Comodo? Bello? Webble!

Un gadget per lavorare comodi e tenere le gambe occupate

Roma – Passare troppe ore seduti alla scrivania può essere stressante. Se tra tastiere, mouse e altri gingilli gli arti superiori hanno il loro bel daffare, quelli inferiori sono spesso costretti all’immobilità. Ciò può creare fastidi, senso di stanchezza. La soluzione esiste e si chiama Webble .

il gadget

A primo impatto può sembrare uno skateboard, ma non è per le acrobazie in piscine vuote che il gadget è stato pensato: Webble è un utile sostegno per appoggiare i piedi. Grazie alle sue ruote permette massima mobilità a gambe e piedi, di qualunque misura essi siano. Disponibile nei colori rosso, nero e silver è dotato di un morbido supporto che pure può essere facilmente aggredito dallo sporco .
Il prezzo? Intorno ai 200 dollari.

The Webble

(via BoingBoingGadgets )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pirrello andrea scrive:
    l'era glaciale 3
    l' era glaciale 3(apple)(apple)(cylon)(cylon)(rotfl)
  • fsdfs scrive:
    fdfd
    [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-datejust-c-2]Rolex DateJust watches[/url], Rolex DateJust watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-day-date-c-3]Rolex Day Date watches[/url], Rolex Day Date watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-daytona-c-4]olex Daytona watches[/url], Rolex Daytona watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-explorer-c-5]Rolex Explorer watches[/url], Rolex Explorer watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-gmt-c-6]Rolex GMT watches[/url], Rolex GMT watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-masterpiece-c-7]Rolex Masterpiece watches[/url], Rolex Masterpiece watches [url=http://www.inrolexwatches.com/rolex-milgauss-c-8]Rolex Milgauss watches[/url], Rolex Milgauss watches
  • videourls.c om scrive:
    videourls
    se hai film gratis da condividere crea un VideoURL ed aggiungi il tuo nome/nickname e l'indirizzo del tuo sitoweb al video .. http://videourls.com ti da la possibilità di farti pubblicità gratuita!guarda un esempio:http://videourls.com/v0a1A35
  • mancuso enzo scrive:
    non mi toccare
    bellissimo
  • mancuso enzo scrive:
    erotici
    bello
  • mario baldi scrive:
    http://rajailpirla.spaces.live.com/
    andate su http://rajailpirla.spaces.live.com/ film nuovi gratuiti, poesie, racconti. guardatele non rimarrete delusi
  • Zaven KD scrive:
    Viva Michael Moore
    Il mio commento serve solo a respingere la faziosità, e non per difendere Bush, i Neocons ed i Republicani.Il Sig. Michael moore , molto apprezzato dai no global ed i socialcattocomunisti con i suoi slogans e parole vuote non farà nemmeno il solletico ai pragmatici Americani.Tranquilli tutti sarà OBAMA ad occupare prossimamente la casa bianca vincendo per mancanza di avversari degni di questo nome.Non vedo l'ora per vedere cosa farà il buon OBAMA per affrontare i marpioni di questo mondo e ..speriamo di no.. un 11 settembre che convincerà forse quel grassone di Moore (visto che i 3000 morti per colpa dei fondamentalisti Islamici non l'hanno convinto).Zaven
    • Gigi scrive:
      Re: Viva Michael Moore
      Cos'e' un socialcattocomunista?Un ebronazifascista del XXI sec?Secondo me hai una visione della storia un po' distorta...
  • GH 4356 scrive:
    Ma quella storia della pedopornografia?
    Ragazzi ho letto che Moore tre anni fa sarebbe stato condannato da una corte federale americana per possesso di materiale pedopornografico...ma mi rifiuto di crederci...
  • Gengis Ghat scrive:
    In Italia invece...
    Ogni paese ha la controinformazione che si merita.Negli USA Moore diffonde gratis il suo film.In Italia invece abbiamo un certo Beppe Grillo che non solo vende a caro prezzo i propri DVD di "denuncia" (cioè il solito blabla su magistrati-politici-amministratori cattivi che potete sentire gratis in ogni bar d'Italia), ma ha il cattivissimo gusto di denunciare (questa volta sul serio) un ragazzo di 19 anni che ne vende copie su internet a soli 3 euro (lucro!)...http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2005/09_Settembre/15/il_punto.shtmlPS. E adesso preparatevi al solito flood di seguaci del guru che interverranno per difendere a spada tratta il loro immacolato Messia... gente se Grillo dice che la cacca è oro domani li trovi con le mani dentro al cesso.
    • soulista scrive:
      Re: In Italia invece...
      - Scritto da: Gengis Ghat
      Ogni paese ha la controinformazione che si merita.

      Negli USA Moore diffonde gratis il suo film.

      In Italia invece abbiamo un certo Beppe Grillo
      che non solo vende a caro prezzo i propri DVD di
      "denuncia" (cioè il solito blabla su
      magistrati-politici-amministratori cattivi che
      potete sentire gratis in ogni bar d'Italia),Il DVD lo compri se vuoi, o visiti gratuitamente il suo sito. Lui non fa film, i suoi spettacoli puoi tranquillamente anche leggerli.
      ma ha il cattivissimo gusto di denunciare (questa
      volta sul serio) un ragazzo di 19 anni che ne
      vende copie su internet a soli 3 euro
      (lucro!)...

      http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_TecnoIl corriere della sera? ahah?ho seguito la storia a suo tempo: il ragazzo aveva scaricato degli spettacoli da internet e, masterizzandoli, intendeva lucrarvi. Beppe Grillo non l'ha denunciato per un danno causatogli, ma perchè questo ragazzo era un truffatore! (si é difeso dicendo che il prezzo copriva solo le spese, ma un dvd non costa 3 euro...)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 settembre 2008 20.19-----------------------------------------------------------
    • francesco verardi scrive:
      Re: In Italia invece...
      Bah, io penso che le sciocchezze contenute nel tuo commento su Grillo sta nel fatto che tu hai solo voglia di parlar male di Grillo ed hai poco da commentare sul film di Moore.Pazienza un'altra testa in meno.f
      • 01234 scrive:
        Re: In Italia invece...
        resta che però la denuncia poteva risparmiarsela, secondo me...un puntino di stima in meno :-(
        • mr_setter scrive:
          Re: In Italia invece...
          - Scritto da: 01234
          resta che però la denuncia poteva risparmiarsela,
          secondo
          me...

          un puntino di stima in meno :-(http://www.beppegrillo.it/2005/09/la_paga_di_giud.htmlhttp://punto-informatico.it/1308472/PI/News/grillo-non-ho-denunciato-nessuno.aspxbastava cercare 30 secondi con Google per risparmiarsi illazioni inutili... 8)LV&P O)
    • mr_setter scrive:
      Re: In Italia invece...
      - Scritto da: Gengis Ghat
      Ogni paese ha la controinformazione che si merita.

      Negli USA Moore diffonde gratis il suo film.

      In Italia invece abbiamo un certo Beppe Grillo
      che non solo vende a caro prezzo i propri DVD di
      "denuncia" (cioè il solito blabla su
      magistrati-politici-amministratori cattivi che
      potete sentire gratis in ogni bar d'Italia), ma
      ha il cattivissimo gusto di denunciare (questa
      volta sul serio) un ragazzo di 19 anni che ne
      vende copie su internet a soli 3 euro
      (lucro!)...

      http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecno

      PS. E adesso preparatevi al solito flood di
      seguaci del guru che interverranno per difendere
      a spada tratta il loro immacolato Messia... gente
      se Grillo dice che la cacca è oro domani li trovi
      con le mani dentro al
      cesso.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2414783&m=2416094#p2416094Notizia vecchia, smentita dai fatti e da articoli dello stesso P.I. Ah! Beata ignoranza... 8) 8) 8)LV&P O)
  • MisterEmme scrive:
    Chi lo paga?
    Chi ha pagato il film, i democratici?
    • anonimo scrive:
      Re: Chi lo paga?
      - Scritto da: MisterEmme
      Chi ha pagato il film, i democratici?No.
    • Marco scrive:
      Re: Chi lo paga?
      Avrà fatto minimo 300milioni di dollari di profitto Moore in questi anni, per pagarsi un film con qualche amico non penso sia un problema.
      • Walterteron e scrive:
        Re: Chi lo paga?
        - Scritto da: Marco
        Avrà fatto minimo 300milioni di dollari di
        profitto Moore in questi anni, per pagarsi un
        film con qualche amico non penso sia un
        problema.Quindi ora la domanda si sposta: visto che i temi che tratta vanno sempre nello stesso senso, chi ha pagato quelli prima?
        • anonimo scrive:
          Re: Chi lo paga?
          - Scritto da: Walterteron e
          - Scritto da: Marco

          Avrà fatto minimo 300milioni di dollari di

          profitto Moore in questi anni, per pagarsi un

          film con qualche amico non penso sia un

          problema.

          Quindi ora la domanda si sposta: visto che i temi
          che tratta vanno sempre nello stesso senso, chi
          ha pagato quelli
          prima?Non ci vuole molto per saperlo sai? I film di Moore vengono prodotti da una società canadese.Il partito dei democratici ha sempre ignorato Moore e non sono certo amiconi.Mi sembra un po' il discorso che facevano con il Caimano di Moretti dicendo che era finanziato dallo stato, quando invece è stato finanziato interamente da una società francese e fra l'altro di Berlusconi in quel film parlava per 5 minuti, ma a leggere in giro sembrava che tutti parlassero di un altro film (che probabilmente neanche avevano visto).
  • Farouk scrive:
    SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
    e doppiatori, anche!!!
    • anonimo scrive:
      Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
      - Scritto da: Farouk
      e doppiatori, anche!!!Ok per i sottotitoli, ma il doppiaggio no. Magari si perdesse in Italia la cultura del doppiaggio, ne gioverebbe il paese.Io anzi vieterei almeno sulla tv di stato di trasmettere film o teleflim doppiati.Invece abbiamo Italia1 e Canale5 che sul digitale terrestre hanno li doppio audio, guisto ieri ho visto Sin City in inglese, mentre RAI4 che è appena nata è solo in italiano.
      • dam scrive:
        Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
        Il doppiaggio dei film in Italia e' la principale causa dell'orribile inglese maccheronico...
      • Matteo Pagani scrive:
        Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
        - Scritto da: anonimo
        - Scritto da: Farouk

        e doppiatori, anche!!!

        Ok per i sottotitoli, ma il doppiaggio no. Magari
        si perdesse in Italia la cultura del doppiaggio,
        ne gioverebbe il
        paese.

        Io anzi vieterei almeno sulla tv di stato di
        trasmettere film o teleflim
        doppiati.
        Invece abbiamo Italia1 e Canale5 che sul digitale
        terrestre hanno li doppio audio, guisto ieri ho
        visto Sin City in inglese, mentre RAI4 che è
        appena nata è solo in
        italiano.Ma solo io non trovo i doppiatori italia così ripugnanti e fastidiosi? Anche io guardo materiale in inglese e, soprattutto alcune serie TV sono doppiate proprio da cani.Però altre serie o film (mi vengono in mente Dr. House o Desperate Housewives, le uniche due serie tv che non seguo in lingua originale) sono più che godibilissime.
        • anonimo scrive:
          Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
          - Scritto da: Matteo Pagani
          Ma solo io non trovo i doppiatori italia così
          ripugnanti e fastidiosi? Anche io guardo
          materiale in inglese e, soprattutto alcune serie
          TV sono doppiate proprio da
          cani.
          Però altre serie o film (mi vengono in mente Dr.
          House o Desperate Housewives, le uniche due serie
          tv che non seguo in lingua originale) sono più
          che
          godibilissime.Sì, ma non sei solo tu, altrimenti l'avrebbero già eliminato da un pezzo.Ti dico le prime cose che mi vengono in mente:1) La voce nella recitazione è importantissima, sovrapporne una in italiano è uno stupro.Io voglio sentire la voce originale dell'attore. Se io vado a vedere una mostra di quadri, voglio vedere i quadri del pittore. Non le copie fatte da un altro, anche se poi mi dicono: ma guarda che lui fa le copie migliori del mondo.2) L'audio in presa diretta dà ben altre sensazioni. Anche uno stupido telefilm in presa diretta dà una percezione diversa3) Molte battute nella traduzione si perdono4) Guardando tutto doppiato gli italiani parlano un inglese pessimo5) Io ho vissuto all'estero per diversi anni e quando sono tornato sono rimasto scioccato nel vedere nuovamente i film e telefilm doppiati. Notavo tantissimo le labbra fuori sincrono e l'audio mi sembrava finto, artificiale (intendo i rumori di scena che mancano). Anzi mi chiedo se noi italiani a furia di guardare roba doppiata di istinto ignoriamo di guardare le labbra degli attori.
          • soulista scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: anonimo
            Ti dico le prime cose che mi vengono in mente:
            1) La voce nella recitazione è importantissima,
            sovrapporne una in italiano è uno stupro.Io
            voglio sentire la voce originale dell'attore. Se
            io vado a vedere una mostra di quadri, voglio
            vedere i quadri del pittore. Non le copie fatte
            da un altro, anche se poi mi dicono: ma guarda
            che lui fa le copie migliori del
            mondo.concordo assolutamente. Ma un grande doppiatore non é solo una bella voce, ma una voce che si sincronizza e si identifica totalmente con il personaggio doppiato, questo rende i doppiatori italiani i migliori al mondo.Tonino Accolla (homer simpson, eddie murphy) e Luca Ward (keanu reeves, russel crowe) sono delle voci straordinariamente belle ma danno spesso troppo del loro al personaggio, rovinandolo o facendolo diventare più divertente di quanto non sia (tipo eddie murphy), mentre se penso a Giancarlo Giannini che doppia Al Pacino, Francesco Pannofino (george clooney), Luigi La Monica quando doppiava Pierce Brosnan... quelli sono straordinari.
            2) L'audio in presa diretta dà ben altre
            sensazioni. Anche uno stupido telefilm in presa
            diretta dà una percezione
            diversasono rarissimi i film in presa diretta, tanto rari che spesso viene indicato nei titoli di coda.
            3) Molte battute nella traduzione si perdononon molte... i doppi sensi esistono anche in italiano e anzi, spesso per capire una battuta americana bisogna essere piuttosto addentro alla cultura di quel paese.
            4) Guardando tutto doppiato gli italiani parlano
            un inglese
            pessimosempre meglio di come gli inglesi parlano in italiano!
            5) Io ho vissuto all'estero per diversi anni e
            quando sono tornato sono rimasto scioccato nel
            vedere nuovamente i film e telefilm doppiati.
            Notavo tantissimo le labbra fuori sincrono e
            l'audio mi sembrava finto, artificiale (intendo i
            rumori di scena che mancano). Anzi mi chiedo se
            noi italiani a furia di guardare roba doppiata di
            istinto ignoriamo di guardare le labbra degli
            attori.Non so che film guardi ma questo fenomeno succede in quelli molto vecchi. Oggi per il doppiaggio dei rumori e delle voci vengono registrate tracce separate, mentre una volta dovevano sopprimere la voce originale, perdendo gran parte dell'audio.Comunque.. de gustibus. Io sono un feticista della voce! :-D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 settembre 2008 20.03-----------------------------------------------------------
          • rotfl scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: soulista
            sono rarissimi i film in presa diretta, tanto
            rari che spesso viene indicato nei titoli di
            codaMa tu deliri.
          • rotfl scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: soulista

            2) L'audio in presa diretta dà ben altre

            sensazioni. Anche uno stupido telefilm in presa

            diretta dà una percezione

            diversa

            sono rarissimi i film in presa diretta, tanto
            rari che spesso viene indicato nei titoli di
            codaMa tu deliri. Guarda che al giorno d'oggi sono pressoche' TUTTI fatti in presa diretta, tanto che a volte (per errore) il microfono si intravede ai bordi dello schermo. Credi che i film siano quasi tutti ridoppiati in studio dagli attori? Ma per favore...
          • soulista scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: rotfl
            - Scritto da: soulista



            2) L'audio in presa diretta dà ben altre


            sensazioni. Anche uno stupido telefilm in
            presa


            diretta dà una percezione


            diversa



            sono rarissimi i film in presa diretta, tanto

            rari che spesso viene indicato nei titoli di

            coda

            Ma tu deliri. Guarda che al giorno d'oggi sono
            pressoche' TUTTI fatti in presa diretta, tanto
            che a volte (per errore) il microfono si
            intravede ai bordi dello schermo. Credi che i
            film siano quasi tutti ridoppiati in studio dagli
            attori? Ma per
            favore...forse ho esagerato nel dire rarissimi, ma la grande maggioranza dei film sono ridoppiati dagli stessi attori e da esperti rumoristi.addirittura esiste un premio per i fonici di presa diretta!http://it.wikipedia.org/wiki/David_di_Donatello_per_il_miglior_fonico_di_presa_diretta
          • vrooom scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            Forse c'e' qualche incomprensione. Molti film (forse quasi tutti) girati nei paesi anglosassoni (non so per quelli tedeschi o francesi) sono girati in presa diretta.Invece molti film italiani sono doppiati nel senso che l'audio e' aggiunto in seguito compreso i rumori. E' anche capitato che attori italiani recitassero tanto male (oppure avevano una voce sgradevole) da essere doppiati da altri attori!
          • mr_setter scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: soulista
            - Scritto da: anonimo

            Ti dico le prime cose che mi vengono in mente:

            1) La voce nella recitazione è importantissima,

            sovrapporne una in italiano è uno stupro.Io

            voglio sentire la voce originale dell'attore. Se

            io vado a vedere una mostra di quadri, voglio

            vedere i quadri del pittore. Non le copie fatte

            da un altro, anche se poi mi dicono: ma guarda

            che lui fa le copie migliori del

            mondo.

            concordo assolutamente. Ma un grande doppiatore
            non é solo una bella voce, ma una voce che si
            sincronizza e si identifica totalmente con il
            personaggio doppiato, questo rende i doppiatori
            italiani i migliori al
            mondo.
            Tonino Accolla (homer simpson, eddie murphy) e
            Luca Ward (keanu reeves, russel crowe) sono delle
            voci straordinariamente belle ma danno spesso
            troppo del loro al personaggio, rovinandolo o
            facendolo diventare più divertente di quanto non
            sia (tipo eddie murphy), mentre se penso a
            Giancarlo Giannini che doppia Al Pacino,
            Francesco Pannofino (george clooney), Luigi La
            Monica quando doppiava Pierce Brosnan... quelli
            sono
            straordinari.Concordo, infatti i geni di Mediaset hanno disintegrato la splendida voce originale di Hugh Laurie(House per quei pochissimi che non lo conoscono...) con quella di un doppiatore che per fortuna neanche so come si chiama, ma di cui ci dobbiamo sorbire la pessima vocalizzazione (doppia House spesso in tonalita' medio-alta quando l'originale e' quasi sempre medio-bassa sia per le caratteristiche peculiari della voce di Laurie sia per la modalita' di recitazione richiesta per la parte). L'ideale sarebbe stata una voce alla Luca Ward (che personalmente trovo straordinaria quando la usa in maniera non enfatica...LV&P O)
          • mr_setter scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            ....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 settembre 2008 08.47-----------------------------------------------------------
          • Er Puntaro scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: soulista
            Ma un grande doppiatore
            non é solo una bella voce, ma una voce che si
            sincronizza e si identifica totalmente con il
            personaggio doppiato, questo rende i doppiatori
            italiani i migliori al
            mondo.Quoto![yt]S_EHkRRpEkU[/yt]
          • rotfl scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: anonimo
            Ti dico le prime cose che mi vengono in mente:
            1) La voce nella recitazione è importantissima,
            sovrapporne una in italiano è uno stupro.Io
            voglio sentire la voce originale dell'attore. Se
            io vado a vedere una mostra di quadri, voglio
            vedere i quadri del pittore. Non le copie fatte
            da un altro, anche se poi mi dicono: ma guarda
            che lui fa le copie migliori del
            mondoQuoto, ma aggiungo che "gli italiani sono i doppiatori migliori del mondo" lo dicono SOLO IN ITALIA. Spesso anzi ho sentito un sacco di gente negli Stati Uniti ridere del doppiaggio fatto in Italia, per quanto faceva schifo.
            2) L'audio in presa diretta dà ben altre
            sensazioni. Anche uno stupido telefilm in presa
            diretta dà una percezione
            diversaQuoto. COMPLETAMENTE diversa. Spesso il suono e' ovattato, finto, palesemente fatto in un luogo diverso da quello delle scene originali.
            3) Molte battute nella traduzione si perdono
            4) Guardando tutto doppiato gli italiani parlano
            un inglese
            pessimo
            5) Io ho vissuto all'estero per diversi anni e
            quando sono tornato sono rimasto scioccato nel
            vedere nuovamente i film e telefilm doppiati.
            Notavo tantissimo le labbra fuori sincrono e
            l'audio mi sembrava finto, artificiale (intendo i
            rumori di scena che mancano). Anzi mi chiedo se
            noi italiani a furia di guardare roba doppiata di
            istinto ignoriamo di guardare le labbra degli
            attoriQuoto tutto.
          • anonimo scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: rotfl
            Quoto, ma aggiungo che "gli italiani sono i
            doppiatori migliori del mondo" lo dicono SOLO IN
            ITALIA. Spesso anzi ho sentito un sacco di gente
            negli Stati Uniti ridere del doppiaggio fatto in
            Italia, per quanto faceva
            schifo.per quanto riguarda i Simpson penso che abbiamo il miglior doppiaggio al mondo
          • 01234 scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            propongo un altro punto di vistase sentite le voci degli attori americani, sono impostate in maniera molto differente da quelli nostrani, più "realisti" meno recitati, al limite della sciatteria - ma ecco! lo dico da italianoè che l'actor's studio lavora in maniera differente e sforna professionisti cui viene insegnato che è meglio non calcare i toni, e che magari a volte si assomigliano tutti un po', però non steccano mai, e negli states la presa diretta è in realtà quasi l'unico modo di fare cinemada noi ci sono i grandi, e poi un sottobosco di cani che ululano (e infatti film italiani in presa diretta pochini...) e sono sciatti di loro, non per una precisa linea didattica (che infatti cerca semplicemente l'immediatezza); il fatto è che i grandi hanno fatto il pubblico, abituato ormai a una recitazione più "teatrale"ecco allora che i doppiatori seguono l'esempio...per questo agli americani in genere immagino possa dar fastidio il doppiaggio italico anche se woody allen una volta dichiarò che oreste lionello aveva una voce più adatta della sua a dare sonorità ai suoi personaggi...
        • 0verture scrive:
          Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
          I doppiatori italiani sono fantastici perchè spesso riescono a dare un tono, una partecipazione al film. Purtroppo se ne escono a volte con delle frasi che non stanno in cielo ed in terra ma lì la colpa è dei traduttori.Di sicuro ci sono serie americane con un doppiaggio a scelta tra lo scadente ed il piatto.Provate a seguire il telefilm Angel in inglese: David Boreanaz è letteralmente un cane quasi da rivalutare Taricone ! Doppiato in italiano guadagna non so quanti punti.
      • steve81 scrive:
        Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!


        e doppiatori, anche!!!
        Ok per i sottotitoli, ma il doppiaggio no. Magari
        si perdesse in Italia la cultura del doppiaggio,
        ne gioverebbe il
        paese.Magari ci sono persone a cui SERVE il doppiaggio invece dei sottotitoli.Ci hai mai pensato?Passi il doppio audio, ma l'obbligo a sentirlo in lingua originale no.
    • mirkojax scrive:
      Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
      Basta che doppino giusto.Mi ricordo nel film blues brother i doppiatori hanno tradotto Harp come arpa..."Tu e la Pinguina siete la nostra famiglia, ricordi quando ci cantavi le canzoni di Elmore James e suonavi l'arpa in cantina."ma che un blues man suona l'arpa???E perche' in ritorno la futuro nella versione usa, Martin is chiama Kelvin Clein e in Italia Levis... forse questo per fare una pubblicita' occulta piu' alla Levis.Per non parlare delle traduzioni dei titoli di film, in usa 1-2 parole massimo, in italia 2 righe di titolo.Vabbe'
      • Reckard scrive:
        Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
        - Scritto da: mirkojax
        Per non parlare delle traduzioni dei titoli di
        film, in usa 1-2 parole massimo, in italia 2
        righe di titolo.Lasciamo perdere...basta pensare a come hanno tradotto il bel film di Michel Gondry "Eternal Sunshine of the Spotless Mind".Un verso di A.Pope e' diventato in italiano: "Se mi lasci ti cancello".Ma di esempi ce ne sono tanti..."La Donna che Visse due Volte" che non solo e' tradotto a caxxo...ma svela pure il mistero del giallo!Ora sto aspettando di vedere all'opera i doppiatori di "Pushing Daisies" ma temo il peggio...
        • r1348 scrive:
          Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
          Spingendo margherite?!?
          • Reckard scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            Gia'...pare che ad ottobre esca anche in italia sul digitale terrestre.Telefilm cult! :-)http://abc.go.com/primetime/pushingdaisies/index?pn=index
        • nyko scrive:
          Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
          - Scritto da: Reckard
          - Scritto da: mirkojax


          Per non parlare delle traduzioni dei titoli di

          film, in usa 1-2 parole massimo, in italia 2

          righe di titolo.

          Lasciamo perdere...basta pensare a come hanno
          tradotto il bel film di Michel Gondry "Eternal
          Sunshine of the Spotless
          Mind".
          Un verso di A.Pope e' diventato in italiano: "Se
          mi lasci ti
          cancello".

          Ma di esempi ce ne sono tanti..."La Donna che
          Visse due Volte" che non solo e' tradotto a
          caxxo...ma svela pure il mistero del
          giallo!

          Ora sto aspettando di vedere all'opera i
          doppiatori di "Pushing Daisies" ma temo il
          peggio...primo : i traduttori fanno una cosa, i doppiatori un'altra.secondo : agli americani in generale non piace il doppiaggio,anche perchè ci sono poco abituati e digeriscono male le lingue altruiterzo : l'audio di un film è multitraccia quindi l'eventuale presa diretta non viene persa e se le ose vengono fatte per bene si sentono tutti i rumori di fondo diciamo che alcuni telefilm perdono di più, altri meno. csi perde qualcosina, dr house quasi niente.. si perde il "contorno" della recitazione, che viene rimpazziata in doppiaggio. capisco che lo stacco di tonalità tra l'inglese e l'italiano possa un tantino spiazzare (john wayne pare abbia abbandonato la visione di un suo film in italiano),a ma in molti casi i doppiatori ( molti dei quali sono anche attori) finiscono per dare una salvata a recitazioni davvero da flebo.comunque non credo che forzando la gente a leggere i sottotitoli l'inglese si diffonderebbe più velocementequanto alle traduzioniin alcuni film americani ci sono citazioni da brani musicali che gli italiani hanno sentito solo in inglese e che non riconoscerebbero, modi di dire non traducibili, riferimenti a situazioni troppo lunghe e difficili da spiegare in italiano. a quel punto o inventi di sana pianta o adatti, rischiando di rendere il dialogo ridicolo o senza senso.
          • Reckard scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: nyko
            - Scritto da: Reckard

            - Scritto da: mirkojax[cut]- Scritto da: nyko
            - Scritto da: Reckard

            - Scritto da: mirkojax[cut]Non nego che in passato ci siano stati ottimi doppiatori, ma al momento si assiste spesso a doppiaggi imbarazzanti.Sara' forse a causa del fatto che la quantita' di cose da dopppiare e' ormai molto alta, ma mi pare che ci sia stato un discreto calo di qualita'.O forse col tempo si diventa spettatori piu' esigenti.Cmq l'emozione che da' l'ascolto della voce originale negli attori/attrici di un certo livello, non la da' il doppiaggio.E gia' questo depone a favore dei sottotitoli.Inoltre sono anche convinto che se non ci fosse doppiaggio avremmo tutti un orecchio diverso per l'inglese.Impararlo sarebbe a tutti piu' facile.In Italia si esce dalle scuole avendolo studiato per otto anni e senza essere in grado di capirlo e di parlarlo.Basta viaggiare un po' per rendersene conto.Senza contare la spiacevole sensazione di riascoltare la stessa voce su un attore diverso.Riguardo le traduzioni dei titoli, possono essere difficili, ma non e' chiedere troppo di non stravolgere il senso del film solo per renderlo accattivante con un titolo da commedia divertente.Posso capire l'errore, ma ci vedo quasi sempre "il dolo" quando stravolgono un titolo.
        • guidoz scrive:
          Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!

          Ma di esempi ce ne sono tanti..."La Donna che
          Visse due Volte" che non solo e' tradotto a
          caxxo...ma svela pure il mistero del
          giallo!certo, come no.... comunque i titoli di due righe non per forza devono essere un male... quelli della wertmuller (che detiene il record per il ttolo più lungo del mondo) mi fanno impazzire =)
          • ENRICO scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            Kubrick sosteneva che a seguire i sottotitoli ci si perdeva nella visione delle immagini. Se concentro lo sguardo per decifrare quelle lettere al fondo dello schermo, non mi accorgo bene di tutto quello che accade sopra.
          • anonimo scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: ENRICO
            Kubrick sosteneva che a seguire i sottotitoli ci
            si perdeva nella visione delle immagini. Se
            concentro lo sguardo per decifrare quelle lettere
            al fondo dello schermo, non mi accorgo bene di
            tutto quello che accade
            sopra.Veramente era Godard.
          • ENRICO scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            sapevo che Kubrick seguiva personalmente il doppiaggio in tutte le lingue straniere, che poi Godard abbia il copyright della frase questo non lo so.. di certo entrambi erano attenti al contenuto visivo e preferivano che al limite si perdesse qualcosa di quel che si dovrebbe sentire
          • felixthecat scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: ENRICO
            sapevo che Kubrick seguiva personalmente il
            doppiaggio in tutte le lingue straniere, che poi
            Godard abbia il copyright della frase questo non
            lo so.. di certo entrambi erano attenti al
            contenuto visivo e preferivano che al limite si
            perdesse qualcosa di quel che si dovrebbe
            sentireIo l'ho sentita dire spesso a Godard, però magari lo diceva anche Kubrick anche se non ho mai letto niente a riguardo. Sì cmq sapevo che curava direttamente il doppiaggio e anche per i dettagli creava la versione per ogni paese, tipo la lettera di Shining dentro la macchina da scrivere.Cmq a me non sembra di perdere la visione delle immagini e ho visto un film koreano qualche giorno fa con i sottotitoli.A parte che se tu fai abituare la gente a vedere i film in inglese (che sono la maggiorparte dei film stranieri che vediamo) con i sottotitoli dopo un po' imparano la lingua e non guardano più i sottotitoli. Quando ci fu lo sciopero dei doppiatori le soap opera con i sottotitoli videro un aumento negli ascolti, quindi mi sa che alla fine eliminare il doppiaggio per il pubblico sarebbe una tragedia della durata di 5 minuti.Cmq a parte Godard e Kubrick, per ogni cosa ci sono vantaggi e svantaggi. Rimanere ancorati col doppiaggio porta più danni che benefici.
          • guidoz scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: ENRICO
            Kubrick sosteneva che a seguire i sottotitoli ci
            si perdeva nella visione delle immagini. Se
            concentro lo sguardo per decifrare quelle lettere
            al fondo dello schermo, non mi accorgo bene di
            tutto quello che accade
            sopra.che c'azzecca con quello che dicevo io? :DCmq Kubrick sceglieva personalmente i doppiatori per le altre lingua.. mi lì parliamo di arte, non di film.
          • Joliet Jake scrive:
            Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
            - Scritto da: ENRICO
            Kubrick sosteneva che a seguire i sottotitoli ci
            si perdeva nella visione delle immagini. Se
            concentro lo sguardo per decifrare quelle lettere
            al fondo dello schermo, non mi accorgo bene di
            tutto quello che accade
            sopra.Questa è la più grossa delle cavolate!Vivo all'estero e i film/telefilm li vedo solo sottitolati.Questo accade nella stragrande maggioranza dei paesi.E non mi sembra che NESSUNO MAI si sia lamentato del fatto che non si segue bene il film o si perde qualcosa. Dopo le prime volte ti viene automatico.Ecco anche perchè nel resto d'Europa si parlano le lingue straniere dagli 8 agli 80 anni e in Italia sono ancora al "pliis visit our cauntri!"Sono poi pienamente d'accordo sul fatto che se cambi la voce è come falsificare l'opera.Meno male che almeno oggi coi dvd e il digitale la possibilità di sentirsi un film come era nelle intenzioni dell'autore è possibile. Se avete figli, fatelo spesso! :)
        • Josafat scrive:
          Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
          Quanto hai ragione!Adoro quel film di Gondry, e mi rifiuto di pensare al titolo "italico"... ma cosa hanno nella testa questi "ri-titolatori"? Non ci azzecca niente con film tipo "se scappi ti sposo"...
    • Ice scrive:
      Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
      Oh ma avete mai sentito i doppiaggi negli altri stati? In America saranno anche più bravi ma.. ci credo! attori americani che parlano in americano in america! L'anno scorso sono stato in Spagna e molti dei film (americani) che ho visto doppiati in spagnolo facevano o ridere o piangere: in Italia saremo anche dei cani con le traduzioni (daccordissimo!) ma almeno sanno usare la voce coinvolgendo lo spettatore e caratterizzando il personaggio! (a parte in poche produzioni in tempi recenti dove a volte ti viene la nausea a sentire certi doppiatori).p.s.: vogliamo parlare dei film doppiati in russo o ucraino? Un testo letto ad alta voce sopra l'audio originale (rotfl) (consideratelo un OT - era per ridere)
      • Er Puntaro scrive:
        Re: SOTTOTITOLATORI!!! all'opera!!!
        - Scritto da: Ice
        p.s.: vogliamo parlare dei film doppiati in russo
        o ucraino? Un testo letto ad alta voce sopra
        l'audio originale (rotfl) (consideratelo un OT -
        era per
        ridere)Io ho visto un film erotico tradotto in ucraino. E' proprio come dici tu. :(Tra l'altro tradotto da una voce maschile che sembrava leggesse il telegiornale. :s
Chiudi i commenti