Colossale campagna contro il furto p2p

La stanno per lanciare discografici e artisti. Una iniziativa senza precedenti per tentare di sensibilizzare il pubblico, per spiegare che condividere file a volte significa rubare. Parla Pavarotti

Roma – “Più di 2,8 miliardi di file sono scaricati illegalmente ogni mese. L’esplosione della copia illegale sta danneggiando l’intera comunità musicale. Al contrario di quanto alcuni ti hanno detto, la pirateria sta avendo un impatto molto profondo e dannoso su infiniti musicisti, autori e perfomer, praticamente tutti, dagli ingegneri del suono agli impiegati dei negozi di dischi, che sognano di vivere fornendo musica al pubblico”.

Queste le parole che aprono il sito di Music United , una iniziativa a cui aderisce una coalizione di artisti e produttori per lanciare attraverso tutti i media un’opera di sensibilizzazione contro la condivisione di file musicali in rete, per specificare che condividere in certi casi può significare rubare.

Il sito cerca di stimolare la giovane utenza dei sistemi peer-to-peer, che costituisce lo “zoccolo duro” degli appassionati del file-sharing, a riflettere in modo nuovo su quello che stanno facendo. Una sensibilizzazione che si affida ai più noti volti dell’industria musicale che proprio sulle pagine web di Music United dicono la loro sull’argomento.

Stevie Wonder, uno dei massimi esponenti della musica leggera, per esempio, afferma: “Discografici, editori, emittenti radiofoniche, rivenditori, artisti e altri nel nostro settore devono prendere una posizione molto forte contro il furto dei nostri brani e della nostra musica, altrimenti entrambi diverranno immondizia come quella nelle strade”. Secondo Shakira, altra celebre popstar, “fare un album è un lavoro di squadra, quindi l’attività di un pirata non colpisce solo l’artista ma anche le persone che ci hanno lavorato sopra, come i coproduttori, i coautori e i musicisti. Dì no alla pirateria”.

Luciano Pavarotti Ma i nomi coinvolti negli annunci di sensibilizzazione che appariranno sulla stampa e gli altri media sono davvero tanti, compresi Sting, Madonna, Britney Spears ed altri grossi calibri del settore. Tra questi vi è anche Luciano Pavarotti. Il celebre tenore ha dichiarato che “tutti coloro che amano la musica dovrebbero essere messi in condizione di ascoltare quanto viene creato. Ma non è un segreto che richiede lavoro duro, costi e molte persone realizzare grandi musiche. Artisti e compositori – specialmente i più giovani – non avranno in futuro alcuna possibilità di creare musica se le proprie registrazioni vengono rubate in questo modo”.

Più prosaico il commento alla campagna di sensibilizzazione di Hilary Rosen, il CEO dei discografici americani della RIAA, secondo cui “scaricare illegalmente equivale a rubare ed è contro la legge, punto e basta”.

Nelle stesse ore in cui veniva annunciata la campagna è significativa la pubblicazione di uno studio della KPMG che, in sostanza, afferma come l’unica via per le majors sia adottare nuovi modelli di business per internet piuttosto che tentare di limitare la diffusione della musica.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • biaggio de francesco scrive:
    booooooooooooooooooooooo
    siete delle merdacce
  • ERNESTO CEGHEVARA scrive:
    SIETE DEI COGLIONI
    SUCA
  • Anonimo scrive:
    CHIARIMENTI TECNICI internet ELETTRICA
    parlando con alcune persone a conoscenza del progetto,si evince che questa non sarà la soluzione per chi non ha adsl, o almeno non per chi abita in una località non fornita di fibra WIND.Perchè...e vi spiegopowerline serve per evitare il cablaggio dei paesi o quartieri, cioè...wind o enel con questa tecnologia evitano di tirare cavi dalla fibra alle abitazioni, ma se non c'è la fibra dove abitate, non potrà esserci internetdipenderà da come e quando wind DECIDERà DI TITARE Una fibra fino al vostro quartiere o al vostro paese....perciò...campa cavallo come al solito....dovremo aspettare non si sa quanto tempo ancora
    • Anonimo scrive:
      Re: CHIARIMENTI TECNICI internet ELETTRICA

      powerline serve per evitare il cablaggio dei
      paesi o quartieri, cioè...wind o enel con
      questa tecnologia evitano di tirare cavi
      dalla fibra alle abitazioni, ma se non c'è
      la fibra dove abitate, non potrà esserci
      internetBeh è vero in effetti adesso le cabine dell'enel sono collegate a cablaggi tin o fastweb...Ma io sapevo pure che il progetto prevede uno sviluppo futuro di connnessine tra cabine periferiche e centrali... ovvaimente molto più complesso e oneroso, non fosse solo per il tratto molto maggiore...
  • Anonimo scrive:
    bottiglia
    C'è qualcuno che sa come funziona il sistema?Promettono 100 Mbit ma da casa fino al primo collo di bottiglia ovviamente... Avete info precise?Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: bottiglia

      Promettono 100 Mbit ma da casa fino al primo
      collo di bottiglia ovviamente...
      Avete info precise?Se t'accontenti dell'esperienza diretta... :))Adesso la connessione va sui 35 per un singolo DL, ma se ce ne sono più d 1 sono arrivato pure a 50-60...Non so se ne hanno limitato la banda, se potrà mai competere con la fibra (ma dubito), credo che cmq sono abbastanza in alto mare visto che a quanto sembra le connessioni per cabina si sono rivelate inferiori alle aspettatove, nel senso che speravano di poter servire parecchi utenti con 1 cabina e invece non ce la fanno...Se un condominio intero volesse la connessione per tutti, credo che già ne colmetrebbe le capacità...Spero cmq che possa rivaleggiare bene con l'adsl...Saluti
  • Anonimo scrive:
    Come mai in America non la utilizzano?
    Buona giornata a tutti, non voglio polemizzare o fare discorsi di parte, ma solitamente quando in un paese "retrò" come il nostro (mi riferisco al settore della diffusione di internet) si sperimentano nuovi sistemi di comunicazione bisognerebbe sempre guardare cosa ne è stato di quel sistema in paesi più avanzati.Ricordo quando venne lanciato Freedomland: molti qu ci credevano veramente ma in America un sistema analogo era fallito miseramente un anno prima.Mi viene quindi da chiedermi: come mai in America sta spopolando il Wireless?Se il sistema di diffusione della banda Internet su rete elettrica fosse effettivamente così efficace e privo di disturbi non sarebbe stato molto meglio utilizzare questa tecnologia?Stessa cosa se guardiamo al Giappone: come mai anche NTT DoCoMo sta puntando sul Wireless?In fondo i collegamenti su rete elettrica sarebbero una manna, c'è già tutto cablato...Io francamente mediterei un po' su questo.Ciao,Matteo.www.wireless-italia.com
    • Anonimo scrive:
      Re: Come mai in America non la utilizzano?
      m@in.net, opera in america, c'e' un link nell'articolo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Come mai in America non la utilizzano?
        Certamente però bisognae anche guardare alle percentuali, non perchè un'azienda distribuisce Internet significa necessariamente che il sistema sia ramificato ed utilizzato.IMHO naturalmente. ;-)Ciao,Matteo.www.wireless-italia.com
        • Anonimo scrive:
          Re: Come mai in America non la utilizzano?
          Per il semplice fatto che si cercano soluzioni di alta qualità senza dover cablare tutt'italia .. la rete elettrica è presente in tutt'italia e la velocità attuale di questo sistema è a 100Mbit che mi sembra molto buona, negli stati uniti più che ADSL usano il "Cable Modem" cioé la connessione a internet usanto la tv via cavo, e va ad alcuni megabit.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come mai in America non la utilizzano?
      In America la situazione infrastrutturale è profondamente diversa dalla nostra. La copertura in fibra è molto maggiore, e la tv via cavo lì è un fenomeno ampiamente diffuso, quì da noi non esiste. Non capisco perchè bisogna sempre pensare Italia=schifo America=bello senza porsi prima qualche domanda.
      • Anonimo scrive:
        Re: Come mai in America non la utilizzano?
        - Scritto da: mister x
        In America la situazione infrastrutturale è
        profondamente diversa dalla nostra. La
        copertura in fibra è molto maggiore, e la tv
        via cavo lì è un fenomeno ampiamente
        diffuso, quì da noi non esiste. Non capisco
        perchè bisogna sempre pensare Italia=schifo
        America=bello senza porsi prima qualche
        domanda.Hehe mi viene da ridere.Ti sei risposto da solo!!!Come mai Italia=schifo e America= bello?Mah forse perche' in america la copertura in fibra è molto maggiore, la tv via cavo è un fenomeno ampiamente diffuso...e qui da noi non esiste.Anzi, aggiungo io, qui in Italia la copertura adsl fa ancora ridere.Forse per questo?Ragiona prima di parlare.ByezLuk
        • Anonimo scrive:
          in America hanno sempre investito a lungo termine!
          - Scritto da: LuckyHellin america la copertura in
          fibra è molto maggiore, la tv via cavo è un
          fenomeno ampiamente diffuso...e qui da noi
          non esiste.In Usa hanno sempre investito (come anche in Giappone) ragionando sul medio e lungo termine per il ritorno dell'investimento (R.O.I.)Invece in Europa abbiamo sempre aspettato i contributi statali ed ora europei... (vedi isdn e progetto T.E.N.)Già in Svezia il panorama dell'IT è sensibilmente migliore... a noi non rimane che attendere.
          • Anonimo scrive:
            Re: in America hanno sempre investito a lungo termine!

            Già in Svezia il panorama dell'IT è
            sensibilmente migliore... a noi non rimane
            che attendere.Sensibilmente e' dire poco , nei grandi centri dove la tv via cavo e' diffusisima , possono avere i cable modem , senza contare ADSL e fibre ottiche.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come mai in America non la utilizzano?
      - Scritto da: Matteo
      Buona giornata a tutti, non voglio
      polemizzare o fare discorsi di parte,
      miseramente un anno prima. [...]
      Stessa cosa se guardiamo al Giappone: come
      mai anche NTT DoCoMo sta puntando sul
      Wireless?[...]
      Ciao,
      Matteo.
      www.wireless-italia.comNon vuoi polemizzare e poi (dopo aver pubblicizzato il wireless) ti linki wireless-italia.com... ;)Cmq oltre a un fatto di tecnologia, ci sono precise scelte di fondo, che poco hanno a che vedere con le prestazioni.C'è da considerare anche che il wireless viaggia su campi magnetici (oddio, non ho idea di frequenze etc., però la base è quella) e in Italia la normativa contro le emissioni elettromagnetiche è molto più restrittiva.D'altronde in America anche la benzina costa molto di meno, però hanno emissioni di CO_2 altissime...
      • Anonimo scrive:
        Re: Come mai in America non la utilizzano?
        per favore non paragoniamo l'Italia all'AMERICAtra i due c'è la setssa differenza che c'è tra una minaridi e una f12002 guidata da shumi^3
    • Anonimo scrive:
      Re: Come mai in America non la utilizzano?

      Io francamente mediterei un po' su questo.
      io francamente mediterei sull'inquinamento elettromagnetico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Come mai in America non la utilizzan
      perchè loro sono tutti cablati con fibra ottica già da qualche anno per cui.........
  • Anonimo scrive:
    Situazione critica a Grosseto...
    Salve...Volevo solo rendere nota la situazione in una delle città di sperimentazione della powerline...Ebbene i signori dell'enel dopo aver promesso 5000 pc hanno diminuito la cifra e anche a gente che gli era stato messo in consegna poi è stato disdetto tutto...Controllate pure il Tirreno di 2 giorni fa x verificare quello che ho detto...Per il resto aggiungo x esperienza personale e confronti con utenti che diversi di quelli che ce l'hanno stanno sperimentando problemi di navigazione che prima non c'erano, e in compenso lo specifico centro assistenza se ne lava le mani...A me tanto x dire hanno detto che dovevo ripulire la cache, e poi hanno fatto riprovare se andava... questo è il tasso tecnico degli "esperti" enel...Tanto è gratis, grazie, ma se promettete una cosa almeno fatela funzionare!!!!Firmato un utente inca**ato... :////
    • Anonimo scrive:
      Re: Situazione critica a Grosseto...
      BEH, è UNA SPERIMENTAZIONE...se tutto funzionasse lo commercializzerebbero!
      • Anonimo scrive:
        Re: Situazione critica a Grosseto...

        BEH, è UNA SPERIMENTAZIONE...
        se tutto funzionasse lo
        commercializzerebbero!Sì infatti... e non posso cazziare i tecnici perchè dopotutto non ho pagato 1 lira...Ci saranno pure i problemi e io sono dispostissimo a tollerare, ma ti sembra normale che loro se ne freghino di risolverteli, dicendotelo in faccia, e anzi ti prendano pure in giro?...A me no!!!...:####
    • Anonimo scrive:
      Re: Situazione critica a Grosseto...
      Salve: Mi chiamo Amos e sono uno degli sperimentatori del sistema POWERLINE a Grosseto. Per la mia esperienza il call center e' sempre stato all'altezza e le risposte dei tecnici alle mie domande sempre puntuali e risolutive. Io uso il sistema da luglio e, a parte qualche piccolo inconveniente, navigo velocemente (30-50 k-sec) e per diverse ore di seguito. Sono decisamente soddisfatto, non ho cavi per casa e la prima presa di corrente testata dal tecnico del modem fungeva perfettamente. Questa e' la mia esperienza. Mi auguro che la sperimentazione continui e venga posta in vendita ad un prezzo accettabile per abbandonare Telecom e avere cosi' possibilita' di scelta tra due tecnologie e due gestori alternativi. Un saluto a tutti.Amos
      • Anonimo scrive:
        Re: Situazione critica a Grosseto...

        Per la mia esperienza il call
        center e' sempre stato all'altezza e le
        risposte dei tecnici alle mie domande sempre
        puntuali e risolutive.CAro Amos, purtroppo per me sembra che tu abbia avuto più fortuna di me...E' vero che i tecnici hanno sempre risolto i miei problemi... finora... ma a quanto pare non hanno nessuna voglia di risolvere questo visto che loro mi hanno chiesto con insistenza di sentire se altri nella zona hanno gli stessi problemi (e che devo andare io a suonare al citofono?!?! ma si può?...) e poi hanno dichiarato di non poterci fare nulla...Nulla capisci?...E tanto per prendermi un po' in giro mi hanno fatto cancellare la cache di explorer... secondo te che si risolve? Un bel nulla...
        Io uso il sistema da
        luglio e, a parte qualche piccolo
        inconveniente, navigo velocemente (30-50
        k-sec) e per diverse ore di seguito. Sono
        decisamente soddisfatto, non ho cavi per
        casa e la prima presa di corrente testata
        dal tecnico del modem fungeva perfettamente.
        Questa e' la mia esperienza. Mi auguro che
        la sperimentazione continui e venga posta in
        vendita ad un prezzo accettabile per
        abbandonare Telecom e avere cosi'
        possibilita' di scelta tra due tecnologie e
        due gestori alternativi.Mi auguro anch eio quelllo che ti auguri tu e prima ero un utente soddisfatto... ma adesso visto le polemiche che tu ben conosci e sentiti altri utenti con problemi come me, beh... che ti ddevo dire?...BEATO TE...Ciao...
  • Anonimo scrive:
    :-(
    non ho capito, me lo spiegate?
    • Anonimo scrive:
      Re: :-(
      Se intendi la tecnologia il concetto e' semplice.Perche' tirare nuovi cavi (fibra ottica) quando c'e' gia' in circolazione un cavo che raggiunge pressoche' tutto e tutti: il cavo elettrico.Al momento l'Adsl viene sfruttata usando il cavo telefonico standard, questo sistema invece usa un normale cavo elettrico.Con un apposito modem ed ovviamente centrali attive si potra' navigare ad "alte" velocita'.Gia' al momento comunque per coloro che hanno avuto il nuovo contatore Enel elettronico, sapranno che e' prevista (poi) la lettura del consumo direttamente dalla centrale.Il contatore credo possa mandare i propri dati sulla linea elettrica sino alla centrale, in maniera simile ad un collegamento Internet.Il (poi) e' d'obbligo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie Lampadina :-)
        - Scritto da: Lampadina[cut]
        Il (poi) e' d'obbligo...;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Grazie Lampadina :-)
          Prego!Ora mi s.p..e...n....g.....O||Oo-oo,o... .
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Lampadina :-)
            - Scritto da: Lampadina Off
            Prego!

            Ora mi s.p..e...n....g.....

            O||O

            o-o

            o,o

            ...

            .

            Se vuoi conosco un elettricista dalle parti de Legnano:http://groups.google.com/groups?as_q=Dmitry&ie=UTF-8&oe=UTF-8&lr=lang_it&hl=it
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Lampadina :-)
            - Scritto da: lullaby

            Se vuoi conosco un elettricista dalle parti
            de Legnano:
            http://groups.google.com/groups?as_q=Dmitry&iCon tutta la gente che esiste a Legnano.. proprio Dmitry.. non so se sia cambiato, ma io me lo ricordopeggio di ZioBill; ammesso che sia il Dmitry diicsv.Saluti, Ryo Takatsuki
          • Anonimo scrive:
            Re: Grazie Lampadina :-)
            - Scritto da: Jabbawack
            Con tutta la gente che esiste a Legnano..
            proprio
            Dmitry.. non so se sia cambiato, ma io me lo
            ricordo
            peggio di ZioBill; ammesso che sia il Dmitry
            di
            icsv.Siiiiiiiiiiiiiiiii' è lui! The new Troll :-DAnzi ora è il "Castoro"Byez
    • Anonimo scrive:
      Re: :-(
      Lullaby....mmmm...questo nick non mi è nuovo...sarai mica per caso la Sara M. della provincia di Varese? Se si batti un colpo!!!ByezLuk
  • Anonimo scrive:
    Ma che interesse ha ENEL ? Tanto c'è Wind
    Scusate, ma secondo voi c'è interesse da parte di ENEL a rompere le uova nel paniere a Wind (vedi ADSL), visto che ne è azionista? Io credo di no, questa è la stessa storia di WiFi e comunque resta il fatto che c'è ancora mezza Italia che deve usare la linea commutata per collegarsi alla rete.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che interesse ha ENEL ? Tanto c'è Wind
      si, visto che con l'intenet elettrica moltissimi richiederanno l'abbonamento all'enel, mentre adesso l'adsl è molto poco diffusa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che interesse ha ENEL ? Tanto c'è Wind
        Inoltre immaginate la facilità di connessione, niente doppino da portare per casa, ti colleghi ad una presa e funzione, inoltre hanno già tutta la rete "cablata" ( chi non ha l'elettricità in casa ?)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che interesse ha ENEL ? Tanto c'è Wind
          - Scritto da: canvil
          Inoltre immaginate la facilità di
          connessione, niente doppino da portare per
          casa, ti colleghi ad una presa e funzione,
          inoltre hanno già tutta la rete "cablata" (
          chi non ha l'elettricità in casa ?)E, se la banda è abbastanza larga, con il Voice over IP, addio mamma Telecom.Secondo me.. Enel sperimenta e poi "Vende" abasso costo questa tecnologia a Wind; la quale ci martellerà dicendoci "banda larga e non canone".Sinceramente.. una connessione "always-on"... da meADSL non arriverà credo mai (dicevano l'avrebberoattivata a Luglio, ma nessun numero che io conosco nelmio paesello è coperto)... Io un pensierino celo farei.Saluti, Ryo Takatsuki
        • Anonimo scrive:
          Istallazione PowerLine: non è semplice
          - Scritto da: canvil
          Inoltre immaginate la facilità di
          connessione, niente doppino da portare per
          casa, ti colleghi ad una presa e funzione,
          inoltre hanno già tutta la rete "cablata" (
          chi non ha l'elettricità in casa ?)non è semplice come sembra:se da una parte non va steso un cavo aggiuntivo, dall'altra va istallato un apparato speciale a valle prima del modem e a monte nelle centraline di zona dell'Enel (centraline che di solito sono molto piccoli per ospitare i dispositivi necessari e che probabilmente andranno ampliate...)Per il resto non ci dovrebbero essere problemi una volta finita la sperimentazione e scelta una delle 3 tecnologie che sono in fase di collaudo a Grosseto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Istallazione PowerLine: non è semplice
            - Scritto da: MarioBusy


            - Scritto da: canvil

            Inoltre immaginate la facilità di

            connessione, niente doppino da portare per

            casa, ti colleghi ad una presa e funzione,

            inoltre hanno già tutta la rete "cablata"
            (

            chi non ha l'elettricità in casa ?)

            non è semplice come sembra:
            se da una parte non va steso un cavo
            aggiuntivo, dall'altra va istallato un
            apparato speciale a valle prima del modem e
            a monte nelle centraline di zona dell'Enel
            (centraline che di solito sono molto piccoli
            per ospitare i dispositivi necessari e che
            probabilmente andranno ampliate...)

            Per il resto non ci dovrebbero essere
            problemi una volta finita la sperimentazione
            e scelta una delle 3 tecnologie che sono in
            fase di collaudo a Grosseto.Inoltre c'è da dire che non tutte le prese elettriche che abbiamo in casa sono all'altezza del collegamento.In effetti in media nelle case non ci sono più di due o tre prese che possono essere utilizzate con la tecnologia powerline. E se, come succede in tanti casi, la presa "buona" è in cucina o in bagno, siete comunque constretti a stendere metri di filo per poter collegare il modem al vostro PC.
          • Anonimo scrive:
            Re: Istallazione PowerLine: non è semplice
            - Scritto da: CsOnenon tutte le prese
            elettriche che abbiamo in casa sono
            all'altezza del collegamento.
            In effetti in media nelle case non ci sono
            più di due o tre prese che possono essere
            utilizzate con la tecnologia powerline. E
            se, come succede in tanti casi, la presa
            "buona" è in cucina o in bagno, siete
            comunque constretti a stendere metri di filo
            per poter collegare il modem al vostro PC.Questo è da vedere, ma non sarebbe un problema insormontabile: pensa a tutti quelli che vorrebbero a tutti i costi Adsl e non potranno altro che sognarsela!
          • Anonimo scrive:
            Re: Istallazione PowerLine: non è semplice
            E' vero , quello che volevo sottolineare e' che puoi stenderlo tu se lo vuoi , piazzando semplicemente una presa di qualita' ( 30 ? ? ) e del cavo di qualità , non deve venire l'uomo magico telecom ( 6 mesi con la condizionale ) a spostarti il sacro box adsl....
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che interesse ha ENEL ? Tanto c'è Wind
          - Scritto da: canvil
          Inoltre immaginate la facilità di
          connessione, niente doppino da portare per
          casa, ti colleghi ad una presa e funzione,
          inoltre hanno già tutta la rete "cablata" (
          chi non ha l'elettricità in casa ?)Bella domanda ma io te ne faccio un'altra...chi non ha il telefono in casa?Se mamma telecom volesse in un mese tutte le cenraline sarebbero dotate di adsl sono che non lo fa perchè queste apparecchiature costano...chi ci dice che quelle dell'enel costino meno? :))
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che interesse ha ENEL ? Tanto c'è Wind
          - Scritto da: canvil
          Inoltre immaginate la facilità di
          connessione, niente doppino da portare per
          casa, ti colleghi ad una presa e funzione,
          inoltre hanno già tutta la rete "cablata" (
          chi non ha l'elettricità in casa ?)se fosse vero allora tutti dovrebbero avere l'ADSL...almeno quelli con il telefono fisso...il problema dell'ADSL e' il costo delle apparecchiature alla centrale...se non hannoun numero sufficiente di richieste non la installano perche' ci rimettono i soldi...se l'Enel riuscisse anche a trovare il modo difar funzionare tutto ma il costo dell'apparecchiatura da installare in centrale fosse elevato....beh, si verificherebbe la stessasituazione che c'e' per l'ADSL.Se il ricavo derivante dalle richieste di abbonamento degli utenti di una centrale noncoprono (o superano) il costo dell'apparecchiaturacol cavolo che l'ENEL la attiva...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che interesse ha ENEL ? Tanto c'è Wind
      1) Perchè wind dovrebbe pagare a Telecom un salato balzello per affittare le linee quando con questa tecnologia potrebbe usare le "sue", di linee ??2) La corrente elettrica è presente nella quasi totalità delle abitazioni italiane, non è così per il telefono, men che meno per l' adsl. Già solo per questi clienti vale la pena di studiare soluzioni alternative.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma che interesse ha ENEL ? Tanto c'è Wind
      Il progetto Powerline che sta vivendo la sua fase sperimentale a Grosseto, è portato avanti da ENEL e WIND in collaborazione, quindi nessuno rompe le uova nel paniere all'altro.Le due aziende stanno lavorando insieme ognuna per la propria parte.Paolo
Chiudi i commenti