Con Jangl telefoni a chi non ti ha dato il numero

Per trasformarsi in piattola digitale è sufficiente utilizzare il nuovo servizio VoIP di Jangl: assegna un numero ad ogni mail, per perseguitare meglio gli sconosciuti

Roma – Jangl , l’intrusiva piattaforma di “telefonia” online, ha implementato un nuovo servizio che farà la felicità dei ficcanaso. Balzato agli “onori della cronaca” online, Jangl è riuscito in poco tempo a distinguersi fra i servizi di comunicazione alternativi, e questo perché anche se non si dispone del numero telefonico ma solo della mail di una persona è comunque possibile affidarsi a Jangl.com per “telefonare” all’utente, poco importa se ciò sia gradito al destinatario di tante attenzioni.

Ad ogni indirizzo mail digitato sulla piattaforma si ottiene un numero univoco che permette di effettuare e ricevere chiamate tramite la soluzione Jangl VoIP. La novità dell’ultima ora è che d’ora in poi l’eventuale ricevente potrà essere infastidito con una mail contenente un link al messaggio vocale del ficcanaso di turno.

L’elemento di maggiore interesse del giochino non è la tecnologia – che fondamentalmente ripropone un servizio VoIP in stile Jajah – ma una tecnica virale per aumentare il numero di utenti della comunità Jangl.

Il prodotto viene piazzato come la soluzione ideale per chiamare “telefonicamente” persone delle quali si ha solo l’indirizzo mail. Ora, senza tanta dietrologia è evidente che talvolta non avere un numero di telefono può non essere colpa del destino, ma tant’è. L’aspetto imbarazzante è forse un altro: ricevere mail non richieste spacciate per telefonate.

L’idea di fondo, solo in apparenza “web 2.0” è chiarissima: “Puoi chiamare chiunque, dove vuoi, ora. Basta che inserisci un indirizzo mail valido sulla homepage, e ti daremo un numero telefonico Jangl per lasciare un messaggio ad una persona. Lo spediremo via mail, fornendo un numero locale che il ricevente potrà utilizzare per richiamarti”, si legge nella pagina delle spiegazioni del sito.

Jangl, insomma, fornisce uno strumento che permette alle persone che non vogliono condividere il proprio numero personale di chiamarsi ugualmente. Geniale, non c’è che dire. Su TechCrunh non mancano i commenti calzanti. Un utente, però, forse ha centrato il vero obiettivo: “Oh, finalmente posso fare gli scherzi volgari al telefono? Chiamare le prostitute senza dare il mio numero? È fichissimo, ma siete sicuri che ci sia una gran mercato per questo?”

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    cifratura non criptazione o sbaglio ?
    come da topicse invece e' giusto criptazione qualcuno mi spiega perche' ?
    • Wakko Warner scrive:
      Re: cifratura non criptazione o sbaglio
      - Scritto da:
      come da topic

      se invece e' giusto criptazione qualcuno mi
      spiega perche'
      ?Mah, usali come razzo ti pare tanto alla fine ognuno li usa come razzo pare.Da un punto di vista tecnico però:CIFRARE = Partire da un messaggio in chiaro ed una chiave e arrivare ad un messaggio cifratoDECIFRARE = Partire da un messaggio cifrato e una chiave e arrivare al messaggio in chiaroDECRITTARE = Simile alla decifrazione, ma realizzata senza conoscere la chiaveCRITTARE = Non esiste.La differenza fra decifrazione e decrittazione sta solo nella loro complessità. La decifrazione dovrebbe essere facile e relativamente veloce. La decrittazione invece molto complessa.Poi nella realtà comune sono tutti termini che si usano in modo equivalente.Addirittura c'è chi dice che crifrare/decifrare si usa quando si parla di messaggio, crittare/decrittare quando si parla di segnali. Ma in realtà la cosa è equivalente.
      • Brontoleus scrive:
        Re: cifratura non criptazione o sbaglio
        - Scritto da: Wakko Warner
        Da un punto di vista tecnico però:

        CIFRARE = Partire da un messaggio in chiaro ed
        una chiave e arrivare ad un messaggio
        cifrato

        DECIFRARE = Partire da un messaggio cifrato e
        una chiave e arrivare al messaggio in
        chiaroQuesto è quando la chiave/il metodo è simmetrica (cioè la stessa sia per cifrare che per decifrare)
        DECRITTARE = Simile alla decifrazione, ma
        realizzata senza conoscere la chiaveDecrittare è realizzato senza conoscere la chiave usata per crittare. Il che non vuol dire che non si conosca neanche la chiave per decrittare. Può darsi che si conosca a priori (e quindi essere i legittimi destinatari del messaggio) oppure si lavori in vari modi (il più classico è la forza bruta) per trovarla.
        CRITTARE = Non esiste.Crittare ovviamente è il contrario di decrittare, quindi usare una chiave asimmetrica per rendere incomprensibile qualcosa.Per fare un esempio banale basta pensare alle paytv satellitari e non solo. Facciamo l'esempio più classico, e cioè quello di Sky Italia.La crittazione (asimmetrica) avviene una volta sola (negli studi di Sky da dove parte il segnale che arriva al satellite), e il tutto viene cifrato (simmetricamente) con una codifica (Videoguard in questo caso), quindi il segnale digitale così combinato viene inviato ai trasmettitori che lo mandano al satellite. Il satellite prende il segnale in uplink e lo ritrasmette sulle frequenze di downlink. Gli utenti puntano la parabola sul satellite e ricevono il segnale, che arriva nel decoder che anzitutto ne riconosce la codifica. Se è abilitato a decifrare quella codifica (Videoguard in questo caso) la decodifica (decifra) e prosegue cercando e interrogando la smart card e dicendole una roba tipo "se io ti dico POMODORO tu come mi rispondi?".Tramite la risposta di quest'ultima (diciamo che sia "SPAGHETTI"), risale alla chiave ASIMMETRICA che viene applicato al flusso video. Se la chiave è corretta (cioè se si hanno i diritti per quel canale) il canale viene finalmente visualizzato, altrimenti compare un errore (diverso a seconda di dove sta il problema).
        • Anonimo scrive:
          Re: cifratura non criptazione o sbaglio


          CRITTARE = Non esiste.

          Crittare ovviamente è il contrario di decrittare,
          quindi usare una chiave asimmetrica per rendere
          incomprensibile
          qualcosa.credo che il buon Wakko si riferisca alla lingua italiana, dove "decrittare" esiste e "crittare" no, e' un bruttissimo forestierismo, come succede per quegli idioti che si ostinano a chiamare Santuario (Sanctuary) le riserve degli animali.Tanto a forze di dirle, queste parole inglesi italianizzate dagli ignoranti sprovvisti di vocabolari, "entreranno" nella lingua parlata, verranno recepite dai dizionari della lingua italiana corrente, e qualcuno potra' dire "esiste, esiste, c'e' sul dizionario"Come "realizzare" per "capire": gli ignoranti che si credono che tradurre significhi aggiungere una desinenza italiana alle parole inglesi.Ma tanto sono tutte prove di "newspeak" (evviva la missione di pace dei nostri ragazzi in Afganistan, cioe' la missione di guerra dei nostri soldati con mezzi corazzati, bombe a mano, mitragliatori, ecc.)Le parole sono importanti
          • Anonimo scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio
            - Scritto da:



            CRITTARE = Non esiste.



            Crittare ovviamente è il contrario di
            decrittare,

            quindi usare una chiave asimmetrica per rendere

            incomprensibile

            qualcosa.

            credo che il buon Wakko si riferisca alla lingua
            italiana, dove "decrittare" esiste e "crittare"
            no, e' un bruttissimo forestierismo, come succede
            per quegli idioti che si ostinano a chiamare
            Santuario (Sanctuary) le riserve degli
            animali.

            Tanto a forze di dirle, queste parole inglesi
            italianizzate dagli ignoranti sprovvisti di
            vocabolari, "entreranno" nella lingua parlata,
            verranno recepite dai dizionari della lingua
            italiana corrente, e qualcuno potra' dire
            "esiste, esiste, c'e' sul
            dizionario"

            Come "realizzare" per "capire": gli ignoranti che
            si credono che tradurre significhi aggiungere una
            desinenza italiana alle parole
            inglesi.

            Ma tanto sono tutte prove di "newspeak" (evviva
            la missione di pace dei nostri ragazzi in
            Afganistan, cioe' la missione di guerra dei
            nostri soldati con mezzi corazzati, bombe a mano,
            mitragliatori,
            ecc.)

            Le parole sono importantiSei un asino:http://www.demauroparavia.it/29043
          • Anonimo scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            CRITTARE = Non esiste.





            Crittare ovviamente è il contrario di

            decrittare,


            quindi usare una chiave asimmetrica per
            rendere


            incomprensibile


            qualcosa.



            credo che il buon Wakko si riferisca alla lingua

            italiana, dove "decrittare" esiste e "crittare"

            no, e' un bruttissimo forestierismo, come
            succede

            per quegli idioti che si ostinano a chiamare

            Santuario (Sanctuary) le riserve degli

            animali.



            Tanto a forze di dirle, queste parole inglesi

            italianizzate dagli ignoranti sprovvisti di

            vocabolari, "entreranno" nella lingua parlata,

            verranno recepite dai dizionari della lingua

            italiana corrente, e qualcuno potra' dire

            "esiste, esiste, c'e' sul

            dizionario"



            Come "realizzare" per "capire": gli ignoranti
            che

            si credono che tradurre significhi aggiungere
            una

            desinenza italiana alle parole

            inglesi.



            Ma tanto sono tutte prove di "newspeak" (evviva

            la missione di pace dei nostri ragazzi in

            Afganistan, cioe' la missione di guerra dei

            nostri soldati con mezzi corazzati, bombe a
            mano,

            mitragliatori,

            ecc.)



            Le parole sono importanti

            Sei un asino:

            http://www.demauroparavia.it/29043Invece ha per molti versi ragione. In diversi dizionari di italiano esiste anche "tennico", se per questo, parola che a me fa rabbrividire ma inserita nei dizionario perchè in alcune zone del nord Italia, in particolare Lombardia, la storpiatura del termine "tecnico" è così diffusa da averla fatta entrare nei dizionari. Per crittazione il caso è simile, esisteva in italiano già il termine criptazione, di derivazione greca, e poi per via di storpiature varie hanno inserito pure crittografia (come oltre a cripta, parola con la stessa radice, esiste critta). Ciò non toglie che è preferibile usare il termine criptazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:







            CRITTARE = Non esiste.







            Crittare ovviamente è il contrario di


            decrittare,



            quindi usare una chiave asimmetrica per

            rendere



            incomprensibile



            qualcosa.





            credo che il buon Wakko si riferisca alla
            lingua


            italiana, dove "decrittare" esiste e
            "crittare"


            no, e' un bruttissimo forestierismo, come

            succede


            per quegli idioti che si ostinano a chiamare


            Santuario (Sanctuary) le riserve degli


            animali.





            Tanto a forze di dirle, queste parole inglesi


            italianizzate dagli ignoranti sprovvisti di


            vocabolari, "entreranno" nella lingua parlata,


            verranno recepite dai dizionari della lingua


            italiana corrente, e qualcuno potra' dire


            "esiste, esiste, c'e' sul


            dizionario"





            Come "realizzare" per "capire": gli ignoranti

            che


            si credono che tradurre significhi aggiungere

            una


            desinenza italiana alle parole


            inglesi.





            Ma tanto sono tutte prove di "newspeak"
            (evviva


            la missione di pace dei nostri ragazzi in


            Afganistan, cioe' la missione di guerra dei


            nostri soldati con mezzi corazzati, bombe a

            mano,


            mitragliatori,


            ecc.)





            Le parole sono importanti



            Sei un asino:



            http://www.demauroparavia.it/29043

            Invece ha per molti versi ragione. In diversi
            dizionari di italiano esiste anche "tennico", se
            per questo, parola che a me fa rabbrividire ma
            inserita nei dizionario perchè in alcune zone del
            nord Italia, in particolare Lombardia, la
            storpiatura del termine "tecnico" è così diffusa
            da averla fatta entrare nei dizionari. Per
            crittazione il caso è simile, esisteva in
            italiano già il termine criptazione, di
            derivazione greca, e poi per via di storpiature
            varie hanno inserito pure crittografia (come
            oltre a cripta, parola con la stessa radice,
            esiste critta). Ciò non toglie che è preferibile
            usare il termine
            criptazioneNo. Non ha ragione. Punto. "Crittare" e "criptare" potranno anche sembrarti, orribili, ma sono corretti, esistenti, ed usati. E chi si lamenta dicendo che sono inesistenti e scorretti ha torto. E' semplicemente cosi'. Punto. Mi spiace, ma la lingua non e' un'opinione. Ci sono parole che hanno un brutto suono ma fanno parte della lingua italiana, e "crittare" quanto "criptare" sono fra queste. "Tennico" certamente no.Se n'e' discusso anche qui:http://forum.accademiadellacrusca.it/phpBB2/viewtopic.php?t=338&view=next
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio

            crittazione il caso è simile, esisteva in
            italiano già il termine criptazione, di
            derivazione greca, e poi per via di storpiature
            varie hanno inserito pure crittografia (come
            oltre a cripta, parola con la stessa radice,
            esiste critta). Ciò non toglie che è preferibile
            usare il termine criptazione.Non si tratta di una storpiatura, ma di come si è trasformato -pt- in -tt- nella trasformazione con continuità delle parole dal latino al latino popolare e poi all'italiano. Le parole che mantengono -pt- sono forme colte ripescate dal latino o dal greco in epoca successiva. Ad esempio:crypta
            grotta - forma popolarecrypta
            cripta - forma coltaNel primo caso l'evoluzione è stata continua, per passi che possiamo immaginarecrypta
            crutta
            grutta
            grottao simile, dove i passi intermedi sono ipotetici, elaborati nel tardo impero.Nel caso di criptare / crittare la forma con -tt- dev'essere un'ipercorrezione perché non è presumibile che esistesse un verbo analogo nel latino popolare.
          • Anonimo scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio
            Più che altro, la sequenza "pt", una consonante muta occlusiva a cui segue un'altra consonante occlusiva alveolare sorda, è cacofonica in italiano.In molti dialetti e anche in italiano questo genere di sequenze brutte da pronunciarsi hanno finito, nel tempo, per diventare un normale raddoppio della prima o della seconda consonante, escludendo l'altra, analogamente ad esempio al napoletano in cui "nd" è diventato "nn" (tipo "secónna" = "seconda").
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio
            Vero, il processo è analogo, ma in italiano le parole che hanno ct o pt sono vocaboli ripescati dal latino o dal greco in epoca moderna, non parole derivate dal latino con continuità, che mostrerebbero la trasformazione ct, pt
            tt.Invece 'crittare' pare un termine ricreato apposta, accanto a 'criptare', riproducendo la trasformazione cui la parola sarebbe stata soggetta se derivasse dal latino con continuità, cioè un'ipercorrezione. Volevo sottolineare questo, cioè che non si tratta di una forma errata, ma presumibilmente creata apposta per apparire più italiana, appunto perché pt è cacofonico - anche se presente in molte parole, a differenza di ct che è evidentemente avvertito come più cacofonico ancora, e perciò evitato.Non mi stupirei se 'crittare' fosse un prodotto di qualche accademia per la purezza della lingua, risalente alla prima parte del ventesimo secolo.
          • Anonimo scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio
            - Scritto da:



            CRITTARE = Non esiste.



            Crittare ovviamente è il contrario di
            decrittare,

            quindi usare una chiave asimmetrica per rendere

            incomprensibile

            qualcosa.

            credo che il buon Wakko si riferisca alla lingua
            italiana, dove "decrittare" esiste e "crittare"
            no, e' un bruttissimo forestierismo, come succede
            per quegli idioti che si ostinano a chiamare
            Santuario (Sanctuary) le riserve degli
            animali.

            Tanto a forze di dirle, queste parole inglesi
            italianizzate dagli ignoranti sprovvisti di
            vocabolari, "entreranno" nella lingua parlata,
            verranno recepite dai dizionari della lingua
            italiana corrente, e qualcuno potra' dire
            "esiste, esiste, c'e' sul
            dizionario"

            Come "realizzare" per "capire": gli ignoranti che
            si credono che tradurre significhi aggiungere una
            desinenza italiana alle parole
            inglesi.

            Ma tanto sono tutte prove di "newspeak" (evviva
            la missione di pace dei nostri ragazzi in
            Afganistan, cioe' la missione di guerra dei
            nostri soldati con mezzi corazzati, bombe a mano,
            mitragliatori,
            ecc.)

            Le parole sono importantiAh dimenticavo, υπτός kryptós "nascosto", γράφω gráfo "scrivere"... altro che inglese. Troglodita... studia prima di venir qui a dire idiozie.
          • Anonimo scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            CRITTARE = Non esiste.





            Crittare ovviamente è il contrario di

            decrittare,


            quindi usare una chiave asimmetrica per
            rendere


            incomprensibile


            qualcosa.



            credo che il buon Wakko si riferisca alla lingua

            italiana, dove "decrittare" esiste e "crittare"

            no, e' un bruttissimo forestierismo, come
            succede

            per quegli idioti che si ostinano a chiamare

            Santuario (Sanctuary) le riserve degli

            animali.



            Tanto a forze di dirle, queste parole inglesi

            italianizzate dagli ignoranti sprovvisti di

            vocabolari, "entreranno" nella lingua parlata,

            verranno recepite dai dizionari della lingua

            italiana corrente, e qualcuno potra' dire

            "esiste, esiste, c'e' sul

            dizionario"



            Come "realizzare" per "capire": gli ignoranti
            che

            si credono che tradurre significhi aggiungere
            una

            desinenza italiana alle parole

            inglesi.



            Ma tanto sono tutte prove di "newspeak" (evviva

            la missione di pace dei nostri ragazzi in

            Afganistan, cioe' la missione di guerra dei

            nostri soldati con mezzi corazzati, bombe a
            mano,

            mitragliatori,

            ecc.)



            Le parole sono importanti

            Ah dimenticavo, υπτόςche cazzo c'entra uptòs lo sai solo te
            kryptós "nascosto",
            γράφω gráfo
            "scrivere"... altro che inglese. Troglodita...
            studia prima di venir qui a dire
            idiozie.sei una bestia.Il fatto che il neologismo abbia un' etimologia frutto dell' unione di parole greche non implica che l' Italiano lo derivi dal greco, ma dalla lingua dove è stato coniato per la prima volta, nella fattispecie l' Inglese.
          • Anonimo scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:







            CRITTARE = Non esiste.







            Crittare ovviamente è il contrario di


            decrittare,



            quindi usare una chiave asimmetrica per

            rendere



            incomprensibile



            qualcosa.





            credo che il buon Wakko si riferisca alla
            lingua


            italiana, dove "decrittare" esiste e
            "crittare"


            no, e' un bruttissimo forestierismo, come

            succede


            per quegli idioti che si ostinano a chiamare


            Santuario (Sanctuary) le riserve degli


            animali.





            Tanto a forze di dirle, queste parole inglesi


            italianizzate dagli ignoranti sprovvisti di


            vocabolari, "entreranno" nella lingua parlata,


            verranno recepite dai dizionari della lingua


            italiana corrente, e qualcuno potra' dire


            "esiste, esiste, c'e' sul


            dizionario"





            Come "realizzare" per "capire": gli ignoranti

            che


            si credono che tradurre significhi aggiungere

            una


            desinenza italiana alle parole


            inglesi.





            Ma tanto sono tutte prove di "newspeak"
            (evviva


            la missione di pace dei nostri ragazzi in


            Afganistan, cioe' la missione di guerra dei


            nostri soldati con mezzi corazzati, bombe a

            mano,


            mitragliatori,


            ecc.)





            Le parole sono importanti



            Ah dimenticavo, υπτός

            che cazzo c'entra uptòs lo sai solo te


            kryptós "nascosto",

            γράφω gráfo

            "scrivere"... altro che inglese. Troglodita...

            studia prima di venir qui a dire

            idiozie.

            sei una bestia.
            Il fatto che il neologismo abbia un' etimologia
            frutto dell' unione di parole greche non implica
            che l' Italiano lo derivi dal greco, ma dalla
            lingua dove è stato coniato per la prima volta,
            nella fattispecie l'
            Inglese.uhm non c'entro un gazzo, mahttp://www.etimo.it/?term=crittografia&find=Cerca
          • Anonimo scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio
            - Scritto da:
            sei una bestia.
            Il fatto che il neologismo abbia un' etimologia
            frutto dell' unione di parole greche non implica
            che l' Italiano lo derivi dal greco"l'Italiano lo derivi" ma certo... (rotfl)
            ma dalla
            lingua dove è stato coniato per la prima volta,
            nella fattispecie l'
            IngleseAHAHAHAHA... rotfl... ma certo, "crittografia" e' stato usato in inglese... http://www.etimo.it/?term=crittografia&find=CercaVai avanti a figuracce, sei uno spasso... il bello e' che credi pure di avere ragione... fai quasi compassione...
          • Gatto Selvaggio scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio
            In realtà i ragionamenti che fa sono corretti, è solo la conclusione che è mezza sbagliata.L'italiano non deriva la parola dal greco, infatti la deriva dal latino che a sua volta la prende dal greco. In italiano esistono entrambe le forme, criptare e crittare.Quanto all'inglese, di certo la preferenza alla forma criptare viene dall'influenza esercitata dall'inglese.Faccio un altro esempio: in italiano si può dire confrontare o comparare, ma in un articolo di informatica troverai sempre comparare, per effetto dell'inglese to compare, anche se in italiano la forma più fluida e diffusa è confrontare.
          • Gatto Selvaggio scrive:
            OT - A proposito delle missioni di pace

            Ma tanto sono tutte prove di "newspeak" (evviva
            la missione di pace dei nostri ragazzi in
            Afganistan, cioe' la missione di guerra dei
            nostri soldati con mezzi corazzati, bombe a mano,
            mitragliatori, ecc.)Al proposito, ieri al TG dicevano che due comandanti della base di Nassiria sono inquisiti per non aver predisposto misure adeguate a impedire l'attacco, in base al codice penale militare di guerra.Nacchio - mi sono chiesto - ma se è una missione di pace perché si applica il codice militare di guerra?
      • Anonimo scrive:
        Re: cifratura non criptazione o sbaglio
        - Scritto da: Wakko Warner
        CRITTARE = Non esiste.CRIPTARE con la P esiste ed è = alla cifratura ma forse più attinente all'informatica
        • Brontoleus scrive:
          Re: cifratura non criptazione o sbaglio
          - Scritto da:
          - Scritto da: Wakko Warner

          CRITTARE = Non esiste.

          CRIPTARE con la P esiste ed è = alla cifratura
          ma forse più attinente all'informaticaCrittare e decrittare sono varianti (valide e riconosciute sui dizionari) di criptare e decriptare (che sono le forme più corrette ma che ormai sono in disuso perché più brutte da pronunciare)
          • Anonimo scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio
            - Scritto da: Brontoleus

            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner


            CRITTARE = Non esiste.



            CRIPTARE con la P esiste ed è = alla cifratura

            ma forse più attinente all'informatica

            Crittare e decrittare sono varianti (valide e
            riconosciute sui dizionari) di criptare e
            decriptare (che sono le forme più corrette ma che
            ormai sono in disuso perché più brutte da
            pronunciare)Esattamente. Poi mi fanno scompisciare questi che dicono che e' perche' italianizziamo una parola inglese... (rotfl)υπτός kryptós "nascosto," γράφω gráfo "scrivere", greco antico.PI covo di pagliacci... (anonimo)
          • Anonimo scrive:
            Re: cifratura non criptazione o sbaglio
            - Scritto da: Brontoleus

            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner


            CRITTARE = Non esiste.



            CRIPTARE con la P esiste ed è = alla cifratura

            ma forse più attinente all'informatica

            Crittare e decrittare sono varianti (valide e
            riconosciute sui dizionari) di criptare e
            decriptare (che sono le forme più corrette ma che
            ormai sono in disuso perché più brutte da
            pronunciare)De gustibus, io trovo orribile come suonano crittare e decrittare, mi suonano come storpiature dialettali.
      • Anonimo scrive:
        Re: cifratura non criptazione o sbaglio

        DECRITTARE = Simile alla decifrazione, ma
        realizzata senza conoscere la
        chiave
        ma non è CRACCARE?
        • Anonimo scrive:
          Re: cifratura non criptazione o sbaglio
          craccare essenzialmente vuol dire sproteggere, aprire e non è detto che lo devi fare decrittando!!Il termine craccare è più generico di decrittare o meglio decryptare (quest'ultimo se non sbaglio è termine inglese derivante dal latino) e viene inteso come attività inversa del criptaggio ... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: cifratura non criptazione o sbaglio
      - Scritto da:
      come da topic

      se invece e' giusto criptazione qualcuno mi
      spiega perche'
      ?ma tutti i giorni sei dietro con sta storia? :S
      • Anonimo scrive:
        Re: cifratura non criptazione o sbaglio
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        come da topic



        se invece e' giusto criptazione qualcuno mi

        spiega perche'

        ?

        ma tutti i giorni sei dietro con sta storia? :SVogliono dimostrare la propria ignoranza tutti i giorni. (anonimo)http://www.demauroparavia.it/29157http://www.demauroparavia.it/29043
  • Wakko Warner scrive:
    [TROLL] RIAA/MPAA/LEGGE AL TAPPETO
    (rotfl)(rotfl)(rotfl)P.S.: Per il moderatore: Il tag "Troll" ce l'ho già messo io.
    • Anonimo scrive:
      Re: [TROLL] RIAA/MPAA/LEGGE AL TAPPETO
      - Scritto da: Wakko Warner
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)

      P.S.: Per il moderatore: Il tag "Troll" ce l'ho
      già messo
      io.Brava, sentivamo la mancanza del thread "tappeto"! ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: [TROLL] RIAA/MPAA/LEGGE AL TAPPETO
        - Scritto da:

        - Scritto da: Wakko Warner

        (rotfl)(rotfl)(rotfl)



        P.S.: Per il moderatore: Il tag "Troll" ce l'ho

        già messo

        io.

        Brava, sentivamo la mancanza del thread
        "tappeto"!
        ;)BRAVA??? :|
        • Anonimo scrive:
          Re: [TROLL] RIAA/MPAA/LEGGE AL TAPPETO
          - Scritto da:
          BRAVA??? :|Hai ragione, maeglio dire 'stupidina' @^
          • m00f scrive:
            Re: [TROLL] RIAA/MPAA/LEGGE AL TAPPETO
            Wakko è una bella ragazza?Wow non lo sapevo... Wakko mi dai il tuo contatto msn? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: [TROLL] RIAA/MPAA/LEGGE AL TAPPETO
            - Scritto da: m00f
            Wakko è una bella ragazza?Perchè bella?E perchè ragazza?'Brava' e 'stupidina' lo si può dire anche ai maschietti O)
          • m00f scrive:
            Re: [TROLL] RIAA/MPAA/LEGGE AL TAPPETO
            Ah sì?Ma ai maschietti meno maschi però ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: [TROLL] RIAA/MPAA/LEGGE AL TAPPETO
            - Scritto da: m00f
            Ah sì?
            Ma ai maschietti meno maschi però ;)ah sì? O) @^p.s. oggi mi censurano qualunque cosa (anonimo)
Chiudi i commenti