Como, recuperati i dati della ZTL

Un'anomalia registrata nel server aveva reso impossibile l'accesso ai dati. Grazie all'intervento di una società privata il sistema è stato ripristinato
Un'anomalia registrata nel server aveva reso impossibile l'accesso ai dati. Grazie all'intervento di una società privata il sistema è stato ripristinato

È giunta a conclusione una vicenda iniziata lo scorso agosto, e relativa ai dati di transito nella ZTL del comune di Como: dati divenuti inaccessibili a causa di un guasto, ma che oggi la Polizia locale informa sono stati recuperati grazie ad un intervento di ripristino.

Quella delle zone a traffico limitato è una realtà che interessa sempre più città, grandi o piccole che siano. Il loro lavoro è quantomai semplice: registrare il numero di targa del veicolo al varco, controllare se a tale numero è associata un’autorizzazione in mancanza della quale viene elevare una contravvenzione. Tutti i dati vengono immagazzinati su appositi server che vengono consultati successivamente per notificare le infrazioni.

Per il recupero dei file è stato necessario l’intervento di Kroll Ontrack, azienda che opera proprio nel settore di recupero dei dati. I tecnici hanno in primo luogo provveduto ad creare una immagine dei dischi, quindi hanno corretto gli errori riportando a normalità la situazione.

Il tutto in nome della tutela della privacy: “I 60 gigabyte di dati recuperati sono stati trattati nella massima riservatezza e secondo le disposizioni legislative in vigore in materia di privacy” si legge in una nota dell’azienda. “Inoltre, per una maggiore sicurezza, i dati recuperati sono stati memorizzati su un hard disk esterno e restituiti al Comune di Como in forma crittografata, inviando separatamente la password necessaria per accedere nuovamente alle preziose informazioni”. (V.G.)

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 11 2008
Link copiato negli appunti