Coop più vicina alla telefonia mobile

La trattativa con TIM è in fase avanzata, ma non c'è ancora nulla di definitivo. I rumors non mancano

Roma – Potrebbe essere 3311 il prefisso di telefonia mobile che contraddistinguerà gli utenti Coop . Già, perché stando ad alcuni rumors in circolazione in questo periodo, la nota rete che gestisce super e ipermercati sarebbe pronta ad entrare a breve nel mondo della telefonia.

Non è una sorpresa: che Coop avesse questa intenzione è notizia della scorsa estate . Oggi però i tempi per concretizzare il progetto sembrano vicini alla maturità: Coop, secondo quanto riferito dal quotidiano laRepubblica e riportato dal blog Tel&Co , si sarebbe infatti dichiarata pronta a debuttare tra i telefonini, con un comunicato rivolto ad Agcom e Antitrust .

In questa avventura TLC, Coop avrà bisogno di un operatore mobile “reale”, peraltro già individuato in TIM , con cui il gruppo ha in corso un accordo di partnership per un’offerta commerciale legata ad una specifica scheda ricaricabile offerta in co-branding, la RicariCard Premiata Coop-TIM .

Le indiscrezioni sembrano attribuire alla notizia un sapore di ufficialità, anche se è necessario riportare come la stessa Coop, interpellata dalla redazione di Punto Informatico, abbia precisato: “Stiamo trattando l’ingresso nella telefonia virtuale”, aggiungendo che “al momento le trattative con TIM sono in fase avanzata, ma non c’è ancora nulla di definitivo”.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mauro demeo scrive:
    ciao
    ti voglito
  • DANIELEMART ELLOTTA scrive:
    VODAFONE
    UNA RICARICA DA 10 EURO
  • DANIELEMART ELLOTTA scrive:
    VODAFONE
    VORREI UNA RICARICA DA 10 EURO
  • pppaolo scrive:
    155.it Wind: pubblicita' ingannevole?
    Wind afferma che il passaggio ai nuovi piani tariffari e' gratuito per tutti, ma poche righe sotto specifica che solo il primo cambio di piano tariffario e' gratuito, gli altri si pagano (7 euro dice Wind, 8-10 dicono nei negozi Wind).Tutti quelli che hanno gia' fatto un cambio di piano tariffario gratis (per scxeglierne uno miogliore di quello fornito di default) dovrebbero pagare o no?Si puo' restare ai vecchi piani tariffari?Col vecchio Sempre light pagavo 24,8 centesimi al minuto, senza scatti alla risposta, con il nuovo equivalente Senza scatto new pagherei solo 24 centesimi al minuto, ma se dovessi pagare 8-10 euro il cambio di piano mi occorrerebbero anni per ammortizzare la spesa.Sembra proprio che Wind voglia fare una figuraccia dopo l'altra e rendersi antipatica.Paolo
    • floriano scrive:
      Re: 155.it Wind: pubblicita' ingannevole?
      - Scritto da: pppaolo
      Wind afferma che il passaggio ai nuovi piani
      tariffari e' gratuito per tutti, ma poche righe
      sotto specifica che solo il primo cambio di piano
      tariffario e' gratuito, gli altri si pagano (7
      euro dice Wind, 8-10 dicono nei negozi
      Wind).
      Tutti quelli che hanno gia' fatto un cambio di
      piano tariffario gratis (per scxeglierne uno
      miogliore di quello fornito di default)
      dovrebbero pagare o
      no?
      Si puo' restare ai vecchi piani tariffari?
      Col vecchio Sempre light pagavo 24,8 centesimi al
      minuto, senza scatti alla risposta, con il nuovo
      equivalente Senza scatto new pagherei solo 24
      centesimi al minuto, ma se dovessi pagare 8-10
      euro il cambio di piano mi occorrerebbero anni
      per ammortizzare la
      spesa.
      Sembra proprio che Wind voglia fare una
      figuraccia dopo l'altra e rendersi
      antipatica.
      Paolomi sa che anche il primo cambio piano è diventato a pagamento
  • Anonimo scrive:
    Il giochino del 20 percento WIND
    Se perdono fino al venti percento circa di abbonati gli conviene visto che: Una ricarica ha il PIZZO del 20 percento circaLe nuove offerte sono sempre al 20 percento circa in piu'...Insomma, ci provano SEMPRE, ma io non la mando giu' e a questo giro li mando a fankul: WInd, e Aldo Giovanni e Giacomo...PS sono uno dei quelli MAL RICARICATI!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il giochino del 20 percento WIND
      - Scritto da:
      Se perdono fino al venti percento circa di
      abbonati gli conviene visto che:


      Una ricarica ha il PIZZO del 20 percento circa

      Le nuove offerte sono sempre al 20 percento circa
      in
      piu'...

      Insomma, ci provano SEMPRE, ma io non la mando
      giu' e a questo giro li mando a fankul: WInd, e
      Aldo Giovanni e
      Giacomo...

      PS sono uno dei quelli MAL RICARICATI!!!sei difettoso insomma, ma solo al 20% o al 100% ?
  • Anonimo scrive:
    ancora telefonini
    Come è possibile che vodafone si è inventata la scadenza della carta sim è di 12 mesi e la scadenza del traffico telefonico non c'è più?Ma il decreto prevede questo?L'Ho letto dal sito VodafonePenso che un'altra fregatura è in arrivo apposta Vodafone richiede 8 euro per risarcire il traffico,sa quanti ne fregheranno con questo stratagemma.Informatevi è grave!!
  • Anonimo scrive:
    Vecchi Piani Tariffari ??
    alla fine anche i vecchi piani tariffari godono delle ricariche piene senza costi ?? io ho wind senza scatto a 10 cent al minuto (tarrifazione al secondo)...ke poi si è evoluta a 24 cent al minuti senza costi di ricaricann ci sto capendo + niente :|
  • Anonimo scrive:
    Sentite l'ultima
    ieri ho ricaricato con una prepagata da 10 euro, mi ha ricaricato 8 euro, adesso controllando nel 155.it risulta che la ricarica è stata effetuata il 27/02/2007...Simpatici vero
    • Anonimo scrive:
      Re: Sentite l'ultima
      - Scritto da:
      ieri ho ricaricato con una prepagata da 10 euro,
      mi ha ricaricato 8 euro, adesso controllando nel
      155.it risulta che la ricarica è stata effetuata
      il 27/02/2007...Simpatici
      veroCredo sia reato 'sta furbata di Wind
      • Anonimo scrive:
        Re: Sentite l'ultima
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        ieri ho ricaricato con una prepagata da 10 euro,

        mi ha ricaricato 8 euro, adesso controllando nel

        155.it risulta che la ricarica è stata effetuata

        il 27/02/2007...Simpatici

        vero

        Credo sia reato 'sta furbata di Windo forse è l'utente che è un po' distratto e ha scambiato una ricarica non ancora contabilizzata nel database con una effettuata il 27/2
    • Anonimo scrive:
      Re: Sentite l'ultima
      - Scritto da:
      ieri ho ricaricato con una prepagata da 10 euro,
      mi ha ricaricato 8 euro, adesso controllando nel
      155.it risulta che la ricarica è stata effetuata
      il 27/02/2007...Simpatici
      veroNon so devo ritenermi fortunato :@ visto che, mi hanno tolto i 2 euro di ricarica sui 10, ma almeno, hanno rispettato il giorno di ricarica, il 06/03/2007.Cmq, una cosa è certa, già da ieri mi sono adoperato per trasferire i miei 5 contratti su TRE, solo per il fatto che, in osservanza al decreto, non hanno variato le tariffe ed hanno anticipato i tempi.Verrebbe da fare un appello a: Aldo Giovanni e Giacomo, Fiorello e Mike, affinchè non prestino la loro sana immagine a dei furbetti di quartiere come Wind.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sentite l'ultima
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        ieri ho ricaricato con una prepagata da 10 euro,

        mi ha ricaricato 8 euro, adesso controllando nel

        155.it risulta che la ricarica è stata effetuata

        il 27/02/2007...Simpatici

        vero

        Non so devo ritenermi fortunato :@ visto che, mi
        hanno tolto i 2 euro di ricarica sui 10, ma
        almeno, hanno rispettato il giorno di ricarica,
        il
        06/03/2007.
        Cmq, una cosa è certa, già da ieri mi sono
        adoperato per trasferire i miei 5 contratti su
        TRE, solo per il fatto che, in osservanza al
        decreto, non hanno variato le tariffe ed hanno
        anticipato i
        tempi.
        Verrebbe da fare un appello a: Aldo Giovanni e
        Giacomo, Fiorello e Mike, affinchè non prestino
        la loro sana immagine a dei furbetti di quartiere
        come
        Wind.se il cachet lo paghi tu forse potrebbero essere d'accordo
  • Anonimo scrive:
    Rimborsabili illusi
    Io con Wind per un rimborso che mi spettava sono stato in ballo un anno, passando per il tentativo di conciliazione obbligatoria della Co.Re.Com.Alla fine ho desistito perché mi stava costando troppo in tempo.Purtroppo è così che di solito va a finire: loro ci provano, se un si impunta magari ottiene il rimbrorso, ma ci ha speso un sacco di tempo e di denaro :@
  • Anonimo scrive:
    Abolite le ricariche WIND sotto i 50€
    stamattina sono andato dal tabaccaio per ricaricare e la sorpresa... abolite le ricariche sotto i 50... visto che le decisioni cambiano velocemente ho deciso di aspettare qualche giorno per vedere come evolve la faccenda!ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Abolite le ricariche WIND sotto i 50€
      Bah, ti dirò, in fin dei conti, in fondo in fondo, se mi Wind se ne uscisse con un piano tariffario con le tariffe del defunto Wind Sempre Light, con il vincolo contrattuale di ricaricare con un taglio minimo di almeno 50 Euro, non mi dispiacerebbe.O forse dovrei dire che non mi dispiace, visto che è quello che ho fatto da almeno sei anni, consultando le nuove offerte e finendo sempre per restare su questa.Mi spiego: voi volete ricaricare con tagli piccoli senza costi di ricarica, io voglio una tariffa che non discrimini sul destinatario a secondi senza scatto alla risposta. Io in cambio sono disposto a ricaricare a 50 Euro alla volta. Voi in cambio cosa siete disposti a mollare? Il costo al secondo? Il costo dello scatto alla risposta? Perché se non siete disposti a mollare niente, beh, questo non è l'incontro sul mercato di una domanda con una offerta: è volere la botte piena e la moglie ubriaca. Se invece ritenete che i margini di profitto siano così enormi, fatevi prestare i soldi da una banca straniera ed entrate sul mercato. Ricordatevi però che:- Colaninno, dopo aver fondato OMNITEL, nuova società, ha preferito venderla e comprarsi TELECOM.- Blu by BT è fallita.- IPSE2000 by Telefonica non è mai partita e gli stanno ritirando le licenze. E che Telefonica sta invece puntando a comprarsi TIM.Non stranitevi però se le banche fossero un po' restie a prestarvi i soldi e lo fossero un po' meno se gli proponete di acquistarne una delle esistenti.
  • Anonimo scrive:
    Sì allo scatto alla risposta ma...
    Non sono contrario, in linea di principio, allo scatto alla risposta: secondo me ogni singolo operatore dovrebbe essere libero di metterlo o meno nei propri piani tariffari. Siamo in un regime di libero mercato e quindi ogni singola azienda ha diritto ad applicare le tariffe che meglio crede. L'importante è che non si formino cartelli atti a danneggiare il consumatore e che le tariffe applicate siano TRASPARENTI: le authority dovrebbero servire a questo e non imporre regole sulle strutture tariffarie degli operatori, che dovrebbero invece essere lasciati alla loro libera iniziativa. Il costo di ricarica andava abolito perché era un costo anomalo presente solo in Italia frutto del cartello formato dagli operatori: a tal proposito spero proprio che l'antitrust dia una multa salata agli operatori per questo cartello.Quindi penso che la presenza dello scatto alla risposta debba essere a discrezione dell'operatore, però sulle ricariche e i siti web dovrebbero essere indicati chiaramente i costi delle chiamate di 1,3 e 5 minuti, obbligando gli operatori a metterceli eventualmente per legge.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sì allo scatto alla risposta ma...
      - Scritto da:
      Il costo di ricarica
      andava abolito perché era un costo anomalo
      presente solo in Italia frutto del cartello
      formato dagli operatori: a tal proposito spero
      proprio che l'antitrust dia una multa salata
      agli operatori per questo cartello.D'accordo. E spero che sia proporzionata all'importo ricavato. Perché finora di quei 1700 Milioni di Euro di CdR di cui si parla non ho visto una ripartizione una per Operatore su totale delle ricariche. Mi piacerebbe vederla.... una cosa del tipo TIM: xx Milioni CdR su yy di ricariche, VODAFONE xx su yy, WIND xx su yy....Mi piacerebbe proprio...
      dovrebbero essere indicati chiaramente i costi
      delle chiamate di 1,3 e 5 minuti, obbligando
      gli operatori a metterceli eventualmente per
      legge.Come insegnano in tutti i corsi di telecomunicazioni, la Durata Media di una telefonata è TRE MINUTI. Infatti, se ti metti con pazienza e con un foglio Excel a confrontare il costo delle varie tariffe, includendo tutto (CdR, Iva, scatto alla risposta, costi variabili etc etc) vedrai, non inaspettatamente, che i costi più o meno si equivalgono.Dimostrando che le telco sanno la statistica...Ma il problema di fondo è che nessuna legge potrà mai proteggere uno sciocco. Se ti faccio una tariffa con uno scatto alla risposta inclusivo dei primi 1,5 minuti di conversazione, poi uno a 1,6 minuti inclusivo di tutto il traffico fino a 5 minuti e dal sesto una tariffazione a secondi con alto costo al secondo, avrò valori bassi a 1,5 e 5 ma IN MEDIA una tariffa schifosa.Ci vorrebbe la pubblicazione del valore Medio, della varianza e del momento di terzo ordine. Ma siamo punto e a capo: chi non legge non capisce nemmeno questi indicatori statistici.Quello che servirebbe non è una legge, ma un NATURALE RIFIUTO ad un contratto per cui ci si impieghi più di 60 secondi per leggerlo. Se entro 60 secondi non mi è tutto chiaro, vuol dire che è strutturato in modo troppo complesso: ne cerco un'altro più lineare.Io ne ho uno che all'epoca diceva: qualunque chiamata verso chiunque, 8 lire al secondo per i primi 3 minuti, 4 lire al secondo per i successivi. Nient'altro. Secondi di conversazione x 8 fino a 180, secondi per 4 oltre i 180. E chi se ne frega quale sia la compagnia del destinatario, se ha fatto Number Portability, se è lunedi, sabato o mezzanotte. Mi cambiassero la tariffa impiegherei 10 secondi a scoprirlo (visto che oltretutto mi arriva il costo della telefonata alla fine di ogni comunicazione...).Ma apparentemente tanto puoté il marketing che si preferisce appartenere ad una Tribù piuttosto che ad una comunità di uomini con spirito critico...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sì allo scatto alla risposta ma...

        Io ne ho uno che all'epoca diceva: qualunque
        chiamata verso chiunque, 8 lire al secondo per i
        primi 3 minuti, 4 lire al secondo per i
        successivi. Nient'altro.E' la stessa tariffa che ho io :)Sono anni che ce l'ho e non la cambio neanche morto.Mediamente faccio telefonate sotto i 2 minuti, per cui risparmio abbastanza. Se poi supero i 3 minuti pago il 50% in meno dal quarto minuto in poi.Poi ho anche una Tim 0 Scatti, per cui chiamo tutti i Tim a 15 cent al minuto (no scatto alla risposta. Tariffazione a secondi) e risparmio un altro pacco di soldi.Ho quindi trovato le due tariffe ideali per me.Poi se devo chiamare un cellulare da casa, uso VoipCheap che ti fa pagare le chiamate verso tutti a 13 cent (iva inclusa) al minuto. Verso tutti www.voipcheap.combye
  • Anonimo scrive:
    Ricariche sotto i 50 euri?
    Non si parla della vera questione: ovvero se saranno o meno nuovamente consentite le ricariche al di sotto dei 50 euro per le vecchie tariffazioni.Francamente tutte le notizie degli ultimi giorni che affermavano che wind sarebbe tornata sui suoi passi sono delle NON NOTIZIE.E' ovvio che se la legge dice una cosa loro non possono fare il contrario.ARIDATECE LE RICARICHE SOTTO I 50 EURIII!(dal sito di bancoposta stamattina è ricomparsa quella da 25 euro... è serietà questa?)
  • Anonimo scrive:
    Una mera strategia commerciale
    Wind in principio ha detto che per togliere i costi di ricarica il cliente doveva per forza cambiare tariffa.Passano 2 giorni e alcuni cambiano tariffa.Wind decide di abolire i costi di ricarica anche sui vecchi piani tariffari e di rimborsare i costi di ricarica.Ci vedete nulla di strano?Sì quelli che sono passati alla nuova tariffa *più costosa* credendo che fosse l'unico modo per togliere i costi di ricarica.Mica scemi alla wind.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una mera strategia commerciale
      - Scritto da:
      Wind in principio ha detto che per togliere i
      costi di ricarica il cliente doveva per forza
      cambiare
      tariffa.
      Passano 2 giorni e alcuni cambiano tariffa.
      Wind decide di abolire i costi di ricarica anche
      sui vecchi piani tariffari e di rimborsare i
      costi di
      ricarica.

      Ci vedete nulla di strano?
      Sì quelli che sono passati alla nuova tariffa
      *più costosa* credendo che fosse l'unico modo per
      togliere i costi di
      ricarica.
      Mica scemi alla wind.Ma ke dici ? wind inizialmente aveva fatto una scelta che prevedeva la contestazione del decreto e il ricorso alla magistratura per una legge palesemente anticostituzionale nonchè retroattiva, ma si sarebbe inimicata troppe organizzazioni benefiche e quindi come sucede spesso in italia ha preferito chinare il capo di fronte al potente di turno (che in questo caso è rappresentato anche dalla folla inferocita). Sappiamo benissimo che fine fanno in Italia i giusti e Wind da oggi imparerà ad essere piu' furba.
      • Anonimo scrive:
        Re: Una mera strategia commerciale

        Ma ke dici ? wind inizialmente aveva fatto una
        scelta che prevedeva la contestazione del decreto
        e il ricorso alla magistratura per una legge
        palesemente anticostituzionale nonchè
        retroattiva, ma si sarebbe inimicata troppe
        organizzazioni benefiche e quindi come sucede
        spesso in italia ha preferito chinare il capo di
        fronte al potente di turno (che in questo caso è
        rappresentato anche dalla folla inferocita).
        Sappiamo benissimo che fine fanno in Italia i
        giusti e Wind da oggi imparerà ad essere piu'
        furba.Fammi capire, intendi dire che Wind è una vittima di questo decreto e non tutti gli utenti che per anni hanno pagato indebitamente i costi di ricarica? Mi pare che finora le compagnie sono state fin troppo furbe nei confronti degli utenti e vorrei capire che cosa ci sarebbe di incostituzionale in questa legge. Se era così sicura di queste argomentazioni, perché non andare avanti fino in fondo?
        • Anonimo scrive:
          Re: Una mera strategia commerciale
          Esatto.Wind COMPETEVA SUL MERCATO, unica ad offrire una possibilità per NON PAGARE i costi di ricarica.Perché quello che tutti si ostinano a non ricordare, giornlisti in primis, è che E' SEMPRE ESISTITO UN MODO DI NON PAGARE I COSTI DI RICARICA ed era ABBONARSI A WIND E RICARICARE ALMENO 50 EURO!!!!!!!!Il decreto non è incostituzionale, è ILLIBERALE! Non è vero che i costi di ricarica SI DOVEVANO PAGARE, si pagavano perché NON SI VOLEVA CAMBIARE OPERATORE!Se sul mercato esiste la scelta, la SCELTA DEVE AVVERNIRE DA PARTE DEL MERCATO: fino ad oggi il mercato, pur in presenza di una offerta senza costi di ricarica, senza scatti alla risposta, espressi iva inclusa, a prezzi inferiori (includendo nel costo degli altri CdR e l'IVA)HA SCELTO DI RESTARE CON LE ALTRE OFFERTE SUL MERCATO.Quello che in molti contestiamo non è l'intervento dello stato in se, ma QUESTO intervento dello stato su una situazione dove una alternativa commerciale esisteva.Wind non è stata danneggiata da questo decreto, non perché il decreto in se non la danneggiasse, ma perché gli italiano NON SANNO SCEGLIERE.E' come quando si cerca di fare una legge che protegga contro maghi e fattucchiere: la legge deve proteggere dai raggiri e le persone deboli, non quelle SCIOCCHE! Se vuoi un bell'intervento divino e/o mistico, vai in una delle innumerevoli chiese, che in questo paese ce n'è una ad ogni angolo, recita "ti prego, ti prego" fino alla nausea che è gratis (almeno credo che per ora nessuna chiesa faccia pagare per entrare e sedersi a pregare...). Ma se ti chiedono soldi, stacci alla larga!!!!Voleva un bel decreto liberale antitrust? Obblighino Telecom a consegnare l'ultimo miglio ai comuni su cui risiede o a cooperative di consumatori, che ogni anno ne affideranno la manutenzione al migliore offerente sul mercato, vietando a società che effettuano servizio telefonico la possibilità di possedere il cavo fisico dell'ultimo miglio...
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mera strategia commerciale
            già, peccato che sotto i 50 ci fosse un cartello, e che in tutto il resto del mondo i costi di ricarica non ci sono mai stati, quindi illiberale erano le società di tc, non lo stato che rompe il cartello, anche perchè la decisione la avrebbe presa comunque l'autority
          • Anonimo scrive:
            Re: Una mera strategia commerciale
            Fantastica idea!Un solo operatore che non fa pagare i costi di ricarica sopra i 50 euro (così almeno il 90% delle ricariche si pagano...), così TUTTI gli operatori possono dire che la scelta c'è!Poco importa se i costi di ricarica sono totalmente ingiustificati, loro hanno la coscienza a posto!E così è INGIUSTO togliere i costi di ricarica, perchè deve essere il mercato a costringere gli operatori a cambiare...(troll2)(troll2)(troll2)
        • Anonimo scrive:
          Re: Una mera strategia commerciale

          e vorrei capire che cosa ci sarebbe di
          incostituzionale in questa legge. Se era così
          sicura di queste argomentazioni, perché non
          andare avanti fino in
          fondo?puoi dire che il CDR sia una clausola "vessatoria" o "occulta" ?penso di no , quindi il decreto è incostituzionale.Il decreto avrebbe al massimo potuto abolire il CDR per i nuovi contratti e non per quelli già in essere.Perchè la Wind non è andata fino in fondo ? SE fossimo stati in GB in Germania in USA in Francia sicuramente lo avrebbe fatto, in Italia sai come vanno le cose, cercano sempre di fregarti e forse conviene + attrezzarsi in tal senso che cercare di far trionfare la verità e la giustizia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Una mera strategia commerciale

        Ma ke dici ? wind inizialmente aveva fatto una
        scelta che prevedeva la contestazione del decreto
        e il ricorso alla magistratura per una legge
        palesemente anticostituzionale nonchè
        retroattiva, ma si sarebbe inimicata troppe
        organizzazioni benefiche e quindi come sucede
        spesso in italia ha preferito chinare il capo di
        fronte al potente di turno (che in questo caso è
        rappresentato anche dalla folla inferocita).
        Sappiamo benissimo che fine fanno in Italia i
        giusti e Wind da oggi imparerà ad essere piu'
        furba.

        Ma TU che dici? Il fatto che i costi di ricarica ci siano solo in Italia non ti fa riflettere sul fatto che forse (FORSE?!?) le compagnie telefoniche han fatto cartello? mmm.. che società oneste.. si si.. in Italia i giusti la prendono sempre in quel posto, ma i giusti sono i poveri lavoratori che pagano le tasse e vengono tartassati da stato ed imprese!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Una mera strategia commerciale
          - Scritto da:


          Ma ke dici ? wind inizialmente aveva fatto una

          scelta che prevedeva la contestazione del
          decreto

          e il ricorso alla magistratura per una legge

          palesemente anticostituzionale nonchè

          retroattiva, ma si sarebbe inimicata troppe

          organizzazioni benefiche e quindi come sucede

          spesso in italia ha preferito chinare il capo di

          fronte al potente di turno (che in questo caso è

          rappresentato anche dalla folla inferocita).

          Sappiamo benissimo che fine fanno in Italia i

          giusti e Wind da oggi imparerà ad essere piu'

          furba.





          Ma TU che dici? Il fatto che i costi di ricarica
          ci siano solo in Italia non ti fa riflettere sul
          fatto che forse (FORSE?!?) le compagnie
          telefoniche han fatto cartello? mmm.. che società
          oneste..per alcuni anni wind non ha fatto pagare i CDR neanche sui tagli inferiori e non mi pare che l'utenza sia accorsa in massa preferendo spesso altri operatori. Ergo wind ha dedotto che era inutile rinunciare a quei guadagni che avrebbero potuto meglio essere utilizzati ad esempio abbassando le tariffe, come in effetti e' stato. x quanto riguarda il famoso "cartello" tutti lo danno talmente x scontato che mi chiedo perchè lo stato invece di abolire il CDR non risolva il problema alla radice abolendo il "cartello" e ritornando all'indimenticato monopolista unico.

          si si.. in Italia i giusti la prendono sempre in
          quel posto, ma i giusti sono i poveri lavoratori
          che pagano le tasse e vengono tartassati da stato
          ed
          imprese!!!
          beh ti ricordo che anche che il 100% dei lavoratori italiani prendono lo stipendio dalle imprese, publiche o private che siano, casomai te ne fossi scordato.
    • aghost scrive:
      Re: Una mera strategia commerciale
      a pensar male si fa peccato, diceva qualcuno che se ne intendeva... :)Ma quelli che hanno sottoscritto la nuova tariffa, potranno tornare indietro? http://aghost.wordpress.com/
      • Uby scrive:
        Re: Una mera strategia commerciale
        - Scritto da: aghost
        a pensar male si fa peccato, diceva qualcuno che
        se ne intendeva...
        :)

        Ma quelli che hanno sottoscritto la nuova
        tariffa, potranno tornare indietro?


        http://aghost.wordpress.com/La vedo dura...E comunque non tutti avranno voglia di fare ricorsi e via discorrendo. Tra l'altro non credo ne valga la pena, ci rimetti soldi e salute per una cosa così stupida. Meglio cambiare operatore, così ti regalano anche credito! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Una mera strategia commerciale
      io avevo fiutato la magagna e mi sono stato fermo, senza nè caricare nè cambiare piano :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Una mera strategia commerciale
      - Scritto da:
      Wind in principio ha detto che per togliere i
      costi di ricarica il cliente doveva per forza
      cambiare
      tariffa.
      Passano 2 giorni e alcuni cambiano tariffa.
      Wind decide di abolire i costi di ricarica anche
      sui vecchi piani tariffari e di rimborsare i
      costi di
      ricarica.

      Ci vedete nulla di strano?
      Sì quelli che sono passati alla nuova tariffa
      *più costosa* credendo che fosse l'unico modo per
      togliere i costi di
      ricarica.
      Mica scemi alla wind.Ti sbagli, che la Wind abbia cappellato perdendo la faccia la pensiamo tutti allo stesso modo, ma da quando ha "cambiato linea" togliendo il costo di ricarica a tutti ha contestualmente permesso a chi aveva cambiato piano telefonico di tornare al vecchio senza pagare il passaggio. Questo non toglie l'enorme errore del settore marketing e legale di Wind. Per la cronaca comunque, io ho una prepagata Wind dal 2000 e no mai in sette anni pagato i costi di ricarica, facendo ricariche ultimamente sopra i 50 euro o ricaricandomi online anche solo di 10 euro con addebito senza costi aggiuntivi sulla bolletta del mio tel fisso wind-infostrada...Comunque, questo è quanto. Phaolodr, cliente Wind deluso tessera n°7/WW
  • Anonimo scrive:
    Il titolo dell'articolo e' sbagliato...

    Wind rimborserà i costi di ricarica
    • Anonimo scrive:
      Re: Il titolo dell'articolo e' sbagliato
      E secondo te il riborso prevederà dindini contanti ? Sicuramente " rimborso in credito telefonico " Tutto a loro vantaggio....soldi presi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Il titolo dell'articolo e' sbagliato
      - Scritto da:
      Secondo me, il titolo giusto e' :

      Wind COSTRETTA A RIMBORSARE i costi di
      ricarica Precisazione vera.
      Perche', se c'e' una cosa palese in tutta
      questa vicenda dal sapore decisamente amaro, e'
      che le varie compagnie telefoniche, Wind
      compresa, stanno facendo di tutto per non
      rispettare il Decreto, ponendo in atto cavilli,
      temporeggiando,Precisazione vera.
      fregando con metodi da
      cartello.Precisazione FALSA per Wind: nel bailamme ci si è prontamente dimenticati che L'UNICA POSSIBILITA' di NON PAGARE i Costi di Ricarica era offerta proprio da WIND!!!Se il 1.500.000 sottoscrittori della petizione, invece di firmare la petizione AVESSERO FIRMATO UN CONTRATTO CON WIND, ora saremmo qui a discutere dell'introduzione di una tariffa senza costi di ricarica per i tagli piccoli, non di COSTI DI RICARICA TOUT COURT, perché ANCHE TIM e VODAFONE avrebbero prontamente introdotto una tariffa senza costi di ricarica per ricariche superiori a 50 Euro.Oggi si rinfaccia a WIND di aver voluto mantenere i costi di ricarica per i tagli piccoli (quando gli altri non lo fanno più: basta disdire WIND e passare a TIM/VODAFONE) e si lodano gli altri che sono stati pronti ad allinearsi e coprirsi, ma si TACE sul fatto che, oltre i 50 Euro, MENTRE GLI ALTRI RACCATTAVANO WIND NON RACCATTAVA E NON RACCATTA.Wind oggi mi sta sulle balle perché, grazie all'egiziano, è diventata un'altra società italiana di Capitalisti con i soldi degli altri, come prima TELECOM con Tronchetti Provera, ma come dicevano una volta "quel che è giusto è giusto": fino all'avvento dell'egiziano Wind è stata la compagnia più trasparente e corretta sul mercato, anni luce più delle altre due. Equipararla TOUT COURT alle altre, o addirittura SOTTO le altre, mi sembra una beffa. All'italiana.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il titolo dell'articolo e' sbagliato
        Non sono completamente d'accordo, Wind si è comportata come le altre niente di meno.Facile togliere i costi di ricarica per un importo così alto che comunque garantisce alla società un introito sicuro molto alto, vorrei ricordare a lor signori che una volta Wind non faceva pagare i costi x le ricariche da 50.000 lire non da 50 euro... appena c'è stata l'occasione (l'introduzione dell'euro) ha preso la palla al balzo ed ha innalzato il limite minimo per non pagare i costi aggiuntivi.Se fosse stata una società dalla parte dei consumatori avrebbe lasciato anche il taglio da 25 euro senza costi di ricarica non solo quello da 50...InS
  • Anonimo scrive:
    Eliminazione scatto alla risposta
    Ho sentito che l'AGCOM si sta muovendo per far si che lo scatto alla risposta venga eliminato.E' una notizia vera che voi sappiate?Insubrico
    • Anonimo scrive:
      Re: Eliminazione scatto alla risposta
      http://www.repubblica.it/2007/03/sezioni/economia/tariffe-cellulari/scattp-alla-risposta/scattp-alla-risposta.html
    • Anonimo scrive:
      Re: Eliminazione scatto alla risposta
      - Scritto da:
      Ho sentito che l'AGCOM si sta muovendo per far si
      che lo scatto alla risposta venga
      eliminato.
      E' una notizia vera che voi sappiate?

      InsubricoTi do un consiglio : non sperare nell'Agcom e non aspettare con fiducia.Come si e' visto, l'unico modo per farsi valere e' quello di fare petizioni con migliaia di firme.Ti suggerisco, se sei interessato, di aderire a una delle petizioni proposte da Andre D'Ambra.L'Agcom e' carne morta, come i sindacati e tante associazioni che parlano parlano, ma poi come ha detto lo stesso D'Ambra al momento di appoggiare un'iniziativa si tirano indietro (tranne poi rispuntare come funghi quando l'iniziativa e' decollata !).
      • Anonimo scrive:
        Re: Eliminazione scatto alla risposta
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Ho sentito che l'AGCOM si sta muovendo per far
        si

        che lo scatto alla risposta venga

        eliminato.

        E' una notizia vera che voi sappiate?



        Insubrico


        Ti do un consiglio : non sperare nell'Agcom e non
        aspettare con
        fiducia.
        Come si e' visto, l'unico modo per farsi valere
        e' quello di fare petizioni con migliaia di
        firme.

        Ti suggerisco, se sei interessato, di aderire a
        una delle petizioni proposte da Andre
        D'Ambra.


        L'Agcom e' carne morta, come i sindacati e tante
        associazioni che parlano parlano, ma poi come ha
        detto lo stesso D'Ambra al momento di appoggiare
        un'iniziativa si tirano indietro (tranne poi
        rispuntare come funghi quando l'iniziativa e'
        decollata
        !).
        10 100 masanielli !
    • Anonimo scrive:
      Re: Eliminazione scatto alla risposta
      - Scritto da:
      Ho sentito che l'AGCOM si sta muovendo per far si
      che lo scatto alla risposta venga
      eliminato.
      E' una notizia vera che voi sappiate?

      Insubricoè vera purtroppo :(pero' questa volta ci sarà battaglia, l'unione europea sta già facendo marcia indietro e mette in discussione l'autorità del'agcom che si sta facendo prendere un po' troppo la mano.E poi lo scatto alla risposta non è un'anomalia soltanto italiana !Quale altre scuse troveranno questa volta i comunisti per rapinare i gestori ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Eliminazione scatto alla risposta

        E poi lo scatto alla risposta non è
        un'anomalia
        soltanto italiana
        !
        Quale altre scuse troveranno questa
        volta i
        comunisti per rapinare i gestori
        ?Ah e io che pensavo che finora fossero stati i gestori a rapinare gli utenti, con i costi di ricarica. :
        • Anonimo scrive:
          Re: Eliminazione scatto alla risposta
          Se comunista vuol dire non farsi prendere per il naso e pagare solo se si riceve un servizio allora sono comunista.Via lo scatto alla risposta!
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            Ascolta "comunista", ti spiego un po' come dovrebbe funzionare l'economia di mercato:- Sul mercato ci sono due offerte, una con scatto alla risposta e costo al secondo più basso, una con costo al secondo più alto ma SENZA scatto alla risposta. Atteso che, come diceva mia nonna, non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca, TU SCEGLI (non il governo, agcom, adusbef, etc etc).- Sul mercato TUTTI gli operatori offrono solo tariffe con scatto alla risposta, tipo ai bei tempi della SIP. Il MERCATO NON C'E' GIA' PIU', e l'autorità di controllo (governo, garante o chi per esso) RIPRISTINA IL MERCATO:- in prima battuta verificando se è possibile consentire l'ingresso sul mercato di altri operatori che possano offrire quello che al momento non è offerto- in caso avverso, obbligando a RIMETTERE AMBEDUE LE OPZIONI e consentire AL MERCATO DI SCEGLIERE.Bene vediamo come siamo messi:SCATTO ALLA RISPOSTA:Sul mercato esiste ALMENO un operatore che abbia ALMENO una offerta SENZA SCATTO ALLA RISPOSTA. In realtà TIM, VODAFONE e WIND ne hanno almeno una a testa. Solo TRE non la offre. Bene, se non vuoi lo scatto alla risposta stai lontano da TRE. Ma Tre fa i costi al secondo più bassi sul mercato? Beh, allora prenditi lo scatto alla risposta. Non esiste Botte Piena e Moglie Ubriaca.Perché l'autorità di controllo dovrebbe LIMITARE LA SCELTA SUL MERCATO quando ci sono AMBEDUE LE OPZIONI? COSTO DI RICARICA:Per importi superiori a 60 Euro, sul mercato è sempre esistito ALMENO un operatore che vesse ALMENO una offerta SENZA COSTI DI RICARICA.L'autorità di controllo, per ripristinare il mercato, avrebbe dovuto imporre la CREAZIONE DI TARIFFE SENZA COSTO DI RICARICA PER RICARICHE INFERIORI AI 60 EURO. Punto. Non l'abolizione per legge dei costi di ricarica, privando il mercato di una delle offerte presenti. L'unico modo per cui una offerta può sparire in un'economia di mercato è perché sparisce la domanda. Non perché sparisce l'offerta.L'autoritè di controllo potrebbe far crescere il numero di operatori mobili, ma vorrei ricordare che già ora ci sarebbero due posti vacanti (Blu by BT è fallita, IPSE2000 by Telefonica non è mai partita e gli stanno ritirando le frequenze per inadempienza) per cui lo spazio c'era, mancano i capitali. Se aggiungiamo che Telecom e Wind sono indebitate fino al collo con le banche, di fatto, tra gli operatori mobili in un mercato CAPITALISTICO l'unica società di CAPITALI è Vodafone...Trai tu le conclusioni su che tipo di economia sia quella in cui vi viviamo: sicuramente non è di mercato. E, mi spiace caro amico "comunista", non è nemmeno a pianificazione quinquennale.
          • yojimbo scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            - Scritto da:
            Ascolta "comunista", ti spiego un po' come
            dovrebbe funzionare l'economia di
            mercato:

            - Sul mercato ci sono due offerte, una con scatto
            alla risposta e costo al secondo più basso, una
            con costo al secondo più alto ma SENZA scatto
            alla risposta. Atteso che, come diceva mia nonna,
            non si può avere la botte piena e la moglie
            ubriaca, TU SCEGLI (non il governo, agcom,
            adusbef, etc
            etc).
            - Sul mercato TUTTI gli operatori offrono solo
            tariffe con scatto alla risposta, tipo ai bei
            tempi della SIP. Il MERCATO NON C'E' GIA' PIU', e
            l'autorità di controllo (governo, garante o chi
            per esso) RIPRISTINA IL
            MERCATO:
            - in prima battuta verificando se è possibile
            consentire l'ingresso sul mercato di altri
            operatori che possano offrire quello che al
            momento non è
            offerto
            - in caso avverso, obbligando a RIMETTERE AMBEDUE
            LE OPZIONI e consentire AL MERCATO DI
            SCEGLIERE.

            Bene vediamo come siamo messi:
            SCATTO ALLA RISPOSTA:
            Sul mercato esiste ALMENO un operatore che abbia
            ALMENO una offerta SENZA SCATTO ALLA RISPOSTA. In
            realtà TIM, VODAFONE e WIND ne hanno almeno una a
            testa. Solo TRE non la offre. Bene, se non vuoi
            lo scatto alla risposta stai lontano da TRE. Ma
            Tre fa i costi al secondo più bassi sul mercato?
            Beh, allora prenditi lo scatto alla risposta. Non
            esiste Botte Piena e Moglie
            Ubriaca.
            Perché l'autorità di controllo dovrebbe LIMITARE
            LA SCELTA SUL MERCATO quando ci sono AMBEDUE LE
            OPZIONI?


            COSTO DI RICARICA:
            Per importi superiori a 60 Euro, sul mercato è
            sempre esistito ALMENO un operatore che vesse
            ALMENO una offerta SENZA COSTI DI
            RICARICA.
            L'autorità di controllo, per ripristinare il
            mercato, avrebbe dovuto imporre la CREAZIONE DI
            TARIFFE SENZA COSTO DI RICARICA PER RICARICHE
            INFERIORI AI 60 EURO. Punto. Non l'abolizione per
            legge dei costi di ricarica, privando il mercato
            di una delle offerte presenti. L'unico modo per
            cui una offerta può sparire in un'economia di
            mercato è perché sparisce la domanda. Non perché
            sparisce
            l'offerta.

            L'autoritè di controllo potrebbe far crescere il
            numero di operatori mobili, ma vorrei ricordare
            che già ora ci sarebbero due posti vacanti (Blu
            by BT è fallita, IPSE2000 by Telefonica non è mai
            partita e gli stanno ritirando le frequenze per
            inadempienza) per cui lo spazio c'era, mancano i
            capitali. Se aggiungiamo che Telecom e Wind sono
            indebitate fino al collo con le banche, di fatto,
            tra gli operatori mobili in un mercato
            CAPITALISTICO l'unica società di CAPITALI è
            Vodafone...

            Trai tu le conclusioni su che tipo di economia
            sia quella in cui vi viviamo: sicuramente non è
            di mercato. E, mi spiace caro amico "comunista",
            non è nemmeno a pianificazione
            quinquennale.Quoto e concordo pienamente!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            - Scritto da:
            Ascolta "comunista"Bastano le prime 2 parole per capire che sei un troll. (troll2)Buttarla in politica va sempre di moda a quanto vedo...Cmq secondo la tua teoria di MERCATO dovremmo lasciar fare cartello ai gestori.Gran bella pensata!
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Ascolta "comunista"

            Bastano le prime 2 parole per capire che sei un
            troll.
            (troll2)

            Buttarla in politica va sempre di moda a quanto
            vedo...Se apostrofare uno che diceva "Se essere comunista significa [...] allora sono comunista" con "comunista" tra virgolette è buttarla in politica, vabbeh. Ironia questa sconosciuta.
            Cmq secondo la tua teoria di MERCATO dovremmo
            lasciar fare cartello ai
            gestori.
            Gran bella pensata!Uh? Adesso ho capito. Ok, ti sei fermato alla prima riga e non hai letto il resto.Altrimenti avresti letto che in mercato deve esserci una "autorità di controllo". Ma, amen, tu ti fermi alle prime righe...
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Ascolta "comunista"



            Bastano le prime 2 parole per capire che sei un

            troll.

            (troll2)



            Buttarla in politica va sempre di moda a quanto

            vedo...
            Se apostrofare uno che diceva "Se essere
            comunista significa [...] allora sono comunista"
            con "comunista" tra virgolette è buttarla in
            politica, vabbeh. Ironia questa
            sconosciuta.
            Se controlli hai usato la parola "comunista" anche nel post precedente (ed è proprio a quello che si riferiva il tizio dicendo "allora sono comunista").
            Uh? Adesso ho capito. Ok, ti sei fermato alla
            prima riga e non hai letto il
            resto.
            Altrimenti avresti letto che in mercato deve
            esserci una "autorità di controllo". Ma, amen, tu
            ti fermi alle prime
            righe...Ed esattamente DOVE DIAVOLO SONO STATE le autorità di controllo negli ultimi 20 anni?
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Ascolta "comunista"

            Bastano le prime 2 parole per capire che sei un
            troll.
            (troll2)

            Buttarla in politica va sempre di moda a quanto
            vedo...

            Cmq secondo la tua teoria di MERCATO dovremmo
            lasciar fare cartello ai
            gestori.
            Gran bella pensata!meglio un cartello che puo' rompersi da un giorno all'altro che un monopolista unico , ineficiente e costoso, che nessuno puo' abbattere .
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            voglio la moglie piena e la botte ubriaca, senno' cambio gestore, anzi ... cambio moglie !
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            - Scritto da:
            Se comunista vuol dire non farsi prendere per il
            naso e pagare solo se si riceve un servizio
            allora sono
            comunista.
            Via lo scatto alla risposta!andiamo oltre, nazionalizziamo i gestori e freghiamoci i loro risparmi cosi' telefoniamo aggratis ! (per 2 o 3 mesi poi si vedra')
        • Anonimo scrive:
          Re: Eliminazione scatto alla risposta
          - Scritto da:

          E poi lo scatto alla risposta non è

          un'anomalia


          soltanto italiana

          !

          Quale altre scuse troveranno questa
          volta i

          comunisti per rapinare i gestori

          ?

          Ah e io che pensavo che finora fossero stati i
          gestori a rapinare gli utenti, con i costi di
          ricarica.
          :ti sbagli i costi di ricarica finiscono allo stato , 20% IVA.
      • Uby scrive:
        Re: Eliminazione scatto alla risposta
        - Scritto da:
        Quale altre scuse troveranno questa volta i
        comunisti per rapinare i gestori
        ?
        Sta a vedere che adesso le vittime sono i gestori... :s
        • Anonimo scrive:
          Re: Eliminazione scatto alla risposta
          Non i gestori, ma UN gestore e solo per importi superiori a 50 Euro.Un intervento di regolazione del mercato avrebbe dovuto solamente obbligare alla presenza di ALMENO un'offerta di ALMENO un gestore senza costi di ricarica anche per importi inferiori a 50 Euro. Se poi VERAMENTE al 90% degli italiani la cosa che più scocciava erano i costi di ricarica per importi inferiori a 50 Euro, ci sarebbe stata una sottoscrizione di massa di quell'offerta che avrebbe costretto tutti gli operatori che avessero voluto restare sul mercato ad offrirne di simili. Punto. Ora se invece io ero disposto a caricare almeno 50 euro a botta in cambio di una tariffa al secondo più bassa, devo per forza scegliere un'opzione senza costi di ricarica ma con tariffa più alta. Non volere i costi di ricarica e volere tariffe basse è volere la botte piena e la moglie ubriaca. Se fosse realmente possibile, vorrebbe dire che ci sarebbe spazio per un'altro operatore mobile. Ma ricordo che Blu by BT non c'è più e che a IPSE2000 by Telefonica (che ora vorrebbe comprarsi TIM) stanno ritirando le frequenze perché non è mai partita. Quindi lo spazio c'era, mancano i CAPITALI.
          • Uby scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            - Scritto da:
            Non i gestori, ma UN gestore e solo per importi
            superiori a 50
            Euro.

            Un intervento di regolazione del mercato avrebbe
            dovuto solamente obbligare alla presenza di
            ALMENO un'offerta di ALMENO un gestore senza
            costi di ricarica anche per importi inferiori a
            50 Euro. Se poi VERAMENTE al 90% degli italiani
            la cosa che più scocciava erano i costi di
            ricarica per importi inferiori a 50 Euro, ci
            sarebbe stata una sottoscrizione di massa di
            quell'offerta che avrebbe costretto tutti gli
            operatori che avessero voluto restare sul mercato
            ad offrirne di simili. Punto. Ora se invece io
            ero disposto a caricare almeno 50 euro a botta in
            cambio di una tariffa al secondo più bassa, devo
            per forza scegliere un'opzione senza costi di
            ricarica ma con tariffa più alta. Non volere i
            costi di ricarica e volere tariffe basse è volere
            la botte piena e la moglie ubriaca. Se fosse
            realmente possibile, vorrebbe dire che ci sarebbe
            spazio per un'altro operatore mobile. Ma ricordo
            che Blu by BT non c'è più e che a IPSE2000 by
            Telefonica (che ora vorrebbe comprarsi TIM)
            stanno ritirando le frequenze perché non è mai
            partita. Quindi lo spazio c'era, mancano i
            CAPITALI.Rimane il fatto che non possiamo considerare i gestori delle povere vittime rapinate! Soprattutto considerando il fatto che facevano cartello.Per il resto del discorso non mi trovi d'accordo quasi su nulla, ma è questioni di opinioni :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            Per quanto si voglia pseudo analizzare la questione tirando in ballo economie di mercato, sia lo scatto alla risposta che i costi di ricarica sono dei FURTI, si paga per non avere NULLA, e in quanto tali vanno eliminati.Se le TLC (facendo cartello o no) hanno modulato le loro "offerte" in base ad un FURTO ai danni del cliente hanno sbagliato sin dall'inizio, non ci sono strategie di mercato che tengano quando si raggira il cliente. Economisti della domenica, io non sono economista ma mi accorgo quando lo sto prendendo in quel posto. E non mi piace.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            Non ti piace lo scatto alla risposta?Non ti piace la tariffazione a scatti?Non ti piacciono le differenze rispetto al gestore chiamato?Wind Senza Scatto New: 24 cent/minVodafone Easy day: 25 cent/minCosa? Il costo al secondo è troppo alto ed è da ladri? Se sei così convinto che sulle tariffe telefoniche ci siano dei margini di guadagno spaventosi, beh, sono appena tornate disponibili le frequenze UMTS che aveva preso IPSE2000. Se ti sbrighi, te le fai assegnare e apri un nuovo gestore. C'è da guadagnare a man bassa. Però Blu è fallita e IPSE2000 by Telefonica non è mai partita...La prossima petizione la facciamo sugli SMS all'estero? Sai TIM e VODAFONE fanno pagare 30 cent per ogni SMS inviato ad un cellulare estero! CARTELLO!!! Ah, Wind solo 15? Fa niente. CARTELLO!Un bel corso di Economia, anche solo su Nettuno, sarebbe utile...
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            Non vanno bene perchè non hanno SENSO gli scatti ALLA RISPOSTA e i costi di ricarica. Per il resto ti stai parlando addosso, sì, economista della domenica.Dal tuo post traspare la disonestà che usi per affrontare chi parla francamente, cercando di far credere a chi legge che il tuo interlocutore abbia deto delle cose che in realtà non ha mai affermato.Onestà. Oppure datti alla politica, mi sembri più adatto a far politica che economia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Eliminazione scatto alla risposta
            - Scritto da:
            Per quanto si voglia pseudo analizzare la
            questione tirando in ballo economie di mercato,
            sia lo scatto alla risposta che i costi di
            ricarica sono dei FURTI, si paga per non avere
            NULLA, e in quanto tali vanno
            eliminati.
            Se le TLC (facendo cartello o no) hanno modulato
            le loro "offerte" in base ad un FURTO ai danni
            del cliente hanno sbagliato sin dall'inizio, non
            ci sono strategie di mercato che tengano quando
            si raggira il cliente.

            Economisti della domenica, io non sono economista
            ma mi accorgo quando lo sto prendendo in quel
            posto. E non mi
            piace.si vede benissimo che non sei un'economista, tutt'al piu' uno che vorrebbe fare economia
        • Anonimo scrive:
          Re: Eliminazione scatto alla risposta
          - Scritto da: Uby

          - Scritto da:

          Quale altre scuse troveranno questa volta i

          comunisti per rapinare i gestori

          ?



          Sta a vedere che adesso le vittime sono i
          gestori...
          :sla vittima è la credibilità dello stato nei confronti dei principi della libera ed equa competizione nel mercato. Chi vuoi che investa soldi in Italia se da un momento all'altro un ministro te li puo' togliere per decreto ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Eliminazione scatto alla risposta
          - Scritto da: Uby

          - Scritto da:

          Quale altre scuse troveranno questa volta i

          comunisti per rapinare i gestori

          ?



          Sta a vedere che adesso le vittime sono i
          gestori...
          :sla vittima è la credibilità dello stato nei confronti dei principi della libera ed equa competizione nel mercato. Chi vuoi che investa soldi in Italia se da un momento all'altro un ministro te li puo' togliere per decreto ?
  • DPY scrive:
    Comodi, eh?
    25 giorni per accreditare il costo della ricarica? Se la prendono comoda, non c'è che dire. E non si può neanche dire che sia stato un errore, visti gli annunci dei giorni precedenti e la retromarcia di ieri.Su questa base mi auguro che il danno in termini di immagine (leggasi: abbonati persi) sia tale da far rimpiangere pesantemente l'idea che hanno avuto. E non sarebbe una brutta cosa se il tutto venisse considerato una violazione palese del decreto, con ulteriori conseguenze per Wind. In altre parole, un caso che sia di esempio
    • Anonimo scrive:
      Re: Comodi, eh?
      e soprattutto comodo x il governo abolire i costi degli altri ed invece aumentare i propri
      • Anonimo scrive:
        Re: Comodi, eh?
        - Scritto da:
        e soprattutto comodo x il governo abolire i costi
        degli altri ed invece aumentare i
        propriecco che rispunta il flagellante
        • Anonimo scrive:
          Re: Comodi, eh?
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          e soprattutto comodo x il governo abolire i
          costi

          degli altri ed invece aumentare i

          propri

          ecco che rispunta il flagellantenon sono il solo a quanto pare (geek)
    • Anonimo scrive:
      Re: Comodi, eh?
      Comodo, eh, fare la pubblicità "abbiamo abolito i costi di ricarica" a chi fino ad oggi li ha fatti pagare e dare addosso all'unico che ha protestato perché lui, nella stragrande maggioranza dei casi, quei costi non li ha mai fatti pagare.......vorrei vedere quanto velocemente reagirebbero le "altre" compagnie telefoniche se il decreto avesse imposto anche la restituzione di tutti i Costi di Ricarica indebitamente incamerati negli ultimi 8 anni.Scommettiamo che Wind avrebbe reagito meno violentemente degli altri...?Ora, Wind, non è più quella che molti di noi hanno scelto negli anni perché più corretta (prezzi da sempre IVA INCLUSA, da sempre un taglio SENZA COSTI DI RICARICA) ed economica, dato che si è "telecomitalizzata": Acquisto di una società sana con utili per mezzo di debito verso banche, usando gli utili dell'acquisto per ripagare i debiti contratti. Per dirla alla Grillo: Capitalisti senza capitali.Di conseguenza sta cominciando a comportarsi come Telecom Italia: fare cassa, sempre ed ovunque. Come farebbe chiunque avesse dei debiti.Resta comunque la divertente barzelletta dei bulli di quartiere che fino a ieri "offrivano protezione" nel giardino della scuola e del ragazzone che si vendeva come "guardia del corpo". Poi gli insegnanti cominciano a presidiare il giardino e quello che, ritenendo di essere sempre stato nel giusto, continua a vendere i suoi servizi da "guardia del corpo" viene additato a sfruttatore ed i bulli portati ad esempio...
      • Anonimo scrive:
        Re: Comodi, eh?
        Quella della "correttezza" di Wind mi sa di leggenda metropolitana...L'unico motivo per cui passai a Wind era la tariffa Noi 2. Mi ero fatto 2 conti, pagavo una carta servizi e parlavo un tot al mese gratis per sempre .Come mai poi è spuntato fuori il canone fisso di 3 eurozzi mensili?E non è l'unca tariffa "per sempre" pubblicizzata dalla Wind e puntualmente smentita.Oltretutto non capisco cosa c'entri il fatto che Wind prima del decreto non facesse pagare i costi di ricarica per le ricariche da 50 in su. A maggior ragione non avrebbe dovuto commettere questi errori visto che già adottava una politica simile!Non ci nascondiamo dietro un dito, Wind non è da meno di Tim o Vodafone. Fanno tutti cartello, è questa la triste verità!
        • Anonimo scrive:
          Re: Comodi, eh?
          - Scritto da:
          Quella della "correttezza" di Wind mi sa di
          leggenda
          metropolitana...Non ERA una leggenda metropolitana, ma la realtà. Era perché dalla vendita devono fare cassa ed addio correttezza.La correttezza di Wind si esprimeva in:- niente cosi per la SIM (50 euro con 50 euro di traffico)- tariffe senza scatto alla risposta ed in secondi ancora nel millennio scorso. Dopo il successo di queste tariffe, anche gli altri hanno cominciato ad offrirle per frenare l'emoragia di clienti (come dovrebbe sempre avvenire in una economia di MERCATO).- tariffe espresse IVA inclusa.- fino ad un paio di anni fa, nessun costo di ricarica. Poi, visto che a differenza dello scatto alla risposta, il flusso di nuovi clienti era minimo, e visto che le schede Wind venivano usate massivamente per gli allarmi, i cercapersone o per i servizi di sola ricezione, hanno inserito il costo di ricarica per i tagli bassi. Una specie di costo per il servizio di sola ricezione. Annullabile per consumi superiori ai 50 euro annui.- Invio SMS verso numeri esteri: Wind 15 cent. TIM e Vodafone 30 (15 solo verso numeri nazionali).Se recuperi un prospetto Wind ante egitto ed uno TIM, solo a contare il numero di righe dopo la tabella capisci perché Wind si era guadagnata fama di "correttezza". Che ora sta buttando velocemente alle ortiche.
          Non ci nascondiamo dietro un dito, Wind non è da
          meno di Tim o Vodafone. Fanno tutti cartello, è
          questa la triste
          verità!Vediamo quanto ci mettete stavolta a scoprire che "il cartello" fa pagare 15 centesimi per gli SMS nazionali e 30 per quelli verso l'estero, e che il "cartello" non comprende Wind. Altra petizione in partenza?
          • Anonimo scrive:
            Re: Comodi, eh?
            - Scritto da:
            Non ERA una leggenda metropolitana, ma la realtà.
            Era perché dalla vendita devono fare cassa ed
            addio
            correttezza.
            La correttezza di Wind si esprimeva in:
            - niente cosi per la SIM (50 euro con 50 euro di
            traffico)Ho comprato questa estate una SIM a 10 euro con 5 euro di traffico.
            - tariffe senza scatto alla risposta ed in
            secondi ancora nel millennio scorso. Dopo il
            successo di queste tariffe, anche gli altri hanno
            cominciato ad offrirle per frenare l'emoragia di
            clienti (come dovrebbe sempre avvenire in una
            economia di
            MERCATO).Emoragia di clienti??
            - tariffe espresse IVA inclusa.
            - fino ad un paio di anni fa, nessun costo di
            ricarica. Poi, visto che a differenza dello
            scatto alla risposta, il flusso di nuovi clienti
            era minimo, e visto che le schede Wind venivano
            usate massivamente per gli allarmi, i
            cercapersone o per i servizi di sola ricezione,
            hanno inserito il costo di ricarica per i tagli
            bassi. Una specie di costo per il servizio di
            sola ricezione. Annullabile per consumi superiori
            ai 50 euro
            annui.Il problema è ORA. I costi di ricarica ORA ci sono, e non corrispondono a nessun servizio reso. NESSUNO.
            - Invio SMS verso numeri esteri: Wind 15 cent.
            TIM e Vodafone 30 (15 solo verso numeri
            nazionali).
            Se recuperi un prospetto Wind ante egitto ed uno
            TIMMa che importanza ha il "prima". Il problema è ADESSO.
            solo a contare il numero di righe dopo la
            tabella capisci perché Wind si era guadagnata
            fama di "correttezza". Che ora sta buttando
            velocemente alle
            ortiche.



            Non ci nascondiamo dietro un dito, Wind non è da

            meno di Tim o Vodafone. Fanno tutti cartello, è

            questa la triste

            verità!
            Vediamo quanto ci mettete stavolta a scoprire che
            "il cartello" fa pagare 15 centesimi per gli SMS
            nazionali e 30 per quelli verso l'estero, e che
            il "cartello" non comprende Wind. Altra petizione
            in
            partenza?Ma perchè difendere a tutti i costi la Wind?Davvero non ci si rende conto che è tale e quale alle altre (e lo sta dimostrando...)?
          • Anonimo scrive:
            Re: Comodi, eh?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Non ERA una leggenda metropolitana, ma la
            realtà.

            Era perché dalla vendita devono fare cassa ed

            addio

            correttezza.

            La correttezza di Wind si esprimeva in:

            - niente cosi per la SIM (50 euro con 50 euro di

            traffico)

            Ho comprato questa estate una SIM a 10 euro con 5
            euro di
            traffico.


            - tariffe senza scatto alla risposta ed in

            secondi ancora nel millennio scorso. Dopo il

            successo di queste tariffe, anche gli altri
            hanno

            cominciato ad offrirle per frenare l'emoragia di

            clienti (come dovrebbe sempre avvenire in una

            economia di

            MERCATO).

            Emoragia di clienti??


            - tariffe espresse IVA inclusa.

            - fino ad un paio di anni fa, nessun costo di

            ricarica. Poi, visto che a differenza dello

            scatto alla risposta, il flusso di nuovi clienti

            era minimo, e visto che le schede Wind venivano

            usate massivamente per gli allarmi, i

            cercapersone o per i servizi di sola ricezione,

            hanno inserito il costo di ricarica per i tagli

            bassi. Una specie di costo per il servizio di

            sola ricezione. Annullabile per consumi
            superiori

            ai 50 euro

            annui.

            Il problema è ORA. I costi di ricarica ORA ci
            sono, e non corrispondono a nessun servizio reso.
            NESSUNO.


            - Invio SMS verso numeri esteri: Wind 15 cent.

            TIM e Vodafone 30 (15 solo verso numeri

            nazionali).

            Se recuperi un prospetto Wind ante egitto ed uno

            TIM

            Ma che importanza ha il "prima". Il problema è
            ADESSO.


            solo a contare il numero di righe dopo la

            tabella capisci perché Wind si era guadagnata

            fama di "correttezza". Che ora sta buttando

            velocemente alle

            ortiche.






            Non ci nascondiamo dietro un dito, Wind non è
            da


            meno di Tim o Vodafone. Fanno tutti cartello,
            è


            questa la triste


            verità!

            Vediamo quanto ci mettete stavolta a scoprire
            che

            "il cartello" fa pagare 15 centesimi per gli SMS

            nazionali e 30 per quelli verso l'estero, e che

            il "cartello" non comprende Wind. Altra
            petizione

            in

            partenza?

            Ma perchè difendere a tutti i costi la Wind?
            Davvero non ci si rende conto che è tale e quale
            alle altre (e lo sta
            dimostrando...)?Ti sbagli, la wind qualche anno fa era differente dalle altre per i motivi succitati.. il problema della wind è stata l'acquisizione da parte del cosiddetto "Capitalista senza capitale" e un conseguente appiattimento verso il basso della compagnia intera..
          • Anonimo scrive:
            Re: Comodi, eh?
            - Scritto da:

            Ti sbagli, la wind qualche anno fa era differente
            dalle altre per i motivi succitati.. il problema
            della wind è stata l'acquisizione da parte del
            cosiddetto "Capitalista senza capitale" e un
            conseguente appiattimento verso il basso della
            compagnia
            intera..Quindi confermi che da allora è tale e quale alle altre (se non peggio).Che me ne faccio della favoletta "prima era così" se mi fa pagare più degli altri?
          • Anonimo scrive:
            Re: Comodi, eh?

            Ma perchè difendere a tutti i costi la Wind?
            Davvero non ci si rende conto che è tale e quale
            alle altre (e lo sta
            dimostrando...)?non si difende la wind bensi' tutta la nazione se si difendono i principi di correttezza e giustizia, un decreto con effetti economici retroattivi non va nella direzione di regole chiare e corrette .Se volevamo le tariffe di stato non c'era bisogno di liberalizzare il settore no ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Comodi, eh?
          - Scritto da:
          Quella della "correttezza" di Wind mi sa di
          leggenda
          metropolitana...

          L'unico motivo per cui passai a Wind era la
          tariffa Noi 2. Mi ero fatto 2 conti, pagavo una
          carta servizi e parlavo un tot al mese gratis
          per
          sempre .

          Come mai poi è spuntato fuori il canone fisso di
          3 eurozzi
          mensili?

          E non è l'unca tariffa "per sempre" pubblicizzata
          dalla Wind e puntualmente
          smentita.

          Oltretutto non capisco cosa c'entri il fatto che
          Wind prima del decreto non facesse pagare i costi
          di ricarica per le ricariche da 50 in su. A
          maggior ragione non avrebbe dovuto commettere
          questi errori visto che già adottava una politica
          simile!

          Non ci nascondiamo dietro un dito, Wind non è da
          meno di Tim o Vodafone. Fanno tutti cartello, è
          questa la triste
          verità!tu confondi il termine "pubblicità ingannevole" con "cartello"
Chiudi i commenti