Con l'ADSL vado alla grande

L'esperienza di un lettore passato da ISDN ad ADSL senza traumi e che ora gode di un servizio efficiente di cui si dice ampiamente soddisfatto. Una testimonianza
L'esperienza di un lettore passato da ISDN ad ADSL senza traumi e che ora gode di un servizio efficiente di cui si dice ampiamente soddisfatto. Una testimonianza


Roma – Cari redattori di Punto Informatico, ho pensato di segnalarvi la mia esperienza con l’ADSL, visto che in giro leggo che molti hanno problemi mentre a me va tutto per il meglio. Chi sui newsgroup e altrove si lamenta per i ritardi nell’installazione o perché cade la linea ha sicuramente ragione ma mi pare evidente che la massa degli utenti ADSL sia felice della sua scelta, sennò sai le proteste;-).
E io sono uno di questi. Vi spiego perché.

Qualche mese fa ho aderito all’offerta di un noto Internet Service Provider (non voglio fare pubblicità, diciamo che il suo nome lo conosciamo tutti – che lo si voglia o meno) e avevo il problema di installare l’ADSL avendo l’ISDN. In realtà io non sapevo che era un problema ma al telefono i tecnici di quella società mi hanno spiegato che prima dovevo cancellare la mia utenza ISDN e poi potevo attivare quella ADSL.

Un po’ storcendo il naso, prefigurandomi i lunghi tempi di attesa che avrei dovuto far passare tra l’una e l’altra cosa, e mettendo in conto che per tutto quel tempo non avrei più potuto utilizzare nemmeno l’ISDN, ho comunque fatto come mi era stato chiesto, fiducioso che le cose sarebbero andate per il verso giusto. Leggo in giro che c’è qualcuno che firma il contratto per l’ADSL, paga e poi aspetta mesi prima che gli vengano ad installare a casa il tutto. Io devo dire, invece, che nel mio caso sono riuscito ad avere l’ADSL in quattro settimane dalla smobilitazione dell’impianto ISDN. Sinceramente mi aspettavo di più.

Detto questo concludo la mia testimonianza pensando a chi non può avere l’ADSL perché magari vive fuori dalle grandi città (secondo me questa è una pecca gravissima perché crea un “chi ce l’ha” e un “chi non ce l’ha” nelle diverse regioni) ma anche con la soddisfazione di chi oggi può collegarsi ad internet ad una velocità più che discreta, che mi permette di usare lo streaming senza problemi e di scaricare un mucchio di roba. In mezzo a tante lamentele ho pensato che la mia testimonianza fosse gradita.

Un saluto e grazie per l’ottimo lavoro che fate,
Flavio Cairoli

Caro Flavio, grazie per la tua lettera, fa senz’altro piacere sapere che a te come a molti altri le cose con l’ADSL vadano per il meglio. Questo non toglie però la necessità per tutti di non abbassare la guardia, perché sono ancora in tanti e soprattutto con alcuni fornitori quelli che hanno problemi, perché la banda larga non è così larga come promesso, perché spesso cade la linea o addirittura perché hanno chiesto e pagato un servizio di cui non possono ancora fruire. Un saluto, la Redazione

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 05 2002
Link copiato negli appunti