Cisco I-Prize, 250 mila dollari per innovare

Il premio è un sintomo delle politiche aziendali di Cisco che vedono il futuro dell'innovazione costituito da uno scambio globale di idee
Il premio è un sintomo delle politiche aziendali di Cisco che vedono il futuro dell'innovazione costituito da uno scambio globale di idee

È andato ad un team di studenti di Germania e Russia il prestigioso premio I-Prize indetto da Cisco Systems, contest che premia le migliori idee per l’azienda, idee utili che verranno in futuro avviate alla produzione di massa da parte di Cisco. I vincitori si aggiudicano un premio pari a 250mila dollari.

Il team di ricercatori, guidato dall’informatica Anna Gossen, è composto anche da suo marito Niels e da suo fratello Sergey Bessonnitsyn, ingegnere di sistemi attualmente impegnato in Russia. L’idea vincente è un sistema che permette di monitorare e gestire il consumo di energia sia a livello domestico che industriale. Il loro progetto si è aggiudicato il premio tra oltre 2500 altri team, provenienti da diversi paesi.

L’aggiudicazione arriva dopo circa un anno dal lancio del concorso, avvenuto nel 2007 in concomitanza con l’apertura della nuova sede dell’azienda in Bengalore.

“Uno degli scopi dell’I-Prize è quello di abbracciare l’innovazione in scala globale utilizzando strumenti di collaborazione che permettano di creare nuove idee e portarle dal concetto iniziale ad una concreta opportunità di mercato” ha dichiarato Marthin De Beer, vice presidente senior di Cisco. Che ha soggiunto:”L’I-Prize è un esempio concreto di come le nuove tecnologie possano rompere le barriere tradizionali dell’innovazione, creando un forum globale per scambiare nuove idee”. (V.G.)

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

15 10 2008
Link copiato negli appunti