Chi pagherà per il nuovo Trillian?

Il recente rilascio della versione 1.0 del client di instant messaging è arrivato con una sorpresa: non è più gratuito. E in molti ora si chiedono che fine farà

Roma – Non è stata una bella sorpresa, per molti dei più vecchi e affezionati utenti di Trillian , scoprire che la nuova versione 1.0 del loro client di instant messaging preferito ha perso quella che forse era la sua sua caratteristica più apprezzata: la gratuità. Il nuovo Trillian Pro 1.0, rilasciato la scorsa settimana, costa infatti 25$, un prezzo che la piccola società che lo sviluppa, Cerulean Studios, giustifica con la quantità di nuove funzioni e migliorie che sono state aggiunte rispetto alla versione precedente, la 0.74, che rimane invece gratuita.

“In risposta al crescente numero di sostenitori di Trillian – si legge sul sito del prodotto – che hanno fatto donazioni e che si domandavano “dove fossero tutte le favolose nuove funzionalità promesse”, ci siamo messi a lavorare sodo per creare una versione premium del nostro software, Trillian Pro”.

Trillian sostiene che la nuova versione “Pro” del proprio software contiene “oltre 100 irresistibili nuove funzionalità e fix”, fra cui un nuovo sistema di plug-in per estendere le funzioni del client, un’interfaccia grafica profondamente rivista, un nuovo supporto alla rete di IM di Yahoo! che comprende la possibilità di fare videoconferenza, un nuovo connection manager in grado di gestire account individuali, una più efficiente contact list e tutta una serie di nuove “faccine” da integrare nei messaggi.

Trillian assicura i propri utenti che continuerà a “mantenere e supportare una versione free del nostro software per tutti coloro che non possono sostenere i nostri sforzi”. Quest’affermazione potrebbe dunque lasciare supporre che prima o poi uscirà una versione 1.0 “lite” gratuita, anche se appare probabile che il piccolo team di sviluppatori, che d’ora in avanti dovrà farsi anche carico del supporto tecnico agli utenti paganti, avrà ben poche risorse da dedicare allo sviluppo e al miglioramento della versione free di Trillian.

Ad accompagnare questi dubbi vi è poi chi sostiene che la mossa di Trillian, oltre che essere azzardata, espone questa società a seri rischi legali. Il suo software, infatti, si appoggia sui servizi di IM di AOL (AIM, ICQ), Microsoft (MSN) e Yahoo!, violando, di fatto, le proprietà intellettuali dei rispettivi protocolli utilizzati per la comunicazione. In passato AOL si è già mostrata più volte contrariata della presenza di questa sorta di “parassita” nel suo network di IM, tanto è vero che ha più volte tentato di lasciare gli utenti di Trillian “al buio” introducendo piccoli aggiornamenti ai suoi server.

Se fino ad oggi Trillian non ha avuto guai legali lo si deve probabilmente anche al fatto che non traeva profitti diretti dalla sua attività. Con l’introduzione di Trillian Pro si fa però più concreto il rischio, secondo alcuni, che AOL o uno degli altri giganti di cui Trillian utilizza (senza permesso) i relativi protocolli chiusi, siano meno propensi a chiudere un occhio.

Anche se fra i più completi e sofisticati nel suo genere, Trillian non è l’unico software di IM alternativo ai classici e ufficiali client di AOL, Microsoft e compagnia bella: Punto Informatico ne ha recensiti alcuni ( qui e qui ) all’interno della rubrica Download .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • kRDvjHqFfDP tKoncQSZ scrive:
    PvxABdHolODskYsQ
    m8ExSf http://www.FyLitCl7Pf7kjQdDUOLQOuaxTXbj5iNG.com
  • Anonimo scrive:
    anche
    http://www.nomeitalia.net/it/registrazione_dominio/registrazione_dominio_privato_riservato.html
  • Anonimo scrive:
    Lo hanno copiato a questi..
    che lo fanno da anni http://www.nomidominio.com/nomidominio/registrazione-dominio-intestazione.htm , ma godaddy ha pure chiesto il brevetto della "sua invenzione".'Sti anmericani si brevetterano pure l'anima del prossimo.Mah!
  • Anonimo scrive:
    help Domini.it
    ora vi pongo un quesito al quale spero mi rispondiate con buone notizie.Che voi sappiate c'é un modo(oltre a scrivere a register) per avere l'elenco completo di tutti i domini registrati in italia con estonsione.itMandatemi una e-mail Grazie mille
  • Anonimo scrive:
    Lo fa già ARUBA
    E dov'è la novità? ARUBA lo fa già da molto tempo...Michele Coppo
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo fa già ARUBA

      E dov'è la novità?
      ARUBA lo fa già da molto tempo...

      Michele Coppobella sola...in pratica tu paghi la registrazione e aruba si prende il dominio....
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo fa già ARUBA
        - Scritto da: maks
        bella sola...
        in pratica tu paghi la registrazione e aruba
        si prende il dominio....Questa e` probabilmente l'unica cosa buona che Aruba abbia mai fatto e mai fara`, e tu ti lamenti di questa? A parte il vantaggio della privacy (non vedo perche` chi visita il mio sito dovrebbe conoscere il mio indirizzo), permette ad Aruba di semplificare parecchie procedure e mantenere bassi i prezzi. D'altonde se qualcuno vuole registrare in modo "serio" un dominio (e non e` completamente fesso) non si rivolge certo a cantinari che forniscono spazio Web per venticinque euro all'anno.
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo fa già ARUBA
          ma dove l'avete visto che aruba non mette i dati dell'utente??i miei domini sono registrati a nome mio...ps. cantinari?? imho non sai quello che dici...fabio- Scritto da: Mifaccilpiacere
          - Scritto da: maks


          bella sola...

          in pratica tu paghi la registrazione e
          aruba

          si prende il dominio....

          Questa e` probabilmente l'unica cosa buona
          che Aruba abbia mai fatto e mai fara`, e tu
          ti lamenti di questa? A parte il vantaggio
          della privacy (non vedo perche` chi visita
          il mio sito dovrebbe conoscere il mio
          indirizzo), permette ad Aruba di
          semplificare parecchie procedure e mantenere
          bassi i prezzi. D'altonde se qualcuno vuole
          registrare in modo "serio" un dominio (e non
          e` completamente fesso) non si rivolge certo
          a cantinari che forniscono spazio Web per
          venticinque euro all'anno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo fa già ARUBA
            - Scritto da: fabio
            ma dove l'avete visto che aruba non mette i
            dati dell'utente??

            i miei domini sono registrati a nome mio...E` una cosa recente, fino a qualche tempo fa erano registrati a proprio nome ma ora li registrano a nome di Aruba. Se i tuoi non lo sono ancora, lo diventeranno alla prossima registrazione.
            ps. cantinari?? imho non sai quello che
            dici...Chiedi a chiunque sappia la differenza che passa fra un PC e un frigorifero, e vedrai cosa ti dira` riguardo ad Aruba.Io stesso (che i siti amatoriali li registro con Aruba, proprio perche` sono amatoriali e quindi mi interessa soltanto spendere poco) qualche tempo fa ho scoperto per caso un buco di sicurezza *enorme*: con un semplice script ASP si poteva accedere in R/W ai file di qualunque utente avesse il sito sul tuo stesso server (ivi incluso spianarglieli, ovviamente). Dato che su ogni server ci sono parecchie migliaia di siti, non mi sembra una cosa da poco. All'epoca riportai la cosa ad Aruba (ma mi ignorarono, come e` loro consuetudine fare) e successivamente su alcuni forum e mailing list. Ciononostante ci vollero piu` di due mesi prima che la falla venisse chiusa. In realta` non la chiusero affatto: si continuava ad avere l'accesso in R/W agli altri file a patto (questa era la novita`) che si conoscesse il loro percorso completo, cosa peraltro piuttosto semplice da desumere. Adesso non so se abbiamo risolto definitivamente il problema, onestamente non provo alcun interesse a spianare file di sfigati come me.
  • Anonimo scrive:
    provider... pigri e furbetti
    E che cosa vuol dire attivita' illecite? come si dimostrano? chi decidera? il tribunale entro 20 anni?Che senso ha registrare un dominio anonimo se si vuole esercitare attivita' lecite?Piuttosto che pesi ai provider dover mantenere aggiornato il whois pubblico ed in questo modo evitino di fare un lavoro spacciandolo per un servizio aggiuntivo eh... furbetti!!!
  • Anonimo scrive:
    Italia contro il resto del mondo
    Bello, in Italia si vorrebbe che ogni sito avesse perlomeno un direttore responsabile dichiarato ed il resto del mondo vende i domini anonimi.Bleack!!!
  • Anonimo scrive:
    Mi vien da ridere
    Dove sarebbe la grande invenzione?Anche col .it io, provider, posso registrare a mio nome qualsiasi dominio e girarlo al cliente finale.Ma il bello è che finora questo meccanismo è sempre stato utilizzato per fregare i domini al cliente anzichè consentire l'anonimato allo stesso cliente.Anche P.I. più volte ha ospitato lamentele di gente che pensando di essere titolare di un dominio se lo è visto registrato a nome di un altro.Mah, quasi quasi comincio a proporlo anch'io ai miei clienti.
  • Anonimo scrive:
    Viva la privacy
    Viva la privacy... ma mi domando se continuando di questo passo se continueremo ad essere responsabili delle nostre azioni.Le telecamere no, le impronte digitali no, riconoscimento del volto no, mail anonima, SMS anonimi, MMS con visi coperti, firme finte, maschere in faccia ok al falso in bilancio, niente problemi per i reati all'estero grazie alle rogatorie, prescrizione di 2 mesi, libero commercio delle armi da fuoco...siamo pronti alla nuova ondata di inculonomy no stop?Scusate lo sfogo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva la privacy

      siamo pronti alla nuova ondata di inculonomy
      no stop?Come ha scritto L'Espresso, internet assomiglia sempre di più ad una fogna.
      Scusate lo sfogo.De nada.
      • Anonimo scrive:
        Re: Viva la privacy
        C'è in giro gente che se non si sveglia la mattina con il cappio al collo bello stretto non è contenta...- Scritto da: QSECOFR

        siamo pronti alla nuova ondata di
        inculonomy

        no stop?

        Come ha scritto L'Espresso, internet
        assomiglia sempre di più ad una fogna.


        Scusate lo sfogo.

        De nada.
      • Anonimo scrive:
        Re: Viva la privacy
        Se pensi che Internet sia una fogna, che ci fai in un forum? La pantegana?
  • Anonimo scrive:
    luridi prestanome
    voglio vedere quando saremo invasi da spam come ci toglieremo dai piedi questa gente....
    • Anonimo scrive:
      Re: luridi prestanome
      - Scritto da: fDiskolo
      voglio vedere quando saremo invasi da spam
      come ci toglieremo dai piedi questa
      gente....Come al solito gia dalla mattina presto c'è in giro gente che non capisce un cazzo.Registrazione anonima = SpamAlla grande.
      • Anonimo scrive:
        Re: luridi prestanome
        - Scritto da: wakeupman
        - Scritto da: fDiskolo

        voglio vedere quando saremo invasi da spam

        come ci toglieremo dai piedi questa

        gente....

        Come al solito gia dalla mattina presto c'è
        in giro gente che non capisce un cazzo.
        Registrazione anonima = Spamio non capirò un cazzo, però i miei domini sono stati tranquillamenteregistrati e pubblicati nel database di whois e non ho nulla danascondere.Tu cos'hai da nascondere?
        • Anonimo scrive:
          Re: luridi prestanome
          eddai diskolo, dice che se fanno spam perdono il diritto all'anonimo.. giurerei d'averlo letto nell'articolo.. aspe'.. rileggo..*diritto che può essere perduto nel caso in cui il sito sia coinvolto in attività illecite, in spam o [cut]*ecco, appunto..
          • Anonimo scrive:
            Re: luridi prestanome
            - Scritto da: Lock One
            eddai diskolo, dice che se fanno spam
            perdono il diritto all'anonimo.. giurerei
            d'averlo letto nell'articolo.. aspe'..
            rileggo..

            *diritto che può essere perduto nel caso in
            cui il sito sia coinvolto in attività
            illecite, in spam o [cut]*belle parole, ma credi che lo faranno davvero? E quando? E quale saràil limite massimo di sopportazione prima di rimuovere l'anonimato?Dopotutto... se loro negano l'anonimato ad uno spammer perdono pursempre un cliente...
          • Anonimo scrive:
            Re: luridi prestanome
            - Scritto da: fDiskolo
            - Scritto da: Lock One

            eddai diskolo, dice che se fanno spam

            perdono il diritto all'anonimo.. giurerei

            d'averlo letto nell'articolo.. aspe'..

            rileggo..



            *diritto che può essere perduto nel caso
            in

            cui il sito sia coinvolto in attività

            illecite, in spam o [cut]*

            belle parole, ma credi che lo faranno
            davvero? E quando? E quale sarà
            il limite massimo di sopportazione prima
            di rimuovere l'anonimato?
            Dopotutto... se loro negano l'anonimato
            ad uno spammer perdono pur
            sempre un cliente...Il limite sarà una segnalazione valida e comprovata, semplicissimo ed effettivo. Niente sopportazione, anche perchè loro sono sicuramente piu regolamentati di noi.E poi non perdono nessun cliente, la registrazione come sai visto che "sei nel database whois" (anche io, tutti) si paga in anticipo quindi chi ci perde al limite è lo spammer, che fino a prova contraria se ha cattive intenzioni difficilmente diventa un cliente che rinnova, non credi? Comunque scusa per il "non capisce un cazzo", era chiaramente esagerato :)Ma pensaci bene, non devi avere niente da nascondere per proteggere la tua privacy, il tuo ragionamento è tra quelli che fanno pendere la bilancia dalla parte sbagliata.Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: luridi prestanome
          Io provo a fare un esempio: voglio fare il dominio LaFifaHaPagatoMoreno.com, oppure SoCosaESuccessoAUstica.org e metterci delle informazioni su quegli argomenti (sto facendo degli esempi scemi... potrebbero anche essere siti di informazione che potrebbero rivelare dati personali delle persone che ci lavorano, tipo ideologia politica, preferenze sessuali o altro).Insomma cose legali, ma che non si vuole che si sappia (per evitare guai o ficcanasamenti vari) di chi sono.Anche un sito che parla di crittografia, magari anche di SECA2, potrebbe subire pressioni dalle lobby o da qualche governo, senza di per sè rappresentare una violazione delle leggi
          • Anonimo scrive:
            Re: luridi prestanome
            Chi lanciò il sasso e nascose la mano -Balilla - è stato preso a modello per la gioventù fascista... chiunque abbia qualcosa da dire deve assumersi la responsabilità pubblica di quello che fa. Se ha paura, è inutile che cerchi di nascondersi, è meglio che lasci perdere.Se abbiamo paura di uno Stato per quello che diciamo, cambiamo lo Stato, diamine, non continuiamo a nasconderci come vermi. Facciamo solo il gioco di chi ci vuole controllare.
        • Anonimo scrive:
          Re: luridi prestanome
          allora.. registri un dominio.. attivi una casella di posta per tua figlia.. lei va in chat e da in giro il suo indirizzo x farsi mandare le barzellette dal simpaticone di turno.. io fossi in te non vorrei che uno sconosciuto abbia cos' tutti i tuoi dati (e quelli di tua figlia ovviamente)..esempio stupido.. ok.. ma a me non va che quando do il mio indirizzo di posta automaticamente do anche nome, cognome e indirizzo.. qualche volta anche il numero di tel (.it)..fabio
Chiudi i commenti