CitizenLab, la guida anti-censura

Accessibile anche ai netizen meno esperti, ecco un prontuario di risorse per aggirare filtri e navigare nell'anonimato. CitizenLab avverte: maneggiare con cura

Roma – Se la libertà di esprimere le proprie opinioni è un miraggio, se il diritto ad informarsi è costantemente negato da filtri di ogni natura, la guida anti-censura stilata dal CitizenLab dell’Università di Toronto può rivelarsi un utile manuale delle istruzioni.

Segnalato da Ars Technica , il “manuale” di CitizenLab si propone come un prontuario per aggirare blocchi e per rendersi anonimi in rete, rivolto ai cittadini dei paesi i cui governi tentano di scoraggiare ogni consapevole partecipazione alla società civile. Paesi che, mostrano le mappe di Open Net Initiative , hanno alle spalle una lunga tradizione censoria, spesso supportata da censorware che proviene da stati insospettabili, e paesi che annodano bavagli mascherati da provvedimenti garantisti .

Si comincia con un glossario, che rende accessibile il contenuto della guida anche ai netizen meno esperti; seguono infarinature che introducono alle brutture dei regimi censori, ed ecco che CitizenLab apre la cassetta degli attrezzi.

L’aspirante netizen libero gode di una vasta scelta di sistemi per aggirare i filtri: più complesso è il sistema, più sono le possibilità di sfuggire a controlli e rischi, ma CitizenLab suggerisce di non strafare, scegliendo soluzioni adatte al proprio livello di competenze e tagliate su misura per ogni situazione.

Si comincia con le strategie per aggirare i blocchi imposti su determinati contenuti, quelle che vengono definite circumvention technology . Primo passo: individuare un contatto fidato e responsabile connesso da un’area non sottoposta a filtering, che possa fare da ponte per raggiungere contenuti altrimenti inaccessibili.
Non si nasconde al cittadino della rete che in molti paesi questi stratagemmi possono essere illegali , così come è illegale accedere a contenuti che il governo ha ritenuto inappropriati. Al tempo stesso CitizenLab avverte i gestori di servizi che fungono da ponte, come server CGIProxy , psiphon o Peacefire Circumventor : fornire l’accesso a contenuti proibiti può suscitare l’ ira funesta del censore.

Per chi invece non potesse fare affidamento su contatti all’estero, esistono altri sistemi per scavalcare i filtri: CitizenLab avvisa però che i proxy pubblici raccolgono una serie di dati che potrebbero tradire il netizen , disvelando al censore la sua identità. Il gruppo canadese consiglia i servizi web based Proxify e Stupid Censorship , servizi che in alcuni paesi sono stati a loro volta bloccati, o servizi di tunneling come Ultrasurf , Freegate , Gpass o HTTP Tunnel . Non mancano nella lista nemmeno servizi che permettono di mascherare il proprio indirizzo IP, facendo rimbalzare fra numerosi intermediari il traffico scambiato: JAP ANON , Tor e I2P le soluzioni suggerite nel documento.

Esistono tuttavia delle tecniche più empiriche per aggirare la censura in rete: dalla consultazione delle pagine conservate nella cache di Google, indicizzate e salvate al di qua dei filtri, ai servizi di traduzione offerti dai motori di ricerca e agli aggregatori RSS online, che accedono alla pagina bloccata in vece del netizen . Non tutti i metodi sono efficaci ovunque: è necessario procedere per prove ed errori prima di individuare la soluzione che fa al caso di ciascun utente.

Il documento di CitizenLab è considerato da molti estremamente utile e ben confezionato : resta da capire se il file pdf della guida sia accessibile a coloro che vivono oltre la cortina digitale.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mauro Pagliero scrive:
    risposta
    Per maggior chiarezza su cosa "avrei voluto", Ti invito a leggere il secondo comunicato stampa. Ringrazio personalmente tutti coloro che hanno espresso la loro opinione in merito alla discussione. Mauro Pagliero
  • Abusivo scrive:
    Pagliero, ma che vuoi?
    Pagliero dice che gli mettono i bastoni tra le ruote, ma non ha spiegato perché.Si può sapere perché questo genio dopo aver investito adesso torna indietro e si trova anche in collisione con un piano nazionale?
    • stargazer scrive:
      Re: Pagliero, ma che vuoi?
      - Scritto da: Abusivo
      Pagliero dice che gli mettono i bastoni tra le
      ruote, ma non ha spiegato
      perché.
      Si può sapere perché questo genio dopo aver
      investito adesso torna indietro e si trova anche
      in collisione con un piano
      nazionale?avrà ascoltato alleanza nazionale ovvero gasparri che dice che la colpa è di prodi (rotfl)
  • Luigi scrive:
    Il digitale terrestre non serve a nulla
    Secondo me, nell'era di internet dove tutti possono trovare di tutto e di più semplicemente navigando, non c'è bisogno di dare alla televisione uno spazio tanto ampio.Bisognerebbe piuttosto pensare a informatizzare la gente e portare linee dati veloci nelle case degli italiani non ancora raggiunti da questi servizi.
    • ROMETZ scrive:
      Re: Il digitale terrestre non serve a nulla
      - Scritto da: Luigi
      Secondo me, nell'era di internet dove tutti
      possono trovare di tutto e di più semplicemente
      navigando, non c'è bisogno di dare alla
      televisione uno spazio tanto
      ampio.
      Bisognerebbe piuttosto pensare a informatizzare
      la gente e portare linee dati veloci nelle case
      degli italiani non ancora raggiunti da questi
      servizi.
    • Geronimo scrive:
      Re: Il digitale terrestre non serve a nulla

      Secondo me, nell'era di internet dove tutti
      possono trovare di tutto e di più semplicemente
      navigando, non c'è bisogno di dare alla
      televisione uno spazio tanto
      ampio.Siccome tu hai internet, nessuno deve avere la tv?Hai idea di quanta banda ciucciano 20-30 milioni di persone collegate contemporaneamente per guardare la tv?Ti pare che esista abbastanza banda per rendere possibile una cosa del genere?Nell'era di internet ti pare che se uno vuole solo guardare la tv debba essere obbligato a pagarsi il canone telefonico e il canone adsl?L'adsl è comoda, la uso e la pago pure poco grazie a Tuttoincluso, ma non mi sogno nemmeno di poterla usare per guardare la tv. E se a casa vogliamo guardare 3 cose diverse, che facciamo? Compriamo 3 linee telefoniche e 3 abbonamenti adsl? Ma ti pare sensato?Col dtt se aggiungo una tv in casa non devo rendere conto né a Telecom, né ad Infostrada. Aggiungo la tv, collego l'antenna e finisce lì.
      Bisognerebbe piuttosto pensare a informatizzare
      la gente e portare linee dati veloci nelle case
      degli italiani non ancora raggiunti da questi
      servizi.Prodi ha fatto la scelta opposta. Ha fatto privatizzare Telecom Italia tagliando le gambe a qualsiasi intervento pubblico nel settore. Ora non si può tornare indietro.
      • anonimo01 scrive:
        Re: Il digitale terrestre non serve a nulla

        Col dtt se aggiungo una tv in casa non devo
        rendere conto né a Telecom, né ad Infostrada.
        Aggiungo la tv, collego l'antenna e finisce
        lì.ah, ora capisco.qui nessuno paga il canone rai.bhe allora, facile fare questi conti...
        Prodi ha fatto la scelta opposta. Ha fatto
        privatizzare Telecom Italia tagliando le gambe a
        qualsiasi intervento pubblico nel settore. Ora
        non si può tornare
        indietro.e chissenefrega di quello che ha fatto il politog di turno?invece che investire nmila miliardi in ciarpame, li investissero in tecnologia decente e dal ritorno assicurato.
        • Geronimo scrive:
          Re: Il digitale terrestre non serve a nulla


          Col dtt se aggiungo una tv in casa non devo

          rendere conto né a Telecom, né ad Infostrada.

          Aggiungo la tv, collego l'antenna e finisce

          lì.
          ah, ora capisco.
          qui nessuno paga il canone rai.Che? Quello si paga in ogni caso. E si paga una volta sia che hai 1 tv, sia che ne hai 10.E pure se non hai la tv, ma la guardi tramite adsl sul monitor di casa, dovresti sempre pagare il canone rai.Quindi se fai dei conti li devi fare al netto del costo fisso che hai in ogni caso (canone rai).Te lo semplifico dato che pare che non ci arrivi:caso A) tv con adslpaghi canone adsl e canone raicaso B) tv con dttpaghi canone raicome vedi la differenza sta nel canone adsl, non nel canone rai...svegliati un po', va'.

          Prodi ha fatto la scelta opposta. Ha fatto

          privatizzare Telecom Italia tagliando le gambe a

          qualsiasi intervento pubblico nel settore. Ora

          non si può tornare

          indietro.
          e chissenefrega di quello che ha fatto il politog
          di turno?C'entra eccome. Una volta privatizzata un'azienda, lo stato non può più darle soldi per investire. Altrimenti finisce per dover rendere conto alla Commissione Europea per aiuti di Stato.
          invece che investire nmila miliardi in ciarpame,
          li investissero in tecnologia decente e dal
          ritorno
          assicurato.E a chi dai i soldi degli investimenti? A Telecom? Sono aiuti di stato e sono vietati.Già abbiamo avuto problemi nel dare incentivi per i decoder dtt, ora non puoi pensare di dare incentivi anche per la fibra.Ah, se te lo stessi chiedendo, ci vanno 4-8 miliardi di euro di investimenti in fibra in Italia. Gli inventimenti su dtt sono stati di qualche centinaio di milioni. Praticamente nulla. Quindi anche spostassi gli incentivi da una parte all'altra non cambieresti una cippa.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Il digitale terrestre non serve a nulla
            - Scritto da: Geronimo


            Col dtt se aggiungo una tv in casa non devo


            rendere conto né a Telecom, né ad Infostrada.


            Aggiungo la tv, collego l'antenna e finisce


            lì.

            ah, ora capisco.

            qui nessuno paga il canone rai.
            Che? Quello si paga in ogni caso. E si paga una
            volta sia che hai 1 tv, sia che ne hai
            10.non mi risulta.
            E pure se non hai la tv, ma la guardi tramite
            adsl sul monitor di casa, dovresti sempre pagare
            il canone
            rai.
            Quindi se fai dei conti li devi fare al netto del
            costo fisso che hai in ogni caso (canone
            rai).
            Te lo semplifico dato che pare che non ci arrivi:
            caso A) tv con adsl
            paghi canone adsl e canone rai
            caso B) tv con dtt
            paghi canone rai
            come vedi la differenza sta nel canone adsl, non
            nel canone rai...svegliati un po',
            va'.scordi le famose una tantum.e le tessere prepagate.e diosasolo che nuovi sistemi sono nella mente per far pagare un paio di tette e una macchinina in diretta.cercate di svegliarvi voi invece, che a forzo di ascoltar palle in tv ci credete sul serio...


            Prodi ha fatto la scelta opposta. Ha fatto


            privatizzare Telecom Italia tagliando le
            gambe
            a


            qualsiasi intervento pubblico nel settore. Ora


            non si può tornare


            indietro.

            e chissenefrega di quello che ha fatto il
            politog

            di turno?
            C'entra eccome. Una volta privatizzata
            un'azienda, lo stato non può più darle soldi per
            investire. Altrimenti finisce per dover rendere
            conto alla Commissione Europea per aiuti di
            Stato.v commento precedente :(

            invece che investire nmila miliardi in ciarpame,

            li investissero in tecnologia decente e dal

            ritorno

            assicurato.
            E a chi dai i soldi degli investimenti? A
            Telecom? Sono aiuti di stato e sono
            vietati.omg, allora ci fate :(
            Già abbiamo avuto problemi nel dare incentivi per
            i decoder dtt, ora non puoi pensare di dare
            incentivi anche per la
            fibra.
            Ah, se te lo stessi chiedendo, ci vanno 4-8
            miliardi di euro di investimenti in fibra in
            Italia. Gli inventimenti su dtt sono stati di
            qualche centinaio di milioni. Praticamente nulla.
            Quindi anche spostassi gli incentivi da una parte
            all'altra non cambieresti una
            cippa.vabbè saluti itagliano, io non posso sta qui tutta la sera a discutere di boiate.è stato stimolante però, te ne do atto :)saluti.ps: ma da quanto usate internet? da almeno 5 minuti, sembra...tv il futuro :( ...assurdo...
          • Geronimo scrive:
            Re: Il digitale terrestre non serve a nulla


            Che? Quello si paga in ogni caso. E si paga una

            volta sia che hai 1 tv, sia che ne hai

            10.
            non mi risulta.LOL. Il canone si paga una volta per nucleo familiare.Se hai 10 case e 20 tv, paghi sempre una volta il canone.Se non ti risulta...beh, sei ignorante in materia. Che altro dirti?

            ci vanno 4-8

            miliardi di euro di investimenti in fibra in

            Italia. Gli inventimenti su dtt sono stati di

            qualche centinaio di milioni. Praticamente
            nulla.

            Quindi anche spostassi gli incentivi da una

            parte all'altra non cambieresti una

            cippa.
            vabbè saluti itaglianoNel senso che non è vero che ci vanno 4-8 miliardi?O che non è vero che per il dtt si sono spesi solo qualche centinaio di milioni?
            ps: ma da quanto usate internet? da almeno
            5 minuti, sembra...tv il futuro :(
            ...assurdo...La tv non è il futuro. La tv è il presente. Il dtt è il presente.Il dtt c'è ora. La tv vi internet potrà essere il futuro se e quando avrà risolto i problemi di banda. Per vedere la tv ora è meglio il dtt della tv via web.Ah, ho internet dal 97. E sono in grado di separare servizi di internet dai servizi della tv.
    • Abusivo scrive:
      Re: Il digitale terrestre non serve a nulla
      In Inghilterra hanno iniziato lo switch-off questa mattina alle 2 (finirà nel 2012, per le Olimpiadi). E hanno la migliore banda larga d'Europa.Sono scemi, secondo te?
      • anonimo01 scrive:
        Re: Il digitale terrestre non serve a nulla
        - Scritto da: Abusivo
        In Inghilterra hanno iniziato lo switch-off
        questa mattina alle 2 (finirà nel 2012, per le
        Olimpiadi). E hanno la migliore banda larga
        d'Europa.
        Sono scemi, secondo te?no, sanno far le cose, semplicemente.
        • Geppo scrive:
          Re: Il digitale terrestre non serve a nulla


          In Inghilterra hanno iniziato lo switch-off

          questa mattina alle 2 (finirà nel 2012, per le

          Olimpiadi). E hanno la migliore banda larga

          d'Europa.

          Sono scemi, secondo te?
          no, sanno far le cose, semplicemente.E non le sa fare nemmeno l'Australia?Nemmeno la Finlandia e la Svezia?Nemmeno la Francia?Nemmeno gli Stati Uniti d'America?Nemmeno la Cina?Tutti scemi e tu furbo?
    • stargazer scrive:
      Re: Il digitale terrestre non serve a nulla
      forse non l'hai capito ma portare la feccia del consumismo significa avere una possibilità di rendere più stupidi e a questi farli bere o acquistare qualsiasi stronzata che le multinazionali propinanoil business dei tvfonini o delle adsl home tv cosa credi che servano?
  • anoninona scrive:
    La vera storia del dt italiano
    Il dt in Italia non funzionerà mai proprio grazie alla Legge Gasparri e a chi l'ha voluta.E' stato introdotto in fretta e furia perché un giudice ha dichiarato che la frequenza analogica su cui trasmette rete4 dovesse essere occupata dal LEGITTIMO PROPRIETARIO, ovvero europa7, e quindi rete4 doveva finire sul satellite.Per far sopravvivere "la rete di Fede" il governo berlusconi (non ricordo se il 2 o il 3) se ne uscì con quella legge posticcia e arraffazzonata.E poi Gasparri va ad attaccare l'attuale governo.Io non ce l'ho con lui, ce l'ho con chi l'ascolta...
    • Vodafone: se lo conosci lo eviti scrive:
      Re: La vera storia del dt italiano
      - Scritto da: anoninona
      Il dt in Italia non funzionerà mai proprio grazie
      alla Legge Gasparri e a chi l'ha
      voluta.
      E' stato introdotto in fretta e furia perché un
      giudice ha dichiarato che la frequenza analogica
      su cui trasmette rete4 dovesse essere occupata
      dal LEGITTIMO PROPRIETARIO, ovvero europa7, e
      quindi rete4 doveva finire sul
      satellite.Quante fregnacce in un solo post. Ma tu ti informi o ricopi le fregnacce degli altri?Mettiamo ordine.Il dtt ha origini antiche. Anni 90. Prodi al governo e prime sperimentazioni nella città di Torino.In Europa si decide il passaggio al digitale nel 2012.L'Italia si adegua agli orientamenti UE nel marzo 2001 (governo Amato, sinistra) ponendo come limite alle trasmissioni analogiche il 2006.Il governo Berlusconi cambia data. Ritarda dal 2006 al 2008. Quindi non in fretta e furia, ma rallenta il passaggio.Poi arriva Prodi bis. E Gentiloni rallenta ancora di più il passaggio al dtt, ponendo la data dal 2008 al 2012. Nello stesso periodo la Francia si dichiara ottimista nel riuscire ad anticipare dal 2012 al 2008 il passaggio al digitale terrestre.Quanto alla favola che Europa7 ti racconta su Rete4, ci sono ben poche cose vere.Il passaggio di rete4 al digitale è un obbligo imposto dalla sentenza 466/2002.Questo obbligo doveva essere posto al 2003 SE ci fosse stato un sufficiente sviluppo della piattaforma digitale. Sviluppo che non c'è stato. Quindi rete4 analogica non ha chiuso.Piccolo particolare: nelle zone in cui il passaggio al digitale è stato già fatto, rete4 analogica ha già chiuso da un pezzo. Lì il congruo sviluppo del digitale c'è stato e il passaggio è stato effettuato senza problemi.Ah, da notare che le frequenze di rete4 non sono passate ad Europa7, proprio perché da nessuna parte sta scritto che quelle frequenze debbano passare ad Europa7.No. Quella sentenza del 2002 non lo dice.E, NO. Nemmeno l'avvocatura della corte di giustizia europea l'ha detto il 12 settembre 2007. Anzi, in quella sentenza si è ribatito che se si togliessero le frequenze a Mediaset, questa dovrebbe ottenere un indennizzo. Praticamente l'opposto di quel che sostiene Europa7.Europa7 non è proprietaria di nulla. Ha una concessione che non s'è mai svegliata ad utilizzare. Non ha mai comprato le frequenze necessarie per trasmettere ed è sempre rimasta lì ferma. Nel frattempo su digitale e su analogico sono nate parecchie altre tv.Europa7 dove stava? Sono nati 2 mux digitali di Mediaset, altri 2 digitali di Telecom, altri 2 della Rai. Un altro mux digitale è stato costruito da H3g e un altro ancora da Tim e da Vodafone. Finito? Manco per nulla. Persino l'Espresso è entrato nelle tv comprando frequenze per 2 canali, uno in digitale e uno in analogico. Europa7 che ha fatto? Nulla.Aspetta solo che qualche politico le regali qualcosa. Mai sentito che una tv spenda soldi per pellicole e sale di registrazione (come dice di aver fatto Europa7) e che poi resti nel limbo a vita. Al posto di De Stefani avrei fatto accordi con altre tv, avrei cercato di entrare nel digitale con ReteA o come ha fatto SitCom e altri. Invece De Stefani non ha fatto nulla.
      • anoninona scrive:
        Re: La vera storia del dt italiano
        Ma chi te le da queste informazioni?Tuo babbo confalonieri?dimmi una sola legge dei due governi berlusconi in cui non vi sia un arricchimento diretto del capo del governo o che serva a tenere fuori dalla galera i suoi picciotti.al massimo ci sono quelleper far contenti i ricattatori della lega, quelli che hanno le prove dei traffici illeciti del cavaliere e per questo lo stringono per le ... e restano ancorati a lui e ai suoi soldi.
        • Vodafone: se lo conosci lo eviti scrive:
          Re: La vera storia del dt italiano
          - Scritto da: anoninona
          Ma chi te le da queste informazioni?La legge e le sentenze della corte costituzionale...lo so, tu forse sei abituato a leggere solo wikipedia e ti basta, ma nella vita non è proprio così.Come vedi ho citato le fonti da cui ho preso le informazioni e volendo posso pure quotarti i punti esatti in cui si dicono le cose che ho scritto.Puoi fare lo stesso?Puoi indicare la fonte e quotare il punto esatto in cui si direbbe che rete4 è abusiva e che deve ridare le sue frequenze ad Europa7? Non esiste. Ma ti sfido ugualmente. Porta le tue fonti.Per i canali e le società che hanno investito sulla tv digitale...non servono fonti. Basta accendere la tv e vedere che canali ci sono.I canali di rai, mediaset e telecom in digitale, di telecom in analogico, di Tre in digitale e dell'espresso in digitale e analogico sono cosa nota e verificabile da tv analogica, tv digitale e cellulari dvb-h.
          dimmi una sola legge dei due governi berlusconi
          in cui non vi sia un arricchimento direttoMettiamo anche che tutte le leggi del governo Berlusconi siano state fatte per favorire Berlusconi. Questo che c'entra col fatto che da nessuna parte sta scritto che rete4 deve restituire le sue frequenze senza compenso?Cosa c'entrano queste leggi col fatto che gli Usa, come l'Australia hanno deciso il passaggio al dtt? Oppure cosa c'entra col fatto che la Svezia, l'Olanda e la Finlandia hanno già fatto il passaggio al DTT, mentre la Francia lo sta anticipando proprio mentre noi lo ritardiamo? E guarda che in questi Paesi il dtt è lo stesso usato da noi, solo che lì l'mhp è meno usato (si vendono più decoder zapper che decoder mhp, dato che la tv a pagamento È fatta a canone mensile come per sky e non a gettono come per Mediaset).Poi mi spieghi come la riforma del diritto societario, il decreto sulla competitività, il pico, la riforma biagi, la riforma delle pensioni, la patente a punti e tante altre riforme avrebbero fatto arricchire Berlusconi.
        • Loris Batacchi scrive:
          Re: La vera storia del dt italiano
          Veramente quello che fa la figura del superficiale qui sei tu, rispondi ad un post pieno di dati e riferimenti con delle chiacchiere qualunquiste da bar.Intanto te ne dico una per farti contento: patente a punti.P.S. E a te chi te le da le notizie? Il giornalino di Lotta Comunista?
          • Giuseppe scrive:
            Re: La vera storia del dt italiano
            - Scritto da: Loris Batacchi
            Veramente quello che fa la figura del
            superficiale qui sei tu, rispondi ad un post
            pieno di dati e riferimenti con delle chiacchiere
            qualunquiste da
            bar.Aggiungo una cosa cui forse il compagno "anoninona" non ha fatto caso.Andare di fretta e furia col dtt è l'unico modo per far applicare la sentenza 466/2002: unico modo per far chiudere rete4 analogica.Il ritardare il passaggio al dtt come sta facendo Gentiloni AIUTA rete4, non la sfavorisce proprio. Questo perché senza passaggio forzato al dtt, manca il vincolo di congruo sviluppo della piattaforma digitale e senza quella congruità rete4 può legalmente restare su analogico.L'ironia è proprio qui: si vuole che rete4 chiuda e non si vuole il dtt, solo che per avere una cosa serve l'altra! Prima ci arrivano a sinistra, meno brutte figure si fanno.
          • anoninona scrive:
            Re: La vera storia del dt italiano
            A) la patente a punti è stata un fuoco di paglia. E poi sarebbe l'unica.B) Le notizie me le da la Padania, quando annunciò di voler pubblicare nel 96 un servizio su berlusconi narcotrafficante. Servizio mai apparso perché la lega si alleò con berlusconi.C)La sentenza citata dal tipo sopra è stata data quando era presidente del consiglio il titolare delle frequenze. Infatti l'avvocatura di stato ricorse contro la cassazione presso la corte costituzionale. Ergo: abbiamo pagato noi italiani con le tasse gli avvocati per difendere gli interessi di berlusconi (basta leggere la sentenza http://www.giurcost.org/decisioni/2002/0466s-02.html).E poi è colpa di questo governo se paghiamo troppe tasse.Ma le spese inutili e/o dannose dei 2 governi berlusconi precedenti non se le fila nessuno? Facile dare la colpa agli altri...D) Il giornale Lotta comunista io non l'ho mai letto. Forse ti sbagli con Sandro Bondi. O con Paolo Guzzanti. O con Roberto maroni. Tutti ex comunisti militanti (soprattutto Bondi, ex sindaco PCI di Pontremoli che una volta senza lavoro fu accolto come tuttofare e ospitato nella dependance di arcore, e lui i comunisti non li vuole in casa...)
          • anoninona scrive:
            Re: La vera storia del dt italiano
            MMhhh... andata persa la mia risposta di prima... o censurata...vabbé tanto che ci parlo a fare con voi fascisti.Invece di difendere la legge gasparri, guardate chi l'ha autorizzata... colui che ne ricava più profitto.E chi l'ha contestata si è visto rivolgere contro (nella scorsa legislatura) l'avvocatura della repubblica, ovvero gli avvocati pagati dallo stato. Che difendevano berlusconi.Quindi noi pagavamo gli avvocati di berlusconi. Ecco che fine hanno fatto quei soldi che ora ci chiedono con più tasse.Io non leggo Lotta comunista. ti sbagli con Paolo guzzanti, o con sandro bondi, o con roberto maroni, tutti ex comunisti e ora collaboratori del cavaliere. E per fortuna non voleva i comunisti in italia.
          • Giusto scrive:
            Re: La vera storia del dt italiano
            - Scritto da: anoninona
            MMhhh... andata persa la mia risposta di prima...
            o
            censurata...
            vabbé tanto che ci parlo a fare con voi fascisti.
            Invece di difendere la legge gasparri, guardate
            chi l'ha autorizzata..Ma sei in grado di seguire un filo logico?Hai detto che Berlusconi ha messo il dtt in fretta e furia per salvare r4.Ti hanno mostrato leggi e sentenze che dimostrano l'opposto ed ora l'unica cosa che sai dire e che nemmeno dimostri è che la Gasparri ha favorito Mediaset.La Gasparri non ha favorito mediaset. Ha avuto il pregio di avviare il digitale terrestre permettendo a chi è nell'editoria di entrare nelle tv (vedi l'Espresso), ma ha avuto il difetto di ingessare la tv analogica, su cui giustamente non ha senso investire visto che è destinata a chiudere in favore del digitale.Allora, in cosa la Gasparri avrebbe favorito Mediaset?E non tirar di nuovo fuori r4 ed Europa7.Quella è storia vecchia. R4 chiuderà al passaggio al dtt, non prima. Così ha stabilito la corte costituzionale dicendo che ci va il congruo sviluppo prima della chiusura della tv analogica.Il resto sugli avvocati...diciamo pure che è tutto vero. Ma che vuoi dimostrare?Io e gli altri ti abbiamo dimostrato che tutto quel che hai scritto su r4 abusiva e su europa7 è falso. Tu invece di ribattere su quelli cominci a dare del fascista e cambi discorso. Che figura pensi di farci?
          • Vikinger scrive:
            Re: La vera storia del dt italiano
            - Scritto da: Giusto
            - Scritto da: anoninona

            MMhhh... andata persa la mia risposta di
            prima...

            o

            censurata...

            vabbé tanto che ci parlo a fare con voi
            fascisti.

            Invece di difendere la legge gasparri, guardate

            chi l'ha autorizzata..
            Ma sei in grado di seguire un filo logico?
            Hai detto che Berlusconi ha messo il dtt in
            fretta e furia per salvare
            r4.
            Ti hanno mostrato leggi e sentenze che dimostrano
            l'opposto ed ora l'unica cosa che sai dire e che
            nemmeno dimostri è che la Gasparri ha favorito
            Mediaset.

            La Gasparri non ha favorito mediaset. Ha avuto il
            pregio di avviare il digitale terrestre
            permettendo a chi è nell'editoria di entrare
            nelle tv (vedi l'Espresso), ma ha avuto il
            difetto di ingessare la tv analogica, su cui
            giustamente non ha senso investire visto che è
            destinata a chiudere in favore del
            digitale.
            Allora, in cosa la Gasparri avrebbe favorito
            Mediaset?
            E non tirar di nuovo fuori r4 ed Europa7.
            Quella è storia vecchia. R4 chiuderà al passaggio
            al dtt, non prima. Così ha stabilito la corte
            costituzionale dicendo che ci va il congruo
            sviluppo prima della chiusura della tv
            analogica.
            Il resto sugli avvocati...diciamo pure che è
            tutto vero. Ma che vuoi
            dimostrare?
            Io e gli altri ti abbiamo dimostrato che tutto
            quel che hai scritto su r4 abusiva e su europa7 è
            falso. Tu invece di ribattere su quelli cominci a
            dare del fascista e cambi discorso. Che figura
            pensi di
            farci?Che dire...quattro post uno migliore dell'altro.Se potessi stringerei la mano a tutti e quattro,veramente. :)
          • anoninona scrive:
            Re: La vera storia del dt italiano
            ma allora sei scemo te.A berlusconi è stata data ragione SOLAMENTE QUANDO IL GIUDIZIO E' STATO ESPRESSO DURANTE IL SUO GOVERNO, MAI PRIMA.In poche parole è riuscito ad avere ragione solamente quando era un amministratore di quella stessa giustizia che precedentemente gli dava contro.Basta guardare le date. Il ricorso alla corte costituzionale è del 2003. Chi era il capo del governo?Tempo perso. Se non eri scemo non scrivevi quella risposta.E non cambio discorso.Solo fa male sentirsi dire che il politico che favorisce l'evasione fiscale per cui ci si può comprare il mercedes è solamente un affarista (nella migliore delle ipotesi).E non me ne frega niente di fare una pessima figura davanti a tanti decerebrati che siete.Abbiate almeno il coraggio di farmi parlare. O volete ritirare fuori i manganelli?E poi non attaccare la mia persona: attacca le date, per screditare il mio ragionamento. Oh... non puoi... mah...
          • Pistola scrive:
            Re: La vera storia del dt italiano

            Basta guardare le date. Il ricorso alla corte
            costituzionale è del 2003. Chi era il capo del
            governo?La corte costituzionale è l'ultimo grado di giudizio, non esiste altro ricorso contro quel che decide la corte...E la sentenza su rete4 è del 2002.Altro punto: la corte costituzionale non è controllata dal governo. Mai.E nel 2002 i membri eletti per la corte costituzionale erano quelli eletti nella precedente legislatura di sinistra.Oh, ne avessi azzeccata una.
            E poi non attaccare la mia persona: attacca le
            date, per screditare il mio ragionamento.Il problema non sono le date (che pure sbagli), ma il ragionamento di fondo.E nemmeno citi quali sentenze della corte costituzionale Berlusconi avrebbe comprato. Né spieghi quale vantaggio ne avrebbe tratto, né in che modo abbia ottenuto questi (inesistenti) favori da parte della Corte. Tanto meno spieghi chi e come avrebbbe appurato la corruzione da parte di Berlusconi dei membri della Corte.Insomma, il tuo ragionamento non va screditato: tu proprio non hai ragionato né argomentato. I manganelli con te non servono. Più ignorante di così non potresti essere in merito all'argomento rete4 e frequenze non date (da D'Alema) ad Europa7.
  • Vikinger scrive:
    Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
    - Scritto da: Pippo Palle
    - Scritto da: Vikinger

    EEEhhh,sveglissima, si vede dall'intensità dello

    sguardo....

    Immagino che tu di Nobel ne abbia vinto almeno
    due...Di sicuro non ho cento anni sulle spalle...ma tanto non contano...è lo spirito che rende giovani no? :D
    • mmmmmmmmmm scrive:
      Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
      tranquillo che si era capito che hai 12 anni. Comunque coraggio, c'e' speranza per tutti
      • Vikinger scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
        - Scritto da: mmmmmmmmmm
        tranquillo che si era capito che hai 12 anni.
        Comunque coraggio, c'e' speranza per
        tuttiDi sicuro,detto da te....
  • pippo scrive:
    L'utente medio se ne frega
    Da utente devo dire che ho fatto la grande sciocchezza (per non dire altro) di acquistare il decoder...primo problema: il proprietario del negozio mi dice che non sono rientrato nel bonus per cui devo pagare la differenza.(comunque me lo aveva gia accennato all'acquisto)Secondo problema dove abito (ascoli piceno) benche nel 2005 fu bersagliato da centinaia di cartelli della DTV, la dtv non si vede o meglio si vede solo nel centro città .Tornando dal rivenditore mi ha detto che la zona dove abito è coperta ma occorre un potenziamento dell'antenna.chiamo il tecnico e mi chiede 200 euro...gli dico guarda dovrebbe essere gratis....lui mi risponde fatti dire dal rivenditore chi lo fa gratis...il rivenditore conferma che stanno cambiando gli operatori...devo attenderre...Lascio perdere!!Aspetto ...riprovo(qualche mese fa)... corbezzoli si vede..ben 24 canali (ma la potenza non è elevatissima!)provo a registrare alcune trasmissioni dato che spesso li fanno in orari quando io lavoro ..e sorpresa....immagini saltate audio non sincronizzato zone senza immagini oppure senza audio....controllo durante le trasmissioni ... è vero (salti blocchi) spengo e riaccendo il decoder + volte.....non solo spesso i telegiornali sono repliche...la diretta è solo sul canale analogicoSono tornato alla televisione analogica e se un giorno vorro vedere più canali ... sicuramente passero a SKY...Un utente
    • koolmind scrive:
      Re: L'utente medio se ne frega
      Devo ammettere che anche io ho avuto un'esperienza simile.Il problema è che pur ammesso che qualche ripetitore sia stato adeguato al nuovo standard, tale ripetitore è quello meno usato di tutti. Mi spiego. Io la TV normale la vedo dal ripetitore di Monteluco (SIENA) e come me il 90% delle persone nel raggio di tantissimi km. Ebbene... ste testine di pinolo hanno digitalizzato il ripetitore del Monte Amiata (che vedono male anche sul Monte Amiata!!) buttando via molti soldi e rendendo indispensabile riorientare le antenne.Inutile dire che nessuno lo ha fatto... tanto del DTT non importa a nessuno per adesso!! NEMMENO AL GOVERNO PARE!Mi ritengo abbastanza apolitico, sebbene orientato da una parte anziché dall'altra, però reputo che la decisione del Governo di postipare lo switch off al 2013 sia un'azione assolutamente irrispettosa verso chi si è già preso un decoder che nel 2013 sarà così obsoleto da non essere buono nemmeno per friggerci un uovo!!Riassumendo... siamo in Italia! Gli Europei ci prendevano per il culo per l'ADSL praticamente assente ovunque e adesso si burleranno di noi anche per il DTT!!PS: io sono di Siena! La pima città cablata d'Italia! Ricordiamocelo! Ci tengono molto a dirlo gli scaldapoltrone che siedono in comune!
  • Nome e cognome scrive:
    il digitale fa cagare
    fa cagare a livello tecnico, basta introdurre anche un solo elemento digitale nella visione delle immagini (ad esempio un TV digitale su un canale analogico) che la visione diventa innaturale ed artefatta.Il digitale o la TV HD e' (sembra) bellissima fino a quando l'inquadratura e' fissa o si sposta molto lentamente, ma quando inizia a scorrere velocemente il digitale (tutto anche il 1080p, alla faccia della banda che utilizza) inizia a scattare indecorosamente, una cosa inguardabile, e se quel tipo di inquadrature a scroll veloce e' prolungato nel tempo, diventa roba da far venire i conati di vomito. Non so se avete provato a vedere un film d'azione anni 70 in digitale. Da vomito.Ora sembra che per adattarsi al nuovo handicap tecnologico, i registi di film che potrebbero essere considerati del genere d'azione, riducono al minimo le scene in cui viene a galla questa "cacca digitale" o comunque le frammentano con lunghe pause ad inquadratura fissa (o quasi).
    • Vikinger scrive:
      Re: il digitale fa cagare
      - Scritto da: Nome e cognome
      fa cagare a livello tecnico, basta introdurre
      anche un solo elemento digitale nella visione
      delle immagini (ad esempio un TV digitale su un
      canale analogico) che la visione diventa
      innaturale ed
      artefatta.

      Il digitale o la TV HD e' (sembra) bellissima
      fino a quando l'inquadratura e' fissa o si sposta
      molto lentamente, ma quando inizia a scorrere
      velocemente il digitale (tutto anche il 1080p,
      alla faccia della banda che utilizza) inizia a
      scattare indecorosamente, una cosa inguardabile,
      e se quel tipo di inquadrature a scroll veloce e'
      prolungato nel tempo, diventa roba da far venire
      i conati di vomito. Non so se avete provato a
      vedere un film d'azione anni 70 in digitale. Da
      vomito.
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Mai sentite tante castronerie.....
      Ora sembra che per adattarsi al nuovo handicap
      tecnologico, i registi di film che potrebbero
      essere considerati del genere d'azione, riducono
      al minimo le scene in cui viene a galla questa
      "cacca digitale" o comunque le frammentano con
      lunghe pause ad inquadratura fissa (o
      quasi).Mah....si vede che ne hai visti tanti di film d'azione(rotfl)
    • Athlon64 scrive:
      Re: il digitale fa cagare

      Il digitale o la TV HD e' (sembra) bellissima
      fino a quando l'inquadratura e' fissa o si sposta
      molto lentamente, ma quando inizia a scorrere
      velocemente il digitale (tutto anche il 1080p,
      alla faccia della banda che utilizza) inizia a
      scattare indecorosamente, una cosa inguardabile,
      e se quel tipo di inquadrature a scroll veloce e'
      prolungato nel tempo, diventa roba da far venire
      i conati di vomito.Non mi pare proprio! Ad esempio la copia di Matrix Reloaded in HD che ho è stupefacente nelle scene di inseguimento ad alta velocità sull'autostrada. Il problema di cui parli comunque è già presente nativamente al cinema, i 24 fotogrammi al secondo nelle carrellate veloci creano un po' di bandeggio, evidente soprattutto su schermi molto grossi (ad esempio proprio al cinema!).
      • Nome e cognome scrive:
        Re: il digitale fa cagare
        - Scritto da: Athlon64

        Il digitale o la TV HD e' (sembra) bellissima

        fino a quando l'inquadratura e' fissa o si
        sposta

        molto lentamente, ma quando inizia a scorrere

        velocemente il digitale (tutto anche il 1080p,

        alla faccia della banda che utilizza) inizia a

        scattare indecorosamente, una cosa inguardabile,

        e se quel tipo di inquadrature a scroll veloce
        e'

        prolungato nel tempo, diventa roba da far venire

        i conati di vomito.

        Non mi pare proprio! Ad esempio la copia di
        Matrix Reloaded in HD che ho è stupefacente nelle
        scene di inseguimento ad alta velocità
        sull'autostrada. Il problema di cui parli
        comunque è già presente nativamente al cinema, i
        24 fotogrammi al secondo nelle carrellate veloci
        creano un po' di bandeggio, evidente soprattutto
        su schermi molto grossi (ad esempio proprio al
        cinema!).Concordo se parli di film usciti recentementi e "ottimizzati" per il digitale, ma io parlo di trasmissione in DDT di vecchi film o ricezione TV analogica su schermo digitale. Cioe' il 90% di quello che puoi ricevere dall'antenna oggi.Gli scatti che forse si chiamano come dici tu, bandeggio, anche su grandissimo schermo al cinema, se tutta la fila, dalla cinepresa al proiettore era analogica, erano completamente assenti per quel che posso ricordare (non vado al cinema da anni ormai).
    • Tyler scrive:
      Re: il digitale fa cagare
      Concordo pienamente. La chiamano rivoluzione ma a me sembra un tornare indietro. Soprattutto se si usa TV digitale con DDT o DVD. La siutazione migliora se si l'input è un videogioco ad esempio da Xbox360.
      • Abusivo scrive:
        Re: il digitale fa cagare
        La "TV digitale" non è lo schermo piatto che hai appena comprato per il salotto.No, perché non mi sembrava chiaro, qui.Il fatto che il DDT e il DVD faccia schifo sul tuo schermo HD, è perché la risoluzione delle sorgenti e del pannello LCD sono diverse, spesso anche nel rapporto altezza-larghezza, e qualsiasi conversione è una partita persa, non perché "il digitale in se fa schifo".
      • Nome e cognome scrive:
        Re: il digitale fa cagare
        - Scritto da: Tyler
        Concordo pienamente. La chiamano rivoluzione ma a
        me sembra un tornare indietro. Soprattutto se si
        usa TV digitale con DDT o DVD. La siutazione
        migliora se si l'input è un videogioco ad esempio
        da Xbox360.Ok, c'e' anche questo aspetto. Ma il problema di cui parlavo riguardava solo il movimento delle immagini.
    • Abusivo scrive:
      Re: il digitale fa cagare

      fa cagare a livello tecnico, basta introdurre
      anche un solo elemento digitale nella visione
      delle immagini (ad esempio un TV digitale su un
      canale analogico) che la visione diventa
      innaturale ed artefatta.Tu sei un fan del teatro dal vivo, a quanto pare...
      • Nome e cognome scrive:
        Re: il digitale fa cagare
        - Scritto da: Abusivo

        fa cagare a livello tecnico, basta introdurre

        anche un solo elemento digitale nella visione

        delle immagini (ad esempio un TV digitale su un

        canale analogico) che la visione diventa

        innaturale ed artefatta.

        Tu sei un fan del teatro dal vivo, a quanto
        pare...Non proprio, mi accontenteri di una TV completamente analogica, o che almeno la lasciassero in funzione e in libera vendita gli apparecchi. Preferisco un poco di effetto nebbia agli artefatti del digitale.Va da se che ne guardo sempre meno, ma almeno restasse la vecchia qualita'.
    • stargazer scrive:
      Re: il digitale fa cagare
      - Scritto da: Nome e cognome
      fa cagare a livello tecnico, basta introdurre
      anche un solo elemento digitale nella visione
      delle immagini (ad esempio un TV digitale su un
      canale analogico) che la visione diventa
      innaturale ed
      artefatta.

      Il digitale o la TV HD e' (sembra) bellissima
      fino a quando l'inquadratura e' fissa o si sposta
      molto lentamente, ma quando inizia a scorrere
      velocemente il digitale (tutto anche il 1080p,
      alla faccia della banda che utilizza) inizia a
      scattare indecorosamente, una cosa inguardabile,
      e se quel tipo di inquadrature a scroll veloce e'
      prolungato nel tempo, diventa roba da far venire
      i conati di vomito. Non so se avete provato a
      vedere un film d'azione anni 70 in digitale. Da
      vomito.

      Ora sembra che per adattarsi al nuovo handicap
      tecnologico, i registi di film che potrebbero
      essere considerati del genere d'azione, riducono
      al minimo le scene in cui viene a galla questa
      "cacca digitale" o comunque le frammentano con
      lunghe pause ad inquadratura fissa (o
      quasi).Secondo me tu stai confondendoti con la qualità cesso che hanno certi lcd tvvisto molti considerano il response time ma non considerano il lag timepoi i produttori sono soventi a non rispettare neanche il response timetanto la gente compra comunque
  • autocoscien te scrive:
    mortacci come siamo messi male
    ma io, almeno dagli utenti pi, mi aspettavo una sommossa contro il dt.Cioè, come si fa a parlare di dt e contenuti 'interattivi' e switchoff nel 2020 (!!!!!!!) quando già oggi esiste la tv p2p ?Possibile che nessuno si sia accorto di joost? delle sue potenzialità?Non tanto come programma in se, dato che i contenuti per ora sono prodotti da un soggetto specifico, quanto per la tecnologia che c'è dietro.Già con quella tecnologia non c'è bisogno di banda larga per veicolare il canale tv, io con una misera 4mbit scarsa la vedo benissimo, e tanti canali sono pure in 16:9 e con alta qualità.Io vedo una piattaforma aperta, basta sulla tecnologia p2p, dove tutti possono fare broadcasting. Youtube? vecchio di 5 anni ormai, la sua epoca l'ha fatta, ha "rivoluzionato" (o cambiato) il modo di "guardare" contenuti video.La TV è morta, state guardando una scatola vecchia di 60 anni, come se per ascoltare musica si andasse in giro con un bel 8 piste attaccato al collo.Chi ha investito nel dt, secondo me, sono persone senza cultura tecnologica, persone a cui han fatto sniffare un business con un'odore non propriamente di ciclamino.Ora mi chiedo: ma come fa un responsabile tecnologico serio a dire "si bene, questo è il futuro della tv per almeno altri 50 anni, possiamo pure investire 3mln di euro per qusta cosa".Ma come si fa dico io?Ma allora sei una fava, non ci capisci una pippa di tecnologia, ammettilo e ti togli un peso.Il dt era solo un escamotage di silvio per continuare a trasmettere legalmente (visto che ora lo sta facendo illegalmente) e continuare a spartirsi il gruzzolo delle pubblicità, tutto qui, niente di tecnologico, solo soldi.E questi ci son cascati?Arrangiatevi, ora non chiedete danni a nessuno, rinunciate e basta, non siete capaci di giudicare niente, non avete visto il tranello, non avete capito che la tecnologia del dt è finta e vecchia e inutilizzabile.E come diceva mia nonna: ora è inutile piangere sul latte versato.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: mortacci come siamo messi male
      - Scritto da: autocoscien te
      ma io, almeno dagli utenti pi, mi aspettavo una
      sommossa contro il dt.
      Cioè, come si fa a parlare di dt e contenuti
      'interattivi' e switchoff nel 2020 (!!!!!!!)
      quando già oggi esiste la tv p2p ?Ma soprattutto a qualcuno frega di stare a guardare la TV ?
      • anonimo01 scrive:
        Re: mortacci come siamo messi male
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: autocoscien te

        ma io, almeno dagli utenti pi, mi aspettavo una

        sommossa contro il dt.

        Cioè, come si fa a parlare di dt e contenuti

        'interattivi' e switchoff nel 2020 (!!!!!!!)

        quando già oggi esiste la tv p2p ?

        Ma soprattutto a qualcuno frega di stare a
        guardare la TV
        ?se potessi sciegliere cosa guardare e quando guardare, sarebbe utile.trovo alquanto fastidioso che per vedere determinati programmi mi deva per forza trovare con un appuntamento fisso davanti alla scatola a colori...aspetto già il treno e la metro, basta appuntamenti per vedere trasmissioni (che poi magari fanno anche schizo) che poi sforano pure d'orario (causa pubbbbbbbbbblicità)...io voglio vedere quel che voglio quando voglio.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: mortacci come siamo messi male
          - Scritto da: anonimo01
          - Scritto da: Nome e cognome

          - Scritto da: autocoscien te


          ma io, almeno dagli utenti pi, mi aspettavo
          una


          sommossa contro il dt.


          Cioè, come si fa a parlare di dt e contenuti


          'interattivi' e switchoff nel 2020 (!!!!!!!)


          quando già oggi esiste la tv p2p ?



          Ma soprattutto a qualcuno frega di stare a

          guardare la TV

          ?

          se potessi sciegliere cosa guardare e quando
          guardare, sarebbe
          utile.
          trovo alquanto fastidioso che per vedere
          determinati programmi mi deva per forza trovare
          con un appuntamento fisso davanti alla scatola a
          colori...

          aspetto già il treno e la metro, basta
          appuntamenti per vedere trasmissioni (che poi
          magari fanno anche schizo) che poi sforano pure
          d'orario (causa
          pubbbbbbbbbblicità)...

          io voglio vedere quel che voglio quando voglio.Quindi siti FTP non Tv.
          • anonimo01 scrive:
            Re: mortacci come siamo messi male


            io voglio vedere quel che voglio quando voglio.

            Quindi siti FTP non Tv.quindi hai la delorean con il freno a mano tirato nel '80.Joost, altro che FTP (e aspetta di vedere come si evolverà!)...
          • Nome e scognome scrive:
            Re: mortacci come siamo messi male
            - Scritto da: anonimo01


            io voglio vedere quel che voglio quando voglio.

            Quindi siti FTP non Tv.
            quindi hai la delorean con il freno a mano tirato
            nel '80.Funziona perfettamente, tu invece ci ritroverai una macchinetta tutta colorata e appiccicaticcia per la colla degli adesivi degli sponsor; tanti da coprire lo schermo come nella tv del film Idiocracy.
            Joost, altro che FTP (e aspetta di vedere come si
            evolverà!)...Si riempira' di spot, come tutti...
          • anonimo01 scrive:
            Re: mortacci come siamo messi male
            - Scritto da: Nome e scognome
            - Scritto da: anonimo01



            io voglio vedere quel che voglio quando
            voglio.


            Quindi siti FTP non Tv.


            quindi hai la delorean con il freno a mano
            tirato

            nel '80.

            Funziona perfettamente, tu invece ci ritroverai
            una macchinetta tutta colorata e appiccicaticcia
            per la colla degli adesivi degli sponsor; tanti
            da coprire lo schermo come nella tv del film
            Idiocracy.
            purtroppo non ho capito la citazione :(

            Joost, altro che FTP (e aspetta di vedere come
            si

            evolverà!)...

            Si riempira' di spot, come tutti...speriamo di no :(
          • Pallino scrive:
            Re: mortacci come siamo messi male
            - Scritto da: anonimo01
            - Scritto da: Nome e scognome

            - Scritto da: anonimo01




            io voglio vedere quel che voglio quando

            voglio.



            Quindi siti FTP non Tv.




            quindi hai la delorean con il freno a mano

            tirato


            nel '80.



            Funziona perfettamente, tu invece ci ritroverai

            una macchinetta tutta colorata e appiccicaticcia

            per la colla degli adesivi degli sponsor; tanti

            da coprire lo schermo come nella tv del film

            Idiocracy.



            purtroppo non ho capito la citazione :(http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=44723Guardalo e poi sappimi dire :)


            Joost, altro che FTP (e aspetta di vedere come


            si evolverà!)...

            Si riempira' di spot, come tutti...
            speriamo di no :(Senno' torniamo all'ftp
          • anonimo01 scrive:
            Re: mortacci come siamo messi male




            Joost, altro che FTP (e aspetta di vedere
            come



            si evolverà!)...


            Si riempira' di spot, come tutti...


            speriamo di no :(

            Senno' torniamo all'ftpma i bei server russi di una volta...non ci sono più. :(
          • krane scrive:
            Re: mortacci come siamo messi male
            - Scritto da: anonimo01




            Joost, altro che FTP (e aspetta di vedere

            come




            si evolverà!)...



            Si riempira' di spot, come tutti...




            speriamo di no :(



            Senno' torniamo all'ftp

            ma i bei server russi di una volta...non ci sono
            più.
            :(Scanna IP cinesa in cerca di porte ftp...
          • anonimo01 scrive:
            Re: mortacci come siamo messi male



            Senno' torniamo all'ftp



            ma i bei server russi di una volta...non ci sono

            più.

            :(

            Scanna IP cinesa in cerca di porte ftp...vuoi dirmi che questa volta mi devo imparare il cinese? :il russo era ancora comprensibile(a tratti) ma il mandarino...bhe, se mi confermate che ne vale la pena, però... p)
          • Silvione scrive:
            Re: mortacci come siamo messi male

            purtroppo non ho capito la citazione :(E' un divertente filmetto che lancia autentiche coltellate al sistema moderno americano (e per induzione a quelli che cercano di copiarlo, come il nostro) che spinge l'essere umano all'instupidimento progressivo tramite istruzione approssimativa, consumismo degenerato e pubblicita' incontrollata.Ci sono due scene da incorniciare e tenere bene a mente: quella del protagonista quando chiede una medicina all'addetta dell'ospedale e quella con la demenziale spiegazione ricorsiva del perche' usano uno sport drink per irrigare i campi. Non dico come finiscono perche' non voglio rovinarvi le risate (amare).Noto con piacere che e' arrivato anche da noi; io l'avevo visto a suo tempo in inglese, spero che il doppiaggio sia all'altezza.
          • anonimo01 scrive:
            Re: mortacci come siamo messi male
            - Scritto da: Silvione

            purtroppo non ho capito la citazione :(

            E' un divertente filmetto che lancia autentiche
            coltellate al sistema moderno americano ora è un film in lista "da vedere". :)ricambio consigliando "brazil" dei monty phyton, per chi non l'ha visto. bellissimo
      • autocoscien te scrive:
        Re: mortacci come siamo messi male
        - Scritto da: Nome e cognome
        Ma soprattutto a qualcuno frega di stare a
        guardare la TV
        ?Secondo me si, capiscimi, non la TV passiva come la si intende oggi con i canali generalisti rai e mediaset e la trasversale la7 ma una tv monotematica fatta di tantissimi canali.La gente vuole 'guardare', anzi secondo me è indice di curiosità e la curiosità è alla base della creatività.La TV continuamola a chiamare cosi' per comodità, ma non sarà più TV passiva sarà TV selezionata dall'utente stesso, questo fa paura ai giganti, ma gli fa paura perchè non capiscono perchè non hanno la base culturale per capire che monotematico e selzionato dall'utente può essere un bene anche per loro.Ovviamente nei miei discorsi do per scontato che i grandi usino la tv solo per scopi commerciali, quando invece sappiamo che i potenti usano la tv per plagiare gli utenti, la usano per farci comportare nel modo che vogliono loro.E in questo la tecnologia è un grimaldello che potrebbe scassinare tutti i loro piani (gelli..... esagero? credo di no).Pero' lasciatemi sognare un pochino, lasciatemi sperare che ci sia ancora qualcuno che aspiri ad una libera informazione. Buttate la tv, spaccate il telecomando, accendete joost per disintossicarvi un po', nel frattempo sviluppate una nuova piattaforma video p2p, io sono già al lavoro, ci si unisce?
        • Marlenus scrive:
          Re: mortacci come siamo messi male
          - Scritto da: autocoscien te
          La TV continuamola a chiamare cosi' per comodità,
          ma non sarà più TV passiva sarà TV selezionata
          dall'utente stesso, questo fa paura ai giganti,
          ma gli fa paura perchè non capiscono perchè non
          hanno la base culturale per capire che
          monotematico e selzionato dall'utente può essere
          un bene anche per
          loro.Non sono d'accordo. Credo che gli strateghi dei giganti, pur sbagliando all'italiana, cioè puntando sul mantenimento dello status-quo "cambiando tutto per cambiare niente", facciano dei ragionamenti sensati, dal loro punto di vista.Primo: dominano il mercato, che si sono spartiti secondo i loro sistemi. La guerra per gli ascolti (che è la conseguenza della guerra per il denaro della pubblicità) gli obbliga ad usare il tempo di trasmissione nel modo (per loro) più efficiente. Il modo (per loro) più efficiente è quello che raggruppa il maggior numero di utenti.Secondo: programmi di nicchia (o di qualità, che spesso è lo stesso) fanno poco ascolto (nel senso che soddisfano poche persone specializzate e non grandi masse).Terzo: un altra variabile importante nel valutare l'efficienza è il costo dei programmi. Il bilancio (per loro) si fa entrate - costi. Le entrate dipendono dalla massa (vedi 1) e i costi dipendono dalle scelte dell'operatore. Un reality costa meno di un film o di una fiction, quindi sarà preferito, a parità di ascolti previsti.Quarto: (ma sarebbe il primo punto per importanza) spostare il modello dalla TV di massa alla TV personale (IPTV) indebolisce la posizione dominante dei grandi. Innanzitutto perchè sposta il confronto sulla qualità dei programmi (la massa si divide in migliaia di nicchie, c'è più scelta). Ma soprattutto, è molto più difficile che abbiano al loro interno le competenze per coprire tutte quelle nicchie. Hanno imparato a fare bene (i soldi con) la TV generalista, non è detto che sappiano fare bene (meglio di tutti gli altri) anche quella di nicchia. Quindi è un rischio permetterne la nascita, e come ogni manager sa, i rischi vanno gestiti (a fucilate, se si può).Come se non bastasse, se la massa si divide in migliaia di sottogruppi differenziati, ognuno mercato specializzato, diminuisce (per forza) la quantità di denaro che è possibile investire per ogni sottogruppo (le entrate non cambiano facilmente, il mercato è saturo, è difficile che qualcuno guardi più TV o che paghi molto di più di oggi). Quindi per fare concorrenza ad un gigante sul mercato di massa servono tot miliardi, e pochi li hanno. Per far concorrenza ad un gigante su uno dei mille sottogruppi del mercato di massa, basta un millesimo. Tecnicamente si chiama riduzione della barriera all'ingresso, altro concetto che ogni manager ben comprende (e se sta dalla parte giusta, per lui, cioè fra i grandi) ama tanto quanto i vampiri amano i paletti di frassino nel cuore. Storicamente, ad ogni riduzione delle barriere all'ingresso è corrisposto un aumento della concorrenza (più programmi, migliore qualità), una diminuzione dei margini (meno profitti, quindi meno stock options), tanti consumatori (più) felici e tanti manager (in)capaci sostituiti da altri più aggressivi. Inutile dire su cosa concentra il suo sforzo ogni manager...Per tutte queste ragioni, mi sembra difficile sostenere che non capiscono che può essere un bene anche per loro.Intanto capiscono che può non esserlo. Poi capiscono che hanno molto da perdere e poco da guadagnare. Ci stupiamo che agiscano come agiscono?
    • Vikinger scrive:
      Re: mortacci come siamo messi male
      - Scritto da: autocoscien te
      ma io, almeno dagli utenti pi, mi aspettavo una
      sommossa contro il
      dt.
      Cioè, come si fa a parlare di dt e contenuti
      'interattivi' e switchoff nel 2020 (!!!!!!!)
      quando già oggi esiste la tv p2p
      ?

      Possibile che nessuno si sia accorto di joost?
      delle sue
      potenzialità?
      Non tanto come programma in se, dato che i
      contenuti per ora sono prodotti da un soggetto
      specifico, quanto per la tecnologia che c'è
      dietro.
      Già con quella tecnologia non c'è bisogno di
      banda larga per veicolare il canale tv, io con
      una misera 4mbit scarsa la vedo benissimo, e
      tanti canali sono pure in 16:9 e con alta
      qualità.

      Io vedo una piattaforma aperta, basta sulla
      tecnologia p2p, dove tutti possono fare
      broadcasting. Youtube? vecchio di 5 anni ormai,
      la sua epoca l'ha fatta, ha "rivoluzionato" (o
      cambiato) il modo di "guardare" contenuti
      video.
      La TV è morta, state guardando una scatola
      vecchia di 60 anni, come se per ascoltare musica
      si andasse in giro con un bel 8 piste attaccato
      al
      collo.
      Eh già già,infatti guarda caso il 90% dei contenuti di Joost sono prodotti per la televisione.Certo, come no, il futuro sono le scuregge e i video diari degli utenti....ma lol
      Chi ha investito nel dt, secondo me, sono persone
      senza cultura tecnologica, persone a cui han
      fatto sniffare un business con un'odore non
      propriamente di
      ciclamino.
      Ora mi chiedo: ma come fa un responsabile
      tecnologico serio a dire "si bene, questo è il
      futuro della tv per almeno altri 50 anni,
      possiamo pure investire 3mln di euro per qusta
      cosa".
      Ma come si fa dico io?
      Ma allora sei una fava, non ci capisci una pippa
      di tecnologia, ammettilo e ti togli un
      peso.
      Il dt era solo un escamotage di silvio per
      continuare a trasmettere legalmente (visto che
      ora lo sta facendo illegalmente) e continuare a
      spartirsi il gruzzolo delle pubblicità, tutto
      qui, niente di tecnologico, solo
      soldi.
      E questi ci son cascati?
      Arrangiatevi, ora non chiedete danni a nessuno,
      rinunciate e basta, non siete capaci di giudicare
      niente, non avete visto il tranello, non avete
      capito che la tecnologia del dt è finta e vecchia
      e
      inutilizzabile.

      E come diceva mia nonna: ora è inutile piangere
      sul latte
      versato.Tua nonna magari la televisione sul DTT la vedrebbe senza tanti problemi, attraverso Internet invece mi sa di no.
      • autocoscien te scrive:
        Re: mortacci come siamo messi male
        - Scritto da: Vikinger

        Eh già già,infatti guarda caso il 90% dei
        contenuti di Joost sono prodotti per la
        televisione.
        Certo, come no, il futuro sono le scuregge e i
        video diari degli utenti....ma lolOvvio, joost è un prodotto prima di tutto commerciale che deriva dalla tv con contenuti pensati per un format televisivo, credo che sul discorso contenuti non ci sia altro da aggiungere se non ovvietà.Quello che devi vedere è la tecnologia che sta sotto, guardane gli aspetti tecnologici.Se apri un canale libero e tecnologicamente aperto a implementazioni crei un'autostrada su cui potrebbero finalmente potrebbe girare la vera informazione, l'intrattenimento, e tutto ciò che ti viene in mente.Qui si sta parlando di sostituire il veicolo a radiofrequenza con il veicolo digitale libero.Non è un caso che il DT trasmetta ancora via radio occupando frequenze... pensaci.Le scuregge e i video diari di cui parli ci sono anche su youtube ma non puoi negare che su youtube ci sono anche filmati che mai avremo potuto vedere (ne pensare), ad esempio tutti i filmati sul complotto delle torri gemelle, sulle scie chimiche, grillo, tanti filmati di denuncia, e perchè no anche le puntate di goldrake (ma qui si violano i diritti ed è già un altro discorso).

        Tua nonna magari la televisione sul DTT la
        vedrebbe senza tanti problemi, attraverso
        Internet invece mi sa di
        no.Certo, come il discorso del cd, mio nonno avrebbe sicuramente avuto problemi a "metter su" un cd, ma di sicuro non aveva problemi a far girare il 78 giri nel grammofono. Il nonno di mio nonno manco sapeva cosa fosse un grammofono.La tecnologia a mio avviso non ha mai avuto problemi di penetrazione perchè troppo complessa, anzi, generalmente identifichiamo proprio come 'tecnologico' qualcosa che è molto più complesso di ciò che siamo abituati ad usare e quindi la sua complessità è un fattore di forza che penetra il mercato. Dicevi di mia nonna?
        • Vikinger scrive:
          Re: mortacci come siamo messi male
          - Scritto da: autocoscien te
          - Scritto da: Vikinger



          Eh già già,infatti guarda caso il 90% dei

          contenuti di Joost sono prodotti per la

          televisione.

          Certo, come no, il futuro sono le scuregge e i

          video diari degli utenti....ma lol

          Ovvio, joost è un prodotto prima di tutto
          commerciale che deriva dalla tv con contenuti
          pensati per un format televisivo, credo che sul
          discorso contenuti non ci sia altro da aggiungere
          se non
          ovvietà.
          Quello che devi vedere è la tecnologia che sta
          sotto, guardane gli aspetti
          tecnologici.
          Se apri un canale libero e tecnologicamente
          aperto a implementazioni crei un'autostrada su
          cui potrebbero finalmente potrebbe girare la vera
          informazione, l'intrattenimento, e tutto ciò che
          ti viene in
          mente.

          Qui si sta parlando di sostituire il veicolo a
          radiofrequenza con il veicolo digitale
          libero.
          Non è un caso che il DT trasmetta ancora via
          radio occupando frequenze...
          pensaci.

          Le scuregge e i video diari di cui parli ci sono
          anche su youtube ma non puoi negare che su
          youtube ci sono anche filmati che mai avremo
          potuto vedere (ne pensare), ad esempio tutti i
          filmati sul complotto delle torri gemelle, sulle
          scie chimiche, grillo, tanti filmati di denuncia,
          e perchè no anche le puntate di goldrake (ma qui
          si violano i diritti ed è già un altro
          discorso).
          Appunto, quindi io non vedo la necessità di avere una sola scelta, ovvero perchè negarsi l'opportunità di scegliere tra tv tradizionale e internet, come già si fà?E perchè ciò non succede neanche nei paesi tecnologicamente più avanzati di noi?Forse perchè non è necessaria questa scelta, ma i due media possono convivere tranquillamente?



          Tua nonna magari la televisione sul DTT la

          vedrebbe senza tanti problemi, attraverso

          Internet invece mi sa di

          no.

          Certo, come il discorso del cd, mio nonno avrebbe
          sicuramente avuto problemi a "metter su" un cd,
          ma di sicuro non aveva problemi a far girare il
          78 giri nel grammofono. Il nonno di mio nonno
          manco sapeva cosa fosse un
          grammofono.
          La tecnologia a mio avviso non ha mai avuto
          problemi di penetrazione perchè troppo complessa,
          anzi, generalmente identifichiamo proprio come
          'tecnologico' qualcosa che è molto più complesso
          di ciò che siamo abituati ad usare e quindi la
          sua complessità è un fattore di forza che penetra
          il mercato.

          Dicevi di mia nonna?L'esempio non calza; sostanzialmente mettere su un cd o un vinile sono quasi la stessa cosa,perchè i gesti dell'operazione si assomigliano.Leggermente più complicato (ovviamente parlando a livello elementare) è installare un decoder DTT.Ancora più complicato è montare un decoder Sat o la televisione via internet.Sembrano stupidaggini, e per noi sono ovvietà, ma bisogna pensare a chi non ha familiarità con la tecnologia, altrimenti si crea un altro digital divide, la mancanza di conoscenza sui mezzi che permettono di arrivare all'informazione.Inoltre se la complessità fosse un fattore di forza che penetra il mercato (ma quando mai lo è stato?) adesso staremmo tutti usando linux,nessuno escluso,ma non mi pare sia così.
    • Piccolo scrive:
      Re: mortacci come siamo messi male

      ma io, almeno dagli utenti pi, mi aspettavo una
      sommossa contro il
      dt.
      Cioè, come si fa a parlare di dt e contenuti
      'interattivi' e switchoff nel 2020 (!!!!!!!)
      quando già oggi esiste la tv p2p
      ?Bello Joost. Ma ha gli stessi e identici contenuti della tv. Che cambia?Joost ha però altri due problemi:1) Non funziona bene se si ha poca banda. E l'Italia HA POCA BANDA.La tv funziona benese da un solo punto si manda lo stesso contenuto a tutti. Una tv di massa insomma. La banda è la stessa per tutti e un aumento del numero di utenti non fa diminuire la banda per ciascuno. Il dtt garantisce questo, la tv via internet manco per nulla.2) Per avere Joost si deve avere Computer, Linea Telefonica e Abbonamento Flat ADSL.Come dire che mi tocca pagare il canone pure se voglio guardare solo la tv.A chi ha già l'abbonamento non importa, ma chi non lo ha perché mai dovrebbe passare dalla tv gratuita a quella su cui devi pagarti l'adsl??Il dtt nasce gratuito con alcuni contenuti a pagamento, Joost e tutta la tv via internet nasce col pagamento del dazio adsl. E sono un 200-400 euro all'anno per l'abbonamento Internet. Non bruscolini.Per questo è molto meglio la tv via digitale terrestre.
      • anonimo01 scrive:
        Re: mortacci come siamo messi male

        Bello Joost. Ma ha gli stessi e identici
        contenuti della tv. Che
        cambia?che li vedi qundo e come li vuoi?ti par poco?
        Joost ha però altri due problemi:
        1) Non funziona bene se si ha poca banda. E
        l'Italia HA POCA
        BANDA.czz dell'itaglia.se invece che far siti da nmila miliardi e sperperare i soldi in tecnologie NON ANCORA STANDARD...
        2) Per avere Joost si deve avere Computer, Linea
        Telefonica e Abbonamento Flat
        ADSL.
        Come dire che mi tocca pagare il canone pure se
        voglio guardare solo la
        tv.
        A chi ha già l'abbonamento non importa, ma chi
        non lo ha perché mai dovrebbe passare dalla tv
        gratuita a quella su cui devi pagarti
        l'adsl??la tv, il canone e l'abbonamente a te te lo regalano? :
        Il dtt nasce gratuito con alcuni contenuti a
        pagamento, Joost e tutta la tv via internet nasce
        col pagamento del dazio adsl.ma il canone e l'abbonamento (tanto più se sky) sono omaggio li da te?
        E sono un 200-400
        euro all'anno per l'abbonamento Internet. Non
        bruscolini.ma solo io ho fatto il conto di quanto ciuccia sky? :nessuno si lamenta, li...
        Per questo è molto meglio la tv via digitale
        terrestre.uh si, per una popolazione vecchia (obsoleta) ci vuole un sistema vecchio(obsoleto)! tanto questi rimba degli itagliani pagano tutto, basta mostrargli cacio e trjate...bah, sarà che non guardo più la tv, ma a me sembrate impecorati tutti voi telespettatori con le vs faccine spente davanti ad uno schermo che trasmette quello che vogliono loro (assurdo al sol pensiero! eppure è così...) :(
        • Geronimo scrive:
          Re: mortacci come siamo messi male

          ma solo io ho fatto il conto di quanto ciuccia
          sky? Fai confusione.Su digitale terrestre Sky non c'è e nemmeno ci può essere in Italia. Così ha stabilito l'Europa.Quindi chi ha il dtt non paga abbonamento a Sky.Quanto al canone rai, beh, quello si paga in ogni caso.Se hai adsl+monitor+computer puoi tranquillamente vedere Joost, raiclick, youtube e il resto. Sempre tv è. Quindi il canone rai sempre va pagato.Altra cosa, non confondere il canone rai, che si paga affinché vi sia garanzia di pluralismo, col canone adsl che si paga per avere internet.L'uno è obbligatorio per vedere la tv, l'altro no.
          • Vikinger scrive:
            Re: mortacci come siamo messi male
            - Scritto da: Geronimo

            ma solo io ho fatto il conto di quanto ciuccia

            sky?
            Fai confusione.
            Su digitale terrestre Sky non c'è e nemmeno ci
            può essere in Italia. Così ha stabilito
            l'Europa.
            Quindi chi ha il dtt non paga abbonamento a Sky.
            Quanto al canone rai, beh, quello si paga in ogni
            caso.
            Se hai adsl+monitor+computer puoi tranquillamente
            vedere Joost, raiclick, youtube e il resto.
            Sempre tv è. Quindi il canone rai sempre va
            pagato.

            Altra cosa, non confondere il canone rai, che si
            paga affinché vi sia garanzia di pluralismo, col
            canone adsl che si paga per avere
            internet.
            L'uno è obbligatorio per vedere la tv, l'altro no.Attenzione però,devo corregerti: Sky non ci può essere sul digitale terrestre,è vero, ma solo fino al 2012.Infatti Sky è più che interessata al digitale terrestre, dato che è entrata in quello inglese come si può leggere qui: http://www.businessonline.it/6/StrategieeManagement/1621/Sky-pronta-trasmettere-Digitale-Terrestre.html.Dicevo 2012, che "guarda caso" è la data decisa da Gentiloni in cui verrà effettuato lo switch off.Ma guarda.... :$
        • Vikinger scrive:
          Re: mortacci come siamo messi male
          - Scritto da: anonimo01

          Bello Joost. Ma ha gli stessi e identici

          contenuti della tv. Che

          cambia?

          che li vedi qundo e come li vuoi?
          ti par poco?


          Joost ha però altri due problemi:

          1) Non funziona bene se si ha poca banda. E

          l'Italia HA POCA

          BANDA.

          czz dell'itaglia.
          se invece che far siti da nmila miliardi e
          sperperare i soldi in tecnologie NON ANCORA
          STANDARD...


          2) Per avere Joost si deve avere Computer, Linea

          Telefonica e Abbonamento Flat

          ADSL.

          Come dire che mi tocca pagare il canone pure se

          voglio guardare solo la

          tv.

          A chi ha già l'abbonamento non importa, ma chi

          non lo ha perché mai dovrebbe passare dalla tv

          gratuita a quella su cui devi pagarti

          l'adsl??

          la tv, il canone e l'abbonamente a te te lo
          regalano?
          :


          Il dtt nasce gratuito con alcuni contenuti a

          pagamento, Joost e tutta la tv via internet
          nasce

          col pagamento del dazio adsl.

          ma il canone e l'abbonamento (tanto più se sky)
          sono omaggio li da
          te?


          E sono un 200-400

          euro all'anno per l'abbonamento Internet. Non

          bruscolini.

          ma solo io ho fatto il conto di quanto ciuccia
          sky?
          :
          nessuno si lamenta, li...


          Per questo è molto meglio la tv via digitale

          terrestre.
          uh si, per una popolazione vecchia (obsoleta) ci
          vuole un sistema vecchio(obsoleto)! tanto questi
          rimba degli itagliani pagano tutto, basta
          mostrargli cacio e
          trjate...

          bah, sarà che non guardo più la tv, ma a me
          sembrate impecorati tutti voi telespettatori con
          le vs faccine spente davanti ad uno schermo che
          trasmette quello che vogliono loro
          (assurdo al sol pensiero! eppure è così...)
          :(No,guarda, non credere di essere il solo (ti piacerebbe)a non guardare più la tv, ma non mi sembra onesto negare l'evidenza, e cioè che i contenuti televisivi vengono scaricati in lungo e in largo per la rete.La differenziazione dell'offerta, che propone (o proporrà visti i rinvii)il digitale terrestre, mi sembra solo un bene, visto che attualmente, e non lo nego, i palinsesti televisivi sono composti spesso da troppa fuffa inutile.
          • Pistola scrive:
            Re: mortacci come siamo messi male

            non mi
            sembra onesto negare l'evidenza, e cioè che i
            contenuti televisivi vengono scaricati in lungo e
            in largo per la rete.Ma infatti chi critica la Rete è tipicamente lo stesso che scarica poi i film e i telefilm illegalmente. Li si guarda in anticipo, senza pubblicità e si ritiene la tv vecchia solo perché manda in onda le stesse cose che si scaricano da Internet in ritardo a causa dei problemi di diritti.Non a caso basta conoscere itasa (e lo straordinario lavoro che fanno) per avere una vaga idea di quanto sia sviluppato questo fenomento.Un giretto su mininova, demonoid, tnt, colombo e tutti gli altri (per non parlare dei vari muli e simili) completano il quadro.Buona parte del traffico Internet è traffico p2p (non a caso quello limitato dagli operatori ISP) e buona parte del traffico p2p è traffico illegale di film, telefilm e musica.La tv è vecchia. Vero, ma solo perché s'è trovato il modo per avere quel che offre la tv a costo zero e senza pubblicità. Peccato che se la tv morisse davvero, i contenuti "free" di internet svanirebbero il giorno stesso. Visto che quasi tutto quel che va su p2p viene proprio dalla tv (free e pay) e dai dvd.
  • pegasus2000 scrive:
    2022 nell'ultima frase
    "A suo dire "se il Governo non fa nulla, non si farà nemmeno nel 2022" lo switch-off su base nazionale."Mi sembra un po' tardi... ;)
    • geronimo scrive:
      Re: 2022 nell'ultima frase
      Ricordati che sei in Italia, 2022 non è male :D :D
      • anonimo01 scrive:
        Re: 2022 nell'ultima frase
        - Scritto da: geronimo
        Ricordati che sei in Italia, 2022 non è male :D :Dno infatti: tenendo conto che dal 2014-18 spegneranno le tv (digitali o analogiche chessia), non è affatto male...appena 4 anni di ritardo... (anonimo)
    • stargazer scrive:
      Re: 2022 nell'ultima frase
      Si sa che quelli di destra devono inventarsi l'opposizione; sentono la mancanza della poltrona di giàprodi ha detto 2009speriamo la gente scenda in piazza ma gli extracomunitari sono tutti col satellitequindi sarà solo un sogno che scendano in piazza, la prenderanno nel cu#o come sempre e come è giusto che sia
  • Miao scrive:
    Saggia decisione
    Hanno fatto bene. Con i contenuti della televisione italiana non vedo quale sia il motivo di vedere più canali e/o in migliore qualità. Tanto vale avere il vecchio parabolone e vedere la tv estera...
    • lucio scrive:
      Re: Saggia decisione
      Pero' non bisogna confondere il contenuto con il mezzo di trasmissione; nel caso specifico non si parla della RAI ma di una televisione locale, ampiamente autonoma su cosa trasmettere.Io sono passato al DTT circa tre anni fa e ti assicuro non tornerei mai indietro; sicuramente se il segnale e' troppo debole l'immagine 'squadretta' da paura, cosa molto peggiore della visione ad effetto neve.Ma quando il segnale e' buono l'immagine e' uno spettacolo,ed io uso un vecchio televisore e l'antenna condominiale e' anche piu' vecchia. Prova ad aggiornare il software del decoder, anche se la vera questione e' la bonta del segnale
  • supergino scrive:
    Pressapochismo
    Aggiungo una considerazione alla conta del commento "Non ho capito".La cosa tragicomica dell'articolo è che si fa latore di un attacco contro il pressapochismo dei politici, ma l'articolo stesso è un perfetto campionario di pressapochismo: scritto con (presumibile) scarsa cognizione di causa, o perlomeno scarso impegno, e senza alcun approfondimento che lo renda realmente utile.Insomma ci si lamenta che i politici son lì perché messi dai partiti e pur portando a casa una sontuosa pagnotta non si impegnano nel fare quello che dovrebbero fare, ma nel fare questa critica non si guarda la trave che sta nel proprio occhio.
    • anonimo01 scrive:
      Re: Pressapochismo
      - Scritto da: supergino
      Aggiungo una considerazione alla conta del
      commento "Non ho
      capito".
      La cosa tragicomica dell'articolo è che si fa
      latore di un attacco contro il pressapochismo dei
      politici, ma l'articolo stesso è un perfetto
      campionario di pressapochismo: scritto con
      (presumibile) scarsa cognizione di causa, o
      perlomeno scarso impegno, e senza alcun
      approfondimento che lo renda realmente
      utile.
      Insomma ci si lamenta che i politici son lì
      perché messi dai partiti e pur portando a casa
      una sontuosa pagnotta non si impegnano nel fare
      quello che dovrebbero fare, ma nel fare questa
      critica non si guarda la trave che sta nel
      proprio
      occhio.quel tizio prende 23'000 al mese? noquel tizio ha il 120% dei servizi BASE gratuiti? noquel tizio andrà in pensiione dopo pochi anni di lavoro? noquel tizio è foraggiato con diecimila forme di finanziamento, e per il partito, e por i giornali, e per gli affari loschi che può stipulare? noquel tizio si fa un mazzo 8 ore al giorno per sfamare la famiglia? SI.cerchiamo dunque di non dire castronerie, altro che travi e architravi...
      • demi scrive:
        Re: Pressapochismo

        quel tizio prende 23'000 al mese? no
        quel tizio ha il 120% dei servizi BASE gratuiti?
        no
        quel tizio andrà in pensiione dopo pochi anni di
        lavoro?
        no
        quel tizio è foraggiato con diecimila forme di
        finanziamento, e per il partito, e por i
        giornali, e per gli affari loschi che può
        stipulare?
        no

        quel tizio si fa un mazzo 8 ore al giorno per
        sfamare la famiglia?
        SI.

        cerchiamo dunque di non dire castronerie, altro
        che travi e
        architravi...azzo devi avere la sfera di cristallo per sapere cosa fa quel tizio (tra l'altro l'articolo non è firmato, potrebbe averlo fatto anche un politico).Si criticano i politici perché non fanno bene il loro lavoro, non si possono criticare i giornalisti (o pseudo tali) che scrivono un articolo senza capo né coda?
  • franconov scrive:
    Il futuro è nella webtv
    Digitale è una bella parola, ma per ora quello a cui bisogna pensare sono le aree Digital Divise, con l'avvento della banda larga ci sarà la webtv a prendere il posto della televisione normale.Ah, l'anno prossimo in Uganda hanno il WiMAx qui siamo ancora al bando di concorso.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 ottobre 2007 07.46-----------------------------------------------------------
    • Vee scrive:
      Re: Il futuro è nella webtv
      - Scritto da: franconov
      Digitale è una bella parola, ma per ora quello a
      cui bisogna pensare sono le aree Digital Divise,Il non avere la tv è digital divide?
      con l'avvento della banda larga ci sarà la webtv
      a prendere il posto della televisione
      normale.La banda larga non è adatta alla tv di massa.
      Ah, l'anno prossimo in Uganda hanno il WiMAx qui
      siamo ancora al bando di
      concorso.Il wimax non va bene per la tv via web...
      • franconov scrive:
        Re: Il futuro è nella webtv
        http://www.repubblica.it/2005/c/sezioni/scienza_e_tecnologia/wimax/wimaxsup/wimaxsup.htmlhttp://www.repubblica.it/2005/c/sezioni/scienza_e_tecnologia/wimax/wimax/wimax.htmlAllora come al solito vengono dette cialtronate, cmq finchè c'è banda meglio informarsi leggendo sul web che ascoltando RAI o Mediaset oppure i vari giornali.- Scritto da: Vee
        - Scritto da: franconov

        Digitale è una bella parola, ma per ora quello a

        cui bisogna pensare sono le aree Digital Divise,
        Il non avere la tv è digital divide?


        con l'avvento della banda larga ci sarà la webtv

        a prendere il posto della televisione

        normale.
        La banda larga non è adatta alla tv di massa.



        Ah, l'anno prossimo in Uganda hanno il WiMAx qui

        siamo ancora al bando di

        concorso.
        Il wimax non va bene per la tv via web...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 ottobre 2007 08.23----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 ottobre 2007 08.23-----------------------------------------------------------
        • webwizard scrive:
          Re: Il futuro è nella webtv
          - Scritto da: franconov
          http://www.repubblica.it/2005/c/sezioni/scienza_e_

          http://www.repubblica.it/2005/c/sezioni/scienza_e_

          Allora come al solito vengono dette cialtronate,
          cmq finchè c'è banda meglio informarsi leggendo
          sul web che ascoltando RAI o Mediaset oppure i
          vari
          giornali.Non mi fiderei troppo di Repubblica per le notizie scientifiche. E' vero che il WiMax ha 70 (non 80) Mb/s di banda, ma è cumulativa. Questo significa che se ci sono 70 persone che si collegano in streaming hanno 1 Mb/s ciascuno a disposizione. E su una cella di 100 Km di diametro fai in fretta a tirar su 70 connessioni.Io mi fiderei di più della tecnologia 802.11n in mesh...
          - Scritto da: Vee

          - Scritto da: franconov


          Digitale è una bella parola, ma per ora
          quello
          a


          cui bisogna pensare sono le aree Digital
          Divise,

          Il non avere la tv è digital divide?No, è peggio...




          con l'avvento della banda larga ci sarà la
          webtv


          a prendere il posto della televisione


          normale.

          La banda larga non è adatta alla tv di massa.http://it.wikipedia.org/wiki/MulticastPrima informati e poi parla.


          Ah, l'anno prossimo in Uganda hanno il WiMAx
          qui


          siamo ancora al bando di


          concorso.

          Il wimax non va bene per la tv via web...Su questo sono d'accordo. In compenso, il WiFi può essere una valida soluzione.
        • Geronimo scrive:
          Re: Il futuro è nella webtv
          - Scritto da: franconov
          http://www.repubblica.it/2005/c/sezioni/scienza_e_

          http://www.repubblica.it/2005/c/sezioni/scienza_e_Solo oggi repubblica ha confuso Tiger con Panther...non è il solo errore che commette quel giornale. M ai fidarsi in ambito informatico di Repubblica.Detto questo, se sulla stessa antenna sono collegate 100 persone, la banda teorica del wimax passa a 0,7 Mb. Mi dici che razza di tv ci fai andare a quella velocità?Parliamo di tv, vuol dire molte persone connesse contemporaneamente a guardare lo stesso programma, soprattutto in determinati orari (la sera dalle 20 alle 22.30).Quante persone pensi si possano collegare insieme alla stessa antenna?Io dico che saarebbero ben più di 100.Come cappero pensi che basti la banda?E se abbiamo persone che guardano canali diversi? La banda per canale e per persona scende ancora.Il wimax, dovresti arrivarci pure tu, non ha banda sufficiente per sostituire la tv analogica.Le uniche tecnologie in grado di sostituire l'analogico sono il dvb-t e il dvb-s: dtt e sat.Con uno hai già gli impianti belli e pronti in tutta Italia, con l'altro c'è il problema di dover montare la parabola e far passare il segnate su tutte le canaline fino a tutti i televisori. Ovvio che la scelte più furba è la tv digitale terrestre.E non per nulla Europa, Asia, Giappone, Australia e Americ stanno tutti andando verso quella direzione. Tranne te, ma tu sei più furbo di tutti gli altri, giusto?
          • franconov scrive:
            Re: Il futuro è nella webtv
            Mi basta questa http://it.wikipedia.org/wiki/P2P_TV
          • Vodafone: se lo conosci lo eviti scrive:
            Re: Il futuro è nella webtv
            - Scritto da: franconov
            Mi basta questa
            http://it.wikipedia.org/wiki/P2P_TVA te. Ma non funziona. La banda non basta per tutte le tv d'Italia accese contemporaneamente.E francamente sarebbe pure uno spreco l'utilizzo di banda per guardare la tv.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Il futuro è nella webtv
            - Scritto da: Vodafone: se lo conosci lo eviti
            - Scritto da: franconov

            Mi basta questa

            http://it.wikipedia.org/wiki/P2P_TV
            A te. Ma non funziona. La banda non basta per
            tutte le tv d'Italia accese
            contemporaneamente.
            E francamente sarebbe pure uno spreco l'utilizzo
            di banda per guardare la
            tv.molto meglio sprecare frequenze e gigawatt in trasmissione per mostrare tette e culi. readonly , ovviamente, sia mai che a qualcuno potrebbe interessare altro oltre ai porni... :(
          • Geronimo scrive:
            Re: Il futuro è nella webtv


            E francamente sarebbe pure uno spreco l'utilizzo

            di banda per guardare la

            tv.
            molto meglio sprecare frequenze e gigawatt in
            trasmissione per mostrare tette e
            culi.
            readonly , ovviamente, sia mai che a
            qualcuno potrebbe interessare altro oltre ai
            porni...Non confondere i problemi di contenuti coi problemi di banda e di piattaforma.Lo spreco cui si fa cenno sopra è a parità di contenuti. Lo spreco di cui parli tu è intrinsecamente legato al contenuto cui fai riferimento.Youtube è zeppo di calcio, porno e scorregge. Vorresti che la tv italiana si conformasse al 100% a Youtube? Questo sui contenuti.Sullo spreco con riferimento alla piattaforma, si può dire che indipendentemente dal numero di telespettatori, il digitale terrestre trasmette a 24Mega (6 volte la velocità dell'adsl), l'adsl è più lenta e la sua velocità si riduce all'aumentare del numero di utenti. L'adsl non è tecnicamente efficiente per vedere la tv.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Il futuro è nella webtv
            quelle che tu chiami così sono i famosi auto-contenuti che fanno tanto terrore alle tv. nessuno esclude che tra quei scorreggiatore ci sia un novello Kubric, ad esempio.ripato, ma y!tube l'hai mai usato ( visto è riduttivo)? perchè li in mezzo ci sono telefilm, soap opera, telegiornali, prove tecniche, di tutto, e tutto fatto da gente in gamba (ma anche no).e il bello è propio questo, poter scegliere.un video fa schifo? 1 stella e commento negativo, dopo un po' nn se lo fila nessuno.un programma fa schifo? che importa, è li. e intanto occupa tempo che potrebber esser usato per altri programmi più interessanti (che son costretti così a trasmettere alle 4 di notte)lascia perdere guarda, la TV è una scatola assurda, una cosa barbara direi;zero interattivitàzero capacità di scelta (9 canali NON sono scelta)zero possibilità di vedere quello che voglio quando voglio (ST:VOY lo fanno alle 7 su la7. io vorrei vederlo,ma a quell'ora non ero a casa. che faccio? registro? via, siamo seri....)
            Sullo spreco con riferimento alla piattaforma, si
            può dire che indipendentemente dal numero di
            telespettatori, il digitale terrestre trasmette a
            24Mega (6 volte la velocità dell'adsl), l'adsl è
            più lenta e la sua velocità si riduce
            all'aumentare del numero di utenti. L'adsl non è
            tecnicamente efficiente per vedere la
            tv.per le questioni tecniche, ripeto: ma se invece di sperperare i soldi per questo ciarpame di controllo di massa (ho appositamente tralasciato il discorso "rimbambimento casua TG" che sennò è infinita la questione) li spendessero per qualcosa di sensato?...ne sono terrorizzati, ecco la realtà.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 ottobre 2007 18.28----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 ottobre 2007 18.28-----------------------------------------------------------
          • Geppo scrive:
            Re: Il futuro è nella webtv
            hai beccato l'unica roba vietata in
            y!tube.L'hard è vietato. Il soft no. Vai a vedere i top rated.Non è porno in senso stretto, ma è ciò che più ci si avvicina.
            zero interattivitàmhp: minima interattività.
            zero capacità di sceltaPoca, non zero. E con 9 canali è poca, ma con un parco di canali 5 volte superiore a quello attuale, l'offerta non può che aumentare.Cmq eviti sempre il punto dolente di Internet. L'impossibilità attuale (e per parecchi anni a venire) di usarla in massa per guardare la tv.Si possono fare investimenti...sono qualche miliardo di euro. Benissimo. Ma guarda un po', per il dtt sono molti ma molti meno.
      • Teo_ scrive:
        Re: Il futuro è nella webtv
        - Scritto da: Vee
        - Scritto da: franconov

        con l'avvento della banda larga ci sarà la webtv

        a prendere il posto della televisione

        normale.
        La banda larga non è adatta alla tv di massa.
        Prima o poi spero che non esisterà più la TV di massa. Magari un giorno tutti impareranno a scegliersi i contenuti a cui sono interessati.
        • Piccolo scrive:
          Re: Il futuro è nella webtv

          Prima o poi spero che non esisterà più la TV di
          massa. Magari un giorno tutti impareranno a
          scegliersi i contenuti a cui sono
          interessati.Certo che potrà accadere.Ma sai qual è il rovescio della medaglia?Ogni contenuto visto avrà un costo che dovremo pagare noi.La pubblicità sarà non impossibile ma molto più limitata e quel che non paghiamo con la pubblicità, tocca pagarlo di tasca nostra.La tv di massa è un bel giochino che fa sopravvivere la tv gratuita.Non so quanto ci convenga affossare troppo velocemente la tv di massa, generalista a gratuita (le tre cose vanno abbastanza insieme).
    • nyko scrive:
      Re: Il futuro è nella webtv
      Modificato dall' autore il 17 ottobre 2007 07.46
      --------------------------------------------------il problema è che parla ti tecnologia chi, grillo in testa, non ne sa nulla.il wimax ed il wifi sono diventati la panacea per tutti i mali delle telecomunicazioni, dalla tv fino alla telefonia voip senza adsl telecom. senza sapere che la tv via cavo americana è convogliata via satellite, che il wifi ha dei tempi di ping con cui fare i conti, che una rete ha dei limiti di banda che fanno si che non si possa fornire lo stesso contenuto a milioni di persone contemporaneamente ( vedi fil in prima serata , finale coppa del mondo etc) senza intasare la rete.e del resto, dove hanno reti wifi estese avete visto abolire la televisione?in paesi dove ti portano la fibra ottica da 50 MB/s l'hanno abolita? il massimo cui sono arrivati è tivo, che altro non è che un computer che legge contenuti on demand scaricati via internet . ma sono on demand e non in streaming.
      • Vikinger scrive:
        Re: Il futuro è nella webtv


        il problema è che parla ti tecnologia chi, grillo
        in testa, non ne sa
        nulla.

        il wimax ed il wifi sono diventati la panacea per
        tutti i mali delle telecomunicazioni, dalla tv
        fino alla telefonia voip senza adsl telecom.
        senza sapere che la tv via cavo americana è
        convogliata via satellite, che il wifi ha dei
        tempi di ping con cui fare i conti, che una rete
        ha dei limiti di banda che fanno si che non si
        possa fornire lo stesso contenuto a milioni di
        persone contemporaneamente ( vedi fil in prima
        serata , finale coppa del mondo etc) senza
        intasare la
        rete.

        e del resto, dove hanno reti wifi estese avete
        visto abolire la televisione?in paesi dove ti
        portano la fibra ottica da 50 MB/s l'hanno
        abolita? il massimo cui sono arrivati è tivo, che
        altro non è che un computer che legge contenuti
        on demand scaricati via internet . ma sono on
        demand e non in
        streaming.Beh ma che non sai che ci sono alcuni eletti che sono più avanti di tutti?(rotfl)Persone per cui Internet è il sacro graal e che sembrano non sapere che prima ci sono stati 50 anni di tv di massa. :p
      • Piccolo scrive:
        Re: Il futuro è nella webtv

        e del resto, dove hanno reti wifi estese avete
        visto abolire la televisione?in paesi dove ti
        portano la fibra ottica da 50 MB/s l'hanno
        abolita? il massimo cui sono arrivati è tivo, che
        altro non è che un computer che legge contenuti
        on demand scaricati via internet . ma sono on
        demand e non in
        streaming.Ma a me sembra che il Tivo funzioni in tutto altro modo.Il Tivo non prende contenuti on demand.E' un videoregistratore evoluto. Si seleziona il programma e questo viene registrato senza pubblicità, ma la registrazione avviene nel momento in cui il programma va in onda, non alla richiesta dell'utente.Se vuoi registrare C'è Posta per te, tu imposti il Tivo per registrare quel programma, poi quando il programma viene trasmesso il sabato sera, il tivo fa la registrazione.Non è tv on demand quella.Per il resto sono perfettamente d'accordo.L'unico sostituto possibile per la tv analogica è la tv digitale terrestre.
    • memedesimo scrive:
      Re: Il futuro è nella webtv
      Modificato dall' autore il 17 ottobre 2007 07.46
      --------------------------------------------------il mio futuro (stasera) vedra' l'ingresso in rete con ledge da casa (non ho adsl e di farmi umts frega poco a causa delle tariffe)che dite mi basta per la web tv?DOH!
  • Ebolo scrive:
    Qualcosa ho da dire su questo tema
    Cercherò di essere più tecnico possibile dato che sono del settore.Ripercorrendo la storia del DTT in Italia ci si rende subito conto del paio di errori che sono stati fatti nella gestione di questa faccenda:- Partenza molto anticipata senza uno scheduling decente delle tappe da percorrere- Aver messo in casa della gente dei decoder che sono cacca frullata.Aggiungo poi che lo standard DVB-MHP non è il massimo della vita, ovvero non permette ad oggi tante cose che sarebbero una vera manna dal cielo per eventuali nuove forme di mercato sulla televisione digitale terrestre. Ad esempio lo standard MHP 1.03 non permette, nemmeno per decoder sperimentali, di fare streaming attraverso il canale di ritorno. (tutti i decoder nelel case della gente sono 1.02 o 1.03)I decoder hanno, in quasi tutti i casi, due chip interni uno atto alla decodifica audio/video l'altro che pensa a tutto il resto, dalla decodifica dei segnali criptati alla messa su schermo delle applicazioni MHP.Il secondo chip è oggi oberato da un firmware non ottimizzato che è stato "aggiunto" al firmware originale per poter permettere la decodifica dei sistemi di cripting Nagra e Irdeto.Questo rende le applicazioni MHP lente e quindi limita sia la fruizione che le idee dei progettisti.Dal lato televisivo, i carousel generator (le macchine che mescolano i contenuti audio/video con le applicazioni MHP) sono del tutto inadatte nel permettere di creare applicazioni di facile aggiornamento.Lasciando stare il valore aggiunto delle applicazioni MHP, che con il futuro Wi-Max potrebbero divenire interessanti congegni per limitare il digital divide oltre che nuovi canali di marketing, veniamo al meccanismo di trasmissione di contenuti puro e semplice.Ad oggi l'interesse che può avere un'operatore televisivo può avere per il digitale terrestre è quello di poter ampliare la propria offerta televisiva. Dalla trasmissione di un semplice canale analogico può oggi permettersi di trasmettere circa cinque canali.La domanda ora nasce spontanea: ma TeleFrittole quanti contenuti con appeal può avere per coprire tutti e cinque i canali che ha a disposizione??RAI e Mediaset possono mettere dalla loro dei contenuti PAY per cercare di coprire le spese fatte per il passaggio a DTT (vedi le partite o gli sceneggiati). Una piccola trasmittente locale non ha e non avrà mai niente da vendere se non i propri spazi pubblicitari. Come mai dovrebbe passare al digitale? Come mai spendere qualche 50-60k?L'unica cosa che possono fare è darsi al Porno, vendendo in notturna contenuti PAY a luci rosse (come già sta facendo qualche emittente locale toscana) con tutte le difficoltà del caso:dato che tramite MHP fare servizi di pagamento è sicuro come andare nel bronx con una valigia piena d'oro aperta l'unica cosa che possono fare è vendere le loro carte prepagate nei tabacchini locali e non tutti possono permetterselo.In questa, anche troppo lunga, dissertazione ho toccato solo pochi temi riguardanti la problematica DTT. L'unica cosa che posso dire è che capisco i dubbi delle piccole emittenti, ma non capisco perchè tornare indietro ora che le spese sono oramai state fatte.Per gli appassionati del tema vi consiglio di seguire gli sviluppi del DTT spagnolo:hanno cercato un passaggio al digitale ancora prima di noi facendo un flop enorme in passato ma oggi sembra che abbiano imparato molto sia dai propri errori che da quelli degli altri (dai nostri).Ebolo.Aggiungo una cosa sul finale: è vero che l'IPTV è il futuro ma attenti... contattare 20M apparecchi simultaneamente potrebbe risultare problematico per la rete soprattutto in Italia.
    • uguccione500 scrive:
      Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
      ...daccordo su tutta la linea. Complimenti per la chiarezza esemplare delle tue idee... :-)
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
      - Scritto da: Ebolo
      Il secondo chip è oggi oberato da un firmware non
      ottimizzato che è stato "aggiunto" al firmware
      originale per poter permettere la decodifica dei
      sistemi di cripting Nagra e Irdeto.E Conax (es. ContoTV o altre payTV minori che lo usano)
      Questo rende le applicazioni MHP lente e quindi
      limita sia la fruizione che le idee dei
      progettisti.In realtà l'MHP è lento perché deve caricare ogni applicazione, e da questo punto di vista, per capirci, è come una pagina del televideo: cioè se l'inizio dell'applicazione è stato appena trasmesso, deve aspettare tutto il resto per ricominciare dall'inizio e cominciare effettivamente il download.
      La domanda ora nasce spontanea: ma TeleFrittole
      quanti contenuti con appeal può avere per coprire
      tutti e cinque i canali che ha a disposizione??Si metterà d'accordo con altri 4 canali e si creano un mux, esattamente come succede sul satellite.
      RAI e Mediaset possono mettere dalla loro dei
      contenuti PAY per cercare di coprire le spese
      fatte per il passaggio a DTT (vedi le partite o
      gli sceneggiati). Una piccola trasmittente locale
      non ha e non avrà mai niente da vendere se non i
      propri spazi pubblicitari. Come mai dovrebbe
      passare al digitale? Come mai spendere qualche
      50-60k?Perché in questo modo potranno nascere altre televisioni, non so se te ne sei accorto ma nelle grandi città fino a qualche anno fa l'analogico aveva riempito praticamente tutte le frequenze, quelle non usate in realtà erano lasciate vuote di proposito per evitare fastidi ad altri ripetitori vicini che le usavano.
      In questa, anche troppo lunga, dissertazione ho
      toccato solo pochi temi riguardanti la
      problematica DTT. L'unica cosa che posso dire è
      che capisco i dubbi delle piccole emittenti, ma
      non capisco perchè tornare indietro ora che le
      spese sono oramai state fatte.Perché finché non ci sarà lo switch-off la maggioranza della gente NON avrà il DTT in casa, contributi o non contributi
      Aggiungo una cosa sul finale: è vero che l'IPTV è
      il futuro ma attenti... contattare 20M apparecchi
      simultaneamente potrebbe risultare problematico
      per la rete soprattutto in Italia.Esiste l'udp multicast, in reti come Fastweb funziona ottimamente.
      • Ebolo scrive:
        Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato

        In realtà l'MHP è lento perché deve caricare ogni
        applicazione, e da questo punto di vista, per
        capirci, è come una pagina del televideo: cioè se
        l'inizio dell'applicazione è stato appena
        trasmesso, deve aspettare tutto il resto per
        ricominciare dall'inizio e cominciare
        effettivamente il
        download.Conosco il meccanismo, ma intendevo una cosa diversa:una volta caricata, in laboratorio posso caricarla anche in 1 secondo, le difficoltà sono quelle dei tempi di risposta del decoder, una volta premuto un tasto il tempo di risposta è variabile, e quelle di rallentamento dell'applicazione via via che i contenuti vengono fruiti.- Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: Ebolo

        La domanda ora nasce spontanea: ma TeleFrittole

        quanti contenuti con appeal può avere per
        coprire

        tutti e cinque i canali che ha a disposizione??

        Si metterà d'accordo con altri 4 canali e si
        creano un mux, esattamente come succede sul
        satellite.


        RAI e Mediaset possono mettere dalla loro dei

        contenuti PAY per cercare di coprire le spese

        fatte per il passaggio a DTT (vedi le partite o

        gli sceneggiati). Una piccola trasmittente
        locale

        non ha e non avrà mai niente da vendere se non i

        propri spazi pubblicitari. Come mai dovrebbe

        passare al digitale? Come mai spendere qualche

        50-60k?

        Perché in questo modo potranno nascere altre
        televisioni, non so se te ne sei accorto ma nelle
        grandi città fino a qualche anno fa l'analogico
        aveva riempito praticamente tutte le frequenze,
        quelle non usate in realtà erano lasciate vuote
        di proposito per evitare fastidi ad altri
        ripetitori vicini che le
        usavano.


        In questa, anche troppo lunga, dissertazione ho

        toccato solo pochi temi riguardanti la

        problematica DTT. L'unica cosa che posso dire è

        che capisco i dubbi delle piccole emittenti, ma

        non capisco perchè tornare indietro ora che le

        spese sono oramai state fatte.

        Perché finché non ci sarà lo switch-off la
        maggioranza della gente NON avrà il DTT in casa,
        contributi o non
        contributi
        In tutto questo non trovo ancora un valore aggiunto rispetto all'analogico per giustificare ad una piccola emittente la spesa che deve sostenere per passare al digitale terrestre:- mettersi insieme... ok- fare lo switch-off... okCosa porta il digitale terrestre alle piccole emittenti? Cosa potrebbe spingere un piccolo imprenditore a spendere soldi? Cosa ne ottiene da questa spesa?Il modello di business di una trasmittente locale rimane lo stesso non ci sono novità rilevanti, l'unico loro modo ad oggi per fare soldi è vendere spazi pubblicitari... esattamente come facevano in analogico.In futuro, e lo si poteva fare anche in passato, un'evoluzione tecnologica pesante del parco decoder italiano potrebbe permettere la creazione di un modello televisivo diverso.Carousel generator, i PC che si occupano di creare il flusso audio/video/dati, più "smart" potrebbero consentire oggi di creare applicazioni MHP vincenti anche in ottica di marketing.Ebolo.
        • floriano scrive:
          Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
          l'MHP è tutta fuffa, idem per il modem 56k e per il lettore di smart card (non so che farmene delle partite).i costruttori di tv l'hanno capito e infatti vendono tranquillamente televisioni con decoder free, tanto nel terzo mondo italia non credo ci sia altro da fare con la tv.
          • dindondan scrive:
            Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
            - Scritto da: floriano
            l'MHP è tutta fuffa, idem per il modem 56k e per
            il lettore di smart card (non so che farmene
            delle
            partite).ma a loro non interessa se tu non sai che fartene, lo sanno loro cosa farsene ovvero farti pagare tutti i contenuti interessanti, Vuoi vedere un film paga. vuoi vedere un evento musicale/sportivo ? paga.Non paghi ? vediti affari tuoi,per ora e' gratis, poi vediamo.
    • digitale scrive:
      Re: Qualcosa ho da dire su questo tema

      - Partenza molto anticipata senza uno scheduling
      decente delle tappe da
      percorreresi ma lo avevano fatto ... solo che era indecente... propaganda pura...
      - Aver messo in casa della gente dei decoder che
      sono cacca
      frullata.sottoscrivo e milioni di pecore li hanno comprati...

      Aggiungo poi che lo standard DVB-MHP non è il
      massimo della vita, ovvero non permette ad oggi
      tante cose che sarebbero una vera manna dal cielo
      per eventuali nuove forme di mercato sulla
      televisione digitale terrestre. Ad esempio lo
      standard MHP 1.03 non permette, nemmeno per
      decoder sperimentali, di fare streaming
      attraverso il canale di ritorno. (tutti i decoder
      nelel case della gente sono 1.02 o
      1.03)questa secondo me è la cosa pie' vera, sarebbe bello saperne di piu'...
    • Vee scrive:
      Re: Qualcosa ho da dire su questo tema

      standard MHP 1.03 non permette, nemmeno per
      decoder sperimentali, di fare streaming
      attraverso il canale di ritorno. E mi fermo qui...ma che ce ne facciamo dello streaming sul canale di ritorno?Devi inviare un video alla nonna? Hai internet per quello.Il digitale terrestre serve per guardare la tv in modo migliore e più efficiente, non per fare p2p o mandare il filmino delle vacanze.
      • webwizard scrive:
        Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
        - Scritto da: Vee
        Il digitale terrestre serve per guardare la tv in
        modo migliore e più efficiente, non per fare p2p
        o mandare il filmino delle vacanze.Il digitale terrestre serve anche ad interattivizzare la televisione. Se manca questa funzionalità, tanto vale l'analogico. Col segnale disturbato, almeno, le trasmissioni riesco lo stesso a vederle.
        • DTT per più pluralismo scrive:
          Re: Qualcosa ho da dire su questo tema

          Il digitale terrestre serve anche ad
          interattivizzare la televisione. Se manca questa
          funzionalità, tanto vale l'analogico.L'impossibilità di fare p2p o di inviare file non mi pare grave su una televisione.Che file vorresti mandare via tv?Ricorda che la tv i comanda con un telecomando.Non è internet, non confondere le due cose.La tv può avere un po' di interattività per accedere ad alcuni servizi, è semplice da usare e funziona. Ma non è il web 2.0, non c'è internet o altro. Nemmeno servirebbe.Con un telecomando quanti dati pensi di poter inviare? E a chi?Col digitale puoi avere servizi a pagamento, puoi avere audio in diverse lingue gratuitamente, puoi avere i sottotitoli e un televideo migliore.Puoi quindi ampliare l'offerta televisiva. Ed è questo l'obiettivo della tv digitale.Non certo quello di farti prendere i film pirata da internet.
          Col segnale
          disturbato, almeno, le trasmissioni riesco lo
          stesso a
          vederle.Il segnale dtt ora è disturbato dalla presenza dell'analogico.Una volta passati tutti al digitale, basterà il classico antennino da interni per vedere senza problemi dove c'è copertura.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
            - Scritto da: DTT per più pluralismo

            Il digitale terrestre serve anche ad

            interattivizzare la televisione. Se manca questa

            funzionalità, tanto vale l'analogico.
            L'impossibilità di fare p2p o di inviare file non
            mi pare grave su una
            televisione.p2p?ah si, ovvio: banda larga in up == p2p...
            Che file vorresti mandare via tv?forse video?
            Ricorda che la tv i comanda con un telecomando.e un computer con 2(due) tasti: dx e sx.
            Non è internet, non confondere le due cose.non è ancora internet: per quello è obsoleta.
            La tv può avere un po' di interattività per
            accedere ad alcuni servizi, è semplice da usare e
            funziona. Ma non è il web 2.0, non c'è internet o
            altro. Nemmeno
            servirebbe.certo, vinche ci si diverte a vedere quello che vogliono loro.io voglio vedere ORA una puntata dei griffin...oooPPPPsss! non posso.bene, la tv ha fallito ancora una volta, in diretta, come piace a te :D
            Con un telecomando quanti dati pensi di poter
            inviare? E a
            chi?ai server? :a chi dovrei mandare i miei segnali? al vicino? alla fatina del frigo?
            Col digitale puoi avere servizi a pagamento, spettacolo. sto godendo guarda.
            puoi
            avere audio in diverse lingue gratuitamente, ...spettacolare proprio (tecnologia videodisc del 89)...
            puoi
            avere i sottotitoli e un televideo
            migliore.ah be, se c'he il televideo! (vuoi mettere con g!news che ha le foto? brrr, che schifo, meglio una modalità testo -neanche framebuffer- 40x23! )
            Puoi quindi ampliare l'offerta televisiva. ampliare infinitamente, direi.però c'è un problema: come posso vedere il grande fardello 12 e l'isola dei petosi contemporaneamente? sai com'è, questi innovatori hanno deciso di trasmettere -questa mrd in compresse- allo stesso orario. mioddio come farò? dovrò perdermi una delle fantastiche offerte televisive ?
            Ed è
            questo l'obiettivo della tv
            digitale.ah. bene, e io che pensavo si trattasse solo di un metodo (pseudo)nuovo per trasmettere vecchia mrd rimasterizzata! che sciocco! scordavo i sottotitoli. gratuiti per di più. :-o
            Non certo quello di farti prendere i film pirata
            da
            internet.a conferma della teoria p2p==film pirata==bandainup

            Col segnale

            disturbato, almeno, le trasmissioni riesco lo

            stesso a

            vederle.
            Il segnale dtt ora è disturbato dalla presenza
            dell'analogico.ma dai? e io che pensavo che fosse la tv a disturbare il wimax...
            Una volta passati tutti al digitale, basterà il
            classico antennino da interni per vedere senza
            problemi dove c'è
            copertura.ovvero dove?e poi tanto vale una bella parabola che punta il cielo, a quel punto.o una fibra che ti porta le utilities in casa.(sono proprio imbecilli gli stati che ti fanno pagare una bolletta sola per tv/telefono/internet...noi itagliani invece siamo decine di volte più furbi, facciamo pagare: 2 volte o tre per il telefono (cellulare+fisso +un altro fisso di operatore virtuale per i più...furbi),1/2/3 volte la tv (canone sempre + sky e/o dtt in combinazioni varie)e 1/infinite volte internet (dipende se uno ha la flat o le corbellerie a tempo) )sono _entusiasmato_ dal dtt guarda...
          • Vodafone: se lo conosci lo eviti scrive:
            Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
            Il tuo post è praticamente incomprensibile. Non dici nulla, non rispondi a nulla.Non aggiungi nulla alla discussione.Se hai un decoder per guardare la tv, a che ti serve la banda in up?Dici che serve per mandare video ai server (ma non si sa quali...).Ok. Ma quali video?Quelli fatti con la telecamera.Quindi devi avere una telecamera, devi avere un computer per fare un minimo di editing, devi avere un abbonamento internet, devi avere il modem adsl...tutta roba che non ha nulla a che vedere con la tv.La tv si guarda. Su internet si interagisce. Sono cose diverse.La sera mi piace (a me e ad altri 22 milioni di famiglie) guardare la tv. Guardare, non interagire con. Si accende e si guarda un programma e non per questo ci si deve sentire stupidi. Non si deve avere il cervello in funzione 24h/24 per interagire con altre persone.La sera è anche possibile (e spesso è la normalità) che uno voglia solo sdraiarsi sul divano e riposare guardando la defilippi o ciao darwin (ieri record con picchi di 7 milioni davanti alla tv).Il digitale terrestre serve a questo. A vedere la tv di oggi, ma in maniera più efficiente, sfruttando meglio le frequenze, utilizzando potenze inferiori e riducendo l'inquinamento elettromagnetico.Lo switch off permette di avere più canali e un'immediata copertura di tutta l'Italia.Tu ti lamenti (sbagli) della mancanza di copertura. Ma questo dipende dalla coesistenza fra dtt e analogico. Se domani si passasse al digitale, tutte le antenne che già oggi prendono in analogico, automaticamente riceverebbero in digitale senza dover essere riorientate. E' una cosa immediata. Il problema unico è convincere la gente a fare il passaggio. E, con gente ignorante (come te per certi passaggi) questo diventa davvero difficile. La gente come te tiene in piedi l'analogico per nulla. Fatti furbo.Ultimo appunto: la ruota è stata inventata migliaia di anni fa. Non per questo è meno utile oggi di ieri. Oppure tu usi le slitte?La tv digitale non è vecchia. Poi è vecchia rispetto a cosa? Ad Internet? Come ti hanno detto, sono cose diverse, con servizi diversi e costi molto diversi. Il dtt va confrontato con la tv analogica. E, indovina un po', la tv analogica è più vecchia.PS: immagino che se tu voglia guardare i Griffin ORA, tu vada subito a comprare il filmato dei griffin ORA da internet. Oppure lo vai a scaricare dal p2p?A conferma della teoria banda in up = p2p pirata.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
            - Scritto da: Vodafone: se lo conosci lo eviti
            Il tuo post è praticamente incomprensibile. Non
            dici nulla, non rispondi a
            nulla.
            Non aggiungi nulla alla discussione.per lo meno non spammo/evangelizzo tecnologie morte/violentate
            Se hai un decoder per guardare la tv, a che ti
            serve la banda in
            up?ma hai letto l'ultimo post e basta? :
            Dici che serve per mandare video ai server (ma
            non si sa
            quali...).ai MediaServer forse?si parla di video, di che server starò parlando? di quelli dei bancomat?ma ci siete o ci fate? :
            Ok. Ma quali video?
            Quelli fatti con la telecamera.e, per quanto lo trovi sciocco, cellulare.
            Quindi devi avere una telecamera, devi avere un
            computer per fare un minimo di editing, devi
            avere un abbonamento internet, devi avere il
            modem
            adsl...oppure un cellulare.l'hai scordato di proposito?
            tutta roba che non ha nulla a che vedere con la
            tv.nemmeno il cellulare ha nulla a che fare con la tv o con internet...
            La tv si guarda. Su internet si interagisce. Sono
            cose
            diverse.ma perchè siete dei pessimi e passivi telelebotizzati!
            La sera mi piace (a me e ad altri 22 milioni di
            famiglie) guardare la tv. a me invece piace... :$
            Guardare, non
            interagire con. Si accende e si guarda un
            programma e non per questo ci si deve sentire
            stupidi.noooooo, skerzi! guardare una cosa che loro hanno deciso di mostrati, agli orari che loro hanno deciso di mandarlo e di farti assorbile gli slogan che loro hanno deciso (e chemmgja mi frega a me se esistè un'adesivo per dentiere "più forte di tutti gli altri" o che tale yogurt ti fa andare di corpo meglio? è assurdo...) e, come se non bastasse, vi fanno defecare/urinare nel momento che vogliono loro (durante la pubblicità)!!!guarda, non è che bisogna sentirsi stupidi , è che lo si è e si è pure contenti di essero, a questo punto!
            Non si deve avere il cervello in
            funzione 24h/24 per interagire con altre
            persone.con gli evidenti risultati sociali.
            La sera è anche possibile (e spesso è la
            normalità) che uno voglia solo sdraiarsi sul
            divano e riposare guardando la defilippi o ciao
            darwin (ieri record con picchi di 7 milioni
            davanti alla
            tv).e ve ne vantate :| :| :| :| :|assurdo!
            Il digitale terrestre serve a questo. A vedere la
            tv di oggi, ma in maniera più efficiente,
            sfruttando meglio le frequenze, utilizzando
            potenze inferiori e riducendo l'inquinamento
            elettromagnetico.e meno tasse per tutti? e non ci sono più le stagioni di una volta? :-o
            Lo switch off permette di avere più canali e
            un'immediata copertura di tutta
            l'Italia.a parte nelle zone fuori copertura.e non sono neanche poche...
            Tu ti lamenti (sbagli) della mancanza di
            copertura. Ma questo dipende dalla coesistenza
            fra dtt e analogico. Se domani si passasse al
            digitale, tutte le antenne che già oggi prendono
            in analogico, automaticamente riceverebbero in
            digitale senza dover essere riorientate.NON_DICIAMO_CORBELLERIE forse nelle città e negli edifici di mediorecente costruzione è possibile convertire l'impianto senza fare nulla.informati da un'antennista: io ne conosco parecchi...
            E' una
            cosa immediata. Il problema unico è convincere la
            gente a fare il passaggio. E, con gente ignorante
            (come te per certi passaggi) questo diventa
            davvero difficile. La gente come te tiene in
            piedi l'analogico per nulla. Fatti
            furbo.ma quale analogico! io la tv la uso come monitor per i film!fatti furbo! butta quel bidone colorato e pensa con la tua testa! drrrrriiinnn! pubblicità! tutti a c*c*re! assurderrimo :
            Ultimo appunto: la ruota è stata inventata
            migliaia di anni fa. Non per questo è meno utile
            oggi di ieri. Oppure tu usi le
            slitte?il motore a scoppio ha 100 anni.da almeno 50 è superato. perchè si continua ad usare un motore che spreca l'80% dell'energia (neanche tanto economica) in calore?perchè non ci si affida a soluzioni più performanti?perchè Gaia è piena di allocchi.
            La tv digitale non è vecchia. Poi è vecchia
            rispetto a cosa? Ad Internet? Come ti hanno
            detto, sono cose diverse, con servizi diversi e
            costi molto diversi. Il dtt va confrontato con la
            tv analogica. E, indovina un po', la tv analogica
            è più
            vecchia.è sempre così: quando c'è da fare innovazione saltano fuori i soliti conservatori a dire "no no, va bene così, perchè cambiarlo?" con risultati che si vedono (e t'aspettano divertenti sorprese per il futuro!)
            PS: immagino che se tu voglia guardare i Griffin
            ORA, tu vada subito a comprare il filmato dei
            griffin ORA da internet. Oppure lo vai a
            scaricare dal
            p2p?youtube? joost? fox?
            A conferma della teoria banda in up = p2p pirata.a conferma che nel ti sei fermato al precedente secolo.
          • Vodafone: se lo conosci lo eviti scrive:
            Re: Qualcosa ho da dire su questo tema


            Ok. Ma quali video?

            Quelli fatti con la telecamera.
            e, per quanto lo trovi sciocco, cellulare.Vorresti fare un video col cellulare, collegare il cellulare al decoder e inviare il video alla fidanzata tramite decoder-adsl?Ma perché?Tu vuoi trasformare la tv in un computer. Guarda un po', esiste già. Si chiamaC O M P U T E RNon serve che ne inventi un altro che fa la stessa cosa.Il dtt non deve soppiantare il computer, ma la tv analogica.Il dtt non deve essere in grado di inviare un mms alla fidanzata, per quello c'è già il cellulare.Per certe cose l'adsl funziona meglio, per altre il cellulare funziona meglio e per altre ancora è meglio il dtt.Il dtt va bene per la tv tematica o generalista in cui una emittente trasmette la sua programmazione identica per tutti.Non sei interessato? Benissimo. Ma altri milioni di persone guardano quotidianamente la tv. Per queste persone il decoder dtt permetterebbe più offerta. Per le emittenti meno sprechi e per la società più pluralismo e concorrenza.Cose da buttare?
            oppure un cellulare.
            l'hai scordato di proposito?Spiegami un po' perché dovresti fare un video col cellulare e poi inviarlo tramite decoder dtt, farlo passare dall'adsl di casa (che paghi) e farlo arrivare non si sa bene come alla tv di un altro. All'altro come arriva? Via adsl o via dtt?Via dtt non sarebbe facile, se lo fai via adsl stai replicando semplicemente quello che già esiste con youtube, messenger o altri sistemi di condivisione. Il dtt non servirebbe a nulla qui.Il dtt serve per guardare la tv.
            nemmeno il cellulare ha nulla a che fare con la
            tv o con internet...E tu perché vuoi collegare il cellulare al decoder allora?

            La tv si guarda.
            ma perchè siete dei pessimi e passiviE perché dovrei essere sempre attivo? Tu dormi? Non ti riposi?Che problema c'è nel voler guardare un film alle 9 di sera?Oppure devo sempre stare a chattare, sempre stare ad inviare video fatti col cellulare?
            noooooo, skerzi! guardare una cosa che
            loro hanno deciso di mostrati, agli orari
            che loro Se invece decidi tu l'orario, ti tocca pagare. Oppure ti scarichi illegalmente da internet.Altre opzioni non ci sono.

            tv di oggi, ma in maniera più efficiente,

            sfruttando meglio le frequenze, utilizzando

            potenze inferiori e riducendo l'inquinamento

            elettromagnetico.
            e non ci sono più le stagioni di una volta?Sostieni che l'efficienza peggiora col dtt?Hai elementi per dirlo o cosa?

            Lo switch off permette di avere più canali e

            un'immediata copertura di tutta

            l'Italia.
            a parte nelle zone fuori copertura.A switch off avvenuto, la copertura del dtt sarebbe pari a quella dell'analogico.

            Se domani si passasse al

            digitale, tutte le antenne che già oggi prendono

            in analogico, automaticamente riceverebbero in

            digitale senza dover essere riorientate.
            NON_DICIAMO_CORBELLERIENessuna corbelleria. Se ora prendi l'analogico, su quella stessa frequenza poi prendi in digitale.
            perchè non ci si affida a soluzioni più
            performanti?Per guardare la tv il dtt è più performante della tv analogica e dell'adsl.
            è sempre così: quando c'è da fare innovazione
            saltano fuori i soliti conservatorie tu sei fra quelli.

            PS: immagino che se tu voglia guardare i Griffin

            ORA, tu vada subito a comprare il filmato dei

            griffin ORA da internet. Oppure lo vai a

            scaricare dal

            p2p?
            youtube? joost? fox?Su youtube sono illegali.Su joost te la cavi (non so in particolare sui griffin, ma c'è roba interessante).Il problema è che puoi farlo tu e posso farlo io (sono betatester di Joost da circa un anno).Ma non puoi imporre a 58 milioni di persone di mettersi l'adsl e un computer in casa e di collegare tutto insieme alla tv. E anche lo potessi fare, a banda occupata dalla tv sarebbe troppa e sarebbe sprecata.Col dtt hai meno sprechi e l'unico costo è l'acquisto UNA TANTUM dei decoder.
            a conferma che nel ti sei fermato al precedente
            secolo.Non credo proprio. Tu sei fermo nel modo di pensare e non capisci che l'adsl non è sufficiente per un uso così intenso di banda come quello richiesto dalla tv.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
            - Scritto da: Vodafone: se lo conosci lo eviti


            Ok. Ma quali video?


            Quelli fatti con la telecamera.

            e, per quanto lo trovi sciocco, cellulare.
            Vorresti fare un video col cellulare, collegare
            il cellulare al decoder e inviare il video alla
            fidanzata tramite
            decoder-adsl?
            Ma perché?perchè_posso?
            Tu vuoi trasformare la tv in un computer. Guarda
            un po', esiste già. Si
            chiama
            C O M P U T E R
            Non serve che ne inventi un altro che fa la
            stessa
            cosa.ma se dobbiamo ancora iniziare a mescolare le cose! lascia perdere, tu hai una visione degli eletrodomestici che sono quei cosi in cucina, interbnet che è l'icona della E azzurra, la tv che è quella scatola colorata, il cellulare/telefono che serve per parlare etc etc...non ti accorgi che sono lo stesso?bah, te ne renderei conto tra un po' d'anni... :(
            Il dtt non deve soppiantare il computer, ma la tv
            analogica.che è, per definizione, inutile (e dal '92 circa)
            Il dtt non deve essere in grado di inviare un mms
            alla fidanzata, per quello c'è già il
            cellulare.ma perchè mi chiedo io?il Wired non dovrebbe esser UNO?sei un po' fermo, mi sa...
            Per certe cose l'adsl funziona meglio, per altre
            il cellulare funziona meglio e per altre ancora è
            meglio il
            dtt.e non ti sembra sia l'ora di unificare?
            Il dtt va bene per la tv tematica o generalista
            in cui una emittente trasmette la sua
            programmazione identica per
            tutti.e cosa me ne faccio se metà utenti potenziali è al lavoro/a femmine/altrove?non converrebbe offrire time_shifting?1+1=?
            Non sei interessato? Benissimo. Ma altri milioni
            di persone guardano quotidianamente la tv. Per
            queste persone il decoder dtt permetterebbe più
            offerta. Per le emittenti meno sprechi e per la
            società più pluralismo e
            concorrenza.
            Cose da buttare?panem et circenses, altro che pluralismo (come fai a farlo se dicono loro cos'è l'opposto dell'altro???)...

            oppure un cellulare.

            l'hai scordato di proposito?
            Spiegami un po' perché dovresti fare un video col
            cellulare e poi inviarlo tramite decoder dtt,
            farlo passare dall'adsl di casa (che paghi) e
            farlo arrivare non si sa bene come alla tv di un
            altro. perchè_posso?
            All'altro come arriva? Via adsl o via
            dtt?
            Via dtt non sarebbe facile, se lo fai via adsl
            stai replicando semplicemente quello che già
            esiste con youtube, messenger o altri sistemi di
            condivisione. Il dtt non servirebbe a nulla
            qui.appunto.
            Il dtt serve per guardare la tv.che è vecchia e morta.


            nemmeno il cellulare ha nulla a che fare con la

            tv o con internet...
            E tu perché vuoi collegare il cellulare al
            decoder
            allora?perchè *forse* il decoder nemmeno dovrebbe esistere?


            La tv si guarda.

            ma perchè siete dei pessimi e passivi
            E perché dovrei essere sempre attivo? Tu dormi?
            Non ti
            riposi?
            Che problema c'è nel voler guardare un film alle
            9 di
            sera?io voglio vederlo alle 9:30.e non voglio perdere l'inizio. che facciamo?
            Oppure devo sempre stare a chattare, sempre stare
            ad inviare video fatti col
            cellulare?
            1) non chatto più da anni2) odio i video con cellulare3) sciegliere non comporta sforzi maggiori, solo coscienza.

            noooooo, skerzi! guardare una cosa che

            loro hanno deciso di mostrati, agli orari

            che loro
            Se invece decidi tu l'orario, ti tocca pagare.ma perchè, perdiana? ho meno diritti? ho ritardato di 30 minuti, e allora? devo pagare per questo?qui si cade nel ridicolo senza rendersene conto... :(
            Oppure ti scarichi illegalmente da
            internet.
            Altre opzioni non ci sono.appunto, perchè si smarmallano i $$$ in cose inutili.


            tv di oggi, ma in maniera più efficiente,


            sfruttando meglio le frequenze, utilizzando


            potenze inferiori e riducendo l'inquinamento


            elettromagnetico.

            e non ci sono più le stagioni di una volta?
            Sostieni che l'efficienza peggiora col dtt?
            Hai elementi per dirlo o cosa?
            sostengo che le chiacchiere stanno a zero.il codec stesso che è stato scelto per il dtt fa ridere i polli, purtroppo a suo tempo c'era quello e quello s'è implementato.col risultato che ora abbiamo le case degli italiani pieni di decoder-cacca.


            Lo switch off permette di avere più canali e


            un'immediata copertura di tutta


            l'Italia.

            a parte nelle zone fuori copertura.
            A switch off avvenuto, la copertura del dtt
            sarebbe pari a quella
            dell'analogico.
            si, e gli impianti domestici come per magia si riconvertono.


            Se domani si passasse al


            digitale, tutte le antenne che già oggi
            prendono


            in analogico, automaticamente riceverebbero in


            digitale senza dover essere riorientate.

            NON_DICIAMO_CORBELLERIE
            Nessuna corbelleria. Se ora prendi l'analogico,
            su quella stessa frequenza poi prendi in
            digitale.bizzarro.a casa mia i dtt non funziona.nemmeno a casa di una serie di miei amici funzionava. rifatto l'impianto, e come per magia il dtt funziona.ti ri consiglio di contattare un tecnico prima di pontificare su qualcosa di elettronico. in questo caso un'antennista.

            perchè non ci si affida a soluzioni più

            performanti?
            Per guardare la tv il dtt è più performante della
            tv analogica e
            dell'adsl.si, ma oneway.


            è sempre così: quando c'è da fare innovazione

            saltano fuori i soliti conservatori
            e tu sei fra quelli.
            forse ti sfugge il fatto che la tv è stat inventata nel 1925...



            PS: immagino che se tu voglia guardare i
            Griffin


            ORA, tu vada subito a comprare il filmato dei


            griffin ORA da internet. Oppure lo vai a


            scaricare dal


            p2p?

            youtube? joost? fox?
            Su youtube sono illegali.
            Su joost te la cavi (non so in particolare sui
            griffin, ma c'è roba
            interessante).
            Il problema è che puoi farlo tu e posso farlo io
            (sono betatester di Joost da circa un
            anno).
            Ma non puoi imporre a 58 milioni di persone di
            mettersi l'adsl e un computer in casa e di
            collegare tutto insieme alla tv. E anche lo
            potessi fare, a banda occupata dalla tv sarebbe
            troppa e sarebbe
            sprecata.ma perchè dobbiamo ancora inventarlo il supporto!
            Col dtt hai meno sprechi e l'unico costo è
            l'acquisto UNA TANTUM dei
            decoder.si, e un euro per questo, un euro per quello....

            a conferma che nel ti sei fermato al precedente

            secolo.
            Non credo proprio. Tu sei fermo nel modo di
            pensare e non capisci che l'adsl non è
            sufficiente per un uso così intenso di banda come
            quello richiesto dalla
            tv.io ti ripeto: meno soldi per scazzato, più soldi in investimenti nel futuro
          • Vodafone: se lo conosci lo eviti scrive:
            Re: Qualcosa ho da dire su questo tema

            eletrodomestici che sono quei cosi in cucina,
            interbnet che è l'icona della E azzurraHo un mac...non vedo la e azzurra da...tanto.
            non ti accorgi che sono lo stesso?
            bah, te ne renderei conto tra un po' d'anni...Anni. Hai detto bene. Parli di cose future che forse esisteranno.Io parlo di una tecnologia che esiste già, già funziona e che potrebbe soppiantare la tv analogica domani stesso.
            e non ti sembra sia l'ora di unificare?Sì. Ma non per tutti.

            Il dtt serve per guardare la tv.
            che è vecchia e morta.Il mezzo o i contenuti?La tv è vista da milioni e milioni di persone in Italia.Internet ha una penetrazione che se va bene è la metà.Se la tv è morta, internet che è?
            perchè *forse* il decoder nemmeno dovrebbe
            esistere?I decoder esistono per evitare di dover cambiare tv.
            sostengo che le chiacchiere stanno a zero.
            il codec stesso che è stato scelto per il dtt fa
            ridere i polliE' lo stesso che è stato scelto per il sat.L'mpeg4 avrebbe fatto lievitare i costi dei decoder e fatto rallentare la diffuzione della piattaforma.
            col risultato che ora abbiamo le case degli
            italiani pieni di decoder-cacca.Sono gli stessi che hanno in Francia, in Germania, in Austria, in Finlandia e in Svezia.Anzi i nostri hanno in più l'mhp che all'estero è leggermente meno diffuso che in Italia.Tutti scemi?

            Nessuna corbelleria. Se ora prendi l'analogico,

            su quella stessa frequenza poi prendi in

            digitale.
            bizzarro.
            a casa mia i dtt non funziona.Si parla di copertura a switch off avvenuto.Stacchi il segnale analogico e ci metti quello digitale.Se vedi quello analogico oggi, domani prenderai ugualmente le stess frequenze, ma le vedrai in digitale.

            Per guardare la tv il dtt è più performante
            della

            tv analogica e

            dell'adsl.
            si, ma oneway.La tv è oneway. Non fosse oneway sarebbe vod o altro ancora.Il dtt migliora la tv, non altri servizi.
            ma perchè dobbiamo ancora inventarlo il supporto!Il supporto? Manca la banda.

            Col dtt hai meno sprechi e l'unico costo è

            l'acquisto UNA TANTUM dei

            decoder.
      • Ant scrive:
        Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
        La soluzione è molto semplice: facciamo lo switch-off della TV e basta!
        • Geronimo scrive:
          Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
          - Scritto da: Ant
          La soluzione è molto semplice: facciamo lo
          switch-off della TV e
          basta!Tu invece dovresti accendere il cervello.Scommetto che sei fra quelli che non vogliono più vedere la tv, però scarichi film e telefilm da internet e magari guardi youtube.E che trovi su youtube? Stessi contenuti della normalissima tv (ma a qualità pessima), filmini porno e calcio. Stop. Davvero interessante.Hai mai guardato la top rate di youtube? E' sconsolante quel che c'è ai primi posti. E quello dovrebbe essere ciò che la tv dovrebbe mandare in onda?
      • Ebolo scrive:
        Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
        Video On Demand (VOD), dici niente come servizio aggiuntivo su una televisione normale!David.
        • Geronimo scrive:
          Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
          - Scritto da: Ebolo
          Video On Demand (VOD), dici niente come servizio
          aggiuntivo su una televisione
          normale!Il VOD è in ricezione. E non va bene su dtt.Ragazzi, ma capite la differenza fra Internet e la tv??????????Da una parte hai un segnale che si manda a tutti indistintamente, dall'altra hai un segnale che è diverso per ogni utente.Per guardare la tv è più efficiente il primo metodo. Questo perché la tv è un mezzo di massa.La tv via adsl va benissimo, ma non può in tembi brevi raggiungere la stessa massa (lo stesso numero di utenti) della tv analogica, semplicemente la banda non basta.Per questo il vod è un prodotto di nicchia e resterà prodotto di nicchia finché non si avrà fibra in tutta Italia.Il dtt c'è e funziona ora, non si deve attendere di coprire con la fibra.
          • Ebolo scrive:
            Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
            Dovresti leggere tutti i post prima di dare risposte acide :)Un decoder fatto bene ed una banda decente potrebbe permettere di avere VOD sulla tv di casa.Comunque tu la veda mi sembra davvero interessante come opportunità di business.Ebolo.
          • Geronimo scrive:
            Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
            - Scritto da: Ebolo
            Dovresti leggere tutti i post prima di dare
            risposte acide
            :)

            Un decoder fatto bene ed una banda decente
            potrebbe permettere di avere VOD sulla tv di
            casa.
            Comunque tu la veda mi sembra davvero
            interessante come opportunità di
            business.Certo che lo è.Ma non è tv di massa.Il vod via adsl va in concorrenza con i blockbuster, solo in minima parte col dtt.Il dtt è tecnologicamente avanzato per la tv di massa, quella sostituisce, ma nulla vieta che le si affianchino altre forme di intrattenimento.La motivazione è semplice, con l'adsl non è pensabile che ci siano milioni e milioni di persone contemporaneamente collegate per guardare la tv. E anche lo fosse, sarebbe tutto un viaggio di bit sprecato, dato che col dtt si ottiene lo stesso risultato occupando molta meno banda.Il vod è di nicchia (in espansione), il dtt è destinato a diventare la tv di massa. Sono cose diverse.
    • Abusivo scrive:
      Re: Qualcosa ho da dire su questo tema

      Cercherò di essere più tecnico possibile dato che
      sono del settore.Anche io (o meglio, lo ero), ma ho un paio di appunti.
      ... di fare streaming
      attraverso il canale di ritorno. (tutti i decoder
      nelel case della gente sono 1.02 o
      1.03)Ho capito cosa ci faresti con lo streaming (anche se non ho capito perché vuoi usare il canale di ritorno che è un modem a 56k e cosa c'entri l'MHP in questo caso).Il punto è che è un preciso requisito dei content provider che NON si possa fare.
      I decoder hanno, in quasi tutti i casi, due chip
      interni uno atto alla decodifica audio/video
      l'altro che pensa a tutto il resto, dalla
      decodifica dei segnali criptati alla messa su
      schermo delle applicazioni
      MHP.
      Il secondo chip è oggi oberato da un firmware non
      ottimizzato che è stato "aggiunto" al firmware
      originale per poter permettere la decodifica dei
      sistemi di cripting Nagra e
      Irdeto.Falso. Il più vecchio e bolso chip in circolazione, il TI7110, fa tutto da solo tranne l'interfacciamento con la smart card. La decodifica dei segnali del sistema di accesso condizionato la fa un secondo chip: quello che sta nella smart card stessa.L'MHP è lento perché viaggia su pacchetti come tutte le altre cose della DTV, solo che ha una banda risicata.
      • Ebolo scrive:
        Re: Qualcosa ho da dire su questo tema
        Posso sbagliarmi ma quello che mi ho scritto sui chip è quello che mi ha raccontato uno dei tecnici di Telesystem, che oltre al resto produce anche decoder.Ebolo.
  • Pino La Lavatrice scrive:
    Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
    Qualcuno glielo spiega a Gasparri che il digitale è morto prima ancora che lui (con l'aiutino disinteressato di un certo Confalonieri) lo facesse nascere, e soprattutto (udite udite) del digitale terrestre NON FREGA NIENTE A NESSUNO! Ah, e se qualcuno glielo spiega, per carità, che lo spieghi anche a Gentiloni (se glielo spiega Gasparri mi sa che non si capiscono).Cosa caspita mi frega di vedere una qualsiasi di quelle boiate che si vedono su uno qualsiasi dei mille mila canali fotocopia, invece che con l'effetto neve, a quadretti e a scatti con l'audio che salta e fotogrammi uno si e 5 no, e magari dopo aver anche pagato 5-6 o più (perché per questo si che il digitale è innovativo, adesso possono farti pagare per quello che vedi), senza contare il decoder.Fa ridere Gasparri. Fa ridere anche Gentiloni, per carità, e sinceramente stabilire chi dei due è più ridicolo è compito davvero arduo, ma il bue che da del cornuto all'asino è davvero surreale. Anzi più che bue, vista la sua precedente gestione del Ministero che gli era stato affidato (con siluramento annesso, appena terminata la sua funziona di firma carte), sarebbe più corretto parlare di un cesto di lumache.Mi danno un fastidio sti politici che si sentono perennemente in campagna elettorale e che creano un comizio da ogni loro parola, il tutto permeato dal perenne vuoto spinto, che ormai accompagna ogni loro discorso, ma mi raccomando, sempre ben urlato a squarciagola, non sia mai che gli scappasse un concetto sensato che esprima il REALE INTERESSE DEL PAESE!
    • ... scrive:
      Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
      Se facessero il reale interesse del paese si sarebbero già dati fuoco da soli...
    • Ernesto scrive:
      Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
      come non essere del tutto, ma proprio al 100%, daccordo con te?
    • Mastro Geppetto scrive:
      Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
      - Scritto da: Pino La Lavatrice
      Qualcuno glielo spiega a Gasparri che il digitale
      è morto prima ancora che lui (con l'aiutino
      disinteressato di un certo Confalonieri) lo
      facesse nascere, e soprattutto (udite udite) sì certo... certo... Il DTT l'ha creato Gasparri nel suo laboratorio sotterraneo sotto il Vesuvio. Poi l'ha venduto in America, in UK, in Germania... pensa un po'. Tutta Europa ha comprato un'invenzione di Gasparri che fortuna avere certi inventori nel Belpaese.
      • Number 6 scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
        - Scritto da: Mastro Geppetto
        sì certo... certo... Il DTT l'ha creato Gasparri
        nel suo laboratorio sotterraneo sotto il Vesuvio.E nel DTT egli riversò la sua malvagità, la sua crudeltà, il duo desiderio di comandare ogni forma di trasmissione.Un decoder per dominarli tutti.
    • beagle scrive:
      Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
      A me sembra che la campagna elettorale la state facendo voi...il digitale terrestre è la naturale evoluzione della televisione! come lo è stato per la musica, la telefonia, i supporti, gli elettrodomestici, il cinema etc.etc. il digitale è entrato ovunque....ma stranamente la TV vi crea così tanti problemi...sarà mica perchè la spingeva il nano che l'avete presa come guerra di principio??
      • reindeer flotilla scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...

        facendo voi...il digitale terrestre è la naturale
        evoluzione della televisione! come lo è stato perLa naturale evoluzione della talevisione sarebbero dei contenuti decenti. La merda rimane merda anche in HD.
        • Vee scrive:
          Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
          - Scritto da: reindeer flotilla

          facendo voi...il digitale terrestre è la
          naturale

          evoluzione della televisione! come lo è stato
          per

          La naturale evoluzione della talevisione
          sarebbero dei contenuti decenti.Non mischiare problemi di piattaforma con problemi di contenuto.Su sat, su analogico e su web e su dtt possono andare in onda schifezze o cose buone.Qui si sta discutendo della utilità del digitale terrestre, non dei contenuti (che sono sempre americani e sono sempre gli stessi su tutte le piattaforme).Il digitale terrestre è l'unico mezzo che abbiamo per rompere il duopolio e per avere più offerta televisiva DI MASSA.Non tutti possono avere la parabola, ma tutti possono piazzare un bel decoder attaccato a tutte le tv di casa (soldi permettendo).Ci sarà la possibilità di avere 5 volte i canali attuali, possibilità di avere più contenuti e possibilità di avere più servizi.Noi siamo la società dell'informazione e il nostro compito sarebbe quello di invogliare tutti ad adottare velocemente la nuova tecnologia per usufruire dei suoi vantaggi.Invece leggo qui che pure quelli che masticano tecnologia non capiscono una fava e mezza.
          • sgabello scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
            - Scritto da: Vee
            Il digitale terrestre è l'unico mezzo che abbiamo
            per rompere il duopolio e per avere più offerta
            televisiva DI
            MASSA.
            Non tutti possono avere la parabola, ma tutti
            possono piazzare un bel decoder attaccato a tutte
            le tv di casa (soldi
            permettendo).
            Ci sarà la possibilità di avere 5 volte i canali
            attuali, possibilità di avere più contenuti e
            possibilità di avere più
            servizi.su quali basi fai una dichiarazione del genere? e' da anni ormai che le reti locali stanno morendo o si convertono a contenitori di spot a luci rosse e cartomanti, basta guardare i canali italiani gratuiti presenti sul satellite. Il dtt non fa altro che aumentare il gap fra chi ha soldi da investire e chi non ne ha elimando di fatto le poche emittenti locali rimaste. Mi spieghi che senso ha avere 5 canali di cartomanti al posto di 1? Gli unici che possono approfittarne sono i soliti noti i quali non faranno altro che togliere contenuti ai canali free per disperderli in nuovi canali a pagamento. Vedremo le stesse cose ma pagheremo di piu'.Anche sul piano qualita' dtt e sat non sono sempre sinonimo di maggior qualita', dipende tutto dal bitrate usato: ad esempio i canali del pacchetto base sky hanno tutti un bitrate basso per usare meno frequenze e cio' fa si che si vedano PEGGIO di un qualsiasi canale rai o mediaset analogico. L'effetto pixel nelle scene movimentate e' evidentissimo.
          • DTT per più pluralismo scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...


            Ci sarà la possibilità di avere 5 volte i canali

            attuali, possibilità di avere più contenuti e

            possibilità di avere più

            servizi.
            e' da anni ormai che le reti locali stanno
            morendo o si convertono a contenitori di spot a
            luci rosse e cartomanti
            Mi
            spieghi che senso ha avere 5 canali di cartomanti
            al posto di 1?Bello, dimentichi un particolare.Grazie al dtt le frequenze per la tv diventano più costose.Le piccole tv hanno perciò più incentivo a vendere le frequenze che già hanno e ad unirsi in network fra più regioni.Se vedi su dtt si è già ai primordi di questo, basta una sola emittente che passa in digitale e al suo posto si possono mettere 3-5 altre emittenti che già trasmettono in analogico e che possono rivendere le frequenze in loro possesso e reinvestire.E' tutto teorico con qualche piccolo esempio reale al momento.Il solito problema è che si deve attendere lo switch off prima che accada qualcosa.Fino a quel momento sarà tutto bloccato.
            Anche sul piano qualita' dtt e sat non sono
            sempre sinonimo di maggior qualita', dipende
            tutto dal bitrate usatoProprio perché c'è spazio da vendere su dtt, la qualità potrà essere molto elevata.Si potrà avere tranquillamente l'alta definizione.
      • non c'`e scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...

        così tanti problemi...sarà mica perchè la
        spingeva il nano che l'avete presa come guerra di
        principio??Allora vediamo un po` ...Il DTT ha probelmi tecnici in quanto la RF non essendo direzionale, a differenza della trasmissione satellitare è estremamente soggetta a disturbi che in analogico si riflettono nel leggero peggioramento dell'immagine mentre nel digiale creano un freezing fastidioso, il che, richiede per altro una riduzione notevole della banda utile anche per introdurre gli algoritmi di FEC. Per ovviare ai vari inconvenienti sarebbe stato necessario valutare la possibilità di utilizzare sistemi alternativi alla trasmissione MPEG2, che oggi incominciamo a vedere con H264, già in uso su diversi canali satellitari ma erano tecnologie che nel 2005 non erano pronte.Quando l'Italia ha adottato il DTT con scadenza 2006 (nota ... 2006) nella maggior parte degli altri paesi di europa il passaggio al digitale era sperimentale e previsto a cavallo tra il 2008 e il 2012 mentre Gasparri ha detto chiaramente che eravamo gli ultimi in Europa e dovevamo fare tutto subito. Qualcosa di molto azzardato visto che un vero standard trasmissivo digitale non è adottato a livello europeo (ognuno fa il suo) e i decoder sono nati già vecchi.Ora che abbiamo fatto il DTT e abbiamo 600 canali in più, non abbiamo cosa trasmetterci, visto che non ci chiamiamo tutti Murdock e dobbiamo adattare le leggi, quindi la domanda spontanea è : non era meglio aspettare qualche anno, usare nuove tecnologie e dare tempo al panorama Televisivo di adattarsi ?La risposta è "chi lo sa ? " ... d'accordo, con questo sistema Rete4 può trasmettere nonostante gli sia stata negata la concessione (polemica inutile) e Mediaset ha avuto un incremento notevole di fatturato dovuto alle shcede (si osservi per altro che il contributo era solo sui decoder MHP, cioè quelli con le schede , i free to air non avevano contributo, contributo che per altro si sono portati via i produttori di decoder giocando coi prezzi) ma non si può dire che tutto ciò abbia favorito in qualche modo l'ex Presidente del Consiglio ... anche perché se lo dici ti querelano.
        • anonimo01 scrive:
          Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
          quoto. questi sono i fatti dice una canzone di poco tempo fa...
        • Abusivo scrive:
          Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...

          ... ma non si può dire che tutto ciò abbia
          favorito in qualche modo l'ex Presidente del
          Consiglio ...Scherzi, vero?A parte i due simpatici vantaggi che hai già detto, c'è anche il piccolo particolare che un certo Paolo B. fabbricasse decoder.
      • anonimo01 scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
        - Scritto da: beagle
        A me sembra che la campagna elettorale la state
        facendo voi...il digitale terrestre è la naturale
        evoluzione della televisione! (rotfl) bella questa!
        come lo è stato per
        la musica, la telefonia, i supporti, gli
        elettrodomestici, il cinema etc.etc. il digitale
        è entrato ovunque....non so se hai notato che la gente si sta abituando a sciegliere ...no, con uno schermo che trasmatte pubblictà 24/24 interrotta ogni tanto da qualche pezzo di soap, reality show e fim ammerigani-spakkotutto, hai ben poco da sciegliere... http:// è il futuro.
        ma stranamente la TV vi crea
        così tanti problemi...sarà mica perchè la
        spingeva il nano che l'avete presa come guerra di
        principio??sarà mica che ti sei ostinato di considerarle il non plus ultra disponibile, solo per una questione di principio (perchè lo diceva un nano e allora era vero, gli altri: preistorici) ?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 ottobre 2007 09.04-----------------------------------------------------------
      • Ricky scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
        Andiamo per gradi...I politici fanno gli interessi di CHI?!Risposta:NON I NOSTRI.E sono li proprio per noi...Il digitale e' una tecnologia che A NOI da' qualche vantaggio REALE?!LA risposta e' NO...le tecnologie ci sono ma NON SONO QUELLE ADOTTATE.Questo governo ha recepito il messaggio?NO...tanto per cambiare e insistono,contravvenendo a qualsiasi legge europea, a dare soldia chi proprio non li merita.Berlusca ha sovvenzionato se stesso o la sua famiglia con il DDT, questo governo come mai insiste?A CHI FA RIFERIMENTO per decidere che i NOSTRI soldi debbano agevolare uan cosa inutile e sorpassata come il DDT?Altra domandina:se chiedessimo al governo di spiegarci le sue scelte , otteremmo una risposta VALIDA?NO...guarda caso onon rispondono o glissano oppure ti impediscono di sapere (vedi sito italia costato 40 m di euri).C'e' una soluzione vincente?SI! Andare tutti la, prenderli apattoni e mandarli in miniera...Poi mettere al posto loro gente capace,onesta e motivata che rimetta a posto questa carovana sbilenca di nome Italia..
      • rockroll scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
        - Scritto da: beagle
        A me sembra che la campagna elettorale la state
        facendo voi...il digitale terrestre è la naturale
        evoluzione della televisione! come lo è stato per
        la musica, la telefonia, i supporti, gli
        elettrodomestici, il cinema etc.etc. il digitale
        è entrato ovunque....ma stranamente la TV vi crea
        così tanti problemi...sarà mica perchè la
        spingeva il nano che l'avete presa come guerra di
        principio??Non ti possono mica dare torto per quel che dici, ed in effetti anche io tendo a pensare come te.Il DTT, con adeguata copertura, è tecnicamente meglio dell'analogico, non devo spiegarvelo io. Si può obiettare sulla necessità dello stesso piuttosto che di tutt'altre esigenze ben più serie e pressanti, ma se evoluzione ci deve essere, a parità anzi diminuzione di costi per l'utente (legge di Moore, o qui non vogliono che valga?) perchè osteggiarlo? Daccordissimo con P.I. che esistono e forse avranno preponderanza nel futuro altre tecnologie, segnatamente WEB TV e relativo Streaming in Rete, a patto di poterne usufruire liberamente e senza paletti di sorta , ma un televisore CRT ormai te lo tirano dietro a palate (22" almeno bifonico sotto i 100 euro..., e se cerchi, molto sotto i 200 lo trovi anche LCD), e con la stessa cifra l'industria è in grado di fornirti integrato il sistonizzatore DVB (T e/o anche S) in luogo del vecchio sint analogico. E se solo si vuole la grande distribuzione lo renderebbe accessibile a tutti senza bisogno di chi sa quali interventi statali, mentre non tutti hanno la disponibilità e le competenze per ricevere su PC in banda larga con la facilità e la regolarità e l'economicità con cui usufruiscono di un apparecchio TV di basso costo. E ancora daccordo che l'interattività non c'entra niente col protocollo di ricezione, tanto è vero che viene simulata posticciamente con tutt'altro tipo di trasmisione, il vecchio modem analogico + il vecchio telefono...: la vera interattività si ottiene solo con apparecchiature informatiche (basterebbe non rottamare i vecchi PC per dare a tutti senza costi aggiuntivi vera interattività di massa).Ma pur con questi distinguo, demonizzare un miglioramento tecnologico indubbio che per noi volendo è a costo zero, che ci può sestuplicare i canali con qualità DVD e che, basterebbe volerlo, potebbe portare a diffusione di massa senza particolari costi per l'utente la famigerata Alta Definizione (tutti noi abbiamo monitor a definizione molto più che HD Reay), dicevo demonizzare tutto ciò non fa che avvalorare la tua ipotesi di assunta posizione antiBerluska per partito preso, visto anche che non si demonizzano parimenti vere assurdità come la microTV a pagamento sui cellulari e i costi senza senso di improbabili e non ancora standardizzati sistemi di fruizione in H.D. di cui non si vuole che esistano (e non esisteranno) input correnti disponibili a tutti come avviene ora per fruizioni S.D. (anche qui non si vuole proprio che valga la legge di Moore?)..-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 ottobre 2007 16.43-----------------------------------------------------------
        • teddybear scrive:
          Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
          - Scritto da: rockroll
          Il DTT, con adeguata copertura, è tecnicamente
          meglio dell'analogico, non devo spiegarvelo io.L'hai detto... CON ADEGUATA COPERTURA.Io lo dico e lo ripeto. Vivo a Basiglio. Milano Tre. Patria del Berlusconismo più palese. Qui a Milano Tre l'analogico si vede bene. Le reti RAI, quelle mediaset, MTV, La7, e così via... Fino a quando c'era ancora la TSI sull'analogico, si vedeva bene pure quella, poi l'hanno spenta. Poco prima acquistai a 80 euro, senza contributi statali, un decoder. Lo attacco all'antenna, faccio fare la ricerca, e trovo... meno di 15 canali. (ne vedo assai di più con l'analogico, e prendo in considerazione solo quelli che si vedono bene, escludendo a priori quelli pieni di effetto neve, solo b/n ecc).Niente svizzera, ovviamente (e qui ho avuto la mia delusione). La rai si vede... nel senso che c'è. Ma spesso scatta, si frezza... l'audio "poppa" (passatemi il termine). Si vedono molto meglio i video di Youtube. Mediaset? La situazione non è molto migliore. La7 si vede NETTAMENTE meglio, idem MTV. SportItalia si vede da schifo, inguardabile. Quanto tempo è passato? Due anni? Circa. La situazione è identica.Ho preso quel decoder e l'ho regalato a mamma. Che abita a Novara. All'inizio vedeva una trentina di canali. Tra cui i 4 della svizzera (due italiani, uno tedesco ed uno francese, ovviamente). Poi qualche canale è sparito. Poi qualche altro. La rai non si vede più. Mediaset non c'è più. Hanno chiamato antennisti, ma dicono che è tutto a posto. Mia sorella vive a 100 metri da casa di mamma. Chiedo a lei. Situazione identica. In pratica nelle due case (ed i vicini di appartamento e di condomini confermano) sul digitale si vede UNICAMENTE la svizzera. E si vede DIVINAMENTE. A nessuno di quelli che conosco interessa il calcio, ma i canali pay per view, nel poco che si vede "free", appaiono al massimo della qualità.Qualcosa non quadra.Tre settimane fa mi sono deciso, ho speso altri 80 euro. Dopo due anni. Ma non ho preso un decoder DVB-T. Ho preso una parabola da 80cm, un illuminatore dual-feed, un decoder FTA, ed il supporto per la parabola. Erano in offerta. Stesso costo del solo decoder terrestre di due anni prima.L'installazione è avvenuta in meno di un ora. Il puntamento è stato fatto "a braccia"... con l'aiuto del decoder, quindi necessariamente non perfetto, probabilmente si può ottenere di meglio.Qui cosa vedo?Ho appena finito di spazzolare tutte le frequenze. Escludo tutti i canali in arabo, in farsi, turco e così via. Escludo tutti i canali dove "vendono Dio" (roba simile a radio maria o ai telepredicatori di stile americano, ce ne sono in tutte le lingue). Via tutti i doppioni (ce ne sono alcuni). Via tutti i canali codificati, via tutti i canali di cartomanti, via tutti i canali di pubblicità dei sex-phone (accidenti, quanti sono!).Alla fine della pulizia, mi rimangono 400 canali. OK, sono fortunato di essere tedesco, ed in quella lingua ci sono tantissimi canali, tra cui tutti i canali nazionali. Ci sono tutte le emittenti regionali della ZDF (il secondo canale nazionale tedesco).Tanti canali in italiano (rai/mediaset/ecc), tanti in francese, tantissimi in inglese (BBC è un sinonimo di qualità). Ho tenuto ovviamente anche Al Jazzera international. Ci sono tanti canali musicali. Vedo, puntando unicamente sui due satelliti "standard", ben otto canali in russo (per la estrema felicità di mia moglie). E la capisco perfettamente quando dice che lei, in ucraina, era abituata a dei contenuti televisivi di qualità assai superiore a quelli italiani. Fanno vedere tantissimi film. Qui in italia quanti sono i canali che mostrano tutto il giorno solo film che non siamo PPV?.Ripeto, sono fortunato a conoscere tedesco, italiano, inglese, francese e russo, ma chiunque con ottanta euro può montarsi la stessa parabola, e vedere molto più che con il digitale terrestre. Vedo gli stessi canali (quelli classici) che vedo con l'analogico, con una qualità superiore (fino a che non ho visto il satellitare pensavo che l'analogico si vedesse molto bene, ora dico che si vede "niente male". In più ho molti canali che sono interessanti a prescindere dalla lingua (per chi ha il satellitare sa di cosa parlo quando dico Deluxe Music), c'è euronews che trasmette in OTTO lingue contemporaneamente (inglese, tedesco, francese, italiano, spagnolo, russo, portoghese, basta switchare come su un DVD.Stessa spesa, resa maggiore.A cosa mi serve il DVB-T?
          • rockroll scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
            Teddy Bear, come non darti ragione.Non ti quoto perche verrebbe troppo lungo ripetere la tua dettagliata descrizione, ma condivido perfettamente. Il fatto che non si sia raggiunta una copertura decente, ma sopratutto il fatto, da te e da me sperimentato, che invece di un miglioramento graduale sia di copertura che di presenza canali si ha un andamento altalenante e certamente non migliorativo, la dice lunga sulla situazione e su qualcosa che di certo non quadra nel procedere e ne l diffondersi di questa tecnologia, che concordo con te, sarebbe valida se la si volesse adeguatamente e seriamente curare. Venendo al senso del tuo intervento, in effetti, come ho spezzato una lancia a favore di un DTT a copertura e diffusione ideale, così dovrei spezzarne almeno 10 a favore della TV satellitare.Ed in effetti, se noti, ho detto che l'industria, basta volerlo, potrebbe fornire allo stesso costo dei TV analogici che ti tirano dietro nei supermercati, la versione con sintonizzatore DVB-T ovvero S , appunto...Non ho insistito sul l'argomento DVB-S (TV satellitare) perchè lo ritenevo un po' OT (fuori argomento), ma avrei voluto farlo, anche solo a scopo di informazione per tutti. Ti ringrazio vivamente per averlo fatto tu riportando la tua esperienza, e mi ha fatto piacere avere informazioni utili in merito da parte di persona competente ed informata. Mi hai fatto proprio venir voglia di piazzarmi la mia parabola (max 40 euro, ho un balcone in pieno sud a piano alto, la posso orientare a mano dove voglio) e di prendere una SK DVB-S per il mio computer: il vantaggio rispetto ai sistemi consumer è il tutto in uno su PC a costo minimo (SK DVB-T sotto i 60 euro): decoder + televisore + videorerecorder su HardDisk + ancora sistema di editing e compressione in DivX sono automaticamente conglobati nel Computer provvisto di SK satellitare, senza contare che, come accennavo prima, qualunque PC a differenza di molti televisori è dotato di audio per lo meno stereo e di video di definizione ben oltre l'HD ready che tanti rincorrono a suon di milionate... Tornando a quanto da te descritto, a ben pensarci il DTT non ha proprio senso, dal momento che esiste la televisione satellitare ... avendo essa da tempo raggiunto un'efficienza ed un'ampiezza di offerta che offuscano e ridicolizzano nel modo più totale il penoso arrancare del DTT come esso ad oggi si presenta ...Bye - rockroll-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 ottobre 2007 02.54-----------------------------------------------------------
    • claudio1980 scrive:
      Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
      in estonia i decoder sono gratuiti, ma non quelli con il modem analogico dove per votare al grande fratelo paghi un euro, ma con la scheda di rete che colleghi alla borchia della propria adsl, in questo modo il governo estone fornisce informazioni utili della PA non solo su internet ma anche sul televisore.Ma si sa la media d'età dei componenti del governo estone è 30'anni, da noi 50
      • C. M. Burns scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
        Io direi che l'età media è 90 anni. Alcuni di loro erano miei compagni di scuola... Ahhh che bello rinverdire i vecchi tempi, quando tentavo di conquistare il cuore di quella giovinetta... come si chiamava? Ahhh, ora ricordo: Montalcini.Eccellente!!!(nota "seria": peraltro la vegliarda pare molto più sveglia della maggior parte del ciarpame nelle due camere...)
        • come no scrive:
          Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
          Infatti è sveglissima, soprattutto quando si tratta di paraculare qualche amico dei suoi....
        • anonimo01 scrive:
          Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...

          (nota "seria": peraltro la vegliarda pare molto
          più sveglia della maggior parte del ciarpame
          nelle due
          camere...)sai com'è, il Nobel non lo danno mica a caso (come credono dei falliti troll qui denro)
          • Vikinger scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
            - Scritto da: anonimo01

            (nota "seria": peraltro la vegliarda pare molto

            più sveglia della maggior parte del ciarpame

            nelle due

            camere...)

            sai com'è, il Nobel non lo danno mica a caso
            (come credono dei falliti troll qui
            denro)Mi devo essere sbagliato, visto che c'è anche chi lo rifiuta (tu pensa che scemi!(rotfl)),devo essere stato indotto in errore...
        • Vikinger scrive:
          Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
          - Scritto da: C. M. Burns
          Io direi che l'età media è 90 anni. Alcuni di
          loro erano miei compagni di scuola... Ahhh che
          bello rinverdire i vecchi tempi, quando tentavo
          di conquistare il cuore di quella giovinetta...
          come si chiamava? Ahhh, ora ricordo:
          Montalcini.
          Eccellente!!!



          (nota "seria": peraltro la vegliarda pare molto
          più sveglia della maggior parte del ciarpame
          nelle due
          camere...)EEEhhh,sveglissima, si vede dall'intensità dello sguardo....
          • Pippo Palle scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
            - Scritto da: Vikinger
            EEEhhh,sveglissima, si vede dall'intensità dello
            sguardo....Immagino che tu di Nobel ne abbia vinto almeno due...
          • Estiquaatsi scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
            - Scritto da: Vikinger
            EEEhhh,sveglissima, si vede dall'intensità dello
            sguardo....Immagino che invece tu di nobel ne abbia vinti almeno due...
          • C. M. Burns scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
            Paragonamela con... Bossi? Rutelli? Gasparri?
          • Vikinger scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
            - Scritto da: C. M. Burns
            Paragonamela con... Bossi? Rutelli? Gasparri?Perchè signor Burns andava a scuola anche con loro?(rotfl)
      • 123 scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
        - Scritto da: claudio1980
        in estonia i decoder sono gratuiti, ma non quelli
        con il modem analogico dove per votare al grande
        fratelo paghi un euro, ma con la scheda di rete
        che colleghi alla borchia della propria adsl, in
        questo modo il governo estone fornisce
        informazioni utili della PA non solo su internet
        ma anche sul
        televisore.
        Ma si sa la media d'età dei componenti del
        governo estone è 30'anni, da noi
        50e poi prendiamo per i fondelli i paesi dell'est credendoci migliori.@pino la lavatrice: a me del DTT interessa se gestito in modo intelligente. purtroppo il secondo aspetto manca... arriveremo erò, in ritardo come sempre, ma arriveremo...
      • uguccione500 scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
        ...infatti, è solo qui in Italia che i decoder fanno cacare, le trasmissioni idem (ditemi che il grande fratello in digitale è tutta un'altra cosa, dai...) e soprattutto non da nessuna innovazione se non quella di riuscire a scucirti il costo dell'apparecchio inutile e quello dei film in terza visione a pagamento...ah,già, dimenticavo che gli italiani la domenica senza partita non sanno stare!Ma fatemi il piacere, naturale evoluzione delle mie balle...
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
      Per chi è interessato al calcio e NON ha tempo e voglia di vedersi tutte le partite ma solo quei big match che gli interessano, il DTT è una soluzione. In questo Sky ha ancora molto da imparare.
      • Lemon scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        Per chi è interessato al calcio e NON ha tempo e
        voglia di vedersi tutte le partite ma solo quei
        big match che gli interessano, il DTT è una
        soluzione. In questo Sky ha ancora molto da
        imparare.Non seguo il calcio ma a me sembra che anche su sky si possano comprare i singoli eventi (di calcio e non solo)Non tutti però, ad esempio il superbowl me lo sono perso l'anno scorso.
        • Vee scrive:
          Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...

          Non seguo il calcio ma a me sembra che anche su
          sky si possano comprare i singoli eventi (di
          calcio e non
          solo)Certo che puoi. Ma solo dopo aver sottoscritto un contratto annuale che ti lega a pagare oltre 200 euro per vedere canali zeppi di pubblicità.Pagato il dazio iniziale puoi comprarti la singola partita.Costo di una partita su dtt 6 euro.Costo di una partita su sat 206 euro.Anche se in realtà il costo iniziale per il sat va ben oltre i 200 euro...
          • Lemon scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
            - Scritto da: Vee

            Non seguo il calcio ma a me sembra che anche su

            sky si possano comprare i singoli eventi (di

            calcio e non

            solo)
            Certo che puoi. Ma solo dopo aver sottoscritto un
            contratto annuale che ti lega a pagare oltre 200
            euro per vedere canali zeppi di
            pubblicità.
            Pagato il dazio iniziale puoi comprarti la
            singola
            partita.
            Costo di una partita su dtt 6 euro.
            Costo di una partita su sat 206 euro.

            Anche se in realtà il costo iniziale per il sat
            va ben oltre i 200
            euro...Aspetta, cosa vuoi dire esattamente. Io ho sky ma NON lo sport e posso comprare la singola partita. ? vero che ho pagato un contratto ma per guardare tutta una serie di cose che mi interessavano.Chi non ha sky evidentemente non ha convenienza a farselo per guardare una sola partita, ma a chi lo ha, viceversa, forse non gli conviene farsi il digitale terrestre.Io con sky mi trovo abbastanza bene per i contenuti e per gli orari (precisi alla virgola).Pubblicità poca e naturalmente niente su i film.I film sono un pò ripetitivi, quello si purtroppo.
          • Mucchio di ossa scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
            - Scritto da: Lemon
            - Scritto da: Vee


            Non seguo il calcio ma a me sembra che anche


            su


            sky si possano comprare i singoli eventi (di


            calcio e non


            solo)

            Certo che puoi. Ma solo dopo aver sottoscritto

            un

            contratto annuale che ti lega a pagare oltre 200

            euro per vedere canali zeppi di

            pubblicità.

            Pagato il dazio iniziale puoi comprarti la

            singola partita.
            Aspetta, cosa vuoi dire esattamente. Io ho sky ma
            NON lo sport e posso comprare la singola partita.
            ? Hai capito bene.Con Sky puoi comprare la singola partita, ma solo dopo aver comprato l'abbonamento annuale.Col dtt compri la singola partita e finisce lì.I prezzi su dtt sono enormemente più bassi.
      • anonimo01 scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
        si paga col sorriso tra le labbra (e costa un iperfottio al mese, ti da accesso a 10000 canali inutili -salvo rare eccezzioni- e per vedere qualcosa devi ulteriormente pagare)gli itagliani sono furbissimi.
    • digitale scrive:
      Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
      concordo su ogni singola parola... dovremmo scolpircelo in fronte o sulla mano quando si va a votare...
    • anonimo01 scrive:
      Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
      - Scritto da: Pino La Lavatricequoto 100%
    • Nik scrive:
      Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
      grande Pino!!
      • Ricky scrive:
        Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
        Dai commenti che leggo credoche ci meritiamo il DTT,i politici che abbiamo e tutto quello che ne segue...Godetevi i vostri SPECIAL,PALCO, quelle belle partitine in diretta che tanto vi piacciono e che vi rendono schiavi di gente senza scrupoli come Murdoc.Quanti bei giochini tramite digitale o parabola eh?E come potremmo mai farne a meno...Vincono loro...perche' vi hanno inquadrato per bene.Paghiamo per avere un 1% di contenutri e un 99% di CACCA.Pero' si paga...mica possiamo perdere la paritona! o quei bei film dicui vogliamo tanto vedere la fine...O DIAMO UN SEGNALE FORTE o restiamo in balia degli eventi.E ci facciaamo prendere per il culo ad oltranza...Alla fine dei discorsi...LORO porpongono e NOI COMPRIAMO...quindi...
        • Vikinger scrive:
          Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
          - Scritto da: Ricky
          Dai commenti che leggo credoche ci meritiamo il
          DTT,i politici che abbiamo e tutto quello che ne
          segue...
          Godetevi i vostri SPECIAL,PALCO, quelle belle
          partitine in diretta che tanto vi piacciono e che
          vi rendono schiavi di gente senza scrupoli come
          Murdoc.
          Quanti bei giochini tramite digitale o parabola
          eh?
          E come potremmo mai farne a meno...
          Vincono loro...perche' vi hanno inquadrato per
          bene.
          Paghiamo per avere un 1% di contenutri e un 99%
          di
          CACCA.
          Pero' si paga...mica possiamo perdere la
          paritona! o quei bei film dicui vogliamo tanto
          vedere la
          fine...
          O DIAMO UN SEGNALE FORTE o restiamo in balia
          degli
          eventi.
          E ci facciaamo prendere per il culo ad oltranza...
          Alla fine dei discorsi...LORO porpongono e NOI
          COMPRIAMO...quindi...Certo che paragonare Sky al DTT significa aver capito ben poco.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...


            Alla fine dei discorsi...LORO porpongono e NOI

            COMPRIAMO...quindi...

            Certo che paragonare Sky al DTT significa aver
            capito ben
            poco.certo che lamentarsi del canone rai e poi spendere 10 volte di più è proprio da fessi...IMHO.
          • Vikinger scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
            - Scritto da: anonimo01


            Alla fine dei discorsi...LORO porpongono e NOI


            COMPRIAMO...quindi...



            Certo che paragonare Sky al DTT significa aver

            capito ben

            poco.

            certo che lamentarsi del canone rai e poi
            spendere 10 volte di più è proprio da
            fessi...IMHO.Concordo al 100x100.Io non faccio ne l'uno ne l'altro..(rotfl)
        • Vodafone: se lo conosci lo eviti scrive:
          Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
          - Scritto da: Ricky
          Dai commenti che leggo credoche ci meritiamo il
          DTTMa che vuol dire CI meritiamo il dtt?Il dtt sta avanzando in tutto il mondo perché è oggettivamente meglio della tv analogica.I politici italiani non c'entrano proprio.
          Paghiamo per avere un 1% di contenutri e un 99%
          di CACCA.Un altro che confonde i problemi di piattaforma con quelli di contenuti.Youtube al 99.9% è cacca, ma non per questo la piattaforma fa schifo.Solo che youtube non va bene come sostituto della tv classica.
          O DIAMO UN SEGNALE FORTEIl segnale da dare è uno:comprare al più presto decoder dt e velocizzare il passaggio al digitale.
          • krane scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
            - Scritto da: Vodafone: se lo conosci lo eviti
            - Scritto da: Ricky

            Dai commenti che leggo credoche ci meritiamo il

            DTT
            Ma che vuol dire CI meritiamo il dtt?
            Il dtt sta avanzando in tutto il mondo perché è
            oggettivamente meglio della tv
            analogica.
            I politici italiani non c'entrano proprio.



            Paghiamo per avere un 1% di contenutri e un 99%

            di CACCA.
            Un altro che confonde i problemi di piattaforma
            con quelli di
            contenuti.
            Youtube al 99.9% è cacca, ma non per questo la
            piattaforma fa
            schifo.
            Solo che youtube non va bene come sostituto della
            tv
            classica.


            O DIAMO UN SEGNALE FORTE
            Il segnale da dare è uno:
            comprare al più presto decoder dt e velocizzare
            il passaggio al digitale.Pensa che il segnale che ho dato io e' stato buttare la TV e non comprarne piu' un'altra !
          • Pinco Pallino scrive:
            Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
            concordo.E' un'evoluzione come tutto in tecnologia del resto.... Per caso continuiamo ad usare i VIC 20 o gli Atari?NO! vogliamo PC ultima generazione e connessione ultra larga banda!Ormai l'era dei Videoregistratori è finita! Le videocassette, che si usurano registrandoci sopra più volte hanno lasciato il posto a capienti hard disk.Il satellite 20 anni fa era solo analogico: max. 20 canali per posizione orbitale, tutti stranieri o quasi. Oggi abbiamo una TV satellitare digitale con migliaia di canali per satellite come fosse la moltiplicazione dei pani e dei pesci. Ok ci sono anche canali a pagamento come SKY... Conto TV... ecc... ma nessuno ci obbliga a pagarli. Ed i contenuti non sono poi così male (es. i documentari di SKY sono molti e molto belli! ma pochi li guardano pensando che Mondo SKY sia in utile.. Ah! sono utili i film o lo sport che non insegnano molto, però anche questo è a discrezione delle persone).Il DTT è nato da poco e fino a quando ci sarà la coesistenza con l'analogico, ci saranno sempre molti problemi. (I canali analogici soffocano i digitali adiacenti) E poi spesso gli impianti d'antenna vanno rivisti, specie se in condominio!) Facciamo in modo che la tecnologia si diffonda come è stato per il resto. Nessuno poi ci obbliga ad acquistare eventi in pay per view.Il canone RAI invece è OBBLIGATORIO, caro (per quello che ci fanno vedere!) ed inutile. Con il DTT potrebbero mettere la RAI in pay per view e se non paghi il canone non la vedi. Così finirebbe finalmente l'obbligatorietà! Preferisco spendere quasi 300 euro all'anno (24 al mese Mondo SKY) per oltre 50 canali, oltre ai tanti altri in chiaro, che 99 all'anno per solo 3!!!
    • stargazer scrive:
      Re: Qualcuno glielo spiega a Gasparri che...
      Secondo me qualcuno deve spiegarglielo anche a molti italici :Pgià scrivere su un forum pubblico significa scontrarsi con venditori di decoder, responsabil idelle telecomunicazione, servi dei politici e così viaPer fortuna che tutti quelli che non leggono-partecipano a queste commedie post giornalistiche e che non possono permettersi un decoder per ogni tv che hanno in casa sebbene pagano il canone se ne fottono di queste novità high tech di dubbia utilitàSperiamo la gente appenda al muro gasparri e anche Prodi visto ha intenzione di fare il switch off analogico nel 2009Ma si può dico io obbligare a livello nazionale cosa è meglio per il cittadino? Dov'è la democrazia?
  • picchiatello scrive:
    Non ho capito...
    Il legame della prima parte dell'articolo con la seconda.La prima parte riguarda la regione Valle D'Aosta ma ricalca in toto l'agenzia Ansa , nessuno ha mandato una email a questo signore per fargli spiegare meglio la situazione ; perche' ha fatto marcia indietro visto che dalla velina si puo' dire tutto e il contrario.La seconda ripropone un dato di fatto gia' espresso mesi fa una legge ch enon upo' essere recepita-accettata a livello europeo.
    • kotaro scrive:
      Re: Non ho capito...
      - Scritto da: picchiatello
      Il legame della prima parte dell'articolo con la
      seconda.
      La prima parte riguarda la regione Valle D'Aosta
      ma ricalca in toto l'agenzia Ansa , nessuno ha
      mandato una email a questo signore per fargli
      spiegare meglio la situazione ; perche' ha fatto
      marcia indietro visto che dalla velina si puo'
      dire tutto e il
      contrario.

      La seconda ripropone un dato di fatto gia'
      espresso mesi fa una legge ch enon upo' essere
      recepita-accettata a livello
      europeo.Siamo in due.L'articolo sarebbe interessante, ma risulta gravemente incompleto.Quali sono le norme che hanno creato problemi alle 2 emittenti? Ad intuito potrebbe essere l'impossibilita', per legge, di trasmettere contenuti in modi totalmente nuovi, resi possibili dal digitale terreste ... ma e' solo un'ipotesi.
      • Retorico scrive:
        Re: Non ho capito...
        - Scritto da: kotaro
        Siamo in due.
        L'articolo sarebbe interessante, ma risulta
        gravemente incompleto.Siamo in tre, pensavo di essere stupido.. invce a quanto pare qualcuno vuole fare il giornalista senza aver prima.. non dico studiato, ma almeno letto cos'è la retorica.
        • livio.morina scrive:
          Re: Non ho capito...
          ...e tanto per cambiare manca la firma
        • Pinco Pallino scrive:
          Re: Non ho capito...
          - Scritto da: Retorico
          - Scritto da: kotaro


          Siamo in due.

          L'articolo sarebbe interessante, ma risulta

          gravemente incompleto.

          Siamo in tre, pensavo di essere stupido.. invce a
          quanto pare qualcuno vuole fare il giornalista
          senza aver prima.. non dico studiato, ma almeno
          letto cos'è la
          retorica.Siamo in quattro o forse più... non si capisce quali sono le regole che lo hanno bloccato.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Non ho capito...
            contenuto non disponibile
          • Abusivo scrive:
            Re: Non ho capito...
            Mi aggiungo alla lista di quelli che non hanno capito. Avevo anche aperto un altro post sull'argomento.Forse se un altro genio deciderà di tornare al bianco e nero, qualcuno si chiederà perché senza darlo per scontato.
      • Solenne scrive:
        Re: Non ho capito...

        Ad intuito potrebbe essere l'impossibilita', per
        legge, di trasmettere contenuti in modi
        totalmente nuovi, resi possibili dal digitale
        terreste ... ma e' solo
        un'ipotesi.Un ipotesi? ma e' scritto chiaro:"Ci ritroviamo con un ministero delle Comunicazioni che spinge e finanzia la sperimentazione digitale in aree definite all-digital come la Valle d'Aosta e la Sardegna ma poi, attraverso i propri organi periferici, costringe gli operatori locali a lavorare secondo l'interpretazione di una legge scritta esclusivamente per l'emissione analogica e che di fatto ne impedisce lo sviluppo e la sperimentazione stessa".Traduzione: ai piani alti hanno fatto grandi progetti ma non hanno adeguato le leggi. Gli uffici locali si attengono alle leggi in vigore che non prevedono trasmissioni diverse dall'analogico. Ne consegue che l'operatore televisivo non riesce a muoversi nella legalita' perche' deve attenersi a leggi e regolamenti pensati per una realta' differente, un po' come se di colpo si scoprisse come volare in bicicletta ma fosse impedito dalle regole che prevedono comunicazione del piano di volo, un pilota qualificato e un secondo pilota.
        • ndr scrive:
          Re: Non ho capito...
          Questo non chiarisce.Non capisco, è generico.Ok, leggi vecchie. Ma cos'è che uno vorrebbe fare e non può? Quali regole impediscono di fare cosa?! Non capisco, ho letto l'articolo ma ne so come prima...- Scritto da: Solenne

          Ad intuito potrebbe essere l'impossibilita', per

          legge, di trasmettere contenuti in modi

          totalmente nuovi, resi possibili dal digitale

          terreste ... ma e' solo

          un'ipotesi.

          Un ipotesi? ma e' scritto chiaro:

          "Ci ritroviamo con un ministero delle
          Comunicazioni che spinge e finanzia la
          sperimentazione digitale in aree definite
          all-digital come la Valle d'Aosta e la Sardegna
          ma poi, attraverso i propri organi periferici,
          costringe gli operatori locali a lavorare secondo
          l'interpretazione di una legge scritta
          esclusivamente per l'emissione analogica e che di
          fatto ne impedisce lo sviluppo e la
          sperimentazione
          stessa".

          Traduzione: ai piani alti hanno fatto grandi
          progetti ma non hanno adeguato le leggi. Gli
          uffici locali si attengono alle leggi in vigore
          che non prevedono trasmissioni diverse
          dall'analogico. Ne consegue che l'operatore
          televisivo non riesce a muoversi nella legalita'
          perche' deve attenersi a leggi e regolamenti
          pensati per una realta' differente, un po' come
          se di colpo si scoprisse come volare in
          bicicletta ma fosse impedito dalle regole che
          prevedono comunicazione del piano di volo, un
          pilota qualificato e un secondo
          pilota.
        • Burger King scrive:
          Re: Non ho capito...
          Siamo in quattro...
        • easy scrive:
          Re: Non ho capito...
          - Scritto da: Solenne

          Un ipotesi? ma e' scritto chiaro:
          secondo me ti è chiara l'interpretazione che ne dai, ma l'articolo dovrebbe almeno citare le cause, o fare esempi, per essere chiaro.

          Ne consegue che l'operatore televisivo non riesce a
          muoversi nella legalita'
          perchè invece mediaset e rai dovrebbero riuscirci?
          • Cryon scrive:
            Re: Non ho capito...
            - Scritto da: easy
            - Scritto da: Solenne




            Un ipotesi? ma e' scritto chiaro:



            secondo me ti è chiara l'interpretazione che ne
            dai, ma l'articolo dovrebbe almeno citare le
            cause, o fare esempi, per essere
            chiaro.




            Ne consegue che l'operatore televisivo non
            riesce
            a

            muoversi nella legalita'



            perchè invece mediaset e rai dovrebbero riuscirci?Bhè probabilmente perchè hanno maggiori fondi per andare avanti.. se è vero che le piccole emittenti stanno chiudendo gli introiti li vedranno più avanti e se lo possono permettere(dato il budget di cui dispongono)
          • T.A. scrive:
            Re: Non ho capito...

            perchè invece mediaset e rai dovrebbero riuscirci?Quando mai Mediaset e Rai si sono mossi sempre nella legalità.
  • Muzio scrive:
    Legge Gasparri e il SIC
    Certo che farsi dare lezioni da chi ha fatto quella legge...Ci vorrebbe un piccolo scatto d'orgoglio!
    • Kling scrive:
      Re: Legge Gasparri e il SIC
      Succede che anche gli insipienti come Gasparri possano dare lezioni di tecnologia, quando chi se ne dovrebbe occupare ha fatto lobby contro un'evoluzione tecnologica normale, avvenuta in tutta Europa e non solo. E Punto Informatico di questa lobby caciarona che ha affossato il DVB-T italiano è stato una delle punte di diamante, con articoli imprecisi, parziali, fantasiosi e pieni di inesattezze. Quindi, una volta tanto, anziché alzare alti lai contro l'impreparazione dei politici italiani, perché non prendersela con chi, comportandosi così, si è reso complice di questo sfacelo? Sarebbe bello che qualcuno, da PI, spiegasse perché. Perché ha contribuito alla campagna lobbistica di demonizzazione del "DTT", assumendo una posizione oscurantista indegna di un "quotidiano di tecnologia".
      • Abusivo scrive:
        Re: Legge Gasparri e il SIC
        Quoto.In questo articolo PI dice che questo genio è tornato all'analogico ma non spiega perché, come se fosse il primo segnale di un nuovo, luminoso, futuro analogico.
  • ... scrive:
    Itaglia...
    ...e hai detto tutto...
    • qualsiasi scrive:
      Re: Itaglia...
      Hey!! C'è il diritto d'autore su Itaglia e itagliani :D
      • ... scrive:
        Re: Itaglia...
        A quale politico devo pagare il brevetto di aver ideato questa repubvlica della bvanane ?
      • Virgoss scrive:
        Re: Itaglia...
        - Scritto da: qualsiasi
        Hey!! C'è il diritto d'autore su Itaglia e
        itagliani
        :DSi, ed é MIOOO, MIO, MIO, MIOMIOMIO, l'italgia e gli itagliani, anche con a maiuscola in mezzo (iTaglia e iTagliani) l'ho inventata IOOOO!!! Voglio i soldi, cacciate i soldi! e tutta roba mia chiaro, vi querelo, é? vi denuncio, occhio!Sono 100 Euro a testa, grazie, accomodarsi alla cassa, in fretta... :@ :|
Chiudi i commenti