Convertitore gratuito PDF-SVG

Disponibile su Web

Internet – Texterity ha lanciato un Web service gratuito in grado di convertire il formato di un documento da PDF a SVG (Scalable Vector Graphics). L’obiettivo è quello di promuovere il formato standard SVG, sviluppato in seno al World Wide Web Consortium (W3C), come alternativa al PDF di Adobe.

Il convertitore di Texterity al momento ha il limite di elaborare solo le prime 25 pagine di un documento.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Francia
    Nell'articolo si accenna alla Francia. Linguisticamente la Francia è un paese ridicolo. Hanno una legge che impone il francese (e quindi proibisce l'inglese) su tutto il territorio nazionale e per tutto. Anni addietro cercarono di chiudere un sito in inglese gestito da un Ateneo americano, poiché ospitato su un server dell'Esagono. Il loro problema è che, come gran parte dell'Europa continentale, sono vecchi dentro. Non innovano. Sono statalisti e ripiegati su loro stessi. Subiscono l'innovazione tecnologica che viene da oltreoceano, invece di cercare di giocare anche loro come sarebbe loro diritto. E da oltreoceano vengono informatica ed inglese. E se loro sono così, in l'ialia è peggio che andar di notte.
  • Anonimo scrive:
    Ha ragione !!
    MA QUALE COSTITUZIONE??? SE NE SONO SEMPRE FREGATI, DELLA COSTITUZIONE!!! QUANDO HA FATTO COMODO AI SIGNORI DEL PARLAMENTO, NON HANNO ESITATO A IGNORARLA!!! L'ALTO ADIGE È PIENO DI LEGGI CHE DISCRIMINANO LE ETNIE!!! DI COSA ANDATE CIANCIANDO??? NON CI SERVE UNA COSTITUZIONE REGOLARMENTE CALPESTATA!!! E PENSANO DI CAMBIARLA!!! PENSASSERO PIUTTOSTO A RICONOSCERE PRIMA QUELLA ESISTENTE!!! Bah!si fanno le leggi a loro uso e consumo,spesso certe leggi violano la costituzionel'atricolo piu violato e' il 21 !le altre servono a parare i colpi tipo quella per salvare le compagnie assicurative (RCA)si deve procedere a giustizia ordinaria (magari) cosi pagano doppio e bloccano la giustizia per almeno 100 anni !
  • LockOne scrive:
    La Liberta'.
    la liberta' non e' ancora un diritto acquisito: dico senza acrimonia, e' solo una constatazione.io credo che il problema, alla fine, sia solo questo. noi viviamo da circa cinquant'anni in una repubblica parlamentare (e non e' un gran che come lungo periodo) ma da qui a dire che respiriamo l'aria pura della *liberta'*, ce ne passa ancora un po'.figuriamoci poi altrove, dove non hanno nemmeno questa cosa che chiamiamo democrazia, e che pratichiamo con difficolta'.e allora? rassegniamoci al fatto che la liberta' e' ancora da conquistare, e per la liberta' bisogna ancora lottare, probabilmente, a lungo. quello che abbiamo adesso davanti al naso, 'sto monitor con la tastiera, collegato alla rete telefonica, non e' del tutto un diritto acquisito. a qualcuno piace poco. posso capirli.
    • cico scrive:
      Re: La Liberta'.
      ottima riflessione
    • Anonimo scrive:
      Re: La Liberta'.
      - Scritto da: LockOne
      quello che abbiamo
      adesso davanti al naso, 'sto monitor con la
      tastiera, collegato alla rete telefonica,
      non e' del tutto un diritto acquisito. a
      qualcuno piace poco. posso capirli.Ed e` qui che bisogna combattere. A 'sto monitor, 'sta tastiera, e all'organismo complesso che nasce dall'unione di milioni di questi non piacciono quelli che vorrebbero ucciderlo. Ed e` meglio per loro che se ne rendano conto. "Information wants to be free" non e` uno slogan, e` una constatazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: La Liberta'.

      a
      qualcuno piace poco. posso capirli.Anch'io. Ma che posso fare se invece a me, a te, a tutti piace da morire? Non dovremmo fare qualcosa????
  • Anonimo scrive:
    OT-L'occhio di Carafa
    veglia su di voi...
  • Orsogrigio scrive:
    Ti sei risposto da solo
    Ti pare che il potere possa accettare senza reagire ......."l'unico mezzo attraverso il quale un'idea o un'opinione può effettivamente fare il giro del mondo in pochissimo tempo, diffondersi ed essere discussa."
    • Anonimo scrive:
      Re: Ti sei risposto da solo
      - Scritto da: Anonimo
      Questi fatti sono la semplice conseguenza
      dell'ignoranza della gente e del fatto che i
      media non fanno che parlare male: degli
      arabi e dei francesi e di chiunque non sia
      disposto e combattare per le ragioni dell
      occidente "superiore". questo articolo risponde a questo, tutti parlano male deglia rabi e poi la gente si spaventa e li tratta male poverini.... gli arabi sono bravi e nois iamo cattivi, loro hanno liberta noi no... però da loro i gay sono condannati a morte da noi no, da loro le adultere, adultere perchè violentateeeeeeeee sono candannate a morte da noi no, manco si condanno a morte quelli che le hanno violentate anzi dopo un anno sono fuori al massimo
      • Anonimo scrive:
        Re: Ti sei risposto da solo
        - Scritto da: Anonimo
        questo articolo risponde a questo, tutti
        parlano male deglia rabi e poi la gente si
        spaventa e li tratta male poverini.... gli
        arabi sono bravi e nois iamo cattivi, loro
        hanno liberta noi no... però da loro i gay
        sono condannati a morte da noi no, da loro
        le adultere, adultere perchè
        violentateeeeeeeee sono candannate a morte
        da noi no, manco si condanno a morte quelli
        che le hanno violentate anzi dopo un anno
        sono fuori al massimoUh?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ti sei risposto da solo
        hai sbagliato thread, qui parliamo di libertà,quello degli hacker e degli Arabi è un altro
        • Anonimo scrive:
          Re: Ti sei risposto da solo
          - Scritto da: Anonimo
          hai sbagliato thread, qui parliamo di
          libertà,
          quello degli hacker e degli Arabi è un altroSi sarei curioso di vedere cosa ha postato invece sull'altro forum :)firmato: yuptost[Quande è che punto informatico si deciderà a rimettere li nick anche per gli utenti non registrati?]
  • Anonimo scrive:
    e tu lutero ? e voi ?

    A questo storico accerchiamento, del quale parleranno un
    giorno i sociologi, la comunità hacker sta reagendo con
    molta meno energia di quanto sarebbe lecito attendersi:Sta reagendo con molta meno energia ? Dobbiamo reagire noi ? Ma dove siete voi tutti ? credete forse che un programma (come freenet o ssh o come triangle) vi aiuteranno a risolvere i vostri problemi di liberta' ?La liberta' se la devono conquistare tutti, il programmatore/hacker e la casalinga che manda sms da libero.. anche perche' i primi non hanno voce se non nella propria comunita' (gia' mostrata al pubblico come pseudo setta/pedofila covo di comunisti ecc. ecc. ).
    ...e dall'altra gettandosi sull'open source, che sta
    dismettendo le pulsioni della rivoluzione per diventare
    generatore di nuovo business.l'open source resta e restera' sempre un veicolo di liberta'..ma e' da stolti pensare che venisse fatta "gratuitamente"perche' la gente che ci lavora dentro da qualche parte i soldi per vivere li deve pur andare a prendere..E dovreste solo ringraziare la gente che lavora per l'o.s. , perche' passa anche il suo tempo libero a programmare e a creare sw per degli imbecilli che, finito di lavorare se ne vanno al bar a bere con gli amici e a parlare di calcio.Nulla e' dovuto, nell'o.s. si fa quello che si fa nel tempo libero (salvo rare eccezzioni di gente che lo fa pagato da un'azienda), consci che cosi' si possa migliorare un po' questo mondo.E come risponde la gente ? Se ne frega di quello che fai, ti ritiene un idiota che non ha capito nulla del mondo, che se ne dovrebbe fregare e andare a scaricare l'emmepitre' a sbafo dal sito warez, oppure uscire e andare a vedere le gallinelle che passeggiano per strada.Oppure peggio ancora ti viene a dire che stai "reagendo con molta meno energia di quanto sarebbe lecito attendersi" ...... e allora di te (che manco sai programmare,che mai hai realizzato un sw per tutti, che mai hai aiutato la gente a migliore i programmi sw).. che cosa bisognerebbe dire ?Ma andate a fare ..... voi e palladium, degno prodotto per voi e per tutti quelli che come voi hanno spento il cervello a 14 anni e parlano senza agire
    "Mi preoccupo di mia figlia e di internet tutto il tempo,
    anche se lei è troppo giovane per andare online. Ecco di
    cosa mi preoccupo, che tra 10 o 15 anni da ora, possa
    venire da me e chiedermi: Papà, dov'eri quando hanno
    tolto la libertà di stampa da internet?"a mia figlia rispondero' a testa alta (ma con le lacrime): tuo padre era li' a fare la sua parte ma era circondato da idioti buoni solo a parlare.
    • Anonimo scrive:
      Re: e tu lutero ? e voi ?
      ecco bravo, è proprio di gente come teche non abbiamo bisognocerto che la libertà è una questione chedeve essere affrontata da tutti, certo chegli hacker non hanno proprio nulla dafare per contrastare queste leggi, mai tuoi argomenti sul fatto di svilupparesoftware open source e su Palladium(che è solo un'infrastruttura, un mezzotecnologico) non fanno nient'altro chedimostrare alle persone che dopo tuttonon stanno togliendo la libertà alle masse,ma solo ad un gruppo di invasati tecnologici
      • Anonimo scrive:
        Re: e tu lutero ? e voi ?
        - Scritto da: Anonimo
        ecco bravo, è proprio di gente come te
        che non abbiamo bisogno

        certo che la libertà è una questione che
        deve essere affrontata da tutti, certo che
        gli hacker non hanno proprio nulla da
        fare per contrastare queste leggi, ma
        i tuoi argomenti sul fatto di sviluppare
        software open source e su Palladium
        (che è solo un'infrastruttura, un mezzo
        tecnologico) non fanno nient'altro che
        dimostrare alle persone che dopo tutto
        non stanno togliendo la libertà alle masse,
        ma solo ad un gruppo di invasati tecnologiciSono un altro... Esagerato o meno che sia il post iniziale, concordo sul fatto che tu e quelli come te non abbiano bisogno di gente che, come l'autore del post, si pone il problema di cosa sia la libertà.Per te l'importante è che ci siano sempre prodotti nuovi e più colorati da sfoggiare con gli amici. In fin dei conti non ti interessa sapere se compri la stessa merda che hai già e che andrebbe ancora bene, ma che non potresti sfoggiare con gli amici.A questo punto perchè dovresti chiederti il perchè delle cose ? Perchè dovresti capire ad esempio se Palladium a te è utile, inutile o addiruttura dannoso ? E' nuovo. Lo compri lo mostri orgoglioso agli amici e sei contento: hai soddisfatto le tue ambizioni.Chi non la pensa come te è solo un invasato tecnologico. Uno che passa il tempo a ricompilare il kernel. Ed è giusto che gli venga tolta la libertà. La libertà di andare in giro a dire che il tuo ultimo acquisto (o il tuo ultimo furto....) non è una sfavillante meraviglia tecnologica, ma una emerita stronzata.Ma non ti preoccupare. Pian piano vincerete. Il PC diventerà un elettrodomestico che richiederà solo di essere acceso. Una specie di televisore interattivo (ma non troppo) dove qualcun'altro deciderà cosa dovrai guardare e a che prezzo. E tu sarai contento di pagare il giusto affinchè qualcuno si prenda la briga di scegliere come farti divertire sul PC.Auguri....
        • Anonimo scrive:
          Re: e tu lutero ? e voi ?


          ecco bravo, è proprio di gente come te

          che non abbiamo bisogno



          certo che la libertà è una questione che

          deve essere affrontata da tutti, certo che

          gli hacker non hanno proprio nulla da

          fare per contrastare queste leggi, ma

          i tuoi argomenti sul fatto di sviluppare

          software open source e su Palladium

          (che è solo un'infrastruttura, un mezzo

          tecnologico) non fanno nient'altro che

          dimostrare alle persone che dopo tutto

          non stanno togliendo la libertà alle
          masse,

          ma solo ad un gruppo di invasati
          tecnologici


          Sono un altro...

          Esagerato o meno che sia il post iniziale,
          concordo sul fatto che tu e quelli come te
          non abbiano bisogno di gente che, come
          l'autore del post, si pone il problema di
          cosa sia la libertà.problema che mi pongo, probabilementeda più tempo di quanto tu possa saperetu non hai capito un bel razzo di niente, perònon perdi un minuto per vomitarci in facciale tue inutili esternazioniquello che sto cercando di dire e' chemescolare open source e tentivi dilegiferare contro la libertà in rete vuoldire solo ed unicamente non fare passarenessuno dei due messaggi in menieraappropriata
          Per te l'importante è che ci siano sempre
          prodotti nuovi e più colorati da sfoggiare
          con gli amici. In fin dei conti non ti
          interessa sapere se compri la stessa merda
          che hai già e che andrebbe ancora bene, ma
          che non potresti sfoggiare con gli amici.mia fai pena, devi essere uno di quei poveridiseredati che non perdono l'occasione perandare a manifestazioni serie e mettere aferro e fuoco la proprietà altruisei almeno maggiorenne ? il pane te loguadagni oppure paga Pacchioni ?
          A questo punto perchè dovresti chiederti il
          perchè delle cose ? Perchè dovresti capire
          ad esempio se Palladium a te è utile,
          inutile o addiruttura dannoso ?Sei veramente penoso, Palladium è un'iniziativaper una infrastruttura tecnologica che può essereutile in certi contesti e dannossissima in altri.Come sempre non è la tecnologia ad esserecattiva, ma l'uso che se ne fa.Ma il tuo livello culturale ti impendisce di articolarepiù di due parole con un senso compiuto.
          E' nuovo. Lo
          compri lo mostri orgoglioso agli amici e sei
          contento: hai soddisfatto le tue ambizioni.Guarda che quel periodo l'ho passato dacirca vent'anni, quando avevo piu' brufoliche sale in zucca.
          Chi non la pensa come te è solo un invasato
          tecnologico. Uno che passa il tempo a
          ricompilare il kernel. Ed è giusto che gli
          venga tolta la libertà. La libertà di andare
          in giro a dire che il tuo ultimo acquisto (o
          il tuo ultimo furto....) non è una
          sfavillante meraviglia tecnologica, ma una
          emerita stronzata.Mettiamola così: me strafotto proprio diquello che ci fai tu con la tua libertà, puoifarci il Kernel o spendere il tuo tempo percostruirti una sana intelligenza socialeche mi pare sia completamente assente.Stiamo parlando di libertà su Internet, il tuorazzo di Kernel non mi interessa proprio, ele le ggi che vogliono far passare non tiimpediranno di spendere il 90% dellatua vita a sviluppare tutte le boiate/figateche vuoi.Mischiare le due cose significa esserecapziosi ed togliere credibilità all'argomentopiù importane: la libertà.
          Ma non ti preoccupare. Pian piano vincerete.
          Il PC diventerà un elettrodomestico che
          richiederà solo di essere acceso. Una specie
          di televisore interattivo (ma non troppo)
          dove qualcun'altro deciderà cosa dovrai
          guardare e a che prezzo. E tu sarai contento
          di pagare il giusto affinchè qualcuno si
          prenda la briga di scegliere come farti
          divertire sul PC.get a life
          • Anonimo scrive:
            Re: e tu lutero ? e voi ?
            - Scritto da: Anonimo....
            problema che mi pongo, probabilemente
            da più tempo di quanto tu possa sapere

            tu non hai capito un bel razzo di niente,
            però
            non perdi un minuto per vomitarci in faccia
            le tue inutili esternazioni

            quello che sto cercando di dire e' che
            mescolare open source e tentivi di
            legiferare contro la libertà in rete vuol
            dire solo ed unicamente non fare passare
            nessuno dei due messaggi in meniera
            appropriata1) Dimmi dove ho parlato di open source.2) Dimmi dove ho parlato di leggi.
          • Anonimo scrive:
            Re: e tu lutero ? e voi ?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo
            ....

            problema che mi pongo, probabilemente

            da più tempo di quanto tu possa sapere



            tu non hai capito un bel razzo di niente,

            però

            non perdi un minuto per vomitarci in
            faccia

            le tue inutili esternazioni



            quello che sto cercando di dire e' che

            mescolare open source e tentivi di

            legiferare contro la libertà in rete vuol

            dire solo ed unicamente non fare passare

            nessuno dei due messaggi in meniera

            appropriata

            1) Dimmi dove ho parlato di open source.

            2) Dimmi dove ho parlato di leggi.3) Invece coglione lo vai a dire a tuo padre che ha fatto l'enorme cazzata di mettere al mondo un idiota come te.
          • Anonimo scrive:
            Re: e tu lutero ? e voi ?

            3) Invece coglione lo vai a dire a tuo padre
            che ha fatto l'enorme cazzata di mettere al
            mondo un idiota come te.ROTFLget a life
          • Anonimo scrive:
            Re: e tu lutero ? e voi ?


            quello che sto cercando di dire e' che

            mescolare open source e tentivi di

            legiferare contro la libertà in rete vuol

            dire solo ed unicamente non fare passare

            nessuno dei due messaggi in meniera

            appropriata

            1) Dimmi dove ho parlato di open source.Nell'articolo si dice che:"...e dall'altra gettandosi sull'open source, che sta dismettendo le pulsioni della rivoluzione per diventare generatore di nuovo business."Nel post originale si dice che:"La liberta' se la devono conquistare tutti, il programmatore/hacker e la casalinga che manda sms da libero.. anche perche' i primi non hanno voce se non nella propria comunita' (gia' mostrata al pubblico come pseudo setta/pedofila covo di comunisti ecc. ecc. ). "(cosa condivisibile, sopratutto il fatto che spessochi difende queste libertà è visto esattamente inquel modo)poi si dice che:"l'open source resta e restera' sempre un veicolo di liberta'.. "ed anche"E dovreste solo ringraziare la gente che lavora per l'o.s. , perche' passa anche il suo tempo libero a programmare e a creare sw per degli imbecilli che, finito di lavorare se ne vanno al bar a bere con gli amici e a parlare di calcio. Nulla e' dovuto, nell'o.s. si fa quello che si fa nel tempo libero (salvo rare eccezzioni di gente che lo fa pagato da un'azienda), consci che cosi' si possa migliorare un po' questo mondo. "ed anche"Ma andate a fare ..... voi e palladium, degno prodotto per voi e per tutti quelli che come voi hanno spento il cervello a 14 anni e parlano senza agire"Io ho dato contro al post perché non mi risultache open source abbia a che fare con leggicensorie, dicendo che mettendo le due cosesullo stesso piano si continua ad alimentarela visione che ha la massa (di una setta).Poi sei arrivato tu, dalla grotta e con la bavaalla bocca, dicendo:"Esagerato o meno che sia il post iniziale, concordosul fatto che tu e quelli come te non abbiano bisogno digente che, come l'autore del post, si pone il problema dicosa sia la libertà. "L'autore del post ha posto il problema della libertàin termini di tematiche Open Source (sulle qualinessuno sta cercando di legiferare).Quindi ? Di cosa stiamo parlando ?Non solo, dato che probabilmente quandoparti sei pilotato solo dal testosteroneprosegui cosiì:"Chi non la pensa come te è solo un invasato tecnologico. Uno che passa il tempo a ricompilare il kernel. Ed è giusto che gli venga tolta la libertà."Ribadendo che la libertà in gioco è quella legataal poter sviluppare software open source.Non solo stai tirando tu in ballo l'open source,non solo hai parlato di open source ma haianche cercato di farlo passare come vittimadi leggi censorie, mentre in questo forumstiamo parlando di DMCA ed EUCD.Capisco che oggi non ci sia molto traffico nei solitithread contro Palladium/Microsoft/Closed Source,ma faresti meglio ad usare il "Time Warp" e andarea rompere il razzo in qualche vecchio thread.
            2) Dimmi dove ho parlato di leggi.Nulla figurati, tutto il thread è a proposito delle legivedi un po' tu di cosa stiamo discutendo,probabilmente di Palladium e dell'ultimapatch per il kernel.
        • Anonimo scrive:
          Re: e tu lutero ? e voi ?
          anzi ci ho proprio ripensato:per te non vale la pena sprecare neppure leparole, sei solo un cogli*ne
    • Anonimo scrive:
      Re: e tu lutero ? e voi ?
      Concordo su tutto quello che hai scritto riguardo alla situazione generale.Riguardo alle critiche all'articolo invece, non sono per niente daccordo. L'articolo ha posto dei problemi, e benchè in alcuni punti quelle che espone siano opinioni e in altri dei fatti, IMHO ha riassunto abbastanza bene la situazione.Parlare del problema e di per se un modo per aiutare a trovare una soluzione.Di "idioti buoni solo a parlare" ce ne sono un'infinità, soprattutto tra quelli che appoggiano la limitazione delle libertà su internet, il software closed e così via..E' un bene avere il maggior numero possibile di persone buone a parlare dalla propria parte, visto che purtroppo in questa società chi si fa il mazzo non viene mai considerato quanto chi va in giro a dire "ho fatto tutto io" (indipendentemente da cosa ha fatto). E se sei bravo,intelligente,geniale, si passa spesso dall'indifferenza alla diffidenza.Ban vengano quelli che parlano bene...se sono dalla mia parte e la pensano come me!
      • Anonimo scrive:
        Re: e tu lutero ? e voi ?
        - Scritto da: Anonimo
        Parlare del problema e di per se un modo per
        aiutare a trovare una soluzione.
        Di "idioti buoni solo a parlare" ce ne sono
        un'infinità, soprattutto tra quelli che
        appoggiano la limitazione delle libertà su
        internet, il software closed e così via..
        L'importante e' che le parole vengano sentiteda tutti (e.g. non solo gli utenti di punto informatico, maanche quelli che leggono solo i giornali) .E l'importante e' che alle parole seguano i fatti
    • Anonimo scrive:
      Re: e tu lutero ? e voi ?
      - Scritto da: Anonimo

      Sta reagendo con molta meno energia ?
      Dobbiamo reagire noi ? Ma dove siete voi
      tutti ? credete forse che un programma (come
      freenet o ssh o come triangle) vi aiuteranno
      a risolvere i vostri problemi di liberta' ?
      La liberta' se la devono conquistare tutti,
      il programmatore/hacker e la casalinga che
      manda sms da libero.. anche perche' i primi
      non hanno voce se non nella propria
      comunita' (gia' mostrata al pubblico come
      pseudo setta/pedofila covo di comunisti ecc.
      ecc. ).Questo e' in parte vero, ma e' difficile far capire alla nmaggiorparte delle persone quali siano i valori in gioco in questa partita. Voglio dire che la massa non riesce a percepire quali liberta' gli vengono precluse da iniziative come tcpa o gli ultimi casi di legislazione liberticida in campo mediatico amenoche' qualcuno non lo spieghi esplicitamente. Ed in questo dovrebbe entrare in gioco la comunita' hacker/scientifica (o come altro la vuoi chiamare).
      l'open source resta e restera' sempre un
      veicolo di liberta'..
      ma e' da stolti pensare che venisse fatta
      "gratuitamente"
      perche' la gente che ci lavora dentro da
      qualche parte i soldi per vivere li deve pur
      andare a prendere..Il problema e' quanto il business deformi le prerogative dell'O.S. Per il momento la situazione e' sottocontrollo ma va monitorata attentamente.
      E dovreste solo ringraziare la gente che
      lavora per l'o.s. , perche' passa anche il
      suo tempo libero a programmare e a creare sw
      per degli imbecilli che, finito di lavorare
      se ne vanno al bar a bere con gli amici e a
      parlare di calcio.Qui non ti seguo piu'. Gli imbecilli sono allora il 95% delle persone? Se non si e' addentro al mondo dell'informatica si e' degli imbecilli? So che non volevi dire questo (spero) ma l'atteggiamento elitario che talvolta si respira in questo settore credo sia il peggior male per la difesa di quelle liberta' di cui stiamo parlando. Questo perche' crea settarismo e impedisce la comunicazione delle idee essenziali che da quella comunita' si devono diffondere alla massa
      Nulla e' dovuto, nell'o.s. si fa quello che
      si fa nel tempo libero (salvo rare
      eccezzioni di gente che lo fa pagato da
      un'azienda), consci che cosi' si possa
      migliorare un po' questo mondo.
      E come risponde la gente ? Se ne frega di
      quello che fai, ti ritiene un idiota che non
      ha capito nulla del mondo, che se ne
      dovrebbe fregare e andare a scaricare
      l'emmepitre' a sbafo dal sito warez, oppure
      uscire e andare a vedere le gallinelle che
      passeggiano per strada.
      Oppure peggio ancora ti viene a dire che
      stai "reagendo con molta meno energia di
      quanto sarebbe lecito attendersi" ...... e
      allora di te (che manco sai programmare,
      che mai hai realizzato un sw per tutti, che
      mai hai aiutato la gente a migliore i
      programmi sw).. che cosa bisognerebbe dire ?
      Ma andate a fare ..... voi e palladium,
      degno prodotto per voi e per tutti quelli
      che come voi hanno spento il cervello a 14
      anni e parlano senza agireLo sfogo e' lecito ma non e' lecito usare questi argomenti come alibi per ritirarsi nel proprio cantuccio in eremitaggio. Non ci si deve mai far prendere dallo sconforto ma anzi si deve confidare nell'efficacia anche degli atti piu piccoli. Cosi' diventa fondamentale il passa parola, il convinvcimento del vicino di casa, lo scrivere sui newsgroup, il farsi sentire nelle scuole, il dedicare un po di tempo ad un organizzazione o al limite raccogliere un po di gente per farsi sentire. Capisco che detta cosi' possa sembrare roba da setta fanatica mo non e' cosi'. Ogni movimento sano parte dal basso, da necessita' individuali condivise. Per difendere la liberta' in questo ambito non e' necessario per tutti (in realta' e' necessario che qualcuno lo faccia) saper programmare un software p2p o un applicazione open, basta la stessa coscienza che serve a difendere la liberta' in qualsiasi altro ambito.holacrack
  • Cavallo GolOso scrive:
    I nostri amici
    spesso sono proprio i nostri amici a dirci di non annoiarli con queste cose .Sono ciechi ed intendono rimanerlo, tanto che poi quando qualcosa non va, non si ricordano di non aver fatto nulla per evitarlo: non una parola, non un impegno.Stiamo parlando di impegno politico, non di spaccare una vetrina. Lasciamo sempre che siano gli altri, quelli che sanno impegnarsi per il loro tornaconto, a fare politica. Lamentiamoci poi ...
    • cico scrive:
      Re: I nostri amici

      Stiamo parlando di impegno politico, non di
      spaccare una vetrina. Lasciamo sempre che
      siano gli altri, quelli che sanno
      impegnarsi per il loro tornaconto, a
      fare politica. Lamentiamoci poi ...già!
  • Anonimo scrive:
    ..pienamente
    pienamente daccordo con te ma che posso fare io? oltre a registrare un dominio con qualche strana estensione in isole irragiungibili dalla longa mano? e non sto parlando di pubblicare violazioni del copy right ma di semplici informazioni.Se ti azzardi anche solo a copiare un articolo indagine di un quotidiano su qualche potente come minimo vedi il tuo sito oscurato.La grande guerra mediatica del futuro si svolge qui dentro, non sulle tv, è qui che ognuno nella propria intimità casalinga ha accesso ad informazioni di "prima mano", ed è qui che gli "illuminati" (tanto per citare un termine di Karl Cock-iana memoria) imperversano nella dilaniante lotta di contenimento.illuminami con proposte che non siano la solita manifestazione o petizione che hanno lo stesso effetto delplacebo. Con l'attacco dell11 settembre sono stati proposti mezzi di controllo improponibili in tempi non sospetti, li abbiamo digeriti li abbiamo accettati in nome di un quieto vivere ma quella frase da te citata non l'abbiamo dimenticata, non abbiamo semplicemente i mezzi per contrastare lo strapotere politico ed economico di chi vuole così ,destra o sinistra non centrano, parliamo della classe degli illuminati che si è presuntuosamente accollata il compito di decidere quali informazioni possiamo o non possiamo ricevere.Si... era un altra internet quella del passato
    • Anonimo scrive:
      Re: ..pienamente
      crittografia, proxy, freenet, ecc... i mezzi esistono, farli entrare in testa alla gente menefreghista e' il difficile, la diffusione e' il difficile, far prendere consapevolezza e' difficile...la gente e' tranquilla e sicura delle proprie liberta'...la paranoia e' il difficile...la gente non sa' cosa succede nel mondo, alienata ed inscatolata ...credo
      • Anonimo scrive:
        ma quale freenet!? non esiste nulla
        - Scritto da: Anonimo
        crittografia, proxy, freenet, ecc... i mezziMA DOVE???!!!freenet non esiste: una divertente idea fantascientifica.
      • cico scrive:
        Re: ..pienamente

        crittografia, proxy, freenet, ecc... i mezzi
        esistono, farli entrare in testa alla gente
        menefreghista e' il difficileno, primo quei mezzi non sono facilmenteutilizzabili dalla gente comune, secondonon e' una questione di menefreghismo,ma di ignoranza (nel senso di ignorare):molti non realizzano proprio le implicazionia lungo termine.Molti hanno il sentore che in fondo si trattidi rinunciare solo a piccole liberta' ottenendoin cambio un mondo con meno criminali.Quei mezzi inoltre potrebbero a breveessere limitati o addirittura posti fuorilegge.
        , la diffusione
        e' il difficile, far prendere consapevolezza
        e' difficile...esatto, con l'aggravante che i media e lastampa rema contro, vuoi per ignoranza,vuoi per opportunismo.
    • Anonimo scrive:
      Re: ..pienamente
      Parole sante.Il problema, come hai giustamente fatto notare sono i mezzi da usare per difendersi.Le persone che si rendono veramente conto di cosa sta succedendo, delle possibilità che ci stanno rubando, sono troppo poche, pochissime quelle che si ricordano com'era Internet 5-8 anni fa (anche perchè allora eravamo pochi per davvero).Anche contando le molte persone che avvertono con disagio il cambiamento, si tratta comunque di una minoranza, e per di più una minoranza non organizzata, per la stessa natura della rete.Chi prende le decisioni dall'alto, chi spinge perchè vengano approvate leggi in grado di limitare la libertà degli utenti, non prende ne mai prenderà sul serio nessuna protesta in nome dei diritti degli utenti, viene preso in considerazione solo ciò che in un modo o nell'altro tocca gli interessi, ovvero il denaro, la posizione al potere e via dicendo.E' sempre stato così nella storia dell'umanità, nessuno che sia in posizione privilegiata la vuole abbandonare, e troppo pochi sono quelli che agiscono seguendo la coscienza e non le necessità e il tornaconto immediato.Se TUTTI i fruitori di CD,DVD cinema, smettessero di comprare fino a che i prezzi non siano ridotti ad un terzo, forse le case produttrici sarebbero costrette a cedere.Se TUTTI quelli che possono evitarlo non comprassero più benzina (e andasero in bicicletta), probabilmente il prezzo scenderebbe.e già queste cose, che pure sarebbero giuste, e condivise da quasi tutti (o perlomeno dai loro portafogli), sono mere utopieCosa potrebbero fare invece gli utenti di internet per riavere le proprie libertà?Se TUTTI creassimo ciascuno il nostro sito, pubblicandoci di proposito materiale scomodo? Mah...Siamo troppo pochi, e tutti i nuovi utenti stanno abituandosi ad una rete sempre più simile ad una televisione (per contenuti e limitazioni).Freenet sarebbe un bel progetto, ma è troppo lento e macchinoso per fare presa sulla maggior parte delle persone...e cosa impedirebbe a chi può di fare una legge che rende freenet illegale, magari con scuse ormai collaudate come la pedopornografia?Idem per quello che riguarda proxy, e altri sistemi di protezione della privacy e dei diritti di navigare dove si vuole, di accedere a qualsiasi contenuto qualcun altro abbia messo online. Con la scusa della presenza di materiali illegali si continuano a creare leggi in grado di danneggiare anche ciò che illegale non è.E, lo si può vedere anche sulle pagine di questo forum, esistono anche persone che applaudono a queste leggi, e non esitano a dare del pirata, del criminale a chiunque le critichi in nome dei diritti...persone con il "complesso dell'mp3" che non vedono oltre il proprio naso, e gli va bene così, e persone che "con tutti questi criminali in giro per internet" sono ben felici di un'autorità forte che li difenda.La vedo brutta..e il peggio è prorio che non so cosa fare che non sia inutile.
      • Anonimo scrive:
        Re: ..pienamente
        Per vedere l'indifferenza della gente basta contare i post a questo thread..se si fosse parlato di limitare p2p o di mp3 avremmo già raggiunto i 50 interventi come minimo.
      • lord_casco scrive:
        Re: ..pienamente
        - Scritto da: Anonimo
        La vedo brutta..e il peggio è prorio che non
        so cosa fare che non sia inutile.Insegnare.Spiega alle persone che conosci cos'e' internet, come funziona e le possibilita' che da.Dopo avergli fatto assaporare la forza e la liberta' del mezzo, illustragli i vincoli a cui e sottomesso e le restrizioni a cui va incontro; se gli rimane "l'amaro in bocca" ai colto nel segno.Ciao.
        • Marlenus scrive:
          Re: ..pienamente
          - Scritto da: lord_casco

          - Scritto da: Anonimo

          La vedo brutta..e il peggio è prorio che
          non

          so cosa fare che non sia inutile.
          Insegnare.
          Spiega alle persone che conosci cos'e'
          internet, come funziona e le possibilita'
          che da.
          Dopo avergli fatto assaporare la forza e la
          liberta' del mezzo, illustragli i vincoli a
          cui e sottomesso e le restrizioni a cui va
          incontro; se gli rimane "l'amaro in bocca"
          ai colto nel segno.
          Ciao.
          Lo faccio da anni.... e credo che per molti che mi conoscono sia ormai solo un povero paranoico che sputa nel piatto dove mangia.Qualcuno diceva che l'albero della libertà va regolarmente innaffiato con il sangue e voglio continuare a credere che è lui il paranoico.Ma è vero che se le persone continuano a ignorare i loro interessi e a bersi la propaganda ogni giorno più aggressiva, allora alla fine bisognerà seguire quel percorso che porta dall'abbondanza all' egoismo, alla schiavitù e poi alla libertà riottenuta con la forza e grazie alla libertà ancora all'abbondanza.... peccato che sia un ciclo che richiede generazioni, e noi siamo in quella dall'egoismo alla schiavitù....Certo insegnare è una soluzione se ci fosse qualcuno interessato. Ma c'è? Io non so davvero che fare. Suggerimenti?Marlenus
          • cico scrive:
            Re: ..pienamente

            Lo faccio da anni.... e credo che per molti
            che mi conoscono sia ormai solo un povero
            paranoico che sputa nel piatto dove mangia.E' esattamente così....Siamo ormai così assuefatti alla libertà da nonfarcene più nulla, finché non comincieranno atogliercela
            Qualcuno diceva che l'albero della libertà
            va regolarmente innaffiato con il sangue e
            voglio continuare a credere che è lui il
            paranoico.premetto che sono piuttosto di destra e contromanifestazioni, rivoluzioni ecc. ma devo direche, purtroppo, inizio a pensare che questodetto corrisponda a veritàil che è estremamente degradande per unasocietà che osa definirsi matura
      • cico scrive:
        Re: ..pienamente

        Le persone che si rendono veramente conto di
        cosa sta succedendo, delle possibilità che
        ci stanno rubando, sono troppo poche,
        pochissime quelle che si ricordano com'era
        Internet 5-8 anni fa (anche perchè allora
        eravamo pochi per davvero).Quando inizierà ad essere censurata/regolamentataanche Usenet, che nel bene o nel male e' riuscita atollerare anche gruppi abberranti, vorrà dire cheInternet come lo abbiamo sempre conosciuto èterminato, e forse sarà bene costruire qualchecosa di nuovo.
        Anche contando le molte persone che
        avvertono con disagio il cambiamento, si
        tratta comunque di una minoranza, e per di
        più una minoranza non organizzata, per la
        stessa natura della rete.Non facciamo gli idealisti, anche se fossimoorganizzati ci sarebbe poco da fare.Internet è diventato un business troppo grossoed appetibile, nonché un formidabile mezzoper indottrinare le masse, per evitare che tutti isoliti gruppi di potere non ne vogliano il controllocompleto.La rete non è fatta dalla volontà, ma da fibre, router,server ecc. che sono di proprietà di privati chedevono generare soldi e lo devono fare nelrispetto delle leggi (intendiamoci, non sonocontro la proprietà privata, ne dico che questidovrebbero tenere in piedi la rete in quantobene comune, ma è bene essere realistici).
        Chi prende le decisioni dall'alto, chi
        spinge perchè vengano approvate leggi in
        grado di limitare la libertà degli utenti,
        non prende ne mai prenderà sul serio nessuna
        protesta in nome dei diritti degli utenti,
        viene preso in considerazione solo ciò che
        in un modo o nell'altro tocca gli interessi,
        ovvero il denaro, la posizione al potere e
        via dicendo.Purtroppo in questo caso credo sia piùil potere che il vil denaro, anche perchécon il potere la grana vien da se'
        E' sempre stato così nella storia
        dell'umanità, nessuno che sia in posizione
        privilegiata la vuole abbandonare, e troppo
        pochi sono quelli che agiscono seguendo la
        coscienza e non le necessità e il tornaconto
        immediato.Va bene, ma o facciamo gli idealisti sperandodi cambiare la nostra organizzazione sociale,oppure cerchiamo di focalizzarci su alcunetematiche.Mettere insieme libertà fondamentali eidealismi no-global non aiuta la causa.
        Se TUTTI i fruitori di CD,DVD cinema,
        smettessero di comprare fino a che i prezzi
        non siano ridotti ad un terzo, forse le case
        produttrici sarebbero costrette a cedere.IMO, non accadrà mai.Anche se i prezzi fossero ridotti ad un terzonon gli costa nulla fare pressioni lobbysticheSpero piuttosto che il popolo bue, in preda aduna sensazionale ipnosi mediatica da qualchedecennio, smetta di fargli entrare soldi nellecasse acquistando spazzatura progettataa tavolino.Pink Floyd, Led Zeppelin, Doors ecc eccPaola e Chiara ? Tiziano Ferro ?ROTFL!
        Se TUTTI quelli che possono evitarlo non
        comprassero più benzina (e andasero in
        bicicletta), probabilmente il prezzo
        scenderebbe.

        e già queste cose, che pure sarebbero
        giuste, e condivise da quasi tutti (o
        perlomeno dai loro portafogli), sono mere
        utopieappunto, sono utopierestiamo in tema libertà
        Cosa potrebbero fare invece gli utenti di
        internet per riavere le proprie libertà?
        Se TUTTI creassimo ciascuno il nostro sito,
        pubblicandoci di proposito materiale
        scomodo? Mah...Se ci fossero le leggi, fIniresti nelle grane e,come ben saprai vivendo in questo paese,se la passa meglio in criminale, non avendonulla da perdere, che un onesto cittadino nellemaglie della giustizia.
        Siamo troppo pochi, e tutti i nuovi utenti
        stanno abituandosi ad una rete sempre più
        simile ad una televisione (per contenuti e
        limitazioni).Già.Comunque noto che chi deve difendere la libertàdi espressione, pubblicando materiale, ci mettesempre dentro anche tutti gli altri temi e questonon fa bene alla causa.
        Freenet sarebbe un bel progetto, ma è troppo
        lento e macchinoso per fare presa sulla
        maggior parte delle persone...e cosa
        impedirebbe a chi può di fare una legge che
        rende freenet illegale, magari con scuse
        ormai collaudate come la pedopornografia?esatto, faranno proprio così[SNIP]
        E, lo si può vedere anche sulle pagine di
        questo forum, esistono anche persone che
        applaudono a queste leggi, e non esitano a
        dare del pirata, del criminale a chiunque le
        critichi in nome dei diritti...persone con
        il "complesso dell'mp3" che non vedono oltre
        il proprio naso, e gli va bene così, e
        persone che "con tutti questi criminali in
        giro per internet" sono ben felici di
        un'autorità forte che li difenda.Attenzione.Io non sono di quelli, credo che copiare privatamenteMP3 sia un reato trascurabile proprio come si sonosempre fatte le cassettine, pero' cercare di difenderela libertà di Internet con questi argomenti rischia disuscitare sentimenti opposti nella grande massa.
        La vedo brutta..e il peggio è prorio che non
        so cosa fare che non sia inutile.Credo ci sia poco da fare ormai, gli Statu Unitiche sono sempre stati dei campioni di libertà(almeno teorica) non sono stati capaci dicontrastare neppure per un'attimo il disegnodi legge.
        • Anonimo scrive:
          Re: ..pienamente

          Quando inizierà ad essere
          censurata/regolamentata
          anche Usenet, che nel bene o nel male e'
          riuscita a
          tollerare anche gruppi abberranti, vorrà
          dire che
          Internet come lo abbiamo sempre conosciuto è
          terminato, e forse sarà bene costruire
          qualche
          cosa di nuovo.Purtroppo le "cose nuove", vedi internet quando è nato, non le si inventano da un giorno all'altro.

          stessa natura della rete.
          Non facciamo gli idealisti, anche se fossimo
          organizzati ci sarebbe poco da fare.Se uno vuole fare dei ragionamenti per assurdo deve fare l'idealista. E comunque hai ragione..proprio per il motivo che dicevo..siamo troppo pochi.E comunque non è idealismo (mi spieghi perchè secondo te è idealismo?) è un dato di fatto che gli utenti storici della rete sono individualisti.
          Internet è diventato un business troppo
          grosso
          ed appetibile, nonché un formidabile mezzo
          per indottrinare le masse, per evitare che
          tutti i
          soliti gruppi di potere non ne vogliano il
          controllo
          completo.Già
          La rete non è fatta dalla volontà, ma da
          fibre, router,
          server ecc. che sono di proprietà di privati
          che
          devono generare soldi e lo devono fare nel
          rispetto delle leggi (intendiamoci, non sono
          contro la proprietà privata, ne dico che
          questi
          dovrebbero tenere in piedi la rete in quanto
          bene comune, ma è bene essere realistici).Chi gestisce le infrastrutture guadagna indipendentemente dalla gestione e libertà della rete...non confondiamo le infrastrutture con i servizi, benchè le due cose siano legate (più servizi = + utilizzo delle infrastrutture) il guadagno dei gestori dell'hardware è infinitesimo rispetto a quello dei gestori dei servizi e non è influenzato così tanto da come la gente usa la rete..o dalla libertà nel modo di usarla[cut]

          E' sempre stato così nella storia

          dell'umanità, nessuno che sia in posizione

          privilegiata la vuole abbandonare, e
          troppo

          pochi sono quelli che agiscono seguendo la

          coscienza e non le necessità e il
          tornaconto

          immediato.

          Va bene, ma o facciamo gli idealisti sperando
          di cambiare la nostra organizzazione sociale,
          oppure cerchiamo di focalizzarci su alcune
          tematiche.

          Mettere insieme libertà fondamentali e
          idealismi no-global non aiuta la causa.Guarda che io non stavo facendo un discorso politico (in cui uno deve essere misurato,controllato, convincere, ecc), stavo esponendo alcune considerazioni così come mi venivano, in quanto in un forum l'idea è di trarre (e fornire) spunti di discussione. E poi non vedo il problema a ricordare quello che è un altro dato di fatto (e non idealismo), idealista sarei a pensare che la storia va verso il giusto..o cose del genere.

          Se TUTTI i fruitori di CD,DVD cinema,

          smettessero di comprare fino a che i
          prezzi

          non siano ridotti ad un terzo, forse le
          case

          produttrici sarebbero costrette a cedere.

          IMO, non accadrà mai.
          Anche se i prezzi fossero ridotti ad un terzo
          non gli costa nulla fare pressioni
          lobbysticheIMO pure, infatti era un esempio, come pure quello successivo. [cut]
          utopie

          appunto, sono utopie
          restiamo in tema libertàIn realtà erano esempi per spiegare un concetto.

          pubblicandoci di proposito materiale

          scomodo? Mah...
          Se ci fossero le leggi, fIniresti nelle
          grane e,
          come ben saprai vivendo in questo paese,
          se la passa meglio in criminale, non avendo
          nulla da perdere, che un onesto cittadino
          nelle
          maglie della giustizia.Ovvio, non potrei essere più daccordo con te.Il discorso era: se su TUTTI (dico tutti) i siti no profit fosse contenuto materiale scomodo...vorrei proprio vedere cosa succederebbe....li chiuderebbero tutti?..Si lo so è impossibile, ne abbiamo già parlato, ma qui si tratta di pensieri liberi, non di un piano politico o di una strategia da adottare..
          Comunque noto che chi deve difendere la
          libertà
          di espressione, pubblicando materiale, ci
          mette
          sempre dentro anche tutti gli altri temi e
          questo
          non fa bene alla causa.??? Scusa..potresti essere più chiaro, magari con un esempio, non ho proprio capito.Se intendi dire che io ho fatto un minestrone di idee..beh..in effetti l'ho fatto ma:1) non stavo facendo un discorso per convincere qualcuno ma esponevo un modo di vedere le cose..cioè io la vedo così, credo di avere detto cose che ameno per me sono vere2) non vedo come questi temi possano essere separati

          ormai collaudate come la pedopornografia?

          esatto, faranno proprio cosìLo stanno già facendo da un pezzo
          Attenzione.
          Io non sono di quelli, credo che copiare
          privatamente
          MP3 sia un reato trascurabile proprio come
          si sono
          sempre fatte le cassettine, pero' cercare di
          difendere
          la libertà di Internet con questi argomenti
          rischia di
          suscitare sentimenti opposti nella grande
          massa.Attenzione anche tu però ;) quello che ho detto io è differente:io ho detto che quando uno parla di libertà, un sacco di gente gli da contro dando per scontato che chi difende la libertà lo fa per potersi scaricare gli mp3, i film, il materiale pedoporno o quant'altro. Il fatto avviene perchè in genere questi discorsi vengono (giustamente) fuori a proposito dell'ennesima legge librticida fatta per limitare questo o quel crimine..
          Credo ci sia poco da fare ormai, gli Statu
          Uniti
          che sono sempre stati dei campioni di libertà
          (almeno teorica) non sono stati capaci di
          contrastare neppure per un'attimo il disegno
          di legge.Già, è deprimente...
          • cico scrive:
            Re: ..pienamente

            Purtroppo le "cose nuove", vedi internet
            quando è nato, non le si inventano da un
            giorno all'altro.erano anche altri tempi e la tecnologiaera agli albori, comunque concordo sulfatto che un'alternativa non salterebbefuori da un giorno all'altro.
            E comunque non è idealismo (mi spieghi
            perchè secondo te è idealismo?) è un dato di
            fatto che gli utenti storici della rete sono
            individualisti.Considero idealismo credere di mettereinsieme un numero sufficiente di teste pensantiper contrastare quello che sta accadendo.Intendiamoci, non sto dicendo che sarebbesbagliato, credo solo che sia impossibile.Non riusciamo a farlo neppure per questionidove la legge è dalla nostra parte.Quando vedo "Report" o "Mi manda RAI3"spesso mi viene la nausea, è incredibilequanto volte, e quanto spesso, ci passano soprala testa pur avendo tutte le carte in regola per farevalere i nostri diritti.Non sono ne un verde, ne un no-global, ma nonè possibile non accorgersi dei continui abusi diogni tipo, e della sistematica brutalizzazione delpianeta.A quanto pare, però, sembriamo essere tuttinarcotizzati, forse dall'eccessivo benessere,forse dagli ipnotici media che a loro voltasubiscono pressioni da ogni tipo di lobby(e non mi riferisco a Berlusconi ed alconflitto di interessi, mi sembra un discorsofin troppo semplicistico).Non sono per le rivoluzioni, sono convinto chetutti gli abusi potrebbero essere contrastatidemocraticamente se ci fosse una coscienzacivile vigile.Pare che non ci sia modo di ne di coltivarla,ne di trovare entità che si preoccupino diportare avanti battaglie democratiche.La politica ormai è scaduta ad un livello taleper cui farebbero qualunque cosa pur di nonaffrontare veramente, e seriamente, problemipolitici.Le associazioni spesso sono politicizzate,altre volte sovrappongono obiettivi diversi(perdendo parte delle persone), altre volte,infine, semplicemente non riescono ad averela massa critica per fare valere le proprieargomentazioni.
            Chi gestisce le infrastrutture guadagna
            indipendentemente dalla gestione e libertà
            della rete...[SNIP]Quello che volevo dire è che sono delle organizzazionia scopo di lucro e, dovendo sottostare alle leggi percontinuare ad operare, non potrebbero in alcun caso"chiudere un occhio" per permettere ad una strutturaalternativa di iniziare ad esistere.
            Guarda che io non stavo facendo un discorso
            politico (in cui uno deve essere
            misurato,controllato, convincere, ecc),
            stavo esponendo alcune considerazioni così
            come mi venivano, in quanto in un forum
            l'idea è di trarre (e fornire) spunti di
            discussione. Tutto è politica, sopratutto questioni fondamentalicome queste, ma non stavo dicendo che sbaglia buttarla in politica...
            E poi non vedo il problema a ricordare
            quello che è un altro dato di fatto (e non
            idealismo), idealista sarei a pensare che la
            storia va verso il giusto..o cose del
            genere.... quello che stavo contestando è che troppospesso al posto di portare avanti una seriedistinte di battaglie democratiche, si tendead agglomerare più problemi con il risultatodi perdere il consenso di molte persone checondividono solo alcuni dei temi proposti.Neppure io penso che la storia stia andandoper il verso giusto, ma da questo alcondividere le tesi assolutiste dei "no-global"o quelle dei pacifisti ad ogni costo ne passa.Senza neppure tirare in ballo quella generazionedi teste vuote che vanno a queste manifestazioniper sfasciare tutto nel nome di una rivoluzione cheha più a che fare con gli ormoni che altro.
            Il discorso era: se su TUTTI (dico tutti) i
            siti no profit fosse contenuto materiale
            scomodo...vorrei proprio vedere cosa
            succederebbe....li chiuderebbero tutti?Aprirebbero una serie di procedimenticontro tutti quelli che ricadono nellaloro giurisdizione, salvo poi tirare qualchecolpo di spugna per palese impossibilitàdi seguirli tutti.Intanto alcuni ne pagherebbero le conseguenze.IMO il modo corretto per combattere questecose è in sede politica, evitando che passinoalcune leggi.Purtroppo servono dei politici....
            ..Si lo so è impossibile, ne abbiamo già
            parlato, ma qui si tratta di pensieri
            liberi, non di un piano politico o di una
            strategia da adottare.. Nulla da obiettare, ma credo che il problemasia proprio questo: io, te e chissà quantialtri discutono liberamente, poi non c'e'nessuno che sia disposto a farsi caricoseriamente della cosa a livello politico.Tutti a pensare a come tenere il cadreghinoe a come spartire la torta con i compagni/camerati.
            ??? Scusa..potresti essere più chiaro,
            magari con un esempio, non ho proprio
            capito.
            Se intendi dire che io ho fatto un
            minestrone di idee..beh..in effetti l'ho
            fatto ma:
            1) non stavo facendo un discorso per
            convincere qualcuno ma esponevo un modo di
            vedere le cose..cioè io la vedo così, credo
            di avere detto cose che ameno per me sono
            vereVa bene, ne stiamo discutendo, anche iostavo esprimendo un'idea in lbertà: chetroppo spesso sento parla di cose diversemescolare fra loro.Come quello che si è messo a vaneggiaresull'open source con argomenti capziosi.Qui stiamo parlando di libertà fondementali,nessuno ha mai cercato di fare passare leggiche per principio limitano un individuo perquanto riguarda la realizzazione (tra l'altronel tempo libero) di un Kernel o quant'altro.E lasciamo perdere Palladium, se non cifosse quello sarebbe un'altra tecnologia,il problema sono le leggi che impongonoil controllo ed eventualmente la repressione(civile intendiamoci, tramite annosi processiamministrativi/penali)
            2) non vedo come questi temi possano essere
            separatiCredo che quaste battaglie vadano combattuteuna per una, anche per poter avere un maggioreconsenso.
            Già, è deprimente...molto :-/
          • Anonimo scrive:
            Re: ..pienamente
            siete legati al "cavo"internet a livello pratico cos'e' ?2 pc che si scambiano daticon cosa ? e chi se ne freaga con che cosa si scambiano i datiil PallaDio non serve a nulla, se viene crakkata o apera una sola macchina 100% possibile la sicurezza della palla fa a farsi fotterefreenet fa schifo (lo conosco)a:e' in javab:non ci stanno contenuti grossi (non ci stanno mp3 o avi)quindi pr attirare la MASSA scema bisogna dargli quello che vuolefreenet non e' sicurezza o privacy, ci sarebbero modifich da apportare al sistema talente grosse che .... si puo fare !--Il supercontrollo lo realizzano con echelon e tra le parole chiave ci sta pgp, per rendere sicuro un sistema basta trafferire miliardi di dati, infilarci la propia informazione e nessuno se ne accorge (4 righe di testo) ma le informazioni di oggi sono grosse 15 mb 2,5 e sono intercettabili--Chi ha creato internet sono stati gli hacher (oggi sono la microsoft, cisco,redhat, norton) e hanno perso la voglia di fare per sfizio ma per denaroa loro serve un utonto oggi e vogliono un utonto domanima oggi e' troppo tardi (spero) per fermare la voglia di aprire la scatola da parte degli utentirenderanno molte cose illegali come la crittografia il pgp il p2pma non per questo fermeranno terroristi e altrorenderanno anche obbigatorio registrare i pc ma non renderanno per sempre schiava la gente del controllo della rete, la cosa puo durare qualche anno (10) poi la cosa gli scoppia tra le mani, quando un hacker (di oggi) che stufo della cosa fara dei danni ad amministratori ignoranti usando tecniche oggi "obsolete"; il prossimo problema sara l'identita della persona (CI digitale che come vedete e' stata rimandata al mittente) a parma la devi richiedere almeno 15 gg primauna cosa che non potranno fermare sono gli hacker(quelli con le ()())e ci saranno semprel'open soource come modello di bisness e' la cosa miglioredato che non lega l'utente al programma (e allla societa fornitrice)--IMHO i sistemi di controllo della liberta sono destinati a fallireper il fatto che (un esempio)e' vietato superare i 50 in citta ma nessuno ti puo impedire di farloE' come per la droga, sono riusciti a fermarla ?e il proibizionismo in usa ?il tcpip e' standard, aperto, e il v6 anche, ed M$ non e' standard
  • Anonimo scrive:
    comitato per ricomprare la costituzione
    cominciate a donare ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: comitato per ricomprare la costituzione
      - Scritto da: Anonimo
      cominciate a donare ;)Non sarebbe prima il caso di impedirgli che se la vendano?hola
      • Anonimo scrive:
        Re: comitato per ricomprare la costituzi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        cominciate a donare ;)

        Non sarebbe prima il caso di impedirgli che
        se la vendano?MA QUALE COSTITUZIONE???SE NE SONO SEMPRE FREGATI, DELLA COSTITUZIONE!!!QUANDO HA FATTO COMODO AI SIGNORI DEL PARLAMENTO, NON HANNO ESITATO A IGNORARLA!!!L'ALTO ADIGE È PIENO DI LEGGI CHE DISCRIMINANO LE ETNIE!!! DI COSA ANDATE CIANCIANDO???NON CI SERVE UNA COSTITUZIONE REGOLARMENTE CALPESTATA!!!E PENSANO DI CAMBIARLA!!! PENSASSERO PIUTTOSTO A RICONOSCERE PRIMA QUELLA ESISTENTE!!!Bah!Tit.
Chiudi i commenti