Computer a caccia di ecologia

di Alberigo Massucci - Si moltiplicano le iniziative dei costruttori di computer per rendere più eco-friendly i loro prodotti. Uno sforzo che si trasforma in guadagni di immagine. Ma a cambiare dev'essere anche l'utente


Roma – Iniziò Hewlett-Packard qualche anno fa ad offrire ai propri clienti la possibilità di dar dentro la “macchina vecchia” con l’acquisto di quella nuova. Una soluzione semplice che consente al produttore di avviare lo smaltimento di un vecchio computer ormai inservibile nel migliore dei modi, con il recupero dei materiali utilizzabili e la distruzione degli altri nei modi opportuni.

Ma HP non era sola e nel tempo a molte e diversificate iniziative di smaltimento si sono aggiunti un po’ tutti i colossi del settore. Tra questi anche IBM , tra i più attivi nel tirar fuori nuove soluzioni “eco-friendly”. Già, perché l’immagine aziendale è legata anche alla sensibilità sui temi ambientali. Ci sono anche vere e proprie certificazioni, come quella di TCO Development , che si occupano non solo di verificare come un computer, per esempio, viene costruito (dai materiali utilizzati al grado di smaltimento “ecologico” possibile) ma anche dell’inquinamento che producono nel funzionare (elettrosmog, consumo energetico e via dicendo). Una certificazione selettiva che nel mondo dei notebook proprio in questi giorni per la prima volta è stata affidata ad un produttore, ASUS (ASUSTek Computer), insignito della prestigiosa TCO’99. Non c’è dubbio che ora gli correranno dietro altri vendor che vorranno dimostrarsi sensibili alle tematiche ambientali.

Sono temi così importanti da iniziare a trovare qualche risposta anche nelle normative comunitarie europee, sebbene si sia ben lontani dal rendere accettabile l’impatto ambientale dello smaltimento degli apparati tecnologici (cellulari, computer e monitor in primis). C’è anche da considerare in tutto questo gli enormi danni provocati da una dissennata politica di smaltimento che per decenni ha spesso trasferito sui paesi meno sviluppati i costi ambientali della distruzione dei materiali, moltiplicati nella maggiorparte dei casi dall’assenza in quei luoghi delle tecnologie necessarie a ridurre l’impatto ambientale dello smaltimento stesso.

In questo quadro l’utente non può stare a guardare. Per rimanere in Italia, basta farsi un giro in qualsiasi grande città per notare un certo numero di vecchi televisori, computer, monitor e altri rifiuti tecnologici inquinanti abbandonati presso cassonetti e altri luoghi di raccolta. In molti riciclano la carta e i contenitori di vetro ma sono moltissimi coloro che non sanno come liberarsi correttamente di un proprio computer e fanno sì che questo finisca in una discarica, ove è destinato a rilasciare componenti, come il piombo, che inevitabilmente si traducono in maggiore inquinamento.

Il discorso è lungo e purtroppo interessa poco persino gli heavy user della tecnologia, quelli che acquistano dispositivi hi-tech di ogni genere, ma l’unico modo per innestare un ciclo virtuoso dello smaltimento dei rifiuti dell’alta tecnologia è una strategia di consumo che dovrebbe riguardare tutti coloro che acquistano questi dispositivi, affinché vengano privilegiati quelli che vengono prodotti con un occhio allo smaltimento e al riciclaggio. Per una volta, dunque, viva le certificazioni.

Alberigo Massucci

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nic scrive:
    Dubbio...
    "La novità rispetto al passato è che ora saranno gli accusati di traffico o produzione di immagini a dover eventualmente dimostrare in tribunale che le fotografie prodotte dall'accusa sono in realtà generate al computer."Facciamo finta che non si parli di pedofilia per un secondo e generalizziamo il problema:si tratta forse di "colpevolezza fino a prova contraria"??E il principio secondo cui, trovandosi nella critica situazione di dover decidere, è meglio un colpevole in libertà che un innocente in prigione ??Spero di aver capito male perchè altrimenti qui si torna alla gogna, al rogo delle streghe, ecc... ecc...
  • Anonimo scrive:
    Complimenti, perfettamente ragione
    Complimenti, hai perfettamente ragione.E oggi questo famoso libro me lo leggo, sono anni che lo vedo girare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Immagini "illegali"?
    Sai, un filmato che riprende lo stupro di una donna può facilmente essere una semplice recitazione (al cinema si vede di tutto) mentre lo stupro di un bambino non può essere simulazione.Mi sembra che una certa differenza ci sia. Il materiale pedopornografico è più paragonabile a uno snuff (anzi, *è* uno snuff)
    • Anonimo scrive:
      Re: Immagini "illegali"?
      - Scritto da: Anonimo
      Sai, un filmato che riprende lo stupro di
      una donna può facilmente essere una semplice
      recitazione (al cinema si vede di tutto)
      mentre lo stupro di un bambino non può
      essere simulazione.
      Mi sembra che una certa differenza ci sia.
      Il materiale pedopornografico è più
      paragonabile a uno snuff (anzi, *è* uno
      snuff)Su http://www.ogrish.com/ ci sono alcuni filmati interessanti: * un giovane soldato russo _vivo_ e _coscente_ a cui viene lentamente tagliata la testa con un coltello da cucina (opera di guerriglieri ceceni); * un prigioniero con le braccia legate a due jeep, che partono in direzioni opposte strappandogli gli arti._Non_ si tratta di recitazioni o simulazioni. Allora, perche` nonindire una crociata contro omicidio e tortura via Internet?
      • Anonimo scrive:
        Re: Immagini "illegali"?
        Io ci starei anche, ma la questione è mal posta:se è vero che i pedofili "nutrono" la loro perversione anche attraverso la pedopornografia (alimentando il mercato dello sfruttamento con tutto quel che consegue) e quindi trovano nella rete un ottimo canale per procurarsene agevolmente, non è vero che lo stesso discorso valga per i guerriglieri ceceni! (o chi per essi)Non fanno quelle porcherie per vendere il video. Che senz'altro è un ulterirore forma di finanziamento che non disdegnano, ma le loro porcate le farebbero lo stesso. Molta pornografia invece (e mi riferisco a quella pedo) viene prodotta solo in funzione del mercato, magari non da pedofili ma da fottutissimi bastardi che dai pedofili si fan pagare e profumatamente. Restringere le possibilità del mercato restringerebbe drasticamente la produzione e quindi lo sfruttamento dei bambini.Purtroppo ci sono dietro interessi economici troppo grandi e i tentativi di intraprendere azioni incisive di contrasto vengono ben presto soffocati.
  • Anonimo scrive:
    aaa vendesi motorino "si" in buono stato
    lefonare ore pasti
  • avvelenato scrive:
    i pedofili diventeranno tutti fumettari?
    hihihihihsinceramente, per quanto schifida la prospettiva possa essere, per lo meno i bambini non ne vengono danneggiati.... magari è la soluzione definitiva!avvelenato contro lo sfruttamento dei minori in qualsiasi ambito.
    • Anonimo scrive:
      Re: i pedofili diventeranno tutti fumettari?
      - Scritto da: avvelenato
      hihihihih
      sinceramente, per quanto schifida la
      prospettiva possa essere, per lo meno i
      bambini non ne vengono danneggiati....
      magari è la soluzione definitiva! Magari e' la strada x un nuovo business...
      avvelenato contro lo sfruttamento dei minori
      in qualsiasi ambito.
    • Anonimo scrive:
      Re: i pedofili diventeranno tutti fumettari?
      Ma non ti rendi conto del pericolo?Leggittimare la pedofilia, in qualunque forma, non fa che incoraggiarne la diffusione, il tutto a scapito dei bambini!Che forse non saranno danneggiati oggi da un fumetto, ma domani da un deviato che ha cominciato leggendo il fumetto!Donquihttp://pedofilia.splinder.it
      • Anonimo scrive:
        Re: i pedofili diventeranno tutti fumett
        Ancora con questa storia... se uno è talmente malato da cominciare a fare certe cose nella realtà, non è certo colpa di un fumetto! Tutti i giorni si vedono omicidi in televisione, ma non per questo siamo tutti assassini. Succede anche nei cartoni animati. E che dire di quelli che lo fanno in nome del proprio dio, chiudiamo tutti i luoghi di culto???Anch'io ho giocato a Carmageddon, ma non ho mai investito nessuno; conosco seminaristi che giocano a Quake; mi piacevano i fumetti di Zio Paperone ma non ho preso a cannonate chi attentava al mio denaro; non ho nessuna intenzione di radere al suolo una città, anche se a volte lo faccio in Simcity (dopo aver salvato, naturalmente); e potrei andare avanti per ore.Lascia che ognuno si diverta con i fumetti che vuole. Se poi cerca di convincerti che quei fumetti sono giusti, fagli un favore e mandalo da uno psicologo.
      • avvelenato scrive:
        Re: i pedofili diventeranno tutti fumett
        - Scritto da: Anonimo
        Ma non ti rendi conto del pericolo?
        Leggittimare la pedofilia, in qualunque
        forma, non fa che incoraggiarne la
        diffusione, il tutto a scapito dei bambini!
        Che forse non saranno danneggiati oggi da un
        fumetto, ma domani da un deviato che ha
        cominciato leggendo il fumetto!
        Donqui
        http://pedofilia.splinder.itla mia voleva essere una provocazione, ma anche un illimunare sul pericolo di criminalizzare le intenzionialtrimenti possiamo condannare a morte ogniqualvolta qualcuno ci augura di essere uccisi?come diceva qualcuno in questo forum, i pedofili hanno una perversione che li spinge a compiere reati. Ma è il reato il vero crimine, non la perversione: cazzo!avvelenato contro la pedofilia e contro i bigotti
  • Anonimo scrive:
    chi ci protegge dagli USA?
    L'america è il regno dei paradossi lo sappiamo tutti. Il popolo con più benessere nel mondo coincide col popolo più obeso del mondo, l'uomo più potente del mondo è anche l'uomo più idiota del mondo, la pedofilia va bene basta che sia virtuale così la walt disney potrà il prossimo natale sfornare il primo cartoon con il lupo che si incapretta cappuccetto rosso tanto sono immagini fatte al computer e poco importa se sono indistinguibili da un video vero. Meditate gente sulle azioni di un popolo che non sa governare se stesso. Siamo anche noi vittime di un governo che non ha la forza di imporsi e appoggiarsi all'europa invece che fare da servo agli usa ma ognuno può a suo modo farsi sentire e impedire che gli interessi egoistici di una nazione vengano preposti al bene mondiale e di uno stato sovrano che non ha ancora fatto nulla. Poi non piangano l'11 settembre...chi semina vento raccoglie tempesta.
    • Anonimo scrive:
      Re: chi ci protegge dagli USA?
      - Scritto da: Anonimo
      L'america è il regno dei paradossi lo
      sappiamo tutti. Il popolo con più benessere
      nel mondo coincide col popolo più obeso del
      mondo, l'uomo più potente del mondo è anche
      l'uomo più idiota del mondo, la pedofilia va
      bene basta che sia virtuale così la walt
      disney potrà il prossimo natale sfornare il
      primo cartoon con il lupo che si incapretta
      cappuccetto rosso tanto sono immagini fatte
      al computer e poco importa se sono
      indistinguibili da un video vero. Meditate
      gente sulle azioni di un popolo che non sa
      governare se stesso. Siamo anche noi vittime
      di un governo che non ha la forza di imporsi
      e appoggiarsi all'europa invece che fare da
      servo agli usa all'europa?o forse volevi dire alla francia e alla germania, visto che sono le uniche con una tale posizione?eppure sono solo 2 contro 8...
      ma ognuno può a suo modo
      farsi sentire e impedire che gli interessi
      egoistici di una nazione vengano preposti al
      bene mondiale e di uno stato sovrano che non
      ha ancora fatto nulla. Poi non piangano l'11
      settembre...chi semina vento raccoglie
      tempesta.ma sparisci!
      • avvelenato scrive:
        ot: sottilizziamo

        scritto da anonimo:[cut]

        e appoggiarsi all'europa invece che fare
        da

        servo agli usa

        all'europa?
        o forse volevi dire alla francia e alla
        germania, visto che sono le uniche con una
        tale posizione?
        eppure sono solo 2 contro 8...in verità d'accordo sono l'inghilterra, la spagna, e la bulgaria.altri stati non si sono pronunziati ancora.avvelenato che con questi dubbi e perplessità, dubita non poco della legittimità della guerra come ultimo mezzo.(ps: non rispondete al thread, se proprio volete apritene uno fuori nel tema libero)
        • Anonimo scrive:
          Re: ot: sottilizziamo
          - Scritto da: avvelenato

          scritto da anonimo:
          [cut]


          e appoggiarsi all'europa invece che
          fare

          da


          servo agli usa



          all'europa?

          o forse volevi dire alla francia e alla

          germania, visto che sono le uniche con una

          tale posizione?

          eppure sono solo 2 contro 8...

          in verità d'accordo sono l'inghilterra, la
          spagna, e la bulgaria.

          altri stati non si sono pronunziati ancora.

          avvelenato che con questi dubbi e
          perplessità, dubita non poco della
          legittimità della guerra come ultimo mezzo.

          (ps: non rispondete al thread, se proprio
          volete apritene uno fuori nel tema libero)sempre 5 sono, e non è tutta l'europa.
          • Anonimo scrive:
            Re: ot: sottilizziamo
            - Scritto da: Anonimo
            sempre 5 sono, e non è tutta l'europa.Qui non si tratta di numero: meglio dieci servitori stolti, o un bambino che cerca di crecere?Quale Europa vogliamo? E' una domanda che riguarda tutti.Dobbiamo contare anche i voti dei paesi dell'est, morti di fame che per qualche briciola sono disposti a leccare il buco del culo agli USa?(per inciso, Berlusconi lo fa gratis!
          • Anonimo scrive:
            Re: ot: sottilizziamo
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            sempre 5 sono, e non è tutta l'europa.

            Qui non si tratta di numero: meglio dieci
            servitori stolti, o un bambino che cerca di
            crecere?Ma servitori di chi?
            Quale Europa vogliamo? E' una domanda che
            riguarda tutti.Spiacente, ma non quella che vuoi tu.
            Dobbiamo contare anche i voti dei paesi
            dell'est, morti di fame che per qualche
            briciola sono disposti a leccare il buco del
            culo agli USa?
            (per inciso, Berlusconi lo fa gratis!Meglio che leccare il culo a Saddam come stai facendo tu!
          • Anonimo scrive:
            Re: ot: sottilizziamo
            - Scritto da: Anonimo
            Meglio che leccare il culo a Saddam come
            stai facendo tu! Complimenti per la dialettica. Io almeno uno sforzo l'ho fatto, tu...O con me o contro di me, vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: chi ci protegge dagli USA?
      Senza scendere nel merito dei contenuti "politici" del tuo messaggio (che non mi interessano e che sono OT) concordo sul fatto che in tema di lotta alla pedofilia gli USA stiano andando alla deriva.Ricordiamoci che ora viene "sdoganato" il concetto di pedofilia (le immagini saranno anche virtuali, quindi senza abuso diretto di minori, ma il concetto è quello e finisce con l'alimentare lo stesso mercato, oltre a incoraggiare la diffusione dell'idea stessa), ma nei progrediti Stati Uniti lo sfruttamento pornografico di bambini è già da anni tutelato dalla legge!Non ci credete?In base ad una distorta idea di libertà d'espressione, sono considerate "artistiche" (e quindi difese!) foto di bambini, di qualunque età, ripresi nudi e in posa, puchè non coinvolti in atti sessuali espliciti (almeno quello!!)Se questa non è contraddizione...Donquihttp://pedofilia.splinder.it
    • vegeta scrive:
      Re: chi ci protegge dagli USA?
      - Scritto da: Anonimo
      L'america è il regno dei paradossi lo
      sappiamo tutti. Il popolo con più benessere
      nel mondo coincide col popolo più obeso del
      mondo, l'uomo più potente del mondo è anche
      l'uomo più idiota del mondo, la pedofilia va
      bene basta che sia virtuale così la walt
      disney potrà il prossimo natale sfornare il
      primo cartoon con il lupo che si incapretta
      cappuccetto rosso tanto sono immagini fatte
      al computer e poco importa se sono
      indistinguibili da un video vero. Meditate
      gente sulle azioni di un popolo che non sa
      governare se stesso. Siamo anche noi vittime
      di un governo che non ha la forza di imporsi
      e appoggiarsi all'europa invece che fare da
      servo agli usa ma ognuno può a suo modo
      farsi sentire e impedire che gli interessi
      egoistici di una nazione vengano preposti al
      bene mondiale e di uno stato sovrano che non
      ha ancora fatto nulla. Poi non piangano l'11
      settembre...chi semina vento raccoglie
      tempesta.guarda non vale nemmeno la pena di darti una risposta seria in particolare,per l'ultina frase
      • Anonimo scrive:
        Re: chi ci protegge dagli USA?
        Forse non vi rendete conto della gravità delle cose che stanno accadendo. L'america che fino ad ora era forte solo sulla carta e ostentando il suo arsenale si faceva paladina del bene mondiale (ma chi ha mai chiesto nulla?) si è trovata all'improvviso colpita. Dopo il fallimento della campagna in afghanistan che costa miliardi anche a noi ha perso ulteriormente la faccia ed ora deve per forza dimostrare la sua forza (ma dove?) contro un popolo inerme e oramai inoffensivo visto che sotto embargo da più di 10 anni. Ricordiamo il fallimento del vietnam..ricordiamo che le truppe di bin laden sono state supportate un tempo dagli usa perchè in lotta contro l'urss..ricordiamo che quando in africa morivano milioni di persone gli usa non hanno fatto niente perchè sotto i piedi di quegli innocenti non c'era petrolio. ricordiamo che il mondo e l'africa è pieno di stati a regime dittatoriale a cui l'america vende armi..ricordiamo che bush fa questa guerra solo per sollevare l'economia americana..ricordiamo che bush è venuto meno agli accordi di kioto che prevedevano la riduzione delle sostanze inquinanti nel mondo perchè gli adeguamenti necessari avrebbero influito sulla traballante economia americana...ricordiamo che da soli gli usa inquinano come due continenti interi. Allo stato attuale delle cose in europa solo blair e berlusconi e azsnar leccano il culo a bush. riguardo l'11 settembre io non ho pianto, come gli americani non hanno mai pianto i milioni di morti (anche italiani) che hanno fatto dal 1945 ad oggi. Per crescere ci vogliono le palle per dire no. No ad una guerra di interessi, no ad una politica mondiale degli usa che ora si sente anche al di sopra dell'onu se non addiritttura sopra a dio. Come fate a stare comodi comodi a casa quando il vostro presidente berlusconi ha detto che in tutto il mondo solo 10 milioni di persone hanno manifestato contro la guerra?..dico non vi sentite come minimo presi per il culo?
        • Anonimo scrive:
          Re: chi ci protegge dagli USA?

          dico non vi sentite come minimo
          presi per il culo?noi proprio no, tu di sicuro, ma non dagli usa, anche se non riesci a capirlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi ci protegge dagli USA?

            noi proprio no, tu di sicuro, ma non dagli usa, anche se non
            riesci a capirlo.massa di pecoroni...ognuno ha il presidente del consiglio che si merita.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi ci protegge dagli USA?
            - Scritto da: Anonimo

            noi proprio no, tu di sicuro, ma non dagli
            usa, anche se non
            riesci a capirlo.

            massa di pecoroni...ognuno ha il presidente
            del consiglio che si merita.AH! AH! AH! AH! AH! AH! Che pirla! Ti meriteresti un viaggio premio nelle prigioni irachene così magari capiresti qualcosa nella tua vita vuota!
          • Anonimo scrive:
            Re: chi ci protegge dagli USA?

            AH! AH! AH! AH! AH! AH!
            Che pirla!
            Ti meriteresti un viaggio premio nelle prigioni irachene così
            magari capiresti qualcosa nella tua vita vuota! perchè tu ci sei stato?ti risulta che ci siano americani?le prigioni turche dicono siano peggio... bombardiamo la turchia?in cina c'è la pena di morte per ideologie politiche diverse.. bombardiamo la cina?la corea del nord ha la bomba atomica..gliela buttiamo una noi prima che lo facciano loro? il giappone è + avanti di noi tecnologicamente lo invadiamo?Non preoccuparti al mondo c'è bisogno anche di persone come te che chinano la testa e leccano culi. Se migliori un po' ti fanno dirigere il TG4.comunque per me è finita qui..riflettete e se ci riuscite guardate i telegiornali pensando anche che quella che vedete non sia tutta la verità ma come minimo solo una parte.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi ci protegge dagli USA?
            - Scritto da: Anonimo

            AH! AH! AH! AH! AH! AH!

            Che pirla!

            Ti meriteresti un viaggio premio nelle
            prigioni irachene così
            magari capiresti
            qualcosa nella tua vita vuota!

            perchè tu ci sei stato?non sarei qui, ti sembra?
            ti risulta che ci siano americani?A te?
            le prigioni turche dicono siano peggio...Dicono? Vedo che parli solo per sentito dire!
            bombardiamo la turchia?
            in cina c'è la pena di morte per ideologie
            politiche diverse.. bombardiamo la cina?
            la corea del nord ha la bomba
            atomica..gliela buttiamo una noi prima che
            lo facciano loro?
            il giappone è + avanti di noi
            tecnologicamente lo invadiamo?Vedo che hai proprio capito tutto sulla questione!Complimenti!
            Non preoccuparti al mondo c'è bisogno anche
            di persone come te che chinano la testa e
            leccano culi. Se migliori un po' ti fanno
            dirigere il TG4.WOW! Un altro luogo comune!Ma parlare usando il cervello e non per luoghi comuni o frasi fatte sei capace?No, ti manca la materia prima!Per te chiunque non lecca il culo a Saddam come fai te guarda il TG4 ed è un servo USA. Semplicemente patetico.
            comunque per me è finita qui..riflettete egrazie al cielo!torna ad occupare dei binari!
            se ci riuscite guardate i telegiornali
            pensando anche che quella che vedete non sia
            tutta la verità ma come minimo solo una
            parte.e ti sei svegliato solo ora?ma su tutte le guerre che ci sono, come mai la gentaglia come te si è svegliata solo per questa?Chissà...
          • Anonimo scrive:
            Re: chi ci protegge dagli USA?

            noi proprio no, tu di sicuro, ma non dagli
            usa, anche se non riesci a capirlo.Il tuo caro Berlusca ci sta ficcando un vicolo senza uscita; andare dietro, come pecoroni, alla politica internazionale imposta da un demente come Bush, burattino del complesso militare-industriale e petrolifero, porterà solo dei guai.Un presidente USA che si muove al servzio degli interessi economici industriali non è una novità, visto che hanno scatenato guerre per gli stessi sporchi motivi nei decenni precedenti. E' lo scenario caro mio che è cambiato. I paesi arabi non sono più i bedù del film "Lawrence d'Arabia" e ne hanno un po' le palle piene di noi occidentali e dei nostri atteggiamenti da colonialisti. Pensi che l'11 settembre resterà un fatto isolato? Sei convinto di poter contribuire ad affamare popoli, sfruttarne le risorse, bombardarli e via dicendo senza vedere una benchè minima reazione?
          • Anonimo scrive:
            Re: chi ci protegge dagli USA?
            - Scritto da: Anonimo

            noi proprio no, tu di sicuro, ma non dagli

            usa, anche se non riesci a capirlo.

            Il tuo caro Berlusca ci sta ficcando un
            vicolo senza uscita; andare dietro, come
            pecoroni, alla politica internazionale
            imposta da un demente come Bush, burattino
            del complesso militare-industriale e
            petrolifero, porterà solo dei guai.
            Un presidente USA che si muove al servzio
            degli interessi economici industriali non è
            una novità, visto che hanno scatenato guerre
            per gli stessi sporchi motivi nei decenni
            precedenti. E' lo scenario caro mio che è
            cambiato. I paesi arabi non sono più i bedù
            del film "Lawrence d'Arabia" e ne hanno un
            po' le palle piene di noi occidentali e dei
            nostri atteggiamenti da colonialisti. Pensi
            che l'11 settembre resterà un fatto isolato?
            Sei convinto di poter contribuire ad
            affamare popoli, sfruttarne le risorse,
            bombardarli e via dicendo senza vedere una
            benchè minima reazione?A leggere commenti allucinanti come i tuoi, alle volte mi chiedo se non fosse stato meglio se ci avesse invaso stalin o se fossimo restati sotto il fascismo.Gente come te non merita di vivere in uno stato democratico.Non ne sei minimamente degno.L'unico atteggiamente colonialista è di quell'ideologia che ha colonizzato il tuo unico neurone.
          • Bruco scrive:
            Re: chi ci protegge dagli USA?
            - Scritto da: Anonimo
            A leggere commenti allucinanti come i tuoi,
            alle volte mi chiedo se non fosse stato
            meglio se ci avesse invaso stalin o se
            fossimo restati sotto il fascismo.
            Gente come te non merita di vivere in uno
            stato democratico.
            Non ne sei minimamente degno.

            L'unico atteggiamente colonialista è di
            quell'ideologia che ha colonizzato il tuo
            unico neurone.ARGOMENTA le tue opinioni, per favore, invece di esprimere solamente dei giudizi.Grazie per il tuo contributo alla discussione.
          • Anonimo scrive:
            Re: chi ci protegge dagli USA?
            se per questo comuqnue ci hanno pure salvato dal nostrano Hitler, sputare sempre solo sugli Americani non è giusto, aggiungo che poi i paesi arabi ne hanno el aplle piene di noi?e noi non possimaoa verne le palle pelle piene di loro che fanno fare la fame alle loro gente che poi scappa da noi e una volta uiq pretende di fare qui quello che faceva a casa loro anche se in contrasto con le nostre leggi e le nostre abitudini e vedi se tu puoi fare los tesso da loro. l'america non è il massimo la francia non è da meno che non vuole la guerra all'irak perchè è uan sua azienda nazionale che sfrutta il petrolio di saddam e in egitto arrestanoa ncora i gay che fanno una festa perchè essere gay è vietato secondo al loro legge l'unica condanna è la morte. se vogliamo dire che gli arabi sono bravi e l'america cattiva alMENO CERCHIMAO DI CAPIRE BENE LE LIBERTA INDIVIDUALI IN OGNI PAESE E GIUDICHIAMO SU QUELLE
          • Bruco scrive:
            Re: chi ci protegge dagli USA?
            - Scritto da: Anonimo
            cattiva alMENO CERCHIMAO DI CAPIRE BENE LE
            LIBERTA INDIVIDUALI IN OGNI PAESE E
            GIUDICHIAMO SU QUELLEMubarak è un fedele alleato degli USA. Quasi tutte le dittature degli stati arabi vengono sostenute economicamente e militarmente dagli USA.Saddam ha avuto il solo torto (per gli USA, ovviamente) di non ubbidire al 100% (dopo avere invaso il Kuwait perché gli USA gli avevano fatto credere che poteva farlo - CI SONO I DOCUMENTI SCRITTI) altrimenti avrebbe continuato a sterminare qualche etnia con la benedizione degli USA.Cerchiamo di capire bene le libertà individuali in ogni paese (e non solo in Iraq) e chi contribuisce in tanti modi (con accordi economici, contratti militari - TUTTE COSE DOCUMENTATE) a questa situazione e giudichiamo su questo.
Chiudi i commenti