Chi dubita del digitale terrestre?

Al bando gli scetticismi: a suon di finanziamenti pubblici arriva la nuova televisione che promette un mondo di cose buone. Dalla concorrenza al t-government l'opinione degli esperti della Bocconi


Milano – Già terzo in Europa per l’offerta di canali TV digitali, il mercato italiano potrà essere terreno per un ulteriore avanzamento nell’offerta di canali e servizi interattivi dopo l’approvazione delle legge sul sistema radiotelevisivo . Questo è quanto prevedono gli esperti dell’ Università Bocconi e in particolare del laboratorio sull’economia dei new media Media&Tv-Lab.

A loro dire, il passaggio al digitale terrestre, infatti, potrà fungere da driver alla concorrenza consentendo l’ingresso a nuovi operatori e offrendo la possibilità di arricchire i servizi offerti grazie alla qualità e interattività, con notevoli implicazioni sull’innovazione del settore.

I dati elaborati dai ricercatori affermano che “il passaggio al digitale consente l’apertura del mercato a nuove piattaforme e canali digitali con una maggiore competizione e innovazione nella creazione di canali e servizi interattivi”. Gli esempi sono quelli della Gran Bretagna , dove il digitale terrestre è stato lanciato nel 1996 e che oggi guida l’Europa nel settore con sei piattaforme di TV interattiva e un totale di 337 servizi interattivi. Oppure della Francia , che conta 5 piattaforme e 139 servizi.

Secondo i ricercatori i maggiori mercati europei, che oltre a Gran Bretagna e Francia sono Germania, Spagna e Italia, dal 2000 ad oggi hanno visto salire i servizi della TV interattiva del 63 per cento, con picchi di crescita laddove maggiore è la competizione tra gli operatori.

L’applauso degli studiosi è rivolto alla Legge Gasparri appena approvata dal Parlamento che prevede il passaggio definitivo al digitale terrestre dal 2006 e che, a loro dire, “allinea l’Italia al resto d’Europa dove il mercato della televisione digitale è attualmente composto da oltre 25.368.000 abbonati di cui il 40 per cento nel Regno Unito, seguita da Francia (17 per cento), Germania (10,5) e Italia (9,5)”.

Non considerando le sperimentazioni in corso, emerge che solo il 6 per cento degli abbonati europei ricevono il segnale digitale per via terrestre contro il 78 per cento per via satellitare .

Il successo della nuova televisione in Italia sarebbe agevolato, secondo gli esperti della Bocconi, dal fatto che fino ad ora l’unica tecnologia digitale di trasmissione disponibile nel nostro paese era il satellite o la fibra ottica, con “l’ADSL ancora in fase embrionale”. Una situazione diversa da quella di paesi, come la Gran Bretagna o la Spagna, dove “il terrestre è fallito”. “Inoltre – osservano i ricercatori del Lab bocconiano – la penetrazione del terrestre analogico in Italia è maggiore del 90 per cento, la più alta in Europa, e dunque facilita la conversione alla televisione digitale”.

“La TV digitale – spiegano i ricercatori – svolge anche un ruolo di driver all’innovazione dei servizi visto che quasi la metà (46 per cento) dei servizi offerti dalle piattaforme digitali in Europa fanno parte della categoria enhanced TV (arricchimento informativo). Seguono i giochi con il 13 per cento e lo home shopping con il 12 per cento”. “In Italia – concludono i ricercatori – esistono notevoli spazi per lo sviluppo di servizi di e-commerce su tale piattaforma, considerando che sono attualmente inesistenti mentre negli altri paesi compongono un 8-22 per cento del totale dei servizi offerti. Tra gli altri servizi messi a disposizione dal digitale, in Italia si prospetta una notevole evoluzione di quelli di pubblica utilità attraverso il televisore”, il cosiddetto t-government .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Dove trovare informazioni più precise?
    Sembra interessante. Ma per saperne di più?
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove trovare informazioni più precise?
      Finalmente dopo tanti nomi di ministri insignificanti( di nome e di fatto)mai nome piu' appropriato per un Ministro: "STANCA".Ti "Stanca" perchè:* stanchi di sentire buoni propositie chiacchere* stanchi di rincorrere finanziamenti concessi solo al "giro"* stanchi di cacciare i soldi sempre dalle nostre tasche sempre piu' vuote e vedere chi le tasche le ha già piene con finanziamenti statali per opere e servizi fantasmi.* stanchi di sentirsi dire "che le micro imprese rappresentano il x% del mercato e che da sole garantiscono Y% di occupazione" e che per questo vanno tenute in considerazione ed aiutate.* stanchi di sapere quanti soldi vanno a finire nelle tasche degli imprenditori del Nord e sentire a quelle teste di ... della lega "ROMA LADRONA" e poi vederli strafottersi mezzo bilancio del Governo....insomma stanchi di tutto.Provi il ministro a chiedere finanziamenti in Sicilia (ovviamente in incognito) e poi ci dica come avrà fatto ad ottenerli.un piccolo imprenditore "STANCO "
      • Anonimo scrive:
        Re: Dove trovare informazioni più precise?
        - Scritto da: Anonimo
        Finalmente dopo tanti nomi di ministri
        insignificanti( di nome e di fatto)mai nome
        piu' appropriato per un Ministro: "STANCA".
        Ti "Stanca" perchè:
        * stanchi di sentire buoni propositie
        chiacchere
        * stanchi di rincorrere finanziamenti
        concessi solo al "giro"
        * stanchi di cacciare i soldi sempre dalle
        nostre tasche sempre piu' vuote e vedere chi
        le tasche le ha già piene con
        finanziamenti statali per opere e servizi
        fantasmi.
        * stanchi di sentirsi dire "che le micro
        imprese rappresentano il x% del mercato e
        che da sole garantiscono Y% di occupazione"
        e che per questo vanno tenute in
        considerazione ed aiutate.
        * stanchi di sapere quanti soldi vanno a
        finire nelle tasche degli imprenditori del
        Nord e sentire a quelle teste di ... della
        lega "ROMA LADRONA" e poi vederli
        strafottersi mezzo bilancio del Governo.
        ...insomma stanchi di tutto.
        Provi il ministro a chiedere finanziamenti
        in Sicilia (ovviamente in incognito) e poi
        ci dica come avrà fatto ad ottenerli.
        un piccolo imprenditore "STANCO "Non ti credere, guarda che è così anche al Nord. Prova a venire quà a lavorare ed a chiedere finanziamenti che vedrai che non sarà poi così diverso. Io per avere 20.000 ? di fido dalla banca ho dovuto far firmare mio padre ed impegnare una casa che vale non meno di 500.000 ? altrimenti "ciccia" .... e prova a chiedere un aumento di fido perchè c'è la crisi ... ti guardano pure male ... ma tant'è, i soldi li devono dare ai soliti (diciamo Cirio e Parmalat per par condicio geografica).Diciamola tutta la verità, è che i soldi non vanno ai veri imprenditori che mandano avanti l'Italia, siano essi del Nord, del Centro o del Sud, soprattutto se sono a fondo perduto ... e queste cose ormai le sa anche il CANE CHE PASSA PER STRADA, e quindi la piantino di prenderci per i fondelli con questi proclami pre-elettorali!
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove trovare informazioni più precise?
      - Scritto da: Anonimo
      Sembra interessante. Ma per saperne di
      più?hai amici tra gli amici?noo? allora non le trovi! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove trovare informazioni più precise?
      - Scritto da: Anonimo
      Sembra interessante. Ma per saperne di
      più?Qui ci sono degli inidirizzi di posta elettronica:http://www.innovazione.gov.it/ita/scrivi/scrivi.shtmlL'ultima volta che ho scritto (un anno fa) mi hanno risposto in un paio di giorni.P.S. Facci sapere, che penso possa interessare molti!
  • Anonimo scrive:
    Prendete e mangiatene tutti ...
    ... questi sono i nostri soldi dati in sacrificio per voi.1) Questi finanziamenti, si esauriscono nell'arco delle 24 ore dall'annuncio (e' piu' una man bassa che un finanziamento)2) Nonostante i precedenti finanziamenti, nessuna azienda italiana spicca per aver fatto qualcosa di innovativo. Dove sono finiti i soldi? Erano a fondo perduto? Se non lo erano, sono tornati? E se lo erano, in mano a chi sono finiti?3) Se non conosci qualcuno che conta, il finanziamento non arrivera' mai.Auguri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Prendete e mangiatene tutti ...

      ... Dove sono
      finiti i soldi? Erano a fondo perduto? Se
      non lo erano, sono tornati? E se lo erano,
      in mano a chi sono finiti?a fondo perduto non vuol dire che vengono buttati nel cesso, vuol dire che è un finanziamento che non deve essere restituito (un "regalo" insomma).il ritorno è nel "miglioramento" dell'azienda per mezzo della realizzazione del progettosono finiti in mano alle aziende! che poi i soldi che partono da Roma non escano dal raccordo anulare è un'altra questione.ma non generalizzare, è già difficile quando si prendono le cose seriamente... sputtanando tutto e tutti non se ne viene fuori...andrea(uno che è riuscito ad avere un piccolo finanziamento, però dalla Camera di Commercio della mia provincia, non da Roma!)
      • Anonimo scrive:
        Re: Prendete e mangiatene tutti ...
        - Scritto da: Anonimo


        ... Dove sono

        finiti i soldi? Erano a fondo perduto?
        Se

        non lo erano, sono tornati? E se lo
        erano,

        in mano a chi sono finiti?

        a fondo perduto non vuol dire che vengono
        buttati nel cesso, vuol dire che è un
        finanziamento che non deve essere restituito
        (un "regalo" insomma).

        il ritorno è nel "miglioramento"
        dell'azienda per mezzo della realizzazione
        del progetto

        sono finiti in mano alle aziende! che poi i
        soldi che partono da Roma non escano dal
        raccordo anulare è un'altra
        questione.

        ma non generalizzare, è già
        difficile quando si prendono le cose
        seriamente... sputtanando tutto e tutti non
        se ne viene fuori...

        andrea

        (uno che è riuscito ad avere un
        piccolo finanziamento, però dalla
        Camera di Commercio della mia provincia, non
        da Roma!)ma rileggi meglio prima di rispondere
        • Anonimo scrive:
          Re: Prendete e mangiatene tutti ...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo




          ... Dove sono


          finiti i soldi? Erano a fondo
          perduto?

          Se


          non lo erano, sono tornati? E se lo

          erano,


          in mano a chi sono finiti?



          a fondo perduto non vuol dire che
          vengono

          buttati nel cesso, vuol dire che
          è un

          finanziamento che non deve essere
          restituito

          (un "regalo" insomma).



          il ritorno è nel "miglioramento"

          dell'azienda per mezzo della
          realizzazione

          del progetto



          sono finiti in mano alle aziende! che
          poi i

          soldi che partono da Roma non escano dal

          raccordo anulare è un'altra

          questione.



          ma non generalizzare, è
          già

          difficile quando si prendono le cose

          seriamente... sputtanando tutto e tutti
          non

          se ne viene fuori...



          andrea



          (uno che è riuscito ad avere un

          piccolo finanziamento, però dalla

          Camera di Commercio della mia
          provincia, non

          da Roma!)

          ma rileggi meglio prima di rispondereE u prova ad accendere il cervello!
Chiudi i commenti