Contrappunti/ De Beppe Grillo

di Massimo Mantellini - Il geniale comico genovese è passato in pochissimi anni dal rifiuto dei computer all'esaltazione del www, che utilizza per comunicare alla vecchia maniera e tirar mazzate a chi ritiene che se lo meriti


Roma – Tutto si può dire di Beppe Grillo tranne che sia un tipo che ami le mezze misure. Qualche anno fa portava in giro per l’Italia uno dei suoi fortunati spettacoli costruiti con un mix di invettive, comicità e denuncia sociale nel quale, fra le altre cose, dedicava qualche attenzione al mondo della tecnologia. Ad un certo punto dello spettacolo, impugnata una grossa mazza, la utilizzava per ridurre in poltiglia un (vecchio) PC messo lì sul palco a mo’ di vittima sacrificale. Poco male: lo spettacolo ha le sue regole e l’idea che Grillo desiderava trasmettere ai propri spettatori era che la tecnologia, dalla quale ci attendiamo sempre tanto, è stata, fino ad oggi, una mezza delusione. Ci ha complicato la vita invece che semplificarla, ci ruba il tempo invece che regalarcelo. E allora, se i computer devono servire a questo, perchè non prenderli a mazzate?

Idee – quelle di una tecnologia ancora troppo poco amica dell’uomo – da un certo punta di vista condivisibili, banalizzate però, ed indebolite, dal desiderio esplicito di descrivere il mondo con pochi tratti molto netti. Un’arte difficile e pericolosa.

Tutti noi ogni giorno sperimentiamo quanto la tecnologia incida in maniera complicata sulle nostre vite: tutti noi che usiamo internet e i computer (ma anche i forni a microonde, i telefoni cellulari, i telecomandi dei condizionatori e quelli degli antifurti) sappiamo bene che non si arriva da nessuna parte se l’unico criterio di scelta è quello di impugnare la mazza o meno. Magari fosse cosi semplice.

Sono passati pochi anni da quando il Grillo luddista urlava al suo pubblico che “i computer sono la truffa del secolo” e che “la rivoluzione tecnologica ci fa faticare di più” e qualcosa dalle sue parti deve essere cambiato visto che oggi il nostro si è trasformato in un convinto paladino delle medesime cose che giusto l’altro ieri prendeva a mazzate.

Non c’è nulla di male – tutt’altro – a cambiare opinione, anche se qualcuno potrebbe obiettare che i toni apocalittici di allora sono i medesimi di oggi soltanto mutati di segno. Che il testimonial anti-tecnologico si è trasformato in paladino della rete internet e dei blog e che il sito web che ha aperto su www.beppegrillo.it , indirizzo web che dà il nome anche al fortunato spettacolo teatrale che Grillo sta portando in giro per l’Italia in questi giorni, è rapidamente diventato uno dei siti web personali più importanti del panorama italiano ed è entrato, unico sito italiano, nella top 100 di technorati, il motore di ricerca che indicizza i blog più seguiti della rete Internet.

Intendiamoci: l’opera di spontanea evangelizzazione che Grillo sta facendo a favore di una rete Internet libera dai legacci del potere, la capacità di mescolare politica e società, tecnologia e costume, fanno del blog di Grillo non solo una lettura interessante per tutti (e non solo per i patiti della blogosfera o delle tematiche care ai navigatori della rete) ma anche un concreto strumento di conoscenza e divulgazione sulle nuove tecnologie per una ampia fascia di utenti occasionali della rete internet che proprio sul blog di Grillo hanno letto per la prima volta di Skype o dei Wiki, di Creative Commons o di divario digitale.

Meno significativi per ora sembrano i risultati del blog di Grillo in termini di interazione: è vero che i frequenti post (talvolta, specie di domenica, scritti in collaborazione con lo scrittore Stefano Benni) generano centinaia di commenti ed è altrettanto vero che è stato sufficiente che alcuni lettori del blog proponessero qualche azione concreta in grado di far sì che la comunità di www.beppegrillo.it desse segno di sè anche al di fuori della rete internet, perchè nel giro di pochissimi giorni Grillo riuscisse a raccogliere fra i suoi lettori i denari necessari per acquistare una intera pagina pubblicitaria sul quotidiano laRepubblica nella quale illustrare la posizione sua e dei suoi lettori nella vicenda Fazio (non a caso la pubblicità acquistata su Repubblica si intitolava senza giri di parole “Fazio vattene”). Ma è altrettanto vero che nessuno ricorda di aver mai letto un intervento di Grillo nei commenti del proprio blog né altrove in rete, ad avvalorare l’ipotesi di un modello di comunicazione verticale che discende dal comico verso i lettori attraverso meccanismi molto simili a quelli televisivi o teatrali. Che il pubblico fischi od applauda se crede, ma nulla più di così.

Un’occasione di “nuova comunicazione” in parte sprecata insomma, per lo meno valutando la discesa in campo di Grillo dal punto di vista del mezzo utilizzato e delle sue potenzialità, ma anche, e contemporaneamente, una scelta quasi obbligata, viste le difficoltà per chiunque desiderasse gestire in maniera efficace un rapporto contemporaneo e continuo con migliaia di lettori al giorno.

Si parla molto, da qualche tempo a questa parte, di reti sociali: credo si possa dire – anche osservando ciò che sta accadendo su beppegrillo.it – che certi strumenti come i weblog che hanno la capacità di avvicinare, far incontrare e dialogare persone in rete intorno a singoli centri di interesse, funzionano con maggior difficoltà quando si esce dai piccoli rapporti fra poche persone. E’ altrettanto evidente che, perché sia possibile far fiorire nuovi ambiti di comunicazione orizzontale, si debba decidere di dedicare ad un simile scopo tempo ed energie in quantità non trascurabile.

Il blog di Beppe Grillo avrebbe questa potenzialità di diventare un laboratorio attivo di una nuova maniera di intendere la circolazione delle notizie e delle opinioni. Non è un caso che su giornali e TV, solitamente così attenti alle più piccole quisquilie mediatiche, alla clamorosa iniziativa della pagina pubblicitaria su Repubblica sia stato dedicato il silenzio più assoluto. Un silenzio significativo che racconta forse della distanza ancora troppo ampia fra cio’ che accade in rete (e più in generale dentro le case delle persone) e cio’ che invece trova posto sui giornali e in TV.

Massimo Mantellini
Manteblog

Gli editoriali di M.M. sono disponibili qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Altair scrive:
    TCPA già realtà
    Fritz, palladium, tutti nomi conosciutissimi e odiatissimiInfatti hanno visto bene di cambiarli.Provate a prendere un pc nuovo... se leggete le caratteristiche in piccolo noterete che ha un componente hardware in più... il "TMP 1.2".Secondo voi cos'è??? Sorpresa! Prima che cambiasse nome quel chip si chiamava "Fritz".Ormai la maggior parte dei nuovi pc, sia fissi che portatili ha già integrato nella scheda madre Fritz....Perché non ce ne siamo accorti? Semplice... Vista non lo usa ancora... inizierà il massacro con il prossimo service pack (probabilmente).Soluzione? Io vedo come difesa soltanto le vecchio versioni di Windows (non supportano Fritz) oppure le Distro di Linux (usano Fritz soltanto per criptare i messaggi dell'utente, e non per trasformare il pc nel grande fratello di 1984)PS: Da BIOS il TMP 1.2 è disattivatile ....speriamo in bene... la guerra è iniziata!
  • Anonimo scrive:
    Combattiamo
    Non facciamoci sopraffare da Palladium.Diffondete la notizia di questa sciagura informatica!!
  • Anonimo scrive:
    Software house non sviluppano su Linux
    Le software house non svilupperanno più sotto linux dato che non ha un sistema di protezione come invece ha Windows e quindi non gli conviene. Quindi oggi il software per linux sviluppato dalla softwarehouse è poco e domani non ci sarà più.Meditate gente meditate...
    • Anonimo scrive:
      Re: Software house non sviluppano su Lin
      - Scritto da: Anonimo
      Le software house non svilupperanno più sotto
      linux dato che non ha un sistema di protezione
      come invece ha Windows e quindi non gli conviene.
      Quindi oggi il software per linux sviluppato
      dalla softwarehouse è poco e domani non ci sarà
      più.
      Meditate gente meditate...Che sistema di protezione ha windows che linux non ha?O intendi forse dire che su windows non si riesce a crackare un programma?
      • Anonimo scrive:
        Re: Software house non sviluppano su Lin

        Che sistema di protezione ha windows che linux
        non ha?non hai capito il discorso.Allora oggi vi lamentate che Windows avrà il DRM o TCPA e quindi urlate a squaciagola "passo a linux".Oggi quelle poche software house che sviluppano per linux, se linux non adotterà le stesse misure di protezione che adotterà windows, potranno smettere di sviluppare software per linux. Quindi sia che linux adotterà il DRM/TCPA sia che non lo adotterà, passerete dalla padella alla brace in tutti i casi, quindi tanto vale rimanere in Windows che è decisamente più user friedly.
        • Anonimo scrive:
          Re: Software house non sviluppano su Lin
          - Scritto da: Anonimo

          Che sistema di protezione ha windows che linux

          non ha?

          non hai capito il discorso.
          Allora oggi vi lamentate che Windows avrà il DRM
          o TCPA e quindi urlate a squaciagola "passo a
          linux".
          Oggi quelle poche software house che sviluppano
          per linux, se linux non adotterà le stesse misure
          di protezione che adotterà windows, potranno
          smettere di sviluppare software per linux.Ma perché dovrebbero smettere? Non lo dici e non mi viene in mente nessun motivo.
  • Anonimo scrive:
    ma vi pare che IBM
    rinuncia a linux?quindi il tcpa è diverso da come credete
  • Anonimo scrive:
    ma siete sicuri che funzioni così?
    https://www.trustedcomputinggroup.org/about/members/membersIBM, Sun, Nokia che campano di open source vogliono bloccarlo? Le cose sono 2:o questa del tcpa è una favoletta oppure è vera la storia dei muli che hanno lavorato gratis per IBM (se mettono il tcpa che dite voi IBM compra la licenza per la sua distro linux e voi dovrete pagare per averla senza poterla modificare).Decidete voi
    • Anonimo scrive:
      Re: ma siete sicuri che funzioni così?
      ..." La seconda che hai detto !!"....IBM...sta a guardare....prova a pensare questo :Se tutta questa storia va in porto...chi si spartisce la torta...MS, Intel,AMD o IBM ?!?..Se IBM estenderà la situazione anche al mondo Linux avrà più controllo.....non a caso è la più grande azienda IT del mondo...e della storia.......Fortunatamente la prossima versione della GPL dirà chiaramente che tutto cio' che aderisce a questa licenza non potrà girare su macchine tcpa.....quindi dovranno rinunciare ad Apache, ssh, Mozzilla, MySQL ecc..ecc..
  • Anonimo scrive:
    LA FINE DEL PC
    Mi sembra di capire che il TCPA sia il tramonto del "PERSONAL" computer e l'alba di un nuovo strumento...il media center!In futuro i pc-tcpa verranno usati solamente al lavoro e a casa avra' senso avere solo un media center e una console(tcpa si capisce). Che poi in fondo potrebbero essere la stessa cosa(x-box3).Saro' ostinato ma non capisco proprio perche' la gente dovrebbe spendere 1000 cucuzze per un pc-tcpa sul quale puoi solo ascoltare cd originali, giocare a videogiochi originali, navigare su siti internet (tcpa ovviamente perche' in fondo un sito e' sw e quindi dovra' essere certificato pure lui),vedere dvd originali ecc ecc quando con molto meno ti compri il media center...che sanno usare tutti anche gli ultimi utonti...PS i media center costeranno molto meno perche' i soldi ce li prenderanno vendondoci il sw originale(come per le console e i decoder).Sara' per questo che l'ibm ha venduto il settore pc ai cinesi? Sara' per questo che la microsoft e' entrata nel mercato delle console? E' molto probabile pero' che questo cambiamento avvenga nel giro di 5-10 anni, prima ci venderanno l'hd e quando sara' tutto tcpa incominceranno a chiudere il cerchio...
    • pippo75 scrive:
      Re: LA FINE DEL PC
      - Scritto da: Anonimo
      Mi sembra di capire che il TCPA sia il tramonto
      del "PERSONAL" computer e l'alba di un nuovo
      strumento...il media center!speriamo, almeno nascera' qualcosa di meglio.
      Saro' ostinato ma non capisco proprio perche' la
      gente dovrebbe spendere 1000 cucuzze per un
      pc-tcpa sul quale puoi solo ascoltare cd
      originali, giocare a videogiochi originali,
      navigare su siti internet (tcpa ovviamenteperche' e' quello che vuole.Gli altri, i cosidetti smanettoni, avranno anche loro un proprio mercato, se i PC tcpa non andranno piu' bene, sta tranquilo che nascera' un nuovo settore.Sono anni che si sentono le stesse storie, con i nuovi PC tutto sara' stravolto e sono anni che queste voci vengono sempre smentite dai fatti.prima il passaggio dai vari commodore ai PC ms-dospoi il passaggio al pnppoi il passaggio al win95poi.............sempre le stesse storie, sarebbe ora che si avverassero, almeno ci sarebbe il motivo per ripartire da capo.
      • Anonimo scrive:
        Re: LA FINE DEL PC
        - Scritto da: pippo75

        - Scritto da: Anonimo

        Mi sembra di capire che il TCPA sia il tramonto

        del "PERSONAL" computer e l'alba di un nuovo

        strumento...il media center!

        speriamo, almeno nascera' qualcosa di meglio.
        Si speriamo...ma chi visse sperando...

        Saro' ostinato ma non capisco proprio perche' la

        gente dovrebbe spendere 1000 cucuzze per un

        pc-tcpa sul quale puoi solo ascoltare cd

        originali, giocare a videogiochi originali,

        navigare su siti internet (tcpa ovviamente

        perche' e' quello che vuole.Davvero la gente vuole questo? se fosse vero la pirateria non esisterebbe...e nemmeno il tcpa ;)
        Gli altri, i cosidetti smanettoni, avranno anche
        loro un proprio mercato, se i PC tcpa non
        andranno piu' bene, sta tranquilo che nascera' un
        nuovo settore.Non ci sara piu' spazio per nessun "nuovo settore" perche' nessuno avra' il potere di spendere miliardi di dollari in ricerca per andare contro questi colossi...se ci fosse una new entry nel mercato globale si accoderebbe al tcpa, farebbe utili sicuri senza rischi.Partendo dal basso invece bisognerebbe aspettare almeno 20 anni e spendere 200 miliardi di dollari prima di ricostruire una catena industriale di hw e sw per tornare ai livelli di oggi e comunque le leggi non permetteranno nulla di simile.

        Sono anni che si sentono le stesse storie, con i
        nuovi PC tutto sara' stravolto e sono anni che
        queste voci vengono sempre smentite dai fatti.

        prima il passaggio dai vari commodore ai PC ms-dos

        poi il passaggio al pnp

        poi il passaggio al win95

        poi.............

        sempre le stesse storie, sarebbe ora che si
        avverassero, almeno ci sarebbe il motivo per
        ripartire da capo.Poi....per ripartire da capo avrai bisogno di una licenzia tcpa.... J.
        • pippo75 scrive:
          Re: LA FINE DEL PC


          Davvero la gente vuole questo? se fosse vero la
          pirateria non esisterebbe...e nemmeno il tcpa ;)
          la gente vuole filamti, animazioni, suoni, effetti speciali, con il TCPA nessuno li vieta questi.
          Non ci sara piu' spazio per nessun "nuovo
          settore" perche' nessuno avra' il potere di
          spendere miliardi di dollari in ricerca per
          andare contro questi colossi...se ci fosse una
          new entry nel mercato globale si accoderebbe al
          tcpa, farebbe utili sicuri senza rischi.se sara' cosi dannoso sta sicuro che qualche ditta fara' uno non TPCA (il suo mercato lo trovera' e continuera').
          Partendo dal basso invece bisognerebbe aspettare
          almeno 20 anni e spendere 200 miliardi di dollari
          prima di ricostruire una catena industriale di hw
          e sw per tornare ai livelli di oggi e comunque le
          leggi non permetteranno nulla di simile.Non sara' una catena, sara' una nicchia, come oggi e' quella degli appasionati si musica che si fanno lo stereo partendo dai singoli componenti.

          Poi....per ripartire da capo avrai bisogno di una
          licenzia tcpa....
          no.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA FINE DEL PC

            la gente vuole filamti, animazioni, suoni,
            effetti speciali, con il TCPA nessuno li vieta
            questi. si ma con il tcpa si possono vedere solo i contenuti considerati "fidati". il problema è chi decide che un contenuto è autorizzato o meno.esempio : citizen berlusconi sarebbe mai girato in internet con un network tcpa ?
            se sara' cosi dannoso sta sicuro che qualche
            ditta fara' uno non TPCA (il suo mercato lo
            trovera' e continuera'). questo si poteva fare 20' anni fa.ora se vendi un pc deve1) potersi connettere con periferiche di ogni tipo 2) connettersi con altri pc attraverso internetnel primo caso il pc "aperto" avrà a che fare con periferiche (foto-videocamere, registratori con hd, scanner) che trasmettono dati compatibili con tcpanel secondo caso dovrà connettersi con hardware (router, server ) tcpa (ibm, hp, sun...)

            Non sara' una catena, sara' una nicchia, come
            oggi e' quella degli appasionati si musica che si
            fanno lo stereo partendo dai singoli componenti. se domani ritirassero dal mercato i cd audio e diffondessero solo sacd (finora mai copiati) o cd dati , quei appassionati potrebbero usare i loro costosi impianti come arredamento e nulla di più.
            no.il mondo oggi è basato su una profonda interconnessione. per operare su una rete tcpa ( perchè alla fine della fiera questo diventerà internet) occorrerà hardware tcpa. e per costruirlo toccherà ottenere una licenza tcpa
          • pippo75 scrive:
            Re: LA FINE DEL PC


            si ma con il tcpa si possono vedere solo i
            contenuti considerati "fidati". il problema è chi
            decide che un contenuto è autorizzato o meno.
            esempio : citizen berlusconi sarebbe mai girato
            in internet con un network tcpa ?ma figurati, allora ditte come pinnacle, magix, ditte che trattano video amatoriale chiuderebbero nel giro di due giorni, ti pare fattibile?Solo citando questo ti accorgerai che l'hai sparata grossa.Poi pensa solo a mpg 1-2-4.
            1) potersi connettere con periferiche di ogni
            tipo vuoi periferiche commerciali, ti adatti all'offerta del mercato.
            2) connettersi con altri pc attraverso internetsi tornera' alle BBS e magari si usera' un accopiatore acustico.
            nel primo caso il pc "aperto" avrà a che fare con
            periferiche (foto-videocamere, registratori con
            hd, scanner) che trasmettono dati compatibili con
            tcpaallora devono ancora passarne di anni....

            fanno lo stereo partendo dai singoli componenti.

            se domani ritirassero dal mercato i cd audio e
            diffondessero solo sacd (finora mai copiati) opotrebbero farlo anche oggi
            cd dati , quei appassionati potrebbero usare i
            loro costosi impianti come arredamento e nulla di
            più.chi vende macchine fotografiche o telecamere ha tutto l'interesse che i CD Vuoti vengano venduti, altrimenti i loro mercato fletterebbero per benino sopratutto quello delle macchine fotografiche digitali (leggi su I.A.F.D. e/o I.M.V.P.).
            il mondo oggi è basato su una profonda
            interconnessione. per operare su una rete tcpa (
            perchè alla fine della fiera questo diventerà
            internet) occorrerà hardware tcpa. e per
            costruirlo toccherà ottenere una licenza tcpaallora chi vorra' usare Internet usera' HW TCPA, non vedo il problema, fino a prova contraria e' fatto da un ente indipendente formato da tante ditte...............ciao
  • Anonimo scrive:
    fate come me...
    ... buttate via il pc e compratevi un bel motorino... così andremo a farci un bel giro tutti insieme...brummm, brummmm...
  • Anonimo scrive:
    TRUSTED COMPUTING....................
    pprRRRRRrrrrrrrrrrrRRRRRrrrrrrrrrrRRRRRRRrrrrrrrRRRRrrrrr.........prRRR..........prRRR........
  • Anonimo scrive:
    Dopo linux Vs MS, IE vs Firefox
    alternati ad articolo sulle falle di win,linux,OsX,IE,firefox ecco un nuovo filone per acchiappare click..... Ma un paio di articoli tecnici con un ingegnere elettronico che spieghi come funziona no eh ?
  • Anonimo scrive:
    MIcroprocessori europei?
    forse e solo una coincidenza. ma i produttori di chip sono tutti americani(ibm intel amd ) mente il software linux libero opensource ho letto che sopratutto in europa prende piede...secondo voi c'entra qualcosa sto fatto ?
    • matcion scrive:
      Re: MIcroprocessori europei?
      - Scritto da: Anonimo
      forse e solo una coincidenza. ma i produttori di
      chip sono tutti americani(ibm intel amd ) mente
      il software linux libero opensource ho letto che
      sopratutto in europa prende piede...
      secondo voi c'entra qualcosa sto fatto ?nella lista dei sostenitori di TCPA:STMicroelectronicsInfineonchipmaker europeiLe principali distribuzioni (red hat, suse) e i principali sostenitori (ibm) di linux sono americani.Tu sogni, non esiste nessuna contrapposizione USA-UE
  • Anonimo scrive:
    la sola risposta è la libertà
    La libertà di espressione è un diritto inalienabile di ogni individuo, inscritto nella Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo, nella Convenzione UE dei Diritti Umani, nella Costituzione degli Stati Uniti, e nelle costituzioni dei singoli stati.Il fatto che in nome del libero mercato delle grosse corporation pretendano di limitare la libertà dei cittadini depositari del potere sovrano, è qualcosa di sottilmente eversivo, direi. Perché come messo in evidenza TCPA non vuol solo dire impedire la copia di contenuti protetti, ma anche impedire l'uso di software libero, ed impedire l'accesso ad internet ed all'informazione attraverso software libero.A questa gente si deve rispondere su due livelli: (1) facendo valere i diritti costituzionali dei cittadini, che devono poter scrivere e scambiare software libero ed informazioni libere (ricordate il trattato di Helsinki? Allora era l'URSS a violarlo, oggi le aziende USA vorrebbero poter fare altrettanto);(2) dare vita ad una rete internet aperta che raccolga contenuti liberi, estendendo la filosofia di Wikipedia a quanti più siti possibili, da porre sotte Gnu/FDL o Creative Commons. Che l'entertainment si chiuda da solo nel proprio ghetto internet proprietary, e vadano dove vogliono. Pensateci bene: noi non abbiamo bisogno di loro e delle loro News/spettacolo. Noi abbiamo bisogno di cultura ed umanità.La cultura è sempre stata libera, ucciderla equivale ad uccidire lo spirito umano. Le major, IMHO, hanno già perso.
    • Anonimo scrive:
      Re: la sola risposta è la libertà

      (1) facendo valere i diritti costituzionali dei
      cittadini, che devono poter scrivere e scambiare
      software libero ed informazioni libere.e 100, il software libero funziona, solo che sarai avvertito che non è trusted. Dove sta scritto che tutto il software presente oggi sul mercato deve essere riscritto e buttato per certificarlo? Quello che dici te è paradossale.
      (2) dare vita ad una rete internet aperta che
      raccolga contenuti liberi, estendendo la
      filosofia di Wikipedia a quanti più siti
      possibili, da porre sotte Gnu/FDL o Creative
      Commons. continueranno ad esistere
      La cultura è sempre stata libera, ucciderla
      equivale ad uccidire lo spirito umano. Le major,
      IMHO, hanno già perso.chi fa cultura decide della cultura cosa farne. Il cantante se la vuole far pagare? E allora pagalo. Il cantante vuole darla via gratis? Bene, la mette su internet.Sei tu che non vuoi rispettare il diritto di proprietà. Se io scrivo un libro esigo essere pagato. Sarò venale? Affare mio, intanto paga
  • Anonimo scrive:
    TCPA compliant e TCPA pretend
    Forse dico una baggianata ma una volta che il computer TCPA è stato avviato in uno "stato conosciuto", come fà a sapere che anche le informazioni che riceve dalla rete sono prodotte da computer TCPA compliant?Mi spiego: se per esempio metto sulla rete una macchina che si *finge* TCPA compliant ma non lo è, e fornisce finti eseguibili TCPA compliant e poi fornisce anche finte certificazioni e approved list cosa accade?
    • Anonimo scrive:
      Re: TCPA compliant e TCPA pretend
      bella domanda... in effetti nel mondo come nella rete.. fatta la legge trovato l inganno.. io nn avro' mai le competenze, manko per capire appieno quello che hai detto.. ma sono sicuro che in qlche garage qlcuno ci sta gia pensando e ridakkia.. Hermes
    • Anonimo scrive:
      Re: TCPA compliant e TCPA pretend
      ....Non potrai collegarti alla rete senza un modem TCPA....non potrai navigare senza una connesssione TCPA autorizzata.......cercate di aprire gli occhi....cominciate con il cestinare M$.....
  • Anonimo scrive:
    TCPA compliant e TCPA pretender
    Forse dico una baggianata ma una volta che il computer TCPA è stato avviato in uno "stato conosciuto", come fà a sapere che anche le informazioni che riceve dalla rete sono prodotte da computer TCPA compliant?Mi spiego: se per esempio metto sulla rete una macchina che si *finge* TCPA compliant ma non lo è, e fornisce finti eseguibili TCPA compliant e poi fornisce anche finte certificazioni e approved list cosa accade?
    • Rex1997 scrive:
      Re: TCPA compliant e TCPA pretender
      - Scritto da: Anonimo
      Forse dico una baggianata ma una volta che il
      computer TCPA è stato avviato in uno "stato
      conosciuto", come fà a sapere che anche le
      informazioni che riceve dalla rete sono prodotte
      da computer TCPA compliant?

      Mi spiego: se per esempio metto sulla rete una
      macchina che si *finge* TCPA compliant ma non lo
      è, e fornisce finti eseguibili TCPA compliant e
      poi fornisce anche finte certificazioni e
      approved list cosa accade?Niente di complicato: hai appena descritto un modo legacy per un next generation virus.... :D:D:D:p:p==================================Modificato dall'autore il 13/09/2005 0.25.06
  • Sgabbio scrive:
    vi siete dimenticati 2 nomi!!!
    tra i promotori c'è anche SUN e Sony!!!!e da mettere questo!!!
  • ilmusico scrive:
    Abbiamo...
    Mi sembra di poter dire che : Abbiamo individuato il nemico ma questo, non è ancora sufficiente. La "guerra" sarà piuttosto aspra, lunga.In definitiva, me lo immaginavo , uno sviluppo del genere.: per le multinazionali informatiche, noi non siamo necessari , siamo solo un optional. Per costoro (ovvero i magnacci del software e del settore informatico),noi dovremmo (o dovremo?) essere l'equivalente di androidi programmati, incapaci di pensare e di fare,piuttosto, quello che loro avranno stabilito che si faccia! Ma , secondo me, dovrebbero stare attenti: essi stessi , "hanno lanciato il boomerang" e su di loro, ritornerà- Saluti Il Musico==================================Modificato dall'autore il 12/09/2005 14.10.58
    • Anonimo scrive:
      Re: Abbiamo...
      - Scritto da: ilmusico
      Mi sembra di poter dire che : Abbiamo individuato
      il nemico ma questo, non è ancora sufficiente. La
      "guerra" sarà piuttosto aspra, lunga.
      In definitiva, me lo immaginavo , uno sviluppo
      del genere.: per le multinazionali informatiche,
      noi non siamo necessari , siamo solo un optional.

      Per costoro (ovvero i magnacci del software e del
      settore informatico),noi dovremmo (o dovremo?)
      essere l'equivalente di androidi programmati,
      incapaci di pensare e di fare,piuttosto, quello
      che loro avranno stabilito che si faccia! Ma ,
      secondo me, dovrebbero stare attenti: essi stessi
      , "hanno lanciato il boomerang" e su di loro,
      ritornerà-


      Saluti


      Il Musico

      ==================================
      Modificato dall'autore il 12/09/2005 14.10.58tu sarai il primo a subire, parola di allah
  • Anonimo scrive:
    Aiutatemi a costruire un computer noTCPA
    Costruiamo, virtualmente si capisce, attraverso link reali, un computer senza restrizioni di nessun genere.. e vediamo cosa ne esce..Cosa serve? A)1) processore2) scheda madre3) scheda video4) sheda audio5) monitor6) tastiera7) modemB) Sistema operativoConsigli?
    • Anonimo scrive:
      Re: Aiutatemi a costruire un computer no
      - Scritto da: Anonimo
      Consigli?vai a lavorare
    • Crazy scrive:
      Ti Aiuto
      Semplice, compera solo pezzi prodotti da aziende che non appaiono su questa lista"https://www.trustedcomputinggroup.org/about/members/members "Tutte le aziende che vedi qui fanno parte del TCPA, ma come vedi, c'e` un buon inizio: puoi comperarti una Scheda Madre ASUS, e gia` questo non e` poco come inizio
      • The_GEZ scrive:
        Re: Ti Aiuto
        Ciao Crazy !
        https://www.trustedcomputinggroup.org/about/member
        Tutte le aziende che vedi qui fanno parte del
        TCPA, ma come vedi, c'e` un buon inizio: puoi
        comperarti una Scheda Madre ASUS, e gia` questo
        non e` poco come inizioPer il processore ?Intanto continua a compilare la lista.Kakkio pure la Symbian, TCPA anche sui cellulari.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ti Aiuto
        scheda madre asus, ma quest'ultima produce modelli anche per processori diversi da amd e intel (che sono nella lista..)?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ti Aiuto
          Ora non ne sono sicuro ma le piattaforme AmigaONE (montano processori powerpc) non credo siano TCPA (o almeno spero), poi si potrebbero comprare computer con processori sparc.L'unico problema e' il cambio di architettura.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ti Aiuto
        - Scritto da: Crazy
        Semplice, compera solo pezzi prodotti da aziende
        che non appaiono su questa lista
        "
        https://www.trustedcomputinggroup.org/about/member
        Tutte le aziende che vedi qui fanno parte del
        TCPA, ma come vedi, c'e` un buon inizio: puoi
        comperarti una Scheda Madre ASUS, e gia` questo
        non e` poco come inizioE secondo te alla ASUS quali chipset e processori montano ? :D:D:D:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Aiutatemi a costruire un computer no

      Consigli?http://www.google.it/search?hs=jvW&hl=it&client=firefox-a&rls=org.mozilla%3Aen-US%3Aofficial&q=freud&btnG=Cerca&meta=lr%3Dlang_it
  • Anonimo scrive:
    W il TCPA
    e lo dice un consumatore onesto, libero e lungimirante
    • The_GEZ scrive:
      Re: W il TCPA
      Ciao Anonimo !
      e lo dice un consumatore onesto, libero e
      lungimirantehai dimenticato di aggiungere ... ANONIMO ! (anonimo)
      • Anonimo scrive:
        Re: W il TCPA
        - Scritto da: The_GEZ
        Ciao Anonimo !


        e lo dice un consumatore onesto, libero e

        lungimirante

        hai dimenticato di aggiungere ... ANONIMO !
        (anonimo)Ah ancora con queste storie. Qua gli anonimi possono scrivere quindi cercate di rispettarli.Non ha mica detto che svaligia banche o qualcosa di cui vergognarsi, quindi anche se posta senza essere registrato non vedo che differenza possa fare.
        • Anonimo scrive:
          Re: W il TCPA
          - Scritto da: Anonimo
          Ah ancora con queste storie. Qua gli anonimi
          possono scrivere quindi cercate di rispettarli.

          Non ha mica detto che svaligia banche o qualcosa
          di cui vergognarsi, quindi anche se posta senza
          essere registrato non vedo che differenza possa
          fare.Non ho mai sentito un ergastolano dire di non essere innocente...
      • Anonimo scrive:
        Re: W il TCPA
        - Scritto da: The_GEZ
        Ciao Anonimo !


        e lo dice un consumatore onesto, libero e

        lungimirante

        hai dimenticato di aggiungere ... ANONIMO !
        (anonimo)sono mica fesso... che in un forum di fanatici come questo vi sto a dare il mio nomealla mia pelle ci tengobye
    • Crazy scrive:
      Informati prima di scrivere
      - Scritto da: Anonimo
      e lo dice un consumatore onesto, libero e
      lungimiranteAnche io sono onesto, ho tutti i Software originali, il problema e` che TCPA non e` una cosa solo per i Programmi pirata, il TCPA impedira` anche l'installazione di programmi originali che non sono approvati.Se tu hai un Sistema Operativo TCPA, puoi installare solo Software TCPA, e ricordati che il Sistema Operativo TCPA funziona solo se installato su Hardware TCPA.Vuoi un esempio pratico?Se hai un Computer composto solo da componenti TCPA e ci hai installato Windows, pensi che poi potrai installarci che ne so, Open Office?O magari il Real Player?Il Real Player non e` approvato dal TCP, quindi, non potrai installarlo, nemmeno se lo paghi oro.Open Office e` una ottima suite da lavoro gratuita, ma se vuolessero far si che giri su un Sistema TCPA, dovrebbero pagare per ottenere l'approvazione TCPA, e quindi, non sarebbe piu` gratuita... vedi meglio adesso?Se fosse solo contro la pirateria, concorderei con te, qui, invece, e` un sistema che limita proprio la liberta` di scelta, insomma, elimina la concorrenza, ecco.Se vuoi maggiori Info:" http://jack.logicalsystems.it/homepage/techinfo/Palladium.asp "Oppure cerca in Internet TCPA Palladium e vedi cosa trovi
      • Anonimo scrive:
        Re: Informati prima di scrivere
        - Scritto da: Crazy

        - Scritto da: Anonimo

        e lo dice un consumatore onesto, libero e

        lungimirante

        Anche io sono onesto, ho tutti i Software
        originali, il problema e` che TCPA non e` una
        cosa solo per i Programmi pirata, il TCPA
        impedira` anche l'installazione di programmi
        originali che non sono approvati.
        Se tu hai un Sistema Operativo TCPA, puoi
        installare solo Software TCPA, e ricordati che il
        Sistema Operativo TCPA funziona solo se
        installato su Hardware TCPA.qualcuno ti obbliga ad avere un Sistema Operativo TCPA?
        Vuoi un esempio pratico?no no, lascia perdere... oramai ti sei fritto i neuroni
        • Anonimo scrive:
          Re: Informati prima di scrivere
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Crazy



          - Scritto da: Anonimo


          e lo dice un consumatore onesto, libero e


          lungimirante



          Anche io sono onesto, ho tutti i Software

          originali, il problema e` che TCPA non e` una

          cosa solo per i Programmi pirata, il TCPA

          impedira` anche l'installazione di programmi

          originali che non sono approvati.

          Se tu hai un Sistema Operativo TCPA, puoi

          installare solo Software TCPA, e ricordati che
          il

          Sistema Operativo TCPA funziona solo se

          installato su Hardware TCPA.

          qualcuno ti obbliga ad avere un Sistema Operativo
          TCPA?Fai un pò te.... :s
        • giustiziadivina scrive:
          9 --
          Tu invece di neuroni non ne hai mai avuti... e si vede!!!
        • Crazy scrive:
          Re: Informati prima di scrivere

          qualcuno ti obbliga ad avere un Sistema Operativo
          TCPA?DipendeSe vuoi utilizzare un Processore Intel, o magari un AMD, sei vincolato, in quei Processori girera` solo un Sistema Operativo Palladium, quindi, o Windows o Mac.Ricordati che pero`, se ti fai un Computer che ha un processore alternativo, ogni singolo altro componente non potra` essere TCP, quindi, se vuoi montare una Scheda Video ATI o anche Nvidia... te le scordi, quelle funzionano solo abbinate a componenti TCPA.Finalmente hai il tuo bel Computer non TCPA, devo solo comperarti il Monitor.. beh, scordati dei NEC e di tanti altri.Lo stesso vale nel caso contrario.Vuoi farti un Computer bello tosto, ci metti il Processore AMD, la Scheda Video ATI, devi scegliere la Scheda Madre... beh, addio ASUS, le migliori schede madri di sempre, non hanno aderito a TCPA, quindi, non potranno funzionare con i Processori Intel ed AMD e non ci funzionera` sopra ne WIndows ne Mac... fa teQuesto sistema elimina liberta` a tutti, come fai ad accettarlo?Come puoi accettare che qualcuno decida per te cosa installare o che componenti utilizzare sul tuo Computer che hai pagato profumatamente?Forse io saro` fuso, ma sta tranquillo che non mi chino di fronte a chi vuole impormi qualcosa che limitera` e mie liberta`
          • Crazy scrive:
            E Cadde nel Silenzio
            - Scritto da: Crazy


            qualcuno ti obbliga ad avere un Sistema
            Operativo

            TCPA?

            Dipende
            Se vuoi utilizzare un Processore Intel, o magari
            un AMD, sei vincolato, in quei Processori girera`
            solo un Sistema Operativo Palladium, quindi, o
            Windows o Mac.
            Ricordati che pero`, se ti fai un Computer che ha
            un processore alternativo, ogni singolo altro
            componente non potra` essere TCP, quindi, se vuoi
            montare una Scheda Video ATI o anche Nvidia... te
            le scordi, quelle funzionano solo abbinate a
            componenti TCPA.
            Finalmente hai il tuo bel Computer non TCPA, devo
            solo comperarti il Monitor.. beh, scordati dei
            NEC e di tanti altri.
            Lo stesso vale nel caso contrario.
            Vuoi farti un Computer bello tosto, ci metti il
            Processore AMD, la Scheda Video ATI, devi
            scegliere la Scheda Madre... beh, addio ASUS, le
            migliori schede madri di sempre, non hanno
            aderito a TCPA, quindi, non potranno funzionare
            con i Processori Intel ed AMD e non ci
            funzionera` sopra ne WIndows ne Mac... fa te
            Questo sistema elimina liberta` a tutti, come fai
            ad accettarlo?
            Come puoi accettare che qualcuno decida per te
            cosa installare o che componenti utilizzare sul
            tuo Computer che hai pagato profumatamente?

            Forse io saro` fuso, ma sta tranquillo che non mi
            chino di fronte a chi vuole impormi qualcosa che
            limitera` e mie liberta`......... Ed a questa affermazione, l'utente onesto, rimase senza parolePerche` si rese conto che per quanto fosse disposto a pagare onestamente, avrebbe comunque dovuto subire innumerevoli ed ingiuste limitazioni...
          • Anonimo scrive:
            Re: E Cadde nel Silenzio
            - Scritto da: Crazy

            - Scritto da: Crazy



            Forse io saro` fuso, ma sta tranquillo che non
            mi

            chino di fronte a chi vuole impormi qualcosa che

            limitera` e mie liberta`
            ...
            ...
            ... Ed a questa affermazione, l'utente onesto,
            rimase senza parole
            Perche` si rese conto che per quanto fosse
            disposto a pagare onestamente, avrebbe comunque
            dovuto subire innumerevoli ed ingiuste
            limitazioni...hahahaha questo detto da te è proprio il massimo! fai il conto delle volte ti sono state fatte obiezioni concrete precise e circostanziate ed hai SEMPRE evitato di rispondere, vedrai che perdi di 10000 punti!!! hehe, quando si dice il toro che da del cornuto all'asino.....PS naturalmente eviterai accuratamente di rispondere anche a questo post.... ad ulteriore dimostrazione.... ;)
          • Sgabbio scrive:
            Re: E Cadde nel Silenzio
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Crazy



            - Scritto da: Crazy





            Forse io saro` fuso, ma sta tranquillo che non

            mi


            chino di fronte a chi vuole impormi qualcosa
            che


            limitera` e mie liberta`

            ...

            ...

            ... Ed a questa affermazione, l'utente onesto,

            rimase senza parole

            Perche` si rese conto che per quanto fosse

            disposto a pagare onestamente, avrebbe comunque

            dovuto subire innumerevoli ed ingiuste

            limitazioni...

            hahahaha questo detto da te è proprio il massimo!
            fai il conto delle volte ti sono state fatte
            obiezioni concrete precise e circostanziate ed
            hai SEMPRE evitato di rispondere, vedrai che
            perdi di 10000 punti!!! hehe, quando si dice il
            toro che da del cornuto all'asino.....

            PS naturalmente eviterai accuratamente di
            rispondere anche a questo post.... ad ulteriore
            dimostrazione.... ;)Fatto stà che hai risposto 4 ore dopo senza controbattere
          • Crazy scrive:
            Re: [OT] E Cadde nel Silenzio
            ...

            hahahaha questo detto da te è proprio il massimo!
            fai il conto delle volte ti sono state fatte
            obiezioni concrete precise e circostanziate ed
            hai SEMPRE evitato di rispondere, vedrai che
            perdi di 10000 punti!!! hehe, quando si dice il
            toro che da del cornuto all'asino.....

            PS naturalmente eviterai accuratamente di
            rispondere anche a questo post.... ad ulteriore
            dimostrazione.... ;)PER QUESTA VOLTA FACCIO UNA ECCEZIONEE` molto semplice, io di solito non rispondo ai Post che non centrano nulla con la discussione in cosro, come quello che hai scritto tu ed a cui io, in via del tutto eccezionale sto rispondendo, con la cortese indicazione che il presente post e` un [OT]Al tizio in questione e` stata posta una questione molto chiara, a quel punto, si sara` resto conto che il TCPA andra` a ledere pure lui che paga tutto onestamente cio` che e` da pagare, ed e` rimasto senza parole.Capibile, molti non sanno cosa sia il TCPA, ma suona talmente bene e figo che sono convinti che sia una bella cosa.Detto questo, stop alle cacchiate
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] E Cadde nel Silenzio
            signor tonno riomaretra i promotori del tcpa c'è anche IBM che campa di linux ed open sourceil cervello fallo girare
          • Crazy scrive:
            Si torna a parlare
            - Scritto da: Anonimo
            signor tonno riomare
            tra i promotori del tcpa c'è anche IBM che campa
            di linux ed open source
            il cervello fallo girareBene, finalmente si torna a parlare seriamente.Dunque, e` vero che IBM campa di Linux, ma va tranquillo, per girare in un Sistema TCPA, il Sistema Operativo deve contenere i codici del TCP, quindi, siccome tali dovrebbero rimanere ben segreti, IBM fara` una versione di Linux che sara` parzialmente close, o magari fara` un Tool che dovra` essere installato prima di mettere Linux in modo che aggiunga tali codici alla distro di Linux che vuoi installare.Magari, la IBM fara` una versione di Linux interamente close per i suoi Computer, sta tranquillo comunque, se il Computer e` TCPA anche il Sistema Operativo lo deve essere
          • Anonimo scrive:
            Re: Si torna a parlare

            Bene, finalmente si torna a parlare seriamente.
            Dunque, e` vero che IBM campa di Linux, ma va
            tranquillo, per girare in un Sistema TCPA, il
            Sistema Operativo deve contenere i codici del
            TCP, quindi, siccome tali dovrebbero rimanere ben
            segreti, IBM fara` una versione di Linux che
            sara` parzialmente close, o magari fara` un Tool
            che dovra` essere installato prima di mettere
            Linux in modo che aggiunga tali codici alla
            distro di Linux che vuoi installare.
            Magari, la IBM fara` una versione di Linux
            interamente close per i suoi Computer, sta
            tranquillo comunque, se il Computer e` TCPA anche
            il Sistema Operativo lo deve esserepensa, io sono contrario a linux e all'open source e vi dico di stare tranquilli. Perchè linux esiste? Semplice: perchè c'è il mondo open dietro. Se tcppano tutto come dici te gireranno solo pochi software (e già ce ne sono pochi). Quindi fermare l'open significa fermare proprio linux e anche altre cose open sfruttate da sun. Ma dai, ma davvero credete all'uomo nero?Qui si fa solo per gettare il panico provocato da qualcuno più in alto di voi che ha ben altri interessi (tipo la vendita dei propri sistemi di protezione)
          • Crazy scrive:
            Re: Si torna a parlare

            pensa, io sono contrario a linux e all'open
            source e vi dico di stare tranquilli. Perchè
            linux esiste? Semplice: perchè c'è il mondo open
            dietro. Se tcppano tutto come dici te gireranno
            solo pochi software (e già ce ne sono pochi).
            Quindi fermare l'open significa fermare proprio
            linux e anche altre cose open sfruttate da sun.
            Ma dai, ma davvero credete all'uomo nero?
            Qui si fa solo per gettare il panico provocato da
            qualcuno più in alto di voi che ha ben altri
            interessi (tipo la vendita dei propri sistemi di
            protezione)Si vede che forse non hai seguito molto la vicenda:la Sun Microsistem non solo e` uno dei membri del TCPA, ma e` addirittura una Promotrice sviluppatrice del sistema.Figurati, i Programmi Sun gireranno che e` un piacere, quello che non girera` saranno tutti quei bei programmini gratuiti che a tutt'oggi puoi scaricare liberamente dal Web.Il TCPA, rovinera` il mondo dell'informatica, quella liberta` che i Computer rappresentavano, diventera` un mero ricordo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Si torna a parlare

            Si vede che forse non hai seguito molto la
            vicenda:
            la Sun Microsistem non solo e` uno dei membri del
            TCPA, ma e` addirittura una Promotrice
            sviluppatrice del sistema.
            Figurati, i Programmi Sun gireranno che e` un
            piacere, quello che non girera` saranno tutti
            quei bei programmini gratuiti che a tutt'oggi
            puoi scaricare liberamente dal Web.
            Il TCPA, rovinera` il mondo dell'informatica,
            quella liberta` che i Computer rappresentavano,
            diventera` un mero ricordo.aridaje (si sente che sono romano?)non penso che IBM o sun che sfruttano proprio con l'open source lo vogliano distruggere. Senza quei bei programmini che dite linux non serve a nulla. Se poi è vero quello che dicevamo noi winari è vero: avete lavorato come muli per IBM e nokia
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] E Cadde nel Silenzio
            - Scritto da: Crazy
            ...



            hahahaha questo detto da te è proprio il
            massimo!

            fai il conto delle volte ti sono state fatte

            obiezioni concrete precise e circostanziate ed

            hai SEMPRE evitato di rispondere, vedrai che

            perdi di 10000 punti!!! hehe, quando si dice il

            toro che da del cornuto all'asino.....



            PS naturalmente eviterai accuratamente di

            rispondere anche a questo post.... ad ulteriore

            dimostrazione.... ;)


            PER QUESTA VOLTA FACCIO UNA ECCEZIONEOh! sua maestà concede! quale onore!
            E` molto semplice, io di solito non rispondo ai
            Post che non centrano nulla con la discussione in
            cosro,e come mai non hai mai risposto IN PASSATO a persone che ti hanno obbiettato punto su punto le tue deliranti affermazioni portandoti DOCUMENTI? (una cosa che tu non hai mai fatto)? con quale criterio decidi cosa c'entra con la discussione e cosa no? è evidente tu usi solo il criterio che se uno ti contraddice allora non c'entra con la discussione, se invece ti da ragione allora c'entra. COMPLIMENTI ;)
            come quello che hai scritto tu ed a cui
            io, in via del tutto eccezionale sto rispondendo,
            con la cortese indicazione che il presente post
            e` un [OT]
            Al tizio in questione e` stata posta una
            questione molto chiara, a quel punto, si sara`
            resto conto che il TCPA andra` a ledere pure lui
            che paga tutto onestamente cio` che e` da pagare,
            ed e` rimasto senza parole.e con quale criterio stabilisci che e' rimasto senza parole? dopo tutto perche dovrebbe risponderti, tanto non appena qualcuno dimostra le tue cazzate tu semplicemente non rispondi!!! o dovrei dire che RIMANI SENZA PAROLE!!! ;) e' gia' successo in passato decine di volte come minimo, basta andare a cercare le notizie dei giorni passati per vederlo
            Capibile, molti non sanno cosa sia il TCPA, vero, tra questi ci sei certamente tu
            Detto questo, stop alle cacchiatebravo! ma fallo però!
          • cicciobello scrive:
            Re: Informati prima di scrivere

            Forse io saro` fuso, ma sta tranquillo che non mi
            chino di fronte a chi vuole impormi qualcosa che
            limitera` e mie
            liberta`Invece, ora che sono passati un po' di anni, l'hai fatto: ti sei inginocchiato di fronte a netflix, hulu e simili (basati su drm, e con parecchie limitazioni).Mi avevi detto di rileggere i tuoi vecchi post... rileggiteli anche tu, e chiediti cosa sei riuscito a fare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Informati prima di scrivere

          qualcuno ti obbliga ad avere un Sistema Operativo
          TCPA?purtroppo le stanno pensando tutte per far si che più persone siano obbligate per usare un sistema operativo TCPA.Per esempio sono già previste periferiche hardware che se usate in modo non trusted avranno prestazioni minori.Se per te queste sono libertà di scielta lasciate all'utente ...
      • The_GEZ scrive:
        Re: Informati prima di scrivere
        Ciao Crazy !
        gratuita, ma se vuolessero far si che giri su un
        Sistema TCPA, dovrebbero pagare per ottenere
        l'approvazione TCPA, e quindi, non sarebbe piu`
        gratuita... vedi meglio adesso?Mi sa che il tizio ci vedeva bene anche prima, baste leggere gli altri (suoi ? boh !) post !Non so se mi sono capito ! ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Informati prima di scrivere
        - Scritto da: Crazy

        - Scritto da: Anonimo

        e lo dice un consumatore onesto, libero e

        lungimirante

        Anche io sono onesto, ho tutti i Software
        originali, il problema e` che TCPA non e` una
        cosa solo per i Programmi pirata, il TCPA
        impedira` anche l'installazione di programmi
        originali che non sono approvati.Non è vero
        Se tu hai un Sistema Operativo TCPA, puoi
        installare solo Software TCPA, e ricordati che il
        Sistema Operativo TCPA funziona solo se
        installato su Hardware TCPA.Non è vero
        Vuoi un esempio pratico?
        Se hai un Computer composto solo da componenti
        TCPA e ci hai installato Windows, pensi che poi
        potrai installarci che ne so, Open Office?
        O magari il Real Player?Si potrai linux ha già il supporto per le specifiche tcg
        Il Real Player non e` approvato dal TCP, quindi,
        non potrai installarlo, nemmeno se lo paghi oro.
        Open Office e` una ottima suite da lavoro
        gratuita, ma se vuolessero far si che giri su un
        Sistema TCPA, dovrebbero pagare per ottenere
        l'approvazione TCPA, e quindi, non sarebbe piu`
        gratuita... vedi meglio adesso?non è vero
        Se fosse solo contro la pirateria, concorderei
        con te, qui, invece, e` un sistema che limita
        proprio la liberta` di scelta, insomma, elimina
        la concorrenza, ecco.Allora puoi iniziare ad appoggiarlo se il tuo problema è solo questo.
        Se vuoi maggiori Info:
        "
        http://jack.logicalsystems.it/homepage/techinfo/Pa

        Oppure cerca in Internet TCPA Palladium e vedi
        cosa trovihttps://www.trustedcomputinggroup.org/homeleggersi le specifiche per chiarirsi le idee.
        • Anonimo scrive:
          Re: Informati prima di scrivere
          - Scritto da: Anonimo
          https://www.trustedcomputinggroup.org/home
          leggersi le specifiche per chiarirsi le idee. -Store keys, digital certificates, passwords and data securely in hardware -Enhance network security -Protect online commerce transactions -Help protect against viruses, worms and other malicious attacks -Protect digital identities -Provide authentication between systems and networks -Allow for single sign-on to systems -Enable digital signatures for financial and other transactions -Support regulatory compliance for Sarbanes-Oxley, HIPAA and other federal requirements Ehm io ho trovato solo questo (magari è una mia svista).Se queste sono le famose specifiche che dicevi, non mi pare proprio le si possa chiamare specifiche eh!Se me le son perse io, mi metti il link diretto!?Grazie.
          • Anonimo scrive:
            Re: Informati prima di scrivere
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            https://www.trustedcomputinggroup.org/home

            leggersi le specifiche per chiarirsi le idee.

            -Store keys, digital certificates, passwords and
            data securely in hardware
            -Enhance network security
            -Protect online commerce transactions
            -Help protect against viruses, worms and other
            malicious attacks
            -Protect digital identities
            -Provide authentication between systems and
            networks
            -Allow for single sign-on to systems
            -Enable digital signatures for financial and
            other transactions
            -Support regulatory compliance for
            Sarbanes-Oxley, HIPAA and other federal
            requirements

            Ehm io ho trovato solo questo (magari è una mia
            svista).
            Se queste sono le famose specifiche che dicevi,
            non mi pare proprio le si possa chiamare
            specifiche eh!
            Se me le son perse io, mi metti il link diretto!?
            Grazie.Ma sei serio o stai prendendo per il culo? basta scorrere un pochino quella paginetta e ci sono tutti i link che vuoivabbè, tieni và https://www.trustedcomputinggroup.org/downloadse okkio che questa è una pagina indice e i link stanno sulla sinistra
    • Anonimo scrive:
      Re: W il TCPA
      - Scritto da: Anonimo
      e lo dice un consumatore onesto, libero e
      lungimiranteE troll...
    • Anonimo scrive:
      Re: W il TCPA
      - Scritto da: Anonimo
      e lo dice un consumatore onesto, libero e
      lungimiranteche evidentemente non ha capito che tcpa non e' semplicemente una tecnologia di drm; vatti a leggere le specifiche di tcpa e poi torna qui
    • castigo scrive:
      Re: W il TCPA
      - Scritto da: Anonimo
      e lo dice un consumatore onesto, libero e
      lungimirantee da bravo lungimirante hai comprato scorte industriali di vasellina si??bravo!!le multinazionali hanno proprio bisogno di "consumatori" come te, non di cittadini....
    • lele2 scrive:
      Re: W il TCPA
      - Scritto da: Anonimo
      e lo dice un consumatore onesto, libero e
      lungimirante e tu credi che investano milioni di dollari nel TCPA solo per non farti piratare il giochinoun bambino di 5 anni non se la beve
    • Pinguin scrive:
      Re: W il TCPA
      - Scritto da: Anonimo
      e lo dice un consumatore onesto, libero e
      lungimirante......e che fa parte dell'organizzazione che promuove Palladium :p:p:p:p:pMa mi faccia il piacere. Mi sa che l'unica soluzione è tenersi gli attuali PC pregando che non si rompano.Magari se vedono che la gente non compra più niente, torneranno un po' indietro. Faccio soltanto un esempio, io ho i miei CD originali di musica e voglio tenerli per comodità sul PC in formato .mp3 per non dovere ogni volta prendere fisicamente il CD oppure per passare da una canzone che è su un CD a una che è su un altro CD senza la scocciatura di aprire e chiudere il cassettino (oltre a trovare i CD fisicamente).Non possono impedirmi né di ascoltarli e né tantomeno di crearli gli .mp3.Se su Windows Vista questo non sarà possibile, è una grave limitazione, non è giusto.Mi pare che non sarà possibile neanche soltanto installare Winamp...Non va bene, non va bene.==================================Modificato dall'autore il 12/09/2005 16.02.01
    • Giaki scrive:
      Re: W il TCPA
      - Scritto da: Anonimo
      e lo dice un consumatore onesto, libero e
      lungimiranteMa almeno ti droghi?sennò non avrebbe senso la tua frase
    • lele2 scrive:
      Re: W il TCPA
      - Scritto da: Anonimo
      e lo dice un consumatore onesto, libero e
      lungimirantee tu credi che investano milioni di dollari nel tcpa solo per non farti piratare il giochinoneanche un bambino ci crederebbe
    • soulista scrive:
      Re: W il TCPA
      - Scritto da: Anonimo
      e lo dice un consumatore onesto, libero e
      lungimiranteConcordo!... se cambi il "il" con un "la" e chiudi la "C" in modo che diventi una "O".mmmh... :p
    • Anonimo scrive:
      Re: W il TCPA
      - Scritto da: Anonimo
      e lo dice un consumatore onesto, libero e
      lungimirante e pagato per trollare
    • Anonimo scrive:
      Re: W il TCPA
      - Scritto da: Anonimo
      e lo dice un consumatore onesto, libero e
      lungimirantepreparati ad un piccolo prestito.Il prezzo lo fanno loro!
  • Anonimo scrive:
    Finisce un sogno ed una passione...
    Il TCPA chiude un epoca pionieristica, uccide il sogno informatico dei ragazzi di oggi.Mi rendo conto che sono stato fortunato quando da ragazzo ho iniziato ad esplorare l'informatica, si respirava una liberta' e un senso di avventura meraviglioso. Ho cominciato a programmare su CBM-Amiga. Credo che lo stesso lo abbia provato la generazione che ha iniziato con gli Spectrum o ancor prima mio padre con i primi mainframe, quelli che non si programmavano in ASM ma proprio in binario!Paradossalmente, oggi, con computer infinitamente piu' potenti, strumenti di sviluppo raffinati, documentazione e manuali in abbondanza ed una rete telematica planetaria per diffondere le proprie creazioni... paradossalmente l'industria uccide la passione di tanti ragazzi che senpre piu' precocemente acquisiscono capacita' eccellenti! Ma come si puo' essere cosi' miopi, soffocare sul nascere il sottobosco di programmatori freeware e shareware?Che senso ha prosciugare il bacino da cui poi si pescano gli elementi migliori? Hanno forse dimenticato che i cervelli che lavorano per loro si sono formati ancor prima che in ambito accademico, proprio in un humus pre-TCPA! Spesso ci si iscrive ad informatica, ed ingegneria che si sa gia' programmare, ancor piu' oggi il primo livello di laurea in italia o l'equivalente bachelor grade all'estero non sono sufficienti a creare un coder dal nulla!!I profitti non sono in pericolo, non lo sono mai stati, il TCPA e' un boomerang per l'intera industria e spero che sia corretto in corsa, anche fino a snaturarlo e renderlo solo un altro aborto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Finisce un sogno ed una passione...
      tu hai iniziato a lavorare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Finisce un sogno ed una passione...
      te comprendo pedro... te comprendo.. ma vedrai che dietro front faranno... come intel che nn aveva interesse a creare una linea a 64 bit per i computer desktop.. ma il mercato... LO VOLEVA !!! anche non se sapeva a che serviva... Hermes
  • Anonimo scrive:
    Vivamente consigliato
    se non avete grossisismi problemi con l'inglese scaricate questo video (un gioiellino!) che spiega tutto:http://www.archive.org/details/TrustedComputing
    • Anonimo scrive:
      Re: Vivamente consigliato
      - Scritto da: Anonimo
      se non avete grossisismi problemi con l'inglese
      scaricate questo video (un gioiellino!) che
      spiega tutto:
      http://www.archive.org/details/TrustedComputingla realtà non potrà mai essere così.
  • Anonimo scrive:
    L' OPEN SOURCE E' PEGGIO DI KATRINA
    TREMATE, TREMATE maledetti TRIPPAROLI del WC-CLOSED!La forza della Comunità Open Source Mondiale è ormai IMMENSA! Avete visto Katrina? Ebbene, Katrina è nulla rispetto all' immensa forza della Comunità Open Source!Voi TRIPPAROLI non avrete scampo; suonate, suonate le vostre trombe del Trusted Computing, noi abbiamo già chiamato a raccolta l' immensa forza della nostra Comunità Mondiale Open Source, siamo permanentemente in allerta su tutta le Rete Mondiale, noi abbiamo già suonato le nostre CAMPANE.Brutti SMANDRAPPATI DI PARRUCCONI MASTERIZZATI, sarete spazzati via per sempre!TORNATEVENE NELLE FOGNE!!
  • bit01 scrive:
    Ci stanno togliendo tutto...
    ... e per prima tentano di toglierci la libertà. La cosa più bella dell'informatica DEVE essere la sua libera espressione; la sua stessa natura porta a pensare che tutto debba essere condiviso e accessibile... e invece questi in nome del solito potere (che ci si strafoghino con quello che già hanno) si mettono pure in testa di "blinadre" le future tecnologie per essere i padroni assoluti della situazione. Ben venga l'Open Source che oggi ha purtroppo i suoi limiti in questa società ignorante, ben venga, sperando che sia questa la via che porterà i futuri programmatori a non essere schiavi di brevetti e copyright. Io per lavoro sono costretto ad usare prodotti chiusi, da Windows a tantissimi altri programmi e so bene che mi danno da mangiare ma è crescente, nel settore, questa necessità di non avere padroni, di non dover essere costretto a dipendere da qualcuno e sottostare ai suoi comodi, perchè si sente nell'aria che l'informatica, quella bella, oggi ce la stanno rubando.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci stanno togliendo tutto...
      - Scritto da: bit01
      ... e per prima tentano di toglierci la libertà.
      La cosa più bella dell'informatica DEVE essere la
      sua libera espressione; la sua stessa natura
      porta a pensare che tutto debba essere condiviso
      e accessibile... e invece questi in nome del
      solito potere (che ci si strafoghino con quello
      che già hanno) si mettono pure in testa di
      "blinadre" le future tecnologie per essere i
      padroni assoluti della situazione. Ben venga
      l'Open Source che oggi ha purtroppo i suoi limiti
      in questa società ignorante, ben venga, sperando
      che sia questa la via che porterà i futuri
      programmatori a non essere schiavi di brevetti e
      copyright. Io per lavoro sono costretto ad usare
      prodotti chiusi, da Windows a tantissimi altri
      programmi e so bene che mi danno da mangiare ma è
      crescente, nel settore, questa necessità di non
      avere padroni, di non dover essere costretto a
      dipendere da qualcuno e sottostare ai suoi
      comodi, perchè si sente nell'aria che
      l'informatica, quella bella, oggi ce la stanno
      rubando.Ehei bit!L' Open Source VINCERA'!Ride bene chi ride ultimo, e la forza per arrivare primi davanti all' ultimo è la nosta forza!Nulla può uccidere la libertà del pensiero, e libertà significa amore e quindi condivisione.La forza dell' amora è quella forza che ha permesso sin' ora all' umanità di resistere e di progredire nonostante i mille ostacoli, i mille pericoli, le mille aversità. Eppure, come vedi siamo ancora qui, siamo vivi, e andiamo avanti anche se a fatica.Questa forza dell' amore è propria e tipica della immensa forza dell' Open Source dalla quale l' Opne Source prende linfa vitale e energia.Quindi non ti abbattere!Subiremo ancora sconfitte, avversità, ma la vittoria finale sarà nostra e sarà ancora + bella xchè noi combattimo per il futuro dei nostri figli, x il futuro dell' umanità!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci stanno togliendo tutto...
      boh per me l'informatica la uccidono le aziende di consulenza e le applicazioni web
      • Anonimo scrive:
        Re: Ci stanno togliendo tutto...
        - Scritto da: Anonimo
        boh per me l'informatica la uccidono le aziende
        di consulenza e le applicazioni webE quale sarebbe l'alternativa?
  • Anonimo scrive:
    no problem anche con linux
    di cosa avete paura?se eventualmente chiedessero una licenza non credo possa costare cifre improponibili (altrimenti si giocherebbero tutti gli sviluppatori e lo sanno bene).C'è il banner donate, basta fare una piccola donazione ed il gruppo potrà permettersi una licenza. Mi pare ridicolo possa costare cifre che un folto gruppo di sostenitori non può pagare con pochi spiccioli. Se 10000 persone danno 1$ sono 10000$.Free software != gratis, me lo avete sempre detto voilinux poi non avrebbe problema, ci sono tante persone e grosse aziende che lo usano. Per IBM che problema ci sarebbe a pagare una licenza?Comunque non credo neanche serva: il software certificato non si potrà copiare e quello non certificato funzionerà con avvertimento "software non certificato, quindi pericoloso". Io studente faccio un programma per un professore e questi non lo può far girare perchè lo devo certificare?
    • Anonimo scrive:
      Re: no problem anche con linux
      - Scritto da: Anonimo
      di cosa avete paura?Di pagare chi non lo merita.
      se eventualmente chiedessero una licenza non
      credo possa costare cifre improponibili
      (altrimenti si giocherebbero tutti gli
      sviluppatori e lo sanno bene).
      C'è il banner donate, basta fare una piccola
      donazione ed il gruppo potrà permettersi una
      licenza. E a chi andrebbero i soldi?
    • Anonimo scrive:
      Re: no problem anche con linux
      Ma spiegami PERCHE' devono decidere gli altri cosa è trusted e cosa no?E un progetto come ubuntu praticamente nato dal nulla che non ha i fondi di Mandriva e di Red Hat? Ok, magari ubuntu ora può permettersi la certificazione, ma se domani volessi farmi un mio SO chiamato "Pallinox"? Perchè non posso farlo? Perchè DEVO essere obbligato a prendere una cosa che non voglio (lavorando come programmatore il pc mi serve "vagamente")?
      • Anonimo scrive:
        Re: no problem anche con linux

        ma se domani volessi farmi un mio
        SO chiamato "Pallinox"? Perchè non posso farlo?lo potrai sempre fare. Ragiona: un programmatore che non può creare programmi?
        Perchè DEVO essere obbligato a prendere una cosa
        che non voglio (lavorando come programmatore il
        pc mi serve "vagamente")?non dovrai pagare, perchè questa cosa sfugge. Ragiona: io sono un professionista, studente, hobbista, padrone di ristorante, etc etc. Mi serve un programma.Mi compro visual studio, un altro prodotto a pagamento o anche free certificato per fare programmi. E' ovvio che mi potrò fare i programmi e che questi funzioneranno. Ma cosa ti credi mai? Funzionerà sul tuo, e anche sul mio. Ma quando lo installerò o lo farò girare il pc saprà che non è certificato e al primo avvio mi dirà: "sei sicuro? non è certificato, se installi robaccia cavoli tuoi". Stop, finita. Se poi addirittura metterò un enable ad una opzione "guai se parte roba non thrusted" allora il tuo programma non riuscirà a girare. Il tcpa funziona che se il tuo software lo certifichi avrà bisogno di una chiave per girare ed io non potrò fregarmi il tuo pallinox che magari è talmente buono da fartelo mettere in commercio
        • Anonimo scrive:
          Re: no problem anche con linux
          Beh, ma chi decide che il mio programma è trusted? (ok, sto facendo un po' l'avvocato del diavolo ma voglio capirci un attimo di più).Mi pare il consorzio TCPA, giusto?E se è così, mi pare che, o paghi (come mi pare sia "preventivato") o ti metti in fila per far esaminare (e dati i trascorsi di MS ti fai scopiazzare) il tuo programma/OS/applicativo affinchè venga dichiarato trusted.Siccome non credo di essere l'unico programmatore di sto mondo, quanto tempo ci vuole affinchè il mio programma venga valutato ed esaminato?E cosa impedisce ad un mio concorrente che magari finanzia il TCPA (inteso come consorzio) di far bloccare il mio programma facendolo dichiarare non sicuro?Sono ipotesi così lontane dalla realtà? non credo proprio.Oh, sto ipotizzando in base a quello che ho letto e trovato in giro sull'argomento, se parto da presupposti errati, correggetemi (senza dire "è così" ma con link e documenti), magari senza flame ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: no problem anche con linux
      - Scritto da: Anonimo
      di cosa avete paura?
      se eventualmente chiedessero una licenza non
      credo possa costare cifre improponibili
      (altrimenti si giocherebbero tutti gli
      sviluppatori e lo sanno bene).
      C'è il banner donate, basta fare una piccola
      donazione ed il gruppo potrà permettersi una
      licenza.
      Mi pare ridicolo possa costare cifre che un folto
      gruppo di sostenitori non può pagare con pochi
      spiccioli.
      Se 10000 persone danno 1$ sono 10000$.
      Free software != gratis, me lo avete sempre detto
      voi
      linux poi non avrebbe problema, ci sono tante
      persone e grosse aziende che lo usano. Per IBM
      che problema ci sarebbe a pagare una licenza?
      Comunque non credo neanche serva: il software
      certificato non si potrà copiare e quello non
      certificato funzionerà con avvertimento "software
      non certificato, quindi pericoloso". Io studente
      faccio un programma per un professore e questi
      non lo può far girare perchè lo devo certificare?tu non ti rendi minimamente conto di quello che stai dicendo!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: no problem anche con linux
        qua si parla di chip con dentro programmini su ROMnon cancellabili che mandano informazioni sul tuo pc a inter e microsott...capito ?
        • Anonimo scrive:
          Re: no problem anche con linux
          come siete paranoici :D rilassatevi, vivrete più a lungo
          • Anonimo scrive:
            Re: no problem anche con linux
            - Scritto da: Anonimo
            come siete paranoici :D
            rilassatevi, vivrete più a lungoSi, alle volte essere babbei conviene: non ci si rende conto di tante cose brutte... :|
        • matcion scrive:
          Re: no problem anche con linux
          - Scritto da: Anonimo
          qua si parla di chip con dentro programmini su ROM
          non cancellabili che mandano informazioni sul tuo
          pc a inter e microsott...
          capito ?Guardate, non c'è mica solo microsoft nella lista. Ci sono quasi tutte le principali aziende del settore. Se poi volete continuare a vedere solo ms, come volete.Ma questo significa che ms, ibm e sun sono una cosa sola.
  • The_GEZ scrive:
    Informazione ...
    Ciao a Tutti !Dove è possibile travare in rete qualche risorsa su come comporre un sistema totalemnte Anti-TCPA ?Voglio dire quali altrnative ai processori Intel ed AMD ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Informazione ...
      - Scritto da: The_GEZ
      Ciao a Tutti !

      Dove è possibile travare in rete qualche risorsa
      su come comporre un sistema totalemnte Anti-TCPA
      ?
      Voglio dire quali altrnative ai processori Intel
      ed AMD ?http://www.pegasosppc.com/
      • The_GEZ scrive:
        Re: Informazione ...
        - Scritto da: Anonimo
        http://www.pegasosppc.com/Hmmmm .... non credo.Innanzi tutto ... che cavolo ci gira su quell' affare ?E poi ho notato che utilizza schede video ATI ... che più TCPA di così non si può.
        • Anonimo scrive:
          Re: Informazione ...
          - Scritto da: The_GEZ
          - Scritto da: Anonimo


          http://www.pegasosppc.com/

          Hmmmm .... non credo.
          Innanzi tutto ... che cavolo ci gira su quell'
          affare ?
          E poi ho notato che utilizza schede video ATI ...
          che più TCPA di così non si può.allora siamo fo**uti...
          • Anonimo scrive:
            Re: Informazione ...
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: The_GEZ

            - Scritto da: Anonimo




            http://www.pegasosppc.com/



            Hmmmm .... non credo.

            Innanzi tutto ... che cavolo ci gira su quell'

            affare ?

            E poi ho notato che utilizza schede video ATI
            ...

            che più TCPA di così non si può.

            allora siamo fo**uti...A meno che non ci teniamo ben stretti il vecchio hardware, quello pre-TCPA ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Informazione ...
      - Scritto da: The_GEZ
      Ciao a Tutti !

      Dove è possibile travare in rete qualche risorsa
      su come comporre un sistema totalemnte Anti-TCPA
      ?
      Voglio dire quali altrnative ai processori Intel
      ed AMD ?basta usare tutto il software e l'hardware che non rientra nella lista dei produttori TCPAla scelta e ampia e non mi pare il caso di lamentarsi tanto
      • Anonimo scrive:
        Re: Informazione ...
        - Scritto da: Anonimo
        basta usare tutto il software e l'hardware che
        non rientra nella lista dei produttori TCPA

        la scelta e ampia e non mi pare il caso di
        lamentarsi tantointel e amd ci sono ... quali processori vuoi usare quindi? ati e nvidia ci sono... quali schede video 3d vuoi usare quindi?per altri esempi https://www.trustedcomputinggroup.org/about/members/membersCappe
        • Crazy scrive:
          C'e` scelta
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          basta usare tutto il software e l'hardware che

          non rientra nella lista dei produttori TCPA



          la scelta e ampia e non mi pare il caso di

          lamentarsi tanto

          intel e amd ci sono ... quali processori vuoi
          usare quindi?
          Sparc, Power PC, G5, RISC, MIPS, Alpha... ce ne sono una miriade di non X86
          ati e nvidia ci sono... quali schede video 3d
          vuoi usare quindi?
          Ce ne sono anche qua, non saranno le super 3d AGP e compagnia bella, ma va tranquillo esistono ed anche di molto buone
          per altri esempi
          https://www.trustedcomputinggroup.org/about/member
          Appunto, guarda, tutte le compagnie che non appaiono la`, le puoi utilizzare, ASUS, Pioneer e compagnia bella
          Cappe
    • Crazy scrive:
      Re: Informazione ...

      Dove è possibile travare in rete qualche risorsa
      su come comporre un sistema totalemnte Anti-TCPA
      ?
      Voglio dire quali altrnative ai processori Intel
      ed AMD ?Semplice, compera solo pezzi prodotti da aziende che non appaiono su questa lista"https://www.trustedcomputinggroup.org/about/members/members "Tutte le aziende che vedi qui fanno parte del TCPA, ma come vedi, c'e` un buon inizio: puoi comperarti una Scheda Madre ASUS, e gia` questo non e` poco come inizioTipi di processori ce ne sono centinaia di diversi, vedesi Open Power, G5, Sparc, MIPS, RISC etc etc etcBasta che resti fuori dai prodotti di quella lista
  • Anonimo scrive:
    E' sufficient non usare materiale pirata
    Non capisco che problemi vi mettete. Basta non usare materiale pirata e il TCPA non vi darà fastidio.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' sufficient non usare materiale pi
      - Scritto da: Anonimo
      Non capisco che problemi vi mettete. Basta non
      usare materiale pirata e il TCPA non vi darà
      fastidio.no, caro... il tcpa impedirà l'uso di sw non certificato... quindi andiamo verso una piattaforma hw/sw integrata dove solo win potrà girare... quindi o si passa a piattaforme non intel (sparc ppc) o ci si attacca...
      • Anonimo scrive:
        Re: E' sufficient non usare materiale pi
        Faccio un esempio: Windows Media Player non ti soddisfa? Passi per esempio a Winamp? Ma cosa pensi... Appena lo installi windows ti dirà che il programma non è certificato e ti terminerà l'installazione.Poi se winamp sarà certificato non lo so, ma esistono miriadi di programmi free/opensource che non gireranno sul futuro windows blindato.Chissà se sotto pressione di qualche associacione dei consumatori (non ci conterei molto, ma...) cambieranno un po le carte in tavola.
        • Anonimo scrive:
          Re: E' sufficient non usare materiale pi
          - Scritto da: Anonimo
          Faccio un esempio: Windows Media Player non ti
          soddisfa? Passi per esempio a Winamp? Ma cosa
          pensi... Appena lo installi windows ti dirà che
          il programma non è certificato e ti terminerà
          l'installazione.
          Poi se winamp sarà certificato non lo so, ma
          esistono miriadi di programmi free/opensource che
          non gireranno sul futuro windows blindato.
          Chissà se sotto pressione di qualche associacione
          dei consumatori (non ci conterei molto, ma...)
          cambieranno un po le carte in tavola.questo sarebbe il meno... visto che non uso più win da 3 anni :D ... ma la cosa più grave è che sull'intel compatibile,con tcpa,potrà girare SOLO win... questo è il vero schifo...
        • Anonimo scrive:
          Re: E' sufficient non usare materiale pi
          - Scritto da: Anonimo
          Faccio un esempio: Windows Media Player non ti
          soddisfa? Passi per esempio a Winamp? Ma cosa
          pensi... Appena lo installi windows ti dirà che
          il programma non è certificato e ti terminerà
          l'installazione.Avete un minimo di ingelligenza? Se ce l'avete vi rendete conto come non è possibile che il software o il materiale open source o libero da ogni licenza sia impedito.
        • Anonimo scrive:
          Re: E' sufficient non usare materiale pi
          - Scritto da: Anonimo
          Faccio un esempio: Windows Media Player non ti
          soddisfa? Passi per esempio a Winamp? Ma cosa
          pensi... Appena lo installi windows ti dirà che
          il programma non è certificato e ti terminerà
          l'installazione.Avete un minimo di intelligenza? Se ce l'avete vi rendete conto come non è possibile che il software o il materiale open source o libero da ogni licenza sia impedito.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' sufficient non usare materiale pi
        - Scritto da: Anonimo
        no, caro... il tcpa impedirà l'uso di sw non
        certificato... non sarà mai così, altrimenti NESSUNO comprerà Windows con TCPA.Ripeto TCPA controllerà solo il software e i contenuti digitali originali che sia espressamente previsto da TCPA e li bloccherà se troverà che sono stati crackati o non originale. Tutto il software libero, open source e tutti i contenuti digitali liberi continueranno a funzionare come prima.In soldoni:- hai la versione crackata di Office 2003, allora TCPA lo bloccherà- hai appena inserito un cd audio duplicato allora TCPA lo bloccherà- hai firefox allora siccome non è un software a pagamento e quindi non presente nel "database" del TCPA allora funzionerà come prima- hai un mp3 o un divx, allora continuerà a funzionare come prima dato che è un rippaggio e non una copia
        • Anonimo scrive:
          Re: E' sufficient non usare materiale pi
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          no, caro... il tcpa impedirà l'uso di sw non

          certificato...

          non sarà mai così, altrimenti NESSUNO comprerà
          Windows con TCPA.è qui l'errore... se win com hw tcpa sarà l'unica scelta possibile, la dovrai digerire anche se non ti va bene...
          Ripeto TCPA controllerà solo il software e i
          contenuti digitali originali che sia
          espressamente previsto da TCPA e li bloccherà se
          troverà che sono stati crackati o non originale.
          Tutto il software libero, open source e tutti i
          contenuti digitali liberi continueranno a
          funzionare come prima.potrebbe essere così ma solo in un primo tempo, lo scopo di tcpa (e palladium in seguito) è proprio quello di creare una infrastruttura hw/sw integrata che permette l'uso di un SO solo se certificato dall'hw...
          In soldoni:
          - hai la versione crackata di Office 2003, allora
          TCPA lo bloccherà
          - hai appena inserito un cd audio duplicato
          allora TCPA lo bloccherà
          - hai firefox allora siccome non è un software a
          pagamento e quindi non presente nel "database"
          del TCPA allora funzionerà come prima
          - hai un mp3 o un divx, allora continuerà a
          funzionare come prima dato che è un rippaggio e
          non una copia
        • The_GEZ scrive:
          Re: E' sufficient non usare materiale pi
          Ciao Anonimo !
          Ripeto TCPA controllerà solo il software e i
          contenuti digitali originali che sia[...]
          del TCPA allora funzionerà come prima
          - hai un mp3 o un divx, allora continuerà a
          funzionare come prima dato che è un rippaggio e
          non una copiaGIANNI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Alla faccia dell' ottimismo !Quindi si io ti puntassi una pistola allta tempia, tirassi il cane e poi tu dicessi "Tranquillo, non ti voglio mica sparare", tu saresti perfettamente tranqullo e continueresti come se nente fosse ?
        • Anonimo scrive:
          Re: E' sufficient non usare materiale pi
          Forse è così.Se così fosse e rimanesse, a me andrebbe benissimo.Il problema è che non è solo Win che "è TCPA".E' che le strutture hardware verranno implementate per il TCPA.E il problema quale è?E' che l'HW riconoscerà solo TCPA o NON TCPA.E come fa a capire se il software che sto utilizzando per masterizzare è OpenSource o se è la versione di Nero cracckata?In ogni caso non è TCPA.Il masterizzatore come risponde?
        • Anonimo scrive:
          Re: E' sufficient non usare materiale pi
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          no, caro... il tcpa impedirà l'uso di sw non

          certificato...

          non sarà mai così, altrimenti NESSUNO comprerà
          Windows con TCPA.ma prima di scrivere queste corbellerie ti sei preso la briga di studiarti le specifiche di tcpa?
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutto deve essere TCPA!

          non sarà mai così, altrimenti NESSUNO comprerà
          Windows con TCPA.
          Ripeto TCPA controllerà solo il software e i
          contenuti digitali originali che sia
          espressamente previsto da TCPA e li bloccherà se
          troverà che sono stati crackati o non originale.
          Tutto il software libero, open source e tutti i
          contenuti digitali liberi continueranno a
          funzionare come prima. Errore... oltreoceano e' gia' pronta la legge, sara' VIETATO vendere HW non TCPA-compliant, e sara' vietato scrivere software non TCPA-compliant!!Capisci come si mette, 5 anni di galera se non rispetti la legge! Vuoi programmare una utility per uso personale? Ammesso che tu possa, cioe' con uno strumento di sviluppo che te lo permette senza che tu abbia una licenza TCPA, e dopo comunque non potresti passare la tua utility ad un amico senza commettere reato!!Quio non si tratta di proteggere i diritti d'autore, qui si tratta di eliminare ogni possibilita' di scrivere codice fuori dal sistema delle corporation.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' sufficient non usare materiale pi
      - Scritto da: Anonimo
      Non capisco che problemi vi mettete. Basta non
      usare materiale pirata e il TCPA non vi darà
      fastidio.La tua risposta è di un incompetenza da far paura.TCPA può prendere il controllo dei tuoi contenuti, le tue lettere, i tuoi spartiti, il filmino delle tue vacanze.Ma soprattutto può impedirti di usare il computer che tu hai pagato per leggere (o vedere o ascoltare) i documenti che danno fastidio al potere.Non ci saranno più watergate. Non ci saranno più soffiate ai (pochi) giornalisti che ancora fanno indagine. Niente più prove dei loschi affari dei potenti, governativi e non (multinazionali, mafie, semplici malfattori un po' accorti).Mi sembra un po' più importante di qualche canzonetta pirata, che è solo lo specchietto per le allodole. Il problema è la diffusione di contenuti non controllati dal potere. Quello è il vero bersaglio.E tu non capisci il problema o sei complice o connivente.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' sufficient non usare materiale pi
        - Scritto da: Anonimo

        Mi sembra un po' più importante di qualche
        canzonetta pirata, che è solo lo specchietto per
        le allodole. Il problema è la diffusione di
        contenuti non controllati dal potere. Quello è il
        vero bersaglio.
        E tu non capisci il problema o sei complice o
        connivente.Centrato in pieno il problema... Si comincia con le canzonette, si finisce con il controllo totale delle informazioni, ma non tanto sul singolo PC quanto semmai sull'intera Internet, il giorno in cui inseriranno un protocollo TCP/IP che funziona solo con macchine certificateTCPA, tagliando fuori tutti le altre. Naturalmente per farlo invocheranno le solite leggi antiterrorismo. Questo è il vero pericolo...
        • Anonimo scrive:
          Re: E' sufficient non usare materiale pi
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          Mi sembra un po' più importante di qualche

          canzonetta pirata, che è solo lo specchietto per

          le allodole. Il problema è la diffusione di

          contenuti non controllati dal potere. Quello è
          il

          vero bersaglio.

          E tu non capisci il problema o sei complice o

          connivente.

          Centrato in pieno il problema... Si comincia con
          le canzonette, si finisce con il controllo totale
          delle informazioni, ma non tanto sul singolo PC
          quanto semmai sull'intera Internet, il giorno in
          cui inseriranno un protocollo TCP/IP che funziona
          solo con macchine certificateTCPA, tagliando
          fuori tutti le altre. Naturalmente per farlo
          invocheranno le solite leggi antiterrorismo.
          Questo è il vero pericolo...Non credo ce ne sarà bisogno. Ad esempio, le aziende si rifaranno alla proprietà intellettuale (hai scritto un documento per noi, ti abbiamo pagato lo stipendio, il documento è nostro, noi decidiamo chi deve vederlo, il fatto che ti scagioni dall'accusa di omicidio colposo e dimostri che era un ordine ricevuto dal tuo capo è ininfluente. Il tuo capo è uno di noi e tu sei nessuno. Vai tu in galera). Sembra così irreale? Andiamo a leggerci i processi per inquinamento, tipo Porto Marghera, e dimentichiamoci le gole profonde. Secondo me applicare le leggi in questo contesto diventa un incubo. Magari poi qualche genio tirerà fuori la bella idea di invertire l'onere della prova per aumentare l'efficacia della giustizia (non più innocenti fino a prova contraria, ma colpevoli fino ad aver provato la propria innocenza). Pensate alla comodità delle censure. Chi ha letto il libro di Nick Cook scoprirà quanto più facile diventerà far sparire gli articoli scientifici rivoluzionari che, dopo la loro pubblicazione, vengono individuati dai militari e usati per i black program. Voilà. Idee sottratte alla scienza civile.Ci sono così tante applicazioni deleterie di questa tecnologia che il solo pensare di svilupparla dovrebbe essere considerato lucida follia.La parte interessante è che questa evoluzione sarà probabilmente inevitabile una volta iniziata la diffusione del sistema. In fin dei conti, è sacrosanto diritto di ogni ente od azienda proteggere i propri documenti, no? Pensate agli archivi aziendali ritenuti blindati (e forse aperti a comando per qualche NSA o amici stretti). Pensate all'ironia di pagare per un oggetto che non si può usare come si vuole, nel rispetto della legge. In pratica un abolizione della proprietà privata. Che colpisce di più quanto più si è abili nell'uso dello strumento. Meritocrazia al contrario.Speriamo che la gente si svegli.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' sufficient non usare materiale pi
      hai le idee un po confuse su tcpa, non e' semplicemente una tecnologia di drm, con tcpa di fatto metti in mano il tuo pc ad altri e se vuoi scrivere software da far girare sul tup pc devi chiedere il permesso (ed eventualmente pagare) ad una certification authority (gestita da chi?).Vatti a studiare le specifiche di tcpa e poi torna qui e dimmi se la pensi sempre allo stesso modo
      • Anonimo scrive:
        Re: E' sufficient non usare materiale pi
        Se anche il tutto si limitasse ad impedire la copia di back up,sarebbe grave eccome: paghiamo duecento tasse,abbiamo il diritto di farla e ci verrebbe lo stesso impedito...Semplicemente inaccettabile(soprattutto per i cd audio: quelli che mi distrugge il caricatore cd dell'auto,chi me li ripaga?).
    • Crazy scrive:
      Re: E' sufficient non usare materiale pi
      - Scritto da: Anonimo
      Non capisco che problemi vi mettete. Basta non
      usare materiale pirata e il TCPA non vi darà
      fastidio.Non e` solo per le cose pirata, se fosse cosi` starei con te, qui ti impediranno di utilizzare determinati prodotti anche se pagatiSe tu hai un Sistema Operativo TCPA, puoi installare solo Software TCPA, e ricordati che il Sistema Operativo TCPA funziona solo se installato su Hardware TCPA.Vuoi un esempio pratico?Se hai un Computer composto solo da componenti TCPA e ci hai installato Windows, pensi che poi potrai installarci che ne so, Open Office?O magari il Real Player?Il Real Player non e` approvato dal TCP, quindi, non potrai installarlo, nemmeno se lo paghi oro.Open Office e` una ottima suite da lavoro gratuita, ma se vuolessero far si che giri su un Sistema TCPA, dovrebbero pagare per ottenere l'approvazione TCPA, e quindi, non sarebbe piu` gratuita... vedi meglio adesso?Se fosse solo contro la pirateria, concorderei con te, qui, invece, e` un sistema che limita proprio la liberta` di scelta, insomma, elimina la concorrenza, ecco.Se vuoi maggiori Info:" http://jack.logicalsystems.it/homepage/techinfo/Palladium.asp "Oppure cerca in Internet TCPA Palladium e vedi cosa trovi
    • Anonimo scrive:
      Re: E' sufficient non usare materiale pi
      E' proprio perché non uso materiale pirata che mi dà fastidio. Io PAGO per i miei cd e dvd, ma il computer decide come, quando, per quanto tempo posso vedere quello che ho acquistato, quante copie posso farne, su che dispositivi posso usarlo, etc.Quindi potrò acquistare ed usare solo dispositivi o software "certificati" da lor signori, che chissà quali e quante informazioni riservate sparano ai rispettivi siti madre, ovviamente in quanto il computer è "trsuted" per loro, ma è "untrusted" per me, anzi, non è "mio", ma "loro", che non si fidano di me e mi controllano, vincolano, sorvegliano... ma che vadano a ca...
      • Anonimo scrive:
        Re: E' sufficient non usare materiale pi
        - Scritto da: Anonimo
        E' proprio perché non uso materiale pirata che mi
        dà fastidio. Io PAGO per i miei cd e dvd, ma il
        computer decide come, quando, per quanto tempo
        posso vedere quello che ho acquistato, quante
        copie posso farne, su che dispositivi posso
        usarlo, etc.
        Quindi potrò acquistare ed usare solo dispositivi
        o software "certificati" da lor signori, che
        chissà quali e quante informazioni riservate
        sparano ai rispettivi siti madre, ovviamente in
        quanto il computer è "trsuted" per loro, ma è
        "untrusted" per me, anzi, non è "mio", ma "loro",
        che non si fidano di me e mi controllano,
        vincolano, sorvegliano... ma che vadano a ca...non sapete nemmeno come verrà realizzato, quindi finitela di dire cretinate che non stanno ne in cielo ne in terra. Il software libero continuerà a funzionare come prima e quello protetto verrà semplicemente protetto con quella tecnologia, non c'è nulla di così sconvolgente.
  • Anonimo scrive:
    che processori Intelo lo hanno gia ?
    come faccio a sapere se il mio Celeron o altri parti del pc hanno sta cosa del tcpa dentro di loro ?sara almeno possibile sapere se il notro pc ha delle backdoor di Intel o Microsoft?i processori Via saranno anche loro tcpa?che microprocessori ci restano senza ste trappole?
    • Anonimo scrive:
      Re: che processori Intelo lo hanno gia ?
      - Scritto da: Anonimo
      come faccio a sapere se il mio Celeron o altri
      parti del pc hanno sta cosa del tcpa dentro di
      loro ?
      sara almeno possibile sapere se il notro pc ha
      delle backdoor di Intel o Microsoft?
      i processori Via saranno anche loro tcpa?
      che microprocessori ci restano senza ste trappole?Per adesso molti, in futuro nessuno :(
      • Anonimo scrive:
        Re: che processori Intelo lo hanno gia ?
        Inuovi dual core sicuramente, per la precisione hanno la possibilita' di definire delle aree di memoria in cui non possono essere usate le funzioni di debug (una sorta di zona protetta dalla mmu a cui il sistema, altri programmi e equivalente non possono mettere le mani.Un po' come dire che la tua cpu e' in grado di eseguire del codice che puo' influenzare il resto della tua macchina ma la tua macchina non ha alcun potere per influenzare questo codice.Una volta avviato il sistema operativo che lo prevede puo' essere avviato un programma che va sotto protezione della cpu in sostanza, che cosa faccia questo programma lo decide chi lo sviluppa................Il chip Fritz o come si chiamava invece e' una soluzione differente, si tratta di qualcosa che puo' accedere al bus di sistema con una priorita' superiore al resto, potrebbe utilizzare la cpu fornendo il codice o usarne una propria (di sicuro dovrebbe avere un firmware), compresa la possibilita' di accedere ed utilizzare la scheda di rete per effettuare comunicazioni indipendenti da quelle del sistema operativo che sta girando.In via teorica Fritz potrebbe essere un firmware indipendente dal bios che viene eseguito dalla cpu utilizzando quella modalita' di protezione del codice che menzionaso sopra, questo spiegherebbe come mai e' necessario che sia cpu che scheda madre devono essere entrambi tcpa compliant perche' il sistema funzioni (e anche il sistema operativo deve esserlo).Riguardo all'hardware quali schede video e audio queste potrebbero richiedere un certificato o similare esterno per abilitare funzioni avanzate come l'uscita spdif audio digitale, quindi trovarsi l'uscita audio digitale non funzionante se non si esegue il media player tcpa compliant, nonche' proteggere il codice dello stesso media player secondo il metodo che ho descritto prima.Lo stesso vale per la scheda video, se questa non riceve le autorizzazioni disabilitera' la modalita' di uscita digitale nel caso che il monitor tcpa fallisca l'autentificazione (come dire che al posto del monitor potrebbe esserci un videoregistratore digitale).Attenzione anche alla possibilita' di hardware di schede audio e video in grado di leggere i watermark gia' presenti in audio e video degli ultimi 2-3 anni, se le schede sono in grado di riconoscerli potrebbero richiedere un certificato per abilitare l'uscita.
    • Crazy scrive:
      Re: che processori Intelo lo hanno gia ?
      - Scritto da: Anonimo
      come faccio a sapere se il mio Celeron o altri
      parti del pc hanno sta cosa del tcpa dentro di
      loro ?
      sara almeno possibile sapere se il notro pc ha
      delle backdoor di Intel o Microsoft?
      i processori Via saranno anche loro tcpa?
      che microprocessori ci restano senza ste trappole?Tutti i Processori Intel della serie D, quindi, gli ultimi nati, hanno il Chip Fritz dentro, quindi evitali.Per gli AMD, non so ancora quali, ma sono prossimi all'uscita in commercio.Evita i Pentium D assolutamente e tutti i prossimi Pentium e pure i futuri AMD
      • Anonimo scrive:
        Re: che processori Intelo lo hanno gia ?
        E chi lo dice ? Nei datasheet non c'è...
        • Rex1997 scrive:
          Re: che processori Intelo lo hanno gia ?
          - Scritto da: Anonimo
          E chi lo dice ? Nei datasheet non c'è...Spiritoso...pensi proprio che nei datasheets sia scritto tutto ciò che i chips fanno o non fanno?ILLUSO!:D
  • Anonimo scrive:
    Chip cinesi: senza tcpa ?
    sapete se questo chip cinese Godson ( o dragon o come diavolo si chiama...non sono riuscito a trovare il stio web della societa) sara venduto anche in europa...se e senza il tcpa forse sarebbe ora di importare anchei chip cinesiTODAY'S edition of the People's Daily reports that boffins have put together a CPU which has many of the properties of the Intel Pentium III.With some important differences. The Godson II, claims the politburo rag, has 64-bit performance supporting Linux and Xwindows. It beats the performance of the earlier Godson I by 10 times, it appears. It can clock at 500MHz.There is another important difference between the Gods
    • Anonimo scrive:
      Re: Chip cinesi: senza tcpa ?
      - Scritto da: Anonimo
      sapete se questo chip cinese Godson ( o dragon o
      come diavolo si chiama...non sono riuscito a
      trovare il stio web della societa) sara venduto
      anche in europa...se e senza il tcpa forse
      sarebbe ora di importare anchei chip cinesi


      TODAY'S edition of the People's Daily reports
      that boffins have put together a CPU which has
      many of the properties of the Intel Pentium III.

      With some important differences. The Godson II,
      claims the politburo rag, has 64-bit performance
      supporting Linux and Xwindows. It beats the
      performance of the earlier Godson I by 10 times,
      it appears. It can clock at 500MHz.

      There is another important difference between the
      GodsE tu credi che le lobby internazionali come Intel e Amd starebbero a guardare il proliferare di cpu libere (che per essere cinesi non ci conterei tanto, guarda il governo proibizionista, saranno loro i primi clienti del tcpa?) come questa senza fare niente? Già hanno accusato queste cpu di essere copiate da cpu mips (e le vendono solo in cina), cosa s'inventeranno se venissero vendute in tutto il mondo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Chip cinesi: senza tcpa ?

        E tu credi che le lobby internazionali come Intel
        e Amd starebbero a guardare il proliferare di cpu
        libere (che per essere cinesi non ci conterei
        tanto, guarda il governo proibizionista, saranno
        loro i primi clienti del tcpa?) come questa senza
        fare niente? Già hanno accusato queste cpu di
        essere copiate da cpu mips (e le vendono solo in
        cina), cosa s'inventeranno se venissero vendute
        in tutto il mondo?se tutto va bene la cina adotterà il TCPA per controllare un po' meglio i suoi poveri abitanti...
  • Anonimo scrive:
    cinesi
    spero che i cinesi creino una azienda di cpu ed hw noTCP, poi vorrei vedere le facce di amd ed intel quando dovranno ficcarsi il loro hw TCP ....
    • Anonimo scrive:
      Re: cinesi
      esiste gia solo che non riesco a trovare il szito della societa..ma possibile che la + grande otenza economica mondiale con 1,5 miliardi di cinesi non abbia uno straccio di fabbrica di microprocessori ?
    • Anonimo scrive:
      Re: cinesi
      bha ... strano ke i cinesi non adottino TCPA ....se lo fanno di sicuro non è xè tengono alle libertà :)ma solo xè per fare soldi venderebbero pure la mamma -.-
  • Anonimo scrive:
    Diffondete questo video di denuncia
    Questo è un video di denuncia sul TCPA, diffondetelo:http://www.fh-augsburg.de/~beste/TrustedComputing/TrustedComputing_LAFKON_HIGH.mov
    • Anonimo scrive:
      Re: Diffondete questo video di denuncia
      - Scritto da: Anonimo

      Questo è un video di denuncia sul TCPA,
      diffondetelo:

      http://www.fh-augsburg.de/~beste/TrustedComputing/in italiano ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Diffondete questo video di denuncia
      - Scritto da: Anonimo

      Questo è un video di denuncia sul TCPA,
      diffondetelo:

      http://www.fh-augsburg.de/~beste/TrustedComputing/non funziona il link.
    • Anonimo scrive:
      Re: Diffondete questo video di denuncia
      - Scritto da: Anonimo

      Questo è un video di denuncia sul TCPA,
      diffondetelo:

      http://www.fh-augsburg.de/~beste/TrustedComputing/che cagata
  • Anonimo scrive:
    Computer nuovo? Non mi serve
    Scusate se scrivo alla cazzo ma ho la mappa dei caratteri che si e- fottuta, vaffanculo XP.Leggo fare dei discorsi del tipo
    i prossimi pc li faranno cosi- e cosa-.Non sottovalutate la potenza che hanno raggiunto i pc gia- oggi.Io ho comprato un pc USATO due anni fa e mi va da Dio. Ci faccio navigazione, posta, fatturazione, c-ho fatto il modello unico, ci faccio siti, faccio la grafica dei siti, guardo foto e film porno, mi considero soddisfatto.Il mercato puo- buttare fuori chissa- quali innovazioni tecnologiche ma io mi trovo bene con il mio computer usato.Per cui non sottovalutate il punto che nuovo hardware piu- potente non e- strettamente necessario.In caso di gravi problemi, alleanze strane, non ci sarebbe niente di scandaloso o impossibile se per un po- ci si fermasse nell-acquisto di materiale informatico.Neppure una protesta o un boicottaggio, semplicemente se mi dicono che c-e- l-auto xyz che va piu- veloce della mia ma che per usarla devo dare il dna ed essere tracciato negli spostamenti allora semplicemente gli dico no grazie, perche- ho gia- la mia auto che funziona bene.
    • vannaraptus scrive:
      Re: Computer nuovo? Non mi serve
      - Scritto da: Anonimo
      Neppure una protesta o un boicottaggio,
      semplicemente se mi dicono che c-e- l-auto xyz
      che va piu- veloce della mia ma che per usarla
      devo dare il dna ed essere tracciato negli
      spostamenti allora semplicemente gli dico no
      grazie, perche- ho gia- la mia auto che funziona
      bene.Quoto in pieno, ma credo che in percentuale siamo pochini a pensarla così...
      • Anonimo scrive:
        Re: Computer nuovo? Non mi serve
        si...ma se la tua auto vecchia prima o poi si rompe e ti dicono..."i pezzi di ricambio non ci sono ne deve comrpare unanuova che fai???"vai a piedi o ti adegui ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Computer nuovo? Non mi serve
      - Scritto da: Anonimo
      Scusate se scrivo alla cazzo ma ho la mappa dei
      caratteri che si e- fottuta, vaffanculo XP.
      Leggo fare dei discorsi del tipo
      i prossimi pc
      li faranno cosi- e cosa-.
      Non sottovalutate la potenza che hanno raggiunto
      i pc gia- oggi.
      Io ho comprato un pc USATO due anni fa e mi va da
      Dio. Ci faccio navigazione, posta, fatturazione,
      c-ho fatto il modello unico, ci faccio siti,
      faccio la grafica dei siti, guardo foto e film
      porno, mi considero soddisfatto.
      Il mercato puo- buttare fuori chissa- quali
      innovazioni tecnologiche ma io mi trovo bene con
      il mio computer usato.
      Per cui non sottovalutate il punto che nuovo
      hardware piu- potente non e- strettamente
      necessario.
      In caso di gravi problemi, alleanze strane, non
      ci sarebbe niente di scandaloso o impossibile se
      per un po- ci si fermasse nell-acquisto di
      materiale informatico.
      Neppure una protesta o un boicottaggio,
      semplicemente se mi dicono che c-e- l-auto xyz
      che va piu- veloce della mia ma che per usarla
      devo dare il dna ed essere tracciato negli
      spostamenti allora semplicemente gli dico no
      grazie, perche- ho gia- la mia auto che funziona
      bene.Se in futuro vorrai tenerti il tuo pc potrai solo tenerlo collegato alla rete elettrica, dato che internet potrebbe essere blindata dal tcpa (e solo chi lo possederà potrà connettersi).
      • Anonimo scrive:
        Re: Computer nuovo? Non mi serve
        - Scritto da: Anonimo

        Se in futuro vorrai tenerti il tuo pc potrai solo
        tenerlo collegato alla rete elettrica, dato che
        internet potrebbe essere blindata dal tcpa (e
        solo chi lo possederà potrà connettersi).Se gli americani - perché sono sostanzialmente loro a manovrare Internet - blinderanno la rete con TCPA, credo che Bin Laden non sarà il solo ad odiarli :s
        • AndreaMilano scrive:
          Re: Computer nuovo? Non mi serve
          - Scritto da: Anonimo
          Se gli americani - perché sono sostanzialmente
          loro a manovrare Internet - blinderanno la rete
          con TCPA, credo che Bin Laden non sarà il solo ad
          odiarli :smmm blindare una rete cosi "incasinata" mi pare assai arduo.... ma forse sbaglio
      • Anonimo scrive:
        Re: Computer nuovo? Non mi serve
        cut
        Se in futuro vorrai tenerti il tuo pc potrai solo
        tenerlo collegato alla rete elettrica, dato che
        internet potrebbe essere blindata dal tcpa (e
        solo chi lo possederà potrà connettersi).Anche se blindata dal TCPA il modo per trasmettere dati ci sarà sempre..vorrà dire che il sistema blindato non vedrà i dati trasmessi da non PCPA, ma questi dati altri li vedranno e li gestiranno....ripeto il sistema ci sarà sempre, addirittura sfruttando lo stesso protocollo blindato.Ne vedremo delle belle, la tanto fantascentifica guerra cibernetica è dietro l'angolo...:(
        • AndreaMilano scrive:
          Re: Computer nuovo? Non mi serve
          - Scritto da: Anonimo:cut:
          Ne vedremo delle belle, la tanto fantascentifica
          guerra cibernetica è dietro l'angolo...:(Ho visto cose che voi umani non potete neanche immaginare: mouse usati come telecomandi verso i monitor; mouse usati al contrario, schermi usati come tappetino del mouse in verticale, antivirus spray e matite usate per battere sui tasti della tastiera durante una lezione per non rovinarsi le unghie, ?. Ma non basta, ho visto monitor fissati intensamente per eseguire un comando, come se esistessero programmi addirittura a comandi mentali; e ancora, ho visto lettori cd utilizzati come portatazza, e hardisk strapazzati o rimpinzati come un tacchino ripieno senza pietà, ?. rubata dalla rete
  • Crazy scrive:
    Unica cosa che possiamo fare: BOICOTTARE
    CIAO A TUTTIpersonalmente sono molto contento, non di TCPA naturalmente, ma del fatto che finalmente ci sono dei segni di rivolta concreti contro questo Progetto.Innanzi tutto, e` stato finalmente dimostrato che i tizi in questione, promotori di Palladium, ci hanno preso per i fondelli per tanto tempo, e qui c'e` la dimostrazione:" http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1113863&r=PI "Per l'appunto come sostengo da tempo, la cosa migliore da fare, ed e pure l'unica, e` Boicottare tutti i Prodotti approvati dal TCG.Il problema e` che non sara` facile, perche`, come ben sappiamo, se hai un Computer, composto da componenti Palladium, quindi per capirsi con Processore Intel, Scheda Video ATI etc etc etc, non potrai installarci altro che un Sistema Operativo approvato dal TCP, quindi, o Windows Vista o MacIntel, scordateVi di riuscire ad installarci Linux, la Scheda Madre Palladium, si rifiutera` di far fare il Boot a quel Sistema.Quindi, una volta installato un Sistema Palladium, come Windows Vista, siamo incastrati per sempre, potremo installare solo e soltanto Programmi approvati, Windows non accettera` installazioni di Programmi tipo Open Office, e scordateVi pure di cambiare la Scheda Video con una non TCP, scortateVi che funzioni, perche` il resto dell'Hardware non la accettera`.Per starci fuori, la cosa e` piu` complicata, quanti saranno disposti a rinunciare ai Processori Intel ed AMD?Ed ancora di piu`, quanti saranno disposti a rinunciare a tanti bei Programmi che potranno solo funzionare se abbinati ad Hardware e Software approvato, come Microsoft Outlook o magari Windows Media Player?Beh, per chi vuole maggiori Info:" http://jack.logicalsystems.it/homepage/techinfo/Palladium.asp "Un ringraziamento a colui che ha pubblicato questo Testo da me scritto in collaborazione con altri colleghi " http://www.complessita.it/tcpa / "" http://www.againsttcpa.com/tcpa-faq-it.html "" http://www.pcimprover.it/articoli/vedi.php/id=64 "" http://www.softwarelibero.it/GNU/nemici/palladium.shtml "" http://www.linuxhelp.it/modules.php?name=News&file=article&sid=73 "DISTINTI SALUTI==================================Modificato dall'autore il 12/09/2005 2.49.32
    • Anonimo scrive:
      Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT
      il 90% degli utenti se ne frega.è inutile boicottare, è fiato sprecato.
      • Mechano scrive:
        Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT
        - Scritto da: Anonimo
        il 90% degli utenti se ne frega.
        è inutile boicottare, è fiato sprecato.Che tristezza vedere persone che non hanno più voglia di combattere per degli ideali o semplicemente per i propri diritti.Secondo me tu sei già "morto", non sei un individuo, ma un numero senza onore e senza dignità che non merita alcun rispetto, e che deve solo consumare e sorridere...__Mr. Mechano
      • gattosiamese scrive:
        Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT
        grazie della guida Crazy, molto ben fatta;)una cosa: alternative ai processori Intel,AMD non ne vedo in giro
        • Anonimo scrive:
          Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT

          una cosa: alternative ai processori Intel,AMD non ne vedo in giroPer windos no, ma per Linux le alternative ci sono (es. IBM openpower).
        • Anonimo scrive:
          Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT
          - Scritto da: gattosiamese
          grazie della guida Crazy, molto ben fatta
          ;)
          una cosa: alternative ai processori Intel,AMD non
          ne vedo in giroTranquilli, bastera' installare prima lo zoccolo con il chip mod (come per le PS2) e sopra il processore e il sistema operativo ricevera' botte di OK per qualsiasi monnezza vorremo caricare sul PC ;)Certo sara' una palla dover modificare le MB, ma non vedo altre soluzioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT
          mmmh intel no, Amd no (ibm produce powerpc per apple ancora per poco)chi resta?Via? con i suoi proci c3 a 1ghz-1,4Ghz?ah ma i prox chippetti via (via c7) non verranno prodotti dall'ibm? se sì non è che li costringerà...
        • Crazy scrive:
          Ci sono Alternative
          - Scritto da: gattosiamese
          grazie della guida Crazy, molto ben fatta
          ;)


          una cosa: alternative ai processori Intel,AMD non
          ne vedo in giroVa tranquillo, processori ne esistono centinaia di diversi, basta che ti dimentichi della piattaforma X86, e con essa ti dimentichi di Windows, ed inizia a passare ad un MIPS, RISC, OpenPower, Sparc... insomma, ce ne sono di alternative, solo che in queste piattaforme non gireranno i Sistemi Operativi a cui siamo abituati, a meno che tu non sia gia` una smanettone di Linux ed in tal caso, otterrai solo soddisfazioni.
          • cicciobello scrive:
            Re: Ci sono Alternative

            Va tranquillo, proXXXXXri ne esistono centinaia
            di diversi, basta che ti dimentichi della
            piattaforma X86, e con essa ti dimentichi di
            Windows, ed inizia a passare ad un MIPS, RISC,
            OpenPower, Sparc... insomma, ce ne sono di
            alternative, solo che in queste piattaforme non
            gireranno i Sistemi Operativi a cui siamo
            abituati, a meno che tu non sia gia` una
            smanettone di Linux ed in tal caso, otterrai solo
            soddisfazioni.E allora perchè non sei passato a linux? Perchè, dopo 7 anni, usi ancora windows?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3877747&m=3878977#p3878977Ricordati di quello che scrivevi anni fa, e fà il grande passo! Oppure, continuerai ad essere deriso e sbeffeggiato, come uno che parla a vuoto di ipotesi di complotto ridicole a cui nemmeno lui crede.
          • Passante scrive:
            Re: Ci sono Alternative
            - Scritto da: cicciobello
            Ricordati di quello che scrivevi anni fa, e fà il
            grande passo! Oppure, continuerai ad essere
            deriso e sbeffeggiato, come uno che parla a vuoto
            di ipotesi di complotto ridicole a cui nemmeno
            lui crede.Qua ormai la coppa del piu' sbeffeggiato l'ha gia' vinta un tal legu qualcosa, riuscendo nella non facile impresa di scendere sotto il livello di Fiber...
      • Anonimo scrive:
        Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT
        - Scritto da: Anonimo
        il 90% degli utenti se ne frega.
        è inutile boicottare, è fiato sprecato.Non ci giurerei: quando i vecchi dati di cui hai bisogno (vecchi anche solo di poco) non funzioneranno più...
        • Anonimo scrive:
          Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT

          Non ci giurerei: quando i vecchi dati di cui hai
          bisogno (vecchi anche solo di poco) non
          funzioneranno più...Al contrario: Palladium è stato pensato anche per questo. Crittografando tutto, renderà impossibile utilizzare i propri documenti con sistemi alternativi. In altre parole: se abbandoni windos, perdi tutti i tuoi dati.
          • Crazy scrive:
            Per adsso te la puoi ancora cavare
            - Scritto da: Anonimo

            Non ci giurerei: quando i vecchi dati di cui hai

            bisogno (vecchi anche solo di poco) non

            funzioneranno più...

            Al contrario: Palladium è stato pensato anche per
            questo. Crittografando tutto, renderà impossibile
            utilizzare i propri documenti con sistemi
            alternativi. In altre parole: se abbandoni
            windos, perdi tutti i tuoi dati.Si, ma questo scherzetto te la fara` Windows Vista, Windows XP e` ancora esente da certe Palladiumate, quindi, se cambi adesso ed aviti Vista, riesci a tenerti i tuoi dati, se invece passi a Vista, e quindi entri in Palladium... basta, ce ne starai dentro... PER SEMPREIl mio consiglio e` quello di starne fuori... come?Semplice!: Boicottando tutti prodotti che vengono prodotti da aziende che appaiono in questa lista:" https://www.trustedcomputinggroup.org/about/members/members "Io lo sto gia` facendo, spero che anche voi abbiate gia` iniziato questa campagna di Boicottaggio in nome della liberta`
      • Anonimo scrive:
        Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT

        il 90% degli utenti se ne frega.Anche più del 90% e buona parte non lo sa proprio.
        è inutile boicottare, è fiato sprecato.Se boicotti:+ Non sei sotto il controllo di M$ e compagnia.- Gli altri non capiscono un cazzo e ti prendono per scemo.- Non puoi accedere a molta roba che trovi in rete (es. tutta la roba sul sito RAI richiede windosmerdaplayer).- A breve non potrai usare moltissimo (tutto ?) hardware.- Non è escluso che entro qualche anno esisteranno computer compatibili esclusivamente con roba (sia hw che sw) TCPA.- Computer non-TCPA potrebbero diventare illegali (in USA ci hanno già provato un paio di volte).Non sottovalutare la potenza di chi ha dalla sua parte la stupidità della gente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT
        - Scritto da: Anonimo
        il 90% degli utenti se ne frega.
        è inutile boicottare, è fiato sprecato.Allora all'amico (o all'amico dell'amico) che si è preso un sistema TCP perchè "fa' figo" quando chiede assistenza lo si spedisce al "Computer Discount" della situazione (dove l'assistenza la paga) e tanto meno gli si installa l'Office o il Photoshop craccati (del resto è illegale).Probabilmente piattaforme TCP magari non consentono la manutenzione da parte di personale NON autorizzato ...... 8) L'aveto voluto il TCP? Ora pedalate ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT
      Crazy hai finito di spammare tutti i thread?
    • Anonimo scrive:
      Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT
      Quindi TC="Total Control".....
    • Anonimo scrive:
      Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT
      - Scritto da: Crazy
      Beh, per chi vuole maggiori Info:

      "
      http://jack.logicalsystems.it/homepage/techinfo/Pa
      Un ringraziamento a colui che ha pubblicato
      questo Testo da me scritto in collaborazione con
      altri colleghi Molto interessante... una sola cosa (anche per questione di coerenza con il discorso anti-tcpa e di boicottaggio): riscrivere tutto come pagina HTML anziché ASP?Ciao
    • Anonimo scrive:
      OT: Unica cosa che possiamo fare: BOICOT
      Tempo fa apparve un'articolo su ZeusNews riferito ai proprietari di libri di Harry Potter venduti prima del tempo, titolato: I PROPRIETARI DEL VOSTRO LIBRO.Cambierà molto se scrivo: I PROPRIETARI DEL VOSTRO COMPUTER?
      • Anonimo scrive:
        Re: OT: Unica cosa che possiamo fare: BO
        - Scritto da: Anonimo
        Tempo fa apparve un'articolo su ZeusNews riferito
        ai proprietari di libri di Harry Potter venduti
        prima del tempo, titolato: I PROPRIETARI DEL
        VOSTRO LIBRO.

        Cambierà molto se scrivo: I PROPRIETARI DEL
        VOSTRO COMPUTER?No :(
    • cicciobello scrive:
      Re: Unica cosa che possiamo fare: BOICOTTARE
      Peccato che tu non abbia boicottato; anzi, ti sei messo a fare pubblicità gratuita a servizi che si basano proprio sul DRM!
  • Anonimo scrive:
    Io continuo a non preoccuparmi
    Perche' so che se ci sara' un sistema blindato avro' anche la scelta di un sistema non blindato.In caso passo a quest'ultimo, non vedo problemi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io continuo a non preoccuparmi
      - Scritto da: Anonimo
      Perche' so che se ci sara' un sistema blindato
      avro' anche la scelta di un sistema non blindato.
      In caso passo a quest'ultimo, non vedo problemi.come fai ad essere cosi' sicuro che ci sara' sempre un sistema non blindato?il tc andra' per gradi..prima potrai scegliere quando sara' raggiunto un certo stato di maturita' (cioe' quando molti avranno il sistema trusted) sarai costretto anche tu ad entrare in modalita' "fidata" per continuare a lavorare e parlare con gli altri.per di piu' guardando la lista degli consociati ci sono i maggiori produttori hardware.. ..quindi avrai molto da preoccuparti a quel punto :)
      • Benjamin scrive:
        Re: Io continuo a non preoccuparmi
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Perche' so che se ci sara' un sistema blindato

        avro' anche la scelta di un sistema non
        blindato.

        In caso passo a quest'ultimo, non vedo problemi.

        come fai ad essere cosi' sicuro che ci sara'
        sempre un sistema non blindato?

        il tc andra' per gradi..
        prima potrai scegliere quando sara' raggiunto un
        certo stato di maturita' (cioe' quando molti
        avranno il sistema trusted) sarai costretto anche
        tu ad entrare in modalita' "fidata" per
        continuare a lavorare e parlare con gli altri.

        per di piu' guardando la lista degli consociati
        ci sono i maggiori produttori hardware..

        ..quindi avrai molto da preoccuparti a quel punto
        :)Quoto! Io continuo a preoccuparmi e starò ben attento, quando comprerò un nuovo pc, a cosa ci sarà dentro... Temo però che fra un paio di anni la scelta sarà obbligata.:|
        • Anonimo scrive:
          Re: Io continuo a non preoccuparmi
          - Scritto da: Benjamin

          Temo però che fra un paio di anni
          la scelta sarà obbligata.:|e non solo nel senso che dici tu (non ci saranno più computer non tcpa). Se anche ci fossero, magari qualcuno si farebbe venire in mente di renderli fuorilegge. Tipo con la necessità di porre sul mercato solo macchine omologate, naturalmente per motivi di sicurezza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io continuo a non preoccuparmi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Benjamin



            Temo però che fra un paio di anni

            la scelta sarà obbligata.:|

            e non solo nel senso che dici tu (non ci saranno
            più computer non tcpa). Se anche ci fossero,
            magari qualcuno si farebbe venire in mente di
            renderli fuorilegge. Tipo con la necessità di
            porre sul mercato solo macchine omologate,
            naturalmente per motivi di sicurezza.Azz, a questa non ci avevo pensato!Direi che però non fa una piega, visto l'andazzo generale potrebbe anche finire così.Forse la chiameranno seconda rivoluzione informatica.Io la chiamerei fine dell'informatica e inizio di qualcos'altro (si accettano suggerimenti per il nome).
          • Anonimo scrive:
            Re: Io continuo a non preoccuparmi

            Forse la chiameranno seconda rivoluzione
            informatica.
            Io la chiamerei fine dell'informatica e inizio di
            qualcos'altro (si accettano suggerimenti per il
            nome).Quel qualcos'altro sarebbe il mercato nero. In alcuni paesi rimarrebbe legale. Dopo la droga anche un traffico di motherboard!I Clan della camorra si faranno la guerra, in disco i pusher mostreranno schede varie furtivamente... e addirittura ci sarà che spaccerà davanti alle scuole iPod pirata fatti in Cina!Un pò più complicato per gli HDTV al plasma da 60"!
          • Anonimo scrive:
            Re: Io continuo a non preoccuparmi
            - Scritto da: Anonimo


            Forse la chiameranno seconda rivoluzione

            informatica.

            Io la chiamerei fine dell'informatica e inizio
            di

            qualcos'altro (si accettano suggerimenti per il

            nome).

            Quel qualcos'altro sarebbe il mercato nero. In
            alcuni paesi rimarrebbe legale. Dopo la droga
            anche un traffico di motherboard!

            I Clan della camorra si faranno la guerra, in
            disco i pusher mostreranno schede varie
            furtivamente... e addirittura ci sarà che
            spaccerà davanti alle scuole iPod pirata fatti in
            Cina!

            Un pò più complicato per gli HDTV al plasma da
            60"!Credo che sia difficile sniffarsi una motherboard :D ...
          • Anonimo scrive:
            Re: Io continuo a non preoccuparmi
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo




            Forse la chiameranno seconda rivoluzione


            informatica.


            Io la chiamerei fine dell'informatica e inizio

            di


            qualcos'altro (si accettano suggerimenti per
            il


            nome).



            Quel qualcos'altro sarebbe il mercato nero. In

            alcuni paesi rimarrebbe legale. Dopo la droga

            anche un traffico di motherboard!



            I Clan della camorra si faranno la guerra, in

            disco i pusher mostreranno schede varie

            furtivamente... e addirittura ci sarà che

            spaccerà davanti alle scuole iPod pirata fatti
            in

            Cina!



            Un pò più complicato per gli HDTV al plasma da

            60"!

            Credo che sia difficile sniffarsi una motherboard
            :D ...O fumarsela :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Io continuo a non preoccuparmi
      Vale la pena difendere qualcosa che oggi c'è tramite scelte di natura prevalentemente commerciale del tipo "compro x perchè y appoggia il tcpa" piuttosto che ritrovarsi tra qualche anno sommersi di tecnologia limitata e non poter farci niente..
  • Anonimo scrive:
    preoccupatevi pure dei vostri giocattoli
    State pure a discutere di quello che volete ma la verita' e che tutti gli informatici sono in una situazione di cacca:1) microsoft tende a distruggere le altre software house2)il free software distrugge microsoft e le altre software house3)le aziende di consulenza sono aziende interinalima e' mai possibile che invece di fare petizioni e lotte per la situazione attuale di chi lavora nell'informatica si passa il tempo a discutere del fatto che e' diventato illegale scaricare musichette da internet o di tcpa,ecc.???speriamo che i vari palladium nascano... magari in questo modo qualcuno potra' commercializzare nuovi tipi di personal computer e sistemi operativi (certo linux essendo gratuito abbatte tutto...) senza tcpa e magari ci saranno nuove assunzioni da parte di nuovi produttori di hardware e software.ma lo capite che era meglio quando le cose costavano care? in quei tempi tutti guadagnavano ed eravamo tutti ricchi, mentre ora e' pieno di piccole attivita' che vanno in fallimento e le grosse industrie assumono meno proprio perche' tanto nessuno spende per i vari prodotti.Molti negozi di CD e videocassette stanno chiudendo, licenziando i commessi, ecc. Molte software house non possono competere contro il free software e nessuno vuole investire in una software house se deve combattere anche contro programmi gratuitiUna volta (1980-85) un televisore costava due milioni e tutti potevano comprarlo, mentre ora un tv al plasma da 5000 euro (proporzionale ai 2 milioni di allora) ci sembra carissimo.Questo mondo del TUTTO DEVE COSTARE POCO O MEGLIO ESSERE GRATUITO porta le aziende a guadagnare meno e di conseguenza a licenziare creando solo piu' poveri!!!chi sostiene il free software sostiene solo la crisi economica e permette ai veri grossi giganti come IBM di poter assumere menochi si preoccupa di palladium non capisce che potrebbe essere un punto di svolta perche' si diffondano nuovi sistemi e non solo quelli intel
    • Anonimo scrive:
      Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
      - Scritto da: Anonimo
      State pure a discutere di quello che volete ma la
      verita' e che tutti gli informatici sono in una
      situazione di cacca:Allora, capisco il tuo disagio... è anche il mio.Però...
      1) microsoft tende a distruggere le altre
      software houseE' sempre stato così, in qualsiasi campo. Il grande mangia il piccolo. Ms ha solo il difetto di essere troppo "grande", di avere un successo in parte immeritato, e quindi di avere uno strapotere di mercato inusuale.Per quanto riguarda il resto.. insomma, viviamo in un epoca diversa. Tu probabilmente ti riferisci al periodo del boom di internet, quando bastava sapere due righe di html ed eri assunto con un bello stipendio, ma quel periodo è passato e non tornerà più.I nostri problemi, alla fine, sono comuni a quelli di molti lavoratori: il nostro lavoro non viene apprezzato per quello che è e la maggior parte dei profitti se li prendono le aziende che sub-appaltano, facendoci dei guadagni vergognosi, per non parlare dei vari Manpower, etc.E' la cultura e il rispetto per il lavoro che deve cambiare, non aspettarti un altro boom del genere perchè è difficile che ci sarà.Piuttosto, lotta oggi per il diritto a vedere la tua competenza riconosciuta e i diritti sociali di chi vive del proprio lavoro difesi da quelli che eleggiamo.E questo vale per informatici e non. A furia di ragionare per categorie (io informatico, tu metalmeccanico, lui infermiere,etc) ci hanno divisi e ci hanno fatto un culo così.Cominciamo a ragionare a livello più globale e cominciamo pure noi a scendere in piazza. A fianco delle altre categorie, per ottenere contratti più dignitosi.
      • Anonimo scrive:
        Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
        sarebbe ora ma la gente si raduna solo se impediscono di scaricare musichette o se chiudono le squadre di calcio....che ti devo dire se gli italiani sono una massa di furbetti mai uniti che credono di fregare tutti e poi restano sempre fregati
      • partygiano scrive:
        Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
        - Scritto da: Anonimo
        il free software distrugge microsoft e le altre software houseconsiderazione tutto sommato comprensibile se fatta esclusivamente tenendo in considerazione il settore IT, cosa diversa se guardi dall' alto la nostra economia e sistema capitalistico marcio che fa acqua ormai da tutte le parti.l' open-source (free software come lo chiami) sarebbe un' ottima via di sviluppo e probabilmente risolverebbe gran parte dei problemi della nostra società se fosse applicato non solo in ambito informatico.lavorare per il bene della collettività prima che per le nostre tasche individuali.
        • Anonimo scrive:
          Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
          ci hanno provato in russia, non mi pare abbia funzionato.Lo chiamavano comunismo
          • Scorpion scrive:
            Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
            - Scritto da: Anonimo
            ci hanno provato in russia, non mi pare abbia
            funzionato.
            Lo chiamavano comunismotu si che sei dotto....hai cercato su google per fare questa affermazione o ti è bastato il tg4?
          • Anonimo scrive:
            Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
            - Scritto da: Anonimo
            ci hanno provato in russia, non mi pare abbia
            funzionato.
            Lo chiamavano comunismoAnche un tal gesù Cristo diceva, circa 1900 anni prima si Stalin e mercanzia del genere, che bisognava lavorare per il bene collettivo e non per il proprio: era comunista pure Lui?Piccolo inciso: dato che Russia indica nome proprio di nazione va scritto maiscolo.....
    • Anonimo scrive:
      Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
      - Scritto da: Anonimo
      State pure a discutere di quello che volete ma la
      verita' e che tutti gli informatici sono in una
      situazione di cacca:

      1) microsoft tende a distruggere le altre
      software houseCome tende a farlo qualunque ditta con la concorrenza...
      2)il free software distrugge microsoft e le altre
      software housePrima di abbattere la Microaoft passerranno mooolti anni, se mai accadrà...
      3)le aziende di consulenza sono aziende interinaliSta capitando anche in altri settori lavorativi, mica solo nel campo dell'informatica...
      ma e' mai possibile che invece di fare petizioni
      e lotte per la situazione attuale di chi lavora
      nell'informatica si passa il tempo a discutere
      del fatto che e' diventato illegale scaricare
      musichette da internet o di tcpa,ecc.???
      speriamo che i vari palladium nascano... magari
      in questo modo qualcuno potra' commercializzare
      nuovi tipi di personal computer e sistemi
      operativi (certo linux essendo gratuito abbatte
      tutto...) senza tcpa e magari ci saranno nuove
      assunzioni da parte di nuovi produttori di
      hardware e software.I forum di P.I. sono in prevalenza frequentati da utilizzatori di software, non da sviluppatori, quindi è ovvio che se il software è gratis va benissimo così...
      ma lo capite che era meglio quando le cose
      costavano care? in quei tempi tutti guadagnavano
      ed eravamo tutti ricchi, mentre ora e' pieno di
      piccole attivita' che vanno in fallimento e le
      grosse industrie assumono meno proprio perche'
      tanto nessuno spende per i vari prodotti.
      Molti negozi di CD e videocassette stanno
      chiudendo, licenziando i commessi, ecc.
      Molte software house non possono competere contro
      il free software e nessuno vuole investire in una
      software house se deve combattere anche contro
      programmi gratuiti...Se un mestiere non rende più se ne cerca un'altro. Mica si deve fare per forza gli informatici, no?
      Una volta (1980-85) un televisore costava due
      milioni e tutti potevano comprarlo, mentre ora un
      tv al plasma da 5000 euro (proporzionale ai 2
      milioni di allora) ci sembra carissimo.Perché, quanto costano oggi i televisori CRT tradizionali? Te li tirano dietro... Ma se tu vuoi la Ferrari, apri la borsa...
      Questo mondo del TUTTO DEVE COSTARE POCO O MEGLIO
      ESSERE GRATUITO porta le aziende a guadagnare
      meno e di conseguenza a licenziare creando solo
      piu' poveri!!!Che si chiami "concorrenza"? Ma non è la spina portante del capitalismo? Qualcosa contro questo sistema? Occhio che poi ti danno del "comunista"...
      chi sostiene il free software sostiene solo la
      crisi economica e permette ai veri grossi giganti
      come IBM di poter assumere meno...E già, il software gratis sta mettendo in crisi l'economia mondiale...
      chi si preoccupa di palladium non capisce che
      potrebbe essere un punto di svolta perche' si
      diffondano nuovi sistemi e non solo quelli intelVa beh, dopo quest'ultima sparata credo sia meglio andare a dormire :|
      • Anonimo scrive:
        Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
        ma nell'1980 un televisore a colori era una ferrari!!
        • Anonimo scrive:
          Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
          - Scritto da: Anonimo
          ma nell'1980 un televisore a colori era una
          ferrari!!1) Nel post iniziale non è citato che sia a colori...2) Non è vero che tutti se lo potevano permettere.
    • Anonimo scrive:
      Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
      - Scritto da: Anonimo
      State pure a discutere di quello che volete ma la
      verita' e che tutti gli informatici sono in una
      situazione di cacca:
      1) microsoft tende a distruggere le altre
      software houseColpa dell'antitrust che le ha consentito di diventare così avida da usare anche mezzi poco leciti.
      2)il free software distrugge microsoft e le altre
      software houseSbagliato. Il free software è nato come alternativa libera e aperta ai costi e agli standard chiusi delle $oftware house.
      3)le aziende di consulenza sono aziende interinaliIl problema è del governo che ha autorizzato questa forma di neoschiavismo fuori controllo.
      ma e' mai possibile che invece di fare petizioni
      e lotte per la situazione attuale di chi lavora
      nell'informatica si passa il tempo a discutere
      del fatto che e' diventato illegale scaricare
      musichette da internet o di tcpa,ecc.???Certo, perché anche questi costituiscono un problema. Non sono un problema grave come il precariato, ma comunque sono un problema perché le multinazionali stanno facendo di tutto in modo che l'utente sia considerato un male da sconfiggere se usa il computer con libero arbitrio e non secondo i loro capricci.
      speriamo che i vari palladium nascano... magari
      in questo modo qualcuno potra' commercializzare
      nuovi tipi di personal computer e sistemi
      operativi (certo linux essendo gratuito abbatte
      tutto...) senza tcpa e magari ci saranno nuove
      assunzioni da parte di nuovi produttori di
      hardware e software.Assolutamente no. Si creerebbero solamente standard incompatibili tra loro che getterebbero confusione e farebbero scappare gli acquirenti reali e potenziali.
      ma lo capite che era meglio quando le cose
      costavano care?No, perché la qualità era identica solo che c'erano margini di guadagno spropositati.
      in quei tempi tutti guadagnavano
      ed eravamo tutti ricchi,Davvero?
      mentre ora e' pieno di
      piccole attivita' che vanno in fallimento e le
      grosse industrie assumono meno proprio perche'
      tanto nessuno spende per i vari prodotti.Adesso c'è molta più concorrenza, solo che le aziende ragionano ancora all'antica pensando di essere in oligopolio.
      Molti negozi di CD e videocassette stanno
      chiudendo, licenziando i commessi, ecc. Fino a qualche anno fa un CD costava 18.000 lire, adesso lo stesso CD costa ? 25,00, praticamente il triplo. La gente non raccoglie i soldi sugli alberi.
      Molte software house non possono competere contro
      il free software e nessuno vuole investire in una
      software house se deve combattere anche contro
      programmi gratuitiEvidentemente i programmi di quelle software house sono troppo scadenti/costosi ed ecco perché ci si rivolge alla soluzioni free ed open.
      Una volta (1980-85) un televisore costava due
      milioni e tutti potevano comprarloTutti? Ma proprio tutti?
      mentre ora un
      tv al plasma da 5000 euro (proporzionale ai 2
      milioni di allora) ci sembra carissimo.Due milioni di 20 anni fa possono essere diventati ? 2.500 di adesso, la metà di un tv al plasma. Metti poi che il reddito medio degli italiani è sceso paurosamente e le prime spese che vanno a farsi benedire sono quelle superflue. Se poi consideri che le pubblicità creano un bisogno dove non esiste, la gente ricorre a qualsiasi mezzo pur di avere quella cosa.
      Questo mondo del TUTTO DEVE COSTARE POCO
      O MEGLIO
      ESSERE GRATUITO porta le aziende a guadagnare
      meno e di conseguenza a licenziare creando solo
      piu' poveri!!!Ripeto: concorrenza. Se invece di trincerarsi verso rendite fittizie (copyright, brevetti e prestigio del nome), investissero in R&S (ricerca e sviluppo) creando prodotti di qualità elevata, la gente comprerebbe anche se costa di più. Non puoi dare la colpa all'open source se le aziende non sanno fare più il loro mestiere. L'open source è un altro modo di fare business.
      chi sostiene il free software sostiene solo la
      crisi economica e permette ai veri grossi giganti
      come IBM di poter assumere menoMai vista tanta ignoranza in una sola persona! In che modo l'open source rovina l'economia mondiale?
      chi si preoccupa di palladium non capisce che
      potrebbe essere un punto di svolta perche' si
      diffondano nuovi sistemi e non solo quelli intelSe davvero lavori nel settore dell'IT, dovresti cambiare mestiere o imparare l'informatica.
    • AndreaMilano scrive:
      Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
      stiamo diventando in troppi...
    • Anonimo scrive:
      Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
      - Scritto da: Anonimo
      Una volta (1980-85) un televisore costava due
      milioni e tutti potevano comprarlo, mentre ora un
      tv al plasma da 5000 euro (proporzionale ai 2
      milioni di allora) ci sembra carissimo.
      Questo mondo del TUTTO DEVE COSTARE POCO O MEGLIO
      ESSERE GRATUITO porta le aziende a guadagnare
      meno e di conseguenza a licenziare creando solo
      piu' poveri!!!

      chi sostiene il free software sostiene solo la
      crisi economica e permette ai veri grossi giganti
      come IBM di poter assumere menobhe certo notoriamente microsoft e ibm sono aziende italiane
      • Anonimo scrive:
        Re: preoccupatevi pure dei vostri giocat
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Una volta (1980-85) un televisore costava due

        milioni e tutti potevano comprarlo, mentre ora
        un

        tv al plasma da 5000 euro (proporzionale ai 2

        milioni di allora) ci sembra carissimo.

        Questo mondo del TUTTO DEVE COSTARE POCO O
        MEGLIO

        ESSERE GRATUITO porta le aziende a guadagnare

        meno e di conseguenza a licenziare creando solo

        piu' poveri!!!



        chi sostiene il free software sostiene solo la

        crisi economica e permette ai veri grossi
        giganti

        come IBM di poter assumere meno

        bhe certo notoriamente microsoft e ibm sono
        aziende italianeLa microsoft è italiana?E i sistemisti sono o non sono italiani?
  • Anonimo scrive:
    L' Open Source è invincibile
    Troppo forte è l' Open Source, la sua forza invincibile nasce dal fatto che non è un bersaglio individualbile come una qualsiasi azienda, non ci sono azioni da comprare, leader con cui trattare e fare giochtti sporchi.L' Open Source è in tutto il mondo e collegato da migliaia di fili invisibili 24 ore su 24.Quei poveri illusi cartomanti venduti alle loro miserabili multinazionale del malaffare del trusted computing saranno spazzati via.
    • Anonimo scrive:
      Re: L' Open Source è invincibile
      non tutto e' positivo.Molto open source e' free software e agli sviluppatori non restano altro che le ditte di consulenza che son solo agenzie interinali di lusso!!
      • Anonimo scrive:
        Re: L' Open Source è invincibile
        - Scritto da: Anonimo
        non tutto e' positivo.
        Molto open source e' free software e agli
        sviluppatori non restano altro che le ditte di
        consulenza che son solo agenzie interinali di
        lusso!!Ma non era il proprio il nano di Arcore a voler maggior flessibilità nel mondo del lavoro? Di cosa ti lamenti allora? :D
        • Anonimo scrive:
          Re: L' Open Source è invincibile
          - Scritto da: Anonimo

          Ma non era il proprio il nano di Arcore a voler
          maggior flessibilità nel mondo del lavoro? Di
          cosa ti lamenti allora?
          :Dalt, qui la gente ha la memoria corta. quello a cui ti riferisci casomai lo hanno voluto i compagnoni della sinistra.
      • Anonimo scrive:
        Re: L' Open Source è invincibile
        - Scritto da: Anonimo
        non tutto e' positivo.
        Molto open source e' free software e agli
        sviluppatori non restano altro che le ditte di
        consulenza che son solo agenzie interinali di
        lusso!!Questo succede in tutto il mondo del lavoro, e nell'informatica specialmente, open o non-open poco cambia, almeno nell'open sai che il lavoro che fai e' anche tuo invece di finire nelle saccocce dei datori che ti fanno firmare NDA e simili a gogo.
        • MicRenda scrive:
          Re: L' Open Source è invincibile
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          non tutto e' positivo.

          Molto open source e' free software e agli

          sviluppatori non restano altro che le ditte di

          consulenza che son solo agenzie interinali di

          lusso!!

          Questo succede in tutto il mondo del lavoro, e
          nell'informatica specialmente, open o non-open
          poco cambia, almeno nell'open sai che il lavoro
          che fai e' anche tuo invece di finire nelle
          saccocce dei datori che ti fanno firmare NDA e
          simili a gogo.Perché non si danno delle borse di studio universitarie ai creatori di sw open souce? Almeno per i progetti più grossi e importanti?
          • Anonimo scrive:
            Re: L' Open Source è invincibile
            Cosa centra l'università con la programmazione? Un mica è bravo a programmare perchè ha un'attestato!
    • Crazy scrive:
      Re: L' Open Source è invincibile.. BAH
      Invincibile?INVINCIBILE?QUante persone conosci che conoscono Processori diversi da Intel ed AMD?No, perche` sai, giusto per dire.Questo e` il problema, Linux, non potra` funzionare sui futuri processori perche` saranno blindati in modo che non possano far girare Software non approvato.Quindi... o la gente si decide a non comperare per almeno un annetto, pezzi per il Computer, oppure, si decide a passare a pezzi alternativi.Per i Gamer la cosa sara` drammatica, non potranno piu` utilizzare Schede Video Nvidia o ATI, non potranno aggiornarle come erano abituati a fare ogni 3 mesi... insomma, sara` come ammazzare la loro passione, ma se faranno questo sacrificio, c'e` una buona possibilita` che Palladium fallisca, se pero` dovesse prendere piede, nemmeno l'Open Source avra` vita facile perche` se i programmi Open vogliono girare su Computer TCPA, dovranno accettare il contratto, pagare la licenza di approvazione, e quindi, non saranno piu` gratuiti, e nemmeno al 100% Open per nascondere la parte inerente al TCP... non e` facile, ma se ci mettiamo tutti uniti a Boicottare i prodotti TCG, possiamo farcela
      • Anonimo scrive:
        Re: L' Open Source è invincibile.. BAH
        Quanti gamer usano software originale? Quanti hanno Office originale?... e Windows originale?!Pensi che questa gente voglia pagare dollaroni sonanti o cambiare? Se molta gente vuole cambiare e ora non ha altrenative a Intel o AMD stai sicuro che la concorrenza arriverà subito! Chi comprerebbe Intel o AMD? Solo aziende (forse)? Sarebbero obbligate a cambiare!Anche i computer Apple monteranno il famoso TCPA. E se la gente non può più installare il Photoshop pirata? Se non potrà ascoltare gli Mp3 scaricati?La gente se deve cambiare tutta insieme si organizza, è più facile, ci si da una mano anche perchè ci si sente sulla stessa barca.Trovare hardware diverso e mettere Linux non sarebbe poi così difficile! Anzi, ci penserebbero i supermercati a fiutare l'affare e ti venderebbero tutto insieme!La mia impressione è che è una guerra che non possono vincere.Occorre anche stare attendi ai TV al plasma HDTV che fanno vedere male i DVD pirata... ma chi è disposto a rinunciare? E' più facile scegliere un TV diverso e mantenere la possibilità di avere cose pirata...E' tutta una questione di prezzo. Fanno di tutto per tenerli alti ma non credo sia possibile... la gente non ha soldi illimitati! Spende quel che ha!Dovranno per forza adattarsi o falliranno. Invece che far uscire 1000 film brutti ma ben pubblicizzati ne faranno 100 originali (come trama), invece di avere quei soliti cantanti "pompati" con CD da 20 Euro con una o due canzoni belle, ci saranno più artisti... e per poter vendere gli sconosciuti occorre abbassare i prezzi o la gente non compra (oggi si spende molto solo se si va a botta sicura... e questo per loro è un modo per tenere alti i prezzi. Pochi artisti famosi con CD a 20 Euro e gli altri li lasciamo perdere... altro che difesa degli artisti!).Se non faranno così la gente sceglierà altri divertimenti (mica ci sono solo i cosiddetti "contenuti"). Più spremono più ci si sposta verso altre forme di intrattenimento. L'importante è tenere alta la guardia.Quello che mi da fastidio è l'idea che qualcun'altro decida come cavolo far funzionare una macchina che ho pagato io, che è mia! Ma che cazzo, se compri una auto ci puoi montare le gomme che vuoi! Mica di possono imporre le gomme, il colore, dopo quanti km cambiarla ecc... Il software che voglio far girare sono cazzi miei!Morirei dalle risate se i governi ritenessero illegale questa trovata! Sai che spreco di soldi!
        • Anonimo scrive:
          Re: L' Open Source è invincibile..(OT)

          Dovranno per forza adattarsi o falliranno. Invece
          che far uscire 1000 film brutti ma ben
          pubblicizzati ne faranno 100 originali (come
          trama), invece di avere quei soliti cantanti
          "pompati" con CD da 20 Euro con una o due canzoni
          belle, ci saranno più artisti... Solo per dirne una, iero ho visto la pubblicità di un cd su sorrisi e canzoni a 13 euro.MA VI RENDETE CONTO!!!13 euro un cd dei duran duran dell'anno scorso (o inizio anno).Poi si lamentano del fatto che nessuno acquista i cd e incolpano le reti peer to peer.Questo disco sarà costato, agli inizi, minimo minimo 20 e passa euro.Se facessere i cd ultime uscite a max 15 euro e le riproposte a 5-6 euro, la pirateria scenderebbe parecchio.
          • Anonimo scrive:
            Re: L' Open Source è invincibile..(OT)
            - Scritto da: Anonimo

            Dovranno per forza adattarsi o falliranno.
            Invece

            che far uscire 1000 film brutti ma ben

            pubblicizzati ne faranno 100 originali (come

            trama), invece di avere quei soliti cantanti

            "pompati" con CD da 20 Euro con una o due
            canzoni

            belle, ci saranno più artisti...

            Solo per dirne una, iero ho visto la pubblicità
            di un cd su sorrisi e canzoni a 13 euro.
            MA VI RENDETE CONTO!!!
            13 euro un cd dei duran duran dell'anno scorso (o
            inizio anno).
            Poi si lamentano del fatto che nessuno acquista i
            cd e incolpano le reti peer to peer.
            Questo disco sarà costato, agli inizi, minimo
            minimo 20 e passa euro.

            Se facessere i cd ultime uscite a max 15 euro e
            le riproposte a 5-6 euro, la pirateria
            scenderebbe parecchio.Io invece ho visto sulla bancarella di un venditore ambulante un DVD su cui c'era la scritta: allegato al n. x di Ciak (rivista sul mondo del cinema) NON VENDIBILE SEPARATAMENTE alla modica cifra di 5 ?!!!!Cioè i venditori ambulanti ti possono vendere un DVD allegato ad una rivista????? :|
      • matcion scrive:
        Re: L' Open Source è invincibile.. BAH
        - Scritto da: Crazy
        Invincibile?
        INVINCIBILE?
        QUante persone conosci che conoscono Processori
        diversi da Intel ed AMD?
        No, perche` sai, giusto per dire.
        Questo e` il problema, Linux, non potra`
        funzionare sui futuri processori perche` saranno
        blindati in modo che non possano far girare
        Software non approvato.Ma chi l'ha detto che linux non potraà funzionare?IBM non supporta linux? ne farà almeno una versione che funziona!
        • Anonimo scrive:
          Re: L' Open Source è invincibile.. BAH
          - Scritto da: matcion
          Ma chi l'ha detto che linux non potraà funzionare?
          IBM non supporta linux? ne farà almeno una
          versione che funziona!anche HP.anche i Cinesi.anche i Taiwanesi.
    • Anonimo scrive:
      Re: L' Open Source è invincibile
      - Scritto da: Anonimo
      Troppo forte è l' Open Source, la sua forza
      invincibile nasce dal fatto che non è un
      bersaglio individualbile come una qualsiasi
      azienda, non ci sono azioni da comprare, leader
      con cui trattare e fare giochtti sporchi.
      L' Open Source è in tutto il mondo e collegato da
      migliaia di fili invisibili 24 ore su 24.
      Quei poveri illusi cartomanti venduti alle loro
      miserabili multinazionale del malaffare del
      trusted computing saranno spazzati via.Loro lavorano, lavora, tessono le tele come tanti ragnetti indaffarati.Cercano in tutti i modi di sopravvivere sopraffacendo, facendo approvare leggi ad hoc che consentano loro di sopravvivere come parassiti facendosi pagare e mantenere dal parco "clienti" (leggi buoi).....Cercano in tutti i modi di far apparire l' Open Source come un qualcosa di informe, di pericoloso, da evitare, da deridere.Le hanno tentate, le tentano, e le tenteranno ancora per molto tempo azioni e porcherie per far soffocare l' Open Source.Invece l' Open Source è più vivo e vegeto che mai, aumenta e si rafforza ogni mese che passa, ogni anno che passa nonostante le potenti forze finanziarie e anche oscure messe in campo dalle Multinazionali dell' Impero del Male del WC-Closed.Prima o poi saranno costretti a farsene una ragione questi menager dell' Impero del Male e o scenderanno a patti chiari con la sempre + potente e ormai invincibile armata (di intelligenza condivisa, di conoscenza condivisa, e di saperi condivisi...) Comunità Mondiale dell' Open Source o naturalmente soccomberanno come è giusto che soccombano aziende che non sanno stare al passo coi tempi.L' Impero del Male che sta prendendo forma sottoforma del Trusted Computing non sarà che un' altra pusillanime manifestazione di magna-magna destinata a fallire.
    • Anonimo scrive:
      OTTIMISTA !
      Sei troppo ottimista, vai sul piano del reale, se qualcosa non funzione con winzozzo posso dare a qualcuno del deficente, con linux no.... e la soluzione arriverà forse se non sono capace di trovarmela da solo.
      • Anonimo scrive:
        Re: OTTIMISTA !
        - Scritto da: Anonimo
        Sei troppo ottimista, vai sul piano del reale, se
        qualcosa non funzione con winzozzo posso dare a
        qualcuno del deficente, con linux no.... e la
        soluzione arriverà forse se non sono capace di
        trovarmela da solo.Se con winZoZZo qualcosa non funziona ti rivolgi a chi te lo ha venduto e ti becchi del deficiente se ti va bene e poi ciccia e aspetti e aspetti....e aspetti.......e aspetti......una path.Se con Linux qualcosa non funziona non viene nemmeno distribuito quello che non funziona e comunque in Rete o presso il fornitore della Distro che hai comprato trovi comunque la soluzione.Personalmente uso LINUX da ormai 6 anni in diverse distro e mai avuto problemi.
      • Anonimo scrive:
        Re: OTTIMISTA !
        - Scritto da: Anonimo
        Sei troppo ottimista, vai sul piano del reale, se
        qualcosa non funzione con winzozzo posso dare a
        qualcuno del deficentea CHI puoi dare del deficiente???Ma hai mai letto l'EULA di win?L'unico diritto che ti garantisce è quello di prenderti a schiaffi da solo.Per qualunque altra cosa sei severamente punibile.
        • Anonimo scrive:
          Re: OTTIMISTA !
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Sei troppo ottimista, vai sul piano del reale,
          se

          qualcosa non funzione con winzozzo posso dare a

          qualcuno del deficente

          a CHI puoi dare del deficiente???
          Ma hai mai letto l'EULA di win?
          L'unico diritto che ti garantisce è quello di
          prenderti a schiaffi da solo.
          Per qualunque altra cosa sei severamente punibile.
          Agli SGUERCI RINTRONATI come quello puoi propinare di tutto che non vede, non sente, ma parla a vanvera.
    • Anonimo scrive:
      Re: L' Open Source è invincibile
      LA FORZA E' CON NOI!W LINUX, W LA COMUNITA' OPEN SOURCE, W LA LIBERTA'!
    • Anonimo scrive:
      SEI UN FANATICO DELLA PEGGIO SPECIE
      ma con il tcpa ti estinguerai presto
  • Anonimo scrive:
    colpa di microsoft e dei suoi colabrodo
    se quest'azienda ridicola non producesse sistemiche anche un mongolo puo compromettere e usareper scopi illeciti, non saremmo a questo puntoormai è troppo facile compromettere il superpubblicizzato"sistema operativo piu sicuro mai costruito": xp è il piugrande danno economico mai avvenuto nella storiaenormi somme di denaro che sono bruciate a causadei crimini informatici fatti utilizzando sistemi che tutti possono bucare e usare per illecitiquesto servirà a giustificare grandi limitazioni nellalibertà di tutti, e alzerà moltissimo i prezzi di hw e swgrazie vinari, per il vs fanatismo pagheranno tutti !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: colpa di microsoft e dei suoi colabr
      se si alzano i prezzi si assumono piu' persone e il benessere crescese tutto e' gratis nessuno guadagna, son tutti disoccupati e per poco che costi la roba non potrai comprarla
      • Anonimo scrive:
        Re: colpa di microsoft e dei suoi colabr
        - Scritto da: Anonimo
        se si alzano i prezzi si assumono piu' persone e
        il benessere cresceSiamo in forte recessione dovuta a decenni di gestione economica scellerata. Se aumenti i prezzi, perdi i pochi clienti che ti sono rimasti.
        se tutto e' gratis nessuno guadagna, son tutti
        disoccupati e per poco che costi la roba non
        potrai comprarlaSe tutto fosse a pagamento e non avresti comunque tutti i soldi per permetterti "tutto" e quindi dovrai rinunciare a qualcosa. E a cosa rinunci? Al pane o al software?
        • matcion scrive:
          Re: colpa di microsoft e dei suoi colabr
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          se si alzano i prezzi si assumono piu' persone e

          il benessere cresce
          Siamo in forte recessione dovuta a decenni di
          gestione economica scellerata. Se aumenti i
          prezzi, perdi i pochi clienti che ti sono
          rimasti.
          Non c'è nessuna recessione.Se mai c'è una peggior ridistribuzione rispetto ad anni fa.
          • Anonimo scrive:
            Re: colpa di microsoft e dei suoi colabr
            - Scritto da: matcion

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            se si alzano i prezzi si assumono piu'
            persone e


            il benessere cresce

            Siamo in forte recessione dovuta a decenni di

            gestione economica scellerata. Se aumenti i

            prezzi, perdi i pochi clienti che ti sono

            rimasti.


            Non c'è nessuna recessione.
            Se mai c'è una peggior ridistribuzione rispetto
            ad anni fa.continuando così ....che fine farà il mercato ???Il medioevo incombe e pochi hanno il coraggio di ammetterlo
      • Anonimo scrive:
        Re: colpa di microsoft e dei suoi colabr
        - Scritto da: Anonimo
        se si alzano i prezzi si assumono piu' persone e
        il benessere cresceVorrà dire che in america (ms) ci saranno più posti di lavoro.Quello che serve all'Italia.... :s
  • Anonimo scrive:
    E' il loro canto del cigno
    Sanno che spariranno dlla faccia della terra. L' Open Source li spazzerà via.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' il loro canto del cigno
      C'è il concreto rischio che tra qualche anno non esisteranno più computer che permettono di far girare software non TCPA.
      • Anonimo scrive:
        Re: E' il loro canto del cigno
        ma si sa almeno che che anno inizia sto tcpa?che processori inizieranno a montarli ?
        • Anonimo scrive:
          Re: E' il loro canto del cigno
          - Scritto da: Anonimo
          ma si sa almeno che che anno inizia sto tcpa?
          che processori inizieranno a montarli ?gia' il pentium d credo dovrebbe supportarlo
Chiudi i commenti