Comune e scuola per il free software

Succede ad Empoli


Empoli – E’ stato firmato un protocollo d’intesa tra il Comune di Empoli e le scuole medie superiori dello stesso comune al fine di introdurre il software libero nella didattica.

Il protocollo, pubblicato qui , prevede che le scuole superiori firmatarie inizino ad utilizzare il software libero al loro interno e a conoscere Linux e i programmi d’insegnamento basati su tali software, impegnandosi altresì a diffonderne l’uso e la conoscenza presso i propri studenti a partire dalla primavera del 2004.

“Dopo aver testato il funzionamento di Linux e di altri programmi di Software Libero, – si legge nel documento – le scuole si impegnano inoltre a promuovere, dall’autunno 2004, precisi piani didattici che prevedano l’utilizzo di opportuni programmi Liberi per il raggiungimento dei normali obiettivi scolastici”.

Da parte sua il Comune di Empoli “si impegna a promuovere il coinvolgimento delle aziende del Circondario nell’uso dei programmi Liberi (presto studiati e conosciuti dagli allievi delle scuole) in modo da dare alle aziende una possibilità di sviluppo e di innovazione a costi contenuti e agli allievi maggiori opportunità di lavoro qualificato ed efficace”.

“Mi sembra il primo caso in Italia di questo tipo e a mio avviso è molto interessante”, ha commentato a Punto Informatico Antonio Bernardi, curatore del sito Linuxdidattica.org. “Le istituzioni stanno cominciando a muoversi dal basso verso il software libero”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti