Chrome 32 abbatte il rumore del Web

La beta appena rilasciata presenta miglioramenti soprattutto sul piano dell'usabilità. Dando una mano ai navigatori in ogni situazione, anche se usando Windows 8 in versione Metro

Roma – Sarà capitato anche a voi di avere una musica sul Web: decine di tab aperte, improvvisamente una si mette a fare baccano mandando un video a tutto volume magari con tanto di pubblicità, la ricerca frenetica di quale sia il sito che sta producendo quel frastuono magari attraverso un banner o un piccolo riquadro non immediatamente individuabile. Google ha deciso di dire basta a tutto questo: e le tab di Chrome a partire dalla release 32 offriranno il proprio aiuto per semplificare la vita ai navigatori.

le tab con le icone colorate di chrome 32

Come spiegato sul blog ufficiale , Chrome 32 porterà in dote tre icone speciali sulle linguette che contraddistinguono le tab troppo presenzialiste : una grigia per video e audio in riproduzione, una rossa per i servizi che stanno usando la webcam, una blu per le finestre che stanno generando lo streaming inviato alla chiavetta Chromecast. In questo modo sarà almeno più semplice rintracciare velocemente il sito incriminato, in maniera tale da intraprendere le iniziative opportune: zittirlo chiudendolo, oppure bloccando un video in riproduzione. O, ancora, scoprire se per caso si è dimenticato inavvertitamente di chiudere la pagina di un servizio di videochat.

Non si tratta dell’unico cambiamento estetico introdotto: ora il servizio Safe Browsing che monitora gli indirizzi visitati e avverte in presenza di contenuti dannosi blocca direttamente il download di file pericolosi, lasciando comunque la possibilità di scaricarli se si è consapevoli di quanto potrebbe succedere. Un avviso nella riquadro dei download paleserà il contributo di Chrome a garantire la sicurezza dell’utente, che potrà in ogni caso sempre optare per escluderlo o ignorarlo se ritiene che si tratti di un falso positivo.

le tab con le icone colorate di chrome 32

Migliorata poi anche la gestione delle finestre in modalità Metro/Modern su Windows 8: se si opta per la versione non-desktop dell’interfaccia, l’aspetto di Chrome sarà pressoché analogo a quello che ha sui Chromebook, ovvero con tanto di launcher in basso sullo schermo molto simile alla barra dello Start di Windows 7 . Era da un po’ che si vociferava di questa nuova funzione, e Google ha deciso di adottare questo cambiamento più per tentare di far convergere i suoi utenti sull’utilizzo dei suoi servizi, senza dover optare per alcun altra applicazione, che per promuovere le nuove interfacce a tutto schermo di Windows 8. Non a caso tra le novità di Chrome 32 ci sono anche nuove API per le app e le estensioni, pensate per estendere l’utilizzo del browser che nelle intenzioni di Mountain View sarà sempre più una piattaforma sulla quale far girare il proprio ecosistema di servizi.

Chrome 32 è per ora una beta , la sua versione finale sarà disponibile nel mese di gennaio se i tempi saranno (come sempre) rispettati.

Luca Annunziata

fonte immagini

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mr K scrive:
    precisazione
    Lo sapevo già perché sono stato informato via mail dal team di evernote e da altri servizi. Adobe invece tace. Complimenti.
  • mr K scrive:
    ci sono acnh'io
    La mia mail purtroppo è presente, ma lo sapevo già.E pensare che uso una password a 9 caratteri tra cifre, lettere e simboli.Un mio difetto è forse quello di fare un uso ricorrente di tre password diverse, ma dovendo necessariamente fare numerosi login da macchine non mie (senza keylogger o programmi come dashlane sopra) non posso nemmeno permettermi di portarmi un prontuario delle password dietro.
  • Vindicator scrive:
    Abitudini dure a morire
    Il problema non è tanto l'ovvietà delle password ma invece l'abitudine, durissima a cambiare, di usare la stessa password per tutta una serie di servizi.Guarda che coincidenza stanno "bucando" più di qualche sito in giro (macrumors ad esempio), non attraverso falle della piattaforma (vbulletin, phpbb, etc...) quanto piuttosto per la facilità nell'indovinare la password di qualche utente con grant amministrative.Sono mesi che lo dico, mai usare la stessa password per siti differenti.
  • Jecks scrive:
    la mia password è "XXXXXinXXXX"....
    per tutti i miei account, ma non ditelo a nessuno, eh!
  • Paolo T. scrive:
    123456
    Ehi, è la mia password! Come hanno fatto a scoprirla?!?
Chiudi i commenti