Contrappunti/ La net neutrality ci serve

di M. Mantellini - Non ha senso senso schierarsi con le telco. Non ha senso schierarsi con i big di Internet. Gli unici davvero interessati a una rete neutrale sono i cittadini: altrimenti verrebbe soffocata qualsiasi voce fuori dal coro

Roma – La neutralità della rete ha due difetti e molti nemici. Il primo difetto è che è controintuitiva. È difficile da spiegare alle persone, nonostante sia tutto sommato un concetto semplice: non si possono discriminare i pacchetti di dati che attraversano Internet. Siamo da sempre abituati a ragionare in termini di servizi e prodotti, mai prima di oggi ogni servizio ed ogni prodotto era stato riconducibile ad una sua unità di misura. Così è difficile spiegare che un pacchetto di dati in quando unità costitutiva del traffico di rete è il piccolo fulcro intorno al quale tutto ruota e che mescolando il destino di simili gruppi di bit e mettendo un cappello sopra ognuno di essi nella pratica si decide tutto.

Se escludiamo quanti si appassionano alla discussione per ragioni di interesse personale o professionale la neutralità è da molti considerata una technicality per addetti ai lavori e come tale è da sempre aperta al destino possibile di ogni scelta tecnologiche: cambi una virgola (quella che apparentemente sembra una virgola) e tutto il castello cade.

Il secondo difetto è che la neutralità è democratica. Lo è in modo intrinseco e non ideologico per sue ragioni costitutive, e questa sua caratteristica non può essere troppo utilizzata per ragioni di convenienza personale. Una simile parità di accesso crea problemi tanto più grandi quanto più la fila di quanti vogliano accedere ai nodi di rete si irrobustisce. Non a caso le neutralità è rimasta sostanzialmente indiscussa e salvaguardata per molti anni, in quando motore trasparente del successo di Internet fino al momento in cui Internet non è diventata centrale ed utilizzata da chiunque. Non a caso quando il principio di stupidità di rete che è alla base del suo successo si è scontrato con le reti mobili ed i suoi necessari investimenti (licenze per la banda trasmissiva, celle, permessi comunali ecc) gli operatori telefonici hanno abdicato all’idea di una rete stupida e paritaria per crearne una propria, intelligente e regolata. Perché, dicevano, non dovremmo gestire con regole nostre ciò che abbiamo faticosamente costruito? La risposta logica sarebbe stata perché le vostre regole sono sbagliate e lo hanno più volte dimostrato ma ovviamente questo dialogo nei fatti non è mai stato possibile.

La Internet mobile si è retta in questi anni in condizioni di sostanziale usabilità solo in quanto simulacro silenzioso della grande Internet neutrale: per interessare ai clienti doveva essere come Internet e infatti oggi per moltissimi utenti Internet la differenza fra le due tipologie di accesso che utilizzano quotidianamente è del tutto ignorata. La Internet mobile è oggi una rete non neutrale ma di poco e questa è stata una scelta certamente intelligente. Si tratta però di una imitazione simile a quella del camaleonte che si confonde con lo sfondo intorno. Se domani lo sfondo diventerà irrilevante si potrà placidamente tornare alle tinte aziendali.

Sui molti nemici sarebbe facile fare un elenco, nella sostanza la rete neutrale sfavorisce tutti quelli che fino a ieri erano in una posizione di controllo. E quindi genericamente parlando la neutralità è un guaio per il controllo politico, è un guaio per molti dei business giganteschi e consolidati dell’era pre Internet, da quello dei contenuti a quello della grande distribuzione, ed è un guaio certamente anche per le aziende di telecomunicazione che non vedono da tempo valorizzato in maniera sufficiente il proprio ruolo di porta di accesso a Internet. Per amore di paradosso se l’accesso ad una Internet neutrale fosse più costoso e valorizzato le telco sarebbero la prima linea di difesa dello status quo. E il fatto che non lo siano è oggi un grande peccato e una conseguenza della trasformazione dell’accesso in commodity. Le società delle telecomunicazioni, dal canto loro, se la prendono con gli unici soggetti enormemente cresciuti e prosperati in questi anni all’ombra della rete neutrale, vale a dire società ingombranti e ricchissime come Amazon, Google, Facebook e compagnia.

Per continuare di paradosso in paradosso non sono Google, Facebook, Amazon e compagnia, che oggi ovviamente alzano alte grida in difesa della rete neutrale, i nostri ideali compagni di viaggio nella battaglia perché Internet resti neutrale, ma le centinaia di nuove aziende, piccole idee e geniali intuizioni che domani avrebbero potuto farci dimenticare Google, Facebook e Amazon e che una rete non neutrale molto semplicemente soffocherà in culla. Per questo ci serve una rete neutrale, costi quello che costi.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ciro donzelli scrive:
    Xbox one
    Dmfjcjelfjckflrm.nchjdlldmgiifmvjf odllcn njfioslwwllicmmm uclchd dkrlf xoe. Jlddcnvkc
  • Sg@bbio scrive:
    Flop ???
    Usiamo termini a caso.
    • Gianni scrive:
      Re: Flop ???
      Non ho capito dove vuoi andare a parare! Gianni
      • Sg@bbio scrive:
        Re: Flop ???
        - Scritto da: Gianni
        Non ho capito dove vuoi andare a parare!

        GianniSemplicemente parlano di fallimento della wii u su pi quando in realtà la wii u non sta certamente fallendo Oo
        • Snail owden scrive:
          Re: Flop ???
          http://it.euronews.com/2014/01/20/nintendo-conti-in-rosso-flop-della-wii-u/http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-01-20/la-wii-u-e-flop-super-mario-tocca-sbarcare-smartphone--105418.shtml?uuid=ABVJKtq
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Flop ???
            Due siti che non capiscono un XXXXX di videogiochi, insomma :DAnche perchè nintendo non ha detto di far giochi su smartphone :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 gennaio 2014 21.21-----------------------------------------------------------
          • buddub scrive:
            Re: Flop ???
            - Scritto da: Sg@bbio
            Due siti che non capiscono un XXXXX di
            videogiochi, insomma
            :D
            Anche perchè nintendo non ha detto di far giochi
            su smartphone
            :Dsembri un fanboi nintendo (ma esistono?)...uno di quelli che cercano di negare tutto anche l'evidenza pur di perorare la causa (a che pro non si sa).Comunque ecco un altro link:http://arstechnica.com/gaming/2014/01/wii-u-sees-rare-negative-sales-trend-in-second-holiday-season/Calano le vendite durante le festività natalizie: se non è un flop questo cos'è?
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Flop ???
            Parlare di flop mi sembra prematuro, visto che dicevano lo stesso pure per il 3ds.... :DSarà un flop se pure con i titoli di punta non venderà un XXXXX, ma molti giornali usano sto termine a sproposito.
          • sgabibbo scrive:
            Re: Flop ???
            - Scritto da: Sg@bbio
            Parlare di flop mi sembra prematuro, visto che
            dicevano lo stesso pure per il 3ds....
            :D

            Sarà un flop se pure con i titoli di punta non
            venderà un XXXXX, ma molti giornali usano sto
            termine a
            sproposito.(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • sgabbiano scrive:
            Re: Flop ???
            (cylon)(cylon)(cylon)
        • Vero scrive:
          Re: Flop ???
          - Scritto da: Sg@bbio
          - Scritto da: Gianni

          Non ho capito dove vuoi andare a parare!



          Gianni

          Semplicemente parlano di fallimento della wii u
          su pi quando in realtà la wii u non sta
          certamente fallendo
          OoCosì la Wii U?? Una nuova consolle?Parlate forse di quell'ammasso di scatole impolverate sugli scaffali?
          • user_ scrive:
            Re: Flop ???
            - Scritto da: Vero
            - Scritto da: Sg@bbio

            - Scritto da: Gianni


            Non ho capito dove vuoi andare a
            parare!






            Gianni



            Semplicemente parlano di fallimento della
            wii
            u

            su pi quando in realtà la wii u non sta

            certamente fallendo

            Oo

            Così la Wii U?? Una nuova consolle?
            Parlate forse di quell'ammasso di scatole
            impolverate sugli
            scaffali?Sì quello come il Mad Catz M.O.J.O-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 gennaio 2014 12.15-----------------------------------------------------------
    • sgabibbo scrive:
      Re: Flop ???
      - Scritto da: Sg@bbio
      Usiamo termini a caso.Pere con mele
  • asd scrive:
    nintendo buffoni
    certo che qeusti XXXXXXX sono forti! quando le vendite vanno bene "ammazza aho quanto semo ganzi" e quando fanno male "il mercato non ha capito".Comodo eh?
  • benkj scrive:
    nintendo
    la deve smettere di fare console con un hardware di due generazioni prima. Con la wii hanno avuto fortuna e la buona idea di puntare tutto sul controller. Adesso hanno palesemente p*sciato di fuori.Il brutto e' che per poter giocare a super mario & co alla fine forse mi tocchera' anche comprarla... ma per ora aspetto di vedere cosa tirano fuori con zelda
    • korova scrive:
      Re: nintendo
      - Scritto da: benkj
      la deve smettere di fare console con un hardware
      di due generazioni prima. un po' come la apple, no?;-)
Chiudi i commenti