Che memoria quel Palm!

Scocca l'ora dell'esplosione della memoria RAM sui PDA di Palm. Si allinea ai Pocket PC, superando lo scoglio dei 16 MB. Palm tuttavia afferma che la sua memoria vale di più


Milpitas (USA) – Palm ha deciso di abbattere uno dei tradizionali limiti dei propri PDA introducendo una nuova tecnologia di memoria che estenderà la RAM supportata dagli attuali 16 MB fino a 128 MB.

Si può dunque prevedere il rilascio, a partire dai prossimi mesi, di modelli di Palm con un quantitativo di memoria RAM almeno doppio rispetto a quello attuale: il tetto massimo dei 128 MB verrà raggiunto con tutta probabilità non prima del prossimo anno, inizialmente come optional per i modelli di fascia alta.

L’azienda, che ha definito questa miglioria come “una cruciale conquista”, sostiene che un incremento della memoria RAM supportata porterà benefici sia agli utenti business che a quelli consumer consentendo loro di caricare più immagini, video, musica, applicazioni e documenti di Office, migliorare le prestazioni di client e-mail e browser Web e consentire l’esecuzione di applicazioni multimediali e giochi più complessi e avanzati.

“La gamma di soluzioni hardware e software di prossima generazione si estende notevolmente con questa innovazione sviluppata dagli ingegneri di Palm Solutions”, ha affermato Steve Manser, senior vice president of product development per Palm Solutions Group. “Questa miglioria si tradurrà per i nostri clienti nella possibilità di avere a disposizione tutto il necessario per usufruire di robuste applicazioni per il business e di ricchi contenuti multimediali”.

Con questa mossa Palm spera di guadagnare competitività nei confronti dei Pocket PC, dispositivi che al momento della loro prima apparizione sul mercato, nel 2000, potevano già disporre di 32 MB di RAM. A tal proposito Palm ci tiene però a sottolineare come la memoria disponibile sui propri palmari non possa essere direttamente comparata a quella presente sui Pocket PC: il motivo, secondo l’azienda californiana, sta nel fatto che la propria tecnologia, essendo espressamente nata per il mondo dell’handheld computing, è stata progettata in modo da garantire la minima occupazione di memoria e la massima compattezza dei file. Palm cita come esempio il formato dei file utilizzato per archiviare appuntamenti, indirizzi, testo e note vocali: questi, a suo dire, occupano in media un quinto dello spazio richiesto dai corrispettivi formati utilizzati dal sistema operativo Pocket PC.

Resta tuttavia indubbia la necessità, per la nuove generazione di PDA multimediali, di poter disporre di un generoso quantitativo di RAM ove poter far girare applicazioni che fanno uso di grafica 3D, audio, video e funzionalità di riconoscimento vocale.

Nonostante il ritardo di Palm nell’abbracciare i display a colori e le tecnologie multimediali di derivazione desktop, i computer handheld di quest’ultima detengono ancora la leadership del mercato internazionale con il 38,6% contro il 13,5% della seconda classificata, HP, che con la propria famiglia di iPaq domina il segmento dei PDA basati sulla piattaforma Pocket PC di Microsoft.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Numero28 scrive:
    Per quelli che hanno bisogno di POTENZA
    Pensavo di tornare ad INTEL dato che la workstation che ho a lavoro va molto bene ed ho fatto una comparazione fra due macchine, una INTEL e una AMDl'INTEL è un P4 3.06Ghz HT e la AMD è un dual 1800+ (1533x2)Facendo un calcolo un po a occhio si crede che il P4 abbia PERLOMENO la stessa potenza, anche se avere stesso identico clock + HyperThreading, TEORICAMENTE farebbe presupporre che il P4 dovrebbe andare meglio.Per confrontarle ho utilizzato 3dsmax, che è l'applicativo principale del mio lavoro/hobbie e soprattutto è come del resto tutti gli applicativi di grafica 3D, il miglior metro di paragone per valutare la potenza effettiva della CPU.Risultato ?Tempo di resa INTEL 22 secondi.Tempo di resa AMD 14 secondi.A voi le dovute conclusioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per quelli che hanno bisogno di POTENZA
      Eh....che vuoi farci: l'HT non funziona sotto software non specificatamente progettati (straaaaano per Intel: mi ricorda SSE2).C'è da dire che per fare un paragone alla pari avresti dovuto usare un doppio XEON: si sà, due processori assieme fanno molto meglio di uno, anche se è ad altra frequenza.Detto cio...io ho un AMD 1800+ :-))Riconosco cmq che i nuovi P4 di Intel vadano bene...ma a che prezzi! E...a che frequenza! Non ha senso fare un processore scarso e pomparlo di frequenze per farlo tirare un po.Ok ok..il P4 era pensato fin dall'inizio cosi (PipeLine molto lunge...ecc ecc), ma, in un mondo in cui si pensa ad un futuro piu RISC (vedi prossimi processori a 64 bit) questo ragionamento non ha molto senso...SALUTI
      • Numero28 scrive:
        Re: Per quelli che hanno bisogno di POTENZA
        - Scritto da: Anonimo
        Eh....che vuoi farci: l'HT non funziona
        sotto software non specificatamente
        progettati (straaaaano per Intel: mi ricorda
        SSE2).l'HT funziona in tutti i programmi scritti per l'SMP (multithreading) e max è uno di questi, tant'è vero che se utilizzi un motore di resa tipo mentalray vedi due bucket invece che uno solo...il paragone che ho fatto è basato sul rapporto MHZ/Prestazioni tutto qui :-)
        C'è da dire che per fare un paragone alla
        pari avresti dovuto usare un doppio XEON: si
        sà, due processori assieme fanno molto
        meglio di uno, anche se è ad altra
        frequenza.Ho fatto anche questo test con una scena diversa, fra il dual 1800+ e un dual Xeon 2.4...Risultato ?Dual XEON: 14 secoondiDual 1800+: 16 secondi...non male per avere 1800Mhz in meno :-)
        Detto cio...io ho un AMD 1800+ :-))
        Riconosco cmq che i nuovi P4 di Intel vadano
        bene...ma a che prezzi! E...a che frequenza!
        Non ha senso fare un processore scarso e
        pomparlo di frequenze per farlo tirare un
        po.
        Ok ok..il P4 era pensato fin dall'inizio
        cosi (PipeLine molto lunge...ecc ecc), ma,
        in un mondo in cui si pensa ad un futuro piu
        RISC (vedi prossimi processori a 64 bit)
        questo ragionamento non ha molto senso...

        SALUTIciao...
        • Anonimo scrive:
          Re: Per quelli che hanno bisogno di POTE
          ..manca solo un piccolo (ma non trascurabile ) dato per trarre qualche conclusione:il costo delle due (anzi tre ... visto che ti è capitato per le mani anche un xeon) configurazioni....Penso che in questo campo il gap di frequenza di AMD si faccia sentire con tutto il suo PE$O !!!! :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Per quelli che hanno bisogno di POTE
            - Scritto da: Anonimo
            ..manca solo un piccolo (ma non trascurabile
            ) dato per trarre qualche conclusione:
            il costo delle due (anzi tre ... visto che
            ti è capitato per le mani anche un xeon)
            configurazioni....
            Penso che in questo campo il gap di
            frequenza di AMD si faccia sentire con tutto
            il suo PE$O !!!! :)a me da un test fatto al lavoro ho avuto risultati decisamente diversi, il test l'ho fatto su un rendering video 2D (slow motion) sul sistema edit-station ES-3 sony, le due macchine a paragone erano una dual AMD 2200 e un INTEL P4 2,4 Ghz, la differenza a vantaggio dell'AMD era solo del 10%altro test che ho fatto è sulla stessa macchina AMD usandola con due proc e un proc, e anche qui il vantaggio del dual è del 30%, secondo me un po' poco per motivare la differenza di spesa.
          • Numero28 scrive:
            Re: Per quelli che hanno bisogno di POTE
            - Scritto da: Anonimo
            altro test che ho fatto è sulla stessa
            macchina AMD usandola con due proc e un
            proc, e anche qui il vantaggio del dual è
            del 30%, secondo me un po' poco per motivare
            la differenza di spesa.questo dimostra il fatto che il programma da te usato non è troppo ottimizzato per l'SMP...In 3dsmax i tempi di rendering fra 1 CPU e 2 sono praticamente dimezzati...
          • Anonimo scrive:
            Re: Per quelli che hanno bisogno di POTE
            - Scritto da: Numero28

            - Scritto da: Anonimo

            altro test che ho fatto è sulla stessa

            macchina AMD usandola con due proc e un

            proc, e anche qui il vantaggio del dual è

            del 30%, secondo me un po' poco per
            motivare

            la differenza di spesa.

            questo dimostra il fatto che il programma da
            te usato non è troppo ottimizzato per
            l'SMP...
            In 3dsmax i tempi di rendering fra 1 CPU e 2
            sono praticamente dimezzati...è l'idea che mi ero fatto anch'io, certo che la sony, vende macchine adieci mila euro, potrebbe anche ottimizzarle per l'SMP obbiettivamente... il mio post era riferito al fatto che il dual processor è una gran bella cosa, ma serve che i software lo supportino veramente, se no sono soldi buttati via....
          • Numero28 scrive:
            Re: Per quelli che hanno bisogno di POTE
            - Scritto da: Anonimo
            è l'idea che mi ero fatto anch'io, certo che
            la sony, vende macchine adieci mila euro,
            potrebbe anche ottimizzarle per l'SMP
            obbiettivamente... già... è un po allucinante...
            il mio post era riferito al fatto che il
            dual processor è una gran bella cosa, ma
            serve che i software lo supportino
            veramente, se no sono soldi buttati via....Certo, su questo ti do perfettamente ragione :D
          • shimitar scrive:
            Re: Per quelli che hanno bisogno di POTE
            prestazioni 2cpu < 2*prestatione 1 cpucomunque e sempre.Ci si può avvicinare all'ugualglianza solo se l'applicazione fà pochi accessi alla memoria e carica molto le cpu.Il discorso è analogo ai sistemi massicciamente paralleli: qumentare le cpu impone dei rallentamenti strutturali tra cui:1) aumento latenza degli interrupt2) aumento latenza degli spin lock 3) maggior sovraccarico dei bus della memoria a causa dei cache-refill di alcune CPU causate dalla modifica dei dati nella cache di una altra CPU.4) latenza maggiore nell'accesso alla RAM dovuta all'arbitraggio del bus da parte di più CPUOltre a queste ragioni hardware, un software SMP è più lento di uno npormale perchè richiede codice aggiuntivo per sincronizzare l'esecuzione sulle varie CPU e per mantenere la coerenza della memoria dell'applicazione.Chiunque abbia mai programmato codice concorrente sà bene che occorre utilizzare dosi massicce di robe tipo sezione critiche o semafori perchè il programma funzioni.Insomma ottimizzare per SMP non è facile e oltretutto i risultati dipendono strettamente dall'algoritmo implementato dal programma.Tanto uso di CPU e poco di memoria: molti vantaggiTanto uso di CPU e tanto di memoria: opochi vantaggi
          • Numero28 scrive:
            Re: Per quelli che hanno bisogno di POTE
            Grazie per le delucidazioni :-)ma non ho capito bene il rapporto che hai scritto...Però è vero che un colosso come SONY dovrebbe ottimizzare il codice... un po per serietà, un po per giustificare le decine di migliaia di euro che costa la loro roba :Dciauz...- Scritto da: shimitar

            prestazioni 2cpu < 2*prestatione 1 cpu

            comunque e sempre.
            Ci si può avvicinare all'ugualglianza solo
            se l'applicazione fà pochi accessi alla
            memoria e carica molto le cpu.
            Il discorso è analogo ai sistemi
            massicciamente paralleli: qumentare le cpu
            impone dei rallentamenti strutturali tra
            cui:
            1) aumento latenza degli interrupt
            2) aumento latenza degli spin lock
            3) maggior sovraccarico dei bus della
            memoria a causa dei cache-refill di alcune
            CPU causate dalla modifica dei dati nella
            cache di una altra CPU.
            4) latenza maggiore nell'accesso alla RAM
            dovuta all'arbitraggio del bus da parte di
            più CPU

            Oltre a queste ragioni hardware, un software
            SMP è più lento di uno npormale perchè
            richiede codice aggiuntivo per sincronizzare
            l'esecuzione sulle varie CPU e per mantenere
            la coerenza della memoria dell'applicazione.
            Chiunque abbia mai programmato codice
            concorrente sà bene che occorre utilizzare
            dosi massicce di robe tipo sezione critiche
            o semafori perchè il programma funzioni.

            Insomma ottimizzare per SMP non è facile e
            oltretutto i risultati dipendono
            strettamente dall'algoritmo implementato dal
            programma.
            Tanto uso di CPU e poco di memoria: molti
            vantaggi
            Tanto uso di CPU e tanto di memoria: opochi
            vantaggi
    • Anonimo scrive:
      Re: Per quelli che hanno bisogno di POTE

      Risultato ?

      Tempo di resa INTEL 22 secondi.

      Tempo di resa AMD 14 secondi.

      A voi le dovute conclusioni.una rondine non fa primaverahttp://www.tomshardware.com/cpu/20030210/index.htmlo tomshardware e' diventato un covo di markettari intel, o i loro test sono ancora fra i piu' affidabili e danno il P4 in vantaggio a parita' di frequenza "virtuale"... anche nel rendering 3d e nelle operazioni cpu intensive come la compressione di file o l'encoding MP3 o MPEGin breve, c'e' ancora ben poco da spremere dall'architettura athlon, mentre quella p4 e' ancora lontana dal dare il massimo...non sono un fan di intel, ma il P4 e' una cpu superiore all'athlon, lo devo ammetteree non danno problemi di stabilita'specie nell'smpciao
      • Numero28 scrive:
        Re: Per quelli che hanno bisogno di POTE
        - Scritto da: Anonimo
        una rondine non fa primavera
        http://www.tomshardware.com/cpu/20030210/inde

        o tomshardware e' diventato un covo di
        markettari intel, o i loro test sono ancora
        fra i piu' affidabili e danno il P4 in
        vantaggio a parita' di frequenza
        "virtuale"...
        anche nel rendering 3d e nelle operazioni
        cpu intensive come la compressione di file o
        l'encoding MP3 o MPEG

        in breve, c'e' ancora ben poco da spremere
        dall'architettura athlon, mentre quella p4
        e' ancora lontana dal dare il massimo...

        non sono un fan di intel, ma il P4 e' una
        cpu superiore all'athlon, lo devo ammettere
        e non danno problemi di stabilita'
        specie nell'smp

        ciaonon ti contraddico e accetto il fatto che cmq sia una tua opinione e la rispetto... un piccolo appunto, io direi che non è più il caso di parlare di stabilità, AMD ha risolto problemi di riscaldamento da tempo e se sei accorto puoi anche comperare una macchina esente da qualsiasi tipo di danno possibile alla CPU.
        • Anonimo scrive:
          Re: Per quelli che hanno bisogno di POTE

          non ti contraddico e accetto il fatto che
          cmq sia una tua opinione e la rispetto... un
          piccolo appunto, io direi che non è più il
          caso di parlare di stabilità, AMD ha risolto
          problemi di riscaldamento da tempo e se sei
          accorto puoi anche comperare una macchina
          esente da qualsiasi tipo di danno possibile
          alla CPU.per stabilita' intendevo problemi dovuti ai chipsetquelli intel sono nettamente piu' stabili e danno meno problemi di compatibilita'comuqnue non esprimo opinioni mie, ma dati che vengono dai benchmark di uno dei siti piu' famosi nel camponon sono certo oro colato, ma sicuramente piu' realistici della prova che posso fare a casa con un solo modello per 3ds max..
          • Numero28 scrive:
            Re: Per quelli che hanno bisogno di POTE
            - Scritto da: Anonimo
            per stabilita' intendevo problemi dovuti ai
            chipset
            quelli intel sono nettamente piu' stabili e
            danno meno problemi di compatibilita'
            comuqnue non esprimo opinioni mie, ma dati
            che vengono dai benchmark di uno dei siti
            piu' famosi nel campo
            non sono certo oro colato, ma sicuramente
            piu' realistici della prova che posso fare a
            casa con un solo modello per 3ds max..beh io di chipset prediligo quelli AMD, forse meno performanti dei via... ma sicuramente RockSolid senza ombra di dubbio :-)
        • Numero28 scrive:
          Re: Per quelli che hanno bisogno di POTE
          - Scritto da: Numero28Scusa, ho dimenticato di commentare la pagina di Tomshardware...Beh, che dire...Ci sono 6 secondi di differenza su un rendering di circa 2 minuti, nel mio caso il dual AMD 1533 ci metteva quasi la metà del tempo del P4 3.06 (p4 con 1GB di ram e AMD con 512... avevo tralasciato anche se conta poco sulla scena misera che ho usato...)Senza contare il fatto che il P4 che vince di soli 6 secondi ha 835 Mhz in più e l'hyperThreading che a detta di INTEL aumenta le prestazioni fino al 20%...In virtù di questo la CPU intel dovrebbe metterci molto meno e sinceramente 6 secondi su 117 non sono nulla...ciauz
Chiudi i commenti