Contrappunti/ La Rete, prima di tutto

di Massimo Mantellini - A raccontare il web per titoli di giornali si rischia di prendere qualche abbaglio. Le abitudini dei navigatori variano, Internet è uno strumento flessibile

Roma – L’unica ragione per la quale nel corso delle ultime settimane la usuale ricerca di Pew sull’utilizzo della rete nella società statunitense ( Generations online 2009 ) ha raggiunto le pagine dei media è stata in relazione alla affermazione della crisi della posta elettronica. Il fascino misterioso della descrizione della casa che crolla travalica in genere ogni ulteriore valutazione nella stampa di tutto il mondo. In realtà, per una volta, lo studio effettuato nel dicembre scorso dal mai sufficientemente lodato istituto di ricerca descrive chiaramente come l’utilizzo della rete internet non ruoti intorno al dilemma inutile posta elettornica sì, posta elettonica no, ma mostri invece una ormai netta segmentazione fra differenti generazioni.

La rete USA è spezzata in maniera molto evidente dalla data di nascita dei suoi utilizzatori: gli usi dei suoi strumenti fortemente separati fra varie generazioni. Non c’è forse maniera migliore per descrivere oggi il prolungato “periodo di mezzo” nel quale siamo tutti immersi, che da una parte comprende i cosiddetti “nativi digitali” e dall’altra registra i faticosi tentativi di inclusione delle generazioni meno giovani.

Fatta salva una curva discendente omogenea che descrive il numero di navigatori della rete per fascia di età, il 93 per cento dei teenager statunitensi accede a Internet, l’87 per cento dei giovani fra 18 e 32 anni, e così proseguendo fino al 31% degli americani oltre i 73 anni, ciascuna di queste fasce sociali mostra attitudini e usi della rete abbastanza differenziati. Quasi l’80 per cento dei più giovani per esempio gioca online occupandosi molto meno di tutto il resto, la maggioranza degli utenti adulti si orienta invece verso attività informative, banking online ed e-commerce, mentre i social network hanno evidentemente sfondato prevalentemente fra le fasce più giovani della popolazione, così come i software di IM che sono molto utilizzati dalla popolazione fino ai 33 anni e molto meno poi.

La crisi dell’email è sostanzialmente una lieve sottolineatura giornalistica ed interessa solo gli adolescenti (che utilizzano in misura più consistente i software di messaggeria) che forse acquisterà maggior significato in termini numerici fra qualche anno. Per ora Pew ci racconta che non esiste attività di rete più utilizzata fra gli utenti dopo i 18 anni dello spedire o ricevere una mail, con punte di utilizzo che per quasi tutte le fasce di età superano il 90 per cento. Occorre quindi rilassarsi: la posta elettronica non è ancora morta.

Un americano su tre legge un blog mentre a scriverli si cimentano solo i più giovani, con percentuali a una cifra fra gli ultra quarantenni. Molto più stratificata invece l’abitudine agli acquisti online e la tendenza a leggere le news in rete.

Parte delle constatazioni sulla fine dell’email derivano in effetti dal fatto che molti social network, come Facebook, contengono un proprio interno sistema postale che ovviamente viene utilizzato solo per comunicazioni fra noi ed i nostri amici. In realtà anche simili parziali utilizzi fanno a buon diritto parte dello strumento posta elettronica.

I ragazzi più giovani, si capisce bene in questa ricerca, sono la nuova frontiera delle pratiche di utilizzo della rete, modalità che certamente sono destinate a mutare in relazione al crescere dell’età (non si potrà fare gaming online per sempre), ma che in ogni caso li distanziano in maniera significativa dagli approcci adulti all’uso della rete ai quali siamo storicamente abituati. Contemporaneamente a questo, lo studio di Pew indica anche un significativo aumento dei collegamenti broadband nelle case degli ultrasessantenni, quasi a ricordarci che le pratiche e gli utilizzi variano ma che la rete tende comunque ad includere tutti.

Il paragone con la situazione italiana è probabilmente difficile ed esula in parte dalla usuale definizione secondo la quale ciò che da un punto di vista degli orientamenti tecnologici accade ora in USA succederà da noi nel giro di qualche anno. È assai probabile che le cose non stiano così e che, come avviene fra le varie generazioni di cittadini statunitensi online, le differenze dell’utilizzo della rete, strumento elastico e multiforme per eccellenza, possano dipendere anche da altre variabili culturali che non implicano necessariamente una segmentazione per fasce di età.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • yeah scrive:
    d'altronde
    Beh semplicemente, chi è favorevole alla loro politica compri l'iphone, chi è contrario non lo faccia. Il mercato funziona così, nessuno è obbligato a comprar niente da Cupertino o da Micro$oft :P infatti io voto Slackware e me ne sbatto :)
    • MarcOsX scrive:
      Re: d'altronde
      Yeah!;) magari tutti ragionassero così... qua sembra uno stadio pieno di ultras.
      • Dylan scrive:
        Re: d'altronde
        Quoto entrambi. Son dovuto arrivare alla fine dei commenti per trovarne uno davvero sensato e davvero libero. Io la penso esattamente come vuoi. Io apprezzo la tecnologia da qualunque parte provenga, e scelgo i prodotti da comprare in base alle mie esigenze senza buttare a mare nessuno. Lo stesso faranno gli altri, immagino: più bello di così! Tifate per il progresso e lo sviluppo, piuttosto, altro che tifare per questa o quella azienda, o gioire insensatamente quando arriva una cattiva notizia sull'azienda che non ci piace, visto che tutte le aziende sono fatte di persone, che come noi vivono di stipendio e alla fine del mese portano lo stipendio a casa e cercano di far felici i loro bambini a Natale, proprio come tutti noi.
  • lem ca scrive:
    Apple pensa.
    Ma se uno si compra un frullatore perchè dovrebbe modificarne il firmware e farlo diventare centrifuga. Apple produce elettrodomestici... si pigia un tasto si accendono e funzionano. Fine della storia. Mai pensare di convincere un mac ad esportare in un formato che non sia tra quelli preimpostati.. o fargli fare cose che Jobs e il suo staff non hanno previsto. Per fare quelle cose esistono i PC con tutto il loro incasinatissimo hardware. E si vive sereni che tanto c'è chi pensa a non far scervellare l'utente in scelte amletiche (CBR o VBR?). Apple pensa a quello che è meglio per l'utente, all'utente solo la scelta di pigiare o meno il pulsante.
    • lellykelly scrive:
      Re: Apple pensa.
      ma come per l'appletv o come si chiama, di suo non legge i divx e altri formati, ma midificandola si.personalmente preferisco prendere un lettore divx da 30 euro e sperare che aggiornando di tanto in tanto il firmware legga tutto, oppure un pc tipo gli asus orrizontali e con quello leggere tutto, ovviamente ha altri costi e altre caratteristiche.IMHO eh
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: Apple pensa.
      Si, se tutti la pensassero come la pensi tu, McGyver sarebbe stato arrestato per pirateria :pSe voglio (e se ho le capacità/conoscenze), il mio frullatore lo posso far diventare un tritarifiuti e nessuno mi dice e mi può dire niente.Ma la legge dice che l'iPhone non si può modificare, benissimo: se lo compri sei consapevole di non poterlo unlockare liberamente, quindi se ti sta bene accetti, se no non te lo compri. Non sei obbligato a comprarlo come se fosse un pezzo di pane.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 febbraio 2009 21.11-----------------------------------------------------------
      • Wolf01 scrive:
        Re: Apple pensa.
        Quale legge dice che l'iphone non è XXXXXXXXXabile?Se me la trovi nella gazzetta ufficiale sei veramente un mito.Ah si, l'EULA non vale, è un contratto che accetti automaticamente prima di leggerlo all'atto dell'acquisto, ergo non vale.E poi voglio vederti al negozio "senta, ho comprato software xyz, ma non accetto l'eula, me lo prende in dietro?", si nel didietro te lo prendi :)
  • Francesco_Holy87 scrive:
    Re: Cosa e' in effetti sto jailbrk!?
    Non sei obbligato a comprare un giocattolino da 500 se bloccato.Fai come me: non comprarlo e vivi felice :D
    • OldDog scrive:
      Re: Cosa e' in effetti sto jailbrk!?
      - Scritto da: Francesco_Holy87
      Non sei obbligato a comprare un giocattolino da
      500 se bloccato.
      Fai come me: non comprarlo e vivi felice :DStrana questa logica dei due pesi e due misure:i soldi sono miei e mi chiedono di spenderli per sostenere l'economia (!?) ma come vogliono lor signori "Padroni dalle belle braghe bianche", senza lamentarsi e ringraziando pure, oppure spetta a me cambiare aria. Cambiare scelta io presuppone che potrò sempre farlo, che sarà per me altrettanto conveniente, che chi produce impone e non offre (altrimenti non è libero mercato). Se vi sembra un ritorno agli anni trenta, lasciandoci sfilare in silenzio settant'anni di diritti ottenuti per farci trattare equamente come persone e non come vacche da mungere... beh, IMHO state tenendo d'occhio la sostanza e non l'apparenza.
      • MarcOsX scrive:
        Re: Cosa e' in effetti sto jailbrk!?
        Ti chiedono di spenderli e tu scegli il prodotto più giusto per te. Punto.Se il prodotto più giusto è l'iPhone ne comprerai i pregi e i difetti. Se c'è la possibilità di sbloccarlo lo farai cosciente del fatto che sia illegale. Il pretenderne la legalità è assurdo.
        • OldDog scrive:
          Re: Cosa e' in effetti sto jailbrk!?
          - Scritto da: MarcOsX
          Se il prodotto più giusto è l'iPhone ne comprerai
          i pregi e i difetti.

          Se c'è la possibilità di sbloccarlo lo farai
          cosciente del fatto che sia illegale.
          Il pretenderne la legalità è assurdo.Ma perché mai? Ti inventi la Apple Legge? Semmai è violazione di contratto privato tra le parti e, come già detto in altri post, esistono clausole contrattuali che possono risultare vessatorie e quindi giudicate non valide da un giudice.Guarda che io non sono contro Apple (ci sono suoi prodotti che mi piacciono molto), ma indipendentemente dal caso iPhone trovo che si debba stare attenti all'accettare come "regola di mercato" condizioni che sono forzature a favore di una delle parti (guarda caso, la più "forte" nel rapporto contrattuale).Ribadisco che non sto avallando l'installazione di sw rubato, ma di sw reso liberamente disponibile dal suo sviluppatore su di un cellulare COMPRATO con soldi buoni.Comunque è chiaro che queste discussioni sono destinate ad arenarsi, con le persone divise nei due schieramenti. :)
      • guast scrive:
        Re: Cosa e' in effetti sto jailbrk!?

        Strana questa logica dei due pesi e due misure:
        i soldi sono miei e mi chiedono di spenderli per
        sostenere l'economia (!?) No. I soldi servono per sostenere questo sistema economico.Prova a chiederti se questo sistema serve a te o a qualcun'altro. Sei sicuro che ti convenga spendere solo per spendere ?
  • MarcOsX scrive:
    Re: Cosa e' in effetti sto jailbrk!?
    Eggià. Senza le serrature si vivrebbe meglio non mi costringerebbe di andare in giro con mille chiavi.Ops, mi hanno rubato il televisore dalla casa!!Evvabbè però almeno non ho blocchi imposti.Vado al lavoro... ops mi licenziano perché quello che vendo io altri lo regalano. Ma si, dai... continuiamo così...Se vuoi dei prodotti senza blocchi ti scegli quelli senza blocchi. OpenMoko è un gran progetto, aspettate quello.Se alcuni hanno dei blocchi non acquistateli. Nessuno vi obbliga tranne il vostro ego.
    • Dti Revenge scrive:
      Re: Cosa e' in effetti sto jailbrk!?
      Ma sei l'avvocato ufficiale di casa Apple? Ad ogni abozzo di critica, c'è sempre la tua risposta...
      • 3mpty scrive:
        Re: Cosa e' in effetti sto jailbrk!?
        - Scritto da: Dti Revenge
        Ma sei l'avvocato ufficiale di casa Apple? Ad
        ogni abozzo di critica, c'è sempre la tua
        risposta...Chiamasi fanboy
      • MarcOsX scrive:
        Re: Cosa e' in effetti sto jailbrk!?
        - Scritto da: Dti Revenge
        Ma sei l'avvocato ufficiale di casa Apple? Ad
        ogni abozzo di critica, c'è sempre la tua
        risposta...Io a differenza di alcuni non attacco ciò che non mi interessa. Non mi vedrete mai appena esce una versione nuova di Windows "ma sarà la solita ciofeca" anzi. Spero vivamente che Windows Sette sia veramente un grande sucXXXXX e non vedo il motivo per augurarne una disfatta.Stessa cosa per Linux, spero si diffonda molto.Alcune persone invece pensano di far parte di una squadra di calcio e ad ogni notizia cattiva sulla propria marca preferita è come un gol subito.Punto Informatico dovrebbe essere un gruppo di sostenitori della tecnologia, libera e non. Ognuno porti avanti le proprie preferenze, ma attaccare e basta ciò che non si usa e non si conosce è ridicolo e da poppanti.Non sono avvocato della Apple. Sono un utente contento dei suoi prodotti. Quando non lo sarò più non avrò problemi a cambiare marca. E quando vedo critiche sterili dico la mia.
    • pentolino scrive:
      Re: Cosa e' in effetti sto jailbrk!?
      - Scritto da: MarcOsX
      Eggià. Senza le serrature si vivrebbe meglio non
      mi costringerebbe di andare in giro con mille
      chiavi.
      Ops, mi hanno rubato il televisore dalla casa!!

      Evvabbè però almeno non ho blocchi imposti.

      Vado al lavoro... ops mi licenziano perché quello
      che vendo io altri lo regalano. Ma si, dai...
      continuiamo
      così...questo è il classico ragionamento di chi non ha capito che free sta per "libero" (as in free speech), non per "gratis" (as in free beer), per quanto traducendo letteralmente dall' inglese l' equivoco ci possa stare.

      Se vuoi dei prodotti senza blocchi ti scegli
      quelli senza blocchi. OpenMoko è un gran
      progetto, aspettate
      quello.

      Se alcuni hanno dei blocchi non acquistateli.
      Nessuno vi obbliga tranne il vostro
      ego.però su questa parte ti quoto; io rientro tra quelli che probabilmente un iphone non lo acquisteranno mai.Però direi che tra questa posizione e dichiarare illegale il XXXXXXXXXing ce ne passa parecchio, o no?
    • OldDog scrive:
      Re: Cosa e' in effetti sto jailbrk!?
      - Scritto da: MarcOsX
      Eggià. Senza le serrature si vivrebbe meglio non
      mi costringerebbe di andare in giro con mille
      chiavi.
      Ops, mi hanno rubato il televisore dalla casa!!

      Evvabbè però almeno non ho blocchi imposti.

      Vado al lavoro... ops mi licenziano perché quello
      che vendo io altri lo regalano. Ma si, dai...
      continuiamo
      così...

      Se vuoi dei prodotti senza blocchi ti scegli
      quelli senza blocchi. OpenMoko è un gran
      progetto, aspettate
      quello.

      Se alcuni hanno dei blocchi non acquistateli.
      Nessuno vi obbliga tranne il vostro
      ego.Ti lasci trascinare dalla passione. :)I lucchetti non proteggono te (vedi le serrature della casa) ma il costruttore della casa (telefonino in questo caso) DOPO che tu hai comprato e pagato quella casa.Ti sta bene che il costruttore conservi copia di tutte le serrature di casa tua e ti dica chi dei tuoi amici puoi invitare oppure no? Se tu in casa tua ospiti uno che non è gradito al costruttore edile perché regala mobili di bambù fatti a mano da lui, il costruttore può legalmente impedirtelo?Puoi andare a comprare casa da un altro, ma a te piaceva la casa di prima e te ne vai costretto da un "bullismo" del costruttore: prima o poi i bulli ti trovano da qualche altra parte, no? Magari la Legge (e non quella del più forte) serve a impedirti di dover vivere minacciato dall'imposizione di fare quello che ti impone arbitrariamente un altro.Nel caso iPhone il problema non è tutelare qualcuno dall'acquisto di sw piratato in spregio al loro diritto di vederselo pagare, ma schiacciare il diritto di un compratore limitandosi a dire "se non ti sta bene, vattene oppure fattelo da solo". Stranamente questa politica del "più forte ha sempre ragione" piace tanto alle aziende che la possono esercitare, salvo poi chiedere aiuto quando nel "quartiere" arriva uno nuovo "più forte". ;)
  • Wolf01 scrive:
    Re: Ma che cosa vogliono...
    - Scritto da: ruppolo
    L'erba voglio non cresce nemmeno nel giardino del Re.Ma in quello dei produttori invece si.Morale: se puoi comprarti l'erba voglio vedrai che cresce, alta e fitta.
  • Darkat scrive:
    Re: Ma che cosa vogliono...
    quoto, odio la gente che come qualcun'altro di famoso qui in italia vede i comunisti da per tutto pure nei paesi dove non sono mai esistiti anzi dove li hanno sempre odiati...mah secondo me è il male italiano, dare la colpa sempre ai comunisti invisibili per giustificare tutto...andiamo proprio bene
  • Graziano scrive:
    Basta Apple, suggerisco GNU/Linux
    Basta Apple.Basta basta basta, stanchi delle limitazioni, lucchetti, chiusure varie.Informazione:www.defectivebydesign.orgAlternative: www.gnu.orghttp://www.sorbaioli.org/free-devices/
    • Stein Franken scrive:
      Re: Basta Apple, suggerisco GNU/Linux
      Android?
    • MarcOsX scrive:
      Re: Basta Apple, suggerisco GNU/Linux
      suggerisci quel che vuoi. Io selgo quello che provo e che mi da maggiori soddisfazioni.Per ora la Apple è quella migliore per l'uso che ne faccio io.
      • Dti Revenge scrive:
        Re: Basta Apple, suggerisco GNU/Linux
        Parli con cognizione di causa o hai scelto il computer più luccicante e dal desing accattivante e ti sei fermato a fare i paragoni?
        • Uby scrive:
          Re: Basta Apple, suggerisco GNU/Linux
          - Scritto da: Dti Revenge
          Parli con cognizione di causa o hai scelto il
          computer più luccicante e dal desing accattivante
          e ti sei fermato a fare i
          paragoni?Parli per cognizione di causa o per farti un'opinione ti basi sul design accattivante e luccicante e ti sei fermato lì?
          • Dylan scrive:
            Re: Basta Apple, suggerisco GNU/Linux
            Ma ti da proprio così fastidio, anche se fosse, che a lui piaccia un computer che sia anche esteticamente bello?? Quest'articolo ha scatenato un impeto di libertà in tutti noi, ma a quanto pare c'è sempre qualcuno più libero ed uguale dell'altro. Magari Linux è il meglio che c'è, ma se a lui piace OS X a voi cosa interessa?? Ma possibile che non abbiate altro da fare che far sempre questa OS war?? Cercate invece i punti in comune, non quelli che vi dividono, chissà che non ne venga fuori una discussione costruttiva ed interessante per tutti, volta a migliorare laconoscenza informatica di tutti, non solo di voi due (non è poi questo anche lo scopo di Linux, portare l'informatica alla portata di tutti?? Oppure installare Linux sul vostro computer serve solo a far vedere quanto siete bravi?? È questo che vi insegna la filosofia Linux??)
          • Uby scrive:
            Re: Basta Apple, suggerisco GNU/Linux
            - Scritto da: Dylan
            Ma ti da proprio così fastidio, anche se fosse,
            che a lui piaccia un computer che sia anche
            esteticamente bello?? Quest'articolo ha scatenato
            un impeto di libertà in tutti noi, ma a quanto
            pare c'è sempre qualcuno più libero ed uguale
            dell'altro. Magari Linux è il meglio che c'è, ma
            se a lui piace OS X a voi cosa interessa?? Ma
            possibile che non abbiate altro da fare che far
            sempre questa OS war?? Cercate invece i punti in
            comune, non quelli che vi dividono, chissà che
            non ne venga fuori una discussione costruttiva ed
            interessante per tutti, volta a migliorare
            laconoscenza informatica di tutti, non solo di
            voi due (non è poi questo anche lo scopo di
            Linux, portare l'informatica alla portata di
            tutti?? Oppure installare Linux sul vostro
            computer serve solo a far vedere quanto siete
            bravi?? È questo che vi insegna la filosofia
            Linux??)Forse volevi rispondere a quello sopra... :|
        • MarcOsX scrive:
          Re: Basta Apple, suggerisco GNU/Linux
          Ho fatto un paragone semplice:Vita (digitale) prima di un mac e vita dopo un mac. Le cose sono migliorate in maniera esponenziale.Questo mi è bastato. E le volte che ho usato un pc windows mi ha ricordato quanto poco ergonomico fosse, lento e scomodo.Per l'uso che ne faccio io.Agli amici consiglio sempre un mac, anche se in molti ambiti ne sconsiglio l'uso. Chi ci gioca molto per esempio e vuole spendere il minimo possibile.Devo dire che quasi tutti quelli che hanno avuto occasione di provare il mio mac beh poi ci sono passati e adesso non tornano indietro. Stessa cosa con l'iPhone (anche se a molti consiglio di più l'iPod Touch)
          • Graziano scrive:
            Re: Basta Apple, suggerisco GNU/Linux
            Bellissimi i prodotti mac, davvero belli ma... cosa c'e' sotto?Qualche link per capire a cosa vai incontro dando i soldi a una azienda come Apple:http://www.defectivebydesign.org/day01-macbookhttp://www.defectivebydesign.org/day11-ituneshttp://www.defectivebydesign.org/day19-iphoneNon e' tutto oro quello che luccica. Io uso un Lemote Yeeloong, un netbook completamente libero, bios compreso: www.sorbaioli.org
  • ROVER scrive:
    Re: Ma che cosa vogliono...
    Il mio cell, vecchio di 2 anni, fa tutto quello che fa l'iphone, lo fa meglio, lo faceva da prima dell'iphone, costò meno dell'iphone, ma NON FA FIGO!!!Quindi se uno compra un telefono perchè fa figo, ha già esaurito il suo scopo.SE invece vuole farci quello che vuole (visto che non gli è stato regalato) compra un prodotto della concorrenza. La scelta non manca, anzi...
    • ruppolo scrive:
      Re: Ma che cosa vogliono...
      - Scritto da: ROVER
      Il mio cell, vecchio di 2 anni, fa tutto quello
      che fa l'iphone, lo fa meglio, lo faceva da prima
      dell'iphone, costò meno dell'iphone, ma NON FA
      FIGO!!!La tua autostima latita?
  • Quello li scrive:
    Re: Ma che cosa vogliono...

    Comunque,
    i fenici non hanno inventato proprio NIENTE!!!
    Erano un popolo di pastori analfabeti che hanno
    cominciato a costruire delle barchette da quattro
    soldi [..CUT..]

    Studia la storia, eh???Stolto ignorantello:http://it.wikipedia.org/wiki/Alfabeto_fenicioNon capisco proprio che gusto ci sia a fare delle figure di XXXXX in questo modo quando basta semplicemente fare un salto su wikipedia per evitare di perdere l'occasione di tenere il becco chiuso.Saluti.
  • Dylan scrive:
    Ciò che Apple vuole
    Ciò che Apple vuole è semplicemente tutelare le sue proprietà intellettuali: iPhone OS non è opensource, è un sistema chiuso. Nella licenza, che accettate con l'acquisto del prodotto, non c'è scritto che chiunque può modificare il codice di iPhone OS a beneficio della comunità com'è scritto nella licenza di Ubuntu. Insomma, non potete pretendere di modificare la vostra auto (per vincere alle corse clandestine magari) e pretendere che la vostra casa automobilistica supporti tale pratica. Apple sta solo dicendo che se fate il XXXXXXXXX sono affari vostri, dopo ve la vedrete voi al mese di Marzo perchè noi non supportiamo firmware modificati. In questo senso illegale, non che vi mandano in galera se sbloccate il telefono. Lo fa Apple, e lo fa Sony con le sue PSP. E anche la Microsoft con il suo Windows Genuine Program, anche se quest'ultimo è leggermente diverso. Mi sembra piuttosto normale che un'azienda tuteli i suoi interessi, mi pare anormale dire ad un'azienda di non farlo. Se vi va sbloccate pure iPhone, consci che userete poi un firmware non prodotto da Apple (nulla vi vieta di tornare all'originale per usufruire dell'assistenza, aggirando il problema che la Apple non supporti altri firmware oltre al suo). Altrimenti usate il suo firmware e i programmi approvati da lei sola. A voi la scelta.
    • tiziocazio scrive:
      Re: Ciò che Apple vuole
      - Scritto da: Dylan
      Apple sta solo dicendo che
      se fate il XXXXXXXXX sono affari vostri, dopo ve
      la vedrete voi al mese di Marzo perchè noi non
      supportiamo firmware modificati. In questo senso
      illegale, non che vi mandano in galera se
      sbloccate il telefono.Mi spieghi come si concilia il termine "illegale" con "noi di Apple non lo supportiamo e sono fatti vostri"?Apple non è tenuta a supportare gli iphone XXXXXXXXXati, indipendentemente che sia una pratica legale o no.
    • BlueSky scrive:
      Re: Ciò che Apple vuole
      - Scritto da: Dylan
      Ciò che Apple vuole è semplicemente tutelare le
      sue proprietà intellettuali: iPhone OS non è
      opensource, è un sistema chiuso. Non credo sia questo lo scopo. Il fatto è che Apple guadagna il 30% del prezzo a cui sono venduti i programmi nell'AppleStore. Pertanto impedirti di installare programmi con altri mezzi è un modo per assicurarsi lauti guadagni a scapito del libero mercato. Perché non solo ti impediscono di installare programmi come ti pare ma anche sono loro a scegliere quali programmi tu possa metterci sopra, quindi anche chi può vendere programmi per il proprio sistema, limitando così anche la libertà d'impresa e la concorrenza. E' quello che gli antiTC paventano da anni e tutti a dire che non sarebbe mai sucXXXXX. Ora succede ed è solo l'inizio.
      • lollo9 scrive:
        Re: Ciò che Apple vuole
        la differenza è che apple si fa il proprio cellulare ed il proprio sistema... stessimo parlando del Symbian, di WindowsMobile... ma diamine, MacOSX Mobile se lo produce Apple da sé per l'iPhone, anch'esso da apple prodotto. Non c'è legge che tenga, in casa propria può scegliere quel che le pare, se poi le scelte sono a vantaggio o a scapito dell'utenza sarà quest'ultima a deciderlo. stop, il mercato è e resta libero per il semplice fatto che non è apple sola il mercato.è come quando multano MS per aver troppo "radicato" windowsmediaplayaer ed internetexplorer nei propri sistemi e poi puntualmente salta fuori il genio di turno che inizia a chiedersi perché non multano pure apple, visto che quest'ultima adotta la stessa pratica con MacOSX ed iTunes/Quicktime.sono situazioni diverse, non ci vuol molto a capirlo ...e lo sono a prescindere dal fatto che una ditta sia semi-monopolista ed una poco più di una nicchiaognuno deve decidere per quel che gli compete... ci sono quelli cui compete il software, quelli cui compete l'hardware, e quelli cui competono entrambe le cose.finché apple resta sul proprio terreno non vedo come sia possibile andare a sindacare sulle scelte che questa opera (per quanto discutibili spesso queste scelte possano essere, benisnteso)se non è libertà questa...comunque è ovvio che apple intenda mangiarci sopra a sta cosa... sacrosanto direi. l'iphone mica l'hanno inventato per sbaglio...
        • BlueSky scrive:
          Re: Ciò che Apple vuole
          - Scritto da: lollo9
          Non c'è legge che tenga, in casa propria può
          scegliere quel che le pare, se poi le scelte sono
          a vantaggio o a scapito dell'utenza sarà
          quest'ultima a deciderlo.Ed infatti qualcuno lamenta che è a scapito dell'utenza e che è un comportamento scorretto. Che poi il modo migliore per farlo capire ad Apple sarebbe non comprare il suo iPhone ti do ragione.
          è come quando multano MS per aver troppo
          "radicato" windowsmediaplayaer ed
          internetexplorer nei propri sistemi e poi
          puntualmente salta fuori il genio di turno che
          inizia a chiedersi perché non multano pure apple,
          visto che quest'ultima adotta la stessa pratica
          con MacOSX ed
          iTunes/Quicktime.No, il discorso è diverso.
          • ruppolo scrive:
            Re: Ciò che Apple vuole
            - Scritto da: BlueSky
            - Scritto da: lollo9

            Non c'è legge che tenga, in casa propria può

            scegliere quel che le pare, se poi le scelte
            sono

            a vantaggio o a scapito dell'utenza sarà

            quest'ultima a deciderlo.

            Ed infatti qualcuno lamenta che è a scapito
            dell'utenza e che è un comportamento scorretto.
            Che poi il modo migliore per farlo capire ad
            Apple sarebbe non comprare il suo iPhone ti do
            ragione.A scapito dell'utenza? si quale utenza stiamo parlando? Se stiamo parlando dell'utenza iPhone, quell'utenza ha acquistato l'iPhone sapendo bene vantaggi e svantaggi. Acquistare iPhone è infatti una libera scelta.Io faccio parte di tale utenza e sono più che soddisfatto del fatto che ci sia qualcuno che controlla le applicazioni e impedisce che io possa scaricare software dannoso per il prodotto che ho pagato.Ti faccio anche notare che queste "limitazioni" non hanno impedito ai programmi per iPhone di superare in numero quelli di tutte le altre piattaforme.

            è come quando multano MS per aver troppo

            "radicato" windowsmediaplayaer ed

            internetexplorer nei propri sistemi e poi

            puntualmente salta fuori il genio di turno che

            inizia a chiedersi perché non multano pure
            apple,

            visto che quest'ultima adotta la stessa pratica

            con MacOSX ed

            iTunes/Quicktime.

            No, il discorso è diverso.Infatti è proprio diverso: tu acquisti un prodotto HP e ti ritrovi dentro un prodotto Microsoft. E questo accade anche con Acer, Samsung, Asus, Sony, Dell, Toshiba eccetera.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Ciò che Apple vuole
            - Scritto da: ruppolo
            Ti faccio anche notare che queste "limitazioni"
            non hanno impedito ai programmi per iPhone di
            superare in numero quelli di tutte le altre
            piattaforme.non diciamo XXXXXte, è palesemente dimostrabile che se windows mobile avesse uno store questo avrebbe almeno 20 volte le applicazioni che ha lo store appleOh bhe, contando gli homebrew forse l'iphone arriva a prendersi una grossa fetta, ma a sto punto allora dobbiamo dire che la PSP ha più programmi tra giochi e utilities di qualunque altra console, ma sono dati che non valgono perchè homebrew è illegale stando alle aziendeSenza homebrew ricordo che il 70% dei software di apple store sono fiammelle, birre, effetti lente per le foto, giochetti che usano il giroscopio...Mentre per windows mobile possiamo dire che il 99% dei programmi siano homebrew ma almeno sono legali
          • ruppolo scrive:
            Re: Ciò che Apple vuole
            - Scritto da: Wolf01
            - Scritto da: ruppolo

            Ti faccio anche notare che queste "limitazioni"

            non hanno impedito ai programmi per iPhone di

            superare in numero quelli di tutte le altre

            piattaforme.
            non diciamo XXXXXte, è palesemente dimostrabile
            che se windows mobile avesse uno store questo
            avrebbe almeno 20 volte le applicazioni che ha lo
            store
            appleCerto, anche se Windows funzionasse bene ora non perderebbe quote di mercato, e se il nostro governo fosse illuminato non saremo l'ultima ruota del carro.Con i "se" puoi fare molti discorsi...
            Oh bhe, contando gli homebrew forse l'iphone
            arriva a prendersi una grossa fetta, ma a sto
            punto allora dobbiamo dire che la PSP ha più
            programmi tra giochi e utilities di qualunque
            altra console, ma sono dati che non valgono
            perchè homebrew è illegale stando alle
            aziendeOltre che illegale forse sarà anche non supportato?
            Senza homebrew ricordo che il 70% dei software di
            apple store sono fiammelle, birre, effetti lente
            per le foto, giochetti che usano il
            giroscopio...Ma anche le programmazioni TV di Sky, RAI e Mediaset per i prossimi 4 giorni, l'elenco dei lavori in corso sulle strade in ordine di distanza da te, gli orari dei treni italiani, i dizionari... ci sono molte cosine.
            Mentre per windows mobile possiamo dire che il
            99% dei programmi siano homebrew ma almeno sono
            legaliAnche quelli di Apple solo legali, e costano un decimo di quelli per Windows Mobile. E si installano in un tap, ovunque ti trovi.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Ciò che Apple vuole
            No, gli homebrew di apple non sono legali perchè per essere installati necessitano il XXXXXXXXX.Se li trovi nell'apple store non sono più homebrew, perchè devi avere la licenza e quindi non sei più uno sviluppatore casalingo, e se sei sviluppatore casalingo e hai comprato una licenza... complimenti :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 febbraio 2009 13.18-----------------------------------------------------------
          • ruppolo scrive:
            Re: Ciò che Apple vuole
            - Scritto da: Wolf01
            No, gli homebrew di apple non sono legali perchè
            per essere installati necessitano il
            XXXXXXXXX.Intendevo quelli di AppStore. Gli altri non li considero.
            Se li trovi nell'apple store non sono più
            homebrew, perchè devi avere la licenza e quindi
            non sei più uno sviluppatore casalingo, e se sei
            sviluppatore casalingo e hai comprato una
            licenza... complimenti
            :)Grazie. Ora devo solo trovare il tempo e la voglia di fare una applicazione :)
          • 3mpty scrive:
            Re: Ciò che Apple vuole

            Grazie. Ora devo solo trovare il tempo e la
            voglia di fare una applicazione
            :)No, devi sperare che la Mela accetti la tua applicazione. E se non lo fa, non puoi dirlo a causa di un accordo di non disclosure.
          • BlueSky scrive:
            Re: Ciò che Apple vuole
            - Scritto da: ruppolo
            Io faccio parte di tale utenza e sono più che
            soddisfatto del fatto che ci sia qualcuno che
            controlla le applicazioni e impedisce che io
            possa scaricare software dannoso per il prodotto
            che ho pagato.Contento te contenti tutti?
          • lollo9 scrive:
            Re: Ciò che Apple vuole
            - Scritto da: BlueSky
            Ed infatti qualcuno lamenta che è a scapito
            dell'utenza e che è un comportamento scorretto.
            Che poi il modo migliore per farlo capire ad
            Apple sarebbe non comprare il suo iPhone ti do
            ragione.è a scapito dell'utenza già, lo penso pure ioè per questi comportamenti che iphone per me resta sullo scaffale... mi spiace perché ha delle potenzialità non da poco, ma con questo modo di diriger le cose... bah...finché i conti gli tornano buon per loro... alla fin fine non li biasimo. possono farlo e lo fanno, ho come l'impressione che della mia e della tua felicità a loro importi il giusto :Dallo stato attuale iphone è veramente troppo chiuso pure per un macaco di vecchia data come me (mac user dal 96 :D)ma qua si va OT...
        • Vince scrive:
          Re: Ciò che Apple vuole
          Esatto, Microsoft non puo' mettere WM Player dentro Windows perche' Windows e' su "mila" hw diversi di tanti produttori diversi... Mac OSX "teoricamente" e' solo su HW Apple... Non c'e' niente di sbagliato nel mettere dentro il sistema i propri software per i propri hw...
      • pentolino scrive:
        Re: Ciò che Apple vuole
        ora succede solo con l' iphone (e per fortuna c'è il XXXXXXXXX); sarà molto peggio quando riusciranno a imporre il TC ovunque... e le notizie sugli hard disk criptati di qualche giorno fa suonano sinistramente pro TC.Purtroppo molti non se ne rendono conto e temo proprio che saremo in pochi ad opporci al TC e falliremo; poco conterà a quel punto dire "ve lo avevamo detto", sempre che sia possibile farlo.Godiamocela finchè c'è ancora libertà :-(
    • deactive scrive:
      Re: Ciò che Apple vuole
      - Scritto da: Dylan
      Ciò che Apple vuole è semplicemente tutelare le
      sue proprietà intellettuali: iPhone OS non è
      opensource, è un sistema chiuso. Nella licenza,
      che accettate con l'acquisto del prodotto, non
      c'è scritto che chiunque può modificare il codice
      di iPhone OS a beneficio della comunità com'è
      scritto nella licenza di Ubuntu. Insomma, non
      potete pretendere di modificare la vostra auto
      (per vincere alle corse clandestine magari) e
      pretendere che la vostra casa automobilistica
      supporti tale pratica. Apple sta solo dicendo che
      se fate il XXXXXXXXX sono affari vostri, dopo ve
      la vedrete voi al mese di Marzo perchè noi non
      supportiamo firmware modificati. In questo senso
      illegale, non che vi mandano in galera se
      sbloccate il telefono. Lo fa Apple, e lo fa Sony
      con le sue PSP. E anche la Microsoft con il suo
      Windows Genuine Program, anche se quest'ultimo è
      leggermente diverso. Mi sembra piuttosto normale
      che un'azienda tuteli i suoi interessi, mi pare
      anormale dire ad un'azienda di non farlo. Se vi
      va sbloccate pure iPhone, consci che userete poi
      un firmware non prodotto da Apple (nulla vi vieta
      di tornare all'originale per usufruire
      dell'assistenza, aggirando il problema che la
      Apple non supporti altri firmware oltre al suo).
      Altrimenti usate il suo firmware e i programmi
      approvati da lei sola. A voi la
      scelta.Per esperienza preferisco non sbloccare mai i devices che acquisto, un po' per questioni di garanzia, un po' perche' e' giusto pagare che impiega del tempo per produrre software.Ma il punto per me e' che determinate applicazioni non funzionano su apparecchi jailbroken, col risultato che le recensioni delle suddette (e i risultati delle vendite soprattutto) vengono viziate da problemi non derivanti dal software o dal SO.In questo Apple ci perde, e per una volta mi trovo d'accordo con loro. I programmi per Iphone e Ipod Touch sono spesso ben fatti e costano relativamente poco. Mi sembra una pretesa fuori luogo quella in oggetto ... IMHOregards
      • Wolf01 scrive:
        Re: Ciò che Apple vuole
        Fare il XXXXXXXXX non significa che togli soldi a chi ha sviluppato il software, significa espandere, o meglio ripristinare, il funzionamento completo del dispositivo.Il XXXXXXXXX non ti impedisce di continuare a comprare originali, e se puoi installare software gratuito (non illegale) non vuol dire che rubi soldi.Che poi uno non abbia il diritto di lamentarsi per problemi derivanti dall'uso improprio è fatto assodato.
        • deactive scrive:
          Re: Ciò che Apple vuole
          - Scritto da: Wolf01
          Fare il XXXXXXXXX non significa che togli soldi a
          chi ha sviluppato il software, significa
          espandere, o meglio ripristinare, il
          funzionamento completo del
          dispositivo.
          Il XXXXXXXXX non ti impedisce di continuare a
          comprare originali, e se puoi installare software
          gratuito (non illegale) non vuol dire che rubi
          soldi.
          Che poi uno non abbia il diritto di lamentarsi
          per problemi derivanti dall'uso improprio è fatto
          assodato.Non intendevo certo dire che sbloccare l'ipod o l'iphone sottrae in modo diretto denaro a chi sviluppa o chi produce l'hardware.Intendevo dire che quelle 'app' originali tante volte ( e come e' giusto che sia direi ) non sono testate per girare su iphone sbloccati e spesso non funzionano come dovrebbero. POi la gente si lamenta e scrive review sparando a zero sugli sviluppatoriLa conseguenza e' che il rating di un'app scende per dei giudizi che di fatto non hanno senso di esistere.( scusa ma la cosa mi interessa perche' mi sono da poco scaricato l'sdk e vorrei capire se conviene entrare nel giro o meglio dedicarsi ad altro)regardsAlex
    • 3mpty scrive:
      Re: Ciò che Apple vuole
      Ciò che Apple vuole?I tuoi soldi.
      • Dylan scrive:
        Re: Ciò che Apple vuole
        Certo che vuole i soldi degli utenti, hai fatto la scoperta dell'acqua calda. Non mi pare che sia mai stata una ONLUS, piuttosto dal 77 a questa parte mi risulta essere sempre stata una società per azioni. Credevi forse che producano ed investano per beneficenza?? Credi che Nokia, Motorola, Samsung, Microsoft e qualunque altra azienda di questo mondo (inclusa la panetteria sotto casa tua) lavorino per beneficenza?? Tu per caso lavori per beneficenza o campi d'aria?? Benvenuto tra noi sul pianeta Terra. Benvenuto nel capitalismo, teorizzato da Smith già alla fine del 600. Con la tua frase credo tu sia arrivato tardi di 400 anni.
        • 3mpty scrive:
          Re: Ciò che Apple vuole
          La mia era una risposta volutamente stupida riguardo alla parte iniziale del tuo discorso (sulla proprietà intellettuale).La proprietà intellettuale viene violata (ma anche qua ho dei dubbi) nel momento in cui avviene il reverse engineering a scopi non consentiti dalla legge.Il XXXXXXXXXing di per se non rovina la proprietà intellettuale di Apple, gli fa solo perdere soldi.
  • pentolino scrive:
    Ridicolo
    Mi piace proprio la parte in cui Apple piange perchè i suoi programmatori devono tenere conto dei "milioni di errori" causati dal bootloader modificato! Ridicolo!Io penso sia assolutamente giusto che se uno opera una modifica del genere si debba accollare i rischi che ne derivano; si pianta l' apllicazione X? Cavoli tuoi che hai installato il XXXXXXXXXer!Quindi finiamola con queste cavolate per favore, la Apple se ne frega di chi ha problemi col XXXXXXXXXer.Però si è resa conto che tali sistemi erodono il suo monopolio sulle applicazioni dell' Iphone ed interviene grazie allo scandaloso DMCA.Trovo assurdo porre dei limiti sul software che uno può fare girare sulla macchina che ha regolarmente acquistato, fin tanto che ognuno se ne assume le relative reponsabilità.Io secondo questa filosofia installo regolarmente dell' homebrew sul mio wii, ma per quanto saprei benissimo come fare, non mi sono mai sognato di installare il programma che permette di caricare i giochi copiati; quindi basta con quelli che dicono che la libertà sfocia automaticamente nella pirateria, sono due concetti del tutto ortogonali.
    • MeX scrive:
      Re: Ridicolo
      - Scritto da: pentolino
      Mi piace proprio la parte in cui Apple piange
      perchè i suoi programmatori devono tenere conto
      dei "milioni di errori" causati dal bootloader
      modificato!
      Ridicolo!
      Io penso sia assolutamente giusto che se uno
      opera una modifica del genere si debba accollare
      i rischi che ne derivano; si pianta l'
      apllicazione X? Cavoli tuoi che hai installato il
      XXXXXXXXXer!
      Quindi finiamola con queste cavolate per favore,
      la Apple se ne frega di chi ha problemi col
      XXXXXXXXXer.
      Però si è resa conto che tali sistemi erodono il
      suo monopolio sulle applicazioni dell' Iphone ed
      interviene grazie allo scandaloso
      DMCA.uhm beh uno sviluppatore iPhone non puó permettersi di non considerare i XXXXXXXXXkati, perché ce ne sono molti in giro, e sui cellulari XXXXXXXXXkati si AppStore funziona senza problemi, ma se poi un'app si pianta ti ritrovi decine di recensioni che ne lamentano la stabilitá... e questo danneggia le vendite non solo per Apple ma anche per il produttore.Io avevo XXXXXXXXXkato l'iTouch al firmware 1.4 ma ho rinunciato al XXXXXXXXX quando un giorno mi si é freezzato cancellandomi tutto il contenuto :)Poi, trovo anche io un po' assurda la posizione di Apple nel dire che il XXXXXXXXX é illegale, dovrebbero al massimo informare sugli eventuali rischi (apps non controllate e instabilitá)
      • ruppolo scrive:
        Re: Ridicolo
        - Scritto da: MeX
        Poi, trovo anche io un po' assurda la posizione
        di Apple nel dire che il XXXXXXXXX é illegale,
        dovrebbero al massimo informare sugli eventuali
        rischi (apps non controllate e
        instabilitá)Certo, ottima strategia, la potremo usare anche per i ladri: informarli sugli eventuali rischi di un furto.
        • MeX scrive:
          Re: Ridicolo
          mah... tanti XXXXXXXXXkano l'iPhone per usarlo come modem o registrare video... insomma per superare le limitazioni imposte da Apple... Il crack delle applicazioni é "abbastanza" semplice... ma é molto piú semplice spendere 1 o 3 e installarsi l'app con tap...Molti peró XXXXXXXXXkano l'iPhone e l'iPod con leggerezza non sapendo i rischi a cui possono incorrere... poi ci sono gli smanettoni che lo jailbrekkerebbero anche se rischiassero di brikkarlo... ma a quelli non interessa
      • pentolino scrive:
        Re: Ridicolo
        ok però mi sembra scorretto da parte di una persona fare una recensione negativa di un app nonostante usi un XXXXXXXXX... secondo me basterebbe aggiungere due righe alla licenza del programma in cui si dice che potrebbe non essere compatibile con iphone modificati e a quel punto direi che nessuno si può lamentare.Poi sul fatto che dichiararlo illegale sia una esagerazione mi pare che siamo d' accordo.
  • Dti Revenge scrive:
    Re: Ma che cosa vogliono...
    'Giorno iAvvocato. Anche se su PI dovessero scrivere "Apple e la perdità della stabilità", subito pronto a difendere mamma Apple.Voi non siete esseri umani, siete droni.
    • me_medesimo scrive:
      Re: Ma che cosa vogliono...
      - Scritto da: Dti Revenge
      'Giorno iAvvocato. Anche se su PI dovessero
      scrivere "Apple e la perdità della stabilità",
      subito pronto a difendere mamma
      Apple.
      Voi non siete esseri umani, siete droni.Ehi, attento: fai presto, altrimenti perdi l'aereo per Redmond. Dai, corri, cosi puoi andare a incassare l'assegno mensile per il continuo FUD che tu fai.Salutami Renji ;)
  • AranBanjo scrive:
    Re: Ma che cosa vogliono...
    I più belli sono quelli che modificano e poi si lamentano che un tal programma va in crash o che il telefono si blocca...http://risposte.ponchio.it
  • Enjoy with Us scrive:
    Assurdo!
    Questi comprano gli Iphone a prezzi scandalosi e poi vorrebbero pure farci quello che vogliono!Ma in che mondo viviamo!E' come se uno osasse modificare un'abito di Valentino!La galera ecco quello che ci vuole con simili blasfemi!
    • lellykelly scrive:
      Re: Assurdo!
      no, è come se uno modificasse la centralina di un'autovettura.
      • BlueSky scrive:
        Re: Assurdo!
        - Scritto da: lellykelly
        no, è come se uno modificasse la centralina di
        un'autovettura.Non proprio, l'esempio della centralina di un'autovettura è completamente fuorviante.
        • lellykelly scrive:
          Re: Assurdo!
          togliere il limitatore di velocità è fattibile senza incappare nell'ivalidamento delle eventuali garanzie?
          • BlueSky scrive:
            Re: Assurdo!
            - Scritto da: lellykelly
            togliere il limitatore di velocità è fattibile
            senza incappare nell'ivalidamento delle eventuali
            garanzie?Le garanzie non c'entrano nulla in questo discorso.
          • enricox scrive:
            Re: Assurdo!
            - Scritto da: lellykelly
            togliere il limitatore di velocità è fattibile
            senza incappare nell'ivalidamento delle eventuali
            garanzie?Non credo si parlasse di garanzie. Se tu vuoi toglierti il limitatore di velocità lo togli e basta. Fiat non verrà a dirti nulla. Se ci vai in pista o in strada la responsabilità è tua, ma anche questo è un'altro discorso.Secondo me comunque si stanno avvicinando al FUD.
        • Uby scrive:
          Re: Assurdo!
          - Scritto da: BlueSky
          - Scritto da: lellykelly

          no, è come se uno modificasse la centralina di

          un'autovettura.

          Non proprio, l'esempio della centralina di
          un'autovettura è completamente
          fuorviante.Invece l'esempio del letto poco sopra... :D
          • BlueSky scrive:
            Re: Assurdo!
            - Scritto da: Uby

            l'esempio della centralina di

            un'autovettura è completamente

            fuorviante.

            Invece l'esempio del letto poco sopra... :DQuello del letto era in risposta al principio "se dentro la scatola c'è un pezzo di carta o un pdf che ti da delle limitazioni" ecc, non un tentativo di paragonare l'iPhone con il letto.
          • Uby scrive:
            Re: Assurdo!
            - Scritto da: BlueSky
            - Scritto da: Uby


            l'esempio della centralina di


            un'autovettura è completamente


            fuorviante.



            Invece l'esempio del letto poco sopra... :D

            Quello del letto era in risposta al principio "se
            dentro la scatola c'è un pezzo di carta o un pdf
            che ti da delle limitazioni" ecc, non un
            tentativo di paragonare l'iPhone con il
            letto.E fammi capire, siccome non è un paragone con l'iPhone ma con qualcos'altro allora non è fuorviante?
          • BlueSky scrive:
            Re: Assurdo!
            - Scritto da: Uby
            E fammi capire, siccome non è un paragone con
            l'iPhone ma con qualcos'altro allora non è
            fuorviante?Non era un paragone, semplice. La tesi era che lui avrebbe rispettato qualunque imposizione dettata dal produttore del bene che ha acquistato, quindi ho fatto una domanda ipotizzando un caso estremo per metterlo alla prova.
      • babelzeta scrive:
        Re: Assurdo!
        Modificare la centralina di un'autovettura si fa senza problemi, ad esempio quando si fa una rimappatura.
    • babelzeta scrive:
      Re: Assurdo!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Questi comprano gli Iphone a prezzi scandalosi e
      poi vorrebbero pure farci quello che
      vogliono!Certo, visto che l'hanno comperato, mi sembra normale che ci possano vare quello che gli pare.Si chiama libertà.
      • lellykelly scrive:
        Re: Assurdo!
        ogni giorno tu non hai la liberà, non vedo perche apple o chiunque altro debba concedertela.non vorrei che la parla libertà sotto sotto stia ad indicare per alcuni "a scrocco".come è a scocco linux, i dvx rubati, gli mp3 rubati, i sw rubati, i windows rubati, ecc.questa non è libertà, questo si chiama istigazione alla chiusura totale da parte dei possessori dei diritti...
        • babelzeta scrive:
          Re: Assurdo!
          Si chiama Libertà.Se a te non piace, peggio per te, ce ne faremo una ragione.
          • Vince scrive:
            Re: Assurdo!
            Se un giorno ti vengono a rubare in casa... Vediamo se ti piacciono le "liberta' "
          • babelzeta scrive:
            Re: Assurdo!
            Cos'è che starebbe rubando un ipotetico utente iPhone che ha pagato regolarmente il suo iPhone e vuole cambiare il firmware?Sta rubando l'hardware che ha pagato?BTW: non ho iphone e sì, mi ci sono già venuti a rubare a casa! :)
          • Umi-Bozu scrive:
            Re: Assurdo!
            non sta rubando nulla, ma sta violando la licenza d'uso che ha accettato al momento dell'acquisto, e segnatamente il punto 3:"non è consentito, e accettate quindi di non farlo e di non permettere ad altri di farlo, copiare (salvo nei limiti di quanto espressamente consentito dalla presente Licenza), decompilare, disassemblare, riassemblare, tentare di ricavare il codice sorgente, decodificare o modificare il Software iPhone e qualunque servizio fornito dal Software iPhone o parte di esso né ricavarne prodotti derivati"chi è causa del suo mal pianga se stesso
          • Sgabbio scrive:
            Re: Assurdo!
            - Scritto da: Umi-Bozu
            non sta rubando nulla, ma sta violando la licenza
            d'uso che ha accettato al momento dell'acquisto,
            e segnatamente il punto
            3:
            "non è consentito, e accettate quindi di non
            farlo e di non permettere ad altri di farlo,
            copiare (salvo nei limiti di quanto espressamente
            consentito dalla presente Licenza), decompilare,
            disassemblare, riassemblare, tentare di ricavare
            il codice sorgente, decodificare o
            modificare il Software iPhone e qualunque
            servizio fornito dal Software iPhone o parte di
            esso né ricavarne prodotti
            derivati"

            chi è causa del suo mal pianga se stessoMa io se compro l'iphone mica leggo la licenza prima di prenderlo, quindi vale meno di un due di picche.
          • OldDog scrive:
            Re: Assurdo!
            - Scritto da: Umi-Bozu
            non sta rubando nulla, ma sta violando la licenza
            d'uso che ha accettato al momento dell'acquisto,
            e segnatamente il punto 3:Non ho sottomano il documento in questione, ma generalmente anche gli studi legali più "rapaci" vi aggiungono una frase tipo "salvo quanto diversamente previsto dalle leggi e dai diritti dell'utilizzatore".State confondendo due concetti: ogni azienda può proporti un contratto con clausole che, quando sottoscritto, le parti decidono di accettare e rispettare.Ciò non toglie che le clausole possono essere nulle in quanto illegali, vessatorie, ecc.Avete presente i cartelli fuori dai parcheggi, autolavaggi, tintorie o simili esercizi, dove viene scritto "la direzione non risponde di eventuali danni bla, bla...".Valgono come il due di picche a briscola (conn gioco a cuori), se voi subite un danno a causa di dolo o mancata cura da parte dell'esercizio commerciale.Non è che dovete rinunciare a parcheggiare, farvi lavare l'auto o il vestito: dovete solo far valere il vostro diritto contestando l'affermazione falsa del cartello: purtroppo a volte si dovrebbe ricorrere alla procedura legale, e se tempi e costi non lo giustificano si finisce per rinunciare al proprio diritto.Falso il liberismo di comodo, che dice che il mercato si regolamenta da solo, perché se chi compra ha solo il "diritto" di non comprare ma dall'altra parte esistono vessazioni, cartelli tra venditori, monopoli ecc. il sistema NON può riequilibrarsi.Se volete rialzare la testa dalla tastiera e guardare cosa succede all'economia lasciata a "briglia sciolta" vi prego di approfittarne (e i soldi per salvare le aziende sono arrivati sempre dalle nostre tasse, mica "dal mercato" e io NON sono in condizioni di non pagare questo costo, impostomi alle LORO condizioni.Ricordiamoci che acquisto e noleggio hanno due significati diversi: se compro un bene lo possiedo e ne posso fare l'uso che voglio (assumendomene le conseguenze se lo danneggio), incluso il rivenderlo. Se lo noleggio no, ma allora maturo diritti e doveri diversi. Che qualcuno faccia pagare poco un bene cercando di imporre però acquisti correlati non è ammesso dalle leggi sulla libera concorrenza, tra l'altro. Non è che lo fa per fare un favore a me (vedi esempio delle stampanti e dei loro inchiostri).
          • Umi-Bozu scrive:
            Re: Assurdo!
            Il caso delle stampanti non è assimilabile a questo. Bisogna distinguere tra il possesso e la licenza d'uso: quando compro un iPhone acquisisco un diritto di proprietà sull'oggetto fisico, per cui quei pezzi d'alluminio, plastica ecc. sono letteralmente "miei"; per quanto riguarda il software di iPhone, ebbene quello non è "mio", ma Apple mi vende una licenza d'uso senza rinunciare ai diritti di proprietà, vale a dire che mi concede un uso del suo software sotto determinate condizioni, che nel caso di Apple non mi sembrano affatto vessatorie
          • OldDog scrive:
            Re: Assurdo!
            - Scritto da: Umi-Bozu
            per quanto riguarda il
            software di iPhone, ebbene quello non è "mio", ma
            Apple mi vende una licenza d'uso senza rinunciare
            ai diritti di proprietà, vale a dire che mi
            concede un uso del suo software sotto determinate
            condizioni, che nel caso di Apple non mi sembrano
            affatto vessatorieLa licenza d'uso nasce per impedire a qualcuno di duplicare e rivendere "beni immateriali" come il software, non per dettare condizioni d'uso limitative verso il consumatore.E' lecito dare indicazioni d'uso volte a garantire sicurezza d'uso e corretto funzionamento, con conseguenti limitazioni di garanzia se l'uso scorretto può portare a danni: contesto (e come me altri più degni di me) che si disponga con vincolo QUALE PUÒ' ESSERE l'uso per il quale pago la licenza. Se la licenza di Windows impedisse di installarvi un sw di foglio elettronico diverso da EXCEL vi andrebbe bene? Qui il problema non è se stiamo parlando di Apple iPhone o Nokia, o Motorola.Certo che è strano trovare consumatori che gradiscono veder ridursi i propri diritti, lieti di pagare per avere sempre meno. :(
  • waka_jawaka scrive:
    Basta non comprare mele
    Oltretutto gia morsicate da altri fa un pò schifo ;)Parlando seriamente: io non comprerei manco una vite che esca dalle fabbriche della Apple. Non capisco perché la gente si ostini a comprare deliberatamente roba piena di catenacci, lacci e lacciuoli (dove l'ho sentita questa?) e poi lamentarsi che non possa farci quello che vuole.
    • MarcOsX scrive:
      Re: Basta non comprare mele
      Sono d'accordo con te. A parte il fatto che io continuerò a comprare prodotti Apple perché sono perfetti per l'uso che ne faccio io. Niente problemi e comodi da usare.Ma se conosci i limiti di questi prodotti e poi ti lamenti sei fesso.
      • tmx scrive:
        Re: Basta non comprare mele
        sì ma se uno acquista un oggetto è libero di farne l'uso che ne vuole, finchè non danneggia in qualche modo gli altri.apple (in questo caso) a seguito di un regolare acquisto si è già presa i soldi dell'iphone, e dovrebbe "accontentarsi".Infatti da lì in poi una persona ha acquisito un diritto di proprietà sull'oggetto, che la legge DEVE tutelare sopra agli interessi di apple. Questo è quello che chiede EFF...capisco che sarebbe più conveniente per apple e per altri produttori poter apporre il maggior numero di limitazioni possibile, ma sarebbe lesivo della libertà delle persone.Nel mondo "fisico" fino a ieri nessun produttore si era permesso di fare richieste di questo tipo (e solo perchè non si poteva controllare...) e tutto andava bene; invece stranamente nel mondo del software, dove si possono applicare innumerevoli forme di controllo, sta prendendo piede la cattiva abitudine di credere che si debbano estendere dei diritti a favore dei produttori e a nostro discapito, e che non ci sono mai stati!i vostri commenti sono un pò miopi ragazzi... se apple vincesse non credete che domani tutti i produttori si butterebbero a pesce a chiedere più protezionismo?? e se anche non fosse così, che ve ne viene in tasca a farvi portar via una parte dei vostri diritti che fino a ieri nessuno metteva in discussione???
        • lellykelly scrive:
          Re: Basta non comprare mele
          dipende, se dentro la scatola c'è un pezzo di carta o un pdf che ti da delle limitazioni, o comunque è noto che ci sono, te sei tenuto a rispettarle.il gasolio agricolo lo puoi mettere nella macchina?noeppure lo compri. e non puoi farci quello che vuoi???stato canaglia!!!!:-)
          • BlueSky scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            - Scritto da: lellykelly
            dipende, se dentro la scatola c'è un pezzo di
            carta o un pdf che ti da delle limitazioniSe tu compri un letto e detro c'è un foglio che dice che sopra non ci puoi trombare con tua moglie tu lo rispetti, vero?
          • pippo scrive:
            Re: Basta non comprare mele

            Se tu compri un letto e detro c'è un foglio che
            dice che sopra non ci puoi trombare con tua
            moglie tu lo rispetti,
            vero?Beh, puoi sempre chiamare l'idraulico ;)
          • Uby scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            - Scritto da: BlueSky
            - Scritto da: lellykelly

            dipende, se dentro la scatola c'è un pezzo di

            carta o un pdf che ti da delle limitazioni

            Se tu compri un letto e detro c'è un foglio che
            dice che sopra non ci puoi trombare con tua
            moglie tu lo rispetti,
            vero?No, non comprerei il letto in questione.
          • MarcOsX scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            Esatto.Il concetto sta proprio in questo (ma vai a farglielo capire)
          • Wolf01 scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            Io lo comprerei, butterei l'EULA come solitamente faccio e quindi ci farei comunque quello che voglio, una volta mio è mio, quando nella costituzione italiana mi scriveranno "non puoi trombare su un materasso eminflex" allora magari potrò farci un pensierino, ma se tu che mi vendi una cosa vuoi anche dettare legge allora puoi stare tranquillo che me ne frego altamente.Certamente poi invalidando la garanzia mi attacco se l'oggetto si rompe, ma di questo ne sono consapevole.
          • MarcOsX scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            Quello che ha detto la Apple è "Craccare è legale? No." Come tante altre cose. Poi ognuno sceglie quel che fare.Ma pretendere che lo sia è da stupidi.
          • Uby scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            - Scritto da: Wolf01
            Io lo comprerei, butterei l'EULA come solitamente
            faccio e quindi ci farei comunque quello che
            voglio, una volta mio è mio, quando nella
            costituzione italiana mi scriveranno "non puoi
            trombare su un materasso eminflex" allora magari
            potrò farci un pensierino, ma se tu che mi vendi
            una cosa vuoi anche dettare legge allora puoi
            stare tranquillo che me ne frego
            altamente.Beh, se c'è un EULA è ovvio che la legge lo consenta (cosa c'entri qui la costituzione non l'h capito...).Che poi tu te ne infischi è un altro discorso.
            Certamente poi invalidando la garanzia mi attacco
            se l'oggetto si rompe, ma di questo ne sono
            consapevole.Non è solo questione di garanzia, ma di legalità o meno.Visto che la legge lo consente non è assurdo che Apple pretenda che non si modifichi il firmware dell'iPhone.Se non sei d'accordo agisci di conseguenza, con tutti i rischi (seppur minimi) che ne conseguono.
          • BlueSky scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            - Scritto da: Uby
            Visto che la legge lo consente non è
            assurdo che Apple pretenda che non si modifichi
            il firmware dell'iPhone.La legge potrebbe permettere ad Apple di impedirti di modificare il firmware, ma potrebbe anche stabilire che sia illegale farlo per impedirti di installare le applicazioni che vuoi per costringerti ad usare solo il loro canale distributivo. E' questa, imho, la partita.
          • Uby scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            - Scritto da: BlueSky
            - Scritto da: Uby

            Visto che la legge lo consente non è

            assurdo che Apple pretenda che non si modifichi

            il firmware dell'iPhone.

            La legge potrebbe permettere ad Apple di
            impedirti di modificare il firmware, ma potrebbe
            anche stabilire che sia illegale farlo per
            impedirti di installare le applicazioni che vuoi
            per costringerti ad usare solo il loro canale
            distributivo. E' questa, imho, la
            partita.Sono d'accordo, ed anche io credo che un canale di distribuzione alternativo e non vincolato ad Apple sia molto utile. Però, visto che la legge al momento lo consente non si può dire che sia *assurdo* che Apple cerchi di trarre il massimo profitto dal fenomeno iPhone.
          • asdfds scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            beh se e' solo per la moglie si puo' rispettare
          • il sucator cortese scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            ma vi piace così tanto essere schiavi?
          • Uby scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            - Scritto da: il sucator cortese
            ma vi piace così tanto essere schiavi?Ma schiavi di cosa? Non sapete nemmeno di cosa parlate.
          • pippo scrive:
            Re: Basta non comprare mele


            ma vi piace così tanto essere schiavi?

            Ma schiavi di cosa? Non sapete nemmeno di cosa
            parlate.di Roma no? :D
          • il sucator cortese scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            Vogliono togliere dei vincoli assurdi ad un prodotto che non rispetta delle leggi e voi invece di gioirne vi lamentate perchè siete lobotomizzati dalla pubblicità eppol... questo io lo chiamo essere schiavi
        • BlueSky scrive:
          Re: Basta non comprare mele
          - Scritto da: tmx
          Nel mondo "fisico" fino a ieri nessun produttore
          si era permesso di fare richieste di questo tipoCi hanno provato i produttori di stampanti che volevano impedire agli utenti di usare inchiostro di terze parti. Ovviamente essendo più comprensibile l'assurdità di tale pretesa non ricordo di gente che sostenesse le ragioni di queste aziende.
          • babelzeta scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            Esatto e rimanendo nel "mondo fisico" (come se l'hardware non fosse fisico) aggiungo l'esempio fatto nell'articolo del mondo automobilistico con l'obbligo di andare solo in officine autorizzate pena la decadenza della garanzia, cosa che per fortuna l'UE ha respinto per legge.
          • MarcOsX scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            Direi che il discorso è perfetto.L'iPhone per il MIO uso non ha imitazioni. Anzi... del GPS mi serve a nulla (però fa figo vedere dove ho scattato ogni foto in Irlanda... )Quello che non fa non l'ho mai fatto e per quello che deve fare non ci sono prodotti comparabili (navigazione in internet, semplicità nella gestione delle mail, giochini, utility, ascoltare musica, vedere video)Se invece ti compri l'iPhone solo perché fa figo poi ti accorgi che ti serve mandare mms, vuoi fare i video o sei talmente pezzente che non vuoi spendere 79 centesimi per le applicazioni beh, sono d'accordo che sei un gran fesso.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            - Scritto da: MarcOsX
            o sei talmente pezzente che non vuoi
            spendere 79 centesimi per le applicazioni beh,
            sono d'accordo che sei un gran fesso.Non è tanto questione di essere pezzenti quanto se tu apple NON VUOI darmi la possibilità di fare qualcosa e la possibilità esiste, certamente trovo il modo di farla, anche se tu dici no e piangi e pesti i piedi come un bambino.E questo lo dico per:- flash- video- mms- installare programmi di terze parti- usare l'iphone come modeme tante altre cosette che l'iphone può fare ma per un vezzo di apple non fa di default.La pirateria è l'ultima cosa a cui si pensa in certi ambiti.Ad esempio la PSP, lo sai che può essere multitasking?Lo sai che è possibile collegarla al pc e trafficare con i file senza smettere di ascoltare musica?Lo sai che si può ascoltare musica mentre si gioca?Lo sai che è possibile scambiarsi file tra psp senza usare un pc?Perchè devo usare applicazioni ridicole pagate 60 quando trovo la stessa cosa gratuitamente, sviluppata da altre persone comuni solo per il gusto di farlo?Perchè tutto questo è stato limitato da sony? Bho chi lo sa... bhe io come molti altri l'ho voluto riabilitare, i giochi sono l'ultimo problema perchè non ho tempo, però ascoltare musica mentre si usa il navigatore non ha prezzo.
          • ruppolo scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            - Scritto da: Wolf01
            però ascoltare musica mentre
            si usa il navigatore non ha
            prezzo.E cosa c'entrano queste due cose con un console per giocare?
          • Wolf01 scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            Chi ha detto che ho preso la psp per giocare?Anticipo la tua risposta: e allora perchè non hai preso un netbook o simile?Perchè volevo la psp .Comunque il paragone ci sta con l'iphone, entrambi li devi sbloccare per poterne usufruire pienamente.
          • MarcOsX scrive:
            Re: Basta non comprare mele

            Non è tanto questione di essere pezzenti quanto
            se tu apple NON VUOI darmi la possibilità di fare
            qualcosa e la possibilità esiste, certamente
            trovo il modo di farla, anche se tu dici no e
            piangi e pesti i piedi come un
            bambino.Falla. Ma non lamentarti se la Apple lo ritiene illegale.
            E questo lo dico per:
            - flash
            - video
            - mms
            - installare programmi di terze parti
            - usare l'iphone come modem
            e tante altre cosette che l'iphone può fare ma
            per un vezzo di apple non fa di
            default.Se non le fa di default non le fa. C'è altro che fa queste cose? Scegli quello.
            La pirateria è l'ultima cosa a cui si pensa in
            certi
            ambiti.AHAHAHAHAHAHA!!! Certo. Guarda che conosco gente che l'ha XXXXXXXXXato. Gli MMS e l'iPhone come modem non lo usano mai. Ma mi fanno vedere i giochi più costosi.
            Ad esempio la PSP, lo sai che può essere
            multitasking?
            Lo sai che è possibile collegarla al pc e
            trafficare con i file senza smettere di ascoltare
            musica?
            Lo sai che si può ascoltare musica mentre si
            gioca?
            Lo sai che è possibile scambiarsi file tra psp
            senza usare un
            pc?
            Perchè devo usare applicazioni ridicole pagate
            60 quando trovo la stessa cosa gratuitamente,
            sviluppata da altre persone comuni solo per il
            gusto di
            farlo?Certo. Giurami che non ci installi anche i giochi craccati. Faccio fatica a crederci se lo fai ma avresti la mia massima stima. Saresti lo 0,01% di quelli che lo fa.Anche io ho craccato la XBOX (si, un prodotto microsoft che ho trovato spettacolare, almeno nella prima versione) l'ho fatto solo per velocizzare l'avvio e l'uso di PES5. La uso (usavo è sa un pezzo che non ci gioco) praticamente solo per quello.
            Perchè tutto questo è stato limitato da sony? Bho
            chi lo sa... bhe io come molti altri l'ho voluto
            riabilitare, i giochi sono l'ultimo problema
            perchè non ho tempo, però ascoltare musica mentre
            si usa il navigatore non ha
            prezzo.Buon per te. Sai che è illegale e che non puoi pretendere la garanzia? Perfetto.Ma pretendere che sia del tutto legale è assurdo.Molta gente non capisce che per ogni "feature" ci dev'essere una garanzia di funzionamento. Ora, se te cracchi una cosa e poi ci sono dei problemi non andrai mai dall'azienda a lamentarti.Quando l'azienda propone qualcosa con quella caratteristica e poi ci sono dei problemi non sai che XXXXXX succedono. Ovvio che si voglia prevenire prima di curare, specialmente in America.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            Vabbè, tu conosci solo gente che cracca per evitare di comprare, io cracco per fare quello che voglio fare, che poi nel mezzo capiti anche qualche software che dovrebbe essere a pagamento non lo metto in dubbio.Quelli che hackano il robosapien per attaccargli un lanciafiamme al braccio, oppure che usano un router wireless come sistema antifurto, quelli che si costruiscono diavolerie elettroniche partendo da videoregistratori e lavatrici... quelli però sono santi no? E a quanto sembra le aziende non se ne curino, a loro basta aver venduto l'oggetto che sono contente, perchè la stessa cosa non può capitare con apple, sony, microsoft? (o meglio lasciamo fuori microsoft che è la prima che ci gode a far copiare i suoi software)L'xbox e wii ad esempio non le ho crackate, avrei potuto farlo, ma per fare che? Per farci girare linux? Ho il pc per quello. Per giocare a giochi copiati? Non ho tempo di giocare.Fai conto che i miei amici hanno tutti l'iphone, tutti l'hanno XXXXXXXXXato, tutti solo per il flash e qualche utility homebrew, tanto lo usano solo per fare i fighi: "ah io ho l'iphone sbloccato e tu no" e io rispondo "e io il mio pda l'ho pagato metà del tuo iphone, ci sviluppo software e non mi è servito fare il XXXXXXXXX, che sia lento non lo metto in dubbio, ma ci posso fare letteralmente di tutto"E comunque come dicevo in altri post, A non fa di default certe cose, A è bloccato, B le fa, B non è bloccato, B ha funzioni in meno di A che potrebbero essere interessanti, a questo punto scelgo A, magari anche solo perchè mi piace la forma, o anche perchè costa 5 meno di B, sono libero di scegliere quello che voglio, anche di prendere l'iphone e usarlo come spessore per non far traballare la sedia (certo, un po' costoso), ma perchè non posso abusare di un oggetto acquistato come voglio?
          • babelzeta scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            Il problema è che se la legge da la possibilità alle aziende di mettere queste restrizioni probabilmente tutti le metteranno e le alternative andranno scomparendo.Mettiamola così: un azienda di pasta vende gli spaghetti ma dice "puoi cucinarli solo un bianco, al massimo condirli con i parmigiano ufficiale che ti vendo io".Se io utente compero legalmente gli spaghetti e mi faccio (sempre legalmente ovviamente) un bel sugo al ragù, perchè non dovrei potermelo mangiare???Certo se poi il sugo che ho fatto fa schifo e dovrò buttare gli spaghetti allora fatti miei, non sarà certo colpa di chi ha prodotto gli spaghetti, ci mancherebbe.Ma sinceramente non capisco perchè dovrei essere costretto a mangiare spaghetti in bianco e condirli solo con il parmigiano ufficiale.Ciao
          • Umi-Bozu scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            premetto che non ho un iPhone.La apple, sul suo sito è chiarissima: l'iPhone è uno strumento che riunisce 3 dispositivi: telefono, iPod e dispositivo internet. Io non ho un iPhone perché uso solo il telefono e non ho necessità di avere sempre disponibile internet. Viceversa, conosco molte persone, soprattutto nel settore turistico (dove la velocità e la possibilità di rispondere velocemente alle mail, verificare disponibilità, effettuare prenotazioni anche quando si è in movimento è fondamentale) che hanno deciso di prendere un iPhone e sono pienamente soddisfatte della scelta
          • Umi-Bozu scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            la risposta era per marcosx
          • MarcOsX scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            sono perfettamente d'accordo :)
          • il sucator cortese scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            Ma hai mai sentito parlare di leggi??? se la legge vieta tali clausole è giusto che non vengano apposte a prescindere o meno della credulità di chi compra o di chi commenta su pi
          • Umi-Bozu scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            - Scritto da: il sucator cortese
            Ma hai mai sentito parlare di leggi??? se la
            legge vieta tali clausole è giusto che non
            vengano apposte a prescindere o meno della
            credulità di chi compra o di chi commenta su
            pila legge non vieta di produrre un telefono che è in grado di chiamare un solo numero o che supporti un solo software: basta che il produttore lo dica esplicitamente.
          • ruppolo scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            - Scritto da: BlueSky
            - Scritto da: tmx

            Nel mondo "fisico" fino a ieri nessun produttore

            si era permesso di fare richieste di questo tipo

            Ci hanno provato i produttori di stampanti che
            volevano impedire agli utenti di usare inchiostro
            di terze parti. Ovviamente essendo più
            comprensibile l'assurdità di tale pretesa non
            ricordo di gente che sostenesse le ragioni di
            queste
            aziende.Perché la gente è ipocrita: gli sta bene di avere la stampante a 30 euro invece di 300 euro, ma poi non gli sta bene la contropartita.Queste cose si combattono, senza ipocrisia, non acquistando tali stampanti.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            E quali altre stampanti acquisteresti, di grazia?Se mi serve una multifunzione che faccia xyz e la produce solo epson, ed epson non tollera che si usino cartucce diverse dall'originale anche se ciò non compromette l'effettivo uso della stampante, che altra stampante dovrei andare a comprare se non ne esistono altre che facciano xyz E delle quali i produttori non rompano gli ammenicoli per cartucce non originali?Se di una cosa non esiste alternativa oppure si vuole espressamente quella cosa, la si compra e si è liberi di usarla come meglio si crede.Questa è la mia visione.
          • BlueSky scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            - Scritto da: ruppolo
            Perché la gente è ipocrita: gli sta bene di avere
            la stampante a 30 euro invece di 300 euro, ma poi
            non gli sta bene la contropartita.Ipocrita un bel cavolo. La gente sceglie in base alla propria convenienza ed il mercato deve essere regolamentato affinché le aziende non possano vessare il consumatore o fregarlo con pratiche capestro. Il lock-in non è cosa che fa bene al mercato e non si può contare solo sul buonsenso della gente per combatterlo, anche perché quando tutte le aziende lo adottano al consumatore non resta che subire.
            Queste cose si combattono, senza ipocrisia, non
            acquistando tali stampanti.Si combatte con delle leggi serie che impediscano alle aziende di fare queste cose.La libertà di un'azienda deve essere vincolata al rispetto di determinate regole necessarie a mantenere vivo il mercato in modo che queste non danneggino il consumatore. Altrimenti lasciamo pure carta bianca e non lamentiamoci poi se fanno cartello o ti mettono una durata delle cartucce di 6 mesi senza che tu possa cambiare. Quando tutte faranno così poi ci sarà solo da piangere. Lo stesso vale per il software.
        • ruppolo scrive:
          Re: Basta non comprare mele
          - Scritto da: tmx
          sì ma se uno acquista un oggetto è libero di
          farne l'uso che ne vuole, finchè non danneggia in
          qualche modo gli
          altri.Anche Apple è tra gli "altri".
          apple (in questo caso) a seguito di un regolare
          acquisto si è già presa i soldi dell'iphone, e
          dovrebbe
          "accontentarsi".Dovrebbe? E chi lo dice? Tu?
          Infatti da lì in poi una persona ha acquisito un
          diritto di proprietà sull'oggetto, che la legge
          DEVE tutelare sopra agli interessi di apple.
          Questo è quello che chiede
          EFF...Chiedere è lecito, come anche stabilire i limiti di utilizzo.
          capisco che sarebbe più conveniente per apple e
          per altri produttori poter apporre il maggior
          numero di limitazioni possibile, ma sarebbe
          lesivo della libertà delle
          persone.Apple può mettere tutti i limiti che le pare, e tu puoi scegliere di acquistare o meno i suoi prodotti.
          Nel mondo "fisico" fino a ieri nessun produttore
          si era permesso di fare richieste di questo tipo
          (e solo perchè non si poteva controllare...) e
          tutto andava bene;Figuriamoci! Cosa ci stanno a fare i brevetti?
          invece stranamente nel mondo
          del software, dove si possono applicare
          innumerevoli forme di controllo, sta prendendo
          piede la cattiva abitudine di credere che si
          debbano estendere dei diritti a favore dei
          produttori e a nostro discapito, e che non ci
          sono mai
          stati!E tu sei libero di accettare o meno tali controlli. Che sono scritti nero su bianco, tra l'altro.
          i vostri commenti sono un pò miopi ragazzi... se
          apple vincesse non credete che domani tutti i
          produttori si butterebbero a pesce a chiedere più
          protezionismo?? E hanno ragione. Non credo infatti che tu abbia scaricato la lavatrice dal p2p...
          e se anche non fosse così, che ve ne viene in
          tasca a farvi portar via una parte dei vostri
          diritti che fino a ieri nessuno metteva in
          discussione???Cosa cosa? nessuno metteva in discussione? Si certo, i ladri non mettevano in discussione il loro diritto di rubare. Ma ci pensano ben altri a mettere in discussione il loro diritto!
          • Wolf01 scrive:
            Re: Basta non comprare mele
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: tmx

            sì ma se uno acquista un oggetto è libero di

            farne l'uso che ne vuole, finchè non danneggia
            in

            qualche modo gli

            altri.
            Anche Apple è tra gli "altri".


            apple (in questo caso) a seguito di un regolare

            acquisto si è già presa i soldi dell'iphone, e

            dovrebbe

            "accontentarsi".
            Dovrebbe? E chi lo dice? Tu?E il contrario invece lo dite tu e apple?Si tratta della sua parola contro la tua, solo che apple ha più soldi e quindi la sua parola vale di più


            Infatti da lì in poi una persona ha acquisito un

            diritto di proprietà sull'oggetto, che la legge

            DEVE tutelare sopra agli interessi di apple.

            Questo è quello che chiede

            EFF...
            Chiedere è lecito, come anche stabilire i limiti
            di utilizzo.Così com'è lecito non rispettare dei limiti imposti da terzi che non siano lo stato in cui si usa il prodotto.

            capisco che sarebbe più conveniente per apple e

            per altri produttori poter apporre il maggior

            numero di limitazioni possibile, ma sarebbe

            lesivo della libertà delle

            persone.
            Apple può mettere tutti i limiti che le pare, e
            tu puoi scegliere di acquistare o meno i suoi
            prodotti.E tutti siamo liberi di scegliere se crackare o no i prodotti, finchè è per uso personale e non c'è guadagno alcuno (il reverse engineering è permesso dalla costituzione ma solo in questo caso).

            Nel mondo "fisico" fino a ieri nessun produttore

            si era permesso di fare richieste di questo tipo

            (e solo perchè non si poteva controllare...) e

            tutto andava bene;
            Figuriamoci! Cosa ci stanno a fare i brevetti?Vedrai quando i produttori esigeranno che gli si restituisca e si ricompri il prodotto nel caso venga violata una condizione di un contratto fallace, preaccettato e mai firmato.

            invece stranamente nel mondo

            del software, dove si possono applicare

            innumerevoli forme di controllo, sta prendendo

            piede la cattiva abitudine di credere che si

            debbano estendere dei diritti a favore dei

            produttori e a nostro discapito, e che non ci

            sono mai

            stati!
            E tu sei libero di accettare o meno tali
            controlli. Che sono scritti nero su bianco, tra
            l'altro.Infatti se io non accetto un controllo da parte di apple, difficilmente apple può inviarmi a casa la GDF, quindi non accetto controlli a prescindere.

            i vostri commenti sono un pò miopi ragazzi... se

            apple vincesse non credete che domani tutti i

            produttori si butterebbero a pesce a chiedere
            più

            protezionismo??
            E hanno ragione. Non credo infatti che tu abbia
            scaricato la lavatrice dal
            p2p...E quando sarà possibile fare pure quello vedremo cosa succederà.

            e se anche non fosse così, che ve ne viene in

            tasca a farvi portar via una parte dei vostri

            diritti che fino a ieri nessuno metteva in

            discussione???
            Cosa cosa? nessuno metteva in discussione? Si
            certo, i ladri non mettevano in discussione il
            loro diritto di rubare. Ma ci pensano ben altri a
            mettere in discussione il loro
            diritto!Rubare non è un diritto, ci sono chiare leggi in materia.Fare il XXXXXXXXX dell'iphone o di qualsiasi altro dispositivo è regolato dalle leggi che fanno capo alla costituzione, ma MAI ci troverai scritto letteralmente cosa non fare o come fare, solo i casi in cui è illegale, ma allora o è illegale per tutti o non lo è per nessuno.E inoltre non esiste una legge che dice espressamente "considerate l'EULA come se fosse legge" anche perchè nell'EULA possono scriverci anche cose che contrastano la legge dello stato e quindi ci si troverebbe di fronte ad un bel paradosso.
    • ruppolo scrive:
      Re: Basta non comprare mele
      - Scritto da: waka_jawaka
      Oltretutto gia morsicate da altri fa un pò schifo
      ;)
      Parlando seriamente: io non comprerei manco una
      vite che esca dalle fabbriche della Apple. Non
      capisco perché la gente si ostini a comprare
      deliberatamente roba piena di catenacci, lacci e
      lacciuoli (dove l'ho sentita questa?) e poi
      lamentarsi che non possa farci quello che
      vuole.No, paradossalmente quelli che si lamentano sono proprio quelli che non hanno i prodotti Apple, esattamente come te.
      • waka_jawaka scrive:
        Re: Basta non comprare mele
        @ruppoloPrima di mettere le manine piene di dita sulla tastiera leggi bene.Primo: non mi sono lamentato delle politiche della Apple; ho solo detto che non mi piacciono e che quindi non compro roba Apple. Penso che il concetto sia leggermente diverso.Secondo: non ho detto che tutti quelli che comprano roba Apple si lamentano. Tu ti ci trovi bene e continui a comprare: legittimo. Io non mi ci troverei bene e non compro: legittimo (me lo concedi?) Ho un miserabile lettore mp3 da 20 euri che viene visto come pendrive. Gli carico tutto quello che voglio senza essere obbligato a installare sofware aggiuntivo; lo attacco dove voglio senza preoccuparmi che ci sia Itunes o no. Sarò stupido ma sono soddisfattissimo così (mi concedi anche questo?)Ma chi compra qualcosa che sa già che non gli andrà bene e si lamenta non la capisco. Manco fosse l'unico cellofono in commercio.Spero sia stato più chiaro (e che tu stavolta legga bene)
    • jekill scrive:
      Re: Basta non comprare mele
      - Scritto da: waka_jawaka
      Oltretutto gia morsicate da altri fa un pò schifo
      ;)
      Parlando seriamente: io non comprerei manco una
      vite che esca dalle fabbriche della Apple. Non
      capisco perché la gente si ostini a comprare
      deliberatamente roba piena di catenacci, lacci e
      lacciuoli (dove l'ho sentita questa?) e poi
      lamentarsi che non possa farci quello che
      vuole.E' che la gente e' arcistufa di Wincozza e non sa a che santo votarsi, non mi dite che provare il pinguino che non e' possibile che io debba usare un sistema che non mi permette di sentire degli mp3 o vedere filmati senza ammatire per trovare i codecs et similia,dove cosi stufa che prova la mela poi rimane li perche' ha speso cosi tanti dindi che gli dispiace buttarli pwerche' se prova a rivenderla non trova nessuno che gli acquista l'usato che dopo qualche mese e' superato.
Chiudi i commenti