Chrome ha fatto trenta

La nuova release non ha novità eclatanti ma parecchi fix di sicurezza. Per Android ci sono nuove gesture

Roma – La versione marchiata col numero 30 del browser Google, Chrome, non è come farebbe pensare il numero rotondo una release che introduce novità eclatanti: la 30.0.1599.66 del canale Stable dei rilasci è soprattutto una versione di consolidamento , con il grosso dei cambiamenti che avviene sotto il cofano e che agli utenti desktop e Android regala di fatto solo una novità ciascuno.

Sono circa 50 le patch di sicurezza applicate a questa release , l’elenco è disponibile sul blog ufficiale con tanto di cifre pagate come “taglia” agli scopritori delle vulnerabilità, e queste si somma l’introduzione di nuove API per le estensioni (è in corso una profonda rivisitazione del tema plugin in casa Chrome) e qualche miglioramento per incrementare le performance del browser.

Non ci sono novità rilevanti per le funzionalità destinate agli utenti , fatta eccezione per l’ integrazione della ricerca per immagini sulle versioni desktop (basta cliccare col pulsante destro del mouse su una immagine e chiedere di usarla come input di ricerca su Google Immagini), e di tre nuove gesture per migliorare il passaggio tra varie tab nella versione Android del browser. Per il resto si tratta di qualche affinamento dell’interfaccia e razionalizzazione della grafica tra quanto è disponibile online sui servizi di Mountain View e quanto è mostrato dal browser. Per la prossima release si vedrà. ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Trotterello scrive:
    Open source
    Leggo spesso che un progetto è open source e che se non sta bene basta fare il fork.Non basta, servono grande aziende che ci mettano denaro, altrimenti muoiono.Quando diciamo che Google controlla troppo il web, nascondendosi dietro OPEN SOURCE, diciamo proprio questo: nessuno può competere contro il monopolio di Google.Stiamo passando dal monopolio Microsoft, al monopolio Android, ma nessuno se ne rende ancora conto.
  • topolinik scrive:
    Necessito input...
    C'è qualche pagina/articolo che posso leggere per capire meglio le differenze tra X11 e Wayland?Sembra che quest'ultimo sia destinato a rimpiazzare il "vecchio" Xorg ma non ne comprendo appieno i vantaggi.Link?
    • giucam scrive:
      Re: Necessito input...
      wayland.freedesktop.org ?
      • topolinik scrive:
        Re: Necessito input...
        - Scritto da: giucam
        wayland.freedesktop.org ?Wayland (come Xorg d'altronde) è anche un protocollo di comunicazione.Quindi deduco che ci vorranno client aggiornati per girarci sopra; e infatti nelle faq si dice che gnome e kde verranno portati su wayland. Se non ho capito male, si tratta di un compositore che va a rimpiazzare Xorg senza portarsi dietro la gran massa di funzionalità "vecchie" di quest'ultimo.Però non supporta il rendering da remoto, cosa che Xorg fa.Uhm... ma sei uno degli sviluppatori di residualvm???
        • asdf scrive:
          Re: Necessito input...
          - Scritto da: topolinik
          Però non supporta il rendering da remoto, cosa che Xorg fa.Hanno aggiunto un modulo per usare remote desktop qualche tempo fà.
        • giucam scrive:
          Re: Necessito input...
          - Scritto da: topolinik
          - Scritto da: giucam

          wayland.freedesktop.org ?

          Wayland (come Xorg d'altronde) è anche un
          protocollo di
          comunicazione.Non proprio. X11 è un protocollo, Xorg è un server che lo sfrutta, come Weston per Wayland.Wayland è il corrispettivo di X11 e di Xlib/XCB.
          Quindi deduco che ci vorranno client aggiornati
          per girarci sopra; e infatti nelle faq si dice
          che gnome e kde verranno portati su wayland. Se
          non ho capito male, si tratta di un compositore
          che va a rimpiazzare Xorg senza portarsi dietro
          la gran massa di funzionalità "vecchie" di
          quest'ultimo.
          Però non supporta il rendering da remoto, cosa
          che Xorg
          fa.Il protocollo è solo locale, ma un compositor può mandare/ricevere immagini in remoto.

          Uhm... ma sei uno degli sviluppatori di
          residualvm???Si
          • topolinik scrive:
            Re: Necessito input...
            - Scritto da: giucam
            SiMolto lieto :)Siete grandi, tutti quanti.
    • Ubunto scrive:
      Re: Necessito input...
      - Scritto da: topolinik
      C'è qualche pagina/articolo che posso leggere per
      capire meglio le differenze tra X11 e
      Wayland?
      Sembra che quest'ultimo sia destinato a
      rimpiazzare il "vecchio" Xorg ma non ne comprendo
      appieno i
      vantaggi.
      Link?Clicca play e godi....[yt]RIctzAQOe44[/yt]
    • collione scrive:
      Re: Necessito input...
      una chiara e semplice analisi ( e confronto ) la trovi qui http://www.phoronix.com/scan.php?page=article&item=x_wayland_situation&num=1
Chiudi i commenti