Chrome sarà il più veloce?

L'assaggio del nuovo browser made in Google fa discutere molto e piace moltissimo. Ulteriori riflessioni e segnalazioni

Roma – Con una mossa che molti presagivano da tempo, e che taluni consideravano persino ineluttabile, nella serata di martedì Google ha svelato al mondo un’anteprima del proprio browser web Chrome , software di cui BigG aveva ( accidentalmente? ) svelato l’esistenza con un giorno di anticipo, spedendo via snail mail alcuni fumetti che illustravano le caratteristiche salienti del proprio browser.

La prima beta di Chrome, scaricabile da qui , è attualmente disponibile per la sola piattaforma Windows, ma il team di sviluppo del programma sta già lavorando alle versioni per Linux e Mac.

Nonostante il rapporto di collaborazione che lega Google a Mozilla , per altro appena esteso al 2011, il motore utilizzato da Chrome per visualizzare le pagine Web non è Gecko, bensì WebKit. Sviluppato da Apple sulla base di KHTML, WebKit viene oggi considerato dagli esperti uno dei motori di rendering più efficienti in circolazione, capace di ben bilanciare performance, conformità agli standard e affidabilità. Google aveva già scelto questo stesso componente per la propria piattaforma mobile Android, mimando in questo modo le scelte fatte in precedenza da Nokia per la piattaforma S60, da Adobe per la tecnologia runtime AIR, e da Trolltech per il toolkit Qt.

Seppure basato su WebKit, Chrome non ne utilizza il motore JavaScript: Google gli ha infatti preferito V8, una macchina virtuale sviluppata in Danimarca da un gruppo di specialisti ingaggiati da BigG. I suoi sviluppatori definiscono V8 il più veloce motore JavaScript esistente, e i benchmark sembrano dargli ampiamente ragione: nell’esecuzione di codice JavaScript, Chrome esce vincitore non solo nei confronti di Internet Explorer 7, Safari 3 e Firefox 3, ma anche nel testa a testa con la Beta 2 di IE8 e le versioni nightly di Firefox 3.1 e Safari 4. Va sottolineato come questi ultimi tre adottino tutti un nuovo motore JavaScript, motore pubblicizzato da Mozilla ed Apple come “rivoluzionario”.

C’è però chi sostiene che i motori JavaScript superveloci non bastano, da soli, a rendere i browser un’efficiente interfaccia per le web application. Il collo di bottiglia è infatti spesso rappresentato dai contenuti Flash, che anche quando non visualizzati consumano una non trascurabile porzione di CPU e, talvolta, finiscono per rallentare l’intero sistema. Purtroppo Chrome non sembra esente da questo problema, ma è sicuramente in buona compagnia. Secondo i test condotti da Peter Svensson, autore dell’articolo linkato poco sopra, l’unico browser che sembra riuscito ad “addomesticare” Flash è IE8.

Chrome è in grado di eseguire il famoso test Acid3 con un punteggio più elevato di Firefox 3 e IE7, ma inferiore a quello fatto registrare da Opera e dalle più recenti versioni preliminari di Firefox 3.1 e Safari 4.

Chrome adotta un’interfaccia molto sobria, con caratteristiche peculiari come i tab posizionati sulla parte superiore della finestra e trasformabili in qualsiasi momento in finestre indipendenti, la gestione dei tab come processi a sé stanti, la mancanza di una barra di stato (i messaggi di stato vengono visualizzati in sovrimpressione solo quando necessario), una barra degli URL “intelligente” simile all’Awesome Bar di Firefox 3, ecc. Chrome manca ancora però di diverse cose, quali il supporto ai feed RSS, un box di ricerca specifico (quello integrato nella barra degli URL non è il massimo della comodità per chi utilizza molti motori) e, soprattutto, le estensioni. Queste arriveranno probabilmente nel momento in cui Google pubblicherà il codice sorgente del proprio browser.

A proposito di estensioni e plug-in, il blogger Michele Di Tolla ha fatto notare che, se si tenta di installare la Google Toolbar per Firefox da Chrome, un messaggio di errore avverte che “Google Toolbar richiede Firefox 2.0 o una versione successiva”. Questo, secondo Tolla, potrebbe essere un indizio del fatto che in realtà in Chrome vi siano anche geni di Firefox. “Questo sembra fare luce sul motivo per il quale Google abbia prolungato il sostegno a Mozilla fino al 2011, poche ore prima dell’annuncio del rilascio di Google Chrome. E spiega come il CEO di Mozilla John Lilly non sia affatto preoccupato per la nascita del nuovo browser di Google”, ha scritto il blogger italiano.

Un’approfondita recensione della beta di Chrome è stata pubblicata da ArsTechnica e The Inquirer . Un testing completo del nuovo browser sarà pubblicato nei prossimi giorni su Punto Informatico.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • modou ndiaye scrive:
    elisabetta
    animedb
  • Il Detrattore scrive:
    ma questo Annunziata....
    vi fidereste a comprare da lui un'auto usata ?
  • gooliver scrive:
    Scottexnet
    ...Internet sta fagocitando gli altri media. Distribuire la telefonia, la TV, la radio e i servizi telematici tramite una rete generalista, fragilissima e accessibile a tutti significa abbassare il livello qualitativo di ogni singolo servizio.Il fatto da osservare non è tanto il rapporto tra diminuzione del traffico p2p e aumento dello streaming video quanto il progressivo asservimento della Rete a funzioni che non le competono.
    • il disinforma to scrive:
      Re: Scottexnet
      xche [uno a caso] a rete4 compete la frequenza che occupa????nn dire baggianate...per FORTUNA che ESISTE il web 2.0 e la rete p2p....altrimenti dovremmo sorbirci 24h su 24 le azzate di chi domina la televisione ________________thx mtv e la7________________
  • melamarcia scrive:
    Re: Piu download che upload: ovvio!!!
    parla di giappone, e ingiappone hanno linee sincrone per lo più
  • Nilok scrive:
    Bla, bla, bla, bla.......
    Ciao,cercare argomenti per "difendere il P2P", significa (come minimo) considerare che il P2P "abbia bisogno di una qualche difesa".Il P2P non ha "bisogno" di nessuna "difesa": si difende da solo semplicemente ESISTENDO.Così come non si smettono di fabbricare automobili che superino i limiti di velocità OBBLIGATORI PER LEGGE, affermando che a causa della velocità la gente provoca incidenti mortali, così non si smette di utilizzare strumenti che movimentino un maggiore flusso di dati sulla rete: non c'è bisogno di difendere la FERRARI perchè la maggior parte delle automobili multate per eccesso di velocità sono di quella specifica marca!La rete si adatterà, si adeguerà e sarà di coloro che sapranno approfittare delle giuste opportunità che essa offre: prima di ogni altra cosa della libertà e velocità di comunicazione e secondariamente dell'avere a disposizione una vastità di dati (secondaria in quanto è necessaria SEMPRE una accurata VERIFICA dell'attendibilità dei dati che si trovano in rete).Buona giornataNilok
    • Utente 77 scrive:
      Re: Bla, bla, bla, bla.......
      - Scritto da: Nilok
      non c'è bisogno di difendere la
      FERRARI perchè la maggior parte delle automobili
      multate per eccesso di velocità sono di quella
      specifica
      marca!Con quasi 5 anni di esperienza nel ramo RCA posso assicurarti che non è affatto così ^^'''.Il ragionamento motore potente=multa è però abbastanza giusto.Saluti
    • AMEN scrive:
      Re: Bla, bla, bla, bla.......
      - Scritto da: Nilok

      Il P2P non ha "bisogno" di nessuna "difesa": si
      difende da solo semplicemente
      ESISTENDO.
      Da incorniciare---------------Usa bene il tuo pc: Boinc.Italy---------------
  • Ilpiccolo scrive:
    OT: P.I. e i suoi link
    Cavoli, solo io mi lamento per il nuovo sistema di link che P.I. ha modificato tornando dalle ferie ?!Ora se clicchiamo una notizia della home,il colore non mi diventa, dopo la lettura, modificato, in modo di rendermi conto se l'ho letta o meno....Per carità, nulla di importante, ma prima era meglio....Byez
    • Shiba scrive:
      Re: OT: P.I. e i suoi link
      - Scritto da: Ilpiccolo
      Cavoli, solo io mi lamento per il nuovo sistema
      di link che P.I. ha modificato tornando dalle
      ferie
      ?!
      Ora se clicchiamo una notizia della home,il
      colore non mi diventa, dopo la lettura,
      modificato, in modo di rendermi conto se l'ho
      letta o
      meno....
      Per carità, nulla di importante, ma prima era
      meglio....
      ByezNon so che dirti, a me diventa scuro. Non è che ad esempio cancelli la cronologia o la cache o qualcosa di simile per cui il browser non tiene memorizzate le pagine viste?
  • fred scrive:
    il p2p cresce, almeno in italia
    Non ditemi che questo traffico dipende da streaming video perche' io mi riferisco al pico minimo della giornata in cui il traffico e' probabilmente al 99% p2p e lo confronto con i periodi precedenti.http://www.mix-it.net/brontolo/cgi-bin/14all-Totale.cgi?log=totaltraffic
  • za73 scrive:
    Senza P2P
    Senza P2P si tornerà a scaricare files archiviati su siti come rapidshare, da server ftp o con links passati attraverso IRC. La differenza sta nel fatto che se 100 persone scaricano contemporaneamente la banda usata centuplica. E vedo gente che si passa gli mp3 in email... Quindi forse il P2P come "mezzo" non è poi tanto male, no?
  • Rialzati Italia scrive:
    Motivo del calo del p2p
    Come qualcuno sostiene qui, p2p=illegalità, questo in massima parte (ok, poi c'è chi si scarica l'ultima distro, ma non venitemi a dire che linux è così diffuso...).Dato per assodato che gran parte del p2p esiste per film, telefilm, canzoni e giochi, forse qualcuno non sa che pochi mesi fa abbiamo assistito ad un immenso sciopero degli sceneggiatori, che ha portato a ridurre le puntate e chiudere dei telefilm.Per me il calo del p2p va atribiuto a questo.
    • picard12 scrive:
      Re: Motivo del calo del p2p
      Il problema è che se io uso torrent per scaricarmi la nuova versione di mandriva vengo limitato come qualsiasi altro che scarica... il problema è li e quando escono le distro cioè fra 2 mesetti circa avremmo immediatamente un aumento notevole del flusso torrent.. e se hai banda scarichi ad una velocità pazzesca.. :)
      • Rialzati Italia scrive:
        Re: Motivo del calo del p2p
        - Scritto da: picard12
        Il problema è che se io uso torrent per
        scaricarmi la nuova versione di mandriva vengo
        limitato come qualsiasi altro che scarica... il
        problema è li e quando escono le distro cioè fra
        2 mesetti circa avremmo immediatamente un aumento
        notevole del flusso torrent.. e se hai banda
        scarichi ad una velocità pazzesca..
        :)Ma non dovresti prendertela con chi limita il traffico, bensì con chi lo fa limitare, cioè gli utenti che scaricano materiale illegale.
        • krane scrive:
          Re: Motivo del calo del p2p
          - Scritto da: Rialzati Italia
          - Scritto da: picard12

          Il problema è che se io uso torrent per

          scaricarmi la nuova versione di mandriva vengo

          limitato come qualsiasi altro che scarica... il

          problema è li e quando escono le distro cioè fra

          2 mesetti circa avremmo immediatamente un

          aumento notevole del flusso torrent.. e se hai

          banda scarichi ad una velocità pazzesca..

          :)
          Ma non dovresti prendertela con chi limita il
          traffico, bensì con chi lo fa limitare, cioè gli
          utenti che scaricano materiale illegale.Cioe' lui oltre a pagare per un servizio che non ha dovrebbe pure fare il poliziotto e correre dietro ai cattivi...Siamo proprio in italia...Un po' come dire ti fai un'assicurazione che invece di pagarti quando hai un danno ti fa pure la romanzina (rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Trollalero scrive:
    Manca qualcosa...
    Mega video dov'è finito?Su il popolo della rete si è evoluto,dopo aver scaricato i capolavori del passato,visto le cagate che stanno venendo fuori adesso meglio guardarsele in streaming no?
  • ZioTano. scrive:
    Bell'articolo
    mi piacciono questi articoli che di tanto in tanto ci danno "l'istantanea" numeri alla mano, dell'evoluzione della rete. Ed è piuttosto repentina....
  • Il Detrattore scrive:
    il p2p NON e' un diritto !
    si parla di P2P come fosse un diritto sacrosanto.ma chi vogliamo prendere per il culo ?come se il P2P fosse usato per scaricare roba public domain o CC o open-source ... sappiamo benissimo che e' LA ragione per cui la gente si compra una adsl e ISP e Telecoms ci vanno a braccietto.rubate, rubate, poi vedremo quante software house riescono a campare ma la pacchia non durera' in eterno, presto molte apps gireranno server-side proprio grazie all'aumento di banda e mo' saranno cazzi acidi per gli scrocchers visto che per usare i servizi online dovranno pagarli senza se e senza ma.
    • ZioTano scrive:
      Re: il p2p NON e' un diritto !
      maaaaaa ancora nn lo avete epurato dalla rete sto troll? è sempre lui, lo stesso in ogni discussione, ma basta!
    • tuba scrive:
      Re: il p2p NON e' un diritto !
      - Scritto da: Il Detrattore
      si parla di P2P come fosse un diritto sacrosanto.
      ennò è un divieto
      ma chi vogliamo prendere per il culo ?
      come se il P2P fosse usato per scaricare roba
      public domain o CC o open-source ...
      il mio sistema operativo tanto per farlo notare arriva da un sistema p2p(torrent)e non sai quanta altre cose...non facciamo di tutta l'erba un fascio

      sappiamo benissimo che e' LA ragione per cui la
      gente si compra una adsl e ISP e Telecoms ci
      vanno a
      braccietto.
      e allora? io ho comprato la mia adsl per scaricare a manetta dvd di progetti cc o opensourcee allora? cavoli miei
      rubate, rubate, poi vedremo quante software house
      riescono a camparestrano che la red hat sia in giro da anni, come novell, come sun eccecc
      ma la pacchia non durera' in
      eterno, presto molte apps gireranno server-sidepurtroppo si sta andando verso questo passo ma toh guarda, i browser stanno integrando una funzione per salvare la webapp in locale per usarla anche offline
      proprio grazie all'aumento di banda e mo' saranno
      cazzi acidi per gli scrocchers visto che per
      usare i servizi online dovranno pagarli senza se
      e senza
      ma.che, visto che saranno tutti di qualità come hotmail basterà evitarli con cura
      • Il Detrattore scrive:
        Re: il p2p NON e' un diritto !
        tu non preoccuparti che gli utonti che pagano $$$ per la email Premium su Yahoo o Hotmail ci sono sempre.quanto alle web apps che runnano in locale saranno ovviamente piene di DRM e callbacks quindi ti servira' pure il crack per una cagata in java metacompilata o peggio ancora in Flash/Flex.e in futuro prossimo, accenderai il computer e anziche' il desktop avrai una login a pagamento per usare il tuo stesso computer e accedere ai tuoi stessi dati (tutti online su un data-center) !non dite che non vi avevo avvertito.
        • Trollalero scrive:
          Re: il p2p NON e' un diritto !
          - Scritto da: Il Detrattore
          tu non preoccuparti che gli utonti che pagano $$$
          per la email Premium su Yahoo o Hotmail ci sono
          sempre.

          quanto alle web apps che runnano in locale
          saranno ovviamente piene di DRM e callbacks
          quindi ti servira' pure il crack per una cagata
          in java metacompilata o peggio ancora in
          Flash/Flex.

          e in futuro prossimo, accenderai il computer e
          anziche' il desktop avrai una login a pagamento
          per usare il tuo stesso computer e accedere ai
          tuoi stessi dati (tutti online su un data-center)
          !

          non dite che non vi avevo avvertito.In un futuro prossimo non avremmo energia e della rete ce ne farem un caz...Comunque sto scaricando knoppix da bittorent...oddio che scroccher che sono...o ma caz anche le altre distro le scarico da torrent...nooo vuoi vedere che forse scarica meglio che dai mirror?
          • Il Detrattore scrive:
            Re: il p2p NON e' un diritto !
            una rondine non fa primavera.
          • web developeee eeeeeeeeee rs scrive:
            Re: il p2p NON e' un diritto !
            una rondella non fa primavera...dire che il p2p non è un diritto è come dire che io e un mio amico non possiamo parlare direttamente ma che ci debba essere per forza un agente di polizia che fa da tramite
          • UCCI scrive:
            Re: il p2p NON e' un diritto !
            come nella publicità get mac!
          • The Big Wizard scrive:
            Re: il p2p NON e' un diritto !
            - Scritto da: Trollalero
            In un futuro prossimo non avremmo energia e della
            rete ce ne farem un
            caz...
            Comunque sto scaricando knoppix da
            bittorent...oddio che scroccher che sono...o ma
            caz anche le altre distro le scarico da
            torrent...nooo vuoi vedere che forse scarica
            meglio che dai
            mirror?Ci sono alcune distro che è possibile scaricare solo tramite torrent (maledetto ISP che me lo blocchi!!!) così le sw house che le producono non vedono i loro server intasati dai download e non devono pagare fiori di quattrini per i vari mirrors sparsi nel mondo.Il P2P è un diritto, come l'HTTP, il POP3, l'FTP, SIP, o qualunque altro protocollo standardizzato o di mia creazione. La connessione ad internet dovrebbe servire solo a trasmettere bit, non dovrebbe guardare ai contenuti o ai protocolli.
    • HCK scrive:
      Re: il p2p NON e' un diritto !
      You are a Phailord
    • Marco Marcoaldi scrive:
      Re: il p2p NON e' un diritto !
      Io sono una software house e campo !Nella mia città ci sono software house che firmano contratti da 2 milioni di euro / cliente !Chi è che non campa ?La microsoft ?L'adobe ?Dimmi una software house che ha fallito a causa pirateria forza !DIMMI UN NOME !
      • giusto un nome scrive:
        Re: il p2p NON e' un diritto !
        Looking Glass Studiosè l'unico che conosco
        • The Big Wizard scrive:
          Re: il p2p NON e' un diritto !
          - Scritto da: giusto un nome
          Looking Glass Studios

          è l'unico che conoscoEd è anche sbagliato!!http://ttlg.com/articles/lgsclosing.aspLeggi questo articolo e dimmi dove cita la pirateria
    • Il Detrattore scrive:
      Re: il p2p NON e' un diritto !
      ah 'bbello manco sai customizzare decentemente uno straccio di layout joomla copiato chissa' dove...forse saprai anche codare ma ti serve un grafico.quanto a me ti puoi figurare se mi firmo in questo forum di 13enni brufolosi e segaioli.io poi mi riferivo al software commerciale, non a sw su misura aziendali, custom, e intranet : quelli non hanno problemi di pirateria per OVVI motivi permetterai visto che sono appunto "tailor-made".su PI scrivo P2P anziche' file-sharing per farmi capire senno' comprenderai anche tu che i lettori qui potrebbero fraintendere.come vedi anche tu mi danno perfino del troll se oso dire che e' illegale copiare...tra l'altro, dal tono che usi deve aver fumato roba forte..
      • tuba scrive:
        Re: il p2p NON e' un diritto !
        cos'è, paura di registrare un nick? ah già ma è perchè ti hanno bannato, non per altro! (rotfl)se ti hanno bannato è perchè sei uno che rompe abbastanza gli amenicoli quindi vedi un po' di farci il favore di farti un giretto grassie
        • Il Detrattore scrive:
          Re: il p2p NON e' un diritto !
          perche' non vedo alcun valore aggiunto nel registrare un nick, semplice.
          • krane scrive:
            Re: il p2p NON e' un diritto !
            - Scritto da: Il Detrattore
            perche' non vedo alcun valore aggiunto nel
            registrare un nick, semplice.Anzi ancora finisce che uno viene bannato...
    • Shiba scrive:
      Re: il p2p NON e' un diritto !
      - Scritto da: Il Detrattore
      si parla di P2P come fosse un diritto sacrosanto.

      ma chi vogliamo prendere per il culo ?
      come se il P2P fosse usato per scaricare roba
      public domain o CC o open-source ...


      sappiamo benissimo che e' LA ragione per cui la
      gente si compra una adsl e ISP e Telecoms ci
      vanno a
      braccietto.

      rubate, rubate, poi vedremo quante software house
      riescono a campare ma la pacchia non durera' in
      eterno, presto molte apps gireranno server-side
      proprio grazie all'aumento di banda e mo' saranno
      cazzi acidi per gli scrocchers visto che per
      usare i servizi online dovranno pagarli senza se
      e senza
      ma.Quello che ci fai tu è diverso da quello che ci faccio io e altre persone. Se tu rubi non vuol dire che io rubi. Ergo, il P2P è un diritto.
      • saimonegarf anchel scrive:
        Re: il p2p NON e' un diritto !

        Quello che ci fai tu è diverso da quello che ci
        faccio io e altre persone. Se tu rubi non vuol
        dire che io rubi. Ergo, il P2P è un
        diritto.il p2p E' un diritto, scaricare a sbafo materiale protetto da copyright invece no
    • krane scrive:
      Re: il p2p NON e' un diritto !
      - Scritto da: Il Detrattore
      si parla di P2P come fosse un diritto sacrosanto.Non e' un diritto cosi' come non lo sono la rivoluzione e la ribellione armata.
    • zaur scrive:
      Re: il p2p NON e' un diritto !
      - Scritto da: Il Detrattore
      si parla di P2P come fosse un diritto sacrosanto.

      ma chi vogliamo prendere per il culo ?
      come se il P2P fosse usato per scaricare roba
      public domain o CC o open-source ...
      [snip]
      Hai mai/ ti hanno mai prestato un libro?
      • krane scrive:
        Re: il p2p NON e' un diritto !
        - Scritto da: zaur
        - Scritto da: Il Detrattore

        si parla di P2P come fosse un diritto

        sacrosanto.

        ma chi vogliamo prendere per il culo ?

        come se il P2P fosse usato per scaricare roba

        public domain o CC o open-source ...

        [snip]
        Hai mai/ ti hanno mai prestato un libro?Nooo... Non e' mica un Kriminale lui... (rotfl) (rotfl) (rotfl)
    • dadadad scrive:
      Re: il p2p NON e' un diritto !
    • Biggus Dikkus scrive:
      Re: il p2p NON e' un diritto !
      Chi sei tu, il difensore degli stronzi?Io col p2p ci scarico tutto, compreso le iso dei dvd delle release linux.
      • il disinforma to scrive:
        Re: il p2p NON e' un diritto !
        gia tagliamo le gambe anche a le societa che distribuiscono i propri software gpl [free e open-source] come le varie distro linux.....indeboliamo tutto il sistema che viene sfruttato da chi non puo permettersi un hosting troppo esteso...tanto siamo tutti troll e a quei pochi a cui servono per lavoro...pagano [sia le free che le share....XDDD]buona notte detrattore....sempre a rompere, prima dando ragione alla mafia...ora dando contro al DIRITTO di UTILIZZARE la rete [diritto che si ottiene sotto un regolare contratto, salvo clausole quali il blocco di alcune porte di default per il p2p {che si raggira cmq, rispettando sempre il CONTRATTO che si è fatto col ISP}]è come se io pagando la corrente, mi ritrovo a non poter alimentare certe cose...perche non sono di una certa marca[la solita].....ma saranno azzi miei....se mi importa pagare 500 euro al mese di bolletta...a te che te ne frega[riferito al isp]ovviamente qui sta l'inghippo....xche non fanno abbastanza miliardi[gia sono poveri, piccolini] con le ispmentre pagano la salata bolletta al isp su cui si appoggiano[telecom in italia]a proposito in Inghilterra un isp[non ricordo quale] aveva iniziato a limitare il dl massimo mensile a 250gb....ovviamente è un valore grandissimo[tranne per l'hosting proprio, li non basta mai XD]....ma pensiamo un po se dopo aver messo questi limiti li riducano....naa troppa paura su cosa la rete diventerebbe[...]... non ci voglio pensare
  • Armisael Garrick scrive:
    considerazione triste
    Quello che concludo io, vedendo queste statistiche è che la popolazione, con l'avvento di un sistema più immediato per la visione di contenuti di intrattenimento abbandona il sistema più democratico, il P2P per uno a "pappa pronta" calato dall'alto come youtube. l'unica conclusione possibile è questa: La gente comunque non si è affatto acculturata o ha cercato di migliorare la propria cultura personale con la rete, ha solamente voluto una TV on demand, possibilmente senza stacchi pubblicitari nel mezzo.è molto triste vedere come la popolazione abbia piacere nel non sapere e di conseguenza nell'essere comandata.
    • MegaLOL scrive:
      Re: considerazione triste
      - Scritto da: Armisael Garrick
      è molto triste vedere come la popolazione abbia
      piacere nel non sapere e di conseguenza
      nell'essere
      comandata.HAHAHAHAHA! Alla gente non gliene frega un accidente dell'internacchio. Sa quel che vuole e quel che vuole non sono le vostre idiozie da sfigati. Tu la chiami "tristezza", io la chiama "doverosa e odorosa cagata in faccia agli sfigati malati di internacchio".
  • emmeesse scrive:
    Per me son confusi...
    Non tanto il signore che sostiene delle tesi ovvie,ma gli operatori del settore (grandi e piccoli)trafic shaping e DPI costano.Lo sreaming a pagamento e' un rischio economico.Se tutto cio' fosse vero, allora confindustria (se fosse informata) si schiererebbe con ThePirateBay...Stiamoo assistendo al progressivo frantumarsi dei vecchi poteri economici contro le nuove logiche di rete.E non sara' indolore
  • tuba scrive:
    p2p per quasi tutto
    beh, il p2p è un concetto che viene associato all'illegalitàpensiamo invece se si usasse in altri modi: aggiornamenti del sistema operativo(il server centrale non è esasperato da richieste), streaming di vario genere, ecceccè lo stesso concetto per cui adesso riceviamo l'energia elettrica solo dalle centrali(server) e se una va giù... beh sappiamo tutti quello che è successo qualche anno fa; io spero che in futuro ognuno di noi produca un po' di energia elettrica in autonomia reimmentendo l'extra sulla retesì lo so è un paragone un po' complicato ma tant'è
    • emmeesse scrive:
      Re: p2p per quasi tutto
      Piu o meno concordo.specialmente sulla p2p energetico :-)
    • bontakun88 scrive:
      Re: p2p per quasi tutto
      concordo anch'iocon azureus vuze è già possibile scaricare trailer, giochi a pagamento,... attraverso la rete torrent e vengono giù molto velocemente perchè si scarica da più server della azureus, ci si può vedere addirittura un episodio di telefilm in real time mentre sta ancora scaricando
    • dadadad scrive:
      Re: p2p per quasi tutto

      beh, il p2p è un concetto che viene associato
      all'illegalità
      pensiamo invece se si usasse in altri modi:
      aggiornamenti del sistema operativo(il serverp2p per aggiornamenti al s.o.!! Cosi' ad ogni passaggiodi mano ciascuno puo' mettere il suo rootkit personale :-)
      • Wolf01 scrive:
        Re: p2p per quasi tutto
        peccato che quando uno modifica il file questo diventa un'altra fonte, quindi se uno non è così idiota lo scarica dal link attendibile fornito dalla prima fonte
      • tuba scrive:
        Re: p2p per quasi tutto
        mai sentito parlare di firma? di hash? naaaaaaaaaaaa
    • MeX scrive:
      Re: p2p per quasi tutto

      pensiamo invece se si usasse in altri modi:
      aggiornamenti del sistema operativomagari poi l'aggiornamento lo puoi anche infarcire con qualche spyware gratuito... :D
Chiudi i commenti