Contro il P2P 60 artisti italiani

Una petizione sostenuta dalla FIMI viene controfirmata da numerosi grossi nomi della musica nazionale, da Dalla a Venditti, a Ramazzotti: non rubate la nostra creatività


Roma – Con una serie di “sì” e di “no” una petizione sostenuta dalla FIMI indica una posizione netta contro l’uso illecito del peer-to-peer, una posizione controfirmata in queste ore da numerosi artisti di primo piano della musica italiana.

La petizione ( qui in.pdf) sostiene il mercato legale della musica e per la copia personale e si scaglia contro quella che definisce la “pirateria personale”.

“Noi artisti, musicisti e autori – si legge nel testo – desideriamo che il nostro pubblico abbia l’accesso più ampio possibile alle nostre opere” e contestualmente si afferma “No alla demagogia e all’ipocrisia della musica gratis in rete. E’ normale pagare un computer, una connessione o un abbonamento, il trasporto.. e rubare i contenuti, la nostra creatività?”

Sono più di 60 i firmatari del documento messo in rete dalla FIMI che lo ha presentato, per usare le parole della Federazione della musica italiana, “alle maggiori istituzioni dello Stato”.

“La petizione – afferma FIMI – affronta il tema della musica legale in rete e le false demagogie che circondano il dibattito sulla musica e la rete”. Si tratta di un testo molto simile a quello di un’altra petizione promossa in Francia e già controfirmata da numerosi artisti transalpini.

Tra quelli italiani che hanno firmato vi sono Biagio Antonacci, Samuele Bersani, Lucio Dalla, Tiziano Ferro, Paola e Chiara, Enzo Jannacci, Gianni Morandi, Francesco Tricarico, Antonello Venditti e Tommaso Zanello (Piotta).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Sono ing. informatico...
    - Scritto da: Anonimo
    ...e guadagno più di una laureato in
    economia e commercio. Come la spieghiamo? :DI casi sono 3, dalpiù probabile al più improbabile.1) Il laureato in economia e commercio che conosci tu è somaro, scalognato e senza santi in paradiso.2) Tu sei molto più bravo della media degli ing. informatici e sei pure fortunato.3) Sei raccomandato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Formula magica
    - Scritto da: ALESPE
    la frase:
    "Si calcola - dicono gli esperti - che
    l'ignoranza informatica comporti una perdita
    complessiva di circa 115 milioni di giornate
    di lavoro all'anno, con un costo di 15,6
    miliardi di euro".
    presuppone una formula o la dobbiamo
    accettare così com'è ?
    Mi piacerebbe tanto applicare lo stesso
    calcolo ai nostri politici...La somma dell'ignoranza dei nostri politici è pari esattamente al quadrato costruito sull'ipotenusa del loro culo moltiplicato per il cubo di lato pari alla lunghezza della lorocoda di paglia.Semplice no?
  • Anonimo scrive:
    Re: I taliani
    Infatti mi sto collegando dal lavoro, ben oltre il normale orario di lavoro, pero'!A casa inoltre ho ben 3 (tre) computer, mi ci affeziono e siccome anche quelli vecchi funzionano bene non li butto, nè li posso dare via (chi si prenderebbe un "Turbo XT a 10 MHz con HD da 21 mega e ben 640 Kb di RAM?)Sono uno sporadico, lo so....
  • Anonimo scrive:
    Re: solo 5,7 sono laureati...
    Alla fabbrica Honda di Atessa l'ing. X è addetto al controllo dei pezzi in magazzino mentre al sig. Y , che è il n. 2 della Honda Italia, hanno dato la laurea ad honorem in economia.Forse proprio perchè è così furbo da capire l'occupazione ideale per il suddetto ing., oltre che di tanti altri ing., dott, ecc....
  • Anonimo scrive:
    L'analisi è semplice: opinione personale
    probabilmente in italia qualcuno pensa ancora che si può fare a meno della tecnologia. Inoltre molte aziende vendono anche senza computer. E che se fanno dei computer?
  • Anonimo scrive:
    Re: Sono ing. informatico...
    - Scritto da: Anonimo
    ...e guadagno più di una laureato in
    economia e commercio. Come la spieghiamo? :DBoh?Spiegacelo te...
  • Anonimo scrive:
    Re: Arretra?Ma non eravamo peggio...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: SacredNerull

    l'Europa...al massimo con l'Albania...

    non ti allargare, vedrai che fra pochi anni
    anche loro saranno meglio di noiConsiderate le richieste che mi sono pervenute per l'introduzione di una libreria di gestione per lo YUSCII (l'ASCII coi caratteri che servono ai paesi ex-jugoslavi), e la presenza in rete di questo magnifico pezzo di software da me usto quotidianamente:www.fixedsys.com/contextcredo che in ex jugoslavia siano gia` abbondantemente avanti.
  • Anonimo scrive:
    Si, va be', pero` se me la mettete cosi`
    cosi`... in termini di giornate lavorative perse con preciso computo del costo sociale, me la fate passare anche a me la voglia... comunque pernsavo peggio: pensavo avessimo un rapporto di 1 a 20 o peggio, comparati al resto d'europa (escluso spagna e altri paesi troppo bassi in latitudine)... magari e` perche` la gente si fa pagare troppo per lavorare poco, alzando in modo fittizio il fatturato complessivo del settore :D scusate l'inguaribile ottimismo...
  • Anonimo scrive:
    Re: I taliani
    - Scritto da: Anonimo

    Anche i fratelli che usano lo stesso
    computer sono un fatto sporadico?Sporadicissimo, visto che in media le famiglie italiane hanno 1.2 figli...
    "Accendi i forum di PI, spegni
    l'intelligenza!"Difficile che tu possa spegnere qualcosa che non possiedi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Formula magica
  • Anonimo scrive:
    Re: [ignoranza] vero
    Sì certo, e il pacchetto clienti cresce sugli alberi..:s
  • TADsince1995 scrive:
    Re: ingegnere informatico? :D
    Maledizione!!! Dopo gli innumerevoli flame che puntualmente si scatenano in questi forum finalmente qualcuno che, invece, ci scherza su! :)TAD
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ignoranza informatica
    - Scritto da: avvandrea67
    Solo ieri sera a Superquark (forse era un
    replica...) un esperto di storia della
    tecnologia parlava di "analfabetizzazione
    tecnologica": Sempre piero angela, la bellezza di 25 (venticinque) anni fa faceva un programma che si chiamava "La vasca di Archimede", in cui raccontata (giustamente) le stesse cose.E' triste vedere come non sia cambiato nulla, se non in peggio.Infatti, con l'avvento della Cina sul mercato, a basso livello non siamo più competitivi, ad alto livello non lo siamo mai stati, non ci resta che essere competitivi sull'originalità, quello che comunemente viene chiamato "Made in Italy".
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutta colpa di...


    apparecchio 1 euro + 20 % = 1.2 euro

    viene vendiuto al grossista che lo
    rivende a

    1.2 + 0.3C di guadagno + iva 20% 1.5
    euro

    il negoziante ve lo rivende a

    1.5 + 0.3 = 1.8 euro + iva = 2.16 euro
    Cazzarola, allora e' colpa mia che ricarico di 6 euro su un Hd se l'Italia e' in crisi...Non e' invece colpa di:Grande distribuzione i cui investitori sono spesso in politica (destra o sinistra e lo stesso), che fanno dei bei giretti d'iva, distruggono il mercato con i sottocosti, e sottopagano il personaleImprese che fanno delle truffe all' iva il loro forte (vedi Olidata), fanno girare le fatture per tutta Europa e la merce ferma nei magazzini, e se li prendono rimangono sul mercatoGdf complice anche ad alti livelli con multinazionali e lobby di potereNon e' colpa di questa nazione imbecille, che invece di autocrearsi una cultura danno addosso al governo di turno, ma poi se gli chiedi di spiegarti le tariffe telefoniche, gli sms, tutte le squadre comprese le panchine, ti snocciolano tutto in tempo recordMa vi state guardando in giro? ma vivete tra la gente? i politici sono i nostri rappresentanti nel bene e nel male, quanti tra i vostri amici hanno truffato le assicurazioni, fatto finta di stare male al lavoro, sottratto merce nei magazzini, comprato merce rubata, falsificato certificati, comprato patenti, comprato posti di lavoro, comprato case popolari ecc eccDa questo paese io non mi aspetto niente, ed e' sempre peggio
  • Anonimo scrive:
    Re: Arretra?Ma non eravamo peggio...
    - Scritto da: SacredNerull
    l'Europa...al massimo con l'Albania...non ti allargare, vedrai che fra pochi anni anche loro saranno meglio di noi
  • Anonimo scrive:
    Re: ingegnere informatico? :D
    :D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: I taliani

    kbaud. Qualcuno invece va in un internet
    café o scrocca la connessione sul
    lavoro, ma questo è un fatto
    accidentale e sporadico.il secondo non mi sembra poi cosi' sporadico!
  • Anonimo scrive:
    Sono ing. informatico...
    ...e guadagno più di una laureato in economia e commercio. Come la spieghiamo? :D
  • Anonimo scrive:
    ingegnere informatico? :D
    Un medico, un ingegnere ed un informatico si trovano al bar, ed iniziano a discutere di quale sia il mestiere piu` antico dei tre.Il medico esordisce: "Nella Bibbia si dice che Dio creo` Eva prendendo una costola da Adamo. Cosa fu quella se non la prima operazione chirurgica? Percio` il mestiere piu` antico e` senz'altro il mio".L'ingegnere ribatte: "Ma prima la Bibbia dice che Dio creo` il cielo, la Terra e tutto l'universo. Questa e` una mirabile opera di ingegneria, percio` il mestiere piu` antico e` il mio!".Infine l'informatico dice: "Vi sbagliate entrambi, infatti la Bibbia comincia con: All'inizio era il caos,... e quello chi credete che l'abbia creato?"
  • Anonimo scrive:
    Re: solo 5,7 sono laureati...

    così guadagnano di piùE hanno ragione. Un mio amico operaio guadagna il 50% in più di me (lavoro nel multimediale), e anche mia madre che fa le pulizie mi supera.... :(
  • Anonimo scrive:
    Re: per moderatore
  • Anonimo scrive:
    Re: per moderatore
    - Scritto da: Anonimo


    Dai a Cuba non vi insegnano

    l'italiano.. :D



    Meglio ignoranti che stupidi
    Allora sei a posto :DGià son messo male faccio gli errori di battitura... :(Per fortuna mi consolo vedendo che tu sei molto peggio :D:D:D:D:D:D:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ignoranza informatica
    - Scritto da: avvandrea67
    in pratica i vecchi analfabeti
    in senso classico (leggere e scrivere) non
    esistono - per fortuna - quasi più;Per quanto ancora? In realta' le basi per un bell'analfabetismo di ritorno di massa cominciano ad esserci.E la tecnologia aiuta: ormai si tendono a mettere immagini dovunque.Tra un po' per le mansioni piu' semplici saper leggere non sara' piu' indispensabile...
    Tutti sanno legge & scrivere ma molto pochi,
    PUR UTILIZZANDOLO, si preoccupano, non dico
    di capire come funziona, ma almeno di
    percepire che il mondo informatico è
    qualcosa di potenzialmente pericoloso e di
    prendere le contromisure MINIME.Cioe' dovrebbero aver paura, ma senza saper bene di cosa? Mah...
    Nel mio ambito da tempo vado dicendo che
    è tutta una questione di cultura
    digitale..quindi sono completamente
    d'accordo.Mi sembra una questione di cultura e basta. Nel mondo moderno l'uso della tecnologia e' e sara' sempre piu' diffuso. Conoscerla un pochino e' proprio il minimo...
  • Anonimo scrive:
    Re: solo 5,7 sono laureati...
    - Scritto da: Anonimo
    e tre di quei cinque, ingegneri informatici,
    mi fanno compagnia in produzione a stringere
    bulloni.
    Io non mi lamento ho solo la terza media ed
    e' un piacere per me ascoltare le loro
    spiegazioni su argomenti che mi interessa
    approfondire, pero' mi sembrano sprecati qui
    in frabbrica ma dicono che così
    guadagnano di piu' :|che è, la FIAT?
  • Anonimo scrive:
    Re: [ignoranza] vero
    - Scritto da: Anonimo


    E vero, ma non per colpa dei
    sistemisti,


    analisti, project leaders


    ma per via di manager e
    imprenditori


    ignoranti come capre.



    E allora che questi sistemisti,
    analisti e

    project leader diventino imprenditori:
    ci

    vorrà poco a soppiantare
    "manager e

    imprenditori ignoranti come capre".

    L'Italia che conosco io è quella in
    cui l'accesso al capitale per mettere su
    un'impresa è estremamente difficile
    ed in cui i manager vengono scelti per i
    motivi "più vari"

    :@Tra prestiti d'onore, spin-off etc. se uno ne ha voglia le possibilità ci sono.E leaziende di informatica sono le meno costose da fondare...
  • Anonimo scrive:
    Re: per moderatore


    Dai a Cuba non vi insegnano
    l'italiano.. :D

    Meglio ignoranti che stupidiAllora sei a posto :D
  • Anonimo scrive:
    Re: per moderatore

    Dai a Cuba non vi insegnano l'italiano.. :DMeglio ignoranti che stupidi :D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Pizzerie, immobiliari e ristrutturazioni
    Con queste attivita' si diventa ricchi in Italia, chi studia una vita per lavorare nell'hitech e' destinato a una vita difficile, tanta passione, ma poca gloria (soprattutto economica). In questo paese non si vuole usare il cervello, quello che conta e' apparire e ostentare. Le TV commerciali hanno contribuito pesantemente alla diffusione di questa mentalita'. I governi poi non hanno mai fatto nulla per incentivare il settore, al contrario quei pochi che per passione e capacita' potrebbero fare delle belle cose vengono addirittura ostacolati e non gli resta che scappare dove sono piu' apprezzatiI nostri politici si preoccupano solo di poltrone, tangenti, scaricare problemi su quelli che vengono dopo e provvedimenti demagogici per acchiapare voti, del futuro del paese non gliene frega niente, e lo fanno sapendo che tanto gli Italiani non si lamentano + di tanto fintanto che hanno il telefonino, la partita e il posto da imboscato. Ma cosa dobbiamo aspettare di ritrovarci a protestare con le pentole in mano e i conti correnti congelati per svegliarci ??
  • SacredNerull scrive:
    Arretra?Ma non eravamo peggio...
    ...del terzo mondo? Arretra...Umpf...come si fa ad avanzare quando un paese pensa che il computer sia una perdita di tempo o serva solo a navigare sul www o a scaricare la posta? Siamo un paese di vecchi che non sanno cosa sia un PC e non se ne fregano nemmeno di imparselo a usare. Hanno ratificato la legge sull'archiviazione digitale, quando ancora tocca spiegare a molti a cosa serve Word o gli applicativi da ufficio in generale. Non so come possa l'Italia essere competitiva con l'Europa...al massimo con l'Albania...
  • Anonimo scrive:
    solo 5,7 sono laureati...
    e tre di quei cinque, ingegneri informatici, mi fanno compagnia in produzione a stringere bulloni.Io non mi lamento ho solo la terza media ed e' un piacere per me ascoltare le loro spiegazioni su argomenti che mi interessa approfondire, pero' mi sembrano sprecati qui in frabbrica ma dicono che così guadagnano di piu' :|
  • avvandrea67 scrive:
    Re: L'ignoranza informatica
    Solo ieri sera a Superquark (forse era un replica...) un esperto di storia della tecnologia parlava di "analfabetizzazione tecnologica": in pratica i vecchi analfabeti in senso classico (leggere e scrivere) non esistono - per fortuna - quasi più; purtroppo, però il problema non si è risolto, ma solamemente "spostato". Tutti sanno legge & scrivere ma molto pochi, PUR UTILIZZANDOLO, si preoccupano, non dico di capire come funziona, ma almeno di percepire che il mondo informatico è qualcosa di potenzialmente pericoloso e di prendere le contromisure MINIME.Nel mio ambito da tempo vado dicendo che è tutta una questione di cultura digitale..quindi sono completamente d'accordo.Avv. Andrea Buti
  • Anonimo scrive:
    A peggiorare la situazione le leggi...
    ...idiote.Chi ha orecchie x intendere intenda, gli altri... in roulotte! 8)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma in quale...

    Stavo pensando:circa la
    Lettura ,la Cultura,l'Italia sta facendo
    passi indietro;non è un buon
    segno:Bravo!Spiegalo se ci riesci, a quello che continua ad attaccarsi alla netiquette perchè NON vuole o non sa scrivere in italiano!!
  • Anonimo scrive:
    Re: per moderatore


    Dire a uno che non sa contare
    sarà

    OT..

    Ma vedere lo scempio che fa della mia
    lingua

    mi fa VERAMENTE male!!!

    Ti ripeto: leggiti la netiquette, dice
    chiaramente di non attaccarsi ad errori di
    battitura durante una discussione.
    Daltronde chi lo fa dimostra soltanto di non
    avere argomenti...Dai a Cuba non vi insegnano l'italiano.. :D
  • ilmusico scrive:
    Ma in quale...
    Ma in quale settore, la nostra Nazione, è veramente al passo con i tempi? Certamente ve ne saranno alcuni dove ce la caviamo discretamente, se non bene,addirittura. Ma il problema non è questo. Si è fatta una fotografia della diffusione informatica nel nostro Paese e non si può certo dire che sia incoraggiante! Tralascio le cifre,peraltro ,già riportate. La mia personale esperienza in campo informatico,ha avuto inizio intorno a 12/15 anni fa,quando nella mia sede scolastica,venne creato un laboratorio informatico . Dovevate vedere quanti miei colleghi rifiutavano risolutamente di imparare l'ABC dell' informatica . Eravamo in pochi a credere nella necessità di adeguarci ai tempi ,aggiornandoci sulle nuove tecniche didattico-multimediali,senza per questo,buttare a mare la parte tradizionale con tutto il suo patrimonio di esperienze,di risultati anche validi.A questo,ci avrebbe pensato (come del resto,ha fatto!!) l'attuale ministro della P.I. con la sua distruttiva ,illogica ed assurda riforma .Ma torniamo all'informatica.Purtroppo,non potei acquistare un pc che nel 1998/99 e da lì,ho avuto modo di fare più pratica al computer e a tuttora, mi trovo spesso a constatare come davanti a me,ci sia un oceano di conoscenze da acquisire ,un universo ,addirittura. Non ho certo la pretesa di essere un pozzo di scienza:diciamo che me la cavo. Ma sento l'esigenza di apprendere continuamente ,di esercitarmi...Stavo pensando:circa la Lettura ,la Cultura,l'Italia sta facendo passi indietro;non è un buon segno:l'Italiano,è un popolo (si fa per dire,visto che è ...frammentato socialmente)che legge poco (non mi si dica per via dei prezzi dei libri!)e,a mio avviso, la crisi riguardante sia la Lettura che la diffusione del computer nella vita Italiana privata,lavorativa etc, dipendono dallo stesso denominatore: la mancanza del desiderio di conoscenza. L'Italiano, è soprattutto, un tipo di popolazione teledipendente per cui predilige l'immediatezza dell'immagine ,della notizia,della conoscenza acquisita senza fatica. Un tipo di conoscenza non trascendentale,naturalmente. Ma, se una persona sente in sé il bisogno di conoscere,allora arriverà ad essere una grande lettrice ed assimilatrice di contenuti così come,di fronte alla proposta di imparare ad usare il pc e la sua teoria,i programmi e via dicendo, non si tirerà indietro.Quindi,la pessima figura che l'Italia fa in questo settore, potrà essere dimenticata solo se vi sarà un capovolgimento di mentalità e questo,lo possiamo escludere categoricamente. I cambiamenti ,nel nostro Paese,se vi sono stati,sono sempre di tipo superficiale,non hanno mai inciso in profondità. E l'informatica ,fra tanti aspetti,non poteva sfuggire a questa ...tradizione! Il musico
  • Anonimo scrive:
    Re: per moderatore
    - Scritto da: Anonimo

    E poi non dire ca77ate! A Cuba, tanto
    per

    fare un esempio, peravere un computer o
    un

    collegamento a internet ci vuole un
    permeso

    governativo!

    A Cuba sono mesi peggio che in Congo!

    Dire a uno che non sa contare sarà
    OT..
    Ma vedere lo scempio che fa della mia lingua
    mi fa VERAMENTE male!!!Ti ripeto: leggiti la netiquette, dice chiaramente di non attaccarsi ad errori di battitura durante una discussione.Daltronde chi lo fa dimostra soltanto di non avere argomenti...
  • massim69 scrive:
    Re: L'ignoranza informatica
    Purtroppo, siamo ancora molto indietro nella cultura informatica (e cultura in genere...)colloquio odierno:io: mi è arrivata una email con un allegato, ma forse è per te vero?l'altro: si, è per me, stampala e portamela...io: te la inoltro...sigh :
  • cico scrive:
    Re: Formula magica

    Mi piacerebbe tanto applicare lo stesso
    calcolo ai nostri politici...Per carità... hai mai sentito quanto sono ipocriti?Qualche settimana addietro li ho sentiti a "nove in punto" su Radio 24... roba da nausea
  • Anonimo scrive:
    Re: son messi meglio a cuba?

    Benvenuto tra i TUOI pari :D Grazie alla
    riforma Moratti saranno sempre di
    più!!!!certo, certo, tu invece quando ti trasferisci a Cuba in mezzo ai super-informatici? (noti e rinomati in tutto il mondo per le loro doti, peccato non li facciano uscire dal paese)
  • Anonimo scrive:
    Re: OT Re: son messi meglio a cuba?
  • marcocavicchioli scrive:
    Meritocrazia...ah!!!
    Il gap culturale in ambito scientifico di cui soffre l'Italia è dovuto alla nostra scarsa propensione all'impegno nell'acculturamento personale. L'unico modo per favorire l'inversione di tendenza è trasformare la "meritocrazia" da una terribile parolaccia nell'unico criterio valido ed accettabile di giudizio. Se IMPONIAMO che SOLO chi dimostra di essere all'altezza delle varie situazioni abbia diritto ad incentivi o promozioni inevitabilmente COSTRINGEREMO tutti, di fatto, ad impegnarsi di più ed uscire dal torpore in cui vegetano. E' crudo, forse vigliacco, forse tremendo, ma è l'unico sistema che abbiamo per uscire dal pantano. L'alternativa è di moririci dentro affogati... fate vobis!
    • Anonimo scrive:
      Re: Meritocrazia...ah!!!
      - Scritto da: marcocavicchioli
      Il gap culturale in ambito scientifico di
      cui soffre l'Italia è dovuto alla
      nostra scarsa propensione all'impegno
      nell'acculturamento personale. L'unico modo
      per favorire l'inversione di tendenza
      è trasformare la "meritocrazia" da
      una terribile parolaccia nell'unico criterio
      valido ed accettabile di giudizio. Non lo so'.Ho l'impressione che anche oggi venga applicato il criterio della *meritocrazia* ma il tipo di merito premiato non coincide con le *nostre* aspettative.In altre parole: il problema (secondo me) non e' il mancato riconoscimento dei meriti ma la struttura organizzativa che decide quali meriti riconoscere e quali ignorare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Meritocrazia...ah!!!
      già, ma l'acculturamento costa parecchio, in termini sia di tempo che di denaro: non basta che l'azienda o l'ente individui il personale più intelligente/motivato, bisogna pure che ci investa sopra, mandandolo a corsi di formazione, fornendogli materiale didattico e consentendogli di studiare anche in orario di lavoro: sennò uno che fa, studia di notte? si paga da se corsi milionari e certificazioni varie?In Italia aziende e stato preferiscono invece investire miliardi nel calcio (senza neanche successo, come si è visto agli europei) e se ne fregano di ricerca e formazione, e vogliono gente plurilureata con 10 anni di esperienza per cococo (o come cavolo si chiama adesso) di tre mesi a 1000 euro.la meritocrazia andrebbe applicata soprattutto a chi dirige.- Scritto da: marcocavicchioli
      Il gap culturale in ambito scientifico di
      cui soffre l'Italia è dovuto alla
      nostra scarsa propensione all'impegno
      nell'acculturamento personale. L'unico modo
      per favorire l'inversione di tendenza
      è trasformare la "meritocrazia" da
      una terribile parolaccia nell'unico criterio
      valido ed accettabile di giudizio. Se
      IMPONIAMO che SOLO chi dimostra di essere
      all'altezza delle varie situazioni abbia
      diritto ad incentivi o promozioni
      inevitabilmente COSTRINGEREMO tutti, di
      fatto, ad impegnarsi di più ed uscire
      dal torpore in cui vegetano. E' crudo, forse
      vigliacco, forse tremendo, ma è
      l'unico sistema che abbiamo per uscire dal
      pantano. L'alternativa è di moririci
      dentro affogati... fate vobis!
    • Anonimo scrive:
      Re: Meritocrazia...ah!!!
      Carisssimo, mi sai forse dire chi ca**o dovrebbe giudicare le persone secondo criteri di meritocrazia ??????????????Lo sai oppure no dove vivi ??????????'Sei in Italia, caro, 20, secoli di cattolicesimo e si vedeono eccome i risultati : un livello di laureati bassissimo, un nepotismo da fare invida alla corte di un Clemente VIII, un grande esercito di "lavoranti" ( ....si vi diprezzo dal fondo della mia anima) del cazzo che hanno smesso di studiare a 18 anni, che non sanno in effetti un cazzo olttre quello che fanno al lavoro tutti i giorni...Un paese meschino, attualmente senza alcuna speranza..Loro, i cari "lavoranti" di merda, loro non hanno nessun interesse culturale, loro hanno ESPERIENZA..............................E si. cazzo, hai 15 anni di esperienza in informatica-.....Devi comandare......Nemmeno a pulire i cessi !!!!!!!!!!!!Pagate il biglietto : 5-6-7 di corso univeristario ...poi l'ESPERIENZA : agli altri lavoranti con la licenza liceale ( .vi disprezzo sempre di più) consiglio i seguenti umili lavori ( tanto al di fuori del lavoro NON SAPETE E NON VOLETE SAPER UN CAZZO !!!!!!!!!!!!!!!!!) , sciampista, edicolante, conducente d'autobus, ecc..Toglietevi per sempre dal campo informatico!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: [ignoranza] vero


    E vero, ma non per colpa dei sistemisti,

    analisti, project leaders

    ma per via di manager e imprenditori

    ignoranti come capre.

    E allora che questi sistemisti, analisti e
    project leader diventino imprenditori: ci
    vorrà poco a soppiantare "manager e
    imprenditori ignoranti come capre". L'Italia che conosco io è quella in cui l'accesso al capitale per mettere su un'impresa è estremamente difficile ed in cui i manager vengono scelti per i motivi "più vari":@
  • Anonimo scrive:
    OT Re: son messi meglio a cuba?
  • Anonimo scrive:
    L'ignoranza informatica
    "Si calcola - dicono gli esperti - che l'ignoranza informatica comporti una perdita complessiva di circa 115 milioni di giornate di lavoro all'anno, con un costo di 15,6 miliardi di euro".:sGiorni fa ho dovuto inviare a tutti i comuni della mia regione una e-mail con degli allegati con scadenza tassativa e per non creare disguidi di ricevimento ho dovuto contattarli telefonicamente e dirgli di aprire la posta elettronica. :(Alcuni hanno persino risposto che non gli funzionava e non sapevano perchè (forse xchè piena :D) ho dovuto inviargli tutto in fax. Lavoro raddoppiato e dispersivo, tipico del pubbblico impiego, ma tranquilli, non mi sono limitata a chiedere, li ho svegliati di brutto!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: I taliani
    - Scritto da: Anonimo
    kbaud. Qualcuno invece va in un internet
    café o scrocca la connessione sul
    lavoro, ma questo è un fatto
    accidentale e sporadico.Anche i fratelli che usano lo stesso computer sono un fatto sporadico?"Accendi i forum di PI, spegni l'intelligenza!"
  • Anonimo scrive:
    Re: [ignoranza] vero
    - Scritto da: Anonimo
    "Si calcola - dicono gli esperti - che
    l'ignoranza informatica comporti una perdita
    complessiva di circa 115 milioni di giornate
    di lavoro all'anno, con un costo di 15,6
    miliardi di euro".

    E vero, ma non per colpa dei sistemisti,
    analisti, project leaders
    ma per via di manager e imprenditori
    ignoranti come capre.E allora che questi sistemisti, analisti e project leader diventino imprenditori: ci vorrà poco a soppiantare "manager e imprenditori ignoranti come capre".
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutta colpa di...
    - Scritto da: Anonimo
    Urbani !!
    basta la legge urbani per bloccare il p2p
    bloccare p2p =
    -pc venduti
    -investimenti per il settore tecnologico
    -investimenti banda largaMa LOL!Mai lette tante corbellerie tutte insieme!Il P2P volano dell'innovazione tecnologica!Mi immagino l'innovazione che si ha scaricando mp3!!!"Hei, ieri ho scaricato con winmx l'ultima di Britni Spirs e mentre la ascoltavo mi è venuta in mente un'idea per un motore che consuma un decimo di benzina!"Dai,dicci, le tue fonti.Topolino? Nooooo è un fumetto troppo intelligente peruno che dice certe cose!E i pecoroni dietro a ruota che ti credono! Mi sto spanciando:D
  • Anonimo scrive:
    Re: son messi meglio a cuba?
    - Scritto da: Anonimo
    nel "regime" di Castro l'informatizzazione a
    scuola è piu' alta che da noi...Innanzitutto togli le virgolette a regime,visto che a Cuba DANNO LAPENA DI MORTE ai dissidenti.E poi non dire ca77ate! A Cuba, tanto per fare un esempio, peravere un computer o un collegamento a internet ci vuole un permeso governativo!A Cuba sono mesi peggio che in Congo!P.S. Ma com'è che i bugiardi scrivono tutti su PI?
    • Anonimo scrive:
      Re: son messi meglio a cuba?

      E poi non dire ca77ate! A Cuba, tanto per
      fare un esempio, peravere un computer o un
      collegamento a internet ci vuole un permeso
      governativo!
      A Cuba sono mesi peggio che in Congo!

      P.S. Ma com'è che i bugiardi scrivono
      tutti su PI?P.S. invece gli analfabeti? Prova a rileggere il messaggio prima di inviarlo :D
    • Anonimo scrive:
      Re: son messi meglio a cuba?


      E poi non dire ca77ate! A Cuba, tanto per

      fare un esempio, peravere un computer o un

      collegamento a internet ci vuole un permeso

      governativo!

      A Cuba sono mesi peggio che in Congo!



      P.S. Ma com'è che i bugiardi scrivono

      tutti su PI?
      P.S. invece gli analfabeti? Prova a rileggere il messaggio
      prima di inviarlo Due errori di battitura... considerando che la barra spaziatrice fa le bizze sono stato bravo...P.S. Caro il mio spara sentenze leggiti la netiquette!
    • Anonimo scrive:
      per moderatore

      E poi non dire ca77ate! A Cuba, tanto per
      fare un esempio, peravere un computer o un
      collegamento a internet ci vuole un permeso
      governativo!
      A Cuba sono mesi peggio che in Congo!Dire a uno che non sa contare sarà OT..Ma vedere lo scempio che fa della mia lingua mi fa VERAMENTE male!!!Se proprio vuoi censurare tirali via tutti :DGRAZIE
  • Anonimo scrive:
    Re: son messi meglio a cuba?
    Mi sa che non hai compreso ciò che voleva dire!
  • 3p scrive:
    LOLLONE
    Risposta divertente :)- Scritto da: Anonimo

    ì
    nel "regime" di Castro

    l'informatizzazione a


    scuola è piu' alta che da
    noi...



    Qualche decennio fa pure
    l'alfabetizzazione,

    ma visto il costo in termini di

    libertà soppressa dal tiranno

    comunistoide preferisco trovarmi in un
    paese

    di ignoranti :(
    Benvenuto tra i TUOI pari :D Grazie alla
    riforma Moratti saranno sempre di
    più!!!!:D
  • Anonimo scrive:
    Re: son messi meglio a cuba?

    ì
    nel "regime" di Castro
    l'informatizzazione a

    scuola è piu' alta che da noi...

    Qualche decennio fa pure l'alfabetizzazione,
    ma visto il costo in termini di
    libertà soppressa dal tiranno
    comunistoide preferisco trovarmi in un paese
    di ignoranti :(Benvenuto tra i TUOI pari :D Grazie alla riforma Moratti saranno sempre di più!!!!
  • Anonimo scrive:
    Siamo tutti un po "Stanca(hi)" :)
    .......
  • ALESPE scrive:
    Formula magica
    la frase:"Si calcola - dicono gli esperti - che l'ignoranza informatica comporti una perdita complessiva di circa 115 milioni di giornate di lavoro all'anno, con un costo di 15,6 miliardi di euro".presuppone una formula o la dobbiamo accettare così com'è ?Mi piacerebbe tanto applicare lo stesso calcolo ai nostri politici...
  • Anonimo scrive:
    Re: son messi meglio a cuba?
    A pensarci bene hai ragione, domani mi ci trasferisco. Anzi no, vai avanti prima tu che io ti seguo.. dopo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutta colpa di...
    l'IVA GRAVA sul CONSUMATORE FINALE!!!!! Il commerciante (in parole povere è solo un tramite che dovrebbe RIVERSARE l'IVA) Lo fanno????? zzzzzzz
  • Shu scrive:
    Re: Tutta colpa di...
    - Scritto da: Anonimo
    apparecchio 1 euro + 20 % = 1.2 euro
    viene vendiuto al grossista che lo rivende a
    1.2 + 0.3C di guadagno + iva 20% 1.5 euro
    il negoziante ve lo rivende a
    1.5 + 0.3 = 1.8 euro + iva = 2.16 euroScommetto che non sei ragioniere e non hai mai avuto a che fare con l'IVA.Se un commerciante calcola l'IVA in questo modo finisce per pagare di piu` allo stato.È anche vero che dipende dal settore il ricarico. Cmq ti assicuro che la gran parte dei rivenditori calcola il ricarico (giusto e onesto spesso, a volte esagerato, a volte tanto basso da essere quasi insostenibile, vedi mercato informatico) sul prezzo netto e non su quello lordo.Per il resto sono abbastanza d'accordo, ma non tanto per il discorso economico, quanto per il freno allo sviluppo intellettuale dato dalle crescenti leggi sul diritto d'autore e alle libertà individuali date da leggi troppo stringenti.Bye.

    alla faccia dell'iva , sul ricarico del
    fornitore si paga l'iva

    ma non si puo guadagnare sulle tasse vero ?
    se si rifa il conto:
    1 euro
    0.6 guadagno commercianti
    verrebbe 1.6 euro + iva (20 %)= 1.92 e gli
    0.24 centiesimi
    che si pagano al governo che cosa sono ?

    in pratica il __ 34.5 __ % di iva sul
    acquisto finale
    e poi si parla di _ usura_ !!!!

    il negoziante non dovrebbe sommare il suo
    quadagno all'iva dato che ci paga le tasse
    sul reddito qui _paga doppio_
    o meglio l'utente paga doppio

    o si pagano le tasse sul reddito o si paga
    l'iva

    il conto onesto:
    1 + 0.6 +0.2(iva di produzione) = 1.8 euro
    perche il commerciante deve "guadagnare
    sulle tasse",
    per fare risultare un reddito piu alto ?

    non andiamo sulle false manovre economiche
    se no ci sbudelliamo dal ridere si puo
    parlare di manovra fiscale attorno ai
    200.000.000.000 milioni di euro allora si
    che "esisterebbe il problema della manovra
    fiscale"

  • Anonimo scrive:
    I taliani
    "Inoltre, possiedono un PC 19 italiani su 100..." la rilevazione mostra un dato eccezionale: dato che secondo i soliti "autorevoli" sondaggi che un giorno sì e l'altro anche appaiono su questo "quotidiano informatico" ci sarebbero venticinque milioni di utenti internet italiani, su una popolazione di circa 57 milioni, fatte le debite proporzioni risulta che gli oltre 14.000.000 di cittadini italiani che non possiedono un calcolatore MA risultano "utenti internet" si collegano alla rete tramite telecinesi, poteri ESP non classificati o usando due barattoli con uno spago teso nel mezzo e fischiettando a 56 kbaud. Qualcuno invece va in un internet café o scrocca la connessione sul lavoro, ma questo è un fatto accidentale e sporadico.
  • Anonimo scrive:
    Re: son messi meglio a cuba?
    è una questione di valori, se lo riconosco come buono, il valore (la formazione, la ricerca) lo voglio nello stato. se lo vogliono in molti e questo valore non è giustamente perseguito, allora iniziamo a domandarci il perché di tale mancanza. a volte i soldi. a volte l'abitudine all'incuria.
  • Anonimo scrive:
    Re: son messi meglio a cuba?
    ì
    nel "regime" di Castro l'informatizzazione a
    scuola è piu' alta che da noi...Qualche decennio fa pure l'alfabetizzazione, ma visto il costo in termini di libertà soppressa dal tiranno comunistoide preferisco trovarmi in un paese di ignoranti :-(
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutta colpa di...
  • Anonimo scrive:
    son messi meglio a cuba?
    nel "regime" di Castro l'informatizzazione a scuola è piu' alta che da noi...
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutta colpa di...
  • Anonimo scrive:
    [ignoranza] vero
    "Si calcola - dicono gli esperti - che l'ignoranza informatica comporti una perdita complessiva di circa 115 milioni di giornate di lavoro all'anno, con un costo di 15,6 miliardi di euro".E vero, ma non per colpa dei sistemisti, analisti, project leaders ma per via di manager e imprenditori ignoranti come capre.
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutta colpa di...
    se la colpa non è del governo,allora di chi chi è?saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: Tutta colpa di...
    la solita immancabile retorica del ca**o
  • cico scrive:
    Re: Tutta colpa di...

    ... BerlusconiPiove governo ladro?
  • Anonimo scrive:
    Tutta colpa di...
    ... Berlusconi
Chiudi i commenti