Chomsky e Zanotelli difendono Peacelink

Chomsky e Zanotelli difendono Peacelink

Dalle accuse del consulente NATO
Dalle accuse del consulente NATO


Roma – Anche il noto linguista e scrittore Noam Chomsky e il missonario comboniano Alex Zanotelli si sono aggiunti a più di mille persone che hanno già espresso solidarietà all’associazione PeaceLink, citata per danni da un consulente della Nato che ha richiesto 50.000 euro di risarcimento per la pubblicazione su internet (con citazione della fonte) di un appello ambientalista già diffuso su altri siti.

“Questa faccenda è strana – ha scritto a PeaceLink Noam Chomsky – Non riesco a credere che questa citazione possa andare a buon fine, e credo che si tratti solamente di una intimidazione. Mi unisco volentieri alla vostra protesta”.

“Ci auguriamo – hanno detto i missionari Comboniani – che la manifestazione di solidarietà nei confronti di Peacelink sia la più ampia e profonda possibile, per scongiurare la chiusura di un’associazione che dal ’91 si è caratterizzata e si caratterizza come nonviolenta, apartitica e indipendente, impegnata a diffondere una nuova cultura sulla pace, sul rispetto dell’ambiente e dei diritti umani. L’eventuale chiusura del sito costituirebbe un colpo mortale alla libertà dell’informazione in rete e un ulteriore bavaglio alla società civile organizzata. Peacelink è sempre stata per il mondo scolastico e i tanti enti locali per la pace un riferimento autorevole e gratuito per la crescita di una cultura di pace”.

Peacelink è qui

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 01 2003
Link copiato negli appunti