Cina, giro di vite sui blog

L'aumento di informazioni invise al regime di Pechino spinge le autorità ad un nuovo giro di vite: blog, forum e siti personali nel mirino delle forze di polizia. Ma il web cinese continua a crescere senza sosta

Pechino – Le autorità cinesi hanno annunciato attraverso l’agenzia Xinhua una nuova iniziativa per purificare Internet dai contenuti più invisi all’amministrazione di Pechino. “Sempre più contenuti illegali e malsani si stanno spandendo attraverso blog e motori di ricerca”, ha detto il funzionario di governo Cai Wu in un comunicato ufficiale, “ed è per questo che prenderemo misure per riportare il sistema sotto il nostro controllo”.

“Dobbiamo velocizzare lo sviluppo di nuove tecnologie per amministrare e salvaguardare Internet”, ha aggiunto Cai. La Cina impiega già decine di migliaia d’agenti che “battono” la Rete e localizzano gli utenti più “pericolosi”: un grande dispiegamento di risorse per tamponare ogni tipo d’informazione giornalistica e documentativa che remi in direzione opposta rispetto a quella decisa dal Partito unico della Repubblica popolare.

I dettagli tecnici di questa ultima operazione liberticida del governo cinese non sono stati rilasciati. Tuttavia, secondo alcuni osservatori ed accademici locali che si interessano al problema della libertà d’espressione in Cina, il giro di vite intende stroncare il cosiddetto giornalismo di base : in sostanza, l’azione combinata di una nuova legge e di sofisticati sistemi tecnologici di controllo dei dati porteranno alla criminalizzazione dei blogger che vorranno avvalersi del “diritto di cronaca”.

In questo modo, la Cina spera di lasciare il trattamento dell’informazione pubblica soltanto nelle mani dei canali ufficiali, delle agenzie stampa controllate dallo stato e dei quotidiani del partito. Alcuni esperti intervistati dall’ International Herald Tribune hanno dichiarato che questo scenario porterà ad un drammatico peggioramento della libertà d’informazione e d’espressione sul web cinese, leggermente migliorata rispetto al passato proprio grazie ai nuovi mezzi di comunicazione digitale.

Secondo un recente studio accademico condotto in Cina, il numero di blog in lingua mandarina è ormai superiore alla “quota psicologica” dei 35 milioni : Pechino teme che sempre più cittadini possano aggregarsi a questa “onda”, per avvalersi della libertà d’espressione che il monolitico ordinamento comunista ha sempre ostacolato. Internet è infatti il mezzo preferito di dissidenti politici e liberi pensatori, che utilizzano la Rete per diffondere le loro idee ed i loro pensieri.

Il fatto che i funzionari del Partito Comunista abbiano esplicitamente parlato di controlli sui motori di ricerca richiama il coinvolgimento di Google e di Yahoo in numerosi episodi legati al controllo dell’informazione sul web. Pechino costringerà i grandi motori occidentali ad adottare nuove misure di controllo, ancora più restrittive? È possibile.

Non è escluso, peraltro, che quella annunciata nelle scorse ore sia una mera operazione di propaganda: Cai Wu, in base a quanto riportano i giornalisti di Xinhua, è convinto che la Cina possa vincere la battaglia contro la Internet libera “entro la fine di questo anno”. Una data che coinciderà con il raggiungimento dell’impressionante quota di 150 milioni di utenti . Se la Cina arranca con “appena” 110 milioni di utilizzatori della Rete, 35 dei quali risultano “attivi” sotto il profilo comunicativo, c’è da stare sicuri che il Drago incontrerà non pochi problemi sul suo percorso di distruzione.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Il cellulare guida...
    ...come un ubriaco.Chi guida ubriaco è un cellulare.L'ubriaco guida il cellulare.Il cellulare guida l'ubriaco.Il cellulare ubriaca la guida.La guida ubriaca il cellulare.Qualcuno mi accompagni a casa. Non posso guidare. Mi sono bevuto due cellulari parlando nel fiasco di vino con la mia tipa.
  • eagleone scrive:
    Cellulare e morte
    Questa non è una storiella.Anni fa una mia amica era sulla macchina di una sua amica, c'era anche suo figlio di pochi anni, erano in autostrada, ad un certo punto all'amica suona il cellulare, per rispondere ha perso il controllo dell'auto e il figlio della mia amica è morto in quell'incidente, un bambino di pochi anni ragazzi....Vorrei almeno che questa storia e la perdita di questo bambino servissero a qualcuno di quei decerebrati che continuano a usare direttamente il telefono mentre guidano, per farli riflettere un attimo...Saluti.Eagle1
  • Anonimo scrive:
    Re: Darwin : selezione della specie
    Se non crepano sul colpo, tutti indirettamente pagano, tramite le spese sanitarie.ciao,piwi
  • Anonimo scrive:
    Fumare e guidare
    vietate anche a chi guida di fumare!
  • Anonimo scrive:
    E' PROPRIO VERO!!!
    Infatti, tutte le volte che sono stato costretto a rispondere al cellulare mentre stavo guidando (come norma io SPENGO il cellulare prima di mettermi al volante), mi sentivo molto più impacciato e deconcentrato che a guidare senza cellulare! Mi sentivo proprio come se fossi stato ubriaco!
  • Anonimo scrive:
    E' PROPRIO VERO!!!
    Infatti, tutte le volte che sono stato costretto a rispondere al cellulare mentre stavo guidando (come norma io SPENGO il cellulare prima di mettermi al volante), mi sentivo molto più impacciato e deconcentrato che a guidare senza cellulare!
  • Anonimo scrive:
    E chi scrive SMS mentre guida?????
    La mia fidanzata, oltre che una marea di miei amici, mentre guidano leggono e scrivono sms tutto il tempo.. ma non solo in citta', dove dietro ad ogni angolo e strada si puo' celare un bambino che attraversa fuori dalle strisce, una bicicletta, un anziano, o un'auto che sbuca fuori.Noo.. loro leggono e scrivono sms anche io autostrada... a 100, 120 km all'ora !a me quando gliel'ho visto fare e' venuta la pelle d'oca e l'unico pensiero che poi ho avuto e' stato scendere giu dall'auto prima possibile..eppure so, anche sentendo colleghi, che ormai messaggiare al volante e' sempre piu' diffuso e comune..follia !!
    • Anonimo scrive:
      Re: E chi scrive SMS (j0e-ized)
      Il bello è che molti degli incidentati, se non hanno subito traumi gravi, dimenticano e perseverano..j0e
  • Anonimo scrive:
    Test inutile, trattasi di distrazione
    Piu' volte ho visto reazioni simili a causa della famosa sigaretta nella mano sinistra, eppure gli studi li fanno solo sulla tecnologia e nuovi media.Mi ricordo come se fosse ieri quando tamponai la macchina davanti perchè stavo litigando con la mia ragazza(mi sono girato per discutere).In linea di massima qualsiasi elemento potrebbe distrarre, non capisco la validità del test. Personalmetne mi rendo conto di essere distratto dalla telefonata anche con l'auricolare o il vivavoce.Dovrebbero fare le vetture tipo le monoposto della Formula 1.
  • Anonimo scrive:
    Strisce pedonali...
    Un consiglio per tutti evitate di attraversare, anche sulle striscie, quando vedete il pirla di turno che vi incorcia con una mano sul volante ed una sul cellulare, non se lo sognano nemmeno di frenare e se vi investono il pirla si prende al massimo 6 mesi con la condizionale voi rischiate l'invalidita' a vita. :@OKKIO!!! eh!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Strisce pedonali...
      - Scritto da:
      Un consiglio per tutti evitate di attraversare,
      anche sulle striscie, quando vedete il pirla di
      turno che vi incorcia con una mano sul volante ed
      una sul cellulare, non se lo sognano nemmeno di
      frenare[...]Anche moltissimi automobilisti che NON sono al cellulare non si sognano minimamente di frenare.Bisogna stare molto attenti quando si torna dall'estero. basta pochi giorni all'estero e un pedone si abitua che quando attraversa sulle strisce, gli automobilisti glidanno la precedenza.Poi torna in Italia e i primi giorni rischia di farsi arrotare ....
  • Anonimo scrive:
    come i camionisti...
    ...al CB.Solo che il ritardo di frenata di un TIR può essere molto più dannoso :|
    • Anonimo scrive:
      Re: come i camionisti...
      gia' queso e' molto strano ... perche' le norme sui cellulari i applicano solo ai cellulari e non alle cose simili?
  • AnyFile scrive:
    Re: Darwin : selezione della specie
    - Scritto da:

    Ci sono furbetti che guidano parlando al
    cellulare? Statisticamente si accartocceranno
    contro un palo e non si riprodurranno, ovvero
    spariranno da
    soli.Il problema e' che 'e piu' probabile che al posto di andare contro un palo vadano contro un altra macchina o contro un pedone!
    • Anonimo scrive:
      Re: Darwin : selezione della specie
      E se il tipo al cellulare investe 2 premi Nobel che vanno a un congresso sulla soluzione della fame del mondo?Che selezione del cavolo è? :D :D :DJ.J.
    • bowlingbpsl scrive:
      Re: Darwin : selezione della specie
      - Scritto da: AnyFile
      Il problema e' che 'e piu' probabile che al posto
      di andare contro un palo vadano contro un altra
      macchina o contro un
      pedone!Ho rischiato un frontale contro un tassista che stava invadendo la mia carreggiata... indovinate cosa teneva appoggiato all'orecchio?(e chi non ha un episodio del genere da raccontare?)
  • AnyFile scrive:
    quello che conta e' la distrazione
    Quello che conta e' la distrazione.Da noi, non si sa perche' (forse per far guadagnare le compagnie telefoniche - e anche i carozzieri) hanno fatto una legge che consente di usare il telefonino se usi il vivavoce o l'auricolare.Ma il problema non e' solo che a tenere in mano il cellulare hai una mano in meno (ovvimaente anche questo e' uno svantaggio nella guida), ma tanto il fatto che sei distratto.Anche conversare molto animatamente con chi ti sta a fianco e' vero disturba dalla guida, ma e' un'altra cosa.Poi quello he trovo assurdo e' vedere un sacco di gente che tlefona mentre e' in macchina perche' altrimenti non saprebbe che fare, si annoierebbe, ecc. ("Ora ti saluto, sono arrivata") .. ma che pensino a guidare!!!!Poi la storia dell'auricolare e' proprio assurda. Fino ad un attimo prima usare gli auricolari era proibito (perche' giustamente veniva considerato un'ostacolo a percepire i suoni esterni e quindi uno svantaggio nella guida), po imagicamente diventa non solo legale ma perfino una cosa da pubblicizzare come buona.Come non mi piace il diritto ... una cosa e' vera perche' detta tale ... bahhhhhhhhhh Al di la' delle mie lamentele, usare il cellure distrae (sono stati fatti studi seri in proposito). Dato che la bolletta telefonica costa e il conto del carroziere pure, se dovete usare il cellulare fermatevi (se non avete tempo di fermarmi, allora si vede che la telefonata non era cosi' importante)
    • AnyFile scrive:
      Re: quello che conta e' la distrazione
      Gente che sicome e' ibottigliata nel traffico e si annoia pensa che, tanto visto che quasi non si va, almeno ne approfitto per telefonare, forse non sa che proprio situazioni di imbottigliamento sono estremamente pericolose (gente che zizzaga, continue frenate, ecc.)
    • Anonimo scrive:
      Re: quello che conta e' la distrazione

      Al di la' delle mie lamentele, usare il cellure
      distrae (sono stati fatti studi seri in
      proposito). Dato che la bolletta telefonica costa
      e il conto del carroziere pure, se dovete usare
      il cellulare fermatevi (se non avete tempo di
      fermarmi, allora si vede che la telefonata non
      era cosi'
      importante)Se la cosa si limitasse ai costi di carrozziere e telefono allora si potrebbe scegliere di sostenere questi costi per la soddisfazione di parlare al cellulare in macchina.I veri costi sono gli incidenti con feriti o peggio che questi autisti distratti dal cellulare possono generare.
      • AnyFile scrive:
        Re: quello che conta e' la distrazione
        - Scritto da:

        Se la cosa si limitasse ai costi di carrozziere e
        telefono allora si potrebbe scegliere di
        sostenere questi costi per la soddisfazione di
        parlare al cellulare in
        macchina.
        I veri costi sono gli incidenti con feriti o
        peggio che questi autisti distratti dal cellulare
        possono
        generare.
        Si'.lo so (e infatti da qualche altra parte l'ho scritto), ma facendo una perorazione, mi sembrava utile puntare su quello a cui la gnete e' sensibile (il proprio portafoglio). Se avessi citato ferimenti, mi avrebebro dato dello iettatore e scaramanticamente ignorato.
  • Anonimo scrive:
    Il brutto è che...
    ... siete tutti scarsissimi alla guida sembrate un branco di buoi con l'agilità di un bradipo. Io farei un bel test di guida sportiva a tutti, e chi non lo passa (il 99%) che vada in treno. Atmosfera piu' pulita, meno incidenti, strade più percorribili da chi SA GUIDARE.E niente macchine sotto i 100cv...altro che cellulari.
    • AnyFile scrive:
      Re: Il brutto è che...
      Se ci fossero piu' treni sarebbe solo meglio.E poi cosa serve che in milioni debbano guidare, tanto per fare un esempio, da Milano a Bergamo? Tanto vanno tutti alla stessa velocita'. Anche nel caso in cui ha bisogno della macchina vicino all'arrivo o alla partenza, sarebbe molto comodo un sistema di treni, tipo quelli che usano sotto il tunnel della Manica, uno carica la macchina sul treno e si trova comodamente vicino alla destinazione.Invece no ... le cose che funzionano nonsi possono fare. evidentemente c'e' qualcuno che ha piu' interessi a che vadano in fumo miliardi di euro in benzina e gasolio di auto tenute al minimo quando sono ferme e miliardi di euro di danni in macchine accortacciate. Per non parlare dei feriti e dei morti. E a tutto questo andrebbe aggiunto un numero incredibilmente alto di ore perse in coda (danno non solo patrimoniale)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il brutto è che... Concordo!!!!

      E niente macchine sotto i 100cv.


      ..altro che cellulari.Verissimo, io sgommo sempre ai semafori ed inchiodo agli stop, cosi' sono piu' veloce ed impegno meno le strade, per farmi notare ho anche bucato la marmitta così mi si sente arrivare da almeno 100 metri di distanza.Trovo spessissimo gente che va a 50 o 60 km/h in citta' e rallenta la circolazione del traffico ovviamente il mio alto senso civico non mi permette di esimermi dal punirli attraverso l'utilizzo smodato del clacson e di insulti oppure inseguendoli ad una distanza di sicurezza di 1/2cm dal loro paraurti.Lo so cosa state pensando, ci vorrebbero piu' persone come me nella vostra citta' ma abbiate fede... arriveranno. (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il brutto è che...
      Si concordo, ci sono autisti validi il cui cervello reagisce velocemente ed è in grado di fare più cose allo stesso tempo e altri che col cellulare in mano non capiscono più nulla, sarebbe ora di poter valutare tali caratteristiche in sede d'esame per la patente.
    • Davz scrive:
      Re: Il brutto è che...
      ...io quando vado per una strada di montagna piena di curve e un tizio mi si piazza attaccato al sedere della macchina (specialmente di notte con i fari) attuo quello che chiamo compensazione per la sicurezza: se lui tiene una distanza di sicurezza di 50 centimetri, io adatto la mia velocità in modo che la sua distanza di sicurezza sia adeguata al codice stradale: quindi 5-10km/h...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il brutto è che...
      Ti farei volentieri due o tre domande sul codice della strada ...... secondo me, non ne sai un cazzo.Ciao,Piwi
  • Anonimo scrive:
    ...direi che è la stessa cosa
    Con la differenza che se pur distratto il guidatore al telefono è pur sempre lucido e può anche buttare via il telefono in una situazione di pericolo, mentre un ubriaco non è in grado nemmeno di capire che si trova in pericolo!...e comunque vogliamo parlare della Moglie/Fidanzata/Suocera &co. in macchina che parlano? ALTRO CHE CELLULARE!!
    • AnyFile scrive:
      Re: ...direi che è la stessa cosa
      - Scritto da:
      Con la differenza che se pur distratto il
      guidatore al telefono è pur sempre lucido e può
      anche buttare via il telefono in una situazione
      di pericolo, mentre un ubriaco non è in grado
      nemmeno di capire che si trova in
      pericolo!
      Si', ma nel frattempo in cui uno butta via il cellulare si e' gia' fracassato. Il problema sta proprio nel fatto che uno impiega piu' tempo per accorgersi di un pericolo (ed e' per questo che l'utilizzo del vivavoce non risolve il problema).Anche l'ubriaco puo' fermarsi e riposarsi. Dopo qualche ora (o qualche giorno) ritornera' lucido.Cosi' come l'ebbro non si accorge di esserlo (e pertanto continua a guidare - o meglio ad essere un pericolo) cosi' chi e' al telfono non solo si accorge meno in fretta di un pericolo o problema, ma non si rende neppure conto di questa sua minore prontezza.
      ...e comunque vogliamo parlare della
      Moglie/Fidanzata/Suocera &co. in macchina che
      parlano? ALTRO CHE
      CELLULARE!!La suocera se vede un pericolo e' la prima ad ammutolire, quello con cui sta parlando al cellulare non sa invece cosa stai facendo.
      • Anonimo scrive:
        Re: ...direi che è la stessa cosa


        Con la differenza che se pur distratto il

        guidatore al telefono è pur sempre lucido e può

        anche buttare via il telefono in una situazione

        di pericolo,

        mentre un ubriaco non è in grado

        nemmeno di capire che si trova in

        pericolo!

        Di solito lo butta via dopo l'incidente per evitare che dicano che stava telefonando mentre questo e' avvenuto, ovviamente lo si puo' incastrare dai tabulati telefonici.
        Si', ma nel frattempo in cui uno butta via il
        cellulare si e' gia' fracassato. Il problema sta
        proprio nel fatto che uno impiega piu' tempo per
        accorgersi di un pericolo (ed e' per questo che
        l'utilizzo del vivavoce non risolve il
        problema).Non risolve il problema ma l'attenua poiche' posso tenere entrambe le mani sul volante.

        ...e comunque vogliamo parlare della

        Moglie/Fidanzata/Suocera &co. in macchina che

        parlano? ALTRO CHE

        CELLULARE!!

        La suocera se vede un pericolo e' la prima ad
        ammutolire, quello con cui sta parlando al
        cellulare non sa invece cosa stai
        facendo.Ed in piu' se la coversazione e' impegnativa la cosa si fa ancora piu' pericolosa.Cambiando discorso:avete notato quanto e' "emozionante" essere affianco all'autista che quando ti parla deve guardarti negli occhi? e la macchina sbanda a destra e sinistra? :|Nuova regola: non e' maleducazione parlare senza guardare in faccia la persona quando si e' alla guida di un veicolo.
  • CoreDump scrive:
    Ma più che altro....
    ..io non capisco tutta quella gente che ancoranon ha un cavolo di auricolare, ormai anchequelli bluetooth costano poco, ma vedere personecon un cellulare da 500 euro fare i contorsionistiin auto per rispondere ad una telefonata mi fàdavvero rabbrividire :|
    • sbittante scrive:
      Re: Ma più che altro....
      oppure il vivavoce (quello che invia l'audio all'altoparlante utilizzato anche per la suoneria), che spesso è già integrato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma più che altro....
        - Scritto da: sbittante
        oppure il vivavoce (quello che invia l'audio
        all'altoparlante utilizzato anche per la
        suoneria), che spesso è già
        integrato.nell'articolo si dice che tutti quelli che sono impegnati in telefonate durante la guida, sia con vivavoce che senza sono hanno riflessi più lenti
        • CoreDump scrive:
          Re: Ma più che altro....


          nell'articolo si dice che tutti quelli che sono
          impegnati in telefonate durante la guida, sia con
          vivavoce che senza sono hanno riflessi più
          lentiSi questo l'avevamo capito, ma almeno conl'auricolare o il vivoce non devi fare ilcontorsionista per tenere le mani sul volante oper cambiare marcia ;)
          • AnyFile scrive:
            Re: Ma più che altro....
            - Scritto da: CoreDump



            nell'articolo si dice che tutti quelli che sono

            impegnati in telefonate durante la guida, sia
            con

            vivavoce che senza sono hanno riflessi più

            lenti

            Si questo l'avevamo capito, ma almeno con
            l'auricolare o il vivoce non devi fare il
            contorsionista per tenere le mani sul volante o
            per cambiare marcia ;)Il punto e' che durante la guida uno deve concentrarsi sulla guida, non sulla telefonata!!!trovo veramente scandaloso che all'onda verde e in altre situazioni istituzionali venga consigliato di usare l'auricolare o il vivavoce. Invece e' sicuramente piu' sicuro non usare affattoi l cellulare mentre si guida. Siete annoiati perche' siete imbottigliati: e allora altro che telefonate, tenete gli occhi ben aperti e i riflessi ben pronti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma più che altro (j0e-ized)
            - Scritto da: AnyFile
            Invece e' sicuramente piu' sicuro non usare
            affatto il cellulare mentre si guida.Concordo.Ma sai, le -statistiche- non hanno ancora rilevato che su 100 persone incidentate, 99 erano impegnate in una telefonata..j0e
          • AnyFile scrive:
            Re: Ma più che altro (j0e-ized)
            Gia', ne' sul modulo dela constatazione amicovelo, ne' sui moduli di segnalazione di incidenti stradali delel forse dell'ordine vi e' la caselina per indicare se il conducente era o meno impegnato in una telefonata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma più che altro (j0e-ized)

            Concordo.
            Ma sai, le -statistiche- non hanno ancora
            rilevato che su 100 persone incidentate, 99 erano
            impegnate in una
            telefonata..

            j0eInfatti e' strano... se causassi un incidente perche' stavo usando il cellulare non saprei come segnalarlo alle forze dell'ordine oppure alla mia assicurazione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma più che altro....
          secondo me è più legato ad un problema di frequenze. alla fine, a meno che uno non abbia un'antenna esterna alla macchina, il campo elettromagnetico all'interno della vettura è alto sia con auricolare che senza. il vero problema a riguardo del cellulare è legato solo alle frequenze e al loro effetto sull'organismo, non tanto al fatto che si sta parlando con un'altra persona. (altrimenti bisognerebbe veramente non parlare con il conducente)
Chiudi i commenti