Chiudete quel mega-buco sui DNS

Il buco può consentire ad un aggressore di appropriarsi di dominio, sito e posta elettronica. A rischio i provider e gli operatori che usano le versioni 4 e 8 di BIND per i loro server DNS


Web – C’è un buco grosso come una casa nelle versioni 4 e 8 del software distribuito gratuitamente che regge la stragrande maggioranza dei server DNS, ovvero i server che presiedono all’indirizzamento e consentono agli utenti di arrivare su un dominio o di ricevere la posta elettronica corrispondente a quel dominio.

Dopo giorni in cui se ne è parlato in certi ambienti dedicati alla sicurezza, l’allarme “ufficiale” lo ha lanciato l’Internet Software Consortium (ISC) quasi contestualmente alla pubblicazione sul proprio sito delle patch da applicare al software BIND (Berkeley Internet Name Domain) che lo stesso ISC distribuisce.

Da quanto si sa, il buco, scoperto da quelli del COVERT (Computer Vulnerability Emergency Response Team) della PGP Security, può consentire ad un cracker esperto di re-indirizzare a piacere il traffico in arrivo su un certo dominio o la posta elettronica relativa; in alternativa, l’aggressore potrebbe “limitarsi” a bloccare qualsiasi genere di traffico sul DNS “vittima”. Basterebbero alcuni calibrati scambi di posta elettronica con il BIND perché tutto questo avvenga.

Il rischio, stando agli esperti del COVERT, dell’ISC e persino del CERT (Computer Emergency Response Team), è che qualcuno realizzi un programma capace di interloquire in quel modo con il BIND e di fatto prendere possesso.

La “fortuna” è che le altre versioni di BIND, compresa l’ultima rilasciata da poco, la 9.1.0, non soffrono della vulnerabilità “TSig”, ovvero “Transaction Signatures”, come viene definito questo tipo di problema.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    I linguaggio e le piattaforme: solo strumenti.....
    Come mi ha sempre detto il buon Marco Abis di Programmazione.it nelle innumerevoli mail che gli ho scritto per iniziare ad avventurarmi nel mondo dello sviluppo software: "i linguaggi solo solo strumenti, non esiste il linguaggio giusto per ogni evenienza anche se è general-pourpose.Chi parte con l'idea di studiarne uno ed usarlo per tutta la vita è già indietro, per questo è importante avere una cultura informatica di base slegata dal linguaggio e dalla piattaforma, per non dover ogni volta affrontare gli stessi argomenti ma potersi concentrare ad ogni nuova tecnologia solo sulle innovazioni che essa introduce".Questo per dire che, a prescindere dalla bontà e/o dalla necessità di una nuova tecnologia, non si è obbligati ad usarla: se mi serve bene, altrimenti amen.Buona giornata :-)PaoloP.
    • Anonimo scrive:
      Re: I linguaggio e le piattaforme: solo strumenti.....
      Finalmente un intervento sensato: siamo tifosi di calcio o programmatori ?Francamente a me interessa solo che ci siano buoni strumenti: non mi importa chi li produce.- Scritto da: PaoloP
      Come mi ha sempre detto il buon Marco Abis
      di Programmazione.it nelle innumerevoli mail
      che gli ho scritto per iniziare ad
      avventurarmi nel mondo dello sviluppo
      software:

      "i linguaggi solo solo strumenti, non esiste
      il linguaggio giusto per ogni evenienza
      anche se è general-pourpose.
      Chi parte con l'idea di studiarne uno ed
      usarlo per tutta la vita è già indietro, per
      questo è importante avere una cultura
      informatica di base slegata dal linguaggio e
      dalla piattaforma, per non dover ogni volta
      affrontare gli stessi argomenti ma potersi
      concentrare ad ogni nuova tecnologia solo
      sulle innovazioni che essa introduce".

      Questo per dire che, a prescindere dalla
      bontà e/o dalla necessità di una nuova
      tecnologia, non si è obbligati ad usarla: se
      mi serve bene, altrimenti amen.

      Buona giornata :-)

      PaoloP.
      • Anonimo scrive:
        Re: I linguaggio e le piattaforme: solo strumenti.....
        - Scritto da: ETest
        Finalmente un intervento sensato: siamo
        tifosi di calcio o programmatori ?

        Francamente a me interessa solo che ci siano
        buoni strumenti: non mi importa chi li
        produce.Questa è la forma mentis di qualsiasi serio professionista. Ed il vero spartiacque rispetto al dilettantismo ed ai fanatismi inutili. Una buona libreria matematica, un framework, una component library rimane ottima se serve ad abbreviare i tempi di sviluppo mantenendo l'efficienza, che abbia i sorgenti (9 volte su 10) o meno, che sia gratis, o prodotta da Microsoft o da chiunque altro. Per sviluppare bene occorrono OTTIMI strumenti, punto.Naturalmente, chi non accetta tutto ciò può sempre operare ai margini del mercato: di nicchie ce ne sono a dozzine. Ancora oggi c'è gente che sviluppa solo ed esclusivamente in COBOL ed RPG... un prezioso esempio di fossili viventi. Certo è che chi oggi frigna perchè ci sono troppe piattaforme e sistemi è decisamente nato di recente: ai miei tempi si sviluppava, magari nella stessa giornata, per una dozzina di sistemi totalmente incompatibili, dal C64 al VMS, la "biodiversità" informatica era la norma e nessuno si lamentava. E certo non c'erano le pirotecniche bellezze di oggi, IDE e cross-compilatori, eredi del Lint statici e dinamici, source tree browsers, RAD, CASE... eppure le applicazioni, anche multivendor, si facevano e funzionavano perfettamente (molte funzionano tuttora 24x7) entro i loro constraints, di buffer overflows nessuno aveva mai sentito parlare, le patches erano cosa rara ed inusuale. Si stava meglio quando si stava peggio ?
  • Anonimo scrive:
    non vedo il problema
    se io sviluppo solo win32???cazzo mi frega se e' portabile o no???e poi se una cosa e' costruita su un framework basta rendere il framework cross platformse l'ha fatto sun con java, non vedo perche' nonpossa farlo M$...non penso che quelli di SUN vogliano il bene delmondo, ma solo dei loro portafolgiergo, uso quello che mi fa piu' comodo che siaC,C++, java o C#l'importante e' sempre il prodotto finito e noncome lo si e' fatto
    • Anonimo scrive:
      Re: non vedo il problema
      Nel mio caso hai gia' perso un (potenziale) cliente......non uso win32 a meno che non ne possa fare a meno, e non ho nessuna intenzione di acquistare da M$ il "framework" per far girare i tuoi programmi sul mio O.S. preferito.Vogliamo provare a contare quanti la pensano come me? Se provi ad alzare lo sguardo dal monitor ti accorgerai che stiamo aumentando velocemente...- Scritto da: fafsafda
      se io sviluppo solo win32???
      cazzo mi frega se e' portabile o no???
      e poi se una cosa e' costruita su un
      framework basta rendere il framework cross
      platform
      se l'ha fatto sun con java, non vedo perche'
      non
      possa farlo M$...
      non penso che quelli di SUN vogliano il bene
      del
      mondo, ma solo dei loro portafolgi
      ergo, uso quello che mi fa piu' comodo che
      sia
      C,C++, java o C#
      l'importante e' sempre il prodotto finito e
      non
      come lo si e' fatto
      • Anonimo scrive:
        Re: non vedo il problema
        AHAHAHAHAHAHAHAHe chi se ne frega dei clienti come te ?LA gente come te non compra mai nulla...tantoc'e' lo gnu e l'opensource....senza manuali, senzagaranzie...senza supporto....tipo il phpbello si, certamente un bel programma, pero' cazzo esce una patch e non funziona piu' nulla...e chi ringrazio?e piu' che altro....quanto ci vorra prima che chi lo scrive si metta a scrivere una patch ?quanto gli pare ovviamente visto che non viene pagato...vaia vaiastazzitto che fate ridere i polli- Scritto da: Leonardo
        Nel mio caso hai gia' perso un (potenziale)
        cliente......non uso win32 a meno che non
        ne possa fare a meno, e non ho nessuna
        intenzione di acquistare da M$ il
        "framework" per far girare i tuoi programmi
        sul mio O.S. preferito.Vogliamo provare a
        contare quanti la pensano come me? Se provi
        ad alzare lo sguardo dal monitor ti
        accorgerai che stiamo aumentando
        velocemente...
        - Scritto da: fafsafda

        se io sviluppo solo win32???

        cazzo mi frega se e' portabile o no???

        e poi se una cosa e' costruita su un

        framework basta rendere il framework cross

        platform

        se l'ha fatto sun con java, non vedo
        perche'

        non

        possa farlo M$...

        non penso che quelli di SUN vogliano il
        bene

        del

        mondo, ma solo dei loro portafolgi

        ergo, uso quello che mi fa piu' comodo che

        sia

        C,C++, java o C#

        l'importante e' sempre il prodotto finito
        e

        non

        come lo si e' fatto
        • Anonimo scrive:
          Re: non vedo il problema
          - Scritto da:
          AHAHAHAHAHAHAHAH
          e chi se ne frega dei clienti come te ?uhm... "chi se ne frega" non e' una buona politica di mercato...
          LA gente come te non compra mai nulla...tanto
          c'e' lo gnu e l'opensource....senza manuali,in biblioteca ne trovi quanti ne vuoi... aggratis anche quelli...
          senza
          garanzie...leggi le licenze dei contratti Microsoft e poi dimmi che garanzie offre...
          senza supporto....questo non dovevi dirlo... hai mai provato a chiamare il supporto Microsoft?
          tipo il php
          bello si, certamente un bel programma, pero'
          cazzo esce una patch e non funziona piu'
          nulla...mi sono capitate piu' patch bacate in Windows che in qualsiasi-altra-cosa
          e chi ringrazio?

          e piu' che altro....quanto ci vorra prima
          che chi lo scrive si metta a scrivere una
          patch ?beh, la Microsoft ci impiega mesi, se non anni. e poi non funzionano lo stesso e/o te le fanno pagare e/o non servono a un tubo
          quanto gli pare ovviamente visto che non
          viene pagato...la Microsoft e' piu' furba: si fa pagare anche per le patch

          vaia vaia
          stazzitto che fate ridere i pollilui fara' ridere i polli, ma tu avrai fatto ridere tutte le persone che hanno letto il tuo messaggio...




          - Scritto da: Leonardo


          Nel mio caso hai gia' perso un (potenziale)

          cliente...
          ...non uso win32 a meno che non

          ne possa fare a meno, e non ho nessuna

          intenzione di acquistare da M$ il

          "framework" per far girare i tuoi
          programmi

          sul mio O.S. preferito.
          Vogliamo provare a

          contare quanti la pensano come me? Se
          provi

          ad alzare lo sguardo dal monitor ti

          accorgerai che stiamo aumentando

          velocemente...


          - Scritto da: fafsafda


          se io sviluppo solo win32???


          cazzo mi frega se e' portabile o no???


          e poi se una cosa e' costruita su un


          framework basta rendere il framework
          cross


          platform


          se l'ha fatto sun con java, non vedo

          perche'


          non


          possa farlo M$...


          non penso che quelli di SUN vogliano il

          bene


          del


          mondo, ma solo dei loro portafolgi


          ergo, uso quello che mi fa piu' comodo
          che


          sia


          C,C++, java o C#


          l'importante e' sempre il prodotto
          finito

          e


          non


          come lo si e' fatto
        • Anonimo scrive:
          Re: non vedo il problema
          Ecco un esempio di buona educazioneRitengo che il tono sia secondo solo alla strafottenza di M$Comunque diamo il benvenuto a C# Finalmente gli sviluppatori VB (linguaggio di progettazione di interfacce grafiche) potranno migrare verso un linguaggio di programmazione (C#) per poi finalmente utilizzare un liguaggio vero (Java).Molta gente è stufa di programmare per M$ più di quanta tu non creda. Adesso rispondo a quanto tu riporti...- Scritto da:
          AHAHAHAHAHAHAHAH
          e chi se ne frega dei clienti come te ?

          LA gente come te non compra mai nulla...Esistono anche i pirati, non dirmi che tu non hai nulla di piratato a casa (così come il 90% degli italiani ha Win32 piratato)
          tanto
          c'e' lo gnu e l'opensource....senza manuali,Ma dove vivi, le hai mai viste le documentazioni di linux e compagnia
          senza
          garanzie...senza supporto....tipo il php
          bello si, certamente un bel programma, pero'
          cazzo esce una patch e non funziona piu'
          nulla...Probabilmente tu sei appassionato di ASP... (ti hanno mai detto che esistono dei moduli che lo fanno lavorare meglio sotto linux che sotto windows?)
          e chi ringrazio?

          e piu' che altro....quanto ci vorra prima
          che chi lo scrive si metta a scrivere una
          patch ?Pochissimi giorni, la storia lo dimostra (sei andato a scuola?)

          quanto gli pare ovviamente visto che non
          viene pagato...Il lavoro di manutenzione è già remunerato nessuno fa nulla a gratise, è solo un modo diverso per farsi pagare. Ad esempio se tu vuoi utilizzare un server linux ti fai sistemare il server da una azienda (Redhat?) la quale investe soldi per migliorare il suo prodotto.
          vaia vaia
          stazzitto che fate ridere i polliQuesto è un ottimo consiglio: è molto meglio stare e zitti e dare l'impressione di essere un pochino deficienti che parlare e darne la prova ...vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: non vedo il problema

      l'importante e' sempre il prodotto finito e
      non
      come lo si e' fattoBello... io eviterei anche di mettere i commenti nei programmi che fai... tanto non influenzano il risultato.A me hanno insegnato che un programma deve essere il più possibile portabile, modificabile, e capibile dagli altri programmatori.Se ogni volta ci appioppano nuove specifiche ci si deve sobbarcare la fatica di studiarle.Passi se lo studio è al fine di poter disporre di nuovi e potenti strumenti. No se le nuove specifiche sono fonte di lavoro solamente perchè DEVONO fare cose in modo diverso da altre solamente per motivi commerciali. Qui il programmatore non impara per migliorare qualcosa, ma deve imparare per stare dietro a cose che sa benissimo non porteranno nessun miglioramento.. anzi.. Internet non l'ha inventato M$, Il TCP/IP non l'ha fatto la M$, Usenet, la posta elettronica non l'ha inventata M$.Perchè Bill deve fare suo un mondo che è diventato così grazie al fatto che è stato basato su standard comuni a tutte le piattaforme?Uccidi gli standard, e uccidi Internet così come la conosciamo.
    • Anonimo scrive:
      Re: non vedo il problema
      - Scritto da: fafsafda
      se io sviluppo solo win32???
      cazzo mi frega se e' portabile o no???Non si sta parlando di applicazioni client, su quelle ormai c'è il monopolio consolidato MS e neppure Sun con Java si spinge più di tanto a contrastarlo (nonostante ci sia una sparuta minoranza di applicazioni stand-alone in Java).Si parla di web-application, o sistemi informativi aziendali ora sempre più aperti alla rete e interagenti con essa. MS non ha ancora, per fortuna, il monopolio anche in questo settore. La piattaforma Java è in diretta concorrenza con .NET di Microsoft, ed è molto meno legata a un solo fornitore.
      se l'ha fatto sun con java, non vedo perche'
      non possa farlo M$...Semplicemente perchè non vuole farlo: MS ti vuole vendere i suoi sistemi operativi, i suoi sistemi di sviluppo, i suoi application server, i suoi database, i suoi web server, i suoi middleware...(però ti regala i browser).
      non penso che quelli di SUN vogliano il bene
      del mondo, ma solo dei loro portafolgiCi mancherebbe altro...
    • Anonimo scrive:
      Re: non vedo il problema
      Ma scherzi!! non farti sentire dai fissati di questi forum!!SICURAMENTE sun lo fa tutto per il nostro bene, sisa....anzi se gli mandi una mail chiedendogli soldi perche' sei povero te li mandano..C'e' gente che non capisce proprio una mazza non l'hai capito ancora?
      non penso che quelli di SUN vogliano il bene
      del
      mondo, ma solo dei loro portafolgi
      ergo, uso quello che mi fa piu' comodo che
      sia
      • Anonimo scrive:
        Re: non vedo il problema
        - Scritto da:
        Ma scherzi!! non farti sentire dai fissati
        di questi forum!!parla quello che non ha il coraggio di scrivere neppure un nomignolo...
        SICURAMENTE sun lo fa tutto per il nostro
        bene, si
        sa....anzi se gli mandi una mail
        chiedendogli soldi perche' sei povero te li
        mandano..nessuno ha mai detto questo, mi spiace. rileggiti i messaggi dei "fissati di questi forum".

        C'e' gente che non capisce proprio una mazza
        non l'hai capito ancora?eh gia', non l'hai capito ancora?




        non penso che quelli di SUN vogliano il
        bene

        del

        mondo, ma solo dei loro portafolgi

        ergo, uso quello che mi fa piu' comodo che

        sia
  • Anonimo scrive:
    dimostrazione della teoria delle tre E della M$
    Teoria delle 3 E: Embrace, Enanche, ExterminateNel caso del Java:Embrace: La M$ si butta a capo e collo a Java e si accorda con SunEnhance: Con Visual Studio 6 comincia a migliorare il Java, legando a librerie proprietarie con le api Win32 migliorando le perfomance a discapito della portabiulitaExterminate: Presentazione di C#, rottura degli accordi con Sun, rimozione del nome JAVA su tutti i prodotti...
  • Anonimo scrive:
    Precisazioni
    Java non è solo un linguaggio, è una piattaforma (come .NET, d'altra parte). La differenza fondamentale è che .NET è fornita solo da Microsoft per Windows, mentre implementazioni della piattaforma Java 2 vengono da Sun e da terze parti: es. IBM Websphere, BEA Weblogic, Bluestone Saphire/Web per Unix, Windows, OS/400.Quindi il punto non è tanto Java (il linguaggio) vs. C#, il punto è una certa libertà di scelta contro il solito monopolio tecnologico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Precisazioni
      Infatti è il solito gioco di casa M$......imbocca gli sviluppatori in modo da ingrassare il più possibile il mercato del SW sulla sua piattaforma (proprietaria).Lo stesso lo aveva fatto con Java e SUN si è dovuta accontentare di un misero risarcimento. Infatti Java era nato cross-platform e Microsoft ha pensato bene di "aggiungere" a Java funzionalità, sicuramente carine e potenti, e poi di far vedere agli sviluppatori quanto fosse facile sviluppare con le nuove features e in questo modo "blindare" il mercato dei client (solo chi usa Windows e il suo Java può usare le applicazioni sviluppate in questo modo).Fino ad ora per gli sviluppatori era una scelta quasi ovvia quella di usare Tools della M$ perchè i potenziali clienti erano praticamente la quasi totalità degli utilizzatori di computer nel mondo. Se però aumenterà ancora la quota di S.O. alternativi e soprattutto la quota del mercato Open Source, forse la scelta giusta per uno sviluppatore è e sarà sempre di più l'utilizzo di Tools standard e non proprietari (massimizzando il numero di potenziali clienti).Speriamo bene...- Scritto da: Psilotripitaka
      Java non è solo un linguaggio, è una
      piattaforma (come .NET, d'altra parte). La
      differenza fondamentale è che .NET è fornita
      solo da Microsoft per Windows, mentre
      implementazioni della piattaforma Java 2
      vengono da Sun e da terze parti: es. IBM
      Websphere, BEA Weblogic, Bluestone
      Saphire/Web per Unix, Windows, OS/400.
      Quindi il punto non è tanto Java (il
      linguaggio) vs. C#, il punto è una certa
      libertà di scelta contro il solito monopolio
      tecnologico.
      • Anonimo scrive:
        Re: Precisazioni
        Ekkeppalle sta storia del monopolio...ok lo hanno e quindi?La coop e l'esselunga non ce l'hanno?Eccerto quindi non mangiamo vai...LA rai, la fininvest non hanno il monopolio delletv ? ok non guardiamo piu' la tv...Le mucche hanno il monopolio della produzione del latte...che bastarde....io smetterei di bere lattema fatela finita e pensate a lavorare barbun !!!- Scritto da: Leonardo
        Infatti è il solito gioco di casa M$...
        ...imbocca gli sviluppatori in modo da
        ingrassare il più possibile il mercato del
        SW sulla sua piattaforma (proprietaria).
        Lo stesso lo aveva fatto con Java e SUN si è
        dovuta accontentare di un misero
        risarcimento. Infatti Java era nato
        cross-platform e Microsoft ha pensato bene
        di "aggiungere" a Java funzionalità,
        sicuramente carine e potenti, e poi di far
        vedere agli sviluppatori quanto fosse facile
        sviluppare con le nuove features e in questo
        modo "blindare" il mercato dei client (solo
        chi usa Windows e il suo Java può usare le
        applicazioni sviluppate in questo modo).
        Fino ad ora per gli sviluppatori era una
        scelta quasi ovvia quella di usare Tools
        della M$ perchè i potenziali clienti erano
        praticamente la quasi totalità degli
        utilizzatori di computer nel mondo. Se però
        aumenterà ancora la quota di S.O.
        alternativi e soprattutto la quota del
        mercato Open Source, forse la scelta giusta
        per uno sviluppatore è e sarà sempre di più
        l'utilizzo di Tools standard e non
        proprietari (massimizzando il numero di
        potenziali clienti).

        Speriamo bene...

        - Scritto da: Psilotripitaka

        Java non è solo un linguaggio, è una

        piattaforma (come .NET, d'altra parte). La

        differenza fondamentale è che .NET è
        fornita

        solo da Microsoft per Windows, mentre

        implementazioni della piattaforma Java 2

        vengono da Sun e da terze parti: es. IBM

        Websphere, BEA Weblogic, Bluestone

        Saphire/Web per Unix, Windows, OS/400.

        Quindi il punto non è tanto Java (il

        linguaggio) vs. C#, il punto è una certa

        libertà di scelta contro il solito
        monopolio

        tecnologico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Precisazioni
          - Scritto da:

          Ekkeppalle sta storia del monopolio...
          ok lo hanno e quindi?*************************************************Quindi se viene a casa tua Bill Gates e ti dice di metterti a 90° tu che fai? ti metti a 90°?
          La coop e l'esselunga non ce l'hanno?
          Eccerto quindi non mangiamo vai...*************************************************No non hanno il monopolio. Oltre loro c'é auchan, euromercato e via dicendo, al massimo possono fare cartello. Conosci la differenza tra monopolio, oligopolio, cartello e libertà? se non sai distinguire stai zitto che è meglio per te.

          LA rai, la fininvest non hanno il monopolio
          delle
          tv ? ok non guardiamo piu' la tv...**************************************************E' un oligopolio, che per quanto sia obbrobrioso e sempre meglio del monopolio. Almeno cambiano canale con il telecomando. Cosa che il sig. Gates non vuole che avvenga. Vedi lo stravolgimento di Java. Una grande idea (compili una volta e lo usi su qualunque piattaforma con qualunque processore) che lui come sempre ha stravolto per fare in modo che funzionassero solo su quella ciofeca di windows (in qualunque versione compresa win2000 che qualcuno spaccia per SO serio).
          Le mucche hanno il monopolio della
          produzione del latte...che bastarde....io
          smetterei di bere latte**************************************************Penso che ti rendi conto da solo della stronzata che hai scritto. ma fatela finita e pensate a lavorare barbun**************************************************tanti di quelli che postano su P.I. lavorano, solo che vorrebbero essere liberi di usare quello che cazzo gli pare e piace e non quello che gli viene imposto da un dittatore in preda al delirio di potenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Precisazioni
          - Scritto da:

          Ekkeppalle sta storia del monopolio...la verita' fa male, eh?
          ok lo hanno e quindi?quindi niente, se non pigliassero per il fondello gli utenti
          La coop e l'esselunga non ce l'hanno?
          Eccerto quindi non mangiamo vai...ringrazia il cielo che non ce l'hanno
          delle
          tv ? ok non guardiamo piu' la tv...almeno si fanno concorrenza tra di loro. hai presente com'era la tv quando c'era solo la rai?
          Le mucche hanno il monopolio della
          produzione del latte...che bastarde....io
          smetterei di bere lattenon ti si puo' neanche rispondere
          ma fatela finita e pensate a lavorare barbunlo sto gia' facendo, grazie. come programmatore windows.
          !!!


          - Scritto da: Leonardo

          Infatti è il solito gioco di casa M$...

          ...imbocca gli sviluppatori in modo da

          ingrassare il più possibile il mercato del

          SW sulla sua piattaforma (proprietaria).

          Lo stesso lo aveva fatto con Java e SUN
          si è

          dovuta accontentare di un misero

          risarcimento. Infatti Java era nato

          cross-platform e Microsoft ha pensato bene

          di "aggiungere" a Java funzionalità,

          sicuramente carine e potenti, e poi di far

          vedere agli sviluppatori quanto fosse
          facile

          sviluppare con le nuove features e in
          questo

          modo "blindare" il mercato dei client
          (solo

          chi usa Windows e il suo Java può usare le

          applicazioni sviluppate in questo modo).

          Fino ad ora per gli sviluppatori era una

          scelta quasi ovvia quella di usare Tools

          della M$ perchè i potenziali clienti erano

          praticamente la quasi totalità degli

          utilizzatori di computer nel mondo. Se
          però

          aumenterà ancora la quota di S.O.

          alternativi e soprattutto la quota del

          mercato Open Source, forse la scelta
          giusta

          per uno sviluppatore è e sarà sempre di
          più

          l'utilizzo di Tools standard e non

          proprietari (massimizzando il numero di

          potenziali clienti).



          Speriamo bene...



          - Scritto da: Psilotripitaka


          Java non è solo un linguaggio, è una


          piattaforma (come .NET, d'altra
          parte). La


          differenza fondamentale è che .NET è

          fornita


          solo da Microsoft per Windows, mentre


          implementazioni della piattaforma Java
          2


          vengono da Sun e da terze parti: es.
          IBM


          Websphere, BEA Weblogic, Bluestone


          Saphire/Web per Unix, Windows, OS/400.


          Quindi il punto non è tanto Java (il


          linguaggio) vs. C#, il punto è una
          certa


          libertà di scelta contro il solito

          monopolio


          tecnologico.
  • Anonimo scrive:
    NOOOOOO! UN ALTRO LINGUAGGIO NOOOOOOOOOO!
    BASTA! AVEVO IMPARATO IL C++ PENsando che fosse il massimo, e invece no! mi vien fuori il java che altri non è il c++ con qualche oggetto in più e qualcosa in meno (addio oggetti statici). adesso c'è anche il c#. che oggetti nuovi avranno inserito quelli della microsoft
    • Anonimo scrive:
      Re: NOOOOOO! UN ALTRO LINGUAGGIO NOOOOOOOOOO!
      Beh che problemi potrai avere? conoscendo già il C++ per te sarà un gioco daragazzi adattarsi, non per me che vengo da Vb.....Sceriffo- Scritto da: leogiov
      BASTA! AVEVO IMPARATO IL C++ PENsando che
      fosse il massimo, e invece no! mi vien fuori
      il java che altri non è il c++ con qualche
      oggetto in più e qualcosa in meno (addio
      oggetti statici). adesso c'è anche il c#.
      che oggetti nuovi avranno inserito quelli
      della microsoft
    • Anonimo scrive:
      Re: NOOOOOO! UN ALTRO LINGUAGGIO NOOOOOOOOOO!
      Per chi conosce C++ passare a C# richiederà circa 2 settimane di studio del linguaggio. Per chi conosce Java addirittura meno (sostanzialmente C# è poco diverso da Java).Conosciuto il linguaggio bisogna imparare il framework .NET: leggendo MSDN si possono già imparare moltissime cose. Oltre alle classi che forniscono servizi di base (grafica, IO, strutture dati), MS mette a disposizione ADO.NET, ASP.NET e il framework per XML. Ho cominciato a vedere ADO.NET e penso che per chi conosce ADO il passaggio non sarà troppo problematico. Forse è ancora presto per conoscere i vantaggi, ma come al solito, temo saremo obbligati al passaggio.- Scritto da: leogiov
      BASTA! AVEVO IMPARATO IL C++ PENsando che
      fosse il massimo, e invece no! mi vien fuori
      il java che altri non è il c++ con qualche
      oggetto in più e qualcosa in meno (addio
      oggetti statici). adesso c'è anche il c#.
      che oggetti nuovi avranno inserito quelli
      della microsoft
    • Anonimo scrive:
      Re: NOOOOOO! UN ALTRO LINGUAGGIO NOOOOOOOOOO!
      .NET darà la possibilità di usare un qualsiasi linguaggio. Da questo punto di vista è "migliore" di Java perchè con Java sei "costretto" a imparare il linguaggio Java, mentre invece potrai comunque usufruire di C++ con .NET.Il fatto che pubblicizzino soprattutto C# è perchè vogliono che sostituisca Java.Ma già altri linguaggi (Perl, Python, Cobol...) sono già stati annunciati (vedi es. www.activestate.com).E comunque:C# è completamente "managed code" (cioè non posso andare fuori del framework .NET e dal garbage collector - salvo la specifica di usare "unmanaged code")C++ sarà "unmanaged" per default...cioè con ATL continuerai a scrivere componenti COM e non .NET (e se hai Visual Studio 7.0 beta1 vedrai che esiste ancora la C Runtime Library).Anzi! credo che lo sviluppatore evoluto debba conoscere:- C++- C#- un linguaggio come VB.NET, JS.NET, Perl.NET, Python.NETTutti insieme...ogni strumento ha il suo particolare uso. Marco- Scritto da: leogiov
      BASTA! AVEVO IMPARATO IL C++ PENsando che
      fosse il massimo, e invece no! mi vien fuori
      il java che altri non è il c++ con qualche
      oggetto in più e qualcosa in meno (addio
      oggetti statici). adesso c'è anche il c#.
      che oggetti nuovi avranno inserito quelli
      della microsoft
      • Anonimo scrive:
        Re: NOOOOOO! UN ALTRO LINGUAGGIO NOOOOOOOOOO!

        Anzi! credo che lo sviluppatore evoluto
        debba conoscere:
        - C++
        - C#
        - un linguaggio come VB.NET, JS.NET,
        Perl.NET, Python.NET
        Tutti insieme...ogni strumento ha il suo
        particolare uso.

        MarcoIo penso che uno sviluppatore evoluto sappia che come VB per tanto che programma bene.. sa che ci sarà un errore irreversibile per colpa di un componente fatto male... uno sviluppatore evoluto manda a cagare quelli della Microzoz
  • Anonimo scrive:
    Microsoft .net
    C'entra poco ma oggi 30 gennaio a Roma, c'e' la presentazione di microsoft .net
Chiudi i commenti