Con Bush nasce la piovra mangiadati

Con Bush nasce la piovra mangiadati

Il presidente americano parla del Terrorist Threat Integration Center, conseguente al mega-progetto Total Information Awareness. Un centro di gestione di tutti i dati raccolti da enti pubblici e organizzazioni private
Il presidente americano parla del Terrorist Threat Integration Center, conseguente al mega-progetto Total Information Awareness. Un centro di gestione di tutti i dati raccolti da enti pubblici e organizzazioni private


Washington (USA) – Tra un applauso e l’altro al Congresso durante il discorso sullo stato dell’Unione, il presidente americano George W. Bush ha annunciato la creazione del “Terrorist Threat Integration Center” (TTIC), un centro di controllo e gestione che dovrà mettere insieme tutti i dati raccolti dalle agenzie governative all’interno degli Stati Uniti e le informazioni provenienti dal lavoro dell’intelligence all’estero.

“Il nostro governo – ha affermato Bush – deve poter disporre di tutta l’informazione utile possibile e noi la useremo per assicurarci che le persone necessarie siano al loro posto per proteggere tutti i nostri concittadini”.

Va detto che su cosa sia effettivamente il TTIC e quali siano i limiti delle sue operazioni la Casa Bianca si è ben guardata dal dilungarsi. Ovvio però che a molti tutto ciò sembri figlio del progetto Total Information Awareness , che intende mettere in relazione tutti i dati raccolti dagli enti pubblici e dalle organizzazioni private, dati di qualsiasi genere sugli americani (e non solo) che potranno essere così incrociati, raffrontati e utilizzati almeno ufficialmente contro il terrorismo.

Parlando del TTIC, David Sobel, segretario dell’ Electronic Privacy Information Center , organizzazione che si batte da anni per la tutela dei dati dei cittadini, ha attaccato: “Siamo potenzialmente di fronte ad un enorme archivio di dati sui cittadini americani. Nulla di quanto è stato reso pubblico indica qualsiasi limite alla raccolta dati”.

Pur senza entrare nei dettagli, qualcosa ha dichiarato anche il procuratore generale John Ashcroft, secondo cui TTIC consentirà di “ottimizzare le nostre capacità di analizzare le informazioni, disegnare un quadro complessivo della minaccia terroristica e sviluppare i piani preventivi necessari”.

Per il momento, l’amministrazione Bush ha preferito non esprimere ulteriori commenti sulla questione, sebbene secondo alcuni giornali americani fonti attendibili abbiano dichiarato che si tratta “di un tentativo del presidente di mettere insieme gli elementi delle diverse agenzie coinvolte nella lotta al terrorismo”.

Secondo Jim Dempsey del Center for Democracy and Technology , tutto questo rappresenta “la centralizzazione del controllo sulla raccolta e l’accesso ai dati in una misura che non si è mai vista prima”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

30 01 2003
Link copiato negli appunti