Chi twitta dalla scrivania?

E' un orsacchiotto a cui piace leggere i vostri cinguettii

Ricordate Twimal ? Ne avevamo parlato qualche tempo fa, presentandolo come un animaletto da scrivania capace di leggere i tweet del proprio account.
In realtà, Twimal non è l’unico gadget giapponese pensato per questa funzione e dal Sol Levante giunge Charatter.

Charatter

È un orsacchiotto capace di dare voce ad ogni singolo intervento che scorre nel flusso Twitter, ma rispetto a Twimal è ancora più avanzato. Il produttore WiZ ha infatti animato le labbra dell’orsetto, affinché si muovano in sincrono con le parole presenti sui tweet. Se ciò non fosse sufficiente, Charatter è utilizzabile sul PC via USB oppure può essere collegato ad un iPhone. Per usarlo sul melafonino, bisognerà anche procedere con il download dell’app gratuita dedicata (Charatter iPhone app).

Il Teddy Bear della situazione è destinato al mercato giapponese e per ora non è previsto il supporto ad altre lingue. Comunque, se l’anima giapponese che è in voi dovesse prendere il sopravvento, potreste pensare di acquistare l’orsetto cinguettante su Rinkya al prezzo di 24,74 dollari.

(via Crunchgear )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Quaraquaqua scrive:
    Brevetti
    A un prezzo così, questi qui mi sa che non pagano un euro delle tecnologie brevettate utilizzate.
  • Findi scrive:
    Tanto per l'India....
    anche 10 euro sono un prezzo troppo alto...purtroppo per loro ovviamente!:-)
  • panda rossa scrive:
    Il vero progresso...
    Il vero progresso e' quello di prendere un oggetto tecnologico e renderlo il meno costoso possibile.E se un tablet puo' arrivare a costare meno di 100 dollari, vuol dire che chi ha pagato di piu' ha solo arricchito uno che e' gia' miliardario di suo.
    • deactive scrive:
      Re: Il vero progresso...
      Quel che non capisco e' come intendano "informatizzare" il paese con un tablet sul quale non puoi fare nulla a livello PRO.
      • krane scrive:
        Re: Il vero progresso...
        - Scritto da: deactive
        Quel che non capisco e' come intendano
        "informatizzare" il paese con un tablet sul quale
        non puoi fare nulla a livello PRO.Cosa intendi per "pro" ?
        • deactive scrive:
          Re: Il vero progresso...
          ehm, intendo dire tutto cio' che implica l'uso del computer in ambito professionale.Non credo che un tablet possa esser molto utile ad uno studio legale, o ad uno studio contabile tanto per fare qualche esempio.I tablet ( a prescindere dall'os che montano ) li vedo come un bel giocattolo per adulti volto all'entertainment.Magari mi sbaglio eh, ma se si deve informatizzare io penso a corsi per newbies, non per gente che il pc gia' lo maneggia.
      • pippO scrive:
        Re: Il vero progresso...
        - Scritto da: deactive
        Quel che non capisco e' come intendano
        "informatizzare" il paese con un tablet sul quale
        non puoi fare nulla a livello
        PRO.se provi a guardare i newsgroup di programmazione, trovi ancora tante domande dall'india riguardo il turboc... :s
        • Osvy scrive:
          Re: Il vero progresso...
          - Scritto da: pippO
          - Scritto da: deactive

          Quel che non capisco e' come intendano

          "informatizzare" il paese con un tablet sul
          quale

          non puoi fare nulla a livello

          PRO.
          se provi a guardare i newsgroup di
          programmazione, trovi ancora tante domande
          dall'india riguardo il turboc...
          :sche dal punto di vista della "informatizzazione" nel senso di mettere il naso in come funziona un PC, non mi sembra tutto sommato malaccio..per la verità io ho un "background" di solo Basic, ma credo che si comprenda meglio come funziona un PC "dentro" col Basic che con un linguaggio Visuale (almeno se lo si usa solo nei moduli visuali belle e pronti e confezionati)Prendete quello che ho scritto con la opportuna tara...sono un tantino non aggiornato :-)
          • pippO scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: Osvy
            - Scritto da: pippO

            - Scritto da: deactive


            Quel che non capisco e' come intendano


            "informatizzare" il paese con un tablet sul

            quale


            non puoi fare nulla a livello


            PRO.

            se provi a guardare i newsgroup di

            programmazione, trovi ancora tante domande

            dall'india riguardo il turboc...

            :s

            che dal punto di vista della "informatizzazione"
            nel senso di mettere il naso in come funziona un
            PC, non mi sembra tutto sommato
            malaccio..
            per la verità io ho un "background" di solo
            Basic, ma credo che si comprenda meglio come
            funziona un PC "dentro" col Basic che con un
            linguaggio Visuale (almeno se lo si usa solo nei
            moduli visuali belle e pronti e
            confezionati)Questa sul basic la sapevi? ;)"It is practically impossible to teach good programming style to students that have had prior exposure to BASIC; as potential programmers they are mentally mutilated beyond hope of regeneration."Dijkstra
          • bubba scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: pippO
            - Scritto da: Osvy

            - Scritto da: pippO


            - Scritto da: deactive



            Quel che non capisco e' come intendano



            "informatizzare" il paese con un tablet sul


            quale



            non puoi fare nulla a livello



            PRO.


            se provi a guardare i newsgroup di


            programmazione, trovi ancora tante domande


            dall'india riguardo il turboc...


            :s



            che dal punto di vista della "informatizzazione"

            nel senso di mettere il naso in come funziona un

            PC, non mi sembra tutto sommato

            malaccio..

            per la verità io ho un "background" di solo

            Basic, ma credo che si comprenda meglio come

            funziona un PC "dentro" col Basic che con un

            linguaggio Visuale (almeno se lo si usa solo nei

            moduli visuali belle e pronti e

            confezionati)
            Questa sul basic la sapevi? ;)
            "It is practically impossible to teach good
            programming style to students that have had prior
            exposure to BASIC; as potential programmers they
            are mentally mutilated beyond hope of
            regeneration."
            Dijkstraeheh, vecchia diatriba. E, no non sono assolutamente d'accordo.Ovvio che il GOTO da' una visione "contraria" a una pulita programmazione , ma si puo' benissimo imparare il turbopascal (e apprezzare la programmazione strutturata, con ordinati flowchart) senza impazzire. Io l'ho fatto. Ero addicted ai dialetti Basic (sono 'nato' col vic20 e affini) poi "obbligato" inizialmente dalla scuola, ho imparato anche quello. E probabilmente a usare molti meno GOTO anche in basic ;)
          • deactive scrive:
            Re: Il vero progresso...
            devo ammettere che (un po') e' vero.:'(
      • Uno di Passaggio scrive:
        Re: Il vero progresso...
        - Scritto da: deactive
        Quel che non capisco e' come intendano
        "informatizzare" il paese con un tablet sul quale
        non puoi fare nulla a livello
        PRO.Concordo, ma "informatizzare il paese" non vuol solo dire far diventare tutti professionisti del settore ma anche, e forse soprattutto, dare a tutti la possibilità di connettersi, vedere foto digitali, avere, insomma, uno strumento informatico in mano. Ed un tablet può essere molto più pervasivo di un PC, è più semplice da usare (pensa all'installazione delle applicazioni dal market vs installazione di Office), è più attraente, te lo puoi portare in giro e non pesa e fa presa un po' su tutti, giovani e meno giovani.
        • deactive scrive:
          Re: Il vero progresso...
          Hai ragione. Pero' pensaci, in India siamo ben lontani dall'europa.Il fatto che sia la culla dei nuovi programmatori e delle test IT del pianeta non significa che ogni famiglia possieda un pc.Se come dici tu, li educhi all'utilizzo generico, non credo tu faccia loro un gran favore. Mediamente il loro stipendio medio non permette loro nemmeno di comprarsi un paio di scarpe. Per quale ragione dovrebbero essere interessati a vedere foto e cazzeggiare su un tablet?In posti come quelli, per me e' importante educare per dare strumenti pratici di emancipazione e indipendenza. Il cazzeggio purtroppo e' meno prioritario. IMHO.
          • Mario scrive:
            Re: Il vero progresso...
            invece è proprio con il "cazzeggio" che inviti le persone ad usare la tecnologia. L'uomo è attirato dalle mode e da cio' che è divertente, se li obbligassi ad usarli avresti meno sucXXXXX. E' il contrario di quello che è sucXXXXX in occidente, ma credo sia la strada giusta.In fin dei conti a noi cosa serve connetterci a internet ovunque siamo? ...
          • Uno di Passaggio scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: Mario
            invece è proprio con il "cazzeggio" che inviti le
            persone ad usare la tecnologia. L'uomo è attirato
            dalle mode e da cio' che è divertente, se li
            obbligassi ad usarli avresti meno sucXXXXX. E' il
            contrario di quello che è sucXXXXX in occidente,
            ma credo sia la strada
            giusta.

            In fin dei conti a noi cosa serve connetterci a
            internet ovunque siamo?
            ...Ecco, quello che avrei risposto io se fossi arrivato prima :)
          • deactive scrive:
            Re: Il vero progresso...
            ho capito, ma invitare ed educare al cazzeggio e' in contrasto con il significato di informatizzare a mio avviso. Del resto se il problema fosse esser connessi per le info di base ci sono sempre gli smartphones. E sui cellulari sono molto meno del terzo mondo di come sembrino.Da quel punto di vista, almeno nei grandi centri sono tutti collegati.
          • Piero scrive:
            Re: Il vero progresso...
            Credo che l'obiettivo possa essere "modernizzare", con il significato che ebbe qui la TV negli anni 60. Non tanto portare la modernità a chi ce l'ha già, quanto raggiungere chi ancora non ce l'ha. E l'India con i suoi problemi di etnie e vastità, prob riceverebbe un vantaggio da un PC a basso costo, che da noi ha avuto un ruolo + marginale.
          • pippO scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: deactive
            Se come dici tu, li educhi all'utilizzo generico,
            non credo tu faccia loro un gran favore.Vero.
            Mediamente il loro stipendio medio non permette
            loro nemmeno di comprarsi un paio di scarpe.Ma vuoi mettere, partecipare ad un'asta su ebay per comprarsi le scarpe? :D
          • gioca90 scrive:
            Re: Il vero progresso...

            In posti come quelli, per me e' importante
            educare per dare strumenti pratici di
            emancipazione e indipendenza. Il cazzeggio
            purtroppo e' meno prioritario.Infatti; il problema principale e' che molte persone non sanno nulla di quello che succede dieci chilometri piu' in la', e forse uno degli obiettivi e' quello di aumentare la "percezione del mondo".
          • pippO scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: gioca90

            In posti come quelli, per me e' importante

            educare per dare strumenti pratici di

            emancipazione e indipendenza. Il cazzeggio

            purtroppo e' meno prioritario.


            Infatti; il problema principale e' che molte
            persone non sanno nulla di quello che succede
            dieci chilometri piu' in la', e forse uno degli
            obiettivi e' quello di aumentare la "percezione
            del
            mondo".Stai parlando dei leghisti? :D
          • pippO scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: gioca90
            Infatti; il problema principale e' che molte
            persone non sanno nulla di quello che succede
            dieci chilometri piu' in la', e forse uno degli
            obiettivi e' quello di aumentare la "percezione
            del
            mondo".Ogni riferimento alle camicie verdi nostrane, è puramente casuale... :D
          • pippO scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: gioca90
            Infatti; il problema principale e' che molte
            persone non sanno nulla di quello che succede
            dieci chilometri piu' in la', e forse uno degli
            obiettivi e' quello di aumentare la "percezione
            del
            mondo".Speriamo lo importino anche da noi allora... :'(
      • Osvy scrive:
        Re: Il vero progresso...
        - Scritto da: deactive
        Quel che non capisco e' come intendano
        "informatizzare" il paese con un tablet sul quale
        non puoi fare nulla a livello PRO.Immagino che per "informatizzare" intendano l'uso di base, non la programmazione, ma la navigazione, scrittura, lettura di PDF, e-books, scuola e dintorni
        • deactive scrive:
          Re: Il vero progresso...
          Uso base per me e' quanto meno l'uso di Open Office o equivalente, saper editare un'immagine con gli strumenti piu' diffusi, saper cercare e trovare le informazioni sui motori di ricerca e cosi' via ( e per quest'ultima cosa infatti il tablet potrebbe andare piu' che bene).Non discuto la bonta' del tablet, quanto le potenzialita', specialmente in relazione allo scopo per cui e' creato/reclamizzato.
          • Mario scrive:
            Re: Il vero progresso...
            Usare suite da ufficio ed editare immagini è un uso avanzato secondo me. Nell'era moderna chi non è in rete non è connesso con il mondo, l'importante è quello. Sia per un discorso di libertà e informazione, sia per uno scopo economico: spingere verso il consumismo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: Mario
            Nell'era moderna chi non
            è in rete non è connesso con il mondo,
            l'importante è quello. Sia per un discorso di
            libertà e informazione, sia per uno scopo
            economico: spingere verso il
            consumismo.Invece succede l'esatto opposto.La rete favorisce la formazinone di gruppi di acquisto solidale.Di mercatini dell'usato, del riciclo, dei pezzi di ricambio.Altro che consumismo.
          • Osvy scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: Mario
            Usare suite da ufficio ed editare immagini è un
            uso avanzato secondo me.A mio parere no. Ovviamente per "editare immagini" si intende prendere la foto del cugino e togliere gli occhi rossi, non manipolare col Photoshop per pubblicare su una rivista.Saper usare Office e simili, maneggiare le immagini ecc, secondo me è la "informatizzazione di base", appunto.E' la mia opinione e... sono d'accordo con essa :-)
    • max scrive:
      Re: Il vero progresso...
      - Scritto da: panda rossa
      Il vero progresso e' quello di prendere un
      oggetto tecnologico e renderlo il meno costoso
      possibile.e questo vero progresso c'è anche quando sottopaghi gli operai? c'è anche quando sfrutti magari il lavoro di dottorandi che non prenderanno nemmeno un soldo bucato per il loro lavoro?anch questo è progresso?
      E se un tablet puo' arrivare a costare meno di
      100 dollari, vuol dire che chi ha pagato di piu'
      ha solo arricchito uno che e' gia' miliardario di
      suo.magari invece alcune persone che ci hanno lavorato sono state retribuite il giusto e saranno stimolate a lavorarci per migliorarlo.poi vorrei vedere come funziona sto coso...
      • panda rossa scrive:
        Re: Il vero progresso...
        - Scritto da: max

        E se un tablet puo' arrivare a costare meno di

        100 dollari, vuol dire che chi ha pagato di piu'

        ha solo arricchito uno che e' gia' miliardario
        di

        suo.


        magari invece alcune persone che ci hanno
        lavorato sono state retribuite il giusto e
        saranno stimolate a lavorarci per
        migliorarlo.Ti devono essere sfuggiti alcuni articoli che hanno parlato di foxconn.
        • mikronimo scrive:
          Re: Il vero progresso...
          Ragazzi, tutto giusto in entrambi i casi, ma non perdiamo di vista un concetto fondamentale: il costo della vita in altre nazioni; a parte vari abusi "sindacali", se uno stipendio normale in India fosse 100 euro al mese (è un mero esempio, non so di preciso quanto possa essere, ma credo che la proporzione sia di questo livello) e qui è 1000 (magari...) anche i costi finali dei prodotti hanno un valore paragonabile; se poi la loro qualità lo sia, bé, è un altro discorso; è questo genere di trasferiemnto econmico che sta rendendo la Cina, come infatti l'India, una nazione molto ricca, pur considerando che il PIL va ripartito sul numero di residenti.
      • Osvy scrive:
        Re: Il vero progresso...
        - Scritto da: max
        poi vorrei vedere come funziona sto coso...Sono d'accordo. Vorrei sapere peso ed autonomia..Comunque, il video c'è: sembra abbastanza fluido. Certo, usa il pennino.Ma il discorso è: cosa si è pensato si debbae fare con quel coso?Per quello che posso immaginare (navigare, collegarsi con il mondo, e-mail, scrivere ecc.) pare che la sua funzione la svolga,quindi se un indiano poverissimo avrà la possibilità di avere il coso con "soli" (almeno per noi) 25 dollari, l'obiettivo mi parrebbe raggiunto. ciao
        • dexter scrive:
          Re: Il vero progresso...
          sarà si fluido, è 10 volte più potente di un ipad da 600 dollari..
          • Osvy scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: dexter
            sarà si fluido, è 10 volte più potente di un ipad
            da 600 dollari..:-)))))
    • ruppolo scrive:
      Re: Il vero progresso...
      - Scritto da: panda rossa
      Il vero progresso e' quello di prendere un
      oggetto tecnologico e renderlo il meno costoso
      possibile.Basta sottopagare quelli che ci hanno lavorato, sottopagare i materiali (e quindi coloro che hanno lavorato per produrli) e realizzare il tutto con la qualità più bassa possibile, in modo che quei 50 dollari siano 50 dollari rubati ai clienti.
      • krane scrive:
        Re: Il vero progresso...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: panda rossa

        Il vero progresso e' quello di prendere un

        oggetto tecnologico e renderlo il meno costoso

        possibile.
        Basta sottopagare quelli che ci hanno lavorato,
        sottopagare i materiali (e quindi coloro che
        hanno lavorato per produrli) e realizzare il
        tutto con la qualità più bassa possibile, in
        modo che quei 50 dollari siano 50 dollari
        rubati ai clienti.Strano che non siano gia' tutti morti di fame no ?
      • panda rossa scrive:
        Re: Il vero progresso...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: panda rossa

        Il vero progresso e' quello di prendere un

        oggetto tecnologico e renderlo il meno costoso

        possibile.

        Basta sottopagare quelli che ci hanno lavorato,
        sottopagare i materiali (e quindi coloro che
        hanno lavorato per produrli) e realizzare il
        tutto con la qualità più bassa possibile, in modo
        che quei 50 dollari siano 50 dollari rubati ai
        clienti.A me pare che chi faccia produrre il suo tablet alla foxconn, sottopaghi parecchio gli operai, senza che cio' incida minimamente sul prezzo dell'iPad.
        • max scrive:
          Re: Il vero progresso...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ruppolo

          - Scritto da: panda rossa


          Il vero progresso e' quello di prendere un


          oggetto tecnologico e renderlo il meno costoso


          possibile.



          Basta sottopagare quelli che ci hanno lavorato,

          sottopagare i materiali (e quindi coloro che

          hanno lavorato per produrli) e realizzare il

          tutto con la qualità più bassa possibile, in
          modo

          che quei 50 dollari siano 50 dollari rubati ai

          clienti.

          A me pare che chi faccia produrre il suo tablet
          alla foxconn, sottopaghi parecchio gli operai,
          senza che cio' incida minimamente sul prezzo
          dell'iPad.vorrei sapere dove viene costruito questo tablet indiano ,e come, chi ci lavora e per quanto, e quante ore al giorno.
          • pippO scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: max
            vorrei sapere dove viene costruito questo tablet
            indianoIn india? :D
        • ruppolo scrive:
          Re: Il vero progresso...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: ruppolo

          - Scritto da: panda rossa


          Il vero progresso e' quello di prendere un


          oggetto tecnologico e renderlo il meno costoso


          possibile.



          Basta sottopagare quelli che ci hanno lavorato,

          sottopagare i materiali (e quindi coloro che

          hanno lavorato per produrli) e realizzare il

          tutto con la qualità più bassa possibile, in
          modo

          che quei 50 dollari siano 50 dollari rubati ai

          clienti.

          A me pare che chi faccia produrre il suo tablet
          alla foxconn, sottopaghi parecchio gli operai,Sei informato sullo stipendio degli operai Foxconn?
          senza che cio' incida minimamente sul prezzo
          dell'iPad.Infatti l'iPad ha un prezzo talmente basso che la concorrenza è rimasta spiazzata.
          • lol scrive:
            Re: Il vero progresso...

            Sei informato sullo stipendio degli operai
            Foxconn?si sta così bene mandaci il CV
            Infatti l'iPad ha un prezzo talmente basso che la
            concorrenza è rimasta
            spiazzata.FUD
          • dfghdhdfghg df scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: ruppolo...
            Sei informato sullo stipendio degli operai
            Foxconn?hai ragione, i dipendenti si suicidano perchè hanno lo stipendio troppo alto e si sentono in colpa nei confronti dell'azienda
      • Uno di Passaggio scrive:
        Re: Il vero progresso...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: panda rossa

        Il vero progresso e' quello di prendere un

        oggetto tecnologico e renderlo il meno costoso

        possibile.

        Basta sottopagare quelli che ci hanno lavorato,
        sottopagare i materiali (e quindi coloro che
        hanno lavorato per produrli) e realizzare il
        tutto con la qualità più bassa possibile, in modo
        che quei 50 dollari siano 50 dollari rubati ai
        clienti.Probabilmente la produzione è tutta interamente indiana, così facendo pagano anche poco ma comunque mantengono persone che, altrimenti, sarebbero disoccupate. Lo scopo in questo caso non è guadagnare ma dare lavoro ed informatizzare, tanto è vero che ci si mette anche lo stato dando appositi sussidi. Ovviamente non ti daranno mai un sussidio per un iPad2 o un HTC Flyer con i prezzi che hanno.Riguardo alla qualità, avete mai provato dei prodotti Private Label? Stessi identici prodotti di marca ma rimarchiati, si risparmia fino al 50/60%. Io ho preso un microonde CarrefourOne, stesso modello di un LG, uno accanto all'altro, il primo costava 99, il secondo 199, nessuna differenza.
      • Findi scrive:
        Re: Il vero progresso...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: panda rossa

        Il vero progresso e' quello di prendere un

        oggetto tecnologico e renderlo il meno costoso

        possibile.

        Basta sottopagare quelli che ci hanno lavorato,
        sottopagare i materiali (e quindi coloro che
        hanno lavorato per produrli) e realizzare il
        tutto con la qualità più bassa possibile, in modo
        che quei 50 dollari siano 50 dollari rubati ai
        clienti.certo...e molte volte diventano 100-200-300 ecc ecc....sempre rubate....:-)
    • bertuccia scrive:
      Re: Il vero progresso...
      - Scritto da: panda rossa

      Il vero progresso e' quello di prendere un
      oggetto tecnologico e renderlo il meno costoso
      possibile.ok, da non confondere col fare la classica "cinesata" di qualità infima, quello non è progresso è spazzatura

      E se un tablet puo' arrivare a costare meno di
      100 dollari, vuol dire che chi ha pagato di piu'
      ha solo arricchito uno che e' gia' miliardario di
      suo.che imbecillata
    • Altro9000 scrive:
      Re: Il vero progresso...
      Ma hai presente cosa sia fare ricerca e sviluppo?In ambito informatico il prezzo di un prodotto non è solo quello delle sue parti ma anche della ricerca e sviluppo necessaria per ottenere il prodotto. Il software non si scrive da solo, la creazioni di prototipi, hardware e software richiedere tempo e soldi.Quindi il primo anno paghi quello, poi se aspetti finisci per pagare solo i costi vivi. Se vuoi un prodotto d'avanguardia paghi la ricerca, se hai pazienza paghi solo la costruzione.
      • panda rossa scrive:
        Re: Il vero progresso...
        - Scritto da: Altro9000
        Ma hai presente cosa sia fare ricerca e sviluppo?Si, serve ad avvantaggiarti sulla concorrenza e uscire prima sul mercato.
        In ambito informatico il prezzo di un prodotto
        non è solo quello delle sue parti ma anche della
        ricerca e sviluppo necessaria per ottenere il
        prodotto.Che e' trascurabile quando produci milioni di esemplari.
        Il software non si scrive da solo, Il software non e' un costo.Lo fai una volta e poi lo riproduci infinite volte.
        la
        creazioni di prototipi, hardware e software
        richiedere tempo e soldi.Puoi sempre scegliere di non farli e uscire dopo la concorrenza, se preferisci.
        Quindi il primo anno paghi quello, poi se aspetti
        finisci per pagare solo i costi vivi. Se vuoi un
        prodotto d'avanguardia paghi la ricerca, se hai
        pazienza paghi solo la
        costruzione.Io ho pazienza.
        • ruppolo scrive:
          Re: Il vero progresso...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Altro9000

          Ma hai presente cosa sia fare ricerca e
          sviluppo?

          Si, serve ad avvantaggiarti sulla concorrenza e
          uscire prima sul
          mercato.A far cosa, a prendere una boccata d'aria?

          In ambito informatico il prezzo di un prodotto

          non è solo quello delle sue parti ma anche della

          ricerca e sviluppo necessaria per ottenere il

          prodotto.

          Che e' trascurabile quando produci milioni di
          esemplari.No, è trascurabile quando VENDI milioni di esemplari e INCASSI più di quanto hai speso.

          Il software non si scrive da solo,

          Il software non e' un costo.Eh certo, lo producono gli schiavi.
          Lo fai una volta e poi lo riproduci infinite
          volte.Ma certo, infatti il costo non è la riproduzione, ma la produzione dell'originale.

          la

          creazioni di prototipi, hardware e software

          richiedere tempo e soldi.

          Puoi sempre scegliere di non farli e uscire dopo
          la concorrenza, se
          preferisci.Ma certo, in fondo si lavora per la gloria...


          Quindi il primo anno paghi quello, poi se
          aspetti

          finisci per pagare solo i costi vivi. Se vuoi un

          prodotto d'avanguardia paghi la ricerca, se hai

          pazienza paghi solo la

          costruzione.

          Io ho pazienza.Come tutti i parassiti.
          • Mario scrive:
            Re: Il vero progresso...
            non posso che quotarti in pieno! Che serve la ricerca se basta avere pazienza e rubare le idee degli altri?
        • max scrive:
          Re: Il vero progresso...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Altro9000

          Ma hai presente cosa sia fare ricerca e
          sviluppo?

          Si, serve ad avvantaggiarti sulla concorrenza e
          uscire prima sul
          mercato.


          In ambito informatico il prezzo di un prodotto

          non è solo quello delle sue parti ma anche della

          ricerca e sviluppo necessaria per ottenere il

          prodotto.

          Che e' trascurabile quando produci milioni di
          esemplari.


          Il software non si scrive da solo,

          Il software non e' un costo.
          Lo fai una volta e poi lo riproduci infinite
          volte.


          la

          creazioni di prototipi, hardware e software

          richiedere tempo e soldi.

          Puoi sempre scegliere di non farli e uscire dopo
          la concorrenza, se
          preferisci.


          Quindi il primo anno paghi quello, poi se
          aspetti

          finisci per pagare solo i costi vivi. Se vuoi un

          prodotto d'avanguardia paghi la ricerca, se hai

          pazienza paghi solo la

          costruzione.

          Io ho pazienza.te l'ho già fatta una volta questa domanda mo non vuoi rispondere mi pare: tu che lavoro fai?non sembri avere alcun tipo di conoscenza, nemmeno basilare, del rapporto tra prodotto, lavoro, mercato...suppongo tu viva di rendita
          • panda rossa scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: max
            te l'ho già fatta una volta questa domanda mo non
            vuoi rispondere mi pare: tu che lavoro
            fai?Ho risposto piu' volte a questa domanda.Se non leggi il forum, se non ti registri e abiliti le notifiche, non e' colpa mia.
            non sembri avere alcun tipo di conoscenza,
            nemmeno basilare, del rapporto tra prodotto,
            lavoro, mercato...Evidentemente neppure tu se te ne esci con queste considerazioni.
            suppongo tu viva di renditaSe anche fosse, non e' di sicuro rendita derivante da diritti d'autore, o royalties o altra roba parassitaria.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: max


            te l'ho già fatta una volta questa domanda mo
            non

            vuoi rispondere mi pare: tu che lavoro

            fai?

            Ho risposto piu' volte a questa domanda.
            Se non leggi il forum, se non ti registri e
            abiliti le notifiche, non e' colpa
            mia.Significa che non scrivi pubblicamente? Te ne vergogni?

            non sembri avere alcun tipo di conoscenza,

            nemmeno basilare, del rapporto tra prodotto,

            lavoro, mercato...

            Evidentemente neppure tu se te ne esci con queste
            considerazioni.


            suppongo tu viva di rendita

            Se anche fosse, non e' di sicuro rendita
            derivante da diritti d'autore, o royalties o
            altra roba
            parassitaria.Secondo me vivi sulle spalle di qualcuno.
          • panda rossa scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: ruppolo

            Ho risposto piu' volte a questa domanda.

            Se non leggi il forum, se non ti registri e

            abiliti le notifiche, non e' colpa

            mia.

            Significa che non scrivi pubblicamente? Te ne
            vergogni?Al contrario, io sono molto contento del mio lavoro.
            Secondo me vivi sulle spalle di qualcuno.Sulle spalle di giganti, come tutti quanti del resto.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: ruppolo



            Ho risposto piu' volte a questa domanda.


            Se non leggi il forum, se non ti registri e


            abiliti le notifiche, non e' colpa


            mia.



            Significa che non scrivi pubblicamente? Te ne

            vergogni?

            Al contrario, io sono molto contento del mio
            lavoro.Bene, allora scrivi qui qual'è.

            Secondo me vivi sulle spalle di qualcuno.
            Sulle spalle di giganti, come tutti quanti del
            resto.Tutti quanti? Tu credi che tutti facciano i parassiti?
          • dubbioso scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: ruppolo





            Ho risposto piu' volte a questa domanda.



            Se non leggi il forum, se non ti registri e



            abiliti le notifiche, non e' colpa



            mia.





            Significa che non scrivi pubblicamente? Te ne


            vergogni?



            Al contrario, io sono molto contento del mio

            lavoro.

            Bene, allora scrivi qui qual'è.



            Secondo me vivi sulle spalle di qualcuno.

            Sulle spalle di giganti, come tutti quanti del

            resto.

            Tutti quanti? Tu credi che tutti facciano i
            parassiti?No, solo quelli che postano qui e non hanno evidentemente conoscienze per fare i tecnici come dicono.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: dubbioso
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: ruppolo







            Ho risposto piu' volte a questa domanda.




            Se non leggi il forum, se non ti registri
            e




            abiliti le notifiche, non e' colpa




            mia.







            Significa che non scrivi pubblicamente? Te
            ne



            vergogni?





            Al contrario, io sono molto contento del mio


            lavoro.



            Bene, allora scrivi qui qual'è.





            Secondo me vivi sulle spalle di qualcuno.


            Sulle spalle di giganti, come tutti quanti del


            resto.



            Tutti quanti? Tu credi che tutti facciano i

            parassiti?

            No, solo quelli che postano qui e non hanno
            evidentemente conoscienze per fare i tecnici come
            dicono.A chi alludi?
          • max scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: max


            te l'ho già fatta una volta questa domanda mo
            non

            vuoi rispondere mi pare: tu che lavoro

            fai?

            Ho risposto piu' volte a questa domanda.
            Se non leggi il forum, se non ti registri e
            abiliti le notifiche, non e' colpa
            mia.ok ok, scusa se ti faccio questa domanda imbarazzante...


            non sembri avere alcun tipo di conoscenza,

            nemmeno basilare, del rapporto tra prodotto,

            lavoro, mercato...

            Evidentemente neppure tu se te ne esci con queste
            considerazioni.cioè?


            suppongo tu viva di rendita

            Se anche fosse, non e' di sicuro rendita
            derivante da diritti d'autore, o royalties o
            altra roba
            parassitaria.non vedo perché mai i diritti d'autore sarebbero divper sé "parassitari".di cosa dovrebbe vivere che scrive libri?oppure dovrebbe farlo solo nel dopolavoro?
      • ruppolo scrive:
        Re: Il vero progresso...
        - Scritto da: Altro9000
        Ma hai presente cosa sia fare ricerca e sviluppo?Lui no.
        In ambito informatico il prezzo di un prodotto
        non è solo quello delle sue parti ma anche della
        ricerca e sviluppo necessaria per ottenere il
        prodotto. Il software non si scrive da solo, la
        creazioni di prototipi, hardware e software
        richiedere tempo e
        soldi.Per lui questi sono concetti alieni, infatti pirata senza porsi tali problemi.
        • Mario scrive:
          Re: Il vero progresso...
          ma i pirati sono convinti che il software si generi da solo mediante intervento della Spirito Santo e sia donato agli uomini per farne ciò che vogliono...
          • panda rossa scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: Mario
            ma i pirati sono convinti che il software si
            generi da solo mediante intervento della Spirito
            Santo e sia donato agli uomini per farne ciò che
            vogliono...Il software si trova nei repository, libero per essere scaricato a piacimento, e arricchito mensilmente.Nessuno pensa che si generi da solo, ma che venga donato agli uomini per farne cio' che vogliono, si': e' il motivo per cui esiste il software.
          • ruppolo scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Mario

            ma i pirati sono convinti che il software si

            generi da solo mediante intervento della Spirito

            Santo e sia donato agli uomini per farne ciò che

            vogliono...

            Il software si trova nei repository, libero per
            essere scaricato a piacimento, e arricchito
            mensilmente.Spiego per gli altri: I repository sono come degli alberi, i cui frutti sono i vari programmi.
            Nessuno pensa che si generi da solo,Infatti ci pensa l'albero.
            ma che venga
            donato agli uomini per farne cio' che vogliono,
            si': e' il motivo per cui esiste il
            software.Ma certo.Ora resta da spiegare il motivo per cui esisti tu, e dopo abbiamo il quadro completo della situazione.
          • Andrea C. scrive:
            Re: Il vero progresso...
            [img]http://qwejkl.files.wordpress.com/2010/10/facepalm.jpg[/img]inviato da iPad
        • Findi scrive:
          Re: Il vero progresso...
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: Altro9000

          Ma hai presente cosa sia fare ricerca e
          sviluppo?

          Lui no.


          In ambito informatico il prezzo di un prodotto

          non è solo quello delle sue parti ma anche della

          ricerca e sviluppo necessaria per ottenere il

          prodotto. Il software non si scrive da solo, la

          creazioni di prototipi, hardware e software

          richiedere tempo e

          soldi.

          Per lui questi sono concetti alieni, infatti
          pirata senza porsi tali
          problemi.Ci sono tanti altri costi oltre a ricerca e produzione...marketing, promozione, assistenza ecc ecc....fermarsi al solo valore "delle parti" non ha senso!Cioè...ha un senso puramente indicativo!:-)
    • bertuccia scrive:
      Re: Il vero progresso...
      - Scritto da: panda rossa

      Del resto basta guardare gli oggetti che un anno
      prima costavano 1000 e oggi costano 500, e non
      vengono certo venduti in
      perdita.
      Chi li ha pagati 1000 ha semplicemente speso
      almeno 500 in piu' del
      dovuto.in effetti il GalaxyTab è stato lanciato a quasi 700 euro, e pochi mesi dopo veniva svenduto a 350.anche l'HTC Desire a nemmeno un anno di distanza veniva venduto a poco più della metà del suo valore iniziale.ah poi i windows phone! a nemmeno un anno dal lancio HTC Mozart passa da 706 a 375http://goo.gl/BYIux
      • Mario scrive:
        Re: Il vero progresso...
        ragazzi...è così per tutto...perchè una auto nuova cosata 20.000 euro e dopo un anno ne vale quasi la metà? ... Siamo in un mondo consumista e le politiche dei mercati sono complesse. E' un discorso di domanda e offerta. Il prezzo di un prodotto va proporzionato a quanto la gente è disposta a spendere. Il mero "costo" è influente fino ad un certo punto.Altrimenti andiamo in dicorsi assurdi: perchè l'oro costa tanto? in fondo ha utilizzi pratici nulli ed è solo un metallo giallo...
        • max scrive:
          Re: Il vero progresso...
          - Scritto da: Mario
          ragazzi...è così per tutto...perchè una auto
          nuova cosata 20.000 euro e dopo un anno ne vale
          quasi la metà? ... Siamo in un mondo consumista e
          le politiche dei mercati sono complesse. E' un
          discorso di domanda e offerta. Il prezzo di un
          prodotto va proporzionato a quanto la gente è
          disposta a spendere. Il mero "costo" è influente
          fino ad un certo
          punto.

          Altrimenti andiamo in dicorsi assurdi: perchè
          l'oro costa tanto? in fondo ha utilizzi pratici
          nulli ed è solo un metallo
          giallo...l'oro ha utilizzi pratici nulli? LOLhttp://it.wikipedia.org/wiki/Oroleggiti la sezione "applicazioni"
        • ruppolo scrive:
          Re: Il vero progresso...
          - Scritto da: Mario
          ragazzi...è così per tutto...perchè una auto
          nuova cosata 20.000 euro e dopo un anno ne vale
          quasi la metà?Mica tutte. Prova a trovare una Smart a metà prezzo...
          ... Siamo in un mondo consumista e
          le politiche dei mercati sono complesse. E' un
          discorso di domanda e offerta.Esatto, quindi vedo che non sono così complesse.
          Il prezzo di un
          prodotto va proporzionato a quanto la gente è
          disposta a spendere. Il mero "costo" è influente
          fino ad un certo
          punto.Infatti il mero costo conta solo per i prodotti scadenti, quelli che la gente compra solo se costano poco.
          Altrimenti andiamo in dicorsi assurdi: perchè
          l'oro costa tanto?Questo si che è un discorso assurdo: l'oro è un riferimento.
          in fondo ha utilizzi pratici
          nulli ed è solo un metallo
          giallo...In realtà è un metallo nobile che ha svariati utilizzi, anche in campo elettronico.
        • Fesion scrive:
          Re: Il vero progresso...

          Altrimenti andiamo in dicorsi assurdi: perchè
          l'oro costa tanto? in fondo ha utilizzi pratici
          nulli ed è solo un metallo
          giallo...In realtà ha molti usi "pratici" a livello industriale/tecnico
    • Uno di Passaggio scrive:
      Re: Il vero progresso...
      - Scritto da: panda rossa[cut]
      Del resto basta guardare gli oggetti che un anno
      prima costavano 1000 e oggi costano 500, e non
      vengono certo venduti in
      perdita.
      Chi li ha pagati 1000 ha semplicemente speso
      almeno 500 in piu' del
      dovuto.E non dimentichiamo i costi di Ricerca e Sviluppo, analisi del mercato, analisi di fattibilità, anche quelli vanno ripresi. I primi anni (o mesi) di produzione di un prodotto bisogna anche rientrare di queste spese. Chi arriva dopo è avvantaggiato, sfrutta il lavoro già fatto e la scia creata dall'hype di un prodotto precedente e può permettersi un prezzo più basso
    • Uno di Passaggio scrive:
      Re: Il vero progresso...
      - Scritto da: ruppolo


      Ben inteso, non sto dicendo che ipad, galaxy
      tab


      etc. siano necessariamente meglio su tutti gli


      aspetti, dico solo che non sempre il prezzo
      più


      basso è sintomo di progresso (vedi


      nell'agricoltura, dove prezzo più basso vuol

      dire


      pesticidi, fertilizzanti sintetici,
      antibiotici,


      gabbie stipate, salari da fame per gli


      agricoltori


      etc.)



      Nella tecnologia, considerando che i componenti

      sono sempre quelli,

      BALLE!Gira che ti rigira...


      e prodotti negli stessi

      posti,

      BALLE!Nella maggior parte dei casi è Made in China e non dire di no, sono pochi i prodotti non fabbricati in cina. E quelli Apple non sono fra loro.


      e che l'assemblaggio avviene nelle stesse

      fabbriche,

      BALLE!Come sopra


      la differenza dei costi sta quasi

      tutta nelle royalties dei brevetti e nella
      cresta

      che ci fanno i

      produttori.

      Idee senza nessuna base reale.E invece è vero, lavoro in un settore diverso ma campiamo anche grazie alle royalties. E son salate a volte (anche per noi). Altrimenti perché credi che brevettino tutto, solo per tutelare la loro idea e non farla usare ad altri? Credici! Sono ben felici che non sia così. E chi, invece, voleva essere l'unico a produrre una particolare tecnologia (es. Sony ed il Minidisc) è fallito nonostante fossero buone idee. Perché? Perché il mondo vuole poter acquistare da più parti, sapere che ci sono diverse offerte, che se fallisce un singolo produttore non si ritroverà a piedi.


      Del resto basta guardare gli oggetti che un anno

      prima costavano 1000 e oggi costano 500, e non

      vengono certo venduti in

      perdita.

      Quelle sono appunto le fregature da cui stare
      alla
      larga.E' la base del commercio, non puoi portare avanti una cosa allo stesso prezzo alla lunga. Succede con gli elettrodomestici, i pc, le automobili, etc. Nel mondo informatico, poi, data il velocemente invecchiamento e i repentini cambi di moda fa si che i prezzi si abbassino velocemente. E così ottieni un prodotto che inizialmente è destinato ai VIP, a coloro che necessitano di uno Status Symbol per sentirsi appagati e, quando la concorrenza arriva, cambi il prodotto, abbassi il prezzo del primo e ti rivolgi alle masse che, nel frattempo, volevano ciò che solo i più danarosi potevano permettersi


      Chi li ha pagati 1000 ha semplicemente speso

      almeno 500 in piu' del

      dovuto.

      Già, ma questo non capita con i prodotti di alta
      qualità.Capita capita. Sempre e comunque. Ad esempio, per cambiare settore, Lancome è leader dei prodotti cosmetici, tutti i più grandi artisti del make up lo usano, L'Oreal invece fa ottimi prodotti ma ad un costo più vicino alle masse ma... sono GLI STESSI PRODOTTI. Stesso proprietario (Lancome) stesse composizioni e packaging diverso. Ecco fatto, vedi che capita anche con i prodotti di qualità? E' il marchio che conta, perché le persone si ostinano a non capirlo.
      • ruppolo scrive:
        Re: Il vero progresso...
        Mi trovi la Ferrari marcata ACME?Oppure... un Mac marcato Trust?Ci sono al mondo 2 tipi aziende: quelle che PRODUCONO da sé e quelle che RIVENDONO.Ovvio che il prodotto delle seconde lo puoi trovare con vari marchi, a vari prezzi.Ad esempio, al Carrefour trovi la mozzarella di bufala Mandara e, ironicamente, la mozzarella a marchio Carrefour prodotta dalla Mandara. Stesso prodotto, tra l'altro stesso scaffale, due prezzi nettamente diversi (meno caro il prodotto a marchio Carrefour).Ma chi tiene alla propria identità non fa di queste XXXXXXX commerciali.
        • Deus Ex scrive:
          Re: Il vero progresso...
          - Scritto da: ruppolo
          Mi trovi la Ferrari marcata ACME?

          Oppure... un Mac marcato Trust?

          Ci sono al mondo 2 tipi aziende: quelle che
          PRODUCONO da sé e quelle che
          RIVENDONO.
          Ovvio che il prodotto delle seconde lo puoi
          trovare con vari marchi, a vari
          prezzi.

          Ad esempio, al Carrefour trovi la mozzarella di
          bufala Mandara e, ironicamente, la mozzarella a
          marchio Carrefour prodotta dalla Mandara. Stesso
          prodotto, tra l'altro stesso scaffale, due prezzi
          nettamente diversi (meno caro il prodotto a
          marchio
          Carrefour).

          Ma chi tiene alla propria identità non fa di
          queste XXXXXXX
          commerciali.BBona la mozzarella di bufala...Però il tuo discorso non so quanto fili...
          • bubba scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: Deus Ex
            - Scritto da: ruppolo

            Mi trovi la Ferrari marcata ACME?



            Oppure... un Mac marcato Trust?



            Ci sono al mondo 2 tipi aziende: quelle che

            PRODUCONO da sé e quelle che

            RIVENDONO.

            Ovvio che il prodotto delle seconde lo puoi

            trovare con vari marchi, a vari

            prezzi.



            Ad esempio, al Carrefour trovi la mozzarella di

            bufala Mandara e, ironicamente, la mozzarella a

            marchio Carrefour prodotta dalla Mandara. Stesso

            prodotto, tra l'altro stesso scaffale, due
            prezzi

            nettamente diversi (meno caro il prodotto a

            marchio

            Carrefour).



            Ma chi tiene alla propria identità non fa di

            queste XXXXXXX

            commerciali.

            BBona la mozzarella di bufala...
            Però il tuo discorso non so quanto fili...Non fila per niente, com'e' ovvio. Dire "una Ferrari marcata ACME" non ha senso chiaramente.. essendo 'ferrari' un brand esclusivo, come puo' essere contemporaneamente 'acme'. Semmai dire "trovi macchine di qualita' costruttiva e potenza analoghe alla Ferrari ma marchiate diversamente" ha senso. E infatti le trovi.PEGGIO ancora per un Mac... i Mac sono del tutto uguali ai PC ,con lo stesso hw e processi produttivi analoghi... l'unica cosa che cambia e' un bios taroccato ad arte.Come noto la differenza spesso la fa il MARKETING... se una cosa e' sulla bocca di tutti (e non fa schifo, ovviamente) molti la vogliono.. se costa molto ,fa' VIP/fashion/antani , quindi e' ancora meglio. :P
          • Uno di Passaggio scrive:
            Re: Il vero progresso...
            - Scritto da: bubba
            PEGGIO ancora per un Mac... i Mac sono del tutto
            uguali ai PC ,con lo stesso hw e processi
            produttivi analoghi... l'unica cosa che cambia e'
            un bios taroccato ad
            arte.Aveva senso quando Mac montava proXXXXXri RISC invece che X86, oramai, com'è noto, è facile installare MacOS X con una semplice emulazione software della EFI. Fatto questo, a parità di HW, le prestazioni sono le medesime. La stessa componentistica è comune a tante altre, i Mac vengono solo assemblati da Apple.
            Come noto la differenza spesso la fa il
            MARKETING... se una cosa e' sulla bocca di tutti
            (e non fa schifo, ovviamente) molti la vogliono..
            se costa molto ,fa' VIP/fashion/antani , quindi
            e' ancora meglio.
            :PEsatto.
        • mastiduma scrive:
          Re: Il vero progresso...
          - Scritto da: ruppolo
          Mi trovi la Ferrari marcata ACME?http://www.hobby-estore.com/ProductDetails.asp?ProductCode=GC-A1002T-R

          Oppure... un Mac marcato Trust?http://www.trust.com/products/product.aspx?artnr=15908
Chiudi i commenti