Chi infila i Beatles nel cellulare?

Una società di telecomunicazioni americana ha stipulato un accordo con Sony: le suonerie dei telefonini riprodurranno famosi brani di musica leggera
Una società di telecomunicazioni americana ha stipulato un accordo con Sony: le suonerie dei telefonini riprodurranno famosi brani di musica leggera


New York (USA) – Premium Wireless Service ha deciso di inserire originali suonerie nei telefonini che produce: perché limitarsi ai soliti brani di musica classica? Questa società di telecomunicazioni fornirà ai propri clienti estratti da 8-15 secondi di famose canzoni di musica leggera.

Le canzoni di Beatles, Ricky Martin e Destiny Child’s (alcuni dei gruppi scelti da Premium Wireless Service) sono però coperti dal diritto d’autore; quindi questa società ha dovuto stipulare un accordo Sony/Atv Music Publishing, cui Premium Wireless verserà una roylaty ogni volta che l’utente avrà scelto di attivare queste suonerie. Premium Wireless offrirà il servizio a gestori di telecomunicazione come Cingular Wireless. L’utente finale, per utilizzare le nuove suonerie, pagherà 99 centesimi di dollaro come ?tassa? unica (una volta per tutte).

La moda delle suonerie è diffusa soprattutto in Europa e in Asia; in America, invece, la possibilità di personalizzare a tal punto la propria suoneria è considerata un evento innovativo. In USA, infatti, il cellulare non è visto ancora come prodotto di largo consumo, poiché, come già evidenziato “si teme che la reperibilità 24 ore su 24, 7 giorni su 7, si traduca in un eccesso d’informazione”. In Italia, dove pure vige un rigido diritto d’autore , le suonerie con brani di musica sono discretamente apprezzati. Non a tutti, evidentemente, lo smembramento di Beethoven nelle note binarie di una suoneria appare solo come una deturpante commercializzazione della musica…

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 06 2001
Link copiato negli appunti