Chi chatta con Berlusconi?

Al momento pochi, forse nessuno, ma una nuova tendenza potrebbe essere innescata dalla clamorosa decisione dell'amministrazione Bush di introdurre forum e chat sul sito della Casa Bianca
Al momento pochi, forse nessuno, ma una nuova tendenza potrebbe essere innescata dalla clamorosa decisione dell'amministrazione Bush di introdurre forum e chat sul sito della Casa Bianca


Roma – Chissà quando in Italia potremo vedere qualcosa di simile ma vista l’influenza della Casa Bianca è senz’altro significativo per tutti i paesi occidentali che l’amministrazione Bush abbia deciso di inserire sul proprio sito forum e chat per consentire un dialogo diretto tra governo e utenti, non solo americani.

Stando a quanto apparso sul New York Times , infatti, sul sito della White House , da anni pioniere della presenza in rete di un governo democratico, saranno messi a disposizione una serie di nuovi strumenti. Inutile aspettarsi di poter chattare con George W. Bush, evidentemente, ma sarà possibile dialogare con i suoi collaboratori.

Il primo a prestarsi a quello che viene inevitabilmente proposto come un esperimento sarà già nelle prossime ore Andrew H. Card Jr., capo dello staff junior alla Casa Bianca. L’idea è che per 30 minuti Card risponda alle domande poste dagli utenti, che per partecipare dovranno riempire un modulo che mentre scriviamo ancora non è apparso sul sito dell’amministrazione.

Appuntamenti successivi sono previsti con il capo dell’Ufficio del management e del budget, Mark A. Forman, e con il capo della EPA, l’agenzia per l’ambiente, Christie Whitman.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

16 04 2003
Link copiato negli appunti