Come Linux sconfisse Windows, in 20 anni

La foundation del Pinguino canta vittoria contro lo storico rivale. A cui non resterebbe che il mercato dei computer desktop. Per festeggiare il ventennale, ricchi premi e cotillon

Roma – Non usa mezzi termini il direttore esecutivo di Linux Foundation , Jim Zemlin, nel descrivere l’attuale posizione di mercato di Linux nei confronti dello storico rivale Microsoft: “Semplicemente Microsoft non ci interessa più di tanto – dice – erano il nostro più grande rivale, ma ora è come prendersela con un cucciolo”.

In occasione del ventesimo anniversario della rivelazione al mondo del kernel del Pinguino, Zemlin sostiene che Linux ha oramai conquistato quasi tutti i mercati IT che c’erano da conquistare , i vecchi come i nuovi: dalle “umili origini come progetto di uno studente dell’università di Helsinki”, Linux è oggi arrivato a essere “qualcosa che gira sul 70 per cento dell’equity trading globale, qualcosa che alimenta, davvero, la maggioranza del traffico di Internet che si tratti di Facebook, Google o Amazon”.

Linux ha fatto terra bruciata intorno a sé conquistando ogni genere di mercato, dice Zemlin, passando dall’IT all’elettronica di consumo e approdando su ogni genere di dispositivo inclusi i televisori HD e le videocamere, gli e-reader, gli smartphone e i tablet basati su Google Android, i sistemi embedded e i supercomputer più potenti, più del 90 per cento di quelli presenti nella classifica Top500.

L’unico mercato in cui Linux non conta granché – ammette Zemlin – è quello dei personal computer propriamente detti, le centinaia di migliaia di desktop e laptop variamente accessoriati commercializzati ogni trimestre fiscale dove Microsoft Windows continua a detenere un monopolio apparentemente a prova di pinguini, leoni, narvali e ogni altro genere di bestiola “alternativa”.

Per Zemlin il fatto che il 90 per cento abbondante di PC esistenti al mondo faccia girare una qualche versione di Windows è un dettaglio trascurabile, un “difetto di programmazione” nell’altrimenti invincibile macchina da guerra di Linux – e un difetto che verrà comunque corretto con l’andare del tempo e con la diffusione di dispositivi di computing di nuova generazione.

Per rendere Microsoft (teoricamente) irrilevante ci sono voluti 20 anni , le prime due decadi della storia di Linux, e la foundation si prepara a festeggiare degnamente il compleanno del Pinguino rilasciando infographic a tema , video promozionali e contest che avranno come giudice nientemeno che Linus Torvalds: il “papà” di Linux in carne, ossa e bit.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mr Stallman scrive:
    Paradosso del gatto di Schrödinger
    in parole povere il gatto contemporaneamente vivo e contemporaneamente morto di Schrödinger ha già dimostrato in modo inequivocabile che le particelle subatomiche, cosi come il resto dell'universo, non è altro che un sogno prodotto dalla nostra mente.
  • Acad kirk scrive:
    Janeway
    Capitano lei ha portato indietro nel tempo la voyager, è ha vioato la direttiva temporale n62 inoltre ha rilasciato sulla terra particellle omega... Violando la quarantena imposta in questi casi...Alla prossima... In pasto ai borg :D
  • ZioBill scrive:
    La particella Minovsky...
    ...l'hanno trovata!ZioBill
    • franius scrive:
      Re: La particella Minovsky...
      Ora bisogna che qualcuno cominci a paralre di Contolismo e poi possiamo dare il via alla colonizzazione dello spazio!
  • Aleppo scrive:
    Non ho capito
    Non per fare critiche da crusca, ma cosa intendevate con?"C'è ora nemmeno l'1 per cento di possibilità che l'osservazione possa rivelarsi fasulla,"
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Non ho capito
      si chiama intervallo di confidenza, indica di quanto stai "approssimando", qual è il rischio che ti assumi con una certa misura presa in un certo modo
    • Alfio Alfieri scrive:
      Re: Non ho capito
      la probabilità che sia tutto cio' sia un errore dovuto a misurazioni erra379796te
    • Alfio Alfieri scrive:
      Re: Non ho capito
      a probabilità che sia tutto cio' sia un errore dovuto a misurazioni errate
  • syd scrive:
    non c'è orpheo?
    qualcuno che possa postare un commento competente?
    • Alfio Alfieri scrive:
      Re: non c'è orpheo?
      - Scritto da: syd
      qualcuno che possa postare un commento competente?ma se non lo sanno nemmeno loro che l'hanno scoperta !
      • MegaJock scrive:
        Re: non c'è orpheo?
        - Scritto da: Alfio Alfieri
        - Scritto da: syd

        qualcuno che possa postare un commento
        competente?

        ma se non lo sanno nemmeno loro che l'hanno
        scoperta
        !Siamo su PI quindi qualche bimbominkia salterà sicuramente fuori con la sua irrilevante e inutile opinione, che sicuramente sarà farcita di templari, scie chimiche, Nibiru, allunaggi e Giacobbo. Possa egli affogare nel proprio moccio.
  • Mc Hollyons scrive:
    lo trovo inquietante
    non trovate inquietante che alla fine dei conti non sappiamo tutto degli atomi e delle loro reazioni ??, eppure abbiamo centinaia di reattori nucleare in funzione e che sono pericolosi..in giappone "gli scienziati non si spiegano la temperatura del nocciolo" e ci credo.. e se magari scattasse una reazione che noi ancora non conosciamo ?
    • max scrive:
      Re: lo trovo inquietante
      - Scritto da: Mc Hollyons
      non trovate inquietante che alla fine dei conti
      non sappiamo tutto degli atomi e delle loro
      reazioni ??, eppure abbiamo centinaia di reattori
      nucleare in funzione e che sono pericolosi..in
      giappone "gli scienziati non si spiegano la
      temperatura del nocciolo" e ci credo.. e se
      magari scattasse una reazione che noi ancora non
      conosciamo
      ?perchè tu pensavi che sapessimo tutto della materia? se così fosse, potremmo chiudere i laboratori di fisica nucleare, fisica della alte energie, fisica teorica....
    • krane scrive:
      Re: lo trovo inquietante
      - Scritto da: Mc Hollyons
      non trovate inquietante che alla fine dei conti
      non sappiamo tutto degli atomi e delle loro
      reazioni ??, eppure abbiamo centinaia di reattori
      nucleare in funzione e che sono pericolosi..in
      giappone "gli scienziati non si spiegano la
      temperatura del nocciolo" e ci credo.. e se
      magari scattasse una reazione che noi ancora non
      conosciamo ?Se e' per quello stiamo attaccati alla terra nonostante non abbiamo idea di cosa sia la gravita'.Sappiamo pochissimo... Non lo sapevi ???
    • Alfio Alfieri scrive:
      Re: lo trovo inquietante
      - Scritto da: Mc Hollyons
      non trovate inquietante che alla fine dei conti
      non sappiamo tutto degli atomi e delle loro
      reazioni ??, eppure abbiamo centinaia di reattori
      nucleare in funzione e che sono pericolosi..in
      giappone "gli scienziati non si spiegano la
      temperatura del nocciolo" e ci credo.. e se
      magari scattasse una reazione che noi ancora non
      conosciamo
      ?il mondo si autodistruggerebbe in un gigantesco flop-bang , e sarebbe la cosa migliore per tutti
      • marco scrive:
        Re: lo trovo inquietante
        - Scritto da: Alfio Alfieri
        - Scritto da: Mc Hollyons

        non trovate inquietante che alla fine dei conti

        non sappiamo tutto degli atomi e delle loro

        reazioni ??, eppure abbiamo centinaia di
        reattori

        nucleare in funzione e che sono pericolosi..in

        giappone "gli scienziati non si spiegano la

        temperatura del nocciolo" e ci credo.. e se

        magari scattasse una reazione che noi ancora non

        conosciamo

        ?

        il mondo si autodistruggerebbe in un gigantesco
        flop-bang , e sarebbe la cosa migliore per
        tuttiParla per te.
        • Alfio Alfieri scrive:
          Re: lo trovo inquietante


          il mondo si autodistruggerebbe in un gigantesco

          flop-bang , e sarebbe la cosa migliore per

          tutti


          Parla per te.non vuoi crepare eh ?
    • Aleppo scrive:
      Re: lo trovo inquietante
      - Scritto da: Mc Hollyons
      "gli scienziati non si spiegano la
      temperatura del nocciolo" e ci credo.. e se
      magari scattasse una reazione che noi ancora non
      conosciamo ?non confondere sacro e profano, qui si tratta di non sapere come usare le equazioni (note) perché mancano i dati esatti di quale si lo stato nel core perché sono saltati gli strumenti di misura e quelli aggiunti non sono nel posto corretto magari.
      • Anonimissim o scrive:
        Re: lo trovo inquietante
        Invece senza confondere sacro con profano una cosa mi ha sempre lasciato perplesso!Perché la bomba di Marshall Islands ha liberato 15 Megaton anziché 6 come predetto? In questo caso è probabile che sino entrati in gioco fenomeni inaspettati e sconosciuti?
    • Drummer scrive:
      Re: lo trovo inquietante
      È incredibile che la gente riuscisse a respirare anche prima che fosse scoperto l'ossigeno...
    • benkj scrive:
      Re: lo trovo inquietante
      Tranquillo non c'è niente di inquietante: gli acceleratori di particelle di alta energia non c'entrano niente con i reattori, che sono solo una specie di pentolone con minestra radioattiva
  • Pino scrive:
    Soliti problemi semantici di PI
    Riporto la frase: "una fascia tra i 140 e 150 GeV, che poi è molto vicina a quella dove viene abitualmente cercato il bosone di Higgs (118-180 GeV)"Ora, a casa mia il primo intervallo non è semplicemente "molto vicino", bensì si trova esattamente all'interno del secondo intervallo.Ma è possibile che ci siano sempre questi errori qui su PI?
    • illegale scrive:
      Re: Soliti problemi semantici di PI
      - Scritto da: Pino
      Riporto la frase: "una fascia tra i 140 e 150
      GeV, che poi è molto vicina a quella dove viene
      abitualmente cercato il bosone di Higgs (118-180
      GeV)"

      Ora, a casa mia il primo intervallo non è
      semplicemente "molto vicino", bensì si trova
      esattamente all'interno del secondo
      intervallo.

      Ma è possibile che ci siano sempre questi errori
      qui su
      PI?Mettila così, gli articoli di PI sono "molto vicini" all'intervallo in cui ci sono articoli senza stron??te, ma non sono all'interno di quell'intervallo. :D
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Soliti problemi semantici di PI
      questo non mi pare un problema semanticoma, detto questo, mi pare oggettivamente incontestabile che, almeno questa volta, sia davvero una polemica fuor di ogni senso...ok, vero, si poteva sfruttare una terminologia diversa: ma è indubbio che si capisca PERFETTAMENTE quello che si intendeva diredetto questo, qualcosa da dire SULLA NOTIZIA e non su com'è scritta?siam mica sui forum della Crusca qua, eh...
      • ephestione scrive:
        Re: Soliti problemi semantici di PI
        aldilà di questa mezza polemica, da quel che ricordo della fisica liceale (ero pur sempre un secchione) la massa delle particelle subatomiche si misura proprio in eV.Quindi, se il bosone di Higgs ha una massa tra i 118 ed i 180 GeV, mentre questa particella si colloca tra i 140 ed i 150Gev (compatibile col primo intervallo), come fa ad essere "troppo pesante"?
        • benkj scrive:
          Re: Soliti problemi semantici di PI
          - Scritto da: ephestione
          Quindi, se il bosone di Higgs ha una massa tra i
          118 ed i 180 GeV, mentre questa particella si
          colloca tra i 140 ed i 150Gev (compatibile col
          primo intervallo), come fa ad essere "troppo
          pesante"?Da quello che ricordo dal corso di teoria dei campi quantistica la massa dell'Higgs e' un parametro, che quindi non e' predetto dalla teoria. Quindi non ha senso parlare di una particella troppe pesante, semplicemente perche' non sappiamo quanto debba pesare, anche se credo ci siano delle indicazioni. Quella particella anche se si trova nel range di energie dove ora stanno cercando Higgs non puo' essere Higgs semplicemente perche' la teoria attuale (modello standard) predice come dovrebbe interagire il bosone di Higgs: se quei getti fossero prodotti da Higgs allora sarebbero composti da altre particelle più pesanti.Se vuoi approfondire questo e' l'articolo scientifico http://arxiv.org/pdf/1104.0699v1mentre questo'altro e' divulgativo, ma scritto un po' piu' chiaramente rispetto a PIhttp://www.nytimes.com/2011/04/06/science/06particle.html?_r=1
      • attonito scrive:
        Re: Soliti problemi semantici di PI

        ok, vero, si poteva sfruttare una terminologia
        diversa: ma è indubbio che si capisca
        PERFETTAMENTE quello che si intendeva
        dire

        detto questo, qualcosa da dire SULLA NOTIZIA e
        non su com'è
        scritta?
        siam mica sui forum della Crusca qua, eh...E di questo, Luca, ce ne eravamo accorti da anni.L'aspetto positivo e che con i vostri cialtroneggiamenti ci fate sentire molto piu' intelligenti, colti e preparati: mi sa che vi rimpiangeremo, quando chiuderete.
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: Soliti problemi semantici di PI
          ooooh, da quanto temposai cosa? 'sta storia della chisura ha fatto il suo tempo... è vecchia...
        • rippone scrive:
          Re: Soliti problemi semantici di PI
          si risolve molto semplicemente: cancella pi dai tuoi preferiti e leggiti topolino
          • attonito scrive:
            Re: Soliti problemi semantici di PI
            - Scritto da: rippone
            si risolve molto semplicemente: cancella pi dai
            tuoi preferiti e leggiti
            topolinoe dove trovo un altro posto a gratis,leggendo il quale mi posso sentire un genio?PI ha i suoi vantaggi, dopotutto.
      • hermanhesse scrive:
        Re: Soliti problemi semantici di PI
        Questa volta ti straquoto ;)
      • mc2033 scrive:
        Re: Soliti problemi semantici di PI
        Un commento SULLA notizia? Eccoti accontentato.La notizia di una nuova, quinta "forza" fondamentale, diversa dalle quattro già note, avrà un sicuro effetto, se confermata, sulla ricerca della loro unificazione.Difficile dire oggi se questa verrà accelerata o rallentata. La storia (della fisica e delle sue scoperte) ci ha insegnato che di solito quando si assiste a qualcosa di inspiegabile c'è qualcosa di più "profondo" che ci sfugge. La stessa struttura dell'atomo è stata ipotizzata (e poi verificata) proprio perché il modello accettato fino a un attimo prima non era adeguato a spiegare le osservazioni con i primi acceleratori di particelle.Ecco, leggere un commento sulle implicazioni della scoperta, andare a intervistare qualche fisico teorico e chiedergli che ne pensa, sarebbe un esercizio di giornalismo che farebbe salire di molto il livello della testata e, ma questo è più difficile, quello dei commenti... :-)
        • Luca Annunziata scrive:
          Re: Soliti problemi semantici di PI
          sarebbe interessante interrogare qualcuno, hai ragionema, ti faccio presente che a parte chi è dentro il fermilab nessuno ha in mano i dati sperimentaliné l'esperimento è stato ancora replicato altrovechi avremmo dovuto sentire? non avrebbe potuto darci alcuna indicazione, non a 24h dal fattoabbiamo riportato una notizia su una presunta scoperta al fermilab: se ci saranno sviluppi, quando si discuterà di articoli pubblicati e di verifiche sperimentali, allora approfondiremo
          • mc2033 scrive:
            Re: Soliti problemi semantici di PI
            Perdonami, non è affatto mia intenzione "insegnarti il mestiere", ma un giro sul sito del FermiLab ti permette di scoprire che il direttore del Tevatron, che ovviamente ha anche un ufficio stampa, si chiama Ron Moore e il suo numero di telefono e' 001-630-840-6466.Se ti presenti anche solo dicendogli che sei un giornalista italiano che avrebbe voglia di scrivere qualcosa "di sensato", sta tranquillo che non ti manda a quel paese... :-)Se poi vuoi sfruttare il mio suggerimento, e chiedergli che ne pensa in relazione alle teorie sull'unificazione, ti autorizzo a patto che poi pubblichi la risposta... :-)
          • Luca Annunziata scrive:
            Re: Soliti problemi semantici di PI
            le risorse sono scarse per definizione, non possiamo dedicare a TUTTE le notizie TUTTO il tempoaltrimenti PI avrebbe 2 articoli al giorno, e vi lamentereste del fatto che trascuriamo altri argomentici fa piacere parlare di fatti come questo, e altri che pubblicheremo oggi, ma non possiamo fare per tutto un'indagine da settimanale o mensile... siamo un quotidiano, il taglio è diverso
          • Mario Rossi scrive:
            Re: Soliti problemi semantici di PI
            - Scritto da: Luca Annunziata
            le risorse sono scarse per definizione, non
            possiamo dedicare a TUTTE le notizie TUTTO il
            tempo
            altrimenti PI avrebbe 2 articoli al giorno, e vi
            lamentereste del fatto che trascuriamo altri
            argomenti

            ci fa piacere parlare di fatti come questo, e
            altri che pubblicheremo oggi, ma non possiamo
            fare per tutto un'indagine da settimanale o
            mensile... siamo un quotidiano, il taglio è
            diversoOk, non di tutto, ma quand'e' stata l'ultima volta ???
      • benkj scrive:
        Re: Soliti problemi semantici di PI
        - Scritto da: Luca Annunziata
        questo non mi pare un problema semantico
        ma, detto questo, mi pare oggettivamente
        incontestabile che, almeno questa volta, sia
        davvero una polemica fuor di ogni
        senso...

        ok, vero, si poteva sfruttare una terminologia
        diversa: ma è indubbio che si capisca
        PERFETTAMENTE quello che si intendeva
        dire

        detto questo, qualcosa da dire SULLA NOTIZIA e
        non su com'è
        scritta?
        siam mica sui forum della Crusca qua, eh...Lasciamo stare la questione del "molto vicino" che effettivamente e' una polemica inutile. Tuttavia, penso anch'io che spesso gli articoli di Fisica di PI non siano molto chiari. Cerco quindi la notizia su altri siti e poi anche rileggendo PI capisco quello che si voleva dire. E' chiaro che non avete un fisico in redazione, ma dopotutto siete "punto informatico".Detto questo il problema non e' l'itaGliano, ma il filo logico:- Prima si dice che la particella rilevata al tevatron non e' Higgs poiche' troppo pesante (scritto addirittura in grassetto)- Poi si dice che la particella ha una massa di 140-150 GeV- Infine si dice che Higgs viene cercato nel range 118-180 GeVCaro Luca, lo dico senza vena polemica, non ti sembra che questi 3 punti, seppur scritti in italiano, siano inconsistenti?Oltretutto qual'e' il salto logico dalla frase di Punzi alla conclusione in grassetto? Non e' che PI ha interpretato quel "qualcosa che va al di là" come sinonimo di più pesante? Non è così.
        • Davide Massa scrive:
          Re: Soliti problemi semantici di PI
          Il mio maggiore fastidio è che grazie a persone così, prima o poi PI non pubblicherà più articoli di carattere scientifico.Redazione, per favore, fate una review degli articoli scientifici, magari mandate le bozze ad un ricercatore/articolista freelance o qualcosa del genere, insomma, qualunque cosa pur di non dare a certa gente motivi per fare le pulci ai vostri articoli.Per quello che vale a me interessano, e sono sempre incentivo all'approfondimento: spero che continuiate a pubblicarli. E chi se ne frega se ci sono degli errori, prendete un giornale stampato, o F*O*C*U*S*, che costano parecchio, e godetevi le XXXXXte che ci si leggono. Per caso mandate lettere di protesta, in quei casi?...Stupidi.
          • Registrato non loggato scrive:
            Re: Soliti problemi semantici di PI
            - Scritto da: Davide Massa
            Il mio maggiore fastidio è che grazie a persone
            così, prima o poi PI non pubblicherà più articoli
            di carattere scientifico.
            Redazione, per favore, fate una review degli
            articoli scientifici, magari mandate le bozze ad
            un ricercatore/articolista freelance o qualcosa
            del genere, insomma, qualunque cosa pur di non
            dare a certa gente motivi per fare le pulci ai
            vostri articoli.Quotissimo...
            Per quello che vale a me interessano, e sono
            sempre incentivo all'approfondimento: spero che
            continuiate a pubblicarli. E chi se ne frega se
            ci sono degli errori, prendete un giornale
            stampato, o F*O*C*U*S*, che costano parecchio, e
            godetevi le XXXXXte che ci si leggono. Per caso
            mandate lettere di protesta, in quei casi?...Si, pare che anzi non rispondano neanche piu' alle stesse, ci si lamenta da un po' nei forum:http://www.focus.it/Community/cs/forums/333442/ShowThread.aspx
            Stupidi.Non dare del tuo agli altri...
          • Davide Massa scrive:
            Re: Soliti problemi semantici di PI

            Non dare del tuo agli altri...Ti sei sentito incluso, evidentemente...
          • benkj scrive:
            Re: Soliti problemi semantici di PI
            - Scritto da: Davide Massa
            Stupidi.Guarda che io non ho offeso nessuno, ed il tuo tono stizzito e' assolutamente fuori luogo. Se vuoi rispondere fallo con argomentazioni valide
Chiudi i commenti