Cina, un intero paese in rete

Alla fine di quest'anno si conteranno 78 milioni di cinesi tra gli utenti che nel mondo hanno accesso ad internet. E questo nonostante censure, arresti e condanne per chi pensa con la propria testa


Roma – Le cifre più interessanti sono quelle che riguardano la internet cinese perché sono la dimostrazione di una singolarissima situazione: quella di una forte crescita nell’utenza della rete pari soltanto all’estensione delle censure e dei controlli del regime su quello che in rete si dice .

Stando alle cifre ufficiali fornite dal ministero delle Telecomunicazioni cinese attraverso la Internet Society del paese e pubblicate dalle agenzie di stampa di Stato, alla fine del 2003 la Cina potrà dichiarare che 78 milioni dei propri cittadini sono anche utenti internet. Si tratta di numeri significativi che continuano a porre la Cina quale secondo paese nel mondo come ampiezza di utenza dopo gli Stati Uniti.

All’agenzia di stampa Xinhua, Hu Qiheng, la segretaria di Internet Society, ha dichiarato che alla fine del 2002 il numero di utenti registrati in Cina era di poco superiore ai 59 milioni. Questo significa che nel giro di un anno c’è stato un aumento del 32 per cento, ben oltre quindi le crescite registrate in Occidente.

Sono numeri, come si diceva, tanto più significativi perché figli di una connettività monitorata e controllata dalle autorità di Pechino capaci, talvolta, persino di scovare i contenuti delle email, di seguire i siti visitati dai propri concittadini, di accusare i provider che non censurano, di impedire l’accesso ad una serie sempre più nutrita di siti internazionali, di individuare ed arrestare chi partecipa in modo troppo indipendente ai forum online, magari per parlare di democrazia e altri concetti pericolosi per l’integrità del paese.

Mentre Hu parlava con la Xinhua, infatti, sulle reti informative internazionali è giunta la conferma della condanna a due anni di carcere per Yan Jun, un 32enne accusato di sovversione per aver pubblicato libelli democratici su internet. Yan era stato arrestato lo scorso aprile dopo la pubblicazione di una critica alla repressione dei moti del 1989 sfociati nella dimostrazione di piazza Tienanmen.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    dip di fisica unimi
    beh se qualcuno ha problemi in statale puo' fare un giro al dipartimento di fisca, c'e' un bel laboratorio tirato su da un prof fichissimo e da una manica di studenti vogliosi....si chiama LABORATORIO DI CALCOLO E MULTIMEDIA e sviluppa calcolo e multimedia ;) inoltre c'e' un corso che ovviamente tutti gli studneti di unimi possone mettere:Metodi computazionali per la fisica (ovviamente di fisica si fa ben poco) dove si impara cc++calcolo paralleloretiinterfacce graficheperl python tcl/tkinoltre grazie all'arrivo di un obiettore c'e' pure l'open room http://lcm.mi.infn.itscrivete a staff@lcm.mi.infn.itoppure andate in dipartimento e chiedete di "pcteor-uno"ciao
  • Anonimo scrive:
    Silab
    Devo dire che quando ho letto questo thread volevorispondere in maniera esaustiva, spiegando un po' dimotivi che provocano i problemi ai quali qualcuno accennava.Proseguendo nella lettura delle varie risposte mi sono resoconto che molto spesso si parla solo per giustificare lapresenza della bocca all'interno del viso.Quindi non rispondero' in questo forum, ma invito quelliche sono seriamente interessati alle motivazioni edeventualmente alle soluzioni dei problemi, a venirmi a trovarenel mio ufficio al DSI.Eventualmente sono anche disponibile ad organizzareun incontro con gli studenti che frequentano il silab, perchiarire un po' le idee sulle problematiche del laboratorio.l'incompetente responsabile tecnico dellaboratorio didattico (silab)Giulio Casella
    • TieFighter scrive:
      Re: Silab
      Non approvo la sua sceltase lei e' davvero il responsabile del Silab ha un'occasione unica per parlare con chi lo frequenta, con chi potrebbe decidere di frequentarlo, con chi lo frequentera'.Spero davvero che quello che lei ha da dire non dipenda da quello che dicono gli altri.
      • Anonimo scrive:
        Re: Silab
        "se lei e' davvero il responsabile del Silab ha un'occasione unica per parlare con chi lo frequenta, con chi potrebbe decidere di frequentarlo, con chi lo frequentera'. "ma leggi o ci fai?Giulio disse: "Eventualmente sono anche disponibile ad organizzare un incontro con gli studenti che frequentano il silab, per chiarire un po' le idee sulle problematiche del laboratorio. "certo che vedendo questi commenti del cappero non si puo' non dargli ragione
        • TieFighter scrive:
          Re: Silab
          Con tutto il rispetto per un incontro che e' senz'altro una buona cosa, credo che non possa essere paragonato alla tribuna offerta da P.I. Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Silab
      Ho letto l'intervendo di Giulio, e mi metto assolutamente dalla sua parte. Lui lavora sempre e forse anche oltre il normale orario di lavoro per darci almeno quel che abbiamo... Ha delle regole da rispettare e tanti problemi da risolvere e insieme agli altri della sala macchine fa un ottimo lavoro... Credo sia ingiusto dare colpe a lui e chiamarlo incompetente. (ricordo per chi c'era, anche la scena durante Etl di circa un mese fa!, Assurda...)... Solo che se si avesse almeno un filo più rispetto delle macchine che ci sono e un po' di comprensione in più, forse potremmo alleviargli un po' il lavoro... Neo, ----------------------------------------DSY Newsmaster/Moderatorneo@dsy.it
      • TieFighter scrive:
        Re: Silab
        Assolutamente, lungi da me voler criticare l'ottimo operato e, anzi, sono ben felice che finalmente qualcuno anche qui dica le cose come stanno.Ho solo ritenuto opportuno spingere il responsabile a superare d'un sol balzo coloro che usano la tastiera solo per muovere le dita e non ritirarsi in un cantuccio. Se dovessimo dare ascolto a chi blatera ed operare di conseguenza saremmo tutti da tempo tornati all'eta' della pietra.
      • Bobosoft scrive:
        Re: Silab

        Ho letto l'intervendo di Giulio, e mi metto
        assolutamente dalla sua parte. Lui lavora
        sempre e forse anche oltre il normale orario
        di lavoro per darci almeno quel che
        abbiamo... Ha delle regole da rispettare e
        tanti problemi da risolvere e insieme agli
        altri della sala macchine fa un ottimo
        lavoro... Credo sia ingiusto dare colpe a
        lui e chiamarlo incompetente. Non ci capisco più niente ... Da1) i computer sono bene o male funzionanti2) l'amministratore di rete fa bene il suo lavorosegue3) la rete è paralizzata e i login sono infinitiQualcuno allora può spiegare obiettivamente e senza colpevolizzare nessuno i motivi di tale situazione ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Silab
        Oltre a sottoscrivere pienamente =) aggiungerei quanto segue:I problemi come sempre sono complessi.. non che questa sia una scusa per dire che le cose quindi non possano cambiare.. ma magari un modo intelligente per venire incontro ad ambe le parti c'e'.Sia a chi lavora come admin in una situazione spesso fortemente dipendente da vincoli di fondi e di dettami del corpo docente da una parte, sia agli studenti che ovviamente si trovano di fronte ad una situazione concreta non delle piu' rosee..La rappresenanza degli sudenti! ;)non aggiungo altro...tent:wq
        • Bobosoft scrive:
          Re: Silab

          La rappresenanza degli sudenti! ;)
          non aggiungo altro...Ma esiste ?
        • Neo83 scrive:
          Re: Silab
          Io voglio solo aggiungere una cosa, un po' come esempio di riflessione:pensiamo per esempio al discorso account... Non è certo una cosa fondamentale rispetto al resto, ma rende bene l'idea... I profili non sono tutti uguali... Alcuni vengono sincronizzati altri no, alcuni aggiornati altri no... Alcuni tengono lo sfondo (esempio..) come altri no... Alcuni hanno una lista programmi di due colonne altri di tre... e così via...Alcuni tengono i cookies altri no, e alcuni tengono i preferiti altri no... Il punto è che servirebbe una bella "rivoluzione", ma vi sembra che se fosse possibile così in 4 e 48 Giulio & Co. non lo farebbero?!... Quindi credo che sotto questo punto di vista è ovvio che ci sono dei filtri/ostacoli "superiori" da superare...Sotto il punto di vista della potenzialità delle macchine, beh, mi sembra evidente che Giulio o Guido o Giorgio o compagnia non possono aprire il portafoglio e tirar fuori i soldi e aggiornare i componenti HW...Volevo solo aggiungere questo... Saluti! ;)Neo, ---------------------------------------- DSY Newsmaster/Moderator neo@dsy.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Silab
      Ciao GiulioMi piacerebbe fare quattro chiacchere direttamente con te su questo argomento, senza nessuna "organizzazione studentesca" o cose varie.Te lo chiedo non come frequentate del silab ma come non-frequentante, per i motivi che ho elencato qualche thread addietro.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Silab
      Ci penso io per lei:http://www.dsy.it/forum/showthread.php?s=&threadid=269&display=&perpage=15&pagenumber=7e anche questa: http://www.dsi.unimi.it/persona.php?z=0;id=9;)Byez
  • Anonimo scrive:
    che razza di roba installano???
    ma è una università o l'azienda del cumendatur Sbardélli che ci devo avere il mio office , neh ???le univeristà non usavano unix e roba seria?????:-(
  • Anonimo scrive:
    dmi.unict
    Noi abbiamo un laboratorio con degli scarsissimi 166, cosa vi lamentate? Provando a compilare uno stupidissimo programmino java c'è il tempo per un caffè e un cornetto...Viva Linux abbasso Winzozz
    • Anonimo scrive:
      Re: dmi.unict
      Un laboratorio - è vero - con dei p166 (che - a parte java - vanno tranquilli); ma anche un altro laboratorio Linux, gemello dell'altro in fatto di software - con dei pIII 500 ed un altro con dei pII 300 (con NT4). Poteva andare peggio...-- tosky
  • Anonimo scrive:
    18 min per avere il login
    Non lamentatevi: un mio compagno di corso è andato in spagna e là (univ di informatica) hanno dei pentium 133 con linux che fanno il boot da rete (a 10 Mbit): dall'accensione al login 18 minuti!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: 18 min per avere il login
      Non so se hai capito ma qui a milano ci vogliono più di 18 minuti su una rete 10 MBit ma i pc sono dei pentium III. Se ci si lamentava di Milano è per questo motivo !!
      • Anonimo scrive:
        Re: 18 min per avere il login

        Non so se hai capito ma qui a milano ci
        vogliono più di 18 minuti su una rete 10
        MBit ma i pc sono dei pentium III. Se ci si
        lamentava di Milano è per questo motivo !!bo, su macchine poco più potenti xp con un bel po di roba su mi parte a razzo, non è che vi rimane per un tot di minuti con la mascherina iniziale a dire "accesso in corso" "caricamento delle impostazioni dell'utente" o "del computer" o cose simili?Se il caso è questo non è che la macchina è un tot piena o inadeguata (il sw che avete installato, almeno secondo l'articolo non è molto più pesante di quello vecchio), è che xp se non gli si specifica l'ip del dns "schizza" (cosa che gli ntx e 9x precedenti non facevano) cioè impiega una decina di minuti anche su macchine aggiornatissime e anche senza sw aggiunto, a partire... questi dieci minuti stanno appunto dopo l'immissione di user/pw, con le mascherine dei messaggi iniziali "caricamento di...", prima della presentazione del desktop. Se il caso è quello basta che gli diate l'indirizzo ip del dns anzichè lasciare che lo cerchi automaticamente, come di default, cosa che le versioni precedenti facevano bene... questa fase ci mette circa 10 secondi su una macchina ultramoderna con una rete 100Mbit/s, nel vostro caso ci può mettere di più ma certo non 10 min!Spero di poter essere stato utile, non voglio insegnare niente a nessuno (nel caso... mi farei pagare!) cmq è una cosa di xp che lascia abbastanza spiazzato chi si è abituato alle versioni di win precedenti e che, logica vorrebbe, non ci si aspetta nemmeno.
        • Anonimo scrive:
          Re: 18 min per avere il login
          sei un mito... grazie per la serie di idiozie che sei riuscito a dire :)e meno male che non vuoi insegnare a nessuno...
          • Anonimo scrive:
            Re: 18 min per avere il login

            grazie per la serie di idiozie che sei
            riuscito a dire :)Be, su xp prova a fare il boot specificando quale è l'indirizzo del dns e non specificandolo, poi vienimi a dire se è una idiozia o una allucinazione il fatto che nel secondo caso si passi da 10 sec a 10 min.Poi prova anche a vedere l'occupazione di memoria e altri parametri di performance usando 2k e xp sulla stessa macchina, e usando office 2000 e xp e vienimi a dire se win e office xp sono realmente molto più pesanti delle versioni 2k oppure no.Altrimenti tieniti i piccioni che si loggano in n minuti e fai il figo a lamentarti che tanto sono i prodotti Micro$uck che fanno schifo (cosa che tra l'altro è vera, ma chi li critica senza cognizione non fa che togliere valore alle critiche).Portami dei fatti, non p..ette e soprattutto non offese gratuite.Se mi provi che ho torto mi do dell'idiota da solo e inoltre ti ringrazio anche del tempo speso perchè sono una persona educata, io.
    • LoneWolf scrive:
      Re: 18 min per avere il login
      Il fatto che da altre parti stiano peggio non è certo una buona motivazione per fare altrettanto.
      • Anonimo scrive:
        Re: 18 min per avere il login

        Il fatto che da altre parti stiano peggio
        non è certo una buona motivazione per fare
        altrettanto.;)
  • Anonimo scrive:
    a casa uso di peggio e mi basta.
    Io a casa ho un PIII 500 (dai, non è peggio del 450 ma siamo lì) e ci programmo, ci gioco, uso fogli di calcolo, database, ci guardo i film. E' un paio di anni che mi prometto di regalarmi un upgrade, ma porto sempre avanti perchè non ne ho bisogno.Vero che Win lo uso solo per i giochi... ma non arrabbiatevi... lasciate caricare win per i 10 minuti che ci vogliono e poi più o meno è utilizzabile. Forse usano R-H8 perchè la 9 è troppo lenta... noi in univ abbiamo la R-H 9 e mi è successo questo: ho avviato mozilla, dopo un paio di minuti lo credevo andato in crash, ho aperto un altro browser, e intanto è apparso mozilla: 2 minuti!! (con macchina superiore alla mia e appena riavviata)Ragazzi: non brontoliamo sempre!
    • Anonimo scrive:
      Re: a casa uso di peggio e mi basta.
      io ho winxp professional e mi va velocissimo, più di win98, e ho pure io un p3 500, un mio amico ha un pc con un p4 e gli va più lento del mio, come dico sempre: il pc è per chi lo sa usare...
  • Anonimo scrive:
    Pisa facoltà di economia
    Alla mia facoltà e i pc windows vanno bene perchè sono degli athlon xp (non so quanti GHz) con win 2000 e office 2000. Il problema lo hanno i mac che sono stati acquistati nel 98 e hanno messo mac os X e devo ammettere che non funzionano, o meglio hanno una lentezza impressionante anche sulla navigazione in internet. La pagina web va a scatti per non parlare dei file in pdf!!!Ciao da Nicola.
  • Anonimo scrive:
    Università di TS: stiamo anche peggio
    Nel nostro laboratorio di informatica sono presenti ancora dei Pentium 133... oltre a vari Celeron 400 ed altre macchine inusabli.. i (nuovi) Pentium 3 comprati l'altr'anno li hanno messi nell'aula multimediale dove la gente li usa solamente per navigare.. e noi informatici a caricare un tool perdiamo minimo 2 minuti...
  • Anonimo scrive:
    e sempre cosi
    fateci il callozzo amici miei perche nel mondo del lavoro e peggio, tu programmatore lavori con un vecchio pII, mentre il la piu squinzia delle segretarie usa un p4.
    • Anonimo scrive:
      Re: e sempre cosi
      - Scritto da: Anonimo
      fateci il callozzo amici miei perche nel
      mondo del lavoro e peggio, tu programmatore
      lavori con un vecchio pII, mentre il la piu
      squinzia delle segretarie usa un p4....tira più un pelo di...
  • Anonimo scrive:
    Ho provato di peggio
    Alle medie avevamo il "laboratorio di informatica" dotato di tre Commodore 64 (di cui uno rotto) e due VIC 20. Era il 1992, non il 1982.Alle superiori avevamo due laboratori, pieni zeppi di 286. Era il 1995, non il 1985. E per uscire da un programma, il professore diceva di "spegnere e riaccendere".Nel '97 hanno fatto il laboratorio di disegno pieno di Pentium 166 con Windows NT. Quel laboratorio è in funzione ancora oggi...
    • matteo.moro scrive:
      Re: Ho provato di peggio


      Alle medie avevamo il "laboratorio di
      informatica" dotato di tre Commodore 64 (di
      cui uno rotto) e due VIC 20. Era il 1992,
      non il 1982.
      Alle medie non avevamo un laboratorio informatico (1990-1993) e mi dilettavo a casa prima con un vic20 e poi con un c64.

      Alle superiori avevamo due laboratori, pieni
      zeppi di 286. Era il 1995, non il 1985. E
      per uscire da un programma, il professore
      diceva di "spegnere e riaccendere".
      Alle superiori (1993-1998 ) avevamo un laboratorio con una 20ina di Mac LC2 e un paio di 286, laboratorio che (per fortuna, vista la competenza di chi avrebbe dovuto tenere le lezioni) non abbiamo mai usato.

      Nel '97 hanno fatto il laboratorio di disegno pieno di
      Pentium 166 con Windows NT.
      Quel laboratorio è in funzione ancora oggi...
      All'università all'inizio avevamo un laboratorio pieno di PowerMac 6500 e un paio di pc (P133-32Mb), poi sostituiti da una serie di terminali IBM per collegarsi a un Terminal Server WinNT4 (oggi Win2000) e a un paio di server Linux (inizialmente Mandrake8, oggi Debian). In più una ventina di Sun Ultra1 e ultimamente un'altra ventina di Sun Blade 100 e 25 PC Althlon1300.A casa tuttora vivo benissimo con un Duron600/DebianSID, ma ovviamente con il PC non gioco (o cmq gioco molto poco).Non vedo tutti questi problemi...ciao.TeO:-)==================================Modificato dall'autore il 09/12/2003 18.14.30
  • Anonimo scrive:
    anche a me e successo
    io faccio il 5° anno di un'ITIS e faccio il corso informatico.in 1° si usava Winzoz 98, poi per evitare che la gente si instalava i giochini, l'anno dopo misero Winzoz nt 4.0...poi dopo 2 anni quando fecero attenti esami del tipo "Wow bella la grafica di winzoz Xp. Lo metteremo su tutti i pc!" e li fu una tragedia.Miserò questo pesante software anche sui pc + scassati...rallentando di brutto il caricamento di molte operazione che prima con NT si sbricavano in pochi secondi.Hanno comprato cosi dei nuovi pc spendendo ancora una barca di soldi....adesso molti pc non funzionano bene, la rete cade sempre e arriva il solito worm a fare danni....vi ricordate di blaster? Bene. perchè nella mia scuola c'erano tutte le varianti.Moratti di merda!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: anche a me e successo

      in 1° si usava Winzoz 98, poi per evitare
      che la gente si instalava i giochini, l'anno
      dopo misero Winzoz nt 4.0...poi dopo 2 anni
      quando fecero attenti esami del tipo "Wow
      bella la grafica di winzoz Xp. Lo metteremo
      su tutti i pc!" e li fu una tragedia.Hem in alcuni appalti pubblici ci sono scelte basate su motivazioni che vanno al dila' della "bella grafica" ;)
      Miserò questo pesante software anche sui pc
      + scassati...rallentando di brutto il
      caricamento di molte operazione che prima
      con NT si sbricavano in pochi secondi.Come sopra... basta vendere.
      Hanno comprato cosi dei nuovi pc spendendo
      ancora una barca di soldi....Da cosa nasce cosa... così si fa il business :D
      adesso molti pc non funzionano bene, la rete
      cade sempre e arriva il solito worm a fare
      danni....vi ricordate di blaster? Bene.
      perchè nella mia scuola c'erano tutte le
      varianti.Siete tecnici? trovate una soluzione no? ;)
      Moratti di merda!!!!E vabbhe! sempre meglio che rimanere a win 3.0Comunque sono d'accordo con te, purtroppo i soldi investiti in informatica dagli istituti scolastici sono stati per lo piu', a parer mio, sprecati in quanto non sono state date dal governo delle chiare linee guida che portassero ad una individuazione degli obiettivi didattici raggiungibili tramite i nuovi strumenti informatici e quindi ad una conseguente pianificazione coerente degli acquisti.Comunque Linux potrebbe dare una mano... almeno all'amministratore di sistema :D
  • Anonimo scrive:
    Io ho cambiato la situazione: ecco come
    Ai tempi della scuola d'arte ho combattuto anch'io per avere la tecnologia, una battaglia solitaria che oggi mi dà tanta soddisfazione:Al 5° anno, sostituivo i prof alle macchine da ripresa (vecchie di 20 anni!!!) poichè ero l'unica alunna in grado di utilizzarle.Quando venni a sapere che pensavano di aggiornare il sistema, mi proposi per andare di persona alla presentazione e riportare le mie impressioni. Il sistema venne cambiato e la produttività del laboratorio migliorò di molto.Combattei per convincerli a farmi fare il filmato d'esame in grafica 3D. Usai il mio modesto computer, ma i permessi per sfruttare le ore di laboratorio mi vennero negati, così lavoravo la notte.Nel frattempo intrattenevo coi prof discussioni sulla computer grafica e su come questa tecnica avrebbe cambiato il mercato e sarebbe diventata necessaria per entrare nel mondo del lavoro: non si poteva ignorare, e i ragazzi andavano almeno infarinati anche sui nuovi metodi.Sono stata la prima esaminanda nella storia di quella scuola a proporre un lavoro in grafica 3D.Oggi il laboratorio dispone di computer per la ripresa, i prof si sono dotati di computer per i loro lavori e, per quanto possono, parlano e mostrano ai ragazzi anche animazioni in Flash e 3D.Certo non ci sono le conoscenze o le infrastrutture, che richiedono ben altre risorse, ma l'obbiettivo di sensibilizzare i professori (e quindi la scuola) è stato pienamente raggiunto.Se ce l'ho fatta io, potete farcela anche voi: lottate!!My 2 cents.:
    Nime
  • Anonimo scrive:
    Unina !!
    Ragà, pensavo che qua le cose andassero male, ma a leggere voi mi sento un pascià :)Ci sono una cinquantina di PC, tutti (beh, forse quasi tutti) con redhat 7.2 e WinNT in multiboot, il server che tiene il dominio va giù di rado e i tecnici fanno il possibile per tenere in vita il tutto.A livello di macchine non abbiamo certo gli XP o i P4, ma cisono PIII/450 con 256Mb di ram che svolgono decentemente il loro compito.Anche da noi è un problema usare i portatili in luogo delle WS apposite, ma lo si fa per un problema di sicurezza (credo).L'unico vero problema sono le stampanti... una volta ce n0'erano 2 ad aghi, ma stampavano a ripetizione e si sono rotte :)Non possiamo stampare o masterizzare (e ti pareva :) ma per il resto ce la cavicchiamo.
  • Santos-Dumont scrive:
    Situazione vergognosa
    Con le tasse unviersitarie che riscuotono dovrebbero avere un po' di vergogna, non dico tanta...per dare un'idea: due settimane fa, alla Fiera del Radioamatore tenutasi a Pordenone, ho comprato un PC desktop usato AcerPower 4100 con processore PII 350 (scheda madre che integra tutto), un monitor da 15 pollici della IBM e 64 mega di RAM (per portare la dotazione a 128) con 85 Euro. E di computer paragonabili o migliori a prezzi ridicoli ce n'erano cataste... POssibile che un'università non sia in grado di fare degli upgrade almeno dello stesso tipo?mah...Ciao.
    • Anonimo scrive:
      Re: Situazione vergognosa
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Con le tasse unviersitarie che riscuotono
      dovrebbero avere un po' di vergogna, non
      dico tanta...
      per dare un'idea: due settimane fa, alla
      Fiera del Radioamatore tenutasi a Pordenone,
      ho comprato un PC desktop usato AcerPower
      4100 con processore PII 350 (scheda madre
      che integra tutto), un monitor da 15 pollici
      della IBM e 64 mega di RAM (per portare la
      dotazione a 128) con 85 Euro. E di computer
      paragonabili o migliori a prezzi ridicoli ce
      n'erano cataste... POssibile che
      un'università non sia in grado di fare degli
      upgrade almeno dello stesso tipo?
      mah...
      Ciao.sai mica se c'è un calendario di queste fiere che mi ci fiondo a fare acquisti ?
  • Anonimo scrive:
    Bocconi 4ever! (nt)
    ....
  • Anonimo scrive:
    non preoccupatevi...
    ... tempo qualce mese e in tutte le università avremo macchine nuove fiammanti con tanto di palladium... :D
  • Anonimo scrive:
    Dove vanno i soldi per i laboratori....
    Sarebbe bello fare una piccola indagine sui soldi allocati per i laboratori didattici.Non sarebbe per nulla soprendente scoprire che i pentium 450 sono stati ufficialmente rimpiazzati con macchine più adeguate l'anno scorso e che in verità queste macchine sono magari finite sui desktop dei professori....Dove ho studiato io accadeva questo. Coi soldi dei laboratori si compravano attrezzature usate per la ricerca.Il fatto triste è che quelle atrezzature servivano altrettanto. Insomma una guerra fra "poveri" (con tutto rispetto per i veri poveri del mondo).
    • Anonimo scrive:
      Re: Dove vanno i soldi per i laboratori....
      - Scritto da: Anonimo
      Sarebbe bello fare una piccola indagine sui
      soldi allocati per i laboratori didattici.

      Non sarebbe per nulla soprendente scoprire
      che i pentium 450 sono stati ufficialmente
      rimpiazzati con macchine più adeguate l'anno
      scorso e che in verità queste macchine sono
      magari finite sui desktop dei professori....

      Dove ho studiato io accadeva questo. Coi
      soldi dei laboratori si compravano
      attrezzature usate per la ricerca.

      Il fatto triste è che quelle atrezzature
      servivano altrettanto. Insomma una guerra
      fra "poveri" (con tutto rispetto per i veri
      poveri del mondo).Se è per questo se inItalia si spendessero bene i soldi pubblici si risparmierebbe almeno il 40% delle tasse, ma così non è e non provare a cambaire qualcosa negli enti e uffici pubblici chesenno ti fanno fuori.conosco ricercatori Universitari che a fine anno finito il progetto, invece di restituire i soldi avanzati trovano modi alquanto curiosi per spenderli, perchè un progetto non deve avanzare soldi sennò poi magari non te ne danno più tanti l'anno dopo, meglio chiedere sempre di più dimostrando che i soldi non bastano mai e buttarli via che restituire quelliche avanzano. e si comprano computer per i professori o assistenti o ricercatori che l'anno dopo saranno chissà dove. Almeno nel privato controllano meglio l'uso dei fondi che non sono illimitati. Gli stessi ricercatori che sbraitnao che non si danno abbastanza soldi alla ricerca fossero onesti e dicessero quanti ne buttano ogni anno..... Miliardi delle vecchie care lire volano dalla finestra, pensate a tutti gli enti pubblici e vengono cifre da capogiro
  • Anonimo scrive:
    Gli scheletri nell'armadio dell'UniMi
    Innanzitutto vorrei congratularmi con la persona che ha scritto questa lettera rendendo pubblico uno dei TANTI problemi che affliggono la statale di Milano... ma quello non è solo che la punta dell'iceberg!Volete saperne un'altra bella?Più di metà studenti attende da 7, 8 MESI che gli vengano aggiornati gli elenchi degli esami sostenuti, senza i quali non è possibile né rinviare il servizio di leva né entrare in tesi.Alle numerose proteste rivolte alla segreteria non otteniamo altro che un triste "non preoccupatevi, entro il X sarà tutto a posto", peccato che X continui a crescere e siano ancora peggio che in alto mare... in mezzo all'oceano direi.Ormai X è diventato gennaio, così oltre a doversi fare due code al distretto (entro il 31/12 è necessario consegnare almeno un'autocertificazione, poi entro il 31/1 il documento vero) c'è anche la preoccupazione di ritrovarsi arruolati...E chi deve andare in tesi? Che fa, butta via sei mesi nell'attesa di avere un documento aggiornato che attesti il suo percorso universitario?E questo è solo l'inizio, signori miei.
    • Cirio scrive:
      Re: Gli scheletri nell'armadio dell'UniM

      Più di metà studenti attende da 7, 8 MESI
      che gli vengano aggiornati gli elenchi degli
      esami sostenuti, senza i quali non èleggo e rileggo, forse a padova siamo un'isola felice... da noi quando registri l'esame attacchi il bollino col codice a barre, firma del prof, una passata sotto lo scanner e via, esame registrato.apro mozilla, mi collego, matricola/pin e mi stampo il rinvio militare.mah!
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli scheletri nell'armadio dell'UniM
        geniale!quasi come in Germania! =)
        • Anonimo scrive:
          Re: Gli scheletri nell'armadio dell'UniM
          confermo padova funziona bene e nei laboratori i pc ci sono e vengono aggiornati ogni anno
          • Anonimo scrive:
            Re: Gli scheletri nell'armadio dell'UniM
            Anche alla Cattolica di Milano funziona così, solo questa maledetta statale è rimasta agli amanuensi :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli scheletri nell'armadio dell'UniM
      Ecco un riassunto di quello che è successo a me:Segreteria 1:- Scusi non riesco ad iscrivermi a nessun esame, il terminale mi dice che c'è un problema con la mia iscrizione.(controlla) - No qui è tutto a posto, si rivolga alla segreteria 2.Segreteria 2:- Scusi non riesco ad iscrivermi a nessun esame, il terminale mi dice che c'è un problema con la mia iscrizione.- Guardi che per problemi di iscrizione si deve rivolgere alla segreteria 1.- Lì m'hanno detto che non c'è nessun problema e di venire qui.(controlla) - Ah sì è vero, anche qui è tutto a posto, deve chiedere alla segreteria 3.Segreteria 3:- Scusi non riesco ad iscrivermi a nessun esame, il terminale mi dice che c'è un problema con la mia iscrizione.- Guardi che per problemi di iscrizione si deve rivolgere alla segreteria 1.- Lì m'hanno detto che non c'è nessun problema e di andare alla segreteria 2, lì m'hanno detto che non c'è nessun problema e di venire qui.(controlla) - Uhm, non capisco, qui è tutto a posto. Gliel'ho detto, deve chiedere in segreteria 1. In ogni caso non posso farci niente.Segreteria 1:- Scusi non riesco ad iscrivermi a nessun esame, il terminale mi dice che c'è un problema con la mia iscrizione.(apre una finestra, spunta una checkbox, salva e chiude) - Ok, adesso è a posto. Avanti il prossimo!!!!Devo fare commenti?
    • LoneWolf scrive:
      Re: Gli scheletri nell'armadio dell'UniMi
      Ne aggiungiamo un'altra?Ci sono circa 20 postazioni MAC inutilizzate, comprate un paio di anni fa, e mai utilizzate.Saranno già obsolete, a questo punto.QUindi: chi ha deciso di sprecare i soldi a questo modo?E ancora: ho dichiarato il mio piano di studi a dicembre 2002 e ancora non è stato aggiornato su internet; se accedo dai terminali in laboratorio, risultano esami che avevo tolto dalla precedente dichiarazione.E ancora: dal 4 dicembre è possibile ridichiarare nuovamente il piano di studi; in esso vanno inseriti 4 esami a scelta da una lista di esami complementari.Peccato che di questi esami non venga fornito nient'altro che il nome.Come faccio a scegliere gli esami se non so neppure che argomenti trattano?Tanto valeva che li assegnassero randomicamente e tanti saluti...
      • Cirio scrive:
        Re: Gli scheletri nell'armadio dell'UniM

        Come faccio a scegliere gli esami se non so
        neppure che argomenti trattano?...controlli il programma sul bollettino? :|:|:|:|
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli scheletri nell'armadio dell'UniMi

        Ne aggiungiamo un'altra?
        Ci sono circa 20 postazioni MAC
        inutilizzate, comprate un paio di anni fa, e
        mai utilizzate.
        Saranno già obsolete, a questo punto.Non è vero. Li usano i nuovi studenti per assistere a lezioni in cui si spiega come navigare una root Mac (le "pesanti" lauree nuove). Il commento successivo è ugualmente applicabile
        QUindi: chi ha deciso di sprecare i soldi a questo modo?
        • LoneWolf scrive:
          Re: Gli scheletri nell'armadio dell'UniMi
          Probabilmente parliamo di laboratori differenti, visti che quelli che dico io non hanno nemmeno tastiera e mouse.E non credo che i monitor siano dei touchscreen.Inoltre, non ho mai visto nessuno usarli, e il prof. Giovanni degli Antoni si lamenta lui stesso di questa situazione incresciosa.Forse i pc che intendi tu sono quelli con il case nero nell'altra ala...==================================Modificato dall'autore il 10/12/2003 15.15.04
          • Bobosoft scrive:
            Re: Gli scheletri nell'armadio dell'UniMi
            No i pc col "case nero" sono quelli che servono per allenare gli studenti a installare i sistemi operativi, e fare tutti quegli esercizi per la "patente europea", cosa che in una università di informatica è ridicolo. Io mi riferivo proprio ai mac, quelli bianchi col mouse con un solo tasto. Li ho visti usare davvero, sempra impossibile ma è cosi
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli scheletri nell'armadio dell'UniMi
      - Scritto da: Anonimo
      Innanzitutto vorrei congratularmi con la
      persona che ha scritto questa lettera
      rendendo pubblico uno dei TANTI problemi che
      affliggono la statale di Milano... ma quello
      non è solo che la punta dell'iceberg!

      Volete saperne un'altra bella?

      Più di metà studenti attende da 7, 8 MESI
      che gli vengano aggiornati gli elenchi degli
      esami sostenuti, senza i quali non è
      possibile né rinviare il servizio di leva né
      entrare in tesi.

      Alle numerose proteste rivolte alla
      segreteria non otteniamo altro che un triste
      "non preoccupatevi, entro il X sarà tutto a
      posto", peccato che X continui a crescere e
      siano ancora peggio che in alto mare... in
      mezzo all'oceano direi.

      Ormai X è diventato gennaio, così oltre a
      doversi fare due code al distretto (entro il
      31/12 è necessario consegnare almeno
      un'autocertificazione, poi entro il 31/1 il
      documento vero) c'è anche la preoccupazione
      di ritrovarsi arruolati...

      E chi deve andare in tesi? Che fa, butta via
      sei mesi nell'attesa di avere un documento
      aggiornato che attesti il suo percorso
      universitario?

      E questo è solo l'inizio, signori miei.W l'innovazione e l'e-government :)gestione superinformatizzata e velocissima, tutto in tempo reale BWUAAAAAAAAAAAAAAaaaahahahahhaahahahahahhhhhhhahaROTFL
  • Anonimo scrive:
    La solita vecchia storia...
    ...e guarda caso c'è sempre dentro quella azienda lì!Attenzione che questo modo di gestire le cose e quelli che si fanno intorpidire dai proclami di Zio Bill e degli altri "guru" fanno del male a tutti. Questi vogliono VENDERE. Il resto vien dopo. Le necessità degli utenti, la risoluzione dei bug, l'ottimizzazione del codice... .Proprio non abbiamo ancora capito che bisogna cambiare atteggiamento verso queste organizzazioni commerciali? Le infrastrutture devono essere gestite da chi le sa gestire.
    • Anonimo scrive:
      Re: La solita vecchia storia...

      Le
      infrastrutture devono essere gestite da chi
      le sa gestire.E sarebbe il paradiso! Se fosse così mica ci sarebbero i problemi planetari che sono. Ma tant'è la realtà è che alla fine ci facciano fregare dalle perline colorate e ci vendiamo Manhattan (ossia la nostra capacità di ragionare). Basta guardare i governi...
    • shevathas scrive:
      Re: La solita vecchia storia...
      - Scritto da: Anonimo
      ...e guarda caso c'è sempre dentro quella
      azienda lì!
      Attenzione che questo modo di gestire le
      cose e quelli che si fanno intorpidire dai
      proclami di Zio Bill e degli altri "guru"
      fanno del male a tutti. Questi vogliono
      VENDERE. Il resto vien dopo. Credo siano aziende non enti di beneficienza. Sono nate per vendere non per regalare.(troll)
      Le necessità
      degli utenti, la risoluzione dei bug,
      l'ottimizzazione del codice... .Talvolta gli utenti vorrebbero qualcosa di apparentemente facile da usare, anche se ogni tanto crasha più che un sistema superstabile e cervellotico.L'appunto che muovo alla (win) è che spesso badano più ad aggiungere nuove funzionalità che a migliorare quelle esistenti.Diffetto che purtroppo stanno prendendo alcune distribuzioni (linux) come la redhat.(troll)
      Proprio non abbiamo ancora capito che
      bisogna cambiare atteggiamento verso queste
      organizzazioni commerciali? Le
      infrastrutture devono essere gestite da chi
      le sa gestire.E chi controlla i controllori :)
      • Anonimo scrive:
        Re: La solita vecchia storia...

        Credo siano aziende non enti di beneficienza. Sono nate per
        vendere non per regalare. Vero, ma tra vendere ascoltando e rispettando le esigenze dei clienti (cioè fornire un servizio che, tra l'altro fidelizza il cliente e alla lunga aumenta il fatturato) e vendere fornendo un disservizio (=rallentando le prestazioni dei PC esistenti) questi preferiscono vendere fornendo un disservizio perchè siamo ancora in regime di semi-monopolio e a nessuno frega nulla del fatto che si siano diminuite le possibilità di studio.
        • shevathas scrive:
          Esigenze dei clienti

          Vero, ma tra vendere ascoltando e
          rispettando le esigenze dei clienti (cioè
          fornire un servizio che, tra l'altro
          fidelizza il cliente e alla lunga aumenta il
          fatturato) e vendere fornendo un disservizio
          (=rallentando le prestazioni dei PC
          esistenti) questi preferiscono vendere
          fornendo un disservizio perchè siamo ancora
          in regime di semi-monopolio e a nessuno
          frega nulla del fatto che si siano diminuite
          le possibilità di studio.Si, ma cosa vuole un generico cliente, una segretaria o un dipendente, non uno studente di informatica ?Vuole qualcosa di amichevole e facile da usare, ci sono molt che si spaventano ancora ad usare un computer, l'obiettivo principale di office sono gli uffici e le segretarie, non gli studenti di informatica.Alle segretarie di guadagnare 4 o 5 secondi non è che importi moltissimo, preferiscono l'assistente (di office) bello e carino li vicino che gli da sicurezza.Considera anche che per scrivere (word) e far di conto (excel) non servono mostri, i p2 450 mhz fanno dignitosamente il loro lavoro, basta non abilitare barre, barrettine, assistenti e programmini in background.==================================Modificato dall'autore il 09/12/2003 12.14.06
          • cutler scrive:
            Re: Esigenze dei clienti

            Si, ma cosa vuole un generico cliente, una
            segretaria o un dipendente, non uno studente
            di informatica ?
            Vuole qualcosa di amichevole e facile da
            usare, ci sono molt che si spaventano ancora
            ad usare un computer, l'obiettivo principale
            di office sono gli uffici e le segretarie,
            non gli studenti di informatica.
            Alle segretarie di guadagnare 4 o 5 secondi
            non è che importi moltissimo, preferiscono
            l'assistente (di office) bello e carino li
            vicino che gli da sicurezza.stiamo parlando di studenti, non di segretarie.La questione è "perchè si comprano e aggiornano os e software che non servono?". perchè qualcuno si lascia abindolare dalla grafica colorata o si fa influenzare da pressioni di certi produttori di software che agiscono o con false promesse di incrementare la produttività/felicità dell'utente o con metodi più o meno leciti. Il privato è liberissimo di spendere i suoi soldi per office professional per scrivere i volantini, ma in una università o ente pubblico è gravissimo spendere denaro pubblico (che esce dalle mie tasche) per programmi che non servono e che peggiorano l'usabilità. Per quanto concerne le segretarie (una delle categorie più cacchinate della storia, e anche con ragione) a me non me ne può fregare nulla se vedendo openoffice/office 97 o 2000 gli viene il panico perchè clippy non è più lo stesso o non c'è proprio, pagassero loro l'upgrade hw e sw o che se ne vadano a spasso! Sapete una cosa? Non vedo l'ora che adottino un sistema anticopia efficace, così poi contiamo quante segretarie si mettono office a casa e quante sedi per la patente ecdl lo installano su ogni computer. A questo genere di segretarie che vanno in cerca di un bello screensaver per il giorno di s .valentino, così appagano il loro desiderio di rendere anche l'informatica sdolcinata e ingenua come loro, capaci solo di copiare lettere o di dire che il boss è fuori, vorrei suggerire di ringraziare il cielo di non avere come amministratore un bofh di quelli veramente bastardi, visto che se lo meriterebbero!E scusate lo sfogo!==================================Modificato dall'autore il 09/12/2003 15.00.15
          • Bobosoft scrive:
            Re: Esigenze dei clienti
            sei un po stressato, riposati un po e rileggi così capirai che questo forum non parlava di questo
  • Anonimo scrive:
    windows e office???
    che se ne fa di windows e office uno studente di informatica??Non e' per avviare la solita polemica...ma mi chiedo quanto siano costate le licenze e se i soldinon potevano essere spesi nell'hardware.Io studio informatica a verona e qua tutte le macchine hanno linuxsinceramente a casa uso ancora windows ma sono contento diessermi un po' aperto la mente
    • Anonimo scrive:
      Re: windows e office???
      Sara' solo un esempio....Tanto per citare un programma a caso...Magari intendeva questo...E poi come la scrivono altrimenti la tesi??? ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: windows e office???

        E poi come la scrivono altrimenti la tesi???
        ;)cinque anni fa, la tesi l'ho scritta in LaTEX! ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: windows e office???
          - Scritto da: Anonimo

          E poi come la scrivono altrimenti la
          tesi???

          ;)

          cinque anni fa, la tesi l'ho scritta in
          LaTEX! ;)un mio amico che ha fatto la tesi a Padova mi diceva che era praticamente OBBLIGATORIO scriverla in LaTEX ... no? :-/pensavo che qualche bravo studente avesse fatto un export da MSword e/o da openoffice ... :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: windows e office???
      Credo che windows e ms-office siano installati semplicemente perché l'Università ha una convenzione con microsoft per cui, a fronte di una sorta di canone annuale, si possono installare win e office a volontà su tutte le macchine dell'Ateneo, tutti con lo stesso codice di attivazione. Come dire, installiamo dappertutto, tanto ci costa uguale.Non sono sicuro che sia il caso dell'Università di Milano, ma certi esamifici hanno stipulato questo tipo di convenzioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: windows e office???
        appunto... ed il costo è una vera inezia
      • Anonimo scrive:
        Re: windows e office???
        A bologna microsoft ha pagato un intera aula di macchine nuove per far in modo di contaminare la menti dei giovani studenti con Windows e office, la scuola ha accettato per farsi i PC nuovi, e microsoft era contenta di aver riempito i laboratori di Windows, Windows che 2 giorni dopo sono stati formattati e sostituito con Linux dagli studenti col consenso dei docenti...
        • Anonimo scrive:
          Re: windows e office???
          Speriamo che Microsoft lo sappia, la prossima volta li regala a noi i Pc nuovi e voi ve li fate regalare da Debian.Non capisco manco quando vi fanno i regali vi van bene'corruzione delle menti con windows ed office' ma ogni tanto vi accorgete di quello che scrivete oppure siete il frutto del fall-out nucleare che vi ha corrotto i neroni.
          • Anonimo scrive:
            Re: windows e office???
            Si corrotto perche' prima di quei PC c'erano dei bellissimi apple con linux che funzionavano una meraviglia...
          • Anonimo scrive:
            Re: windows e office???
            Metà di voi si lamenta delle macchine vecchie, l' altra metà delle macchine nuove....decidetevi.
          • LoneWolf scrive:
            Re: windows e office???
            Il problema, infatti, secondo me, è la rete, che non regge il carico...
          • Anonimo scrive:
            Re: windows e office???
            Per te, ma in altri post tutti si lamentano delle baracche su cui devono lavorare, qui invece si lamentano che qualcuno ha regalato dei pc ad una università e che cavolo dai.
          • Anonimo scrive:
            Re: windows e office???
            - Scritto da: Anonimo
            Metà di voi si lamenta delle macchine
            vecchie, l' altra metà delle macchine
            nuove....decidetevi.non c'è indecisione.io sono deciso del mio, tu del tuo.l'indecisione esiste solo se valutiamo me+te.e perchè dovremmo farlo?
          • Anonimo scrive:
            Re: windows e office???
            - Scritto da: Anonimo
            Speriamo che Microsoft lo sappia, la
            prossima volta li regala a noi i Pc nuovi e
            voi ve li fate regalare da Debian.
            Non capisco manco quando vi fanno i regali
            vi van bene
            'corruzione delle menti con windows ed
            office' ma ogni tanto vi accorgete di quello
            che scrivete oppure siete il frutto del
            fall-out nucleare che vi ha corrotto i
            neroni.nerone viveva in un altro tempo, caro.a me che mi frega che mi regalino winsux?mi frega dell'hardware.se billy mi vuol regalare un parco macchine nuovo per far pubblicità del suo winsux, io gli sorrido e prendo il tutto.e poi svernicio via winsux e ci metto la slackware :)per questo palladium è un rischio nucleare.
        • Anonimo scrive:
          decontaminazione: GRANDE
          - Scritto da: Anonimo
          A bologna microsoft ha pagato un intera aula
          di macchine nuove per far in modo di
          contaminare la menti dei giovani studenti
          con Windows e office, la scuola ha accettato
          per farsi i PC nuovi, e microsoft era
          contenta di aver riempito i laboratori di
          Windows, Windows che 2 giorni dopo sono
          stati formattati e sostituito con Linux
          dagli studenti col consenso dei docenti...^____________^mi faccio una superpippa!
      • LoneWolf scrive:
        Re: windows e office???
        Sicuramente il codice di windows e office è sempre lo stesso, visto che i pc li fanno in remoto con il ghost...
    • Parliamone scrive:
      Re: windows e office???
      - Scritto da: Anonimo
      che se ne fa di windows e office uno
      studente di informatica??Windows è un sistema operativo, e neppure di nicchia. Imparare a usarlo e a programmarci sopra è imho importante per un informatico (alla pari con la conoscenza degli unix). Una suite office fa sempre comodo: un word processor viene comodo per scrivere tesine e relazioni, un software di presentazione può servire in diversi ambiti, i fogli di calcolo vengono utili per studiare statistica o ricerca operativa...Informatica non è solo coding.Che poi sia superfluo aggiornare all'ultima versione o usare per forza MSOffice, mi trovi d'accordo
      sono contento di
      essermi un po' aperto la menteBasta non aprirla da una parte per chiuderla dall'altra :-)
  • Anonimo scrive:
    I soldi ci sono!
    Allora, andiamo per deduzione:1) non comprano PC nuovi nè espansioni (memoria ecc.)2) hanno le ultime versioni di windows XP+Office XPe non avrebbero soldi? E le licenze per windows e office? Mi risulta che MS faccia dei contratti aggevolati per le scuole, ma comunque bisogna pagare tanti soldini comunque. Poi, di sicuro, gli avranno rifilata qualche versione multilicenza visto che ci sono parecchi PC e studenti. Ma davvero serve Office XP? Insomma, cosa fa di più di Office 2000 che serva veramente ad uno studente?? E rispetto a Office 95? Direi che scrivono entrambi, stampano entrambi, correttore ortografico ecc. ce l'hanno tutti e allora? E OpenOffice? Che gli faceva schifo non pagare le licenze e risparmiare i soldi per l'aggiornamento dell'hardware?? Poi, non mi si dica "ma così la gente impara ad usare quello che si usa nel mondo del lavoro". A chi? Quando escono dall'UNI già è cambiata la versione e poi se sai usare un programma di video-scrittura fai un po' di pratica e ti adatti a tutto! Quello che serve è solo la pratica con la tastiera (che finora non cambia con il programma Office di turno). Stessa cosa vale con i sistemi di sviluppo, quello che bisogna imparare è il modus operandi e di approccio a risolvere algoritmicamente un problema. L'uso di questo o quel linguaggio alla moda è un di più! Se c'è la possibilità, ben venga! Ma se bisogna tagliare su qualcosa: ecce vittima!Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: I soldi ci sono!
      - Scritto da: Anonimo
      Allora, andiamo per deduzione:

      1) non comprano PC nuovi nè espansioni
      (memoria ecc.)
      2) hanno le ultime versioni di windows
      XP+Office XP

      e non avrebbero soldi? E le licenze per
      windows e office? [CUT]Intervento ineccepibile! Concordo in pieno. Manca solo l'ultimo pezzo della catena di deduzioni: se chi e' responsabile dei laboratori informatici, sicuramente non un incompetente, preferisce investire in software pesanti e inutili piuttosto che in hardware, un motivo ci sara'. Lascio a tutti voi immaginare quale puo' essere :(Salutoni da GiGiO
      • Anonimo scrive:
        Re: I soldi ci sono!

        se chi e' responsabile dei
        laboratori informatici, sicuramente non un
        incompetente, preferisce investire in
        software pesanti e inutili piuttosto che in
        hardware, un motivo ci sara'. Lascio a tutti
        voi immaginare quale puo' essere :(

        Salutoni da GiGiOBravo! Io non lo volevo scrivere perchè poi altrimenti si dice che qui si sospetta sempre senza prove! Ma il sospetto che qualcuno abbia interesse a che la situazione sia così c'è! E non è certo per il bene della conoscenza accademica :sP.s.: ragazzi io sono mi ricordo che ingegneria informatica al politecnico di milano stava messa male qualche anno fa (nonostante le costruzioni edili interminabili dell'ateneo). Si poteva entrare nel CDC solo se abilitati dal prof e per un esame. Poi c'era gente che l'esame lo metteva in sovrannumero e non lo faceva mai (così passava le giornate a scaricare pornazzi). Inoltre, l'unica altra aula con i PC era passibile di interruzione continua e costante per lezioni. Inoltre i cavi di rete erano installati in modo talmente instabile che ogni tanto partiva tutto :P E' ancora così?
      • Anonimo scrive:
        Re: I soldi ci sono!

        Intervento ineccepibile! Concordo in pieno.ineccepibile una favazza.. le licenze perle università costano un niente e quasisempre le regalano per svariati anni
        • HotEngine scrive:
          Re: I soldi ci sono!
          - Scritto da: Anonimo
          ineccepibile una favazza.. le licenze per
          le università costano un niente e quasi
          sempre le regalano per svariati anni'sto cavolo. Dove vivi? Le licenze non le regalano proprio.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=496828
  • Anonimo scrive:
    c'è di peggio!!!
    Cosa pensereste se vi dicessi che al corso di laurea in informatica dell'università di Palermo, oltre ad esserci pochissime postazioni, la maggior parte di esse sono dei vecchissimi p166, p200, e che l'accesso ai pc non è libero ma legato alle ore di lezione? Ebbene sì , c'è di peggio
    • cutler scrive:
      Re: c'è di peggio!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Cosa pensereste se vi dicessi che al corso
      di laurea in informatica dell'università di
      Palermo, oltre ad esserci pochissime
      postazioni, la maggior parte di esse sono
      dei vecchissimi p166, p200, e che l'accesso
      ai pc non è libero ma legato alle ore di
      lezione? Ebbene sì , c'è di peggiovogliamo mettere la mia uni? un alab ha dei p75 16 mb ram con nt4sp6 netscape 4 e office 97. ovviamente quel lab è sempre vuoto.
  • Anonimo scrive:
    ehm...
    Sono uscito dal DSI (Milano) da più di cinque anni, ai miei tempi era un miraggio trovare posto in laboratorio dato che la maggior parte della gente pensava solo a scaricare porno... e poi ci si lamenta dei problemi di rete!!!
  • Anonimo scrive:
    E' sempre cosi! anche "dopo" ...
    La scuola soffre sempre, cronicamente, di mancanza di fondi. E' normale quello che segnali (computer vetusti) concordo sul fatto che XP serva a poco come aggiornamento (uguale per il sistema Office).Se ti puo' consolare nel mio (vecchio!) posto di lavoro ci sono dei pentium a 166 e 133, con NT4. Chi ci lavora programma (magari gli cambiano l'HD, un po di memoria che chissa' dove trovano ma nulla di piu').Programmati una GAL o PAL con un sistema del genere ... o programma col Builder6 (copiato!), fatti un PCB con orcad (anche lui copiato!) in questo modo: lanci la compilazione e ... ti fai un caffe'. Dimenticavo: nn puoi, il caffe' solo due volte al gg, mattina e pomeriggio. Ne fai 2 di pause? mi hanno richiamato (ing. capo ... ebbene si!). Piccola azienda? No, una corporation da 1500 addetti ... FOrse il marketing ha uovi TFT e P4 ...COme vedi caro amico rilassati .. .e ti augoro di non capitare in una zienda come quella ....P.S.: ora gli stipendi sono bassini ... a me offrono 1200 netti al mese, con esperienza decennale e inglese e responsabilita' .... W l'ingegneria!Anche a casa lascero' macchine vetuste!ciao e buon lavoro.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' sempre cosi! anche "dopo" ...
      Purtroppo qui vogliono tutti fare i soldi senza spenderli. Quando si tratta di vendere i loro prodotti fetenti allora si, che gli altri devono pagare fior di quattrini. Quando si tratta di riconoscere il lavoro degli altri (vedi software copiato) allora o se ne fregano (pensando di essere furbi) o fanno ragionamenti assurti tipo " mah, mi pare che nel lontano 1988 comprammo una licenza per windows 3.0 e quindi anche se adesso uso XP la licenza ce l'ho... si chiama sempre windows no?".Rammento che pochi mesi fa, facendo l'analisi della sicurezza del sistema informatico, misi in evidenza come anche usare software open che non richiede oneri economici, o il pagare il giusto per le licenze che si usano sia un fondamentale asset di sicurezza. Insomma, se la finaza viene e ti confisca gli hard-disk chiudi bottega, indifferentemente da tutti i sistemi di firewalling/IDS o disaster recovery.Ma tant'è nel paese di pulcinella chi è più fesso comanda e chi ci capisce qualcosa, appena può, se ne và (si sente troppo emarginato).Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: E' sempre cosi! anche "dopo" ...

      P.S.: ora gli stipendi sono bassini ... a me
      offrono 1200 netti al mese, con esperienza
      decennale e inglese e responsabilita' .... W
      l'ingegneria!sei un ingegnere? maledetti markettari
  • Anonimo scrive:
    Un problema c'è
    Sono anchio del corso di Informatica alla statale di Milano, ma per mancanza di tempo, (lavoro), frequento poco i laboratori.Cmq, a casa mia Win XP e Office XP, gira bene con molto meno, e credo che su di me ci siano attivi anche servizi che sulle macchine dei laboratori sono fermi.Login lenti?Chiedetelo a chi si ostina ad emulare MS con Samba!Perchè se vuoi dare una rete MS, usi Samba?Red Hat 8 al posto che 9?Ovvio: hanno perso tempo a customizzare release e Kernel!!!Danilo.
    • sponge scrive:
      Secondo me
      - Scritto da: Anonimo
      Cmq, a casa mia Win XP e Office XP, gira
      bene con molto meno, e credo che su di me ciAndiamo per favore un minimo di serietà, in azienda XP gira lento su P4 della dell quando sono aperte un po' di condivisioni di rete.
      Login lenti?
      Chiedetelo a chi si ostina ad emulare MS con
      Samba!Balle. Ero tutor al dsi fino a due anni fa e quando dai terminali del silab (x i non milanesi questo è il nome del laboratorio) si sceglieva di usare windows il collegamento non era coi server HP-UX ma con un server netfinity dell'ibm con su windows 2000 (magari ora ci sarà xp). Il filesystem non era condiviso ma *REPLICATO*.Ovviamente tutto può essere cambiato in questi anni ma non credo.
      Perchè se vuoi dare una rete MS, usi Samba?Perché forse hai l'esigenza che utenti unix condividano le informazioni con te?
      Ovvio: hanno perso tempo a customizzare
      release e Kernel!!!Questo commento fatto da uno studente di informatica mi spaventa... ma tanto anche.Regards,thesponge (che i bei tempi dove al silab si programmava anche se li ricorda con la lacrimuccia)
      • Anonimo scrive:
        Re: Secondo me

        Andiamo per favore un minimo di serietà, in
        azienda XP gira lento su P4 della dell
        quando sono aperte un po' di condivisioni di
        rete.mi intrometto, potresti dirmi che tipo di rallentamento avviene e che genere di rete/condivisioni usate?
        • sponge scrive:
          Secondo me
          - Scritto da: Anonimo

          Andiamo per favore un minimo di serietà,
          in

          azienda XP gira lento su P4 della dell

          quando sono aperte un po' di condivisioni
          di

          rete.
          mi intrometto, potresti dirmi che tipo di
          rallentamento avviene e che genere di
          rete/condivisioni usate?Si. Praticamente succede quando una macchina (sempre un dell P4 con su XP) condivide un po' di cartelle. A parte la lentezza di questa macchina nel servire le richieste di vari client (lentezza misurata ad occhio quindi senza nessuna pretesa scientifica), capita che aprendo un explorer sulla macchina condividente spesso si debba attendere una ventina di secondi prima che mi vengano visualizzate le cartelle locali. Per non parlare se al posto di Explorer su questa macchina faccio partire Open Office...La LAN è tutta 10/100 e non ci sono colli di bottiglia. Secondo me potrebbe anche essere l'hardware della macchina...
          • Anonimo scrive:
            Re: Secondo me

            capita che aprendo un explorer sulla
            macchina condividente spesso si debba
            attendere una ventina di secondi prima che
            mi vengano visualizzate le cartelle locali....
            La LAN è tutta 10/100 e non ci sono colli di
            bottiglia. Secondo me potrebbe anche essere
            l'hardware della macchina...bho, a me non è mai capitato qualcosa di simile, bisognerebbe vedere lato software come è gestita la struttura della rete e quindi come i vari client che hanno risorse condivise possono identificarsi e dialogare tra loro. un esempio banale, se non specifici il dns per il dominio 2k, nt e i 9x se la cavano discretamente a loggarsi, xp ci mette 10 minuti di orologio (salvo poi metterci meno degli altri se gli dici il dns)... quindi un particolare tipo di richiesta potrebbe essere gestita molto male da xp a meno di una gabbola che risolva il tutto e gli eviti di andare per tentativi, cosa che sembra non essere il suo forte.O anche vedere come sono messi gli accentratori di rete (hub o switc) e vedere se le macchine condivise sono attaccate con una distribuzione che potrebbe mettere in difficoltà gli accentratori nel gestire le richiesteSu macchine standalone mi sono divertito a provare xp anche con conf obsolete ma nonostante i fronzoli non mi è sembrato più lento di 2k (togliendo i fronzoli l'interfaccia è addirittura più veloce) quindi mi sembra strano che l'hw della macchina ti diventi un collo di bottiglia su una rete a 100Mbps, non ho notato un'uso anomalo del disco o una paginazione a manetta o trashing della cpu nemmeno su macchine vecchiotte (tipo quelle del post iniziale).Direi che più che da xp la terza causa plausibile di rallentamento può dipendere dalle applicazioni che girano in background tipo client/av ecc che potrebbero mangiarti le risorse del sistema oppure saturare la rete.Potresti provare IMHO nell'ordine a: riflettere su cosa può mancare a livello di informazione sul servizio da dare ai client xp con risorse condivise; con una live di lin ad accedere alle stesse risorse e vedere se cambia qualcosa; monitorare l'uso delle risorse dei pc incriminati; monitorare il traffico di rete; mettere le mani (o un crick! ;) )sull'armadio di cablaggio
    • matteo.moro scrive:
      Re: Un problema c'è


      Login lenti?
      Chiedetelo a chi si ostina ad emulare MS con
      Samba! Perchè se vuoi dare una rete MS, usi
      Samba?
      1) Perchè non funziona peggio di un server Windows2) Perchè richiede molte meno risorse hardware3) Perchè una licenza server di microsoft costa uno sproposito, e oltretutto è anche proporzionale al numero di client che vorrai collegare.ciao.TeO:-)
  • Anonimo scrive:
    Alma mater Studiorum
    (linux)Devo dire che posso rallegrarmi di essere iscritto ad informatica a Bologna certo, alcuni problemi marginali nei vari lab di informatica ci possono essere, ma almeno da noi le macchine sono relativamante recenti e con molta ram (anche modelli con 1GB), c'e' la possibilta' di connettersi con i propri portatili sa su cavo che in wireless, c'e' anche un parco macchine Debian dedicato alla sperimentazione che e' amministrato direttamente da studenti, il resto delle macchine e' per lo piu' anch'esso Linux, se si esclude qualche emarginata machina win e dei mac (macchine che ritengo perfettamante inutili per conseguire una dignitosa laura in informatica) ci sarebbero anche delle sun (ma linux e' superiore quindi...)poi i tecnici fanno del loro melgio per garantire macchine aggiornate, funzionanti e sicure (ci vuole poco con una Debian) etc ...Insomma a voi colleghi di altri atenei fate una bella assemblea e pretendete di aggiornare gli standard qualitativi dei vostri laboratori, altrimenti, occupazione, sequestro colletivo delle macchine cominciando ad eliminare il sw inutile all'evoluzione culturale della nostra categoria (windows e compagnia bella), fate una bella protesta cancellate tutto il sw proprietario e passate solo a GNU Linux, il vostro lab migliorera' di certo. La potenza e' poca? mettete su un cluster mosix (dimenticavo abbiamo anche questo) e della vecchia ferraglia diventera' un supercomputer :)Datevi da fare, lamentarsi e' solo il primo passo.agite!
    • zirgo scrive:
      Re: Alma mater Studiorum
      - Scritto da: Anonimo anche io qui al Politecnico di Torino non posso lamentarmi...anzi!!Certo, le tasse sono elevate, però i servizi funzionano...per questo sono scappato da Bari!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Alma mater Studiorum
      Be da noi a scienze dell'informazione a Cesena non siamo cosi, nel senso che la maggior parte di pc è con windows, che i lab linux hanno mandrake e debian nun ce sta (ma è vero che sempre Linux è).Però direi che visto l'articolo non ci possiamo lamentare.Che dire?Per un corso di informatica il pc è l'attrezzatura fondamentale.E' ridicolo dare l'illusione di essere aggiornati installando software recenti su hardware vecchi.Meglio nel vostro caso, se i soldi non ci sono, di convertire la maggior parte dei pc a gnu/linux, certamente meno esosi in temini hardware.Ovvio che dei pc windows servono, ma non vedo in xp questo miglioramento rispetto a windows2000.Tanto i prof hanno sempre computer di ultimissima generazione, come mi conferma un mio amico ricercatore, da lui i prof non danno la configurazione che gli serve, chiedono il meglio.Io direi che sarebbe bello far lavorare i professori con i vostri pc per una setimana..Vi dico "fate sentire le vostre ragioni" e vi do solidarietà virtuale..ciao
      • The FoX scrive:
        Re: [OT] Alma mater Studiorum
        - Scritto da: Anonimo
        Be da noi a scienze dell'informazione a
        Cesena non siamo cosi, nel senso che la
        maggior parte di pc è con windows, che i lab
        linux hanno mandrake e debian nun ce sta (ma
        è vero che sempre Linux è).In piu', avete una bellissima piccionaia... ;)E qualche problema di troppo con la Paramount... :sCMQ, il problema dei prof con macchine sovradimensionate e sproporzionate alle reali esigenze mente gli studenti lavorano su dei catorci c'e' sempre stato, o almeno c'era gia'10/12 anni fa'...Mi ricordo quando aiutai l'assistente di laboratorio ad aggiornare degli IBM PS2 sostituendo dei 286 con delle schedine montanti dei 386sx e ampliando la memoria a 4MB... pero' gli hd rimasero dei miseri 20MB... :(==================================Modificato dall'autore il 11/12/2003 12.56.03
    • Anonimo scrive:
      Re: Alma mater Studiorum
      - Scritto da: Anonimo
      Insomma a voi colleghi di altri atenei fate
      una bella assemblea e pretendete di
      aggiornare gli standard qualitativi dei
      vostri laboratori,
      altrimenti, occupazione, sequestro colletivo
      delle macchine Mmmhhh... dove ho già sentito questa roba ? Mah, dev'essere un deja-vu.Cmq prima o poi (più poi che prima, mi sa) il tuo tempo di parcheggio universitario scadrà, e ti troverai in una azienda del real world dove dovrai fare i conti con cose serie. Macchine obsolete, SO imposti da contratti su cui non hai alcuna influenza, applicativi di produzione che NON esistono per linux, scelte progettuali... allora le tue belle idee su linux (mi piacerebbe solo guardare in faccia l'eventuale Professore che ti lascia pensare la bestialità linux
      sun-os) svaniranno nel nulla. La tua filastrocca sessantottesca "autogestione, occupazione, sequestro" verrà subitaneamente completata da un sonoro calcione con defenestrazione. Iterando fino ad appiattimento del deretano, o (più improbabile) modifica strutturale del cerebro.
      • Icestorm scrive:
        Re: Alma mater Studiorum
        - Scritto da: Anonimo
        Cmq prima o poi (più poi che prima, mi sa)
        il tuo tempo di parcheggio universitario
        scadrà, e ti troverai in una azienda del
        real world dove dovrai fare i conti con cose
        serie. Macchine obsolete, SO imposti da
        contratti su cui non hai alcuna influenza,
        applicativi di produzione che NON esistono
        per linux, scelte progettuali...
        allora le tue belle idee su linux (mi
        piacerebbe solo guardare in faccia
        l'eventuale Professore che ti lascia pensare
        la bestialità linux
        sun-os) svaniranno nel
        nulla.Hai perfettamente ragione. Anche io ho studiato a Bologna e so come funzionavano le cose lì dentro. I laboratori sono il fulcro centrale di accaniti sostenitori di Linux (non ti azzardare parlare bene di Windows in un laboratorio!). Là dentro sembra esistere solo Linux (o al limite un pizzico di Sun), tutti i progetti devono funzionare sotto Linux, ecc...Quelle poche macchine con Windows sono accessibili solo a pochi e chi le usa a volte viene pure guardato male.Per alcuni professori poi Linux era "tutto" e durante le lezioni le sfottiture riguardo altri o.s. non mancavano.Inutile dire che appena sono uscito dall'università e sono, come si suol dire, "entrato nel modno del lavoro", l'importanza di Linux si è notevolmente ridotta. Per fortuna che mi sono tenuto aggiornato da solo su ciò che non era Linux.L'università è ancora troppo "slegata" dalle reali necessità lavorative.
        • sponge scrive:
          Secondo me
          - Scritto da: Icestorm
          - Scritto da: Anonimo
          un laboratorio!). Là dentro sembra esistere
          solo Linux (o al limite un pizzico di Sun),
          tutti i progetti devono funzionare sotto
          Linux, ecc...Visto che stiamo parlando di lauree in informatica mi permetto di restringere la mia visione delle cose. Esempio: progetto sulle socket. Le socket su che s.o. sono nate? Unix. Tutta Arpanet su cosa è nata? Macchine unix. E tu ti sconvolgi perché un progetto di comunicazione via socket deve funzionare prima su unix che su altri? Senza contare il fatto che per unix/linux trovi molto più materiale e che in ambito accademico questo può servirti per: ampliare la tua visione delle cose, insegnarti a recuperare informazioni, imparare cose che altrimenti non avresti mai visto.
          "entrato nel modno del lavoro", l'importanza
          di Linux si è notevolmente ridotta. PerAllora qui a Milano siamo un'isola felice. Uscito dall'università tre anni fa, in una decina di colloqui solamente in un posto non tennero conto della mia preparazione in campo unix/linux preferendo candidati m$ certified. In azienda, centro a milano vicino al castello sforzesco passaci a trovare, tutti i server sono linux e così molte macchine degli sviluppatori. Non vantiamoci troppo che M$ è il vangelo in ambito lavorativo... tutto il mondo ci dice che l'italia quanto preparazione informatica è indietro anni luce.
          fortuna che mi sono tenuto aggiornato da
          solo su ciò che non era Linux.Dipende ovviamente dal tipo di lavoro che cerchi. Di cosa ti occupi? Magari per le *tue* esigenze windows è la risposta, questo per fortuna non vuol dire che lo siano per tutti.Regards
          • Anonimo scrive:
            Re: Secondo me
            RIP grafici? :? Imporante? Se e' quello che penso, allora il campo di utilizzo non solo e' ristretto ma e' anche limitato numericamente, che poi le aziende che fanno assistenza a tali macchine siano al 80% israeliane e chiedano canoni da furto e' un altro paro di zampe...
          • sponge scrive:
            Secondo me
            - Scritto da: Anonimo
            Dipende da cosa intendi per "materiale". Se
            parli di howto a costo zero e qualitàQualità discutibile è una tua opinione, fai un esempio di howto che non ti ha soddisfatto per qualità e in seconda battuta spiegaci perché non ne hai scritto tu uno corretto e migliore.Prendere e criticare qualcosa che uno mette a disposizione di altri senza addurre motivazioni concrete e validi controesempi è proprio un comportamento "piccolo piccolo".
            discutibile, forse sì. Se parli di sorgenti,
            lasciamo perdere: MSDN illustra tali e tante
            di quelle gabole in sorgente che neppure
            dodici sourceforge messi assieme (ilSourceforge è un posto dove si mettono a disposizioni strumenti per gestire progetti... che c'entra con MSDN poi? E poi sì, intendevo codici sorgenti che credo non abbiano nulla a che invidiare a quelli riportati da MSDN.
            Tutti sanno che certi laboratori sono un
            covo di talebani linux, per motivi finGuarda, come esperienza di ex tutor al DSI ti dirò che purtroppo negli ultimi anni gli studenti che si appassionavano alla programmazione a basso livello e sotto unix erano in calo. Erano molti di più quelli che venivano a fare domande sui servizi offerti per windows... e con tutto rispetto visto il livello delle domande (ricordando che erano laureandi in informatica) mi domandavo se non fosse stato meglio essere un covo di talebani linux come dici tu.Ah... essere uno dei pochi talebani qui in ufficio che però è almeno in grado di scrivere una query SQL senza rimpiangere la composizione guidata di access mi fa riflettere molto quando leggo commenti come il tuo.
            di uno unix-tipo (in un'altra puntata
            parleremo dei commenti ai sorgenti del
            kernel, magari), e via così.Parliamone ora, cosa c'è che non va? Quando sono usciti persino libri dove il kernel era commentato riga per riga? Non ti piacciono i commenti al codice sorgente? Hai mai pensato di migliorarli tu?
            una preparazione ad ampissimo raggio, non
            limitarsi ad un sistema - peraltro privo di
            applicazioni importanti come EDA o RIP
            grafici.Importanti... vitali per un sistema operativo degno di tale nome... sarebbero scusa?
          • Anonimo scrive:
            Re: Secondo me
            - Scritto da: sponge
            Prendere e criticare qualcosa che uno mette
            a disposizione di altri senza addurre
            motivazioni concrete e validi controesempi è
            proprio un comportamento "piccolo piccolo".Elevare agli altari chiunque si limiti a "mettere a disposizione" qualsiasi cosa, a prescindere dalla qualità, è un atteggiamento inqualificabile.
            Sourceforge è un posto dove si mettono a
            disposizioni strumenti per gestire
            progetti... che c'entra con MSDN poi? E poi
            sì, intendevo codici sorgenti che credo non
            abbiano nulla a che invidiare a quelli
            riportati da MSDN.Limitarsi a credere è un atteggiamento dogmatico e fideistico. Scienza è conoscere, misurare, confrontare. Mai provato ad applicare solidi criteri analitici di SE al software su sourceforge e freshmeat ? Inizia a farlo, confrontandoli con i "sorgenti che si comprano": MSDN, librerie, frameworks, certo non limitatamente a microsoft. Avrai sorprese, a partire dal "banale" aspetto stilistico e documentale.
            Ah... essere uno dei pochi talebani qui in
            ufficio che però è almeno in grado di
            scrivere una query SQL senza rimpiangere la
            composizione guidata di access mi fa
            riflettere molto quando leggo commenti come
            il tuo.T'è andata proprio male: programmo in assembly dal 1984, e più volentieri senza macro. Uso abbondantemente il DOS e varianti embedded anche oggi, evito le GUI ogni volta che posso, aborro i wizard e i configuratori, uso le IDE una volta ogni morte di Papa. Eppure non vado in brodo di giuggiole quando sento rammentare linux. Problemi ?
          • sponge scrive:
            Re: Secondo me
            - Scritto da: Anonimo
            Elevare agli altari chiunque si limiti a
            "mettere a disposizione" qualsiasi cosa, a
            prescindere dalla qualità, è un
            atteggiamento inqualificabile.Dici? Visto che ognuno si tiene di solito per proprio conto quello che raggiunge a livello di inventica, si credo che quelli che preferiscono condividerlo aumentando la conoscenza di tutti debbano proprio essere elevati agli altari. Se tu vuoi vivere nel tuo mondo dove è meglio coltivarsi il proprio orticello e basta fa pure.
            Limitarsi a credere è un atteggiamentoSiamo abbonati a MSDN... non mi limito a credere... sebbene non mi sia messo a applicare l'ingegneria del software a tutto il codice che leggo non vado in brodo di giuggiole solo perché è timbrato M$.
            applicare solidi criteri analitici di SE al
            software su sourceforge e freshmeat ? IniziaNo, tu si? Hai scritto un report che li confronta? Se sì passamelo affinché apprenda. Se invece stai parlando per sentito dire o perché credi che quello che trovi su MSDN sia ingegneristicamente superiore piantala lì che stai facendo la figura di chi si aggrappa sui vetri (oltre ad aver tagliato tutte le parti del mio post dove ti invitavo a migliorare le cose che hai trovato sul web e che non ti hanno soddisfatto visto che sembra tu ne sappia così tanto...).
            certo non limitatamente a microsoft. Avrai
            sorprese, a partire dal "banale" aspetto
            stilistico e documentale.Del tipo? Fammi un esempio per favore.
            T'è andata proprio male: programmo in
            assembly dal 1984, e più volentieri senzaE con questo scusa? Quello che stavo puntualizzando è che spesso la gente, a partire da molti informatici purtroppo si adagia al wizard e tutto quello che implica l'uso di risorse mentali è *SBAGLIATO*.
            macro. Uso abbondantemente il DOS e variantiBhé scusa... contento tu di adoperare il DOS.
            embedded anche oggi, evito le GUI ogni voltaEsistono varianti embedded del DOS? Ma pensa... allora sony, sharp, motorola tutti deficienti che sui loro sistemi embedded e real time scelgono di metterci il kernel di linux...
            Eppure non vado in brodo di giuggiole quando
            sento rammentare linux. Problemi ?E il tono di questo "Problemi?" com'è? Minaccioso? Interrogativo? Accusativo?Ah già... il talebano sono io... dimenticavo... eh già... con tutti i problemi che ho...
    • Anonimo scrive:
      Re: Alma mater Studiorum
      Allora... alcuni esempi:Vodafone: sistemi SUN/OSServizi Interbancari: SUN/OSvi sembrano piccoli? Inoltre, da poco le camere di commercio si sono consorziate unificando i siti internet con nuovi servizi e al nord è TUTTO linux+apache. E allora? E' proprio vero che MS impazza?Di sicuro Zio Billy vuole farcelo credere, ma nella realtà non sembra più così. Poi, io credo che limitarsi a conoscere un solo SO illudendosi che sia il non plus ultra partorito per ispirazione divina, dimostra solo una forma di estremismo che limita la mente in una gabbietta (nemmeno dorata).Comunque, io ormai sono 7 anni che lavoro nel mondo reale e vi posso dire che l'Italia è indietro almeno di 20 anni rispetto ad altri (ho vissuto anche in Canada). Esempio: i codici a barre, li stanno usando intensamente solo adesso nelle varie aziende, prima si credeva che fosse solo una roba da supermercato. Sono comunque una tecnologia morente e del tutto sorpassata. L'e-mail: quante aziende avevano l'e-mail? E quante ce l'avevano divisa per settore, responsabile ecc. e soprattutto quanti avendocela la usavano? Quasi nessuno!! Adesso l'hanno scoperta (insieme ai virus che si beccano allegramente per leggerezza, scarsa cultura del mezzo e, spesso, brutale ignoranza mista a superficialità). Anche l'e-mail è una tecnologia che adesso mostra i suoi limiti. Ma 10 anni fa l'e-mail e il sito web in Canada ce l'avevano pure il salumiere e il parrucchiere. Si potevano usare per ordinare la merce e fare domande sugli orari di apertura e riservare un servizio.Poi tanto per finire, dieci anni fa andavi a chiedere una linea del telefono a Montreal e te la davano in giornata. Oggi la telecom non ti ripare nemmeno i guasti entro la settimana. Allora stiamo andando avanti o no? E il nostro è un paese competitivo o no?Meditate...:)
  • Anonimo scrive:
    come 1^ cosa Query Where name like "fran
    come prima cosa useranno i potenti mezzi per stanare il tuo nome e beccarti, quindi segarti.dopodiché, non ci saranno più problemi
  • Anonimo scrive:
    Software o rete ?
    Sono anche io uno studente di informatica del 5° anno; accanto al problema del software "pesante" c'è sicuramente quello ormai esilarante delle prestazioni di rete, che a mio avviso è il problema principale. L'ultima volta ho impiegato 35 minuti tra login e caricamento della pagina di posta e purtroppo chiunque non ci creda lo può verificare. Persino una pagina come Google (pochi byte) diventa una chimera !Resta una grande tristezza nel vedere la quantità (e la sufficiente qualità) di materiale informatico accanto ad una gestione così poco competente.PSPer il post precedente
    4) NON abbiamo una rete wireless funzionante Visti i risultati della gestione via cavo non mi azzarderei a pretendere il wireless !RB
  • Anonimo scrive:
    Esagerato
    «Abbiamo sì postazioni a volontà, ma le macchine sono degli oramai vetusti Pentium 450. Sono macchine buone per il WordProcessing e la navigazione Internet, non certo per progetti di programmazione che magari impegnano gruppi di 3 o 4 persone.»:|Considerazione oltre misura: con un PII 450 equipaggiato di 256mb di Ram si possono creare siti internet, ritoccare immagini, editare audio, compilare sorgenti, vedere filmati. Sicuramente non si potrebbe usare una macchina di questo tipo per giocare ma per un buon programmatore credo sia più che sufficiente.un salutogf:|:|
    • MaurizioB scrive:
      Re: Esagerato
      - Scritto da: Anonimo
      Considerazione oltre misura: con un PII 450
      equipaggiato di 256mb di Ram si possono
      creare siti internet, ritoccare immagini,
      editare audio, compilare sorgenti, vedere
      filmati. Già, ma non se sotto ti ritrovi WinXP, OfficeXP e quello schifo di Norton... Io sto andando avanti con Win2k e OpenOffice (che non è leggerissimo in effetti, ma se non altro è free, stabile, sicuro e privo di stronzate inutili) con un PIII500, ma ho anche 640mb di ram che alleggeriscono non poco...Saluti
      • Akiro scrive:
        Re: Esagerato

        Già, ma non se sotto ti ritrovi WinXP,
        OfficeXP e quello schifo di Norton... allora forse basterebbe far disinstallare XP & Office... no?(linux)
        • MaurizioB scrive:
          Re: Esagerato
          - Scritto da: Akiro

          Già, ma non se sotto ti ritrovi WinXP,

          OfficeXP e quello schifo di Norton...

          allora forse basterebbe far disinstallare XP
          & Office... no?Già, pare facile... Dillo agli admin però ;)Saluti
          • Cirio scrive:
            Re: Esagerato

            Già, pare facile... Dillo agli admin però ;)leggo che si puo' usare anche la rh...o vuoi per forza vedere la bandierina colorata con la scritta start in basso a sinistra? ;o)
          • MaurizioB scrive:
            Re: Esagerato
            - Scritto da: Cirio
            leggo che si puo' usare anche la rh...
            o vuoi per forza vedere la bandierina
            colorata con la scritta start in basso a
            sinistra? ;o)Io veramente ho scritto "Muuuu" :DSaluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Esagerato
            concordo con quanto detto.. solo una precisazione secondo me doverosa.. magari pochi lo sanno.. =)gli admin non prendono certe decisioni.. semmai gli arrivano dall'alto.. =)
    • Anonimo scrive:
      Re: Esagerato
      Sicuramente una macchina del genere ti permete di fare tutto quello che hai detto, ma considerando che un buon 40% (e sono generoso) è occupato dalla fuffa M$/Norton ti assuciro che i tempi di risposta si calcolano in minuti, e c'è una bella differenza tra il poter far partire una applicazione (e già lì sono dolori) e lavorare efficacemente. :@Non so se sei uno studente del DSI, ma in caso passa a fare un giro e capirai.
    • Anonimo scrive:
      Re: Esagerato
      - Scritto da: Anonimo
      Considerazione oltre misura: con un PII 450
      equipaggiato di 256mb di Ram si possono
      creare siti internetTenendo aperti contemporaneamente piu' browser e gli strumenti di sviluppo (be' certo, c'e' chi usa il notepad... 8P) senza dormire troppo?
      ritoccare immagini,Che non siano troppo grandi, per carita'. 8)
      editare audio,Qui non so, e taccio. ;)
      compilare sorgenti, Anche qui, che non siano troppo grandi/numerosi, o il numero delle pause caffe' aumenta a dismisura...
      vedere filmati.Be'... in 320x200 sicuramente. 8)
      Sicuramente non si potrebbe usare una
      macchina di questo tipo per giocare Sicuramente.
      ma per un buon programmatore credo sia
      più che sufficiente.Ma... secondo me e' proprio il buon programmatore che ha bisogno della macchina potente. Perche' fargli perdere tempo su un macinino, quando si suppone che abbia cose piu' importanti da fare?Che poi ci si possa arrangiare, d'accordo.
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: Esagerato
      - Scritto da: Anonimo
      Considerazione oltre misura: con un PII 450
      equipaggiato di 256mb di Ram si possono
      creare siti internet, ritoccare immagini,
      editare audio, compilare sorgenti, vedere
      filmati. Il mio computer a casa è un PIII 450 Mhz, e ci faccio di tutto senza grossi problemi.La differenza fondamentale però è che non ci sono su ne WindowsXP ne Norton!
      • LoneWolf scrive:
        Re: Esagerato
        Io vi sto scrivendo con un P3 450MHZ, 320MB RAM, Windows XP, Office 2000, Norton 2003.Ho un fottio di programmi installati, web server, mysql, ecc, di cui alcuni anche molto pesanti.Tutto gira bene, a parte qualche rallentamento qua o là con Visual Studio o lo Zend Development Studio.Mentre i pc in DSI (dipartimento di scienze dell'informazione di Milano) hanno software molto meno pesanti e girano malissimo.Quindi, o ci sono infiniti conflitti hardware che rallentano il lavoro (potrebbe essere), oppure è quella dannatissima rete che funziona male, che è poi la cosa più probabile, perché una volta effettuato il login, il pc da l'impressione di voler funzionare.Poi tutto scema nel momento in cui cerchi di usare internet; non carica nemmeno i siti hostati nei server al piano di sotto.Fate voi...
  • mkj6 scrive:
    la solita vecchia storia...
    Mi sono laureato al DSI alcuni anni fa e devo dire che in quel posto non cambia mai nulla. Purtroppo tra i nostri laureati in informatica sono di buon livello solo quelli che si rendono conto per tempo che devono studiare ed aggiornarsi per i fatti loro, perchè se sperano di ottenere una formazione decente sfruttando le risorse che mette loro a disposizione l'università italiana... Comunque fra poco il problema non si porrà più, stanno arrivando frotte di incazzatissimi e preparatissimi informatici cinesi ed indiani che spazzeranno via il poco che resta dell'informatica italiana. Potremo sempre aprire delle pizzerie per loro...In bocca al lupo, colleghi!
    • Anonimo scrive:
      Re: la solita vecchia storia...
      - Scritto da: mkj6.....
      Comunque fra poco il problema non si porrà
      più, stanno arrivando frotte di
      incazzatissimi e preparatissimi informatici
      cinesi ed indiani che spazzeranno via il
      poco che resta dell'informatica italiana.
      Potremo sempre aprire delle pizzerie per
      loro...Mica tanto.... ormai se vuoi mangiare una pizza decente senza strapagarla devi andare dai cinesi..... pure le pizze siamo riusciti a farci fregare....
  • HotEngine scrive:
    E' molto semplice...
    Le scuole possono acquistare una particolare forma di licenza (school agreement http://www.microsoft.com/italy/licenze/edu/school/default.asp#caratteristiche) che a fronte di una spesa contenuta ricevono in leasing una buona parte del software MS (sistema operativo, office, sistemi di sviluppo, etc...). La licenza contiene l'aggiornamento del software, cioè si riceve costantemente l'ultima versione di ogni pacchetto. Ora, se da un lato questa forma di licenza si traduce in un bel risparmio (Semprechè si utilizzino davvero tutti i software forniti i perlomeno la maggiorparte) mantenendo la massima attualità del software dall'altro rappresenta una forte limitazione perchè si è costretti a pagare sempre, in caso contrario tutto il software installato perde validità. Una simile licenza ha un senso se l'upgrade hardware va di pari passo a quello software, in caso contrario è solo una perdita inutile di danaro. Da notare, cmq, che l'upgrade dei sistemi software è a discrezione della scuola che può comunque decidere di tenere versioni vecchie. Si tratta quindi di cattiva amministrazione della scuola.
  • Anonimo scrive:
    bella dsi :)
    Francesco perchè ti sei limitato a raccontare solo questi problemi?Non vogliamo ricordare che:1) metà delle macchine NON si loggano2) metà delle macchine non ha ancora login grafica (per linux) e per metterla devi chiamare il tutor...3) la rete è sempre collassata4) NON abbiamo una rete wireless funzionante5) i monitor hanno refresh sui 60/70 Hz =
    mal di testa6) l'igiene non esiste (bhe anche in Venezian...)7) non puoi connettere il portatile (è vietato staccare i cavi di rete dai PC)8) l'omino del gabbiotto :)Saluti !!
    • Anonimo scrive:
      Re: bella dsi :)
      Ho sentito che a breve metteranno tutte tastiere Natural Keyboard by microsoft
    • Anonimo scrive:
      Re: bella dsi :)
      Scusate, ma ... non avete una rappresentanza studentesca cui rivolgervi ? E, se non l'avete, non potete costituirne una ? Non saranno certamente solo vostri, questi problemi ...Saluti,Piwi
      • Anonimo scrive:
        Re: bella dsi :)
        - Scritto da: Anonimo
        Scusate, ma ... non avete una rappresentanza
        studentesca cui rivolgervi ? E, se non
        l'avete, non potete costituirne una ? Non
        saranno certamente solo vostri, questi
        problemi ...

        Saluti,
        PiwiNon so come funzioni dalle altre parti, ma a Genova i rappresentanti in consiglio di laurea sono (come numero) fissi per i docenti e proporzionali ai votanti per gli studenti.Ovvero se nella commissione paritetica dovessero esserci 100 tra docenti e studenti (cifre a caso) e va a votare solo il 20% degli studenti alla fine ci sono 50 docenti e 10 studenti.Di questi 10:- la meta' usa l'elezione solo per tentare la carriera politica con il gruppo politico che l'ha appoggiato (corriera che immancabilemnte fallisce alle sucessive elezioni locali)- 2/3 spariscono perche' devono dare esami/si laureano- 2/3 l'anno fatto per ideologia e alla fine non hanno la forza numerica per fare nulla (se non tapezzare l'universita' di manifesti ciclostilati che deninciano questo e quello).Ao Alex
        • Anonimo scrive:
          Re: bella dsi :)
          Di questi 10:- la meta' usa l'elezione solo per tentare la carriera politica con il gruppo politico che l'ha appoggiato (corriera che immancabilemnte fallisce alle sucessive elezioni locali)- 2/3 spariscono perche' devono dare esami/si laureano- 2/3 l'anno fatto per ideologia e alla fine non hanno la forza numerica per fare nulla (se non tapezzare l'universita' di manifesti ciclostilati che deninciano questo e quello). la metà di 10: 52/3 di 10 = 6.62/3 di 10 = 6.6somma = 18.4la moltiplicazione dei prof e degli studenti :)
          • Anonimo scrive:
            Re: bella dsi :)
            - Scritto da: Anonimo
            Di questi 10:

            - la meta' usa l'elezione solo per tentare
            la carriera politica con il gruppo politico
            che l'ha appoggiato (corriera che
            immancabilemnte fallisce alle sucessive
            elezioni locali)

            - 2/3 spariscono perche' devono dare
            esami/si laureano

            - 2/3 l'anno fatto per ideologia e alla fine
            non hanno la forza numerica per fare nulla
            (se non tapezzare l'universita' di manifesti
            ciclostilati che deninciano questo e
            quello).

            la metà di 10: 5
            2/3 di 10 = 6.6
            2/3 di 10 = 6.6

            somma = 18.4

            la moltiplicazione dei prof e degli studenti
            :)Forse è meglio che lasci stare le moltiplicazioni e ti ripassi le somme......5+6.6+6.6 = 18.2 != 18.4 :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: bella dsi :)
            vero, sbagliato :)
          • LoneWolf scrive:
            Re: bella dsi :)
            O più semplicemente con 2/3 non intendeva due terzi bensi due o tre studenti... :P
          • matteo.moro scrive:
            Re: bella dsi :)


            Di questi 10:
            [...]
            la moltiplicazione dei prof e degli studenti
            Nessuno ha detto che fossero insiemi disgiunti.;-)ciao.TeO:- )(in panico da esame):-D
          • Anonimo scrive:
            Re: bella dsi :)

            - 2/3 spariscono perche' devono dare
            esami/si laureano


            la metà di 10: 5
            2/3 di 10 = 6.6
            2/3 di 10 = 6.6Con 2/3 intendevo 2 o 3 :)Ao Alex
      • Anonimo scrive:
        Re: bella dsi :)
        oh ma che bel tasto dolente che abbiamo toccato.. =)e' proprio questo il problema.. si sa siamo informatici e non studenti di scienze politiche.. ma sarebbe il caso di cambiare..
    • matteo.moro scrive:
      Re: bella dsi :)


      2) metà delle macchine non ha ancora login
      grafica (per linux) e per metterla devi
      chiamare il tutor...
      Devi chiamare il tutor per fare CTRL-ALT-F7 o ci sono altri motivi? :-)

      3) la rete è sempre collassata
      4) NON abbiamo una rete wireless funzionante
      7) non puoi connettere il portatile (è
      vietato staccare i cavi di rete dai PC)
      Prova ad immaginare cosa diventerebbe il punto 3 se si potessero collegare portatili e/o se ci fosse una rete wireless :-)ciao.TeO:-)
      • Anonimo scrive:
        Re: bella dsi :)
        eh eh ...quando andavo in via comelico (anno 1993),mi sembra ci fosse qualche decina di teminali grafici e altrettanti (o forse piu) terminali non grafici "attaccati" a due serveroni HP UX mi pare.C'era anche un 386 con file di chilometri per picchiare sul dischettino il lavoro da portare a casa. fu la prima volta che usai internet.Domanda , ma che ci fate con windows nel tempio dell'informatica? forse c'e' l'esamedi visual basic ? di c# ? fatele in ascii le tesi!!!! con il n alla fine delle righe!
        • Anonimo scrive:
          Re: bella dsi :)
          Collega, - Scritto da: Anonimo
          quando andavo in via comelico (anno 1993),
          mi sembra ci fosse qualche decina di
          teminali grafici e altrettanti (o forse piu)
          terminali non grafici "attaccati" a due
          serveroni HP UX mi pare.Gli stupendi XTerm HP. Ma come dimenticare gli Ampex, o gli Zenith monoblocco???Avevano le tastiere talmente rovinate che era impossibile cambiarsi la password.Those were days. :-)ghost, hp2, hp4...
          C'era anche un 386 con file di chilometri
          per picchiare sul dischettino il lavoro da
          portare a casa. Ricordo le file di dischetti ordinate sul tavolone a fianco del PC.
          fu la prima volta che usai internet.telnet, ftp, irc. Poi Mosaic. Netscape era troppo pesante; i sysadm si lamentavano.La mia prima connessione ad internet da casa: posta e newsgroup via UUCP tramite una macchina dei MiNeRS.
          fatele in ascii le tesi!!!! con il n alla
          fine delle righe!TeX!!Saluti,Bob.
    • Anonimo scrive:
      Re: bella dsi :)
      Politecnico di Torino, laboratorio di Informatica:- Scritto da: Anonimo
      Francesco perchè ti sei limitato a
      raccontare solo questi problemi?

      Non vogliamo ricordare che:

      1) metà delle macchine NON si logganoSemplice, ho finito stamattina di clonarle, dammi una decina di minuti a PC che le rimetto in sesto con la configurazione giusta
      2) metà delle macchine non ha ancora login
      grafica (per linux) e per metterla devi
      chiamare il tutor...Se mi chiami per 'sta cazzata hai ben altri problemi
      3) la rete è sempre collassataCosa?????? comunque non è colpa nostra, visto che la tua home è raggiungibile
      4) NON abbiamo una rete wireless funzionanteVorrei Vedere, non ti bastano quei 20 computer fissi su siti porno, voi vederli anche nel corridoio? O direttamente in bagno?
      5) i monitor hanno refresh sui 60/70 Hz =

      mal di testaGià, giusto (ahem, sono LCD)
      6) l'igiene non esiste (bhe anche in
      Venezian...)Cos'è, installo una doccia all' ingresso???
      7) non puoi connettere il portatile (è
      vietato staccare i cavi di rete dai PC)Beh, questa è giusta, problemi di rete, d'altra parte se ti consento l'accesso il PC che hai tolto dalla rete diventa inutilizzabile, non libero posti, mi devo affaticare a loggare il tuo traffico.... no, decisamente non te lo lascio staccare quel cavo...
      8) l'omino del gabbiotto :)(Avete anche voi il gabbiotto?????, pazzesco..... tutto il mondo è paese vedo)......Comunque, le licenze di Windows sono quelle CORPORATE dell' ateneo. Al laboratorio non costano nulla. In questo lab sui P4 1700 e sui P3 700 gira Windows 2000 ed Office 2000, RH 9 con OpenOffice..... Non mi pare siano particolarmente lenti, soprattutto non per quelli che passano il tempo a giocare a scacchi su yahoo games....Saluti, l'omino del gabbiotto
      • Anonimo scrive:
        Re: bella dsi :)
        mah.. purtroppo non e' cosi ......- Scritto da: Anonimo

        1) metà delle macchine NON si loggano

        Semplice, ho finito stamattina di clonarle,
        dammi una decina di minuti a PC che le
        rimetto in sesto con la configurazione
        giustate ne posso dare pure 30 di minuti...... tanto non cambia nulla....dimmi se e' normale che ancora alle 5 di pomeriggio di lunedi' il 30% delle macchine stia ancora "ghostando"....


        3) la rete è sempre collassata

        Cosa?????? comunque non è colpa nostra,
        visto che la tua home è raggiungibileah beh si grazie... certo che e' raggiungible.... ma almeno lasciare la possibilità di scegliere se caricare o meno il profilo... quando devi controllare la posta o mandare una mail urgente... attendere 15-20 non e' il massimo della vita...


        5) i monitor hanno refresh sui 60/70 Hz =


        mal di testa

        Già, giusto (ahem, sono LCD)...
        _ < -_-..altro che lcd.... sono dei fantastici crt 17", con circa 1/2 cm di unto misto a polvere e sputi sullo schermo.... l'impresa di pulizia non puo' pulire i terinali.. .. devo portarmi ogni girono straccio e pasta abrasiva da casa? ;)

        6) l'igiene non esiste (bhe anche in

        Venezian...)

        Cos'è, installo una doccia all' ingresso???non si pretende nemmeno questo...... pero' fidati i (pochi) bagni sono una cosa veramente indecorosa... per non parlare poi della pulizia delle postazioni di lavoro.....Al dsi i soldi li spendono.. non e' che non li spendono.... hanno acquistato un 30-40 E-Mac .... sai i nuovi ragazzuoli delle laure riennali devono impare a usare Macromedia Flash e Maya.......peccato che queste postazioni si possono usare solo per questi utilissimi corsi.. .. altrimenti le tastiere e i mouse sono tenuti in una cassaforte di scurezza .... e quelle postazioni possono tranquillamete essere utilizzate come tavolini di una mensa :p...Appure acquistano macchine SUN con 4 processori e svariati GB di memoria.... peccato che poi nessuno e' in grado di "tunarle" ed i programmoni multithreaddati.. scritti benissimo secondo tutti i sacri crismi della programmazione in java girano piu' veloci su un P4 a 1.7 Ghz con 256 Mb di ram............. ah certo.. poi arrivano i tecnici Sun che si prendono 800 ? al giorno... il tutto per ottenere speed-up del 4 % :| ......... Pero'... una cosa positiva c'e'....il SiLab sembra una grande famiglia.. tutti si vogliono bene... e da una settimana c'e' pure un bell'albero di Natale ^_^Per fortuna che mi manca un esame al termine e la tesi/stage sara' fuori sede.......
        • Anonimo scrive:
          Re: bella dsi :)
          Bah, io parlavo del mio lab al poli.... comubnque:- Scritto da: Anonimo
          mah.. purtroppo non e' cosi ......

          - Scritto da: Anonimo



          te ne posso dare pure 30 di minuti......
          tanto non cambia nulla....

          dimmi se e' normale che ancora alle 5 di
          pomeriggio di lunedi' il 30% delle macchine
          stia ancora "ghostando"....non so voi, ma da noi non si clona + del 15% dei PC, proprio per evitare che le prime ore del mattino (quando ci sono corsi) vedano mezzo il laboratorio fuori uso con il sottoscritto che corre come un pazzo da una parte all'altra. Di questo 15%, solitamente, uno o due processi sono da rifare per due diverse ragioni: 1) si è impallato il programma2) un utente, nonostante il cartello grosso come una casa NON TOCCARE NON USARE ha riavviato la macchina; la stessa persona si presenta poi da me a dirmi che il suo PC non si logga.........Quindi mi tocca riavviare la clonazione.
          ah beh si grazie... certo che e'
          raggiungible.... ma almeno lasciare la
          possibilità di scegliere se caricare o meno
          il profilo... quando devi controllare la
          posta o mandare una mail urgente...
          attendere 15-20 non e' il massimo della
          vita...Speigami la differenza tra la tua home e il profilo... non credo sia indispensabile avere lo sfondo uniforme su tutti i PC in cui ti logghi...... inoltre, le mail??? abbiamo il webmail interno....

          Già, giusto (ahem, sono LCD)

          ...
          _ < -_-
          ..altro che lcd.... sono dei fantastici crt
          17", con circa 1/2 cm di unto misto a
          polvere e sputi sullo schermo.... l'impresa
          di pulizia non puo' pulire i terinali.. ..
          devo portarmi ogni girono straccio e pasta
          abrasiva da casa? ;)Qui li puliscono...... ma tutte le volte che un utente arriva a chiedermi se posso reimpostare la frequenza di refresh... è sempre per uno degli lcd.....
          non si pretende nemmeno questo...... pero'
          fidati i (pochi) bagni sono una cosa
          veramente indecorosa... per non parlare poi
          della pulizia delle postazioni di
          lavoro.....Ancora.... questa è una questione di educazione che non puo' certo competere al responsabile del laboratorio, non posso andare in giro ad appendere degli arbre magique alla menta sotto le ascelle di metà degli utenti....
          • Anonimo scrive:
            Re: bella dsi :)
            bhe allora il Politecnico di Torino, laboratorio di Informatica è

            SiLab.lcd qua da noi? ahah, solo ai docenti....Qua è bello camminare per il lab e vedere 2-3 pc in BSOD di win2000.Rete collassata perchè con un 56K a casa navigo più veloce, non è uno scherzo.Sicurezza: se non si sa impostare una sicurezza in un laboratorio di questo tipo è impensabile applicarla anche al mondo esterno..Detto questo, vado a studiare.ah, non in biblioteca del dsi, chissa come mai ... Saluti
  • Anonimo scrive:
    ing.unipi.it e' peggio
    Caro collega,vieni a ingegneria a Pisa. Ti si drizzeranno i capelli.Tanto per intenderci, abbiamo solo _3_ (e dico _3_) macchine con RedHat 7.2, mi pare siano dei P233 con 64mb di ram.Tutte le altre sono NT/2k/XP con hardware che e' pari a quello che avete voi se non peggio.Riguardo alla loro amministrazione... meglio non commentare...i nostri server vengono bucati/formattati/reinstallati ogni due per tre... la connettivita' c'e' e non c'e', l'accesso a Internet e' ristretto a un centinaio di siti e poi e poi... potrei scrivere ancora tante cose, ma mi fermo qui.
    • Anonimo scrive:
      Re: ing.unipi.it e' peggio

      vieni a ingegneria a Pisa. Ti si drizzeranno
      i capelli.e poi dicono che l'universita e utile;)
      Riguardo alla loro amministrazione... meglio
      non commentare...e poi dicono che l'universita e utile;)
    • pikappa scrive:
      Re: ing.unipi.it e' peggio
      - Scritto da: Anonimo
      Caro collega,

      vieni a ingegneria a Pisa. Ti si drizzeranno
      i capelli.

      Tanto per intenderci, abbiamo solo _3_ (e
      dico _3_) macchine con RedHat 7.2, mi pare
      siano dei P233 con 64mb di ram.
      Tutte le altre sono NT/2k/XP con hardware
      che e' pari a quello che avete voi se non
      peggio.

      Riguardo alla loro amministrazione... meglio
      non commentare...

      i nostri server vengono
      bucati/formattati/reinstallati ogni due per
      tre... la connettivita' c'e' e non c'e',
      l'accesso a Internet e' ristretto a un
      centinaio di siti e poi e poi... potrei
      scrivere ancora tante cose, ma mi fermo qui.Beh infatti me ne sono andato... da noi ad informatica la situazione è migliore perlomeno abbiamo le macchine, anche se di macchine vetuste ce ne abbiamo parecchie pure noi :-OPs io le restrizioni le bypassavo loggandomi direttamente su ing.unipi.it(quando ti danno la casella di posta la login vale anche su quella macchina) che è "affacciata sul mondo esterno" :-P da li hai una shell e ti puoi sbizzarrire, e volendo navighi via Links, non so però se è sempre fattibileciao
  • TeX scrive:
    Un bel regalo di Natale....
    "A Natale scorso, se non erro, si è passati invece a Windows XP Professional e Office XP senza un adeguato aggiornamento hardware."Evidentemente i soldi per cambiare il sw c'erano ma non quelli per l'hw....Un bel regalo di Natale per qualcuno....Detto questo, io uso un PII 350 MHz sufficientemente carrozzato di RAM (256 MB) e sinceramente non sento l'esigenza immediata di sostituirlo. C'è però da dire che evito, per quanto possibile, i software 'alla moda', ma mi rivolgo ai software più snelli e veloci. E, come dicevo, le prestazioni sono sufficenti sia con Windows 2000 che, soprattutto, con Linux.Detto in parole povere, cambiare hardware per far girare meglio dei pupazzi colorati mi sembra uno spreco di risorse...Poi se uno sul PC fa grafica o calcoli pesanti allora il discorso è diverso....
  • Anonimo scrive:
    Macchine vecchie?
    "Abbiamo sì postazioni a volontà, ma le macchine sono degli oramai vetusti Pentium 450. Sono macchine buone per il WordProcessing e la navigazione Internet, non certo per progetti di programmazione che magari impegnano gruppi di 3 o 4 persone."Mi chiedo che progetti possano fare per aver bisogno di una macchina più potente di un pentium 450...Capisco per progetti particolari, magari tesi di laurea, dottorati di ricerca o quant'altro, possano essere necessarie risorse computazionali maggiori, ma per i progettini di programmazione dei vari esami non ne vedo proprio la necessità. Per il resto del discorso, ovvero inutile il software all'ultimo grido su macchine non recentissime, concordo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Macchine vecchie?
      Boh io ho un amico che fa un mucchio di if stra-annidiati e poi li mette in un paio di cicli senza fineMa sono errori veniali, e poi mi dice che se aggiornano le macchine non succedeUn bella invece per l'antivirus! Era ora!
    • Anonimo scrive:
      Re: Macchine vecchie?
      ... e c'è chi sta peggio : nella mia facoltà (giurisprudenza, Tor Vergata, Roma) ci sono computer modernissimi (potenza di calcolo completamente inutilizzata) e ancora moltissimi P200-MMX, con 32 MBytes di RAM e dinosauriche installazioni di Windows 95, che crashano ogni tre minuti. Vie di mezzo, nulla. Al liceo avevamo delle macchine con CPU 8088 e, se non ricordo male, prive di disco rigido. Poi, nel '96, ce le cambiarono con modernissimi 386 ...Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Macchine vecchie?

      Mi chiedo che progetti possano fare per aver
      bisogno di una macchina più potente di un
      pentium 450...se hai da fare un esame di inteligenza artificiale ti assicuro che ne hai bisogno. C'e' una bella differenza trafar allenare una rete per tre ore su un 3Ghz o per un giorno e mezzo su un 450. Senza considerare database enormi da caricare in memoria...secondo me fa bene a lamentarsi sia della gestione pessimasia delle macchine vecchie.zazà.
    • Anonimo scrive:
      Re: Macchine vecchie?
      Se devi fare un progetto di informatica grafica, dove devi necessariamente utilizzare un motore grafico non banale (vedi quello di quake2, come è capitato a me), fai prima a startenena casa e a lavorare sul tuo, visto che oltre a processore e ram, ti serve anche una scheda video di un certo livello.Senza contare il disegno dei modelli 3d con il 3dStudio...
  • Anonimo scrive:
    prezzi irrisori ehehehe
    irrisori per niente visto che da 450 a 1700 cambia cpu, dissi, mobo, alim, ram, e per dare una spinta decente anche l'hd. In pratica comprando in quantità gli costerebbe meno comprare dei pc nuovi all in one.
    • Anonimo scrive:
      Re: prezzi irrisori ehehehe
      - Scritto da: Anonimo
      irrisori per niente visto che da 450 a 1700
      cambia cpu, dissi, mobo, alim, ram, e per
      dare una spinta decente anche l'hd. In
      pratica comprando in quantità gli costerebbe
      meno comprare dei pc nuovi all in one.ed è a questo punto che uno si domanda "che pago a fare le tasse universitarie"?
      • Anonimo scrive:
        Re: prezzi irrisori ehehehe
        Tasse o meno, i soldi si sono trovati per il software! :(
        • Anonimo scrive:
          Re: prezzi irrisori ehehehe
          - Scritto da: Anonimo
          Tasse o meno, i soldi si sono trovati per il
          software! :(appunto... :(
          • Anonimo scrive:
            Re: prezzi irrisori ehehehe
            Una risposta al costo del software era già stata trovata. La licenza corporate fa sì che alla fine, al laboratorio, non costi praticamente niente.
            - Scritto da: Anonimo

            Tasse o meno, i soldi si sono trovati per
            il

            software! :(
Chiudi i commenti