Col MIT, il chip si assembla da solo

Una nuova ricerca statunitense impiega polimeri eterogenei per auto-posizionare le molecole che compongono i circuiti integrati. Promessa una maggiore scalabilità e facile integrazione nei processi industriali

Roma – Se già non bastassero la nanofotonica , il grafene e i nanotubi di carbonio, a contendersi il futuro dei microchip arrivano ora anche i transistor che si auto-assemblano del Massachusetts Institute of Technology . Ricercatori del celebre istituto hanno infatti disvelato il frutto del loro lavoro sui circuiti elettronici composti da polimeri , il cui funzionamento intrinseco (aiutato con il giusto design della “forma” guida) dovrebbe parecchio facilitare il processo di produzione e miniaturizzazione dei chip.

Gli scienziati del MIT hanno impiegato copolimeri , un particolare tipo di polimeri composti da molecole appartenenti a specie differenti e che tendono a “tirare” il polimero in due direzioni diverse . Sfruttando questa caratteristica, i ricercatori hanno fatto sì che le molecole andassero a sistemarsi nelle “fosse” precedentemente incise sul substrato prototipo, dando di fatto vita a un chip funzionale i cui componenti basilari sono in grado di assemblarsi per conto proprio.

A cosa tutto ciò possa servire è presto detto: il tradizionale processo litografico dello stampaggio dei circuiti tende a perdere di affidabilità con l’aumento del tasso di miniaturizzazione (e quindi con la diminuzione delle dimensioni dei transistor), mentre adottando un tipo di produzione polimerica – sostengono dal MIT – il processo produttivo dei microchip ne guadagnerebbe in scalabilità .

A riprova della validità della soluzione proposta dai ricercatori, il MIT non è il solo istituto impegnato a studiare i chip autoassemblanti, anche se il nuovo studio rappresenterebbe il primo caso di impiego di polimeri per lo scopo. Anche Intel e Micron lavorano sull’auto-assemblaggio utilizzando design e materiali differenti.

E come “bonus” su tutti gli altri vantaggi (scalabilità e riduzione dei costi in primis), i copolimeri del MIT potrebbero entrare facilmente nel processo produttivo non solo di microchip ma anche di dispositivi di storage a tecnologia magnetica come gli hard disk.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sxs scrive:
    eeepc
    Io ho un eeepc 900A con ssd da 8 Gb molto lento e mi piacerebbe tantopoterne comprare uno ad esempio da 30 Gb, piu' veloce,ad un prezzo < 50 euro. Quando??
    • lui scrive:
      Re: eeepc
      L'unico *VERO* SSD sugli asus è quello da 4Gb integrato sulla piastra madre. il secondario da 4 o da 8 Gb è una memoria flash esattamente come le chaivette usb. per questo è lento.
      • sxs scrive:
        Re: eeepc

        L'unico *VERO* SSD sugli asus è quello da 4Gb
        integrato sulla piastra madre. il secondario da 4
        o da 8 Gb è una memoria flash esattamente come le
        chaivette usb. per questo è
        lento.Davvero???
  • morgan scrive:
    indice di prestazioni
    Indicare le prestazioni di un qualunque comparto disco in termini di MB/s è di poca utilità.L'indice prestazionale in assouto più indicativo è il tempo di acXXXXX e infatti in questo setto gli SSD sono imbattibili essendo circa 30 volte più veloci di un sistema rotante.Con un controller raid significativo ed un paio di raptor si ottengono prestazioni in termini di MB/s confrontabili al SSD ma ad un costo per giga decisamente inferiore.Il parametro MB/s è indicativo solo quando si devoo leggere/scrivere file di dimensioni *veramente* grandi.In tutte le altre operazioni (in particolare quando si carica il sistema operativo) si leggeranno/scriveranno numerosissimi file di piccole dimensioni.Il tempo di acXXXXX ai file diventa quindi il più importante ;)
    • echoesp1 scrive:
      Re: indice di prestazioni
      Ovviamente prima o poi i prezzi scenderanno e questi prodotti saranno più appetibili agli utenti domestici.Resta il fatto che ancora il segmento "HD classico" rimane economicamente vivo per ovvii motivi (un pò come la benzina: spremere il segmento fino all'ultimo), e che lo stesso farà ostruzionismo per evitare che hardware SSD si prenda la fetta di mercato che loro si sono faticosamente conquistati in tutti questi anni.Rimane l'indiscusso fatto che SSD è il benvenuto e che è almeno 10 anni che lo si attende!Come primo utilizzo secondo me c'è la fascia di tutti i sistemi embedded o piattaforme proprietarie (ad esempio router o firewall, che già da tempo integrano memorie flash di modesta capacità e caricano tutto in RAM).
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: indice di prestazioni
      - Scritto da: morgan
      Indicare le prestazioni di un qualunque comparto
      disco in termini di MB/s è di poca
      utilità.
      L'indice prestazionale in assouto più indicativo
      è il tempo di acXXXXX e infatti in questo setto
      gli SSD sono imbattibili essendo circa 30 volte
      più veloci di un sistema
      rotante.

      Con un controller raid significativo ed un paio
      di raptor si ottengono prestazioni in termini di
      MB/s confrontabili al SSD ma ad un costo per giga
      decisamente
      inferiore.

      Il parametro MB/s è indicativo solo quando si
      devoo leggere/scrivere file di dimensioni
      *veramente*
      grandi.
      In tutte le altre operazioni (in particolare
      quando si carica il sistema operativo) si
      leggeranno/scriveranno numerosissimi file di
      piccole
      dimensioni.
      Il tempo di acXXXXX ai file diventa quindi il più
      importante
      ;)Infatti la differenza è dato dal tempo di acXXXXX casuale, che nei migliori SSD arriva a 0,05 millisecondi, contro i 7,21 dei velociraptor... hai voglia di volumi Raid...
  • Enjoy with Us scrive:
    Una vera chiavica!
    Perchè dovrei spendere 100 euro per un simile disco quando per meno di 225 ci sono degli SSD da 128 Mb e con velocità di lettura e scrittura enormemente superiori?40 Gb sono tra l'altro anche pochini per ospitare SO, Swap file e applicativi... con un 128 Gb invece magari posso stoccarci anche qualche dato o qualche cartella temporanea di programmi di grafica/video!Tanto chi cerca una simile soluzione certo non và a risparmiare poco più di 100 euro per tarpare le prestazioni... condivido pienamente il punto di vista dell'articolista... o tagliano il prezzo su strada o se lo tengono loro!
    • puppy scrive:
      Re: Una vera chiavica!
      40 GB pochi per un netbook?
    • albertobs88 scrive:
      Re: Una vera chiavica!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Perchè dovrei spendere 100 euro per un simile
      disco quando per meno di 225 ci sono degli SSD da
      128 Mb e con velocità di lettura e scrittura
      enormemente
      superiori?
      40 Gb sono tra l'altro anche pochini per ospitare
      SO, Swap file e applicativi... con un 128 Gb
      invece magari posso stoccarci anche qualche dato
      o qualche cartella temporanea di programmi di
      grafica/video!
      Tanto chi cerca una simile soluzione certo non và
      a risparmiare poco più di 100 euro per tarpare le
      prestazioni... condivido pienamente il punto di
      vista dell'articolista... o tagliano il prezzo su
      strada o se lo tengono
      loro!Non ho capito.... 128 MB o GB??
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Una vera chiavica!
        - Scritto da: albertobs88
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Perchè dovrei spendere 100 euro per un simile

        disco quando per meno di 225 ci sono degli SSD
        da

        128 Mb e con velocità di lettura e scrittura

        enormemente

        superiori?

        40 Gb sono tra l'altro anche pochini per
        ospitare

        SO, Swap file e applicativi... con un 128 Gb

        invece magari posso stoccarci anche qualche dato

        o qualche cartella temporanea di programmi di

        grafica/video!

        Tanto chi cerca una simile soluzione certo non


        a risparmiare poco più di 100 euro per tarpare
        le

        prestazioni... condivido pienamente il punto di

        vista dell'articolista... o tagliano il prezzo
        su

        strada o se lo tengono

        loro!

        Non ho capito.... 128 MB o GB??Gb ovviamente....
    • mySSDrocks scrive:
      Re: Una vera chiavica!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Perchè dovrei spendere 100 euro per un simile
      disco quando per meno di 225 ci sono degli SSD da
      128 Mb e con velocità di lettura e scrittura
      enormemente
      superiori?perché gli SSD intel danno la polvere agli altri sulle uniche operazioni che contano: lettura e scrittura random.Che senso ha investire in un SSD scarso? Meglio un hd tradizionale veloce a questo punto.
      40 Gb sono tra l'altro anche pochini per ospitare
      SO, Swap file e applicativi... con un 128 Gb
      invece magari posso stoccarci anche qualche dato
      o qualche cartella temporanea di programmi di
      grafica/video!
      Tanto chi cerca una simile soluzione certo non và
      a risparmiare poco più di 100 euro per tarpare le
      prestazioni... condivido pienamente il punto di
      vista dell'articolista... o tagliano il prezzo su
      strada o se lo tengono
      loro!
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Una vera chiavica!
        - Scritto da: mySSDrocks
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Perchè dovrei spendere 100 euro per un simile

        disco quando per meno di 225 ci sono degli SSD
        da

        128 Mb e con velocità di lettura e scrittura

        enormemente

        superiori?

        perché gli SSD intel danno la polvere agli altri
        sulle uniche operazioni che contano: lettura e
        scrittura
        random.
        Vatti a leggere le prove comparative degli SSD di marzo 2010 di PC professionale... SSD di intel da 80 Gb è in generale più veloce della concorrenza ... ma ha dati di targa almeno tripli rispetto a quelli di questo SSD da 40 GB!In particolare è interessante l'Adata SSD S592 da 128 Gb, che costa di listino 289 euro (e su strada si trova a circa 230 euro) che hauna velocità di trasferimento sequenziale, in lettura di 265 Mb/s e in scrittura di 204 e che si difende molto bene anche nella lettura/scrittura random a blocchi da 4KB con valori di 52 Mb/s, praticamente in linea con quelli della soluzione intel X25-M
        Che senso ha investire in un SSD scarso? Meglio
        un hd tradizionale veloce a questo
        punto.
        Su questo hai perfettamente ragione, per questo ti dico che questo Intel è una schifezza e basta!
  • Giorgio Filippini scrive:
    ahah
    ahah
  • Cryon scrive:
    piccolo errore :)


    ma inferiori in scrittura (125 MB/s)ma inferiori in lettura ;)
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: piccolo errore :)
      sistemato grazie! :)curioso cmq come ci sia tanta distanza tra diversi produttori: evidentemente le scelte di tecnologia sono ancora molto diverse, segno che si tratta di un settore non ancora del tutto maturato ;)
  • 40G Vs 1.5T scrive:
    Siamo ancora OLTRE la soglia !
    Diciamo che ora come ora con 100 si acquista un unità Sata3 con 1.5 TERA pagare l'equivalente per 40 Giga, per quanto sia uno Stato Solido mi sembra troppo, non vale la candela se non a chi usa particolari configurazioni di nicchia.
    • Massimo scrive:
      Re: Siamo ancora OLTRE la soglia !
      Questo lo dici tu. Io l'ho comperato e ci ho installato win7. Ti posso garantire che far partire il sistema operativo in una cinquantina di secondi e aprire le varie applicazioni office in un soffio è una cosa impressionante.Quando l'hai provato.. non torni volentieri indietro.
      • ciccio franco scrive:
        Re: Siamo ancora OLTRE la soglia !
        Mah.. io Personalmente con 2 hd samsung f3 da 500gb in raid 0 e stripe a 32k ad un costo complessivo di 100 euri supero i 250 mb/s in lettura con un costo per gb del tutto irrisorio.. non credo valga ancora la pena acquistare questi costosi ssd, se non per portatili performanti..
      • user scrive:
        Re: Siamo ancora OLTRE la soglia !
        Mac OS X su un normale disco sata parte in meno di 40 secondi
      • syd scrive:
        Re: Siamo ancora OLTRE la soglia !
        - Scritto da: Massimo
        Questo lo dici tu. Io l'ho comperato e ci ho
        installato win7. Ti posso garantire che far
        partire il sistema operativo in una cinquantina
        di secondi e aprire le varie applicazioni office
        in un soffio è una cosa
        impressionante.
        Quando l'hai provato.. non torni volentieri
        indietro.ah però... e per te una 50ina di secondi per far partire il SO è una cosa impressionante? beh... no devi scusarmi, siccome da qualche anno uso mac non sono più abituato a ste cose :-)
Chiudi i commenti