Cina, addio all'anonimato mobile

Aperto ufficialmente il registro che obbligherà 814 milioni di utenze ad identificarsi per ottenere un numero di cellulare. L'anonimato aveva dato spazio a frodi e spam

Roma – Mancava soltanto l’ufficialità da parte delle autorità di Pechino: la più vasta comunità di utenti mobile del pianeta dovrà iscriversi ad uno speciale registro , per un’identificazione di massa che ha destato non poche preoccupazioni tra i più strenui difensori della privacy.

Ad annunciarlo è stato il ministero cinese dell’IT, che ha definitivamente messo a frutto i suoi precedenti accordi con i più importanti operatori del paese asiatico. Gli utenti di China Mobile , China Unicom e China Telecom dovranno in sostanza fornire la propria identità all’attivazione di un qualsivoglia nuovo numero di cellulare .

Ma a doversi adeguare saranno anche tutti coloro che già hanno sottoscritto – senza obblighi d’identificazione – un abbonamento per una carta telefonica prepagata. Che poi rappresenterebbero circa l’87 per cento dell’intera popolazione mobile in Cina, quest’ultima quantificata in 814 milioni di utenze .

Per le autorità di Pechino si tratta di una decisione inevitabile, dal momento che lo speciale registro impedirà la diffusione di spam e frodi a mezzo telefonico . Attività divenute nel tempo sempre più invasive a causa del sostanziale anonimato garantito all’attivazione di una carta prepagata.

C’è ovviamente chi ha parlato di scuse addotte dal governo cinese, preoccupato invece dello sfruttamento del mezzo mobile per la diffusione di messaggi di testo e fotografie a sfondo politico . La maggior parte degli utenti del paese asiatico vedrebbe i telefoni cellulari come chiave per la libera espressione o comunque per la circolazione di contenuti sensibili.

Non è ancora chiaro come il governo – di concerto con gli operatori del paese – riuscirà ad implementare questo meccanismo di registrazione. Si è parlato di un’introduzione graduale, data la sostanziale impossibilità a regolamentare in una sola volta gli outlet dell’intero territorio. Scarsi o nulli sono stati i dettagli forniti dai tre operatori coinvolti.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • SireAngelus scrive:
    Kexec
    maaaa usare kexec con uno script no?
  • qioksom scrive:
    teoria del tutto
    io ho una teoria:"quando le cose non valgono più, si buttano... anzi no.. si regalano"(win)
    • collione scrive:
      Re: teoria del tutto
      quindi windows non è mai valso niente visto che ms lo fa piratare da cani e porci chiudendo quattro occhi
  • panda rossa scrive:
    Re: faccio notare una cosa
    - Scritto da: Uau (TM)
    - Scritto da: panda rossa



    Parliamo di utilizzatori linux, mica di winsozz.

    Il winaro pirata tutto, e quando puo' scegliere

    tra qualcosa di free e qualcosa di piratato

    sceglie sempre il

    piratato.



    Hai decisamente rotto sfigato quarantenne con
    sindrome da andropausa galoppante
    sai?Ha parlato lo sbarbato!

    Io uso solo software free fatta eccezione per
    Windows 7, ovviamente, e Office che ho con
    regolare
    licenza.E allora tutta questa coda di paglia da dove salta fuori?
    Uso paint.net, imgburn, icofx, media player
    classic, cdburnerxp, 7zip, astrogrep,
    freecommander e tanti altri che non mi va di
    scrivere tanto la risposta verrà XXXXta perchè ti
    ho offeso.Non verra' certo XXXXta su mia segnalazione: io non mi offendo e il tuo tono serve solo a screditare te. Ho tutto l'interesse che il tuo messaggio venga letto, altro che XXXXto.
    Quando è troppo è troppo.

    SFIGATO.Quindi possiamo concludere che la verita' fa male?
  • Sgabbio scrive:
    faccio notare una cosa
    Per le versioni client delle distrio, tale oggetto era gratuito.
    • valerivs scrive:
      Re: faccio notare una cosa
      Ben fatto..hai anticipato il terribile flame sulla ricompilazione che si sarebbe generato.
    • shevathas scrive:
      Re: faccio notare una cosa
      - Scritto da: Sgabbio
      Per le versioni client delle distrio, tale
      oggetto era
      gratuito.uno spunto di riflessione trolloso. Come mai le aziende preferiscono pagare la licenza per usarlo e non si limitano a piratare quello gratuito per le versioni client ?
      • panda rossa scrive:
        Re: faccio notare una cosa
        - Scritto da: shevathas
        - Scritto da: Sgabbio

        Per le versioni client delle distrio, tale

        oggetto era

        gratuito.

        uno spunto di riflessione trolloso. Come mai le
        aziende preferiscono pagare la licenza per usarlo
        e non si limitano a piratare quello gratuito per
        le versioni client
        ?Parliamo di utilizzatori linux, mica di winsozz.Il winaro pirata tutto, e quando puo' scegliere tra qualcosa di free e qualcosa di piratato sceglie sempre il piratato.Le aziende che usano linux invece, quando c'e' da pagare una licenza, la pagano.
        • Uau (TM) scrive:
          Re: faccio notare una cosa
          - Scritto da: panda rossa

          Parliamo di utilizzatori linux, mica di winsozz.
          Il winaro pirata tutto, e quando puo' scegliere
          tra qualcosa di free e qualcosa di piratato
          sceglie sempre il
          piratato.
          Hai decisamente rotto sfigato quarantenne con sindrome da andropausa galoppante sai?Io uso solo software free fatta eccezione per Windows 7, ovviamente, e Office che ho con regolare licenza.Uso paint.net, imgburn, icofx, media player classic, cdburnerxp, 7zip, astrogrep, freecommander e tanti altri che non mi va di scrivere tanto la risposta verrà XXXXta perchè ti ho offeso.Quando è troppo è troppo.SFIGATO.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 settembre 2010 17.05-----------------------------------------------------------
        • Vault Dweller scrive:
          Re: faccio notare una cosa
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: shevathas

          - Scritto da: Sgabbio


          Per le versioni client delle distrio, tale


          oggetto era


          gratuito.



          uno spunto di riflessione trolloso. Come mai le

          aziende preferiscono pagare la licenza per
          usarlo

          e non si limitano a piratare quello gratuito per

          le versioni client

          ?

          Parliamo di utilizzatori linux, mica di winsozz.
          Il winaro pirata tutto, e quando puo' scegliere
          tra qualcosa di free e qualcosa di piratato
          sceglie sempre il
          piratato.

          Le aziende che usano linux invece, quando c'e' da
          pagare una licenza, la
          pagano.Le aziende sono un discorso a parte; infatti tutte le aziende che conosco utilizzano software originale a prescindere dalla natura dei loro OS.Inoltre il discorso sugli utenti finali non regge; è inutile fare di tutta l'erba un fascio; la pirateria esiste a prescindere dal sistema, e sebbene sui sistemi liberi sia ridotta rispetto ad altri c'è anche da valutare la disponibilità di applicativi commerciali su tali sistemi prima di esprimere giudizi si tanto lapidari.
          • panda rossa scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: Vault Dweller
            Inoltre il discorso sugli utenti finali non
            regge; è inutile fare di tutta l'erba un fascio;
            la pirateria esiste a prescindere dal sistema, e
            sebbene sui sistemi liberi sia ridotta rispetto
            ad altri c'è anche da valutare la disponibilità
            di applicativi commerciali su tali sistemi prima
            di esprimere giudizi si tanto
            lapidari.C'e' poco da valutare.Chi usa linux come desktop *SA* che non c'e' Office, non c'e' Autocad, non c'e' Photoshop.Chi non vuole passare a linux come desktop le obiezioni che muove sono: non c'e' office, non c'e' autocad, non c'e' photoshop.Ma la cultura del software piratato non e' solo limitata a quei grossi pacchetti, ma arriva pure agli shareware non corrisposti.Il tipico winaro con office craccato, ha anche winzip craccato o con la finestrella che ad ogni lancio gli ricorda che sono trascorsi 1356 giorni dalla fine del periodo di prova.Poco importa che esistano per winsozz programmi di compressione/decompressione piu' efficienti e versatili di winzip, e pure opensource.Ci sono poche mosche bianche, tipicamente utenti linux che tengono winsozz in dual boot che si preoccupano di installare programmi open anche su winsozz.La massa utonta invece fa del possesso di software piratato motivo di vanto.
          • Paolo Nocco scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            In effetti non si capisce il motivo per cui, nonostante esista, per dirne uno, un 7zip che funziona DA DIO e legge mooolti più formati di WinZip e WinRar, questi vengano usati, quindi craccati e 7zip che è free no.Secondo me molto risiede nell'ignoranza dell'utenza, che appunto ignora l'esistenza di programmi free e anche migliori talvolta.Quanta gente che teneva stretto stretto norton o mcafee ho fatto passare ad avast. Ho perso il conto.
          • Sgabbio scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            Avast! era noto per i suoi clamorosi falsi positivi un tempo, mi ricordo che mi vide come malware, utorrent :DComunque 7zip fungerà da dio però manca la funzionalità di associare un archivio compresso a quel programma come fanno gli altri programmi.Comunque un'altra obbiezione che fanno su linux è la mancanza di giochi ed emulatori di vecchie piattaforme ludice.
          • Andrea Cerrito scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            Scusa, cosa manco a 7-zip?
          • panda rossa scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: Sgabbio
            Avast! era noto per i suoi clamorosi falsi
            positivi un tempo, mi ricordo che mi vide come
            malware, utorrent
            :DNon e' che era un torrent di un crack infetto?
            Comunque 7zip fungerà da dio però manca la
            funzionalità di associare un archivio compresso a
            quel programma come fanno gli altri
            programmi.Come no? Sotto winsozz si integra perfettamente nel desktop manager: eseguibile associato e opzioni col tasto destro del menu.
            Comunque un'altra obbiezione che fanno su linux è
            la mancanza di giochi ed emulatori di vecchie
            piattaforme ludice.Dosbox, uae, e una sfilza di emulatori dal gameboy alla ds, tutti scaricabili dal repo.Chi e' che fudda quelle cose li'?
          • krane scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: Sgabbio
            Avast! era noto per i suoi clamorosi falsi
            positivi un tempo, mi ricordo che mi vide come
            malware, utorrent
            :D
            Comunque 7zip fungerà da dio però manca la
            funzionalità di associare un archivio compresso a
            quel programma come fanno gli altri programmi.
            Comunque un'altra obbiezione che fanno su linux è
            la mancanza di giochi ed emulatori di vecchie
            piattaforme ludice.Quali emulatori di vecchie piattaforme mancano ?
          • shevathas scrive:
            Re: faccio notare una cosa

            Chi non vuole passare a linux come desktop le
            obiezioni che muove sono: non c'e' office, non
            c'e' autocad, non c'e'
            photoshop.
            non gira il programma X che è necessario al mio lavoro. E qui rimane poco da obiettare, se il programma X serve per il mio lavoro sono vincolato alle architetture che garantiscono il supporto. Se mi sento avventuroso posso tentare anche le architetture su cui gira ma che non sono supportate ma, a meno di tendenze suicide, dovrò scartare quelle non supportate.
            Ci sono poche mosche bianche, tipicamente utenti
            linux che tengono winsozz in dual boot che si
            preoccupano di installare programmi open anche su
            winsozz.
            La massa utonta invece fa del possesso di
            software piratato motivo di
            vanto.se la situazione fosse quella descritta il software piratato si sarebbe dovuto estinguere da molto tempo, visto che le SH dovrebbero essere tutte pesantemente in perdita.la realtà è invece che alle aziende che gli utenti finali ti piratino photosciop o autocad importa veramente poco, sia perché a rompere le scatole agli utenti finali non porta grandi guadagni, sia perché se si rende quel software difficilmente piratabile gli utenti semplicemente rinunciano a usarlo/comprarlo.Meglio tenere nel mirino le aziende e chiudere un occhio sul piratato sfruttandolo come "pubblicità occulta".
          • panda rossa scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: shevathas

            Chi non vuole passare a linux come desktop le

            obiezioni che muove sono: non c'e' office, non

            c'e' autocad, non c'e'

            photoshop.


            non gira il programma X che è necessario al mio
            lavoro.Embe'? Pure io al lavoro devo usare winsozz ogni tanto.Ma a casa non lavoro. Faccio dello sviluppo ma non e' lavoro.
            E qui rimane poco da obiettare, se il
            programma X serve per il mio lavoro sono
            vincolato alle architetture che garantiscono il
            supporto. Che poi oggi come oggi, con la virtualizzazione...
            Se mi sento avventuroso posso tentare
            anche le architetture su cui gira ma che non sono
            supportate ma, a meno di tendenze suicide, dovrò
            scartare quelle non
            supportate.


            Ci sono poche mosche bianche, tipicamente utenti

            linux che tengono winsozz in dual boot che si

            preoccupano di installare programmi open anche
            su

            winsozz.

            La massa utonta invece fa del possesso di

            software piratato motivo di

            vanto.

            se la situazione fosse quella descritta il
            software piratato si sarebbe dovuto estinguere da
            molto tempo, visto che le SH dovrebbero essere
            tutte pesantemente in perdita.Quindi mi stai dicendo che in tutte le case in cui c'e' un computer con windows, hanno regolarmente acquistato office, photoshop e autocad?
            la realtà è invece che alle aziende che gli
            utenti finali ti piratino photosciop o autocad
            importa veramente poco, sia perché a rompere le
            scatole agli utenti finali non porta grandi
            guadagni,Quindi le major dei discografici dovrebbero imparare dalle SWH
            sia perché se si rende quel software
            difficilmente piratabile gli utenti semplicemente
            rinunciano a
            usarlo/comprarlo.Che e' quello che ho detto io prima: se l'utente puo' scegliere tra un programma piratabile o un equivalente gratuito, scelgono il piratabile senza indugio.
            Meglio tenere nel mirino le aziende e chiudere un
            occhio sul piratato sfruttandolo come "pubblicità
            occulta".E' cosi' sconveniente fare delle licenze come fanno alcuni programmi dove dicono che e' "gratuito per utilizzo non commerciale"?
          • shevathas scrive:
            Re: faccio notare una cosa

            Che poi oggi come oggi, con la virtualizzazione...
            mah fra l'avercelo nativo o virtualizzato non è che cambi molto, in ogni caso quell'architettura devi usare, e spesso pagare le apposite licenze.

            Se mi sento avventuroso posso tentare

            Quindi mi stai dicendo che in tutte le case in
            cui c'e' un computer con windows, hanno
            regolarmente acquistato office, photoshop e
            autocad?
            no semplicemente che esistono utenti, per la maggior parte aziendali, per i quali la pirateria non conviene.

            Che e' quello che ho detto io prima: se l'utente
            puo' scegliere tra un programma piratabile o un
            equivalente gratuito, scelgono il piratabile
            senza
            indugio.
            se fosse così allora opera dovrebbe rompere il fondoschiena a Firefox.
            E' cosi' sconveniente fare delle licenze come
            fanno alcuni programmi dove dicono che e'
            "gratuito per utilizzo non
            commerciale"?mi pare avvenga già per certi software, come ad esempio la versione EDU di office.
          • panda rossa scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: shevathas
            se fosse così allora opera dovrebbe rompere il
            fondoschiena a
            Firefox.Opera e' gratuito.Quando era a pagamento giravano i crack!

            E' cosi' sconveniente fare delle licenze come

            fanno alcuni programmi dove dicono che e'

            "gratuito per utilizzo non

            commerciale"?

            mi pare avvenga già per certi software, come ad
            esempio la versione EDU di
            office.Dove si scarica la versione EDU di office, con questa licenza?
          • shevathas scrive:
            Re: faccio notare una cosa


            Dove si scarica la versione EDU di office, con
            questa
            licenza?sicuramente la trovi nelle grandi catene di elettronicahttp://www.euronics.it/acquistaonline/Software/prod102002389.html?utm_source=trovaprezzi&utm_medium=affiliation&utm_campaign=aff_trovaprezzi
          • collione scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            si ma fai prima a scaricarti gratis openoffice e installartelo
          • 404 scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            panda purtroppo fingi di non capire che sia windows che linux hanno i loro pro e i loro contro, ma in generale funzionano bene.se una persona ha imparato a usare windows per qualunque motivo, allora a meno di avere una passione sua personale, sceglierà sempre windows perché lo sa già usare.il computer è prima di tutto un mezzo per fare altro, quindi è comprensibile che non tutti vogliano imparare a usare un sistema diverso.per quanto riguarda la pirateria sai bene che anche chi ha linux scarica film e musica per cui il problema è il medesimo.saluti
          • panda rossa scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: 404
            panda purtroppo fingi di non capire che sia
            windows che linux hanno i loro pro e i loro
            contro, ma in generale funzionano
            bene.Basta avere l'accortezza di installare antivirus, antimalware e firewall su uno dei due, ed evitare accuratamente il browser di default.(indovinare quale dei due).
            se una persona ha imparato a usare windows per
            qualunque motivo, allora a meno di avere una
            passione sua personale, sceglierà sempre windows
            perché lo sa già usare."Imparato" a che livello?Perche' le icone si cliccano nello stesso modo, i menu si aprono nello stesso modo, e un bambino di 8 anni interagisce tranquillamente sia col desktop manager di winsozz sia con gnome, senza neppure porsi il problema che sono cose completamente diverse.
            il computer è prima di tutto un mezzo per fare
            altro, quindi è comprensibile che non tutti
            vogliano imparare a usare un sistema
            diverso.Ma se tanto fanno altro, che gli frega di conoscere il sistema.O questo "fare altro" richiede la conoscenza delle api, della gestione dei task, dell'integrita' del file system.
            per quanto riguarda la pirateria sai bene che
            anche chi ha linux scarica film e musica per cui
            il problema è il
            medesimo.Vediamo, per piacere, di distinguere la pirateria del software con la condivisione di files multimediali, che anche per la legislazione sono cose completamente diverse.
          • shevathas scrive:
            Re: faccio notare una cosa

            Vediamo, per piacere, di distinguere la pirateria
            del software con la condivisione di files
            multimediali, che anche per la legislazione sono
            cose completamente
            diverse.e che differenza ci sarebbe ? sono entrambe copie non autorizzate ?
          • panda rossa scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: shevathas

            Vediamo, per piacere, di distinguere la
            pirateria

            del software con la condivisione di files

            multimediali, che anche per la legislazione sono

            cose completamente

            diverse.

            e che differenza ci sarebbe ? sono entrambe copie
            non autorizzate
            ?Il software richiede un computer per poterne fruire.Il multimediale no.A parte questo, ci sono proprio due regolamentazioni diverse, che riguardano l'utilizzo, lo scopo di lucro, il possesso, la condivisione...Sono considerati diversamente.
          • shevathas scrive:
            Re: faccio notare una cosa

            Il software richiede un computer per poterne
            fruire.
            Il multimediale no.
            dipende da cosa intendi come computer. Con apparati esclusivamente analogici trovo difficile ascoltare un CD oppure vedere un DVD.
            A parte questo, ci sono proprio due
            regolamentazioni diverse, che riguardano
            l'utilizzo, lo scopo di lucro, il possesso, la
            condivisione...
            Sono considerati diversamente.cioè il copiare non è rubare vale solo in un caso e nell'altro no ?
          • panda rossa scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: shevathas

            Il software richiede un computer per poterne

            fruire.

            Il multimediale no.


            dipende da cosa intendi come computer. Con
            apparati esclusivamente analogici trovo difficile
            ascoltare un CD oppure vedere un
            DVD.


            A parte questo, ci sono proprio due

            regolamentazioni diverse, che riguardano

            l'utilizzo, lo scopo di lucro, il possesso, la

            condivisione...

            Sono considerati diversamente.

            cioè il copiare non è rubare vale solo in un caso
            e nell'altro no
            ?E' sempre copiare, ma la legge regolamenta in modo differente il copiare software dal copiare opere.Qualcuno piu' ferrato in materia potrebbe spiegarlo meglio di me.
          • 404 scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: panda rossa
            Basta avere l'accortezza di installare antivirus,
            antimalware e firewall su uno dei due, ed evitare
            accuratamente il browser di
            default.
            (indovinare quale dei due).nessuno ti costringe ad usare l'account Administrator.se invece preferisci puoi sempre ricorrere a firewall e antivirus, te li regala windows se non vuoi comprarteli.
            "Imparato" a che livello?
            Perche' le icone si cliccano nello stesso modo, i
            menu si aprono nello stesso modo, e un bambino di
            8 anni interagisce tranquillamente sia col
            desktop manager di winsozz sia con gnome, senza
            neppure porsi il problema che sono cose
            completamente
            diverse.si vede che non hai mai avuto contatti col cliente finale. se uno ti propone il nuovo prodotto X che fa la stessa cosa di quello che hai già, il cliente sceglie il vecchio.
            Vediamo, per piacere, di distinguere la pirateria
            del software con la condivisione di files
            multimediali, che anche per la legislazione sono
            cose completamente
            diverse.condividere è un termine pittoresco per non dire rubare.
          • panda rossa scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: 404
            - Scritto da: panda rossa

            Basta avere l'accortezza di installare
            antivirus,

            antimalware e firewall su uno dei due, ed
            evitare

            accuratamente il browser di

            default.

            (indovinare quale dei due).

            nessuno ti costringe ad usare l'account
            Administrator.Mi ci costringe il software (che mi costringe ad usare proprio quel sistema operativo di cui magari farei a meno)
            se invece preferisci puoi sempre ricorrere a
            firewall e antivirus, te li regala windows se non
            vuoi comprarteli.Me li regalano anche altri molto piu' affidabili di windows.Il punto non e' che me li regalano, il punto e' che sono costretto a farne uso.

            "Imparato" a che livello?

            Perche' le icone si cliccano nello stesso modo,
            i

            menu si aprono nello stesso modo, e un bambino
            di

            8 anni interagisce tranquillamente sia col

            desktop manager di winsozz sia con gnome, senza

            neppure porsi il problema che sono cose

            completamente

            diverse.

            si vede che non hai mai avuto contatti col
            cliente finale. Ho forse detto che faccio il commerciale?
            se uno ti propone il nuovo
            prodotto X che fa la stessa cosa di quello che
            hai già, il cliente sceglie il
            vecchio.Io pure: mai toccare quello che funziona e' una delle leggi dell'IT.

            Vediamo, per piacere, di distinguere la
            pirateria

            del software con la condivisione di files

            multimediali, che anche per la legislazione sono

            cose completamente

            diverse.

            condividere è un termine pittoresco per non dire
            rubare.Ne riparliamo quando una banda di ladri verra' a condividere in casa tua.
          • collione scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: 404

            nessuno ti costringe ad usare l'account

            Administrator.

            Mi ci costringe il software (che mi costringe ad
            usare proprio quel sistema operativo di cui
            magari farei a
            meno)
            no no, sei tu che ti ostini a voler fare l'amministratore di condominio :Dsu windows e fai così, colì e cosà, poi editi il registro ( mi raccomando con un editor esadecimale ), infine riscrivi il boot loader e patchi a mano 432 dll, allora il sistema diventa sicuroe meno male che dicono che windows fa tutto lui :D poi se ne escono che la colpa dell'utentema come windows non è lo strafigo superfriendly che anticipa il pensiero dell'utente?mah, l'incoerenza tra i winari regna sovrana
            Ne riparliamo quando una banda di ladri verra' a
            condividere in casa
            tua.no no, loro sono onesti condivisori e condividono l'amore e le copie di windowssemmai dovessero comprarlo, col cavolo che lo userebbero :D
          • panda rossa scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: collione
            su windows e fai così, colì e cosà, poi editi il
            registro ( mi raccomando con un editor
            esadecimale ), infine riscrivi il boot loader e
            patchi a mano 432 dll, allora il sistema diventa
            sicuroE per le icone dei collegamenti come faccio?
            e meno male che dicono che windows fa tutto lui
            :DSi, si, questo e' vero.Tu basta che lo accendi e lo colleghi alla rete, e lui fa tutto da solo, si inserisce nella botnet russa tutto da solo e comincia a partecipare al programma distribuito di ddos.
            poi se ne escono che la colpa dell'utente

            ma come windows non è lo strafigo superfriendly
            che anticipa il pensiero
            dell'utente?No, quello e' il mac.
        • shevathas scrive:
          Re: faccio notare una cosa

          Parliamo di utilizzatori linux, mica di winsozz.
          Il winaro pirata tutto, e quando puo' scegliere
          tra qualcosa di free e qualcosa di piratato
          sceglie sempre il
          piratato.
          se così fosse la M$ sarebbe dovuta sparire da anni per bancarotta, a meno di non credere che basti il preinstallato a tenere in piedi tutta la baracca.
          • panda rossa scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: shevathas

            Parliamo di utilizzatori linux, mica di winsozz.

            Il winaro pirata tutto, e quando puo' scegliere

            tra qualcosa di free e qualcosa di piratato

            sceglie sempre il

            piratato.


            se così fosse la M$ sarebbe dovuta sparire da
            anni per bancarotta, a meno di non credere che
            basti il preinstallato a tenere in piedi tutta la
            baracca.Non c'e' molta differenza tra il distribuire pacchetti open e gratuiti, per poi ottenere ingressi nei posti che contano e vendere consulenza, e permettere di far piratare pacchetti closed e a pagamento, per poi ottenere ingressi nei posti che contano e vendere consulenza.Anzi, una differenza c'e': nel primo caso devi offrire qualita' per mantenere la consulenza, nel secondo e' sufficiente il lock-in.
          • shevathas scrive:
            Re: faccio notare una cosa

            Non c'e' molta differenza tra il distribuire
            pacchetti open e gratuiti, per poi ottenere
            ingressi nei posti che contano e vendere
            consulenza, e permettere di far piratare
            pacchetti closed e a pagamento, per poi ottenere
            ingressi nei posti che contano e vendere
            consulenza.
            per esperienza vedo che il closed va alla grande dove la vendita di consulenza e personalizzazioni non è molto vantaggiosa. Vedi ad esempio il caso delle suite da ufficio o di autocad.
            Anzi, una differenza c'e': nel primo caso devi
            offrire qualita' per mantenere la consulenza, nel
            secondo e' sufficiente il
            lock-in.anche questa è una grandissima balla. Prendiamo due software OS come MySQL e PostGres, tanto per fare un esempio: il trasporto di dati e di grosse tabelle da l'uno all'altro e viceversa è sempre immediato ed istantaneo ? anche quando ti sei creato in uno dei due trigger ad hoc e tipi di dato personalizzato ? o bisogna lavorarci sopra un poco ?
          • panda rossa scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: shevathas

            Non c'e' molta differenza tra il distribuire

            pacchetti open e gratuiti, per poi ottenere

            ingressi nei posti che contano e vendere

            consulenza, e permettere di far piratare

            pacchetti closed e a pagamento, per poi ottenere

            ingressi nei posti che contano e vendere

            consulenza.



            per esperienza vedo che il closed va alla grande
            dove la vendita di consulenza e personalizzazioni
            non è molto vantaggiosa. Vedi ad esempio il caso
            delle suite da ufficio o di
            autocad.Autocad non lo conosco, non lo so usare, non so niente.Ma per quanto riguarda Office, ho fatto in passato parecchio sviluppo consistente in modelli, maschere, macro, tabelle pivot, e cose del genere.Consulenza se ne fa parecchia, visto che la gente non li sa usare i programmi.

            Anzi, una differenza c'e': nel primo caso devi

            offrire qualita' per mantenere la consulenza,
            nel

            secondo e' sufficiente il

            lock-in.

            anche questa è una grandissima balla. Prendiamo
            due software OS come MySQL e PostGres, tanto per
            fare un esempio: il trasporto di dati e di grosse
            tabelle da l'uno all'altro e viceversa è sempre
            immediato ed istantaneo ? anche quando ti sei
            creato in uno dei due trigger ad hoc e tipi di
            dato personalizzato ? o bisogna lavorarci sopra
            un poco
            ?L'operazione di trasferimento dati da un DB all'altro e' lavoro per un sistemista, non per un utente, e un sistemista non ha difficolta'.E comunque non e' un lavoro istantaneo. Soprattutto se sono tabelle di produzione.
          • collione scrive:
            Re: faccio notare una cosa
            - Scritto da: shevathas
            per esperienza vedo che il closed va alla grande
            dove la vendita di consulenza e personalizzazioni
            non è molto vantaggiosa. Vedi ad esempio il caso
            delle suite da ufficio o di
            autocad.
            mi pare che solo nel settore home la consulenza non sia vantaggiosaper il resto, si fanno soldi a palate
            anche questa è una grandissima balla. Prendiamo
            due software OS come MySQL e PostGres, tanto per
            fare un esempio: il trasporto di dati e di grosse
            tabelle da l'uno all'altro e viceversa è sempre
            immediato ed istantaneo ? anche quando ti sei
            creato in uno dei due trigger ad hoc e tipi di
            dato personalizzato ? o bisogna lavorarci sopra
            un poco
            ?perchè mssql fa tutto da solo? fino ad oggi non è visto un solo dbms che renda la migrazione facile e a prova di utonto
      • Sgabbio scrive:
        Re: faccio notare una cosa
        allora le contro parti server, si paga quel programma, per la versione solo per il client no.ma poi come funziona esattamente ?
    • Massimilian o scrive:
      Re: faccio notare una cosa
      - Scritto da: Sgabbio
      Per le versioni client delle distrio, tale
      oggetto era
      gratuito.effettivamente "apt-cache show ksplice" mi dice che il pacchetto è disponibile per Ubuntu.Comunque con kexec si poteva già fare qualcosa di quasi simile.Con la differenza che con kexec bisognava comunque tirare giù i processi, smontare i dischi e quindi rimontare i dischi e riavviarli.E francamente, considerato il fatto che i servizi mission critical sono sempre in altà affidabilità, spendere dei soldi per risparmiare il riavvio dei processi non mi pare che sia necessario in tutti i casi.
Chiudi i commenti