CES 2011/ NVIDIA e la SuperPhone revolution

Tutto gira intorno al mobile. Che sia in auto o in uno smartphone, il chipmaker un tempo specializzato in GPU vede il software desktop migrare verso nuovi lidi. Anche fuori dal cerchio Wintel. Dal nostro inviato a Las Vegas
Tutto gira intorno al mobile. Che sia in auto o in uno smartphone, il chipmaker un tempo specializzato in GPU vede il software desktop migrare verso nuovi lidi. Anche fuori dal cerchio Wintel. Dal nostro inviato a Las Vegas

Las Vegas – La conferenza stampa di NVIDIA al CES 2011 non poteva che concentrarsi sulla piattaforma Tegra 2. Se n’era parlato, l’avevamo sentito e anche vista in azione ma ora è ufficiale e NVIDIA si è apprestata subito a coniare un nuovo termine che ne indica l’immediata collocazione: SuperPhone. La sua prima incarnazione è nello smartphone LG 2x definito, questa volta dal vicepresidente di LG, Yongseok Jang, “bello fuori, potente dentro”.

Il lancio ufficiale di Tegra 2 L’importanza della definizione di NVIDIA non è tanto racchiusa nel termine stesso, quanto in quello che esso rappresenta: un superphone permette di fare tutto (o quasi) quello che oggi facciamo con il PC ed allo stesso modo. Se da una parte perciò il mondo del computing si avvicina a quello della telefonia, dall’altra gli smartphone diventano sempre più potenti e capaci. Ad accomunare i due mondi è il browser con la sua capacità di interpretare Internet.

La presentazione dell'LG 2x

Con tanta potenza a disposizione ed un sistema operativo Google Android, il SuperPhone è in grado di offrire la migliore esperienza di navigazione, compresa quella nei siti web Flash. Per rafforzare questo concetto, quel Huang che inizialmente era parso un po’ maliconico quando ha parlato della linea di confine che il CES 2011 è chiamato a tracciare, ha invitato sul palco il presidente e CEO di Adobe, Shantanu Narayen.

Con Tegra 2 c'è Flash I milioni di siti web, i giochi dedicati ai caual gamers, le applicazioni video, di advertising ed enterprise realizzate con Flash sono servite perciò a riaccendere il sorriso del portavoce di NVIDIA che non ha mancato di sottolineare questa forte mancanza nelle soluzioni Apple. E lo ha fatto non senza una punta di sarcasmo mostrando un iPad che apre il sito web Barbie.com senza successo, e così quello di PBS Kids, il WSJ e le quotazioni di borsa di Google.

Il SuperPhone LG 2x permetterà anche di giocare e di farlo allo stesso modo in cui oggi lo facciamo con il PC o con la console, magari giocando online con altri utenti che usano queste piattaforme. Huang ha invitato anche alcuni sviluppatori di videogame per mostrare l’efficienza del porting sulla piattaforma Tegra 2.

videogiocare transpiattaforma con tegra 2

Tegra 2 può costituire la base anche per altri sistemi che probabilmente diverranno sempre più pervasivi, in un futuro non così lontano come potrebbe sembrare. L’auto prodotta da Tesla ne è un chiaro esempio: peccato che per accordi particolari con NVIDIA non sia stato possibile vederla dall’interno.

uno scatto rubato alla berlina Tesla che incorpora Tegra 2

Più tangibile, nel verso senso della parola, il navigatore integrato in una più “comune” BMW.

BMW con sistema di navigazione basato su chip Nvidia

particolare del sistema di navigazione BMW con chip tegra 2 Lo scenario dipinto da Huang per NVIDIA porta, ovviamente, acqua al suo mulino: vita digitale incentrata su dispositivi hardware portatili basati su soluzioni tecnologiche realizzate da quello che un tempo era solo un produttore di GPU. Piattaforme incentrate su soluzioni NVIDIA, con NVIDIA stessa a fare da hub tra sviluppatori, aziende interessate a incorporarle, utenti finali. Quello proposto da NVIDIA è un cambio di abitudini e paradigmi: una spinta, per altro anticipata proprio da Apple, verso il computing ubiquo incarnato in device più integrati che mai nella vita e nelle attività comuni dei consumatori.

Dino Fratelli

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 01 2011
Link copiato negli appunti