jacopo Monegato
            protools è ottimo anche sotto windows, ricordando
            però che fino alla versione scorsa richiedeva il
            suo hardware per funzionare e -parola di quello
            dello studio- il computer serviva solo per
            allocare dati e vedere quello che l'hardware
            stava
            facendoAVID nacque su Mac ed aveva il 100% del mercato, poi venne acquistata/controllata da Microsoft e passo a Windows ereditando tutti i problemi di quell'OS e oggi ha perso il 50% del mercato grazie ad Apple e a FinalCutStudio. La storia completa la trovi su google.com.Pro Tools su Windows semplicemente non è affidabile, fino a 6 mesi fa non era compatibile nemmeno con Windows 7. Gli studi che lo usavano spesso avevano due macchine in sala registrazione una dedicata a Pro Tools staccata dalla rete aziendale e da internet, ed un secondo PC collegato ad Internet e alla LAN.Questo perché la macchina con Pro Tools /AVID era talmente delicata che si lasciava così, isolata dal mondo, per evitare XXXXXX.Se questo è lavorare... ovviamente durante una sessione di doppiaggio si ricorre spesso ad internet più di quanto uno possa pensare (controllare un termine, una pronuncia, una affermazione, etc... i casi sono moltissimi).(apple)(linux)
          • francoecicc io scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Io parlo di un semplice iMac, non di Mac Pro né di software e hardware dedicati.Per il resto, chi lavora con Windows in sala di registrazione, va incontro a una miriade di problemi che non fanno altro che dilatare i tempi e aumentare i costi.Per la qualità, poi... un mio ex cliente mi raccontava di uno dei suoi programmi di registrazione audio (questo sì in sala di registrazione) e mi fece vedere che ogni proXXXXXre di un Power Mac G5 dual proXXXXXr era incaricato del controllo di ogni canale audio, per cui poteva gestire digitalmente un vero suono stereofonico.Mi spiegò che nel mondo Windows questo non era possibile, poiché Windows non era in grado di separare i thread, e questo costringeva i proXXXXXri nei PC a calcolare insieme i segnali destro/sinistro, diminuendo così la gamma dinamica e la profondità.Se adesso hanno risolto, bene per chi li usa, ma non credo che gli studi rischino con macchine fatte espressamente per Office, per i giochi e per gli antivirus.
          • Darwin scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Jacopo Monegato
            è dura stare a ricompilare ogni volta, si so che
            in ubuntu ecc. c'è l'aggiornamento automatico,ti sei corretto da solo ;)
            dicevo è dura perché appena manca una dipendenza
            o c'è un errore è pronto a buttare giù tutto per
            il gabinetto e a rimettere windows. ammetto che
            quando ne sapevo ZERO mi comportavo così, ora ne
            so poco e poco più e spesso me la cavo,che io sappia tutti i gestori di pacchetti installano tutte le dipendenze necessarie. Eccetto in Slackware, ma li è un'altra cosa. Non so che distro tu abbia usato sinceramente.
            ma quando
            non ci riesco cambio programma direttamente
            -.-'Io no. Cerco di risolvere il problema. ;)Comunque è tutta questione di gusti.
            personalmente non avrei problemi ad usare linux,
            non fosse
            che
            -strumenti virtuali, vst e DAW non ne riesco a
            trovareSe ho capito bene che intendi, c'è Ardour che è disponibile per Linux e Mac OS X. È un ottimo prodotto.
            -driver per schede audio ed interfacce midi ne
            trovo ancora
            menoGuarda, in teoria i driver ci sono. Hai controllato i moduli nel kernel?
            -configurare l'audio è un supplizio e ci ho
            rinunciato per almeno 3
            volteQuesto dipende da ciò che ho detto prima...comunque hai ragione: PulseAudio fa letteralmente schifo. Meno male che sulla Slackware si usa ancora ALSA.
            nulla come garage band di gratis col sistema
            operativo :D e in win XXXXXXX che incompatibilità
            di schede programmi e latenze.. cpu al massimo
            quando non faceva una mazza brrrrr tutte cose che
            su mac NON HO punto e
            bastaSu Windows ovvio. Su Linux devi compilare un kernel real-time per ottenere una digital audio workstation perfettamente funzionante ;)
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            usavo ubuntu... le versioni 8 e 9 precisamente, le 10 le ho aperte un paio di volte e poi le ho lasciate a prendere polvere,iniziava a chiedere troppa ram e memoria video al mio vecchio pc -.-ardour l'ho provato ma non riuscivo nemmeno ad avviarlo per via di problemi con i driver audio, avevo reinstallato linux solo per quello mentre cercavo di abituarmi a programmi diversi da cubase per quando sarei passato a mac
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            e resta comunque la carenza pressoché totale di vst... purtroppo ho visto pochissimi plugin in ladspa (o come si scrive), anche se ammetto di non aver cercato molto
          • KaysiX scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Jacopo Monegato
            e resta comunque la carenza pressoché totale di
            vst... purtroppo ho visto pochissimi plugin in
            ladspa (o come si scrive), anche se ammetto di
            non aver cercato
            molto(e, da msg, precedente):
            personalmente non avrei problemi ad usare linux
            , non fosse che
            -strumenti virtuali, vst e DAW non ne riesco a
            trovare
            -driver per schede audio ed interfacce midi ne
            trovo ancora meno
            -configurare l'audio è un supplizio e ci ho
            rinunciato per almeno 3 voltePremetto che di VSTi (strumenti) e VST (effetti) nativi per Windows ne ho già testati parecchi sotto Linux, e molti mi funzionano senza problemi. Alcuni richiedono dll native di Windows, assenti sul mio PC, ma mi aspetto che funzionino anche questi in presenza di una partizione Windows.Che uso fai di preciso in campo musicale?Tutto live, misto live su base (pre-prodotta su traccia, o in real time via midi), o tutto per registrazione e produzione del pezzo finale?Te lo chiedo a monte per non dilungarmi troppo su alcuni programmi che ho provato e dei quali per ora ti dico brevemente:QTractor: gestione midi esauriente, supporto VST/VSTi parziale.LMMS: ottimo all-in-one, bei synth incorporati (ZynAddSubFX sopra tutti), forse un po' carente lato midi esteso(1), supporto VST/VSTi decente, possibilità di automazione parametri su strumenti ed effetti lungo l'intero brano.Traverso (DAW): molto facile da usare, supporto VST, ma non mi pare abbia possibilità di automazione parametri.Ardour (DAW): Ottimo supporto VST, possibilità di automazione parametri su effetti lungo l'intero brano.(1) Importando un midi con controller di pedale hold tipico da pianoforte, i messaggi del controller erano stati scartati o comunque non interpretati in playback, ma devo approfondire la cosa, può darsi si debba impostare qualcosa ma lo stesso midi andava liscio su QTractor.Per l'ultimo pezzo al quale ho lavorato, ho composto il midi su QTractor, con strumenti di varia provenienza, incluso un VSTi; ho esportato in audio le singole tracce; le ho importate in Ardour, aggiungendo effetti LADSPA e VST sulle singole tracce e sul master, ho esportato il pezzo finalizzato.LMMS ed Ardour hanno funzionato egregiamente sia in modalità ALSA che Jack (avviando preventivamente il demone jackd), sulla scrausissima CMI integrata :)Per quanto riguarda interfacce midi, ho 1 cavo usb preso ad una fiera del radioamatore :) Ho notato una leggera latenza, probabilmente eccessiva per il live ma adeguata per registrare un midi da mandare poi in playback (non sono stato costretto a quantizzare). Inoltre esistono almeno 2 famiglie di cavi "seri" (Midi-sport e Edirol) dotati di firmware usabili sotto Linux se hai bisogno di bassa latenza.Io me la sono cavata con kernel non realtime e applicazioni audio impostate per il realtime; ma se hai esigenze live, è decisamente il caso di avere anche il kernel realtime. Oltre all'eventualità di distribuzioni moderne generiche che forniscano anche un kernel RT, puoi dare un'occhiata a questa distribuzione "mirata": http://www.64studio.com/ e non dovrebbe essere l'unica.(e meno male che non volevo dilungarmi O) )
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: lordream

            (apple)(linux)

            lol.. non pensavo che si pagasse un software
            cosi.. sono abituato diversamente a dire il
            vero.. dovresti esserlo anche tu visto che nella
            tua firma ci sta il cuoricino con linux o è jobs
            vestito da pinguino accanto alla mela?
            heheheheSe parli di tool come questo:http://nagios.orgTi dico subito che non ci siamo, proprio.Se non sei un troll (vana illusione) linkami il software che usi tu e lunedì ti dico se è meglio o peggio di ARD, come e perché.Non voglio una svicolata, voglio un software che faccia tutto quello che fa ARD.(apple)(linux)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 gennaio 2011 21.03-----------------------------------------------------------
          • Ciuciachi scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: FinalCut
            - Scritto da: lordream



            (apple)(linux)



            lol.. non pensavo che si pagasse un software

            cosi.. sono abituato diversamente a dire il

            vero.. dovresti esserlo anche tu visto che nella

            tua firma ci sta il cuoricino con linux o è jobs

            vestito da pinguino accanto alla mela?

            hehehehe

            Se parli di tool come questo:
            http://nagios.org

            Ti dico subito che non ci siamo, proprio.

            Se non sei un troll (vana illusione) linkami il
            software che usi tu e lunedì ti dico se è meglio
            o peggio di ARD, come e
            perché.

            Non voglio una svicolata, voglio un software che
            faccia tutto quello che fa
            ARD.Ma lascialo perdere, cosa vuoi che sappia, è una moneta bucata.
          • zuzzurro scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Secondo me tu qui se vai avanti così rosikerai molto, molto presto :D
          • Ciuciachi scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: zuzzurro
            Secondo me tu qui se vai avanti così rosikerai
            molto, molto presto
            :DContinua a cercare Gaspare, va...(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • pippo scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: FinalCut
            Se non sei un troll (vana illusione) Fixed !
      • Sgabbio scrive:
        Re: ho visto il mac app store
        Quindi sommando i 3 software aggiornati e solo quelli costa meno della versione su disco, che contiene tra l'altro 2 software non aggiornati.Comunque mi sembra il minimo che alcuni loro software gli facciano pagare molto meno per via donwload...a differenza di microsoft che rivende windows in iso allo stesso prezzo dello scatolato...
        • FinalCut scrive:
          Re: ho visto il mac app store
          - Scritto da: Sgabbio
          Quindi sommando i 3 software aggiornati e solo
          quelli costa meno della versione su disco, iLife siiWork invece costa uguale
          che
          contiene tra l'altro 2 software non
          aggiornati.Questa non l'ho capita.
          Comunque mi sembra il minimo che alcuni loro
          software gli facciano pagare molto meno per via
          donwload...già, da 499 a 62 è un ottimo affare...
          a differenza di microsoft che rivende
          windows in iso allo stesso prezzo dello
          scatolato...e Adobe? dove la metti?Ora che ci penso non mi viene in mente nessun "big" che pratici prezzi diversi per il download.(apple)(linux)
          • Sgabbio scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: FinalCut

            iLife si
            iWork invece costa ugualeOpen office e passa la paura :D

            Questa non l'ho capita.iDVD e iWEB non sono contemplati dell'aggiornamento, ovvero hanno aggiornato solo Grarage bande, iMovie e iphone.

            già, da 499 a 62 è un ottimo affare...Bhe si, fa anche capire come spesso speculano sui prezzi, molti di questi creatori di beni immateriali.

            e Adobe? dove la metti?Hmmm se non erro il download a pagamento, i loro prodotto costerebbero un filino meno dello scatolato, ma non ricordo bene.Mantre quello che fa microsoft è indecenza, come è indecente fare varianti castrate dello stesso sistema e spacciarle per edizioni belle differenti tra di loro.
            Ora che ci penso non mi viene in mente nessun
            "big" che pratici prezzi diversi per il
            download.

            (apple)(linux)Alcuni lo fanno, anche se le differenza non sono enormi come ha fatto apple.
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: FinalCut


            iWork invece costa uguale

            Open office e passa la paura :DIn tanti casi (PA) hai ragione, io personalmente preferisco essere più produttivo (il mio tempo costa caro) e preferisco usare iWork, semplicemente non c'è paragone.

            Questa non l'ho capita.

            iDVD e iWEB non sono contemplati
            dell'aggiornamentodoh! li avevo proprio rimossi! ma io mi ricordo al keynote che avevano parlato anche di iDVD... me lo sono sognato? boh controllerò se mi ricordo.

            già, da 499 a 62 è un ottimo affare...

            Bhe si, fa anche capire come spesso speculano sui
            prezzi, molti di questi creatori di beni
            immateriali.Non fare il finto stupido. In quel prezzo c'era anche il costo di R&D che va ammortato con il tempo (Aperture è stato rivoluzionario, il CEO Adobe ha detto "bell'idea! non ci avevamo pensato!" e poi nacque Lightroom) e soprattutto il ricarico del commerciante che rivende il pacchetto (circa il 50%) + la pirateria.

            e Adobe? dove la metti?

            Hmmm se non erro il download a pagamento, i loro
            prodotto costerebbero un filino meno dello
            scatolato, ma non ricordo bene.No identico. Tanto è vero che in azienda anche potendo scegliere l'opzione download abbia richiesto il "package" perché, ci siamo detti: "questi brutti st**** di Adobe almeno così pagheranno per la stampa, packaging e spedizione per le 10 licenze!".....
            Mantre quello che fa microsoft è indecenza, come
            è indecente fare varianti castrate dello stesso
            sistema e spacciarle per edizioni belle
            differenti tra di
            loro.Quoto.

            Ora che ci penso non mi viene in mente nessun

            "big" che pratici prezzi diversi per il

            download.





            Alcuni lo fanno, anche se le differenza non sono
            enormi come ha fatto
            apple.Quindi ladrano tutti tranne Apple... il concetto che non ti va di esternare è questo...(apple)(linux)
          • Sgabbio scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: FinalCut

            In tanti casi (PA) hai ragione, io personalmente
            preferisco essere più produttivo (il mio tempo
            costa caro) e preferisco usare iWork,
            semplicemente non c'è
            paragone.iWork supporta ODT ? Speriamo lo faccia presto :D

            doh! li avevo proprio rimossi! ma io mi ricordo
            al keynote che avevano parlato anche di iDVD...
            me lo sono sognato? boh controllerò se mi
            ricordo.Se guardi nel sito della apple, viene detta le versioni dei software di ilife e iweb e idvd non sono stati aggiornati.
            Non fare il finto stupido. In quel prezzo c'era
            anche il costo di R&D che va ammortato con il
            tempo (Aperture è stato rivoluzionario, il CEO
            Adobe ha detto "bell'idea! non ci avevamo
            pensato!" e poi nacque Lightroom) e soprattutto
            il ricarico del commerciante che rivende il
            pacchetto (circa il 50%) + la
            pirateria.E una scusa della del ricerca e sviluppo anche perchè non è certo con Aperture che la apple fa il maggior guadagno! Anzi... Semmai per un bene immateriali, fanno spesso prezzi esagerati come se il software sia composto da materiali rari e costosi come uranio o platino...Poi se parliamo che è un software che ha come target i professionisti, allora i prezzi vanno quantuplicati. La pirateria c'entra poco o niente con il prezzo alto di un software, sopratutto se è si tratta di un software di un determinato settore....

            No identico. Hmmm sicuro ? Ho notato guardando a caso sul sito di adobe che c'è una differenza di prezzo, ma al negativo.La versione inscatolata che ti spediscono, costa 1018,80 euro, la sola iso costa 1027,99! E meno male che dicevano che risparmi con il solo download ! Spero sia un mero errore di battitura...
            Tanto è vero che in azienda anche potendo
            scegliere l'opzione download abbia richiesto il
            "package" perché, ci siamo detti: "questi brutti
            st**** di Adobe almeno così pagheranno per la
            stampa, packaging e spedizione per le 10
            licenze!".....Bhe, almeno ti ammiri le figose confezioni che fa adobe :D

            Quoto.Quando faccio presente l'indecenza delle edizioni di 7 (come per vista) mi fanno esempi stupidi per darmi torto, come l'accenti sigari dell'auto.... Non si rendono contro che microsoft per aumentare i guadagni in un mercato che lei stessa a saturato, deve ricorrere a questi trucchetti!

            Quindi ladrano tutti tranne Apple... il concetto
            che non ti va di esternare è
            questo...

            (apple)(linux)No il concetto che non mi va che si estenda al pc è la politica di un unico repositore per scaricare il software che ti serve, che porta a decidere al produttore del sistema operativo, cosa puoi installare o meno.Sperando che una cosa del genere non avvenga su OSX in futuro.
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: FinalCut




            In tanti casi (PA) hai ragione, io personalmente

            preferisco essere più produttivo (il mio tempo

            costa caro) e preferisco usare iWork,

            semplicemente non c'è

            paragone.

            iWork supporta ODT ? Speriamo lo faccia presto :DNon lo so, ma Mac OS X lo supporta nativamente dalla versione 10.5ODT è buono per la PA tanto per rimanere in tema, io preferisco tenere copia in PDF di ogni documento ufficiale.Ma velocità, potenza e usabilità che mi garantiscono Pages e Keynote vanno ben oltre ODT.Faccio l'esempio di Keynote, nel mio campo se crei una presentazione uno degli obbiettivi è anche quello di convincere gli eventuali clienti cercando di coinvolgerli emotivamente (sia nel mondo dello show business, baby) e Keynote è imbattibile.



            Quindi ladrano tutti tranne Apple... il concetto

            che non ti va di esternare è

            questo...





            No il concetto che non mi va che si estenda al pc
            è la politica di un unico repositore per
            scaricare il software che ti serve, che porta a
            decidere al produttore del sistema operativo,
            cosa puoi installare o
            meno.

            Sperando che una cosa del genere non avvenga su
            OSX in
            futuro.Non succederà mai per una sola ragione, sarebbe la fine di Mac OS X.Ci sono molti programmi che per loro natura non sono adatti ad essere venduti sul Mac App Store.Programmi di ripping DVD (lecito in alcuni paesi), giochi sexy, software troppo complessi che richiedono hardware aggiuntivo, software per SEO (spesso al limite della legalità), software derivati dal mondo UNIX, software multipiattaforma che non seguono le regole dello store, etc, etc....Tutte insieme queste ragioni impongono ad Apple di tenere aperto un canale libero alternativo che non è in nessuna maniera in conflitto con la loro politica: vendere quanti più Mac possono.Quello che NON volete capire è che tutte le limitazioni imposte su iPhone era tese a far sviluppare un nuovo mercato. Il contratto di esclusiva con AT&T serviva a far scendere i costi di banda sulla telefonia (al tempo folli), il blocco a Flash e Java a spingere il nuovo paradigma delle App native contro i giochini in Java del tempo (un sucXXXXX innegabile che è stato copiato da tutti e che ha creato valore aggiunto all'iPhone).Queste limitazioni sono necessarie su una Mac? No. Te ne dico un altra, il DRM.Su Mac App Store c'è un DRM che ti chiede di autenticare la tua app su un determinato computer, a differenza di iTunes non c'è limite però ai computer che puoi autenticare, l'unica limitazione che hai è dare login e password (abbinata alla tua carta di credito) solo a persone di cui ti fidi.Venerdì abbiamo fatto la prova in azienda abilitando 10 Mac all'uso di un giochino scaricato dal Mac App Store, da ieri quindi le 10 macchine possono far girare qualunque app di quell'account senza dover re-inserire la password. Ovviamente la password non rimane nella memoria di quel Mac... quindi altro problema in meno.Se questi sono controlli stringenti... il limite delle copie è imposto solo dal tuo personale senso di giusto o ingiusto.E no... Apple non cambierà le regole da un giorno all'altro se non vuole beccarsi la più grossa Class Action della sua vita e perderla.(apple)(linux)
          • Sgabbio scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: FinalCut
            Non lo so, ma Mac OS X lo supporta nativamente
            dalla versione
            10.5Se c'è una cosa che mi piace di OSX è il supporto nativo di moltissimi formati aperti o presunti, come i pdf...peccato che windows non includa una stampante virtuale per i pdf....nonostante costi il triplo di osx!
            ODT è buono per la PA tanto per rimanere in tema,
            io preferisco tenere copia in PDF di ogni
            documento
            ufficiale.Bhe fai due copie, ODT e PDF, si va sul sicuro, no ?
            Ma velocità, potenza e usabilità che mi
            garantiscono Pages e Keynote vanno ben oltre
            ODT.Ma senza l'interpolarità te ne fai poco, cioè cosa fai ? Converti tutto un pdf ? :D
            Faccio l'esempio di Keynote, nel mio campo se
            crei una presentazione uno degli obbiettivi è
            anche quello di convincere gli eventuali clienti
            cercando di coinvolgerli emotivamente (sia nel
            mondo dello show business, baby) e Keynote è
            imbattibile.Di certo non basta solo una presentazione graficamente accattivante, ma ci vuole anche il carisma dell'oratore! Oddio non farai alla stave jobS! :D


            Non succederà mai per una sola ragione, sarebbe
            la fine di Mac OS
            X.
            Ci sono molti programmi che per loro natura non
            sono adatti ad essere venduti sul Mac App
            Store.Tipo software professionali che sono molto voluminosi e che gli autori non vogliono donare il 30% dei guadagni ad un loro concorrenti in altri settori ? (coerenza che però in certe altre aziene quando fa comodo non c'è...vedi Sony)Programmi particolari che magari non piacciano ad apple in generale e robe "particolari" ? :D Bhe su questo siamo d'accordo, un concetto simile se portato su OSX, sarebbe la sua stessa rovina nonostante faccia bagnare i vari Ruppolo nel mondo.
            Programmi di ripping DVD (lecito in alcuni
            paesi), giochi sexy, software troppo complessi
            che richiedono hardware aggiuntivo, software per
            SEO (spesso al limite della legalità), software
            derivati dal mondo UNIX, software
            multipiattaforma che non seguono le regole dello
            store, etc,
            etc....Bhe mi domando se esiste un equivalente di andyDVD HD anche per OSX...troppo comodo quel software :D Comunque per i giochi Sexy o erotici non c'è "problema" anche perchè li fanno tutti per windows, non ne ho mai visto uno pensato esclusivamente o anche per OSX, sbaglio ?Poi per non parlare che vietano pure l'approvazione di software che duplica funzioni del sistema o software già presenti, quindi niente browser web come Opera e Firefox ?
            Tutte insieme queste ragioni impongono ad Apple
            di tenere aperto un canale libero alternativo che
            non è in nessuna maniera in conflitto con la loro
            politica: vendere quanti più Mac
            possono.Infatti, li loro scopo ultimo (con qualche incertezza in proposito) alla fine è far diffondere i loro computer, usando come testa di ponte i loro dispositivi mobili se è possibile, però il fatto che pubblicizzino il Mac app store come "la via migliore" non fa ben pensare...speriamo in bene!
            Quello che NON volete capire è che tutte le
            limitazioni imposte su iPhone era tese a far
            sviluppare un nuovo mercato.Se dicevi "per evitare problemi di sicurezza del dispositivo" era più appropriato, anche perchè tutti i torti su quel punto non li hanno il problema e che sviluppare un nuovo mercato non giustifica certe limitazioni o censure dovuto a cambi umorali, come hanno fatto nel corso della vita del appstore (ne parlo come se fosse morto). Il contratto di
            esclusiva con AT&T serviva a far scendere i costi
            di banda sulla telefonia (al tempo folli), il
            blocco a Flash e Java a spingere il nuovo
            paradigma delle App native contro i giochini in
            Java del tempo (un sucXXXXX innegabile che è
            stato copiato da tutti e che ha creato valore
            aggiunto
            all'iPhone).L'accordo fatto con il comodato d'uso, son daccordo, visto che la connettività mobile è fatta da contratti fuffosi, peccato che in italia sia andada diversamente, il blocco del flash era stato fatto per motivi di performance, il flash fa veramente schifo su quel piano! Un mattone mangia risorse a tradimento! E' normale che l'hanno evitato, per il Java invece è solo una limitazione scema. Caso mai appstore ha spinto nel creare ad esempio giochi qualitivamente migliori rispetto al marasma di prima, anche grazie al fatto che si sa su quale HW si avrà a che fare. Però devo dire che purtroppo il gioco medio presente su iphone et simila non è che sia un granchè tra l'altro tali dispositivi sono un filino scomodi per giocare.

            Su Mac App Store c'è un DRM che ti chiede di
            autenticare la tua app su un determinato
            computer, a differenza di iTunes non c'è limite
            però ai computer che puoi autenticare, l'unica
            limitazione che hai è dare login e password
            (abbinata alla tua carta di credito) solo a
            persone di cui ti
            fidi.Se cambio carta di credito ? Mi ricordo ad esempio che il live di microsoft non ti permetteva di cambiare quel dato.
            Venerdì abbiamo fatto la prova in azienda
            abilitando 10 Mac all'uso di un giochino
            scaricato dal Mac App Store, da ieri quindi le 10
            macchine possono far girare qualunque app di
            quell'account senza dover re-inserire la
            password. Ovviamente la password non rimane nella
            memoria di quel Mac... quindi altro problema in
            meno.Fa fede la lista acquisti dell'accunt, peccato che una cosa simile non sia contemplato nei negozi fuffa nelle console, rendendo complicate le operazioni di backup.
            Se questi sono controlli stringenti... il limite
            delle copie è imposto solo dal tuo personale
            senso di giusto o
            ingiusto.Fin qui tutto bene o quasi, bisogna vede come cambia la cosa in futuro è apple in questi anni si è un pò rovinata in termini d'immagine facendo scontentare alcuni.
            E no... Apple non cambierà le regole da un giorno
            all'altro se non vuole beccarsi la più grossa
            Class Action della sua vita e
            perderla.

            (apple)(linux)Certi grossi cambiamenti vengono fatti con il tempo, per convincere le persone, ma qui si va sulla dietrologia.
          • FinalCut scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: FinalCut

            ODT è buono per la PA tanto per rimanere in
            tema,

            io preferisco tenere copia in PDF di ogni

            documento

            ufficiale.

            Bhe fai due copie, ODT e PDF, si va sul sicuro,
            no ?PDF è insicuro?

            Ma velocità, potenza e usabilità che mi

            garantiscono Pages e Keynote vanno ben oltre

            ODT.

            Ma senza l'interpolarità te ne fai poco, cioè
            cosa fai ? Converti tutto un pdf ?
            :DSe mi serve la compatibilità ho Word o PDF o forse (non so ) ODT

            Faccio l'esempio di Keynote, nel mio campo se

            crei una presentazione uno degli obbiettivi è

            anche quello di convincere gli eventuali clienti

            cercando di coinvolgerli emotivamente (sia nel

            mondo dello show business, baby) e Keynote è

            imbattibile.

            Di certo non basta solo una presentazione
            graficamente accattivante, ma ci vuole anche il
            carisma dell'oratore! Oddio non farai alla stave
            jobS!Le sue presentazioni non sono spettacolari come le mie ;)Scherzi a parte contano soprattutto le idee ma anche lo strumento per comunicarle deve essere all'altezza.
            Bhe mi domando se esiste un equivalente di
            andyDVD HD anche per OSX...troppo comodo quelEsistono ma non facciamo pubblicità di dubbia legalità.
            software :D Comunque per i giochi Sexy o erotici
            non c'è "problema" anche perchè li fanno tutti
            per windows, non ne ho mai visto uno pensato
            esclusivamente o anche per OSX, sbaglio ?Boh... non frequento molto il giro anche perché spesso sono più noiosi che altro.
            Poi per non parlare che vietano pure
            l'approvazione di software che duplica funzioni
            del sistema o software già presenti, quindi
            niente browser web come Opera e Firefox ?Di browser al momento c'è questo:http://itunes.apple.com/it/app/wkiosk/id404519958?mt=12questo in teoria già duplica funzioni del sistemahttp://itunes.apple.com/it/app/pdfbrowser/id408187396?mt=12
            però il fatto che pubblicizzino il Mac app store
            come "la via migliore" non fa ben
            pensare...speriamo in
            bene!Perché? è esente da virus, certificato e a buon prezzo, senza DRM troppo invasivi.

            Quello che NON volete capire è che tutte le

            limitazioni imposte su iPhone era tese a far

            sviluppare un nuovo mercato.

            Se dicevi "per evitare problemi di sicurezza del
            dispositivo" era più appropriato, anche perchèPerché? A me interessa anche che si creino nuovi mercati, sia lato utente che lato fornitore.

            blocco a Flash e Java a spingere il nuovo

            paradigma delle App native contro i giochini in

            Java del tempo (un sucXXXXX innegabile che è
            l'hanno evitato, per il Java invece è solo una
            limitazione scema.


            Caso mai appstore ha spinto nel creare ad esempio
            giochi qualitivamente migliori rispetto al
            marasma di prima, anche grazie al fatto che si sa
            su quale HW si avrà a che fare. Però devo direNo, se mantenevano compatibilità con Java avresti assistito al porting delle applicazioni già disponibili e basta. Quindi non sarebbe nato nessun nuovo mercato di qualità superiore.
            che purtroppo il gioco medio presente su iphone
            et simila non è che sia un granchè tra l'altro
            tali dispositivi sono un filino scomodi per
            giocare.No, posso provarti il contrario facilmente.Hai presente Zombi VS Piante? sul touch è meglio che con il mouse e di esempi te ne posso portare 1000 altri.

            però ai computer che puoi autenticare, l'unica

            limitazione che hai è dare login e password

            (abbinata alla tua carta di credito) solo a

            persone di cui ti

            fidi.

            Se cambio carta di credito ? Nessun problema, puoi anche toglierla e mettere una card iTunes prepagata.
            Mi ricordo ad
            esempio che il live di microsoft non ti
            permetteva di cambiare quel
            dato.Follie loro... parli di M$....

            Se questi sono controlli stringenti... il limite

            delle copie è imposto solo dal tuo personale

            senso di giusto o

            ingiusto.

            Fin qui tutto bene o quasi, bisogna vede come
            cambia la cosa in futuro è apple in questi anni
            si è un pò rovinata in termini d'immagine facendo
            scontentare alcuni.il 90% dei quali non aveva seguito le sue guidelines fin dall'inizio....

            E no... Apple non cambierà le regole da un
            giorno

            all'altro se non vuole beccarsi la più grossa

            Class Action della sua vita e

            perderla.





            Certi grossi cambiamenti vengono fatti con il
            tempo, per convincere le persone, ma qui si va
            sulla dietrologia.tu così sfoci nella paranoia però, le attuali regole di gestione del DRM non potevano essere più permissive di così, non ha nemmeno un serial da dover reinserire(apple)(linux)
          • ruppolo scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Apple in questi ultimi anni si è rovinata l'immagine??? Esattamente il contrario, l'immagine se l'è rovinata Microsoft con il suo Play For Sure, lasciando i clienti con un pugno di mosche in mano. Io sono un cliente del primo giorno di apertura di iTunes Store (allora iTunes Music Store), e tutto quello che ho comprato da quel primo giorno ancora oggi funziona. E mai ho avuto il benché minimo problema, né col servizio né coi prodotti.
        • Jacopo Monegato scrive:
          Re: ho visto il mac app store
          cosa vuoi, quando -in teoria- punti a migliorare e quindi far pagare l'hardware visto che senza quello che tu vuoi il sistema non gira, a cosa serve pagare grosse licenze per sopravvivere :D??? un mac del 2004 magari fa ancora girare lo snow leopard, quindi toh 1500 euro iniziali più 100 ipotizziamo, avendo messo OSX, il tiger e poi il leopard :Duna macchina windows del 2004 700 euro compresa di schermo (non mi ricordo offertissime come ora sull'hardware), portando windows dall'xp al 7 ultimate credo che pagando le licenze un 5-600 euro li sborsi ;) per non parlare poi di aggiornamenti hardware d'obbligo (hard disk e ram minimo) per far si che il sistema da solo giri fluidamente... chi paga veramente di più alla fine?
          • francoecicc io scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Conti troppo complessi per un winaro.
          • rover scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            Ma siete dei veri trolloni.Da quando in qua snow leopard gira su macchine non Intel?Ah, le macchine Intel hanno debuttato nel 2006.Poi dovreste spiegarmi la necessità di sostituire un XP (suppongo home) con un seven ultimate.L'aggiornamento da XP a seven costa attorno ai 100 Euro, credo.E quanti Mac nel 2004 avevano abbastanza ram per sostenere snow leopard?Nessuno, come nessun PC aveva abbastanza ram x sevenVi conviene una rinfrescata, Siete anche fortunati: basta uscire di casa senza cappotto!
          • francoecicc io scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: rover
            Ma siete dei veri trolloni.
            Da quando in qua snow leopard gira su macchine
            non
            Intel?
            Ah, le macchine Intel hanno debuttato nel 2006.Quindi al conto si può detrarre il prezzo di Snow Leopard, e viene ancora di meno.
            Poi dovreste spiegarmi la necessità di sostituire
            un XP (suppongo home) con un seven
            ultimate.
            L'aggiornamento da XP a seven costa attorno ai
            100 Euro,
            credo.
            E quanti Mac nel 2004 avevano abbastanza ram per
            sostenere snow
            leopard?L'hai detto prima che SL non può girare in Mac del 2004.
            Nessuno, come nessun PC ha abbastanza ram x
            sevenFixed
            Vi conviene una rinfrescata, Siete anche
            fortunati: basta uscire di casa senza
            cappotto! :o
          • Jacopo Monegato scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            contando che la gente comune dice... OOOOH NUOVO!!! SHINY! e lo comprano, che sia un io-asciugacapelli o una nuova versione di windows... poi io ho sempre detto ipotizzando di acquistare tutte le licenze
          • pompolo scrive:
            Re: ho visto il mac app store
            - Scritto da: Jacopo Monegato[...]
            ... chi paga veramente di più alla
            fine?Sempre il macaco. Fidati. Fai senza fare conti di iFinanza creativa.[img]http://modmyi.com/images/Messany/apple_money.jpg[/img]
Chiudi i commenti