Chitarre virtuali per rockstar digitali

Assoli graffianti e riff ruggenti, vibrando corde immaginarie fatte di... aria. Voglia di rock? Ci pensano i ricercatori dell'Università di Helsinki con un curioso progetto informatico
Assoli graffianti e riff ruggenti, vibrando corde immaginarie fatte di... aria. Voglia di rock? Ci pensano i ricercatori dell'Università di Helsinki con un curioso progetto informatico


Helsinki – È sicuramente capitato a tutti, almeno per una volta nella vita: immaginare d’essere una rockstar, strimpellando sul manico di una chitarra immaginaria . L’unico problema di queste chitarre è che non producono alcun suono. La soluzione arriva da alcuni ricercatori finlandesi, impegnati nel Project Air Guitar : un dispositivo informatico che aggiunge suoni reali a chiunque impugni uno strumento a corde fatto… d’aria.

“Non serve alcuna conoscenza musicale”, sostengono i creatori Aki Kanerva e Juha Laitinen, “basta indossare un paio di guanti colorati, posizionarsi di fronte al computer ed iniziare a suonare”. Infatti il sistema Virtual Air Guitar, basato su Linux, utilizza un apposito software per il riconoscimento video , collegato ad una semplice webcam con una buona risoluzione.

L’input video viene analizzato e scomposto in singoli movimenti: una volta riconosciuti dall’elaboratore, un sintetizzatore abbina un suono differente a ciascuno spostamento delle mani. “Bastano dieci secondi e chiunque può iniziare a suonare”, sostengono i creatori del dispositivo. In base a come vengono pizzicate le corde virtuali, continuano gli autori, “è possibile ottenere distorsioni ed effetti acustici unici”. Per vedere come funziona esattamente la chitarra virtuale basta scaricare questo videoclip , messo a disposizione dall’Università di Helsinki.

Ed è così che un gesto appassionato e liberatorio si trasforma nelle note della scala pentatonica , tra le più utilizzate dai veri chitarristi rock. L’obiettivo di Kanerva e Laitinen è di dare voce a tutti i chitarristi virtuali sparsi per tutto il mondo, protagonisti di un’abitudine così diffusa che esistono addirittura Campionati di Chitarra Virtuale per professionisti.

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 11 2005
Link copiato negli appunti