CNIPA, accesso facile ai software Microsoft

Un'intesa a tutto campo sulle licenze consentirà alla pubblica amministrazione di acquisire i software del gigante di Redmond a condizioni considerate vantaggiose. I dettagli


Roma – Trattare tutta la pubblica amministrazione come un unico cliente e dunque fornire software ai diversi dipartimenti, enti e uffici superando molti degli attuali limiti e a nuove condizioni economiche e di licenza. Questo lo scopo di un accordo che è stato annunciato ieri tra il CNIPA , il braccio informatico del Governo italiano, e Microsoft .

L’intesa, che giunge poco dopo l’ accordo stretto dal colosso di Redmond con il ministero della Giustizia sull’accesso al codice di Windows, rafforza la posizione di Microsoft quale fornitore per la PA italiana .

Per mettere le mani avanti sulle possibili critiche, è stato affermato come l’intesa raggiunta ieri “non vuole influire in alcun modo sulle decisioni strategiche degli enti pubblici, locali o centrali, né vincolarne le scelte circa l’eventuale utilizzo di specifici prodotti software”. Il riferimento evidente è alla possibilità della PA di adottare in molte circostanze non solo software proprietario concorrente rispetto a quello di Microsoft ma anche software open source . Come noto, il dipartimento all’Innovazione ha spinto per una direttiva che suggerisce alla PA di considerare tra le possibilità, appunto, anche il software libero (vedi anche: Stanca: Toscana troppo open source ).

L’accordo sottoscritto ieri, dunque, farà sì che Microsoft riconoscerà alle singole divisioni della PA, per forniture di qualunque volume di software, una fascia di prezzo più conveniente di quelle previste dai rispettivi contratti, nel complesso producendo un forte risparmio, per ora non quantificato.

L’intesa, inoltre, semplifica la gestione delle licenze e nei casi che comprendono la software assurance , include l’aggiornamento tecnologico e, sebbene non sia chiarito in quali termini, “la sicurezza informatica”.

“Il Centro – ha spiegato il presidente CNIPA Livio Zoffoli – proseguirà nella sua attività di assistenza alle amministrazioni e, in questa linea, informerà tempestivamente gli enti pubblici sulle modalità per usufruire delle condizioni vantaggiose assicurate dall’accordo”.

Per Microsoft ha parlato Umberto Paolucci, chairman Microsoft EMEA, secondo cui “la collaborazione con il CNIPA rappresenta una tappa fondamentale nel processo di crescita del livello di informatizzazione” della PA.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Pefettoooo!! Così Stiamo apposto Va Va
    p) Ci voleva una bella strigliatina di insegnamento va così se mprano a comprà il software... sigh sigh
  • Anonimo scrive:
    ma siamo MATTI???
    come l'ho letto stavo ridendo... poi mi sono ricordato che con questo governo tutto e possibile... delirante! cmq non credo che lo facciano... dopotutto se ci pensate questo non è nel programma della P2...
  • Anonimo scrive:
    Re: una proposta
    credo che l'iniziativa e la sua mascotte sia così poco appetibile che sarà un fiasco.... ma poi dico, complimenti al disegnatore di copyright-angel, chi l'ha disegnato non puo essere un sabotatore....Continua cosi!Andrea
  • puffetta scrive:
    Re: Con tutto quello che ha bisogno la s


    sei il Pignolo?:D

    no, ma dato che si parlava di scuola mi
    pareva opportuno farti notare che la lingua
    italiana NON è un opinione, proprio
    come la matematica.

    e poi son sicuro che farai tesoro di quanto
    ti ho fatto notare e in futuro non
    commetterai più un simile errore,
    dato che la mia è, almeno credo, una
    critica costruttiva, e non dettata da altre
    motivazioni.Ringrazio tantissimo il gran maestro , ne terrò conto.Cmq ci tengo a precisare che non mi piacciono coloro che leggono gli altri con la penna i mano: facilmente correggono e scherniscono ma difficilmente rileggono le proprie cazzate!!!==================================Modificato dall'autore il 06/12/2004 17.32.02
  • Anonimo scrive:
    Ma BENISSIMO!!!!!
    Così quando le scuole saranno costrette a disistallare i loro prodotti m$ sottolicenziati (è IMPENSABILE che trovino i soldi per le licenze!), indovinate un po' come andrà a finire e quale sistema rimpiazzerà w$???
  • Anonimo scrive:
    Bah nulla di nuovo già nei libri di...
    Bah nulla di nuovo già nei libri di testo delle elemntari si domonizza il p2p e compagnia bella leggere i testi di informatica per credere
  • Anonimo scrive:
    Re: Con tutto quello che ha bisogno la s
    - Scritto da: Anonimo

    sei il Pignolo?:D

    secondo me è l'Intelligente di cui
    parlano a "mai dire grande fratello e figli"ecco, bravo, continua a guardare quelle belle trasmissioni intelligenti, così non vieni qui a "postare" le tue sciocchezze.
  • Anonimo scrive:
    Re: Con tutto quello che ha bisogno la s
    - Scritto da: puffetta

    - Scritto da: Anonimo



    è vero.... con tutto quello DI
    CUI ha

    bisogno la scuola.... soprattutto di
    essere

    frequentata con profitto :D


    sei il Pignolo?:Dno, ma dato che si parlava di scuola mi pareva opportuno farti notare che la lingua italiana NON è un opinione, proprio come la matematica.e poi son sicuro che farai tesoro di quanto ti ho fatto notare e in futuro non commetterai più un simile errore, dato che la mia è, almeno credo, una critica costruttiva, e non dettata da altre motivazioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: dire ai ragazzi di non copiare quand
    - Scritto da: Anonimo
    ...quando negli stessi laboratori di
    informatica il 70% del software è
    piratato :)Nella scuola dove sono sistemista io il 100% del sw è legale. Ho sudato sangue, ma ho ottenuto le licenze per i pc del laboratorio e per quelli donati ho adottato sia Linux (Mandrake) che Windows 98 (c'è una convenzione che permette di acquisire GRATUITAMENTE per le scuole un tot di licenze all'anno per i pc donati dalle aziende). Ovviamente devo controllare che sui pc win non installino caxxate, ma qui la colpa è dei prof e non dei ragazzi (sembra che proprio non gli entri nel cervello che loro NON possono installare ogni maledetto cd gli capiti sotto tiro).
    per sistemare un laboratorio di 20 pc con
    sist operativo, software di office e altro
    software che richiedono i prof
    (perchè la colpa principale è
    loro che non vogliono passare a soft free),
    e colpa di alcuni dirigenti scolastici
    troppo poco "acculturati" sul tempa softwareSi può però provare a spiegare la cosa... Io personalmente ho usato il ricatto: o fate come dico o vi trovate un'altro sistemista. E non è che proprio si trovino sotto gli alberi, i sysadmin.
    e dire che il 90% delle attività
    didattiche potrebbero essere realizzate con
    software free....Il 100%
    la trovo un ipocrisia insegnare ai
    più "piccoli" che copiare è
    sbagliato quando vengono svolte lezioni di
    informatica (e non) su pc completamente
    fuori legge!!!!Guarda, ho tre figlie e ti posso dire che l'esempio è il primo, minimo passo per meritarsi il rispetto. Se le regole le infrango io per primo, non posso pretendere che mia figlia mi ubbidisca. Sarà banale, ma funziona.Vorrei inoltre suggerire ai frequentatori del sito di smettere di scrivere sciocchezze sulla presunta sinistrosità di questo o di quello: un sysadmin usa un SO perchè vale, non per motivi ideologici. Lavoro in aziende con colleghi certificati MS, HP, Cisco e quant'altro, ci si rispetta a prescindere: forse sarà l'età, ma mi apetto competenza, non faziosità da chi deve amministrare un server, sia questi Win2003 o NT piuttosto che Debian o Solaris.Anche perchè chi come il sottoscritto ha visto passare il CP/M80 sa che nella vita (informatica) non c'è nulla di definitivo. CiaoFB
    • Anonimo scrive:
      Re: dire ai ragazzi di non copiare quand
      mi fa piacere che nella tua scuola il 100% del software sia freeware..si vede che il dirigente sa ascoltarti e così pure i professori... ma questo credo sia dovuto anche al fatto che tu sei di "ruolo" ed io precario.... alzare la voce, non mi conviene più di tanto..se voglio avere un lavoro garantito per il futuro :) ... ma quello che è certo, e che ho potuto constatare, lavorando su diverse scuole, è che sono, in primis, i professori che non vogliono accettare di "ri-studairsi" un nuovo sofware e pertanto si adeguano a insegnare quello che hanno (e alle volte male) imparato su software commerciale...esempio pratico:un prof (scula media) ha proposta l'acquisto di 11 licenze per un software di grafica (moolto costoso)... io ho replicato dicendo che esiste The Gimp, grautito e ottimo, e credo, più che adeguato per utilizzo didattico...lui mi dice, bene, passamelo e così lo provo!.... gliel'ho dato, ma di provarlo non ci ha nemmeno pensato... tutt'ora sono in attesa di queste 11 licenze.....degli studenti non dico nulla...anzi, loro sono i primi che ben volentieri si adeguano alle innovazioni, sia di sofware che di hardware....non sto dicendo nemmeno che sia tutta colpa dei professori che non vogliono adeguarsi/imparare...ma solo che è chi insegna che dovrebbe per primo adeguarsi ed accettare i cambiamenti (anche se a volte traumatici) per poi riuscire ad insegnare cose buone..certo, potrei benissimo essere anche io che dico: "ho mettete tutto in regola o chiudo il laboratorio".... ma se così facessi...il mio posto durerebbe poco...mi tocca usare stratagemmi, del tipo fare in modo che un determinato software non vada.... o "imbonire" quei professori che la vecono come me e sperare che riescano a convincere pure gli altri :)sul fatto delle licenze grautite, ne sono a conoscenza pure io.... ma il fatto che nella regione in cui lavoro io...il problema non è la mancanza di soldi...ma l'esatto opposto..ve ne sono troppi, e questo influenza gli acquisti di materiale, predilgendo alle volte più la rincorsa alla "novità" (vedi wi-fi) che non al risparmio e assetto dei laboratori esistentiSamuP.S.: il CP/M80 non l'ho mai visto..ma ne ho sentito parlare...non sono così..diciamo...vecchio :P :D
      • Anonimo scrive:
        Re: dire ai ragazzi di non copiare quand
        - Scritto da: Anonimo...
        certo, potrei benissimo essere anche io che
        dico: "ho mettete tutto in regola o chiudo
        il laboratorio".... ma se cosìIo inizierei a mettere in regola la grammatica... ;)
        facessi...il mio posto durerebbe poco...miSoprattutto se sei un insegnante di italiano... ;)...Battute a parte, hai perfettamente ragione, ma purtroppo per esperienza personale ti dico che in certe situazioni affrontare certi discorsi è una lotta contro i mulini a vento... e quindi alla fine ci si ritrova tutti con N licenze di $costoso_programma_proprietario$ (tanto potente quanto inutile nel contesto) e M sue installazioni (generalmente con M

        N)...
  • Anonimo scrive:
    Re: Con tutto quello che ha bisogno la s

    sei il Pignolo?:Dsecondo me è l'Intelligente di cui parlano a "mai dire grande fratello e figli"
  • Anonimo scrive:
    Re: Suggerimento
    - Scritto da: Anonimo
    Mah...

    a parte l'ovvio,

    ovvero l'idea scandalosa di appoggiare
    i potenti di turno truccando
    l'indottrinamento
    da lezione morale, per di più
    occupando lo spazio scolastico,

    devo però dire (tanto lo so che non
    siete daccordo e mi tirerò addosso
    olio bollente ed altri liquami sgradevoli)
    che neanche si può passare dall'altra
    parte con le esagerazioni...

    se è chiaro che le major cercano di
    spennarci il più possibile, è
    altrettanto chiaro che se troviamo il modo
    di avere il loro prodotto senza pagarlo,
    legalmente proprio corretto non è...
    inutile nascondersi dietro il dito, se TUTTI
    facessero come noi SEMPRE, evidentermente
    non potremmo più parlare dei loro
    mostruosi guodagni...

    poi non dimentichiamci che non esistono solo
    le majorette amerikane multidollarose... in
    fondo il tizio qui sopra probablimente non
    ha il jettino priv. ma spera solo di tirare
    a campare come molti di noi (oddio, non lo
    so, magari è il nano in persona
    truccato)
    e se il suo pubblico invece di comprare il
    suo prodotto, lo copia, non è che gli
    riduce i soldini per le maldive, lo
    rovina...

    insomma, se voi vendeste salame e qualcuno
    trovasse il modo di scaricarselo comodamente
    dalla rete, scommetto che vi inc@@@@reste un
    sacco,
    ed anche se foste la salumeria più
    cara della città, sarebbe sempre
    "fare la spesa proletaria" :)))

    saluti a tuttiC'e' una sola, piccola falla.Solo prodotti di largo impatto vengono piratati in modo massivo, ma se hanno largo impatto e' improbabile che la pirateria incida sui profitti REALI. Quelli ipotetici lasciamoli stare.Ti diro': se mi piratassero il software vorrebbe dire che lo ritengono valido. Ma se e' cosi' valido, avro' sempre abbastanza clienti disposti a pagarlo per avere assistenza, aggiornamenti ed altri servizi che diventano accessori SOLO se il software non serve davvero.Quindi tutta questa storia non regge per niente.Certo che se si lavora di fantasia, considerando ogni download illegale una vendita mancata...
  • Anonimo scrive:
    Re: Suggerimento
    Mah...a parte l'ovvio,ovvero l'idea scandalosa di appoggiare i potenti di turno truccando l'indottrinamentoda lezione morale, per di più occupando lo spazio scolastico,devo però dire (tanto lo so che non siete daccordo e mi tirerò addosso olio bollente ed altri liquami sgradevoli)che neanche si può passare dall'altra parte con le esagerazioni...se è chiaro che le major cercano di spennarci il più possibile, è altrettanto chiaro che se troviamo il modo di avere il loro prodotto senza pagarlo, legalmente proprio corretto non è...inutile nascondersi dietro il dito, se TUTTI facessero come noi SEMPRE, evidentermente non potremmo più parlare dei loro mostruosi guodagni...poi non dimentichiamci che non esistono solo le majorette amerikane multidollarose... in fondo il tizio qui sopra probablimente non ha il jettino priv. ma spera solo di tirare a campare come molti di noi (oddio, non lo so, magari è il nano in persona truccato) e se il suo pubblico invece di comprare il suo prodotto, lo copia, non è che gli riduce i soldini per le maldive, lo rovina...insomma, se voi vendeste salame e qualcuno trovasse il modo di scaricarselo comodamente dalla rete, scommetto che vi inc@@@@reste un sacco, ed anche se foste la salumeria più cara della città, sarebbe sempre "fare la spesa proletaria" :-)))saluti a tutti
  • Anonimo scrive:
    Re: pirateranno anche quello
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Brontoleus



    - Scritto da: Anonimo


    ne sono sicuro


    :D

    Sono proprio curioso di vederlo,
    ovviamente

    me lo scarico mica vado a chiederlo a
    loro

    visto che tra l'altro le superiori le ho

    finite un bel po' di anni fa ;)

    Credo che il contenuto sia free... quindi
    non avrete nemmeno la soddisfazione di
    piratarglielo visto che lo mettono a
    disposizione gratis...... Sbagliato. Sara' opportunamente decompilato, corretto, preso in giro, sbeffeggiato, sputacchiato, ricompilato e ridistribuito.Gia' cosi' come lo descrivono e' ridicolo, basta metterci le mani sopra e puo' uscirne un oggetto esilarante.Le parodie si sprecheranno.Anzi, chissa' che qualche sorpresina non ci sia gia', magari per chi riesce a trovarla... ;)
  • Anonimo scrive:
    Si ringrazia
    il Ministero dell' istruzione per aver fornito tanti fresbee e sottobicchieri nuovi, ce n' era bisogno.
  • Anonimo scrive:
    Guardatevi "The Corporation" e capirete.
    Vi stupite? Sono anni che i governi sono ormai solamente degli strumenti delle multinazionali. Non solo le scuole, ma tutto, perfino i servizi segreti vengono venduti a buon prezzo alle corporazioni. Guardatevi "The Corporation", nelle sale dei cinema ormai da diverse settimane nonostante la censura dei trailer sui canali tv, e capirete perche' Orwell era un ottimista.
  • Anonimo scrive:
    povero "bill gates"
    Con tutti questi pirati che copiano i software, come avrà fatto lo zio Bill a diventare l'uomo piu ricco dell mondo ?Dobbiamo inculcare nel cervello dei giovani che bisogna comperare tutti software originali altrimenti le softwarehouse chiudono i battenti. Strano che nessuno si preoccupa mai di come devono fare i lavoratori dipendenti a tirare avanti. Ma naturalmente è più importante salvaguardare gli intreressi di chi non sa più neanche cosa fare con tutti i soldi che hanno.:(
  • Anonimo scrive:
    copiare è male quando è illegale
    ...e invece tenere i prezzi altissimi e fare cartello per tenerli altissimi è un furto, legalizzato però.Ma non si vergognano nemmeno un po'???Poi parlano di moralizzare quando sono loro che la morale non sanno nemmeno dov'è di casa!Vergogna, vergogna, vergogna!!!
  • Anonimo scrive:
    Quando i pc non servono
    Sono piuttosto infuriato per una serie di diverbi che ho avuto negli ultimi giorni, quindi vi dico la mia.Poniamo di avere un laboratorio in un qualunque istituto superiore, che comprende 20/30 pc. Oltre al costo hardware bisognerebbe aggiungere quello del software, che tra windows. office e altro è quasi pari a quello del pc.Ed ecco che al docente viene in mente di installare tutto pirata: windows xp profescional, office 2003 versione profescional, visual studio profescional (quando bastava il borland), matlab, matcad, autocad (a che versione siamo arrivati?) norton 2005 (tutti dicono chè è il migliore, no? anche se è un vampiro in fatto di risorse). Ed ecco che gli studenti imparano ad usare windows xp, office 2003, e Dio solo sa che succede se si trovano davanti a windows 2000 o (orrore!) davanti ad un mac!Poi arriva la perquisizione, parte la campagna contro la pirateria, i gdf trovano tutto software piratato, i ragazzi vengono "corretti" e il gioco del docente ecidiellato che gioca a fare l'informatico finisce. A questo punto arriva ddbs (docente dotato di buon senso) e mette su windows 98 (che viene dato gratis alle scuole, pare), openoffice, gcc, avast. I pc tirano avanti e la scuola non si dissangua. Finita la campagna contro la pirateria parte quella contro il software libero. Chi usa programmi liberi è un pirata! (C ziobill 2003) Danneggia l'economia! Per far andare avanti l'economia (europea) bisogna comprare il $costossissimo_programma_commerciale di grandi $compagnie_del_software (americane). La scuola non ha un centesimo per comprare i software, e allora che ti succede?Lo stato e il ministero della pubblica (per il momento) istruzione fanno partire una partnership con $compagnia_a_vostra_scelta per fornire il loro software alle scuole a prezzi vantaggiosissimi, il tutto finanziato con i soldi dello stato. Ma anche lo stato non ha un ghello, quindi per pagare la compagna di diffusione di $costoso_software i soldi destinati a migliorare le infrastrutture || pagare gli insegnanti || aiutare a fornire i libri di testo vengono dirottati verso $compagnia_di_software (sempre oltreoceano). Se è così, allora i computer è meglio non averli!:@
  • puffetta scrive:
    Re: Con tutto quello che ha bisogno la s
    - Scritto da: Anonimo

    è vero.... con tutto quello DI CUI ha
    bisogno la scuola.... soprattutto di essere
    frequentata con profitto :D
    sei il Pignolo?:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non sanno più cosa fare??
    Certo; adesso si metteranno a plagiare i bambini e ad indottrinarli, il tutto per un interesse economico di pochi privati straricchi ,cioè i padroni delle majors.E poi parliamo dei pericoli che corre l'infanzia!!Questi pur di non abbassare i prezzi sarebbero capaci di manipolare gli embrioni facendo così nascere il bambino che non scarica mai. In pratica un gene che impedisce qualsiasi download.Questi devono finire sul lastrico.
  • rumenta scrive:
    Re: Suggerimento
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: JTKirk

    A parte che non si capisce come mai un

    Ministro della Pubblica Istruzione,
    anche se

    somiglia a Stanlio e probabilmente ne
    ha lo

    stesso acume, possa firmare un accordo
    con

    un'associazione privata che persegue
    scopi

    di lucro, il tutto alla faccia

    dell'indipendenza scolastica, ma

    perché non associano a questi

    seminari anche uno che spieghi i
    processi

    produttivi dei CD e DVD e ci elenchi le

    fantasiose spiegazioni che danno i

    distributori per aumentare il prezzo ed

    arrivare ad un guadagno effettivo che in

    alcuni casi è del 300% sui costi
    di

    produzione?

    Senti, criticare i discocinematografari
    è facile facile ma sparare baggianate
    lo ancora di più. Produci un film una
    volta o l'altra e poi ne riparliamo. ma LOL..... si, hai ragione, infatti la "passione" di mel gibson ha recuperato i costi (TUTTI) nel primo finesettimana di proiezioni.....Quanto
    all'accordo con un ente privato non vedo
    dove stia lo scandalo. Si tratta di
    formazione alla convivenza civile cosa??????????convivenza civile????????fai quasi pena sai??ovvero: se
    copi crei un danno a chi??a chi ha già stra ampiamente recuperati tutti i suoi costi, stra guadagnandoci anche in modo più che abbondante??e ne devi essere
    consapevole, se copi puoi essere "beccato" e
    ne dovrai pagare le conseguenze. Il
    copyright, alla faccia di chi lavora per le
    telecom (come te?) esiste e esiterà
    ancora a lungo. certo, certo..... peccato che ci saranno sempre meno acquirenti, visti i prezzi da rapina degli audiovisivi.Non c'è nessuna
    differenza con la visita a una galleria
    d'arte privata. Ma lì nessuno
    accuserebbe il gallerista di indottrinare i
    ragazzi all'acquisto di oper d'arte. Si
    tratta solo di educazione al bello.
    L'inziativa della BSA invece è solo
    educazione al diritto d'autore. già, la stessa che vuol fare anche la commissione europea con la cancellazione del prestito gratuito da parte delle biblioteche.... patetico oltre che scandaloso.....

    Sono un piccolo produttore (nel caso ti
    fosse sorto un dubbio) e leggere certi
    giudizi emessi con tanta leggerezza e con
    tanta sicumera su argomenti dei quali non si
    sa assolutamente niente (tipo i costi da
    affrontare per mettere su una produzione) mi
    fa andare il sangue alla testa. occhio che non ti scoppi una vena.....Dal mio
    punto di vista sono solo giustificazioni di
    chi vuole fare il furbo. L'assurdo è
    che invece di esserne consapevole e
    vergognarsi, ora si rivendica un diritto a
    copiare senza limiti. mah, ti dirò, io non rivendico alcun diritto, penso però che comincerò a distribuire gratuitamente copie dei miei libri, dei miei film su cassetta e dei miei cd.....In definitiva si
    tratta probabilmente delle stesse persone
    che che violano il codice della strada, le
    norme in materia di fisco e poi - quando
    pizzicate- dicono che la norma è
    ingiusta.....

    Un po' di pudore sarebbe consigilabile, se
    sai cos'è. io si, tu e i tuoi pari evidentemente no, o applichereste prezzi diversi ai "beni" che producete.....-------------------------------------P.S. scommettiamo che non risponde a nessuno questo piccolo produttore di... trollate??http://www.urban75.com/Mag/troll.html==================================Modificato dall'autore il 02/12/2004 21.10.34
  • Anonimo scrive:
    E' inutile dire dire ai ragazzi ...
    di non piratare i programmi, se a loro vengono presentati solo i programmi proprietari. Esistono principalmente tre modi di utilizzo:1. Programma proprietario con licenza valida2. Programma proprietario senza licenza (ossia piratato)3. Programma liberamente distribuibile (senza sorgente o con sorgente, a seconda dei casi).Gli insegnanti dovrebbero far capire agli studenti che, in alternativa alle opzioni 1 e 2, esiste anche la terza. Ad sempio, in un laboratorio informatico, al posto di MS Office, si può usare Openoffice (liberamente distribuibile e liberamente modificabile). Questo è l'unico modo per stroncare, almeno in parte, la pirateria tra i giovani.Questa iniziativa non contempla l'uso di software non proprietario, quindi non mi sembra volta a contrastare la pirateria, ma solo a promuovere i programmi a pagamento.
  • Anonimo scrive:
    Software scolastici....
    Invece di trattare i ragazzi delle scuole come una mandria dideficienti con il "copyright angel", non si potrebbero spenderequesti soldi un po' meglio?Perchè non parlare agli studenti dell'open source, in modoche possano scegliere alternative gratuite al postodei programmi commerciali? E se le alternative non esistono, prechè non proporre agli studenti delle licenze per software professionali gratis?Faccio un esempio: mia sorella all'università ha un corsodi computer grafica, dove principalmente usano photoshope maya..Secondo voi uno studente si può permettere una licenza per qssoftware?Ma d'altronde, questi sono i sw che usano le aziende e lo studente DEVE imparare ad utilizzarli...Ed ecco che, sotto gli occhi dei professori, ci si "passa"i vari cd, ovviamente corredati da crack!sono stufo di dover avere programmi pirata sul mio PC!!!! :@ :@ :@
  • Anonimo scrive:
    Re: Suggerimento

    Si tratta di formazione alla convivenza civile ovvero: se
    copi crei un danno e ne devi esserem dici per favore piccolo produttore che danno creo copiando??nn mi è ben chiaro questo concetto..scusa eh...io copio tanto dalla tv (sat e nn )dalla radio (sat e nn) metto in mp3 copio del materiale che viene trasmesso e lo utilizzo per me.quali danni ho provocato a voi produttori??? saluti Mr. Rps nn compro un cd dal 1999 anzi no scusa ogni volta che vado all'estero compro tanta buona musica a prezzi onesti
  • Anonimo scrive:
    Cortiana....
    dice che i testimonial dovrebbero parlare anche dell'open source....:)Bè, in effetti potrebbe presentarsi anche lui alle lezioni... è un senatore della repubblica, chi glielo vieta...???8)
  • Anonimo scrive:
    La risposta di Cortiana........
    http://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=3294&forum=4grande senatore!
  • Anonimo scrive:
    Re: Suggerimento
    - Scritto da: Anonimo
    Senti, criticare i discocinematografari
    è facile facile ma sparare baggianate
    lo ancora di più. Produci un film una
    volta o l'altra e poi ne riparliamo. Sei liberissimo di fare le tue campagne pubblicitarie anti-pirateria, non però nelle scuole dove il tempo degli alunni è pagato con le tasse scolastiche dei genitori.Allora paga il tempo a tua disposizione, se vuoi fare questo tipo di pubblicita', visto che tra l'altro indirettamente pubblicizzi anche i dischi dei tuoi assistiti.Se avessi fatto uno spot anti-pirateria su qualche rete, avresti dovuto pagare lo spazio, no? Perchè qui non lo fai?
  • The_GEZ scrive:
    Re: Sciogli un dvd nell'acido!
    Ciapo Anonimo !
    Uccidere un bambino e scioglierlo nell'acido
    diventera' un reato minore!NON E' VERO !Basta con questa disinformazione !!...Uccidere un bambino nell' acido E' GIA' un reato minore ....
  • The_GEZ scrive:
    Re: (non mi ero firmato)
    Ciao dilbert68 !
    perfetto... ma infatti vedi, i serramenti
    sono un bene materiale, quindi non si
    possono duplicare con un clic e/o scaricare
    via p2p, quindi non credo che le cose
    possono essere confrontate.Infatti.Il serramento in questione va pensato, progettato, ottimizzato, cosa credi che il tempo e la fatica ci sia solo nel caso della musica e/o del software ?E questo e' l' inizio dopo di che va COSTRUITO ed il processo di produzione va ripetuto da capo per ogni singolo serramento che si vuole vendere, se uno di questi serramenti si danneggia durante la produzione va ricostruito da ZERO.La cosa non vale CD fatti una volta venduti in eterno.
    Allora forse tu non aderirsesti ad una
    campagna per sensibilizzare la gente a
    spendere di più, ma comprare
    eticamente?Tu stai parlando di merce prodotta con mezzi CRIMINALI, che andrebbero boicottati a livello internazionale, questo si che e' un paragone improponibile !
    una sola domanda: come è possibile
    competere con il gratis?Proponendo un prodotto migliore offrendo una assistenza post vendita che dia una cera sicurezza a chi acquista.
    Un mio amico mi ha detto che il Virgin
    megastore di Piazza Duomo a Milano ha
    chiuso. Che c'entri qualcosa l'uso
    sconsiderato del p2p in questo?Assolutamente nulla, dato che i profitti delle major sono in costante aumento.Il fatto che a due passi di siano le messaggerie musicali (per dirne solo una, in piazza duomo e' pieno) che offrivano un servizio migliore su tutta la linea non ti passa neppure per l' anticamera del cervello ?
  • lorenzaccio scrive:
    Diritti?
    Mah...almeno rendessero questi diritti un po' più accettabili.Settant'anni dalla morte dell'autore! Ma cosi si fa fatica a mettere in Internet testi di fine '800. Va be', faremo una specie di museo delle antichità.E poi ci dicono che dovrebbe essere il futuro!desolatamentelorenzaccio
  • Anonimo scrive:
    Re: Suggerimento
    - Scritto da: Anonimo
    Senti, criticare i discocinematografari
    è facile facile beh..visto la m...a che si produce ultimamente...direi che se la vanno a cercare.(a proposito...conosci per caso il produttore delle Lollipop o del tizio del grande fratello?)
    Produci un film una
    volta o l'altra e poi ne riparliamo.ecchessaràmmai!!!ma chi credi di essere...Peter Jackson?che hai fatto? Un corto...uno spot?ma per piacere....
    Quanto
    all'accordo con un ente privato non vedo
    dove stia lo scandalo.Questo perchè sei troppo impegnato a dire sciocchezze.Domani l'Aprilia spiegherà in classe come mai guidare le propie moto renda più sicura la circolazione
    Si tratta di
    formazione alla convivenza civile ovvero:ridaje...si tratta di interessi PRIVATI di aziende private.Quindi ovviamemte di parte.Abbiamo tolto l'ora di religione per far spazio a questo?
    il copyright, alla faccia di chi lavora per le
    telecom (come te?) esiste e esiterà
    ancora a lungo. Beh...se lo dici tu sarà verò....Mi vengono in mente i babbei che predissero la morte del cinema dopo la diffusione del vhs.
    Non c'è nessuna
    differenza con la visita a una galleria
    d'arte privata. Ma lì nessuno
    accuserebbe il gallerista di indottrinare i
    ragazzi all'acquisto di oper d'arte. in quel caso semmai si parlerebbe di ARTE...capisci?Suvvia, non essere presuntuoso...
    L'inziativa della BSA invece è solo
    educazione al diritto d'autore. certo...i soldi non c'entrano niente.Lo sanno tutti che le major sono delle povere associazioni di beneficienza.
    Sono un piccolo produttore (nel caso ti
    fosse sorto un dubbio) no, no...che fossi piccolo non avevo nussun dubbio...e leggere certi
    giudizi emessi con tanta leggerezza e con
    tanta sicumera su argomenti dei quali non si
    sa assolutamente niente (tipo i costi da
    affrontare per mettere su una produzione) mi
    fa andare il sangue alla testa. Dal mio
    punto di vista sono solo giustificazioni di
    chi vuole fare il furbo. L'assurdo è
    che invece di esserne consapevole e
    vergognarsi, ora si rivendica un diritto a
    copiare senza limiti. in realtà si rivendica il diritto di accedere a dei contenuti ad un prezzo ragionevole.Non gonfiati dall'ingordigia delle suddette società.Dovresti vergonarti anche tu allora...
    In definitiva si
    tratta probabilmente delle stesse persone
    che che violano il codice della strada, le
    norme in materia di fisco e poi - quando
    pizzicate- dicono che la norma è
    ingiusta.....

    Un po' di pudore sarebbe consigilabile, se
    sai cos'è. Bhe, il predicozzo finale è stupendo...Scendi dal pulpito "mister onestà" che non ti si addice..puàh...
  • Anonimo scrive:
    Another brick in the wall
    Hey teacher, leave those kids alone!
    • Anonimo scrive:
      Re: Another brick in the wall
      - Scritto da: Anonimo
      Hey teacher, leave those kids alone!Bella quella, me la sono scarica... ops! :$ :p :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Another brick in the wall
      - Scritto da: Anonimo
      Hey teacher, leave those kids alone!ho anche il video, stasera me lo riguardo(win)
  • Anonimo scrive:
    Re: Quando si dice...
    - Scritto da: Anonimo
    A questo punto propongo una campagna contro
    la droga, fatta dai calciatori della
    Juventus.ROTFL quoto! ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Per fortuna che...
    - Scritto da: Anonimo
    e poi a vederla da una
    angolazione diversa in fondo ti fanno un
    favore: se tuo figlio è davvero tuo
    figlio senza questo corso antipirateria nel
    giro di un paio di nghè ti ritroverai
    la GDF in casa per tutto il materiale
    protetto che scarica...... Allora (premesso che per adesso sto bene senza pargoli :D) se le cose stanno così voglio anche che a scuola gli facciano il corso della patente al quinto anno di superiori, perchè senza dubbio se non guida bene rischia di ammazzare qualcuno!Come, la patente si paga? Ah, ecco :)
  • Anonimo scrive:
    Per fotuna non abito nelle città citate
    :pCMQ se si fanno scambi di materiale audiovisivo è un reato?Cioè, se non c'è nessuno scopo lucro è un reato? :s
  • Anonimo scrive:
    Suggerimento
    A parte che non si capisce come mai un Ministro della Pubblica Istruzione, anche se somiglia a Stanlio e probabilmente ne ha lo stesso acume, possa firmare un accordo con un'associazione privata che persegue scopi di lucro, il tutto alla faccia dell'indipendenza scolastica, ma perché non associano a questi seminari anche uno che spieghi i processi produttivi dei CD e DVD e ci elenchi le fantasiose spiegazioni che danno i distributori per aumentare il prezzo ed arrivare ad un guadagno effettivo che in alcuni casi è del 300% sui costi di produzione?
    • Anonimo scrive:
      Re: Suggerimento
      - Scritto da: JTKirk
      A parte che non si capisce come mai un
      Ministro della Pubblica Istruzione, anche se
      somiglia a Stanlio e probabilmente ne ha lo
      stesso acume, possa firmare un accordo con
      un'associazione privata che persegue scopi
      di lucro, il tutto alla faccia
      dell'indipendenza scolastica, ma
      perché non associano a questi
      seminari anche uno che spieghi i processi
      produttivi dei CD e DVD e ci elenchi le
      fantasiose spiegazioni che danno i
      distributori per aumentare il prezzo ed
      arrivare ad un guadagno effettivo che in
      alcuni casi è del 300% sui costi di
      produzione?Senti, criticare i discocinematografari è facile facile ma sparare baggianate lo ancora di più. Produci un film una volta o l'altra e poi ne riparliamo. Quanto all'accordo con un ente privato non vedo dove stia lo scandalo. Si tratta di formazione alla convivenza civile ovvero: se copi crei un danno e ne devi essere consapevole, se copi puoi essere "beccato" e ne dovrai pagare le conseguenze. Il copyright, alla faccia di chi lavora per le telecom (come te?) esiste e esiterà ancora a lungo. Non c'è nessuna differenza con la visita a una galleria d'arte privata. Ma lì nessuno accuserebbe il gallerista di indottrinare i ragazzi all'acquisto di oper d'arte. Si tratta solo di educazione al bello. L'inziativa della BSA invece è solo educazione al diritto d'autore. Sono un piccolo produttore (nel caso ti fosse sorto un dubbio) e leggere certi giudizi emessi con tanta leggerezza e con tanta sicumera su argomenti dei quali non si sa assolutamente niente (tipo i costi da affrontare per mettere su una produzione) mi fa andare il sangue alla testa. Dal mio punto di vista sono solo giustificazioni di chi vuole fare il furbo. L'assurdo è che invece di esserne consapevole e vergognarsi, ora si rivendica un diritto a copiare senza limiti. In definitiva si tratta probabilmente delle stesse persone che che violano il codice della strada, le norme in materia di fisco e poi - quando pizzicate- dicono che la norma è ingiusta.....Un po' di pudore sarebbe consigilabile, se sai cos'è.
  • Anonimo scrive:
    bravi!
    Abbasso la pirateria,usate solo software libero!:)
  • Anonimo scrive:
    Re: Domanda costruttiva
    - Scritto da: Anonimo
    A prescindere dalle storture è
    assolutamente folle predicare la scomparsa
    del diritto d'autore. La creazione, il
    lavoro vanno ricompensati. Non lo dico
    perchè io creda che vengano a mancare
    poi le creazioni. Lo dico perchè
    credo che se così non fosse le
    creazioni, come nelle epoche nelle quali il
    diritto d'autore non c'era, sarebbero
    appannaggio di pochi.
    L'accesso alla cultura (così come
    alle cure mediche o ai trasporti) è
    un fattore fdondamentale dello sviluppo di
    una società civile ma chi fornisce
    queste cose DEVE essere ricompensato se no
    verrebbe a mancare totalmente la
    possibilità di scegliere tra
    più cose, che è il nostro
    primo diritto fondamentale.Piccolo riassunto per chi non conosce la storia (incolpevolmente, visto che viene tenuta nascosta).Una volta gli autori scrivevano i loro libri a mano e li facevano copiare dagli amanuensi. Visti i costi enormi di questo "processo tecnologico" il diritto d'autore aveva poco senso. L'idea che qualcuno potesse vivere lavorando come "autore" è pura pazzia (sebbene ci potessero essere autori di altre discipline).Arriva Gutemberg, si diffonde la lettura, qualcuno comincia a vivere del suo lavoro di autore. Diminusce l'importanza dei mecenati e aumenta la libertà di scrivere di ciò che si vuole. E arrivano i predoni nel campo dell'editoria. Si diffondono gli "editori" che invece di vivere del loro lavoro (come tutti quelli precedenti) vogliono diventare ricchi con il lavoro degli altri, cioè stampano autori ai quali non pagano una lira. Con grande fatica, si arriva al concetto di diritto d'autore, cioè il diritto dell'autore di essere pagato per il suo lavoro. I predoni tornano nell'oscurità dei fuorilegge e ci rimangono in attesa dell'occasione buona. Poi la svolta. Il mercato diventa sempre più grande, grazie alla libertà di scrivere e godere del frutto del proprio lavoro. Si estende alle arti come la musica e la cinematografia, che sono differenti dalla scrittura per un particolare non insignificante: sono mercati molto più grandi, di vari ordini di grandezza. I predoni capiscono l'andazzo e si organizzano: scelgono tra i tanti autori quelli "più adatti", li pagano un'inezia e li vincolano con contratti capestro, acquisiscono per se i "diritti d'autore", sostituendo alla limitata avidità dell'autore (che per quanto grande non può essere infinita) l'infinita avidità degli azionisti (che cresce al crescere del loro numero, senza limiti).Poi applicano la regola d'oro dell'economia della scarsità: meno c'è n'è, più costa. E cosa c'è di più limitato e differenziato (non esiste sostituto) della creatività umana?Ed ecco creato il mercato delle major: un mercato incapace di autoregolarsi (come avrebbe fatto un autore, che per quanto ingordo oltre ad una certa cifra non avrebbe potuto papparsi, quando si conta in miliardi di dollari anche il denaro stufa).Chiaro che poi si faccia ogni sforzo di mantenere ben desta la gallina dalle uova d'oro.Se devono essergli dati in pasto un po' di vermi, che male c'è, esce oro!!!Alla fine dei ragionamenti, se non fossero così potenti, sarebbe ovvio anche per il legislatore che il troppo stroppia. Che sarebbe ora di inventarsi strumenti atti a limitare il diritto della forza, basato sull'insostituibilità del prodotto che spinge a creare sempre meno prodotti per guadagnare sempre di più, limitando la creatività, il mercato, i diritti di utenti ed autori per privilegiare il profitto degli intermediari.Sarò un ingenuo ed un illuso, ma credo ancora che compito del legislatore sia fare l'interesse del sistema nel suo complesso (agevolare la creazione di nuovi prodotti e servizi) non agevolare l'accumulazione predatoria dei pochi sempre più forti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Che coraggio
    :D:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Pirateria = Contenuti a rischio!???
    "la pirateria "su un piano globale" può "mettere in pericolo lo sviluppo stesso delle industrie di riferimento, ossia la possibilità di disporre in futuro di nuovi contenuti""Sinceramente non credo che i contenuti siano molto a rischio, anzi! Forse avremo semplicemente confezioni meno belle da vedere ma anche molto + economiche.Grazie alle possibilità messe a disposizione dalla tecnologia odierna direi che il + ingombrante fermo alla creatività e ai contenuti è dato solo dalle scelte aziendali delle major, spesso così influenti da affossarli o stravolgerli completamente manipolandone la forma a loro piacimento.
  • The_GEZ scrive:
    Re: fine giusto, mezzo sbagliato
    Ciao Anonimo !
    sarebbe un'ottima idea, però la vedo
    più difficile nell'applicazione:
    occorre trovare studenti abbiano voglia e
    tempo per mettersi a programmare o a fare i
    mini-manager. Se non sarebbe difficile in un
    ITIS, lo potrebbe essere in un liceo
    classico/artisticoO magari trovare DOCENTI capaci di insegnare queste cose.
    ecco, questo è il punto: la musica
    non è un bene di prima
    necessità, quindi il verbo DOVERE non
    si applica qui. Semmai il messaggio che
    dovrebbe arrivare è "avete visto
    quanti soldi occorre investire per avere un
    prodotto di qualità". Punto. Ma il prodoto che di DEVE pagare e' di qualita ?La verita' e' che il P2P e' un "quality test" dalla severità fino ad ora mai vista che ha la sacrosanta capacita di calare come un macete su un sacco di spazzatura commerciale.Se un CD (torniamo al bene NON di prima necessita, come la cultura) ha una canzone bella ed altre nove inascoltabili fiano a qualche tempo fa poteva ancore "mieter qualche vittima" ma romai verra' resegato senza pieta'.Poi nel software c'e' anche la postilla che nel 90% dei cai il software libero e' pesantemente migliore di quello commerciale, sai cosa succederebbe se questa cosa si sapesse in giro !!
  • Anonimo scrive:
    Re: (non mi ero firmato)

    Un mio amico mi ha detto che il Virgin
    megastore di Piazza Duomo a Milano ha
    chiuso. Che c'entri qualcosa l'uso
    sconsiderato del p2p in questo?ci credo poco!Mr R.
  • Anonimo scrive:
    Tra un po' insegneranno "sottomissione"
    Se si va avanti così, alle materie curriculari non resterà nulla e tutto sarà dedicato al marketing ed e ci saranno lezioni di sottomissione alla razza pura.... che razza di "progressi" orribili. :(
  • dilbert68 scrive:
    (non mi ero firmato)

    Ma potrei farti lo stesso paragone con i
    serramenti in legno (visto che li produco).
    Una machiana per produzione (piccola) costa
    100.000 euri
    Atrezzarla altri 65.000 euri.
    Non aggiungiamo i costi fissi e di
    dipendenti specializzati...perfetto... ma infatti vedi, i serramenti sono un bene materiale, quindi non si possono duplicare con un clic e/o scaricare via p2p, quindi non credo che le cose possono essere confrontate.Al limite potrei pensare: se cominciassero ad essere importati dalla Cina dei serramenti a 1/3 del prezzo a cui li fai tu, ma questo perchè dietro c'è: sfruttamento del lavoro minorile, turni da 12 ore al giorno, niente vacanze, infortuni, malattie etc.Allora forse tu non aderirsesti ad una campagna per sensibilizzare la gente a spendere di più, ma comprare eticamente?
    Abbiamo solo cercato di ottimizzare le
    spese, i costi, diminuendo anche il prezzo
    del prodotto e aumentando la produzione.

    Non mi pare che nel vostro settore ci sia
    qesto andamento.
    Non esiste neanche l'ombra della concorrenza.una sola domanda: come è possibile competere con il gratis?
    Senza considerare che in un modo o nel altro
    il costo da parte dell'utente c'e' in ogni
    caso, anche scaricando da internet
    "gratuitamente".allora se rapino una banca, il fatto che per comprare la pistola ho dovuto spendere soldi mi giustifica moralmente?
    E' una semplice legge di mercato.
    Adeguarsi, e ricercare soluzioni, o
    soccombere.Un mio amico mi ha detto che il Virgin megastore di Piazza Duomo a Milano ha chiuso. Che c'entri qualcosa l'uso sconsiderato del p2p in questo?
  • Anonimo scrive:
    Re: fine giusto, mezzo sbagliato

    Ma potrei farti lo stesso paragone con i
    serramenti in legno (visto che li produco).
    Una machiana per produzione (piccola) costa
    100.000 euri
    Atrezzarla altri 65.000 euri.
    Non aggiungiamo i costi fissi e di
    dipendenti specializzati...perfetto... ma infatti vedi, i serramenti sono un bene materiale, quindi non si possono duplicare con un clic e/o scaricare via p2p, quindi non credo che le cose possono essere confrontate.Al limite potrei pensare: se cominciassero ad essere importati dalla Cina dei serramenti a 1/3 del prezzo a cui li fai tu, ma questo perchè dietro c'è: sfruttamento del lavoro minorile, turni da 12 ore al giorno, niente vacanze, infortuni, malattie etc.Allora forse tu non aderirsesti ad una campagna per sensibilizzare la gente a spendere di più, ma comprare eticamente?
    Abbiamo solo cercato di ottimizzare le
    spese, i costi, diminuendo anche il prezzo
    del prodotto e aumentando la produzione.

    Non mi pare che nel vostro settore ci sia
    qesto andamento.
    Non esiste neanche l'ombra della concorrenza.una sola domanda: come è possibile competere con il gratis?
    Senza considerare che in un modo o nel altro
    il costo da parte dell'utente c'e' in ogni
    caso, anche scaricando da internet
    "gratuitamente".allora se rapino una banca, il fatto che per comprare la pistola ho dovuto spendere soldi mi giustifica moralmente?
    E' una semplice legge di mercato.
    Adeguarsi, e ricercare soluzioni, o
    soccombere.Un mio amico mi ha detto che il Virgin megastore di Piazza Duomo a Milano ha chiuso. Che c'entri qualcosa l'uso sconsiderato del p2p in questo?
  • Anonimo scrive:
    Re: fine giusto, mezzo sbagliato
    - Scritto da: Anonimo
    Credo che non ci sia nessuno che contesti
    che dietro a un cd ci sia un lavoro e un
    costo.

    Ma potrei farti lo stesso paragone con i
    serramenti in legno (visto che li produco).
    Una machiana per produzione (piccola) costa
    100.000 euri
    Atrezzarla altri 65.000 euri.
    Non aggiungiamo i costi fissi e di
    dipendenti specializzati...

    Quando c'e' stato il calo di produzione
    generale in Italia nessuno ha dato la colpa
    al lavoro nero.
    E nessuno ha fatto leggi a tutela dei
    produttori.

    Abbiamo solo cercato di ottimizzare le
    spese, i costi, diminuendo anche il prezzo
    del prodotto e aumentando la produzione.

    Non mi pare che nel vostro settore ci sia
    qesto andamento.
    Non esiste neanche l'ombra della concorrenza.

    Di conseguenza date al calo delle vendite e
    ai mancati introiti la colpa alla gente che
    si scarica qualche mp3, da ascoltare in
    casa.

    Senza considerare che in un modo o nel altro
    il costo da parte dell'utente c'e' in ogni
    caso, anche scaricando da internet
    "gratuitamente".

    E' una semplice legge di mercato.
    Adeguarsi, e ricercare soluzioni, o
    soccombere.BRAVISSIMO!!!!!ben detto!!!Mr R.
  • Anonimo scrive:
    Re: fine giusto, mezzo sbagliato
    Credo che non ci sia nessuno che contesti che dietro a un cd ci sia un lavoro e un costo.Ma potrei farti lo stesso paragone con i serramenti in legno (visto che li produco).Una machiana per produzione (piccola) costa 100.000 euriAtrezzarla altri 65.000 euri.Non aggiungiamo i costi fissi e di dipendenti specializzati...Quando c'e' stato il calo di produzione generale in Italia nessuno ha dato la colpa al lavoro nero.E nessuno ha fatto leggi a tutela dei produttori.Abbiamo solo cercato di ottimizzare le spese, i costi, diminuendo anche il prezzo del prodotto e aumentando la produzione.Non mi pare che nel vostro settore ci sia qesto andamento.Non esiste neanche l'ombra della concorrenza.Di conseguenza date al calo delle vendite e ai mancati introiti la colpa alla gente che si scarica qualche mp3, da ascoltare in casa.Senza considerare che in un modo o nel altro il costo da parte dell'utente c'e' in ogni caso, anche scaricando da internet "gratuitamente".E' una semplice legge di mercato.Adeguarsi, e ricercare soluzioni, o soccombere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Possibile che non capiscano...
    Se hai veramente 16 anni, allora non tutto è perduto in Italia!!RESISTETE ! Il futuro può essere migliore!
  • gernando scrive:
    Potremmo finalmente saper
    Se si rendesse pubblico, una volta per sempre quanto rende globalmente e per quanti anni, come diritti d'autore, un pezzo musicale; forse potremmo scoprire che il vero scandalo è questo, non il P2P.Quando un pittore dipinge un quadro, lo vende una sola volta; non ci mangia sopra tutta la vita.Sarebbe ora che le regole medioevali che governano il diritto d'autore sulla musica venissero drasticamente ridimensionate altrimenti andrà a finire che dovremo pagare i diritti anche per fischiettare un motivetto durante una passeggiata.gernando
    • Anonimo scrive:
      Re: Potremmo finalmente saper
      Potrebbe mettere una tassa da versare ogni volta che guardi il quadro.Adesso mi metto anch'io a fare quadri con le spatole vecchie :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Potremmo finalmente saper
      Grazie del suggerimento ma le tasse sono 2: una perchè fischietti il motivetto e l'altra perchè lo pensi, così il diritto d'autore sarà tutelato dai pensieri di tutti gli approfittatori che pensano di poter pensare gratuitamente alla musica e ai film Tanto per cominciare faremo anche un filmatino da mandare in onda alle 7:55, a reti unificate, ogni sera, prima del telegiornaleRimodelleremo come fosse creta quel vs. cervello bacato da ladruncoli da 4 soldi, Capito?Il Cavaliere delle lobby- Scritto da: gernando
      Se si rendesse pubblico, una volta per
      sempre quanto rende globalmente e per quanti
      anni, come diritti d'autore, un pezzo
      musicale; forse potremmo scoprire che il
      vero scandalo è questo, non il P2P.
      Quando un pittore dipinge un quadro, lo
      vende una sola volta; non ci mangia sopra
      tutta la vita.
      Sarebbe ora che le regole medioevali che
      governano il diritto d'autore sulla musica
      venissero drasticamente ridimensionate
      altrimenti andrà a finire che dovremo
      pagare i diritti anche per fischiettare un
      motivetto durante una passeggiata.
      gernando
      • gernando scrive:
        Re: Potremmo finalmente saper
        ho capito chi sei; uno di quei parassiti che stanno vivendo di rendita da anni dopo aver scritto una canzoncina da 4 soldi
  • fasibia scrive:
    Idee (mie) poco chiare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per fortuna che...
    La pirateria è un reato, ma qua si sta veramente passando oltre.Ci sono 1000 modi per la major per poter continuare a tenersi i loro bei diritti senza arrivare a cose di sto tipo.Voglio ricordare per chi l'avesse scordato che hitler insegnava ai ragazzi delle scuole che gli ebrei erano diversi e quindi andavano perseguiti..... ora non è la stessa cosa ma come sempre se si da una buona scusa per iniziare il passo è molto breve........Tornando al discorso alienazione ormai non se ne può più, se producessero cose migliori (non dico a prezzi stracciati) e a prezzi accettabili la pirateria non avrebbe necessità di esistere. Rimarrà cmq (c'è a chi piace scaricare cmq sia per il solo gusto di infrangere regole o perchè dice cmq che è gratis), ma se consideri le spese (linea + supporto + tempo perso a cercare e scaricare il file) credo che un originale sia sempre cmq meglio.Quindi ripeto, copiare scaricare ecc ecc è si illegale, ma una campagna del genere non ha assolutamente senso, è solo uno spreco di tempo e denaro , che viste come sono messe le scuole potrebbe essere usato non dico 100 ma 10000 volte meglio
  • vince65 scrive:
    Che bello!!!!
    BRAVI, BRAVI e poi ancora BRAVI!!!Leggendo questa splendida notizia mi son detto che era ora che qualcuno facesse qualcosa di SERIO, CONCRETO, EFFICACE e soprattutto SENSATO per combattere la delinquenza minorile, e cominciando dai problemi SERI e REALI!Altro che droghe, alcolismo, furti e piccola criminalità, prostituzione, mafia, pedofilia, disoccupazione giovanile e non, fame nel mondo, ecologia, squilibri nella distribuzione delle ricchezze e cretinate varie inventate da una sinistra ormai sempre più a corto di argomenti...Spero che arrivino presto le lezioni su "Se usi Linux sei un comunista", "Se usi Mac sei un anarchico", "I comunisti mangiano i bambini", "Il software Open Source distrugge posti di lavoro", "Il bravo consumista aiuta la società a crescere e l'economia a prosperare", "Le carte di credito ed il piccolo credito sono le uniche vie per il Paradiso", "Il Grande Fratello vi vuole bene", "I giudici sono di sinistra", "Padre Silvio e Zio Bill, questi nostri grandi benefattori" e via discorrendo.E poi spero anche che i Sacri Libri Micro$oft Press distribuiti (in Italia) dal Grande Fratello Silvio Berlusconi vengano adottati quali Testi Unici dei corsi di informatica nelle scuole pubbliche, altro che quei comunisti di Apoogeo, Höpli, SAMS, Jackson, McGraw-Hill e compagnia bella...PS: mi son venuti in mente le scuole cubane, nordcoreane e cinesi, il MinCulPop e la stampa tedesca ed italiana negli anni '30 e '40, "1984" di George Orwell ed i TG italiani (ormai più nessuno escluso, tanto quello sporco comunista di Mentana l'hanno messo finalmente a pulire i cessi...) e via discorrendo... avrò un fondo comunista anch'io? AARRGGHHH...
  • Anonimo scrive:
    Chi mi copia il CdRom Multimediale????
    .........NO COMMENT
  • puffetta scrive:
    Con tutto quello che ha bisogno la scuol
    Questo io lo chiamo plagio, tentativo di lavaggio di cevello a favore di un industria lobbistica (sembra una P2 contro p2p)Dietro all'innocente facciata di sensibilizzazione e dii educazione alla tutela del diritto d'autore, c'è l'industria dei pizzi, la politica di parte, un'imprenditorietà che agisce in gni campo sventolando le bandiere del diritto d'autore , mentre, in realtà,    frena e rallenta   molti tentativi di processo di trasformazione, sia in campo di vendite che di pubblicità ecc. ecc. , tentativi non riescono a realizzarsi in internet se prima non passano sotto il giogo del loro controlloDaltra parte se abbiamo un presidente del consiglio che fino ad oggi ha tutelato con leggi dello stato i propri interessi patrimoniali e quelli dei suoi figli e di tutta la sua progenie a venire, sostenuto da una maggiornaza tenuta insieme con promozioni elargite sul campo secondo l'impegno e, più che altro, l'immagine televisiva; con promesse di nomina a mnistro tra sostitizioni e ristrutturazioni dei ministeri, non dobbiamo stupirci se questo governo è portato a tutelare di più gli interessi di un'industria danarosissima e lobbistica che sta premendo nel mondo, piuttosto che il diritto del cittadino a comprare un cd ad un prezzo onesto.Non è tanto il cd di sensibilizzazione che mi dà fastidio, quanto la falsa rispettabilità pretesa dalle lobby che secondo me dovrebbero un pochino di più vergognarsi per aver rubato soldi e talenti ai veri artisti che non si sono mai abbassati a pagarsi il successo,==================================Modificato dall'autore il 02/12/2004 12.54.30
    • Anonimo scrive:
      Re: Con tutto quello che ha bisogno la s
      Il primo gradino verso l'ora settimanale di educazione al consumo (al posto di quella sessuale, ovviamente! A questa materia ci pensano i ragazzi del grande fratello! :))==================================Modificato dall'autore il 02/12/2004 13.13.21
      • puffetta scrive:
        Re: Con tutto quello che ha bisogno la s
        - Scritto da: Buzz
        Il primo gradino verso l'ora settimana di
        educazione al consumo (al posto di quella
        sessuale, ovviamente! A questa materia ci
        pensano i ragazzi del grande fratello! :)):) :Danzi:s:'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Con tutto quello che ha bisogno la scuol
      Cosa dire.... sacrosanta verità....... aggiungo che la vergogna lassù non sanno nemmeno cosa vuol dire altrimenti a lavorare e capirebbero come si vive nel paese che hanno creato e stanno distruggendo
    • Anonimo scrive:
      Re: Con tutto quello che ha bisogno la s
      è vero.... con tutto quello DI CUI ha bisogno la scuola.... soprattutto di essere frequentata con profitto :D- Scritto da: puffetta
      Questo io lo chiamo plagio, tentativo di
      lavaggio di cevello a favore di un industria
      lobbistica (sembra una P2 contro p2p)

      Dietro all'innocente facciata di
      sensibilizzazione e dii educazione alla
      tutela del diritto d'autore, c'è
      l'industria dei pizzi, la politica di
      parte, un'imprenditorietà che agisce
      in gni campo sventolando le bandiere del
      diritto d'autore , mentre, in
      realtà, frena e rallenta molti
      tentativi di processo di trasformazione,
      sia in campo di vendite che di
      pubblicità ecc. ecc. , tentativi non
      riescono a realizzarsi in internet se prima
      non passano sotto il giogo del loro
      controllo

      Daltra parte se abbiamo un presidente del
      consiglio che fino ad oggi ha tutelato con
      leggi dello stato i propri interessi
      patrimoniali e quelli dei suoi figli e di
      tutta la sua progenie a venire, sostenuto da
      una maggiornaza tenuta insieme con
      promozioni elargite sul campo secondo
      l'impegno e, più che altro,
      l'immagine televisiva; con promesse di
      nomina a mnistro tra sostitizioni e
      ristrutturazioni dei ministeri, non dobbiamo
      stupirci se questo governo è portato
      a tutelare di più gli interessi di
      un'industria danarosissima e lobbistica che
      sta premendo nel mondo, piuttosto che il
      diritto del cittadino a comprare un cd ad un
      prezzo onesto.

      Non è tanto il cd di
      sensibilizzazione che mi dà fastidio,
      quanto la falsa rispettabilità
      pretesa dalle lobby che secondo me
      dovrebbero un pochino di più
      vergognarsi per aver rubato soldi e talenti
      ai veri artisti che non si sono mai
      abbassati a pagarsi il successo,

      ==================================
      Modificato dall'autore il 02/12/2004 12.54.30
  • Anonimo scrive:
    Ma allora e` prorpio vero...
    ...che i soldi danno tutto anche l'Amore :o...rabbrividisco!
  • Anonimo scrive:
    Copiare a scuola...
    Ragazzi, ma ora come ora la scuola insegna a tutti gli studenti che chi copia e non studia ha sempre vantaggi perchè tanto passa gli anni...e vogliono insegnare a non copiare software/audio/video?!? Mah non siamo ridicoli...
  • Anonimo scrive:
    Re: fine giusto, mezzo sbagliato

    Perché invece non insegnare loro cosa
    significhi creare del software, in termini
    di lavoro e di studio, e magari anche
    cooperare ad un progetto, il tutto con mezzi
    non miliardari, ma con quelli che lo
    studente si può permettere?sarebbe un'ottima idea, però la vedo più difficile nell'applicazione: occorre trovare studenti abbiano voglia e tempo per mettersi a programmare o a fare i mini-manager. Se non sarebbe difficile in un ITIS, lo potrebbe essere in un liceo classico/artistico
    Poi ognuno si fa le sue scelte, se vendere a
    pacchetto il suo lavoro, regalarlo o
    cooperare/accettare la cooperazione, se
    venderlo permettendo materialmente la copia
    o bloccarlo con chiavi fisiche, ecc. sì, buona idea.
    Io lo troverei molto più formativo
    che far vedere 'ma quanto siamo bravi noi
    col microfono da 3000 euro, voi ce lo DOVETE
    pagare...'. ecco, questo è il punto: la musica non è un bene di prima necessità, quindi il verbo DOVERE non si applica qui. Semmai il messaggio che dovrebbe arrivare è "avete visto quanti soldi occorre investire per avere un prodotto di qualità". Punto.
    Personalmente sono convinto che
    così sceglierebbero meglio il
    software proprietario da COMPRARE (e non
    COPIARE) oppure si rivolgerebbero al
    software libero, o entrambe le cose.certo, ci deve essere libera scelta tra open/free e closed/payfor source.
  • Anonimo scrive:
    Re: LOL
    No, peggioro... la copia da solo viene cmq bene, il coito non troppo...- Scritto da: Quelo
    - Scritto da: Anonimo

    Ricordate ragazzi: copiare un mp3
    è

    un peccato altrettanto grave del coito
    prima

    del matrimonio!!

    I risultati saranno gli stessi credo :D
  • Anonimo scrive:
    Bello, me lo scaricherò
    Come da subject, appena lo vedo sul mulo me lo scarico :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Domanda costruttiva
    - Scritto da: Anonimo
    Vorrei sapere da quando la scuola pubblica
    è diventata la vetrinetta per i
    governi, le opposizioni, l'industria e
    compagnia bella per infilare questi stupidi
    messaggi nella testa dei ragazzini, gli
    stessi che escono con un diploma anche se
    non sono in grado di tenere in mano una
    matita. Qualcuno si è posto il
    problema? Va bene a tutti, andiamo avanti
    così, paghiamo il lavaggio del
    cervello con i soldi delle tasse?Ti stupirò ma credo che sia un bene insegnare ai ragazzi cosa sia il diritto d'autore. Molti qui parlano "pro domo propria" nel senso che hanno in mente solo il loro piccolo orticello e il loro piccolo portafogli. Li capisco. Ma non li giustifico. A prescindere dalle storture è assolutamente folle predicare la scomparsa del diritto d'autore. La creazione, il lavoro vanno ricompensati. Non lo dico perchè io creda che vengano a mancare poi le creazioni. Lo dico perchè credo che se così non fosse le creazioni, come nelle epoche nelle quali il diritto d'autore non c'era, sarebbero appannaggio di pochi. L'accesso alla cultura (così come alle cure mediche o ai trasporti) è un fattore fdondamentale dello sviluppo di una società civile ma chi fornisce queste cose DEVE essere ricompensato se no verrebbe a mancare totalmente la possibilità di scegliere tra più cose, che è il nostro primo diritto fondamentale.
  • Anonimo scrive:
    Vergogna!!!
    Nel dvd spiegategli anche perchè il papà non ha i soldi per comprare i vostri prodotti originali!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Per fortuna che...
    - Scritto da: Anonimo
    In un paese dove solo gli interessi dei
    potenti sono salvaguardati, cosa vuoi che
    freghi al ministro dell'istruzione se siamo
    il paese in assoluto più arretrato in
    ambito culturale..... davvero credete che le
    major non abbiano pagato fior fior di euri
    al politico di turno per poter fare questa
    gradissima c....a, il problema è come
    al solito che quei soldini andranno a
    gonfiare le tasche di chi le ha già
    che scoppiano e a noi rimangono solo "mari
    di ignoranza in cui annegare" e una nuova
    politica di "alienazione mentale" fra un po
    faranno ascoltare alle madre incinte un
    disco registrato che di notte mentre dormono
    ripete "la pirateria è reato,la
    pirateria è reato,la pirateria
    è reato.." così il bambino
    nasce già bello e
    schiavizzato........ COME SI FA A NON ESSERE
    OTTIMISTI!!!!!! :DScusa ma per te la pirateria non è un reato? Copiare copia qualcosa anche io ma sono consapevole di commettere una scorrettezza. Tu invece mi sembra voglia trasformare la copia illegale in un diritto.....un po' come quelli che parcheggiano sui marciapiedi "perchè io devo pur parcheggiare...".....
  • Anonimo scrive:
    Re: Per fortuna che...

    Ho meditato sulla tua proposta per un po,
    visto che ho una figlia giusto
    dell'età incriminata per i signori
    che vogliono fare una istruzione del genere:
    mi sta bene, dato che tutte le
    operazioni commerciali si pagano, e la loro
    è una mera operazione
    commerciale atta a salvagurdare i
    loro utili, ebbene se lorsignori
    finanziano la scuola per i 5 anni dello
    studente (per ogni studente! si
    intende...libri, quaderni, tasse, trasporti,
    mense, spettacoli teatrali e cinematografici
    imposti dagli insegnanti, dispense etc, et.)
    a me sta bene che insegnino la loro materia,
    altrimenti...aria che la scuola serve ad
    altro!Ma come, venderesti tua figlia per un piatto di lenticchie? Vendila a me.......
  • Anonimo scrive:
    Re: Ok, ma...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ... come al solito non si sente l'altra

    campana, quella che dice che non sempre

    copiare è illegale: pensate che
    BSA e

    gli altri andranno nelle scuole a
    parlare di

    GNU, GPL, BSD, Creative Commons e
    simili? O

    forse non faranno altro che foraggiare
    il

    fenomeno del 'frutto proibito' e i
    ragazzi

    continueranno a copiare i contenuti

    commerciali, spesso ignorando
    l'esistenza di

    quelli liberi? In fondo loro
    preferiscono

    l'esistenza della pirateria a quella
    del sw

    libero: il 'furto' si può
    punire, la

    concorrenza non si può nemmeno

    cercare di proibire.

    Si, hai ragione ma mi sembrerebbe assurdo
    che ora chi vende i propri contenuti si
    mettesse a pubblicizzare i contenuti
    free....
    Difendono i loro e non gli si può
    dare torto.Si, ma qui si tratta della scuola. Perché deve invitare a parlare solo BSA e soci e non anche FSF? Anche loro sono contro la copia illecita di contenuti commerciali (più della stessa BSA, se ci pensate bene).
  • Anonimo scrive:
    OPENOFFICE NELLE SCUOLE PUBBLICHE!!!
    OPENOFFICE NELLE SCUOLE PUBBLICHE!!!NO alle lobby!!!!(linux)(linux)(linux)(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Per fortuna che...
    - Scritto da: Quelo
    .. ho fatto in tempo a vedere un'altra
    scuola.

    Non funzionava una cippa nel mio liceo, eh,
    però ste cose ce le risparmiavano.

    Noto con piacere poi che hanno tolto
    l'inglese dalle elementari (bella mossa!),
    le strutture informatiche negli istituti non
    informatici sono prossime allo zero, di ed.
    sessuale e alla prevenzione nisba, classi da
    30 alunni, insegnanti tenuti in precariato,
    programmi che non vengono quasi mai
    terminati (chi è mai andato in storia
    oltre alla II Guerra Mondiale?)...
    però c'è tempo per i
    discografici.

    Provocazione: se io fossi un genitore,
    chiederei un pagamento per una cosa del
    genere da parte dei discografici, da scalare
    dalle tasse scolastiche. In fondo è
    pubblicita' no? Facendo così, fanno
    indirettamente pubblicita' ai loro cd/film.
    Paga, e il pupo ti starà a sentire.

    Tanto anche la scuola deve diventare
    un'azienda no? :)A sentire te dovrebbero pagarti pure per insegnare a tuo figlio l'educazione civica..... e poi a vederla da una angolazione diversa in fondo ti fanno un favore: se tuo figlio è davvero tuo figlio senza questo corso antipirateria nel giro di un paio di nghè ti ritroverai la GDF in casa per tutto il materiale protetto che scarica...... :|:|
  • Anonimo scrive:
    Canta che ti passa!!!si diceva una volta
    Non siamo cittadini,siamo sudditi,sucobi delle lobby del disco!!!Canta che ti passa!!!si diceva una volta!!!!oggi ci vogliono cosìsucobi fin da piccoli!!!!:@:@:@
  • Anonimo scrive:
    Re: pirateranno anche quello
    - Scritto da: Brontoleus

    - Scritto da: Anonimo

    ne sono sicuro

    :D
    Sono proprio curioso di vederlo, ovviamente
    me lo scarico mica vado a chiederlo a loro
    visto che tra l'altro le superiori le ho
    finite un bel po' di anni fa ;)Credo che il contenuto sia free... quindi non avrete nemmeno la soddisfazione di piratarglielo visto che lo mettono a disposizione gratis......
  • Anonimo scrive:
    Manteniamoli fin da piccoli!!!
    Manteniamoli fin da piccoli!!!ma si !!!Manteniamoli fin da piccoli!!!:@:@:@Questa bella grande lobby!!!!Nelle scuole cominciare ad insegnare e a contribuire ai progetti OPENSOURCE!!!(linux)(linux)(linux)(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ok, ma...
    - Scritto da: Anonimo
    ... come al solito non si sente l'altra
    campana, quella che dice che non sempre
    copiare è illegale: pensate che BSA e
    gli altri andranno nelle scuole a parlare di
    GNU, GPL, BSD, Creative Commons e simili? O
    forse non faranno altro che foraggiare il
    fenomeno del 'frutto proibito' e i ragazzi
    continueranno a copiare i contenuti
    commerciali, spesso ignorando l'esistenza di
    quelli liberi? In fondo loro preferiscono
    l'esistenza della pirateria a quella del sw
    libero: il 'furto' si può punire, la
    concorrenza non si può nemmeno
    cercare di proibire.Si, hai ragione ma mi sembrerebbe assurdo che ora chi vende i propri contenuti si mettesse a pubblicizzare i contenuti free....Difendono i loro e non gli si può dare torto. L'importante è che non si generalizzi e si distingua sempre tra ciò che si può e ciò che non si può copiare....
  • Anonimo scrive:
    Re: fine giusto, mezzo sbagliato
    - Scritto da: dilbert68
    Per questo
    più che un CD con un personaggio da
    fumetti come "Copyright Angel" servirebbe
    invece la classica gita scolastica: in una
    software house (di quelle che fanno software
    venduto a pacchetti nei negozi) Perché invece non insegnare loro cosa significhi creare del software, in termini di lavoro e di studio, e magari anche cooperare ad un progetto, il tutto con mezzi non miliardari, ma con quelli che lo studente si può permettere?Poi ognuno si fa le sue scelte, se vendere a pacchetto il suo lavoro, regalarlo o cooperare/accettare la cooperazione, se venderlo permettendo materialmente la copia o bloccarlo con chiavi fisiche, ecc. Io lo troverei molto più formativo che far vedere 'ma quanto siamo bravi noi col microfono da 3000 euro, voi ce lo DOVETE pagare...'. Personalmente sono convinto che così sceglierebbero meglio il software proprietario da COMPRARE (e non COPIARE) oppure si rivolgerebbero al software libero, o entrambe le cose.
  • Anonimo scrive:
    Re: fine giusto, mezzo sbagliato


    (*) x i trollari: una console Neve con
    outboard vari non è come un PC con
    Cubase... un microfono Neumann da vocals
    costa minimo 3000 euro... posso andare
    avanti se volete)ergo.....vuoi forse cosi giustificare i 26 euro di un CD??nn capiscoMr R.
    • dilbert68 scrive:
      Re: fine giusto, mezzo sbagliato


      (*) x i trollari: una console Neve con

      outboard vari non è come un PC
      con

      Cubase... un microfono Neumann da vocals

      costa minimo 3000 euro... posso andare

      avanti se volete)

      ergo.....
      vuoi forse cosi giustificare i 26 euro di un
      CD??
      nn capiscoCosì posso giustificare una parte di quei 26 euro, diciamo tra il 20% e il 50% del prezzo finale? ma sempre molto di più del prezzo di un CD vergine, questo è il punto importante.Per arrivare poi al 100% del prezzo...poi ci sono i costi di promozione, distribuzione, margine del negoziante, stipendi degli impiegati della casa discografica; non dimentichiamo anche il compenso dell'artista.... il problema su questo forum è che molte persone credono che una grande percentuale di quei 26 euro va a pagare la megavilla e il parco rolls-royce dell'artista. Non è proprio così.
  • Anonimo scrive:
    Possibile che non capiscano...
    Ma gli autori di simili propagande non riescono a capire che non solo non hanno effetto sui giovani ma, anzi, il più delle volte svolgono il compito esattamente contrario?Sono un ragazzo di 16 anni che frequenta la terza liceo e posso testimoniare che, il più delle volte, la reazione di fronte a questi "pubblici consigli" è proprio di fare l'opposto di ciò che dicono probabilmente grazie alla totale banalità dei messaggi.Forse sarò un cretino, lo capisco, ma ho fumato la mia prima sigaretta dopo aver visto la campagna contro il fumo (e dopo il primo pacchetto ho smesso, non sono così stupido da non rendermi conto che sto danneggiando il mio organismo, e non è certo merito dei loro cartelloni).E probabilmente non sono stato l'unico ad essersi comportato così visto che qualche giorno fa ho sentito al telegiornale della preoccupante crescita di fumatori in età adolescenziale in seguito alle direttive del governo contro il fumo...Il problema? Come qualcuno ha già scritto, l'errore chiave è identificare l'oggetto (dannoso) del desiderio come "il frutto proibito". Se mi appiccichi davanti all'aula un cartello con scritto "FUMARE FA MALE" non fai altro che sviluppare il mio interesse verso il fumo, [e per tornare IT] stessa cosa per la masterizzazione [illegale] di software protetto da copyright.Mi dici di non copiare perchè copiare è illegale? Benissimo, allora lo faccio. Non devi dirmi ciò che è sbagliato fare in modo esplicito, devi prendermi per mano e guidarmi nel mondo delle motivazioni, dei diritti, dei perchè, dei per come e, soprattutto, delle alternative.Copiare musica è illegale, certo. Ma nessuno fa presente il fatto che un giovane di 16 anni col cavolo che si ritrova 20 euro da spendere in un CD musicale? E che se anche li avesse, una ridottissima parte andranno nelle tasche del tuo cantante preferito quanto piuttosto in quelle delle case discografiche?Copiare Office è illegale, certo. Ma nessuno ti fa presente che dovresti parlarmi delle varie alternative Open Source (e non gratis come probabilmente farebbero), OpenOffice su tutti?
  • Anonimo scrive:
    Re: con l'attuale situazione del lavoro
    - Scritto da: Anonimo
    Con l'attuale situazione del mercato del
    lavoro, tutti precari e con stipendi da fame
    prevedo che si copierà sempre di
    più visto che non ci sono neppure i
    soldi per arrivare a fine mese.
    L'unica soluzione che vedo io per ridurre le
    copie è fare contratti di lavoro
    più stabili e dare stipendi
    più elevati.lol, così gli studenti verranno mandati a studiare in Cina!
  • dilbert68 scrive:
    fine giusto, mezzo sbagliato
    Come persona il cui stipendio dipende interamente dal fatto che la percentuale di utilizzatori illegali del mio software sia contenuta, non posso che essere favorevole a un'iniziativa volta a mantenere bassa questa percentuale.Devo dire però che questi hanno sbagliato tutto, la cosa non deve essere presentata come "violazione della legge": deve essere fatto capire invece, che dietro ad un CD ROM non c'è solo il costo del CD vergine, ma il duro lavoro di decine/centinaia di persone. Per questo più che un CD con un personaggio da fumetti come "Copyright Angel" servirebbe invece la classica gita scolastica: in una software house (di quelle che fanno software venduto a pacchetti nei negozi) o ancora meglio, in uno studio di registrazione: lì i ragazzi potrebbero vedere cosa sta *veramente* dietro alla creazione di un CD musicale: non solo la star presuntamente milionaria, ma anche decine di persone che lavorano, su macchinari costosissimi (*) che vanno sicuramente ammortati in qualche modo.. i ragazzi potrebbero assistere alle fasi di registrazione di un brano, fare domande ai tecnici, i quali potrebbero dire anche cosa costa questo o quel macchinario, oppure cosa costa un'ora di musicista di studio etc.Questo è quello che andrebbe fatto.... non trattare i ragazzi come dei bambini con "Copyright Angel" mettendo la cosa in termini di "violazione della legge"A proposito a quando una campagna su "Patent Devil" invece? (*) x i trollari: una console Neve con outboard vari non è come un PC con Cubase... un microfono Neumann da vocals costa minimo 3000 euro... posso andare avanti se volete)==================================Modificato dall'autore il 02/12/2004 11.24.41
  • Anonimo scrive:
    Re: Per fortuna che...
    Tua figlia sara' la futura consumatrice di domani.Tu intanto anticipa le spese :-)Consiglierei a tua figlia di seguire bene la lezione :-))))Si scherza... ma siamo veramente messi male!:s
  • Anonimo scrive:
    Ma non sanno più cosa fare??
    Come da oggetto.
  • Anonimo scrive:
    Sciogli un dvd nell'acido!
    Siamo al limite della ragione e del buon senso!Chi sciogli un bambino nell'acido rischia meno di uno che scarica una puntata di star trek (registrata da tv) da internet!Tra poco vedremo sui giornali le foto di chi andava a noleggiarsi un dvd e se lo copiava!Uccidere un bambino e scioglierlo nell'acido diventera' un reato minore!Se fossi a scuola distruggerei quel cd solo per protesta!
  • Anonimo scrive:
    dire ai ragazzi di non copiare quando...
    ...quando negli stessi laboratori di informatica il 70% del software è piratato :)per sistemare un laboratorio di 20 pc con sist operativo, software di office e altro software che richiedono i prof (perchè la colpa principale è loro che non vogliono passare a soft free), e colpa di alcuni dirigenti scolastici troppo poco "acculturati" sul tempa software che ci si trova ad avere un laboratorio con 3/4 pc in regola, mentre gli altri copiati di sana pianta...costa troppo mantenere il tutto!!!e dire che il 90% delle attività didattiche potrebbero essere realizzate con software free....la trovo un ipocrisia insegnare ai più "piccoli" che copiare è sbagliato quando vengono svolte lezioni di informatica (e non) su pc completamente fuori legge!!!!mahhhh
  • Anonimo scrive:
    Che tristezza...
    Ma con tutti i tagli alla scuola, c'era proprio bisogno di investire su questi progetti?!ho la sensazione che ci sia parecchio maneggio di soldi in questo tipo di operazione, sia privati che statali...per fortuna che le nuove generazioni sono parecchio più furbe della mia, e a quest'età sapranno reagire al meglio a queste "evangelizzazioni" (brrrr! brutta parola, almeno quando si applica all'economia di mercato). Ne vedremo delle belle: i piccoli che insegneranno ai grandi come si fa!alla faccia del bigottismo interessato della moratti!al
  • Anonimo scrive:
    Siamo in un "regime democratico(?!)"
    Cosa vi meravigliate? Si fanno sempre gl 'interessi dei potenti....meglio ancora se con i ns soldi....come in questo caso....certo come se nn bastassero le carenze della ns istruzione pubblica (ancora per poco) d'ora in avanti ai ns cari studenti faranno anche il lavaggio del cervello che copiare due file e' un crimine ed e' pure peccato...cosa vogliono fare estorcere confessioni e redimere gli studenti? e poi gli fanno recitare padre nostri di espiazione? "S.I.A.E che sei nei cieli....".....gia' si certo...almeno gl'insegnanti di religione (che sono 15.000) faranno qualcosa invece di vaneggiare su vangelo e bibbia visto che vengono pagati con i NOSTRI soldi....gia' con i ns soldi e questo mi fa' incazzare ancora di + perche' la religione nelle scuole NON CI DOVREBBE essere visto che lo stato e' LAICO per costituzione (anche se con quest'ultima "qualcuno" ritiene che ci si puo' pulire il C**O).Dai sprechiamo altri soldi in ste str****** tanto S.B. ci paga il caffe' tutti i giorni......che infinita tristezza...
  • JackMauro scrive:
    Campanella...
    Nell'intervallo i ragazzi però faranno pratica opposta alla lezione di copyright...10-15 anni fa giravano i dischetti e i primi cd audio masterizzati... ora girano divx e mp3...Non credo che gli studenti squattrinati si lascino convincere a pagare fior di ? per i cd... non credo proprio...bah!--Jackhttp://jack.logicalsystems.it/homepage
    • Anonimo scrive:
      Re: Campanella...

      Nell'intervallo i ragazzi però
      faranno pratica opposta alla lezione di
      copyright...

      10-15 anni fa giravano i dischetti e i primi
      cd audio masterizzati... ora girano divx e
      mp3...ehehehe la storia rimane sempre la stessa: ai miei tempi ci si scambiano i floppy del C64 e le cassettine
      Non credo che gli studenti squattrinati si
      lascino convincere a pagare fior di ? per i
      cd... non credo proprio...ditto!
  • Anonimo scrive:
    Re: Soldi buttati ... ma chi vi ca##e#à?
    - Scritto da: Anonimo
    ma non possono reprimere l'evasione fiscale
    piuttosto?ma se il nano dice che evadere è lecito e morale!
  • Anonimo scrive:
    AVVISo AGLI STUDENTI
    Se dovesse capitare qualche anima bella della BSA (o simili) nella vostra scuola a farvi il sermoncino e dovesse scappargli di dire che la *copia* è un reato, sic et simpliciter, senza specificare meglio, SEGNALATELO IMMEDIATAMENTE su uno dei forum di PI che ci divertiamo un po'!Un'altra bella denuncia al garante e alla stampa non gliela leva nessuno.
    • Anonimo scrive:
      Re: AVVISo AGLI STUDENTI
      anzi, fate una cosa: REGISTRATE quello che vi dicono che le due risate diventano due denunce :)se qualcuno si prova ad andare alla scuola di mio figlio ad "evangelizzarlo" giuro che lo prendo a legnate :@
  • Anonimo scrive:
    L'unico risultato.....
    che faranno sarà quello di far CONOSCERE ai POCHI adolescenti che non lo sanno i sistemi di condivisionescommettete?:D
    • massim69 scrive:
      Re: L'unico risultato.....
      ahahah esatto.e speriamo gli spieghino bene come si fa a copiare, scaricare dal p2p e masterizzare eheheheh
  • Anonimo scrive:
    ah si?
  • Anonimo scrive:
    Re: pochezza
    - Scritto da: 3p
    Gutemberg era un piratone! Che ha rubato
    migliaia di posti di lavoro agli amanuensi.
    Poi: la libera diffusione degli scritti...
    eresia! La bibbia doveva restare appannaggio
    dei religiosi, e gli altri scritti se
    proprio li volevi dovevi pagare un giusto
    (per me) compenso. La carta, il tempo, il
    know-how... ed una royalty del 5000%.

    Firmato:
    Johannes Major, caput gilda degli siaentesTi ricordo che avere una bibbia in lingua volgare è stato per tantissimo tempo un'eresia, tanto è vero che una delle differenziazioni dei Protestanti rispetto ai Cattolici era proprio di avere una bibbia che potessero leggere senza il prete...
  • Anonimo scrive:
    come educare.....
    gli alunni ad odiare la società consumistica e copiare di più! :D
  • Anonimo scrive:
    invece di buttare soldi..
    in queste stupidaggini, avrrebbero potuto abbassare i prezzi dei dvd e cd, cosi' che la gente magari non si debba sempre porre il problema se comprarsi da mangiare o ascoltare musica..nota: sono un collezionista di '70 progressive rock e penso di saperne un po' su cosa vuol dire amare la musica.. e spendere per la musica.. forse solo i giapponesi spendono piu' di noi per comprare cd e dvd..
  • Anonimo scrive:
    un ragazzo su tre fuma!
    Le statistiche dicono che un ragazzo su tre, nella fascia tra i 14 e i 16 anni fuma.Come mai non fanno una bella campagna di sensibilizzazione per spiegare ai giovani che il fumo fa male?
    • Anonimo scrive:
      Re: un ragazzo su tre fuma!
      - Scritto da: Anonimo
      Le statistiche dicono che un ragazzo su tre,
      nella fascia tra i 14 e i 16 anni fuma.
      Come mai non fanno una bella campagna di
      sensibilizzazione per spiegare ai giovani
      che il fumo fa male?Forse perche' ADESSO c'e' scritto in bella evidenza anche sugli stessi pacchetti?
      • Anonimo scrive:
        Re: un ragazzo su tre fuma!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Le statistiche dicono che un ragazzo su
        tre,

        nella fascia tra i 14 e i 16 anni fuma.

        Come mai non fanno una bella campagna di

        sensibilizzazione per spiegare ai
        giovani

        che il fumo fa male?

        Forse perche' ADESSO c'e' scritto in bella
        evidenza anche sugli stessi pacchetti?Pare che metteranno anche le immagini delle malattie del fumo. Così ci scambiamo le figurinece l'ho ce l'ho mi mancace l'ho mi mancami manca........:D:D:D:D:D:D:D:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: un ragazzo su tre fuma!
      - Scritto da: Anonimo
      Le statistiche dicono che un ragazzo su tre,
      nella fascia tra i 14 e i 16 anni fuma.
      Come mai non fanno una bella campagna di
      sensibilizzazione per spiegare ai giovani
      che il fumo fa male?E perchè non si sensibilizzano i giovani anche sul fatto che gli scarichi delle auto fanno ancor più male del fumo di sigaretta??Chissà che oltre ai divieti di fumare non vedremo pure i divieti a circolare con le auto??Non solo alle domeniche, però!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Proprieta' intelletuale
    - Scritto da: Anonimo
    mi sembri un po' confuso, vai a nanna oraO lavori per la SIAE/BSA o sei completamente rintronato o non sai leggere o trolleggi... insomma che ne diresti di sparire tu?
  • Anonimo scrive:
    Re: bah
    - Scritto da: Anonimo
    io me le sto facendo già adesso!!!Io vorrei tanto farmele (ho quasi 40 anni) :'(
  • Anonimo scrive:
    Re: Duplicare libri
    - Scritto da: Anonimo
    A proposito di questi signori (e dei loro
    compari editori di libri), che vanno a dare
    del ladro a destra e a manca...

    Io come li dovrei chiamare, visto che tra le
    voci delle tasse universitarie che pago
    c'è anche una voce a loro favore
    riguardante "l'equo" risaricimento dovuto
    alle copie "pirata" di libri...

    Pensare che per ogni fotocopia, anche dei
    miei appunti, pago la SIAE, e che i libri
    non li fotocopio, anche perché per
    fortuna non ne ho bisogno...

    Chi è il ladro, quindi?Hai dimenticato i prof che ti costringono a studiare sul libro di testo che hanno pubblicato, pena la bocciatura
  • Anonimo scrive:
    Re: Per fortuna che...
    - Scritto da: Anonimo

    linux fa meglio

    con linux finisce la pirateria
    Che c'entra linux e la pirateria musicale? :
    Nulla...Che c'entra invece la BSA (Business Software Alliance)?L'articolo non parlava solo di musica.
  • Anonimo scrive:
    Copyright Angel


    Protagonista del Cd-ROM è Copyright Angel,

    personaggio animato che accompagna la

    fruizione dei contenutiahahahahahahahah Copyright Angel . . . . . ahahahahahahahahahahla mattina era cominciata male . .. . . ma dopo questa mi straLOLLLLLLLOOO !!!grazie Copyright Angel . . . . . . buahahahahahaha !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Copyright Angel
      Ringrazio pure io. La mattinata non era delle migliori ma adesso ho un sorriso che mi durerà fino a sera...
  • Anonimo scrive:
    Re: Per fortuna che...
    - Scritto da: Anonimo
    paccato
    piratare fa male

    linux fa meglio
    con linux finisce la pirateriaChe c'entra linux e la pirateria musicale? :Nulla...
  • Tirighetta scrive:
    Non c'è limite alla demenza dei politici
    Vorrei capire quali tra i vari insegnanti dovrà effettuare queste lezioni di antipirateria e se sarà possibile fare come per l'ora di religione, cioè esentarsi dalla lezione in caso di credo religioso differente. Pare comunque che quelli del ministero della istruzione abbiano deciso che nelle scuole italiane verrà inviato un clone di urbani che presenterà comunque il rigorosissimo bollino, non siae ma CHIQUITA. Il clone Urbani bollato di blu spieghera agli studenti quali sono i rischi che s'incorrono a copiare un cd, vedi cecita progressiva e peli sulle mani, avrà la facoltà estorcere confessioni e di punire gli eventuali possessori di cd piratati anche con punizioni corporali. Queste sono le notizie che provengono dal ministero, pare però che con la nuova finanziaria siano stati tagliati i fondi per la clonazione di urbani e che questi fondi siano stati dirottati in un progetto del presidente NANO che vuole regalare ad ogni famiglia italiana una sua copia in carne e ossa, impresa non da poco, che ha lo scopo di ricordare agli italiani quanto siano stai fortunati ad aver avuto come regalo di natale il taglio delle tasse.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'è limite alla demenza dei politici
      - Scritto da: Tirighetta
      Queste sono le notizie che provengono dal
      ministero, pare però che con la nuova
      finanziaria siano stati tagliati i fondi
      per la clonazione di urbani e che questi
      fondi siano stati dirottati in un progetto
      del presidente NANO che vuole regalare ad
      ogni famiglia italiana una sua copia in
      carne e ossa, impresa non da poco, che ha
      lo scopo di ricordare agli italiani quanto
      siano stai fortunati ad aver avuto come
      regalo di natale il taglio delle tasse.Credi che possiamo fargli subire un po' di giochini di disciplina al clone che ci verrà regalato?:D:D:D:D:D:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Paragone azzeccato
    Qualcuno, qualche post più sotto, ha giustamente paragonato l'ora di "antipirateria" a quella di religione... :)A questo punto non credete che, quelli che ancora vanno in chiesa la domenica, debbano confessare al prete anche il peccato di "pirateria"???"Padre, mi perdoni perchè ho scaricato"..."Va bene figliolo, non falro più, recita un atto di dolore e formatta l'hard disk e, se puoi, fai anche un pò di volontariato nella SIAE".Siamo alla follia, è ovvio che iniziative come questa sono fatte solo per suscitare l'ilarità della gente, chi potrebbe mai prenderle sul serio? Sarà solo un'ora in più di "buco", per dirla come gli studenti..
    • Anonimo scrive:
      Re: Paragone azzeccato
      ... dimenticavo: perchè allora nelle scuole non c'è l'ora di antimafia, anticamorra, antievasione fiscale, antiraccomandazione, anticorruzione, anticoncussione, antiabusivismo edilizio, antitruffa, antiparcheggiatori abusivi, ecc. ecc. ecc.??? Questi comportamenti sono forse ritenuti meno gravi dello scaricare mp3?A quanto pare si.
      • Anonimo scrive:
        Re: Paragone azzeccato
        - Scritto da: Anonimo
        ... dimenticavo: perchè allora nelle
        scuole non c'è l'ora di antimafia,
        anticamorra, antievasione fiscale,
        antiraccomandazione, anticorruzione,
        anticoncussione, antiabusivismo edilizio,
        antitruffa, antiparcheggiatori abusivi, ecc.
        ecc. ecc.???
        Questi comportamenti sono forse ritenuti
        meno gravi dello scaricare mp3?
        A quanto pare si.Forse perchè non toccano gli interessi dei potenti, quelli veri....
  • Anonimo scrive:
    Re: ho già visto controcampagna
    Anche io ho visto la controcampagna: singoli dei Muse a 11.90 euro.Questa È controcampagna.
  • Anonimo scrive:
    STRALOL!!!!!
    Queste associazioni invece di spendere soldi in immani caz**te come questa dovrebbero impiegare queste somme per abbattere i costi ESOSI di cd, dvd, libri ecc., senza predicare bene e razzolare male!Soprattutto i libri costano un'enormità e quelli per le scuole e le università ogni anno cambiano e ci sono professori che pretendono il libro nuovo, tanto loro lo hanno gratis e "magari" hanno anche delle percentuali sulle vendite, non importa se il libro fa schifo e non ti insegna una mazza, l'importante è che ci guadagnino loro!Come fai a dire ad un ragazzino tra i 14 ed i 16 anni, che già ti costa tanto per la scuola e che vuole il cd degli U2, l'ultimo, che costa 25 eurozzi e che non glielo puoi comprare? Gli dici che deve taglieggiare i compagni per comprarselo o deve spacciare?A quell'età sono pochi i ragazzini che hanno i genitori ricchi che gli danno la "paghetta", gli altri già devono essere contenti che trovano il piatto di minestra sulla tavola ed hanno i vestiti, con la situazione che abbiamo oggi, altro che taglio delle tasse!Cari dirigenti delle associazioni qui sono i vostri interessi economici che traballano, altro che:perché la pirateria "su un piano globale" può "mettere in pericolo lo sviluppo stesso delle industrie di riferimento, ossia la possibilità di disporre in futuro di nuovi contenuti".siete voi che non volete rinunciare ai vostri villoni e macchinoni, ma dovrete imparare a lavorare come gli altri che guadagnano una miseria e lavorano tutto il giorno!Casarini ha dimostrato che con solo uno sconto del 30% sono stati venduti un migliaio di libri in 2 ore!!!!Allora chi è che sbaglia?:@
  • Anonimo scrive:
    Re: Una volta erano le streghe...
    - Scritto da: Anonimo
    Quoto, spacciano merda per oro.Domandina provocatoria: ma lo spaccio di materiale drogrante non è punito dalla legge? Se si, bisognerebbe farci un pensierino....
  • aenigma scrive:
    Re: abbassare i prezzi no?
    - Scritto da: Anonimo
    Invece di sperperare inutili risorse nelle
    stampa e l'invio di inutili cdrom
    "educativi" perchè non cercano di
    risolvere il problema nell'unico modo
    possibile? Ridurre i prezzi di film, musica,
    programmi e giochi. Un ragazzo di 16 anni se
    vuole ascoltare della musica ha una sola
    alternativa: scaricarla. Cé un altro modo... trovare soldi per aquistare, solo che un ragazzino che non ha reddito (ovviamente) come puo fare per procurarsi soldi?A quell'eta tutto é lecito (ci siamo passati tutti) e per trovare gli Euro che servono fara di tutto, ora alcuni magari venderanno disegni ai compagni e faranno compiti a pagamento ( e vi assicuro che rende un casiono :-) ) altri con meno scrupoli troveranno altrim metodi piuttosto dubbi....A questo punto non so cosa sia meglio, se un ragazzino che mi duplica un CD o uno che inizia a fare il "bulletto" (aka piccolo mafioso) per recuperare soldi per i CD.Sono drastico, lo so. ma parlo per quello che ho visto durantei miei passati anni di scuola. E parlo di anni fa... oggi mi sa che la situazione é anche peggio.
  • Anonimo scrive:
    18anni fa i soldi venivano usati meglio!
    18 anni fa, a scuola c'erano le campagne di sensibilizzazione contro i danni del fumo, seguite a ruota da alcuni opuscoli per l'educazione stradale e dalla campagna di prevenzione AIDS.... :@ Porca miseria! Possibile che oggigiorno i nostri politici (idioti) non pensino altro che a proteggere gli interessi delle case discografiche, quando in realtà ci sarebbero decine di argomenti più validi da trattare?!?!?! Secondo me l'unica cosa apprezzabile fatta ultimamente è stata la campagna di educazione alimentare (per ovviare ai danni causati dalle ditte alimentari che a forza di spot televisivi han portato tutti a mangiare veramente di mer**** )... A quando una campagna per rieducare i più giovani alla sensibilità artistica ed allo spirito critico ormai rovinati dalle recenti produzioni musicali e cinematografiche?;)saluti , Fabio D.
    • Anonimo scrive:
      Re: 18anni fa i soldi venivano usati meg
      - Scritto da: Anonimo

      18 anni fa, a scuola c'erano le campagne di
      sensibilizzazione contro i danni del fumo,
      seguite a ruota da alcuni opuscoli per
      l'educazione stradale e dalla campagna di
      prevenzione AIDS.... già, mi ricordo un opuscoletto carino (con meno di di 18 anni, pero'... :) ) disegnato da quel tale che disegna lupi blu che si infrattano con galline parlanti, che cercava di far capire a noi ggiovani il problema dell'AIDS e l'importanza di protezioni. Opuscoletto che è stato ritirato, pare perchè troppo esplicito, e ritenuto non adatto ai ragazzi....
      • Anonimo scrive:
        Re: 18anni fa i soldi venivano usati meg
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        18 anni fa, a scuola c'erano le
        campagne di

        sensibilizzazione contro i danni del
        fumo,

        seguite a ruota da alcuni opuscoli per

        l'educazione stradale e dalla campagna
        di

        prevenzione AIDS....

        già, mi ricordo un opuscoletto carino
        (con meno di di 18 anni, pero'... :) )
        disegnato da quel tale che disegna lupi blu
        che si infrattano con galline parlanti, che
        cercava di far capire a noi ggiovani il
        problema dell'AIDS e l'importanza di
        protezioni. Opuscoletto che è stato
        ritirato, pare perchè troppo
        esplicito, e ritenuto non adatto ai
        ragazzi....e io che pensavo che il lupo blu facesse un triangolo con l'orso e la talpa :p
    • Anonimo scrive:
      Re: 18anni fa i soldi venivano usati meg
      - Scritto da: Anonimo

      18 anni fa, a scuola c'erano le campagne di
      sensibilizzazione contro i danni del fumo,
      seguite a ruota da alcuni opuscoli per
      l'educazione stradale e dalla campagna di
      prevenzione AIDS.... Che in verità sono serviti molto marginalmente perché gli artisti propinati dalle major innegiano al sesso, droga e alcool... :D :D :DPotremmo chiedergli i danni per aver veicolato cattivi valori? :DO si difenderanno con il metodo che usano i produttori dei programmi P2P??? :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Che coraggio
    - Scritto da: sigmund
    Gia' ce li vedo a tentare di fare
    sensibilizzazione contro la pirateria.... A
    NAPOLI!! AHAHAHHA 8)"prof, io non ho il cd...""tranquillo, te ne faccio una copia io..."
  • leone2000 scrive:
    Copiare alcuni software E' LEGALE!
    ci sono software che è possibile copiare, anzi, si è incoraggiati a copiare, sono i software open source!quindi, per favore, diciamo le cose come stanno: copiare software PROPRIETARIO (generalmente) è illegale, copiare software OPEN SOURCE è permesso!!!!(e se non sbaglio la pubblicità della bsa è stata bloccata dall'antitrust per pubblicità ingannevole proprio per questo motivo!)ciaoLEO
    • Anonimo scrive:
      Re: Copiare alcuni software E' LEGALE!
      - Scritto da: leone2000
      ci sono software che è possibile
      copiare, anzi, si è incoraggiati a
      copiare, sono i software open source!

      quindi, per favore, diciamo le cose come
      stanno:
      copiare software PROPRIETARIO (generalmente)
      è illegale, copiare software OPEN
      SOURCE è permesso!!!!

      (e se non sbaglio la pubblicità della
      bsa è stata bloccata dall'antitrust
      per pubblicità ingannevole proprio
      per questo motivo!)

      ciao
      LEOMa scherzi!!!Insegnare queste cose ai ragazzi!?!?Nuovi studenti = futuri consumatori!!!!Obbligheresti a tutte le aziende di software di chiudere!!!!E tutti questi poveri disperati dipendenti MS allo sbando!!!!Non parliamo poi dei dipendenti Siae!!!!Meglio che imparino ad usare MSWord per scrivere le loro ricerche! (Con regolare licenza, sia di Windows che di MSOffice).Non vorrai certo che usino OpenOffice!?Iniettare nelle loro giovani menti il morbo dell'OpenSource e della liberta' di condivisione del Sapere?!!!!Nonono!!!!Meglio che seguano bene la lezione sul CDROM!!!!!E la nazione e l'economia (non certo la nostra...) sara' salva!!!!!Questi sì che sono soldi spesi bene!!!!
  • Anonimo scrive:
    macchè sensibilizzare le scuole...
    Ma vi sembra giusto sensibilizzare le scuole? avete notato quanto costa oggigiorno un cd audio???24? = 46470 delle vecchie lire ?=)(/%&$£!Dicono tanto che gli aumenti sui prezzi con l'avvento dell'euro sono stati monitorati ma chi ha controllato questi aumenti E' DA MANDARE A CASA... e nessuno fà nulla...A questo punto W il p2p e la masterizzazione di tutto...N.B. Un dvd originale del Signore degli anelli l'ho pagato quasi 60 ? ....... vedete un pò voi!!!!!Altro che sensibilizzare... mettetevi una mano sulla coscenza....
    • Anonimo scrive:
      Re: macchè sensibilizzare le scuole...
      Tu o sei matto o sei in mala fede (lavori per la telecom per caso????).Il DVD del signore degli anelli costa 25 euro in tutti i negozi.E i cd non vanno oltre i 20/21 euro (quelli nuovi e a prezzo pieno) che corrispondono esattamente alle vecchie 40mila del periodo pre euro. Era caro allora e non è economico oggi ma sparare certe cav°l^te vuol solo dire che sono secoli che non compri un cd o un dvd.......- Scritto da: Anonimo
      Ma vi sembra giusto sensibilizzare le
      scuole? avete notato quanto costa oggigiorno
      un cd audio???
      24? = 46470 delle vecchie
      lire     ?=)(/%&$£!
      Dicono tanto che gli aumenti sui prezzi con
      l'avvento dell'euro sono stati monitorati ma
      chi ha controllato questi aumenti E' DA
      MANDARE A CASA... e nessuno fà
      nulla...
      A questo punto W il p2p e la masterizzazione
      di tutto...
      N.B. Un dvd originale del Signore degli
      anelli l'ho pagato quasi 60 ? ....... vedete
      un pò voi!!!!!
      Altro che sensibilizzare... mettetevi una
      mano sulla coscenza....
  • aenigma scrive:
    Re: Una volta erano le streghe...
    Santissime parole.
  • Anonimo scrive:
    Ma volete mettere ...
    Rocco Tarocco ??Lui si che era un mito, e non la scipita che non voleva i suoi cd ...
  • 3p scrive:
    Re: pochezza
    - Scritto da: sh4d
    Gutemberg si rivolterebbe nella tomba, e con
    lui tutti quelli che per una vita hanno
    promosso la divulgazione della conoscenza
    senza alcun limite. Gutemberg era un piratone! Che ha rubato migliaia di posti di lavoro agli amanuensi. Poi: la libera diffusione degli scritti... eresia! La bibbia doveva restare appannaggio dei religiosi, e gli altri scritti se proprio li volevi dovevi pagare un giusto (per me) compenso. La carta, il tempo, il know-how... ed una royalty del 5000%.Firmato:Johannes Major, caput gilda degli siaentes==================================Modificato dall'autore il 02/12/2004 9.28.49
  • leone2000 scrive:
    è possibile copiare quel cd?
    spero di trovarlo sul p2p, spero di poterlo copiare, così diffonderò il vangelo dell'antipirateria anche io!!! :D:D:D:D:D:D:D:D:DROTFL!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: è possibile copiare quel cd?
      - Scritto da: leone2000
      spero di trovarlo sul p2p, spero di poterlo
      copiare, così diffonderò il
      vangelo dell'antipirateria anche io!!!
      :D:D:D:D:D:D:D:D:D

      ROTFL!!!!Quando lo trovi postaci il link;)
    • Anonimo scrive:
      Re: è possibile copiare quel cd?
      Non credo!E' un cd che tratta di prodotti commerciali, pertano sara' sotto licenza proprietaria.Se questo e' quello che insegnano a scuola oggi meno male che l'ho finita ventanni fa!
  • aenigma scrive:
    Re: Boomerang!
    - Scritto da: TPK
    (a me a 30 anni Rocco Tarocco generava
    un'istinto irrefrenabile di ascoltare cd
    copiati...)Allora non sono il solo. Saranno rimasugli dell'infanzia quando si fa tutto l'opposto di quello che ti viene imposto... E come gia detto mi sa che questa crociata fara nascere un bel po di nuovi P2P-Maniacs.
  • ammatwain scrive:
    Copy or Love non mi funziona!
    sarà perchè uso la Short-circuited boolean evaluation?invece con Love and not copy va bene 8) ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Copy or Love non mi funziona!
      - Scritto da: ammatwain
      sarà perchè uso la
      Short-circuited boolean evaluation?
      invece con Love and not copy va bene
      8) ... NO è perché lo hai scaricato col musso! LADRO! :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Per fortuna che...
    In un paese dove solo gli interessi dei potenti sono salvaguardati, cosa vuoi che freghi al ministro dell'istruzione se siamo il paese in assoluto più arretrato in ambito culturale..... davvero credete che le major non abbiano pagato fior fior di euri al politico di turno per poter fare questa gradissima c....a, il problema è come al solito che quei soldini andranno a gonfiare le tasche di chi le ha già che scoppiano e a noi rimangono solo "mari di ignoranza in cui annegare" e una nuova politica di "alienazione mentale" fra un po faranno ascoltare alle madre incinte un disco registrato che di notte mentre dormono ripete "la pirateria è reato,la pirateria è reato,la pirateria è reato.." così il bambino nasce già bello e schiavizzato........ COME SI FA A NON ESSERE OTTIMISTI!!!!!! :D
  • Rex1997 scrive:
    Re: Per fortuna che...
    - Scritto da: Quelo
    .. ho fatto in tempo a vedere un'altra
    scuola.

    Non funzionava una cippa nel mio liceo, eh,
    però ste cose ce le risparmiavano.

    Noto con piacere poi che hanno tolto
    l'inglese dalle elementari (bella mossa!),
    le strutture informatiche negli istituti non
    informatici sono prossime allo zero, di ed.
    sessuale e alla prevenzione nisba, classi da
    30 alunni, insegnanti tenuti in precariato,
    programmi che non vengono quasi mai
    terminati (chi è mai andato in storia
    oltre alla II Guerra Mondiale?)...
    però c'è tempo per i
    discografici.

    Provocazione: se io fossi un genitore,
    chiederei un pagamento per una cosa del
    genere da parte dei discografici, da scalare
    dalle tasse scolastiche. In fondo è
    pubblicita' no? Facendo così, fanno
    indirettamente pubblicita' ai loro cd/film.
    Paga, e il pupo ti starà a sentire.

    Tanto anche la scuola deve diventare
    un'azienda no? :)Ho meditato sulla tua proposta per un po, visto che ho una figlia giusto dell'età incriminata per i signori che vogliono fare una istruzione del genere: mi sta bene , dato che tutte le operazioni commerciali si pagano, e la loro è una mera operazione commerciale atta a salvagurdare i loro utili, ebbene se lorsignori finanziano la scuola per i 5 anni dello studente (per ogni studente! si intende...libri, quaderni, tasse, trasporti, mense, spettacoli teatrali e cinematografici imposti dagli insegnanti, dispense etc, et.) a me sta bene che insegnino la loro materia, altrimenti...aria che la scuola serve ad altro!
  • Anonimo scrive:
    Lo slogan nei cinema è coperto di fischi
    Va a finire come nei cinema, quando c'è la schermata "copiare è reato" etc etc....Solitamente è un momento molto divertente, si odono imprecazioni, fischi e risate.Ma credono che ci siamo tutti rincoglioniti???????? :D:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo slogan nei cinema è coperto di fi
      - Scritto da: Anonimo
      Va a finire come nei cinema, quando
      c'è la schermata "copiare è
      reato" etc etc....
      Solitamente è un momento molto
      divertente, si odono imprecazioni, fischi e
      risate.

      Ma credono che ci siamo tutti
      rincoglioniti???????? :D:D:DA 7.50 euri di biglietto + 1.6 di mezzo litro di acqua non vedo il motivo di questi fischi!!!Mi sembra una cifra equa!l ridicolo e' che se non vai al cinema e diminuisce il fatturato danno la colpa a p2p.Credo sia vero: siamo veramente rincoglioniti!!
  • Anonimo scrive:
    Invece d'usare EduKnoppix....
    ...continuano a spendere i soldi che noi italiani gli diamo con le nostre tasse in maniera stupida e, permettetemi, fraudolenta.Ma andate a 99!!!!!!!
  • NeutrinoPesante scrive:
    ...sviluppando lavori a tema...
    Tema."Perche' nei lavori tradizionali ogni compenso e' legato alla prestazione effettuata, mentre nei lavori attinenti alla proprieta' intellettuale viene considerato giusto essere ricompensati a vita per una prestazione effettuata una tantum?"Sviluppare con pensieri e parole proprie.Saluti
    • AlessioC scrive:
      Re: ...sviluppando lavori a tema...
      Non resisto alla tentazione di buttare benzina sul fuoco (avevo già cominciato con l'articolo "Liberate Elvis" che trovate qui su PI): Cliff Richards è impegnatissimo nel tentativo di far prolungare la durata dei diritti connessi in europa (attualmente, 50 anni dopo la pubblicazione del disco).Strepitosa una sua recente dichiarazione: "io fortunatamente ho inciso molti dischi, ma ci sono famiglie che vivono dei diritti derivanti da un solo disco: che ne sarà di loro quando i diritti scadranno?"...Beh, un problema non da poco. Che ne sarà di me se oggi smetto di lavorare?AC
      • Anonimo scrive:
        Re: ...sviluppando lavori a tema...
        - Scritto da: AlessioC
        Strepitosa una sua recente dichiarazione:
        "io fortunatamente ho inciso molti dischi,
        ma ci sono famiglie che vivono dei diritti
        derivanti da un solo disco: che ne
        sarà di loro quando i diritti
        scadranno?"...Quei parassiti possono mettersi a lavorare :@
  • Bruco scrive:
    E basta con questi slogan ammuffiti!
    Ieri era "Make love, not spam", oggi "Copy or love". Ma che fantasia hanno questi marchettari del c@@@o al servizio dei potenti!IL tizio di cui nemmeno ricordo il nome ha detto quasi giusto:"il problema della tutela della proprietà intellettuale e dei bilanciamento fra praticabilità tecnologica e correttezza dei comportamenti è sicuramente uno dei temi più attuali che la moderna società dell'informazione pone sulla cattedra dell'educatore"Vanno semplicemente le ultime due righe con:moderna società di mercato liberistico-capitalistico pone sul piatto dei potentati economici"
  • Anonimo scrive:
    Re: BELLISSIMO, E' UN CD MERAVIGLIOSO!!!
    infatti puoi, anzi se più lo dissemini più fai il loro gioco
  • Anonimo scrive:
    Re: Proprieta' intelletuale
    mi sembri un po' confuso, vai a nanna ora
  • Anonimo scrive:
    una proposta
    premesso che trovo PATETICA l'iniziativa, frasi buoniste come ......chi copia illegalmente i contenuti protetti da diritto d'autore distrugge ciò che ama...... Copyright Angel ??? ma LOL !... sono sintomo evidente della stupidità di chi ha indetto questa iniziativa,vengo alla proposta:sarebbe stato mooolto più serio se accanto al CD di copyright angel : avessero distribuito GRATIS CD e licenze EDUCATIONAL dei programmi più usati dai giovani (office, photoshop, autocad, macromedia, ecc)Non vi pare ?Adesso invece suona tanto così: prima ti spiego che sei un ladro e poi ti chiedo anche i soldi.
    • Rex1997 scrive:
      Re: una proposta
      - Scritto da: Anonimo
      premesso che trovo PATETICA l'iniziativa,
      frasi buoniste come ...

      ...chi copia illegalmente i contenuti
      protetti da diritto d'autore distrugge
      ciò che ama...
      ... Copyright Angel ??? ma LOL !

      ... sono sintomo evidente della
      stupidità di chi ha indetto questa
      iniziativa,
      vengo alla proposta:

      sarebbe stato mooolto più serio se
      accanto al CD di copyright angel : avessero
      distribuito GRATIS CD e licenze EDUCATIONAL
      dei programmi più usati dai giovani
      (office, photoshop, autocad, macromedia,
      ecc)
      Non vi pare ?
      In effetti sarebbe stato più coerente dare le licenze gratis(educational bastava..! :) ), ma tant'è..sai c'è da ridurre le tasse, la copertura impone sacrifici allo stato :o (sarebbe più corretto dire a noi :@ ) i fondi scarseggiano...meglio copyright angel! :@:@:@:@:@:@
      Adesso invece suona tanto così: prima
      ti spiego che sei un ladro e poi ti chiedo
      anche i soldi.
      Quoto! (ma mi viene da :'(:'(:'(:'(:'(:'( )
  • sigmund scrive:
    Che coraggio
    Gia' ce li vedo a tentare di fare sensibilizzazione contro la pirateria.... A NAPOLI!! AHAHAHHA 8)
  • Anonimo scrive:
    Societa' bacata
    C'e' qualcosa di veramente "rotten" nella societa' occidentale - non solo in Italia: dove una volta il progresso era insegnare ai giovani che condividere era un bene ( vedi UNESCO: http://www.bibliokore.it/manifesto_unesco_per_le_bibliote.htm ), ora si dice che e' male.La crescita personale, la libera diffusione delle informazioni non sono piu' valori: sono IL MALE.Questi sono oggi i valori che offriamo per poter pensare di esser meglio di una societa' integralista islamica ?!Intanto invadiamo, ammazziamo e predichiamo in nome "della liberta' e della democrazia" ...E se fossimo noi gli intregalisti , i bacati ?!
  • Anonimo scrive:
    Re: Se li hanno fatti scioperare.......
    Peccato che convincere un bambino a non andare a scuola non è cosi difficilie..In compenso c'è chi il lavaggio del cervello lo fa agli adulti (con 3+2 televisioni..)
  • Anonimo scrive:
    Proprieta' intelletuale
    Vogliamo tirar su dei ragazzi capaci di costruirsi un futuro e di ragionare con la loro testa?Allora a questa iniziativa affianchiamone un'altra uguale, nelle stesse scuole, promossa da chi pensa che la proprieta' intellettuale debba essere degli AUTORI e non degli EDITORI e dei parassiti che decidono di finanziarti solo se il tuo disco e' vendibile.Quanti cantanti, registi, autori di talento abbiamo perso in questi anni perche' le societa' di editori, produttori & c. dicevano "non funzioni" o "non vendi" perche' "non sei come tutti gli altri"?Vogliamo tirar su dei ragazzi in gamba? Facciamo queste due iniziative una dopo l'altra e poi invitiamoli a parlare della proprieta' intellettuale come CONCETTO, facciamoli fare delle belle tavole rotonde, insegnamo loro a mettere in dubbio un'idea per verificare se effettivamente ha senso applicarla.Magari non ridurremo drasticamente le copie pirata, ma tireremo su una generazione con le idee piu' chiare in materia di copyright, di paternita' intellettuale (che sono due cose DIVERSE) e di cio' che deve essere patirmonio di tutti, una generazione in grado, forse, di trovare una soluzione a questo problema il giorno che tocchera' a lei prendere in mano il gioco.E tutto senza scomodare copyright angel e le religioni del nbuovo millennio.CoD
  • Anonimo scrive:
    BELLISSIMO, E' UN CD MERAVIGLIOSO!!!!!!!
    Corro subito a masterizzarmene una copia ...cya
  • Anonimo scrive:
    abbassare i prezzi no?
    Invece di sperperare inutili risorse nelle stampa e l'invio di inutili cdrom "educativi" perchè non cercano di risolvere il problema nell'unico modo possibile? Ridurre i prezzi di film, musica, programmi e giochi. Un ragazzo di 16 anni se vuole ascoltare della musica ha una sola alternativa: scaricarla. Se fosse stato destinato all'asilo nido forse avrebbe anche avuto senso ma credete davvero che dei ragazzi delle superiori si facciano convincere da "un personaggio animato"????Riescono a stupirmi ogni volta di più
  • Anonimo scrive:
    Re: white OR black? no! white AND black!
  • Anonimo scrive:
    Per chi l'ha visto...
    mi ricorda il div....il film volevo dire: Equilibrium; ci manca solo che ti fanno fare il kata del Cd-Rom e poi siamo a posto. Spero l'abbiate visto.Il mio personale pensiero e': PFUI! Si vede che hanno soldi da buttare nel cesso, a quella eta' (10 anni fa) fumavo anche le sigarette che raccoglievo per terra visto che non c'erano soldi, chi va a scuola fondamentalmente non ne ha, figli di papa' a parte....
  • Anonimo scrive:
    Quando si dice...
    il bue che dice cornuto all'asino, quindi troveremo i ladri che insegneranno in classe che rubare è un mestiere volto alla sola elite, ovvero di chi ladro sa di esserlo ma allo stesso tempo onde evitare di essere giudicato, indica gli altri ad essere additati al suo posto.A questo punto propongo una campagna contro la droga, fatta dai calciatori della Juventus.Questo mondo comincia a farmi talmente schifo che tifo per l'AIDS:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@
  • sh4d scrive:
    pochezza
    Secondo Daffarra è urgente agire perché la pirateria "su un piano globale" può "mettere in pericolo lo sviluppo stesso delle industrie di riferimento, ossia la possibilità di disporre in futuro di nuovi contenuti". Come se il copiare determinasse la quantità/qualità dei contenuti in circolazione. Più si va avanti e maggiore è il numero di balordaggini che riescono a scrivere. Gutemberg si rivolterebbe nella tomba, e con lui tutti quelli che per una vita hanno promosso la divulgazione della conoscenza senza alcun limite.
  • Anonimo scrive:
    Re: white OR black? no! white AND black!
    - Scritto da: Anonimo
    copy AND love.Qui ti levi la vogliahttp://www.zeus.ch/Zeus_034.jpg
  • Anonimo scrive:
    Occhio ragazzi!
    Guardatevi da questa gente.Poi, non so voi, ma io al posto vostro se da adolescente fossero venuti a farmi la morale li avrei pacatamente presi a calci nel c**o.
  • Anonimo scrive:
    Re: anzichè parlare di AIDS...
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    ecco i "consigli per gli acquisti"...

    Squallore totale e senza fine.


    O DI PRESERVATIVI !!!!!!!

    MORTACCI LORO !!!!!!!!!!!!!!

    :@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@Di preservativi?? Vade retro! Pensa che direbbe Buttiglione! Gli parliamo allora di come si ammazzano alla guida? No, chissene frega tanto la vita è la loro. Gli parliamo del fumo che gli divora i polmoni? No, poi dopo la Malboro si lamenterebbe...Ecco, diciamogli di NON COPIARE, questo si' che è importante per il loro futuro e per la loro vita.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se li hanno fatti scioperare.......
    - Scritto da: Anonimo
    .........a 8 anni, possono anche lavargli
    (nuovamente) il cervello con queste altre
    idiozie.

    VANGELO ! :@:@:@:@:@
  • Anonimo scrive:
    Se li hanno fatti scioperare.......
    .........a 8 anni, possono anche lavargli (nuovamente) il cervello con queste altre idiozie.
  • Anonimo scrive:
    Re: anzichè parlare di AIDS...
    - Scritto da: Anonimo
    ecco i "consigli per gli acquisti"...
    Squallore totale e senza fine.O DI PRESERVATIVI !!!!!!!MORTACCI LORO !!!!!!!!!!!!!!:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@:@
  • Anonimo scrive:
    Rivoglio le scuole private!
    Almeno queste fregnacce non te le senti!Vanno bene di qualunque tipo!
  • Anonimo scrive:
    anzichè parlare di AIDS...
    ecco i "consigli per gli acquisti"... Squallore totale e senza fine.
  • Anonimo scrive:
    Plagiarli da piccoli
    Una campagna per formare dei cittadini responsabili? Semmai per cittadini schiavi! Ma dove si è visto una pubblica istituzione fungere da cassa di risonanza per le politiche delle multinazionali??? Che l'Italia fosse schiava delle corporazioni era risaputo ma adesso si è veramente raggiunto il culmine: tentare di plagiare perfino i ragazzi! La scuola dovrebbe fornire un punto di vista IMPARZIALE sulla realtà, dovrebbe parlare del diritto d'autore ma anche delle pratiche monopolistiche ed accentratrici delle major, solo così si forma un cittadino responsabile!Questa così detta iniziativa delle major secondo me è un reato non inferiore alla circonvenzione d'incapace. Non riescono ad influenzare abbastanza le opinioni di cittadini adulti con le loro ridicole campagne di sensibilizzazione e allora attaccano i ragazzi che le loro opinioni devono ancora formarsele. Lo Stato si sarebbe dovuto categoricamente rifiutare di farsi veicolo di un'iniziativa di divulgazione del diritto d'autore promossa proprio dalle associazioni di categoria, sarebbe come chiedere alla lobby delle armi da fuoco di ideare una campagna sul porto d'armi o alla FIAT sul futuro dei trasporti, come si puo' pensare che il loro sia un punto di vista oggettivo!! Mi vergogno di essere italiano, cittadino di uno Stato suddito degli interessi economici.
  • Anonimo scrive:
    ho già visto controcampagna
    come ai tempi dei manifesti tarocchi con berlusconi ( http://web.tiscali.it/markbernardini/Berluska.htm ) così ho visto apparire filmatini flash e gif animate che mimano quelle delle schifezze che ci propinano al cinema ...simpatiche, abbozzi ... ma sono certo che diventerà una moda, perchè i ragazzi sanno che quando uno ruba a te non rimane quello che ti han rubato. Quando copi e condividi, l'originale rimane sempre e la creatività non viene rubata ma ne viene diffuso il frutto con tutta l'umanità ... che vadano a spiegare a scuola che la diffusione del sapere e della cultura e la sua condivisione in ogni modo possibile e poco costoso sono "il male" ... questo è davvero il massimo.speriamo che i ragazzi (specie nelle scuole dove si dibatte molto, si ragiona, si fa scambio d'opinione oltre al nozionismo) si facciano sentire, che chiedano come fare ad evitare il diritto d'autore, dato che per molti è tanto importante, come fare a costruire qualcosa che lo aggiri, che non lo violi, che lo lasci in un cantuccio.che lavorino per aumentare il creative commons e simili, che se per caso prima non sapevano che esiste il NO-COPYCONTROL, ora lo sappiano perchè gli hanno fatto girare le scatole, perchè gli hanno indicato una persona normale dicendogli "questo è un ladro, sai?" e loro avran pen sato "... ma che ca**** stai dicendo? Non lo è, e io lo so. Se devo dirlo, magari il prof mi mette un buon voto ... ma io SO che non lo è"spero nei giovani.spero che mi arrivino ancora frutti di questa controcampagna ... roba assolutamente producibile da chiunque ... in certi casi con punte di "creatività" notevoli ... e ovviamente ... esenti da ogni CopyRight! :)io spero ancora.
  • Anonimo scrive:
    white OR black? no! white AND black!
    copy AND love.copy LOVE.LOVE is copy.do copy love!we love to copyknow, share, copy. Share knowledge, share art, multiply bytes.Copy is not steal, a copy of me is not me.
  • Anonimo scrive:
    Re: Per fortuna che...
    paccato piratare fa malelinux fa megliocon linux finisce la pirateria
  • Anonimo scrive:
    Finalmente ...
    ...ho capito cos'è quella materia di cui ho sempre sentito parlare, ma di cui non ricordo che mi sia mai stata impartita alcuna lezione, sebbene prevista dai programmi ministeriali: duplicare materiale protetto da copyright è illecito.
  • Anonimo scrive:
    La grafica e' fantastica.
    Infatti la gia' moribonda educazione civica e' stata sepolta in favore dell'ora di educazione ai consumi.Che squallore indicibile.
  • Anonimo scrive:
    Soldi buttati ... ma chi vi ca##e#à?
    ma non possono reprimere l'evasione fiscale piuttosto?non possono dare un sussidio ai disoccupati?non possono educare a non guidare ubriachi?no. hanno scelto di educare i ragazzini a spendere 20 euro per un cd. cosa legittima certo, ma proprio non c'era un modo migliore per spendere i soldi pubblici?
  • Brontoleus scrive:
    Re: pirateranno anche quello
    - Scritto da: Anonimo
    ne sono sicuro
    :DSono proprio curioso di vederlo, ovviamente me lo scarico mica vado a chiederlo a loro visto che tra l'altro le superiori le ho finite un bel po' di anni fa ;)
  • Brontoleus scrive:
    Come si chiamava? Plagio?
    Come da subject.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono preoccupato
    - Scritto da: SoulBandido
    Leggo che alcuni artisti hanno aderito
    all'iniziativa.. ora ditemi
    voi come si fa a mandare a scuola i propri
    figli col timore che
    ad un certo punto l'insegnante si rivolga
    alla classe dicendo :
    -Ragazzi, oggi c'e' una sorpresa.. ci e'
    venuto a trovare...
    MICHAEL JACKSON! :Basta mandarli con una cintura di castità.:D
  • Anonimo scrive:
    Domanda costruttiva
    Vorrei sapere da quando la scuola pubblica è diventata la vetrinetta per i governi, le opposizioni, l'industria e compagnia bella per infilare questi stupidi messaggi nella testa dei ragazzini, gli stessi che escono con un diploma anche se non sono in grado di tenere in mano una matita. Qualcuno si è posto il problema? Va bene a tutti, andiamo avanti così, paghiamo il lavaggio del cervello con i soldi delle tasse?
  • Kremmerz scrive:
    Re: Una volta erano le streghe...
    Difatti...nel paese dove i prezzi di questi prodotti spesso sono osceni e dove si assiste alla produzione delle peggiori oscenità (sia film che musica ovviamente), andare a fare lezioni di moralismo sembra davvero una presa in giro!
  • Kremmerz scrive:
    Re: Sono preoccupato
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono preoccupato
  • Kremmerz scrive:
    Re: Sono preoccupato
    Taci vah, potrebbero anche trovarsi in classe DjFrancesco...cosa ci sarebbe di più dannoso di un elemento così insulso?
  • Kremmerz scrive:
    Siamo al delirio...
    Allora, il perbenismo non funziona coi giovani anche quando è sensato...nel senso che oggigiorni moltissimi non temono nemmeno quando c'è in ballo la loro stessa salute. Gli si dice "andate piano in macchina" (ovviamente!), il risultato è noto...che le droghe sintetiche siano pericolosissime forse non c'è bisogno nemmeno di dirlo, l'uso mi sembra più che diffuso, tanto che chi usa questo tipo di droga non è nemmeno disposto a darsi del drogato...va beh, dicevo appunto che il buonsenso molto spesso non funziona nemmeno per questione importanti, come la propria vita...Quindi figuriamoci il personaggio animato quale effetto possa avere sui giovani delle superiori...c'è bisogno di dirlo? Appunto, siamo al delirio più completo...a parte chi prende e i soldi dallo stato per produrre questa stronzata!
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono preoccupato
    - Scritto da: SoulBandido
    ora ditemi
    voi come si fa a mandare a scuola i propri
    figli col timore che
    ad un certo punto l'insegnante si rivolga
    alla classe dicendo :
    -Ragazzi, oggi c'e' una sorpresa.. ci e'
    venuto a trovare...
    MICHAEL JACKSON! :LOL :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Una volta erano le streghe...
    Quoto, spacciano merda per oro.
  • Anonimo scrive:
    ma che idiozia
    :D :D :D
  • SoulBandido scrive:
    Sono preoccupato
    Leggo che alcuni artisti hanno aderito all'iniziativa.. ora ditemivoi come si fa a mandare a scuola i propri figli col timore chead un certo punto l'insegnante si rivolga alla classe dicendo :-Ragazzi, oggi c'e' una sorpresa.. ci e' venuto a trovare...MICHAEL JACKSON! :
  • Anonimo scrive:
    Agli studenti interessati
    Ribellatevi.Alle idiozie ci si deve ribellare.
  • HIFI scrive:
    Una volta erano le streghe...
    ....le cause di tutti i mali.Ora i poveri discografici o case di produzione cinematografica devono mandare al rogo il ragazzino o la ragazzina di turno!Indottrinare i ragazzi è solo un'altra mossa per nascondere ciò che in Italia è una realtà da molto tempo:1) Contenuti audio che non valgono nemmeno il CDR economico sul quale sono registrati2) Film che meritano di essere guardati su una videocassetta regalata da un'extracomunitarioFino a quando non si sanerà questa situazione, hai voglia a dire che la causa delle mancate entrate è la pirateria!
  • Anonimo scrive:
    Inutile
    ce la vedo la Pausini,Verdone, i Pooh, Antonacci a dire agli alunni:"non copiate altrimenti vi mandiamo in galera":D:Dp.s.= spero che nessuno spieghi loro l'iter burocratico della Urbani altrimenti i presidi nemmeno li faranno entrare nelle scuole
  • Anonimo scrive:
    E noi paghiamo!!!
    Paghiamo tutto insomma siae, supporti cd dvd hd ecc. ecc pubblicitaà a questi quà --
    (BSA, FPM e FAPAV, che rappresentano i maggiori produttori del software proprietario, della musica industriale e dell'audiovisivo.) le loro mangnate sorry abbuffate, i testimonial dello spettacolo ecc. ecc. ecc.mhah!sono confuso....che sperpero....codex
  • Anonimo scrive:
    PRRRRRRR !!!!!!
    Evvai !:D
  • Anonimo scrive:
    Duplicare libri
    A proposito di questi signori (e dei loro compari editori di libri), che vanno a dare del ladro a destra e a manca...Io come li dovrei chiamare, visto che tra le voci delle tasse universitarie che pago c'è anche una voce a loro favore riguardante "l'equo" risaricimento dovuto alle copie "pirata" di libri...Pensare che per ogni fotocopia, anche dei miei appunti, pago la SIAE, e che i libri non li fotocopio, anche perché per fortuna non ne ho bisogno...Chi è il ladro, quindi?
  • Anonimo scrive:
    Re: LOL
    - Scritto da: Anonimo
    Ricordate ragazzi: copiare un mp3 è
    un peccato altrettanto grave del coito prima
    del matrimonio!!I risultati saranno gli stessi credo :D
  • Anonimo scrive:
    con l'attuale situazione del lavoro
    Con l'attuale situazione del mercato del lavoro, tutti precari e con stipendi da fame prevedo che si copierà sempre di più visto che non ci sono neppure i soldi per arrivare a fine mese.L'unica soluzione che vedo io per ridurre le copie è fare contratti di lavoro più stabili e dare stipendi più elevati.
  • Anonimo scrive:
    Copyright Angel (of death)
    Fino ad oggi le major hanno potuto fare ciò che volevano proprio grazie alla mancanza di informazione sull'argomento.Vai a spiegare ai giovani che il loro idolo preferito, nonchè lo stato, li considera alla stregua di criminali "da recuperare" e vedrai il risultato.
  • Anonimo scrive:
    Per fortuna che...
    .. ho fatto in tempo a vedere un'altra scuola.Non funzionava una cippa nel mio liceo, eh, però ste cose ce le risparmiavano.Noto con piacere poi che hanno tolto l'inglese dalle elementari (bella mossa!), le strutture informatiche negli istituti non informatici sono prossime allo zero, di ed. sessuale e alla prevenzione nisba, classi da 30 alunni, insegnanti tenuti in precariato, programmi che non vengono quasi mai terminati (chi è mai andato in storia oltre alla II Guerra Mondiale?)... però c'è tempo per i discografici.Provocazione: se io fossi un genitore, chiederei un pagamento per una cosa del genere da parte dei discografici, da scalare dalle tasse scolastiche. In fondo è pubblicita' no? Facendo così, fanno indirettamente pubblicita' ai loro cd/film. Paga, e il pupo ti starà a sentire.Tanto anche la scuola deve diventare un'azienda no? :)
  • Anonimo scrive:
    Come siamo caduti in basso......
    Andare persino nelle scuole a plagiare i minori, soprattutto dopo avere abusato per anni!!!ma dai.......
  • TPK scrive:
    Boomerang!
    Non è un caso, evidentemente, che l'iniziativa si rivolga agli studenti tra i 14 e i 16 anni, appartenenti ad una fascia d'età dove copiare, seppure per fini personali, è un'attività estremamente diffusa, anche grazie agli strumenti messi loro a disposizione, come PC e masterizzatori Sono dei geni!A quell'eta' (per quel che mi ricordo personalmente) si tende a fare proprio il contrario di quello che gli "adulti" ti dicono...Prevedo un forte aumento del p2p in Italia in seguito a questa iniziativa... (a me a 30 anni Rocco Tarocco generava un'istinto irrefrenabile di ascoltare cd copiati...)
  • Anonimo scrive:
    LOL
    Da come è stata comunicata la notizia è evidente che l'ora di religione verrà sostituita dall'ora di 'antipirateria'.Ricordate ragazzi: copiare un mp3 è un peccato altrettanto grave del coito prima del matrimonio!!HellGaussPSrotfl
  • Anonimo scrive:
    Ok, ma...
    ... come al solito non si sente l'altra campana, quella che dice che non sempre copiare è illegale: pensate che BSA e gli altri andranno nelle scuole a parlare di GNU, GPL, BSD, Creative Commons e simili? O forse non faranno altro che foraggiare il fenomeno del 'frutto proibito' e i ragazzi continueranno a copiare i contenuti commerciali, spesso ignorando l'esistenza di quelli liberi? In fondo loro preferiscono l'esistenza della pirateria a quella del sw libero: il 'furto' si può punire, la concorrenza non si può nemmeno cercare di proibire.
  • Anonimo scrive:
    pirateranno anche quello
    ne sono sicuro:D
  • Anonimo scrive:
    Re: bah
    io me le sto facendo già adesso!!!
  • Anonimo scrive:
    Magari qualcuno ...
    Magari qualcuno scopre che si puo scaricare :)
  • Anonimo scrive:
    E' la volta buona
    Che anche nelle scuole ITALIOTE entra definitivamente LINUX e SW Open Source.
  • Scorpion scrive:
    C'è qualcosa di più inutile?
    Poi dicono che si buttano i soldi...
  • Anonimo scrive:
    bah
    la maggior parte degli studenti si farà grasse risate...
Chiudi i commenti