Compaq sostituisce gli alimentatori

Anche in Italia vengono ritirati alcuni lotti di alimentatori per portatili


Roma – Su un milione e quattrocentomila “pezzi” in circolazione cinque si sono surriscaldati creando un rischio, sebbene in nessun caso si siano verificati altri danni per cose o persone. Sono alcuni alimentatori prodotti da terze parti che Compaq ha commercializzato anche in Italia, anche attraverso alcuni dei propri notebook:
Armada: M300, M700, E500, 110, E500s, V300, 100s, 3500
Prosignia: 170, 190
Notebook 100

Gli alimentatori da sostituire possono essere identificati dal numero di serie situato sulla targhetta del prodotto immediatamente sotto il marchio “Compaq Computer Corporation”: PPP003SD; PPP003; PP2012 (solamente Armada 3500).
Restituendo l’alimentatore e i cavi a Compaq si ottiene il ricambio.
Altre info per i clienti italiani sono disponibili qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    SICC (Sistema Informativo Customer Care)
    Salve, sono un fortunato ex sistemista (fortunato perchè ex) del SICC - Sistema Informativo Customer Care del 119.Volevo tranquillizzarvi; i vostri dati stanno in una botte di ferro (come disse Attilio Regolo).Da noi il disservizio (come mi dissero il primo giorno) non è tollerato; certo, ci può essere qualche problema momentaneo quando il responsabile tecnico dell'area dati è in palla perchè ha appena sniffato la sua dose di Coca (non Cola...), ma tempo 6 ore è di nuovo in grado di connettere. L'integrità dei dati è assicurata, almeno tutte quelle volte che l'operatore al backup si ricorda di guardare nei log per vedere se le cassette sono bastate. L'innovazione tecnologica è la Punta di Diamante del Servizio; in mano a giovani ingegneri che hanno lo stesso cognome dei dirigenti e che si scambiano il know-how passeggiando nei corridoi o alla macchinetta del caffè, e ascoltando l'utenza (=le operatrici del call-center) persino oltre l'orario di lavoro ("'a bbona, me stai troppo a tirà, che ce vieni a cena co'mme alla fine del turno?").Tranquilli gente, TIM continua a servirvi con la qualità che la contraddistingue, nella tradizione della capofila Telecom Italia.A spese vostre.
  • Anonimo scrive:
    Tim, Omnitel, Wind Blu tutti uguali...
    Se pensate di risolvere i vostri problemi cambiando operatore sbagliate di grosso. Risolvete un problema e ve ne create altri. I customer care sono molto simili... un responsabile di sala che sa quasi tutto + un gruppetto di giovani (nella stragrande maggioranza dei casi interinali) che guadagnano poco e dopo un mese di "buon giorno!, benvenuto, grazie arrivederci, ecc... " diventano stressati e necessitano di un ricambio immediato. Da qui il fatto che gli operatori che rispondono sono sempre giovani e con scarse conoscenze, almeno a livello specifico. Questo vale per tutti i customer care, mettetevi l'anima in pace, non è solo un problema di TIM.
  • Anonimo scrive:
    Chi lavora nei Call Center?
    A mio avviso, parte delle responsabilità dei disservizi nei Call Center dipende dalla gestione stessa del servizio. In genere le assunzioni sono lasciate ad agenzie interinali, e i contratti -spesso capestro- non invogliano i ragazzi ad un servizio eccellente, mentre i controlli dei supervisori o chi per loro non sono l'unica soluzione possibile.IMHO...
  • Anonimo scrive:
    ... e il trattamento dei dati personali in TIM?
    Sono in possesso di una vecchia SIM prepagata rossa ormai da molti anni (premetto che è stata da subito intestata a mio nome e che l'ho presa con le mie mani presso un centro TIM).La scorsa estate smarrisco la SIM, scatta il blocco immediato e mi ripropongo di farmene rilasciare un'altra (mantenendo il num) al ritorno dalle vacanze. Mi reco presso un centro TIM dove scopo con grande stupore che la carta era intestata ad un'altra persona, non più a mio nome. Scatta una autocertificazione bla bla bla. Il punto è: dove sono finiti i miei dati? E come hanno fatto quelli di un'altra persona ad essere associati alla mia SIM? QUESTO LA DICE LUNGA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI IN TIM!!!
  • Anonimo scrive:
    Pure il customer care Omnitel ...
    Pure il customer Care Omnitel lascia molto a desiderare. Ho attivato un abbonamento qualche mese fa e ho espressamente chiesto che mi venisse inviato, insieme alla fattura, il dettaglio delle chiamate. All'arrivo della prima fattura ho chiamato il customer care perchè, ovviamente, mancava il dettaglio chiamate. Dopo numerosi minuti di attesa (visto che è caduta più volte la linea, o forse è meglio dire è stata fatta cadere più volte?) e qualche operatore incompetente, ho finalmente parlato con un gentilissimo operatore che mi ha detto che avrebbe attivato il servizio e che il dettaglio sarebbe arrivato nel giro di un paio di settimane. Passate le due settimane ho richiamato per avere notizie e mi è stato detto che il dettaglio non era stato ancora inviato. Alla fine ho dovuto fare da me, stampandomi il dettaglio dal sito Internet di Omnitel (che a dirla tutta non è fatto particolarmente bene).Ora, aspettando la prossima fattura, sto iniziando a vedere le proposte degli altri operatori.
  • Anonimo scrive:
    Ok Tim, e gli altri ?
    Io ho provato a farmi inviare dei preventivi per l'utilizzo di un gateway SMS e relativi costi da societa' concorrenti + Tim ma non c'e stata alcuna risposta precisa; solo chiacchere ..... forse gli fa schifo il nostro denaro ??!!
  • Anonimo scrive:
    x non parlare del call center UNI.TIM
    ...ho chiamato 4 volte, e tutte e quattro le volte mi hanno risposto cose diverse, tra cui: dapprima il costo dell'SMS di attivazione doveva essere gratuito, ed invece non lo era ..inoltre mi è stato detto che sicuramente era possibile controllare la posta (tramite POP3) con qualsiasi provider ..ed invece cio' non è possibile: richiamo e l'operatore mi dice: "si vede che allora non è possibile" (bella scoperta!! ..è mezz'ora che provo), alchè mi fa attendere in linea per una ventina di minuti per chiedere maggiori informazioni ai suoi superiori, dopodichè mi dice: "e no, si deve per forza essere connessi ad un pop tim" ...veramente una serie di INCOMPETENTI!Spero che venga reso al più presto disponibile la possibilità di cambiare gestore, mantenendo il proprio numero di telefono.
  • Anonimo scrive:
    TIM SE LA CONOSCI... LA EVITI!
    Anch'io sono un abbonato TIM da molto tempo.Purtroppo, il suo male e' la inesistente interfaccia con l'utente.Quando si hanno problemi o richieste di informazione, non c'e' un'interfaccia stabile, competente, responsabile e ripetitiva con cui dialogare.Ognuno degli operatori di call center (sempre diversi) nonostante gli sforzi per essere gentili (?) danno la loro interpretazione ai quesiti e in caso (frequenti) di incongruenze, non si sa quale sia il responsabile.... Tanto c'e sempre una bolletta e l'utente che deve pagare...Questo malcostume tuttavia e' quasi universale: la moda dei call-center senza interfaccia stabile con l'utenza e' purtroppo generalizzato da tutti i gestori...Quale servizio? Meditate gente....meditate!
Chiudi i commenti